Garante: l'utente è nudo

In un mondo dove la Rete è sempre più determinante occorre rinforzare il diritto alla privacy
In un mondo dove la Rete è sempre più determinante occorre rinforzare il diritto alla privacy

Il Garante della Privacy, Francesco Pizzetti, lancia l’allarme: “Bisogna proteggere chi utilizza Internet – spiega nel resoconto relativo al 2008, presentato oggi al Parlamento – va protetta la libertà della Rete da chi la vorrebbe soffocare”.

Secondo Pizzetti va difeso a spada tratta il diritto dei cittadini a disporre dei propri dati come desiderano, garantendone la privacy. Chiede a tal proposito che venga istituito un organo analogo al WTO , che si occupi di disciplinare la Rete assicurandone lo stato di “cuore pulsante del mondo contemporaneo”.

Inoltre è intervenuto anche su fatti di recente attualità spiegando che “la pubblicazione di foto di persone, vittime di incidenti o altro, prese da Facebook senza controllo, ci ha messo di fronte alla pericolosità di un uso sprovveduto e disattento delle nuove opportunità della Rete, tanto più grave perché condotto da operatori dell’informazione”.

Parlando poi dell’annoso problema costituito dallo spam , il Garante ha inoltre ricordato che “un indirizzo e-mail, per il solo fatto di essere reperibile in rete, non può essere oggetto di un uso indiscriminato e che occorre ottenere il consenso preventivo del destinatario prima di utilizzare l’indirizzo di posta elettronica per fini di pubblicità e di marketing, in quanto la pubblicità di un dato non ne comporta la libera utilizzabilità”. (G.P.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 07 2009
Link copiato negli appunti