Fuori i fotofonini dalle metropolitane

A New York si sta pensando di vietare l'uso dei cellulari che scattano fotografie all'interno delle stazioni e sui treni del metrò. In Italia è già così
A New York si sta pensando di vietare l'uso dei cellulari che scattano fotografie all'interno delle stazioni e sui treni del metrò. In Italia è già così


Roma – Dopo essere stati espulsi da saune, palestre e country club , i telefonini con cam rischiano di essere buttati fuori anche dalle metropolitane di New York. A sentire il Village Voice , che ha pubblicato un servizio sulla questione ripreso da blog americani e nostrani , sono i problemi di sicurezza a venire agitati come giustificazione di un possibile “blocco dei fotofonini”, dato per imminente.

Inutile dire che l’idea di impedire l’uso dei telefonini di nuova generazione, che vanno diffondendosi rapidamente anche negli Stati Uniti, viene accolta come inutile e censoria , tanto che lo stesso Village Voice ha dato vita ad un concorso per le migliori fonofoto artistiche scattate nella metropolitana. Non convince, dunque, la tesi secondo cui consentire la fotografia selvaggia aiuterebbe i terroristi .

Altre iniziative in cantiere, di cui si parla nella blogosfera, contemplano suggerimenti come ad es. portare con sé una copia delle attuali leggi sulla libertà di espressione per poterle mostrare ad un eventuale pubblico ufficiale che chiedesse spiegazioni dell’attività fotografica sotterranea.

Nulla di nuovo, invece, per un paese come l’Italia. I regolamenti delle aziende che gestiscono la metropolitana vietano già oggi l’uso di apparecchi di ripresa in mancanza di autorizzazione specifica rilasciata dalle autorità stesse. Le ragioni sono certo da ascrivere ancora una volta a questioni di sicurezza.

Qualora il permesso venisse concesso, nel nostro paese vigono in ogni caso le disposizioni in materia di privacy che come noto impongono diversi limiti tanto per la pubblicazione delle foto quanto per la loro circolazione sotto forma di MMS.

Ad ogni modo, la vicenda del metrò riporta in auge anche il singolarissimo divieto newyorkese sull’uso del cellulare nei cinema, in teatro o durante pubbliche rappresentazioni. Anche quella decisione, infatti, soffre da sempre di un particolare deficit: è quasi impossibile farla rispettare.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 06 2004
Link copiato negli appunti