Galileo muove i primi passatelliti

Il primo nato della costellazione Galileo, il sistema europeo alternativo al GPS americano, si chiama Giove A e verrà lanciato prima dell'inizio del 2006. I particolari


Bruxelles – Il primogenito della famiglia di satelliti europei per la geolocalizzazione si chiama Giove A, Galileo In-Orbit Validation Element . Un nome sicuramente non casuale, in onore del gigantesco pianeta studiato dall’astronomo italiano Galileo Galilei, che tra l’altro è l’eponimo dell’intero progetto europeo nato come alternativa al GPS statunitense.

Giove A partirà entro fine dicembre dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakhstan, e raggiungerà lo spazio grazie allo stesso modello di razzo vettore utilizzato dalla Soyuz russa. Entro breve, probabilmente durante la prossima primavera, verrà messo in orbita un secondo satellite, Giove B. Il satellite A è stato realizzato completamente nel Regno Unito, mentre Giove B vede la partecipazione di molte aziende europee, tra cui l’italiana Alenia Spazio .

Karla Peijs, ministro olandese per i trasporti e le infrastrutture, ha annunciato solennemente la nascita di Giove A durante una cerimonia presso gli uffici ESA di Noordwijk, a poca distanza dalla capitale, L’Aia. “E’ un grande passo in avanti per la storia del programma Galileo”, hanno dichiarato fiduciosi i portavoce dell’Unione Europea. “Adesso siamo davvero pronti alla partenza”, concludono.

Galileo offrirà interoperabilità con il GPS statunitense ma riuscirà a coprire aree geografiche molto più estese, fornendo – assicurano i promotori – maggiore precisione. Il sistema sarà completamente funzionante entro il 2008 , stando alle dichiarazioni ufficiali rilasciate dall’UE.

L’intero programma Galileo avrà un costo complessivo pari a circa quattro miliardi di euro e conterà su una costellazione di 30 satelliti . Differentemente dal GPS, la gestione di Galileo non sarà in mano a strutture militari ma sotto la direzione di istituzioni comunitarie.

Nel frattempo molti paesi al di là dei confini europei hanno manifestato grande interesse nei confronti del sistema messo a punto dall’ESA. Cina, India, Israele, Marocco, Arabia Saudita ed Ucraina hanno già stipulato accordi con l’Unione Europea per diventare partner privilegiati, mentre stati come Brasile, Messico, Corea del Sud e Canada hanno avviato le trattative per prendere parte al più grande consorzio antiGPS .

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma ce n'è bisogno realmente?
    Visto come stanno evolvendo steroidi, anabolizzanti, ecc... (che trasformano uomini in montagne di muscoli ma in donne almeno sessualmente, viceversa donne in perfette macchine da guerra con aspetto mascolino in tutto) dubito che siano necessari robot.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma ce n'è bisogno realmente?
      - Scritto da: Anonimo
      Visto come stanno evolvendo steroidi,
      anabolizzanti, ecc... (che trasformano uomini in
      montagne di muscoli ma in donne almeno
      sessualmente, viceversa donne in perfette
      macchine da guerra con aspetto mascolino in
      tutto) dubito che siano necessari robot.Li possiamo sempre usare per allenare questi super umani :-D
  • Anonimo scrive:
    Voglio...
    ...un cuore di polimeri, in culo all'infarto.E voglio bicipiti di polimeri, vi ucciderò a schiaffi   :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio...
      dimenticavo, quadricipiti di polimeri così risparmio sulla benzina e gli autovelox fotograferanno solo il mio culo.
  • Anonimo scrive:
    Hurricane Polimar
    Asd non vedo l'ora di avere il polimet :PSperiamo pero' che si superi il limite dei 59 minuti di trasformazione :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Hurricane Polimar

      Asd non vedo l'ora di avere il polimet :P
      Speriamo pero' che si superi il limite dei 59
      minuti di trasformazione
      :DPerò per capire questa battuta bisogna avere circa 35 anni :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Hurricane Polimar
        - Scritto da: Anonimo

        Asd non vedo l'ora di avere il polimet :P

        Speriamo pero' che si superi il limite dei 59

        minuti di trasformazione

        :D

        Però per capire questa battuta bisogna avere
        circa 35 anni :-)nooo bastano 28^^
      • Anonimo scrive:
        Re: Hurricane Polimar
        - Scritto da: Anonimo

        Asd non vedo l'ora di avere il polimet :P

        Speriamo pero' che si superi il limite dei 59

        minuti di trasformazione

        :D

        Però per capire questa battuta bisogna avere
        circa 35 anni :-)Purtroppo l'ho capita... :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Hurricane Polimar
        - Scritto da: Anonimo

        Asd non vedo l'ora di avere il polimet :P

        Speriamo pero' che si superi il limite dei 59

        minuti di trasformazione

        :D

        Però per capire questa battuta bisogna avere
        circa 35 anni :-)macchè.. ne bastano 32 appena compiuti... che culo eh? :-)))
        • Anonimo scrive:
          Re: Hurricane Polimar
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Asd non vedo l'ora di avere il polimet :P


          Speriamo pero' che si superi il limite dei 59


          minuti di trasformazione


          :D



          Però per capire questa battuta bisogna avere

          circa 35 anni :-)

          macchè.. ne bastano 32 appena compiuti... che
          culo eh? :-)))Avete ragione... io ho 15 anni e non l'ho capita... Ma sono ben disposto ad impararla... Qualcuno col cuore tenero me la spiega? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Hurricane Polimar
            - Scritto da: Anonimo
            Avete ragione... io ho 15 anni e non l'ho
            capita... Ma sono ben disposto ad impararla...
            Qualcuno col cuore tenero me la spiega? :-)Negli anni settanta trasmettevano un anime giapponese che in un certo senso anticipava questa notizia. Il titolo originale era Hurricane Polymer, dove l'eroe/protagonista indossando il casco polimet veniva ricoperto da una tuta ai polimeri che potenziava le sue capacità fisiche all'ennesima potenza. Il protagonista si batteva soprattutto contro variopinte bande metropolitane, un fenomeno tipico di fine anni settanta.Tra le altre cose la tuta ai polimeri assorbiva i proiettili, e permetteva al protagonista situazioni da Matrix ante-litteram. L'unico limite erano i 59 minuti di cui sopra, superati i quali il fisico di chi portava il polimet andava in collasso.
  • Anonimo scrive:
    Valentino disoccupato!!!
    mi ci gioco i maroni che Honda sta gia' pensando a un motoGP fatto tutto di robot...
    • Anonimo scrive:
      Re: Valentino disoccupato!!!
      nel futuro il motoGP tirerà come il calcio ora.. 0 :Dci saranno deathmatch, capture the flag e assalto con robot.. speriamoUt rulez
      • Anonimo scrive:
        Re: Valentino disoccupato!!!
        - Scritto da: Anonimo
        nel futuro il motoGP tirerà come il calcio ora..
        0 :D
        ci saranno deathmatch, capture the flag e assalto
        con robot.. speriamo

        Ut rulez un consiglio: quando iniziano a essere le 2 del mattino, spegni il PC e vai a nanna: tutta salute per i tuoi neuroni. :D
  • Anonimo scrive:
    la ricerca....
    Negli USA esiste, qui in italia cosa fanno i ricercatori? cosa producono per il paese? Innovazione? Dove?
    • Anonimo scrive:
      Re: la ricerca....
      - Scritto da: Anonimo
      Negli USA esiste, qui in italia cosa fanno i
      ricercatori? cosa producono per il paese?
      Innovazione? Dove?Qui in Italia stanno cercando di far funzionare un robot con dei cilindri pneumatici :D
      • Anonimo scrive:
        Re: la ricerca....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Negli USA esiste, qui in italia cosa fanno i

        ricercatori? cosa producono per il paese?

        Innovazione? Dove?

        Qui in Italia stanno cercando di far funzionare
        un robot con dei cilindri pneumatici :DState zitti!Con altri 1000 miliardi di euro presto avremo LA RUOTA!!!Allora sì che sarà una nuova era.
        • Anonimo scrive:
          Re: la ricerca....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Negli USA esiste, qui in italia cosa fanno i


          ricercatori? cosa producono per il paese?


          Innovazione? Dove?



          Qui in Italia stanno cercando di far funzionare

          un robot con dei cilindri pneumatici :D

          State zitti!Con altri 1000 miliardi di euro
          presto avremo LA RUOTA!!!Allora sì che sarà una
          nuova era.1000, sono finiti. Tutti per il diggittalle terrestre. La nuova era e' gia' cominciata. Mettetevi seduti e scegliete se volete Milan, Juve, Inter
          • Anonimo scrive:
            5 --
            ha fatto bene la Moratti a punirvi tutti! Cattivoni fancazzisti che riempite le università :D
  • Anonimo scrive:
    Terminator non è così lontano..
    Non so voi, ma a leggere queste righe, mi è venuto in mente Terminator...una applicazione del genere non può avere riscontri Non militari...
    • Anonimo scrive:
      Re: Terminator non è così lontano..
      - Scritto da: Anonimo
      Non so voi, ma a leggere queste righe, mi è
      venuto in mente Terminator...

      una applicazione del genere non può avere
      riscontri Non militari...aiuto! la macchine si muoveranno veloci come in matrix e ci sodomizzeranno senza che noi ce ne rendiamo conto :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Terminator non è così lontano..
      basta anche un robot lento con il mitra per farci la bua.(troll4)
      • Anonimo scrive:
        Re: Terminator non è così lontano..
        Terminetor era in ferraglia .. presumo che l'uso di "muscoli" artificiali renda i robot un pò più "elastici" con pregi e difetti di noi umani..
Chiudi i commenti