Francia, ISP e major contro il P2P

I maggiori provider, tra cui Tiscali, si mettono d'accordo con le major e firmano un documento che chiede una severa repressione della pirateria. Si impegnano a staccare la spina


Parigi – Ci sono le firme dei provider oltre a quelle delle major e delle etichette discografiche in calce ad un documento sostenuto dal governo francese, un documento con cui si chiede una nuova stagione di lotta contro la pirateria e in particolare contro lo scambio di materiale pirata via Internet. I provider nel documento chiedono ai discografici di avviare denunce civili e penali contro chi scambia materiale illegalmente e di renderle note a tutti.

Tutti i maggiori provider che operano in Francia hanno già sottoscritto il documento, tra questi anche Wanadoo e Tiscali France, che impegna gli stessi fornitori di accesso ad integrare nei propri contratti di servizio delle nuove clausole, che prevedano la sospensione degli account o la loro terminazione dinanzi a casi di pirateria.

L’associazione dei provider dinanzi alle perplessità di qualcuno ha già fatto sapere che gli abbonamenti degli utenti saranno eventualmente terminati “soltanto dietro richiesta del giudice”. Ciò nonostante, l’impegno preso è quello di agire immediatamente quando questa richiesta giunga ma anche di avvertire i propri clienti nel caso in cui arrivino segnalazioni direttamente dai detentori di diritti d’autore.

La ratio dell’adozione del documento da parte dei provider, tradizionalmente restii a scendere a patti con l’industria dei contenuti, sta nel timore che le pressioni delle major portino al varo in Francia di una normativa antipirateria che crei ulteriori guasti e che si riveli ben più pesante di quanto può essere una collaborazione con i detentori del diritto d’autore. Questa per molti versi inedita convergenza è peraltro molto ben vista dal Governo di Parigi.

Nel documento, infine, si propone di lavorare assieme per spingere il mercato legale della distribuzione musicale via Internet agendo anche sul fronte del prezzo. L’obiettivo è che sui siti in lingua francese siano disponibili entro la fine dell’anno almeno 600mila brani musicali in vendita.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Per una volta tanto..
    - Scritto da: Anonimo
    finalmente uno avanti! (quello che voul
    bruciare gli studio)apologia di reato, si va sul penale
  • Anonimo scrive:
    Re: Per una volta tanto..
    finalmente uno avanti! (quello che voul bruciare gli studio)
  • Anonimo scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa
    - Scritto da: F.
    Oppure quando 2 persone si sposano e si
    accorgono che non si vogliono più
    bene.. vaglielo te a dire che devono vivere
    fianco a finco per sempre"nella gioia e nel dolore finchè morte non ci separi"hanno giurato questo di fronte a Dio...se non sono credenti non c'è problema... ma se son credenti mi pare che sia inutile discutere
  • Anonimo scrive:
    Rieccomi (l'archeologo)
    Intendevo radici cristiane nel senso di popolo, non nel senso di governo.Mi spiego: la nostra attuale societa' non ha nulla a che vedere con quella romana o greca e tantomeno con quella etrusca.Il 90% delle istituzioni che attualmente abbiamo (dalle assicurazioni alle banche, alle universita' ecc...) viene dal medioevo.Ma visto che la storia non la fanno i governi ma il popolo, proviamo a guardare alla nostra CULTURA, intesa come insieme di conoscenze tramandate, tradizioni e stile di vita: e' profondamente segnata dall'impronta cristiana, non solo medioevale ma anche moderna e contemporanea.Il POPOLO ha una cultura che ha forti radici cristiane. Che poi lo stato non debba fare discriminazioni religiose sono IO il primo a dirlo.Non sono d'accordo con molte delle polemiche in materia di Islam: sono archeologo islamista oltre che medioevale e vi assicuro che se qualcuno avesse il coraggio di studiarsi l'arabo e di leggersi il corano come ho fatto io non ci troverebbe niente di quello che dicono i fondamentalisti. Dice in pratica le stesse cose dei vangeli e della bibbia, in maniera diversa ma di sicuro analoga.Da un po' di tempo a questa parte si fa a gara a chi ha posizioni piu' estremiste, da un lato e dall'altro.Provocatori, razzisti, fondamentalisti (non solo musulmani) e persino i governi e i giornali.Io con l'interculturalita' ho a che fare ogni giorno: non mi sembra una cosa ne' pericolosa ne' lesiva della nostra societa' e soprattutto mi sembra una cosa FACILE.Al solito, pero', questi sono solo miei pareri.CoD
  • Anonimo scrive:
    Re: reato e peccato
    Lo Stato è laico e il fatto che già adesso ci siano dei paesini a maggioranza cinese o araba, non toglie che le leggi italiane siano sempre in vigore le leggi italiane.Mi fanno amarezza quegli interventi del tipo scuola di Milano.. Nella nostra scuola ci sono n ragazzi musulmani e allora gli facciamo una classe musulmana.. la scuola pubblica NON DOVREBBE insegnare religione, ma visto che lo fa, i ragazzi musulmani potrebbero astenersi, come già fanno ragazzi agnostici, atei, testimoni di geova,..Se non ti piace, scuola privata o cambi paese.Abbiamo fatto in fretta a liquidare regole di ugualianza, tra le quali la divisa,..Nel fatto di mantenere le tradizioni laiche i paesi anglosassoni sono molto più bravi
  • shevathas scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa

    Ho detto così perchè:
    - Se noi andassimo da loro a parlare
    liberamente, dicendogli di non sottostare ai
    giochi dei religiosi, poi già
    immaginarti cosa incomincerebbero a dire i
    loro religiosi (soprattutto visto che noi
    siamo di un'altra religione)
    - Se un popolo fa "le cose" per contro
    proprio, ci "arriva" da solo, puoi
    immaginare che è uno stimolo molto
    più forte che non quello "suggerito
    da noi": non fate i nostri sbagli, etc...
    - Il processo lentamente si compie.
    lentamente ma si arriverà.
    speriamo arrivi presto.

    Infatti. con questo esempio, ti faccio
    notare, che Sistani è una persona
    molto importante nell'ambito della loro
    religione e quindi, per me, già un
    religioso che dice che lo stato (futuro) non
    dovrà essere basato sulla religione
    è una spinta fortissimapienamente d'accordo
    Certo. I religiosi non vorrebbero questo.
    Però non parlano alle donne picchiate
    dai mariti e dicono loro "non divorziare
    perchè è peccato".per me questo è stupido bigottismo ipocrita, se una donna (o un uomo) viene maltrattata dal coniuge significa che ormai il matrimonio è finito. Continuare a tenere in piedi un "rapporto" ormai morto imho è stupido e nocivo per chi subisce ed è grave costringere uno a subire per del bigottismo ipocrita.
    Oppure quando 2 persone si sposano e si
    accorgono che non si vogliono più
    bene.. vaglielo te a dire che devono vivere
    fianco a finco per sempre
    in molti casi il divorzio è il "male" minore, meglio che due si separino invece di vivere in uno stato di guerra permanente.Spesso raccomandano di non divorziare per i figli, ma vaglielo a dire che per i figli è meglio il divorzio dei genitori che continuare a vivere in una famiglia percependo lo stato di tensione che c'è tra i genitori.Ma come disse qualcuno, non esiste peggior sordo di chi non vuole sentire.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    - Scritto da: Anonimo
    "ANKARA - Cinque ragazze sedicenni di Izmir
    (Smirne) sono state lasciate affogare in
    mare dai loro insegnanti non autorizzati di
    Corano che hanno a lungo impedito ad alcuni
    uomini di gettarsi in acqua a salvarle
    perché secondo loro la legge islamica
    proibisce contatti di una donna con uomini
    che non siano marito, padre o fratello. "

    Non dalle autorità ma da dei
    tutori(islamici) non autorizzati.
    In Turchia inoltre, per tua conoscenza vige
    la libertà di cultoChe fossero "non autorizzati" è tutto da vedere. E comunque, si trattava di tutori (dunque, autorità in senso lato), che pur di APPLICARE un precetto religioso hanno lasciato morire le ragazze.Questo non può essere paragonato al fatto di persone che VIOLANDO ogni elementare regola di solidarietà omettono di soccorrere una donna che ha subito violenza.Tra applicare un precetto religioso (1° caso) e violare una regola di solidarietà (2° caso) c'è una differenza abissale.
  • theDRaKKaR scrive:
    Re: reato e peccato
    io mi vergogno delle mie radici cristiane, archeologo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    Quoto in pieno.Si è evitato di prestare il fianco a pressioni per l' approvazione di leggi confessionali coerenti con questa impostazione delle presunte radici europee.
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto....
    Si potrebbe obiettare che gli idioti sono in primo luogo coloro che hanno voluto fondare scuole coraniche clandestine a Milano.,..
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    - Scritto da: Anonimo
    Di "primitivo" c'è prima
    l'atteggiamento giudicatorio degli
    spara-sentenze come te.

    Le diversità
    culturali/religiose/ideologiche possono
    essere discusse, ma non giudicate
    sprezzatamente (ovviamente a meno che non
    violino la morale).

    Evolviamoci, cavolo! Molto intelligente l' inciso... per criticare "l' atteggiamento giudicatorio" altrui affermi che non si giudicano le differenze a meno che non violino la morale. Poichè non esiste un' etica universalmente accettata ma questa cambia talora anche vistosamente in relazione alle differenze culturali/religiose/ideologiche , dimmi, quali sono le regole morali che non vanno violate? Le tue immagino...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    Non e' tutta merda quella che vedi intorno a te.Francamente preferisco le schifezze della nostra societa' che le loro di schifezze da retrogradi, con i loro imam del menga che predicano e poi vanno a puttane, che giudicano poi si sbronzano con il vino italiano.Io dico: ognuno a casa sua.
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    definisci morale.E' un concetto estremamente elastico e variabile a seconda dei punti di vista...
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc
    Sempre meglio che avere Berlusconi al governo...
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    Senti non venire a proporre gli USA come modello di societa' civile, con ragazzi che si ammazzano in guerre tra bande per il possesso di un marciapiede, un tasso di omicidi altissimo, un paese dove viene applicata la pena di morte e dove sul proprio denaro appare la scritta IN GOD WE TRUST.
  • Anonimo scrive:
    Re: 140 anni fa...
    Ehm... forse ti converrebbe rileggere la citazione...se per te Pio IX parlava bene allora ti trovi d' accordo con la posizione di considerare "delirio" la libertà di coscienza...P.S: stupenda citazione, ma forse sarebbe meglio citare la fonte (non sono molto ferrato in citazioni pretine).
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    a me pare che limitare la libertà delle persone in base a precetti religiosi sia contro la morale...
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo


    Il fatto raccontato come l'ha raccontato

    Corriere e ieri Repubblica mi lascia

    dubbioso...

    Cinque ragazze annegano tutte insieme?



    Non escludo però che sia vero ...

    come del resto è vero che in
    Italia

    hanno trascurato/evitato/scansato una
    donna

    che chiedeva aiuto dopo essere stata

    violentata.

    Il paragone non regge. In Turchia, a
    differenza che in Italia, il mancato
    soccorso è stato imposto dalle
    autorità!"ANKARA - Cinque ragazze sedicenni di Izmir (Smirne) sono state lasciate affogare in mare dai loro insegnanti non autorizzati di Corano che hanno a lungo impedito ad alcuni uomini di gettarsi in acqua a salvarle perché secondo loro la legge islamica proibisce contatti di una donna con uomini che non siano marito, padre o fratello. "Non dalle autorità ma da dei tutori(islamici) non autorizzati.In Turchia inoltre, per tua conoscenza vige la libertà di culto
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    Se siamo riusciti a separare spiritualita' e vita reale non vedo perchè dovremmo inserire riferimenti alle radici cristiane nellacostituzione Europea.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    - Scritto da: Anonimo
    Il fatto raccontato come l'ha raccontato
    Corriere e ieri Repubblica mi lascia
    dubbioso...
    Cinque ragazze annegano tutte insieme?

    Non escludo però che sia vero ...
    come del resto è vero che in Italia
    hanno trascurato/evitato/scansato una donna
    che chiedeva aiuto dopo essere stata
    violentata.Il paragone non regge. In Turchia, a differenza che in Italia, il mancato soccorso è stato imposto dalle autorità!
  • F. scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa
    - Scritto da: shevathas

    Un domani, come i nostri antenati anche
    loro

    piegheranno i loro "uomini di
    religione".


    questa logica non mi piace molto...
    perchè non mostrargli i nostri errori
    affinchè loro non li compiano?
    altrimenti gli yankiee potrebbero dire al
    sig. schroeder, siccome voi tedeschi avete
    avuto un pazzoide che ha causato la II
    guerra mondiale, perchè rompete per
    due nostre scaramuccie ?Ho detto così perchè:- Se noi andassimo da loro a parlare liberamente, dicendogli di non sottostare ai giochi dei religiosi, poi già immaginarti cosa incomincerebbero a dire i loro religiosi (soprattutto visto che noi siamo di un'altra religione)- Se un popolo fa "le cose" per contro proprio, ci "arriva" da solo, puoi immaginare che è uno stimolo molto più forte che non quello "suggerito da noi": non fate i nostri sbagli, etc...- Il processo lentamente si compie. lentamente ma si arriverà.

    Quello che la nostra cultura ha passato
    anni

    e anni fa lo stanno passando loro.

    E' un processo irreversibile, ma si

    compirà. Anche alcuni loro
    religiosi

    importanti (mi pare anche Sistani, non
    so

    come si scrive, ma è quello

    dell'Iraq) pensano che lo stato deve
    essere

    separato dalla religione..


    il brutto è quando usi la religione
    per governare lo stato.Infatti. con questo esempio, ti faccio notare, che Sistani è una persona molto importante nell'ambito della loro religione e quindi, per me, già un religioso che dice che lo stato (futuro) non dovrà essere basato sulla religione è una spinta fortissima



    E' una strada pericolosa che noi
    europei


    conosciamo bene infatti quanto
    abbiamo


    penato per separare, in alcuni
    paesi di


    più in altri di meno, lo
    stato

    dalla


    chiesa?


    La laicità dello stato
    è

    un


    valore o un pretesto per dare
    contro una


    fazione contraria ?



    Alcuni casi un valore altri un pretesto.



    Il valore è quando accadono
    fattacci,
    [cut]

    bambino.. :s
    E' una storia triste ma senza andare su
    questioni così delicate, ci sarebbe
    da discuterne in maniera molto
    approffondita, basta pensare al divorzio.
    per la religione cattolica è un
    sacramento indissolubile e stop. ma per la
    legge civile è, e deve essere, solo
    un contratto in cui due persone prendono
    reciprochi obblighi l'uno nei confronti
    dell'altro.
    E come tutti i contratti ha le sue
    condizioni di rescissione.Certo. I religiosi non vorrebbero questo.Però non parlano alle donne picchiate dai mariti e dicono loro "non divorziare perchè è peccato".Oppure quando 2 persone si sposano e si accorgono che non si vogliono più bene.. vaglielo te a dire che devono vivere fianco a finco per sempre
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc
    - Scritto da: Anonimo

    quale stato islamico?

    Marocco ed IRAN sono entrambi islamici
    ma

    l'applicazione dell'islamismo è
    assai

    diverso....

    certamente quindi diciamo che in Iran forse
    non è proprio il caso, e in Marocco?

    certamente moderato rispetto all'Iran, ma le
    donne?le donne cosa?ma perchè credi che le siciliane che vivono in piccoli borghi subiscono trattamenti tanto diversi?
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc

    quale stato islamico?
    Marocco ed IRAN sono entrambi islamici ma
    l'applicazione dell'islamismo è assai
    diverso....certamente quindi diciamo che in Iran forse non è proprio il caso, e in Marocco?certamente moderato rispetto all'Iran, ma le donne?
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc
    - Scritto da: Anonimo

    Nella mia situazione attuale meglio
    quello

    americano perchè mi posso
    permettere

    di vivere in modo più che
    dignitoso

    bene


    In altre situazioni forse sarebbe

    preferibile quello islamico.

    attuale?quale stato islamico?Marocco ed IRAN sono entrambi islamici ma l'applicazione dell'islamismo è assai diverso....
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc

    Nella mia situazione attuale meglio quello
    americano perchè mi posso permettere
    di vivere in modo più che dignitosobene
    In altre situazioni forse sarebbe
    preferibile quello islamico.attuale?
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc
    - Scritto da: Anonimo

    La religione islamica di per se' non

    è un male(nel passato con le sue

    regole salutistiche ha fatto anche del
    bene)

    il problema è quando queste
    ideologie

    si estramizzano diventano soffocanti.

    Se tu estremizzi la visione
    capitalistica

    dell'America(vivi se puoi permettertelo

    altrimenti muori) non avrai certo un
    paese

    più vivibile dell'IRAN....

    bla, bla, bla, lo so bene com'é la
    religione islamica, ti ho fatto una domanda
    precisa: preferisci il modello islamico
    (attuale, mi pare ovvio dalla domanda)?Nella mia situazione attuale meglio quello americano perchè mi posso permettere di vivere in modo più che dignitoso In altre situazioni forse sarebbe preferibile quello islamico.
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc

    La religione islamica di per se' non
    è un male(nel passato con le sue
    regole salutistiche ha fatto anche del bene)
    il problema è quando queste ideologie
    si estramizzano diventano soffocanti.
    Se tu estremizzi la visione capitalistica
    dell'America(vivi se puoi permettertelo
    altrimenti muori) non avrai certo un paese
    più vivibile dell'IRAN....bla, bla, bla, lo so bene com'é la religione islamica, ti ho fatto una domanda precisa: preferisci il modello islamico (attuale, mi pare ovvio dalla domanda)?
  • Anonimo scrive:
    Re: 140 anni fa...

    cittadini avere diritto ad una totale
    libertà che non deve essere ristretta
    da nessuna autorità ecclesiastica o
    civile, in forza della quale possano
    palesemente e pubblicamente manifestare e
    dichiarare i loro concetti, quali che siano,
    sia con la parola, sia con la stampa, sia in
    altra maniera"
    [...]Parlava bene Pio IX eppura la sua chiesa in fatto di ingerenza non scherza....
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc
    - Scritto da: Anonimo


    Ipocrisia inconcepibile.



    come l'America delle liberta' dove sei

    libero solo di produrre e consumare
    solo al

    fine di arricchire le "caste"
    superiori...

    e quindi? preferisci un modello come quello
    islamico?La religione islamica di per se' non è un male(nel passato con le sue regole salutistiche ha fatto anche del bene)il problema è quando queste ideologie si estramizzano diventano soffocanti.Se tu estremizzi la visione capitalistica dell'America(vivi se puoi permettertelo altrimenti muori) non avrai certo un paese più vivibile dell'IRAN....
  • sigsegv scrive:
    140 anni fa...
    [...]Infatti Voi sapete molto bene, Venerabili Fratelli, che in questo tempo si trovano non pochi i quali [...] Contro la dottrina delle sacre Lettere della Chiesa e dei Santi Padri, non dubitano di affermare "essere ottima la condizione della società nella quale non si riconosce nell?Impero il dovere di reprimere con pene stabilite i violatori della Religione cattolica, se non in quanto lo chieda la pubblica pace". Con tale idea di governo sociale, assolutamente falsa, non temono di caldeggiare l?opinione sommamente dannosa per la Chiesa cattolica e per la salute delle anime, dal Nostro Predecessore Gregorio XVI di venerata memoria chiamata delirio , cioè "la libertà di coscienza e dei culti essere un diritto proprio di ciascun uomo che si deve proclamare e stabilire per legge in ogni ben ordinata società ed i cittadini avere diritto ad una totale libertà che non deve essere ristretta da nessuna autorità ecclesiastica o civile, in forza della quale possano palesemente e pubblicamente manifestare e dichiarare i loro concetti, quali che siano, sia con la parola, sia con la stampa, sia in altra maniera"[...]
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    vabbè, ma io piscio più

    lontano!!! :D

    impossibile c'è l'hai piccolo.... o
    almeno e' più piccolo del mio
    :Dti rispondo con una mitica citazione (di cui non ne rivendico la peternità!):"...è piccolo, ma è piccolo come la puntina del giradischi... infatti fa una musica..."! :pehe he heh... si passa dalle guerre di religione all'anatomia nel giro di due post... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    Ipocrisia inconcepibile.





    come l'America delle liberta' dove
    sei


    libero solo di produrre e consumare

    solo al


    fine di arricchire le "caste"

    superiori...



    : |:| ma che stai a dire???

    Ma non lo sai che negli USA (ad
    esempio) ci

    sono intere

    comunita' di gente che NON produco e NON

    lavorano??

    Vivono alla giornata di quello che

    rimediano/producono.

    vero, ma sono considerati la feccia della
    società ...
    non dirmi che la società americana si
    vanta di gente che non fa niente dalla
    mattina alla sera....E' vero che negli USA non si vantano di queste persone, mae' altrettanto vero che non sono considerati feccia dellasocieta', ne tantomeno sono obbligatoi a cambiare il loromodo di vivere.E' l'approccio stesso al problema che e' diverso tra lafilosofia occidentale/americana/liberalista e quella teocratica-Islamista.Aggiungo solo che "stranamente" le donazioni ai fondi religiosi islamici via telefonino sono accettate ed anzi incoraggiate......Quanta ipocrisia c'e' in questo?
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipoc


    Ipocrisia inconcepibile.

    come l'America delle liberta' dove sei
    libero solo di produrre e consumare solo al
    fine di arricchire le "caste" superiori...e quindi? preferisci un modello come quello islamico?
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    - Scritto da: Anonimo
    Di "primitivo" c'è prima
    l'atteggiamento giudicatorio degli
    spara-sentenze come te.

    Le diversità
    culturali/religiose/ideologiche possono
    essere discusse, ma non giudicate
    sprezzatamente (ovviamente a meno che non
    violino la morale).

    Evolviamoci, cavolo!Certo, certo, evolviamoci, tiriamoci la Turchia in Europa dove rappresentanti delle istituzioni dello stato lasciano morire affogate le ragazzine perché la loro religione non gli permette di toccarle per portarle in salvo.Eccome no, evolviamoci pure.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    Quoto in pieno. Chi è contrario, perchè non va là e apre un bel night? oppure costruisce una chiesa di fianco ad una loro moschea... Chissà se gli danno solo il visto per lìespatrio, come in italia, oppure lo impiccano...
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Ipocrisia inconcepibile.



    come l'America delle liberta' dove sei

    libero solo di produrre e consumare
    solo al

    fine di arricchire le "caste"
    superiori...

    : |:| ma che stai a dire???
    Ma non lo sai che negli USA (ad esempio) ci
    sono intere
    comunita' di gente che NON produco e NON
    lavorano??
    Vivono alla giornata di quello che
    rimediano/producono.vero, ma sono considerati la feccia della società ...non dirmi che la società americana si vanta di gente che non fa niente dalla mattina alla sera....
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    Se fpsse per loro (musulmani) saremmo ancora ad andare a lavorare col cammelo... Saremmo primitivi fatalisti ignoranti sopraffatti da una casa istruita che ci userebbe a fine di lucro, così come accade oggi in quei paesi che, guarda caso, son definiti 3° mondo. Hanno solo il petrolio. Quando tra 30 anni finirà, voglio proprio ridere. Chisà cosa se ne faranno delle loro dune e dei loro cammelli
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ipocrisia inconcepibile.

    come l'America delle liberta' dove sei
    libero solo di produrre e consumare solo al
    fine di arricchire le "caste" superiori...: |:| ma che stai a dire??? Ma non lo sai che negli USA (ad esempio) ci sono interecomunita' di gente che NON produco e NON lavorano??Vivono alla giornata di quello che rimediano/producono.Certo a me non piacerebbe come stile di vita, per questopreferisco sgobbare per mettere da parte qualche soldo.Ma il punto e' che NESSUNO me lo impone!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    - Scritto da: Anonimo

    vabbè, ma io piscio più
    lontano!!! :Dimpossibile c'è l'hai piccolo.... o almeno e' più piccolo del mio:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    Evolviamoci, cavolo!

    no tu dici cazzate ... ho ragione io uffa!
    :))))vabbè, ma io piscio più lontano!!! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Te ne dico qualcuna in più...
    - Scritto da: Anonimo

    Evolviamoci, cavolo!no tu dici cazzate ... ho ragione io uffa! :-))))
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    - Scritto da: cico
    Letto l'articolo sul Corriere di oggi che
    riguarda la Turchia?

    Agghiacciante...Il fatto raccontato come l'ha raccontato Corriere e ieri Repubblica mi lascia dubbioso... Cinque ragazze annegano tutte insieme?Non escludo però che sia vero ... come del resto è vero che in Italia hanno trascurato/evitato/scansato una donna che chiedeva aiuto dopo essere stata violentata.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    - Scritto da: Anonimo

    Alcuni paesi hanno il fondamentalismo
    religioso noi
    abbiamo quello
    capitalistico e francamente non lo ritengo

    granche' superiore...

    cambia fornitore, quella roba che usi ti da
    fastidiosei tu forsi che non ti rendi conto dove e come vivi...
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    - Scritto da: Anonimo
    Ipocrisia inconcepibile.hai ragione... meglio l'Occidente (America in primi$) che agisce coerentemente con i suoi interessi politico/economici, iniziando guerre nascondendosi dietro il dito del (ah ah ah) terrorismo...ma per piacere...
  • cico scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    Letto l'articolo sul Corriere di oggi che riguarda la Turchia?Agghiacciante...
  • Anonimo scrive:
    Te ne dico qualcuna in più...
    Di "primitivo" c'è prima l'atteggiamento giudicatorio degli spara-sentenze come te.Le diversità culturali/religiose/ideologiche possono essere discusse, ma non giudicate sprezzatamente (ovviamente a meno che non violino la morale).Evolviamoci, cavolo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa

    Alcuni paesi hanno il fondamentalismo religioso noi
    abbiamo quello capitalistico e francamente non lo ritengo
    granche' superiore...cambia fornitore, quella roba che usi ti da fastidio
  • Anonimo scrive:
    Re: I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    - Scritto da: Anonimo
    Ipocrisia inconcepibile.come l'America delle liberta' dove sei libero solo di produrre e consumare solo al fine di arricchire le "caste" superiori...
  • Anonimo scrive:
    I paesi arabi asiati sempre più ipocriti
    Ipocrisia inconcepibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    - Scritto da: Anonimo
    Non ti è venuta in mente la cosa
    più OVVIA...
    è semplicemente IGNORANTEbella società la nostra...l'unico Dio è il soldo ed è lecito arrivarci usando qualsiasi mezzo preferibilmente illecito calpestando diritti e dignità altruiAlcuni paesi hanno il fondamentalismo religioso noi abbiamo quello capitalistico e francamente non lo ritengo granche' superiore...
  • shevathas scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa

    Un domani, come i nostri antenati anche loro
    piegheranno i loro "uomini di religione".
    questa logica non mi piace molto...perchè non mostrargli i nostri errori affinchè loro non li compiano?altrimenti gli yankiee potrebbero dire al sig. schroeder, siccome voi tedeschi avete avuto un pazzoide che ha causato la II guerra mondiale, perchè rompete per due nostre scaramuccie ?
    Si accorgeranno che alcune cose che fanno
    non hanno senso, non ha senso farsele dire
    da un libro, ma che ha senso farsele dire
    dalla testa.
    spero
    Quello che la nostra cultura ha passato anni
    e anni fa lo stanno passando loro.
    E' un processo irreversibile, ma si
    compirà. Anche alcuni loro religiosi
    importanti (mi pare anche Sistani, non so
    come si scrive, ma è quello
    dell'Iraq) pensano che lo stato deve essere
    separato dalla religione..
    il brutto è quando usi la religione per governare lo stato.

    E' una strada pericolosa che noi europei

    conosciamo bene infatti quanto abbiamo

    penato per separare, in alcuni paesi di

    più in altri di meno, lo stato
    dalla

    chiesa?

    La laicità dello stato è
    un

    valore o un pretesto per dare contro una

    fazione contraria ?

    Alcuni casi un valore altri un pretesto.

    Il valore è quando accadono fattacci,[cut]
    bambino.. :sE' una storia triste ma senza andare su questioni così delicate, ci sarebbe da discuterne in maniera molto approffondita, basta pensare al divorzio. per la religione cattolica è un sacramento indissolubile e stop. ma per la legge civile è, e deve essere, solo un contratto in cui due persone prendono reciprochi obblighi l'uno nei confronti dell'altro.E come tutti i contratti ha le sue condizioni di rescissione.

    Riguardo alle radici cristiane, per me

    avrebbero dovuto ricordare nel preambolo

    alla costituzione le radici dell'europa,

    europa il cristianesimo ha contribuito,

    insieme al pensiero greco e quello
    romano,

    al pensiero rinascimentale e quello

    illuminista.

    E' la nostra storia, per bella o brutta
    che

    sia l'europa è nata da quella.

    Anche per me, ma solo come radici, non altre
    cose.
    Costava tanto scrivere una frase come quella
    che hai detto tu?
    Ma forse lo hanno fatto per distaccare
    ancora di più la chiesa dallo stato
    (vedendo l'influenza che ha avuto sui nostri
    politici per le ultime leggi come la
    fecondazione posso capire perchè
    l'hanno fatto..)uno schifo di legge. Capisco l'evitare il far west, le mamme nonne o le assurdità del figlio su ordinazione: vorrei un pupo con occhi azzurri etc. etc. ma la legge sta già iniziando a fare acqua da tutte le parti.:s==================================Modificato dall'autore il 30/07/2004 13.41.13
  • Anonimo scrive:
    Re: Per una volta tanto..
    Io gli studi di Buona Domenica e Domenica In li brucerei con tutti dentro...
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    Non ti è venuta in mente la cosa più OVVIA...è semplicemente IGNORANTE
  • Anonimo scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa

    mah la politica senza etica e' anche peggio,
    non esistono ne filosofi ne saggi che
    possano influenzare il governo, da cui
    l'immagine dei dirigenti telecom a cui viene
    tagliata la gola in piazza e' un'immagine
    che non mi disturba molto, sai quelli che i
    dialer quelli che l'ultimo miglio, quelli
    che.La politica senza etica è peggio,ma gli sgozzamenti in piazza non ti disturbano?
    poi prendi il p2p se mi dicono che scaricare
    l'ultimo cd di brithney spears o
    comcacchsichiam e' peccato mortale, questo
    ha un senso, io lo capisco!
    ma se mi dicono che il peccato/illecito e'
    non pagare non capisco piu' tantoScaricare una cosa illegale per te è peccato, l'invito a pagarla no?

    Riguardo alle radici cristiane, per me

    avrebbero dovuto ricordare nel preambolo

    alla costituzione le radici dell'europa,

    europa il cristianesimo ha contribuito,

    ma a rigor di logica sono d'accordo, pero'
    non so perche' sono contento che non ce ne
    sia traccia.Sarà, di solito sotto a queste affermazioni c'è il vuoto spinto.
    guarda l'europa non e' mai stata unita dal
    cristianesimo.
    anzi il cattolicesimo in particolare ha
    impedito l'unificazione d'italia per molto
    tempo.non per fare il saccente, ma è evidente che la storia non la conosci granchè, si vede che hai informazioni segrete che smentiscono quello che dozzine di storici affermano
    spero che l'altra meta' del mondo sia sempre
    piu' intollerante nei confronti delle
    aziende che vogliono guadagnare su mercati
    inesistenti e che a nessun musulmano debba
    mai aver a che fare con un call center,
    inoltre avere piu' di mezzo mondo che non
    riconosce la propieta' intellettuale e' un
    vantaggio per tutti noi che beneficiamo
    quotidianamente di questi frutti.Fa sempre comodo straparlare standosene a casa al calduccio col cellularino, la connessione a banda larga, la pizza e la bevutona con gli amici, le vacanze al mare, atteggiarsi a pseudo intellettuale (tanto non c'è la polizia religiosa che viene a bastonarti per quello che dici)Due slogan sul capitalismo, due slogan sulla Chiesa e vai di supporto all'Islam, che dato che ci sono gli amerikani in irak fa molto impegnato stare dalla loro parte
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ne' i Longobardi, ne' i Celti, ne' i
    Romani,

    ne' i Greci sono mai stati tanto
    arretrati.

    Questi sono rimasti ad un modello

    socio-politico-culturale-religioso di
    3000

    anni fa rispetto a noi e forse anche
    peggio.

    Liberissimi di essere un dinosauro
    sociale

    culturale religioso, purche' se ne
    stiano a

    casa loro e non interferiscano con chi
    ha

    voglia di progredire invece che
    retrocedere.

    progredire? la società occidentale?
    ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah
    ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ahPlatone, Aristotele, Bach, Michelangelo, Galileo, Newton, Rousseau, Voltaire, Da Vinci, Lorenzo De' Medici e poi Kant, Hegel, Russel, Heidegger.Se non sei stolto sei cieco, se non sei neppure cieco sei in malafede.l.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per una volta tanto..

    In base a che criterio uno che si diverte
    con un gioco SMS è necessariamente
    uno stupido? Non credi possibile che sia
    semplicemente uno che spende dei soldi per
    divertirsi, esattamente come chi va al
    cinema o allo stadio? Mi sembra un po'
    presuntuoso voler decidere cosa va bene o
    non va bene per un'altra persona.Adesso ti risponderà di tornare a vedere Buona Domenica.Certe persone credono di essere elette da Dio e giudicano tutto e tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Rimasti a 3000 anni fa
    - Scritto da: Anonimo
    Ne' i Longobardi, ne' i Celti, ne' i Romani,
    ne' i Greci sono mai stati tanto arretrati.
    Questi sono rimasti ad un modello
    socio-politico-culturale-religioso di 3000
    anni fa rispetto a noi e forse anche peggio.
    Liberissimi di essere un dinosauro sociale
    culturale religioso, purche' se ne stiano a
    casa loro e non interferiscano con chi ha
    voglia di progredire invece che retrocedere.progredire? la società occidentale?ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah
  • F. scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa
    - Scritto da: shevathas
    Non sono d'accordo per un semplice motivo:
    la legge civile deve essere distinta da
    quella religiosa, e sopratutto, quella
    religiosa, non deve, o meglio dovrebbe, mai
    condizionare quella civile.Daccordissimo con te.
    E' pericoloso se la religione viene presa
    come giustificazione per fare le leggi,
    adesso può essere una legge, tutto
    sommato giusta, contro il gioco d'azzardo ma
    un domani?Un domani, come i nostri antenati anche loro piegheranno i loro "uomini di religione".Si accorgeranno che alcune cose che fanno non hanno senso, non ha senso farsele dire da un libro, ma che ha senso farsele dire dalla testa.Quello che la nostra cultura ha passato anni e anni fa lo stanno passando loro.E' un processo irreversibile, ma si compirà. Anche alcuni loro religiosi importanti (mi pare anche Sistani, non so come si scrive, ma è quello dell'Iraq) pensano che lo stato deve essere separato dalla religione..
    E' una strada pericolosa che noi europei
    conosciamo bene infatti quanto abbiamo
    penato per separare, in alcuni paesi di
    più in altri di meno, lo stato dalla
    chiesa?
    La laicità dello stato è un
    valore o un pretesto per dare contro una
    fazione contraria ?Alcuni casi un valore altri un pretesto.Il valore è quando accadono fattacci, tipo l'estate scorsa, quando fu violentata una bambina mi pare di 10 anni (in america latina, ma non mi ricordo dove) e rimase incinta.I preti sollevarono scandali dicendo che non doveva abortire, che i figli sono doni di Dio, che non dovevano essere "uccisi"poco importa come fosse arrivato il bambino.. :sE' finita che un'associazioni di madri incazzatissime con i preti (e anche perchè la piccola poteva morire) la fecero abortire in un'altro stato, dove non era vietato l'aborto ai minori..Il pretesto è quando i preti pensano ancora di comandare.Allora non li consideri neanche, gli ricordi tutti i danni che hanno fatto anni fa e che continuano a fare, perchè va bene che sono uomini di Dio.. ma pensare con la testa no?

    Riguardo alle radici cristiane, per me
    avrebbero dovuto ricordare nel preambolo
    alla costituzione le radici dell'europa,
    europa il cristianesimo ha contribuito,
    insieme al pensiero greco e quello romano,
    al pensiero rinascimentale e quello
    illuminista.
    E' la nostra storia, per bella o brutta che
    sia l'europa è nata da quella.Anche per me, ma solo come radici, non altre cose.Costava tanto scrivere una frase come quella che hai detto tu?Ma forse lo hanno fatto per distaccare ancora di più la chiesa dallo stato (vedendo l'influenza che ha avuto sui nostri politici per le ultime leggi come la fecondazione posso capire perchè l'hanno fatto..)
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto....
    - Scritto da: Anonimo
    ... tutto giusto...
    poi magari fra qualche centinaio di anni
    anche la loro societa' si affranchera' dalla
    religione... per il momento cazzi loro.. chi
    siamo noi per dire che così non va
    bene?Concordo solo se l'affermazione "cazzi loro" sia strettamenterispettata in futuro per qualsiasi cosa.Forse dovresti riproporla agli idioti che hanno avuto la geniale idea di costituire classi solo musulmane qui in Italia (idea per fortuna bocciata)
  • Anonimo scrive:
    Re: hahah ... per una volta sono d'accor
    a si? come fai a non renderti conto che invece li hanno fregati di brutto, dato che gli hanno levato la libertà di scegliere?
  • Anonimo scrive:
    Re: Legge civile e legge religiosa
    - Scritto da: shevathas
    E' una strada pericolosa che noi europei
    conosciamo bene infatti quanto abbiamo
    penato per separare, in alcuni paesi di
    più in altri di meno, lo stato dalla
    chiesa?mah la politica senza etica e' anche peggio,non esistono ne filosofi ne saggi che possano influenzare il governo, da cui l'immagine dei dirigenti telecom a cui viene tagliata la gola in piazza e' un'immagine che non mi disturba molto, sai quelli che i dialer quelli che l'ultimo miglio, quelli che.poi prendi il p2p se mi dicono che scaricare l'ultimo cd di brithney spears o comcacchsichiam e' peccato mortale, questo ha un senso, io lo capisco!ma se mi dicono che il peccato/illecito e' non pagare non capisco piu' tanto
    Riguardo alle radici cristiane, per me
    avrebbero dovuto ricordare nel preambolo
    alla costituzione le radici dell'europa,
    europa il cristianesimo ha contribuito,ma a rigor di logica sono d'accordo, pero' non so perche' sono contento che non ce ne sia traccia.
    E' la nostra storia, per bella o brutta che
    sia l'europa è nata da quella.guarda l'europa non e' mai stata unita dal cristianesimo.anzi il cattolicesimo in particolare ha impedito l'unificazione d'italia per molto tempo.spero che l'altra meta' del mondo sia sempre piu' intollerante nei confronti delle aziende che vogliono guadagnare su mercati inesistenti e che a nessun musulmano debba mai aver a che fare con un call center, inoltre avere piu' di mezzo mondo che non riconosce la propieta' intellettuale e' un vantaggio per tutti noi che beneficiamo quotidianamente di questi frutti.
  • vb scrive:
    Re: Per una volta tanto..
    - Scritto da: byoblu
    D'accordo... il libero arbitrio... ma le
    leggi si fanno anche per evitare che quelli
    piu' furbi se la rifacciano con quelli meno
    "smart", e a giudicare dallo share di Maria
    De Filippi, dei vari Buona Domenica e dei
    reality show, di gente da non abbandonare a
    se stessa ce n'è tanta.. :)In base a che criterio uno che si diverte con un gioco SMS è necessariamente uno stupido? Non credi possibile che sia semplicemente uno che spende dei soldi per divertirsi, esattamente come chi va al cinema o allo stadio? Mi sembra un po' presuntuoso voler decidere cosa va bene o non va bene per un'altra persona.
  • Rey_ scrive:
    Re: reato e peccato
    - Scritto da: Anonimo
    Non so.

    Come archeologo ti posso dire che le radici
    dell'europa sono comunque fortemente legate
    al cristianesimo.
    Nemmeno io voglio far partire un flame, ma potresti spiegarti meglio?IMHO, se vogliamo parlare d'Europa in senso geografico, e quindi intendere "radici" come "prime civilta'", mi sembra che il cristianesimo non ci sia proprio... Penso agli Etruschi agli Italici, penso ai popoli di ceppo Celtico, e via cosi'... Uh! E stavo dimenticando i Greci, ma si puo'???? ;-)Comunque, pagani, casomai.Se vogliamo intendere la radice come "governo accentrato, potere unificatore" allora indubbiamente la mente corre all'Impero di Roma, e quelli erano senza dubbio pagani.Per trovare il cristianesimo debbo risalire parecchio la storia, ma allora non mi sembra si possa piu' parlare di "radici"... Tanti Stati, spesso in guerra tra loro, che -Vaticano a parte- erano certamente piu' inclini alla laicita' ed al potere che ad altro. Forse esclusa solo la Spagna, ma credo per ragioni piu' di opportunita'.....A meno di voler intendere "radici" in senso stretto, cioe' "da quando si comincio' a parlare di Europa (in senso politico, direi io)". Ma -essendo il senso politico- ne colgo l'aspetto laico, il cristianesimo c'entra poco, se non come constatazione (gli stati erano/sono a maggioranza cristiani).I miei due cents.... :)==================================Modificato dall'autore il 30/07/2004 11.18.18
  • Anonimo scrive:
    una sola parola
    PRIMITIVI....:s
  • Anonimo scrive:
    Re: reato e peccato
    - Scritto da: Anonimo. Certo, la maggioranza dei
    cittadini UE è cristiana, molti
    saranno pure cattolici... E allora?
    e chi lo dice?per me a maggioranza è laica
  • Anonimo scrive:
    Giusto....
    ... tutto giusto...poi magari fra qualche centinaio di anni anche la loro societa' si affranchera' dalla religione... per il momento cazzi loro.. chi siamo noi per dire che così non va bene?
  • shevathas scrive:
    Legge civile e legge religiosa
    Non sono d'accordo per un semplice motivo: la legge civile deve essere distinta da quella religiosa, e sopratutto, quella religiosa, non deve, o meglio dovrebbe, mai condizionare quella civile.E' pericoloso se la religione viene presa come giustificazione per fare le leggi, adesso può essere una legge, tutto sommato giusta, contro il gioco d'azzardo ma un domani?E' una strada pericolosa che noi europei conosciamo bene infatti quanto abbiamo penato per separare, in alcuni paesi di più in altri di meno, lo stato dalla chiesa?La laicità dello stato è un valore o un pretesto per dare contro una fazione contraria ?Riguardo alle radici cristiane, per me avrebbero dovuto ricordare nel preambolo alla costituzione le radici dell'europa, europa il cristianesimo ha contribuito, insieme al pensiero greco e quello romano, al pensiero rinascimentale e quello illuminista.E' la nostra storia, per bella o brutta che sia l'europa è nata da quella.==================================Modificato dall'autore il 30/07/2004 10.30.08
  • Anonimo scrive:
    Rimasti a 3000 anni fa
    Ne' i Longobardi, ne' i Celti, ne' i Romani, ne' i Greci sono mai stati tanto arretrati. Questi sono rimasti ad un modello socio-politico-culturale-religioso di 3000 anni fa rispetto a noi e forse anche peggio. Liberissimi di essere un dinosauro sociale culturale religioso, purche' se ne stiano a casa loro e non interferiscano con chi ha voglia di progredire invece che retrocedere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprite gli occhi...
    purtroppo non sei il primo che mi racconta di questi eccessi (almeno) in quei paesi.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Aprite gli occhi...
    A chi ha scritto "sono d'accordo" dico di considerare questa notizia nella sua orrida totalita'.Quando si ha una religione che IMPONE e chiede che venga PUNITO chi in pubblico si comporta in modo diverso da quello stabilito siamo in presenza di un regime non diverso da quello fascista. Aggiungo che il riferimento alle radici cristiane nellacostituzione Europea dovrebbe essere inserito.Almeno oramai con il cristianesimo siamo riusciti ad arrivareal punto di separare tra spiritualita' e vita reale e di lasciare che ognuno sia libero di scegliere la propria strada.Questo concetto manca del tutto nell'ISLAM, anzi, di principiol'ISLAM si comporta in modo opposto.Forse quando inizieranno ad esserci squadre punitive che incendiano i negozi che vendono musica e film non religiosi,o quando bande di esaltati andranno in giro a buttare acido infaccia alle ragazze che non usano il velo, vi renderete conto diquanto avete sbagliato a non condannare dall'inizio questiatteggiamenti.Ho vissuto per 10 anni in paesi Islamici, e di queste cose (purtroppo) ne ho viste fin troppe.Giorgio.P.S.: Tanto per togliere eventuali dubbi, sono LAICO da quando avevo 13 anni.
  • Avion scrive:
    Re: reato e peccato
    - Scritto da: Anonimo
    Non so.

    Come archeologo ti posso dire che le radici
    dell'europa sono comunque fortemente legate
    al cristianesimo.

    [...]

    CoDSottoscrivo in toto. Hai spiegato tutto e bene. :)
  • Anonimo scrive:
    Re: reato e peccato
    - Scritto da: Anonimo
    Questo succede quando non si distingue tra
    peccato e reato. La tendenza c'è ed
    è forte anche nella cattolicissima
    italia, e il Vaticano, a tutti gli effetti
    uno stato estero, ha persino premuto per
    l'inserimento di riferimenti espliciti alle
    "radici cristiane", persino nella
    costituzione UE. Certo, la maggioranza dei
    cittadini UE è cristiana, molti
    saranno pure cattolici... E allora?

    La laicità non te la regala nessuno,
    come la democrazia.Il paragone mi sembra molto forzato. C'è una bella differenza tra imporre/sanzionare (in modo effettivo e concreto, come fa l'islam) e semplicemente "premere" (come ha fatto il Vaticano).
  • Akiro scrive:
    Re: Per una volta tanto..
    completamente d'akkordo.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per una volta tanto..

    D'accordo... il libero arbitrio... ma le
    leggi si fanno anche per evitare che quelli
    piu' furbi se la rifacciano con quelli meno
    "smart", e a giudicare dallo share di Maria
    De Filippi, dei vari Buona Domenica e dei
    reality show, di gente da non abbandonare a
    se stessa ce n'è tanta.. :)
    ...e non sarebbe male.... siamo già troppi a questo mondo....
  • byoblu scrive:
    Per una volta tanto..
    ...concordo con la Fatwa.Se anche qui ci fosse un qualche valore morale nelle leggi che si fanno a sostegno esclusivo della logica capitalstica, probabilmente non sarebbe permesso a molte rinomate società (vedi TLC su tutti) di fregare ignari e drogati consumatori con mille inutilità di cui ti costringono a percepire che non ne puoi fare a meno.D'accordo... il libero arbitrio... ma le leggi si fanno anche per evitare che quelli piu' furbi se la rifacciano con quelli meno "smart", e a giudicare dallo share di Maria De Filippi, dei vari Buona Domenica e dei reality show, di gente da non abbandonare a se stessa ce n'è tanta.. :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: reato e peccato
    Purtroppo il richiamo alle radici cristiane non è stato messo. Se fosse stato inserito sarebbe stata solo una inutile frase messa lì a non significare nulla... anzi, forse qualcosa avrebbe potuto significare: se le radici europee sono cristiane e tale norma è nella costituzione, nessuno potrà mai imporre ai miei discendenti le leggi coraniche. Sembrerò razzista e forse lo sono, ma temo proprio che quando la maggioranza degli europei sarà musulmana potremmo correre il rischio di ritrovarci come in iran e nell'ex afghanistan.Meglio imporre il cristianesimo (cioè non imporre di fatto nulla a nessuno) che rischiare che qualcuno ci imponga la sua religione ed il conseguente modo di vivere.Cercate di non vedere solo razzismo in questo messaggio: considerate che ho potuto scrivere poche righe, non un trattato...
  • Anonimo scrive:
    hahah ... per una volta sono d'accordo
    simpatica la frase finale! davvero ... sarà anche una legge fascistona, ma almeno non permettono alla gente di farsi fregare :)
  • Anonimo scrive:
    Re: reato e peccato
    Non so.Come archeologo ti posso dire che le radici dell'europa sono comunque fortemente legate al cristianesimo.Con questo non voglio dire che LE LEGGI debbano contenere precetti validi solo per i cristiani, ma e' vero che riconoscendo le proprie radici e sentendosi parte di una societa' si riesce meglio ad accogliere il prossimo e non ci si sente minacciati.Dopotutto abbiamo cosi' paura dell'altro perche' non abbiamo piu' una societa' a cui senitamo di appartenere: viviamo in case uguali in tutto il mondo, ci vestiamo tutti uguali, mangiamo le stesse porcherie e sentiamo la stessa musica. Non abbiamo piu' identita' e la rimpiazziamo con identita' fasulle (IO sono quello che fa lo sport strano, IO sono quello che aderisce a questa moda, ecc...) per questo ci sentiamo minacciati da chiunque rappresenti una cultura con una forte impronta di appartenenza (vedi l'Islam).Con questo, ripeto, non voglio dire che l'impronta cristiana debba vedersi NELLE LEGGI, ma nel riconoscimento di radici storiche, quello si'Ah: e sia chiaro che non voglio in alcun modo accendere flame ;)CoD
  • Anonimo scrive:
    reato e peccato
    Questo succede quando non si distingue tra peccato e reato. La tendenza c'è ed è forte anche nella cattolicissima italia, e il Vaticano, a tutti gli effetti uno stato estero, ha persino premuto per l'inserimento di riferimenti espliciti alle "radici cristiane", persino nella costituzione UE. Certo, la maggioranza dei cittadini UE è cristiana, molti saranno pure cattolici... E allora?La laicità non te la regala nessuno, come la democrazia.
Chiudi i commenti