Gene Kan si è suicidato

Il padre di Gnutella e di molti altri progetti internet si è tolto la vita. Lo ha comunicato Sun Microsystems, colosso per il quale lavorava. La sua visione ha portato il peer-to-peer all'attenzione di tutti

Roma – Ha suscitato emozione ieri dentro e fuori dalla rete la notizia del suicidio lo scorso 29 giugno di Gene Kan, giovanissimo pioniere delle tecnologie di rete nonché autore di una serie di progetti di massimo interesse. Tra questi, Kan è stato colui che ha portato al mondo dell’open source il più celebre dei network peer-to-peer: Gnutella.

La morte di Kan, a soli 25 anni, arriva dopo un lunghissimo periodo di forte depressione. Stando ai suoi colleghi e amici per molto tempo chi gli ha voluto bene ha cercato di aiutarlo a risalire la china. “Abbiamo fatto tutto il possibile – ha spiegato a Wired Cody Oliver, partner di Kan in uno dei tanti progetti, quello della rete di ricerca peer-to-peer gonesilent.com – Lo abbiamo indotto a provare il Prozac, gli abbiamo suggerito di rivolgersi alle hotline sul suicidio. Lui ci aveva promesso che non avrebbe fatto nulla di drastico. Ma ora se n’è andato, ed è veramente dura”.

Proprio con gli amici di gosilent.com Kan aveva anche dato la scossa vitale alla nascita di Infrasearch, un sistema di ricerca basato sulla sua visione di computing distribuito che aveva fatto gola a Sun Microsystems, azienda che impiegava Kan e che aveva acquisito Infrasearch.

Non è un caso che proprio su gosilent in queste ore venga pubblicato il più sentito tributo in rete per la scomparsa del wiz kid del file-sharing.

Un piccolo specchio di Gene Kan si può visitare recandosi sul suo weblog This Place Sucks .

Tim O’Reilly, della O’Reilly Publishing, ha affermato che “Gene fu uno dei primi a lavorare sul fatto che l’idea della condivisione di file via peer-to-peer non riguardava solo la musica e che si trattava invece di un potente approccio ai problemi del networking”. “Sono stati Gnutella e Freenet – ha continuato O’Reilly – ad aver catturato l’attenzione di tutti gli esperti, più di Napster”.

Gene Kan A quanto pare Kan, nonostante le innegabili doti e riconoscimenti, era convinto di aver prodotto solo dei fallimenti e anche questo avrebbe intaccato nel tempo la propria salute psicologica. Non sono noti altri dettagli di quanto avvenuto, ripreso dai media con enorme ritardo, e la famiglia ha fatto sapere di non volere funerali pubblici.

All’Università di Berkeley, in California, sono già in corso i preparativi per lanciare un memorial fund dedicato a Gene Kan. Lì, alla facoltà di Ingegneria, Kan nel 1997 si è laureato con specializzazione in ingegneria elettronica e scienze informatiche.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    censure danesi ?
    leggendo questa notizia ho pensato al casinaccio danese e alla maglietta di calderoli.trovo buffo che molti adesso paladini della libertà contro l'oscurantismo religioso prima erano i primi a stigmatizzare il comportamento dei vignettisti danesi.cosa si direbbe se una delle magliette del tipo la indossasse un marco pannella ?si avrebbero le stesse reazioni avute per quella di calderoli ?
  • Anonimo scrive:
    VATICANO...
  • Anonimo scrive:
    gdf schiavi...
    chiudendo il sito o meglio forse tentando di chiuderlo date forza solo alla chiesa pedofila....pensate finanzieri che un giorno i vostri figli potrebbero cadere proprio nelle mani loro...bravi sarebbe la giusta punizione...e chissa' che DIO non voglia proprio questo......ehehehheheh.....comunque la liberta' in italia ancora una volta e' stata violata della legge..assurdo ma vero....ribelliamoci alla sciavito su internet ne va del nostro futuro....e gli hacker gia' lo hanno fatto.....
  • Anonimo scrive:
    Et FIAT LINUX!!!
    Benedicat vos omnipotens UNIX.In principio era il CAOS (WinzOz)e l'uomo vagava per le oscure plaghe degli OS proprietari, nel ribollire magmatico di orrendi antri allignavano le fiere dell'apocalisse(msDos-Word-Excel) ed accoppiandosi incestuosamente in orride contorsioni producevano sempre nuovi mostri(windows-office-visualbasic-access). Essi si scagliavano a tormentare i miseri traendone sangue e disperazione nella certezza arrogante della loro intangibile, schiacciante, proterva, demente, crudele, ignobile, abbietta, malvagia, spregevole superiorità.ALTE ERANO LE GRIDA DI DOLORE DELL'UOMO!!!!GRANDE FU LA SUA SOFFERENZA!!!MA INFINE.......ALLELUIA FRATELLI!!!!!!!IL MESSIA E' GIUNTO!!!!!GIORNO DI LUCE!!!!!!!!!!AMATEVI FRATELLI e SORELLE!!!!!!!!DISINSTALLATE LE FORZE DEL MALE!!!!!!AMATE LINUS NOSTRO PADRE E FRATELLO!!!!!AMEN FRATELLI E SORELLE !!!!!APRITE IL VOSTRO PC AL BENE E ALLA GIUSTIZIA!!!!AMEN FRATELLI E SORELLE !!!!!GETTATE LA BESTIA NELL'ANTRO !!!!!RIGETTATE IL SUO VITUPERATO NOME !!!!!!CHE ESSO RISUONI NELL'ADE!!!IVI SARA' TERRORE E STRIDOR DI DENTI !!!!E SCHERMI BLU RIPETERANNO IN ETERNO AL LORO DANNATO CREATORE (BILL GATES UNDEFINED ERROR THIS SYSTEM MUST BE FORMATTED!!!)AMEN FRATELLI E SORELLE !!!!!CHE LA PAROLA FREE VI DIA PACE!!!!CHE L'OPEN VI SOLLAZZI !!!!!!!!!MAI PIU' ADORERETE LA BESTIA!!!!!!!PACE IN CHIP AGLI OS DI BUONA VOLONTA'!!!AMEN!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Et FIAT LINUX!!!
      - Scritto da: FratelOSLinux....

      MAI PIU' ADORERETE LA BESTIA!!!!!!!

      PACE IN CHIP AGLI OS DI BUONA VOLONTA'!!!

      AMEN!!!!!!!!!

      And the beast shall be made legion. Its numbers shall be increased a thousand thousand fold. The din of a million keyboards like unto a great storm shall cover the earth, and the followers of Mammon shall tremble.from The Book of Mozilla, 3:31(Red Letter Edition)
  • Anonimo scrive:
    E allora il sito del Vaticano?
    Sono ateo e cittadino italiano. Trovo che il sito del Vaticano offenda la mia sensibilità, così come tutti gli altri siti a carattere religioso. Ho bisogno che un manipolo di prodi finanzieri si mettano per una ventina di mesi a mia disposizione affinché, pagati dallo stato, scovino e sgominino i santuari occulti di tale propapaganda oscurantista e bieco proselitismo. A chi devo chiedere?
  • Anonimo scrive:
    Internet è libero
    la bellezza di Internet come della televisione e che se una cosa non mi piace o da fastidio, basta cambiare. La libertà è quella dell'utente che fa le sue scelte, non di un'autorità che filtra alla fonte.C?!.
  • Anonimo scrive:
    Libertà non è offesa
    Mi sembra che libertà di espressione non significhi mai che qualsiasi persona possa offenderne altre: è una questione di semplice buon senso. Chi protesta per l'azione della Guardia di Finanza penso che "rimarrebbe male" se venisse fatta oggetto di insulti;la stessa policy di Punto Informatico vieta di offendere: è stupido o repressivo, allora, Punto Informatico?
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà non è offesa
      A quanto ho capito nessuno ha offeso direttamente nessun altro.Se un cattolico può sentirsi offeso nel leggere qualcosa come "PorcaMadonna" su una maglietta o su un sito (come ci è arrivato a quel sito poi boh), anche io che sono ateo posso sentirmi offeso nel vedere che in molti uffici e luoghi pubblici ci sono espliciti riferimenti alla religione cattolica, che le opere d'arte in Italia sono in gran numero in mano al clero, che Radio Vaticana può UCCIDERE a suo piacere e vantaggio senza essere toccata, che i preti cattolici possono VIOLENTARE bambini e a volte far tacere lo scandalo (come accaduto negli anni '80), e che in tutto questo debba essere ancora considerata la religione di stato!
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà non è offesa
        - Scritto da: A Rebel Angel
        che le opere d'arte in Italia
        sono in gran numero in mano al clero,Intelligentone, son state fatte per le chiese e riguardano argomenti religiosi, chi vuoi che le tenga, lo Stato "laico e democratico" con le opere d'arte ammassate nelle cantine dei musei spesso chiusi?Oppure per rimpinguare un po' le casse dello Stato "laico e democratico" le vendiamo ai privati, magari a due lire agli stessi amici e parenti dei rappresentanti dello Stato "laico e democratico"?Nella Chiesa ci sono un sacco di porcherie, è lampante, ma smettetela con la buffonata dello stato "laico e democratico" tutto onestà, diritti, amicizia e bimbi belli.
        • Anonimo scrive:
          Re: Libertà non è offesa
          .......tutto onestà, diritti, amicizia e bimbi belli. Magari fosse cosi, sarebbe bello vivere in un sogno, purtroppo la realta' e' ben diversa. Possono chiudere tutti i siti che vogliono (di scuse giuste o sbagliate se ne trovano a vagoni), ma (invece di chiudere gli occhi) sarebbe il caso di affrontare anche i veri problemi dell'umanita': fame, sete, inquinamento, abusi, una sempre maggiore distanza tra ricchi (pochi) e poveri (sempre di +). Se si potesse separare il potere religioso dal potere politico, economico, sociale, se......Scusate stavo sognando.SalutiLB
  • Anonimo scrive:
    aaaahhhK ! La religione di stato !!
    Ma come è possibile che esista ancorala "religione di stato" ????Forse ci siamo scordati che l'Italia e uno stato laico e "democratico".no credo che ci sia qualcosa di sbagliato nell'articolo !
    • Anonimo scrive:
      Re: aaaahhhK ! La religione di stato !!
    • Anonimo scrive:
      Re: aaaahhhK ! La religione di stato !!
      se non spostano il vaticano in siberia non cambierà mai nulla per noi italiani.........altri paesi lontani dal vatic-ano stanno bene.......noi siamo succubi.....ma arriverà il giorno eeeeeee se arriverà............
  • Anonimo scrive:
    Grande Cappato!
    Stupende le frasi di Cappato, che riassumono tutto l'accaduto.E' palese, e direi scandaloso: se il Papa alza la cornetta si possono impegnare le riosorse dello stato per "censurare" sitarelli che di illegale hanno ben poco (rispetto ad altri); se dei bambini vengono violentati dai preti, la Chiesa paga perché non se ne parli (come successo negli anni 80), se le persone muoiono a causa delle antenne vaticane non possono essere toccate, se Berlusconi viene assolto da 3-4 crimini grazie alla sua posizione, "che vuoi farci"...Lo strapotere della Chiesa Cattolica, ancora oggi in pratica "temporale", è il vero male da combattere, non persone che bestemmiano."Religione di stato"... Puah!
  • Anonimo scrive:
    censureranno anche noi?
    http://www.mab-punk.com e' il sito del gruppo in cui suono, i MAB.Facciamo Hardcore punk anarchico e ANTICLERICALE. Quando l'Osservatore Romano leggerà i nostri testi censurerà anche il nostro sito? :-(Nè dio nè padrone.- MAB
    • Anonimo scrive:
      Re: censureranno anche noi?
      - Scritto da: MAB Punk
      http://www.mab-punk.com e' il sito del
      gruppo in cui suono, i MAB.
      Facciamo Hardcore punk anarchico e
      ANTICLERICALE. Quando l'Osservatore Romano
      leggerà i nostri testi censurerà anche il
      nostro sito? :-(E' più probabile che lo faccia chiudere l'associazione oculisti
    • Anonimo scrive:
      Re: censureranno anche noi?
      si vabbe'....ste frasi da comunistoide puoi risparmiartele..svegliatevi "compagni"e' ora di lavorare..il Pretoriano
    • Anonimo scrive:
      Re: censureranno anche noi?
      1) il sito è illegibile, solo uno sotto effetto degli acidi riuscirebbe a capirci qualcosa.2) non so chi potrebbe ascoltare quelle canzoni, sono solo dei proclami delle vostre idee.3) fate meno gli alternativi solo per fare i fighi, fate ridere.4) che testi pallosi... gnagnagna, la chiesa, lo stato la patria, non ci venderemo, vinceremo noi... 5) cambia mestiere...
      • Anonimo scrive:
        Re: censureranno anche noi?
        Sei esattamente come i censori di cui sopra... come l'Osservatore Romano che censura e non tollera.Se ti dà fastidio il nostro sito, semplicemente non andarci. Ma se ci vai, sai cosa trovi, e non lamentarti. Tutto qui: nessuno pretende (e ci mancherebbe altro) che tu sia d'accordo con le nostre idee. Semplicemente rispettale anche (e soprattutto) se sono diverse dalle tue.Cordialmente,- MAB Punk.
        • Anonimo scrive:
          Re: censureranno anche noi?

          sopra... come l'Osservatore Romano che
          censura e non tollera.calma! censura per cosa? perchè ho detto che non sono d'accordo con te? è questa la tua libertà di parola?
          Se ti dà fastidio il nostro sito,
          semplicemente non andarci. chi ti ha detto che mi dà fastidio?per me il tuo sito puo' continuare ad andare avanti, dico solo che non ci andro' sicuramente piu'.ho semplicemente scritto:"1) il sito è illegibile, solo uno sotto effetto degli acidi riuscirebbe a capirci qualcosa."il giallo su rosso secondo te è leggibile?non so se sei stato tu a fare il sito, ma ha una leggibilità pessima, è un dato di fatto."2) non so chi potrebbe ascoltare quelle canzoni, sono solo dei proclami delle vostre idee."giudizio personale, non mi piace il punk, ma non penso che qualcuno ascolterebbe le vostre canzoni per i testi."3) fate meno gli alternativi solo per fare i fighi, fate ridere."lo penso davvero. i vostri testi sembrano cori da stadio o da girotondisti. ci mancava soltanto un "berlusconi ladro" e poi il frasario era completo."4) che testi pallosi... gnagnagna, la chiesa, lo stato la patria, non ci venderemo, vinceremo noi... "idem come sopra, vuotissimi slogan..."5) cambia mestiere..."fai leggere i tuoi testi a un musicista o un paroliere serio, vedrai se ti dirà di continuare...
          cosa trovi, e non lamentarti. infatti non mi lamento. sbaglio o prima invocavi la libertà di parola?il tuo sito non mi piace, mi vuoi denunciare per questo?
          Semplicemente rispettale
          anche (e soprattutto) se sono diverse dalle
          tue.ti ho già detto che non ce l'ho con te ne con le tue idee, per quanto non mi piacciano, ma il vostro gruppo mi sà tanto di "urla in libertà". senza offesa.
  • Anonimo scrive:
    Un'altra occasione perduta
    Non so se sia più cretino chi ha dato peso ad un sito cretino oppure chi abbia usato i finanzieri per scopi così deficienti.A questo punto è meglio se vengono usati dai loro capi per fare i traslochi oppure quando vanno (loro o le loro mogli) a "comprare" nei negozi dimenticandosi di "passare a pagare".Complimenti a tutti.
  • Anonimo scrive:
    A MORTE LA CENSURA A MORTE IL VATICANO...
    ... non dico a morte il papa perché tanto gli è rimasto poco (fortunatamente visto che fra lui e padre pio l'operazione di marketing per il rilancio del cattolicesimo è ormai compiuta).I risultati? la censura!un "reato d'opinione" può esistere solo in regime totalitario com'è quello italiano asservito alla chiesa ma... e i preti pedofili americani? nessuna punizione. E le antenne di Radio Vaticana? Non si può procedere legalmente perché si tratta di accordi fra stati. VERGOGNA! Intanto la nostra Guardia di Finanza, con i nostri soldi, si protrae in indagini lunghe ben 2 anni (!) per arrivare alla chiusura di 5 siti! Come dice Coppola: "Dio e la Tv l'abbiamo inventati noi. Possiamo spegnerli quando vogliamo! E premiamolo 'sto tasto!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A MORTE LA CENSURA A MORTE IL VATICANO...
      - Scritto da: Max Mari
      ... non dico a morte il papa perché tanto
      gli è rimasto poco o forse perché ancora una parte del tuo cervello funziona.
      I risultati? la censura!
      un "reato d'opinione" può esistere solo in
      regime totalitario com'è quello italiano
      asservito alla chiesa ma... e i preti
      pedofili americani? nessuna punizione.Falso. Ti informi su cosa succede nel mondo o stai sempre davanti ai siti a farti le pippe?
      E le
      antenne di Radio Vaticana? Non si può
      procedere legalmente perché si tratta di
      accordi fra stati. VERGOGNA!Quando hai ragione, hai ragione.
      Intanto la
      nostra Guardia di Finanza, con i nostri
      soldi, si protrae in indagini lunghe ben 2
      anni (!) per arrivare alla chiusura di 5
      siti! Come dice Coppola: "Dio e la Tv
      l'abbiamo inventati noi. Possiamo spegnerli
      quando vogliamo! E premiamolo 'sto tasto!!!Tu lo hai già spento da tempo, vedo. E non solo quello...responso: bocciato, torna alla prossima sessione
  • Anonimo scrive:
    Fanc***
    Alla chiesa e allo stato servo della religione
  • Anonimo scrive:
    l'italia contro primo emendamento (hahaha)
    link:http://www.cnn.com/2002/TECH/internet/07/22/borderless.internet.ap/index.html
  • Anonimo scrive:
    E qualcuno pensa di passarla liscia...
    ... dicendo "dio beato", eh si, perchè ho sentito anche qualcuno dire così in certe occasioni, è una bestemmia? beh, direi di si, visto il modo in cui la pronuncia.Non sono cattolico, non mi frega se c'è un sito blasfemo, sono degli sfigati che fanno critica fine a sè stessa, a cosa vogliono arrivare? a farci bestemmiare tutti? io non lo faccio e la penserò così ancora per un pò (non si sa mai).E' come la pubblicità comparativa, tutti sono bravi a criticare, bisogna dimostrare la validità delle proprie idee.Non si possono condividere le idee di tutti, si può solo rispettare l'intelligenza delle persone, quando c'è.Bello comunque il vespaio che si è sollevato e lel diverse opinioni, da quelle di nfc (coplimenti) a qualcuno che ci ha infilato anche il fatto dell'aborto (a chi ha detto "la decisione finale spetta alla donna" vorrei chiedere: "scusa ma tu dov'eri all'atto del concepimento?").Mi sa che ho fatto un pò di confusione anch'io, spero solo che qualcuno abbia capito il senso.
    • Anonimo scrive:
      Re: E qualcuno pensa di passarla liscia...
      mi sa' che confondi la tolleranza con la tolleranza delle tue idee.Mi spiego, tu riconosci agli altri di essere ignoranti o inetti se vogliono, cioe' gli permetti di esistere se vogliono, e plaudi l'intelligenza. Ma la tolleranza che c'e' oggi dei bianchi verso i neri, dei cattolici verso i musulmani, delle donne caste verso le donne che praticano l'aborto, degli intelligenti verso i bestemmiatori, non e' data dalle persone che come te ... "permettono" ma anche da chi non tollera che il Vaticano vieti la liberta' di espressione a chi vuole essere anche inetto o offendere se' stesso.Si puo' compiere una brutta azione anche non facendo nulla, ad esempio con l'omerta', o rimanendo in silenzio senza protestare quando qualcuno si erge a Dio in terra e pretende che tutti osservino il proprio credo come sacro e quindi perseguano chiunque non osservi il dogma: "Io sono il Signore Dio Tuo" chiunque non osservi il comandamento: "Non bestemmiare" .Secondo Te e' possibile rimanere in silenzio di fronte ad un'azione del genere? E' possibile tollerare? Si ha l'obbligo civile di protestare, di essere "intolleranti" verso chi ci nega i nostri diritti, giusti, intelligenti o inetti, turpi, diritti. Ti voglio ricordare, che tutti i diritti del secolo scorso sono stati conquistati in italia da proteste, da lotte, grazie al popolo sensibile che si e' mosso protestando e a persone che hanno combattuto, hanno fatto e continuano a fare scioperi della fame, della sete. Grazie a persone che hanno combattuto affinche' una donna avesse il diritto di separarsi legalmente dal proprio uomo, se questo la massacrava di botte, o anche semplicemente perche' non amava piu' . Grazie a persone che hanno fatto si' che tutti, uomini e donne avessero il diritto al voto.Grazie a persone come queste noi oggi possiamo vivere nei nostri appartamenti, con la nostra auto e anche se nasciamo sfigati perche' non siamo ricchi, possiamo separarci dal nostro coniuge se l'amore finisce, o possiamo cambiare partito o governo se il suo intollerante cattolicesimo ha leso troppi diritti civili.Auguro tutti di essere piu' tolleranti verso chi e' diverso da noi, e "intolleranti" verso chi vuole tornare al passato sopprimendo i nostri diritti.
    • Anonimo scrive:
      Re: E qualcuno pensa di passarla liscia...
      Io ho visitato un paio di volte porcamadonna.com (e faceva cagare, detto tra noi) ma ci sono voluto entrare IO, non sono venuti a citofonarmi loro.Tu hai le idee confuse di sicuro, ma non riesci nemmeno (e siamo nel 2002...) a capire che DEVE esistere la libertà di dire, scrivere e fare: la religione stia nelle chiese, nelle moschee e nei templi del cazzo, e le sue stronzate se le godano i credenti. La società deve obbedire a leggi che si basano su principi laici, oserei dire atei.E quei quattro stronzi che per due anni hanno dato la caccia ad uno che non ha fatto male a nessuno, si sarebbero guadagnati meglio lo stipendio combattendo l'evasione fiscale o il traffico di droga.A me dei vostri padreterni del cazzo non mi importa una sega e me li devo riteovare sempre in mezzo ai coglioni, maledetti loro, chi l'ha inventati e chi li prega.
  • Anonimo scrive:
    Dico la mia...
    In molti hanno confuso la religione, che uno decide di professare per intima scelta, con la chiesa intesa come istituzione.E' chiaro che sono concetti legati, però quando uno bestemmia, non lede gli INTERESSI del clero, ma ferisce, semmai, la SENSIBILITA' del credente.Se i termini credente, sensibilità, intima scelta, magari sembrano obsoleti, ridicoli, probabilmente quello che ho scritto sembrerà una stron#ata... però io insisto nel credere che chiedere rispetto per quello in cui si crede non sia sbagliato.La censura di questi siti mi sembra ha risvegliato reazioni decisamente poco democratiche nei confronti di chi crede.. basta leggere. Proprio perchè parlo di sentimento intimo, in fin dei conti me ne frego e probabilmente perdere la pazienza di fronte a tanta ostentata mancanza di rispetto è cosa sbagliata (se non altro inutile...), però ritengo comunque sia ridicolo insistere nella difesa del diritto a OFFENDERE. Vietare di offendere è sbagliato? Perchè? Quale vantaggio democratico ne guadagna una società che mantiene il diritto ad *offendere* in qualsiasi modo chi crede o chi non crede?Non pensate che siano proprio questi stupidi semi di odio a far crescere piante ben più lesive di una censura?Ragazzi... da quando ero piccolo (e ne sono passati di anni) non hanno fatto che ripetermi che la mia libertà finisce là dove comincia quella degli altri.. perchè allora insistere a vedere come una violazione della libertà quella che è invece la tutela della libertà degli altri? (ossia libertà di non essere offesi).Quanto al fatto che un sito non lo si vede fintantochè non ci si va sopra: non prendiamoci in giro, please.. qui non si parla di rotten.com... Detta la mia... cordiali saluti a lor signori ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Dico la mia...
      Eccone un'altro: tutto ciò che offende la tua sensibilità deve poter essere censurato. E quello che offende una sensibilità diversa, chi lo censura?La soluzione c'è: nessuno censura niente, così non facciamo nessun torto, e ciascuno legge (o guarda al cinema, o visita su internet ecc.) solo quello che gli interessa, così nessuno si offende.Certo che se uno è tanto stronzo da entrare dentro una cosa che si chiama porcamadonna.com essendo un cattolico fervente e poi si offende pure, allora non è qualunquista: è stronzo!
  • Anonimo scrive:
    non ci siamo....
    - Scritto da: 2000@nni.va
    Preghiera a san Michele Arcangelo

    Gloriosissimo Principe delle celesti
    milizie, Arcangelo san Michele, difendici
    nella battaglia contro le potenze delle
    tenebre e la loro spirituale malizia. Vieni
    in aiuto degli uomini creati da Dio a sua
    immagine e somiglianza e riscattati a gran
    prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei
    venerato dalla Chiesa quale suo custode e
    patrono, e a te il Signore ha affidato le
    anime che un giorno occuperanno le sedi
    celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace a
    tenere schiacciato satana sotto i nostri
    piedi, affinché non possa continuare a
    tenere schiavi gli uomini e danneggiare la
    Chiesa. Presenta all'Altissimo con le tue le
    nostre preghiere, perché discendano presto
    su di noi le sue divine misericordie, e tu
    possa incatenare il dragone, il serpente
    antico, satana, e incatenato ricacciarlo
    negli abissi, donde non possa più sedurre le
    anime. Amen.Mi è capitato diverse volte di recitarla. Davero bella. Peccato che tu non capisca che Satana ha tutt'altro aspetto. Altro che siti dove 4 ragazzotti mezzi matti, con quella voglia di "trasgredire" senza buttare sassi dai cavalcavia o andarsi a spalmare su un Olmo il sabato notte, scrivono parole, parole, solo un mucchio di parole. Io penso che il misericordioso Gesù Cristo non puo' fare a meno di farsi due grasse risate guardando i famosi siti incriminati.Sono ben altre le offese al Vangelo, al Padre Misericordioso che ama tutti i suoi figli, che valuta i FATTI e non le parole (persino i padri terrestri giudicano le azioni dei figli e non le parole!!).Lascia stare San Michele Arcangelo. E' abbastanza impegnato a lottare contro atrocità sataniche quali la pedofilia, i massacri di gente innocente per guerre organizzate esclusivamente per interessi economici, gli sprechi di fiumi di miliardi di danaro da parte di chi "ha potere" mentre c'e' gente che lascia la pelle per un seme che non ha, la brutalità di chi violenta la natura per il solito interesse economico. La lista è infinita, come tutti sapete. Anche i "grandi" lo sanno.Voglio portarvi un banalissimo esempio: secondo voi chi è il vero bestemmiatore: colui che scrive 4 battutacce su un sito sperduto nella rete o colui che intossica 5 miliardi di persone poichè "l'economia non permette di ridurre l'emissione del monossido di carbonio nell'atmosfera"?Purtroppo il mondo funziona così! I veri crimini contro l'umanità sono nascosti da poteri inimmaginabili, che davvero fanno pensare a diaboliche organizzazioni di forze occulte. Chi ci rimette è come al solito l'ultima ruota del carro, che magari grazie ad un forum anonimo ha permesso a qualcuno di sfogarsi e di trasgredire con il fumo delle parole.Ditemi che il sito è sconcio, che ci sono le leggi che vanno rispettate, bla bla, etc. ma PER FAVORE, non dite che lì c'e' il diavolo!! Quello sta altrove........
    • Anonimo scrive:
      Re: non ci siamo....
      Conosci la storia di quel tale che ripetendo, "eh sono ben altre le cose che ti uccidono!" si è fatto asportare tutte le dita della mano?- Scritto da: Una voce
      - Scritto da: 2000@nni.va

      Preghiera a san Michele Arcangelo



      Gloriosissimo Principe delle celesti

      milizie, Arcangelo san Michele, difendici

      nella battaglia contro le potenze delle

      tenebre e la loro spirituale malizia.
      Vieni

      in aiuto degli uomini creati da Dio a sua

      immagine e somiglianza e riscattati a gran

      prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei

      venerato dalla Chiesa quale suo custode e

      patrono, e a te il Signore ha affidato le

      anime che un giorno occuperanno le sedi

      celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace
      a

      tenere schiacciato satana sotto i nostri

      piedi, affinché non possa continuare a

      tenere schiavi gli uomini e danneggiare la

      Chiesa. Presenta all'Altissimo con le tue
      le

      nostre preghiere, perché discendano presto

      su di noi le sue divine misericordie, e tu

      possa incatenare il dragone, il serpente

      antico, satana, e incatenato ricacciarlo

      negli abissi, donde non possa più sedurre
      le

      anime. Amen.


      Mi è capitato diverse volte di recitarla.
      Davero bella. Peccato che tu non capisca che
      Satana ha tutt'altro aspetto. Altro che siti
      dove 4 ragazzotti mezzi matti, con quella
      voglia di "trasgredire" senza buttare sassi
      dai cavalcavia o andarsi a spalmare su un
      Olmo il sabato notte, scrivono parole,
      parole, solo un mucchio di parole.
      Io penso che il misericordioso Gesù Cristo
      non puo' fare a meno di farsi due grasse
      risate guardando i famosi siti incriminati.
      Sono ben altre le offese al Vangelo, al
      Padre Misericordioso che ama tutti i suoi
      figli, che valuta i FATTI e non le parole
      (persino i padri terrestri giudicano le
      azioni dei figli e non le parole!!).

      Lascia stare San Michele Arcangelo. E'
      abbastanza impegnato a lottare contro
      atrocità sataniche quali la pedofilia, i
      massacri di gente innocente per guerre
      organizzate esclusivamente per interessi
      economici, gli sprechi di fiumi di miliardi
      di danaro da parte di chi "ha potere" mentre
      c'e' gente che lascia la pelle per un seme
      che non ha, la brutalità di chi violenta la
      natura per il solito interesse economico. La
      lista è infinita, come tutti sapete. Anche i
      "grandi" lo sanno.
      Voglio portarvi un banalissimo esempio:
      secondo voi chi è il vero bestemmiatore:
      colui che scrive 4 battutacce su un sito
      sperduto nella rete o colui che intossica 5
      miliardi di persone poichè "l'economia non
      permette di ridurre l'emissione del
      monossido di carbonio nell'atmosfera"?

      Purtroppo il mondo funziona così! I veri
      crimini contro l'umanità sono nascosti da
      poteri inimmaginabili, che davvero fanno
      pensare a diaboliche organizzazioni di forze
      occulte. Chi ci rimette è come al solito
      l'ultima ruota del carro, che magari grazie
      ad un forum anonimo ha permesso a qualcuno
      di sfogarsi e di trasgredire con il fumo
      delle parole.

      Ditemi che il sito è sconcio, che ci sono le
      leggi che vanno rispettate, bla bla, etc. ma
      PER FAVORE, non dite che lì c'e' il
      diavolo!! Quello sta altrove........
      • Anonimo scrive:
        Re: non ci siamo....
        si pero' non è morto! Le cose che ti uccidono ti privano della vita, non delle dita.P.s.:anche tu che tradisci tua moglie, che guidi come uno str###o per le strade, che rubi lo stipendio perchè sul posto di lavoro tendi a non fare un c###o, che sc#pi solo per piacere, che vai in chiesa per abitudine, etc. etc. etc. sei peggio di chi fa finta di bestemmiare.
        • Anonimo scrive:
          Re: non ci siamo....
          Forse qualcuno (molto furbo e senza fare nomi), cerca di sviare la discussione su altri problemi piu' grandi, tentando di scagionare la bestemmia (definendola solamente come uno sfogo...).Bella trovata e complimenti per l'astuzia!Attenzione che anche i satanisti credono in DIo, solo che lo odiano e sanno benissimo che la bestemmia e' un veleno che aumenta il loro potere (quindi hanno interesse a parlare di liberta' di espressione e stronzate simili)!Concludo con una frase di Baudelaire ("poeta maledetto" e satanista, che si e' convertito al cristianesimo negli ultimi periodi della sua vita, anche se a scuola i testi comunisti non lo riportano....): "l'astuzia piu' grande del demonio e' di far credere nella sua non esistenza"Chi ha orecchie da intendere....
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo....
            - Scritto da: Dragon
            Forse qualcuno (molto furbo e senza fare
            nomi), cerca di sviare la discussione su
            altri problemi piu' grandi, tentando di
            scagionare la bestemmia (definendola
            solamente come uno sfogo...).
            Bella trovata e complimenti per l'astuzia!
            Attenzione che anche i satanisti credono in
            DIo, solo che lo odiano e sanno benissimo
            che la bestemmia e' un veleno che aumenta il
            loro potere (quindi hanno interesse a
            parlare di liberta' di espressione e
            stronzate simili)!
            Concludo con una frase di Baudelaire ("poeta
            maledetto" e satanista, che si e' convertito
            al cristianesimo negli ultimi periodi della
            sua vita, anche se a scuola i testi
            comunisti non lo riportano....): "l'astuzia
            piu' grande del demonio e' di far credere
            nella sua non esistenza"
            Chi ha orecchie da intendere....Ma che ca##o stai a dì :))La discussione semmai è sviata da coloro che ritengono giusta la chiusura di quei siti!! Il 90% dei post su questo forum E' CONTRO quella chiusura. Esattamente come il mio post.Tu bello mio non hai capito niente di Dio, satana, bestemmia e peccato. Dio è immenso e ti ama. Gli fa un baffo la tua bestemmia, anzi magari la accetta pure se serve a farti sfogare in un momento difficile anzichè rompere la testa a martellate a qualcuno. Certo sarebbe meglio evitare questo linguaggio offensivo e sconcio, oppure trovare questo "sfogo" nei sacramenti e nel vangelo. Però.... stai sicuro che le VERE bestemmie non sono le parole di quattro adolescenti che turpiloquiano in un sito "zozzo".La tua citazione è fuori luogo e rivela che scrivi tanto per scrivere. Chi ha detto che satana non esiste? Esiste eccome! Io ho scritto che non c'e' su quei siti mentre invece è ben presente altrove!Hai mai frequentato quei siti? Non c'e' ombra di satanismo! Solo qualche ragazzetto esaltato che si "fa il grande" scrivendo le "bestemmie" oppure qualche sedotto e abbandonato che si sfoga a parole, oppure qualcuno che decide di "buttare" la sua. Vuoi un consiglio? Pensa al bene e al male in chiave universale. Poi calati nella vita di tutti i giorni di miliardi di esseri viventi, umani e non. Cio' che va contro lo sbocciare della vita, contro la divina tendenza alla sopravvivenza dell'universo, contro l'innata innocenza dell'anima di tutti esseri è MALE. Tutto il resto puo' essere bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo....
            Mi sa' tanto che ti sei costruito una religione tutta tua!Rileggiti il Vangelo..Il Cristianesimo non e' un mix New Age!!!Se tuo figlio (non parlo di un bambino, ma di un adulto), insultasse tua madre dandole della porca, non credo che saresti cosi' contento e meno ancora se aprissero un sito insultandola.Non dire stronzate (lo sai bene come stanno le cose)......
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo....
            - Scritto da: DRAGON
            Mi sa' tanto che ti sei costruito una
            religione tutta tua!
            Rileggiti il Vangelo..
            Il Cristianesimo non e' un mix New Age!!!
            Se tuo figlio (non parlo di un bambino, ma
            di un adulto), insultasse tua madre dandole
            della porca, non credo che saresti cosi'
            contento e meno ancora se aprissero un sito
            insultandola.
            Non dire stronzate (lo sai bene come stanno
            le cose)......Non hai capito il senso del mio messaggio.Meglio chiamare la mamma "porca" anzichè sgozzarla.
    • Anonimo scrive:
      Re: non ci siamo....
      E PADRE PIO? DOVE LO METTIAMO? MA VUOI METTERE CHE PO' PO' DI MIRACOLI CHE TI FA PADREPIO?E POI DIMENTICHIAMO I CHERUBINI, I SERAFINI?IL DIAVOLO CI HA LE CORNA E IL FORCONE CI HA, E PUZZA ANCHE DI ZOLFO (UN PO' COME CERTE SCORREGGE) E SI COMBATTE SOLO PREGANDO L'ARCANGELO SOUNASEGA.OLTRE MEZZO MILLENNIO FA TERMINAVA IL MEDIOEVO, MA QUALCUNO SE L'E' PORTATO APPRESSO...
  • Anonimo scrive:
    offesa alla religione dello Stato mediante vilipen
    ma non eravamo uno Stato LAICO ?allora, io che son buddista quando vedoueueue.zioBu**a.com cosa dovrei dire ?Cmq sono d'accordo a togliere quello che è mediamemente offensivo, non solo su Internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: offesa alla religione dello Stato mediante vilipen
      E' giusto che venga chiuso anche quel sito.Hai la mia totale comprensione.CIao
    • Anonimo scrive:
      Re: offesa alla religione dello Stato mediante vil
      - Scritto da: Stato LAICO
      ma non eravamo uno Stato LAICO ?Infatti le ingiustizie laiche superano di gran lunga quelle attribuite (a volte a ragione, altre istericamente) alle religioni.
      allora, io che son buddista quando vedo
      ueueue.zioBu**a.com cosa dovrei dire ?Dovresti sentire una fitta al cuore, ma per fortuna non lo vedi perché non c'è: le cafonate che attirano i citrulloni sono solo quelle rivolte a chi sappiamo.
      Cmq sono d'accordo a togliere quello che è
      mediamemente offensivo, non solo su
      Internet.Meno male, finalmente una persona CIVILE... ma allora che c'entra la prima domanda che hai fatto?
    • Anonimo scrive:
      Re: offesa alla religione dello Stato mediante vilipen
      E bravo il nostro censore: ossia tu vorresti andare ad eliminare dalle biblioteche i libri offensivi, dai cinema i film offensivi, da internet i siti offensivi.Nell'ottica di una società liberale sei un troglodita.Ma se un giorno prende il potere il partito degli atei, e giudica offensiva la tua religione (che, al pari di tutte le altre, offensiva lo è: per l'intelligenza...) come te metti?Ti fanno un culo così! Non è meglio EVITARE di andare dentro porcamadonna o porcobudda punto come e lasciare che i pirla che l'anno fatto ci si sfoghino da soli?
  • Anonimo scrive:
    VATICANO=MAFIA
    Si Possono perdere due anni di lavoro per una bestemmia! Stando per le strade ne avrebbero trovati molti di più.Questo aimè e il triste epilogo dell'italietta di Berlusca.NB. Per Credo in DIO non nel Vaticano!
    • Anonimo scrive:
      Re: VATICANO=MAFIA
      Che il Vaticano sia una sorta di mafia, non credo ci siano molti dubbi.Spero tanto che gli italiani si rivoltino, ma sul SERIO.- Scritto da: zuvitale
      Si Possono perdere due anni di lavoro per
      una bestemmia!
      Stando per le strade ne avrebbero trovati
      molti di più.
      Questo aimè e il triste epilogo
      dell'italietta di Berlusca.
      NB. Per Credo in DIO non nel Vaticano!
      • Anonimo scrive:
        Re: VATICANO=MAFIA
        Ma che cacchio vuol dire come i mafiosi? Non dire cazzate... si diceva soltanto che la Chiesa deve imparare a farsi un attimino i cazzi suoi e se proprio vuol rompere i coglioni a qualcuno non lo faccia con un sito che potenzialmente è meno di zero, se la prenda con quei cazzo di arabi di merda che di continuo minacciano di far saltare chiese e quant'altro! No, è più facile prendersela con un sito che alla fine può ben poco per difendersi... complimenti!
  • Anonimo scrive:
    Ecco i siti sequestrati in chiaro qui
    In questa pagina si trova la versione di maggio 2001 di uno dei siti sequestrati.Su www.archive.org - un vero e proprio museo del web - è possibile rintracciare vecchie versioni di siti web compresa questa, oggi posta sotto sequestro.http://web.archive.org/web/20010515202307/http://www.porcamadonna.com/Per la serie: come eravamo......
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco i siti sequestrati in chiaro qui
      Uuuuh, graaaazieee...c'era gente che stava già strappandosi i capelli per non poter vedere quei siti tanto interessanti!Qualcosa di serio, adesso:http://www.capital.it/capital/scandali.jsp?idCategory=4120&idContent=254113Per la serie: quanto siamo tonti... (pensiamo a difendere le bestemmie e i siti di zoticoni imbroglioni, di tutto il resto chi se frega...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco i siti sequestrati in chiaro qui
        Capisci perchè le cose non vanno? La gente si infiamma per princìpi idioti... è la logica del muro contro muro.. non importa l'oggetto della discussione, se una cosa, qualsiasi, arriva da posizioni opposte alle proprie, bisogna fare la guerra-santa (si fa per dire, almeno in questo caso....), a prescindere da tutto...Lo trovo ridicolo e grave.- Scritto da: nuvolone
        Uuuuh, graaaazieee...

        c'era gente che stava già strappandosi i
        capelli per non poter vedere quei siti tanto
        interessanti!

        Qualcosa di serio, adesso:

        http://www.capital.it/capital/scandali.jsp?id

        Per la serie: quanto siamo tonti...
        (pensiamo a difendere le bestemmie e i siti
        di zoticoni imbroglioni, di tutto il resto
        chi se frega...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco i siti sequestrati in chiaro qui
          Vi ci voleva un pochino di Unione Sovietica vai, ve la insegnavo io la libertà
  • Anonimo scrive:
    1000 ?
    Ci sono riuscito ?
  • Anonimo scrive:
    Non ho niente da dire !!!
    va vaiiii!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Non ho niente da dire !!!
    forse
  • Anonimo scrive:
    Non ho niente da dire !!!
    Ma forse arriviamo a 1000
  • Anonimo scrive:
    Una trovata interessante!
    La trovata del governo italiano di investire i soldi dei cittadini italiani, nella ricerca di siti con immagini blasfeme, è stato sicuramente un ottimo metodo per confermare il suo interesse a reprimere la libertà di molti cittadini e per arruffianarsi sempre di più il Vaticano, da sempre vicino al fascismo.Il parlamento di questa ultima legislatura, non ha certo la fama di essere frequentato da gente al di sopra di ogni sospetto: come dimostrano i precedenti penali di molti parlamentari di forza italia e del presidente Berlusconi.Questo avvenimento dovrebbe far riflettere: perchè il governo italiano finanzia le fiamme gialle per reprimere la libertà d'espressione?non sarebbe meglio utilizzarle per reprimere le frodi fiscali come "falsi in bilancio", "finanziamenti illeciti", "corruzione" e "concussione"? Ma come ben si sa, queste parole non suonano bene alle orecchie del nostro presidente del consiglio! quindi la domenica andate a messa e rendete grazie a Dio e a Berlusconi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Una trovata interessante!
      - Scritto da: PunKaneda
      La trovata del governo italiano di investire
      i soldi dei cittadini italiani, nella
      ricerca di siti con immagini blasfeme, è......Ma si ?!?!?!?E io che pensavo che ad aprire un'indagine ci pensasse la Magistratura...Ora scopro invece che è compito del Governo...Non si finisce mai di imparare....
    • Anonimo scrive:
      Re: Una trovata interessante!
      al di là di come ti ha fatto notare tex che l'apertura d'indagine è compito dell'organo esecutivo, desidero far presente che se anche un "governo" avesse autorizzato l'indagine questo risale ad un paio di anni fa.Nulla è più sprecato del tempo speso a parlare quando il silenzio sarebbe stato più opportuno.
  • Anonimo scrive:
    Per chi vuol leggere...
    Fra Benigni e Dio(di Antonio Socci)Bigotta, repressa, censoria com'è, la Cultura italiana (quella con la "C" maiuscola per sua pretesa e per boria) è rimasta profondamente scandalizzata e imbarazzata dalla performance di Roberto Benigni a Sanremo. C'era una volta il sesso, il sapore della trasgressione, il fascino del proibito. Oggi non c'è più. Il sesso è servito in televisione, nelle edicole, sui manifesti pubblicitari, al cinema e su internet in tutte le salse e a tutte le ore: un'indigestione. I nostri figli ne sanno più di un ginecologo. Non a caso ieri Cristiano Gatti sul Giornale raccontava della crisi di Playboy, in decadenza "per mancanza di tabù".Se l' "osceno" è letteralmente ciò che sta "fuori della scena", il sesso è oggi la cosa meno oscena che ci sia. Infatti non fa più scandalo. Solo i pretini di un certo "settimanale cattolico" potevano ritenere la loro recente campagna pubblicitaria "provocatoria" perché mostrava un fondoschiena femminile in jeans. Sai che scandalo! Ben più "scandalosi" e "provocatori" sarebbero stati se avessero rappresentato sui cartelloni Gesù (magari con il volto che gli dà Caravaggio). Già, perché proprio Lui è diventato oggi il nome imbarazzante, ciò di cui tutti hanno nostalgia e desiderio, che tutti commuove, ma di cui non si parla, di cui nei salotti, sui giornali, è imbarazzante parlare mettendosi in gioco personalmente.Lo ha dimostrato la clamorosa performance di Benigni a Sanremo. Ovvio, normale, del tutto scontato finché ha parlato di sesso, ha cercato di entrare sotto la sottana dell'Arcuri e ha toccato il pirulino a Baudo (del resto l'hanno fatto tutti, da Fiorello alla Ferilli). Scioccante quando ha recitato la bellissima preghiera alla Vergine di Dante. Diciamolo: gli intellettuali dei girotondi e dei palavobis sono profondamente delusi perché Benigni non ha fatto a pezzi Berlusconi, ma anche molto seccati per tutto quel suo gran parlare di Dio, di sant'Agostino e della Vergine Maria (quel parlarne - si noti - con emozione personale e affetto).Imbarazzo che Dario Fo ha cercato di dissimulare dicendo che "lo scarto è stato troppo forte" e che Bernardo Bertolucci ha confessato: "in fondo la cosa più 'scandalosa' che ha detto sono stati proprio quei versi di Dante".La nostra, anche quella giornalistica, è un'intellighentsia bigotta, repressa, censoria e ha reagito come i preti di una volta reagivano quando c'era qualche allusione al sesso. Censurando. Ho atteso per tre giorni di trovare qualcuno sui giornali che s'interrogasse su quella preghiera che Benigni ha voluto recitare (emozionatissimo) e sul brivido che ha attraversato 20 milioni di persone, ma nulla. Neanche ci si è interrogati sull'abissale diversità fra il Benigni dell'"Inno al corpo sciolto", goliardo da Casa del popolo, e il Benigni (cristiano?) che da tempo si sta proponendo, con discrezione, ma che sabato sera si è clamorosamente esposto, con vero, grande coraggio, quando si è messo a parlare della Vergine Maria come la donna più meravigliosa e dolce.Non so se Benigni si sia "convertito", se sia semplicemente "tornato" alla fede che respirava da bambino nelle campagne toscane, ma è difficile non restare toccati quando gli senti dire - quasi di sfuggita, sottovoce - "l'amore è la mano di Dio sulla spalla dell'uomo". Così scandaloso che nessuno ha voluto interrogarsi su quello che vuol dirci di sé, sul suo personale cammino di uomo. Fanno finta di nulla. Una trovata poetica o comica, dicono. Parlano d'altro. Per esempio di Berlusconi (e chi altro?).Il fastidio è evidente. L'irritazione traspare dal silenzio. Ma immagino la faccia di Paolo Flores d'Arcais, di Eugenio Scalfari, di Giorgio Bocca, di Furio Colombo e di Antonio Tabucchi in quei lunghi tre minuti di silenzio teso in cui risuonava la più grande poesia italiana: "umile e alta più che creatura". Immagino la faccia di Dario Fo. Si aspettavano una cascata di volgari sberleffi a Berlusconi e hanno sentito una preghiera. Fa trasalire l'allegria e la commozione di questo Benigni, a confronto della tristezza funerea e del settarismo dei Moretti e del morettismo. La "differenza" è proprio in quell'allegria e in quell'emozione positiva da innamorato.Certo, sui giornali si pontifica di religione, ma come se si parlasse di giardinaggio, di una cosa. Quello che invece colpisce, commuove, apre dentro di noi voragini di nostalgia, è quando "accade" qualcosa, quando si parla di "qualcuno". Capita nelle conversioni. Anni fa - con la vulnerabilità dei bambini - Giovanni Testori, un grande scrittore, un poeta "scandaloso", raccontò sul Corriere della sera come aveva abbracciato lo scandalo supremo, la croce di Gesù Cristo, il segno dell'amore più grande.Nei prossimi giorni uscirà un libro che riproporrà questo scandalo: Conversione. Un libro intervista di Vittorio Messori con Leonardo Mondadori, il simbolo della casa editrice laica più importante della storia italiana, che è approdato infine al porto di cui parlava Agostino quando scriveva: "hai fatto il nostro cuore inquieto finché non riposi in Te".Lo stesso intervento di Oriana Fallaci - diventato un best-seller - contiene una sua personalissima confessione totalmente censurata nella discussione pubblica che se n'è fatta. Eppure è impossibile non restare colpiti dalle sue parole quando confida: "bando alle chiacchiere. la gente come me ha un bel dire: io-con-la-chiesa-cattolica-non-c'entro. C'entro, ahimè, c'entro. Che mi piaccia o no. E come farei a non entrarci? Sono nata in un paesaggio di chiese, conventi, Cristi, Madonne, Santi. La prima musica che ho udito venendo al mondo è stata la musica delle campane. Le campane di Santa Maria del Fiore. E' attraverso quella musica, quel paesaggio che ho imparato cos'è l'architettura, cos'è la scultura, cos'è la pittura, cos'è l'arte. E' attraverso quella chiesa (poi rifiutata) che ho incominciato a chiedermi cos'è il Bene, cos'è il Male. Con tutto il mio laicismo, il mio ateismo, sono così intrisa di cultura cattolica che essa fa addirittura parte del mio modo di esprimermi. E poi. la musica delle campane mi piace tanto. Mi accarezza il cuore. Mi piacciono pure quei Cristi e quelle Madonne e quei Santi. Infatti ho la mania delle icone".E poi racconta della cappellina che c'è nella sua casa di campagna, in Toscana, e di come lei stessa la pulisce: "nonostante la mia educazione laica mi ci trovo a mio agio. Nonostante il mio mangiapretismo mi ci muovo con disinvoltura. E credo che la stragrande maggioranza degli italiani ti confesserebbe la medesima cosa (a me la confessò Berlinguer)".In privato. Ecco, questo è il punto. Finito l'ateismo militante riscopriamo il cristianesimo di cui siamo imbevuti, ma non abbiamo il carattere e la serenità (che invece c'è, per esempio, negli Stati Uniti), di parlarne, innanzitutto a noi stessi. Gianni Vattimo, che un po' s'inventa un cristianesimo a suo uso e consumo, nel suo recente libro, Dopo la cristianità, una cosa interessante e pr
    • Anonimo scrive:
      Re: Per chi vuol leggere...

      Ecco, questo è il punto. Finito
      l'ateismo militante riscopriamo il
      cristianesimo di cui siamo imbevuti, ma non
      abbiamo il carattere e la serenità (che
      invece c'è, per esempio, negli Stati Uniti),
      di parlarne, innanzitutto a noi stessi.Forse l'avrai riscoperto tu, ma ti assicuro che non è un fenomeno diffuso...
      Gianni Vattimo, che un po' s'inventa un
      cristianesimo a suo uso e consumo, nel suo
      recente libro, Dopo la cristianità, una cosa
      interessante e provocatoria la dice: "il
      silenzio della filosofia su Dio sembra oggi
      privo di ragioni filosoficamente rilevanti".
      Eppure tramontata la critica positivista
      alla fede e quelle hegeliana e marxista -
      osserva Vattimo - "una filosofia che ha
      preso atto del venir meno delle ragioni
      dell'ateismo, può davvero allearsi con la
      nuova religiosità popolare". Invece i
      filosofi eludono la questione semplicemente
      "non parlando di Dio", e continuano a
      ritenersi irreligiosi o atei "per pura
      abitudine, quasi per una sorta di inerzia".mi piacerebbe saper perchè sarebbero venute meno le ragioni dell'ateismo... questa non la sapevo. Forse se ne sono accorti solo i filosofi...
      E' anche questa censura che rende
      terribilmente asfittica, triste, sterile la
      cultura italiana. Ma soprattutto la vita.non mi ero mai accorto che la mia vita fosse asfittica... ma se lo dice sto tizio qui... in fondo capisce anche di filosofia...PSIn ogni caso preferirei leggere qualcosa scritto di prima mano
      • Anonimo scrive:
        Re: Per chi vuol leggere...
        - Scritto da: MAx
        In ogni caso preferirei leggere qualcosa
        scritto di prima manoGià, ma in questi ultimi giorni sembra vada di moda fare il copia/incolla...
      • Anonimo scrive:
        Piccola provocazione:)
        Pero' bisogna ammettere che le piu' alte espressioni del pensiero umano sono state concepite in tempi in cui il rapporto con il trascendente era piu' forte e per lo piu' da persone non Atee....
        • Anonimo scrive:
          Re: Piccola provocazione:)
          Gia', piu' ti discosti da Dio e piu' ti abbassi al livello "bestia" (ribadisco bestia, non animale, quelli poverini sono migliori...).Questo forum e' pieno di bestie capaci di formulare solamente bestemmie e non un solo pensiero....E poi gira e rigira li trovi su altri forum a parlare di liberta', di rispetto (quello che loro non sanno dare neanche a Dio), di progresso, di violenza (quella verbale sembra essere ammessa sotto forma di bestemmia, quella fisica la condannano (specialmente se e' contro di loro), se invece e' indirizzata contro la CHiesa, sono pronti a chiudere entrambi gli occhi..), sono contro la pena di morte ma difendono l'aborto (leggi vigliacchi, assassini di innocenti), etc.. E poi si scandalizzano se gli dici che gli spaccheresti la faccia!Checche , puah!!Ps.= per gli abortisti: se avete le palle (ne dubito), andate sul sito http://web.tiscali.it/prolife/e rendetevi conto di cosa sostenete.
  • Anonimo scrive:
    Come organizzarsi?
    Salve! trovo scandaloso quello che e' successo, considerando che gli unici siti oscurati sono quelli anticlericali, che formalmente non violano alcuna legge(20 mesi di indagine della GDF, 20 mesi, un'enormita', indagassero sui conti degli evasori fiscali, molti dei quali al governo). I siti xenofobi, di estrema destra in aperta violazione di norme del codice penale, non sono mai stati toccati.La domando che mi pongo e': come possiamo organizzarci, per impedire che queste cose non capitino piu'? Siamo in qualche migliaio, tra quelli che lurkano e quelli che scrivono, credo che potremmo fare una discreta pressione.Grazie a tutti, Vanni Fucci
    • Anonimo scrive:
      Re: Come organizzarsi?
      Ecco come organizzarti per far pressione:prendi una pistola carica, puntatela alla tempia e fai "pressione" sul grilletto.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Come organizzarsi?
      Raccogliete le firme per un referendum (vedi post "REFERENDUM") e poi vediamo come finisce...
  • Anonimo scrive:
    APPELLO ai visitatori di punto informatico
    Chi di voi è convinto che l'articolo scritto dal prete (Angelo Maria Gates) con qualcosa nel culo sia *completamente* una cretinata scriva un reply a questo thread.
  • Anonimo scrive:
    Posto per tutti !!
    Per me possono scrivere e mettere online quello che vogliono a patto che nessuno ci rimetta in liberta di esperssione o che venga accusato qualcuno ingiustamentedi cretimate su internet c'e' ne sono molte una piu una meno per me non fa nessuna differenzaqualunque cosa si pubblichi non deve essere fatta senza il consenso di chi e' il soggetto del sito.Poi non nominare il nome di dio invanoscusa ma qual'e il nome di dio ?dio serpentedio coccodrillodio anubiquanti dii volete ?nella religione cattolica non viene messo il nome di DIO quindi dire dio cane non offende DIO in quanto non c'e' il nome.COME si chiama DIO ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Posto per tutti !!
      - Scritto da: che nome ha dio ?
      COME si chiama DIO ???Senti maaaaaaaaa... di che colore era il cavallo bianco di Napoleone?
  • Anonimo scrive:
    www.ua(eccetera).it
    Scusate, ma vi rendete conto che se il problema fosse il Vaticano o chi per esso contro la libertà di pensiero, anche 'sto sito (www.uaar.it) sarebbe stato chiuso da tempo?Avete mai visitato i siti dell'articolo in questione? Dove sta il pensiero?Avete abbastanza neuroni collegati per distinguere "pensiero" da "cafonate" e "link a dialer" e per distinguere "libertà" da "rispetto e convivenza civile" ?
    • Anonimo scrive:
      Re: www.ua(eccetera).it
      - Scritto da: nuvolone
      Scusate, ma vi rendete conto che se il
      problema fosse il Vaticano o chi per esso
      contro la libertà di pensiero, anche 'sto
      sito (www.uaar.it) sarebbe stato chiuso da
      tempo?Sinceramente credo che se la legge lo permettesse sarebbe effettivamente stato chiuso. Fra parentesi mi piacerebbe sapere perchè quella legge protegge esclusivamente la religione cattolica. Forse un sito di nome 'porcobudda.com' avrebbe maggior diritti di stare in rete? Credo di no... Allora bisognerebbe proteggere tutti... invece...
      Avete mai visitato i siti dell'articolo in
      questione? Dove sta il pensiero?Non ho visto i siti, ma non metto in dubbio che non in dubbio che il 'pensiero' fosse piuttosto 'rarefatto' lì dentro... però se è sufficiente che qualcuno si senta offeso per chiuderli, comincio a preoccuparmi. Non essendo, quello dell'offesa, un criterio oggettivo nessuno ci garantisce che un domani anche UAAR possa essere chiuso perchè qualche cardinale si è sentito offeso...Intendiamoci, penso che certi siti non dovrebbero esserci, ma questo risultato dovrebbe essere ottenuto tramite il buonsenso, non attraverso la legge. Questo perchè una legge che consenta di intervenire in questo modo, può consentire di intervenire anche in modi che provocherebbero danni ben più gravi...
      Avete abbastanza neuroni collegati per
      distinguere "pensiero" da "cafonate" e "link
      a dialer" e per distinguere "libertà" da
      "rispetto e convivenza civile" ?
  • Anonimo scrive:
    In Italia governa l'Opus Dei, la mafia del Vatican
    E' ovvio che censurano siti, giornali, ezine e quant'altro..siamo in mano agli integralisti si Comunione e Liberazione, Compagnia delle Opere alias opus dei www.opusdei.itla massoneria integralista cattolica radicata nelle Istituzioni, nello Stato, nei media ed in tutti i punti strategici di controllorassegnatevi a rinunciare alla laicita' dello Stato, ringraziate l'Opus Dei
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia governa l'Opus Dei
      Spero proprio di no (e credo anche di no)
      • Anonimo scrive:
        Re: In Italia governa l'Opus Dei
        - Scritto da: nuvolone
        Spero proprio di no (e credo anche di no)si, come no, e salutami Babbo Natale e la Befana
        • Anonimo scrive:
          Re: In Italia governa l'Opus Dei
          - Scritto da: reality
          - Scritto da: nuvolone

          Spero proprio di no (e credo anche di no)

          si, come no, e salutami Babbo Natale e la
          BefanaA parte la solita risposta che non significa nulla, se magari facessi alcuni esempi (reali) potrei anche darti ragione, non ho i paraocchi.
          • Anonimo scrive:
            Re: In Italia governa l'Opus Dei
            - Scritto da: nuvolone
            A parte la solita risposta che non significa
            nulla, se magari facessi alcuni esempi
            (reali) potrei anche darti ragione, non ho i
            paraocchi.chi credi ci sia dietro Casini, Buttiglione, Ce e tutti gli altri che vogliono tornare al medioevo vioetando l'aborto e la fecondazione artificiale oltre che finanziando miliardi alle scuole cattoliche...c'è L'opus Dei
          • Anonimo scrive:
            Re: In Italia governa l'Opus Dei
            Mah, può anche darsi, non m'interesso di 'ste cose perché io la religione la vedo in tutt'altro modo.Comunque Buttiglione e compagnia sono stati eletti dal popolo italiano (non me e te, probabilmente!) quindi, Opus Dei o no, ce li dobbiamo piangere.
  • Anonimo scrive:
    Vilipendio alla religione (da www.uaar.it)
    UN PO' DI STORIAIl vilipendio fu introdotto nell'ordinamento giudiziario italiano nel 1889 (Codice Penale c.d. Zanardelli). Fino ad allora il reato previsto in casi simili era quello di blasfemia. Questo Codice tutelava l'espressione della libertà religiosa, in forma sia individuale che collettiva, senza discriminazioni tra i culti. L'accusa sussisteva solo laddove vi era volontà di offendere la fede professata dalla persona offesa, e questa presentava querela. Il Codice Penale del 1930 (c.d. Codice Rocco), invece, ripristinò il trattamento preferenziale per la religione cattolica, discriminando gli altri culti. Inoltre, con i suoi articoli non intendeva solo proteggere la manifestazione esteriore della fede, ma anche la fede religiosa per sé medesima, cioè come istituzione: per far scattare il reato bastava il dolo generico, non più l'intenzione di offendere.Benché redatto nell'era fascista, questo codice è ancora in vigore.Una sentenza della Corte Costituzionale del 1997 (numero 329) dichiarò l'incostituzionalità dell'articolo 404, in quanto stabiliva pene più severe per chi diffamava la religione cattolica rispetto agli altri culti: la Corte decise che tali pene andavano diminuite alla stessa stregua dell'articolo 406.Nel 2000, con la sentenza numero 508, la Corte costituzionale ha depennato anche l'articolo 402, in quanto riportava ancora la formula della "religione di Stato", principio non più in essere in seguito alle modifiche concordatarie del 1985. Così facendo ha equiparato tutti i culti, per la tutela dei quali restano in vigore gli altri articoli del Codice (numeri 403, 404 e 405).ALCUNE SENTENZE DI CONDANNA PER VILIPENDIOSvariati sono state le ragioni che hanno portato, in passato, ad essere condannati per vilipendio o turbamento di funzione religiosa. Riportiamo alcuni esempi:- costringere un sacerdote, mediante contumelie, a interrompere la funzione della benedizione delle case (1939);- definire la Chiesa cattolica come "un nemico, puntello di tutte le infamie sociali" (1950);- rivolgere la parola "vigliacchi" ai partecipanti ad una processione religiosa (1953);- dire che "la Chiesa è oramai diventata un mercato nero" e che "l'ostia consacrata era considerarsi fatta con farina" (1953);- inveire a voce alta contro un sacerdote durante una funzione (1959);- affiggere un manifesto riportante "le invenzioni della Chiesa cattolica romana, ovvero le aggiunte dell'uomo alla legge di Dio";- affermare che i dogmi sono una invenzione dei preti e che la Chiesa cattolica insegna il contrario di quanto voluto da Gesù (1967).Spesso la giustizia è stata interessata in proposito, da esponenti ecclesiastici o privati cittadini cattolici, nei confronti di autori satirici ritenuti troppo provocatori come la rivista "Il Male" o il film "Il Pap'occhio" di Renzo Arbore. Anche altri film, pur privi di intenti dissacratori, sono stati oggetto di un processo. Ad esempio, clicca qui per una sentenza di assoluzione nei confronti di Pier Paolo Pasolini, accusato di vilipendio per il suo film "La ricotta", dopo essere stato condannato in primo grado a quattro mesi di reclusione. Il processo agli autori della pellicola "Totò che visse due volte" è ancora in corso.Non mancano neanche i tentativi di imbavagliare le associazioni anticlericali. Clicca qui per una sentenza di assoluzione nei confronti di due esponenti dell'Associazione dello Sbattezzo, condannati in primo grado a otto mesi di reclusione.I "REQUISITI" DEL VILIPENDIONon costituisce vilipendio la critica motivata e il fine di discutere.Si può essere condannati anche senza aver avuto alcuna intenzione di vilipendere: è sufficiente il dolo generico, ovvero basta la volontà di compiere un determinato atto, senza prevederne le conseguenze."Sono, invece, vilipendio, la contumelia, lo scherno, l'offesa, per dir così, fine a sé stessa, che costituisce ad un tempo ingiuria al credente (e perciò lesione della sua personalità) e oltraggio ai valori etici di cui si sostanzia ed alimenta il fenomeno religioso, oggettivamente riguardato."(dalla sentenza della Corte Costituzionale numero 188/75)L'oggetto della denuncia deve essere pubblico: il reato deve avvenire sulla stampa o tramite altro mezzo di propaganda, in luogo pubblico o aperto al pubblico, in presenza di più persone, in una riunione non privata.La denuncia può essere presentata da chiunque.LA TUTELA PENALE DELLE RELIGIONI MINORITARIELe confessioni religiose diverse dalla cattolica, nei loro rapporti con lo Stato italiano, si sono rivelate molto più laiche della ex "religione di Stato". Tutte hanno ribadito, nelle intese sottoscritte, la richiesta di tutela della propria libertà religiosa (individuale e collettiva) solo attraverso la protezione dei diritti di libertà riconosciuti e garantiti dalla Costituzione.Fa eccezione, parzialmente, l'Intesa con l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, dove si stipula che viene "assicurata in sede penale la parità di tutela del sentimento religioso e dei diritti di libertà religiosa, senza discriminazione tra i cittadini e i culti". Tuttavia, da questi passaggi si può desumere più la volontà di non essere discriminati, che la volontà di essere tutelati in maniera specifica.A riprova di quanto affermato, non si ha notizia di cause promosse da o a tutela delle religioni di minoranza. UN REATO FUORI DAL TEMPOAl giorno d'oggi i diritti di critica e di libertà di pensiero, sanciti dalla Costituzione, sono ampiamente riconosciuti e garantiscono a chiunque la possibilità di opinare contro qualsiasi tesi.Il fatto che un reato tipicamente di opinione come il vilipendio sia viceversa ancora presente nel nostro ordinamento denota come la Chiesa cattolica non intenda permettere un libero dibattito (una libera critica) nei suoi confronti.Ecco perché la recente abolizione dell'art. 402 preoccupa la Chiesa cattolica: "la giustizia non coincide sempre con l'uguaglianza. Quale persona di buon senso potrebbe sostenere che un'espressione o un gesto irriguardosi nei confronti di Maometto abbiano lo stesso peso alla Mecca o a Milano e meritino un'eguale sanzione?" ha sostenuto Giuseppe Savagnone su Avvenire del 22 novembre 2000.Non a caso le denuncie di vilipendio si accaniscono contro autori sganciati dalle religioni, e non contro esponenti di altre religioni a loro volta tutelate dalla legge. Il Talmud ebraico, ad esempio, sostiene che la Madonna era legata ad un soldato romano, il vero padre di Gesù: nessuno ha mai pensato di vietare la stampa di questo libro in Italia.Si spera che l'ultima sentenza porti a più miti consigli i cattolici italiani: certo, il reato di vilipendio resta, ma ha perso quel suo vizio di origine legato alla protezione della religione cattolica. E rimane purtroppo anche l'articolo 297 che punisce le offese ad un capo di stato straniero, al quale il papa è assimilato.Pagina aggiornata il 26/10/01
  • Anonimo scrive:
    il battesimo? (da www.uaar.it)
    CHE COS'È IL BATTESIMO?Stando al catechismo della Chiesa cattolica, il battesimo è il mezzo «mediante il quale ci si libera dal peccato e, rigenerati come figli di dio, si diventa membra di Cristo, ci si incorpora alla Chiesa e resi partecipi della sua missione». Come un bambino di pochi giorni possa essere reso partecipe della missione della Chiesa resta, ovviamente, un mistero della fede.Va ricordato che il battesimo è un rito estraneo alla narrazione evangelica: l'unico passo esplicito (Mt. 28,19) è spesso considerato dagli studiosi come una manipolazione posteriore, mentre Gesù, pur battezzato da Giovanni, personalmente non battezzò mai nessuno, né tanto meno risulta siano mai stati battezzati gli apostoli. PERCHÉ LA CHIESA BATTEZZA I NEONATI?Gesù decise di farsi battezzare solo quando ebbe compiuto trent'anni. Né la Madonna, né san Giuseppe gli imposero nulla quando era in fasce.Agli albori della cristianità il battesimo veniva impartito agli adulti.Successivamente, con l'affermarsi della nuova religione, il rito venne gradatamente anticipato a causa dell'elaborazione teologica del peccato originale, tuttora in vigore. Ancora oggi, infatti, la Chiesa ritiene che i bambini «nascono con una natura umana decaduta e contaminata dal peccato originale» e hanno bisogno del battesimo «per essere liberati dal regno delle tenebre e trasferiti nel regno della libertà dei figli di dio».Se un neonato non ha la potestà legale di stipulare alcun atto, non si capisce a maggior ragione perché debba compiere, dopo pochi giorni di vita, una scelta che potrebbe pregiudicarne - da un punto di vista religioso - l'accesso al paradiso. La palese assurdità della cosa ha spinto la maggior parte delle Chiese ad istituire la cresima, o confermazione in età adulta della "presunta" volontà del neonato di farne parte. La Chiesa cattolica ha tuttavia, anche in questo caso, giocato molto sporco, anticipando progressivamente l'età della Cresima, che oggi viene ammannita anche a dieci anni. IL BATTESIMO COME ADESIONE ALLA CHIESA CATTOLICA: È LEGALE?Il codice di diritto canonico, al canone 868, stabilisce questa assurda norma: «il bambino di genitori cattolici e persino di non cattolici, in pericolo di morte è battezzato lecitamente anche contro la volontà dei genitori»!Qualora si verificasse, i genitori dello sfortunato bambino potrebbero denunciare il battezzante per violazione dell'art. 30 della Costituzione.Ricordiamo che tale articolo stabilisce che «è dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i propri figli». Attenzione, però: «istruire» non significa affatto «imporre». Insegnare ai propri figli la verità della religione cattolica non deve quindi avere come automatica conseguenza l'adesione vita natural durante alla Chiesa cattolica, così come insegnare ai propri figli il gioco degli scacchi non deve comportare l'iscrizione vita natural durante al club degli scacchi.La sentenza della Corte Costituzionale n. 239/84 ha inoltre stabilito che l'adesione ad una qualsiasi comunità religiosa debba essere basata sulla volontà della persona: difficile, a nostro avviso, rintracciare tale volontà in un bambino di pochi giorni. Infine, secondo la legge 675/96, l'appartenenza religiosa è considerata un dato sensibile, esattamente come l'appartenenza sindacale e politica, la vita sessuale e alla salute dell'individuo. Non si capisce pertanto perché, se la legge impedisce ai genitori di iscrivere i propri figli ad un sindacato, ad un partito, ad un'associazione gay, non debba conseguentemente impedire l'adesione ad una organizzazione religiosa. L'USO STATISTICO DEL BATTESIMO DA PARTE DELLA CHIESA CATTOLICAOgni elaborazione statistica delle convinzioni religiose (e non) di una comunità di essere umani si scontra, oltre con l'incertezza di molte persone, anche e soprattutto con la tendenza degli enti cultuali a sovrastimare i propri aderenti.La Chiesa cattolica non si astiene da ciò: anzi, con la politica dei numeri riesce spesso a piegare la politica dei politici.Essa, infatti, ogni dodici mesi pubblica un Annuario Pontificio col quale sottolinea la propria condizione di religione "number one" quanto a fedeli: oltre un miliardo. Di questi, circa 56 milioni sarebbero italiani, ovvero il 98% della popolazione.Sono cifre chiaramente fantasiose, ma frutto di una loro logica: sono infatti basate sul registro dei battezzati. Tale registro è il frutto di un semplice aggiornamento del dato in possesso al parroco alla data di rilevazione precedente, aumentato dei battesimi e diminuito dei funerali.Il fatto che una persona, battezzata, finisca per maturare convinzioni diverse non viene quindi automaticamente registrato dalla Chiesa, che teoricamente perpetua l'errore per l'eternità.Con queste cifre gonfiate il Vaticano presenta poi il conto ai governi, sostenendo di rappresentare ad esempio pressoché l'intera popolazione italiana, ed ottenendo un ascolto e dei privilegi assolutamente ingiustificati. Tutti i sondaggi d'opinione concordano nel dimostrare l'assurdità di certe cifre.Cercare di far collimare i numeri è possibile solo attraverso una massiccia cancellazione di battesimi. PERCHÉ CANCELLARE IL BATTESIMO?Non certo per fare un contro-rito vendicativo: nessuna associazione laica lo riterrebbe una cosa seria.Ci sono invece motivazioni ben più importanti:per coerenza: se non si è più cattolici non vi è alcuna ragione per essere considerati ancora tali da chi non si ritiene più degni della propria stima;per evitare spiacevoli episodi nei confronti della propria persona, quando si è circondati da persone poco sensibili su questi temi. Vedersi rifilata un'estrema unzione, ad esempio, magari immobilizzati, non è un'esperienza invidiabile per nessuno;per impedire alla Chiesa cattolica di conteggiare tra i propri sostenitori anche chi non lo è: andando poi a trattare con i governi sbandierando cifre improbabili, ed ottenendo privilegi ingiustificati a danno dell'intera comunità;per una questione di democrazia: troppo spesso il clero cattolico, convinto di rivolgersi a tutta la popolazione della propria parrocchia, "invade" la vita altrui (pensiamo alle benedizioni natalizie, o più banalmente al rumore prodotto dalle campane). Si crea così una sorta di "imposizione teocratica" e si diffonde la convinzione che bisogna battezzare, cresimare, confessarsi e sposarsi in chiesa per non essere discriminati all'interno della propria comunità. Abbattere questo muro è una battaglia essenziale per vivere in una società veramente libera e laica. L'ASSOCIAZIONE PER LO SBATTEZZOL'Associazione per lo Sbattezzo nasce negli anni '80 proprio su queste tematiche, che porta avanti attraverso l'organizzazione di meeting anticlericali, campagne di sensibilizzazione e pubblicazioni. Suo il merito di aver sollevato il problema in Italia: attraverso questa associazione sono partite le prime lettere verso le parrocchie italiane.
  • Anonimo scrive:
    WWW.UAAR.IT
    Affinche' lo Stato Italiano sia veramente laico, visita il sito www.uaar.it
  • Anonimo scrive:
    Sei ateo? www.uaar.it
    Se non ce la fai piu' di vedere ogni giorno l'invadenza clericale nello Stato Italiano (sempre meno laico), visita il sito dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti: www.uaar.it
  • Anonimo scrive:
    Giusto o sbagliato che sia...
    ...sono più che sicuro che tra qualche settimana rivedrò tali siti su Freenet.E a quel punto nessuno, neanche l'uomo più potente della terra, potrà più censurarli...
  • Anonimo scrive:
    A proposito di bestemmie e bestemmiatori
    Sono un agnostico (seppur battezzato, comunicato e cresimato per tradizione familiare cattolica); molto tempo fa, da giovane bestemmiatore, ricevetti da un musulmano una grande lezione di vita.Rimasto infastidito da una mia bestemmia mi chiese: "Se ci credi, perché lo bestemmi? E se non ci credi, che senso ha che lo bestemmi?".Da allora non credo di averlo più fatto.Max
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito di bestemmie e bestemmiatori
      - Scritto da: Max
      Sono un agnostico (seppur battezzato,
      comunicato e cresimato per tradizione
      familiare cattolica); molto tempo fa, da
      giovane bestemmiatore, ricevetti da un
      musulmano una grande lezione di vita.
      Rimasto infastidito da una mia bestemmia mi
      chiese: "Se ci credi, perché lo bestemmi? E
      se non ci credi, che senso ha che lo
      bestemmi?".
      Da allora non credo di averlo più fatto.

      Maxdiscuto di cose del genere sul mio forum da diverso tempo: la sostanza credo sia che non aderire alla religione cosiddetta "di stato", non significa necessariamente non essere credenti. ho letto di un esempio in cui si parla di uno che crede in "babbo natale" anzichè in "dio": ebbene io di certo non credo nel dio "made in vaticano" ma forse piuttosto in un qualche entità suprema capace di indirizzare la natura. lo chiamo "dio" perchè lo penso con quel termine, non posso fare altrimenti. e per come posso volerlo pensare, può anche ipotizzarsi che io abbia un rapporto più "confidenziale" con lui: non striscio nè tantomeno ringrazio porgendo l'altra guancia quando mi succede qualcosa di spiacevole, ma mi incazzo e gli dico "quello che penso", tanto più se sono portato a credere appunto, che abbia avuto la possiblità di non farmi accadere quell'evento spiacevole. che cosa succede allora nel momento in cui un approccio con la MIA divinità si realizza? che la religione di Stato si appropria della mia concezione interiore di divinità multandomi ed etichettandomi come "blasfemo" perchè secondo decide che il MIO DIO è uguale a quello dei fedeli "ufficiali". perchè non si rendono conto che possono esistere altri modi di concepire la religiosità senza che siano stati messi per iscritto su un testo sacro? la fede non dovrebbe essere una cosa interiore quasi inesplicabile? mi pare che invece ormai si tratti solo di un'adesione partitica forzata...
      • Anonimo scrive:
        Re: A proposito di bestemmie e bestemmiatori
        Condivido e sottoscrivo.- Scritto da: funkoolow

        discuto di cose del genere sul mio forum da
        diverso tempo: la sostanza credo sia che non
        aderire alla religione cosiddetta "di
        stato", non significa necessariamente non
        essere credenti. ho letto di un esempio in
        cui si parla di uno che crede in "babbo
        natale" anzichè in "dio": ebbene io di certo
        non credo nel dio "made in vaticano" ma
        forse piuttosto in un qualche entità suprema
        capace di indirizzare la natura. lo chiamo
        "dio" perchè lo penso con quel termine, non
        posso fare altrimenti. e per come posso
        volerlo pensare, può anche ipotizzarsi che
        io abbia un rapporto più "confidenziale" con
        lui: non striscio nè tantomeno ringrazio
        porgendo l'altra guancia quando mi succede
        qualcosa di spiacevole, ma mi incazzo e gli
        dico "quello che penso", tanto più se sono
        portato a credere appunto, che abbia avuto
        la possiblità di non farmi accadere
        quell'evento spiacevole. che cosa succede
        allora nel momento in cui un approccio con
        la MIA divinità si realizza? che la
        religione di Stato si appropria della mia
        concezione interiore di divinità multandomi
        ed etichettandomi come "blasfemo" perchè
        secondo decide che il MIO DIO è uguale a
        quello dei fedeli "ufficiali". perchè non si
        rendono conto che possono esistere altri
        modi di concepire la religiosità senza che
        siano stati messi per iscritto su un testo
        sacro? la fede non dovrebbe essere una cosa
        interiore quasi inesplicabile? mi pare che
        invece ormai si tratti solo di un'adesione
        partitica forzata...
      • Anonimo scrive:
        Pero'...
        Pero' converrai che un conto e' fare un sito in cui si spiega la propria visione della religione, ad esempio dicendo tra le altre cose che Maria non era vergine ma ha partorito come tutte le donne: eretico quanto vuoi ma senza nessuna intenzione di offendere; ben altra cosa e' fare un sito di bestemmie magari con fotomontaggi di suore e preti in posizioni "sconvenienti".L'intento e' profondamente diverso.Per cui sono daccordo che ognuno deve essere libero di esprimere la propria idea di religiosita' o di ATEISMO senza che nessuna istituzione si arroghi il diritto di appropriarsene ma francamete posso anche ammettere che un' istituzione statale possa impedire che che una qualsiasi fazione si prenda la liberta' di offendere sistematicamente e pubblicamente un'altra fazione, cosi' per sport...faccio un'esempio:se in una scuola un bimbo attacca al muro un foglio con improperi e disegni offensivi riguardanti un'altro bambino o gruppo... beh, io EDUCATORE super partes glie lo faccio toliere SUBITO! E non senza redarguirlo. Nella societa' e' la stessa cosa: e' chiaro che in una COMUNITA' non esiste la liberta' di fare cio' che si vuole nei confronti di altre persone, e' una limitazione intrinseca nel "vivere in comune civilmente". A vlte il rispetto puo' anche essere imposto, anche se cosi' non puo' essere "insegnato" ma secondo te... secondo voi, quanto puo' passare da un odio scritto e dichiarato ad un' odio pratico, materiale? Soprattutto se a recepire tali "informazioni" sono gli spiriti piu' deboli e influenzabili.- Scritto da: funkoolow
        discuto di cose del genere sul mio forum da
        diverso tempo: la sostanza credo sia che non
        aderire alla religione cosiddetta "di
        stato", non significa necessariamente non
        essere credenti. ho letto di un esempio in
        cui si parla di uno che crede in "babbo
        natale" anzichè in "dio": ebbene io di certo
        non credo nel dio "made in vaticano" ma
        forse piuttosto in un qualche entità suprema
        capace di indirizzare la natura. lo chiamo
        "dio" perchè lo penso con quel termine, non
        posso fare altrimenti. e per come posso
        volerlo pensare, può anche ipotizzarsi che
        io abbia un rapporto più "confidenziale" con
        lui: non striscio nè tantomeno ringrazio
        porgendo l'altra guancia quando mi succede
        qualcosa di spiacevole, ma mi incazzo e gli
        dico "quello che penso", tanto più se sono
        portato a credere appunto, che abbia avuto
        la possiblità di non farmi accadere
        quell'evento spiacevole. che cosa succede
        allora nel momento in cui un approccio con
        la MIA divinità si realizza? che la
        religione di Stato si appropria della mia
        concezione interiore di divinità multandomi
        ed etichettandomi come "blasfemo" perchè
        secondo decide che il MIO DIO è uguale a
        quello dei fedeli "ufficiali". perchè non si
        rendono conto che possono esistere altri
        modi di concepire la religiosità senza che
        siano stati messi per iscritto su un testo
        sacro? la fede non dovrebbe essere una cosa
        interiore quasi inesplicabile? mi pare che
        invece ormai si tratti solo di un'adesione
        partitica forzata...
        • Anonimo scrive:
          Re: Pero'...
          in effetti il chiaro riferimento a ruoli tipicamente cattolici era piuttosto maleducato a priori, proprio come l'esempio del bambino che hai fatto: su questo non posso certo non essere d'accordo. magari se avessere evitato di fare esplicito riferimento a figure vaticane per eccellenza (mi ricordo quella suora dell' hp) sarebbero stati meno condannabili. Forse l'unica nota dolente della faccenda è che l'indagine sia stata "voluta" da uno stato estero quale è il Vaticano che peraltro, come fa presente il tipo della lista pannella in Europarlamento, si permette di predicare la difesa della religiosità e della vita stessa per poi far ammalare persone con le sue spropositate antenne radio (io le vedo da casa..)è una chiesa disordinata ed "imperialista" ed il peggio è che influisce sulle decisioni del nostro "laico Stato"... non riesco ad immaginare come si possano sentire le persone che attualmente stanno passando guai a livello penale per colpa di un istituzione che non è certo pulita come vorrebbe far credere sul piano legale. ma porca..... miseria :)- Scritto da: SoSe
          Pero' converrai che un conto e' fare un sito
          in cui si spiega la propria visione della
          religione, ad esempio dicendo tra le altre
          cose che Maria non era vergine ma ha
          partorito come tutte le donne: eretico
          quanto vuoi ma senza nessuna intenzione di
          offendere; ben altra cosa e' fare un sito di
          bestemmie magari con fotomontaggi di suore e
          preti in posizioni "sconvenienti".
          L'intento e' profondamente diverso.

          Per cui sono daccordo che ognuno deve essere
          libero di esprimere la propria idea di
          religiosita' o di ATEISMO senza che nessuna
          istituzione si arroghi il diritto di
          appropriarsene ma francamete posso anche
          ammettere che un' istituzione statale possa
          impedire che che una qualsiasi fazione si
          prenda la liberta' di offendere
          sistematicamente e pubblicamente un'altra
          fazione, cosi' per sport...
          faccio un'esempio:
          se in una scuola un bimbo attacca al muro un
          foglio con improperi e disegni offensivi
          riguardanti un'altro bambino o gruppo...
          beh, io EDUCATORE super partes glie lo
          faccio toliere SUBITO! E non senza
          redarguirlo. Nella societa' e' la stessa
          cosa: e' chiaro che in una COMUNITA' non
          esiste la liberta' di fare cio' che si vuole
          nei confronti di altre persone, e' una
          limitazione intrinseca nel "vivere in comune
          civilmente". A vlte il rispetto puo' anche
          essere imposto, anche se cosi' non puo'
          essere "insegnato" ma secondo te... secondo
          voi, quanto puo' passare da un odio scritto
          e dichiarato ad un' odio pratico, materiale?
          Soprattutto se a recepire tali
          "informazioni" sono gli spiriti piu' deboli
          e influenzabili.
          • Anonimo scrive:
            Ti diro'....
            Che personalmente sono di origine cattolica ma certamente adesso sarei tacciato di eresia e con ogni probabilita' nel medioevo sarei stato torturato e buttato nel fuoco senza tanti complimenti.Non condivido affatto l' imperialismo ecclesiastico del vaticano, e' una chiesa piena di contraddizioni e di critiche ne avrei a iosa ma questo e' un'altro paio di maniche, ovvero non e' questo il punto:Il fatto che qualcuno creda che certe figure spirituali non esistono non e' una buona ragione per permettersi di offenderle insieme a chi ci crede.Tuttavia sulla censura, pur non essendo completamente convinto della sua opportunita', ribadisco che la questione riguarda il "regolare la convivenza civile" tra persone che la pensano diversamente e questo e' compito certamente di uno stato LAICO e non di un' istituzione religiosa ma si sa', dove lo stato latita.... e' ovvio che si crea una lacuna che in qualche modo viene riempita da chi decide di occuparsene e visto che la vicenda riguarda direttamente la religione cattolica e' ovvio aspettarsi che in situazioni del genere il vaticano si occupi di far valere quelli che ritiene i propri diritti.Ma chi e' la "suora dell' "hp"?forse quella che e' stata uccisa dalle due ragazzine invasate?Ciao- Scritto da: funkoolow
            in effetti il chiaro riferimento a ruoli
            tipicamente cattolici era piuttosto
            maleducato a priori, proprio come l'esempio
            del bambino che hai fatto: su questo non
            posso certo non essere d'accordo. magari se
            avessere evitato di fare esplicito
            riferimento a figure vaticane per eccellenza
            (mi ricordo quella suora dell' hp) sarebbero
            stati meno condannabili. Forse l'unica nota
            dolente della faccenda è che l'indagine sia
            stata "voluta" da uno stato estero quale è
            il Vaticano che peraltro, come fa presente
            il tipo della lista pannella in
            Europarlamento, si permette di predicare la
            difesa della religiosità e della vita stessa
            per poi far ammalare persone con le sue
            spropositate antenne radio (io le vedo da
            casa..)

            è una chiesa disordinata ed "imperialista"
            ed il peggio è che influisce sulle decisioni
            del nostro "laico Stato"... non riesco ad
            immaginare come si possano sentire le
            persone che attualmente stanno passando guai
            a livello penale per colpa di un istituzione
            che non è certo pulita come vorrebbe far
            credere sul piano legale. ma porca.....
            miseria :)

            - Scritto da: SoSe

            Pero' converrai che un conto e' fare un
            sito

            in cui si spiega la propria visione della

            religione, ad esempio dicendo tra le altre

            cose che Maria non era vergine ma ha

            partorito come tutte le donne: eretico

            quanto vuoi ma senza nessuna intenzione di

            offendere; ben altra cosa e' fare un sito
            di

            bestemmie magari con fotomontaggi di
            suore e

            preti in posizioni "sconvenienti".

            L'intento e' profondamente diverso.



            Per cui sono daccordo che ognuno deve
            essere

            libero di esprimere la propria idea di

            religiosita' o di ATEISMO senza che
            nessuna

            istituzione si arroghi il diritto di

            appropriarsene ma francamete posso anche

            ammettere che un' istituzione statale
            possa

            impedire che che una qualsiasi fazione si

            prenda la liberta' di offendere

            sistematicamente e pubblicamente un'altra

            fazione, cosi' per sport...

            faccio un'esempio:

            se in una scuola un bimbo attacca al muro
            un

            foglio con improperi e disegni offensivi

            riguardanti un'altro bambino o gruppo...

            beh, io EDUCATORE super partes glie lo

            faccio toliere SUBITO! E non senza

            redarguirlo. Nella societa' e' la stessa

            cosa: e' chiaro che in una COMUNITA' non

            esiste la liberta' di fare cio' che si
            vuole

            nei confronti di altre persone, e' una

            limitazione intrinseca nel "vivere in
            comune

            civilmente". A vlte il rispetto puo' anche

            essere imposto, anche se cosi' non puo'

            essere "insegnato" ma secondo te...
            secondo

            voi, quanto puo' passare da un odio
            scritto

            e dichiarato ad un' odio pratico,
            materiale?

            Soprattutto se a recepire tali

            "informazioni" sono gli spiriti piu'
            deboli

            e influenzabili.
          • Anonimo scrive:
            Re: CENSURARE I RAPPORTI CON DIO
            Non sono d'accordo con il regolare i rapporti di una convivenza tra cattolici e bestemmiatori.Prima di tutto Sose sta' allargando la conversazione al fatto che il sito era porno, cosa che invece non e' stata contestata ai proprietari dalla guardia di finanza, altrimenti quanti siti dovrebbero chiudere su internet?Secondo: Il cattolico non puo' essere considerato parte lesa se qualcuno nomina invano il suo Dio, altrimenti dovrebbero considerarsi tali anche i bambini che credono in Babbo Natale quando i genitori gli dicono che Babbo Natale non esiste. Semmai i cattolici possono provare compassione e rammarico per una "pecorella smarrita" possono pregare per il bestemmiatore affinche' si redima.Ma i rapporti tra Dio e chi lo bestemmia rimangono tali. Il cattolico non puo' querelare un altro cittadino perche' questi ha offeso il suo Dio o il ...Padre... semmai e' una questione di cui il bestemmiatore dovra' rendere conto in sedi diverse dal tribunale e al tempo dovuto... Perche' Dio, per chi ci crede e' il Dio di tutti, anche di quelli che non ci credono. Quindi come si fa' a sentirsi offesi se un ateo bestemmia il Dio che e' di tutto. Semmai si puo' provare rabbia, o biasimare. Se uno ci additasse dicendoci: "sporco cattolico" allora si' che ci potremmo sentire offesi, perche' si vuole disprezzare la nostra persona per il solo fatto che siamo cattolici.
  • Anonimo scrive:
    hanno fatto bene era ora che quei siti chiudessero
    Erano dei siti vergognosi, libertà non vuol dire aprire bocca e darle fiato o scrivere tutto quello che si vuole.Bisogna ricordare che prima di tutto esiste il rispetto!Io non sono cristiana ma non per questo mi permetto di offendere Dio.
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto bene era ora che quei siti chiudessero
      - Scritto da: cla
      Erano dei siti vergognosi, libertà non vuol
      dire aprire bocca e darle fiato o scrivere
      tutto quello che si vuole.Bisogna ricordare
      che prima di tutto esiste il rispetto!Io non
      sono cristiana ma non per questo mi permetto
      di offendere Dio.Non sono d'accordo. Hai ragione a ricordare il valore del rispetto ma, ripeto, per quanto esecrabile il contenuto di quei siti la censura è sbagliata.Così si buttano anni di battaglie nell' immondezzaio ideologico!
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto bene era ora che quei siti chiudessero
      Non ti permetti di offendere dio? Allora spero che tu non ti permetta anche di offendere Babbo Natale xchè io ci credo. Come? Cosa? Ah, babbo natale non esiste? Xchè non ho le prove, no? E allora dio? Ci sono prove inconfutabili della sua esistenza? E di cristo? Se offendi Babbo Natale non si và in gabbia, xchè se offendi dio sì? E se in Babbo Natale ci credessero in 15 milioni in Italia allora sarebbe reato xchè vilipendio di religione?
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto bene era ora che quei siti chiudessero
      - Scritto da: cla
      Erano dei siti vergognosi, libertà non vuol
      dire aprire bocca e darle fiato o scrivere
      tutto quello che si vuole.Bisogna ricordare
      che prima di tutto esiste il rispetto!Io non
      sono cristiana ma non per questo mi permetto
      di offendere Dio.e invece libertà vuol dire proprio quello. altrimenti si chiama DISCIPLINA. rispetto per le opinioni altrui, prima di tutto :)
      • Anonimo scrive:
        Re: hanno fatto bene era ora che quei siti chiudessero
        Ma fatti un pochino gli affari tuoi... anche a me da fastidio che in tv ci sia gente idiota come la Marini o cafona come Costanzo, basta non guardarli! Tu prima di questa notizia nemmeno sapevi che porcamadonna.com esistesse per cui non ti cambiava assolutamente la vita! Io sono di destra e non guardo il tg3, tu sei paolotta vai avanti a farlo e fatti anche i cazzi tuoi, visto che quelli di Porcamadonna non ti hanno proprio fatto niente!
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto bene era ora che quei siti chiudessero
      sbaglio o prima di entrare c'era una bella scritta "QUESTO SITO CONTIENE MATERIALE BLASFEMO"?!?!?Chi ti obbligava ad entrarci!?
    • Anonimo scrive:
      Re: SE DICI PORCO BUDDA TI ARRESTANO?
      Non sono d'accordo.In Italia vige una norma discriminatrice retaggio del nostro passato di Stato cattolico che per fortuna e' stato in parte demolito dai radicali.Perche' la religione Cristiana deve valere come credo assoluto verso il quale nessuno puo' permettersi di bestemmiare e non valgono invece le offese alle altre religioni?Se qualcuno bestemmia Budda o un Totem o un Demone o un Dio Greco o Babbo Natale, si viene arrestati in Italia? Perche' proprio Dio deve sentirsi offeso quando ci sono un miliardo di altri Dei che potrebbero sentirsi offesi se qualcuno li nomina invano?Che faccia una querela allora! Liberta'! Sta' anche nell'essere considerati uguali agli altri anche quando si e' in minoranza. Anche quando si' e' musulmani o buddisti. Chi li difende dalle bestemmie i figli dell'amore fraterno quando Verdone torna a casa del padre lo trova inveire sul divano contro la spada di fuoco?Secondo se qualcuno si sente offeso di una ingiura fatta in pubblico puo' querelare la persona che si e' permessa , ma se qualcuno offende il suo Dio puo' rendere conto solo nel luogo opportuno se esiste, che esiste chiaramente solo per chi crede nel dogma del Dio.Per noi umani civili il tribunale dovrebbe smetterla di occuparsi di dogmi e pensare insieme alla finanza a spendere i soldi del contribuente contro gli abusi che si commettono su questa terra.
  • Anonimo scrive:
    REFERENDUM
    Come mai i radicali, Pannella*** in primis, oltre ad offrire spazio web a siti di imbroglioni bestemmiatori, non raccolgono le firme per un referendum sulle bestemmie?Forse perché sanno che lo perderebbero, visto che, volendo attenersi ad una fonte consigliata dall'ormai famoso sito che predica lo "sbattezzamento" e che quindi dovrebbe essere "imparziale", i Cristiani in Europa sono più di mezzo miliardo contro poco meno di 70 miloni di atei, non religiosi e non Cristiani.Anche se quattro su cinque si "sbattezzassero" (inverosimile) sarebbero comunque molti di più.E allora in questo caso atti "eroici" ma niente referendum.Bella la "libertà"...***(che stimo, perché per fare quello che fa, vuol dire che ci crede davvero, indipendentemente da essere daccordo con lui o meno)
  • Anonimo scrive:
    SIETE PREVENUTI
    Come volevasi dimostrare:oggi c'è una notizia su un gioco censurato perché ha come soggetto Al Capone.Un gioco, un semplice gioco: se vuoi lo compri, ci giochi, spegni e torni a fare le tue cose, fine. Censurato.Ma siccome qui a quanto pare preti e simili non c'entrano un tubo, nessuna folla di gente repressa si è solleveta contro la censura, attualmente ci saranno + o meno 6 commenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: SIETE PREVENUTI
      Vabbe' non mi dirai che censurare un gioco e' come censurare un sito
      • Anonimo scrive:
        Re: SIETE PREVENUTI
        - Scritto da: Censorsh
        Vabbe' non mi dirai che censurare un gioco
        e' come censurare un sitoSempre di censura si tratta.Anzi, se chiudere un sito che ti fa scaricare un dialer cliccando su qualsiasi link la chiami censura...Bloccare l'uscita di un gioco per i contenuti ispirati ad avvenimenti in qualche modo "storici" mi sembra davvero censura. Ma questo ai "paladini del libero pensiero" evidentemente non interessa molto, nun glie rode quanto avergli tolto le bestemmie...
    • Anonimo scrive:
      Re: SIETE PREVENUTI
      - Scritto da: nuvolone
      Come volevasi dimostrare:
      oggi c'è una notizia su un gioco censurato
      perché ha come soggetto Al Capone.
      Un gioco, un semplice gioco: se vuoi lo
      compri, ci giochi, spegni e torni a fare le
      tue cose, fine. Censurato.
      Ma siccome qui a quanto pare preti e simili
      non c'entrano un tubo, nessuna folla di
      gente repressa si è solleveta contro la
      censura, attualmente ci saranno + o meno 6
      commenti.Non vorrei dire stupidate, ma leggendo i post mi sembra che il gioco sarà distribuito... o forse ho capito male?
      • Anonimo scrive:
        Re: SIETE PREVENUTI
        - Scritto da: MAx
        Non vorrei dire stupidate, ma leggendo i
        post mi sembra che il gioco sarà
        distribuito... o forse ho capito male?Da quel che ho capito indagando in rete, sembra che la petizione serva per farlo uscire "completo", quindi credo che ne abbiano censurato una parte.
        • Anonimo scrive:
          Re: SIETE PREVENUTI

          Da quel che ho capito indagando in rete,
          sembra che la petizione serva per farlo
          uscire "completo", quindi credo che ne
          abbiano censurato una parte.Boh, vorrei sapere chi ha preso l'iniziativa di censurare questo gioco...Comunque il fatto che un intervento censorio dovuto alla chiesa generi più reazioni di uno dovuto a "non si sa chi" mi sembra normale.
          • Anonimo scrive:
            Re: SIETE PREVENUTI
            Io non mi sento un fanatico. Il buonsenso mi fa dire che sia giusto che quei siti siano stati chiusi, però...perchè le istituzioni reagiscono all'istante se sollecitate dalla chiesa e in tempi geologici se dai cittadini? Sono queste le cose che fanno rabbia... In più mettici che le posizioni della chiesa sono spesso discutibili (come hai detto anche tu...) e il quadro è fatto.Non ci vuol molto a sviluppare la sensazione che finirò per dover sottoscrivere certe idee a mio malgrado, dopodichè certe reazioni mi sembrano comprensibili. Dopodichè quando tutti hanno perso la testa... si salvi chi può...
  • Anonimo scrive:
    un giorno....
    un giorno qualcuno disse...Io non condivido quello che dici...ma sono pronto a battermi perche tu possa continuare a dirlo...Qualcuno dovrebbe imparare, che non si puo cancellare quello che non ci piace...solo perche maghari indirettamente ne abbiamo il potere...ARIMAN
    • Anonimo scrive:
      Re: un giorno....
      Infatti...teoricamente sarebbe giusto non censurare ne perseguire quei siti che inneggiano al terrorismo religioso, all' odio razziale (biologico, religioso, culturale).... al godimento nel vedere bimbi ignudi...Molti possono non essere daccordo ma la liberta' prima di tutto, anche quella di Odiare e incitare all' odio.O No?- Scritto da: ARIMAN
      un giorno qualcuno disse...
      Io non condivido quello che dici...
      ma sono pronto a battermi perche tu possa
      continuare a dirlo...

      Qualcuno dovrebbe imparare, che non si puo
      cancellare quello che non ci piace...
      solo perche maghari indirettamente ne
      abbiamo il potere...

      ARIMAN
  • Anonimo scrive:
    Ma i Preti Pedofili se li sono scordati?
    no comment, a buon intenditor...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i Preti Pedofili se li sono scordati?
      - Scritto da: ghytolleranza 0
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i Preti Pedofili se li sono scordati?
      - Scritto da: ghy

      no comment, a buon intenditor...spero non li dimentichi nessuno, ma non c'entra un tubo: allora cosa dovremmo fare coi tedeschi, metterli tutti in una zattera gigante, portarli al largo e affondarli, perché in passato alcuni di loro han fatto ciò che tutti sappiamo? E facciamo un'altra zattera per noi italiani che li abbiamo appoggiati in quello schifo?
  • Anonimo scrive:
    RELIGIONE DI STATO ???
    Buongiorno,premetto di essere Cattolico, ma non praticante.Mi risulta che da qualche anno (
    10) la religione del Vaticano non e' piu' "religione di Stato" ... bensi' solamente la piu' diffusa in Italia.Chi ha fonti certe su quelle Leggi ???Grazie,Francesco.
    • Anonimo scrive:
      Re: RELIGIONE DI STATO ???
      dai un occhiata qui...http://www.studiocelentano.it/codici/cp/codicepenale002.htm
      • Anonimo scrive:
        PERO`, GUARDA UN PO' CHE ROBA...
        - Scritto da: MAx
        dai un occhiata qui...

        http://www.studiocelentano.it/codici/cp/codic
        Ci si lamenta perche` le leggi italiane sono spesso poco chiare e ambigue e nascondono un mucchio di possibili interpretazioni che portano a effetti secondari (guarda un po' la vecchia 62/2001...), pero` cacchio:QUI SONO STATI CHIARISSIMI.O vedi che quando gli interessa...
    • Anonimo scrive:
      Incoerenza e ipocrisia.
      Lo stato di "cattolico non praticante" è un'invenzione degli sfaticati che vogliono la botte piena e la moglie ubriaca.
    • Anonimo scrive:
      Re: RELIGIONE DI STATO ???
      Dal 1984 la religione Cristiana Cattolica Apostolica Romana non e' piu' la religione dello Stato Italiano, ma una delle tante religione in esso professate.
      • Anonimo scrive:
        Re: RELIGIONE DI STATO ???
        - Scritto da: Andrea
        Dal 1984 la religione Cristiana Cattolica
        Apostolica Romana non e' piu' la religione
        dello Stato Italiano, ma una delle tante
        religione in esso professate.l'hai letta su repubblica?
        • Anonimo scrive:
          Re: RELIGIONE DI STATO ???
          Nel 1984 e' stato rivisto il Concordato tra lo Stato Italiano e lo Stato Vaticano, noto anche come "Patti Lateranensi".Questi patti sono stati stipulati nel 1929, durante il fascismo, e modificati nel 1984.Vuoi maggiori info? www.uaar.it
    • Anonimo scrive:
      Re: RELIGIONE DI STATO ???
      La religione di stato è stata abolita nel 2000 con la cancellazione dell'art. 402per maggiore inf.http://www.gayroma.it/culture/filosofie/re-26novembre2000ilmanifesto.htm
  • Anonimo scrive:
    Ripeto: Ma sei Sicuro?
    Premetto che non sono cattolico- Scritto da: roby
    un conto è fermare un tizio per strada e
    mandare a fare in culo lui e la baldracca di
    sua madre,No no, ON-Line... con tanto di fotomontaggi"sconvenienti".
    un altro è mettere on-line un
    sito sulla madonna e tutti gli apostoli e
    chi vuole farsi una cultura su bestemmie ed
    eresie se lo va a vedere.E' la stessa cosa di cui al mio esempio, si offende l'oggetto di un sentimento affettivo a prescindere dal fatto che sia materiale o immaginario. E' L'ATTO in se che conta, L' intenzione, non l'oggetto verso cui e' rivolta
    e poi stiamo parlando di fede e religione,
    mica di cose tangibili e materiali. io
    accetto che ci sia gente che discerne il
    bene dal male in base alle sacre scritture
    (e la cosa mi fa vomitare) e voi accettate
    che buttato nel web ci sia un sito sulla
    madonna e i suoi amici. un conto è oscurare
    un sito sulle brigate rosse,
    anticostituzionale, pericoloso, invito alla
    violenza, così come sarebbe doveroso
    censurare manifestazioni degli skin e neo
    fascisti, nati per fare del male... ma
    mobilitare per mesi le gdf (e la nostra
    grana)per quattro bestemmie!!!Perche' questo non e' invito all'odio e alla convivenza "incivile"?Sei un po' IPOCRITA: due pesi e due misure...Andiamo bene... ma fatemi il
    piacere, vergognatevi, tenetevi la vostra
    fede e non mi rompete il cazzo!!! ci sono
    cose ben più serie di cui preoccuparsi: mi
    risulta che ci sia un www.leganord.org,
    quelli dei "terun" e dei "negher" ... e ke
    cazzo!Ripeto che non ho nulla a che fare con i siti cattolici, tuttavia credo che gli unici che devono vergognarsi sono quelli che diffondono la cultura dell' ODIO e tra questi ovviamente ci stanno anche coloro che offendono e denigrano (non si puo' dire che contribuiscano con un bel' esempio). Il contrario dell' ODIO NON e' la tolleranza ma la COMPRENSIONE, attivita' che ovviamente supera le vostre capacita' intellettive.Per questo non ve ne faccio una colpa e anche per questo ritengo che comunque quei siti offensivi non vadano censurati ma pietosamente compresi. Ovviamente e' solo un opinione personale dato che non posso pretendere che tutti riescano a comprenderlo, per cui se e' lecito oscurare un sito che inneggia al razzismo biologico e'allora lecito anche oscurare un sito che inneggia al Razzismo religioso, senno' si e' veramente IPOCRITI non credi?Saluti
  • Anonimo scrive:
    I PRETI
    I MASSONI,I POLITICI GOMMOSI,I COMUNISTI, sono e saranno nemici difficili da vincere.Ma un giorno ci sarà la riscossa eun unico grido in tutta Italia ed Europa scoppierà nell'aria:: VINCEREMO!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: I PRETI
      - Scritto da: DUCE
      I MASSONI,
      I POLITICI GOMMOSI,
      I COMUNISTI,

      sono e saranno nemici difficili da vincere.
      Ma un giorno ci sarà la riscossa e
      un unico grido in tutta Italia ed Europa
      scoppierà nell'aria::

      VINCEREMO!!!questa mi sembra di averla già sentita...mi sembra anche di ricordare come sia finita...
      • Anonimo scrive:
        Re: I PRETI
        - Scritto da: // tutti


        - Scritto da: DUCE

        I MASSONI,

        I POLITICI GOMMOSI,

        I COMUNISTI,



        sono e saranno nemici difficili da
        vincere.

        Ma un giorno ci sarà la riscossa e

        un unico grido in tutta Italia ed Europa

        scoppierà nell'aria::



        VINCEREMO!!!

        questa mi sembra di averla già sentita...
        mi sembra anche di ricordare come sia
        finita... Chiunque basi la propria linea d'azione non sulvoler far emergere le proprie capacità ed i proprimeriti, ma su una qualsivoglia forma d'odionei confronti degli altri non potrà mai riuscire...Volevo rispondere anch'io a questo "vincente" ma sono stato felicemente battuto sul tempo...Ottima risposta.Le mie congratulazioni :)gnao
  • Anonimo scrive:
    Windows è un parto del demonio!
    La somma dei codici ascii di delle parole Bill Gates e Windows 95 dà 666!La frequenza con cui è necessario premere ctrl+alt+canc fa bestemmiare, inoltre è una combinazione di tre tasti, quindi si arroga il numero associato tradizionalmente alla divinità, arroganza di chiara origine diabolica!La tecnologia Palladium marchierà tutti gli utenti con un codice M$: come dice l'Apocalisse prima dell'Armagheddon ogni uomo sulla terra sarà segnato dal marchio dell'Anticristo (M$)Se questo non vi ha ancora convinto, Redmond è la località in cui ha sede M$, e red, ovvero rosso è il colore tradizionalmente associato al comunismo e al demonioInfine, per alzare il tasso diabolico del suo sistema operativo M$ ha sostituito il suo (ottimo!) stack di rete con quello copiato da BSD, noto sistema operativo che ha come logo un rosso diavolo forcuto, ovviamente questa scelta non è stata dettata da motivazioni pratiche/tecniche, ma solo per aggiungere un altro elemento diabolico al sistema operativo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows è un parto del demonio!
      - Scritto da: mr. satan
      La somma dei codici ascii di delle parole
      Bill Gates e Windows 95 dà 666!come l'ottimo lubrificante per barche di una marca che non posso dire
      La frequenza con cui è necessario premere
      ctrl+alt+canc fa bestemmiare,forse a te, che hai poca fantasia e poi... cosa ci combini col pc, per doverlo fare così frequentemente?
      inoltre è una
      combinazione di tre tasti, quindi si arroga
      il numero associato tradizionalmente alla
      divinità, arroganza di chiara origine
      diabolica!tradizionalmente? E dove siamo, alla sagra delle castagne?
      La tecnologia Palladium marchierà tutti gli
      utenti con un codice M$: come dice
      l'Apocalisse prima dell'Armagheddon ogni
      uomo sulla terra sarà segnato dal marchio
      dell'Anticristo (M$)bene, così verrà finalmente il momento di fare i conti
      Se questo non vi ha ancora convinto, Redmond
      è la località in cui ha sede M$, e red,
      ovvero rosso è il colore tradizionalmente
      associato al comunismo e al demonioe mond l'inizio di mondezza
      Infine, per alzare il tasso diabolico del
      suo sistema operativo M$ ha sostituito il
      suo (ottimo!) stack di rete con quello
      copiato da BSD, noto sistema operativo che
      ha come logo un rosso diavolo forcuto,
      ovviamente questa scelta non è stata dettata
      da motivazioni pratiche/tecniche, ma solo
      per aggiungere un altro elemento diabolico
      al sistema operativo!e tu, per alzare il tasso di alcol nel sangue, quanti grappini ti sei fatto?p.s. hai dimenticato di dire che 95 sono le calcagnate che satana si è beccato dall'Arcangelo Michele, 98 le punzecchiate con la spada, 2000 i gradini per i quali è rotolato sino all'inferno, mentre Me ed XP, in antichissima lingua, significano insieme "Michelu Embriagò Xatan Propriodebruttu (ma bruttu bruttu)"
    • Anonimo scrive:
      Be', non esageriamo...
      ...e` semplicemente un pessimo sistema operativo...
    • Anonimo scrive:
      Attento denigratore di MicroSoft
      - Scritto da: mr. satan
      La somma dei codici ascii di delle parole
      Bill Gates e Windows 95 dà 666!
      Attento denigratore di Microsoft!Visto che il vilipendio alla religioen di stato è ora sostituito da vilip. a qualsiasi religione,vuoi che al mondo non esita almeno un seguace della religione di Microsoft ("e Bill Gates è il suo profeta ...") ?
  • Anonimo scrive:
    Due riflessioni su questi commenti
    legendo en passant mi par di capire che molti cattolici tengono ancora un piede nel medioevoE molti anticattolici nel medioevo ci stanno seduti comodamente ^__^
    • Anonimo scrive:
      Re: Due riflessioni su questi commenti
      - Scritto da: SiN
      legendo en passant mi par di capire che
      molti cattolici tengono ancora un piede nel
      medioevopurtroppo è vero
      E molti anticattolici nel medioevo ci stanno
      seduti comodamente ^__^e non lo capiscono!
    • Anonimo scrive:
      Re: Due riflessioni su questi commenti
      Ehh come non essere daccordo....D'altra parte se non lo capiscono non ci possiamo fare nulla.- Scritto da: SiN
      legendo en passant mi par di capire che
      molti cattolici tengono ancora un piede nel
      medioevo


      E molti anticattolici nel medioevo ci stanno
      seduti comodamente ^__^
  • Anonimo scrive:
    Preghiera a san Michele Arcangelo
    Preghiera a san Michele ArcangeloGloriosissimo Principe delle celesti milizie, Arcangelo san Michele, difendici nella battaglia contro le potenze delle tenebre e la loro spirituale malizia. Vieni in aiuto degli uomini creati da Dio a sua immagine e somiglianza e riscattati a gran prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei venerato dalla Chiesa quale suo custode e patrono, e a te il Signore ha affidato le anime che un giorno occuperanno le sedi celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace a tenere schiacciato satana sotto i nostri piedi, affinché non possa continuare a tenere schiavi gli uomini e danneggiare la Chiesa. Presenta all'Altissimo con le tue le nostre preghiere, perché discendano presto su di noi le sue divine misericordie, e tu possa incatenare il dragone, il serpente antico, satana, e incatenato ricacciarlo negli abissi, donde non possa più sedurre le anime. Amen.
    • Anonimo scrive:
      Re: Preghiera a san Michele Arcangelo
      - Scritto da: 2000@nni.va
      Preghiera a san Michele Arcangelo

      Gloriosissimo Principe delle celesti
      ......più sedurre le
      anime. Amen.Buongiorno anche a te....
    • Anonimo scrive:
      Re: Preghiera a san Michele Arcangelo

      Gloriosissimo Principe delle celesti
      milizie, Arcangelo san Michele, difendici
      nella battaglia contro le potenze delle
      tenebre e la loro spirituale malizia. Vieni
      in aiuto degli uomini creati da Dio a sua
      immagine e somiglianza e riscattati a gran
      prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei
      venerato dalla Chiesa quale suo custode e
      patrono, e a te il Signore ha affidato le
      anime che un giorno occuperanno le sedi
      celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace a
      tenere schiacciato satana sotto i nostri
      piedi, affinché non possa continuare a
      tenere schiavi gli uomini e danneggiare la
      Chiesa. Presenta all'Altissimo con le tue le
      nostre preghiere, perché discendano presto
      su di noi le sue divine misericordie, e tu
      possa incatenare il dragone, il serpente
      antico, satana, e incatenato ricacciarlo
      negli abissi, donde non possa più sedurre le
      anime. Amen.mai provato con le droghe leggere?io ho smesso da un pezzo ormai, ma tu forse sarebbe il caso che iniziassi
      • Anonimo scrive:
        Re: Preghiera a san Michele Arcangelo
        Non mi sembra che ne abbia bisogno, lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Preghiera a san Michele Arcangelo

        Gloriosissimo Principe delle celesti
        milizie, Arcangelo san Michele, difendici
        nella battaglia contro le potenze delle
        tenebre e la loro spirituale malizia. Vieni
        in aiuto degli uomini creati da Dio a sua
        immagine e somiglianza e riscattati a gran
        prezzo dalla tirannia del demonio. Tu sei
        venerato dalla Chiesa quale suo custode e
        patrono, e a te il Signore ha affidato le
        anime che un giorno occuperanno le sedi
        celesti. Prega, dunque, il Dio della Pace a
        tenere schiacciato satana sotto i nostri
        piedi, affinché non possa continuare a
        tenere schiavi gli uomini e danneggiare la
        Chiesa. Presenta all'Altissimo con le tue le
        nostre preghiere, perché discendano presto
        su di noi le sue divine misericordie, e tu
        possa incatenare il dragone, il serpente
        antico, satana, e incatenato ricacciarlo
        negli abissi, donde non possa più sedurre le
        anime. Amen. Se stai scherzando: ok, Se dici sul serio: fatti vedere da qualcuno... qualcuno bravo, pero'!
      • Anonimo scrive:
        Re: Preghiera a san Michele Arcangelo
        Se vuoi ho un'aspirina
  • Anonimo scrive:
    re:linux & religione cattolica
    Non sopporto paternali religiose da persone come:razzisti, pedofili, pederasti, ladri, inquisitori,untori, assasini, sfruttatori, santificatori a scopo di lucro, ecc ecc ecc.Eccoti una breve panoramica sulla chiesa di oggiuna associazione a delinquere di stampo mafiosoa scopo di lucro!
  • Anonimo scrive:
    Vergogna
    E' vergognoso che nel 2002 in un paese "civilizzato" come l'italia esistano ancora delle leggi che tutelano una religione di "stato" e che qualche burlone che permette a tanta gente, che non crede nell'unico dio vaticano, di farsi due sane risate venga arrestato quando la gente praticamente si accoltella agli angoli delle vie. Una famosa pubblicità recita che il mondo è fatto di priorità, beh, secondo me qualcuno sta leggendo la lista al contrario. Caro vaticano dovresti pensare di più a promulgare la tua religione invece di far oscurare il pensiero di quelli che non ci credono.VERGOGNA
    • Anonimo scrive:
      Re: Vergogna
      - Scritto da: Battista
      E' vergognoso che nel 2002 in un paese
      "civilizzato" come l'italia esistano ancora
      delle leggi che tutelano una religione di
      "stato" Purtroppo, come gia' qualcuno ha fatto notare, molti cattolici hanno ancora un piede nel medioevo, inteso nel senso piu' oscurantista e bigotto, perche' per fortuna il Medioevo non era solo questo.
      e che qualche burlone che permette a
      tanta gente, che non crede nell'unico dio
      vaticano, di farsi due sane risate venga
      arrestato quando la gente praticamente si
      accoltella agli angoli delle vie. Vero pero' nella misura in cui e' giusto non oscurare anche i siti che inneggiano all' odio razziale, giacche' odio razziale o discriminazione religiosa pari sono.Se in un sito qualcuno si facesse delle sane risate sulle foto "montate ad arte" dei tuoi familiari non penso saresti molto contento.
      Una famosa
      pubblicità recita che il mondo è fatto di
      priorità, beh, secondo me qualcuno sta
      leggendo la lista al contrario. Caro
      vaticano dovresti pensare di più a
      promulgare la tua religione invece di far
      oscurare il pensiero di quelli che non ci
      credono.

      VERGOGNAQuesto e' un'altro paio di maniche, pero' vero.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vergogna
        Il problema non è promulgare la religione: è che bisognerebbe farlo in modo sano e costruttivo. Per 2000 anni la Chiesa ha tenuto la gente nell'ignoranza con la scusa di tenerla lontana dal male: se si fosse badato più all'educazione verso ciò che è bene che alla repressione verso ciò che è male, non si starebbe neppure qui a perdere ore e ore per fare dei forum sull'argomento.Ma l'educazione istruisce, e la Chiesa, con gente istruita, non avrebbe più potuto fare il bello e il cattivo tempo!!Povero Gesù Cristo, chissà cosa pensa nel vedere l'uso che hanno fatto negli ultimi dieci-quindici secoli dei suoi insegnamenti!!!
  • Anonimo scrive:
    MA C'E' SPAZIO X TUTTI!!! INTERNET LIBERO!
    IL WEB E' COSI GRANDE CHE CAZZO DI FASTIDIO VI DA UN SITO BLASFEMO , NON CI ANDATE PUNTO E BASTA, COME UN PRETE NON ENTRA IN UN SEXY SHOP UN CRISTIANO NON VA SU QUEL SITO...! INOLTRE INVECE DI ANDARE A INDAGARE SULLA PEDOFILIA... PENSARE CHE L'ULTIMA VOLTA CHE MI SONO CONFESSATO IN UN PAESINO A SAN MARINELLA IL PRETE DELLA CHIESA MI HA CHIESTO SE MI MASTURBAVO E SE MASTURBAVO LA MIA RAGAZZA CONTINUAVA A FARMI DOMANDE SCABROSE NEI MINIMI PARTICOLARE SEMBRAVA CI PIGLIASSE GUSTO... INAUDITO PREMETTO CHE MI SARO CONFESSATO IN 20 ANNI CIRCA 3 VOLTE ... E NON ENTRO IN KIESA DA PAREKKIO VOI POTETE EVITARE DI ENTRARE IN QUEL SITO.
  • Anonimo scrive:
    ...una linea di demarcazione
    Credo che esista una linea personale di valutazione del bene e del male. Credo anche di avere un idea di dove possa passare le linee di un sacco di altre persone. Ovviamente sono concetti in continuo movimento ma sono SICURO che una bestemmia oltrepassa il limite per tutta una parte di persone a cui riconosco rispetto. Per cui ritengo opportuno limitare la MIA Liberta' innanzitutto. Non credo sia impossibile tracciare linee comportamentali un po' piu' equilibrate a costo di rinunciare a 'conquiste' della liberta'.Una domanda a cui chiedo di rispondere a tutti coloro che vorranno:pensate sia giusto rinunciare alla propria 'libertà' di bestemmia per rispetto verso il prossimo?
    • Anonimo scrive:
      Re: ...una linea di demarcazione
      - Scritto da: ciro
      Credo che esista una linea personale di
      valutazione del bene e del male. Credo anche
      di avere un idea di dove possa passare le
      linee di un sacco di altre persone.
      Ovviamente sono concetti in continuo
      movimento ma sono SICURO che una bestemmia
      oltrepassa il limite per tutta una parte di
      persone a cui riconosco rispetto. Per cui
      ritengo opportuno limitare la MIA Liberta'
      innanzitutto. Non credo sia impossibile
      tracciare linee comportamentali un po' piu'
      equilibrate a costo di rinunciare a
      'conquiste' della liberta'.
      Una domanda a cui chiedo di rispondere a
      tutti coloro che vorranno:
      pensate sia giusto rinunciare alla propria
      'libertà' di bestemmia per rispetto verso il
      prossimo?
      ti rispondo in modo indiretto. Mi spiace, ma per quanto sia esecrabile il contenuto dei siti sequestrati la censura resta sbagliata. Io non bestemmio ma chi vuole deve essere libero di farlo. Mi spiace ma la penso così.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: ...una linea di demarcazione
        - Scritto da: vul

        Una domanda a cui chiedo di rispondere a

        tutti coloro che vorranno:

        pensate sia giusto rinunciare alla propria

        'libertà' di bestemmia per rispetto verso
        il

        prossimo?



        ti rispondo in modo indiretto. Mi spiace, ma
        per quanto sia esecrabile il contenuto dei
        siti sequestrati la censura resta sbagliata.
        Io non bestemmio ma chi vuole deve essere
        libero di farlo. Mi spiace ma la penso così.
        ciaoGrazie per la risposta...attenzione, rinunciare alla PROPRIA liberta' di bestemmiare... sarebbe gia' un gran passo avanti. Vorrei sapere le ragioni per cui una persona non consideri giusto applicare una forma di rispetto cosi' banale. Ovviamente quando c'e' cultura non occorre la censura. Ringrazio gli autori di quei siti per avermi confermato quanto bisogno di buon senso necessiti il mondo viste le centinaia di migliaia di persone che li hanno visitati solo per il fatto che il nome del dominio contenesse una bestemmia...
  • Anonimo scrive:
    Bruceranno all'INFERNO
    Per una volta, sono d'accordo con i Radicali.All'inferno l'Osservatore Romano, l'otto per mille e le emissioni di Radio Vaticana Assassina.W I Prophilax !
    • Anonimo scrive:
      Re: Bruceranno all'INFERNO
      - Scritto da: Piwi
      Per una volta, sono d'accordo con i Radicali.sì, ma non farti mai offrire da bere :)
      All'inferno l'Osservatore Romano,non so, non l'ho mai letto
      l'otto per millese qualcuno vuole, perché non dovrebbe?e le emissioni di Radio Vaticanasono daccordo (su quelle che non dovrebbero esserci)
      W I Prophilax !fatti tuoi, anzi... c.... tuo! :)Una cosa, però: chi deve andare all'inferno non lo decidi né tu, né io, né nessun altro su questa terra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bruceranno all'INFERNO
        Hai ragione; mi ero fatto prendere dall'enfasi. Tanto più che non è nemmeno sicuro che esista, un inferno ;)
        • Anonimo scrive:
          ancora co 'sto inferno e paradiso?
          sono solo funghetti che dante si è fatto 700 anni fa in una selva oscura:e tutti noi fregnoni che gli diamo retta!
          • Anonimo scrive:
            Re: ancora co 'sto inferno e paradiso?
            - Scritto da: cerchio
            sono solo funghetti che dante si è fatto 700
            anni fa in una selva oscura:
            e tutti noi fregnoni che gli diamo retta!Se non vivi secondo certi principi, caso strano contenuti nel vangelo, l'inferno lo inizi a vivere in terra e lo crei a figli e quant'altri dipendono da te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bruceranno all'INFERNO

      W I Prophilax !aho! te saluta Sirvano!Grandissimi i Prophilax, "il giorno della ceppa" è il loro capolavoro!
  • Anonimo scrive:
    Italia sempre più bigotta......
    Come volevasi dimostrare, ancora una volta l'Italia si mostra sempre più bigotta....Ma si potrà ancora dire: " Vado al cesso " invece di dire " vado a gabinetto ", oppure " vado a lavarmi le mani " ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia sempre più bigotta......
      - Scritto da: Marco
      Come volevasi dimostrare, ancora una volta
      l'Italia si mostra sempre più bigotta....
      Ma si potrà ancora dire: " Vado al cesso "
      invece di dire " vado a gabinetto ", oppure
      " vado a lavarmi le mani " ?Perché, secondo te il problema sta nel dire "vado al cesso" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia sempre più bigotta......
        O non sai cosa sono le metafore oppure hai bisogno di farti installare un cervello
  • Anonimo scrive:
    Porcamadonna.com ! Bestemmiare o citare un sito?
    Cammino per strada, mi cade un vaso in testa, "Porcamadonna.com ! "cos'è allora una bestemmia o è un sito?si apre un acceso dibattito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Porcamadonna.com ! Bestemmiare o citare un sito?
      Cosa importa cos'è?Se per me "colonna portante" significa "dio porco" quando pronuncio "colonna portante" sto bestemmiando perchè lo faccio con quell'intenzione altrimenti no.Quando a te cade un vaso in testa dipende con che spirito pronunci "porcamadonna.com".Non fermiamoci alla forma, il significato, il contenuto è la cosa che conta!
  • Anonimo scrive:
    MAI VISTI TANTI POST!
    basterà questo per rivedere il tanto amato porcamadonna.com ??
    • Anonimo scrive:
      Re: MAI VISTI TANTI POST!
      no, non basteràcomunque ora e sempre W la breccia di porta piaW giordano brunow la libertà di pensiero
    • Anonimo scrive:
      Re: MAI VISTI TANTI POST!
      qualche settimana fa un articolo su mozilla ha collezionato più di mille post!Ce la possiamo fare :)
  • Anonimo scrive:
    Ma la religione è solo applicabile AL PROSSIMO ?
    Ricordiamo che questa crociata per una migliore vita civile è offerta non tanto dalla chiesa ma da fedeli che spesso hanno idee un pochino ristrette, ecco altri dogmi da seguire dopo il non bestemmiare:1. i comunisti mangiano i bambini2. no ai rapporti prematrimoniali3. rapporti sessuali solo per la procreazione e ASSOLUTAMENTE niente piacere dall'atto altrimenti è peccato4. leggete la bibbia che fa bene (la stessa chiesa che mandava al rogo chi traduceva la bibbia nel medioevo)con questo non voglio dire che io sono contrario, io sono un credente, per fortuna che San Francesco disse che un santo pecca sette volte al giorno, vorrei piuttosto che i moderni Torquemanda si focalizzassero su altri punti della religione:1. ama il prossimo tuo come te stesso (si, anche gli albanesi ed i marocchini)2. porgi l'altra guancia3. non rubare (si commenta da sola)4. non uccidere (guarda! le antenne della radio vaticana)5. non desiderare le cose d'altri (e smetti di chiederti perchè molti preti girano con macchinoni che ti potresti permetterti solo con 30 stipendi di fila)6. ricordati di santificare le feste comandate (non vedo una grande affluenza in chiesa, chissà se tutti i novelli censori ci vanno)7. non avrai altro Dio al di fuori di Dio (c'è gente che si vende l'anima per i soldi)8. non commettere falsa testimonianza (si commenta da sola)9. non guardare il fuscello nell'occhio altrui se non vedi il trave nel tuo (alias: contro gli altri siamo tutti bravi ad essere superiori)10. non commettere atti impuri (implica anche solo pensare male di una persona perchè le sue idee sono contrarie alle tue)
  • Anonimo scrive:
    Ma la chiesa cosa porcod*o c'entra ?
    Allora, io dico..il VATICANO e' ESENTE da ogni pena nello stato Italiano, pero' intanto HA INFLUENZA SU DI ESSO.CHE CAZZO DI SENSO HA ?E' come dire che io non sono nessuno per la societa' "Tizio & Co." pero' intanto mi intasco lo stipendio.SE LA CHEISA E' ESENTE DALLE LEGGI ITALIANE, NON DEVE ESSERE NEANCHE AUTORIZZATA A INFLUIRE SU ESSE. E' UN RAGIONAMENTO IDIOTA.il vaticano con NOI non c'entra un cazzo, come non c'entra un cazzo gesu' cristo e via dicendo.altro esempio ?nessuno potra' mai DALL'ITALIA fare una denuncia contro uno che abita a PARIGI. E' LA STESSA COSA. IL VATICANO E' UNO STATO A PARTE. NON FA PARTE DELL'ITALIA E COME TALE NON DEVE ROMPERE I COGLIONI A NOI BESTEMMIATORI FELICI E CONTENTI.
  • Anonimo scrive:
    Re: Le parole al vento fanno male.
    Scorrevo velocemente le opinioni espresse...un vero deserto!Non sapete dire altro se non scannarvi a vicenda...a quanto pare sapete tutti quanti schierarvi tra le file del perfetto Bene e del perfetto Male.Non una riflessione in grado di suscitare un dibattito. Finchè non ho letto questo commento...l'unico degno di essere letto. Sai concordo in pieno con te...pur non essendo atea. Anzi mi ritengo fin troppo credente. Per me la fede...non è una semplice convenzione, una facciata...ma uno stile di vita...sebbene non sempre pienamente attuabile, ma questo è un altro discorso. Per quanto riguarda la notizia della chiusura dei 5 siti...beh!ritengo che la Libertà di pensiero o cmq la Libertà come concetto generale (ho letto questa parola troppe volte in alcune opinioni...ma mi chiedo se qualcuno di voi ne conosca il senso profondo)non sia sinonimo di:"Possiamo dire tutto ciò che ci pare e piace...tanto siamo in un paese libero!". Che assurdità!come in ogni paese che si rispetti esiste una legge, che a quanto pare pochi di voi conoscono, che punisce coloro che oltraggiano tanto le cose che le persone. Esiste il reato di vilipedio. Ne avete mai sentito parlare? Temo di no...quindi se quei siti sono stati oscurati non di certo per una morale che voi definite bigotta...ma solo perchè cosi stabilisce la legge. Avete mai sentito parlare di buon costume? Temo di no. Libertà di espressione...di pensiero...certo ma finchè non lede il diritto altrui.Quale?Il diritto al rispetto, all'onorabilità...ma di cosa parlo,se siete i primi ad offendere. Cmq vi regalo un consiglio...la prox volta che gridate a gran voce "C'è la Libertà di pensiero!!!" fatelo per difendere un vostro ideale, una vostra opinione...qualcosa che sia profondamente radicato nella vostra vita...Utilizzata a sproposito...perde di valore!!!a presto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Le parole al vento fanno male.
      [skip intro]
      della chiusura dei 5 siti...beh!ritengo che
      la Libertà di pensiero o cmq la Libertà come
      concetto generale (ho letto questa parola
      troppe volte in alcune opinioni...ma mi
      chiedo se qualcuno di voi ne conosca il
      senso profondo)non sia sinonimo di:"Possiamo
      dire tutto ciò che ci pare e piace...tanto
      siamo in un paese libero!". Che
      assurdità!come in ogni paese che si rispetti
      esiste una legge, che a quanto pare pochi di
      voi conoscono, che punisce coloro che
      oltraggiano tanto le cose che le persone.buh.. buh..mmmmhhhhhma mica sono cosi' sicuro che questa frase abbia un senso posta in questo contesto...Il problema e' un altro, non tanto la bestemmia, ma il fatto che lo Stato Italiano abbia chiuso un sito negli stati uniti perche' c'erano riportate delle bestemmie.Lo stato, deve occuparsi di questo?Ma soprattutto, chi visita un sito con quel nome, sa a cosa va incontro, allora, perche' "oltraggiarsi" da soli visitandolo?E' come entrare in un sexy shop e scandalizzarsi perche' ci sono i piselli di gomma lunghi mezzo metro...Se fossi una suora non ci entrerei, se ci entro, so cosa trovo.Qui non e' la bestemmia che viene da te, sei tu che vai da lei.Poi che il sito sia di cattivo gusto non ci piove.
      Esiste il reato di vilipedio. Ne avete mai
      sentito parlare? Temo di no...quindi se quei
      siti sono stati oscurati non di certo per
      una morale che voi definite bigotta...ma
      solo perchè cosi stabilisce la legge. Avete
      mai sentito parlare di buon costume? Temo di
      no. Libertà di espressione...di
      pensiero...certo ma finchè non lede il
      diritto altrui.Quale?Il diritto al rispetto,
      all'onorabilità...ma di cosa parlo,se siete
      i primi ad offendere. Cmq vi regalo unNo scusa, eri partita bene :)Ti perdi sul finale ? :)Allora, chiariamo un punto essenziale.Il reato di vilipendio, a parte la sua natura lieve, non dovrebbe portare alla chiusura di un sito che si trova fuori dal territorio italiano.Tanto piu' che viviamo in uno stato dove un ministro della repubblica afferma "il saluto romano andrebbe ripristinato per legge perche' e' piu' igienico.", e in Italia esiste il reato di apologia di fascismo e il ministro ha giurato sulla costituzione che quel reato ha istituito.Sarebbe bastato chiedere di mettere una pagina iniziale che informasse del contenuto e scoraggiase tutti i potenziali visitatori che si sarebbero potuti sentire offesi.
      consiglio...la prox volta che gridate a gran
      voce "C'è la Libertà di pensiero!!!" fatelo
      per difendere un vostro ideale, una vostra
      opinione...qualcosa che sia profondamente
      radicato nella vostra vita...Utilizzata a
      sproposito...perde di valore!!!a presto... Non credo che seguire la morale altrui sia un buon modo di difendere le proprie liberta'.Quel sito a me non disturba.Casomai puo' disturbarmi il suo contentuto, ma sara' la mia liberta' di scegliere a permettermi di evitarlo, non voglio che sia la finanza.In questo modo sono meno libero.Non vorrei che nascondendosi dietro al vilipendio si pensasse che e' giusto punire chi offende la nostra religione.Cosi' si fa nei paesi integralisti, non in quelli liberi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le parole al vento fanno male.

      Cmq vi regalo un
      consiglio...la prox volta che gridate a gran
      voce "C'è la Libertà di pensiero!!!" fatelo
      per difendere un vostro ideale, una vostra
      opinione...qualcosa che sia profondamente
      radicato nella vostra vita...Utilizzata a
      sproposito...perde di valore!!!a presto... e io te ne regalo un altrocio' che offende te, potrebbe non offendere un altro.In base a questo principio, non possiamo assurgere al ruolo di censori, perche' le nostre scelte sono soggettive e non assolute.Chiaramente, va censurato chi corre per strada nudo, bestemmiando mentre sbatte un crocefisso per terra.Ma non perche' offende una religione, perche' offende il buon costume.Se la stessa cosa il tizio la fa in casa sua, non possiamo entrare e farlo smettere con la forza.Staremmo violando la sua liberta'.Io mi ritengo agnostico, ma non posso non notare come la religione cattolica/cristiana permei ogni cosa nella nostra vita.E questo francamente mi disturba, ma non chiedo di bandire il cristianesimo dall'Italia o di rimandare il Papa ad Avignone.Lo accetto, e cerco, quando mi e' possibile, di evitarlo.Tu puoi evitare quel sito?falloNon invocare la censura aprioristica, perche' domani l'Italia potrebbe essere un paese a maggioranza non cattolica.Cosa faresti se ti imponessero un rito di un'altra religione o il rispetto delle loro regole?ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Le parole al vento fanno male.
        In realtà non offende me in quanto Mariapia...Ascolta...se quel sito ha offeso il Vaticano...e la legge ha ritenuto il suo diritto meritevole di tutela...é giusto punire chi ha leso quel diritto. E poi...ritengo che non perchè internet sia "libero" si possa scrivere di tutto. Secondo te...un giornale con i contenuti di quei siti...li lascierebbero in circolazione? Non penso...E poi non basta non visitarli per essere offesi...solo la loro esistenza può essere ritenuta offensiva. Lo Stato deve salvaguardare i nostri diritti...e se è necessario anche con la censura...No non fucilarmi per questo...vorrei battermi per tutto ciò che in qualche modo danneggi la dignità di qualcuno...o di qualcosa...tu no???
        • Anonimo scrive:
          Re: Le parole al vento fanno male.

          In realtà non offende me in quanto
          Mariapia...Ascolta...se quel sito ha offeso
          il Vaticano...e la legge ha ritenuto il suo
          diritto meritevole di tutela...é giusto
          punire chi ha leso quel diritto. EAspettaE' giusto difendere i diritti.Il vaticano non puo' decidere che un suo diritto leso sia da punire unilateralmente.Perche' e' uno stato indipendente.Altrimenti io posso chiedere l'invasione militare del vaticano perche' lede il mio diritto ad uno stato laico.
          poi...ritengo che non perchè internet sia
          "libero" si possa scrivere di tutto. Secondoallora cosa e' libero?chi decide cosa scrivere?chi decide chi puo' scrivere cosa?e chi decide chi deve decidere?
          te...un giornale con i contenuti di quei
          siti...li lascierebbero in circolazione? Nonnon e' un giornale...e' come avere un poster in camera, solo che VOLENDOpossono vederlo tutti quelli che hanno un browser.Io non vado a staccare i poster dalle camere o a leggere i diari.Poi ripeto, il sito lo fa solo perche' "tira".Moralmente non ha scuse.Ma legalmente quel sito non andava chiuso!
          penso...E poi non basta non visitarli per
          essere offesi...solo la loro esistenza può
          essere ritenuta offensiva. Lo Stato deve
          salvaguardare i nostri diritti...e se è
          necessario anche con la censura...No non
          fucilarmi per questo...vorrei battermi per
          tutto ciò che in qualche modo danneggi la
          dignità di qualcuno...o di qualcosa...tu
          no??? Non penso che sia giusto ritenere la religione un diritto da salvaguardare.O meglio.La liberta' di culto e' un diritto, la difesa dei dogmi la devono fare i fedeli, non lo stato in cui tali fedeli vivono.Lo stato ti da liberta' di professare la tua religione.Ma da anche al creatore del sito la liberta' di pubblicare delle bestemmie, che se a te danno fastidio puoi chiedere di togliere.Ma da qui a pretendere che sia lo stato a farlo, ce ne passa.Ripeto, e' il fatto che non ci fosse una ragione valida per pubblicare quelle bestemmie che puo' porre dei dubbi, ma in linea di principio quelle bestemmie hanno lo stesso valore che puo' avere una preghiera.Perche' una si e l'altra no?Non parliamo di materiale pedopornografico o illegale o smaccatamente razzista.E' solo materiale di cattivo gusto.E il cattivo gusto e' una cosa soggettiva.Sempre... secondo me...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Le parole al vento fanno male.
            Quando ti parlo...lo faccio da laica. Il Vaticano è un soggetto che ha dei diritti come tanti altri e come tali vanno rispettati. Inoltre nessuno decide cosa si deve scrivere...ma ci sono parametri di "buon costume" che vanno rispettati. Esiste una Legge...è quella che ci dice cosa è giusto e cosa non lo è. Credo molto nella giustizia...e se si è ritenuto giusto oscurare quei siti...cmq c'è sempre la possibilità di opporsi in giudizio...vediamo le ragioni di chi vinceranno...
          • Anonimo scrive:
            Re: Le parole al vento fanno male.

            Quando ti parlo...lo faccio da laica. Il
            Vaticano è un soggetto che ha dei diritti
            come tanti altri e come tali vanno
            rispettati. Inoltre nessuno decide cosa si
            deve scrivere...ma ci sono parametri di
            "buon costume" che vanno rispettati. Esiste
            una Legge...è quella che ci dice cosa è
            giusto e cosa non lo è. Credo molto nella
            giustizia...e se si è ritenuto giusto
            oscurare quei siti...cmq c'è sempre la
            possibilità di opporsi in giudizio...vediamo
            le ragioni di chi vinceranno...infatti e' questo l'atteggiamento giusto.Far lavorare la giustizia.Ora, il problema e' proprio questo.La giustizia non ha lavorato.Ha lavorato qualcos altro, che in nome della difesa della dignita' della religione cristiana, ha oscurato un sito che sta oltreoceano, sottoposto ad altre leggi e altro "regime" religioso.Tra l'altro la frase in America non ha senso, per questo esiste il sito .com ma non il .it.Insomma, e' come la polizia americana chiudesse un sito ospitato qui in Italia senza che la polizia italiana intervenisse.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Le parole al vento fanno male.
          I crocefissi nei tribunali offendono la mia dignita'. Sono una presa per i fondelli, soprattutto quando sotto c'e' scritto "La legge e' uguale per tutti"
  • Anonimo scrive:
    Che chiudano anche www.vaticano.va
    Adesso dovrebbero chiudere anche www.vaticano.va per offesa alla laicita' dello stato, interferenze nello stato laico, inopportuni e truculenti simboli religiosi in enti e scuole pubbliche, cialtroneria ovvero abuso della credulita' popolare, interferenze nella vita quotidiana e nelle scelte dei cittadini.Il loro sito mi offende come laico e promotore di uno stato laico, lede le liberta' per cui chiedero' che venga chiuso.A tutti gli atei, agli agnostici, ai laici, agli illuministi moderni, a chiunque sappia che le credenze ed i dogmi rovinano e rendono schiavi di idee preconcette, ingabbiano l'ingiusto e l'immorale in categorie del tutto avulse dalla realta': abbiate cura dei vostri figli, dategli una educazione laica! I cattolici infestano le scuole perche' sanno che solo prendendole da giovani le persone possono credere a tutte le farneticazioni delle religioni. Le persone non diventano cattoliche a 20 anni, ma dall'asilo, dalla preghiera del mattino. Quanti di voi sono battezzati e non lo sarebbero stati se a 14 anni vi avessero chiesto, "Che religione vuoi seguire?".Non fate diventare i vostri figli come i cattolici che hanno postato in queto forum. Non lo dico per insultarli.Ma perche' NON ABBIAMO BISOGNO di altri come loro. Sono gia' troppi e troppo potenti, ostinati e irriducibili, fermi su dogmi di comodo, corporativisti e censori.Diamo ai nostri figli un futuro piu' laico.Sbattezziamoci e non battezziamo i nostri figli, facciamoli scegliere a 18 anni.Diamogli il diritto di pensare.Per lo sbattezzo consultatehttp://www.uaar.it/
    • Anonimo scrive:
      Re: Che chiudano anche www.vaticano.va

      Diamo ai nostri figli un futuro piu' laico.
      Sbattezziamoci e non battezziamo i nostri
      figli, facciamoli scegliere a 18 anni.
      Diamogli il diritto di pensare.
      giustod'altronde il primmo battezzato lo fu da adulto e in piena coscienza
      • Anonimo scrive:
        Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
        - Scritto da: maks
        d'altronde il primmo battezzato lo fu da
        adulto e in piena coscienza'o primmo ammore...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
      Bè mi sembra che il tuo discorso sia eccessivamente qualunquista e generico...eddai che vuol dire sono troppi etc etc. Fare di tutta l'erba un fascio è sempre sbagliato! Se così fosse, utilizzando questo form come riferimetno dovrei dedurre che la maggior parte degli atei et similia sono dei satanisti invasati, quando so benissimo che non è così, anzi. Interessante cmq l'idea di battezzarsi a 18 anni... xò come concilii la cosa con una par condicio reale ovvero... prima di decidere si dovrebbero conoscere tutte le religioni del mondo, se ne salti anche una sarebbe discriminante, e sai benissimo che non è possibilie...Un saluto!Souther
      • Anonimo scrive:
        Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
        - Scritto da: Souther
        Bè mi sembra che il tuo discorso sia
        eccessivamente qualunquista e
        generico...eddai che vuol dire sono troppi
        etc etc. Fare di tutta l'erba un fascio è
        sempre sbagliato!A ME i cattolici sembrano troppi, troppo influenti e troppo invadenti e censori. Non sono tutti cosi', ma ne abbiamo gia' abbastanza.
        Interessante
        cmq l'idea di battezzarsi a 18 anni... xò
        come concilii la cosa con una par condicio
        reale ovvero... prima di decidere si
        dovrebbero conoscere tutte le religioni del
        mondo, se ne salti anche una sarebbe
        discriminante, e sai benissimo che non è
        possibilie...Giusto, allora e' per questa ragione lecito battezzare minorenni alla religione di stato. Iscriverli quindi all'anagrafe della Chiesa che potra' dire quidni di avere milioni di seguaci sulla base dei suoi registri quando invece molti nel tempo si disaffezionano al culto e si allontanano. Ma il loro nomwe sui registri resta e la chiesa si fa forte con lo stato di dire che gran parte degli italiani sono cattolici critisani, mentre in realta' sono solo battezzati.E comuque a 18 anni si ha avuto sicuramente modo di conoscere o almeno di sapere dell'esistenza di diverse religioni, e farsene un idea se uno vuole ci riesce. Girano in Italia mormoni, terstimoni di geova, gli arancioni, induisti e buddisti, maomettani, ci sono tante chiese protestanti. C'e' quindi modo di scoprire molti altri culti. Quindi se manca la par condicio, ovvero la scelta e' proprio perche' adesso che nelle scuole (laiche!) ci sono i preti cattolici e dalle elementari si fanno le preghiere in classe.E' ipocrita invocare la par condicio - che i cattolici sopprimono di fatto nelle scuole - dire che e' impossibile perche' non si possono conoscere tutti i culti e quindi concludere che l'unica scelta possibile e il cattolicesimo.
        Un saluto!Anche a te!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
      Se tu non credi non offendere chi crede! E poi il sito del Vaticano dipende dallo Stato del Vaticano quindi lo Stato Italiano non può interferire negli affari di un'altro Stato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
        - Scritto da: Giacomo
        Se tu non credi non offendere chi crede! E
        poi il sito del Vaticano dipende dallo Stato
        del Vaticano quindi lo Stato Italiano non
        può interferire negli affari di un'altro
        Stato.Invece il Vaticano, a quanto pare, può tranquillamente interferire negli affari di qualunque altro stato. Mi sembra molto cattolico e poco democratico ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
        - Scritto da: Giacomo
        Se tu non credi non offendere chi crede! E
        poi il sito del Vaticano dipende dallo Stato
        del Vaticano quindi lo Stato Italiano non
        può interferire negli affari di un'altro
        Stato.Sei solo un pagliaccio: dove credi che si trovasse il sito porcamadoona.com? In vaticano? No, in USA!Allora perche' lo stato italiano ha interferito?Vatti a nascondere, io prima non ti ho offeso, sono stato provocatorio e duro, ma che ti devo dire, adesso te le cerchi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che chiudano anche www.vaticano.va

      Diamo ai nostri figli un futuro piu' laico.
      Sbattezziamoci e non battezziamo i nostri
      figli, facciamoli scegliere a 18 anni.
      Diamogli il diritto di pensare.

      Per lo sbattezzo consultate
      http://www.uaar.it/Parli di ciò che non sai.Il battesimo NON è un marchio a fuoco.NON implica alcunché nella vita sociale e civile.NON interferisce con le leggi dello stato.E' un "regalo". Se non ti piace lo metti da parte.Scusa, mi spieghi il concetto di "sbattezzare" ? Cioè togliere qualcosa di intangibile, di irrazionale a cui NON credi ? E' una contraddizione in termini....
      • Anonimo scrive:
        Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
        è un imposizione che ti fanno quando non sai ancora ragionare. Punto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
          - Scritto da: vul
          È un imposizione che ti fanno quando non sai
          ancora ragionare. Punto.Tolto il punto:è un'imposizione che se non ci credi te ne puoi anche fregare e non pensarci più, altrimenti vuol dire che hai qualche problema.Ci sono imposizioni ben peggiori, come quella di dover comprare roba da mangiare senza neanche avere il diritto/libertà di sapere cosa c'è dentro, oppure, per rimanere in tema di imposizioni fatte a bimbi indifesi, quella di ammazzarli perché non erano "programmati" (ah già, ma se non sono usciti dalla pancia non sono esseri umani, quel tipo che nell'ecografia a meno di tre mesi vedevo saltellare sulle gambe e muovere le braccia non era mia figlia, forse era un'interferenza sul video)
          • Anonimo scrive:
            Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
            - Scritto da: nuvolone
            Tolto il punto:
            è un'imposizione che se non ci credi te ne
            puoi anche fregare e non pensarci più,
            altrimenti vuol dire che hai qualche
            problema.come fai a non pensarci più quando si tratta di una cerimonia così importante?
            Ci sono imposizioni ben peggiori, come
            quella di dover comprare roba da mangiare
            senza neanche avere il diritto/libertà di
            sapere cosa c'è dentro, oppure, per rimanere
            in tema di imposizioni fatte a bimbi
            indifesi, quella di ammazzarli perché non
            erano "programmati" (ah già, ma se non sono
            usciti dalla pancia non sono esseri umani,
            quel tipo che nell'ecografia a meno di tre
            mesi vedevo saltellare sulle gambe e muovere
            le braccia non era mia figlia, forse era
            un'interferenza sul video)argomento molto delicato. L'ultima parola va alla donna, io non mi azzardo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che chiudano anche www.vaticano.va

            - Scritto da: nuvolone


            Tolto il punto:

            è un'imposizione che se non ci credi te ne

            puoi anche fregare e non pensarci più,

            altrimenti vuol dire che hai qualche

            problema.

            come fai a non pensarci più quando si tratta
            di una cerimonia così importante?
            Se ci pensi, vuol dire che è importante.Se non ci pensi, vuol dire che non lo è.Se per te non ha alcun significato, perché ateo (rispettabilissimo !), vuol dire che ti hanno solo lavato la testa una volta di più... :)E' qui che mi chiedo il senso dell' operazione "sbattezzarsi".
          • Anonimo scrive:
            Re: Che chiudano anche www.vaticano.va
            - Scritto da: Antonio
            E' qui che mi chiedo il senso dell'
            operazione "sbattezzarsi". Per loro il problema è che quando ti battezza, la Chiesa crea un certificato che ti fa figurare, volente o nolente, come cattolico. Quindi, poiché quasi tutti siamo battezzati, risultiamo essere cattolici anche se magari non tutti lo siamo (non è elegante come frase, ma si capisce).Questo secondo alcuni darebbe più potere alla Chiesa, la quale si farebbe forte di questo grande numero di "adesioni", per fini politici.Ecco perché gli rode, ma secondo me in questo caso si creano solo falsi problemi, e qui non sto a ripetere cose che ho già scritto e riscritto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che chiudano anche www.vaticano.va

            Per loro il problema è che quando ti
            battezza, la Chiesa crea un certificato che
            ti fa figurare, volente o nolente, come
            cattolico. Quindi, poiché quasi tutti siamo
            battezzati, risultiamo essere cattolici
            anche se magari non tutti lo siamo (non è
            elegante come frase, ma si capisce).
            Questo secondo alcuni darebbe più potere
            alla Chiesa, la quale si farebbe forte di
            questo grande numero di "adesioni", per fini
            politici.Appunto. E' un NON problema.E' un certificato che ha valore solo se lo si attribuisce.Io ho fatto servizio civile. Non ho, quindi, prestato giuramento alla repubblica.Fatte salvo le limitazioni di chi fa servizio civile (porto d'armi), oggi comunque superabili da una manciata di sentenze degli ultimi 10 anni (leggi: diritto di cambiare idea), NON ho niente di più, né niente di meno rispetto a chi ha prestato quel giuramento.
  • Anonimo scrive:
    Scusate, ma il maiale in questione?
    C'è una cosa che non ho ancora capito nel vespaio di questo forum (vespaio al quale ho contribuito attivamente sia chiaro).Dunque in base a cosa si definisce una frase come una bestemmia?Accostare dio ad un Maiale, che è una sua creatura, è blasfemo?Non sarà che è l'idea di maiale che abbiamo dentro di noi non è un granché?In questo caso come possiamo giudicare blasfemo accostare dio ad una sua creatura?Ed essendo dio in terra in cielo ed in ogni luogo perché non dentro un maiale.Mah!!!!fnc
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate, ma il maiale in questione?
      Dio
      • Anonimo scrive:
        Oink, mi permetta son il maialetto ricchione...
        E dai, non fare il finto tonto perche' lo so che non lo sei.Non e' tanto l'accostamento al maiale, quanto l'espressione con cui si carica la bestemmia a non essere un vero e proprio complimento!A me se danno della porca rido e dico che e' vero, ma non siamo tutti uguali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oink, mi permetta son il maialetto ricchione...
          Prendo anch'io la tua affermazione per fare un'ulteriore riflessione :Un uomo è fermo a un semaforo quando è verde e le macchine dietro di lui suonano il clacson, quando diventa rosso l'uomo parte e le altre rimangono lì ad aspettare il successivo verde.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate, ma il maiale in questione?
      :-) volevi alzare un po' il vespaio :-)Ciao fnc, mi fa piacere tu sia tra i frequentatori del Forum.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusate, ma il maiale in questione?
        - Scritto da: NetDruid
        :-)

        volevi alzare un po' il vespaio :-)No!Tentavo di iniziare un discorso su cultura e costume che sono due cose diversissime.l

        Ciao fnc, mi fa piacere tu sia tra i
        frequentatori del Forum.Ci conosciamo poco ma con il tempo..Leggo con piacere i tuoi postciafnc
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate, ma il maiale in questione?
      - Scritto da: fnc
      C'è una cosa che non ho ancora capito nel
      vespaio di questo forum (vespaio al quale ho
      contribuito attivamente sia chiaro).

      Dunque in base a cosa si definisce una frase
      come una bestemmia?
      Accostare dio ad un Maiale, che è una sua
      creatura, è blasfemo?Se a comportarsi da maiale e' un maiale niente di male ma se ne attribuisci il comportamento a qualcosa di diverso l'accezione diventa (in base a comportamenti ritenuti consoni per l'uomo) inevitabilmente negativa. Se ad esempio ritieni giusto lavarti e pulirti per evitare malattie a te e agli altri e attribuisci al porco la scarsa attenzione per la pulizia PORCOFNC viene automaticamente ad assumere un significato poco carino. Se poi tu vuoi credere che si volesse dire che sei carino come un porco, libero, io intendevo dire che tu puzzi perche' ti lavi poco. :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusate, ma il maiale in questione?
        - Scritto da: ciro
        Se a comportarsi da maiale e' un maiale
        niente di male ma se ne attribuisci il
        comportamento a qualcosa di diverso
        l'accezione diventa (in base a comportamenti
        ritenuti consoni per l'uomo) inevitabilmente
        negativa. Se ad esempio ritieni giusto
        lavarti e pulirti per evitare malattie a te
        e agli altri e attribuisci al porco la
        scarsa attenzione per la pulizia PORCOFNC
        viene automaticamente ad assumere un
        significato poco carino. Se poi tu vuoi
        credere che si volesse dire che sei carino
        come un porco, libero, io intendevo dire che
        tu puzzi perche' ti lavi poco. :-)Quindi, come ho affermato in un precedente post, la bestemmia è tale solo in rapporto alla cultura ed il costume del luogo in cui viene pronunciata.Buona giornatafnc
        • Anonimo scrive:
          Oink
          OinkBuona giornata a tuttioink
        • Anonimo scrive:
          Re: Scusate, ma il maiale in questione?
          - Scritto da: fnc
          Quindi, come ho affermato in un precedente
          post, la bestemmia è tale solo in rapporto
          alla cultura ed il costume del luogo in cui
          viene pronunciata.

          Buona giornata
          fnc... e qui mi sembra che ci siano tutti i presupposti per considerare la bestemmia tale ciaoo
        • Anonimo scrive:
          Non sono daccordo
          - Scritto da: fnc
          Quindi, come ho affermato in un precedente
          post, la bestemmia è tale solo in rapporto
          alla cultura ed il costume del luogo in cui
          viene pronunciata.Un'offesa, anche quella religiosa, nOn dipende dall' oggetto con cui si fa' l'acostamento ma dal significato che gli diamo: e' l'intenzione di offendere con il suo carico emozionale che conta NON come la si esprime (che appunto cambia a seconda dell' ambito culturale).Se intendo "Maiale" con un senso dispregiativo mentre un'altro lo intende come un complimento e lo apostrofo come "Maiale" egli non si offendera' di certo certo ma se gli faccio una traduzione corretta.... le cose cambiano parecchio.
  • Anonimo scrive:
    Insulti
    Se incontro Tizio e gratuitamente lo apostrofo dandogli del "testa di ... faccia di ..." etc. e il tizio mi denuncia passo dei guai penali. E mi sembra normale.Se al posto di dirglielo in faccia lo chiamo al telefono, idem.Stessa cosa se lo faccio tramite web.Mi sembra normale che in un paese civile gli insulti gratuiti siano perseguibili.Ora, perchè se invece di insultare Tizio insulto Dio non devo essere perseguibilie?
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti
      Io esisto. Tu esisti. Tizio (che è un mio amico) esiste. Babbo Natale NON esiste. Godzilla NON esiste. Il mago belzebù NON esiste. dio non esiste. ....Devo continuare o cominci a capire?...Oppure mi dai le prove dell'esistenza di dio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Insulti
        Se vuoi ti do la prova che sei un imbecille
      • Anonimo scrive:
        Re: Insulti

        ...Oppure mi dai le prove dell'esistenza di
        dio?e tu mi dai le prove di non esistenza di Dio?altrimenti uno potrebbe, non avendo le prove dell'esistenza di tua madre, insultarla...
        • Anonimo scrive:
          Re: Insulti
          Ancora con 'sta cazzata? Allora ripeto: una cosa xchè sia considerata esistente bisogna dare le prove che esiste E NON IL CONTRARIO, cioè dimostrare che non esiste x poterlo affermare! Ma ragioni o anche tu sei offuscato dalle parole del papa e della tua religione? Allora dimostrami che non esiste Alf l'alieno arancione sotto il mio letto? Hai le prove? Allora esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            Se è vero quel che dici allora:1)Io ho le prove che dio non esiste2)Tu non puoi provare che io non le ho3)Dio non esiste
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti

            Ancora con 'sta cazzata? Allora ripeto: una
            cosa xchè sia considerata esistente bisogna
            dare le prove che esiste E NON IL CONTRARIO,
            cioè dimostrare che non esiste x poterlo
            affermare! dicevano anche che non esisteva nulla piu' veloce della luce, e invece poi l'hanno scoperto.dicevano che non esistevano i pianeti, oltre giove, eppure li hanno poi scoperti.sei tu che sei impregnato di oscurantismo medioevale.e poi, se dici che Dio non esiste, devi provare che non esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            - Scritto da: Vertigo

            dicevano anche che non esisteva nulla piu'
            veloce della luce, e invece poi l'hanno
            scoperto.???? Quando? Chi? Cosa?
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti

            ???? Quando? Chi? Cosa?non lo sapevi?hanno trovato delle radiazioni, o onde, o cos'altro che sia, comunque fasci di particelle subatomiche che viaggiano molto piu' veloci della luce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            - Scritto da: Vertigo

            ???? Quando? Chi? Cosa?

            non lo sapevi?
            hanno trovato delle radiazioni, o onde, o
            cos'altro che sia, comunque fasci di
            particelle subatomiche che viaggiano molto
            piu' veloci della luce. La teorizzazione dell'esistenza di particelle subatomiche, chiamate tachioni, che avrebbero un moto con velocità superiore a quella della luce e cosa di cui si discute da tempo ma il dimostrare in modo certo e con esperimenti è tutta un'altra cosa. Cosa che nessuno ad oggi è riuscito a dimostrare. Ti rendi conto cosa significherebbe? La Teoria della relatività verrebbe a decadere. La formula portante di tutta la fisica moderna E=mxc² cadrebbe. Sarebbe la notizia del secolo? Com'è che l'hanno data solo a te?
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            www.scienzeemisteri.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            Non mi sembra porprio sia riportato questa notizia. Leggi meglio la prossima volta, non stare in superfice
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            - Scritto da: Vertigo
            sei tu che sei impregnato di oscurantismo
            medioevale.
            e poi, se dici che Dio non esiste, devi
            provare che non esiste.3 parole:Sei un grande!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Insulti
            - Scritto da: Tom
            Allora dimostrami che non esiste
            Alf l'alieno arancione sotto il mio letto?
            Hai le prove? Allora esiste.Beh, se mi fai venire a casa tua per scattare una foto sotto il letto, potremmo averle.p.s. non farti venire strane idee...
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti
      ma che c'entra la finanza italiana con un sito che è in usa?se io vado anew york e dico testa di cazzo al signor john brown che c'entra la polizia italiana?
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti

      Se incontro Tizio e gratuitamente lo
      apostrofo dandogli del "testa di ... faccia
      di ..." etc. e il tizio mi denuncia passo
      dei guai penali. E mi sembra normale.
      Se al posto di dirglielo in faccia lo chiamo
      al telefono, idem.
      Stessa cosa se lo faccio tramite web.
      Mi sembra normale che in un paese civile gli
      insulti gratuiti siano perseguibili.
      Ora, perchè se invece di insultare Tizio
      insulto Dio non devo essere perseguibilie?spero per te sia una provocazione...altrimenti l'uomo nero potrebbe denunciare per diffamazione tutte le mamme che hanno etto ai figli"se non fai il bravo l'uomo nero ti porta via"oppure "l'uomo nero e' cattivo"e via dicendo...se dico che babbo natale e' un ciccione e la befana un cesso su una scopa volante, non e' che vengono i nani e mi gonfiano di botte?
      • Anonimo scrive:
        Re: Insulti
        AHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAAHAHAHAGRANDE JOHN BROWN! STO PIANGENDO DALLE RISATE! MI SA CHE IN UFFICIO M'HANNO TANATO CHE STO ANVIGANDO AHAHAHAHAHA
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti
      - Scritto da: Logico
      Se incontro Tizio e gratuitamente lo
      apostrofo dandogli del "testa di ... faccia
      di ..." etc. e il tizio mi denuncia passo
      dei guai penali. E mi sembra normale.
      Se al posto di dirglielo in faccia lo chiamo
      al telefono, idem.
      Stessa cosa se lo faccio tramite web.
      Mi sembra normale che in un paese civile gli
      insulti gratuiti siano perseguibili.
      Ora, perchè se invece di insultare Tizio
      insulto Dio non devo essere perseguibilie?il tizio mi denuncia passo dei guai penalibe allora :"Quando Dio mi denuncia "...
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti
      Beh se insulti l'uomo nero certo non ti arriva la denuncia...Certo Dio non và in questura a denunciarti (sai, credo sia superiore a queste cose).A questo punto è leggermente diverso: fra i tanti siti che esistono nel web perchè colpire siti blasfemi?Sono millenni che gli uomini, magari privatamente, bestemmiano tranquillamente, non per la volontà di bestemmiare stessa quanto perchè la bestemmia come parola è indicativa di uno stato in cui uno è così furioso da essere "fuori dalla grazia di Dio" e come tale permette di esprimere con una piccola parola uno stato di disagio ed esorcizzare anche il suo stato attuale. Non credo che la bestemmia oggi come oggi abbia come intento quello letterale della parola ma venga usato come variazione forte di altri termini meno "coloriti" come "maledizione", "accidenti", "perbacco" (bestemmia greca?).Quindi depenalizziamo la bestemmia come offesa e classifichiamola semplicemente come esternazione, perchè tale è nel 99% dei casi.Se poi un sito approfitta di questa condizione è perchè ovviamente ha un seguito.Certo nessuno aprirebbe un sito per vendere frigoriferi in antartide, quindi dove sta il problema?Non si vendono armi in una zona di guerra e onestamente non credo neanche nella volontà "diseducativa" del sito (ci sarebbe da obbiettare che la religione cattolica non và difesa dallo stato, quando si parla di ora di religione vorrei sapere se i mussulmani di oggi si trovano a proprio agio) visto che chi entra nel sito è già al corrente di cosa il sito tratta e quindi non si arreca neanche uno shock al navigatore occasionale.Se poi le volontà sono di natura repressiva nei confronti di alcuni pensieri religiosi posso solo dire che i vari scismi della chiesa cattolica sono stati dovuti proprio all'estrema rigidità della chiesa stessa nei confronti dei tempi che cambiavano nel medioevo.Proseguire in un sistema di punizione di chi la pensa in un altro modo (una crociata contro i blasfemi?) può solo portare danno alla chiesa che ha già discreti problemi nella società attuale.Se poi la legge trova reato offendere la religione cattolica allora perchè non trova reato ad esempio offendere i massoni, anch'essi rappresentano una qualche sorta di religione.Stando in un paese che ha avuto (purtroppo) più una dominazione che un governo negli scorsi decenni le leggi a difesa della chiesa e dei dettami di questa sono oramai parte del nostro codice civile e penale (si pensi solo alle luminose decisioni prese approposito di procreazione assistita) e con essi anche la mentalità spesso torva di giudicare gli altri in base ad un metro derivato da quello religioso, basti pensare alle GUERRE nelle scorse legislazioni per poter dare un minimo di cognizioni sessuali nelle scuole o peggio l'atteggiamento quasi complice dei "farmacisti cristiani" in passato, che si rifiutavano di vendere preservativi in quando in contrapposizione con le loro idee.Senza parlare della lotta per le coppie di fatto, la dicriminazione delle coppie gay in questo stato è per esempio in lotta con la costituzione dove si dice che gli individui sono tutti uguali, però a questi "meno uguali" è vietato il matrimonio e l'adozione, giusto per dire due cosette.
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti
      - Scritto da: Logico
      Se incontro Tizio e gratuitamente lo
      apostrofo dandogli del "testa di ... faccia
      di ..." etc. e il tizio mi denuncia passo
      dei guai penali. E mi sembra normale.
      Se al posto di dirglielo in faccia lo chiamo
      al telefono, idem.
      Stessa cosa se lo faccio tramite web.
      Mi sembra normale che in un paese civile gli
      insulti gratuiti siano perseguibili.
      Ora, perchè se invece di insultare Tizio
      insulto Dio non devo essere perseguibilie?Hai ragione e se Dio esistesse potrebbe rivolgersi all'autorita' giudiziaria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Insulti
        naaa, hai mai sentito parlare di GIUSTIZIA DIVINA? se ti va bene prima ti fulmina e poi ti ci piscia sopra personalmente! O:)- Scritto da: Blade


        Hai ragione e se Dio esistesse potrebbe
        rivolgersi all'autorita' giudiziaria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Insulti
        * POST GOLIARDICO *Rimane un problemavisto che per lo stato non è una persona fisica c'è da registrare una persona giuridica e passare tutto al vaticano...sai che bello il consiglio d'amministrazione...
    • Anonimo scrive:
      Re: Insulti
      Semplice : perchè Dio non ti ha denunciato.L'ingiuria è un reato civile, non penale perciò se la controparte non denuncia il tuo reato non passi nessun guaio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Insulti
        - Scritto da: Minellotauro
        Semplice :semplice per chi non ha cervello
        perchè Dio non ti ha denunciato.
        L'ingiuria è un reato civile, non penale
        perciò se la controparte non denuncia il tuo
        reato non passi nessun guaio.Art. 724 C.P. - Libro terzo/Titolo I/Capo I- Bestemmia e manifestazioni oltraggiose verso i defunti -Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità o i Simboli o le Persone venerati nella religione dello Stato, è punito con l'ammenda da lire ventimila a seicentomila (1).Alla stessa pena soggiace chi compie qualsiasi pubblica manifestazione oltraggiosa verso i defunti.(1) La Corte costituzionale, con sentenza n. 440 del 18 ottobre 1995, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del presente comma limitatamente alle parole "o i Simboli o le Persone venerati nella religione dello Stato".N.B. Depenalizzato dall'articolo 507/99, nel senso che sono cambiati il tipo e la misura della sanzione
        • Anonimo scrive:
          Re: Insulti (ErrataCorrige)
          - Scritto da: nuvolone
          N.B. Depenalizzato dall'articolo 507/99, nel
          senso che sono cambiati il tipo e la misura
          della sanzione volevo dire DL 507/99
  • Anonimo scrive:
    SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
    Dopo aver letto quest'articolo vi chiedo: ma come cazzo fate a dare ancora credito ad una religione così?? Eccovi il link:http://www.ansa.it/fdg01/20020710161582202/20020710161582202.shtmlSiete tutti ridicoli...
    • Anonimo scrive:
      Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO

      Dopo aver letto quest'articolo vi chiedo: ma
      come cazzo fate a dare ancora credito ad una
      religione così?? Eccovi il link:

      http://www.ansa.it/fdg01/20020710161582202/20

      Siete tutti ridicoli...che ti aspettavi da una religione sessista e maschilista "non desiderare la DONNA d'altri"???la religione cristiana e' la prima forma di monopolio del marketing.Una religione creata a tavolino per fare in modo che divenisse la piu' potente e diffusa.Lo scopo e' stato raggiunto.E' inutile girarci intorno.La chiesa e' una cosa, gli insegnamenti di Cristo tutta un'altra, ancora da scoprire per molti "cristiani".ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO

        che ti aspettavi da una religione sessista e
        maschilista "non desiderare la DONNA
        d'altri"???E allora? preferivi "scopati pure la moglie del tuo migliore amico?"
        • Anonimo scrive:
          Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
          Preferirei che chi ha rinunciato ad avere una propria vita sessuale non pretendesse poi di insegnare qualcosa a chi invece ce l'ha...mi pare che non possa avere nulla da insegnare, cosa ne può sapere?...
    • Anonimo scrive:
      Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
      - Scritto da: Tom
      Dopo aver letto quest'articolo vi chiedo: ma
      come cazzo fate a dare ancora credito ad una
      religione così?? Eccovi il link:Fanno bene, altrimenti queste donne poi si montano la testa.Che diamine già gli hanno concesso di avere un'anima.E basta.fnc:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
        - Scritto da: fnc
        - Scritto da: Tom

        Dopo aver letto quest'articolo vi chiedo:
        ma

        come cazzo fate a dare ancora credito ad
        una

        religione così?? Eccovi il link:

        Fanno bene, altrimenti queste donne poi si
        montano la testa.
        Che diamine già gli hanno concesso di avere
        un'anima.
        E basta.

        fnc
        :-)Ma come ? Sei sicuro ? A me hanno insegnato che tentando per natura gli uomini al peccato (in molteplici modi) sono creature diaboliche e che pertanto non la potevano possedere.Secondo me ti sbagli.
        • Anonimo scrive:
          Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
          - Scritto da: Cattolico
          Ma come ? Sei sicuro ? A me hanno insegnato
          che tentando per natura gli uomini al
          peccato (in molteplici modi) sono creature
          diaboliche e che pertanto non la potevano
          possedere.
          Secondo me ti sbagli.Era un equivoco che fortunatamente è stato chiarito.Il peccato era "peccato che non ci stanno"..Chiarito questo il resto è stato conseguenziale.ciaofnc
    • Anonimo scrive:
      Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
      Non sono cattolica, e comunque non avrei bisogno di esserlo per considerare questo episodio disgustoso.Ti diro' che una delle cose che meno mi van giu' della religione cattolica e' quell'ostentato maschilismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
      una chicca:libri profeticiOsea 14:1Samaria espierà,perché si è ribellata al suo Dio.Periranno di spada,saranno sfracellati i bambini;le donne incinte sventrate.pentateucoLevitico 21:7-9Non prenderanno in moglie una prostituta o già disonorata; né una donna ripudiata dal marito, perché sono santi per il loro Dio. Tu considererai dunque il sacerdote come santo, perché egli offre il pane del tuo Dio: sarà per te santo, perché io, il Signore, che vi santifico, sono santo.Se la figlia di un sacerdote si disonora prostituendosi, disonora suo padre; sarà arsa con il fuoco.bello!ce ne sono altri ma non mi sovvengonose non ci credete controllate pure nella vostra copia della "sacra" bibbia :P
      • Anonimo scrive:
        Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO

        libri profetici
        Osea 14:1
        Samaria espierà,
        perché si è ribellata al suo Dio.
        Periranno di spada,
        saranno sfracellati i bambini;
        le donne incinte sventrate.

        pentateuco
        Levitico 21:7-9
        Non prenderanno in moglie una prostituta o
        già disonorata; né una donna ripudiata dal
        marito, perché sono santi per il loro Dio.
        Tu considererai dunque il sacerdote come
        santo, perché egli offre il pane del tuo
        Dio: sarà per te santo, perché io, il
        Signore, che vi santifico, sono santo.
        Se la figlia di un sacerdote si disonora
        prostituendosi, disonora suo padre; sarà
        arsa con il fuoco.

        bello!
        ce ne sono altri ma non mi sovvengono
        se non ci credete controllate pure nella
        vostra copia della "sacra" bibbia :Pe la moglie di lot alla quale viene detto "non voltarti quando Sodoma e Gomorra verranno distrutte" e lei puntualmente si gira e diventa una statua di sale?e Eva che convince Adamo a prendere la mela?non c'e' che dire....delle donne si fidavano....vi lascio con una chicca...sempre dalla genesiOrigine dei Moabiti e degli Ammoniti30 Poi Lot partì da Zoar e andò ad abitare sulla montagna, insieme con le due figlie, perché temeva di restare in Zoar, e si stabilì in una caverna con le sue due figlie. 31 Ora la maggiore disse alla più piccola: «Il nostro padre è veccho e non c'è nessuno in questo territorio per unirsi a noi, secondo l'uso di tutta la terra. 32 Vieni, facciamo bere del vino a nostro padre e poi corichiamoci con lui, così faremo sussistere una discendenza da nostro padre». 33 Quella notte fecero bere del vino al loro padre e la maggiore andò a coricarsi con il padre; ma egli non se ne accorse, né quando essa si coricò, né quando essa si alzò. 34 All'indomani la maggiore disse alla più piccola: «Ecco, ieri io mi sono coricata con nostro padre: facciamogli bere del vino anche questa notte e và tu a coricarti con lui; così faremo sussistere una discendenza da nostro padre». 35 Anche quella notte fecero bere del vino al loro padre e la più piccola andò a coricarsi con lui; ma egli non se ne accorse, né quando essa si coricò, né quando essa si alzò. 36 Così le due figlie di Lot concepirono dal loro padre. 37 La maggiore partorì un figlio e lo chiamò Moab. Costui è il padre dei Moabiti che esistono fino ad oggi. 38 Anche la più piccola partorì un figlio e lo chiamò «Figlio del mio popolo». Costui è il padre degli Ammoniti che esistono fino ad oggi.
        • Anonimo scrive:
          Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
          Secondo Sant'Agostino il vecchio si salvò dal peccato in quanto non cosciente nel momento in cui procreava ma sant'Agonstino stesso continua dicendo che la cosa non lo mette al sicuro dal peccato di ubriachezza.Questo sempre secondo Sant'Agostino......ho letto quel pezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
            - Scritto da: ConteZero
            Secondo Sant'Agostino il vecchio si salvò
            dal peccato in quanto non cosciente nel
            momento in cui procreava ma sant'Agonstino
            stesso continua dicendo che la cosa non lo
            mette al sicuro dal peccato di ubriachezza.

            Questo sempre secondo Sant'Agostino...
            ...ho letto quel pezzo.ma infatti qui il problema non e' del padre, che .. povero vecchio...ma chi salvera' le figlie, che in pratica ricorrono all'incesto piuttosto che avere un figlio!E questo nella bibbia, non sulle ore mese...E resta il problema vero, quello morale.Mi saro' pure salvato dal peccato e mi becco ubriachezza, ma ho fatto due figli con le mie figlie.... e loro hanno fatto lo stesso...Ma che razza di famiglia siamo? :)ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO
            Eppure Gesù ha scelto di manifestarsi per primo a delle donne dopo la sua resurrezione, ha detto "i pubblicani e le prostitute vi predederanno nel regno dei cieli..."; ha perdonato l'adultera evitando che venisse lapidata... dagli uomini... ci sono altri episodi, ma questi mi sembrano i più validi.
          • Anonimo scrive:
            Re: SE SIETE DONNE CREDENTI LEGGETE QUESTO

            Eppure Gesù ha scelto di manifestarsi per
            primo a delle donne dopo la sua
            resurrezione, ha detto "i pubblicani e le
            prostitute vi predederanno nel regno dei
            cieli..."; ha perdonato l'adultera evitando
            che venisse lapidata... dagli uomini... ci
            sono altri episodi, ma questi mi sembrano i
            più validi.infatti lui era Gesu' Cristo, e' gia' nuovo testamentoun po' dell'insegnamento del vero Cristo, o perlomeno le idee che portava, erano arrivate....
    • Anonimo scrive:
      Penso che le Donne credenti siano libere di.......
      .... credere a quello che vogliono.Daccordo che sono imposizioni fastidiose anche per me ma non saranno cose che riguardano prettamente CHI decide di aderire a questa confessione?Non mi pare una buona ragione per offenderli.- Scritto da: Tom
      Dopo aver letto quest'articolo vi chiedo: ma
      come cazzo fate a dare ancora credito ad una
      religione così?? Eccovi il link:

      http://www.ansa.it/fdg01/20020710161582202/20

      Siete tutti ridicoli...
  • Anonimo scrive:
    OT - Provocazione: Basta post ai 666 testi!
    Ne mancano solo 30! Che ne dite ?
    • Anonimo scrive:
      Re: OT - Provocazione: Basta post ai 666 testi!
      - Scritto da: Nic
      Ne mancano solo 30! Che ne dite ?Che è una minchiata!
      • Anonimo scrive:
        Re: OT - Provocazione: Basta post ai 666 testi!
        - Scritto da: preferiscoil69


        - Scritto da: Nic

        Ne mancano solo 30! Che ne dite ?

        Che è una minchiata!Libertà di parola!:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: OT - Provocazione: Basta post ai 666 testi!
        sottoscrivo in pieno.
  • Anonimo scrive:
    Ma le barzellette sui carabinieri...
    http://www.porcamadonna.com/oldindex.html
  • Anonimo scrive:
    Poco dio
    da queste parti...ZioBill
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    - Scritto da: A parer mio...
    Non tirate ancora fuori per piacere sta
    storia della libertà di espressione... sono
    tutte cazzate!
    la tua libertà finisce dove comincia la mia,
    e quindi tu hai il dovere di fermarti!allora inizia tu a fermarti!!!!adesso io non ho piu' la liberta' di partecipare alla gara di bestemmie per colpa di quelli come te!io non ho impedito a te di NON vedere il sito...quelli come te vorrebbero impedire a me di farlo...chi ha violato la liberta' di chi?te lo sei chiesto?ciao
  • Anonimo scrive:
    perchè un cattolico dovrebbe digitare porcam.com?
    chiunque ha diritto a dire la sua, anche e specie se non piace alla maggioranza. dopotutto uno su porcamadonna.com ci va solo se vuole andare a vederlo. mi domando perchè un cattolico dovrebbe digitare porcamadonna.com sul browser?? e poi la bestemmia in siti come questo è vista dal suo lato "comico", perchè è catartica, e quindi fa ridere. a chi non fa ridere, che eviti quel sito! inoltre questa mi sembra una delle ennesime avvisaglie che il controllo in rete si sta facendo sempre + stretto
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè un cattolico dovrebbe digitare porcam.c
      - Scritto da: Agnostico
      chiunque ha diritto a dire la sua, anche e
      specie se non piace alla maggioranza.Vero, pure i pedofili hanno il diritto di esternare pubblicamente la loro libidine nei confronti dei bimbi.
      dopotutto uno su porcamadonna.com ci va solo
      se vuole andare a vederlo. mi domando perchè
      un cattolico dovrebbe digitare
      porcamadonna.com sul browser??Per vedere cosa potrebbe vedere chiunque vagasse sulla rete?
      e poi la
      bestemmia in siti come questo è vista dal
      suo lato "comico", perchè è catartica, e
      quindi fa ridere. a chi non fa ridere, che
      eviti quel sito! inoltre questa mi sembra
      una delle ennesime avvisaglie che il
      controllo in rete si sta facendo sempre +
      stretto e poi la visione della tua madre a pecorella montata da uno scimmione in siti come questo è vista dalsuo lato "comico", perchè è catartica, equindi fa ridere. a chi non fa ridere, cheeviti quel sito!
  • Anonimo scrive:
    Bestemmie e Porcamadonna.com
    che tristezza
  • Anonimo scrive:
    porcamadonna.com è comunque online
    www.porcamadonna.com/index5.html
    • Anonimo scrive:
      Re: porcamadonna.com è comunque online
      E quelli sarebbero quelli che dovrebbero vegliare su di noi?! HAR HAR HAR! Mi sa che se Bin e amici decidessero di giocherellare coi computer della polizia e della gdf troverebbero ben poche resitenze, sempre se non lo hanno già fatto....
    • Anonimo scrive:
      Re: porcamadonna.com è comunque online
      Hanno cambiato solo la prima pagina...ma non lo dire, sennò sequestrano anche le altre.
  • Anonimo scrive:
    Porcamadonna.com
    eraun sito commerciale che sfruttava la trasgressione ed il tabu, niente altro che una trovata di marketing applicato al blasfemoe tutti i polli a cliccare i bannerlibertà è ben altro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Porcamadonna.com
      Ma che cazzata!.Si sa benissimo che era soprattutto un sito pioniere nella lotta contro l'egemonia di una religione, che incredbilimente domina in uno stato LAICO (cazzo!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Porcamadonna.com

      e tutti i polli a cliccare i bannerSmentisco ... ci sono anche i dialer per le chat erotiche.
  • Anonimo scrive:
    TOGLIETE LE BESTEMMIE DALLA NOTIZIA!
    Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: TOGLIETE LE BESTEMMIE DALLA NOTIZIA!
      - Scritto da: Purificatore
      Grazie Togliete la notizia dall'articolo.Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: TOGLIETE LE BESTEMMIE DALLA NOTIZIA!
        Toglete l'articolo dal giornale.Grazie- Scritto da: Di più


        - Scritto da: Purificatore

        Grazie
        Togliete la notizia dall'articolo.
        Grazie
        • Anonimo scrive:
          Re: TOGLIETE LE BESTEMMIE DALLA NOTIZIA!
          Togliete il giornale dalla rete.Anzi.... togliete TUTTO!Grazie.- Scritto da: Meglio
          Toglete l'articolo dal giornale.
          Grazie

          - Scritto da: Di più





          - Scritto da: Purificatore


          Grazie

          Togliete la notizia dall'articolo.

          Grazie
    • Anonimo scrive:
      TOGLIETE PURIFICATORE DAL FORUM
      Grazie
    • Anonimo scrive:
      ECCO UN ALTRO COGLIONE!
      Ecco un altro COGLIONE!! Ma quali sarebbero le bestemmie nell'articolo, eh?Me lo dici, eh?



      =((((È solo IL NOME DEL SITOOOO, IGNORANTE!E poi dire su alla Madonna non è una bestemmia, IGNORANTE!Istruisciti prima, e non andare dai preti, che ti riempiono la mente di balle.
  • Anonimo scrive:
    Mestizia e rassegnazione
    Non ho veramente parole. Mi sento defraudato di un mio diritto costituzionale.Il grande insaccato vegliera' comunque su tutti noi.
  • Anonimo scrive:
    Nessuno ha considerato che...
    Nessuno ha considerato che i siti in questione non erano di una gruppo che predica l'offesa al Dio cristiano cioè non era una gruppo che, in buona fede, seguendo i propri dogmi, pubblicava quegli argomenti. Quelle erano solo offese a titolo gratuito senza alcun fine. Se così è, anche da non cattolico quale sono, non posso che dichiararmi d'accordo con quanto avvenuto. Soprattutto se pensiamo che alla fine era a scopo di lucro!Nel caso si fosse trattato di un gruppo che professa il proprio credo allora sarei perfettamente d'accordo sulla libertà di espressione a prescindere dai contenuti.Comunque concordo che la GdF dovrebbe occuparsi di ben altro, su questo non c'è dubbio soprattutto perchè trattasi di forze armate dello stato Italiano e non di crociati!Per finire dico ai signori che si dichiarano (qui non ho modo di verificare se è vero) credenti e praticanti che non serve credere in una divinità per fare del bene al prossimo! Alla fine dipende dal singolo! Firmato: un volontario di un ente sociale assolutamente LAICO (scelto apposta)!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno ha considerato che...

      Nessuno ha considerato che i siti in
      questione non erano di una gruppo che
      predica l'offesa al Dio cristiano cioè non
      era una gruppo che, in buona fede, seguendo
      i propri dogmi, pubblicava quegli argomenti.
      Quelle erano solo offese a titolo gratuito
      senza alcun fine. Se così è, anche da non
      cattolico quale sono, non posso che
      dichiararmi d'accordo con quanto avvenuto.
      Soprattutto se pensiamo che alla fine era a
      scopo di lucro!
      Nel caso si fosse trattato di un gruppo che
      professa il proprio credo allora sarei
      perfettamente d'accordo sulla libertà di
      espressione a prescindere dai contenuti.
      Comunque concordo che la GdF dovrebbe
      occuparsi di ben altro, su questo non c'è
      dubbio soprattutto perchè trattasi di forze
      armate dello stato Italiano e non di
      crociati!
      Per finire dico ai signori che si dichiarano
      (qui non ho modo di verificare se è vero)
      credenti e praticanti che non serve credere
      in una divinità per fare del bene al
      prossimo! Alla fine dipende dal singolo!
      Firmato: un volontario di un ente sociale
      assolutamente LAICO (scelto apposta)!!non capisco i distinguo....come i preti e la chiesa hanno i loro siti di evangelizzazione (non dimentichiamo che holywar.orge' ancora attivo!!!!!!), anche un bestemmiatore deve essere libero di farlo, sul suo sito.Senza che qualcuno glielo chiuda.Perche' la legge non va dietro al senso comune.Casomai la sua attivita' di vendita andava interrotta, o perlomeno l'esposizione pubblica di certo materiale limitata, per buon senso, non per altro.Ma visitare un sito non e' un obbligo.Quindi per me puo' stare in piedi cento anni, ci sono andato due volte per ridere e poi basta.Non mi disturba sapere che c'e'...tanto non lo visitero' mai piu'...e non mi dite che ci si puo' arrivare per caso!!!!!!!!!!!ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno ha considerato che...

        non capisco i distinguo....
        come i preti e la chiesa hanno i loro siti
        di evangelizzazione (non dimentichiamo che
        holywar.org
        e' ancora attivo!!!!!!), anche un
        bestemmiatore deve essere libero di farlo,
        sul suo sito.
        Senza che qualcuno glielo chiuda.In linea di principio hai ragione o meglio chi dovrebbe essere deputato a decidere se è corretto o no che lui le pubblichi o meno? Siamo sempre lì . E' un circolo vizioso. Però anche le leggi più rigide vanno dietro al buon senso!! E' evidente, anche senza prendere in mano in codice civile, che quel sito aveva come unico scopo quello di offendere. Contro questo secondo me è giusto andare. Qualsiasi sia la parte offesa, ovvio! Se lo scopo non è offendere ma divulgare le proprie idee ben venga!Resta comunque il dubbio su chi dovrebbe decidere, questo si!
        Casomai la sua attivita' di vendita andava
        interrotta, o perlomeno l'esposizione
        pubblica di certo materiale limitata, per
        buon senso, non per altro.Si beh, che l'attività era da fermare mi sembra che siano tutti d'accordo!
        Ma visitare un sito non e' un obbligo.
        Quindi per me puo' stare in piedi cento
        anni, ci sono andato due volte per ridere e
        poi basta.
        Non mi disturba sapere che c'e'...A te no, neanche a me disturba sapere che qualcuno (anzi, tutti :-) ) la pensano diversamente da me. Ma a tanti cristiani sapere dell'esistenza di un non credente fa più prurito di un brufolo :-) !!
        tanto non lo visitero' mai piu'...Io non ci sono neanche andato! Proprio ho di meglio da fare!
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno ha considerato che...

        Casomai la sua attivita' di vendita andava
        interrotta, o perlomeno l'esposizione
        pubblica di certo materiale limitata, per
        buon senso, non per altro.Sottoscrivo in pieno
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno ha considerato che...
      - Scritto da: Nic
      Quelle erano solo offese a titolo gratuito
      senza alcun fine. Se così è, anche da non
      cattolico quale sono, non posso che
      dichiararmi d'accordo con quanto avvenuto.Io no.Perché per me l'importante è la tutela della LIBERTA'.L'esistenza di porcamadonna.com, bestemmie.com e tutto ciò che ci può essere dentro, non lede in alcun modo la mia libertà.Ci va chi vuole, chi va sul sito sa cosa trova, sono fatti suoi.E' come un cinema porno. Non puoi entrare e poi lamentarti che è osceno. Cosa ci sei andato a fare? Però è giusto che CHI VUOLE ci possa andare, è una sua scelta, una sua libertà che non da fastidio a me, che non ci vado.Altro discorso se lo trasmettessero su megaschermo in piazza alle 9 di sera, allora lederebbero la libertà della gente di andare a farsi 4 passi senza trovarsi di fronte immagini che possono essere considerate oscene e dare fastidio a qualcuno, o peggio traumatizzare bambini e simile.Io sono e resterò liberalista, per ma la libertà del singolo deve finire dove comincia quella di un altro. NON PRIMA (e non dopo, ovviamente).Non posso accettare, in una società che si vuole definire "civile", che ci siano enti censori che stabiliscono a priori cosa è "morale" e cosa no, entrando nella vita privata della gente e IMPONENDO solo le cose considerate "accettabili"...
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno ha considerato che...

        Io no.
        Perché per me l'importante è la tutela della
        LIBERTA'.

        L'esistenza di porcamadonna.com,
        bestemmie.com e tutto ciò che ci può essere
        dentro, non lede in alcun modo la mia
        libertà.

        Ci va chi vuole, chi va sul sito sa cosa
        trova, sono fatti suoi.Dimenichi una cosa... che a qualcuno può dare fastidio la semplice esistenza di una certa cosa!Lui non è libero di sentirsi in fastidio ?Ti dirò di più l'unico scopo di quel sito era arrecare fastidio!! Avesse avuto un suo scopo capirei... ma così francamente regge poco la tesi della libertà!In linea di massima è giusto quanto dici però l'offesa gratuita io la eviterei!
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuno ha considerato che...

          Dimenichi una cosa... che a qualcuno può
          dare fastidio la semplice esistenza di una
          certa cosa!Mettiamo da parte per un attimo la religione, e facciamo un esempio analogo ma con un fatto più banale.Immaginiamo che anziché la bestemmia, si stesse discutendo sul gelato al pistacchio. Ci sarà pure qualcuno al mondo cui questo fa schifo, e fra questi potrebbe perfino esserci qualcuno che si innervosisce e non sopporta che altri lo mangino.E qui arriviamo al busillis. Perché se uno non sopporta che la gente mangi gelato al pistacchio è considerato uno con delle turbe psichiche da curare, mentre uno che non sopporta che la gente bestemmi in casa sua deve venire tutelato dalla legge?
          Lui non è libero di sentirsi in fastidio ?No, perché il fatto non è avvenuto sulla pubblica piazza, è avvenuto in un luogo privato, raggiungibile solo andando a un certo indirizzo preciso, e quindi con LA VOLONTA' di andarci.Se si sente in fastidio, è perdippiù ipocrita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuno ha considerato che...

            Immaginiamo che anziché la bestemmia, si
            stesse discutendo sul gelato al pistacchio.
            Ci sarà pure qualcuno al mondo cui questo fa
            schifo, e fra questi potrebbe perfino
            esserci qualcuno che si innervosisce e non
            sopporta che altri lo mangino.Beh, se apre un sito in cui dice che chi mangia il gelato al pistacchio è un idiota posso anche capire che qualcuno lo quereli...
            E qui arriviamo al busillis. Perché se uno
            non sopporta che la gente mangi gelato al
            pistacchio è considerato uno con delle turbe
            psichiche da curare, mentre uno che non
            sopporta che la gente bestemmi in casa sua
            deve venire tutelato dalla legge?Su questo sono d'accordo!Dovrebbero avere gli stessi diritti e doveri!
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuno ha considerato che...

            No, perché il fatto non è avvenuto sulla
            pubblica piazza, è avvenuto in un luogo
            privato, raggiungibile solo andando a un
            certo indirizzo preciso, e quindi con LA
            VOLONTA' di andarci.
            Se si sente in fastidio, è perdippiù
            ipocrita.Sorry, ma non è un luogo privato. E' - a tuttigli effetti - un MEDIA, ovvero una fonte d'informazione accessibile a milioni di utenti. Il che implica delle responsabilità nei confronti di tutti, anche quelli cui non si pensa quando si progetta un sito.Personalmente non mi ha dato fastidio ma il senso del SACRO che ancora qualcuno ha non mi pare si possa mettere al livello del gelato al pistacchio.Il rispetto delle convinzioni religiose è una grandissima libertà che va difesa.E ci costa abbastanza poco perchè consiste solo nel rispetto del prossimo e nell'educazione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuno ha considerato che...

            Personalmente non mi ha dato fastidio ma il
            senso del SACRO che ancora qualcuno ha non
            mi pare si possa mettere al livello del
            gelato al pistacchio.SORRY ma il senso del sacro non sta alla Repubblica Italiana difenderlo!Mi spiace!Giusto andare contro l'offesa gratuita e stop.
  • Anonimo scrive:
    Polizia italiana e Internet providers USA
    da MSNBC ( http://www.msnbc.com/news/778224.asp?cp1=1 )Police said they used the same computer from which the Web sites were uploaded to remove the offensive material and replace it with the crest of the special police unit involved.They did not say whether they informed the Internet providers that hosted the sites. Nor did they name the providers.Poiché i siti Web erano ospitati su computers situati in altri paesi, dove la polizia italiana non ha alcuna giurisdizione, se (come riporta MSNBC) hanno usato lo stesso computer per sostituire la home page, e non hanno specificato se il provider era stato informato, è probabile che abbiano usato la stessa ID/Password dei sospetti. La domanda chiave è se ne avevano il permesso o l'autorità legale, per farlo, e/o se gli arrestati avevano dato il loro consenso. Hanno acceduto a servers situati sotto la giurisdizione e le leggi USA, non italiane.
    • Anonimo scrive:
      Re: Polizia italiana e Internet providers USA
      finalmente qualcuno che usa il cervello in questo forum!!!!!!!!!!!!sono ore che chiedo come abbiano fatto ad intervenire su un server in USA.secondo me il commerciante romano ha dato il proprio assenso, per evitare guai peggiori, ma se lui non avesse voluto, non avrebbero potuto chiudere il sito su un server americano!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Quale Libertà
    Credo che il discorso di fondo, qui, stia nel comprendere che la Libertà (quella maiuscola) finisce esattamente dove inizia quella del prossimo, e viceversa.Se non si rispetta questa regola, allora la libertà diventa minuscola, cioè a senso unico. E si trasforma in libertinismo e violenza.E' un dato di fatto incontrovertibile che una massa enorme di esseri umani crede e si riconosce proprio in quelle "cose" attaccate da questi siti: ignorare tutto? Dire «visto che non ci credo, allora posso sputarci sopra»? E tutta quella gente, allora?Credo che, così come vengono (giustamente) censurati interventi osceni e/o offensivi in forum come questo, allo stesso modo (e, forse, a maggior ragione, visti i numeri in gioco) vengono censurate iniziative del tipo in questione. Proprio a salvaguardia della Libertà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quale Libertà
      - Scritto da: @ngel
      Credo che il discorso di fondo, qui, stia
      nel comprendere che la Libertà (quella
      maiuscola) finisce esattamente dove inizia
      quella del prossimo, e viceversa.
      Se non si rispetta questa regola, allora la
      libertà diventa minuscola, cioè a senso
      unico. E si trasforma in libertinismo e
      violenza.
      E' un dato di fatto incontrovertibile che
      una massa enorme di esseri umani crede e si
      riconosce proprio in quelle "cose" attaccate
      da questi siti: ignorare tutto? Dire «visto
      che non ci credo, allora posso sputarci
      sopra»? E tutta quella gente, allora?
      Credo che, così come vengono (giustamente)
      censurati interventi osceni e/o offensivi in
      forum come questo, allo stesso modo (e,
      forse, a maggior ragione, visti i numeri in
      gioco) vengono censurate iniziative del tipo
      in questione. Proprio a salvaguardia della
      Libertà.Tempo fa venne giudicata come "sensibile" e papabile per un potenziale attacco da parte di estremisti una cattedrale o una chiesa in cui era custodita una tela raffigurante Maometto tra le fiamme dell'inferno,Questa dev'essere una grossa offesa per chi crede nella religione islamica.Seguendo il Tuo ragionamento, chiudiamo anche quella chiesa allora....
      • Anonimo scrive:
        Re: Quale Libertà
        Non sono cattolica, detesto i cattolici e in particolare i preti, e sono per la libertà d'espressione. Vivo la mia vita cercando di essere obiettiva e corretta con gli altri.Un giorno leggendo i vangeli mi sono semplicemente resa conto che il mio modo di vivere la vita somigliava molto a quello che Cristo (che fosse figlio di Dio o figlio di Maria e Giuseppe cambia per me ben poco)suggeriva e da quel giorno mi definisco cristiana. Vivo nella pace, nell'amore per gli animali e la natura e nel rispetto per il prossimo. Aberro i cattolici estremisti (e a dire il vero non simpatizzo neppure per quelli moderati) per la loro falsità, il loro perbenismo e la loro aridità di cuore che ho modo di verificare quotidianamente, se non sulla mia pelle certamente su quella delle decine di animali randagi malmenati, feriti, picchiati e spesso torturati un po' da tutti che raccolgo e curo ogni giorno.Ciò non toglie che alcuni post anticattolici che ho letto in questo forum sono totalmente privi di buon senso, rispetto per gli altri e cognizione.Se sono al corrente che un qualcosa offende qualcuno evito di farla per una semplice questione di rispetto. Se non credete in Dio perchè lo bestemmiate? Gli atei che bestemmiano mi fanno ridere, sembra che invece credano in Dio più degli altri e lo temano estremamente, e cerchino di esorcizzare questo timore, forse proprio perchè da piccoli hanno vissuto la loro religiosità in maniera non spontanea, obbligati magari ad andare in chiesa dai genitori e la bestemmia sia una ribellione contro un qualcosa che da sempre gli è stato imposto e non sono riusciti a rifutare affrontando la situazione di petto. Siete davvero così sereni dentro?Come trovavo nauseante che a scuola ci venisse imposta un'ora settimanale di religione cattolica trovo molto discutibile il fatto che riteniate giusto che vengano considerati libertà d'espressione dei siti che hanno nomi che offendono interiormente una grossa percentuale della popolazione mondiale, che ne feriscono la dignità e che scherniscono qualcosa che per loro è degna del massimo rispetto, esattamente come mi fa incazzare quando qualcuno brucia o calpesta la bandiera di un paese (qualsiasi esso sia). Si tratta semplicemente di amore, rispetto e sensibilità verso gli altri. Se non credo in qualcosa non ci penso neppure, non la offendo gratuitamente cercando poi giustificazioni poco plausibili e semplicemente patetiche tipo "che male c'è nell'accostare Dio a una sua creatura quale il maiale"... sono certa che l'offesa non abbia bisogno di ulteriori spiegazioni: non voglio pensare che ci siano persone talmente limitate di intelletto da non comprenderlo!Ritengo che la libertà d'espressione sia ben altra cosa che la possibilità di aprire dei siti con quel nome e mi piange il cuore a vedere come certa gente confonda un diritto sacrosanto, faticosamente acquisito, con la possibilità di offendere con leggerezza la dignità altrui. La libertà di espressione è quella che ci viene offerta da questo forum (è la prima volta che ci entro... davvero complimenti e grazie per la grande libertà che ci viene offerta), è avere la possibilità di esprimere le proprie opinioni in maniera civile e corretta, manifestare i propri pensieri e i propri ideali.
  • Anonimo scrive:
    E' tutta una farsa
    A dimostrazione del fatto che funziona tutto al contrario:in questo sito vengono riportate tranquillamente stupide bestemmie sotto forma di url, mentre vengono censurate opinioni sulle quali si può essere o meno daccordo, ma almeno sono solo opinioni, punti di vista. Se uno dice cose come gnappo (-x- 14.17) cosa c'è di male? E' un'opinione di una persona libera. Leggere invece a ripetizione certe cagate di indirizzi di siti per malati mentali (libera opinione personale) mi fa parecchio senso.
    • Anonimo scrive:
      Re: OT ?????? !!!!!
      Sarebbe fuori tema cercare di far capire con un esempio (bestemmia libera, opinione sulla Chiesa censurata) che nessuno potrà mai comprendere lo stato d'animo di chi, prendendo certe cose seriamente, debba vedersele spiattellate quà e là in un sito di informatica (informatica?...!).Forse per rimanere in tema avrei dovuto insultare qualcuno?
  • Anonimo scrive:
    Riflessioni sulle teorie degli atei
    Da qualche parte in questo forum ho letto: "probabilmente la carenza di argomentazioni è dovuta al fatto che per un ateo l'inesistenza di dio è talmente ovvia da non dover essere dimostrata", al che mi e' tornato in mente un interessante articolo che ho stampato anni fa ma di cui non ricordo ne la fonte ne l'autore, eccolo qua:(l'ho ripreso con l'ocr perdonate eventuali errori)=========================**La Causa dell'Universo**1) A Dio si fa risatire I'origine di tutto quanto esiste. E' lecito quindi prima domandarsi se I'Esistente (cioè la realtà in ogni suo aspetto) abbia un'origine.2) La posizione atea è quindi opposta alia precedente, ovvero ipotizza che la realtà nella quale siamo immersi sia prettamente materiale e che non sia stata originata, cioè sia esistita da sempre.3) Se si dimostra che il Cosmo finisca consumato dalia sua stessa esistenza, allora è chiaro che tutto quanto è esistito, esiste, esisterà non è Tutto in senso assoluto. Infatti, oltre a quello, esiste per lo meno una Causa generatrice, cioè una Causa che era prima che l'Esistente fosse.4) Postulato: L'Universo è in espansione, le galassie si stanno allontanando da un centro ideale. Dato incontrovertibile della scienza.5) Sulla base del punto 4, abbiamo due ipotesi:5a) Tesi atea: se l'Universo non ha mai avuto inizio (punti 1 e 2) allora non avrà mai fine, per cui si ipotizza che l'allontanamento delle Galassie subirà un'inversione di marcia, che darà inizio ad un nuovo allontanamento (dal punto di vista astronomico, questo avverrà se la quantità di materia presente nel Cosmo sarà sufficiente a creare la giusta forza di attrazione per fermare l'allontanamento delle Galassie).5b) Tesi della fine del Cosmo: il progressivo allontanamento ed il progressivo aumento della velocità porteranno la materia a disgregarsi una volta raggiunta la velocità critica, con graduale, ma totate fine del Cosmo. Questa ipotesti è confermata dalia formula einsteniana, secondo cui la massa di un corpo in movimento è eguale alla massa dello stesso corpo a riposo, diviso la radice quadrata di uno meno il quadrato della velocità a cui è sottoposto il corpo diviso il quadrato della velocità della luce.6) In entrambe queste ipotesi si nota un limite spaziale del cosmo.Nella 5a è rappresentato dal punto di inversione del moto della materia.Nella 5b è rappresentato dal punto di smaterializzazione.7) Dal punto 6 già si potrebbe trarre la conclusione che, se qualcosa è limitato non può avere una durata illimitata e questo ci porterebbe alla Tesi della fine del Cosmo e quindi all'esistenza di una causa Prima Eterna (anche questo "Eterna" viene successivamente argomentato) alla base di esso.*Poichè se si ammette la fine, si ammette I'inizio e quindi la Causa.*8) A questo punto viene presa in considerazione l'ipotesi dell'eterna pulsazione del Cosmo (la "tesi atea", cioè l'allontanamento ed il riavvicinamento della galassie succeduto da un altro allontanamento e cosi via...)9) II "Nulla si crea, nulla si distrugge" ed il principio di conservazione della massa, sono stati smentiti in modo decisivo dalia scoperta dell'energia atomica. Un'argomentazione più spicciola sta nel fatto che per fare un lavoro ci vuole energia e che nessuna macchina produrra mal piu energia di quanta ne consumi.10) Dissertazione sulla validità dello spazio supposto dalia teoria einsteniana della relatività a discapito di quello euclideo della meccanica classica. Questo punto non e indispensable per la nostra argomentazione, ma servirà per una puntualizzazione (11bis).11) Si può quindi ragionevolmente pensare che, se il moto di va e vieni dal centro alla periferia del sistemi stellari si ripetesse indefinitamente, l'energia necessaria a questo moto, ancorchè si rigenerasse in qualche modo, magari a spese della massa della materia, non si rigenererebbe mai in misura totale, per cui si giungerebbe alla stasi, cesserebbe it moto del Cosmo. Se questa stasi riguardi il divenire della materia o la materia in se stessa, a noi non interessa, perchè se il divenire cessa vuol dire che ha avuto un inizio e questo ci riporta ad una Causa.11bis) E' comunque logico pensare the se cessa il moto in seno al Cosmo, non cessa solo il moto di traslazione delle galassie, ma anche il moto degli atomi e degli elettroni in seno alla materia e quindi cessa la materia e cessa lo spazio emanazione della materia e cessa il tempo dimensione dello spazio (in accordo con to spazio supposto dalla teoria einsteniana della relatività).Con il punto "11bis" abbiamo dimostrato come la fine della materia indichi la fine del Tempo e dello Spazio. Infatti, mentre quel punto non rilevante per determinare se la Causa esista o meno, 10 e per determinarne le proprietà. La Causa Prima, antecedente al tempo, allo spazio, alia materia (punto "11bis"), deve essere necessariamente diversa da tutto quanto cade sotto la nostra attenzione nel mondo del finito, del limitato, del transitorio. Si può immaginare quindi che 11 rapporto esistente tra questa Causa ed il causato non è lo stesso the esiste fra causa ed effetto nel o spazio-tempo. It rapporto causa-effetto della realtà fisica vale solo per quanto riguarda l'Esistente, ma di tutt'altra natura deve essere il rapporto che lega questi tipi di realtà con ciò che ne ha determinato l'esistenza. Perchè si può definire Causa Prima la realtà antecedente alla Realth esistente, tenendo presente che il rapporto che esiste tra queste è ancora tutto da determinare. Inoltre la Causa del Tutto, cioè la Prima Causa deve essere indipendente da tutto, deve essere la Prima Causa Increata, altrimenti si dovrebbe spostare l'esame fino a trovare la Causa Prima, the esiste da sempre .II filo logico e questo:1. I'Esistente e soggetto ad una fine2. ha quindi avuto un inizio3. esiste una Causa4. esiste una Causa Increata origine del Tutto, perchè ipotizzando infinite Cause si ricadrebbe nella infinità di un Tutto Non Creato della Tesi Atea, Che abbiamo confutato in precedenza5. Questa Causa è al di fuori del tempo e dello spazioUlteriori proprieth della Causa Prima sono state argomentate.Conclusione: La Causa Prima Increata (Dio) è Tutto Ciò Che E', quindi è Assoluta, Immanente, Eterna.=========================
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
      MUAH MUAH MUAH HAR HAR HAR HARRRRRRRRR!!!Ma dove hai pescato 'sta valanga immonda di stronzate, dalla "Settimana enigmistica"? AH AH AH! Questo è il manifesto perfetto della pateticità dei credenti e della loro nullità.Regards.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei

      2) La posizione atea è quindi opposta alia
      precedente, ovvero ipotizza che la realtà
      nella quale siamo immersi sia prettamente
      materiale e che non sia stata originata,
      cioè sia esistita da sempre.Prima di contestare un punto di vista bisognerebbe conoscerlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
      - Scritto da: Mario
      Da qualche parte in questo forum ho letto:
      "probabilmente la carenza di argomentazioni
      è dovuta al fatto che per un ateo
      l'inesistenza di dio è talmente ovvia da non
      dover essere dimostrata"ciao, sono l'autore del post a cui ti riferisci. Una precisazione: quando ho parlato della carenza di argomentazioni mi riferivo ai post di questo thread, non in generale. Di nuovo, il miglior esempio che conosca di scetticismo è "Perchè non sono cristiano" di B. Russell
      5. Questa Causa è al di fuori del tempo e
      dello spazio

      Conclusione: La Causa Prima Increata (Dio) è
      Tutto Ciò Che E', quindi è Assoluta,
      Immanente, Eterna.Scusa se è al di fuori del Tempo e dello Spazio come fa ad essere immanente?Ah già è vero quell'articolo non l'hai scritto tu.Mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
      OK, fila come ragionamento logico. Ma parte, come tutti i ragionamenti, da un assunto: che ciò che chiamiamo "cosmo" sia effettivamente TUTTO ciò che "esiste". Non solo: anche che il modo col quale conosciamo il cosmo sia sostanzialmente corretto e omnicomprensivo. Il che, evidentemente, non è detto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei

      è dovuta al fatto che per un ateo
      l'inesistenza di dio è talmente ovvia da non
      dover essere dimostrata", Guarda che una cosa non esiste fino a che uno non prova che esiste e NON che uno deve provare l'inesistenza di una cosa, ma siamo impazziti? Tu che prove hai (CONCRETE) dell'esistenza di quello in cui credi? Finchè ci pensi ti saluto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
        - Scritto da: Troncoide
        Tu che prove hai (CONCRETE)
        dell'esistenza di quello in cui credi?
        Finchè ci pensi ti saluto...Non ho detto di essere credente, ho solo inviato l'articolo perche' mi sembrava un buono spunto di riflessione per l'argomento...
      • Anonimo scrive:
        Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
        - Scritto da: Troncoide
        Guarda che una cosa non esiste fino a che
        uno non prova che esiste e NON che uno deve
        provare l'inesistenza di una cosa, ma siamo
        impazziti?Ti devo correggere... mai sentito parlare di ragionamento per assurdo?Se do per vera una cosa che è evidentemete falsa arrivo ad un paradosso che mi permette di scartarla...Ovvero... se riesco a dimostrare che la non esistenza di dio mi porta ad un assurdo posso tranquillamente affermare che dio non esiste... ovviamente tutto il discorso è relativo ai principi di partenza ovvero da quei compromessi iniziali che ho deciso di accettare senza poterne dimostrare l'esistenza...Hai mai sentito parlare di geometrie non euclidea?Lo sai come è nata?Si voleva provare il postulato di Euclide, ovvero che date due rette parallele queste non potranno mai incontrarsi...Per cercare di dimostrare questo postulato si è fatto ricorso all'arma matematica più subdola e affascinante: il discorso per assurdo...Quindi si è tentato di partire dal presupposto che 2 rette parallele s'incontrino all'infinito... il problema è che più si andava avanti nella (vana) speranza di trovarsi difronte un assurdo e più ci si rendeva conto che si stava costruendo una nuova geometria (non euclidea) altrettanto valida :)Ritornando al post... il problema di fondo è che vengono usati con troppa leggerezza molti "postulati" che potrebbero tranquillamente fare la fine di quello di euclide (per la precisione si tratta del 5°).I postulati sono importantissimi ma hanno bisogno di una forte sperimentazione per essere accettati (in quanto non si può seguire la "via" teorica).Pensiamo alla Termodinamica... fondamentalmente si parte dal presupposto che il calore "passi" SEMPRE da un corpo più caldo ad uno più freddo... sperimentalmente sembra essere una tesi accettabile anche se è impossibile dimostrarla ;)Bye
        • Anonimo scrive:
          Re: ERRORE!!!!!!!!!!!!!!!

          Ovvero... se riesco a dimostrare che la non
          esistenza di dio mi porta ad un assurdo
          posso tranquillamente affermare che dio ===
          non
          esiste... che DIO ESISTE
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei

      II filo logico e questo:
      1. I'Esistente e soggetto ad una fineCi sono teorie che pensano di sì ed altre teorie che pensano di no.Credere che l'universo abbia una fine confidando nell'osservazione dell'entropia fatta nel "nostro piccolo" mi sembra eccessivo ... beh, è solo una teoria, quando si và nel troppo grande o nel troppo piccolo, chissà come mai le leggi della fisica che sembrava avessimo capito quando eravamo "a misura d'uomo" cambiano radicalmente, tanto da far sembrare pensieri di bambini quello che era stato ipotizzato precedentemente.Ad oggi (ma non è detto che un giorno saremo in grado di farlo), non abbiamo elementi per determinarlo oggettivamente (dimostrare oggettivamente una di queste teorie).Quindi ciò che affermi ha la porobabilità di essere tanto vero quanto falso.
      2. ha quindi avuto un inizioIn virtù di quanto sopra ciò non è affatto detto.
      3. esiste una CausaPoichè non sono dimostrati i punti 1 e 2, anche questo è tutto da dimostrare.A questo punto però, per continuare il discorso, supponiamo comunque che l'Universo sia stato creato (o quanto meno sorretto da questa Causa).
      4. esiste una Causa Increata origine del
      Tutto, perchè ipotizzando infinite Cause si
      ricadrebbe nella infinità di un Tutto Non
      Creato della Tesi Atea, Che abbiamo
      confutato in precedenzaIntanto, non abbiamo confutato niente, poichè abbiamo eguali probabilità che sia vero la prima ipotesi, quanto l'altra.Ma, anche seguendo il tuo ragionamento, non potrebbe essere questa cosa solo una effimera legge fisica che ad un certo punto ribalta l'entropia dell'universo ?Ti ricodo che l'energia E' materia e la materia E' energia e che non abbiamo neppure idea di cosa sia il vuoto (o, se preferisci, il nulla).Cosa è il nulla ?Difficile, eh ?Ma supponiamo che esista una causa increata:Questa Causa Increata dovrebbe essere ... senziente ?!?!?!Con una mente, in grado di formulare ... pensieri ?!?!?!E come avrebbe sviluppato la capacità di farlo ?
      5. Questa Causa è al di fuori del tempo e
      dello spazioNon potrebbe invece dissolversi agli inizi del tempo e dello spazio e ricomporsi alla fine in modo da rigenerare l'Universo e non esistere proprio tra i due estremi ?Difficile, eh ?Però c'è una domanda invece a cui bisognerebbe che mi rispondessi tu:Perchè dopo aver creato miliardi di galassie contenenti ognuna milioni di miliardi di stelle, Dio avrebbe dovuto interessarsi proprio al nostro piccolo ed insignificante pianeta ?Non è più probabile che magari sia stata un'altra "razza aliena" che forse ci ha voluto far credere questo per accelerare il nostro sviluppo socio-culturale per qualche motivo a noi oscuro ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
        Toh! mi ricorda le teorie di un certo Rael! Unt tipetto francese che diceva di essere sato rapito dagli extraterrestri (negli anni 60 andava di moda) i quali gi avrebbero proprio rivelato questo concetto: l'origine aliana dell'umantita'.Ma quello che vorrei oggi chiedere a Rael ( e suoi seguaci) e': gi alieni che ci hanno creato geneticamente chi li ha creati?E d'altronde, seguendo il raggionamento dei messaggi che ho fin quI' letto, anche di questa teoria non abbiamo alcuna prova CONCRETA sulla sua veridicita' o falsita'.
        • Anonimo scrive:
          Re: Riflessioni sulle teorie degli atei

          E d'altronde, seguendo il raggionamento dei
          messaggi che ho fin quI' letto, anche di
          questa teoria non abbiamo alcuna prova
          CONCRETA sulla sua veridicita' o falsita'.appuntol'assenza di prove non e' (quasi) mai la prova per un'altra teoria.Se io non posso provare nua cosa, non ho provato il suo opposto.Ma siccome allo stato attuale le teorie scientifiche sono piu' credibili, ci teniamo quelle.Se domani si dimostrara' che e' stato Dio (uno qualunque) a creare l'universo, cambieremo i libri ...Non basta pero' dimostrare che la scienza sbaglia.Bisogna dimostrare di avere ragione.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
          - Scritto da: luchiboy
          E d'altronde, seguendo il raggionamento dei
          messaggi che ho fin quI' letto, anche di
          questa teoria non abbiamo alcuna prova
          CONCRETA sulla sua veridicita' o falsita'.Ehi! Non sostengo questa teoria a spada tratta!Semplicemente dico che è più probabile che Cristo fosse stato in realtà un alieno invece che il Figlio di Dio (perchè Dio avrebbe scelto di farlo nascere proprio qui per redimere l'umanità ? Con miliardi di miliardi di sistemi solari disponibili dove ci possono essere razze molto migliori della nostra ?)
      • Anonimo scrive:
        Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
        (repost)Ri-premetto che ho mandato l'articolo solo per spunto di riflessione e non ho mai detto di essere credente o ateo, mi interesso dell'argomento a livello di curiosita', non vado in chiesa e non ho idoli da pregare ma non sono nemmeno ateo convinto, e' semplicemente un argomento aperto per me.(fine repost)Le domande che poni (e che mi sono posto anche io decine di volte) sono interessantissime, peccato che non si finirebbe mai di discuterne ci si potrebbero scrivere delle enciclopedie sopra e non se ne verrebbe comunque mai a capo (per ora, chissa' in futuro).
        Quindi ciò che affermi ha la porobabilità di
        essere tanto vero quanto falso.
        ............
        Ma, anche seguendo il tuo ragionamento, non
        ............L'articolo non e' mio :) ripeto che l'ho inviato solo come spunto di riflessione, e' ovvio che poi sorgono 1000 domande assurde tipo: che c'e' al di la' dell'universo? cosa lo contiene? da dove viene la materia di cui tutto e' composto? che c'era prima di tutto? Magari siamo una specie d'acquario cosmico di qualche razza piu' evoluta, oppure una coltura batterica... !?
        Però c'è una domanda invece a cui
        bisognerebbe che mi rispondessi tu:

        Perchè dopo aver creato miliardi di galassie
        contenenti ognuna milioni di miliardi di
        stelle, Dio avrebbe dovuto interessarsi
        proprio al nostro piccolo ed insignificante
        pianeta ?... e non lo so! Non ho mai detto di avere la verita' in pugno :)
        Non è più probabile che magari sia stata
        un'altra "razza aliena" che forse ci ha
        voluto far credere questo per accelerare il
        nostro sviluppo socio-culturale per qualche
        motivo a noi oscuro ?E' una possibilita' fra le tante, dopotutto fra universi-bolle, dimensioni che si intrecciano, superstringhe ecc ecc, sarebbe anche piu' credibile... anche se poi non risolve l'enigma che sta alla base di tutto.SalutiMario
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
      Se ti servono tante giustificazioni per convincerti che qualcosa, forse e' perche' questa convinzione non e' poi' cosi forte. Un po' come le pubblicita' delle banche che scrivono "La tua banca ti da fiducia" accompagnata da volti rassicuranti. Evidentemente non c'e' molta fiducia...evidentemente c'e' qualche cosa che non va se voi credenti dovete ripetervi continuamente "dio c'e'" e "credo credo credo" ed inventarvi tante palle per giustificare qualcosa.Soffocate i vostri dubbi in ragionamenti inutili e vi trincerate in argomentazioni che fanno acqua.Dovevi intitolare il tuo messaggio, dimostrazione delle fobie dei credenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
        - Scritto da: Pessimo
        Se ti servono tante giustificazioni per
        convincerti che qualcosa, forse e' perche'
        questa convinzione non e' poi' cosi forte.
        Un po' come le pubblicita' delle banche che
        scrivono "La tua banca ti da fiducia"
        accompagnata da volti rassicuranti.
        Evidentemente non c'e' molta
        fiducia...evidentemente c'e' qualche cosa
        che non va se voi credenti dovete ripetervi
        continuamente "dio c'e'" e "credo credo
        credo" ed inventarvi tante palle per
        giustificare qualcosa.
        Soffocate i vostri dubbi in ragionamenti
        inutili e vi trincerate in argomentazioni
        che fanno acqua.
        Dovevi intitolare il tuo messaggio,
        dimostrazione delle fobie dei credenti.Ottimo!!!!Mi hai fatto tornare alla mente una frase letta su:"Lo zen e l'arte della manutenzione delle motocicletta"Diceva pressapoco così"Nessuno esce istericamente per la strada urlando 'Io credo che domani il sole sorgerà'"Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Riflessioni Lo zen e l'arte della manutenzione

          Ottimo!!!!
          Mi hai fatto tornare alla mente una frase
          letta su:
          "Lo zen e l'arte della manutenzione delle
          motocicletta"

          Diceva pressapoco così
          "Nessuno esce istericamente per la strada
          urlando 'Io credo che domani il sole
          sorgerà'"Ah quel libro... bello! un po' pesante a tratti e, visto con la saggezza dell'adulto e non dell'adolescente quale ero quando lo lessi, decisamente prolisso e poco incisivo rispetto ad autori solidi e pragmatici cone ad esempio Schopenhauer. Pero' e' davvero una lettura stimolante. Chi non lo avesse letto lo faccia, merita.Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei

      Conclusione: La Causa Prima Increata (Dio) è
      Tutto Ciò Che E', quindi è Assoluta,
      Immanente, Eterna.
      =========================Quale Dio?????perche' proprio il "tuo" o quello di un altro?E perche' un Dio "moderno"? che ha solo 2000 anni?non potrebbe essere stato il dio dei Sumeri?o quelli dell'Egitto?o Zeus?oppure tutti questi dei, si sono giocati a Briscola e tresette la Terra.Allha si e' preso i paesi arabi, buddah gli orientali, e Cristo, con varie scissioni e distinguoi paesi cosiddetti occidentali.Il dio degli ebrei si e' accontentato della terra promessa.Ma dico.... stavi scherzando vero??? :))))dai, che anche se avessi dimostrato che le teorie scientifiche moderne non dimostrano un bel nulla (li che potrebbe essere) non hai automaticamente dimostrato il contrario (cioe' che la vita e l'universo siano state create da un'entita' superiore).Non ci sono prove certe ne dell'una ne' dell'altra...al massimo qualche tentativo di confutare le teorie scientifiche come ad esempio quelle sull'origine dell'universo, su cui si sta ancora studiando e si sa molto poco, per dimostrare che le prove a favore della scienza sono deboli...anzi, nelle teorie religiose/mistiche, non ci sono affatto prove... perche' basta la fede!e la fede non ha bisogno di dimostrazioni, altrimenti che fede e'?ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
        Ri-premetto che ho mandato l'articolo solo per spunto di riflessione e non ho mai detto di essere credente o ateo, mi interesso dell'argomento a livello di curiosita', non vado in chiesa e non ho idoli da pregare ma non sono nemmeno ateo convinto, e' semplicemente un argomento aperto per me.
        Quale Dio?????
        perche' proprio il "tuo" o quello di un
        altro?
        E perche' un Dio "moderno"? che ha solo 2000
        anni?
        non potrebbe essere stato il dio dei Sumeri?
        o quelli dell'Egitto?
        o Zeus?Ovviamente nell'articolo (non mio) si parlava di un eventuale dio unico che i vari popoli chiamano diversamente attribuendogli diversi attributi a seconda della loro cultura e dell'epoca.
        Ma dico.... stavi scherzando vero??? :))))Vedi in cima :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Riflessioni sulle teorie degli atei
      mi spiace demolire le tue convinzioni (anzi, no, mi fa piacere perchè io sono bas7ard0 dentro!) ma stai ragionando in termini di meccanica classica su entità che sono fuori scala per la meccanica classica e per le nostre limitate conoscenze di meccanica superiore.Ad esempio se io fossi una particella subatomica ed osservassi con un telescopio un piatto che va verso un muro ne dedurrei, dalla mia profonda conoscenza della fisica delle particelle quale io sono, che il piatto attraverserà il muro senza alcun problema (leggiti Alice nel paese di quanti se vuoi qualche altro simpatico esempio).Astraendo, se ragioniamo in termini di ciò che conosciamo per giudicare un problema che non conosciamo completamente non possiamo fare altro che sparare risultati assurdi o nessun risultato addirittura.La nostra mente però ci spinge a trovare a tutto una spiegazione, anche se fuzzy, ovvero non serve che sia veritiera, basta che non contraddica altre spiegazioni del nostro sistema cognitivo.Questo perchè ci fa comodo avere in mente un sistema cognitivo il più ampio possibile, dato che come animali razionali è vitale per noi sapere e ragionare, cosa che facciamo meglio se partiamo da basi note piuttosto che ignote.Quindi l'idea di Dio è una spiegazione che la nostra mente crea per dare risposta a tanti interrogativi a cui non abbimo ancora dato o forse non daremo mai una risposta.
  • Anonimo scrive:
    E moglibocchinare.com ???
    E moglibocchinare.com che mi impesta la casella email di spam e che se lo apri ti impesta il computer di dialer che chiamano sulla luna, quando lo chiudiamo???Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E moglibocchinare.com ???
      Fai una segnalazione all'Osservatore Romano; forse riesce a far schiodare dalla sedia la GdF...- Scritto da: Van Helsing
      E moglibocchinare.com che mi impesta la
      casella email di spam e che se lo apri ti
      impesta il computer di dialer che chiamano
      sulla luna, quando lo chiudiamo???

      Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E moglibocchinare.com ???
        Non è questione dell'osservatore romano, si vede che le proteste non sono state molte.(o manco ci sono state), una cosa giusta è stata fatta io sarei pronto a chiudere anche quel sito.
  • Anonimo scrive:
    Ma siamo sicuri del motivo della chiusura?
    Seguite il link che qualcuno ha riportato:http://www.porcodio.com/index3.htmlSalta subito agli occhi che...NON E' UN SITO NEL QUALE SI ESPRIMONO OPINIONI!LA RELIGIONE NON C'ENTRA!IN QUALSIASI PUNTO CLICCHIATE SCARICATE UNO DEI SOLITI FAMIGERATI DIALER!!!Insomma, il mio sospetto è: C H I U S O P E R T R U F F A ! ! !Piantatela di mettere in mezzo la libertà di informazione, i radicali ecc...Questo signore che ha messo su il sito mi sa tanto di BANALISSIMO TRUFFATORE.Insomma, un semplice magliaro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siamo sicuri del motivo della chiusura?
      non credo che l'osservatore romano abbia fatto un plauso alla GdF per aver chiuso un sito per truffa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma siamo sicuri del motivo della chiusura?
        E mica sarebbe la prima volta che un giornalista scrive cavolate.L'hai visto il link?Gli altri siti non so che contenuto avessero, ma questo l'avrei chiuso anche se si fosse chiamato Pippo.org.Anzi, ho un'idea, facciamone una copia sul sito del Partito Radicale, dialer compresi, però...- Scritto da: ConteZero
        non credo che l'osservatore romano abbia
        fatto un plauso alla GdF per aver chiuso un
        sito per truffa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siamo sicuri del motivo della chiusura?
      - Scritto da: Ottav(i)o Nano
      Questo signore che ha messo su il sito mi sa
      tanto di BANALISSIMO TRUFFATORE.
      Insomma, un semplice magliaro...Nulla di strano, da furbacchione ha capito benissimo che esistono tanti pollacchioni che dicono spavaldi agli altri "credi ancora in Babbo Natale?" e poi corrono dietro a cagate del genere (e guai a chi gliele tocca...)
  • Anonimo scrive:
    Vaticano=Armi&Co.
    Ma il Vaticano non ha il 35% di una società polacca che costruisce carriarmati? E non ha una fetta di azioni di una ditta in svizzera che produce profilattici?????????????????Il Vaticano ha più potere dello stato Italiano e non solo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Vaticano=Armi&Co.
      Non è comunque una buona ragione per offendere chi crede...Se vuoi denunciare il Vaticano o qualsiasi altra entità politico-religiosa, scrivi qualcosa di articolato, non buttarla in bestemmie (non dico tu, dico in generale...)- Scritto da: Contestatore
      Ma il Vaticano non ha il 35% di una società
      polacca che costruisce carriarmati? E non ha
      una fetta di azioni di una ditta in svizzera
      che produce profilattici?????????????????
      Il Vaticano ha più potere dello stato
      Italiano e non solo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Vaticano=Armi&Co.
        - Scritto da: contesta pure, però...
        Non è comunque una buona ragione per
        offendere chi crede...Viviamo o no nella patria delle "liberta'"?E allora esercita lla tua liberta' di non linkare quel sito senza impedire di farlo a chi vuole. Non conosco i contenuti del sito, ma se si limitano ad elencare fantasiosi modi di maledire l'Eterno, trovo ridicolo che una qualunque legge se ne debba occupare.Oltretutto rivendico per il crdente il diritto a maledire il proprio Dio senza subire conseguenze terrene. Alle conseguenze celesti ci pensera' al momento opportuno
        Se vuoi denunciare il Vaticano o qualsiasi
        altra entità politico-religiosa, scrivi
        qualcosa di articolato, non buttarla in
        bestemmie (non dico tu, dico in generale...)Lui ha appunto elencato fatti che non conoscevo e che sarebbero gravi se veri. Poi cosa hanno a che fare le bestemmie con il denunciare il vaticano? Guarda che Regno dei cieli e vaticano non sono mica la stessa cosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vaticano=Armi&Co.
          Ci mancherebbe altro. Se non altro, perchè il Regno dei Cieli non si sa se esiste. Il Vaticano, purtroppo, esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vaticano=Armi&Co.
            - Scritto da: Piwi
            Ci mancherebbe altro. Se non altro, perchè
            il Regno dei Cieli non si sa se esiste. Il
            Vaticano, purtroppo, esiste.Ringrazio il Governo Statunitense e l'ONU che deciderà di rendere il Vaticano un' organizzazione illegale.E molte altre spariranno! Ma in special modo l'impero cattolico molto falso e avido di potere.Aloahhh
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè?
    Un altra cosaci si aspetta che anche un luogo dove chi scrive si prende la responsabilità di quello che scrive i commenti siano lasciati come sono e non tolti in quanto pericolosi o lesivi.abbiate a perdonarmi ma se anche questo sito si presenta come censorio dei thread considerati "pesanti" (e posso rimandare quello cancellato se mi viene chiesto) allora anche la liberà NON SOLO D'INFORMAZIONE ma anche quella DI PAROLA vengono intaccati anche da voi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè?
      I messaggi non vengono cancellati. Esiste una policy, che approvi inviando un commento, nella quale è spiegato come vengono trattati.Il tuo era offensivo e quindi contrario alla policy.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè?
        Offensivo per chi?chi decide cosa è offensivo?voi?è questo quello che si definisce CENSURA.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè?

        I messaggi non vengono cancellati. Esiste
        una policy, che approvi inviando un
        commento, nella quale è spiegato come
        vengono trattati.
        Il tuo era offensivo e quindi contrario alla
        policy.O forse il suo rapporto maiuscole/minuscole era superiore al limite massimo consentito ?? A quanto lo avete settato, il limite ?? :))
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè?
      Libertà di parola? Ma va... libertà di offesa, forse...E' tanto difficile capire la differenza tra le opinioni e le offese?Se io scrivo che hai scritto una stronzata, io esprimo una opinione, se scrivo che sei uno stronzo ti offendo (certo è sempre una mia opinione, ma vado sul personale).Forse a te il fatto che il primo che non la pensa come te, ti innondi di offese non crea nè caldo nè freddo, però non è corretto, e credo non sia sbagliato adoperarsi per evitare queste situazioni, almeno in certi contesti.- Scritto da: ConteZero
      Un altra cosa
      ci si aspetta che anche un luogo dove chi
      scrive si prende la responsabilità di quello
      che scrive i commenti siano lasciati come
      sono e non tolti in quanto pericolosi o
      lesivi.
      abbiate a perdonarmi ma se anche questo sito
      si presenta come censorio dei thread
      considerati "pesanti" (e posso rimandare
      quello cancellato se mi viene chiesto)
      allora anche la liberà NON SOLO
      D'INFORMAZIONE ma anche quella DI PAROLA
      vengono intaccati anche da voi.
    • Anonimo scrive:
      In teoria e` giusto, in pratica hanno paura...
      ...di essere querelati come responsabili dei contenuti del forum, credo. Mi ricordo proprio un articolo di PI che parlava di un sito che era stato contestato proprio per questo: per dei commenti sul forum, anche se la redazione non c'entrava nulla. Evidentemente i disclaimers non servono. Nella mia spassionata opinione servirebbe un qualcosa di forte e autoritario che autorizzi chiunque a dire sempre cosa pensa (un clone del primo emendamento, insomma), altrimenti la tendenza a censurare e` parte della cosidetta "natura umana". Figurati che a me un tizio chiese di censurare il nome di un nazista che qualcuno aveva attribuito a una stella in un mio gioco d'esplorazione... lui non era responsabile, minimamente, dei contenuti, eppure voleva la censura solo perche` quel nome lo considerava blasfemo. Ma naturalmente non lo feci, e questo non significa che sia un simpatizzante del nazismo: e` che se si continua cosi` fra un po' le donne dovranno mettersi il velo per censurare le fattezze del viso. Il mondo si direbbe pieno di gente che ama reprimere qualsiasi cosa non incontri le sue idee. A volte penso che la teoria del grande fratello sia solo una paura inconscia...
  • Anonimo scrive:
    LA CHIESA FA DANNO
    LA CHIESA FA DANNO
  • Anonimo scrive:
    Rispetto
    Signori, per favore...qui non si sta discutendo di stato laico/stato confessionale, ateismo/religiosità quant'altro.Tra l'altro, piccolo inciso: laico è una cosa, ateo è un'altra! Io sono credente, cattolico, ma sono un laico, ovvero non facente parte del clero. Ateo è colui che non crede. Questo tanto per misurare il livello culturale di alcuni post..Detto questo:a) Lo stato italiano è LAICO e non CONFESSIONALE. Sta scritto sulla nostra costituzione. I rapporti con la chiesa sono regolati da leggi apposite.b) Non credo proprio che la GdF si muova su segnalazioni del Vaticano o -peggio- dell' Osservatore Romano. Un' indagine d'ufficio la può avviare solo un magistrato.b) Esiste una legge, il codice penale, che descrive l'elenco dei reati a cui TUTTI i cittadini italiani sono soggetti. Che ci piaccia o no. Se questa legge prevede il "vilipendio alla religione cattolica" è un reato esattamente come gli altri. Che ci piaccia o no. La democrazia serve, appunto, a cambiare leggi che non vanno bene alla MAGGIORANZA degli eletti (e quindi degli elettori).Questi sono fatti. Mi permetto alcune considerazioni di carattere personale:in primis ritengo offensivo che qualcuno si permetta di offendere pubblicamente il credo di altri. Sia esso Cattolico, ebreo, musulmano o quant'altro. E, per favore, non difendiamo una bestemmia, un' offesa, come "libertà di pensiero, parola o opinione". Altrimenti non esisterebbero nemmeno i reati di calunnia, ingiuria e simili, no ?Ognuno può avere tutte le idee che vuole, nessuno ci obbliga a parlare o pensare, con una pistola puntata alla tempia, ciò che vuole.Per cui la libertà è prima di tutto RISPETTO.E un sito con quel dominio, con il suo contenuto, alcuni post precedenti NON sono manifestazkioni di rispetto, e quindi di libertà.Antonio.P.S.Non sono volutamente entrato nel merito di considerazioni e/o commenti sulla chiesa, il Vaticano, la religione ecc.. Pur essendo credente e praticante, qui dentro, esulano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispetto
      Vallo a dire al grande premier italiano che ha detto che noi siamo superiori ai popoli del medio oriente...se ti senti di cacca perchè offendono il tuo Dio allora va in chiesa a pregare.dal mio canto io mi sento peggio perchè il mio Dio è offeso da una manata di idioti che, in nome suo, si danno il diritto di salvatori e redentori del mondo e quindi vanno a bastonare gli altri.poi ognuno può affidarsi alla versione che preferisce a quanto pare... io sono fermo al nuovo testamento, con un Dio clemente che cura e aiuta, voi a quanto pare al vecchio, col Dio che punisce e manda flagelli... e ovviamente avete un sano spirito di emulazione...
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispetto
        - Scritto da: ConteZero
        Vallo a dire al grande premier italiano che
        ha detto che noi siamo superiori ai popoli
        del medio oriente...non tiriamo in ballo i clown, altrimenti questo forum decade del tutto :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispetto

        Vallo a dire al grande premier italiano che
        ha detto che noi siamo superiori ai popoli
        del medio oriente...Uscita poco "felice", siamo daccordo. Cmq io sono stato in Iran per lavoro. Non credo che infibulare le donne, lapidarle se si scoprono il capo e obbligare le donne OSPITI del paese a fare altrettanto, sia proprio un gran segno di CIVILTA' e di conquista di diritti CIVILI che in occidente abbiamo da almweno due secoli...
        dal mio canto io mi sento peggio perchè il
        mio Dio è offeso da una manata di idioti
        che, in nome suo, si danno il diritto di
        salvatori e redentori del mondo e quindi
        vanno a bastonare gli altri.Forse sei musulmano. Ti capisco e ho stima di questo che dici. In Iran ho scoperto un ospitalità della popolazione degna di nota
        poi ognuno può affidarsi alla versione che
        preferisce a quanto pare... io sono fermo al
        nuovo testamento, con un Dio clemente che
        cura e aiuta, voi a quanto pare al vecchio,
        col Dio che punisce e manda flagelli... e
        ovviamente avete un sano spirito di
        emulazione...No.. ehm... forse non sei musulmano. Allora non ti ho capito. Scusa.Antonio
    • Anonimo scrive:
      Re: Rispetto
      - Scritto da: Antonio
      in primis ritengo offensivo che qualcuno si
      permetta di offendere pubblicamente il credo
      di altri. Allora pensaci bene quando ti mangi una braciola perche' per qualcuno (gli induisti) stai commettendo un vero e proprio sacrilegio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rispetto

        Allora pensaci bene quando ti mangi una
        braciola perche' per qualcuno (gli induisti)
        stai commettendo un vero e proprio
        sacrilegio.No, attenzione.Qui si parla di libertà di fare, che é scarosanta, così come quella di pensiero e parola........ma l'offesa gratuita, se mi permetti, è una ben più palese mancanza di rispetto.Certo, se posso evitarlo, non mi metto a mangiare una braciola davanti a un induista......così come non fumo davanti a una donna incinta...Vedi che, gira rigira, sempre di rispetto si parkla ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Rispetto
          - Scritto da: Antonio

          Allora pensaci bene quando ti mangi una

          braciola perche' per qualcuno (gli
          induisti)

          stai commettendo un vero e proprio

          sacrilegio.

          No, attenzione.
          Qui si parla di libertà di fare, che é
          scarosanta, così come quella di pensiero e
          parola....
          ....ma l'offesa gratuita, se mi permetti, è
          una ben più palese mancanza di rispetto.Non ho capito bene la differenza. Pensi forse che porcamadonna.com sia stato messo in piedi per insultare qualcuno ? Non e' certo colpa mia se qualcuno prende una frase contro Dio come una offesa alla propria sensibilita' come non e' colpa mia se 800 milioni di persone si sentirebbero offese se sapessero che ammazzo animali sacri per poi mangiarmeli.
          Certo, se posso evitarlo, non mi metto a
          mangiare una braciola davanti a un
          induista...Ed infatti nessuno ti ha mai chiesto di andare a visitare un sito che stava li' e non faceva male a nessuno.
          Vedi che, gira rigira, sempre di rispetto si
          parkla ?Appunto.
  • Anonimo scrive:
    I preti colpiscono ancora
    I preti del vaticano colpiscono ancora, loro possono fare tutte le porcherie che vogliono (pedofilia).Invece i coloni italiani, non hanno nemmeno la libertà di opinione.A quando le settanta frustate all'eterico bestemmiatore in piazza S.Pietro?
  • Anonimo scrive:
    Questioni più alte
    Il problema sta nel fatto che un sito che tratta in maniera blasfema una religione venga difeso dallo stato.Mi spiego meglio:noi siamo in uno stato (a parole) laico e come tale il campo d'azione della nostra legislazione non dovrebbe in alcun modo avere a che fare con la sfera religiosa.uniche deroghe a questo dovrebbero essere quando i contenuti risultino non tanto offensivi (un offesa è una questione SOGGETTIVA in genere, non OGGETTIVA) quanto realmente LESIVI delle libertà individuali.lo stato non può difendere una religione, anche perchè si ritroverebbe a fare strani discorsi, ad esempio una setta satanica potrebbe chidere l'oscuramento del TLD .va e la cosa (sebbene onestamente improbabile) alla luce di quanto già accaduto rappresenterebbe un dilemma etico e morale (2 pesi e 2 misure).lo stato deve evitare che contenuti MOLESTI possano intaccare i cittadini ma nessuno scodella tali contenuti ai cittadini stessi se non essi medesimi che, avendo letto un disclaimer che li avverte sul quello a cui vanno incontro hanno già tacitamente accettato la cosa e sono quindi consenzienti.ecco il vero problema quindi, la questione non è tanto quella di salvaguardia quanto una ben peggiore volontà CENSORIA che vorrebbe oscurati alcuni siti in quanto "non in sintonia" (con la morale, con la religione, col regime etc etc).la libertà, miei cari, non và difesa solo quando la sua privazione ci porterebbe un danno ma anche quando essa stessa ci è sgradevole, essendo la verità un concetto superiore e non riferibile ad alcuni concetti più infimi (nel senso di mutabili nel tempo) come la "decenza".
  • Anonimo scrive:
    ritorno al fascismo
    con questo sequestro si ribadisce il ruolo del vaticano nella politica italiana e soprattutto la strumentalizzazione dell'uso delle forze dell'ordine per certe indagini insulse e dispendiose. stiamo tornando agli anni 20 quando la rel cattolica era l'unioca permessa? o al 1300? mah. cmq io bestemmierò come sempre e ricorderò quei siti come case e simboli di ribellione. forza radicali
    • Anonimo scrive:
      Re: ritorno al fascismo
      Il fascismo non era male, i pagliacci non stavano tanto in giro, mamma mamma non bevo finchè non mi comperi la macchinina....Bestemmia pure, ma non capitarmi a tiro
      • Anonimo scrive:
        chi bestemmia costruisce armi
        non è tanto fascismo è questione di buon gusto,non è libertà quella di poter fare cio' che si vuole se questo oltrepassa il confine del rispetto degli altri.Ribadisco chi bestemmia costruisce "armi".Chi ha orecchie per intendere ...............
      • Anonimo scrive:
        Re: ritorno al fascismo

        Bestemmia pure, ma non capitarmi a tiroUn'altro "bravo cristiano" come Dragon che voleva incontrarsi con me per saggiarmi delle sue lezioni di arti marziali..Incoerenti oltre che privi di argomenti.Ti metto al pari della gente che mi guardava male quando andavo in chiesa con i jeans strappati.che schifo, che schifo.
      • Anonimo scrive:
        chi bestemmia costruisce armi
        non è tanto fascismo è questione di buon gusto,non è libertà quella di poter fare cio' che si vuole se questo oltrepassa il confine del rispetto degli altri.Ribadisco chi bestemmia costruisce "armi".Chi ha orecchie per intendere ...............
        • Anonimo scrive:
          Re: chi bestemmia costruisce armi
          ..ma se per 2 millenni ci hanno sotto un dominio opprimente..e non hanno reso possibile l'unificazione della nostra nazione fino a dopo metà'800 che cosa vogliono adesso.....io vivo nel centro Italia quelle che sono le regioni che più di tutti hanno sofferto questo dominio e bestemmio quanto voglio e sono felice di farlo....
          • Anonimo scrive:
            Re: chi bestemmia costruisce armi
            non ho capito molto il senso,ma se sei felice di farlo da solo buon per te , se dimostri un po' di educazione nei confronti di chi ti sta accanto e pensi che queste tue esclamazioni possano creare disagio allora sarebbe buona norma cercare di evitarle.ciao e buona serata
          • Anonimo scrive:
            Re: chi bestemmia costruisce armi
            ...e il disagio che questi hanno creato per millenni?????dove lo mettiamo????
          • Anonimo scrive:
            Re: chi bestemmia costruisce armi
            spetta che mo vengo a casa vostra e ve scureggio 'n faccia co li schizzi a tutti... ao' so' libbero de fallo... è libberta d'espressione a mia ao'....
    • Anonimo scrive:
      Re: ritorno al fascismo

      come sempre e ricorderò quei siti come case
      e simboli di ribellione. forza radicaliNoooo ancora altro spam ... lascia stare i radicali, per carità.
    • Anonimo scrive:
      Re: ritorno al fascismo
      Siiiii evvaiiii fratello passa qui la canna siamo in amore w cheguevara w linux w il farmi i cazzi miei alla faccia degli altri!!!w i ragionamenti!w la capacità di discernimento!w l'onestà intellettuale! "maestro cosa vuoi che faccia" e lui rispose "LOVV - LOVV -LOVV" w bob marley siamo tutti fratelli!!- Scritto da: stinger
      con questo sequestro si ribadisce il ruolo
      del vaticano nella politica italiana e
      soprattutto la strumentalizzazione dell'uso
      delle forze dell'ordine per certe indagini
      insulse e dispendiose. stiamo tornando agli
      anni 20 quando la rel cattolica era l'unioca
      permessa? o al 1300? mah. cmq io bestemmierò
      come sempre e ricorderò quei siti come case
      e simboli di ribellione. forza radicaliMAVACCAGHEEEEEER DEMENTE....
    • Anonimo scrive:
      Re: ritorno al fascismo
      - Scritto da: stinger
      con questo sequestro si ribadisce il ruolo
      del vaticano nella politica italiana e
      soprattutto la strumentalizzazione dell'uso
      delle forze dell'ordine per certe indagini
      insulse e dispendiose. stiamo tornando agli
      anni 20 quando la rel cattolica era l'unioca
      permessa? o al 1300? mah. cmq io bestemmierò
      come sempre e ricorderò quei siti come case
      e simboli di ribellione. forza radicaliNon credi di avere una visione del mondo "leggermente" egocentrica?Nessuno ti vieta di bestemmiare come un turco (con rispetto per i turchi, evidentemente) a casa tua; altra cosa è se lo fai in pubblico, e per di più sfruttando i media.Vorrei vedere te se inizio a scrivere sulle mie pagine che sei un @#%"!"?**§, oppure un °*$?°§§ç@... o, meglio ancora, che tua madre e tua sorella sono #@##@$£$%?§. Come ti sentiresti? Mi scriveresti riconoscente, ringraziandomi commosso per aver esercitato il mio diritto ad insultarti?
  • Anonimo scrive:
    Calma!
    Uei ragazzi un attimino di calma please! Dico c'è modo e modo di conversare! In ogni caso dal mio punto di vista, andrebbero separati due concetti fondamentali in questo discorso. 1)i siti in questione 2)la legittimità da parte della GdF di chiuderli. Personalmente ritengo che, indipendentemente dal warning iniziale, siti di carattere offensivo verso un target preciso (indipendentemente da quale esso sia) (si badi bene non offensivi per il pudore o similia, ergo i siti pornografici non vengono da me considerati in questo discorso)andrebbero chiusi , sia per le offese gratuite sia per l'improrpio utilizzo del (fantastico) mezzo internet. Sul punto 2)effettivamente si potrebbe ribattere qualcosa, ovvero consideriamo l'effettivo impatto che questi hanno e le priorità rispetto ad altri problemi...era il caso di sprecare tante risorse per un "problema" di questo tipo? A fronte dei casini che ci sono in giro qui non mi trovo molto daccordo.In ogni caso esprimiamoci con civiltà e non degeneriamo in inutili provocazioni (capito Dragon e vari?).Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!

    mica voi,
    impiegatucoli che la mattina non c'avete
    nulla da fare in ufficio e leggete PI,
    postando stronzate a tutta birra!invece tu di stronzate nn ne dici.. eggiàmi inkino.kiudi il browser invece di andare su porcamadonna.com o gattibonsai.com o stikazzi.it
  • Anonimo scrive:
    Discordanza di opinioni,dimostrazione di un errore
    Sono le 13.40 circaci sono oltre 400 commentitutti discordanti fra loro, su un campione di poche persone...cristiani, siete sempre convinti di essere in maggioranza ? siete sempre convinti che quello che e' successo sia una cosa giusta? io sono lo stato, tu sei lo stato, tutti siamo lo stato.lo stato non puo' agire per il bene di pochi... cosi' ha fatto.http://www.uaar.it - eliminiamo la religione come imposizione nello stile di vita degli italiani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Discordanza di opinioni,dimostrazione di un errore
      I cinesi sono tanti quindi il loro modo di pensare e dia gire è giusto perchè sono in tanti?schiavi di una idea che non li rende certo felici ma noi abbiamo i siti con cui ci beiamo della libertà di espressione benpensanti dalla poltrona di casa e andateci in giro per il mondo a vedere l'oppressione e la miseria quella VERA.
      • Anonimo scrive:
        Re: Discordanza di opinioni,dimostrazione di un errore

        benpensanti dalla poltrona di casa e
        andateci in giro per il mondo a vedere
        l'oppressione e la miseria quella VERA.aspetta aspetta... cioe', perche' in cina le cose vanno di cacca noi dovremmo ammettere ogni genere di ingiustizia finche' si resta sotto quei livelli ? MA FAMMI IL PIACERE! Non hai argomenti.Quello che e' accaduto e' un'ingiustizia, senza ombra di dubbio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Discordanza di opinioni,dimostrazione di un errore
      Non siamo la maggioranza ma non mi fa ne caldo ne freddo, comunque tutto sta andando in vacca pian piano, e comunque con Dio ci farete sempre i conti che vi piaccia o no, io non mi faccio problemi Cattolico o Islamico sono sempre un credente, e con l'Islam riusciremmo a rimettere a posto un poco le cose....Credevate che fosse finita qui con Dio, rispunta da ogni parte in ogni momento... Dateci tempo ragazzi torneremo al punto... che mi interessa veramente
      • Anonimo scrive:
        Re: Discordanza di opinioni,dimostrazione di un errore
        - Scritto da: Lek
        e comunque con Dio ci
        farete sempre i conti che vi piaccia o no,i conti? ma dio non era quello misericordioso? non e' uno che perdona? ah gia', dimenticavo che quello e' il dio dei Cristiani e non dei "cristiani". Molti di quelli che si professano tali invece di pontificare sul linguaggio usato dagli altri e sulla presunta illegalita' nell' uso di certe parole farebbero bene ad rifare il catechismo e reimparare tutto da capo
        Credevate che fosse finita qui con Dio,
        rispunta da ogni parte in ogni momento... a me sembra che sia "rispuntato" perche' ci sono 12 milioni di visitatori in 2 anni su siti con nomi tipo:www.porcamadonna.comwww.porcodio.comwww.bambinello.comet similia.Avrete un bel da far per estirpare da questo mondo gli infedeli.Auguri.
  • Anonimo scrive:
    Libertà ... bella parola
    finchè non vi tocca subire le conseguenze delle libertà degli altri..Questi siti servivano a qualcosa? non mi sembra ...esprimevano profondi concetti filosofici o religiosi? non credo proprio...Il creatore dei siti poteva guadagnarsi il pane in altra maniera?? Certamente.C'era qualcuno che si riteneva (giustamente) offeso per il contenuto ? SiE allora hanno fatto bene a chiuderlo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà ... bella parola

      C'era qualcuno che si riteneva (giustamente)
      offeso per il contenuto ? Si

      E allora hanno fatto bene a chiuderlo!i contenuti di www.vatican.va mi offendono perche' vanno contro le mie idee, non rispettano il mio credo, che e' quello in Satana, mio signore e padrone.chiudiamo il sito.(spero si sia colta la vena ironica della cosa)
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà ... bella parola
        - Scritto da: flandero
        i contenuti di www.vatican.va mi offendono
        perche' vanno contro le mie idee, non
        rispettano il mio credo, che e' quello in
        Satana, mio signore e padrone.
        chiudiamo il sito.

        (spero si sia colta la vena ironica della
        cosa)Scusa, porco qua e porco là che idee sarebbero?Non per difendere il Vaticano, che ha dentro tante mele marce, ma www.vatican.va non è un offesa per nessuno e visitando il sito non ho trovato nessun porcosatana o porcodiavolo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà ... bella parola
        - Scritto da: flandero

        C'era qualcuno che si riteneva
        (giustamente)

        offeso per il contenuto ? Si



        E allora hanno fatto bene a chiuderlo!

        i contenuti di www.vatican.va mi offendono
        perche' vanno contro le mie idee, non
        rispettano il mio credo, che e' quello in
        Satana, mio signore e padrone.
        chiudiamo il sito.

        (spero si sia colta la vena ironica della
        cosa)Ho colto la vena ironica però ragionando per estremismi non si va da nessuna parte.In Italia la maggioranza della gente è cattolica o di di "derivazione" cattolica ed è in questo contesto che si deve calare ogni ragionamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà ... bella parola

      Questi siti servivano a qualcosa? non mi
      sembra ...Esprimono le idee di qualcun altro. Giuste o sbagliate che siano. Sta al vaticano decidere? Direi proprio di no. Se non avesse fatto la "giornalata" l'Osservatore Romano, a nessuno sarebbe importato nulla.
      esprimevano profondi concetti filosofici o
      religiosi? non credo proprio...Non è scritto da nessuna parte che un sito debba esprimere concetti filosofici e religiosi per essere on-line.
      Il creatore dei siti poteva guadagnarsi il
      pane in altra maniera?? Certamente.Magari avrebbe potuto. Magari aveva la possibilità di scegliere tra due cose.. ed ha scelto questa, probabilmente per lui più redditizia o più adeguata per il suo pensiero.
      C'era qualcuno che si riteneva (giustamente)
      offeso per il contenuto ? SiSu questo avrei qualcosina da dire.. posso essere d'accordo con te per il dominio www.porcamadonna.com che per qualcuno puo' essere offensivo. Magari avrei obbligato a cambiare nome del dominio.Ma per i contenuti mi spiace tanto ma hai detto una cazzata secondo me e ti spiego perchè: Prima di entrare nel sito, era ben specificato cosa si andava a vedere e leggere; ed era specificato anche di non entrare se si ritenevano offensivi tali contenuti. Se sei entrato lo stesso e sei rimasto offeso sono proprio c@##i tuoi, visto che ti era stato anticipato.
      E allora hanno fatto bene a chiuderlo!Hanno fatto malissimo invece. Non è stato rispettato l'altrui pensiero. Cosa molto ingiusta, visto che il tutto non danneggiava nessuno se non dopo essere entrati accettando il disclaimer iniziale..Io la penso così.
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà ... bella parola
        - Scritto da: ExTrEmE

        Questi siti servivano a qualcosa? non mi

        sembra ...

        Esprimono le idee di qualcun altro. Giuste o
        sbagliate che siano. Sta al vaticano
        decidere? Direi proprio di no. Se non avesse
        fatto la "giornalata" l'Osservatore Romano,
        a nessuno sarebbe importato nulla.
        Idee? Non utilizzava il sito per vendere le magliette? e queste sarebbero idee?

        esprimevano profondi concetti filosofici o

        religiosi? non credo proprio...

        Non è scritto da nessuna parte che un sito
        debba esprimere concetti filosofici e
        religiosi per essere on-line.
        No... però se il sito avesse "espresso" qualcosa avrei potuto capire il tirare in ballo la libertà di parola ...Mi spiego.. se avesse criticato la religione cattolica motivando allora avrebbe espresso qualcosa e avrei difeso la sua libertà di esprimere le sue idee ma così...

        Il creatore dei siti poteva guadagnarsi il

        pane in altra maniera?? Certamente.

        Magari avrebbe potuto. Magari aveva la
        possibilità di scegliere tra due cose.. ed
        ha scelto questa, probabilmente per lui più
        redditizia Ok
        o più adeguata per il suo
        pensiero.Se questo è il suo livello di pensiero mi vergono per lui...


        C'era qualcuno che si riteneva
        (giustamente)

        offeso per il contenuto ? Si

        Su questo avrei qualcosina da dire.. posso
        essere d'accordo con te per il dominio
        www.porcamadonna.com che per qualcuno puo'
        essere offensivo. Magari avrei obbligato a
        cambiare nome del dominio.OK
        Ma per i contenuti mi spiace tanto ma hai
        detto una cazzata secondo me e ti spiego
        perchè: Prima di entrare nel sito, era ben
        specificato cosa si andava a vedere e
        leggere; ed era specificato anche di non
        entrare se si ritenevano offensivi tali
        contenuti. Se sei entrato lo stesso e sei
        rimasto offeso sono proprio c@##i tuoi,
        visto che ti era stato anticipato.
        Sì e no..... forse non è questo il caso però certe cose sono offensive solo per il fatto che si sa che ci sono.Voglio dire... accetteresti un sito che fà dell'umorismo sulle camere a gas etc. etc.?

        E allora hanno fatto bene a chiuderlo!

        Hanno fatto malissimo invece. Non è stato
        rispettato l'altrui pensiero.Non era "pensiero"; era solo un' operazione commerciale di dubbio gusto
        Cosa molto
        ingiusta, visto che il tutto non danneggiava
        nessuno se non dopo essere entrati
        accettando il disclaimer iniziale..

        Io la penso così.Guarda personalmente già il fatto che ci sia gente che vende magliette del genere mi fa pensare ma poi che addirittura ci sia qualcuno che le porta ..... veramente, non ho parole e bada bene sono anni che non mi vedono in chiesa e non posso vedere i preti però, insomma, un pò di civiltà, rispetto e buon gusto non hanno mai ucciso nessuno.Se in italia esercitassimo tutti la nostra libertà di dire e di fare quello che vogliamo (come dicono i 500 e passa post) tempo un mese e ci saremmo scannati tutti fra di noi.Ci devono essere dei limiti.... sono difficili da stabilire, possono cambiare di giorno in giorno e di caso in caso ma ci devono essere altrimenti và tutto allo sfascio.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Server vaticani girano su linux :-)
    Se non erro non gira su software Microsoft,quindi questo caro signore dovrebbe impiegare meglio il suo tempo invece di fare il troll...
    • Anonimo scrive:
      Re: Server vaticani girano su linux :-)
      - Scritto da: pippo
      Se non erro non gira su software Microsoft,
      quindi questo caro signore dovrebbe
      impiegare meglio il suo tempo invece di fare
      il troll...e ora che ca##o c'entra Linux ? non avete proprio argomentazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Server vaticani girano su linux :-)
        Veramente l'argomento della disputa era il post di un tipo che diceva che linux è diabolico e windows è di un"sant' uomo " di nome bill gates, se poi a chi ti sottolinea che stava solo alzando polvere tu dici che ..... c'entra non credo di poter discutere con te in maniera educata
        • Anonimo scrive:
          Re: Server vaticani girano su linux :-)
          Il problema sta nel fatto che un sito che tratta in maniera blasfema una religione venga difeso dallo stato.Mi spiego meglio:noi siamo in uno stato (a parole) laico e come tale il campo d'azione della nostra legislazione non dovrebbe in alcun modo avere a che fare con la sfera religiosa.uniche deroghe a questo dovrebbero essere quando i contenuti risultino non tanto offensivi (un offesa è una questione SOGGETTIVA in genere, non OGGETTIVA) quanto realmente LESIVI delle libertà individuali.lo stato non può difendere una religione, anche perchè si ritroverebbe a fare strani discorsi, ad esempio una setta satanica potrebbe chidere l'oscuramento del TLD .va e la cosa (sebbene onestamente improbabile) alla luce di quanto già accaduto rappresenterebbe un dilemma etico e morale (2 pesi e 2 misure).lo stato deve evitare che contenuti MOLESTI possano intaccare i cittadini ma nessuno scodella tali contenuti ai cittadini stessi se non essi medesimi che, avendo letto un disclaimer che li avverte sul quello a cui vanno incontro hanno già tacitamente accettato la cosa e sono quindi consenzienti.ecco il vero problema quindi, la questione non è tanto quella di salvaguardia quanto una ben peggiore volontà CENSORIA che vorrebbe oscurati alcuni siti in quanto "non in sintonia" (con la morale, con la religione, col regime etc etc).la libertà, miei cari, non và difesa solo quando la sua privazione ci porterebbe un danno ma anche quando essa stessa ci è sgradevole, essendo la verità un concetto superiore e non riferibile ad alcuni concetti più infimi (nel senso di mutabili nel tempo) come la "decenza".
          • Anonimo scrive:
            Re: Server vaticani girano su linux :-)
            - Scritto da: ConteZero
            la libertà, miei cari, non và difesa solo
            quando la sua privazione ci porterebbe un
            danno ma anche quando essa stessa ci è
            sgradevole, essendo la verità un concetto
            superiore e non riferibile ad alcuni
            concetti più infimi (nel senso di mutabili
            nel tempo) come la "decenza".Parole SANTE (ehm.... vabbè :p), ma questi non lo capiranno MAI. Che popolo mediocre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Server vaticani girano su linux :-)
      - Scritto da: pippo
      Se non erro non gira su software Microsoft,
      quindi questo caro signore dovrebbe
      impiegare meglio il suo tempo invece di fare
      il troll...Ammetto che è stata dura ma sono stati costretti a scegliere Linux.Sai Bill Gates è ebreo....fnc
      • Anonimo scrive:
        Re: Server vaticani girano su linux :-)
        ihihihi intrippante proprio in questo momento sto scaricando linux... cmq secondo me c'è l'avete un pò troppo con la chiesa (non sono cattolico) che ora come ora forse non è così malaccio... certo qualche stronzata la fa... cmq tutti questi siti erano di cattivo gusto percui non vedo grossi problemi... perchè farsi tanti problemi?
  • Anonimo scrive:
    http://www.porcodio.com/index3.html
    Be meno male che li hanno sequestrati !!!Siamo in mano a dei cretini !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.porcodio.com/index3.html
      Come no ... peccato che sul sito la massima espressione di libertà è il solito, immancabile, pornodialer per Windows ...Se la GdF andrà avanti per mettere le mani sulle società che mettono in rete questi dialer ne sarà valsa la pena.
      • Anonimo scrive:
        Re: http://www.porcodio.com/index3.html
        ...ma sono legali sti' dialer???Adesso arrivano anche le finte e-mail con cartoline che poi ti invitano a scaricare il solito programmino.exe- Scritto da: eymerich
        Come no ... peccato che sul sito la massima
        espressione di libertà è il solito,
        immancabile, pornodialer per Windows ...

        Se la GdF andrà avanti per mettere le mani
        sulle società che mettono in rete questi
        dialer ne sarà valsa la pena.
        • Anonimo scrive:
          Re: http://www.porcodio.com/index3.html

          ...ma sono legali sti' dialer???Boh ... cmq chiuso per spam, chiuso per bestemmie ... chi se ne frega, l'importante è che un altro deficente ha smesso di rompere ...
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.porcodio.com/index3.html
      e http://www.porcodio.com/index2.html dove lo lasci????buahuhahuauhauha complimenti alle forze dell'ordine x la loro competenza!! - Scritto da: MezzaTacca
      Be meno male che li hanno sequestrati !!!
      Siamo in mano a dei cretini !!!
  • Anonimo scrive:
    dio allah il budda e il tao
    ecco qui un'altra lampante dimostrazione del fatto che le religioni monoteistiche sono una seccatura infatti per fare un esempio i preti fanno chiudere i siti e i musulmani col fazzoletto in testa mettono le bombe invece i buddisti che non hanno un dio non fanno male a nessuno anche se prendono un sacco di botte dai cinesi e i taoisti invece non li vedi neanche perche' si fanno i fatti loro proprio come il maestro xian invece gli atei fanno peggio dei primi due perche' per loro l'ateismo e' come una religione quindi rompono le palle pure loro e infatti basta leggere il forum per averne la prova ma tutti si sono dimenticati che dio e' buono e perdona anche chi tira una bestemmia dentro il duomo durante la messa invece l'uomo e' piccolo e vendicativo e infatti fa chiudere i siti la societa' occidentale e' decadente perche' con il codice ascii basta premere i tasti per scrivere una cazzata invece qui in cina devi studiare 50 anni solo per scrivere ciao mondo in cinese mandarino quindi e' anche per questo che ti passa la voglia di scrivere scemenze o forse perche' senno' ti entra un carro armato in casa senza bussareoggi volevo fare un post costruttivo quindi direi che i preti non si dovrebbero vestire sempre di nero altrimenti poi e' chiaro che sono sempre tristi e si deprimono quando vedono i siti con le bestemmie mentre se invece fossero vestiti di giallo avrebbero sempre i moscerini attaccati e avrebbero altro a cui pensare infatti i missionari in amazzonia non hanno mai fatto chiudere un sito perche' devono pensare alle zanzare fateci caso i monaci buddisti hanno sempre dei bei vestiti colorati invece i mullah che strillano all'alba hanno dei vestiti tristi ora che ci penso all'alba suonano anche le campane della chiesa quindi si puo' concludere che le religioni buone sono quelle che non ti fanno svegliare presto al mattino e gli atei potrebbero essere atei anche senza bestemmiare perche' la bestemmia e' maleducazione tranne quando cadi dalle scale e in quel raro caso diventa una forma d'arte contemporanea un po' come quelli che fanno sculture coi fili d'erba e comunque chi bestemmia lo fa solo per attirare l'attenzione degli ignoranti come lui
    • Anonimo scrive:
      Re: dio allah il budda e il tao
      Ma la punteggiatura la conosci? Sai il punto fermo, la virgola, il punto e virgola...
      • Anonimo scrive:
        Re: dio allah il budda e il tao
        - Scritto da: Impariamo l'Italiano
        Ma la punteggiatura la conosci? Sai il punto
        fermo, la virgola, il punto e virgola...l'unico punto fermo e' la liberta' e il software libero quindi io il punto non lo uso in segno di umilta' a questi grandi valori
        • Anonimo scrive:
          Re: dio allah il budda e il tao
          - Scritto da: Linucs..........
          l'unico punto fermo e' la liberta' e il
          software libero quindi io il punto non lo
          uso in segno di umilta' a questi grandi
          valoriSemplifichiamo tutto il discorso se non ti dispiace.I monoteismi in quanto tali non accettano il diverso da se in quanto unici depositari della verità.Ne consegue che, anche se tutti i fondatori di qualsiasi religione (gesù, dio, maometto e compagnia bella) hanno predicato il bene e l'amore universale, gli infedeli vanno ammazzati perché è insito nelle religioni (tutte) la totale mancaza di confronto con il resto del mondo.Facci caso ogni religione azzera il passato e comincia il conto degli anni dal suo nascere.E come può distrugge ogni forma di cultura precedente come ad esempio la Biblioteca di Alessandria.fnc
        • Anonimo scrive:
          Re: dio allah il budda e il tao
          Beh, non ti si può negare la corenza; sappi, però, che il tuo intervento risulta pesantissimo, stancante e quindi difficile da leggere.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: dio allah il budda e il tao
        ma tu la poesia la conosci? Sai quella che se ne frega della punteggiatura ma quando la leggi ti apre la mente e a volte ti avvicina all'estasi quando non all'orgasmo cosmico...- Scritto da: Impariamo l'Italiano
        Ma la punteggiatura la conosci? Sai il punto
        fermo, la virgola, il punto e virgola...
      • Anonimo scrive:
        Non si comincia un discorso con una congiunzione.
        - Scritto da: Impariamo l'Italiano
        Ma la punteggiatura la conosci? Sai il punto
        fermo, la virgola, il punto e virgola...Sai - virgola - il punto fermo, la virgola, il punto e virgola.
    • Anonimo scrive:
      Re: dio allah il budda e il tao
      Grande!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: dio allah il budda e il tao
      - Scritto da: Linucs
      invece i buddisti che non hanno un dio non
      fanno male a nessuno anche se prendono un
      sacco di botte dai cinesiProva a venire qua e poi vedi quante botte prendi, te e il maestro Xian per non parlare di rollerdog
      • Anonimo scrive:
        Re: dio allah il budda e il tao
        - Scritto da: Mitzu Kurimito
        Prova a venire qua e poi vedi quante botte
        prendi, te e il maestro Xian per non parlare
        di rollerdogecco la fascia della potenza ora ho la forza di 100 maintainer debian in ginocchio di fronte al sacro simbolo del debianzhang ovvero il logo di debian inciso nella ciotola di rollerdog
        • Anonimo scrive:
          Re: dio allah il budda e il tao
          - Scritto da: Linucs
          ecco la fascia della potenza ora ho la forza
          di 100 maintainer debian in ginocchio di
          fronte al sacro simbolo del debianzhang
          ovvero il logo di debian inciso nella
          ciotola di rollerdogSìsìsì inginocchiati davanti alla ciotola ma non mangiarti la pappa di rollerdog
    • Anonimo scrive:
      Re: dio allah il budda e la Redazione
      - Scritto da: LinucsPronto redazione? Un bell'OT a questo pazzo glielo vogliamo dare?
      • Anonimo scrive:
        Re: dio allah il budda e la Redazione
        - Scritto da: Trollshiro
        Pronto redazione? Un bell'OT a questo pazzo
        glielo vogliamo dare?ecco la censura clericale in azzione
    • Anonimo scrive:
      Re: dio allah il budda e il tao
      Ma è una canzone di Elio e Le Storie Tese? Ti assicuro è il post più divertente di tutto il forum! Complimenti per la corrente di pensiero... se trovi una musica adatta ci fai una canzone di successo, sarò la prima a comprare il cd !Ciao...e occhio alla punteggiatura :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: dio allah il budda e il tao
        - Scritto da: Camilla
        Ciao...e occhio alla punteggiatura :-D.....,,,,,.,.,.,,.,.,.,.,.,.,,...,.,,.dehehe ci vuole lo spelling power pack ovviamente free
  • Anonimo scrive:
    notizia su http://slashdot.org
    http://slashdot.org/article.pl?sid=02/07/10/0450203&tid=153
  • Anonimo scrive:
    http://www.porcamadonna.com/index5.html
    Andate, cari i miei c.gli.ni, a vedere l'incapacita' dei miserrimi cui pagate lo stipendio...http://www.porcamadonna.com/index5.html
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.porcamadonna.com/index5.html
      - Scritto da: giannit
      Andate, cari i miei c.gli.ni, a vedere
      l'incapacita' dei miserrimi cui pagate lo
      stipendio...

      http://www.porcamadonna.com/index5.htmlanche andando diretti a http://italia.bpath.com/GuestBook/gst_view.dbm?m=73893&s=it&v=1La prima bestemmia inserita è stupenda per fantasia. Direi da Oscar :-DDio spiaggia, ogni granello 3 volte porco!
  • Anonimo scrive:
    E IO PAGO LE TASSE...
    A QUESTI MISERABILI.E voi pure, cari i miei c.gli.ni
  • Anonimo scrive:
    Grazie per la X
    Porca Madonna.
  • Anonimo scrive:
    Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
    Ora dovrebbero censurare i cattolici unitamente a tutta la chiesa visto che i siti censurati contenevano solo scritti mentre la chiesa approfittando e manovrando i "fedeli" ha nei secoli causato la morte di milioni e milioni di persone e distrutto interi popoli continuando ancora oggi ad impedire la libertà di pensiero altrui. Vergognatevi cattolici, Vergognatevi monoteisti castratori di libertà. La prova della non esistenza di un dio è la vostra vita.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
      Credo che tale ignoranza non abbia bisogno di ulteriori commenti....
      • Anonimo scrive:
        Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
        Caro il mio cattolico perfino il tuo Papa ogni tanto chiede scusa per le atrocità commesse dai suoi predecessori, come se bastasse. Prima si uccide e si sottrae ogni bene e poi dopo qualche secolo si chiede scusa, ovviamente senza nemmeno restituire i denari sotratti. Il tuo ridicolo tentativo di liquidare il tutto dall'alto della tua presunzione di superiorità non fa altro che confermare la bassezza alla quale appartieni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolice
      - Scritto da: Igin
      Non diciamo stupidaggini, ogni cosa va
      spiegata nel suo contesto storico, certo! tanto quando si leggono dei numeri su unlibro di storia ... il passato e' passato giusto ? evitiamo di dire che tutte quelle cose sono state fatte in nome di dio .. 3 righe di scusa in un enciclica bastano e avanzano ..
      • Anonimo scrive:
        Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolice
        Una delle cose che ricordero' per sempre, e' quando la mia povera nonna mi diceva: "amore mio, che fortuna che hai avuto a non essere nata secoli fa, perche' col tuo caratterino... ti avrebbero arrostito con tanto di bruschetta!".Se dovessimo davvero guardare indietro, allora nemmeno noi donne dovremmo sposarci piu' perche' per secoli siamo state segregate in casa prive di indipendenza.Cio' non significa dimenticare i massacri che con la scusa della religione, tuttora insanguinano il pianeta, ma guardare al futuro.Il futuro: lo so che e' difficile guardare avanti con ottimismo, perche' c'e' tanto odio, indifferenza, tanto "ma lui l'ha fatto, allora posso anch'io!".E' vero, ci sono tanti cattolici figli di buona donna e non nascondo di essere convinta che la maggior parte indossi una tonaca perche' e' un'alternativa alla disoccupazione e alla crisi degli alloggi, ma non dimentichiamoci che c'e' una minore percentuale di cattolici (o comunque cristiani) che dedica ogni momento della propria vita per aiutare davvero il prossimo.Io non sono cattolica, e provengo da un culto pagano, ma rispetto chi cerca di migliorarsi e migliorare quello che ha attorno.Guardiamo avanti.LA vita puo' essere paragonata ad una strada perche' puo' nascondere pericoli o mostrarci bellezze indescrivibili, lo specchietto retrovisore serve occasionalmente... guardare avanti... avanti...
        • Anonimo scrive:
          NETDRUID SCULACCIATO
          Dai e' uno scherzo bonario, lo giuro!:-)

          E su questo siamo d'accordo, ma proprio
          per

          questo non puoi condannarli oggi per
          quello

          che hanno fatto ieri.

          Ma nemmeno far finta di nulla.Lo so, ma basta con le condanne.Stiamo in guardia semmai, ma non partiamo prevenuti come hanno fatto loro in passato o faremo lo stesso errore.
          Messalina l'inquisizione esiste ancora oggi.
          Ha sfumature e procedure diverse, ma anche
          più subdole. Nota che la censura è sempre
          voluta dai moralisti cattolici almeno qui in
          italia.Non dirmelo, in Italia ho passato tempi duri e so di non essere stata l'unica.
          Come diceva il grande B. Russell
          "I moralisti sono persone che rinunciano ad
          ogni piacere eccetto quello di immischiarsi
          nei piaceri altrui. " e quisti signori me
          li trova sempre tra le palleCio' prescinde dalla chiesa, pensaci un attimo.E' la mente di molta gente che si sta bacando.

          Io ho impressione che siano in continuo

          aumento.

          Tu non guardi al passato e quindi ti sorge
          il dubbio ;)Ci guardo ma non mi lascio ossessionare precludendomi altre vie.

          Vuoi mettere ora o 10 secoli fa quando il
          primo ricco poteva disporre della vita di
          chiunque? e spesso commetteva le peggio
          nefandezze (tra questo guarda caso si
          annoverano molti papi )Lo so, concordo che e' disgustoso, sono tra i primi che tornando indietro li farei a fettine.

          Oggi la legge non sarà ancora e ovunque
          sempre uguale per tutti ma non possiamo
          neanche lontanamente paragonare i tempi
          nostri e le nostre libertà e diritti con
          quelli dei nostri predecessori. La storia
          serve cara messalina Lo so, ciccio, ma erano altri tempi, altre mentalita', altri strumenti (si, anche di tortura), solo la stupidita' umana e' rimasta piu' o meno tale.



          alla chiesa, in generale, interessano i

          soldi.

          Ai pochi interessa aiutare il prossimo in

          difficolta' e salvarne le anime.

          In generale è vero, tralasciando il
          salvataggio dell'anima che per me, ateo, non
          esiste.
          Ma in realtà non servono i "salvatori dei
          poveri o dei bisognosi" servono persone che
          abbiamo maturato un proprio carattere, che
          abbiano appreso il rispetto degli altri, che
          abbiano senso civico. Basterebbe questo per
          eliminare la stragrande maggioranza di
          povertà ed ingiustizia.Concordo
          Ma il credere che servano i preti e i santi
          fa gioco ai potenti della chiesa...no, noooooooonon dicevo questo!Che la nutella mi si secchi nel vasetto in questo momento... Intendevo che alcuni si fanno il mazzo per dare una mano, non che siano indispensabili.Io vivo benissimo con o senza, tutto qui'.


          Altola', il paganesimo ha preceduto il

          cattolicesimo, e non vice versa.

          certo, mi riferivo all'uso del termine
          pagano non alla sua origine. AAAh, ok.


          Anche la croce, non e' mica cattolica?


          certo come un sacco di celebrazioni
          religiose hanno origine pre cristiana ci sarebbe voluto di far pagare loro il Copyright!;-)

          Ma guardando avanti, birbone.

          :-)

          Si ma tenendo d'occhio il retro, furbetta :-)sculaccioni!Subito!:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
      - Scritto da: NetDruid
      Ora dovrebbero censurare i cattolici
      unitamente a tutta la chiesa visto che i
      siti censurati contenevano solo scritti
      mentre la chiesa approfittando e manovrando
      i "fedeli" ha nei secoli causato la morte di
      milioni e milioni di persone e distrutto
      interi popoli continuando ancora oggi ad
      impedire la libertà di pensiero altrui.Come può un monoteismo accettare la libertà di pensiero.Per loro è un controsenso.Non a caso parlano sempre di gregge (i fedeli pecore) e di buon pastore (uno di loro che guida quella che per loro dovrebe soltanto essere una massa di pecoroni).
      Vergognatevi cattolici, Vergognatevi
      monoteisti castratori di libertà. Questi non si vergognano di nulla.E quando non hanno più argomenti per controbbattere si nascondono dietro il classico "povero te, io ho la fede e tu no" (testuale - me lo ha detto una mia conoscente ultracattolica)
      La prova
      della non esistenza di un dio è la vostra
      vita.Io considero la storia della chiesa una storia di sangue e sofferenze - e basta.fnc
      • Anonimo scrive:
        Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
        Per favore, te lo ripeto, per favore, abbi un briciolo di rispetto quando parli di una religione che non conosci bene e quando ti riferisci a milioni di persone che la professano con tutto il cuore e con tutta l'anima.Non occorre offendere così gratuitamente e pesantemente per esprimere dissenso nei confronti di una posizione.Per me la fede è importante ma il rispetto viene prima di qualsiasi altra cosa.Grazie- Scritto da: fnc
        - Scritto da: NetDruid

        Ora dovrebbero censurare i cattolici

        unitamente a tutta la chiesa visto che i

        siti censurati contenevano solo scritti

        mentre la chiesa approfittando e
        manovrando

        i "fedeli" ha nei secoli causato la morte
        di

        milioni e milioni di persone e distrutto

        interi popoli continuando ancora oggi ad

        impedire la libertà di pensiero altrui.
        Come può un monoteismo accettare la libertà
        di pensiero.
        Per loro è un controsenso.
        Non a caso parlano sempre di gregge (i
        fedeli pecore) e di buon pastore (uno di
        loro che guida quella che per loro dovrebe
        soltanto essere una massa di pecoroni).


        Vergognatevi cattolici, Vergognatevi

        monoteisti castratori di libertà.
        Questi non si vergognano di nulla.
        E quando non hanno più argomenti per
        controbbattere si nascondono dietro il
        classico "povero te, io ho la fede e tu no"
        (testuale - me lo ha detto una mia
        conoscente ultracattolica)


        La prova

        della non esistenza di un dio è la vostra

        vita.
        Io considero la storia della chiesa una
        storia di sangue e sofferenze - e basta.

        fnc
        • Anonimo scrive:
          Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
          - Scritto da: pico
          Per favore, te lo ripeto, per favore, abbi
          un briciolo di rispetto quando parli di una
          religione che non conosci bene e quando ti
          riferisci a milioni di persone che la
          professano con tutto il cuore e con tutta
          l'anima.Per favore te lo chiedo io.Non dire che non la conosco bene perché non puoi fare una simile affermazione.Tanto per chiarire le religioni (la cristiana in particolare) sono al centro dei miei personali studi.Leggo moltissimo e quando parlo lo faccio a ragion veduta, basandomi su fatti e persone realmente accaduti e realmente esistiti.Tutto il rispetto per i milioni di persone ma qui si parlava di potere, di soldi e non dei fedeli.
          Non occorre offendere così gratuitamente e
          pesantemente per esprimere dissenso nei
          confronti di una posizione.
          Per me la fede è importante ma il rispetto
          viene prima di qualsiasi altra cosa.Trova nel mio post precedente un solo passo nel quale offendo chi professa SINCERAMENTE la sua fede. fnc
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: fnc
            Trova nel mio post precedente un solo passo
            nel quale offendo chi professa SINCERAMENTE
            la sua fede.
            fncEt voilà:1) "Come può un monoteismo accettare la libertà di pensiero. Per loro è un controsenso."Chi l'ha detto? E' una tua opinione, nulla +, sono assolutamente in disaccordo con te! Mi offendi dicendo che per ME è un controsenso accettare la libertà di pensiero!2) "Non a caso parlano sempre di gregge (i fedeli pecore) e di buon pastore (uno di loro che guida quella che per loro dovrebe soltanto essere una massa di pecoroni)."Se la conosci così bene come dici, dovresti sapere che nella Bibbia si parla principalmente d'AMORE, e il fatto di avere una guida a cui affidarsi non mi sembra così deprecabile!Mi offendi chiamando i fedeli di Cristo "una massa di pecoroni".3) "E quando non hanno più argomenti per controbbattere si nascondono dietro il classico "povero te, io ho la fede e tu no" (testuale - me lo ha detto una mia conoscente ultracattolica)"Ecco la solita, banale, generalizzazione...questa è l'affermazione + gratuita che io abbia mai letto sui Cristiani!Mi offendi attribuendomi una frase pronunciata da una persona specifica e non dai milioni di VERI fedeli che popolano la terra.Ho finito solo perchè non avevi scritto altro!
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: pico
            - Scritto da: fnc

            Trova nel mio post precedente un solo
            passo

            nel quale offendo chi professa
            SINCERAMENTE

            la sua fede.

            fnc

            Et voilà:

            1) "Come può un monoteismo accettare la
            libertà di pensiero. Per loro è un
            controsenso."

            Chi l'ha detto? Ma sei un cattolico o fai finta? Perchè se sei cattolico sappi che hai appena affermato qualcosa contro i dettami della chiesa. "La verità è una" non lo sapevi?
            E' una tua opinione, nulla
            +, sono assolutamente in disaccordo con te!
            Mi offendi dicendo che per ME è un
            controsenso accettare la libertà di
            pensiero!Non ti offende assolutamente, esprime solo un 'oppinione differente dalla tua, che per altro è in disaccordo con la tua stessa chiesa.Ha solo affermato che non accetti il libero pensiero. E mi sembra che lo stai per altro ampiamente dimostrando. Ma detto questo dov'è l'offesa?
            2) "Non a caso parlano sempre di gregge (i
            fedeli pecore) e di buon pastore (uno di
            loro che guida quella che per loro dovrebe
            soltanto essere una massa di pecoroni)."

            Se la conosci così bene come dici, dovresti
            sapere che nella Bibbia si parla
            principalmente d'AMORE, e il fatto di avere
            una guida a cui affidarsi non mi sembra così
            deprecabile!
            Mi offendi chiamando i fedeli di Cristo "una
            massa di pecoroni".Mamma mia abbiamo uno sucettibile. Non si può dire nulla di diverso da quello che lui pensa altrimento è un'offesa e allora andresti come minimo censurato...lapidato per lui sarebbe meglio ma purtroppo i tempi non lo consentono più...comunque è certamente chiaro che tu sei per il libero pensiero e la libera discussione :-DDD
            3) "E quando non hanno più argomenti per
            controbbattere si nascondono dietro il
            classico "povero te, io ho la fede e tu no"
            (testuale - me lo ha detto una mia
            conoscente ultracattolica)"

            Ecco la solita, banale, generalizzazione...
            questa è l'affermazione + gratuita che io
            abbia mai letto sui Cristiani!
            Mi offendi attribuendomi una frase
            pronunciata da una persona specifica e non
            dai milioni di VERI fedeli che popolano la
            terra.Senza entrare in merito resta un'opinione differente e quindi per te insopportabile ed inammissibile l'abbiamo capito
            Ho finito solo perchè non avevi scritto
            altro!Meglio visto la varietà del tuo scritto, ovvero reiterare il concetto che non può confrontarti con nulla di differente a ciò che pensi. Per ora hai dato ampia prova di ottusità, che bada bene non è un'offesa ma ciò che tu hai provato almeno fin'ora.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: NetDruid
            Ma sei un cattolico o fai finta? Perchè se
            sei cattolico sappi che hai appena affermato
            qualcosa contro i dettami della chiesa. "La
            verità è una" non lo sapevi? Per me la verità è una, ma rispetto nel modo + pieno e assoluto chi la pensa differentemente da me! Mi offende che tu, pur non conoscendomi, mi dica che io non sono per la liberà di pensiero! Ma che ne sai?
            Mamma mia abbiamo uno sucettibile. Non si
            può dire nulla di diverso da quello che lui
            pensa altrimento è un'offesa e allora
            andresti come minimo censurato...lapidato
            per lui sarebbe meglio ma purtroppo i tempi
            non lo consentono più...comunque è
            certamente chiaro che tu sei per il libero
            pensiero e la libera discussione :-DDD
            Tutta qui la tua risposta??? Deboluccia!Domanda: se ti chiamassi imbecille ti offenderesti o penseresti che è solo un parere su di te differente da quello che hai tu?
            Senza entrare in merito resta un'opinione
            differente e quindi per te insopportabile ed
            inammissibile l'abbiamo capito Non c'entra nulla l'opinione differente, si tratta di attribuire una frase detta da una tua conoscente a milioni di persone, come per es. dire "tutte le donne non sanno guidare", che valore hanno affermazioni simili?
            Meglio visto la varietà del tuo scritto,
            ovvero reiterare il concetto che non può
            confrontarti con nulla di differente a ciò
            che pensi. Per ora hai dato ampia prova di
            ottusità, che bada bene non è un'offesa ma
            ciò che tu hai provato almeno fin'ora.da applauso! quanto hai impiegato a partorire un simile capolavoro di risposta?Quindi confermami una cosa: per te non è un offesa dire ad uno sconosciuto "imbecille" solo perchè secondo te lo dimostra???
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: pico
            Et voilà:

            1) "Come può un monoteismo accettare la
            libertà di pensiero. Per loro è un
            controsenso."
            Chi l'ha detto? E' una tua opinione, nulla
            +, sono assolutamente in disaccordo con te!
            Mi offendi dicendo che per ME è un
            controsenso accettare la libertà di
            pensiero!Trovami una religione che accetti il deverso da sé senza giudicarlo un infedele.E bada bene che non parlo di quanto è scritto nei testi sacri (cristiani, islamimici, ecc.) ma della prassi comune apllicata in tutti i periodi storici.Quante stragi in nome delle fade (non solo cristiana)
            2) "Non a caso parlano sempre di gregge (i
            fedeli pecore) e di buon pastore (uno di
            loro che guida quella che per loro dovrebe
            soltanto essere una massa di pecoroni)."

            Se la conosci così bene come dici, dovresti
            sapere che nella Bibbia si parla
            principalmente d'AMORE, e il fatto di avere
            una guida a cui affidarsi non mi sembra così
            deprecabile!
            Mi offendi chiamando i fedeli di Cristo "una
            massa di pecoroni".Parlamiano della chiesa cattolica, lasciamo da parte la bibbia che è il vecchio testamento.Non a caso la parabola del "buon pastore" è quella che va per la maggiore.
            3) "E quando non hanno più argomenti per
            controbbattere si nascondono dietro il
            classico "povero te, io ho la fede e tu no"
            (testuale - me lo ha detto una mia
            conoscente ultracattolica)"
            Ecco la solita, banale, generalizzazione...
            questa è l'affermazione + gratuita che io
            abbia mai letto sui Cristiani!
            Mi offendi attribuendomi una frase
            pronunciata da una persona specifica e non
            dai milioni di VERI fedeli che popolano la
            terra.Per la precisione di "comunione e liberazione"E non è una generalizzazione.Sono andato a scuola dalle suore e se vuoi sul tema posso parlarti per ore.
            Ho finito solo perchè non avevi scritto
            altro!Concludo.In tutto quello che mi contesti non vedo nessuna offesa a te od a qualsiasi altro credente.Quello che contesto è la chiesa (non solo cattolica, qualsiasi chiesa) che pretende di governare la vita delle persone imponendo comportamenti e pensieri che ci vengono inculcati fin da bambini.Non ho nulla da dire, tantomeno mi passa per la testa di offendre, sulla spiritualità delle persone.Questa si che è una cosa sacra, non governabile da nessuno e per quanto tu possa andare in chiesa, seguire la messa o gli insegnamenti del clero, la spiritualità rimane una cosa che riguarda solamente te ed il trascendente.Con qualsiasi nome tu lo voglia chiamare.fnc
        • Anonimo scrive:
          Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
          - Scritto da: pico
          Per favore, te lo ripeto, per favore, abbi
          un briciolo di rispetto quando parli di una
          religione che non conosci bene e quando ti
          riferisci a milioni di persone che la
          professano con tutto il cuore e con tutta
          l'anima.
          Non occorre offendere così gratuitamente e
          pesantemente per esprimere dissenso nei
          confronti di una posizione.
          Per me la fede è importante ma il rispetto
          viene prima di qualsiasi altra cosa.

          Grazie
          Hai un concetto di rispetto tutto tuo. Perchè non inizi a rispettare quelli che vogliono scrivere in un sito tipo bestemmia.com? Cos'è hai un senso di rispetto a senso unicoio preciso che non ho insultatto nessuno, esprimere un'opinione diversa dalla tua non è offendere.La religione cattolica la conosco benissimo. Ho avuto insegnamenti profondamente cattolici. Studiato in scuole cattoliche, arcivescovile praticamente non una scuola ma un ritrovo per preti corrotti e affamati di soldi e .....lasciamo perdere.Tra i frequentatori della mia famiglia ho la disgrazia di avere preti e suore ed anche un vescovo, uno dei peggiori uomini che abbia avuto modo di conoscere.Tu continua ad andare in chiesa la domenica con gli occhi bendati e beviti tutte le belle cosine pre confezionate che ti propinano vedrai andrai in paradiso...nient'altro che l'ultima e la più solenne delle loro fregature.
          - Scritto da: fnc

          - Scritto da: NetDruid


          Ora dovrebbero censurare i cattolici


          unitamente a tutta la chiesa visto che
          i


          siti censurati contenevano solo scritti


          mentre la chiesa approfittando e

          manovrando


          i "fedeli" ha nei secoli causato la
          morte

          di


          milioni e milioni di persone e
          distrutto


          interi popoli continuando ancora oggi
          ad


          impedire la libertà di pensiero altrui.

          Come può un monoteismo accettare la
          libertà

          di pensiero.

          Per loro è un controsenso.

          Non a caso parlano sempre di gregge (i

          fedeli pecore) e di buon pastore (uno di

          loro che guida quella che per loro dovrebe

          soltanto essere una massa di pecoroni).




          Vergognatevi cattolici, Vergognatevi


          monoteisti castratori di libertà.

          Questi non si vergognano di nulla.

          E quando non hanno più argomenti per

          controbbattere si nascondono dietro il

          classico "povero te, io ho la fede e tu
          no"

          (testuale - me lo ha detto una mia

          conoscente ultracattolica)




          La prova


          della non esistenza di un dio è la
          vostra


          vita.

          Io considero la storia della chiesa una

          storia di sangue e sofferenze - e basta.



          fnc
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: NetDruid
            Hai un concetto di rispetto tutto tuo.
            Perchè non inizi a rispettare quelli che
            vogliono scrivere in un sito tipo
            bestemmia.com? Cos'è hai un senso di
            rispetto a senso unicoInnanzitutto sarebbe + educato da parte tua rivolgerti con meno aggressività, visto che non ci conosciamo neanche.Per gli autori dei siti oscurati ti dico sinceramente che provo solo una gran pena!
            io preciso che non ho insultatto nessuno,
            esprimere un'opinione diversa dalla tua non
            è offendere."Vergognatevi cattolici, Vergognatevi monoteisti castratori di libertà. La prova della non esistenza di un dio è la vostra vita."Come Cattolico non dovrei offendermi secondo te?
            La religione cattolica la conosco benissimo.
            Ho avuto insegnamenti profondamente
            cattolici...secondo te una religione la conosci solo attraverso studi fatti nelle scuole???Io allora posso risponderti che forse la conosco didatticamente peggio di te, ma praticandola ho avuto la fortuna di conoscere persone splendide!
            Tu continua ad andare in chiesa la domenica
            con gli occhi bendati e beviti tutte le
            belle cosine pre confezionate che ti
            propinano vedrai andrai in
            paradiso...nient'altro che l'ultima e la più
            solenne delle loro fregature.Ora sei di nuovo offensivo e aggressivo, sei così anche nella vita reale? Perchè attacchi così una persona che neanche conosci? Rileggi la tua chiusura, non credi di aver esagerato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: pico



            "Vergognatevi cattolici, Vergognatevi
            monoteisti castratori di libertà. La prova
            della non esistenza di un dio è la vostra
            vita."

            Come Cattolico non dovrei offendermi secondo
            te?No, un vero cattolico e non un trollero come te si metterebbe a pregare chiedendo perdono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
            - Scritto da: NetDruid
            No, un vero cattolico e non un trollero come
            te si metterebbe a pregare chiedendo
            perdono.Dopo questa degna conclusione, ti auguro una buona serata, vado a casa a godermi la mia famiglia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questa è la via ora si censuri il cattolicesimo
      - Scritto da: NetDruid..........D'accordissimo.fnc
  • Anonimo scrive:
    Dimenticanze
    Ti sei dimenticato di considerare gli aspetti satanici e demoniaci del comando kill...
  • Anonimo scrive:
    libertà di espression != libertà di insulto
    E' bene premettere che sono del tutto ateo e , nello specifico argomento , i cristiani non mi sono affatto simpatici.Ritengo tuttavia che debba essere possibile dissentire da una religione (come qualsivoglia altro argomento , d'altronde) discutendone nel merito e portando obiezioni sensate e motivate. Laddove invece si volesse ritenere libertà di espressione anche l'insulto , temo che ben presto ci si troverebbe tutti a fare i conti con un insulto a noi rivolto e che ci brucia: è un'arma a doppio taglio.Mi sdegnerei se fosse stato chiuso un sito in cui si esternavano tutte le sconcerie della chiesa o magari si contestavano i fondamenti della cristianità , ma non posso farlo se il sito in questione era un'accozzaglia di insulti utilizzati , per giunta , per vendere magliette.Questa è , ovviamente , la mia opinione.regards.PS: un complimeno va a tutti quelli (numericamente scarsi) che in questo forum di esagitati , paladini della libertà dell'ultima ora , troll et similia (da una parte come dall'altra , intendiamoci) hanno dato un parere (pro o contro non importa) almeno motivato ed equilibrato. Vi ringrazio poiche' iniziavo a temere che fossimo ormai arrivati a raschiare il fondo del barile.
    • Anonimo scrive:
      Re: libertà di espression != libertà di insulto
      Pure io sono ateo, ma permettimi una piccola considerazione. Sarei d'accordo con te se quel sito nn avesse un avvertimento ben preciso sui contenuti blasfemi nella home page, ma dal momento che quell'avvertimento c'è, allora nn si capisce xché scandalizzarsi. Nn vuoi vederlo? Nn entrarci! Ti hanno avvertito, no?E poi, in tutta sincerità, il Vaticano farebbe meglio a pensare a come risolvere alla radice il problema dei suoi preti pedofili piuttosto che fare crociate medievali contro la blasfemia.
      • Anonimo scrive:
        Re: libertà di espression != libertà di insulto
        - Scritto da: Oblomov
        Pure io sono ateo, ma permettimi una piccola
        considerazione. volentieri.
        Sarei d'accordo con te se quel sito nn
        avesse un avvertimento ben preciso sui
        contenuti blasfemi nella home page, ma dal
        momento che quell'avvertimento c'è, allora
        nn si capisce xché scandalizzarsi. Nn vuoi
        vederlo? Nn entrarci! Ti hanno avvertito,
        no?su questo siamo d'accordo. Tuttavia , se io pubblicassi un sito del genere www.laMadreDiOblomovèUnaDonnina.com , e ci mettessi un disclaimer dicendo che potenzialmente i contentuti del sito sono offensivi per oblomov e la sua famiglia , tu saresti comunque disposto a lasciar passare la cosa e applicare lo stesso criterio che mi hai esposto? Ehi, ovviamente l'esempio è senza offesa , eh.
        E poi, in tutta sincerità, il Vaticano
        farebbe meglio a pensare a come risolvere
        alla radice il problema dei suoi preti
        pedofili piuttosto che fare crociate
        medievali contro la blasfemia.naturalmente. Non sai quanto mi roda dover difendere i cristiani in questo caso. Tuttavia è anche per me e per le mie idee che lo faccio.Che poi la chiesa sia una realtà nefanda , è proprio vero...saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: libertà di espression != libertà di insulto

          su questo siamo d'accordo. Tuttavia , se io
          pubblicassi un sito del genere
          www.laMadreDiOblomovèUnaDonnina.com , e ci
          mettessi un disclaimer dicendo che
          potenzialmente i contentuti del sito sono
          offensivi per oblomov e la sua famiglia , tu
          saresti comunque disposto a lasciar passare
          la cosa e applicare lo stesso criterio che
          mi hai esposto? Ehi, ovviamente l'esempio è
          senza offesa , eh.Questa sarebbe una calunnia ad una persona realmente esistente, la cosa è molto diversa.Io nn mi indignerei se si prendesse a bersaglio l'ateismo o la miscredenza con frasi volgari ed irrispettose: ci sono abituato e nn mi indigno xché conosco la pochezza di chi le pronuncia.Il problema è che qui in Italia a partire dal 1929 la religione cattolica è stata iperprotetta e ha cominciato a godere di privilegi che nn le spettano. Prima nn era mica così e la stampa satirica anticlericale era molto diffusa: basti pensare ad una rivista come "L'Asino" di Podrecca e Galantara e a molte altre che nessuno si sarebbe mai sognato di mettere a tacere.Domandiamoci allora se in un altro Paese, come x esempio l'Olanda, potrebbe succedere la stessa cosa con un sito blasfemo. Penso proprio di no.
          • Anonimo scrive:
            Re: libertà di espression != libertà di insulto
            - Scritto da: Oblomov
            Questa sarebbe una calunnia ad una persona
            realmente esistente, la cosa è molto
            diversa.
            Io nn mi indignerei se si prendesse a
            bersaglio l'ateismo o la miscredenza con
            frasi volgari ed irrispettose: ci sono
            abituato e nn mi indigno xché conosco la
            pochezza di chi le pronuncia.mmhhh....questa sembra essere una buona argomentazione. Però la prima cosa che mi viene in mente di risponderti è che , per un credente , l'esistenza del proprio dio e della propria madre sono assodate entrambe, sicchè ci sarebbe da domandarsi in base a quale criterio , e di chi , si possa stabilire cosa esista e cosa no , imponendo questa concezione anche a chi vorrebbe credere , e in base a questo criterio decidere cosa puo' vilipendiarsi e cosa no.Circa il fatto che poi correntemente , magari per strada , si senta bestemmiare , mi pare cosa diversa piuttosto che una pubblicazione web.
            Il problema è che qui in Italia a partire
            dal 1929 la religione cattolica è stata
            iperprotetta e ha cominciato a godere di
            privilegi che nn le spettano. Prima nn era
            mica così e la stampa satirica anticlericale
            era molto diffusa: basti pensare ad una
            rivista come "L'Asino" di Podrecca e
            Galantara e a molte altre che nessuno si
            sarebbe mai sognato di mettere a tacere.questo è sacrosanto. Guarda, io non sto mica difendendo i cristiani : propugno piuttosto un certo modo di approcciare certi risvolti etici , che *in questo caso* si pone dalla parte dei cristiani , ma domani potrebbe farlo per le mie idee...saluti!
    • Anonimo scrive:
      Re: libertà di espression != libertà di insulto
      ((Concezione mia di insulto != Concezione tua) && (Concezione mia di insulto !=concezione della chiesa)&&(Concezione mia di insulto != concezione di altri))while (true)System.out.println("Lo capisci questo?");
      • Anonimo scrive:
        Re: libertà di espression != libertà di insulto
        molto simpatico.Tuttavia , credo che si possa convenire insieme su una comune accezione del termine "insulto".Se una bestemmia non è un insulto , dimmi tu cosa lo è.Oppure vivi nelle caverne.Oppure hai 12 anni.Oppure sei un ipocrita che si nasconde dietro un dito.Scegli tu.regards.PS: hai sprecato righe di codice. Si poteva fare tutto in un'unica istruzione. :)- Scritto da: 1101
        ((Concezione mia di insulto != Concezione
        tua) && (Concezione mia di insulto
        !=concezione della chiesa)&&(Concezione mia
        di insulto != concezione di altri))


        while (true)
        System.out.println("Lo capisci questo?");
  • Anonimo scrive:
    Ecco dove risiede il server del sito:
    Registrant:Hurricane Electric (HE2-DOM) 760 Mission Court Fremont, CA 94539 US Domain Name: HE.NET Administrative Contact, Technical Contact: Hurricane Electric Hostmaster (HE468-ORG)hostmaster@HE.NET Hurricane Electric 760 Mission Court Fremont, CA 94539 US 510 580 4100 Fax- 510 580 4151 Record expires on 07-Aug-2010. Record created on 31-Jul-1995. Database last updated on 10-Jul-2002 06:19:10 EDT. Domain servers in listed order: NS1.HE.NET 216.218.130.2 NS2.HE.NET 216.218.131.2 NS3.HE.NET 216.218.132.2--------------------Per chi aveva dei dubbi... il server risiede proprio negli States :-)Un saluto
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco dove risiede il server del sito:
      si, ho capito, la domanda che qualcuno faceva era:e se il sito fosse stato registrato da una società USA e questo commerciante romano avesse solo provveduto all'aggiornamento del sito?grazie per le risposte
  • Anonimo scrive:
    L'anticlericale è blasfemo?
    Che sciocchezza. Uno, io per esempio, può essere anticlericale, disprezzare profondamente i preti e quello che rappresentano, imputar loro la vendita del nulla a caro prezzo e la disunità d'Italia e non essere blasfemo. Che c'entrano i preti con Dio? Uno può crederci o meno, ma non per questo deve offendere con lui i sentimenti di chi è religioso e ritiene sacre le proprie credenze.A prescindere da questo la blasfemia è una forma di volgarità gratuita che non colpisce affatto la chiesa, le chiese, ma le rinforza.Occorre anche aggiungere che l'indignazione, sia pur comprensibile di certi cattolici, mi ricorda molto di più Torquemada e l'odio per l'eretico, che l'amore verso chi sbaglia predicato dal vangelo. Un bel modo, per diffondere il perdono.
  • Anonimo scrive:
    Giusto due parole
    Io come cristiano chiedo rispetto per il mio dio e le altre figure che per noi sono di culto.Gli islamici vi tagliano le palle se guardate anche solo male l'islam, e fanno bene. Probabilmente mi convertirò all'Islam visto che qui sta tutto marcendo, come le teste di tanti che vedo scrivere qui, non vi offendete, ma i tempi stanno cambiano, avrete ancora molte sorprese dai credenti in Dio. Pregherò perchè non affoghiate nel mare di merda e pornografia che vi piace tanto.P.S. non affannatevi a sprecarvi con insulti e risposte di vario genere, non penserete mica di convertirmi al credo di una civiltà morente e condannata !?
  • Anonimo scrive:
    leggete qui prima di scannarvi
    Signori, signore vi prego...prima di scannarsi sarebbe bene pensare ad alcune cose...indipendentemente dalla libertà di espressione (che è sacrosanta ed inviolabile) cerchiamo di non farne una guerra di religione anche qui. La questione qui non è aver negato la libera espressione ad un tizio la libertà di dire quello che vuole, questo tizio (nel caso di porcamadonna.com) ha offeso la religione cristiana senza un vero concetto di espressione propria. Se uno nno condivide questa religione è giusto che sia libero di professare quella che vuole ma non credo abbia diritto di offendere l'atra religione non trovate? Non è questione di bigotti o atei è questione che come si vuole la libertà si deve volere anche il rispetto, se io come amico non ti piaccio sei libero di trovarte un altro, ma per favore cerca di non fare un sito in cui distruggi me solo perchè non sono il tuo amico ideale, impegna invece il tuo tempo a trovartene altri più vicini al tuo pensiero vi pare? E' un esempio banale certo, il fatto è che il punto non sta nemmeno qui, perchè il proprietario del sito (non ha nemmeno avuto il coraggio di registrarsi il dominio a suo nome, segno che non si voleva assumere responsabilità) si il proprietario del sito dicevo non ha fatto questo sito perchè non concorde coi canini cattolici e quindi offende tale religione invece id cercarsene un altra più consona ai suoi bisogni, no, la sua era solo una mera operazione commerciale per vendere dei prodotti utilizzando il gusto del blasfemo del proibito, metto bestemmie vedrai che la gente mi trova e magari una volta trovato mi compra le magliette.Quindi questa persona si permetteva di offendere una religione non perchè in contrasto o che altro (che comunque non sarebbe accettabile) ma solo per attirarsi visitatori così da vendere di più. E' stupido scorretto e tutt'altro che segno di libera espressione. Visto che lo scopo eraquesto forse era il caso di chiuderlo, cerchiamo di analizzare i fatti prima di prendere sempre tutto come attacco alla libera espressione per favore.Grazie, e smettetela di attaccarvi per certe cose!
    • Anonimo scrive:
      Re: leggete qui prima di scannarvi
      - Scritto da: Marko
      ma per favore cerca di
      non fare un sito in cui distruggi me solo
      perchè non sono il tuo amico ideale, impegna
      invece il tuo tempo a trovartene altri più
      vicini al tuo pensiero vi pare?No. Chi diavolo sei tu per spiegarmi come devo occupare il mio tempo? Se non lo occupo "bene" quanti anni di galera mi dai? E poi tu personalizzi la questione mentre qui si parla di dio, santi, madonne e compagnia bella. Cioe' di personaggi che nella migliore delle ipotesi sono vissuti 2mila anni fa... Lo avessero almeno denunciato per diffamazione ;)
      la
      sua era solo una mera operazione commerciale
      per vendere dei prodotti utilizzando il
      gusto del blasfemo del proibito, metto
      bestemmie vedrai che la gente mi trova e
      magari una volta trovato mi compra le
      magliette.Con tutto il rispetto questa e' una fesseria. Ma soprattutto e' la scusa che la gdf ha utilizzato per far contenta la santa sede e mettere "offline" i vari siti
      E'
      stupido scorretto e tutt'altro che segno di
      libera espressione. Visto che lo scopo
      eraquesto forse era il caso di chiuderlo,
      cerchiamo di analizzare i fattiecco appunto, vai e leggi: http://www.punto-informatico.it/pol.asp?mid=225265&fid=40880Sfido chiunque a dire che questo sito e' messo su per vendere magliette...
      • Anonimo scrive:
        Re: leggete qui prima di scannarvi
        Del tuo tempo fai quello stracazzo che vuoi non me ne può fregare di meno. Se non credi me ne sbatto i coglioni, ma non ti permettere di offendere il mio credo!La battutina sulla diffamazione poi si commenta da se...
        No. Chi diavolo sei tu per spiegarmi come
        devo occupare il mio tempo? Se non lo occupo
        "bene" quanti anni di galera mi dai? E poi
        tu personalizzi la questione mentre qui si
        parla di dio, santi, madonne e compagnia
        bella. Cioe' di personaggi che nella
        migliore delle ipotesi sono vissuti 2mila
        anni fa... Lo avessero almeno denunciato per
        diffamazione ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: leggete qui prima di scannarvi
          - Scritto da: -@/@-
          Del tuo tempo fai quello stracazzo che vuoiSenza la tua "gentile" concessione non ci avrei mai pensato.
          Se non credi
          me ne sbatto i coglioni, ma non ti
          permettere di offendere il mio credo!Altrimenti che fai? Mi denunci alla gdf?Invece di pensare a dio, fatti una camomilla che ti passano le manie censorie
          • Anonimo scrive:
            RAZZISMO RELIGIOSO=RAZZISMO BIOLOGICO
            Premetto che sono contro la censura e che non sono cattolico- Scritto da: Keynote
            - Scritto da: -@/@-

            Del tuo tempo fai quello stracazzo che
            vuoi
            Senza la tua "gentile" concessione non ci
            avrei mai pensato.


            Se non credi

            me ne sbatto i coglioni, ma non ti

            permettere di offendere il mio credo!
            Altrimenti che fai? Mi denunci alla gdf?

            Invece di pensare a dio, fatti una camomilla
            che ti passano le manie censorieAllora, se si giustifica il razzismo religioso si DEVE giustificare anche quello Biologico, senno' si e' IPOCRITI. Due pesi e Due misure?
        • Anonimo scrive:
          Re: leggete qui prima di scannarvi
          - Scritto da: -@/@-
          Del tuo tempo fai quello stracazzo che vuoi
          non me ne può fregare di meno. Se non credi
          me ne sbatto i coglioni, ma non ti
          permettere di offendere il mio credo!Mi piacerebbe sapere fino a che punto ci si può spingere prima di sorpassare la soglia dell'offesa...Non sarà che fra un po' vieteranno l'immmigrazione in Italia ai non cattolici (NB è una proposta reale!), vieteranno l'uso dei preservativi, ecc... perchè si tratta di attività che offendono il credo cattolico?Mi rendo conto che il paragone rispetto alla chiusura dei siti è forzato, ma credo che se non si facesse sentire ad alta voce che non tutti sono disposti ad accettare l'influenza della chiesa sulle istituzioni "ITALIANE", non tarderemmo ad arrivare questo punto, la storia della chiesa (non solo cattolica...) lo dimostra.
  • Anonimo scrive:
    Secondo me è un sopruso bello e buono!!!!!!!
    Non sono daccordo.Nel sito in questione viene ESPLICITAMENTE detto che il contenuto è blasfemo e offensivo per chi crede in Dio e cazzate simili, invitando chi non vuole essere offeso a non entrare (senza contare che per trovarlo devi PER FORZA cercare, e quindi digitare, termini come PORCAMADONNA o simili in giro per internet, e quindi già tu sei blasfemo).Volendo fare un paragone, è come se tutti i pugili venissero arrestati per pestaggi e violenze ogni volta che c'è un incontro.Non so se mi sono spiegato bene, ma il concetto è che qui nessuno viene li e ti bestemmia addosso (o ti pesta per bene) senza chiederti niente, ma viene chiesto se vuoi entrare nel sito (o fare un incontro di boxe) SPECIFICANDO CHIARAMENTE a che rischi vai incontro.Per me è anticostituzionale chiudere un sito del genere (a parte la frode dei dati falsi, ovviamente quello è un vero reato).Ciao a tutti!
    • Anonimo scrive:
      in questa risposta ti offendo...
      Quindi se qui adesso scrivessi un elenco di offese personali a te rivolte, visto che avevo premesso che ti offendevo, non ci sarebbe niente di male giusto?Aaaahhh... meno cagate please...
  • Anonimo scrive:
    che schifo
    Stiamo degenerando.Troppo comodo strumentalizzare il concetto di libertà a questo modo.Alcuni post che ho letto sono osceni!Saluti!
    • Anonimo scrive:
      Re: che schifo
      TU sei oscena e chi crede in qualche religione. Sono tutte favole, non l'hai ancora capito? Spero che l'anarchia e l'ateismo ti spazzino via picola donnina omologata.
      • Anonimo scrive:
        Re: che schifo
        La donnina omologata e' molto piu' forte di te, che rinneghi il tuo spirito e ti abbassi a vivere un'esistenza puramente biologica!L'anarchia non esiste in quanto l'anarchia e' una "scuola" di pensiero (che di fatto e' in antitesi con il concetto di anarchia........).
    • Anonimo scrive:
      Re: che schifo
      effettivamente... questo forum è un bell'esempio delle dinamiche di sviluppo delle situazioni più critiche della realtà umana. si parte da una questione che non è bianca o nera, basta che inizi uno con una sparata più forte delle altre e la forza centrifuga allarga il cerchio e si vengono a creare fazioni distanti anni luce l'una dall'altra, da una parte i crociati invasati e dall'altra i satanisti iconoclasti.ci vuole tanta tolleranza, da una parte e dall'altra, il compromesso è l'unica strada.........anche se è lampante che mesi di gdf pagati coi soldi che potevano dare a chi ne ha più bisogno è uno scandalo, e se un dio c'è sarebbe il primo a dirlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: che schifo
      TU sei oscena e chi crede in qualche religione. Sono tutte favole, non l'hai ancora capito? Spero che l'anarchia e l'ateismo ti spazzino via picola donnina omologata.
  • Anonimo scrive:
    Atei mi avete deluso.
    Non sono ateo, credo in Dio, un po' meno nella chiesa, ma è un altro discorso. A prescindere dalla decisione di chiudere quei siti (peraltro illegali per una serie di ragioni) volevo farvi un appunto, cari atei, satanisti e altra bella gente, sulla scarsezza delle vostre opinioni.Più di metà dei messaggi scritti qui (parliamo dui 200 post..) non hanno alcun senso.Scrivete offese a Dio, a chi in Dio crede, ma non argomentate. Non esprimete nulla, parole buttate al vento.Ci prendete per poveri illusi ignoranti infantili, ma perchè ? Perchè crediamo in un'entità superiore e vogliamo difendere i nostri credo ? Guarda un po' se sfottete i bravissimi palestinesi musulmani per la stessa cosa... Abbiamo opinioni diverse dalle vostre, e ci prendete per idioti, dov'è la vostra sacra libertà di parola, di pensieri e di espressione ?Mi avete deluso, pensavo che l'ateismo fosse una scelta consapevole, non una sorta di passività.. un non voler credere perchè per credere bisogna fare un minimo sforzo di fede (inutile che vi spiego, tanto non capireste probabilmente).Beh, ora offendetemi pure :) non me ne frega un ca##o Spero solo che l'altra metà di atei, quelli che qualcosa in testa ce l'hanno, tentino di rispondere in modo più coerente.Comunque, che la pace sia con tutti voi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.
      - Scritto da: Francis
      Mi avete deluso, pensavo che l'ateismo fosse
      una scelta consapevole, non una sorta di
      passività.. un non voler credere perchè per
      credere bisogna fare un minimo sforzo di
      fede (inutile che vi spiego, tanto non
      capireste probabilmente).Devi capire che molti qui dentro sono fautori del movimento open source allargato , quello cioe' che dalla libertà del software si estende anche alla vita quotidiana. E anche bello secondo me che esistano movimenti simili , l'idealismo è una cosa buona se preso con moderazione...e non ti abbattere se pensi di parlare al vento...anche se indurrai a riflettere uno solo sarà gia' qualcosa di guadagnato: in ogni caso verrà il momento in cui nella vita di ognuno di noi ci si rende conto che la libertà di fare qualsiasi cosa a dispetto di tutto e tutti sia mera chimera , e che la libertà , quella vera , la si è invece persa da tempo.saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.
      Non fare di tutta l'erba un fascio. probabilmente la carenza di argomentazioni è dovuta al fatto che per un ateo l'inesistenza di dio è talmente ovvia da non dover essere dimostrata. Come qualcun'altro ha già detto, nei libri di Bertrand Russell si trovano interessanti argomentazioni.Il problema è che nessuno di noi ha "ragione". Tanto io sono convinto ateo quanto tu possiedi una fede incrollabile in dio.Anche se ateo rispetto la religione cattolica in quanto professa l'amore per il prossimo ecc. ecc., ma non posso che indignarmi quando la Chiesa si immischia nelle questioni dello Stato (aborto, eutanasia...).Restando nel merito della notizia, probabilmente era giusto chiudere quei siti perchè "irregolari". Mi chiedo due cose:Ma l'Osservatore Cristiano come l'ha saputo di questi siti? Non hanno ancora imparato che denunce di questo tipo sono controproducenti perchè aumentano la fama dell'oggetto sequestrato?ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Atei mi avete deluso.

        Non hanno ancora imparato che denunce di
        questo tipo sono controproducenti perchè
        aumentano la fama dell'oggetto sequestrato?qui hai perfettaemente ragione, e oltretutto, parlando in termini di "public realtions" non diventa di certo più popolare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.
      - Scritto da: Francis
      Non sono ateo, credo in Dio, un po' meno
      nella chiesa, ma è un altro discorso.

      A prescindere dalla decisione di chiudere
      quei siti (peraltro illegali per una serie
      di ragioni)Mi piacerebbe sapere quali.A parte il fatto che essendo fisicamente negli usa non capisco perché sottostiano alla legge italiana, non vedo perché siano illegali. Di cattivo gusto, ma non illegali.Aggiungo che tutti gli articoli di legge applicati andrebbero abrogati perché disapplicati da tanto tempo in quanto anacronistici e superati dalla prassi.Parlare di religione di Stato poi è assurdo quando nella stessa costituzione (art. 7) si sancisce che:"Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciscuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani"Ciò indica chiaramente la laicità dello Stato, dunque la definizione di religione di stato è priva di senso.
      volevo farvi un appunto, cari
      atei, satanisti e altra bella gente, sulla
      scarsezza delle vostre opinioni.ti prego non fare di tutte le erbe un fascio.Io sono Ateo Dogmatico (e saprai certamente che vuol dire) e non mi sento rappresentato dalle schifezze postate in questo forum anche da chi si professa ateo ma che forse è solo anticlericale...
      Più di metà dei messaggi scritti qui
      (parliamo dui 200 post..) non hanno alcun
      senso.
      Scrivete offese a Dio, a chi in Dio crede,
      ma non argomentate. Non esprimete nulla,
      parole buttate al vento.Concordo e sottoscrivo.A parte pochi post non si salva niente, solo insulti gratuiti pro contro: non fa differenza se sia win/linux o altro, la maggior parte qui ragiona da ultrà allo stadio.
      Ci prendete per poveri illusi ignoranti
      infantili, ma perchè ? Perchè crediamo in
      un'entità superiore e vogliamo difendere i
      nostri credo ? Guarda un po' se sfottete i
      bravissimi palestinesi musulmani per la
      stessa cosa...
      Abbiamo opinioni diverse dalle vostre, e ci
      prendete per idioti, dov'è la vostra sacra
      libertà di parola, di pensieri e di
      espressione ?Infatti io rispetto molto i credenti. Del resto credo che se si è educati l'uno rispetto all'altro, e facendo pacati dibattiti sulle proprie posizioni, si impara a conoscere e rispettare l'altro.E poi anche essere atei è una religione: tutto ciò che riguarda il mondo metafisico è un atto di fede perché non è conoscibile da noi entità del mondo fisico.La differenza è che non credo nell'esistenza di dio.
      Mi avete deluso, pensavo che l'ateismo fosse
      una scelta consapevole, non una sorta di
      passività.. un non voler credere perchè per
      credere bisogna fare un minimo sforzo di
      fede (inutile che vi spiego, tanto non
      capireste probabilmente).Infatti io non sono un ateo passivo, sono un ateo dogmatico.Per la cronaca gli atei sono:dogmatico: afferma la non esistenza di Dio;scettico: afferma la non validità delle prove dell'esistenza di Dio;agnostico: afferma l'impossibilità di conoscere se Dio esista o no.
      Beh, ora offendetemi pure :) non me ne frega
      un ca##o
      Spero solo che l'altra metà di atei, quelli
      che qualcosa in testa ce l'hanno, tentino di
      rispondere in modo più coerente.Eccomi!
      Comunque, che la pace sia con tutti voi.E con te e i tuoi cari.wish(che è ateo dogmatico e pure di sinistra, tanto per chiarire le idee...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.

      Ci prendete per poveri illusi ignoranti
      infantili, ma perchè ? Perchè crediamo in
      un'entità superiore e vogliamo difendere i
      nostri credo ? Guarda un po' se sfottete i
      bravissimi palestinesi musulmani per la
      stessa cosa... Veramente VOI "credenti" date dei violenti, pazzi e omicidi a quei palestinesi che difendono il loro credo.Poi fate uguale.A me fate più schifo voi, che siete ipocriti! Almeno loro sono onesti e ammettono ciò che fanno: cioè "violenza santa". Voi la negate, ma la fate uguale!Con quale faccia adesso i cattolici potranno criticare gli islamici e la loro jihad?Vabbé, con la stessa faccia di bronzo di sempre, quella che fece abiurare Galileo per poi chiedergli scusa 400 anni dopo, quella che bruciò Giovanna d'Arco come eretica per poi farla Santa 500 anni dopo e via dicendo...Ma tanto QUESTE sono parole nel vuoto, il cattolicesimo è sempre stato violentissimo finché ha potuto... l'inquisizione, le ordalie, i roghi, la censura... queste come le consideriamo? Opere di carità?Ma valà, vergognatevi che è meglio, altro che sentirsi "offesi".Qui se c'è qualcuno che si deve sentire offeso, sono le persone che credono nella libertà di espressione e di opinione, anche quando queste discordano dalla propria.Chiudo citando una frase di Indro Montanelli: "non condivido la tua opinione, ma mi batterò perché tu possa esprimerla".Più o meno l'opposto di quello che ha sempre fatto la chiesa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Atei mi avete deluso.

        Vabbé, con la stessa faccia di bronzo di
        sempre, quella che fece abiurare Galileo per
        poi chiedergli scusa 400 anni dopo, quella
        che bruciò Giovanna d'Arco come eretica per
        poi farla Santa 500 anni dopo e via
        dicendo...sei libero di decontestualizzare quei fatti, ma è a tuo discapito.per capire (e non condividere, perchè neanche io li condivido) i fatti di cui parli tu non bisogna toglierli dal contesto storico in cui si sono verificati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Atei mi avete deluso.

          sei libero di decontestualizzare quei fatti,
          ma è a tuo discapito.
          per capire (e non condividere, perchè
          neanche io li condivido) i fatti di cui
          parli tu non bisogna toglierli dal contesto
          storico in cui si sono verificati.Queste sono scuse inaccettabili, non è vero che oggi la realtà storica sia diversa e quindi la chiesa si comporti diversamente; quanto piuttosto il contrario, ovvero sono cambiate le realtà storiche e la chiesa non può più fare quello che faceva un tempo.Altrimenti stai pur tranquilla che l'Inquisizione ce l'avremmo ancora, episodi come questo ne sono la dimostrazione: appena può, la violenta scure censoria si abbatte implacabile.Poi magari fra 200 anni la chiesa chiederà scusa per aver fatto questa censura; il problema è che è troppo comodo fare le cose che tornano utili, e poi - quando cambiano le realtà storiche e l'episodio diventa uno scomodo scheletro nell'armadio - scusarsene.E' come quando gli assassini invocano la temporanea infermità mentale per ottenere pene minori... non è forse anche questo un appellarsi alla "realtà storica di quel particolare momento"?Solo che nel singolo, la cosa può anche avere un senso, applicata a istituzioni come la chiesa diventa spaventoso, vuol dire che può fare tutto quello che vuole, e se gli va male, chiederà scusa!!!AHO, allora io posso andare in giro e ammazzare chi voglio, poi se mi beccano "chiedo scusa" e facciamo finta di niente, amici come prima???Io dico che uno DEVE essere RESPONSABILE di quello che fa, quando lo fa, e soppesarne le conseguenze. Perché io, singolo, devo essere responsabile delle mie azioni, e pagarne le conseguenze, e un'istituzione come la chiesa deve essere impunita finché le realtà storiche non la COSTRINGONO a chiedere scusa?Saranno realtà storiche diverse, ma come puoi predicare i comandamenti fra i quali "non uccidere", "ama il prossimo tuo come te stesso" e poi andare a fare le Crociate, torturare le persone con strumenti allucinanti quali si usavano nell'Inquisizione (hai mai visto una mostra degli strumenti dell'epoca? Io sì, ti garantisco che Dario Argento è uno che va a camomilla in confronto), ammazzare e bruciare sulla piazza migliaia di persone accusate di stregoneria ed eresia?????Questa è solo una gran IPOCRISIA DI MERDA, altro che "contesto storico"!
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.
      - Scritto da: Francis
      Non sono ateo, credo in Dio, un po' meno
      nella chiesa, ma è un altro discorso.

      A prescindere dalla decisione di chiudere
      quei siti (peraltro illegali per una serie
      di ragioni) volevo farvi un appunto, cari
      atei, satanisti e altra bella gente, sulla
      scarsezza delle vostre opinioni.

      Più di metà dei messaggi scritti qui
      (parliamo dui 200 post..) non hanno alcun
      senso.
      Scrivete offese a Dio, a chi in Dio crede,
      ma non argomentate. Non esprimete nulla,
      parole buttate al vento.
      Ci prendete per poveri illusi ignoranti
      infantili, ma perchè ? Perchè crediamo in
      un'entità superiore e vogliamo difendere i
      nostri credo ? Guarda un po' se sfottete i
      bravissimi palestinesi musulmani per la
      stessa cosa...
      Abbiamo opinioni diverse dalle vostre, e ci
      prendete per idioti, dov'è la vostra sacra
      libertà di parola, di pensieri e di
      espressione ?

      Mi avete deluso, pensavo che l'ateismo fosse
      una scelta consapevole, non una sorta di
      passività.. un non voler credere perchè per
      credere bisogna fare un minimo sforzo di
      fede (inutile che vi spiego, tanto non
      capireste probabilmente).

      Beh, ora offendetemi pure :) non me ne frega
      un ca##o
      Spero solo che l'altra metà di atei, quelli
      che qualcosa in testa ce l'hanno, tentino di
      rispondere in modo più coerente.

      Comunque, che la pace sia con tutti voi.Nessuno vi prende per ignoranti e infantili, per lo meno non tutti. Il punto non è la fede individuale delle persone in dio, per me tu puoi credere in quel che ti pare, non mi interessa.Il problema è la chiesa, ma è praticamente impossibile scindere le due cose, perchè la fede in dio, nel 99% dei casi, finisce per diventare fede nella chiesa, e quindi fede negli UOMINI che ne sono a capo. E questi uomini, guardacaso, cercano sempre di imporre le loro idee agli altri. E'sempre successo così, non solo per i cattolici, per tutte le religioni!Quando leggi un insulto rivolto ai "cristiani" in generale, secondo me non è da pensare come rivolto alla tua fede personale in dio, quanto alla tua appartenza alla chiesa. Visto che anche tu hai fatto un distinguo penso che tu possa capire quello che intendo dire.E penso anche che tu non possa negare l'influenza che la chiesa cattolica ha sui fatti italiani.Detto questo chiudo la discussione
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.
      - Scritto da: Francis
      Non sono ateo, credo in Dio, un po' meno
      nella chiesa, ma è un altro discorso.Anche tu credi nel tuo Dio personale, direi.
      A prescindere dalla decisione di chiudere
      quei siti (peraltro illegali per una serie
      di ragioni) volevo farvi un appunto, cari
      atei, satanisti e altra bella gente, sulla
      scarsezza delle vostre opinioni.

      Più di metà dei messaggi scritti qui
      (parliamo dui 200 post..) non hanno alcun
      senso.
      Scrivete offese a Dio, a chi in Dio crede,
      ma non argomentate. Non esprimete nulla,
      parole buttate al vento.
      Ci prendete per poveri illusi ignoranti
      infantili, ma perchè ? Perchè crediamo in
      un'entità superiore e vogliamo difendere i
      nostri credo ? Guarda un po' se sfottete i
      bravissimi palestinesi musulmani per la
      stessa cosa...
      Abbiamo opinioni diverse dalle vostre, e ci
      prendete per idioti, dov'è la vostra sacra
      libertà di parola, di pensieri e di
      espressione ?Ti sbagli. Io non prenderei mai per idiota una persona perche' crede in Dio o in qualsiasi altra entita', ma mi vedo costretto a difendermi quando i credenti pensano di poter imporre l'esistenza della loro divinita' anche agli altri. Chiudere un sito che io trovavo abbastanza divertente come porcamadonna.com e' uno dei tanti esempi e finche' il nostro paese prendera' ordini dai preti dell'Osservatore Romano sta certo che esistera' gente che si incazza e che inveisce contro i "cattolici di merda".
    • Anonimo scrive:
      Re: Atei mi avete deluso.
      - Scritto da: Francis
      Non sono ateo, credo in Dio, un po' meno......................E' inutile parlare con te, se hai scritto questo messaggio, siamo su due pianeti diversi.Pero' scrivo questo messaggio per dire a tutti gli atei, agli agnostici, ai laici, agli illuministi moderni, a chiunque sappia che le credenze ed i dogmi rovinano e rendono schiavi di idee preconcette, ingabbiano l'ingiusto e l'immorale in categorie del tutto avulse dalla realta': abbiate cura dei vostri figli, dategli una educazione laica! I cattolici infestano le scuole perche' sanno che solo prendendole da giovani le persone possono credere a tutte le farneticazioni delle religioni. Le persone non diventano cattoliche a 20 anni, ma dall'asilo, dalla preghiera del mattino. Quanti di voi sono battezzati e non lo sarebbero stati se a 14 anni vi avessero chiesto, "Che religione vuoi seguire?".Non fate diventare i vostri figli come Francis. Non lo dico per insultare Francis che a suo modo e' stato corretto e cordiale. Ma perche' NON ABBIAMO BISOGNO di altri come lui. Sono gia' troppi e troppo potenti, ostinati e irriducibili, fermi su dogmi di comodo, corporativisti e censori.Diamo ai nostri figli un futuro piu' laico.Sbattezziamoci e non battezziamo i nostri figli, facciamoli scegliere a 18 anni.Diamogli il diritto di pensare.Per lo sbattezzo consultatehttp://www.uaar.it/
      • Anonimo scrive:
        Re: Atei mi avete deluso.
        Le
        persone non diventano cattoliche a 20 anni,
        ma dall'asilo, dalla preghiera del mattino.ti sbagli di grosso caro mio, io fino a quando avevo 18-19 anni me ne strafottevo della mia fede. Poi qualcosa è scattato, e ho cominciato a crede, e guarda un po' avevo proprio 20 anni.Parla parla, che dar aria alla bocca fa bene.
  • Anonimo scrive:
    Grande Dragon
    Dragon sei un mito!A tutti gli scemi che gli danno contro: ma non l'avete capito che non è altro che un provocatore, un fomentatore di folle, uno che ben capisce quali sono i punti caldi e focali della questione?!? ma dai, siamo onesti, non può esistere un umano con un vuoto cerebrale come quello dipinto nel ritratto di questo fantomatico personaggio! è un bravo non-moderatore del forum che comunque da buoni spunti di discussione, nn lo prendete sul serio.bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Dragon
      Grazie!Bravo te che hai capito il nocciolo della questione...Ti do fastidio eh?Tira fuori le palle pappamolla!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande Dragon

        Grazie!è un piacere
        Bravo te che hai capito il nocciolo della
        questione...brillo in perspicacia
        Ti do fastidio eh?fastidio?!? ma stai scherzando?!? dai vecchio dragone, nn essere così permaloso.
        Tira fuori le palle pappamolla!!!!!!!!!!eh, nn posso, sono in ufficio, qualcuno potrebbe nn apprezzare la scena, sai com'è...
  • Anonimo scrive:
    Non facciamo la solita confusione...
    Guai ad ammettere la censura delle opinioni, ma qui non sono le opinioni ad essere stata censurate, bensì l'offesa al credo religioso altrui.Si tratti di Cattolicesimo, Buddismo, Islamismo o quant'altro, ognuno è libero di pensarla come vuole, ma non credo sia *civile* lasciare utilizzare il web come strumento di vilipendio (fine a sè stesso, tra l'altro).Non posso credere alla buona fede di chi confonde la censura delle opinioni con la censura delle offese fini a sè stesse.In altre parole, un sito in cui si motivano delle ragioni per cui non credere, sarebbe sbagliato censurarlo. Un sito in cui si offende la Madonna o qualsiasi altra figura religiosa, non esprime opinioni, ma *offende*, manca di quel civile rispetto nei confronti di chi crede che credo non sia sbagliato chiedere.Allo stesso modo io riterrei irriverente ed incivile un sito che si chiamasse www.ateidimerda.com (con rispetto parlando, è solo un esempio) o qualcosa del genere...
  • Anonimo scrive:
    La libertà individuale è un compromesso
    La libertà individuale è un compromesso. Nella società civile, per il vivere in comune, la libertà assoluta non esiste, e serebbe illudersi credere di poterla realizzare. Certo uno può decidere di abbandonare questo compromesso e calpestare gli altri a suo piacimento, ma lo farà sapendo che da quel momento vive e agisce al di fuori delle regole sociali e dei benefici che da quel compromesso derivano.Al di là delle facezie, la legge è uguale per tutti. E deve esserlo, altrimenti che ne sarebbe del compromesso sociale.
  • Anonimo scrive:
    In Italia comandano i preti...
    ...si sa. È x questo che siamo così arretrati rispetto agli altri paesi civili. Essere la culla del cattolicesimo è stata ed è tuttora la nostra palla al piede.Ah.... se solo i papi fossero rimasti ad Avignone!
  • Anonimo scrive:
    Per gli anticlericali
    Bla', bla' e bla'..Vorrei vedere se insultassero le vostre madri in nome della liberta' di parola (ammesso che ve ne freghi qualcosa di vostra madre).Forse dovrei "ricredermi" sull'aborto: se vi avessero abortiti (bestie schifose), non sareste mai nati..), Peccato che non si possa usare la spada.Fate schifo, puuu!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      non sono anticlericale, sono contro chi limita la mia libertà, i bigotti come te, per esempio.W GIORDANO BRUNO
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli anticlericali
        E la mia liberta'?Voi potete calpestare il mio Credo ed io non dovrei reagire?Mai!Amo combattere e metterei volentieri a disposizione il mio bagaglio marziale per far rispettare il Nome di Dio.Vero che quelli come me vi danno fastidio?Vero che vorreste i cristiani tutti indifesi?Ah ah ah!
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli anticlericali
          - Scritto da: DRAGON
          E la mia liberta'?
          Voi potete calpestare il mio Credo ed io non
          dovrei reagire?Dimmi chi è che calpesta il tuo credo, c'è forse qualcuno che ti impedisce di guardarti la messa in TV, di andarci di persona, di fare tutte le tue strane cerimonie.... dimmi in che cosa sei calpestato...E poi dimmi perchè io non avrei il diritto di esprimere il mio disprezzo più completo per le tue idee... magari attraverso un sito.
          Mai!
          Amo combattere e metterei volentieri a
          disposizione il mio bagaglio marziale per
          far rispettare il Nome di Dio.Non ho dubbi che lo faresti, da bravo kamikaze sono sicuro che lo faresti, da bravo robottino programmato dai tuoi amici attori in tonaca lo faresti senza esitazione ne sono sicuro
          Vero che quelli come me vi danno fastidio?Mi fanno pena... anzi mi fai pena...
          Vero che vorreste i cristiani tutti indifesi?
          Ah ah ah!vorrei solo che i cristiani si facessero gli affari loro e che chi vive in questo disgraziato paese non fosse costretto a subirsi le loro paranoie mentali...Un solo consiglio, cercati un buon psichiatra, tu sei completamente fuori...
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli anticlericali
          - Scritto da: DRAGON[....]
          Amo combattere e metterei volentieri a
          disposizione il mio bagaglio marziale per
          far rispettare il Nome di Dio.Ora dovrebbero censurare quelli come te unitamente a tutta la chiesa visto che i siti censurati contenevano solo scritti mentre la chiesa approfittando e manovrando inetti come te ha nei secoli causato la morte di milioni e milioni di persone e distrutto interi popoli continuando ancora oggi a impedire la libertà di pensiero altrui. Vergognatevi cattolici, Vergognatevi monoteisti castratori di libertà. La prova della non esistenza di un dio è la vostra vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali

            monoteisti castratori di libertà. La prova
            della non esistenza di un dio è la vostra
            vita.cioe' sai esattamente come vivono tutti i cristiani? tutto il miliardo di cristiani?e poi saremmo noi cristiani quelli che giudicano?
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli anticlericali
          non mi dai fastidio, mi fai pena, è diverso
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      - Scritto da: Dragon
      Bla', bla' e bla'..
      Vorrei vedere se insultassero le vostre
      madri in nome della liberta' di parola
      (ammesso che ve ne freghi qualcosa di vostra
      madre).Probabilmente se avessero insultato tua madre invece del tuo dio non te la prenderesti tanto a cuore....
      Forse dovrei "ricredermi" sull'aborto: se vi
      avessero abortiti (bestie schifose), non
      sareste mai nati..),
      Peccato che non si possa usare la spada.
      Fate schifo, puuu!!!!!!Forse sarebbe il caso di ricorrere più spesso all'aborto visto che ancora nascono soggetti come te...
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli anticlericali

        Forse sarebbe il caso di ricorrere più
        spesso all'aborto visto che ancora nascono
        soggetti come te...bel commento, complimenti.hai argomentato a puntino le tue opinioni. mi hai quasi convinto a diventare ateo, sul serio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      - Scritto da: Dragon
      Bla', bla' e bla'..
      Vorrei vedere se insultassero le vostre
      madri in nome della liberta' di parola
      (ammesso che ve ne freghi qualcosa di vostra
      madre).
      Forse dovrei "ricredermi" sull'aborto: se vi
      avessero abortiti (bestie schifose), non
      sareste mai nati..),
      Peccato che non si possa usare la spada.
      Fate schifo, puuu!!!!!!Smettila di dire queste cose..Gesu' bambino piange...AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH BIGOTTI! CHE RAZZA INSULSA!
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli anticlericali

        Smettila di dire queste cose..
        Gesu' bambino piange...
        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH BIGOTTI!
        CHE RAZZA INSULSA!anche tu, come il tuo amico fessacchiotto la sopra, hai espresso opinioni inoppugnabili.voi senza-Dio non avete argomentazioni, cercate solo di offendere ciò che non capite. senza accorgervi che a noi non ce ne fotte un emerito cazzo !
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli anticlericali
          - Scritto da: Francis

          Smettila di dire queste cose..

          Gesu' bambino piange...

          AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH BIGOTTI!

          CHE RAZZA INSULSA!


          anche tu, come il tuo amico fessacchiotto la
          sopra, hai espresso opinioni inoppugnabili.

          voi senza-Dio non avete argomentazioni,
          cercate solo di offendere ciò che non
          capite. senza accorgervi che a noi non ce ne
          fotte un emerito cazzo ! L'amico fessacchiotto di cui sopra ha solo risposto con lo stesso tono usato dal tuo amico premio nobel tutto qui!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            potrei mettere a tacere te e tutte le tue teorie sul tuo dio in mezz'ora, sono su ircnet la sera dopo le 18.30 fino alle 22... se mi trovi te ne do la dimostrazione, il nick e' lo stesso del forum... BIGOTTI!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            Io il computer a casa non ce l'ho e sinceramentepreferisco dedicare il tempo libero alle arti marziali; se vuoi ti metto a tacere io: ci incontriamo????????
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            - Scritto da: Dragon
            Io il computer a casa non ce l'ho e
            sinceramente
            preferisco dedicare il tempo libero alle
            arti marziali; se vuoi ti metto a tacere io:
            ci incontriamo????????Occhio che se trovi la persona sbagliata sono cavoli tuoi. Non puoi sapere con chi hai a che fare! Tornando al nocciolo del discorso, ho visitato solamente porcamadonna.com e devo dire che mi ha dato leggermente fastidio i suoi contenuti, anche se l' autore del sito ha messo un "Warning" per tutti i visitarori in entrata.Premetto che non credo alle religioni (e quindi al Dio o ai Dei tanto acclamati. E poi chi ha ragione? Mah! Esiste un Dio o + Dei? ehehe, dimostratelo!), e tanto meno all' industria chiamata "chiesa" (non ho parole sulle atrocità commesse da questa banda di manigoldi nel corso dei secoli). L' appunto che posso fare all' autore del sito è aver creato qualcosa di osceno e senza significato (alcune immagini se le poteva risparmiare!). La chiusura la reputo giusta se il sito viola alcune leggi vigenti!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            - Scritto da: Dragon
            Io il computer a casa non ce l'ho e
            sinceramente
            preferisco dedicare il tempo libero alle
            arti marziali; se vuoi ti metto a tacere io:
            ci incontriamo????????sei proprio un bravo cristiano, comunque si, dai, se vuoi ci incontriamo, io non sono un bravo cristiano e ti prendo a calci sulle gengive, ti butto a terra e ti prendo a martellate nello stomaco finche' non mi chiedi scusa per il solo fatto di avermi rivolto la parola..... o meglio, farei questo se mi abbassassi al tuo livello....... inferiore, in credenza e pensieroAHAHAHA!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            Sei prorpio si curo di essere in grado di farmi questo?Vuoi lo scontro a mani nude, sciabola, bastone o coltello?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            A parte il fatto che con la violenza nn si risolve niente, quando vuoi venire sotto io ti spacco come e quando vuoi: tu su una jeep e io sotterrato fino alla cintola: ti sparo in bocca! Ma smettetela, sembrate due bambini: l'informatica come scienza, calcolo parallelo, elaborazione di metadati e poi state lì a dirvi: ti spacco! NO io ti spacco! Specchio riflesso! cadi nel cesso! Ma andate tutti a lavorare!Il mio pensiero: vuoi fare un sito con le + orribili bestemmie?Fallo, se ci metti un advisor all'inizio meglio ancora ma il puzzore che mi sovviene al naso era che il porco (perchè secondo me era un super suino) che amministrava i siti lo faceva solo per vendere magliette, e se per vendere magliette avrebbe dovuto tagliare la testa alle lucertole e incollarle sulle magliette, pazienza per le lucertole, lo avrebbe fatto.Buon giorno a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            Come volevasi dimostrare; la violenza è l'ultimo rifugio degli ignoranti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      - Scritto da: Dragon
      Peccato che non si possa usare la spada.
      Fate schifo, puuu!!!!!!Il solito mucchio di stronzate: l'unica cosa che puo' uscire dalla testa di un bigotto.Ti faccio notare che i tuoi predecessori non usavano la spada, ma la facevano usare dagli altri esattamente come si fa oggi con la GdF.Ma non preoccuparti, prima o poi finirete male.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli anticlericali
        Ci finirete prima voi.Iniziate a preoccuparvi........
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli anticlericali
          AHAHAHAHAHA!Tu non sei un credente, si vede da come parli, sei semplicemente un ritardato.O forse sei un credente ipocrita, come un po' tutti i credenti.fai schifo.E poi perche' sei passato alla violenza scusa?Se non sbaglio tu hai lanciato l'argomento e tu hai perseverato, io stavo semplicemente ironizzando, ed era ben chiaro, l'ho anche detto alla fine specificando che non mi abbasso al tuo livello.E se davvero tu pensassi quello che dici saresti davvero pericoloso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            Io dico cio' che penso e non mi tiro indietro come fai tu...Bella la strategia dei vigliacchi: getti il sasso e poi dici che scherzavi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli anticlericali
            stupido idiota, non ho io mai in prima persona fatto riferimento alle maniere forti se non per evidenziare (ed era chiarissimo e dichiaratissimo) il tuo bassissimo livello di civilta'.sei solo un ritardato, non vale nemmeno la pena perderci tempo con te...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      Per flandero:cagasotto!!!!!!!!!!!!!!!!Fai pure a meno di rispondermi, tanto vado a casa.Ah dimenticavo... Ma si, lasciamo stare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli anticlericali

        Per flandero:
        cagasotto!!!!!!!!!!!!!!!!tu sei pazzo completamente! anzi, mi sa che hai qualcosa come 12 anni al massimo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      Dì la verità, sei uno dei nazirevisionisti frustrati che frequentano http://digilander.iol.it/subliminale ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli anticlericali
      - Scritto da: Dragon
      Bla', bla' e bla'..
      Vorrei vedere se insultassero le vostre
      madri in nome della liberta' di parola
      (ammesso che ve ne freghi qualcosa di vostra
      madre).
      Forse dovrei "ricredermi" sull'aborto: se vi
      avessero abortiti (bestie schifose), non
      sareste mai nati..),
      Peccato che non si possa usare la spada.
      Fate schifo, puuu!!!!!!1 sono anticlericale ovvero sono contrario all'intereferenza della chiesa o di chi per essa nella vita politica,ovvero se una norma e' contraria ai principi della religione predominante non deve essere abolita,la chiesa puo comunque sconfessare chi vi ricorra cioe' una cristiana abortisce la chiesa lo scomunichi ma non chieda l'abrogazione dell'aborto2non sono antireligioso e non bestemmio pur non essendo credente ho molti amici cattolici e alcuni dei quali anche anticlericali
  • Anonimo scrive:
    In galera...
    ...i marescialli o quel che è della GdF che hanno perso 2 anni a perseguire dei reati talmente ridicoli che non reggeranno in nessun processo! (si va dall'anti-costituzionale al totalmente ineistente; tutt'al più rischia sul materiale osceno, ma è a discrezione dei giudici l'oscenità, quindi...)Per quanto mi riguarda il ministro dovrebbe intervenire per licenziarli in tronco e mandarli sotto un ponte dove meritano di passare il resto della loro vita, senza pesare inutilmente sul groppone del contribunente!Questo sì che si deve sentire offeso e vilipeso, altrochè!
  • Anonimo scrive:
    Re: HANNO FATTO BENE!!!
    Sei un buffone !! Te lo ha detto il dottore di visitare quel sito ? Avevi la ricetta ? Iktuss
  • Anonimo scrive:
    Libertà e rispetto
    Io mi batterò sempre perchè tutti possano dire liberamente la lo opinione, professare il loro credo, o il loro ateismo....Ma la libertà deve andare di pari passo col rispetto per gli altri, sempre e comunque, per questo sono più che d'accordo con la chiusura di questi siti che offendevano e mancavano di rispetto!Ripeto, viva la Libertà e viva il rispetto!PEACE
  • Anonimo scrive:
    Re: Offesa alla RELIGIONE DI STATO
    - Scritto da: bin
    L'avevano fatto, un sito ke offendeva la
    religione musulmana, i servere erano
    kollokati nelle torri gemelle ehehehFare umorismo su quasi 4000 morti non e' una scelta felice. Prova ad andare dai parenti delle vittime a sventolare il tuo "eheheh", vedrai che bel trattamento che ti riserveranno.Imbecille.
  • Anonimo scrive:
    "zio budda" allora?
    c'e' un sito di linux e dintorni che si chiama zio buddache aspettano a chiuderlo? non offende la religione? che centra budda con linux? e' offensivo!ora chiedo all ambasciata di qualche paese buddista di far chiudere quel sito blasfemoaz
    • Anonimo scrive:
      Re:
      Non essere fazioso!Zio Budda parla di Linux e dintorni e non offente la religione buddista.Se contenesse gravi offese alla religione buddista farebbero bene a chiuderlo subito!DG
    • Anonimo scrive:
      Re: "zio budda" allora?
      - Scritto da: az
      c'e' un sito di linux e dintorni che si
      chiama zio budda

      che aspettano a chiuderlo? non offende la
      religione? che centra budda con linux? e'
      offensivo!Hai presente una delle iconografie classiche di Buddha? Sai quell'omone grasso e sorrdente?Probabilmente michel "zio budda" morelli è parecchio corpulento...Anch'io chiamo così mio zio!O vorresti forse, in un fremito di antidemocrazia, cancellare tutti quei modo di dire che in qualche modo inseriscono un'icona sacra (senza peraltro offenderla)?
      • Anonimo scrive:
        Re:
        - Scritto da: wish


        - Scritto da: az

        c'e' un sito di linux e dintorni che si

        chiama zio budda



        che aspettano a chiuderlo? non offende la

        religione? che centra budda con linux? e'

        offensivo!

        Hai presente una delle iconografie classiche
        di Buddha? Ecco bravo: BuddHa non Budda.
        Sai quell'omone grasso e
        sorrdente?
        Probabilmente michel "zio budda" morelli è
        parecchio corpulento...Oddio, parecchio no, ma sicuramente sono fuori forma.
        Anch'io chiamo così mio zio!A me chiama cosi' mio fratello. Fai un po' te.
        O vorresti forse, in un fremito di
        antidemocrazia, cancellare tutti quei modo
        di dire che in qualche modo inseriscono
        un'icona sacra (senza peraltro offenderla)?Io direi di lasciare cadere qui la cosa. Tanto è inutile discutere. Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re:
      Beh....non sarebbe una cattiva idea chiudere ziobudda.Se non altro per la faziosita' che dimostra contro windows. Eheheheh...;-)ZioBillPS Microsoft Windows forever!
  • Anonimo scrive:
    capiamoci meglio (gli artt. in questione)
    Se volete potete saltare direttamente agli articoli.Credo di capire, ditemelo se sbaglio, che i server non fossero in italia dunque perche' il reato e' stato imputato in italia? perche' e' dall'italia che e' stato scritto? E se io compro una pistola in Italia ammazzo un italiano in Usa e torno in Italia? che fanno mi arrestano qui?Cmq qui si parla di religione di stato... cosa che non sta ne' in cielo ne' in terra, si parla di frode informatica, ma se il crack non lo hanno fatto fisicamente come mai gli e' stato imputato?Boh non ci si capisce + nulla... la radio vaticana puo' cancrenizzare chi + gli aggrada ma se io bestemmio il loro dio non va bene... non capiscoUn'altra cosa che non capisco e' se io avviso fin dalla prima pagina che c'e' del materiale che potrebbe ledere il tuo ego tu ci entri solo se non ti offende giusto? se ti offende che cavolo ci vai a fare? sei un autolesionista!!!cmq questo e' l'advisor:"...PERTANTO SE TUTTO CIO' TI OFFENDEO SE HAI MENO DI 18 ANNIO NON SEI SPIRITOSOO SEI SEMPLICEMENTE UN FRUSTRATO ROMPICOGLIONIO NON SEI IN GRADO DI DISTINGUERE CIO' CHE E' VERO DA CIO'CHE E' PURA FINZIONEO PSICHICAMENTE INSTABILE(O SEI UN PRETE)LEVATI DAI COGLIONI ADESSO E CAMBIA SITO !!!..."Se entro vuol dire che so che trovero' materiale che non mi piace... mi sa che gli offriro' dello spazio web gratis... Ho perso il filo, cmq per chi vuole capire meglio a cosa va incontro il tizio questi sono gli articoli...Art. 403. Offese alla religione dello Stato mediante vilipendio di persone Chiunque pubblicamente offende la religione dello Stato, mediante vilipendio di chi la professa, è punito con la reclusione fino a due anni. Si applica la reclusione da uno a tre anni a chi offende la religione dello Stato, mediante vilipendo di un ministro del culto cattolico. Art. 404. Offese alla religione dello Stato mediante vilipendio di cose Chiunque, in un luogo destinato al culto, o in un luogo pubblico o aperto al pubblico, offende la religione dello Stato, mediante vilipendio di cose che formino oggetto di culto, o siano consacrate al culto, o siano destinate necessariamente all'esercizio del culto, è punito con la reclusione da uno a tre anni. La stessa pena si applica a chi commette il fatto in occasione di funzioni religiose, compiute in luogo privato da un ministro del culto cattolico. Art. 640 ter. Frode informatica Chiunque, alterando in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o intervenendo senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico o ad esso pertinenti, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da lire centomila a due milioni.La pena è della reclusione da uno a cinque anni e della multa da lire seicentomila a tre milioni se ricorre una delle circostanze previste dal numero 1) del secondo comma dell'articolo 640, ovvero se il fatto è commesso con abuso della qualità di operatore del sistema.Il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo che ricorra taluna delle circostanze di cui al secondo comma o un'altra circostanza aggravante. Art. 528. Pubblicazioni e spettacoli osceni Chiunque, allo scopo di farne commercio o distribuzione ovvero di esporli pubblicamente, fabbrica, introduce nel territorio dello Stato, acquista, detiene, esporta, ovvero mette in circolazione scritti, disegni, immagini od altri atti osceni di qualsiasi specie, è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni e con la multa non inferiore a lire duecentomila.Alla stessa pena soggiace chi fa commercio, anche se clandestino, degli oggetti indicati nella disposizione precedente, ovvero li distribuisce o espone pubblicamente.Tale pena si applica inoltre a chi:1) adopera qualsiasi mezzo di pubblicità atto a favorire la circolazione o il commercio degli oggetti indicati nella prima parte di questo articolo;2) dà pubblici spettacoli teatrali o cinematografici, ovvero audizioni o recitazioni pubbliche, che abbiano carattere di oscenità.Nel caso preveduto dal n. 2, la pena è aumentata se il fatto è commesso nonostante il divieto dell'Autorità. Art. 529. Atti e oggetti osceni: nozione Agli effetti della legge penale, si considerano "osceni" gli atti e gli oggetti, che, secondo il comune sentimento, offendono il pudore.Non si considera oscena l'opera d'arte o l'opera di scienza, salvo, che, per motivo diverso da quello di studio, sia offerta in vendita, venduta o comunque procurata a persona minore degli anni diciotto Cia'A.M.
    • Anonimo scrive:
      Re: capiamoci meglio (gli artt. in questione)

      Art. 404. Offese alla religione dello Stato
      mediante vilipendio di cose

      Chiunque, in un luogo destinato al culto, o
      in un luogo pubblico o aperto al pubblico,
      offende la religione dello Stato, mediante
      vilipendio di cose che formino oggetto di
      culto, o siano consacrate al culto, o siano
      destinate necessariamente all'esercizio del
      culto, è punito con la reclusione da uno a
      tre anni.

      La stessa pena si applica a chi commette il
      fatto in occasione di funzioni religiose,
      compiute in luogo privato da un ministro del
      culto cattolico. FANTASTICO questo articolo del codice! Il che vuol dire che se io nel mezzo di una funzione mussulmana, buddista o anche semplicemente protestante entro e mi metto a insultare Allah, Budda o Martin Lutero, vado tranquillo, tanto non ci sono ministri cattolici e non è religione di Stato!Ma siamo in Arabia o in Italia? o_O
      Art. 640 ter. Frode informatica E qua proprio non ho capito dove sia la frode!!!Il tizio non ha manomesso niente di niente!Non esiste il reato di registrazione di dominio sotto falso nome!E' assolutamente ridicola come accusa!
      Art. 528. Pubblicazioni e spettacoli osceni
      Art. 529. Atti e oggetti osceni: nozione

      Agli effetti della legge penale, si
      considerano "osceni" gli atti e gli oggetti,
      che, secondo il comune sentimento, offendono
      il pudore.Appunto, sarà da valutare in tribunale se si tratta di atti osceni o meno!In poche parole, probabilmente la magistratura assolverà 'sto tizio vista la totale demenza degli pseudo-reati commessi (a meno che quella cattolica non venga riconsciuta ufficialmente come religione di Stato e si torni allo Stato Pontificio).E la Guardia di Finanza ha sprecato tempo e soldi del contribuente per questo?
    • Anonimo scrive:
      Re: capiamoci meglio (gli artt. in questione)
      ma siamo sicuri che il server fosse in USA?
      • Anonimo scrive:
        Re: capiamoci meglio (gli artt. in questione)
        si verificato e se vai su un register basta fare un whois e vedi :)
  • Anonimo scrive:
    Io non capisco...
    il bigottismo di tanta gente... Non ci si scandalizza o, peggio ancora, si rimane indifferenti davanti allo SCANDALO dei PRETI PEDOFILI e poi si attacca e si ritiene giusto che due siti su Internet (tra l'altro residenti su server statunitensi, quindi fuori dal territorio italiano) vengano chiusi perchè contengono due bestemmie contro la religione di Stato, come se io fossi obbligato a praticarla perchè "di Stato"... LO TROVO VERGOGNOSO...Detto questo, ammesso che fossero da chiudere, l'ICANN dovrebbe notare la facilità con cui è facile registrare i domini che non richiedono la LAR, come i COM e i NET, piuttosto che strafregarsene e permettere la fornitura di dati falsi per la registrazione di domini.
    • Anonimo scrive:
      GDF ????????'
      ma andate a cagare...sono queste le priorità dello stato italiano???Ma cazzo...Sono certo che il caro Silvietto sarà fiero dell'operazione condotta dalle sue fiamme gialle, ma agli Italiani fa schifo il governo repressivo di adesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io non capisco...
      Bigottismo? Non si tratta di bigottismo, semplicemente di rispetto nei confronti di una religione, che non e' una religione 'di stato' come dici e come la vedi tu, ma e' semplicemente una religione, praticata da tante persone in tutto il mondo, in tanti stati. senza offesa ma la tua opinione mi sembra un pochettino influenzata da quell'atteggiamento di difesa ad ogni costo della liberta' di pubblicare su internet qulsiasi messaggio, solo perche' e' internet, neanche fosse un'entita' intoccabile, soprannaturale, al difuori di ogni regola. non e' cosi', cerca di capirlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io non capisco...
        io posso essere in accordo con te sulla inopportunità di queste pubblicazioni ed il loro carattere offensivo ma il diritto alla libertà va ben oltre internet. Se leggi il gruppo piu sopra "capiamoci meglio" leggerai gli articoli e vedrai quanto poco supportate dal CC siano i reati ascritti, al punto che probabilmente i responsabili verrano assolti, almeno per buona parte delle contestazioni.I CC esiste per "parificare" tutti i cittadini appartenenti ad una società, al di là di razza, religione etc etc, un reato non può essere rilevato sul fondamento regolato da un "pubblico senso della decenza" perchè se basato su questo artt oggi è perseguibile domani no, in funzione del mutamento della "decenza", è come se l'art non esistesse perchè non da certezza di diritto. Il nostro CC purtroppo è impestato di queste scappatoie "furbe" utili alla bisogna per non spiacere o piacere a qualche gruppo di pressione.Mi preoccupa invece la "banda di merende" costituitasi dopo 11 settembre tra i vari stati, giurisdizioni che prima definivano un territorio di pertinenza oggi non esistono più, passi per reati contro la salute o sicurezza pubblica, ma governanti opportunisti e furbi hanno allargato indecentemente la maglia delle possibili concessioni sull'onda dello sdegno seguito agli attentati.Sveglia raga una brutta piega si sta prendendo, e mi interessa poco la scelleragine dei contenuti dei siti in questione ma bensì la diffusa insensibilità sul furto che tutti abbiamo subito.Siamo controllati, registrati, omologati, approvati e spenti se il nostro cervello partorisce idee ed opinioni che non si allineano alla comune sensibilità e decenza. Asia docet et imperat (ho notato infatti ultimamente un certo fervore governativo sulla promozione di investimenti in China.........)
  • Anonimo scrive:
    LIBERTA' E LIMITI...
    Tanto per cominciare hanno fatto bene. Mica si tratta di libertà di espressione... è solo bieco commercio di gadget. Al "commerciante" gli avrei imputato pure la circonvenzione d'incapace dato che i suoi acquirenti non mi pare brillino per capacità intellettive...Battute a parte mi sembra che sia ingiusto offendere una religione, qualunque religione.C'è gente che ci crede e va rispettata. Fare soldi sugli insulti alle convinzioni religiose degli altri mi pare sinceramente una cosa ignobile.Qualcuno ha scritto che tutti bestemmiamo.Forse è vero. Ed è vero che tutti commettiamo piccole e grosse sciocchezze. Il che non vuol dire che non sia giusto che se ne paghino le conseguenze. Ma poi si minaccia davvero la libertà d'espressione?Non direi.Libertà d'esprimersi è quando si ha qualcosa da dire, nel caso mi pare che ci sia solo una bieca operazione commerciale. Personalmente ho combattuto (politicamente) i Cattolici popolari all'università e non sopporto l'invadenza del vaticano nella nostra vita quotidiana. Ma difendere un bestemmiatore a fine di lucro (che sapeva benissimo di essere fuorilegge, se no non avrebbe dato nomi di fantasia nel registrare i siti) mi pare decisamente troppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' E LIMITI...
      Hai assolutamente ragione!- Scritto da: Peter Rei
      Tanto per cominciare hanno fatto bene. Mica
      si tratta di libertà di espressione... è
      solo bieco commercio di gadget. Al
      "commerciante" gli avrei imputato pure la
      circonvenzione d'incapace dato che i suoi
      acquirenti non mi pare brillino per capacità
      intellettive...
      Battute a parte mi sembra che sia ingiusto
      offendere una religione, qualunque
      religione.
      C'è gente che ci crede e va rispettata. Fare
      soldi sugli insulti alle convinzioni
      religiose degli altri mi pare sinceramente
      una cosa ignobile.
      Qualcuno ha scritto che tutti bestemmiamo.
      Forse è vero.
      Ed è vero che tutti commettiamo piccole e
      grosse sciocchezze. Il che non vuol dire che
      non sia giusto che se ne paghino le
      conseguenze.

      Ma poi si minaccia davvero la libertà
      d'espressione?
      Non direi.
      Libertà d'esprimersi è quando si ha qualcosa
      da dire, nel caso mi pare che ci sia solo
      una bieca operazione commerciale.

      Personalmente ho combattuto (politicamente)
      i Cattolici popolari all'università e non
      sopporto l'invadenza del vaticano nella
      nostra vita quotidiana.
      Ma difendere un bestemmiatore a fine di
      lucro (che sapeva benissimo di essere
      fuorilegge, se no non avrebbe dato nomi di
      fantasia nel registrare i siti) mi pare
      decisamente troppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' E LIMITI...
        complimenti immagino che anche tu sia un prete...cmq scherzi a parte esiste una libertà e se uno nella sua libertà vuole bestemmiare un dio (mio o tuo che sia) è libero di farlo...ciò chiaramente accade nei paesi liberi...chiaramente in italia non siamo liberi; siamo governati da una persona che ha inserito le sue immagini anche nel culo dei preti, che è un mafioso ladro ed ormai, governando uno stato intero, si sta inculando per benino tutta la magistratura...premetto a me non piace bestemmiare e non mi piace sentire chi lo fa...ma siamo liberi di farlo...altrimenti se arriviamo ad un tal punto di stupido moralismo dovremmo vietare anche le parolacce del genere "porca puttana" (mio dio abbiamo offeso un'itera categoria) o "porco due" (abbiamo offeso anche i numeri!).speriamo che la libertà di espressione torni ad imperare...
        • Anonimo scrive:
          Re: LIBERTA' E LIMITI...
          Libero di bestemmiare...Allora sono anche libero di insultare tua madre?E tu non dovresti offenderti, seguendo questa linea logica se vivessi in uno stato libero dovrei avere la libertà di offenderti, magari picchiarti e ucciderti, sono libero di farlo giusto...Libertà!
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' E LIMITI...
            Caro Alessio, volevo risponderti ma Duna l'ha fatto molto meglio di me...Libertà è anche rispetto per gli altri, rispetto della libertà degli altri, non egoismo assoluto... e aspirazione all'onnipotenza (voglio fare quel che mi pare...).Ciao- Scritto da: Duna
            Libero di bestemmiare...
            Allora sono anche libero di insultare tua
            madre?
            E tu non dovresti offenderti, seguendo
            questa linea logica se vivessi in uno stato
            libero dovrei avere la libertà di
            offenderti, magari picchiarti e ucciderti,
            sono libero di farlo giusto...

            Libertà!
  • Anonimo scrive:
    Dino Campana
    "L'Italia è come sempre fu: teologica."Dino Campana, 1910.
  • Anonimo scrive:
    Offesa alla religione di stato...
    Ma sbaglio o per caso l'Italia non è uno stato laico????
    • Anonimo scrive:
      Re: Offesa alla religione di stato...
      Nemmeno io pensavo fino ad oggi di avere una religione di stato, e che ci fossero perfino una serie di reati contro.Mi sa che mi sono person qualcosa in questi ultimi anni..... un motivo in più per andare via dall'italia quanto prima.... sono ateo e non ammetto che lo Stato abbia una religione di stato.... puah!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Offesa alla religione di stato...
        Allo stesso modo sono Cattolico e non gradirei se lo Stato non avesse una Religione di Stato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Offesa alla religione di stato...
          - Scritto da: Duna
          Allo stesso modo sono Cattolico e non
          gradirei se lo Stato non avesse una
          Religione di Stato.ma guarda, io sono cattolico e NON voglio che lo stato abbia una religione di stato.(ma che tuteli ove possibile ed opportuno le religioni presenti)
  • Anonimo scrive:
    Giusto!
    Io sono d'accordissimo con la questura. Intitolare un sito porc*di*.com è un atto offensivo totalmente gratuito ed anche io, che non sono uno che va a messa la domenica, mi sento offeso. Perchè in questo modo si offende una cultura, una civiltà.
  • Anonimo scrive:
    Liberta' di bestemmia in privato.
    Penso che almeno a casa mia io debba essere libero di bestemmaiare no ? Di questi siti nessuno ne conosceva l'esistenza tranne poche centinaia di persone in tutt'Italia quindi penso che possano essere equiparati a dei club privati e non a delle testate giornalistiche pubbliche.Quindi giudichiamo l'operato dei giudici e di chi li ha inviati apertamente provocatorio.Naturalmente noi antireligiosi anticattolici antimusulmani 2 volte, antiqualsiasireligionechecivengaarompereleballe, contrattaccheremo e puniremo duramente i responsabili di tale azioni criminose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberta' di bestemmia in privato.
      - Scritto da: Hawk
      Penso che almeno a casa mia io debba essere
      libero di bestemmaiare no ?...per poco ancora, mio caro. Per poco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberta' di bestemmia in privato.
      - Scritto da: Hawk
      Penso che almeno a casa mia io debba essere
      libero di bestemmaiare no ? posso farti una domanda ? ti da un gusto particolare la bestemmia ? non saprei.. come mangiare un pasticcino o fumarti una sigaretta ?è qualcosa di cui non puoi fare a meno ? no perchè allora credi più tu a Dio, dato che lo chiami in causa ogni giorni, di molti altri presunti credenti qui dentro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Liberta' di bestemmia in privato.
        - Scritto da: Francis


        - Scritto da: Hawk

        Penso che almeno a casa mia io debba
        essere

        libero di bestemmaiare no ?

        posso farti una domanda ?

        ti da un gusto particolare la bestemmia ?Penso sia il gusto di dare fastidio a chi vuole importi il suo credo.Non a caso gli italiani sono l'unico popolo a bestemmiare ed i piu' grandi bestemmiatori d'Italia sono i veneti che, guarda caso, sono anche quelli che hanno subito la piu' becera teocrazia.
  • Anonimo scrive:
    Anubis!
    Secondo voi comporta Blasfemia sostenere che Anubis, nell'antico egitto, era il dio cane?Vi invito tutti a invocare il nome di Anubis contro questi zozzoni dell' Osservatore de Roma e contro i loro metodi antidemocratici.Le antenne di Radio Vaticana sì, e i siti in nome di Anubis no?!Ma andate a cagare!!!
  • Anonimo scrive:
    Questo non è offendere
    Bestemmiare non è offendere te, ma qualcosa in cui credi. Se uno ti dice "sei uno stro***" tu che ti senti offeso hai il diritto di agire per vie legali. Ma se tu credi alla teoria di Darwin e io dico Darwin era un imbe_cille patetico io non ho effeso te, e ti attacchi. Se si potessero denunciare le persone perchè la pensano diversamente da noi saremmo (siamo, visto l'articolo) in un mondo di MER_DA.