Free-Share-Ware/ Mario, le palline ed il robot

a cura di Luca Schiavoni. Festa del Lavoro? Ponte? New economy, old games. Spara, scoppia, salta e zompetta. Per non dire mai Game Over. E per farsi un flipper!
a cura di Luca Schiavoni. Festa del Lavoro? Ponte? New economy, old games. Spara, scoppia, salta e zompetta. Per non dire mai Game Over. E per farsi un flipper!


Super Bubble Pop Xtreme (Demo 23236k)
Grande file da scaricare, grande gioco da giocare. Ben inteso, niente di originale, niente di incredibile a vedersi, niente di spettacolare… ma divertente sì, prenditempo sì e come dicono gli americani “addictive”, ovvero coinvolgente e “acchiappante”. In poche parole: è difficile smettere di giocare!

Si tratta di una specie di Bust-A-Move (o Puzzle Bubble) in 3D, con vista a volo d’uccello. Le palline sono lanciate in stile bowling da vari simpatici personaggioni danzerecci in una specie di pista da discoteca lampeggiante di musica e colori.
Super Bubble inoltre è il primo gioco, dicono loro, ad incorporare un vero e proprio Jukebox Mp3 per giocare a tempo della musica preferita.

Nella versione Demo comunque non funziona, e ci sono solo una dozzina di livelli, 3 personaggi, due musiche, 3 texture per le bolle da scegliere e 4 sfondi.
La versione completa è invece un tripudio! Ben 158 livelli, 5 personaggi, 12 brani musicali; si può giocare in due.
Scopo del gioco? Incolonnare tre palle dello stesso colore.
Dove si compra? Al negozio.

Tokkobot (Freeware 426k)
Una dose di Lemmings, una dose di Tetris, ghiaccio. Agitare velocemente, versare e gustare il cocktal Tokkobot, un giochino dalla grafica essenziale ma elegante nel quale uno “stupido robottino” (così definito dal creatore del gioco!) deve traversare lo schermo.

I pezzi che cadono dall’alto devono formare il percorso per aiutarlo, alcuni pezzi servono da ascensore, altri da semplici pezzi di strada. Se i primi livelli sono noiosi per quanto semplici, con l’aumentare della difficoltà qualche goccia di sudore imperlerà la fronte dei più accaniti amanti dei puzzle.

Ultranium (Freeware e Shareware 19$)
La versione 1 è freeware (3400kb), la 2 costa 19 dollari (4200kb) ed è bidimensionale mentre la versione 2.5 costa 19 dollari ma è in 3D (7300kb). Tre gusti per lo stesso gioco, che poi in fondo è un clone di Arkanoid ben fatto.

Palline che rimbalzano su barrette, mattoncini da buttare giù. La solita solfa disfattista e prenditempo che funziona, colora, riempie di suoni e animazioni lo schermo. La versione 2 è forse la migliore graficamente ed anche come giocabilità e bonus presenti, dato che il 3D non aggiunge nulla di nuovo ma anzi complica soltanto la giocabilità e la visione di insieme.
La versione completa della versione in 2 e 3 D dà però accesso all’oceano, alla giungla e ad altri posti dove solitamente non si vedono mattoncini colorati. Ma questo è un gioco!


Super Mario Bros (Freeware 60kb)
Non è un refuso, ma si tratta proprio di una versioncina del classico giochetto arcade che sta in soli 60kb.
Non ci sono suoni, se non quei beep e prr che spernacchia l’altoparlantino interno del PC, ma la grafica è accurata ed anche la giocabilità è assicurata. Portatile, simpatico, retrò, saltellante.. è Mario! Un idraulico a spasso in un panorama coloratissimo, mangiando funghi che lo trasformano, evitando tartarughe e dando capocciate a mattoni sospesi nel cielo, raccogliendo monete. Un trip allucinogeno? No, un classico dei videogames.

AxySnake (Shareware 15$ 4389k)
Snake, o meglio l’antico Nibbler per chi se lo ricorda. Questa è una versione in 3D abbastanza riuscita e divertente. Piacevole da vedere, anche se il serpentone che tutto mangia fa un po’ impressione ed anche alcuni aspetti del gioco sono un po’ impressionanti e sanguinolenti.

Ai lati del piano di gioco non ci sono dei bordi o dei muri ma degli oscuri cespugli popolati da occhietti maliziosi di “mostri del parco” mangiaserpenti pronti a sbranare il protagonista se ha l’ardire di uscire dall’area illuminata.
Allo stesso modo se si impiega troppo tempo a completare un livello, cala la notte ed il buio, ed i terribili mostri tritacarne raggiungono il piano di gioco per sbranare il povero serpentello “mangia-mele”.

La visuale è azzeccata, i movimenti del serpente e le sue pelli sono rese bene, la quantità di bonus e livelli presenti, un ottantina nella versione definitiva, dovrebbero prevenire la monotonia dello schema di gioco. In fondo, si tratta di mangiare pallini sullo schermo nel più breve tempo possibile e senza sbattere contro se stessi. Più si mangia, infatti, più il corpo si allunga (anche se AxySnake propone sei varianti sul tema).

FlashNG (Freeware 611k per Windows, Amiga e Dos)
Un piccolo battimuro, con qualche particolarità che lo rende comodo e simpatico da tenere sul desktop sempre pronto al lancio. FlashNG si gioca infatti in una piccola finestrella, ed è possibile scegliere semplicemente se attivare o meno i suoni. Un perfetto complemento per incrementare la produttività del PC aziendale!;)
FlashNG è completamente modificabile nella grafica e nei suoni; nella cartella “gfx” sono presenti le bitmap e gli sprites che compongono i vari elementi di gioco mentre nella cartella “sounds” sono contenuti i file “wav” dei rumori e musichette. Il giochillo viene distribuito gratuitamente sotto licenza GPL, completo di sorgenti e programmato in modo da poter essere facilmente “tradotto” per altri sistemi operativi.


Tux Typing (Freeware 4713k per Win, Linux, BeOS)
Tux, il pinguino mascotte e simbolo di Linux già protagonista del mitico TuxRacer che ha superato il milione di download ( recensito qui ), stavolta è sempre alle prese con pesci da acchiappare ma con uno scopo più nobile e divertente: imparare a trovare le lettere sulla tastiera.
Digitare, insomma, aiutando l’affamato animalotto a mangiare più pesci volanti possibili.

E’ possibile giocare digitando singole lettere, o intere parole di lunghezza proporzionale alla difficoltà di gioco scelta. Una volta digitata la parola impressa sui pesci volanti Tux corre a mangiarli. Inutile dire che quando l’azione si fa concitata il povero pinguino mai sazio non ha un attimo di pace nel correre a destra e sinistra, con tanto di effetti sonori in stile cartoon.

Qualche anno fa si usava molto la parola “edutainment”, ovvero intrattenimento ed educazione insieme. TuxType ne è sicuramente un piccolo, grande, esempio. Il gioco è distribuito gratuitamente come Software Libero, insieme al codice sorgente, ma coloro che hanno un account Paypal, o quelli che aspettano una buona occasione per aprirlo, possono donare qualche dollaro ogni tanto!

Visual Pinball (Freeware 3761k)
Un flipper? Molto di più. Il flipper fai da te!
Visual Pinball non solo permette di giocare a flipper ma di crearli partendo praticamente da zero. Rampe, testi, lucette, bumpers, respingenti, cosi che girano, buchette e palette.. qualsiasi elemento è personalizzabile, collocabile a piacere nel piano di gioco modificabile anch’esso, come i suoni, i colori e persino le regole di gioco.
Un linguaggio di scripting incluso permette la definizione di eventi, di punteggi legati a combinazioni di eventi e molto altro ancora.

Il prodotto finale, ovvero il gioco vero e proprio, è un eccellente flipper in 3D completo di riflessi e grafica fotorealistica alla portata di chiunque si armi di pazienza e si impari ad usare il crea-flipper.
Chi non vuole subito impazzire a studiare l’editor può fare affidamento sui numerosi download disponibili su internet degli appassionati di Visual Pinball, che riescono a creare flipper complessi e professionali, pubblicando anche guide all’uso e tutorial.

Nella versione disponibile per il download è comunque compreso un piano di gioco complesso chiamato TopSpeed, completamente personalizzabile, che dimostra efficacemente le grandissime capacità di questo programma.
Nella pagina dei link del sito sono comunque presenti un paio di indirizzi web contenenti tavoli da giocare pronti per l’uso. Chi crea il flipper può decidere se renderlo modificabile o meno, e quindi purtroppo non tutti i flipper reperibili on line possono diventare oggetto di studio per scoprire i trucchi di Visual Pinball.

a cura di Luca Schiavoni