Giappone, una relazione col cuore

La promette NTT: un nuovo sistema di telecamere, microfoni e programmi di riconoscimento vocale per registrare non solo le parole ma anche gli umori che serpeggiano in un meeting
La promette NTT: un nuovo sistema di telecamere, microfoni e programmi di riconoscimento vocale per registrare non solo le parole ma anche gli umori che serpeggiano in un meeting

Il gigante delle telecomunicazioni giapponese NTT ha annunciato un sistema di trascrizione automatica che promette di seguire un meeting con più persone e di carpire anche le emozioni che scorrono fra i presenti.

Quello della registrazione e comunicazione tecnologica dei sentimenti sembra un argomento molto caro ai giapponesi, che hanno avuto già modo di osservare il cellulare che passa le emozioni all’altro capo del telefono.

Ora, invece, è NTT ad annunciare (ma non rilasciando ancora immagini né informazioni precise) un sistema dedicato a meeting e conferenze che permetterebbe di avere nero su bianco il resoconto di qualsiasi discorso riuscendo, in più, a individuare alcune emozioni, come per esempio risate o momenti di imbarazzo alle parole dello speaker, in modo da trascrivere, insieme alla cronaca dettagliata, l’umore generale dell’incontro.

La tecnologia è costituita da un sistema di telecamere e microfoni che riesce a immagazzinare discorsi di più persone durante un singolo incontro: lo speaker viene identificato calcolando il tempo che la voce impiega a raggiungere il microfono e individuando il volto corrispondente attraverso le telecamere.

Una volta registrata, la voce è processata da una tecnologia di riconoscimento vocale e trasformata in documento.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti