Funziona il nonno di R2D2

I nuovi robottini, basati interamente sull'hardware utilizzato dai PC e facilmente espandibili, potranno essere autonomi. In salsa open source, saranno configurabili e personalizzabili
I nuovi robottini, basati interamente sull'hardware utilizzato dai PC e facilmente espandibili, potranno essere autonomi. In salsa open source, saranno configurabili e personalizzabili

Roma – Costruire semplici robot semoventi , incredibilmente simili agli R2D2 di Star Wars, partendo dall’hardware dei PC: un’idea niente male per Thomas Burick, giovane fondatore della White Box Robotics . Il suo progetto potrebbe avere i numeri per imprimere un’accelerazione in settori-chiave della robotica. Grazie ad una joint-venture con la Frontline Robotics , specializzata in sistemi difensivi automatizzati, il piccolo PC-BOT ideato da Burick punta ad imporsi come standard per la robotica di massa .

Oltre all’infinita gamma di espansioni disponibili, equivalenti a quelle in commercio per qualsiasi altro computer, i programmatori della Frontline Robotics hanno dotato il PC-BOT di un sofisticato sistema operativo . Richard Lepack, CEO di Frontline, assicura che “il sistema Robot Open Control , compatibile con moltissime piattaforme hardware in commercio, rende le macchine intelligenti”. ROC è stato attualmente utilizzato su PC-BOT per creare sentinelle robotiche a basso costo ed altamente flessibili. Partendo da un prezzo base di 18.000 dollari , presto sarà possibile acquistare un PC-BOT in grado di sorvegliare negozi, case e persino interi isolati.

Il nonno di R2D2 “Il software ROC”, continua il CEO di Frontline, “è in grado di gestire ragionamenti procedurali ed adattarsi in maniera dinamica all’ambiente circostante”. Durante la conferenza Robobusiness , svoltasi di recente negli USA, Frontline e White Box Robotics hanno addirittura garantito che questi innovativi ” PC con cervello ” sarebbero capaci di autoripararsi . I robot sono poi dotati di tecnologia wireless, così che “possono essere utilizzati in situazioni critiche e d’emergenza: ad esempio nell’evenienza di un furto in banca”. Una “squadra” di sentinelle robotiche, armata di apposite cam, potrebbe intervenire e documentare gli eventi nei dettagli.

Businessweek ha già definito i PC-BOT l’equivalente del ” Volkswagen Beetle “: un successo. Economico, affidabile e flessibile: come ciliegia sulla torta, Thomas Burick ha rivelato che il PC-BOT sarà presto completamente open-source . Il direttore della White Box Robotics crede che gli utenti finali vorranno potenziare e personalizzare questi potenziali robot tuttofare. “Ogni volta che entro in un negozio di informatica, esco con qualcosa di nuovo da attaccare al PC-BOT: sono dei fogli bianchi su cui poter disegnare”. Burick ha interfacciato di tutto con il suo piccolo robot: dal telefono fino al lettore MP3.

Resta da vedere se -ma sopratutto quando- il prezzo di questi robot inizierà a scendere: fino a quando i software di gestione come il Robot Open Control non avranno un prezzo abbordabile, il modello base di PC-BOT (dal costo di circa mille euro ) resterà semplicemente un semplice PC su ruote, seppur dotato di un design carino e futuristico.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 05 2005
Link copiato negli appunti