Fuori un nuovo Xeon a 64 bit

Si tratta di una versione a basso voltaggio che integra la giovane tecnologia EM64T per il supporto alle istruzioni x86 a 64 bit
Si tratta di una versione a basso voltaggio che integra la giovane tecnologia EM64T per il supporto alle istruzioni x86 a 64 bit


Santa Clara (USA) – Dopo aver lanciato, la scorsa estate, i suoi primi chip a 64 bit per workstation e server , Intel ha ora introdotto un nuovo modello di Xeon con tecnologia Extended Memory 64 (EM64T) dedicato al settore delle applicazioni embedded e, in particolare, a quello dello storage.

Lo Xeon Low Voltage a 2,8 GHz ha un bus di sistema di 800 MHz, una cache L2 di 1 MB e un consumo energetico di 55 watt: quest’ultimo, secondo, Intel, è circa del 50% inferiore a quello che caratterizza l’equivalente modello di Xeon non ottimizzato per il risparmio energetico.

Intel sostiene che il nuovo processore, insieme al chipset E7520, rappresenta una piattaforma particolarmente indicata per gli ambienti NAS e SAN, tipicamente caratterizzati da disponibilità limitata di spazio e requisiti termici rigorosi. Questa piattaforma supporta le memorie DDR2 400 e la tecnologia di interconnessione PCI Express.

Il supporto alla tecnologia EM64T permette poi al nuovo Xeon embedded di indirizzare una quantità di memoria superiore ai tradizionali 4 GB.

“Il prezzo da pagare, in termini di prestazioni, per la barriera dei 4 GB è oggi particolarmente oneroso per il settore dello storage”, ha affermato Mike Wall, general manager della Intel Storage Components Division. “L’estensione delle funzionalità della tecnologia EM64T nel campo dello storage offre vantaggi per un numero crescente di applicazioni, quali i grandi database”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 10 2004
Link copiato negli appunti