Francia: il P2P verso la legalità

Un emendamento spinge il Parlamento francese verso la visione del P2P di EFF: pagare un piccolo canone per poter usare liberamente i sistemi di scambio


Parigi – Un clamoroso emendamento alla nuova legge sul diritto d’autore che in queste ore si discute in Francia è stata approvato dal ramo basso del Parlamento, un emendamento che prevede la legalità per l’uso da parte di privati cittadini e senza scopo di lucro dei sistemi di condivisione peer-to-peer anche per lo scambio di musica e film.

Perché il giochino funzioni, si prevede l’introduzione di un canone mensile (si parla di una cifra attorno ai 6,5 euro) con il quale gli utenti P2P possano compensare i detentori del diritto d’autore e così garantirsi la possibilità di scambiarsi l’un l’altro qualsiasi genere di contenuto. In particolare l’emendamento prevede una sorta di eccezione al diritto d’autore quando afferma: “Gli autori non possono vietare la riproduzione di opere in qualsiasi formato in un servizio di comunicazione online quando si intende utilizzarle a scopi privati” e senza finialità di lucro.

L’emendamento, che riprende in toto una vecchia proposta di Electronic Frontier Foundation , si muove in diretto contrasto con la volontà del Governo che con la nuova legge intendeva imporre nuove e più severe misure repressive contro gli utenti che si “macchiano” di scambio di file protetti.

Il voto, com’era lecito attendersi, ha scatenato le ire e le perplessità dell’industria. “I deputati – ha dichiarato a Bloomerg Nicola Seydoux, CEO della Gaumont, uno dei principali produttori cinematografici francesi – hanno votato così per dimostrare di essere indipendenti dal Governo, ma non sanno cosa stanno facendo”.

Bernard Miyet, presidente dell’equivalente della SIAE in Francia, la SACEM, ha parlato alla Reuters di una misura “sovietica”, in quanto “si parla di imporre una tariffa calmierata decisa da una commissione senza alcuna relazione con l’economia della musica e del cinema”.

Molti in queste ore gli editori ed artisti, non solo transalpini, che si stanno esprimendo contro l’emendamento . Johnny Hallyday ha dichiarato che “legalizzare il download della musica, dietro un pagamento pressoché nullo, significa uccidere il nostro lavoro”.

Non manca peraltro chi invece sostiene questa novità. La più importante associazione dei consumatori francesi, UFC-Que Choisir , parla dell’emendamento in termini entusiastici, perché darebbe vita “ad una nuova area di libertà, che consente agli utenti internet di accedere alle diversità culturali offrendo al contempo un giusto compenso agli autori”.

Va detto che l’emendamento entra in un complesso passaggio della nuova legge che è, in sostanza, una ratifica della direttiva europea sul diritto d’autore (EUCD) da tempo ratificata dall’Italia. Perché l’emendamento si traduca in legge, però, ci vorrà ancora il voto del Senato e, nel contempo, il Governo ha la possibilità procedurale di poter riaprire il dibattito sull’emendamento alla Camera bassa spingendo per un voto di segno opposto a quello passato oggi. Facoltà che membri dell’esecutivo hanno già dichiarato di voler mettere in campo e che scandirà il dibattito a partire dal 17 gennaio, quando il Parlamento transalpino tornerà a riunirsi dopo la pausa natalizia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    tutte le cose avanzate ormai su linux
    l nuovi centro di calcolo Siemensa cinisello, in germania e austria su redhat http://www.neden.it/node/58uno dei piu grossi enti fiera del mondo,quello di monaco, migra a cluster redhathttp://www.datamanager.it/articoli.php?idricercato=13549vi sono decine di esempi del genere tutti i giorniun ingegnere DEVE conoscere Linux, perchése si occupa di informatica è il sistema di granlunga piu flessibile e usato in tutti i settori, salvoil desktop (su cui comunque ha una presenzain certi paesi non indifferente)certo, se uno sbarca il lunario sverminandoil puter della zia camilla, beh, è un altro discorso
  • Anonimo scrive:
    Alla lunga anche le università...
    ...si sono rese conto che essere laureati non basta a trovare lavoro ma bisogna anche essere inseriti nella mentalità delel aziende. Le aziende preferiscono fidarsi di microsoft ? I laureati vogliono dare frutto al tempo (si spera" investito ? E allora questi ultimi devono adeguarsi ! Sarebbe più giusto che si venissero in contro reciprocamente ma in fin dei conti gli uni non ha necessità proprio di quel laureato mentre l'altro si trova con le OO legate (soprattutto di questi tempi).Questa è l'amara realtà
  • Anonimo scrive:
    per rettori xp e office superinnovativi!
    e qui abbiamo gia capito chi siamo, da doveveniamo e dove andiamoun conto è dire c'è lo sconto su softwarebasico per soho, un conto è dire che "i piu innovativi prodotti informatici", ovveroxp home e office 2003, sono finalmente allaportata degli studenti italioti grazie alla bontàdella microsoft e dei loro accolitiinseriti nelle varie istituzionise passa l'idea che xp home può essere propagandato dai rettori italioti come il piu innovativo prodotto informatico, noisiamo nella cacca fino al collo
  • Anonimo scrive:
    3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su linux
    http://www.technologynews.info/015899.html"Over three quarters of the world's top supercomputers now run with Linux. Consumers have a good chance of encountering the operating system in cell phones, as one quarter of all smartphones use Linux. "Continua l'enorme crescita di linux in tutti isettori. Solo in un paese sull'orlo del baratroin cui sono al potere i ritardati mentali sipuò adottare quella fetecchia di windowsnelle universitàio credo che per scrivere due letterine eformattare una tesi con due jpg o unapresentazione, knoppix e openoffice sianodi gran lunga cio che serve, e per principiointrodurre nelle università sw aperto,trasparente, gratuito, sia il minimo, comed'altra parte si fa ormai in moltissime universitàpurtroppo le nostre sono università di serieinteregionale: nelle prime 100 università almondo non ve n'è neppure una italianacontinuiamo a smartellarci le oo sull'incudinefinché non toccheremo il fondo, poi, comediceva il mio amico Paco, inizieremo a scavare
    • Anonimo scrive:
      Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
      nelle università si usa latex...
      • Anonimo scrive:
        Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
        - Scritto da: Anonimo
        nelle università si usa latex...Per alcune lauree scientifiche si usa latex... non voglio immaginarmi la povera studentessa di lettere che si mette a scrivere la sua tesi in latex ;) ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          nelle università si usa latex...

          Per alcune lauree scientifiche si usa latex...
          non voglio immaginarmi la povera studentessa di
          lettere che si mette a scrivere la sua tesi in
          latex ;) ;)Neanche il povero studente di ingegneria... scritta con word in meta' tempo e va******o a latex l'ho cestinato dopo dieci minuti.
          • Anonimo scrive:
            Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
            - Scritto da: Anonimo
            Neanche il povero studente di ingegneria...
            scritta con word in meta' tempo e va******o a
            latex l'ho cestinato dopo dieci minuti.Come minimo sei un gestionale.... quindi non ingegnere.Latex fa risparmiare molto, ma molto tempo e produce risultati non paragonabili.
          • Anonimo scrive:
            Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
            - Scritto da: Anonimo
            Latex fa risparmiare molto, ma molto tempo e
            produce risultati non paragonabili.Sveglia, il WYSIWYG è già stato inventato anni fa, Latex è solo un modo per perdere tempohttp://it.wikipedia.org/wiki/WYSIWYG
          • Anonimo scrive:
            Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
            - Scritto da: Anonimo

            Neanche il povero studente di ingegneria...
            scritta con word in meta' tempo e va******o a
            latex l'ho cestinato dopo dieci minuti.Male. Con una tesi ben presentata magari guadagnavi un paio di punti in più.
          • Anonimo scrive:
            Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Neanche il povero studente di ingegneria...

            scritta con word in meta' tempo e va******o a

            latex l'ho cestinato dopo dieci minuti.

            Male. Con una tesi ben presentata magari
            guadagnavi un paio di punti in più.Infatti il tempo risparmiato con quella schifezza di latex l'ho usato per una bellissima presentazione in powerpoint per cui ho ricevuto i complimenti del relatore ... che ci vuoi fare, basta capire come gira il mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
            - Scritto da: Anonimo
            Infatti il tempo risparmiato con quella schifezza
            di latex l'ho usato per una bellissima
            presentazione in powerpoint per cui ho ricevuto i
            complimenti del relatore ... che ci vuoi fare,
            basta capire come gira il mondo.Non "il mondo", ma come girano le nostre università da quattro soldi.Poi gli ingegneri cialtroni come te prodotti da cotanti atenei vanno all'estero e tutti li schifano.
          • Anonimo scrive:
            Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
            Ci rendiamo conto che sono questi i nostri ingegneri? e noi vogliamo competere con altri paesi???
    • Anonimo scrive:
      Re: 3/4 dei supercomp 1/4 dei cell su li
      linux non c'è sui cellulari, ma sui cellulari al massimo c'è una versione supercastrata che non ha nulla a che fare con linux. Un po' come paragonare WindowsCE con Windows XP
  • Anonimo scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window
    - Scritto da: Anonimo
    Tanto non devo salvare l'umanità, devo
    portare a casa lo stipendioVerrà il giorno in cui non porterai a casa più nemmeno quello per questo tipo di risposta.I sistemi Unix di cui parli a che cosa sono simili secondo te?Ed allora cosa serve imparare per portare a casa lo stipendio cui ti riferisci?
  • Anonimo scrive:
    Non vedo l'ora...
    Di comprare un pc a 1000 euro + il relativo software cosi' potro' fare le ricerche scolastiche con word invece che con la penna, pensate che evoluzione!! La stessa cosa spendendo di piu'.Bisogna dire che le ricerche fatte con la macchina da scrivere o con la penna sono piu' lunghe perche' manca il copia ed incolla da Internet e da enciclopedie che rende il tutto piu' veloce, pensate che non dovete nemmeno leggere quello che state copiando.Anche per la tesi di laurea si potra fare seguendo un "wizard" di word. :DEd i compiti da fare a casa?Con la banda larga si potra' dividere lo sforzo fra tutti i compagni di classe ed inviarsi le soluzioni via mail, stamparle ed i compiti sono fatti.Ci sono anche dei folli che fanno le ricerche e scrivono anche libri utilizzando Latex , ma e' sufficiente un vecchio 486, poveretti, non sono trendy e non potranno godere degli sfondi di windows.E quelli che utilizzano Linux e open office?Madonna che gente!Non riusciranno mai ad avere la soddisfazione di lottare con l'aiuto "graffetta" o le tabelle pivot.
  • Anonimo scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window

    Io vado per piacere perche' mi interessa la
    materia.E vedrai quando mamy e papy non ti passeranno piu' i soldini ...
    • Anonimo scrive:
      Re: nel mondo del lavoro vogliono window
      - Scritto da: Anonimo

      Io vado per piacere perche' mi interessa la

      materia.
      E vedrai quando mamy e papy non ti passeranno
      piu' i soldini ... Probabilmente per allora sara' laureato, preso bene dal suo campo e pieno di entusiasmo... L'ideale per essere assunti e fare carriera alla faccia di tanti frustrati invidiosi.
  • Anonimo scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window

    Strano qui da noi Dublino ci sono un sacco di
    programmatori Java su piattaforme Unix/LinuxAnche in India e' pieno di programmatori java su linux ... pero' quando parli col management gli devi mandare i powerpoint altrimenti il progetto non lo vendi.
  • Anonimo scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window
    non sei molto furbo se nonostante tu studi cose che possono non piacerti, e neppure hai la garanzia che ti servano.. forse sarebbe il caso studiare quello che ti piace e a limite adattarsi in futuro.. dato che come stati facendo tu, c'e' piu' che il rischio che tu viva male adesso nella speranza di un futuro migliore e viva male pure in futuro.
  • Anonimo scrive:
    ebbasta con "serve per lavorare"
    si bravo, cosi' diventeranno tutti programmatori operai incapaci di comprendere quello che fanno.. sempre in balia delle mode transitorie e in balia di un sacco di documentazione che diventa obsoleta alla velocita' della luce. io nella universita' di milano ci studio guarda caso, e penso di saperne qualcosa circa come vanno le cose; sono una delle dieci persone che usano linux nel laboriatorio.. e non perche' gli altri non vogliono usarlo, ma perche' nessuno gli spiega come fare. quindi anche quando c'e' la voglia di usare linux, c'e' sempre qualche microcefalo che "ragiona per te" e ti da consigli "per il tuo bene" quando l'unico vero bene per le persone che devono faris strada nello studio e' avere tutte le strade aperte per sperimentare in prima persona. sinceramente certe frasi come"si studia quello che serve" possono andare bene al liceo, o in cina. non in italia, non in un paese che ha sempre vantato grandi intelletti e ancora potrebbe tirarne fuori se solo si trattasse gli studenti come potenziali pionieri di nuove vie, invece che potenziali subordinati inesperti.D'ALTRA PARTE, sentendo stupidaggini come "srve per lavorare" verrebbe da pensare che lavori quali l'astrofisico o il filosofo sono totalmente inutili e quindi andrebbero cancellati coi rispettivi insegnamenti.UNO NON VA ALL'UNIVERSITA' SOLO PER TROVARSI UN LAVORO DECENTE, MA VA ANCHE PER REALIZZAZIONE PERSONALE. FORSE E' UN CONCETTO TROPPO SOTTILE PER ALCUNI DI VOI.soprattutto, le varie riforme hanno trasformato l'universita' in un posto non sufficientemente ricco di informazione per chi sperava che l'universita' gli avrebbe fornito tutte le risposte e gli strumenti della conoscenza, o perlomeno quelli sufficienti per poi "andare avanti da se" e non sufficientemente pratico per essere di un qualche aiuto nell' immettere gli studenti verso la pratica lavorativa in maniera indolore.io lo so bene, perche' mi sono iscritto all'universit'a proprio a cavall odelle riforme, e ho visto cosa e come si insegnava prima e poi. quindi penso di essere un testimone sufficientemente autorevole della "storia".sfortunatamente, per necessita' economiche, ho visto molte persone intelligenti spegnersi sotto il controllo di mediocri imprenditori capaci solo di assecondare il piu' subdolo desiderio della persona media, parimenti incompetenti e connotate da una banalita' inestinguibile.invece grandi figure che hanno fatto avanzare l'informatica a passi da gigante, da von neumann a ted nelson, erano ben coscienti che assecondando il minimo comune denominatore dei desideri della persona media non si va da nessuna parte, e tutte le persone che hanno realizzato qualcosa di grande, da von braun a meucci, da einstein a tesla, se ne sono fregati di quello che pensavano le persone intorno e sopra di loro, e avevano ragione, eccome se ce l'avevano.NOI ITALIANI SIAMO UN POPOLO PICCOLO, CON DESIDERI PICCOLI E INCAPACI DI PENSARE FUORI DALL'INTERESSE IMMEDIATO, E IO SONO CONTENTO CHE ALTRI POPOLI MENO SOGGETTI AQUESTA SPIRALE DI MEDIOCRITA' CI PASSINO AVANTI., PERCHE' E' NELL'ORDINE DELLE COSE CHE LA GENTE COME NOI TENDA A SCOMPARIRE TANTO SIAMO PRIVI DI SOGNI E AMBIZIONI AL DI FUORI DEL GUADAGNO FACILE, CHE POI BUTTIAMO VIA COMPRANDO ACCESSORI INUTILI O STATUS SYMBOL O ANDANDO IN VACANZA IN LOCALITA' INFLAZIONATE.IN COSA SIAMO BRAVI NOI? A FARE TRUFFE, A SPECULARE SUGLI IMMOBILI (QUANDO NESSUNO RIESCE A LASCIARE LA CASA DEI GENITORI PER VIA DEL COSTO DEGLI AFFITTI) E SULLA POVERA GENTE E CHI SI FIDA, A FALSIFICARE, A SPECULARE SUI MARCHI, AD ASSECONDARE LA STUPIDITA' DELLA GENTE, A TRUFFARE I TURISTI. PROPRIO BELLA GENTE, C'E' DA ESSERNE FIERI. E POI MISURIAMO IL NOSTRO RISPETTO ALL'ITALIA CRITICANDO CHI NON SA L'INNO NAZIONALE.. MAVAFF..non ne posso piu'. scusate lo sfogo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ebbasta con "serve per lavorare"

      non ne posso piu'. scusate lo sfogo.basta, stai zitto, meglio di cosinon si puo piu dire nient'altro !
    • Sgabbio scrive:
      Re: ebbasta con "serve per lavorare"
      - Scritto da: Anonimo
      si bravo, cosi' diventeranno tutti programmatori
      operai incapaci di comprendere quello che fanno..
      sempre in balia delle mode transitorie e in balia
      di un sacco di documentazione che diventa
      obsoleta alla velocita' della luce. io nella
      universita' di milano ci studio guarda caso, e
      penso di saperne qualcosa circa come vanno le
      cose; sono una delle dieci persone che usano
      linux nel laboriatorio.. e non perche' gli altri
      non vogliono usarlo, ma perche' nessuno gli
      spiega come fare. quindi anche quando c'e' la
      voglia di usare linux, c'e' sempre qualche
      microcefalo che "ragiona per te" e ti da consigli
      "per il tuo bene" quando l'unico vero bene per le
      persone che devono faris strada nello studio e'
      avere tutte le strade aperte per sperimentare in
      prima persona. sinceramente certe frasi come"si
      studia quello che serve" possono andare bene al
      liceo, o in cina. non in italia, non in un paese
      che ha sempre vantato grandi intelletti e ancora
      potrebbe tirarne fuori se solo si trattasse gli
      studenti come potenziali pionieri di nuove vie,
      invece che potenziali subordinati inesperti.
      D'ALTRA PARTE, sentendo stupidaggini come "srve
      per lavorare" verrebbe da pensare che lavori
      quali l'astrofisico o il filosofo sono totalmente
      inutili e quindi andrebbero cancellati coi
      rispettivi insegnamenti.
      UNO NON VA ALL'UNIVERSITA' SOLO PER TROVARSI UN
      LAVORO DECENTE, MA VA ANCHE PER REALIZZAZIONE
      PERSONALE. FORSE E' UN CONCETTO TROPPO SOTTILE
      PER ALCUNI DI VOI.
      soprattutto, le varie riforme hanno trasformato
      l'universita' in un posto non sufficientemente
      ricco di informazione per chi sperava che
      l'universita' gli avrebbe fornito tutte le
      risposte e gli strumenti della conoscenza, o
      perlomeno quelli sufficienti per poi "andare
      avanti da se" e non sufficientemente pratico per
      essere di un qualche aiuto nell' immettere gli
      studenti verso la pratica lavorativa in maniera
      indolore.
      io lo so bene, perche' mi sono iscritto
      all'universit'a proprio a cavall odelle riforme,
      e ho visto cosa e come si insegnava prima e poi.
      quindi penso di essere un testimone
      sufficientemente autorevole della "storia".
      sfortunatamente, per necessita' economiche, ho
      visto molte persone intelligenti spegnersi sotto
      il controllo di mediocri imprenditori capaci
      solo di assecondare il piu' subdolo desiderio
      della persona media, parimenti incompetenti e
      connotate da una banalita' inestinguibile.
      invece grandi figure che hanno fatto avanzare
      l'informatica a passi da gigante, da von neumann
      a ted nelson, erano ben coscienti che
      assecondando il minimo comune denominatore dei
      desideri della persona media non si va da nessuna
      parte, e tutte le persone che hanno realizzato
      qualcosa di grande, da von braun a meucci, da
      einstein a tesla, se ne sono fregati di quello
      che pensavano le persone intorno e sopra di loro,
      e avevano ragione, eccome se ce l'avevano.

      NOI ITALIANI SIAMO UN POPOLO PICCOLO, CON
      DESIDERI PICCOLI E INCAPACI DI PENSARE FUORI
      DALL'INTERESSE IMMEDIATO, E IO SONO CONTENTO CHE
      ALTRI POPOLI MENO SOGGETTI A
      QUESTA SPIRALE DI MEDIOCRITA' CI PASSINO AVANTI.,
      PERCHE' E' NELL'ORDINE DELLE COSE CHE LA GENTE
      COME NOI TENDA A SCOMPARIRE TANTO SIAMO PRIVI DI
      SOGNI E AMBIZIONI AL DI FUORI DEL GUADAGNO
      FACILE, CHE POI BUTTIAMO VIA COMPRANDO ACCESSORI
      INUTILI O STATUS SYMBOL O ANDANDO IN VACANZA IN
      LOCALITA' INFLAZIONATE.IN COSA SIAMO BRAVI NOI? A
      FARE TRUFFE, A SPECULARE SUGLI IMMOBILI (QUANDO
      NESSUNO RIESCE A LASCIARE LA CASA DEI GENITORI
      PER VIA DEL COSTO DEGLI AFFITTI) E SULLA POVERA
      GENTE E CHI SI FIDA, A FALSIFICARE, A SPECULARE
      SUI MARCHI, AD ASSECONDARE LA STUPIDITA' DELLA
      GENTE, A TRUFFARE I TURISTI. PROPRIO BELLA
      GENTE, C'E' DA ESSERNE FIERI. E POI MISURIAMO IL
      NOSTRO RISPETTO ALL'ITALIA CRITICANDO CHI NON SA
      L'INNO NAZIONALE.. MAVAFF..

      non ne posso piu'. scusate lo sfogo.Ti quoto...concordo con quello che dici...... quin in italia, l'importante e fare la Velina e il Calciatore...
    • Anonimo scrive:
      Re: ebbasta con "serve per lavorare"
      ecco un altro colla sindrome dello "scusate lo sfogo"... sai che mi frega a me che te devi sfogà... oddio se magari prima di sfogarti fai un corso di grammatica e logica lessicale (possibilmente italiana) o, al limite, rileggi quello che scrivi, forse è meglio... così magari oltre a uno sfogo ne abbiamo anche uno comprensibile...in generale comunque, a livello di contenuti, non posso che concordare con te :p
  • Anonimo scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window
    ma piantala che sei solo alla ricerca di una vetrina che ti dia visibilita'
  • Anonimo scrive:
    A Pisa si usa Linux
    Almeno nelle facoltà scientifiche, li è molto più usato che Windows, nonostante la facoltà distribuisca (o almeno lo faceva uno pò ditempo fà) anche copie di XP e Visual Studio oltre che le varie Distro Linux
    • Anonimo scrive:
      Re: A Pisa si usa Linux
      - Scritto da: Anonimo
      Almeno nelle facoltà scientifiche, li è molto più
      usato che Windows, nonostante la facoltà
      distribuisca (o almeno lo faceva uno pò ditempo
      fà) anche copie di XP e Visual Studio oltre che
      le varie Distro LinuxMa non fate i FIGHI.So per certo che anche lì siete wizoZZ dipendenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per lavoro serve...: esempio CATIA
    Sono d'accordo con te e porto un esempio concreto.CATIA, uno degli standard nella modellazione solida industriale. Diffusissimo (e sempre di più) in tutto il mondo.Gira o su Unix o su Windows.Linux non c'è (come mai?).Altro esempio: software di calcolo per il CAE (FEM, CFD...)Anche qui, o Unix, o Windows. Aggiungo, sempre di più Windows come OS per le workstation, visto che si tende ad un'integrazione sempre maggiore con i modellatori 3D.Oltretutto, un'industria (anche medio grande), secondo voi, cosa sceglierà (come OS e come hardware relativo) in tempo di taglio di costi?Saluti.lt
    • Anonimo scrive:
      Re: Per lavoro serve...: esempio CATIA
      - Scritto da: Anonimo
      Sono d'accordo con te e porto un esempio
      concreto.
      CATIA, uno degli standard nella modellazione
      solida industriale. Diffusissimo (e sempre di
      più) in tutto il mondo.
      Gira o su Unix o su Windows.
      Linux non c'è (come mai?).Catia gira su linux dalla versione 4.
      Altro esempio: software di calcolo per il CAE
      (FEM, CFD...) Anche qui, o Unix, o Windows.
      Aggiungo, sempre di più Windows come OS
      per le workstation, visto che si tende ad
      un'integrazione sempre maggiore con i
      modellatori 3D.Su questi non sono preparato, ma direi che con i modellatori 3D la DreamWork sel'e' cavata alla grande con shreck.
      Oltretutto, un'industria (anche medio grande),
      secondo voi, cosa sceglierà (come OS e come
      hardware relativo) in tempo di taglio di costi?Messa cosi' la domanda... Direi che linux e' piu' conveniente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per lavoro serve...: esempio CATIA

        Catia gira su linux dalla versione 4.Non mi risulta proprio che lo faccia con la 5 (ormai lo standard industriale). La 4 è decisamente antiquata e fuori standard su molte cose.


        Altro esempio: software di calcolo per il CAE

        (FEM, CFD...) Anche qui, o Unix, o Windows.

        Aggiungo, sempre di più Windows come OS

        per le workstation, visto che si tende ad

        un'integrazione sempre maggiore con i

        modellatori 3D.Per il calcolo ingegneristico si punta sempre più su Windows oppure su sistemi Unix seri e certificati quando una grande industria se lo può permettere.
  • Anonimo scrive:
    Re: A Genova Linux.lo usiamo
    - Scritto da: CoD

    Certo: le cose cambiano molto lentamente, ma
    cambiano.Cavolo, se cambiano!Io ho visto la Mandriva venduta dai marocchini all'uscita dell'università. Se non è un segno dei tempi, questo!
    • Anonimo scrive:
      Re: A Genova Linux.lo usiamo
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: CoD



      Certo: le cose cambiano molto lentamente, ma

      cambiano.

      Cavolo, se cambiano!
      Io ho visto la Mandriva venduta dai marocchini
      all'uscita dell'università. Se non è un segno dei
      tempi, questo!Io in casa ho diverse copie pirata di Suse, Ubuntu e diverse altre distro e le sharo pure col mulo. Non è che rischio una denuncia da parte di Giochi di Fantasia http://www.gdf.it/? :D .
      • Tyl3r scrive:
        Re: A Genova Linux.lo usiamo

        Io in casa ho diverse copie pirata di Suse,
        Ubuntu e diverse altre distro e le sharo pure col
        mulo. Non è che rischio una denuncia da parte di
        Giochi di Fantasia http://www.gdf.it/?

        :D .non esistono copie pirata di linux... per definizione
        • Anonimo scrive:
          Re: A Genova Linux.lo usiamo
          - Scritto da: Tyl3r

          Io in casa ho diverse copie pirata di Suse,

          Ubuntu e diverse altre distro e le sharo pure
          col

          mulo. Non è che rischio una denuncia da parte di

          Giochi di Fantasia http://www.gdf.it/?



          :D .

          non esistono copie pirata di linux... per
          definizioneUmorismo questo sconosciuto, eh?
  • Ekleptical scrive:
    Leggete bene!
    Guardate che non c'è scritto che i rettori consigliano Windows nelle facoltà informatiche, ma nelle Università in generale!!!Nel 99% degli altri corsi con Linux che cavolo ci fanno? In tutte le professioni che non sono informatiche o di ricerca (ergo, la stragrandissima maggioranza) Linux non esiste proprio! Non lo trovate in un ufficio nemmeno a cercarlo col lanternino!Se l'Università deve preparare al lavoro, deve insegnare ad usare gli strumenti che la gente userà al lavoro (e sottolineo userà! ad ognuno il suo mestiere).Se poi pensate che spingendolo all'Università questo spinga le aziende ad adottarlo... siete fuori di testa e fuori dal mondo del lavoro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene!
      Ti quoto in pieno!
    • frizzo scrive:
      Re: Leggete bene!
      - Scritto da: Ekleptical
      Guardate che non c'è scritto che i rettori
      consigliano Windows nelle facoltà informatiche,
      ma nelle Università in generale!!!

      Nel 99% degli altri corsi con Linux che cavolo ci
      fanno?mah..io l'ho usato x progettare fognature,studiare il flusso di particelle nei tubi,resistenze e robette così.,,inoltre ho usato felicemente mathlab,oltre a programmarci in java,fortran e non faccio informatica. In tutte le professioni che non sono
      informatiche o di ricerca (ergo, la
      stragrandissima maggioranza)ah...se lo dici tu. Linux non esiste
      proprio! mah...per esempio la pixmar che ci ha fatto srek non esiste
      Non lo trovate in un ufficio nemmeno a
      cercarlo col lanternino!l'80% degli uffici usa windows+office,niente che ubuntu+openoffice non faccia.

      Se l'Università deve preparare al lavoro, deve
      insegnare ad usare gli strumenti che la gente
      userà al lavoro (e sottolineo userà! ad ognuno
      suo mestiere).quindi l'università ti insegna ad usare i programmi?al max ti insegna ad usare excell

      Se poi pensate che spingendolo all'Università
      questo spinga le aziende ad adottarlo... siete
      fuori di testa e fuori dal mondo del lavoro!mah...io ho teorie differenti!...
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene!
        - Scritto da: frizzo
        Linux non esiste

        proprio!

        mah...per esempio la pixmar che ci ha fatto srek
        non esiste Infatti non esiste. 1) l'azienda che dici tu si chiama Pixar2) il film che dici tu si intitola Shrek3) Shrek NON è della Pixar, ma della Dreamworks.
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: frizzo


          Linux non esiste


          proprio!



          mah...per esempio la pixmar che ci ha fatto srek

          non esiste

          Infatti non esiste.
          1) l'azienda che dici tu si chiama Pixar
          2) il film che dici tu si intitola Shrek
          3) Shrek NON è della Pixar, ma della Dreamworks.Soprattutto non e' un'azienda italiana... ma inutile rispondere a studenti del primo anno, sono ancora troppo esaltati dall'aver passato la maturita': quando tra un po' si troveranno rifiutati i curriculum spediti alla "Gino Cuzzocrea Metalli Pesanti S.r.l" potranno vedere cosa significa scrivere sul curriculum Excel o .calc ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene!
      - Scritto da: Ekleptical
      Guardate che non c'è scritto che i rettori
      consigliano Windows nelle facoltà
      informatiche, ma nelle Università in generale!!!
      Nel 99% degli altri corsi con Linux che
      cavolo ci fanno? In tutte le professioni
      che non sono informatiche o di ricerca
      (ergo, la stragrandissima maggioranza)
      Linux non esiste proprio! Non lo trovate
      in un ufficio nemmeno a cercarlo col
      lanternino!Sicuro ?? Sicuro sicuro ??? Se hai ADSL fai un telnet al modem ed avrai delle sorprese.
      Se l'Università deve preparare al lavoro, deve
      insegnare ad usare gli strumenti che la gente
      userà al lavoro (e sottolineo userà! ad ognuno
      il suo mestiere).Appunto.
      Se poi pensate che spingendolo all'Università
      questo spinga le aziende ad adottarlo... siete
      fuori di testa e fuori dal mondo del lavoro!Al contrario, linux ti circonda e tu non te ne accorgi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene!

        Sicuro ?? Sicuro sicuro ??? Se hai ADSL fai un
        telnet al modem ed avrai delle sorprese.Se fai telnet ai router cisco ci credo... peccato che dietro quei router che nessuno tocca mai senno' smettono di funzionare ci siano tanti bei desktop con su office.
        Al contrario, linux ti circonda e tu non te ne
        accorgi.Ricordatevelo, ogni volta che vi cade la connessione sapete con chi prendervela...
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene!
          - Scritto da: Anonimo

          Sicuro ?? Sicuro sicuro ??? Se hai ADSL fai un

          telnet al modem ed avrai delle sorprese.
          Se fai telnet ai router cisco ci credo... peccato
          che dietro quei router che nessuno tocca mai
          senno' smettono di funzionare ci siano tanti bei
          desktop con su office. Guardo per parlo del modem ADSL casalingo... Da un comune D-Link a quello che ti arriva insieme ad Alice.

          Al contrario, linux ti circonda e tu non te ne

          accorgi.
          Ricordatevelo, ogni volta che vi cade la
          connessione sapete con chi prendervela... Si, con windows ovviamente :D
          • Ranmamez scrive:
            Re: Leggete bene!

            Si, con windows ovviamente :DMa se hai detto che c'e' linux nei modem? Quindi la colpa e' di linux se cade la linea ;)==================================Modificato dall'autore il 22/12/2005 15.01.22
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene!
            - Scritto da: Ranmamez

            Si, con windows ovviamente :D
            Ma se hai detto che c'e' linux nei modem?
            Quindi la colpa e' di linux se cade la linea ;) (rotfl)
          • Ranmamez scrive:
            Re: Leggete bene!



            Si, con windows ovviamente :D

            Ma se hai detto che c'e' linux nei modem?

            Quindi la colpa e' di linux se cade la linea ;)
            (rotfl)Tuttavia sono d'accordo con chi critica questa azione del CRUI, e' una mera azione pubblicitaria e di parte.
    • Anonimo scrive:
      Contratto
      Ma hai mandato un curriculum in microsoft ultimamente?
      • Anonimo scrive:
        Re: Contratto
        - Scritto da: Anonimo
        Ma hai mandato un curriculum in microsoft
        ultimamente?Credo che lui lavori gia' alla M$, piuttosto c'e' da chiedersi se Bill l'ha gia portato a spasso oggi :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Contratto
          ma dici che e' lo stesso che spamma il suo blog sul forum delle segnalazioni?L' emilio fede della microsoft?? :D ......mmmm forse hai ragione
          • Anonimo scrive:
            Re: Contratto
            - Scritto da: Anonimo
            ma dici che e' lo stesso che spamma il suo blog
            sul forum delle segnalazioni?L' emilio fede
            della microsoft?? :D ......mmmm forse hai ragioneMa Thorvalds vi ha promesso che 10 finlandesi salteranno nel vostro letto per ogni nuovo linaro creato? Occhio che magari parlava di 10 giocatori di hockey puzzolenti ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Contratto
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            ma dici che e' lo stesso che spamma il suo

            blog sul forum delle segnalazioni?L' emilio

            fede della microsoft?? :D ......mmmm forse

            hai ragione
            Ma Thorvalds vi ha promesso che 10 finlandesi
            salteranno nel vostro letto per ogni nuovo linaro
            creato? Occhio che magari parlava di 10
            giocatori di hockey puzzolenti ... Guarda che sono i commerciali M$ che si inventano le peggio cose per evangelizzare nuovi adepti... Non sai che se hai ancora Win o office '2000 ti danno del dinosauro ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Contratto
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            ma dici che e' lo stesso che spamma il suo


            blog sul forum delle segnalazioni?L' emilio


            fede della microsoft?? :D ......mmmm forse


            hai ragione


            Ma Thorvalds vi ha promesso che 10 finlandesi

            salteranno nel vostro letto per ogni nuovo
            linaro

            creato? Occhio che magari parlava di 10

            giocatori di hockey puzzolenti ...

            Guarda che sono i commerciali M$ che si inventano
            le peggio cose per evangelizzare nuovi adepti...
            Non sai che se hai ancora Win o office '2000 ti
            danno del dinosauro ???Io in ufficio sono un vero Tirannosaurus Sex :D .
          • TomSawyer scrive:
            Re: Contratto
            - Scritto da: Anonimo
            Ma Thorvalds vi ha promesso che 10 finlandesi
            salteranno nel vostro letto per ogni nuovo linaro
            creato? Occhio che magari parlava di 10 giocatori
            di hockey puzzolenti ... chiedermi preché pomuovo qualcosa di gratuito e libero è da pidocchi....cominciamo a chiederci perché si spingano prodotti commerciali chiusi e non-standard...
    • TomSawyer scrive:
      Re: Leggete bene!
      - Scritto da: Ekleptical
      Nel 99% degli altri corsi con Linux che cavolo ci
      fanno? In tutte le professioni che non sono
      informatiche o di ricerca (ergo, la
      stragrandissima maggioranza) Linux non esiste
      proprio! Non lo trovate in un ufficio nemmeno a
      cercarlo col lanternino!mapperpiacere e dimmi che se impari ad usare openoffis non arrivi ad usare emmeesseoffis dai...dimmi che se impari a navigare con fairfocs, poi ti perdi su ecsplorer...dimmi che impari a mandare una mail con un qualsiasi mailer linux e poi ti perdi su autluc...dai su
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene!
      /* inizio slinguazzamento con assunzione di posizione prona addano aperto "Nel 99% degli altri corsi con Linux che cavolo ci fanno? In tutte le professioni che non sono informatiche o di ricerca (ergo, la stragrandissima maggioranza) Linux non esiste proprio!"*/
    • Akiro scrive:
      Re: Leggete bene!

      Se poi pensate che spingendolo all'Università
      questo spinga le aziende ad adottarlo... siete
      fuori di testa e fuori dal mondo del lavoro!secondo te com'è nato il boom dell'informatica?se tante persone anni fa non avessero iniziato ad utilizzare (illegalmente) alcuni s.o. che ormai sono andati estinti, credi che si sarebbe arrivati allo stesso punto?Iniziando già da piccoli ad utilizzare certi mezzi vedrai che col tempo (smanettoni a parte) si tenderà a riutilizzar gli stessi in quanto "già conosciuti" e non a seconda della reale affidabilità.E di sicuro utilizzar gli stessi non porta una crescita professionale degna di questo nome, in quanto appena ti cambiano un iconcina, appena vi è una modifica nel menù (figuriamoci di applicativo) ci si ritrova nel letame.
    • francescor82 scrive:
      Re: Leggete bene!
      - Scritto da: Ekleptical
      Guardate che non c'è scritto che i rettori
      consigliano Windows nelle facoltà informatiche,
      ma nelle Università in generale!!!

      Nel 99% degli altri corsi con Linux che cavolo ci
      fanno?La smetti di sparare menzogne?L'appello propone programmi Open source e non solo proprietari, e nello specifico Open Office invece che MS Office.Quindi tutta la tua polemica è solo fuffa, come al solito.
  • Anonimo scrive:
    Windows è figo, Linux no
    Come da titolo
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Windows è figo, Linux no
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titoloBeh, se vogliamo proprio parlare in termini sociali, in genere una cosa che "hanno tutti" viene vista come tutt'altro che "figa"... Piuttosto una cosa che hanno "pochi eletti" rende figo chi ce l'ha. ;) TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows è figo, Linux no
        - Scritto da: TADsince1995

        - Scritto da: Anonimo

        Come da titolo

        Beh, se vogliamo proprio parlare in termini
        sociali, in genere una cosa che "hanno tutti"
        viene vista come tutt'altro che "figa"...
        Piuttosto una cosa che hanno "pochi eletti" rende
        figo chi ce l'ha. ;)

        TADiPod? :D .
  • Anonimo scrive:
    BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,
    BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE, BUSTARELLE,ECC. ECC.
  • Ekleptical scrive:
    I soliti pipparoli accademici!
    Si dice sempre che le Università italiane sono pessime ed in declino costante perchè completamente staccate dal mondo del lavoro e poi le si critica se offrono sconti agli studenti per comprare Windows e Office.Ma in un'azienda, secondo voi, che software usano? Tranne casi particolari, legati normalmente agli ambiti della ricerca (quindi concettualmente più "accademici", appunto), tutti i laureati finiranno in un ufficio con Windows e Office.E allora, non è questo un modo per preparare gli studenti al lavoro?Non immaginate nemmeno quale differenza faccia conoscere a menadito Office in azienda (io facevo l'insegnante di Office e Windows anni fa! :) ). Me ne sono accorto in 6 mesi di stage presso uno stabilimento multinazionale. Nel giro di pochi mesi ero diventato il prezzemolino del computer e mi chiamavano di qua e di là per sistemare questioni e problemi con macro Excel!Con Linux che cacchio ci fate? Al massimo lasciatelo ai laureati informatici, che gli può servire. Per gli altri è tempo perso!Almeno in un'ottica di università legata al mondo del lavoro.. Se poi all'università volete perdere tempo studiando altra roba inutile, oltre alla tanta che già c'è, contenti voi.... Poi non lamentiamoci che quella italiana è messa com'è messa...
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti pipparoli accademici!
      - Scritto da: Ekleptical
      Si dice sempre che le Università italiane sono
      pessime ed in declino costante perchè
      completamente staccate dal mondo del lavoro e poi
      le si critica se offrono sconti agli studenti per
      comprare Windows e Office.....che sono fatti da un' azienda americana.
      Ma in un'azienda, secondo voi, che software
      usano? Tranne casi particolari, legati
      normalmente agli ambiti della ricerca (quindi
      concettualmente più "accademici", appunto), tutti
      i laureati finiranno in un ufficio con Windows e
      Office.Una volta forse.......attenzione a non fossilizzarsi.

      E allora, non è questo un modo per preparare gli
      studenti al lavoro?No, perche' usare uno strumento spicifico e solo quello non facilita certo la comprensione della potenza del "mezzo" informatico.
      Non immaginate nemmeno quale differenza faccia
      conoscere a menadito Office in azienda (io facevo
      l'insegnante di Office e Windows anni fa! :) ).appunto...anni fa.
      Me ne sono accorto in 6 mesi di stage presso uno
      stabilimento multinazionale. Nel giro di pochi
      mesi ero diventato il prezzemolino del computer e
      mi chiamavano di qua e di là per sistemare
      questioni e problemi con macro Excel!Che bello!
      Con Linux che cacchio ci fate? Al massimo
      lasciatelo ai laureati informatici, che gli può
      servire. Per gli altri è tempo perso!

      Almeno in un'ottica di università legata al mondo
      del lavoro.. Se poi all'università volete perdere
      tempo studiando altra roba inutile, oltre alla
      tanta che già c'è, contenti voi.... Poi non
      lamentiamoci che quella italiana è messa com'è
      messa...
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti pipparoli accademici!
      - Scritto da: Ekleptical
      Me ne sono accorto in 6 mesi di stage presso uno
      stabilimento multinazionale. Nel giro di pochi
      mesi ero diventato il prezzemolino del computer e
      mi chiamavano di qua e di là per sistemare
      questioni e problemi con macro Excel!Anch'io! Solo che io ho imparato su OpenOffice.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti pipparoli accademici!
      - Scritto da: Ekleptical
      Si dice sempre che le Università italiane sono
      pessime ed in declino costante perchè
      completamente staccate dal mondo del lavoro e poi
      le si critica se offrono sconti agli studenti per
      comprare Windows e Office.

      Ma in un'azienda, secondo voi, che software
      usano? Tranne casi particolari, legati
      normalmente agli ambiti della ricerca (quindi
      concettualmente più "accademici", appunto), tutti
      i laureati finiranno in un ufficio con Windows e
      Office.

      E allora, non è questo un modo per preparare gli
      studenti al lavoro?

      Non immaginate nemmeno quale differenza faccia
      conoscere a menadito Office in azienda (io facevo
      l'insegnante di Office e Windows anni fa! :) ).
      Me ne sono accorto in 6 mesi di stage presso uno
      stabilimento multinazionale. Nel giro di pochi
      mesi ero diventato il prezzemolino del computer e
      mi chiamavano di qua e di là per sistemare
      questioni e problemi con macro Excel!

      Con Linux che cacchio ci fate? Al massimo
      lasciatelo ai laureati informatici, che gli può
      servire. Per gli altri è tempo perso!

      Almeno in un'ottica di università legata al mondo
      del lavoro.. Se poi all'università volete perdere
      tempo studiando altra roba inutile, oltre alla
      tanta che già c'è, contenti voi.... Poi non
      lamentiamoci che quella italiana è messa com'è
      messa...si beh, se per te Informatica == usare office... :(se l'italia è messa male non è certo per colpa dell'università... l'università DEVE essere indipendente dal lavoro e dagli interessi delle varie ditte :| se devo imparare a fare il dipendente di un'azienda vado a fare una scuola professionalizzante... l'università è (era..) l'unico posto dove si impara CULTURA.. perchè rovinarlo?
  • Anonimo scrive:
    Cosa accade quando finisco l'università?
    Non ho trovato da nessuna parte le clausole e neppure il contratto...Ovvero lo sconto è sul prodotto come se lo comprassi in negozio e quindi posso usarlo al termine degli studi per lavorare come professionista?Ho sentito che negli states a fronte d iuno sconto simile c'era l'obbligo di cancellare il software al termine del corso di studi... (in pratica una licenza in comodato per gli studi)Qualcuno sa qualcosa su questo ?Grazie...
    • AnyFile scrive:
      Re: Cosa accade quando finisco l'univers
      - Scritto da: Anonimo
      Non ho trovato da nessuna parte le clausole e
      neppure il contratto...

      Qualcuno sa qualcosa su questo ?

      Grazie...Non soi nulla dell'iniziattiva attualepero' questa storia non e' nuova, gia' una decina di anni fa c'era.Mi interesssai alla cosa (vabhe' adesso non offendetemi, allora il software libero non era cosi' facile ottenerlo), alla mia domanda in proposito, mi risposero: semplice quanto ti laurei la tua copia diventa una copia pirata!Da notare che loro non ti vendevano il software (intendo che non e' come quando acquisti normalmente, vabhhe ... orami il sofware vero e proprio non lo vende piu' nessuno)bensi' ti vendevano una licenza speciale, senza neanche i CD ecc. in pratica in negozio ti vendevono un foglio di carta. Una parte di questo foglio dovevi spedirlo alla MS, dopo un po' (non era lecito sapere quando) ti sarebbe arrivato a casa una busta con dei CD (in versione speciale, nel senso che sopra vi era scritto che erano stati acquistati con la licenza studente) e una licenza speciale.Ripeto non so se ora la situazione sia la stessa.Invece un tempo esistevano le licenze educational. Semplicemente tu compravi una copia normale e se eri studente, professore o un 'universita' avevi uno sconto del 20% circa. Era utta un'altra cosa ....
  • mda scrive:
    Re: Per lavoro serve Windows
    - Scritto da: Anonimo
    Bando alle cazzate.
    Per lavoro serve Windows perchè il 99% degli
    applicativi gestionali,commerciali,o specifici
    per qualunque settore gira su Windows.Prima TUTTO girava su MS/DOS, poi venne Win, adesso viene Linux (ma milioni d'esempi esistono ), è la legge del mercato, fanno cambiare per rifare il tutto e riguadagnarci.Le società d'informatica che non vollero cambiare FALLIRONO.Capito UTONTO !
  • TADsince1995 scrive:
    Anche quì, anche quì...
    Non c'è niente di nuovo in questa notizia. Anche quì quest'anno, all'inizio dell'anno accademico, all'università sono stati piazzati i soliti stand Microsoft che regalavano gadget e distribuivano volantini per pubblicizzare le loro imperdibili offerte per "aiutarti nello studio", con tanto di lettera intestata Microsoft con scritte della serie: "Ora sei una matricola, inizi il viaggio nel mondo dell'univesità, Microsoft può aiutarti!" e roba simile. Inoltre da sempre gli studenti universitari hanno accesso a particolari sconti o addirittura licenze gratuite, per esempio nel corso di basi di dati era possibile ottenere un serial valido per SQL Server e il cd di installazione girava liberamente nelle aule... Solo che quì difficilmente sarebbe nata una rivolta contro tutto ciò, nonostante (per fortuna) nella mia università la presenza di linux si fa sentire eccome.E' ovvio che è tutta tutta una mossa commerciale, in particolare all'università dove ormai le matricole (e non) comprano tutte il classico portatile che "serve per studiare", mentre in realtà nell'80% dei casi non gli serve assolutamente a nulla, ma almeno li addestra a usare la softwareaglia di Redmond.In compenso la mia ragazza ci ha rimediato una borsa monospalla grigia molto carina, peccato che sopra ci sia la scritta "Windows XP" e le farfalle svolazzanti...TAD==================================Modificato dall'autore il 21/12/2005 10.09.07
    • scorpioprise scrive:
      Re: Anche quì, anche quì...
      Beh, anch'io presi un portatile per lo studio (Ingegneria Elettronica), all'epoca del primo anno, e devo dire che mi ha servito con dignità e con dedizione alla mia causa, pur con qualche occhiata di sdegno mista ad invidia essendo il mio uno dei tre portatili in aula (su 60 persone). Appunti, grafici, compilazione in java, database, grafica 3d per comprendere meglio gli appunti e gli schemi, nonchè le più banali funzioni di intrattenimento nei momenti di pausa.Ah, mi dimanticavo di dirlo: il mio portatile è un iBook con MacOsX 10.2.8.... :D
  • Anonimo scrive:
    Vero e proprio spot pubblicitario
    "Con uno significativo sconto, gli studenti potranno inoltre acquistare Microsoft Office 2003, che permette di utilizzare il PC in modo più produttivo. Grazie a funzionalità innovative, Office 2003 rivoluziona l'approccio dell'utilizzo del computer: creare documenti come lettere, progetti, ricerche scolastiche, analizzare dati, preparare presentazioni multimediali, condividere file, confrontarsi con i compagni di studio, sono solo alcune delle tante attività che gli studenti possono fare in modo facile e veloce"Se non è pubblicità occulta questa: sembra il tipico lavaggio del cervello che subisci durante un'installazione di Windows, pertanto gli autori sembrano essere gli stessi marketroid di Microsoft.Il che fa nascere il sospetto che qualcuno si sia messo dei soldi in tasca per questa bieca operazione.
    • mda scrive:
      Re: Vero e proprio spot pubblicitario
      - Scritto da: Anonimo
      "Con uno significativo sconto, gli studenti
      potranno inoltre acquistare Microsoft Office
      2003, che permette di utilizzare il PC in modo
      più produttivo. Grazie a funzionalità innovative,
      Office 2003 rivoluziona l'approccio dell'utilizzo
      del computer: creare documenti come lettere,
      progetti, ricerche scolastiche, analizzare dati,
      preparare presentazioni multimediali, condividere
      file, confrontarsi con i compagni di studio, sono
      solo alcune delle tante attività che gli studenti
      possono fare in modo facile e veloce"

      Se non è pubblicità occulta questa: sembra il
      tipico lavaggio del cervello che subisci durante
      un'installazione di Windows, pertanto gli autori
      sembrano essere gli stessi marketroid di
      Microsoft.

      Il che fa nascere il sospetto che qualcuno si sia
      messo dei soldi in tasca per questa bieca
      operazione.Un sospetto fortissimo leggendo tutto puntoinformatico :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Vero e proprio spot pubblicitario

      Il che fa nascere il sospetto che qualcuno si sia
      messo dei soldi in tasca per questa bieca
      operazione.quoto
  • Anonimo scrive:
    Linux è condannato
    Vi riporto alcuni link:http://news.com.com/Low+prices,+Windows+capture+server+market/2100-1010_3-5969041.html?tag=nefd.tophttp://www.cooltechzone.com/index.php?option=content&task=view&id=2026http://www.hddsaver.com/content/14/two.htmlQualcuno vi raggiunge....
    • Giambo scrive:
      Re: Linux è condannato
      - Scritto da: Anonimo
      Vi riporto alcuni link:Vediamo ...
      http://news.com.com/Low+prices,+Windows+capture+se
      http://www.cooltechzone.com/index.php?option=contePraticamente la stessa storia ripetuta dua volte.E il succo del discorso e': Windows ha sorpassato Linux per quel che concerne il "reddito". E lo sappiamo tutti che Windows e' piu' caro di Linux, e' strano che solo ora Windows lo abbia superato in questo campo !Lo dice anche l'articolo del secondo link (Che tu frettolosamente hai postato senza leggere): "First, the study says that Windows based Servers accounted for 37 percent in revenue. Now traditionally, Windows based systems are more expensive than Linux based systems, so even if vendors sold lesser number of Windows systems, the price difference could ensure that Windows sales revenue was higher."E' chiaro ora ?
      http://www.hddsaver.com/content/14/two.html... e quindi ? Cosa volevi dimostrare con questo ?
      Qualcuno vi raggiunge....Dovresti leggere meglio i links che posti, onde evitare imbarazzanti auto-gol :D ...
    • mda scrive:
      Re: Linux è condannato
      - Scritto da: Anonimo
      Vi riporto alcuni link:

      http://news.com.com/Low+prices,+Windows+capture+se

      http://www.cooltechzone.com/index.php?option=conte

      http://www.hddsaver.com/content/14/two.html

      Qualcuno vi raggiunge....Oramai è deciso, visto le sovvenzioni (miliardi di $) al Linux da parte delle case produttrici (e affini) di pc e altri computer, tra qualche hanno troverai solo Linux mentre Win sparirà come hanno fatto migliaia di altri OS, brutti o belli che siano
  • Anonimo scrive:
    Perchè il RETTORI consigliano winzoz?
    Semplice.Pechè è funzionale al sistema e insegna da subito agli studenti, dirigenti del domani, la dura legge del MAGNA te che MAGNO io.Ma andò cacchio volete andare con sto Paese?
    • afiorillo scrive:
      Re: Perchè il RETTORI consigliano winzoz
      Eh, so' problemi... :D Forse (dico: forse) lo consigliano perché già il livello mentale e culturale medio degli "studenti" universitari è a livello ameba stanca, se poi gli carichi sopra pure la "pluralità informatica" (SIC!) coi pinguini, gli open-cazz e tutte le menate che si portano appresso, allora sì che miglioriamo l'andazzo.OH! Per una volta ho fatto il TROLLONE anch'io! AHAHAH
  • Anonimo scrive:
    Il MAGNA-MAGNA imperversa
    Specie tra i PARRUCCONI MASTERIZZATI delle Università che quando si tratta di MAGNARE son sempre in prima fila, per scopi eletti ovviamente.
  • Anonimo scrive:
    Comunicato stampa?
    A me sembra invece una promozione pubblicitaria scritta direttamente da Microsoft... non è che per caso si potrebbe ravvisare un leggerissimo conflitto.. e soprattutto un doveroso dubbio di corruzione? che ne dite di segnalare il fatto alla G.F.? qualcuno conosce lo statuto di questo gruppo di rettori?
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunicato stampa?
      - Scritto da: Anonimo qualcuno conosce lo statuto di questogruppo di rettori?Certo; MAGNA te che MAGNO io.E' un gruppo vecchio come il cucù qui in Italia.
  • Paul Atreides scrive:
    Alla facoltà di informatica
    Ma ce la vedete una facoltà di informatica che consiglia win?Che figura ci farebbe chi si laurea in quella facoltà?Chi lo assumerà?
    • Ekleptical scrive:
      Re: Alla facoltà di informatica

      Ma ce la vedete una facoltà di informatica che
      consiglia win?
      Che figura ci farebbe chi si laurea in quella
      facoltà?
      Chi lo assumerà?Una sfilza di aziende che non finisce più! Esci dalle 4 mura della facoltà e inizia a lavorare, va!
      • Ubu re scrive:
        Re: Alla facoltà di informatica
        - Scritto da: Ekleptical

        Ma ce la vedete una facoltà di informatica che

        consiglia win?

        Che figura ci farebbe chi si laurea in quella

        facoltà?

        Chi lo assumerà?

        Una sfilza di aziende che non finisce più! Esci
        dalle 4 mura della facoltà e inizia a lavorare,
        va!E' vero, non per niente l'Italia e' ultima nella ricerca e nell'innovazione.La notizia e' talmente agghiacciante che sembra normale, fino a diventare quasi l'annuncio di una spendida occasione (Microsoft tra l'altro).Il pensiero delle facolta' di informatica che hanno a disposizione competenze teoricamente all'avanguardia, risorse umane immense (pensare soltanto agli studenti), organizzazione, e non l'investono in progetti open, ma si limitino a concertare la divulgazione di uno sconto per office, ecco, questo pensiero mi fa venire un grande e pesante senso di sdegno.Attenzione, orde di troll in avvicinamento.
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla facoltà di informatica
          - Scritto da: Ubu re
          - Scritto da: Ekleptical


          Ma ce la vedete una facoltà di informatica che


          consiglia win?


          Che figura ci farebbe chi si laurea in quella


          facoltà?


          Chi lo assumerà?



          Una sfilza di aziende che non finisce più! Esci

          dalle 4 mura della facoltà e inizia a lavorare,

          va!

          E' vero, non per niente l'Italia e' ultima nella
          ricerca e nell'innovazione.

          La notizia e' talmente agghiacciante che sembra
          normale, fino a diventare quasi l'annuncio di una
          spendida occasione (Microsoft tra l'altro).

          Il pensiero delle facolta' di informatica che
          hanno a disposizione competenze teoricamente
          all'avanguardia, risorse umane immense (pensare
          soltanto agli studenti), organizzazione, e non
          l'investono in progetti open, ma si limitino a
          concertare la divulgazione di uno sconto per
          office, ecco, questo pensiero mi fa venire un
          grande e pesante senso di sdegno.


          Attenzione, orde di troll in avvicinamento.Tutto questo non è altro che il risultato di decenni di corruzione e di MAGNA-MAGNA che hanno ridotto l' Italia e gli Italiani a del ciarpame infimo.Le generazioni future ne pagheranno pesantissime conseguenza.La corruzione in Italia imperversa e il disastro econimico, morale e sociale è già qui tra noi.Non siamo più il bel Paese degli "Italiani barava gente", ma siamo il Paese dei MAGNA-MAGNA e chi non magna è un morto di fame pezzente emarginato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla facoltà di informatica
      - Scritto da: Paul Atreides
      Ma ce la vedete una facoltà di informatica che
      consiglia win?
      Che figura ci farebbe chi si laurea in quella
      facoltà?
      Chi lo assumerà?Ahahahahahhah...
  • marcel scrive:
    Due domande....
    Tutti noi desideriamo "la botte piena e la moglie ubriaca": tutti i laureati in formatica, riuniti in varie associazioni, rivendicano l'occupazione ma, contemporaneamente, spingono Linux.!) Come si fa a sviluppare occupazione senza un sistemi proprietari - che si pagano (a cifre accessibili, limitatamente al mondo accademico) - e che produce occupazione?2) Come si fa a conciliare l'esigenza, inderogabile, d'interoperabilità che nasce dall'esigenza di comunicare tra utenti e due sistemi che, in atto, non sono interoperabili?Vi prego illuminatemi, perché sono ignorante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Due domande....
      - Scritto da: marcel
      Tutti noi desideriamo "la botte piena e la moglie
      ubriaca": tutti i laureati in formatica, riuniti
      in varie associazioni, rivendicano l'occupazione
      ma, contemporaneamente, spingono Linux.
      !) Come si fa a sviluppare occupazione senza un
      sistemi proprietari - che si pagano (a cifre
      accessibili, limitatamente al mondo accademico) -
      e che produce occupazione?
      2) Come si fa a conciliare l'esigenza,
      inderogabile, d'interoperabilità che nasce
      dall'esigenza di comunicare tra utenti e due
      sistemi che, in atto, non sono interoperabili?
      Vi prego illuminatemi, perché sono ignorante.Illuminaci tu perchè non si capisce cosa hai scritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Due domande....
      - Scritto da: marcel
      Tutti noi desideriamo "la botte piena e la moglie
      ubriaca": Sempre meglio che la botte ubriaca e la moglie piena...
      tutti i laureati in formatica, riuniti
      in varie associazioni, rivendicano l'occupazione
      ma, contemporaneamente, spingono Linux.
      !) Come si fa a sviluppare occupazione senza un
      sistemi proprietari - che si pagano (a cifre
      accessibili, limitatamente al mondo accademico) -
      e che produce occupazione?
      2) Come si fa a conciliare l'esigenza,
      inderogabile, d'interoperabilità che nasce
      dall'esigenza di comunicare tra utenti e due
      sistemi che, in atto, non sono interoperabili?Che tradotto in italiano significa?
      Vi prego illuminatemi, perché sono ignorante. :
    • jojob scrive:
      Re: Due domande....
      - Scritto da: marcel
      Tutti noi desideriamo "la botte piena e la moglie
      ubriaca": tutti i laureati in formatica, riuniti
      in varie associazioni, rivendicano l'occupazione
      ma, contemporaneamente, spingono Linux.Occupazione e Linux non sono in antitesi, si vede che il mondo del lavoro (almeno quello legato all'IT) non fa ancora parte del 'tuo' mondo.
      !) Come si fa a sviluppare occupazione senza un
      sistemi proprietari - che si pagano (a cifre
      accessibili, limitatamente al mondo accademico) -
      e che produce occupazione?Vedi sopra.
      2) Come si fa a conciliare l'esigenza,
      inderogabile, d'interoperabilità che nasce
      dall'esigenza di comunicare tra utenti e due
      sistemi che, in atto, non sono interoperabili?
      Vi prego illuminatemi, perché sono ignorante.Mi sa che dovresti riformulare la domanda, fatta cosi' forse l'hai capita solo tu. Provo ad andare a tentoni:protocolli di comunicazione e standard potrebbe essere la risposta giusta?
    • Anonimo scrive:
      Re: Due domande....
      - Scritto da: marcel
      Tutti noi desideriamo "la botte piena e la
      moglie ubriaca": tutti i laureati in formatica,
      riuniti in varie associazioni, rivendicano
      l'occupazione ma, contemporaneamente,
      spingono Linux.
      !) Come si fa a sviluppare occupazione senza
      un sistemi proprietari - che si pagano (a cifre
      accessibili, limitatamente al mondo
      accademico) e che produce occupazione?A meno che non lavori per la software house che produce il So, che ti frega se e' proprietario libero aggratis a pagamento in affitto in mutuo ??? L'unica cosa che ti puo' interessare sono le specifiche, e di quelle piyu' ne hai meglio e piu' facilmente sviluppi.
      2) Come si fa a conciliare l'esigenza,
      inderogabile, d'interoperabilità che nasce
      dall'esigenza di comunicare tra utenti e due
      sistemi che, in atto, non sono interoperabili?
      Vi prego illuminatemi, perché sono ignorante.E' di nuovo un problema di specifiche... I computer hanno sempre interoperato tra loro.Poi e' arrivata M$ che ha deciso di tenere per se' tutte le specifiche di windows e di sabotare scentemente l'interoperabilita' con gli altri sistemi operativi.
  • Anonimo scrive:
    GRANDE RENZO
    Vai Renzo, sei tutti noi ! ! ! !Non permettere queste porcherie ! ! !By uno studente di cs.unibo.it
  • frog scrive:
    Marketese-bofh
    ***************************che permette di utilizzare il PC in modo più produttivo. Grazie a funzionalità innovative, Office 2003 rivoluziona l'approccio dell'utilizzo del computer:***************************http://www.soft-land.org/cgi-bin/doc.pl?doc=storie/voc.txt
    • Anonimo scrive:
      Re: Marketese-bofh
      - Scritto da: frog
      ***************************che permette di
      utilizzare il PC in modo più produttivo. Grazie a
      funzionalità innovative, Office 2003 rivoluziona
      l'approccio dell'utilizzo del
      computer:***************************



      http://www.soft-land.org/cgi-bin/doc.pl?doc=storieDal desktop al centro dati, Enterprise Linux è in grado di unire l'innovazione della tecnologia open source e la stabilità di una vera piattaforma di classe enterprise.make it so...
      • frog scrive:
        Re: Marketese-bofh
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: frog

        ***************************che permette di

        utilizzare il PC in modo più produttivo. Grazie
        a

        funzionalità innovative, Office 2003 rivoluziona

        l'approccio dell'utilizzo del

        computer:***************************








        http://www.soft-land.org/cgi-bin/doc.pl?doc=storie

        Dal desktop al centro dati, Enterprise Linux è in
        grado di unire l'innovazione della tecnologia
        open source e la stabilità di una vera
        piattaforma di classe enterprise.

        make it so... http://www.aigest.unipa.it/lib9.htm
  • SardinianBoy scrive:
    USATE LINUX !
    Usare Linux no, vero ?
    • Anonimo scrive:
      Re: USATE LINUX !
      - Scritto da: SardinianBoy
      Usare Linux no, vero ?No.
      • Anonimo scrive:
        Re: USATE LINUX !
        dove i docenti non sanno distinguere un click destro da un click sinistro e' normale, grazie al cielo in certe facolta' si usa (e si insegna) ad amministrare macchine linux
  • Super_Treje scrive:
    Ecco l'uni fatta dalla Moratti
    Si vede che e' passata la Moratti nell'universita' italiana, sembrano ora tutti rimbecilliti.Insomma credevo che ci fossero rimasti luoghi in cui ci si potesse avvicinare di + non dico alla verita' pero' ad una mezza bugia di come va' il mondo.Dopo questa cosa queste oasi di paradiso sono state praticamente cancellate...Ma poi io mi chiedo, perche' mettere windows nelle universita' quando windows sta' bene a casa per vedersi il filmettino serale o farsi qualche scaricata e basta.Per gli ambiti universitari ci sono sistemi migliori, anche closed-source, ma per piacere non windows !Mi starebbe molto meglio se l'universita' avesse solo mac che windows! anche se il mac e' closed poco importa, *diciamo*.Cmq all'uni devono affluire, si tutte le tecnologie, quindi pure windows, ma devono attecchire solo quelle serie....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti
      - Scritto da: Super_Treje
      Si vede che e' passata la Moratti
      nell'universita' italiana, sembrano ora tutti
      rimbecilliti.
      Insomma credevo che ci fossero rimasti luoghi in
      cui ci si potesse avvicinare di + non dico alla
      verita' pero' ad una mezza bugia di come va' il
      mondo.
      Dopo questa cosa queste oasi di paradiso sono
      state praticamente cancellate...
      Ma poi io mi chiedo, perche' mettere windows
      nelle universita' quando windows sta' bene a casa
      per vedersi il filmettino serale o farsi qualche
      scaricata e basta.
      Per gli ambiti universitari ci sono sistemi
      migliori, anche closed-source, ma per piacere non
      windows !
      Mi starebbe molto meglio se l'universita' avesse
      solo mac che windows! anche se il mac e' closed
      poco importa, *diciamo*.
      Cmq all'uni devono affluire, si tutte le
      tecnologie, quindi pure windows, ma devono
      attecchire solo quelle serie....La Moratti è una delle principali sponsor Microsoft nella scuola Italiota.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti
      - Scritto da: Super_Treje
      Per gli ambiti universitari ci sono sistemi
      migliori, anche closed-source, ma per piacere non
      windows !Migliori "in cosa"?Ogni sistema operativo ha pregi e difetti.Un pregio di Linux è senz'altro la sua incredibile stabilità mentre un difetto è la difficoltà di apprendimento (pensa anche soltanto ai nomi delle cartelle, o all'installazione di molti programmi).Un pregio di Windows è senz'altro la sua semplicità d'uso ("Documents and Settings" ad esempio identifica chiaramente i contenuti, no?) e la semplicità d'uso dei programmi per esso sviluppati. Uno dei suoi difetti invece è, spesso, la stabilità non proprio assoluta.Le Università non devono scegliere se adottare un sistema o un altro in funzione del fatto che Windows è closed-source e Linux è open-source. Le università devono scegliere un sistema o un altro in funzione della richiesta sul mercato del lavoro, nel settore in cui i suoi studenti hanno sbocchi professionali.Le scelte "per partito preso" non portano mai ad alcun beneficio.Lieutenant
      • TomSawyer scrive:
        Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti
        - Scritto da: Anonimo
        Le Università non devono scegliere se adottare un
        sistema o un altro in funzione del fatto che
        Windows è closed-source e Linux è open-source. Le
        università devono scegliere un sistema o un altro
        in funzione della richiesta sul mercato del
        lavoro, nel settore in cui i suoi studenti hanno
        sbocchi professionali.e chi ca@@o viene ad insegnare? il galoppino maicrosoft???mapperpiacere ora dimmi che impari piu' da windows che da linux... dai su...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti
        fare come le facoltà serie e mettere il dual boot? :$
      • citrullo scrive:
        Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Super_Treje

        Per gli ambiti universitari ci sono sistemi

        migliori, anche closed-source, ma per piacere
        non

        windows !

        Migliori "in cosa"?

        Ogni sistema operativo ha pregi e difetti.

        Un pregio di Linux è senz'altro la sua
        incredibile stabilità mentre un difetto è la
        difficoltà di apprendimento (pensa anche soltanto
        ai nomi delle cartelle, o all'installazione di
        molti programmi).
        Io mi sono trovato molto meglio con Linux che con Windows sotto questo aspetto.
        Un pregio di Windows è senz'altro la sua
        semplicità d'uso ("Documents and Settings" ad
        esempio identifica chiaramente i contenuti, no?)No. Io odio "Documents and Settings" non lo sopporto. Da Win98se a XP è stato un po' un trauma. La cartella Documenti non la uso mai. Decido io dove mettere i miei file ma spesso è predefinita e devo andare a cercarmi la cartella dove tengo i miei file.In Linux hai la tua bella casuccia in home e proprio perchè il file system è strutturato in quel modo so sempre dove andare a mettere le mani (/etc). Su XP è impossibile, regna i caos.
        e la semplicità d'uso dei programmi per esso
        sviluppati. Uno dei suoi difetti invece è,
        spesso, la stabilità non proprio assoluta.
        Su questo ti do ragione. Proprio per la sua architettura tende a "crashare" e riavviarsi spontaneamente nonostante abbia disattivato "riavvia automaticamente".
        Le Università non devono scegliere se adottare un
        sistema o un altro in funzione del fatto che
        Windows è closed-source e Linux è open-source. Le
        università devono scegliere un sistema o un altro
        in funzione della richiesta sul mercato del
        lavoro, nel settore in cui i suoi studenti hanno
        sbocchi professionali.
        Con Windows usi un SO e neanche tanto bene (fa come gli pare), con gli altri SO impari come funziona un SO e comprendi molte più cose.

        Le scelte "per partito preso" non portano mai ad
        alcun beneficio.
        Per me sono scelte nate da un confronto (anche se la migrazione totale la devo ancora fare :( ). Dovrei chiedere i danni a M$ per avermi rimbambito ad usare Windows in tenera età. Se avessi cominciato con Linux sarei un passo avanti nel gestire i SO, anche M$. E' tutta questione di abitudine.

        Lieutenant
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti
      Infatti, questo l'hanno fatta i tuoi compari comunisti!!!http://www.macworld.it/showPage.php?template=notizie&id=7353http://punto-informatico.it/p.asp?i=44541http://www.apogeonline.com/webzine/2003/07/02/01/200307020101SIETE DEI LAZZARONI. Ma smascherabili con un pò di informazione!!
    • SardinianBoy scrive:
      Re: Ecco l'uni fatta dalla Moratti

      Per gli ambiti universitari ci sono sistemi
      migliori, anche closed-source, ma per piacere non
      windows !
      Mi starebbe molto meglio se l'universita' avesse
      solo mac che windows! anche se il mac e' closed
      poco importa, *diciamo*.
      Cmq all'uni devono affluire, si tutte le
      tecnologie, quindi pure windows, ma devono
      attecchire solo quelle serie....Hai proprio ragione amico ! eheheeh ..io mi proporrei per insegnare LINUX nelle università (e nel mondo della scuola) e tutto quello che conosco di questo fantastico mondo !LINUX E' IL FUTUROLINUX NEL MONDO
  • Anonimo scrive:
    non è colpa di Microsoft
    Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle università, stanno migrando gli ottimi sistemi unix alla piattaforma windows, semplicemente perchè la piattaforma windows costa 1/10 della unix, e con hardware adeguato (qualche giga di memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare quello che serve.La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al fatto che l'harware costa molto meno del software, e che quindi una macchina proprietaria sun con solaris installato costa almeno dieci volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003, anche se per hardware la sun è decisamente inferiore alla hp.Direi che le altre software house stanno facendo abbastanza il gioco di Microsoft, non sono commercialmente competitive e la qualità oggi non fa la differenza.Anche lo stesso linux non è competitivo, è utopistico pensare che in una grossa realtà linux sia economicamente indolore; a voler fare le cose bene ti costerebbe almeno come una piattaforma windows ed inoltre ti dovresti risolvere una marea di problemi non indifferenti prima che questo sistema possa viaggiare a regime e senza problemi.Di questo non ha colpa Microsoft, che mira ovviamente a fare guadagno.
    • mda scrive:
      Re: non è colpa di Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
      università, stanno migrando gli ottimi sistemi
      unix alla piattaforma windows, semplicemente
      perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
      unix, e con hardware adeguato (qualche giga di
      memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
      quello che serve.
      La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al
      fatto che l'harware costa molto meno del
      software, e che quindi una macchina proprietaria
      sun con solaris installato costa almeno dieci
      volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003,
      anche se per hardware la sun è decisamente
      inferiore alla hp.
      Direi che le altre software house stanno facendo
      abbastanza il gioco di Microsoft, non sono
      commercialmente competitive e la qualità oggi non
      fa la differenza.
      Anche lo stesso linux non è competitivo, è
      utopistico pensare che in una grossa realtà linux
      sia economicamente indolore; a voler fare le cose
      bene ti costerebbe almeno come una piattaforma
      windows ed inoltre ti dovresti risolvere una
      marea di problemi non indifferenti prima che
      questo sistema possa viaggiare a regime e senza
      problemi.
      Di questo non ha colpa Microsoft, che mira
      ovviamente a fare guadagno.Oramai tutto va verso Linux come tante volte è successo, tantissimi OS (anche microsoft) sono spariti !Poi anche i ladri non è colpa loro, fanno solo il loro lavoro :-))
    • Giambo scrive:
      Re: non è colpa di Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
      università, stanno migrando gli ottimi sistemi
      unix alla piattaforma windows,Maddai, dove l'hai letta questa ?
      semplicemente
      perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
      unix,Maddai, Windows lo posso scaricare "aggratis" e installarmelo su quante macchine volgio ?
      e con hardware adeguato (qualche giga di
      memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
      quello che serve.Maddai, ora ci vuole un secondo processore sul quale far girare l'antivirus e l'antispyware ?
      La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al
      fatto che l'harware costa molto meno del
      software,Maddai, posso avere un PC allo stesso prezzo di OpenOffice o di Ubuntu ?
      e che quindi una macchina proprietaria
      sun con solaris installato costa almeno dieci
      volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003,Maddai, Windows2003 costa dieci volte in meno di nulla ? E dove lo posso avere per un decimo di zero Euro ?
      anche se per hardware la sun è decisamente
      inferiore alla hp.Maddai, Solaris non gira piu' su Intel ?
      Anche lo stesso linux non è competitivo, è
      utopistico pensare che in una grossa realtà linux
      sia economicamente indolore;Maddai, IBM e Google hanno sbagliato tutto ?
      a voler fare le cose
      bene ti costerebbe almeno come una piattaforma
      windowsMaddai, il 25% risparmiato da Amazon, il 70-80% risparmiato da Merril Lynch, il 30% risparmiato dalla "National Library Board of Singapore" ... tutte bugie ?
      ed inoltre ti dovresti risolvere una
      marea di problemi non indifferenti prima che
      questo sistema possa viaggiare a regime e senza
      problemi.Inserisci qui qualche esempio:
      Di questo non ha colpa Microsoft, che mira
      ovviamente a fare guadagno.Anche io miro a fare guadagno. Credo che rapiro' qualche ricco industriale :) ...
    • Anonimo scrive:
      Re: non è colpa di Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
      università, stanno migrando gli ottimi sistemi
      unix alla piattaforma windows, Fammi sapere chi è il tuo pusher, vende roba tagliata male. IL 99% dei siti web delle banche NON è in Windows, ma in *nix
      semplicemente
      perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
      unix, e con hardware adeguato (qualche giga di
      memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
      quello che serve.Hai idea di cosa sia il Total Cost of Ownership? se si saprai che il prezzo d'ac'quisto dell'HW è compreso tra il 5 e 10% del TCO
      La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al
      fatto che l'harware costa molto meno del
      software, e che quindi una macchina proprietaria
      sun con solaris installato costa almeno dieci
      volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003,
      anche se per hardware la sun è decisamente
      inferiore alla hp.
      Direi che le altre software house stanno facendo
      abbastanza il gioco di Microsoft, non sono
      commercialmente competitive e la qualità oggi non
      fa la differenza.
      Anche lo stesso linux non è competitivo, è
      utopistico pensare che in una grossa realtà linux
      sia economicamente indolore; a voler fare le cose
      bene ti costerebbe almeno come una piattaforma
      windows ed inoltre ti dovresti risolvere una
      marea di problemi non indifferenti prima che
      questo sistema possa viaggiare a regime e senza
      problemi.
      Di questo non ha colpa Microsoft, che mira
      ovviamente a fare guadagno.
  • Anonimo scrive:
    mah alle università sinceramente
    vedo bene un *nix come un linux o un bsd.Nelle università si studia inoltre il funzionamento di un sistema, con windows che vuoi studiare? Come agiscono i worm o scervellarsi col regedit?Per me è una pessima idea ià gli studenti pagano un botto, mettici pure le licenze anche se scontate considerando che si può avere un sistema migliore e un equivalente di office a costo zero.
    • Anonimo scrive:
      Re: mah alle università sinceramente
      Onestamente andrebbero viste le architetture sia di *nix che di Windows. Visto che buona parte del mondo gira su Win non mi sembra il caso di farsi trovare impreparati.Come lettura consiglio gli ottimi "Inside Windows NT" ed i suoi figli su 2000 e XP.FEz
      • mda scrive:
        Re: mah alle università sinceramente
        - Scritto da: Anonimo
        Onestamente andrebbero viste le architetture sia
        di *nix che di Windows. Visto che buona parte del
        mondo gira su Win non mi sembra il caso di farsi
        trovare impreparati.
        Come lettura consiglio gli ottimi "Inside Windows
        NT" ed i suoi figli su 2000 e XP.
        FEzCon i miliardi di $ spesi dalle società costruttrici e affini, stai sicuro che nel 2007 troverai solo pc con Linux.Oltretutto Win lo stanno clonandohttp://www.reactos.orgDunque è finita la sua epoca !
        • Anonimo scrive:
          Re: mah alle università sinceramente
          x mda:perpiacere evitiamo commenti non costruttivi, visto che il forum ne è già pieno.In uni da noi per l'esame di Sistemi Operativi abbiamo affrontato sia l'architettura di Unix che di Win, ti sembra un male? Questo mi ha portato a capire meglio le problematiche di uno e dell'altro sistema.Non mi sembra proprio possibile che nel 2007 sparisca windows, che perda quote di mercato ok, ma una "estinzione" è quantomeno improbabile visto che detiene un buon 80-90% del mercato Pc.FEz
          • mda scrive:
            Re: mah alle università sinceramente
            - Scritto da: Anonimo
            x mda:
            perpiacere evitiamo commenti non costruttivi,
            visto che il forum ne è già pieno.
            In uni da noi per l'esame di Sistemi Operativi
            abbiamo affrontato sia l'architettura di Unix che
            di Win, ti sembra un male? Questo mi ha portato a
            capire meglio le problematiche di uno e
            dell'altro sistema.
            Non mi sembra proprio possibile che nel 2007
            sparisca windows, che perda quote di mercato ok,
            ma una "estinzione" è quantomeno improbabile
            visto che detiene un buon 80-90% del mercato Pc.
            FEzPerché esistevano sistemi come il CP/M o Unix che avevano il 90% del mercato, dove sono ???Sei solo un conservatore, per essere costruttivo devi essere Progressista !Ogni tanto cambiano il OS per rifare tutto e riguadagnarci, sveglia !
          • BSD_like scrive:
            Re: mah alle università sinceramente
            - Scritto da: Anonimo
            In uni da noi per l'esame di Sistemi Operativi
            abbiamo affrontato sia l'architettura di Unix che
            di Win, ti sembra un male? NO: hai solo perso tempo per win.Devi guardare alle applicazioni il più tecnicamente alto:grid, etc. e non a porcate desktop.
        • afiorillo scrive:
          Re: mah alle università sinceramente
          - Scritto da: mda
          Con i miliardi di $ spesi dalle società
          costruttrici e affini, stai sicuro che nel 2007
          troverai solo pc con Linux.
          Oltretutto Win lo stanno clonando
          http://www.reactos.org
          Dunque è finita la sua epoca ! Gesù, ma vi rileggete dopo aver pestato sui tasti? E tu saresti un rappresentante del "futuro informatico" di questo pianeta?Che forum di m......
          • mda scrive:
            Re: mah alle università sinceramente
            - Scritto da: afiorillo
            - Scritto da: mda

            Con i miliardi di $ spesi dalle società

            costruttrici e affini, stai sicuro che nel 2007

            troverai solo pc con Linux.

            Oltretutto Win lo stanno clonando

            http://www.reactos.org

            Dunque è finita la sua epoca !

            Gesù, ma vi rileggete dopo aver pestato sui
            tasti? E tu saresti un rappresentante del "futuro
            informatico" di questo pianeta?
            Che forum di m......Scrivi il perchè non sparare cazzate!
    • Anonimo scrive:
      Re: mah alle università sinceramente
      - Scritto da: Anonimo
      vedo bene un *nix come un linux o un bsd.
      Nelle università si studia inoltre il
      funzionamento di un sistema, con windows che vuoi
      studiare? Come agiscono i worm o scervellarsi col
      regedit?
      Per me è una pessima idea ià gli studenti pagano
      un botto, mettici pure le licenze anche se
      scontate considerando che si può avere un sistema
      migliore e un equivalente di office a costo zero.
      Si, ad informatica senza dubbio. Però ci sono tante altre facoltà "di massa" come economia o scienze politiche dove non bisogna studiare niente, ma solo adeguarsi a quello che si troverà fuori dal mondo accademico: non credo che lì nessuno avrà mai a che fare con un *nix. Certo, io uso openoffice ma non posso andare da un datore di lavoro dicendo "se mi assumi ti formatto il pc e ci metto quello che uso a casa".
      • Anonimo scrive:
        Re: mah alle università sinceramente
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        vedo bene un *nix come un linux o un bsd.

        Nelle università si studia inoltre il

        funzionamento di un sistema, con windows che
        vuoi

        studiare? Come agiscono i worm o scervellarsi
        col

        regedit?

        Per me è una pessima idea ià gli studenti pagano

        un botto, mettici pure le licenze anche se

        scontate considerando che si può avere un
        sistema

        migliore e un equivalente di office a costo
        zero.



        Si, ad informatica senza dubbio. Però ci sono
        tante altre facoltà "di massa" come economia o
        scienze politiche dove non bisogna studiare
        niente, ma solo adeguarsi a quello che si troverà
        fuori dal mondo accademico: non credo che lì
        nessuno avrà mai a che fare con un *nix. Certo,
        io uso openoffice ma non posso andare da un
        datore di lavoro dicendo "se mi assumi ti
        formatto il pc e ci metto quello che uso a casa".
  • Anonimo scrive:
    Che io sappia lo regalavano windows
    Prima di laurearmi mi sono scaricato dal sito microsoft la licenza intestata a me come studente universitario ed il cd di installazione di windows xp (in inglese). Era uno dei programmi di collaborazione microsoft con l'università.Adesso vedo che lo fanno pagare.... ma non era meglio gratis?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che io sappia lo regalavano windows
      - Scritto da: Anonimo
      Adesso vedo che lo fanno pagare.... ma non era
      meglio gratis?La prima dose e' gratis. Le sucessive le paghi ..
  • Anonimo scrive:
    breve prova
    ho seguito il link dell'articolo nel sito microsoft dice: paga scaricati e masterizzati il software, ma perchè?anni fa pagai con licenza studenti l'office 2000 ricevendo gratis anche l'office xp due mesi dopo, a casa, tutto con confezioni e su cd stampati in fabbrica, perchè oggi, che si sono pure diffusi parecchio linux e openoffice, dovrei pagare per scaricare e masterizzare? (è vero anche che non ho approfondito la lettura per capire se poi a casa arriva anche la versione in box, ma non mi piace l'idea di pagare per avere qualcosa solo scaricata, non a caso snobbo completamente gli store tipo itunes o portali tipo rossoalice)
  • Anonimo scrive:
    windows e ricerca: sì, gli mp3 col mulo
    ahahahaha!!!!!!!!!!dall'annuncio della crui:"Fondazione CRUI e Microsoft promuovono insieme la diffusione dei più innovativi strumenti informatici"Pertano secondo il magistero dell'associazioneche raggruppa i rettori universitari XP e Officesono I PIU INNOVATIVI STRUMENTI INFORMATICI !!!!!!!!!ahahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! o nelle università si usano sistemi seri e sifa ricerca, o si usano fetecchie e ci si mettein tasca bustarelle in cambio di ciarlataneria e ciancenel 2007, il server longhorn based, forse,avrà la prima soluzione cluster, forse, dimicrosoft, che, forse, scalerà (hahahà)fino a 128 (sic!) cpu !!!!!!!!!halahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11in questo momento esistono da annicluster linux con oltre 60.000 nodi !ahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1che ricerche universitarie si possono fare conuna fetecchia limitata come windows ?quelle degli mp3 col mulo !Avanti così rettori italioti !E' un vero e proprio MIRACU'LOcomplimenti
    • Garson Poole scrive:
      Re: windows e ricerca: sì, gli mp3 col m
      Corrosivo e impertinte nel linguaggio ma più che giusto :D - Scritto da: Anonimo
      ahahahaha!!!!!!!!!!
      dall'annuncio della crui:

      "Fondazione CRUI e Microsoft promuovono insieme
      la diffusione dei più innovativi strumenti
      informatici"

      Pertano secondo il magistero dell'associazione
      che raggruppa i rettori universitari XP e Office
      sono I PIU INNOVATIVI STRUMENTI INFORMATICI
      !!!!!!!!!

      ahahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      o nelle università si usano sistemi seri e si
      fa ricerca, o si usano fetecchie e ci si mette
      in tasca bustarelle in cambio di ciarlataneria
      e ciance

      nel 2007, il server longhorn based, forse,
      avrà la prima soluzione cluster, forse, di
      microsoft, che, forse, scalerà (hahahà)
      fino a 128 (sic!) cpu !!!!!!!!!

      halahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11
      in questo momento esistono da anni
      cluster linux con oltre 60.000 nodi !
      ahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

      che ricerche universitarie si possono fare con
      una fetecchia limitata come windows ?
      quelle degli mp3 col mulo !

      Avanti così rettori italioti !
      E' un vero e proprio MIRACU'LO


      complimenti
    • Anonimo scrive:
      Re: windows e ricerca: sì, gli mp3 col m
      Credo, anzi spero, che si rivolgessero a settori dove gli strumenti informatici sono poco compresi in tutti sensi: giurisprudenza, economia, lettere ed alcuni ambiti scientifici. Se è così, forse il loro pensiero non sarà condivisibile, ma fondato.
      • Anonimo scrive:
        Re: windows e ricerca: sì, gli mp3 col m
        - Scritto da: Anonimo
        Credo, anzi spero, che si rivolgessero a settori
        dove gli strumenti informatici sono poco compresi
        in tutti sensi: giurisprudenza, economia, lettere
        ed alcuni ambiti scientifici. Se è così, forse il
        loro pensiero non sarà condivisibile, ma fondato.Vuoi mettere un bel cluster da 60.000 nodi per scrivere una tesi di laurea?
        • Anonimo scrive:
          Re: windows e ricerca: sì, gli mp3 col m
          sarebbe meglio che tante tesi che danno adesso, assecondando le assurde richieste delle aziende.. fecciosi.
        • Anonimo scrive:
          Re: windows e ricerca: sì, gli mp3 col m

          per scrivere una tesi è veroma bastava che invece di fare marketingfarfalloso in cambio di qualche spicciolo,i rettori dicessero che c'era la possibilitàdi avere software basico per home officecon un po di sconto(e non prodotti superinnovativi come xp e office sic!), segnalando anche l'esistenza di ottimo software, piu sicuroe stabile, aperto, trasparente, gratuitoche fa le stesse cose in ambito home officeper fare risparmiare gli studenti che gia misembra spendano un bel po troppoecco, questo atteggiamento, corretto ein linea con l'autorevolezza culturale diquesta associazione, l'avrei accettato anchese comunque resterebbe pubblicità occulta
    • Anonimo scrive:
      Re: windows e ricerca: sì, gli mp3 col m
      - Scritto da: Anonimo

      o nelle università si usano sistemi seri e si
      fa ricerca, o si usano fetecchie e ci si mette
      in tasca bustarelle in cambio di ciarlataneria
      e ciance
      Purtroppo nelle universita' si passa moltimssimo tempo a non fare altro che burocrazia. Per quella Windows va piu' che bene, anzi parecchie volte devi per forza utilizzare un programma Windows per farla. Quante volte il modulo da compilare e' in pdf o peggio in doc? Peggio ancora quasi sempre il modulo e' da stampare, riempiere a mano, spedire per posta cartacea, poi un povero amministrativo dovra' inserire i dati scritti a mano in un programma sul suo pc ..... e la chiamano informatizzazione degli uffici.Il tempo da dedicare a cose serie (ricerca) e' sempre meno. Gia' a guardare il personale se ne fa un'idea. Aumenta sempre piu' il personale amministrativo (quelli bisogna assumenrli per forza altrimenti non si riesce a pagare gli stipendi) e non rimangono i soldi per chi fa ricerca.Poi non sia mai che si utilizzano sistemi e computer efficienti per fare le scartoffie ... magari si scoprirebbe che si riesce a farle in automatico (sono quasi tutte uguali)
  • Anonimo scrive:
    Windows ....... un o.s. che serve
    solo agli utonti!!!!A quelli che vogliono usare il PC (CISC poi!!!!! BUAAAAAAHHHHHHHHHHHH) come un'elettrodomestico non capendo un emerito c@**o di come funziona!È a quello che serve la stirpe dei win; come dice Bill G. abbiamo aperto l'informatica ai più ...... TONTI. O meglio: abbiamo aperto l'informatica a chi si presta meglio a diventare TONTO.Si sà infatti che è l'o.s. di riferimento per grid, clustering, sistemi high critical ..... Cioè tutte le attività che un'istituto accademico dovrebbe porsi per prime.
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows ....... un o.s. che serve

      l'o.s. di riferimento e per grid, clusteringnel 2007, il server longhorn based, forse,avrà la prima soluzione cluster, forse, dimicrosoft, che, forse, scalerà (hahahà)fino a 128 (sic!) cpu !!!!!!!!!halahahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11in questo momento esistono da annicluster linux con oltre 60.000 nodi !ahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1che ricerche universitarie si possono fare conuna fetecchia limitata come windows ?quelle degli mp3 col mulo !complimenti
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows ....... un o.s. che serve
      mi spiace solo farti notare che non esistono più da un pezzo processori puri Risc o Cisc... ormai sono TUTTI ibridi...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Windows ....... un o.s. che serve

      Si sà infatti che è l'o.s. di riferimento per
      grid, clustering, sistemi high critical .....Immagino che a Lettere, Economia, Scienze Politiche, Ingegneria Civile, Architettura, Scienza Delle Comunicazioni e via andando non parlino d'altro!Ma va là, va là!
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows ....... un o.s. che serve
        - Scritto da: Ekleptical

        Si sà infatti che è l'o.s. di riferimento per

        grid, clustering, sistemi high critical .....

        Immagino che a Lettere, Economia, Scienze
        Politiche, Ingegneria Civile, Architettura,
        Scienza Delle Comunicazioni e via andando non
        parlino d'altro!
        Ma va là, va là!e di grazia, di cosa avrebbero bisogno??word?excel?ieplorer?dai su renditi ridicolo!
  • Anonimo scrive:
    mandate la petizione oltre a lamentarvi
    http://www.crui.it/link/?ID=2726
    • Anonimo scrive:
      indirizzo petizione
      sorryhttp://www.lugroma.org/contenuti/attivismo/petizioni/floss4crui/
      • francescor82 scrive:
        Re: indirizzo petizione
        - Scritto da: Anonimo
        sorry
        http://www.lugroma.org/contenuti/attivismo/petizioGià firmato e passato il link ai miei amici universitari. :)
        • Paul Atreides scrive:
          Re: indirizzo petizione
          - Scritto da: francescor82
          - Scritto da: Anonimo

          sorry


          http://www.lugroma.org/contenuti/attivismo/petizio

          Già firmato e passato il link ai miei amici
          universitari. :) Fatto!
    • Anonimo scrive:
      Re: mandate la petizione oltre a lamenta
      Fatto!
      • Anonimo scrive:
        Re: mandate la petizione oltre a lamenta
        cosa intendi per " mandate la petizione oltre a lamentarvi" ? le firme sono ancora aperte e crescono al ritmo di 100 al giorno circa - invieremo la petizione quando saranno chiuse le sottoscrizioni. -Fabrizio Sebastiani, LUGRoma
        • Anonimo scrive:
          Re: mandate la petizione oltre a lamenta
          - Scritto da: Anonimo
          cosa intendi per " mandate la petizione oltre a
          lamentarvi" ? le firme sono ancora aperte e
          crescono al ritmo di 100 al giorno circa -
          invieremo la petizione quando saranno chiuse le
          sottoscrizioni.
          -
          Fabrizio Sebastiani, LUGRomaIntendeva dire di andarle a firmare sul vostro sito.
  • Anonimo scrive:
    per scrivere la letterina serve win

    nolenti o volenti,nel mondo realelinux:leader mondiale supercomputing,clustering, grid computingleader mondiale nell'industria cinematograficaleader mondiale web server e mail server25% di server di ogni tipo a livello mondiale65% di server di ogni tipo nei grandi paesiemergenti che tra pochi anni guiderannola tecnologia mondiale (india, cina) e 35% deidesktop negli stessimetà della produzione dei dispositivi di nokiae motorolaetc etctutto questo in circa dieci anni togliendo enormifette di mercato a ricchissime multinazionali con fatturati planetari, partendo da zero (dall'intelligenza e dalle capacità di pochi individuidotati di eccezionale creatività)solo un ignorante patentato puo fareaffermazioni da ritardato come le tuele pecore sempre a 90% fanno veramente pena
    • Anonimo scrive:
      Re: per scrivere la letterina serve win
      Mi dai le fonti di queste percentuali? Hai anche i valori assoluti?Le percentuali da sole non sono molto interessanti. Per esempio il 35% di niente rimane niente mentre il 2% di 100 milioni sono 2 milioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: per scrivere la letterina serve win

        l 35% di nienteinfatti, ma questo discorso vale proprio per i tuoi neuroni
        • Anonimo scrive:
          Re: per scrivere la letterina serve win
          - Scritto da: Anonimo

          l 35% di niente
          infatti, ma questo discorso vale proprio per
          i tuoi neuroniMah? Probabilmente hai ragione visto che nn capisco il senso di questa risposta. O forse non è chiara la mia domanda: i vorrei le fonti dei numeri e numeri più dettagliati.
    • Anonimo scrive:
      Re: per scrivere la letterina serve win
      - Scritto da: Anonimo
      tutto questo in circa dieci anni togliendo enormi
      fette di mercato a ricchissime multinazionali con
      fatturati planetari, partendo da zero
      (dall'intelligenza e dalle capacità di pochi
      individui
      dotati di eccezionale creatività)Linux non ha tolto nulla alle multinazionali. Anzi, è stato la manna dal cielo per le grosse ditte di hw, che oramai tirano avanti lo sviluppo di linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: per scrivere la letterina serve win

        la manna dal cielo per le grosse ditte di hwma come, non dicevi che nessuno usa linuxper lavorare ?ora lo usano le grandi multinazionali ?bene, allora dobbiamo ASSOLUTAMENTEavere linux nelle università per non esseretagliati fuori nello sviluppo del sistema che serve nel mondo del lavoro, e che, tra l'altroè sicuro, gratuito, aperto
        • Anonimo scrive:
          Re: per scrivere la letterina serve win
          - Scritto da: Anonimo

          la manna dal cielo per le grosse ditte di hw

          ma come, non dicevi che nessuno usa linux
          per lavorare ?Non sono quello che ha iniziato il thread
          • Anonimo scrive:
            Re: per scrivere la letterina serve win

            Non sono quello che ha iniziato il threadbeh, devo dire che gli assomigli molto
          • Anonimo scrive:
            Re: per scrivere la letterina serve win
            io credo che non si debbano scegliere dei "partiti", non siamo in politica e se uno deve studiare informatica e lingue straniere per muoversi meglio in futuro, studiare vuol dire conoscere..e conoscere senza limitarsi a questo o quell'altro sistema operativo, sarebbe giusto sapersi muovere sia su win, sia su linux, sia su osx, e poi magari fare qualche modulo opzionale per conoscere altre varianti di sistemi operativi e hardware meno diffuso fra gli utenti desktop ma magari usati in ambito industriale credo anche io che per la vera ricerca e il calcolo parallelo gli unix siano avanti
  • midori scrive:
    Un affarone...!
    Miii, che affarooooneeeee :)SOLAMENTE 78 euri per windows. Suppongo Home, tanto uno studente che se ne fa della pro? :PPeccato che windows te lo rifilano gia' dappertutto e la Home ha un costo di circa 100 euro sul prezzo del PC (ormai si vendono quasi solo notebook, che, appunto, ti rifilano sempre windows)Per office... beh, il prezzo non è malissimo, ma ormai c'e' OpenOffice.org, non ha nessun senso spendere un solo centesimo per MS Office.ciau ciau midori
    • Anonimo scrive:
      Re: Un affarone...!
      - Scritto da: midori
      Miii, che affarooooneeeee :)
      SOLAMENTE 78 euri per windows. Suppongo Home,
      tanto uno studente che se ne fa della pro? :P
      Peccato che windows te lo rifilano gia'
      dappertutto e la Home ha un costo di circa 100
      euro sul prezzo del PC (ormai si vendono quasi
      solo notebook, che, appunto, ti rifilano sempre
      windows)
      La versione che ti danno non è oem. Ovvero non è legata all'hardware. Tali versioni costano molto più care normalmente
      • Anonimo scrive:
        Re: Un affarone...!

        molto più care normalmentema rimangono, altrettanto normalmente,emerite schifezze, riguardo alle quali parlare di tecnologie innovative è perlomenopratica ciarlatanesca da corrotti
        • Anonimo scrive:
          Re: Un affarone...!
          - Scritto da: Anonimo

          molto più care normalmente

          ma rimangono, altrettanto normalmente,
          emerite schifezze, riguardo alle quali
          parlare di tecnologie innovative è perlomeno
          pratica ciarlatanesca da corrottiQuesta è, se mi permetti, una questione di opinioni nel merito delle quali non entro. Sul fatto che non debbano parlarne bene nel comunicato dove viene presentato l'accordo per lo sconto, mi sembra ci sia un po' troppa polemica. Fosse anche stato l'accordo per lo sconto delle merendine mulino bianco se ne sarebbe parlato bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un affarone...!

            per lo sconto delle merendine mulino bianco complimenti per l'arguto paragone tra "le piu innovative tecnologie informatiche"in ambito universitario e le merendineveramente quanto di piu centrato perchérende bene l'idea del livello anti-culturalea cui siamo arrivati
      • Anonimo scrive:
        Re: Un affarone...!
        ma la oem non è legata all'hardware, cioè la puoi acquistare anche solo comprando uno solo fra cpu, scheda madre o hard disk, poi il bollino con il seriale decidi te se "legarlo" all'hardware rovinando la bellezza di un case scelto appositamente da 200 euro..o lasciarlo nel cassetto per esibirlo in caso di controlli (a casa?)
        • Anonimo scrive:
          Re: Un affarone...!
          - Scritto da: Anonimo
          ma la oem non è legata all'hardware, cioè la puoi
          acquistare anche solo comprando uno solo fra cpu,
          scheda madre o hard disk, poi il bollino con il
          seriale decidi te se "legarlo" all'hardware
          rovinando la bellezza di un case scelto
          appositamente da 200 euro..o lasciarlo nel
          cassetto per esibirlo in caso di controlli (a
          casa?)Questo lo so perfettamente ;) Ovviamente era solo per rispondere al fatto "perché quando compro il computer la licenza me la fanno pagare di meno".Ciao
      • midori scrive:
        Re: Un affarone...!
        - Scritto da: Anonimo
        La versione che ti danno non è oem. Ovvero non è
        legata all'hardware. Tali versioni costano molto
        più care normalmenteahh, allora siii che e' un vero affarooonee :PCosi' te lo puoi portare anche sul prossimo PC che ti compri, perche' non ti rifileranno una nuova licenza windows, no no no!... :)e se pure trovi un pel PC senza windows, il sistema operativo che hai comprato oggi sara' ormai obsoleto...
  • Anonimo scrive:
    ignoranza e corruzione, cose risapute
    le università italiane si definiscono in modopressoché esaustivo con queste categorie"innovazione" e "ricerca" sono sinonimi dinepotismo e solo gli affini e collaterali possonoaspirare a certe posizioni, anche se ignoranticome la terra che pestanogli strumenti per "innovare" sono quelli forniti dietro accordi pelosissimi, quali quello in esserein poche parole, NESSUNO IN ITALIADEVE PIU STUDIARE, IN QUANTO LACULTURA E LA COMPETENZA NON HANNO ORMAI NESSUN SENSO QUI DA NOIcome tutti sannovuoi campare ? comprati un ape car e vaa vendere panini e birre vicino a una discovenerdi e sabato, e hai gia sbarcato illunario meglio dell'ingegnere da 110 e lode,se riesci a non farti beccare da quelli a cuistai togliendo un po di granama questa è la mentalità e la pratica che produce dei pulitori di vetri del semaforo, e così siva veramente poco lontano
    • Anonimo scrive:
      Re: ignoranza e corruzione, cose risaput
      - Scritto da: Anonimo
      le università italiane si definiscono in modo
      pressoché esaustivo con queste categorie

      "innovazione" e "ricerca" sono sinonimi di
      nepotismo e solo gli affini e collaterali possono
      aspirare a certe posizioni, anche se ignoranti
      come la terra che pestano

      gli strumenti per "innovare" sono quelli
      forniti dietro accordi pelosissimi, quali
      quello in essere

      in poche parole, NESSUNO IN ITALIA
      DEVE PIU STUDIARE, IN QUANTO LA
      CULTURA E LA COMPETENZA NON HANNO ORMAI NESSUN
      SENSO QUI DA NOI
      come tutti sanno

      vuoi campare ? comprati un ape car e va
      a vendere panini e birre vicino a una disco
      venerdi e sabato, e hai gia sbarcato il
      lunario meglio dell'ingegnere da 110 e lode,
      se riesci a non farti beccare da quelli a cui
      stai togliendo un po di grana

      ma questa è la mentalità e la pratica
      che produce dei pulitori di vetri del
      semaforo, e così si
      va veramente poco lontano
      Q.S. ed U. (Quoto, Straquoto ed Ultraquoto...)
    • Anonimo scrive:
      Re: ignoranza e corruzione, cose risaput
      - Scritto da: Anonimo
      vuoi campare ? comprati un ape car e va
      a vendere panini e birre vicino a una disco
      venerdi e sabato, e hai gia sbarcato il
      lunario meglio dell'ingegnere da 110 e lode,Ahimè! E' la triste verità! :(
    • Anonimo scrive:
      Re: ignoranza e corruzione, cose risaput
      - Scritto da: Anonimo
      le università italiane si definiscono in modo
      pressoché esaustivo con queste categorie

      "innovazione" e "ricerca" sono sinonimi di
      nepotismo e solo gli affini e collaterali possono
      aspirare a certe posizioni, anche se ignoranti
      come la terra che pestanoNon ti vergogni?hai appena dato dell'ignorante alla terra che pesti.La Madre Terra merita rispetto, e tu la accomuni agli scaldasedie delle università.
      • Anonimo scrive:
        Re: ignoranza e corruzione, cose risaput

        La Madre Terra merita rispettohai ragione, non ci avevo fatto casoriformulo l'analogia in funzione della"cacca che pestano"spero che con questo questo la madreterra sia a posto
      • AnyFile scrive:
        Re: ignoranza e corruzione, cose risaput
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        aspirare a certe posizioni, anche se ignoranti

        come la terra che pestano

        Non ti vergogni?
        hai appena dato dell'ignorante alla terra che
        pesti.
        La Madre Terra merita rispetto, e tu la accomuni
        agli scaldasedie delle università.La terra, perche' dia i frutti va seminata, innaffiata e concimata ... La terra da sola non resta che terra
  • Anonimo scrive:
    CRUI
    Centro Rincojoniti Università italiote.
  • Anonimo scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window
    - Scritto da: Anonimo
    io studio perchè senza non si mangia (e di
    recente anche con).Sì sì studia... Poi ti ritrovi nella solita sparagestionaliVB a 800 euro al mese... Forse la laurea potrai usarla per pulire il monitor dalla polvere...
  • Anonimo scrive:
    LUG
    LaUnioneGomunista
  • Anonimo scrive:
    Faziosi!
    Le università non consigliano windows! Le università hanno solo stretto un accordo commerciale con microsoft per far ottenere, a prezzi scontati, alcuni loro prodotti agli studenti. Ovvio che nel comunicato dicano che offrono una opportunità di ottenere prodotti innovativi a basso prezzo. Cosa dovevano dire, "abbiamo stretto un accordo con microsoft per uno sconto su del software di m."?Nelle università continuerà a girare il sw di prima, non cambia nulla. Nessuna università è obbligata ad installare windows, e nessuno studente è obbligato ad installarsi windows sul suo computer dopo questo accordo. Semplicemente è un'opportunità in più per gli studenti: se vogliono scegliere windows, hanno a disposizione uno sconto su alcuni prodotti. Ma qua in Italia la faziosità rasenta il tafazismo ed allora è meglio che gli studenti paghino a prezzo pieno il sw piuttosto che fare un accordo con microsoft.Per tutti quelli che criticano: invece di essere solo distruttivi, chiedete invece che le università cerchino di stringere accordi anche con altre aziende di hw/sw, dalla apple alla borland a quello che volete, invece di gettare al mare questi vantaggi solo perché non sono stati stipulati con la vostra ditta di hw/sw prefererita.
    • Anonimo scrive:
      ciarlatano

      cerchino di stringere accordiassolutamente no !moltissime università in tutto il mondoin questo momento usano linux,NON SPENDONO NULLA e possonofare ricerca ad alto livello in tutti i campimolto piu che con sistemozzi superbacatie di bassa efficenza come windows !!Unix e BSD, ovvero i sistemi operativi di granlunga migliori nella storia dell'informatica sonostati sviluppati in ambito universitario !!Con la tua logica si riducono le università a mericlienti di prodotti di infima qualità, altro che"tecnologie innovative" !complimenti !
      • Anonimo scrive:
        Re: ciarlatano
        - Scritto da: Anonimo

        cerchino di stringere accordi

        assolutamente no !
        moltissime università in tutto il mondo
        in questo momento usano linux,Le università continueranno ad usare linux come già fanno. Non cambia nulla con questo accordo, che tra parentesi è per gli studenti.

        Con la tua logica si riducono le università a meri
        clienti di prodotti di infima qualità, altro che
        "tecnologie innovative" !
        Guarda che questo accordo non comporta l'esclusione, in nessun modo, di linux o altri sistemi operativi dall'università o dai computer degli studenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: ciarlatano

          questo accordo non comporta l'esclusione"Fondazione CRUI e Microsoft promuovono insieme la diffusione dei più innovativi strumenti informatici"con riferimento a xp e office mi sembraciarlataneriasi tratta di semplici sw basici per ufficio,non prodotti innovativi etc etctutta la pagina è una mera sviolinata pubblicitaria che, trattandosi della paginadedicata al "Laboratorio dell'Innovazione"della conferenza dei rettori universitari,la dice lunga sulla tabula rasa che dovràavvenire nel caso si faccia qualsiasi ipotesidi sviluppo e "innovazione"
          • Anonimo scrive:
            Re: ciarlatano
            - Scritto da: Anonimo

            questo accordo non comporta l'esclusione

            "Fondazione CRUI e Microsoft promuovono insieme
            la diffusione dei più innovativi strumenti
            informatici"

            con riferimento a xp e office mi sembra
            ciarlataneria

            si tratta di semplici sw basici per ufficio,
            non prodotti innovativi etc etc
            Puoi pensarla come vuoi, ma ti rifaccio l'osservazione iniziale. Secondo te dopo un accordo con QUALSIASI ditta, anche di gelati, escono fuori con un comunicato sugli sconti studente per l'acquisto di prodotti schifosi? Mi sai dire quale ditta è disposta a dare sconti e non ricevere nemmeno una comunicazione positiva? Credi che quando ci fu l'accordo StarOffice - MIUR i toni non fossero positivi?
            tutta la pagina è una mera sviolinata
            pubblicitaria che, trattandosi della pagina
            dedicata al "Laboratorio dell'Innovazione"
            della conferenza dei rettori universitari,
            la dice lunga sulla tabula rasa che dovrà
            avvenire nel caso si faccia qualsiasi ipotesi
            di sviluppo e "innovazione"Non ci sarà nessuna tabula rasa. La dotazione informatica viene spesso decisa dai singoli docenti. Se il docente pinco pallino dice che ha bisogno di linux per il laboratorio del corso di sistemi operativi, gli danno linux senza battere ciglio. Anzi, ci sono più problemi quando è previsto l'acquisto di licenze sw. In poche parole: non cambierà nulla per le università (anche perché questa offerta riguarda solamente gli studenti)
      • Paul Atreides scrive:
        Re: ciarlatano
        - Scritto da: Anonimo

        cerchino di stringere accordi

        assolutamente no !
        moltissime università in tutto il mondo
        in questo momento usano linux,
        NON SPENDONO NULLA e possono
        fare ricerca ad alto livello in tutti i campi
        molto piu che con sistemozzi superbacati
        e di bassa efficenza come windows !!

        Unix e BSD, ovvero i sistemi operativi di gran
        lunga migliori nella storia dell'informatica sono
        stati sviluppati in ambito universitario !!

        Con la tua logica si riducono le università a meri
        clienti di prodotti di infima qualità, altro che
        "tecnologie innovative" !

        complimenti !Quoto tutto.Una risposta migliore non c'è.
    • Anonimo scrive:
      Re: Faziosi!
      - Scritto da: Anonimo
      Le università non consigliano windows! Le
      università hanno solo stretto un accordo
      commerciale con microsoftNooo! CRUI != UniversitàLe università non c'entrano niente! La Microsoft ha fatto tutto da sola, e poi avrà dato una mazzetta a quelli della CRUI (che, ripeto, non sono l'università), per metterci una buona parola.
  • Anonimo scrive:
    Boni! State bboni!
    Non c'è motivo di scaldarsi, è il solito sconto per studenti che la Microsoft ha sempre fatto.La crui, d'altro canto, può consigliare che gli pare, tanto non ha nessun legame ufficiale con l'università.E, in fondo, l'importante è che non ci rimetta soldi lo stato per questa iniziativa.
    • mda scrive:
      Re: Boni! State bboni!
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è motivo di scaldarsi, è il solito sconto
      per studenti che la Microsoft ha sempre fatto.
      La crui, d'altro canto, può consigliare che gli
      pare, tanto non ha nessun legame ufficiale con
      l'università.
      E, in fondo, l'importante è che non ci rimetta
      soldi lo stato per questa iniziativa.Dai !!!!!!!!!!!!!!! ma non vedi oltre il tuo naso ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Boni! State bboni!
        - Scritto da: mda

        ma non vedi oltre il tuo naso ?Senza occhiali sicuramente, ma adesso li ho. :)Comunque ripeto, la cosa non mi sembra così tragica: la MS si è fatto solo un po' di pubblicità facendosi raccomandare da quelli della CRUI (associazione di cui, peraltro, non sapevo neanche l'esistenza prima di leggere questa notizia).Il punto è: che cambia?E' una promozione di sconti per studenti, non un accordo di fornitura di software MS alle università per gli anni a venire.La CRUI, peraltro, è un'associazione privata, non un'istituzione pubblica, quindi può dire quello che le pare.Insomma, è solo una campagna pubblicitaria, niente di più.Oh, intendiamoci! Io penso che chiunque si faccia abbindolare da questa cosa sia un fesso, perchè paga comunque un sacco di soldi, quando una distribuzione linux comprata in edicola vale molto di più e costa molto di meno.Tuttavia sulla liceità di quest'operazione non ho nulla da obiettare.
  • Anonimo scrive:
    una volta c'era apple...
    ricordo che le università una volta erano pervase da apple, allora c'era ancora APPLE II.Credo che la strategia fosse al stessa... ma nessuno diceva niente...
    • Anonimo scrive:
      Re: una volta c'era apple...
      - Scritto da: Anonimo
      ricordo che le università una volta erano pervase
      da apple, allora c'era ancora APPLE II.
      Credo che la strategia fosse al stessa... ma
      nessuno diceva niente...ora i tempi sono cambiati....C'E' LINUX !!!! (linux) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: una volta c'era apple...
      una volta c'era SOLO apple il resto non esisteva
      • Anonimo scrive:
        Re: una volta c'era apple...
        - Scritto da: Anonimo
        una volta c'era SOLO apple il resto non esistevaUna volta cre Digita con il VMS, decenni prima di Apple.Tra parentesi UNIX è nato su di un PDP 8
    • Anonimo scrive:
      Re: una volta c'era apple...
      comunque Apple c'e' ancora, per fortuna.
  • Tyl3r scrive:
    Re: nel mondo del lavoro vogliono window
    Nessuno ti vieta di usare windows a casa tua.L'università è un ente pubblico e dovrebbero dare almeno un'alternativa, come in molte facoltà SERIE fanno, poi ognuno si sceglie quello che vuole.
    • AnyFile scrive:
      Re: nel mondo del lavoro vogliono window
      - Scritto da: Tyl3r
      Nessuno ti vieta di usare windows a casa tua.
      L'università è un ente pubblico e dovrebbero dare
      almeno un'alternativa, come in molte facoltà
      SERIE fanno, poi ognuno si sceglie quello che
      vuole.Di piu', qui la questione non e' se sia lecito usare vwindows, ma se sia lecito imporre (o perlomeno pubbliccizzare e sostenere le vendite) di windows come se fosse l'unico sistema operativo esistente.
  • Tyl3r scrive:
    Alla mai facoltà: Vergogna!!!
    Guardate che schifo nella homepage della mia facoltà:http://www.economia.uniroma2.it/nuovo/home.aspNella colonna di destra c'è un link che porta a una bella pagina di pubblicità di prodotti Microsoft.E meno male che è una facoltà di economia e dovrebbe essere contro i monopoli!!!Per non parlare delle due aule di informatica: solo pc con windows. Almeno in alcune università fanno metà pc windows e metà linux, almeno ognuno si scegli il suo SO preferito.Inoltre in alcuni esami ti obbligano ad usare software proprietario :@
    • Gusbertone scrive:
      Re: Alla mai facoltà: Vergogna!!!
      la cosa più drammatica è che spesso certe cose vengono fatte in buona fede, proprio perchè il popolo pensa che oltre ad windows ed office sul pianeta non esiste altro... è lì il dramma
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla mai facoltà: Vergogna!!!
        - Scritto da: Gusbertone
        la cosa più drammatica è che spesso certe cose
        vengono fatte in buona fede, proprio perchè il
        popolo pensa che oltre ad windows ed office sul
        pianeta non esiste altro... è lì il drammaNo, è la verità.Di fatto, e non per immaginazione, non esiste altro.Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle università, stanno migrando gli ottimi sistemi unix alla piattaforma windows, semplicemente perchè la piattaforma windows costa 1/10 della unix, e con hardware adeguato (qualche giga di memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare quello che serve.La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al fatto che l'harware costa molto meno del software, e che quindi una macchina proprietaria sun con solaris installato costa almeno dieci volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003, anche se per hardware la sun è decisamente inferiore alla hp.
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla mai facoltà: Vergogna!!!

          No, è la verità.
          Di fatto, e non per immaginazione, non esiste
          altro.LINUX ......;)
          Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
          università, stanno migrando gli ottimi sistemi
          unix alla piattaforma windows, semplicemente
          perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
          unixe LINUX costa ancora meno......;)
          e con hardware adeguato (qualche giga di
          memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
          quello che serve.LINUX con lo stesso hardware ti fa pure il caffè..........;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla mai facoltà: Vergogna!!!
          - Scritto da: Anonimo
          ...
          No, è la verità.
          Di fatto, e non per immaginazione, non esiste
          altro.Esistono almeno due piattaforme alternative: Apple e Linux
          Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
          università, stanno migrando gli ottimi sistemi
          unix alla piattaforma windows, semplicemente
          perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
          unix, e con hardware adeguato (qualche giga di
          memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
          quello che serve.Veramente stanno migrando a Linux sia i server che le postazioni ( ad es. BPM).
          La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al
          fatto che l'harware costa molto meno del
          software, e che quindi una macchina proprietaria
          sun con solaris installato costa almeno dieci
          volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003,
          anche se per hardware la sun è decisamente
          inferiore alla hp.Solitamente si usano macchine con più di 2 cpu, per farlo ci vogliono sistemi operativi adeguati, Windows non è uno di quelli.
        • mda scrive:
          Re: Alla mai facoltà: Vergogna!!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Gusbertone

          la cosa più drammatica è che spesso certe cose

          vengono fatte in buona fede, proprio perchè il

          popolo pensa che oltre ad windows ed office sul

          pianeta non esiste altro... è lì il dramma

          No, è la verità.
          Di fatto, e non per immaginazione, non esiste
          altro.
          Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
          università, stanno migrando gli ottimi sistemi
          unix alla piattaforma windows, semplicemente
          perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
          unix, e con hardware adeguato (qualche giga di
          memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
          quello che serve.
          La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al
          fatto che l'harware costa molto meno del
          software, e che quindi una macchina proprietaria
          sun con solaris installato costa almeno dieci
          volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003,
          anche se per hardware la sun è decisamente
          inferiore alla hp.Smentisco categoricamente :-))
        • Anonimo scrive:
          Re: Alla mai facoltà: Vergogna!!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Gusbertone

          la cosa più drammatica è che spesso certe cose

          vengono fatte in buona fede, proprio perchè il

          popolo pensa che oltre ad windows ed office sul

          pianeta non esiste altro... è lì il dramma

          No, è la verità.
          Di fatto, e non per immaginazione, non esiste
          altro.
          Nelle grosse aziende, nelle banche, nelle
          università, stanno migrando gli ottimi sistemi
          unix alla piattaforma windows,Scusa di cosa ti sei fatto? Prova a verificare con che s.o. sono fatti i siti web delle banche, windows ha una percentuale inferiore all'1%
          semplicemente
          perchè la piattaforma windows costa 1/10 della
          unix, e con hardware adeguato (qualche giga di
          memoria, biprocessore) purtroppo basta a fare
          quello che serve.Guarda che i costi che interessano sono quelli di gestione, perché per il T.C.O. il prezzo d'acquisto cuba tra il 5 e il 10% del prezzo totale
          La causa (o l'effetto) di questo è dovuto al
          fatto che l'harware costa molto meno del
          software, e che quindi una macchina proprietaria
          sun con solaris installato costa almeno dieci
          volte tanto rispetto ad una hp con windows 2003,
          anche se per hardware la sun è decisamente
          inferiore alla hp.SU questo ti do ragione, ma solo perché HP ha inglobato compaq, in caso contrario nei server non esisterebbe
  • Anonimo scrive:
    tutto normale...
    l'olio fa sempre il suo dovere...
  • Anonimo scrive:
    Ubuntu Gratis a tutte le università
    Mi offro volontario assieme al Mozza LUG di distribuire gratuitamente CD desktop e server Linux Ubuntu a qualsiasi università che ne faccia richiesta.Adriano Ponzi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu Gratis a tutte le università
      - Scritto da: Anonimo
      Mi offro volontario assieme al
      Mozza LUG di distribuire gratuitamente CD desktop
      e server Linux Ubuntu a qualsiasi università che
      ne faccia richiesta.
      Non importa chiederlo è pieno di evangelisti che fanno il porta a porta. Guarda tu come lo offri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu Gratis a tutte le università
        - Scritto da: Anonimo
        Non importa chiederlo è pieno di evangelisti che
        fanno il porta a porta. Guarda tu come lo offri.Hai ragione solo la Microsoft puo fare la carità pelosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu Gratis a tutte le università

          Hai ragione solo la Microsoft puo fare la carità
          pelosa.
          Forse ti è sfuggito il termine pagare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu Gratis a tutte le università
      - Scritto da: Anonimo
      Mi offro volontario assieme al
      Mozza LUG di distribuire gratuitamente CD desktop
      e server Linux Ubuntu a qualsiasi università che
      ne faccia richiesta.


      Adriano PonziSi ma devi andarci a piedi scalzi mi raccomando.
  • Anonimo scrive:
    PARRUCCONI MASTERIZZATI INDECENTI
    Certi "Rettori" più che "reggere" Università che dovrebbero essere il centro di condivisione di scienza e sapere e quindi dell' utilizzo di strumenti idonei Open Source che intrinsecamente sono adatti allo scopo, sarebbero più adatti a dirigere Banche ITALIOTE sul modello di management del Fiorani & C.
    • Anonimo scrive:
      Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI INDECENTI
      - Scritto da: Anonimo
      Certi "Rettori" più che "reggere" Università che
      dovrebbero essere il centro di condivisione di
      scienza e sapere e quindi dell' utilizzo di
      strumenti idonei Open Source che intrinsecamente
      sono adatti allo scopo, sarebbero più adatti a
      dirigere Banche ITALIOTE sul modello di
      management del Fiorani & C.Vallo a dire al DRAGA, che chissà quanti soldi avrà versato per "promuovere" l'iniziativa...
    • Anonimo scrive:
      Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI INDECENTI
      ***Stacco pubblicitario**
      Certi "Rettori" più che "reggere" Università che
      dovrebbero essere il centro di condivisione di
      scienza e sapere e quindi dell' utilizzo di
      strumenti idonei Open Source che intrinsecamente
      sono adatti allo scopo, sarebbero più adatti a
      dirigere Banche ITALIOTE sul modello di
      management del Fiorani & C.***Fine stacco pubblicitario***
Chiudi i commenti