Freeware/ Privacy e dintorni

Accesso vietato, spioni e lavatrici per il Web. Programmi gratuiti con una missione!


NoaXs (Freeware o 25$, 45Kb)
Altolà, chivalà? 24 giorni di prova per NoAxs, che significherebbe “No Access, nessun accesso”. A cosa ? A dei files, cartelle e persino ad innumerevoli funzioni e finestre di sistema.
Il programma è compatibile con tutti i Windows, dal 95 al 2000, e la sua protezione sui file permette di selezionare tre diversi livelli di “blocco”. Il più blando permette di aprire, modificare ma non spostare o cancellare il file e il più alto invece non permette neanche di aprirlo.

Oltre alla protezione di grandi quantità di file, NoaXs può personalizzare l’accesso ad oltre centocinquanta funzioni di Windows e di navigazione.
Ad esempio è possibile fare in modo che il Menu Avvio non possa essere modificato (o aperto!), che Internet Explorer impedisca di salvare, o di modificare i Preferiti, oppure inibire l’installazione o la cancellazione di nuove periferiche.. via via passando per il pannello di controllo, le scorciatoie di tastiera di Windows e molto altro ancora.

Praticamente è possibile creare un sistema a prova di bambino di 6 anni, o una postazione Internet nella quale si può solo aprire Explorer e navigare su siti predefiniti, proteggendo al tempo stesso tutte quelle parti di hard disk che non devono essere modificate. Il programma è distribuito gratuitamente ma chi vuole può pagarlo 25 dollari e non vedere quei noiosi inviti alla registrazione che appaiono ogni volta che viene lanciato.

User Logger (Freeware 100k)
Chi ha usato il mio Pc? User Logger tiene un registro con tutte le sessioni di Windows; quanto sono state aperte, a che ora, per quanto tempo e da chi. Un collegamento al programmino va inserito nell'”Esecuzione automatica” di Windows, ma una volta attivato sarà visibile solo premendo CTRL+ALT+CANC e visualizzando l’elenco dei programmi attivi. Molto semplice ed essenziale, ma in alcuni casi può rivelarsi molto utile per scoprire se qualcuno accede al proprio Pc.


StartSpy (Freeware 191k)
Spia lo start, ovvero l’inizio della sessione di Windows. Ma non solo. StartSpy tiene traccia di chi ha aperto Windows, quando e per quanto tempo, ma permette di configurare anche degli allarmi ad una certa ora, o dopo un certo numero di tempo di attività fornendo statistiche, medie, e Log. Tutto questo spiare avviene comunque in maniera esplicita, con una icona nel System Tray accessibile a chiunque…

Key Probe (Freeware 53k)
Arriva la sonda! KeyProbe scandaglia… qualsiasi tasto premuto, e sa nascondersi proprio bene. Durante l’installazione infatti KeyProbe chiede di scegliere un nome col quale chiamare il file eseguibile (ad esempio “WinCfg.exe” ), che verrà poi lanciato insieme a Windows ogni volta che si avvia il sistema.

Key Probe, da quel momento in poi, trascriverà in un file di testo tutto quello che viene digitato in qualsiasi programma. Nell’elenco dei programmi attivi risulterà il nome che viene scelto durante l’intallazione (WinCgf.exe ad esempio) e quindi nessuno sospetterà che invece esiste una sonda all’opera.

Per accedere al pannello di controllo, nel quale si può delimitare la dimensione massima del file log.txt nel quale finiranno tutti i testi spiati, è sufficiente premere 5 volte di seguito il tasto shift.

Gli autori del freeware ovviamente allontanano da sè ogni responsabilità per un uso poco corretto del programma. Nella licenza dicono infatti “é possibile usare questo programma in modo malizioso”. Ma và?:)

E continuano simpaticamente: “Rideremo veramente di cuore se proverai a rinfacciarci qualcosa di stupido che TU hai fatto con KeyProbe!”


WebWashwer (Freeware 1021k per Windows, Linux e MacOs)
Un “lavaWeb” gratuito solo per uso casalingo e non commerciale, che fa il suo dovere standosene tutto blu e opportunamente configurato nel System Tray. Cosa lava, cosa filtra WebWasher? Toglie dal Web tutto quello che gli autori definiscono “superfluo”, e protegge anche la privacy.
Niente banner pubblicitari, Gif animate, finestre PopUp, sistemi di tracciamento della navigazione, cookies… a detta dei produttori del programma questo significa filtrare circa il 45 % dei dati in entrata ed uscita, velocizzando quindi la navigazione.

Se qualche sito, o servizio, dà segni di malfunzionamento a causa dei filtri di WebWasher, è sufficiente un click sull’iconcina nel System Tray per disattivarlo temporaneamente.

Il programma riconosce gran parte dei materiali “filtrabili” in base alle loro dimensioni e caratteristiche, ma grazie alla finestra delle opzioni è possibile aggiungere nuovi elementi nelle “liste nere” già contenute nel programma.

La finestra delle Statistiche infine fornisce una panoramica delle attività di filtraggio, ed in quei numeri in effetti bisogna leggere l’effettiva utilità o pericolosità di un programma del genere, agli occhi di un Webmaster ad esempio!

Le centinaia di banner, cookies, finestre, animazioni e sistemi di tracciamento che affollano troppe pagine Web messi tutti insieme, conteggiati nel corsi di una navigazione, formano dei numeri che non possono lasciare indifferenti…

WebWasher dichiara di funzionare correttamente con i browser più diffusi ed anche con i nuovi Opera 5 e Netscape 6, ma aggiungo alla lista anche Internet Explorer 6 (beta) che sembra gradire i “lavaggi” di questo programmino.

a cura di Luca Schiavoni

Privacy offline, prima parte

Privacy on e offline!, seconda parte

Freeware e Shareware Speciale Privacy, sicurezza e crittografia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti