Gioca ad Halo, si uccide

La vittima, undici anni, stava emulando le mosse di un videogame prima di rimanere vittima di un colpo accidentale

Roma – Un ragazzino undicenne è deceduto a causa di un colpo di fucile. Il tragico episodio è avvenuto nella cittadina di Johnson Creek nel Wisconsin. Le cronache locali sostengono che Joshua J. Nimm abbia fatto tutto da solo e che l’incidente sia avvenuto dopo aver giocato intensamente ad Halo.

“La nostra ipotesi è che si sia trattato di uno sparo accidentale” afferma un ispettore della contea di Jefferson, Larry Lee. “Il ragazzino – ha dichiarato – stava preparandosi per andare a scuola ed ha deciso di marinarla, preferendo rimanere a casa a giocare ai videogame. Dopo aver giocato ad Halo, avrebbe quindi pensato di emulare le scene viste con un fucile, un calibro 22 automatico, di sua proprietà, cosa non inusuale tra le famiglie che vivono in campagna”.

Joshua Nimm è stato tradito dalla scarsa conoscenza dell’arma: aveva rimosso il caricatore per sicurezza senza sapere che un colpo già caricato sarebbe comunque esploso. Lo sparo ha centrato in pieno la sua testa. Tutta la vicenda è ancora avvolta nel mistero, ma per ora si esclude l’ipotesi del suicidio: stando a quanto affermato da genitori, insegnanti e amici della vittima il giovane non manifestava alcun sintomo di depressione o di disturbo sociale.

La tragica notizia ha subito fatto il giro del web. Su molti blog e siti si continua a discutere della vicenda: da una parte qualcuno sottolinea la necessità di vietare determinati giochi ai più piccoli, mentre in risposta i sostenitori del gioco ribadiscono che è più pericoloso tenere un fucile in casa che una console. D’altra parte non è certo di oggi la polemica sui videogame cruenti , rei secondo molti di trasporre la violenza videoludica nel mondo reale.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Domenico Pontillo scrive:
    Recessione contratto illy
    Buonasera,A quanto capito un viscido contratto illy dalla durata di 4 anni non lo posso rescindere?O per lo menoCome dovrei comportarmi visto che mi hannoMesso una penale di 4 anni di 1200 annui in caso di reXXXXX piu 400 euro annui per i macchinari
  • Compratore scrive:
    Tutti compratori sono
    In mancanza di contratti specifici tra le parti, le norme dovrebbero essere le stesse: se compro al supermercato 10 DVD+R come persona fisica o gli stessi 10 DVD+R come ditta individuale non vedo perché nel primo caso abbia delle tutele che nel secondo non ho.
    • Daniele scrive:
      Re: Tutti compratori sono
      - Scritto da: Compratore
      In mancanza di contratti specifici tra le parti,
      le norme dovrebbero essere le stesse: se compro
      al supermercato 10 DVD+R come persona fisica o
      gli stessi 10 DVD+R come ditta individuale non
      vedo perché nel primo caso abbia delle tutele che
      nel secondo non
      ho.O meglio: perchè nel secondo caso non ho le giuste tutele che nel primo ho.Suona molto meglio
  • Gangemi fabio scrive:
    solite cazzate per spillare soldi...
    questi sono i soliti mezzi delle compagnie telefoniche per spillare soldi... e se un'azienda chiude, quindi non avendo più partita iva il titolare della stessa diventa un end user? utente finale... quel contratto va cambiato queste norme non tutelano nessuno. siamo schiavi delle multinazioneli..
  • asssdsds scrive:
    romasdsdsdsds
    end users=utenti finali=consumatori=chi aderisce ad un contratto per adesione
Chiudi i commenti