Fotocamere, da Sony 12 megapixel pocket

Il produttore lancia quella che considera la più compatta fotocamera da 12 megapixel del mercato, nuovo tassello nella frenetica corsa ai megapixel dei big del settore

Tokyo – Sony ha lanciato una fotocamera digitale della linea Cyber-shot dotata di un sensore CCD da 12,1 megapixel, dunque capace di registrare immagini con una risoluzione di ben 4.000 x 3.000 pixel. Sebbene non si tratti della prima fotocamera da taschino a raggiungere tale risoluzione, il colosso giapponese sostiene che la nuova DSC-W200 sia la più compatta fotocamera da 12 megapixel oggi sul mercato .

La DSC-W200 è stata recentemente preceduta da due altri modelli della serie W, la DSC-W90, da 8 megapixel, e la DSC-W80, da 7,2 megapixel. A distinguere la prima dalle due sorelle minori, oltre ai megapixel, è soprattutto la dimensione del sensore : più grande (1/1,7 pollici) quello della DSC-W200, più piccolo (1/2,5 pollici) quello delle altre due Cyber-shot.

Le caratteristiche delle tre fotocamere sono state pubblicate qui da dpreview.com , una delle più note risorse online in lingua inglese dedicata alle fotocamere digitali. Proprio negli scorsi giorni il sito è stato acquisito da Amazon , che lo utilizzerà per promuovere le proprie offerte commerciali.

La DSC-W200 è già reperibile sul mercato al prezzo suggerito di 400 euro.

Con il lancio di una fotocamera compatta da 12,1 megapixel, Sony riaccende la cosiddetta “guerra dei megapixel” , che nell’ultimo periodo sembrava essersi lievemente placata. Una guerra che, come da tempo ammoniscono gli esperti, ha molto a che fare con il marketing e assai poco con il progresso tecnologico: per lo meno con quel tipo di progresso che dovrebbe portare benefici agli utenti.

I megapixel sono infatti solo uno dei tanti fattori che contribuiscono alla qualità dell’immagine, e spesso nemmeno il più importante. Anzi, generalmente incrementare la densità dei pixel tenendo fissa la dimensione del sensore equivale quasi sempre ad accrescere il rumore digitale : questo perché più gli elementi sensibili che formano i pixel sono piccoli, meno sono capaci di catturare la luce, necessitando così di una maggiore amplificazione del segnale. È per contenere tale effetto collaterale che Sony, nella propria DSC-W200, ha utilizzato un sensore leggermente più grande di quello da 1/2,5 pollici generalmente montato sulle compatte: questo le ha consentito di incrementare il numero di pixel senza ridurne troppo la dimensione, anche se il rapporto tra megapixel e superficie del sensore rimane comunque molto elevato rispetto alla media.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    SAMBA AL TAPPETO
    Cosi'... mi andava di scriverlo....Cmq parlando di cose un po' piu' serie:il protocollo CIFS/SMB lo uso solo per la condivisione files, per la condivisione stampanti l' ho tolto e sostituito con LPD/LPR, molto piu' veloce e produce molto meno traffico in rete, sono stato costretto anche perche' con XP la stampa era veramente una pena e pure le impostazioni della stampante ci mettevano una vita ad apparire...Se sostituisssi anche SAMBA con NFS avrei ulteriori miglioramenti ma essendo pochi PC in rete non sento per ora tutta questa esigenza e poi come farei con i client windows? Immagino che per una struttura con molte macchine e molti accessi contemporanei sia quasi un obbligo...Windows permettendo.probabilmente c'e' verso di attivare contemporanemante su uno stesso server sia NFS che SAMBA pero' bisogna che sia supportato il lock dei files a livello kernel e non al livello applicativo... IRIX lo fa (o lo faceva vista la fine che ha fatto), Linux come e' messo?
    • Anonimo scrive:
      Re: SAMBA AL TAPPETO
      - Scritto da: Alessandrox
      Cosi'... mi andava di scriverlo....Ehhhh no, ora hai perso qualunque credibilità!!!
    • longinous scrive:
      Re: SAMBA AL TAPPETO
      - Scritto da: Alessandrox
      probabilmente c'e' verso di attivare
      contemporanemante su uno stesso server sia NFS
      che SAMBA pero' bisogna che sia supportato il
      lock dei files a livello kernel e non al livello
      applicativo... IRIX lo fa (o lo faceva vista la
      fine che ha fatto), Linux come e'
      messo?come sia messo non lo so, ma so di per certo che è possibile attivarli entrambi.Su Ubuntu te lo chiede la prima volta che condividi una cartella se vuoi installare Samba, NFS o entrambi, poi per ogni condivisione ti chiede se condividerla via Samba o NFS.Poi credo proprio tu possa condividerla con entrambi contemporaneamente, ma in effetti non so proprio come è messo col lock dei files.P.s. io per stampare uso direttamente cups e una stampante RAW fittizzia ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 maggio 2007 13.26-----------------------------------------------------------
      • Alessandrox scrive:
        Re: SAMBA AL TAPPETO
        - Scritto da: longinous
        - Scritto da: Alessandrox

        probabilmente c'e' verso di attivare

        contemporanemante su uno stesso server sia NFS

        che SAMBA pero' bisogna che sia supportato il

        lock dei files a livello kernel e non al livello

        applicativo... IRIX lo fa (o lo faceva vista la

        fine che ha fatto), Linux come e'

        messo?

        come sia messo non lo so, ma so di per certo che
        è possibile attivarli
        entrambi.
        Su Ubuntu te lo chiede la prima volta che
        condividi una cartella se vuoi installare Samba,
        NFS o entrambi, poi per ogni condivisione ti
        chiede se condividerla via Samba o
        NFS.
        Poi credo proprio tu possa condividerla con
        entrambi contemporaneamente, ma in effetti non so
        proprio come è messo col lock dei
        files.Non resta che provare... oppure, come mi e0 stato suggerito, passare a BSD (che per la cronaca e' anche il S.O. della multifunzione che abbiamo acquistato, uno dei migliori acquisti fatti negli ultimi anni).
        P.s. io per stampare uso direttamente cups e una
        stampante RAW fittizzia
        ;)Si certo, per stampare da Linux uso anche io CUPS, solo che abbiano 1 client Linux e il resto Windows, per motivi tecnici impostici dalle societa' con cui collaboriamo e verso le quali abbiano giocoforza un rapporto di subordinazione tecnica (non fatemi domande su quest aspetto organizzativo perche' non sono in grado di rispondervi) nel senso che ci dobbiamo adeguare alle disposizioni tecniche dettate dai loro CED interni, dato che dobbiamo collegarci sia via servizi terminal (facile con linux finche' si usano sistemi come Citrix e MS-TS ma piu' difficile quando si usano altre soluzioni proprietarie come "jetro cockpit", anche se si appoggia al MS-TS) che via Web; la stampa via netbios di windows e' PENOSA, quindi ho dovuto adottare LPR, che fortunatamente e' un OTTIMO standard aperto e diffuso; la multifunzione in rete fortunatamente supporta sia RAW che IPP che LPR e ovviamente netbios.
        • longinous scrive:
          Re: SAMBA AL TAPPETO
          - Scritto da: Alessandrox
          Non resta che provare... oppure, come mi e0 stato
          suggerito, passare a BSD (che per la cronaca e'
          anche il S.O. della multifunzione che abbiamo
          acquistato, uno dei migliori acquisti fatti negli
          ultimi
          anni).Giuro che prima o poi il diavoletto vedrà il mio hardware!

          P.s. io per stampare uso direttamente cups e una

          stampante RAW fittizzia

          ;)

          Si certo, per stampare da Linux uso anche io
          CUPS, solo che abbiano 1 client Linux e il resto
          WindowsNo, non hai capito.Ho una stampante locale sul server/desktop linux e l'ho messa a disposizione di tutti tramite cups senza passare da SAMBA.Tieni questo link: http://www.fedoraitalia.org/modules/guide/item.php?itemid=227Funziona che è una bomba!
    • Anonimo scrive:
      Re: SAMBA AL TAPPETO
      Guarda, qui condividiamo usando contemporaneamente samba, netatalk (implementazione di AFP. il protocollo di sharing dei mac) e nfs, e non mi pare che i lockingdiano problemi. Pero' usiamo FreeBSD e non Linux. Al massimo potresti pensare di adottarlo, credimi ci guadagni a priori :)
Chiudi i commenti