Fuchsia, il misterioso sistema operativo di Google

Compare nei repository di Mountain View un nuovo progetto software per un sistema operativo non basato su kernel Linux. Semplice esperimento, o Google immagina un futuro unificato e lontano da Android?

Roma – Nonostante qualche tentativo di unificazione poi svanito nel nulla, i sistemi operativi utilizzati da Google nei differenti ecosistemi in cui integrare i suoi servizi cloud si sono finora sempre basati sul kernel Linux : da Android , re del mercato smartphone/tablet, ai Chromebook dotati di Chrome OS , passando per i vari livelli di interazione con Android presenti nei firmware per Android Auto, Wear e gadget come Chromecast e OnHub. Inevitabili quindi gli sguardi attirati dal nuovo progetto software apparso nei repository di Mountain View , nome in codice Fuchsia , un nuovo sistema operativo su cui Google per il momento dice pochissimo, ma il cui kernel non è Linux e pare avere caratteristiche tali da adattarsi ad ognuno dei settori che coinvolgono il gigante della ricerca.

Ipotetico logo di Google Fuchsia

I repository pubblicati sui server Google e mirrorati anche su GitHub presentano una moltitudine di componenti da cui si può provare a ricostruire le intenzioni di BigG e speculare la direzione che seguirà il suo sviluppo. Quello principale è il microkernel Magenta , basato sul progetto LittleKernel (LK). Il principale focus dei microkernel sono le applicazioni embedded (quantità di memoria limitate, periferiche fisse e un preciso insieme di task da svolgere), ma Google ha esteso LK per adattarlo a dispositivi embedded più potenti, dotarlo del supporto alla modalità utente e di un nuovo sottosistema per la sicurezza. Magenta supporta architetture ARM a 32 e 64 bit, e x86 a 64 bit. È già possibile compilarlo e virtualizzarlo, ma i responsabili del progetto ed esperti conclamati nel settore embedded Brian Swetland e Travis Geiselbrecht hanno svelato sull’aggregatore Hacker News che Magenta gira già “abbastanza bene” su dispositivi reali come Intel NUC e il 2-in-1 Acer Switch Alpha 12 . Non solo: è in arrivo anche il supporto a RaspberryPi 3 , della quale è atteso il supporto ufficiale anche in Android 7 .

Andando oltre a Magenta, il principale strumento di sviluppo su Fuchsia pare essere Dart , il linguaggio di programmazione general-purpose sviluppato da Google. Per la UI il toolkit incluso nei repository di Fuchsia è Flutter , capace di supportare sia Android che iOS minimizzando le differenze nella base di codice. È anche incluso Escher , motore di rendering OpenGL/Vulkan basato su effetti di luce, ombre e colore, elementi alla base di molti concetti del Material Design introdotto su Android. Complessivamente è chiara la presenza di un insieme di componenti adatti ad un intervallo eterogeneo di dispositivi , e ciò alimenta le speculazioni che vogliono Fuchsia come futuro rimpiazzo dei sistemi operativi Linux-based sviluppati da Google.

Il tutto potrebbe però essere uno dei tantissimi esperimenti nati, cresciuti e morti all’interno di Mountain View senza vedere una vasta applicazione pratica. Nel frattempo è interessante notare quelle che sembrano essere due sostanziali differenze rispetto al modello di sviluppo seguito da Android. Tutto il codice è open source fin dal primo momento e sviluppato sotto gli occhi di tutti, al contrario dello sviluppo in-house di Android a cui segue il dump del codice sorgente nei repository AOSP, un rituale che si ripeterà a settembre con il rilascio di Android Nougat. Inoltre la licenza di quasi tutti i componenti di Fuchsia è la permissiva Licenza MIT invece della Apache 2 di Android, che comunque rimane per parte del kernel Magenta. In ogni caso un grosso stacco dalla viralità del coopyleft del kernel Linux, licenziato sotto GPL v2, e che potrebbe consentire in futuro ridistribuzioni proprietarie di Fuchsia .

Stefano De Carlo

Fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FNI scrive:
    ...
    [img]http://pbs.twimg.com/media/CqGJq-rWIAAS4Sd.jpg[/img]
    • siluratore scrive:
      Re: ...
      Colpa di quella delirante XXXXXXX dello ius soli, in vigore nel Regno Unito da decenni. In Italia "per ora" siamo esenti da tale rischio, perchè fortunatamente i figli degli immigrati non diventano facilmente Italiani (devono aspettare fino a 18 anni, e nel frattempo molti se ne vanno altrove). Per ora la proposta di legge dello ius soli giace semi-defunta al Senato, "grazie" agli attentati terroristici avvenuti negli ultimi mesi, e alla faccia di quelle gran teste di XXXXX di renzi e della boldrini.In ogni caso prevenire è meglio che curare. Speriamo che affondino qualche barcone... O coi siluri, oppure basta che qualche nave della Marina li speroni, tanto in mare aperto non lo viene a sapere nessuno, non ci saranno mai prove. E' sufficiente affondarne 2-3, basta il solo sospetto che siano stati affondati e a quel punto le partenze dal nord africa tracolleranno di colpo.
      • anti ratzista scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: siluratore
        In ogni caso prevenire è meglio che curare.
        Speriamo che affondino qualche barcone... O coi
        siluri, oppure basta che qualche nave della
        Marina li speroni, tanto in mare aperto non lo
        viene a sapere nessuno, non ci saranno mai prove.
        E' sufficiente affondarne 2-3, basta il solo
        sospetto che siano stati affondati e a quel punto
        le partenze dal nord africa tracolleranno di
        colpo.Ratzista rottinXXXX pezzimXXXXX! Dovrebbero affondare te! Volio che i miei figli crescano coi neri!
        • siluratore scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: anti ratzista
          Ratzista rottinXXXX pezzimXXXXX! Dovrebbero
          affondare te! Volio che i miei figli crescano coi
          neri!Ecco un'altro esempio di zecca da centro sociale che dovrebbe essere affondata insieme ai suoi amici clandestini.
  • DioCane scrive:
    QUESTO FORUM FA XXXXXX
    XXXXXXXX REFRESH DI XXXXX, ANDATE IN INXXXX
  • bulbo scrive:
    Facebook e Google
    <i
    Le aziende che già offrono servizi crittografici end-to-end (come Facebook e Google)... </i
    (rotfl)(rotfl)(rotfl)dicesi "specchietto per le allodole", soprattutto quando ci sono dietro due aziende che fanno business coi dati raccolti agli utenti.mettere regole stringenti di privacy e crittografia sui servizi di messaggistica (dove passano messaggi tipo "XXXXXXXaaa oooohhh, ho cambiato i cerchi della golf gti", "bellaaaaaa zioooooo, troppo regolare fratello") e non obbligare gmail, gdrive, ecc a criptare lato client ha poco senso.
    • GSpy scrive:
      Re: Facebook e Google
      Tanto se Google stessa ha questo la crittografia attuale serve a ben poco: http://www.tomshw.it/news/il-computer-quantistico-di-google-e-una-scheggia-72623Probabilmente questi servizi criptati gli servono proprio per testare il supercomputer :-o (rotfl)
  • lorenzo scrive:
    Estendere le norme ...
    Norme create per la telefonia via cavo difficilmente vanno daccordo con quella ip ... ma tanto a loro non interessa creare delle regole che distruggono / danneggiano il mercato ( vedi cookie law ) senza nessun reale vantaggio , probabilmente a loro interessa togliere dal mercato quello che non possono controllare agevolmente , solo che se alle gente dici che togli whazzap ... forse stavola si XXXXXXXno !
  • ext3 scrive:
    Titolo cannato
    Se davvero vogliono "...trovare un equilibrio tra crittografia e privacy da una parte, e le esigenze della sicurezza dall'altra", allora la notizia dovrebbe essere titolata così: la UE vuole vietare la crittografia. Oppure in alternativa: la UE vuole imitare l'Iran. Oppure ancora: risorge la STASI.Ma si sa, il giornalismo indipendente è roba dell'altro mondo, specie quando si parla di UE.
    • rico scrive:
      Re: Titolo cannato
      Nemmeno Tamburrino si è accorto che crittografia E' sicurezza: gli algoritmi dei servizi di messaggistica sono gli stessi che ci consentono di comprare on line, accedere al nostro conto, farci accreditare uno stipendio o un pagamento, leggere le mail.Insomma, bucare la crittografia è una crociata contro gli onesti.
  • Italofilo scrive:
    Tamburrino fa sempre rima con cretino
    Naturalmente trattandosi di un "articolo" di tamburrino i fatti sono trattati in maniera ciarlatana, è pieno di volgari ed inutili anglicismi ("over the top", "privacy", "ent to end"), e tra l'altro quando scrive che le applicazioni mobili "...dovranno adottare specifici standard in materia di crittografia", confonde le norme sulla protezione dalla pubblicità invasiva (dove le compagnie telefoniche hanno obblighi più stretti) con la questione della crittografia (le applicazioni mobili sono in gran parte GIA' cifrate, le reti telefoniche invece no). Ma su 'sto sito basta essere marchette microsoft per pubblicare articoli?
  • ... scrive:
    Te pareva
    Non esiste nessun "equilibrio" possibile tra crittografia e (presunta) sicurezza pubblica. O l'una o l'altra, non esiste la "crittografia sì, ma solo un pochino". La UE naturalmente oscilla più verso la sicurezza e vuole limitare la crittografia, com'era prevedibile, essendo sostanzialmente un'associazione a delinquere di stampo finanziario. Bisognerebbe trovare i residui "europeisti" uno per uno, andare a casa loro e coprirli di manganellate finchè non cambino idea (o più auspicabilmente vadano all'inferno).
    • thepassenge r scrive:
      Re: Te pareva
      ovvio, sfruttano la scusa del terrorismo per diminuire la nostra privacy e poterci controllare per sopprimere ogni resistenza contro il neoglobalismo europeista (criminale).sempre più in cline a usare tor e mail crittografate anche per cosefutili solo per farli rosicare, quei delinquenti.- Scritto da: ...
      Non esiste nessun "equilibrio" possibile tra
      crittografia e (presunta) sicurezza pubblica. O
      l'una o l'altra, non esiste la "crittografia sì,
      ma solo un pochino".


      La UE naturalmente oscilla più verso la sicurezza
      e vuole limitare la crittografia, com'era
      prevedibile, essendo sostanzialmente
      un'associazione a delinquere di stampo
      finanziario. Bisognerebbe trovare i residui
      "europeisti" uno per uno, andare a casa loro e
      coprirli di manganellate finchè non cambino idea
      (o più auspicabilmente vadano
      all'inferno).
  • benkj scrive:
    sicurezza
    "... trovare un equilibrio tra crittografia e privacy da una parte, e le esigenze della sicurezza dall'altra". crittografia e privacy sono a vantaggio della mia sicurezza. La "sicurezza" di cui parla l'autore ha un altro nome: tecnocontrollo.
    • gombloddo scrive:
      Re: sicurezza
      E' vero, è tutto un gombloddo![img]http://www.unsportsmanlike-conduct.com/uploads/3/9/1/5/39153357/4496938_orig.jpg[/img]
      • benkj scrive:
        Re: sicurezza
        tu devi essere l'inteligentone della covata[img]http://4.bp.blogspot.com/-ek4sgt-rLdI/T5cgbty-ppI/AAAAAAAAAEU/PNPT_Rwu7Uo/s1600/lobotomizzato.jpg[/img]
        • ... scrive:
          Re: sicurezza
          - Scritto da: benkj
          tu devi essere l'inteligentone della covata
          E' un disturbato mentale che vive sul forum di PI, avendo fallito in tutto nella vita. E' quello che vede cloni da tutte le parti. Non ci far caso, ormai lo perculiamo tutti.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: sicurezza
      - Scritto da: benkj
      "... trovare un equilibrio tra crittografia e
      privacy da una parte, e le esigenze della
      sicurezza dall'altra".


      crittografia e privacy sono a vantaggio della mia
      sicurezza. La "sicurezza" di cui parla l'autore
      ha un altro nome:
      tecnocontrollo.Ma è quella che vogliono ottenere questi 'signori'.
      • bulbo scrive:
        Re: sicurezza
        - Scritto da: Il fuddaro
        Ma è quella che vogliono ottenere questi
        'signori'.ovvero controllare le masse, perchè i veri terroristi sanno benissimo quali strumenti utilizzare per non farsi rintracciare. se necessario ricorrono alla vecchia carta e penna, se paradossalmente tutti i sistemi di comunicazione fossero intercettabili (cosa impossibile perchè basta creare una vpn ed usare un sw di chat p2p tunnellato nella vpn).
Chiudi i commenti