Giuda.com/ Inganni da New Economy: le qualifiche

Dal sito della satira la spiegazione finale: ecco perché non si trovano lavoratori specializzati nell'ICT. Una triste verità
Dal sito della satira la spiegazione finale: ecco perché non si trovano lavoratori specializzati nell'ICT. Una triste verità


Web – Una volta, indubbiamente, era tutto più chiaro. Quasi elementare. Se andavi da un bambino e gli chiedevi: “Piccino cosa vuoi fare da grande?” lui subito rispondeva sicuro: “Il pompiere!” oppure “Il poliziotto!” oppure ancora “L’avvocato!” (quelli più svegli specificavano anche il ramo… buttandosi in genere sul penale, alla Perry Mason) o magari “Il medico!” (i più arditi dicevano addirittura: il chirurgo).

Ciò era possibile perché al solo pronunciare il nome di una professione tutti capivano immediatamente cosa fosse ed in cosa consistesse quel lavoro.

Oggi tutto questo non c’é più: basta guardare una qualsiasi pagina di annunci di lavoro di un qualsiasi quotidiano: si cercano Wireless/Wap Engineer, Recruiting Sales Assistants, Supply Chain Manager, Corporate Trade Finance e così via.

Sentendo nominare queste professioni, non ti immagini certo quel che fa chi le esercita; si tratta di lavori il cui nome ha lo stesso potere evocativo di quello di un piatto francese letto da un impeccabile maitre: quando lo senti declamare pensi: “Fico!” e un secondo dopo: “Sì ma che ha detto? E cosa mi tocca mangiare ora?”

Non esiste niente di più brutto che vedere la faccia perplessa di qualcuno che, quando ascolta che lavoro fai, rimane lì, imbambolato, a guardarti mentre tu te ne esci con una definizione da far rizzare i capelli.

E ‘ una sensazione orribile notare come sul volto di quella persona si possa leggere solo un sentimento di perplessità; una sensazione paragonabile solo a quella che si prova quando, il martedì grasso, dopo aver scelto con cura il vestito di carnevale più ricercato (magari quello da “primavera” con tutti i fiorellini e il fogliame intorno) qualcuno arriva e ti chiede: “Tu da cosa sei vestito?”.

Vi voglio vedere a spiegare, in primis, da cosa sei vestito e poi come e perché quel vestito rappresenta la primavera.

Ma ciò che è peggio, è che un lavoro che si chiama Supply Chain Manager ha così poco appeal nella immaginazione comune che nessun bambino mai, mai al mondo, dirà: “Da grande voglio fare il Supply Chain Manager”.

Probabilmente il Supply Chain Manager è una professione senza futuro. Nessun bambino vorrà fare il Supply Chain Manager e nemmeno qualche lavoro incomprensibile della new economy.

Non lamentatevi se non ci sono abbastanza lavoratori nelle aziende legate a Internet.

Chiedete piuttosto a vostro figlio cosa vuol fare da grande.

Giuda.com “il sito che non tradisce”

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 03 2001
Link copiato negli appunti