Free-Share-Ware/ Io odio lo spam

Confonderlo, filtrarlo, annientarlo alla radice, metterlo da parte o mangiarselo coi PopCorn. Non esiste sporco impossibile, neanche per posta
Confonderlo, filtrarlo, annientarlo alla radice, metterlo da parte o mangiarselo coi PopCorn. Non esiste sporco impossibile, neanche per posta


SpamPal (gratuito per Windows, 787 k)
Agisce come un filtro tra la posta residente sul server ed il programma che l’utente utilizza per scaricarla. SpamPal praticamente divide a monte la posta “buona” da quella che interpreta come Spam.
In futuro SpamPal sarà anche compatibile on la posta “web” come Yahoo, Hotmail e simili, per il momento funziona soltanto con la cosiddetta posta “POP3”, ovvero la posta elettronica tradizionale.

Come funziona? in maniera molto semplice, dato che il programma controlla il mittente di ogni singola email confrontandola con vari elenchi di noti spammers (DNSBL) e se il mittente appartiene a qualche lista nera… inserisce un contrassegno personalizzabile nel soggetto di quella email (ad esempio la parola “SPAM!”). Configurando un filtro apposito nel programma di posta è dunque facilmente possibile, ad esempio, spostare automaticamente tutti i messaggi filtrati da SpamPal in una apposita cartellina/deposito mondezza.

Poichè queste liste, come tutte, non sono infallibili, è comunque possibile aggiungere o rimuovere mittenti manualmente. A differenza di altri programmi la posta indesiderata non viene dunque rimossa, ma semplicemente contrassegnata. In caso di errore o di eccessivo zelo nel filtraggio nulla andrà perduto.

Occorre prestare particolare attenzione alla configurazione del programma, o meglio alla configurazione del programma di posta elettronica per far sì che la posta passi attraverso SpamPal. Non è complicato, occorrono pochi minuti e consentirà di risparmiare molto tempo accantonando molto spam! L’unico problema, casomai, è che una volta modificati gli account di posta elettronica il programma va tenuto comunque sempre aperto, o comunque va aperto ogni qualvolta si voglia scaricare la posta.

Fake Email Creator (gratuito per Windows, 3.916 k)
“Frustriamo gli spammers!” Con questo slogan viene distribuito FakeEmail Creator, ovvero “generatore di email false”. A che serve? Quale piano diabolico si nasconde dietro questo nome?

Poichè molti luridi spammaroli raccolgono automaticamente indirizzi email dalle pagine Web (per poi ridicolmente dire a propria discolpa: “eh, il tuo indirizzo era on line! pubblico!”) con l’aiuto di questo programmino è possibile creare con pochi clic degli indirizzari “casuali” da inserire in una pagina Web con tanto di nomi e cognomi fittizi, ed email fittizie.
Se Internet si riempisse di pagine fasulle e ingannatorie come quelle generate dal programma, insomma, gli elenchi di email “raccolte” diventerebbero carta straccia, se non altro perchè la percentuale di indirizzi inutilizzabili ed inesistenti aumenterebbe enormemente rispetto a quelli funzionanti e reali.

L’unico neo del sistema, a mio avviso, è il rischio che nella casualità dei nomi ed indirizzi generati possa essere incluso un indirizzo reale o un nome reale. A quel punto i vari Eva Dalton, Hattie Kafka e Boaz Darlinger potrebbero non gradire l’inserimento delle loro email all’interno di un sito con il quale non hanno nulla a che fare.

Fake Email Creator è gratuito ma paradossalmente l’autore gradirebbe ricevere… una email come ringraziamento!


Email Express (gratuito per Windows, 5532k)
Email Express, il trenino antispam! Ecco un filtro che si pone come barriera tra il server che contiene la posta elettronica ed il programma con il quale la si vede e scarica. La configurazione passo passo permette di far passare tutta la posta in entrata attraverso il programma, rendendolo praticamente compatibile con tutti i più diffusi programmi di posta e sistemi di posta POP3.

Email Express è un vero e proprio “laboratorio AntiSpam”, in grado di consultare liste on line (RBL e dintorni) oltre che di configurarne e crearne di proprie.

Tramite complessi strumenti di filtraggio, controllo di dati incrociati e lettura di dati e script nascosti all’interno delle email in arrivo, il programma è in grado di effettuare un controllo praticamente maniacale della posta in arrivo. E vista la complessità delle opzioni presenti e del pieno controllo del programma si consiglia l’uso solo a chi è veramente invaso dallo Spam (o si sente invaso!). E’ comunque sufficiente dare un occhiata al chilometrico “help” presente sul sito, accompagnato da numerose schermate del programma, per rendersi conto se la spesa (di tempo) vale la candela.

PopCorn (gratuito per Windows, 107k)
PopCorn è un mito! Innanzitutto perchè lo usa il sottoscritto da anni (eheh!), secondo perché sta in un dischetto, si invia per posta… sono solo 100k! E poi perchè permette di controllare la posta dal server senza scaricarla, vederla in anteprima, leggerla e persino rispondere.
In poche parole.. con un dischetto contente PopCorn ed il suo file “ini” con gli account sarà possibile controllare tutti i propri account di posta, eliminare eventuali email indesiderate e rispondere alle cose più urgenti da qualsiasi computer connesso ad internet senza bisogno di accedere alla posta via Web, configurare account temporanei su programmi di posta e altre rogne.

PopCorn è la piccola chiave che apre tutta la posta, dovunque e velocemente, senza bisogno di installazione, senza fronzoli nell’interfaccia, senza pupazzetti parlanti e senza adware, spyware, banner e registrazioni.
Il programmino carica velocemente soltanto gli header dei messaggi presenti, ma con un singolo clic è possibile leggerne una anteprima configurabile. I messaggi inviati e ricevuti si possono salvare in un comodo, rassicurante e antico formato TXT, così come è possibile creare un TXT da usare come firma in calce ad ogni messaggio inviato tramite PopCorn.

Oltre ad eliminare lo Spam, PopCorn è anche utilissimo ad esempio per stanare e distruggere nell’acido virtuale certe ingombrantissime email contenenti enormi file in allegato senza dimenticare di rispondere in breve “Grazie, ho ricevuto la vostra presentazione di una riga salvata in quel formato proprietario che per colpa di una immaginetta di 3 cm pesava misteriosamente 4mega!”
Spammers e allegatori folli, è arrivata la vostra ora! Vi mangio col PopCorn.


Pop3Scan Mailbox (gratuito per Windows, 2087k)
Controlla la Mailbox Pop3, come dice il titolo. A che pro? Sempre lo stesso: rimuovere email indesiderate come Spam ma anche lettere di scocciatori conosciuti o plichi troppo ingombranti!
Il programma è datato e conosciuto anche dai primi utenti di Windows95, ma visto che la posta elettronica in teoria è sempre quella (o almeno così dovrebbe essere!) funziona ancora a dovere.

Con pochi click è possibile configurare tutti gli account di posta che si vogliono controllare, eseguire un check dei messaggi presenti sul server e cancellare eventuali messaggi… di troppo. Pop3Scan permette anche di leggere per intero o parzialmente i messaggi di posta, e persino di scaricare e salvare un singolo messaggio in formato TXT. La funzione “MailKill” consente di configurare facilmente elenchi di parole e mittenti da “uccidere”, oppure di sradicare dal server tutta la posta più grande di un tot, e persino di decidere un elenco di mittenti autorizzati. Tutto il resto al rogo!

PP MailCheck (gratuito per Windows, 1.536 k)
Controlla, leggiucchia, togli il superfluo e lava la mailbox. Ecco cosa permette di fare PP MailCheck, programmino colorato e piccolino che permette anche di leggere e rispondere ai messaggi in arrivo, e di cancellare dal server in modo automatico o manuale la posta indesiderata.

Se un mittente… non piace, è possibile inserirlo con un click nello “spam filter”: tutta la posta contenente un dato soggetto, mittente o dominio di partenza può essere cancellata automaticamente dal server. PP MailCheck controlla anche automaticamente ad intervalli regolari la posta, e mostra un PopUp in finestra o dal System Tray altamente configurabile quando arriva qualcosa di nuovo.

È possibile vedere un’anteprima del messaggio, rispondere e cancellarlo e salvare l’intero programmino su dischetto per utilizzarlo da altri computer. Il software è disponibile in 8 lingue ma non in italiano. Per una volta saranno contenti i danesi…

Spam Terminator (gratuito per Windows, 2.626 k)
“Elimina circa il 98/99 per cento dello spam esistente”. Così dice con la dovuta enfasi il creatore del programma. Prodotto gratuito ed italiano, Spam Terminator uccide lo sporco della rete filtrando direttamente sul server (ovvero “prima” dello scaricamento) i messaggi indesiderati o presunti tali.

Il programma può trasformare automaticamente tutti gli indirizzi presenti nella rubrica di Windows in indirizzi “amici”, che non vengono sottoposti alla dura legge AntiSpam. Essendo il programma ed il sito completamente in italiano, Spam Terminator è consigliatissimo a chi non ha una grande padronanza con l’inglese ma anche a tutti quelli che spesso snobbano i prodotti italiani in un eccesso di esterofilia.

Consigliato dai maggiori provider italiani, il programma grazie ad una semplice procedura guidata si configura in pochi minuti. Ma il bello arriva con le opzioni: se il messaggio, ad esempio, ha un mittente identico al destinatario, o più di un tot di destinatari, o contiene troppi spazi nel soggetto.. Zac!

Ma i filtri possibili sono tantissimi, e incredibilmente maniacali. Ad esempio è possibile ricevere solo la posta proveniente da indirizzi “.it” scartare tutti gli altri domini internazionali, o filtrare messaggi contenenti certe parole del testo o del soggetto, o provenienti da certi mittenti. Tutte le liste sono completamente personalizzabili e dal sito è sempre possibile scaricare una versione aggiornata delle “regole” di filtraggio.
Dulcis in fundo… il programma parte suonando il coretto dei Monty Python “spam spam spam!” che diede origine al nome della jattura. Non male!



da non perdere

– il canale SPAM di Punto Informatico

– Dossier “Spaghetti Spam”

– Newbie.it/ Spam cos’è?

– la mitica pagina di Leonardo Colinelli “AntiSpam”



Inoltre:

Una email per amico (1)

(AvirMail, ePrompter, GI, eFilter, Genius e altri)

Una email per amico (2 )
(Pegasus, Pimmy, Mail Warrior, Directmail e altri)

a cura di Luca Schiavoni

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 10 2002
Link copiato negli appunti