Francia, a scuola senza hi-tech per dieci giorni

In questo modo si vorrebbero contenere le dosi di violenza, il turpiloquio e le donnine nude che i ragazzi devono costantemente sorbirsi in rete, nei videogame, in tv. Spegnere tutto per crescere meglio?

Roma – Quali sono i rischi da sovraesposizione mediatica nella società dell’informazione e dell’ entertainment distribuito? Alla periferia di Strasburgo li prendono molto sul serio, così tanto da aver deciso di vietare agli studenti anche solo di toccare per un periodo di dieci giorni console, TV, lettori DVD e quant’altro sia riconducibile all’era digitale.

Un collegio privato della città sede del Parlamento Europeo ha deciso di proclamare la moratoria sulle tecnologie di comunicazione e intrattenimento , in quella che il direttore dell’istituto definisce una lotta “contro un nemico”.

Nemico che i promotori dell’iniziativa hanno individuato nell’eccesso di immagini pornografiche, ultraviolenza e contenuti di dubbia moralità che vengono costantemente propinati dall’industria ai giovani . Secondo uno studio connesso ai dieci giorni di astinenza forzata dall’hi-tech, i ragazzi passano 1.200 ore all’anno di fronte allo schermo e solo 800 nel collegio a studiare o a dedicarsi ad altre attività.

Gli studenti imparerebbero insomma più da GTA IV , Manhunt , porno online e pony sanguinari che dai propri professori. Un apprendimento di tipo passivo nel caso della TV , con una media di 8.000 morti all’anno che passano davanti agli occhi dei ragazzi. Su Internet, il 50%-60% dei giovani netizen viene inoltre in contatto con le sovrabbondanti immagini senza veli di p0rnland .

Poco importa che, assieme alla violenza gratuita, i pruriti moralisti degli educatori taglino fuori tanti contenuti che meriterebbero l’attenzione dei più giovani: con l’acqua sporca se ne va via anche il resto , e in tal senso il nemico vero dei promotori dell’iniziativa sembra essere il divertimento elettronico in sé, come suggerisce CrunchGear . Tanto vale, a questo punto, far felici i docenti e leggersi un libro , male non fa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • R. Daneel Olivaw scrive:
    Xen e' su NetBSD
    Xen e' un componente open source facente parte gia' da tempo del NetBSD, dalla versione 4.0 in poi, vedi www.netbsd.org . NetBSD che gira in oltre 50 versioni praticamente su ogni piattaforma hardware, e' un sistema operativo open source gratuito di tipo Unix (BSD).Come al solito BSD arriva prima...
    • Matteo Milani scrive:
      Re: Xen e' su NetBSD
      L'articolo parla di un prodotto costruito sopra XEN, non di XEN stesso.Che XEN sia un progetto di vecchia data è abbastanza risaputo!Ciao,Matteo
  • Cronico scrive:
    Dove trovare XEN ??
    Ho visto questa azienda che distribuisce XenSourcehttp://www.computerlinks.it/ma credo che sia un distributore che non vende all'utente finale.Qualcuno mi sa indicare qualche rivenditore "serio"?Grazie mille
    • Giovanni scrive:
      Re: Dove trovare XEN ??
      Ciao a tutti io conosco per esperienza personale un ottimo rivenditore che da anni lavora con Citrix...CONSIGLIATO!!!http://www.gesca.it
  • xavy scrive:
    citrix
    noi pubblichiamo i desktop tramite thin client a parte piccoli problemi il tutto fila liscio e senza grane..non è male come soluzione..shiau
  • ciko scrive:
    e la versione GPL?
    scusate ma Xen non era rilasciato in GPL? hanno chiuso il codice o mi sbaglio io?
    • Gunny35 scrive:
      Re: e la versione GPL?
      Xen è ancora opensource, ma è solo l'hypervisor su cui poggia l'aspetto virtualizzazione.Tutto il contorno di funzioni aggiuntive come in questo caso il "thinprovisioning dei desktop" è proprietario di Citrix.
  • edo scrive:
    eh si
    qui in azienda usiamo citrix per virtualizzare le applicazioni.... è un BAGNO DI SANGUE 0_o
    • CABLE scrive:
      Re: eh si
      Si vede che non avete un partner in gamba, io mi trovo molto bene e non so più cos'è la manutenzione software dei pc....
    • Ste scrive:
      Re: eh si
      bisogna saperlo usare
    • Root5 scrive:
      Re: eh si
      - Scritto da: edo
      qui in azienda usiamo citrix per virtualizzare le
      applicazioni.... è un BAGNO DI SANGUE
      0_ogestisco 400 utenti spalmati su diverse sedi con citrix...ti consiglio vivamente di dare un'occhiata a questo fenomenale software: http://www.ressoftware.com/page.aspx?id=186&l=ENfammi sapere :)
    • Maxx scrive:
      Re: eh si
      Anche noi usiamo citrix e va benissimo oltre 90 postazioni e non vi sono problemi ... forse non avete un assistenza giusta o vi sono problemi sulla rete, perche da noi le postazioni Citrix sono piu' veloci che le postazioni XPSaluti maxx
Chiudi i commenti