Fotografie a pelo d'acqua

Un'idea per ritrarre le proprie vacanze sul mare... e anche sotto!

Avete mai pensato di fotografare cosa succede sotto l’acqua, mentre state per immortalare uno scatto della scena che vi si presenta sopra il livello del mare? Effettivamente non è un pensiero che si fa tutti i giorni, eppure c’è chi ha avvertito questa forte esigenza, tanto da tramutare l’idea in un vero e proprio concept, che oggi o domani potrebbe trasformarsi in un prodotto commerciale.

Il designer In Kyung Han ha ideato Underabove, ossia una boa che grazie alla sua forma simmetrica presenta due obiettivi integrati, in grado di scattare una fotografia contemporaneamente per immortalare nello stesso istante cosa accade sopra e sotto il livello dell’acqua.

Underabove

La simpatica boa presenta anche uno schermo LCD da cui è possibile visionare immediatamente l’immagine risultante prima dello scatto, per correggere eventualmente l’inquadratura. Inoltre il sistema Underabove, la cui idea è stata premiata con un Red Dot Award , presenta anche un timer per consentire gli autoscatti. Dotato anche di flash per riprese in scarse condizioni luminose, la boa è in grado di mantenere la posizione delle due fotocamere sopra e sotto l’acqua grazie ad un piccolo stratagemma: la parte che deve mantenersi a galla è riempita di aria, mentre la sezione della boa che deve stare a mollo, è riempita di acqua.

Ora bisognerà attendere che qualche produttore voglia trasformare in realtà questa idea particolare.

( via Ubergizmo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ephestione scrive:
    Bianco e nero?
    Ho letto il whitepaper, e in assenza di retroilluminazione non viene mostrata una immagine B&W, ma semplicemente una immagine senza retroilluminazione, ovvero funziona come un foglio di carta disegnato, con un indice di riflettività inferiore solo del 16% circa. In altre parole, si attiva la retroilluminazione solo al buio, quando in pratica di retroilluminazione ne basta pochissima; alla luce del sole, quando un normale LCD va impostato a retroilluminazione massima, un display EW rimane a luce spenta e si vede da dio :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Bianco e nero?
      Dal whitepaper si evince anche che i display OLED sono quelli che consumano più di tutti gli altri, mentre il marketing, durante l'introduzione di tali display sugli smartphone Android, diceva esattamente il contrario, che uno dei vantaggi degli OLED era il basso consumo energetico.
      • ephestione scrive:
        Re: Bianco e nero?
        Ma è proprio così, gli OLED consumano X, e gli AMOLED (fonte http://en.wikipedia.org/wiki/Active-matrix_OLED ) consumano molto meno di X, tutto torna ;)Sono gli AMOLED ad essere montati sugli smartphone ormai, gli OLED se non sbaglio si vedevano sul pannelletto esterno di alcuni vecchi samsung a conchiglia.
        • Nome e Cognome scrive:
          Re: Bianco e nero?
          Confermo! il mio vecchio cellulare samsung aveva solo nel pannello esterno gli oled
        • ruppolo scrive:
          Re: Bianco e nero?
          - Scritto da: ephestione
          Ma è proprio così, gli OLED consumano X, e gli
          AMOLED (fonte
          http://en.wikipedia.org/wiki/Active-matrix_OLED )
          consumano molto meno di X, tutto torna
          ;)
          Sono gli AMOLED ad essere montati sugli
          smartphone ormai, gli OLED se non sbaglio si
          vedevano sul pannelletto esterno di alcuni vecchi
          samsung a
          conchiglia.Si, volevo dire AMOLED.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2011 09.53-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti