Germania, le mani sul cyberlocker

Sequestrata la piattaforma di file hosting Skyload.net. Arrestato il suo giovane webmaster, che avrebbe caricato oltre 10mila film a disposizione degli utenti di Kino.to. Preso anche il gestore di un hosting provider
Sequestrata la piattaforma di file hosting Skyload.net. Arrestato il suo giovane webmaster, che avrebbe caricato oltre 10mila film a disposizione degli utenti di Kino.to. Preso anche il gestore di un hosting provider

Era finito nel mirino dell’organizzazione antipirateria GVU , nell’ambito dell’ operazione di polizia internazionale condotta contro la piattaforma Kino.to. Il cyberlocker Skyload.net è ora finito offline, sequestrato dalla polizia tedesca per violazione su larga scala del copyright .

Vittima del raid è il 28enne Maik P., arrestato dagli agenti per aver gestito in prima persona la piattaforma di file hosting. Stando alle prime dichiarazioni rilasciate dalle autorità locali, il webmaster sarebbe responsabile del caricamento di oltre 10mila film a disposizione degli utenti di Kino.to .

Le attività di Skyload.net non avrebbero subito alcun arresto dopo la chiusura dello stesso Kino.to. Il cyberlocker tedesco sarebbe invece riuscito a sopravvivere legandosi all’indirizzo alternativo kinox.to . Insieme a Maik P. è stato arrestato il 25enne Marcel E., principale gestore dell’hosting provider legato a Skyload.net .

Sempre secondo la ricostruzione offerta dalla polizia, Marcel E. avrebbe ospitato per anni la piattaforma di file hosting insieme ad un vasto gruppo di siti per la condivisione illecita dei film. I due sono stati accusati di attività criminose contro il diritto d’autore. Rischierebbero una condanna simile – tre anni – a quella dell’admin di Kino.to .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 02 2012
Link copiato negli appunti