Freeware/ Un'email per amico

In tempi di virus diffusi via email non è una cattiva idea controllare la posta prima di scaricarla! Usufruendo anche delle altre comodità offerte dalle molte utility di questo tipo

AvirMail (2154k Freeware)
Definirlo mail checker è riduttivo in quando AvirMail è un vero e proprio evoluto sistema di gestione messaggi di posta elettronica.
Il semplice controllo della posta qui raggiunge livelli avanzati: è possibile effettuarlo ad intervalli regolari o in base a tabelle orarie personalizzate, filtri anti-spam consentono di cancellare direttamente dal server messaggi indesiderati secondo regole personalizzabili.

Ma non solo: AvirMail consente di leggere e rispondere alle email lasciandole sul server del provider, eliminando quasi completamente dunque i rischi di infezione da virus e consentendo la cancellazione manuale di email “sospette” senza rischiare di scaricarle sul proprio programma di posta ed accidentalmente aprire un messaggio portatore di “catastrofi digitali”.
AvirMail inoltre mostra in una finestrella, cliccabili, tutti i link contenuti all’interno di una email. E ‘ anche possibile creare email automatiche di risposta e assegnare ad ogni account di posta un colore differente col quale appaiono nell’elenco dei messaggi in arrivo.

ePrompter (676k Freeware)
ePrompter è un controllore di posta, che controlla anche account di posta elettronica Web come Hotmail, Yahoo, Altavista, Email.com, Lycos, Mail.com, Netscape ed altri ancora. Ad ogni account può essere abbinato un colore e se il Check trova dei nuovi messaggi una palletta colorata contenente il numero dei messaggi in arrivo apparirà nel SystemTray.
Se ePrompter trova messaggi su più account mostrerà alternativamente varie pallette di differenti colori. Le pallette possono diventare protagoniste anche di vari screensaver che mostrano la presenza o meno di nuovi messaggi sugli account da tenere sott’occhio. Il programmino è un po ‘ bruttino, controlla “solo” 8 account di posta ma è piccolo e Freeware. Popcorn (88k Freeware)
Un programma per la posta elettronica in 88k, ovvero a portata di dischetto o di download veloce. Nonostante le dimensioni ridottissime del download, Popcorn è un completo programma di posta Pop3/SMTP che può essere configurato in pochi minuti ed è in grado di gestire account multipli.

A differenza di un programma di posta tradizionale, PopCorn legge la posta direttamente dal server senza scaricarla sul computer in uso (è possibile però scaricare singoli messaggi sotto forma di testo). Proprio per questo si rende perfetto per un uso “al volo” e soprattutto per controllare e gestire posta da una postazione differente da quella abituale.
Nessuna informazione privata (password, accounts etc) viene salvata nel registro di Windows ma soltanto in un piccolo, vecchio e caro file INI che viene creato ed aggiornato all’interno della microdirectory del programma. PopCorn è quindi il programma ideale, ad esempio, fuori casa o in vacanza, permettendo la lettura e la “scrematura” dei messaggi lasciando sul server soltanto le cose più importanti pronte per essere scaricate a casa col solito ingombrante programmone di posta grande 10 mega!

G&I Mail Checker (1194k Freeware)
G&I significa Gekus e Igori, due nomi che rivelano la provenienza russa del piccolo programmino in grado di controllare la posta su vari account (fino a 64). G&I consente di creare con pochi click delle “regole” (rules) che permettono di personalizzare il check della posta facilmente.
Ad esempio G&I può aprire direttamente il programma di posta selezionato ma solo se arrivano messaggi da un certo mittente, o mostrare una finestrella di segnalazione solo se arrivano messaggi di posta con un certo Subject. E ‘ anche possibile settare delle regole per cancellare certi messaggi direttamente dal server.

Incredimail 2001 (5280k Freeware e Shareware 30$)
Incredimail, ovvero “le email come nei film” di cui già parlai in questa rubrica . L’azienda ha recentemente annunciato il rilascio della versione definitiva e lancio della versione a pagamento “Premium” con alcune opzioni supplementari. Il programma, che ora dovrebbe essere più stabile e con meno buchi, consente l’invio di email coloratissime ed animate che possono essere lette comunque da un normale programma di posta. Ma se il destinatario è un altro utilizzatore di Incredimail allora godrà di effetti di animazione anche all’atto dell’apertura del messaggio e della chiusura personalizzabili. Sfondi, animazioni, effetti e suoni sono disponibili numerosissimi nell’area Download del sito della casa produttrice.
Pagando 30 dollari, Incredimail farà incredibilmente scomparire i banner pubblicitari che compaiono qui e là, oltre che all’interno delle email che invia, e ci si garantisce aggiornamenti per un anno della versione “Premium”. Per i soli utenti paganti è anche a disposizione una nuova collezione di pupazzetti che avvisano quando arriva la posta, oltre ai numerosi e spassosi già presenti nella versione Freeware.

eFilter (1057k Freeware)
Un superfiltro intelligentissimo in grado di capire il contenuto delle mail? No. Un filtro antispam che cancella anche le email di quelli che si stanno antipatici?
Niente di tutto questo, o forse molto di più, perché questo programmino togli i simboli di maggiore dai messaggi che passando di mano in mano si riempiono di “>>>”, tanto da rendere i messaggi praticamente illeggibili.
eFilter può operare in due modi differenti, tramite il programma omonimo nel quale copiare e pulire automaticamente il testo o tramite l’eFilter Agent che monitorando gli appunti di Windows li pulisce automaticamente dai “malefici” simboli.
Rispondendo ad un messaggio da inviare a tutti gli amici e conoscenti, grazie ad eFilter si potrà (selezionando tutto il testo, tagliandolo via e copiandolo di nuovo all’interno del corpo del messaggio) evitare di aggiungere i propri simboli di maggiore e di eliminare tutti quelli esistenti. Indispensabile per i maniaci di catene di Sant’Antonio.

Genius (2284k Shareware 30$)
Controllo della posta, ma non solo, con questo vero e proprio coltellino svizzero dal prezzo non indifferente ma che unisce in un singolo programmino nel System Tray una grande collezione di utility, tools per il Web e servizi.
Tra i programmini da usare on line c’è la sincronizzazione dell’orologio di sistema, il check della posta, il Ping per tenere attiva la connessione (così le flat piangono), ricerche Ftp, WhoIs sui domini, Traceroute, mappe meteo, e molto altro ancora.

Tra le utility offline c’è una sveglietta, un creatore di password ed un posto sicuro dove archiviarle, un motore di ricerca files, un convertitore di pesi e misure, un distruttore di documenti e tante altre cosettine compresa una sezione “PIM” con Rubrica, Lista di appunti, cose da fare nonché allarmi per scadenze ed appuntamenti.

Il tutto può essere arricchito da una grafica “stile Windows XP”. Genius vale il suo prezzo? Trenta dollari son troppi in quanto si tratta ancora di un prodotto in fase di sviluppo, ma sono pochi se suddivisi nelle decine di sottoprogrammini che mette a disposizione in punta di mouse, e intanto si può provare per 30 giorni gratuitamente.

a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Come è possibile?
    Come ha fatto il Tribunale di Salerno a basarsi sulla legge 62/2001 se questa norma è entrata in vigore il 4 aprile? La sentenza del Tribunale non è del 16 marzo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Come è possibile?

      Come ha fatto il Tribunale di Salerno a
      basarsi sulla legge 62/2001 se questa norma
      è entrata in vigore il 4 aprile? La sentenza
      del Tribunale non è del 16 marzo?infatti si e' basato sulla legge della Stampa che e' del '48.In altre parole, la legge sull'editoria ha confermato una legge che gia' c'era e che prevedeva la registrazione in Tribunale con il direttore responsabile iscritto all'ordine dei giornalisti per qualsiasi testata giornalistica.La legge sull'editoria ha scritto nero su bianco che tali regole valgono anche per Internet, per evitare fraintendimenti al momento di rilasciare sovvenzioni e finanziamenti vari, e il fatto che Chiti dica che chi non vuole i soldi e' esonarato dagli obblighi della legge sull'editoria e' una bufala...
  • Anonimo scrive:
    Diritto a dire cazzate.
    Ammesso che il fatto di essere iscritto all'albo voglia dire + qualità o garanzie all'informazione di una pubblicazione, trovo la legge sull'editoria molto anticostituzionale. La costituzione mi garantisce il diritto di dire quello che voglio. Ovviamente garantisce anche un eventuale cittadino nell'essere tutelato da quanto detto da un'altro.In pratica, io offendo te, esercitando la mia libertà di espressione. Tu ti tuteli, denunciandomi per diffamazione o quant'altro. Perfettamente giusto. Ma non mi puoi impedire di dire certe cose solamente perchè potrei diffamare qualcuno. Questo è quanto fa questa legge. Previene l'eventualità di commettere un reato, agendo in modo anticostituzionale, cioè commettendo un reato a sua volta (se si può dire che una legge cometta reato).Voglio la libertà di dire cazzate. Poi, eventualmente, denunciatemi. Ma non impeditemi di parlare per assicurarvi che non le dica......
  • Anonimo scrive:
    Come volevasi dimostrare .....
    E poi esiste qualcuno che dice che ci stiamo preoccupando troppo ......Ma si facesse i fatti propri ....O forse se li fa gia' ....
Chiudi i commenti