Gasparri firma con Microsoft

Il ministero delle Comunicazioni rilancia la Giornata della Sicurezza informatica promossa da Microsoft, per evangelizzare l'Italia contro i molti pluriformi attacchi


Roma – Diffondere la cultura della sicurezza informatica, propugnare la sua importanza e la necessità per tutti di rimboccarsi le maniche: questi sono gli obiettivi ufficiali della “Giornata della Sicurezza” che ieri Microsoft ha celebrato con un partner di eccezione, il ministero delle Comunicazioni di Maurizio Gasparri.

Proprio Gasparri e Umberto Paolucci, vicepresidente di MS Corp., hanno firmato un protocollo di intesa che porterà alla realizzazione di attività congiunte di informazione e sensibilizzazione di imprese ed utenti.

L’idea è anche quella di dar vita ad una task force capace di intervenire in modo preventivo contro i crimini informatici “e gestire – si legge in una nota – in maniera rapida ed efficace eventuali situazioni di crisi”. Un obiettivo condiviso, perché del tutto identico a numerose altre iniziative già attivate a livello istituzionale.

Stando alle cifre di cui si è parlato ieri, il crimine informatico provoca 50 miliardi di dollari di danni ogni anno , una cifra enorme attribuibile in larga parte alle truffe online ma anche ai worm e ai virus nonché alla scarsa sicurezza di numerose infrastrutture, sistemi industriali e computer domestici.

I numeri dell’iniziativa parlano del coinvolgimento nella “Giornata” di 700 dipendenti Microsoft, quasi 300 partner dell’azienda coinvolti in progetti con piccole e medie imprese: tutti in pista per informare, evangelizzare, sostenere e, appunto, sensibilizzare.

Tra gli altri elementi dell’iniziativa anche attività per tutelare la navigazione dei minori ed, evidentemente, campagne di informazione rivolte al grande pubblico “affinché – hanno affermato i promotori – tutti abbiano la consapevolezza dei rischi legati al problema della sicurezza informatica e sappiano adottare le contromisure necessarie.”

Secondo Paolucci “l’accordo con il Ministero delle Comunicazioni rappresenta un importante punto di partenza per una più stretta collaborazione tra pubblico e privato, con l’obiettivo di rendere più sicure le infrastrutture informatiche del nostro Paese al fine di preservare la produttività delle imprese e tutelare la privacy dei cittadini”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ancora 1 volta sono d'accordo con Arnold
    :-)
  • Anonimo scrive:
    Quandro avrete dei figli...
    mi saprete dire cosa ne pensate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quandro avrete dei figli...
      - Scritto da: Anonimo
      mi saprete dire cosa ne pensate.Che avremo paura solo di chi é stato già beccato e li lasceremo a chi non é stato ancora beccato?E come mi difenderei da quello che conosco?Lo uccido?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quandro avrete dei figli...
      - Scritto da: Anonimo
      mi saprete dire cosa ne pensate.Lo stesso?Oppure sei come la Società che dice che le persone maturano da un giorno all'altro? (Cosa abbondantemente falsa e smentibile da qualsiasi psicologo)
  • Anonimo scrive:
    gli usa
    sone sempre più una nazione che mi fa schifo.d'accordo nella massima severità contro i pedofili: ma a questo punto tanto vale dare direttamente la pena di morte e basta.se uno ha scontato la propria pena l'ha scontata o no? in questo modo non si ha nemmeno la possibilitò di rifarsi una vita?
  • Anonimo scrive:
    lasciate che i bimbi - luther blissett
    http://www.wumingfoundation.com/italiano/Giap/lasciate.htmed2k://|file|(ebook.-.ITA.-.SAGG.-.sociologia).Blisset,.Luther.-.Lasciate.che.i.Bimbi....(RTF).zip|123829|77F8A47B78DEF83B75580C665ECD7846|/
    • Anonimo scrive:
      Re: lasciate che i bimbi - luther blisse
      Il libro originale - non "Back Pages", quello del primo link che in pratica racconta le vicissitudini di "Lasciate che i bimbi", è scaricabile da qui:http://tazebao.dyne.org/lasciateche.zip
  • Anonimo scrive:
    chi sta peggio?
    tutti ci prendono in giro perche abbiamo il cavaliere al governo, e loro allora che hanno terminator(tedesco)??
    • Anonimo scrive:
      Re: chi sta peggio?
      austriaco. per il resto non so chi sta meglio sinceramente. è una triste contesa.
      • Anonimo scrive:
        Re: chi sta peggio?
        - Scritto da: Anonimo
        austriaco. per il resto non so chi sta
        meglio sinceramente. è una triste
        contesa.E non è ancora finita!!!Presto avrete "Mortazza2 - La vendetta degli ultraladri" con Calisto & C. nella parte degli amici degli amici......
        • Anonimo scrive:
          Re: chi sta peggio?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          austriaco. per il resto non so chi sta

          meglio sinceramente. è una triste

          contesa.

          E non è ancora finita!!!
          Presto avrete "Mortazza2 - La vendetta degli
          ultraladri" con Calisto & C. nella parte
          degli amici degli amici......per uscire dal tunnel della propaganda fai così, ripeti per 100 volte "quello che scrive Libero non è la verità" .Con questo non voglio dire che il Mortazza (come lo chiami tu) sia uno statista della Madonna, ma non si può prendere ogni illazione per vera e fare del qualunquismo della serie "sò tutti uguali" (vedi complotto telecom Serbia/igor Marini)......caro mio, nessuno è pulito, ma c'è qualcuno che è più sporco degli altri.
  • Anonimo scrive:
    Superficiale e inutile
    inutile e controproducente perchè si va a creare una nuova "sottospecie" di americanivabbè in una nazione dove ci si divide ancora per bande e famiglie, ricchi e poveri, negri e bianchi... è tutto normale.guardate Bowling For Columbine di M. Moore
  • Anonimo scrive:
    io sono d'accordo
    Come da titolo, e non solo per i reati di tipo sessuale.So che mi attirerò una valanga di insulti e di commenti sprezzanti, ciò non toglie che preferisco sapere se il mio vicino di casa ha fatto una rapina (e non solo in banca, Parmalat docet) o ha violentato la ragazza conosciuta alla fermata del bus.Ancor di più: ESIGO di sapere se il gentile signore che mio figlio di 9 anni incontra sulle scale del condominio tutte le mattine è stato condannato o anche solo indagato per pedofilia.La responsabilità delle proprie azioni non finisce con l'espiazione della pena detentiva. Troppo comodo!SI fa presto a dire: ha pagato la sua colpa alla società, è giusto che non debba patire per sempre le conseguenze di ciò che ha commesso.Belle parole, che però non tengono conto delle vittime, che spesso rimangono segnate per tutta la vita.In questa epoca di buonismo imperante, i diritti e la tutela pare siano limitati ai soli criminali, gli altri (quelli che non si sognano nemmeno di commettere un reato) non sono nemmeno presi in considerazione, anzi se tentano di difendersi vengono pure accusati.Per non parlare del concetto di 'espiazione', che fa ridere i polli visto che in Italia non esiste la certezza della pena, visto che in ogni caso la pena prevede libere uscite, permessi, mantenimento da parte dello Stato (cioè da parte dei cittadini, chè lo Stato siamo noi).Dite quel che volete: la gogna mediatica a volte è necessaria.
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono d'accordo
      Io farei di meglio:1- un bel tatuaggio in fronte, bello colorato e fosforescente (almeno si vede anche di notte no?), tipo una bella stella gialla.2- un bel cartello dietro le spalle che ci indichi a noi bravi cittadini, rispettosi della legge, quale e' stato il suo reato (cosi' almeno se il vicino ha rubato cambio la serratura della porta...sai com'e'!!)bix
      • Anonimo scrive:
        Re: io sono d'accordo
        - Scritto da: Anonimo
        Io farei di meglio:
        1- un bel tatuaggio in fronte, bello
        colorato e fosforescente (almeno si vede
        anche di notte no?), tipo una bella stella
        gialla.
        2- un bel cartello dietro le spalle che ci
        indichi a noi bravi cittadini, rispettosi
        della legge, quale e' stato il suo reato
        (cosi' almeno se il vicino ha rubato cambio
        la serratura della porta...sai com'e'!!)

        bixIl tatuaggio te lo metterei a te sulla fronte. Evito di dirti cosa ci scriverei onde evitare la cencellazione del mio messaggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono d'accordo
      Beh, visto che in italia siamo tutti truffatori, ladri & mafiosi per cultura, barricati in casa e non uscirne.Ah, e stacca anche il cavo da Internet, che è pieno di pirati :D !!!'Iao
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono d'accordo
      Quando uno esce di galera significa che ha pagato il suo debito con la giustizia e con la societa, per cui lo devi lasciare in pace., qualunque sia il reato che abbia commesso. E che è??!! Si deve portare dietro la sua colpa per tutta la vita??? Per cui queste trovate alla Schwarzenegger mi fanno semplicemente ridere (per non dire di peggio).Che torni a fare il Terminator , che è meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono VERAMENTE d'accordo
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo, e non solo per i reati di
      tipo sessuale.
      Svegliatevi!, cari buonisti, non confondete le cose.In italia ci sono TRE gradi di giudizio, mi sembrano più che sufficienti. e ci sono diversi modi di essere condannati.Una cosa è una condanna per una testimonianza (la mia parola contro la tua), un'altra è l'essere stati pizzicati in flagranza di reato (per esempio filmati da una telecamera o sorpresi da una perquisizione).Quando (ma SOLO quando) esistono sia l'evidenza che la reiterazione del reato, secondo me, in caso di reati per pedofilia o altri reati gravi (pluriomicidio ecc.) IL RESTO DELLA COMUNITA' HA DIRITTO DI SAPERE (e di evitare).Ragazzi, qui bisogna discriminare, perchè la gente ha il diritto di vivere in sicurezza e le forze dell'ordine devono garantire questo. Il carcere serve a questo: se uno è socialmente pericoloso deve stare dentro...perchè quando è fuori è pericoloso appunto.O li teniamo dentro o, se restano fuori, la gente deve sapere.Arca
      • Anonimo scrive:
        Re: io sono VERAMENTE d'accordo
        - Scritto da: Anonimo
        Quando (ma SOLO quando) esistono sia
        l'evidenza che la reiterazione del reato,
        secondo me, in caso di reati per pedofilia o
        altri reati gravi (pluriomicidio ecc.) IL
        RESTO DELLA COMUNITA' HA DIRITTO DI SAPERE
        (e di evitare).

        Ragazzi, qui bisogna discriminare,
        perchè la gente ha il diritto di
        vivere in sicurezza e le forze dell'ordine
        devono garantire questo.Appunto, sono le forze dell'ordine che devono garantire l'ordine. Non deve garantirlo la gente comune, non è il suo compito.Come le forze dell'ordine debbano riuscire a garantire l'ordine, è un loro problema.Il resto della comunità non sono forze dell'ordine, se la gente ha paura che si paghi una guardia del corpo.Brontoleus
        • Straha scrive:
          Re: io sono VERAMENTE d'accordo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Quando (ma SOLO quando) esistono sia

          l'evidenza che la reiterazione del
          reato,

          secondo me, in caso di reati per
          pedofilia o

          altri reati gravi (pluriomicidio ecc.)
          IL

          RESTO DELLA COMUNITA' HA DIRITTO DI
          SAPERE

          (e di evitare).



          Ragazzi, qui bisogna discriminare,

          perchè la gente ha il diritto di

          vivere in sicurezza e le forze
          dell'ordine

          devono garantire questo.
          Appunto, sono le forze dell'ordine che
          devono garantire l'ordine. Non deve
          garantirlo la gente comune, non è il
          suo compito.dimentichi che anche il comune cittadino può compiere un arresto.... quando non sono presenti le "forze dell'ordine".
          Come le forze dell'ordine debbano riuscire a
          garantire l'ordine, è un loro
          problema.sicuro?? proprio sicuro??come cittadino che paga le tasse credo di avere il diritto (e il dovere) di sapere come questi signori spendono i miei soldi...
          Il resto della comunità non sono
          forze dell'ordine, se la gente ha paura che
          si paghi una guardia del corpo.spero ti renderai conto di quello che scrivi.... non siamo tutti paranoici sai, però abbiamo la necessità di sentirci tutelati, in fondo è la base di quello che qualcuno ha chiamato "contratto sociale", sulla base del quale pare si siano sviluppate le democrazie moderne.....

          Brontoleus
      • gerry scrive:
        Re: io sono VERAMENTE d'accordo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Come da titolo, e non solo per i reati
        di

        tipo sessuale.
        Ragazzi, qui bisogna discriminare,
        perchè la gente ha il diritto di
        vivere in sicurezza e le forze dell'ordine
        devono garantire questo. Il carcere serve a
        questo: se uno è socialmente
        pericoloso deve stare dentro...perchè
        quando è fuori è pericoloso
        appunto.
        O li teniamo dentro o, se restano fuori, la
        gente deve sapere.Se è fuori allora vuol dire che non è più pericoloso e che ha pagato il suo debito con la società. Dunque perchè tormentarlo ancora?Se credi che non sia sufficiente tienilo in carcere ancora, se credi che basti non tormentarlo più.La gogna alimenta la convinzione che sia la gente a dovere, in un certo qual modo, farsi giustizia da sola.Una convinzione che va contro i principi dello stato moderno, il quale incarica un organo indipendente di amministrare la giustizia.
        • Anonimo scrive:
          Re: io sono VERAMENTE d'accordo
          -

          Se è fuori allora vuol dire che non
          è più pericoloso e che ha
          pagato il suo debito con la società.
          Dunque perchè tormentarlo ancora?
          Se credi che non sia sufficiente tienilo in
          carcere ancora, se credi che basti non
          tormentarlo più.Hai ragione, alcuni reati, tipo alcuni a sfondo sessuale, per cui chi li commette è sano di mente dovrebbero avere una punizione esemplare perchè questi sono reati infami. Ergastolo quindi...ma con segnalazione perchè Queste persone è bene che vengano discriminate. La discriminazione non è di per sè un fatto negativo. Se discrimino dalla società tutti i pedofili RECIDIVI faccio bene. Se ti succede una volta (è perchè sei un vizioso) ti do vent'anni, ma se ti succede una seconda volta, o sei un malato (e allora ti becchi un trattamento sanitario obbligatorio) o ti becchi l'ergastolo e la discriminazione per pericolosità sociale.Questo secondo me.
          La gogna alimenta la convinzione che sia la
          gente a dovere, in un certo qual modo, farsi
          giustizia da sola.
          Una convinzione che va contro i principi
          dello stato moderno, il quale incarica un
          organo indipendente di amministrare la
          giustizia.Comunque, anche andando in cancelleria di un tribunale potrei avere delle sentenze. Quindi, almeno in teoria, potrei sapere se il mio vicino di casa è stato condannato o meno
          • gerry scrive:
            Re: io sono VERAMENTE d'accordo
            - Scritto da: Anonimo
            ma se ti succede
            una seconda volta, o sei un malato (e allora
            ti becchi un trattamento sanitario
            obbligatorio) o ti becchi l'ergastolo e la
            discriminazione per pericolosità
            sociale.
            Questo secondo me.Ti becchi l'ergastolo e basta. Vista così sembra demandare la sorveglianza di un soggetto pericoloso al cittadino.Così andrà a finire che qualche cittadino zelante romperà ingiustamente l'anima a chi magari sta cercando di rifarsi una vita e qualche recidivo furbo riuscirà lo stesso a reiterare il reato.
        • Anonimo scrive:
          Re: io sono VERAMENTE d'accordo
          - Scritto da: gerry
          Se è fuori allora vuol dire che non
          è più pericoloso e che ha
          pagato il suo debito con la società.
          Dunque perchè tormentarlo ancora?
          Se credi che non sia sufficiente tienilo in
          carcere ancora, se credi che basti non
          tormentarlo più.

          La gogna alimenta la convinzione che sia la
          gente a dovere, in un certo qual modo, farsi
          giustizia da sola.
          Una convinzione che va contro i principi
          dello stato moderno, il quale incarica un
          organo indipendente di amministrare la
          giustizia.Quoto.Brontoleus
        • rumenta scrive:
          Re: io sono VERAMENTE d'accordo
          - Scritto da: gerry
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Come da titolo, e non solo per i
          reati

          di


          tipo sessuale.


          Ragazzi, qui bisogna discriminare,

          perchè la gente ha il diritto di

          vivere in sicurezza e le forze
          dell'ordine

          devono garantire questo. Il carcere
          serve a

          questo: se uno è socialmente

          pericoloso deve stare
          dentro...perchè

          quando è fuori è
          pericoloso

          appunto.

          O li teniamo dentro o, se restano
          fuori, la

          gente deve sapere.

          Se è fuori allora vuol dire che non
          è più pericoloso e che ha
          pagato il suo debito con la società.
          Dunque perchè tormentarlo ancora?certo, certo, ha pagato il suo debito..... salvo poi ripetere il reato e "indebitarsi" ancora.devi aver vissuto all'estero per parecchio tempo se ti sei perso alcuni gustosi eventi di cronaca relativi appunto a detenuti scarcerati o in "semilibertà" se non addirittura in "permesso", che hanno rapinato o ucciso di nuovo.
          Se credi che non sia sufficiente tienilo in
          carcere ancora, se credi che basti non
          tormentarlo più.

          La gogna alimenta la convinzione che sia la
          gente a dovere, in un certo qual modo, farsi
          giustizia da sola.qui nessuno ha parlato di diventare come il "giustiziere" del film. qui si parla della possibilità di sapere con chi si ha a che fare, solo questo.
          Una convinzione che va contro i principi
          dello stato moderno, il quale incarica un
          organo indipendente di amministrare la
          giustizia.certo, certo, come no...... e se ne vedono i risultati :D
    • Anonimo scrive:
      La soluzione
      Visto che le carceri sono piene e che quindi non si possono creare dei comodi campi di lavoro per certa gente...Visto che se uno ha scontato la pena poi non e' che magari lo obbligano a firmare tutti i giorni in questura o a non avvicinarsi alle scuole, ma lo lasciano in pace...Visto che internet non ce lo hanno mica tutti...Io propongo:cuciamo una bella stella di david sulla maglietta di chi ha commesso reati, gli tatuiamo un braccio e se lo rifa' lo usiamo per farci delle saponette.Anzi, visto le ultime dichiarazioni del nostro caro LaRussa ("non tutti gli islamici sono terroristi ma tutti i terroristi sono islamici") io direi: cuciamola A PRIORI su certa gente.Poi al limite la togliamo se si comportano bene.Vado a stare in IndiaCoD
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione

        Vado a stare in India

        CoDVengo anch'io. a volte mi chiedo davvero dove andremo a finire se i sentimenti prevalenti che animano gli italiani sono quelli che escono in molti post.Provate a usare tutte le energie che sprecate per odiare ed avere paura in maniera diversa. Amate e rispettate e forse il mondo, piano piano cambierà in meglio.Buonista lo ammetto. Ma non vedo altre soluzioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione
        - Scritto da: Anonimo

        Vado a stare in India

        CoDLOL.... quando parti??? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono d'accordo

      ciò
      non toglie che non riesco a capire
      perchè debba essere la Società
      a mantenere i detenuti; io se non lavoro
      non mangio, non mi vesto, non ho un tetto
      sulla testa.In america i detenuti li fanno lavorare, ad esempio asfaltare strade e cose così.E se tu sei disoccupato lo stato ti dovrebbe dare il sussidio, per evitare che tu vada a commettere qualche crimine, visto che con la tua mentalità egoistica è quello che faresti.
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono d'accordo
      E magari sei uno di quelli che dicono che quella araba é una cultura inferiore alla nostra, vero?Se non lo sei, ti consiglio di andare in medio oriente, ch magari li le leggi ti proteggono di più.
      • rumenta scrive:
        Re: io sono d'accordo
        - Scritto da: Anonimo
        E magari sei uno di quelli che dicono che
        quella araba é una cultura inferiore
        alla nostra, vero?
        Se non lo sei, ti consiglio di andare in
        medio oriente, ch magari li le leggi ti
        proteggono di più.ma LOL.....una cultura che impone alle donne di portare veli, di camminare tre passi dietro il marito e le tratta come serve (quando va bene);una cultura che le lapida per adulterio anche quando vengono violentate (e tu sai come si lapida una persona, vero?);una cultura che non garantisce la libertà di culto;una cultura che adotta la pena di morte e ne fa pubblico spettacolo;una cultura che per ammazzare una mucca la sgozza (veloce ed indolore vero?.... ah scusate, lo fanno per motivi religiosi, allora va tutto bene );una cultura che pratica l'infibulazione (e tu sai cosa sia vero??);ecc. ecc...è senz'altro BEN SUPERIORE alla nostra decadente civiltà occidentale.....dai sù, torna sotto il sasso, la luce del sole ti ha DAVVERO fatto male......
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono d'accordo
      - Scritto da: Anonimo
      Vero, verissimo. Hai ragione. Però
      voglio che mio figlio gli giri al largo sino
      a che sia scagionato dalle indagini, ergo
      ho bisogno di sapere se è indagato. Questo non esiste. Sul resto possiamo parlarne per ore e ognuno potrebbe rimanere della sua idea, ma questa è una pretesa che nessuno stato democratico può accordarti.L'indagine su una persona può avvenire per molti motivi, e a volte è solo a scopo informativo.Allora mettiamo che al tuo datore di lavoro "piacerebbe" sapere dove sei cosa fai etc, durante il resto della tua giornata, per esempio.Ha bisogno di saperlo, così...
  • Anonimo scrive:
    permettiamo anche che il visitatore
    possa come ad i tempi passati scagliare sul condannato frutta marcia, prodotti fecali ecc..., ovviamente tutto in virtuale.
  • Anonimo scrive:
    non basta
    non vedo xke limitarsi alla gogna elettronica, se proprio si vuole distruggere per semprela vita di queste persona direi di inviare i criminaliin mega labirinti futuristici in cui personaggi epicie armati di armi buffe fanno fuori questi portavoce del male !Il governatore potrebbe, in alcuni casi, scendere in campo di persona elimimando i casi peggiori ovvero quelli che scaricano i suoi film da internet.Hasta la vista baby
    • Anonimo scrive:
      Re: non basta
      - Scritto da: Anonimo
      se
      proprio si vuole distruggere per sempre
      la vita di queste persona direi di inviare i
      criminali
      in mega labirinti futuristici in cui
      personaggi epici
      e armati di armi buffe fanno fuori questi
      portavoce del male !Troppo bello quel film!E Swarzy era proprio una delle "vittime", mentre ora essere passato dalla parte opposta.A proposito qual'era il nome del film?
      • lonehawk scrive:
        Re: non basta

        Troppo bello quel film!
        E Swarzy era proprio una delle "vittime",
        mentre ora essere passato dalla parte
        opposta.
        A proposito qual'era il nome del film?L'implacabile (titolo originale "The running man"), tratto da un libro di Stephen King, con lo pseudonimo di Richard Backman (L'uomo in fuga, in italiano).Lone==================================Modificato dall'autore il 29/09/2004 9.46.00==================================Modificato dall'autore il 29/09/2004 9.56.03
        • Anonimo scrive:
          Re: non basta
          - Scritto da: lonehawk

          Troppo bello quel film!

          E Swarzy era proprio una delle
          "vittime",

          mentre ora essere passato dalla parte

          opposta.

          A proposito qual'era il nome del film?

          L'implacabile (titolo originale "The running
          man"), tratto da un libro di Stephen King,
          con lo pseudonimo di Richard Backman (L'uomo
          in fuga, in italiano).Io ne avevo il gioco per Commodore 64 :D(ce l'ho tuttora)
          • Anonimo scrive:
            Re: non basta
            beh pensa che fortuna, in america ce l'hanno in versione reale e come campo di battaglia lo stato intero
  • Anonimo scrive:
    Fanculo.........
  • Anonimo scrive:
    Per piacere...
    ....la smettete di chiarlo Schwarzy?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per piacere...

      ....la smettete di chiarlo Schwarzy?per quale diavolo di motivo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Per piacere...
        - Scritto da: Anonimo

        ....la smettete di chiarlo Schwarzy?

        per quale diavolo di motivo?2 motivi:1) si chiama Schwarzenegger2) è un nomignolo veramente ridicolo ed infantile per un uomo che (tra l'altro) è stato 5 volte Mr Olympia
        • Anonimo scrive:
          Re: Per piacere...

          1) si chiama Schwarzenegger
          2) è un nomignolo veramente ridicolo
          ed infantile per un uomo che (tra l'altro)
          è stato 5 volte Mr OlympiaAnche il nano/bandana/ecc:1) si chiama Berlusconi2) è presidente del consiglioAnche "er piacione"1) si chiama Rutelli2) è deputatodevo continuare oppure possiamo tranquillamente soprassedere su quello che è un uso ormai frequentissimo di appellativi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per piacere...
            - Scritto da: Anonimo

            1) si chiama Schwarzenegger

            2) è un nomignolo veramente
            ridicolo

            ed infantile per un uomo che (tra
            l'altro)

            è stato 5 volte Mr Olympia

            Anche il nano/bandana/ecc:
            1) si chiama Berlusconi
            2) è presidente del consiglio

            Anche "er piacione"
            1) si chiama Rutelli
            2) è deputato

            devo continuare oppure possiamo
            tranquillamente soprassedere su quello che
            è un uso ormai frequentissimo di
            appellativi?Li chiamano cosi anche su una testata giornalistica?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per piacere...

            Li chiamano cosi anche su una testata
            giornalistica?hai controllato "dindi"?
        • Anonimo scrive:
          Re: Per piacere...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ....la smettete di chiarlo
          Schwarzy?



          per quale diavolo di motivo?

          2 motivi:

          1) si chiama Schwarzenegger
          2) è un nomignolo veramente ridicolo
          ed infantile per un uomo che (tra l'altro)
          è stato 5 volte Mr OlympiaE' stato 7 volte Mr Olympia (1970-75 e 1980)Cool_mode
        • Anonimo scrive:
          Re: Per piacere...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ....la smettete di chiarlo
          Schwarzy?



          per quale diavolo di motivo?

          2 motivi:

          1) si chiama Schwarzenegger
          2) è un nomignolo veramente ridicolo
          ed infantile per un uomo che (tra l'altro)
          è stato 5 volte Mr OlympiaAggiungerei un terzo mitivo, schwarzy si chiama pure il cane della barale
    • Anonimo scrive:
      Re: Per piacere...
      Va bene se lo chiamo Esen?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per piacere...
      - Scritto da: Anonimo
      ....la smettete di chiarlo Schwarzy?Terminator ?S.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per piacere...
      - Scritto da: Anonimo
      ....la smettete di chiarlo Schwarzy?sempre meglio di 'bubi', come veniva chiamato Stallone in una nota? pubblicita' :))
      • Anonimo scrive:
        Re: Per piacere...
        secondo me tutto questo c'entra un sacco con l'articolocmq uno puo chiamare come gli pare quel bambacione di terminator che tanto non si offende mica, ha le spalle grosse lui
Chiudi i commenti