Francia, intercettazioni con un clic

Nuovo sistema attivo ormai da più di un mese: è a disposizione del ministro degli Interni
Nuovo sistema attivo ormai da più di un mese: è a disposizione del ministro degli Interni

Lo scorso 2 maggio è stato attivato senza fanfare un nuovo sistema di intercettazione delle comunicazioni sul territorio francese. Si tratta di un apparato di rilevazione messo a disposizione del ministero degli Interni francese capace di catturare tutti i dati delle comunicazioni che passano su Internet e via telefonia mobile.

La notizia arriva da Le Figarò ed è rilanciata in queste ore da EDRI : se il giornale francese parla di “strumento antiterrorismo”, EDRI tende più a vederlo come una ulteriore minaccia per i diritti dei cittadini francesi.

Le forze dell’ordine, con l’installazione del sistema – che evidentemente si collega agli operatori di connettività e di telefonia similmente a quanto accade in altri paesi, come l’Italia – possono con un clic sapere chi ha contattato chi, quando, dove e da dove, nonché ottenere l’elenco di tutte le chiamate arrivate ad un certo abbonato. “Possono anche – scrive EDRI – ottenere i documenti di abbonamento dei soggetti completi di indirizzi e informazioni bancarie nonché richiedere l’elenco di tutti i siti Internet o i forum di cui quel soggetto ha fatto uso”.

Il Grande Fratello parigino non arriva come una sorpresa: dopo la legge dello scorso gennaio, voluta e “spinta” da Sarkozy, era solo questione di tempo prima che le nuove direttive sul contrasto all’emergenza terrorismo venissero attivate. Sono infatti state dichiarate costituzionali dalla Corte Costituzionale francese. Si tratta di regole che ricordano da vicino quelle del controverso Decreto Pisanu in Italia: “provider Internet, gestori di net café, fornitori di hosting e operatori devono comunicare in caso di indagini attorno al terrorismo tutti i dati di traffico, i numeri chiamati, gli indirizzi IP coinvolti”.

Alcune stime ritengono che la nuova piattaforma potrà assolvere fino a 20mila richieste l’anno. Da quando è stata attivata, afferma EDRI, ogni settimana sono state effettuate almeno 300 interrogazioni al sistema.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 06 2007
Link copiato negli appunti