Giuda.com/ Mai sfidare un piccolo videogamer

Dal sito della satira l'avventura di chi osò sfidare un dodicenne. Prima regola del videogiocatore: non sfidare mai una persona molto più giovane di te. Non sottovalutare la potenza di tuo nipote


Web – Ho avuto la fortuna di chiacchierare con un caro amico che lavora usualmente con i computer: un videogiocatore di lungo corso, una persona con cui ci si ferma a chiacchierare del primo Monkey Island e delle configurazioni multiboot per Dos. Una persona giovane che ancora ricorda le domeniche passate sui Coin up più famosi e che adesso, per evoluzione naturale, si trova a lavorare nella new economy.

Mi ha raccontato di un tragico week end a casa del suo nipotino di dodici anni, una avventura agghiacciante.

“Zio, fai una partita a Fifa 2001 con la Playstation?”. E ‘ iniziata così la tragedia. “Certo caro, mi spieghi i tasti?”. “Ma come, non lo sai? Triangolino tackle, cerchietto tiro, ics passaggio. Poi: triangolinocerchiettotiroalvolo, r2+r3+quadrettofuorigioco, r1+cerchietto+trevolte avantisupertiroconrovesciatavoltante TUTTO CHIARO NO, ZIO?”

“Certo, tutto chiaro”. Il dubbio ha iniziato a assalire il mio coetaneo. Alla fine del primo tempo il dubbio si era trasformato in terrore: 9-0 per il nipote di 12 anni.

Il primo match si è concluso 12 a zero. “Zio, dai sono piccolo ma non mi devi far vincere per forza, sennò non mi diverto”. Il nostro New Economer ha fatto buon viso a cattivo gioco, ha fatto finta di ridere per avallare la tesi del piccolo, ha concesso la rivincita.

Risultato della rivincita: ancora 12 a zero per il nipotino. “Zio, dai, piantala di farmi fare tutti questi gol! O giochi bene o non giochi. Guarda che ho già 12 anni!”.

Terza partita, fine primo tempo: 9 a zero per il piccolo. Chiaramente scocciato, si gira: “Mamma, lo zio non ha voglia di giocare con me!”. Come se non bastasse, arrabbiato, triste e offeso, chiama la sorellina di 9 anni: “Marta, continua a giocarci tu con lo zio, io vado di là”.

E no, anche la sorellina no. E ‘ davvero tardi, e devo davvero scappare a casa. Grazie di tutto. Bastardo.

Giuda.com , “il sito che non tradisce”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Luca Boccianti
    ...luca quello che scrivi è giusto, e non capisco perchè tanta gente ti si scagli contro. Posso pensare solo due cose : 1) sono pagati dai provider 2) hanno veramente poca materia grigia.Ao lo volete capire o no che io ho sottoscritto un contratto full24 e ora mi si viene a dire che lo devo usare con moderazione????Se io (provider) offro qualcosa che va bene per 10 persone, nel momento in cui l'affare va bene, e i clienti da 10 diventano 20, non posso dire utilizzatelo tutti a metà, bensì devo potenziare la struttura per 20 persone!!!E quelli che dicono il contrario, o non gliene fotte proprio un cazzo perchè probabilmente stanno scrivendo dalla loro T3, oppure sono pagati.addio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Luca Boccianti
      Beh, io non sono né pagato dai provider, né credo di avere poca materia grigia.Il problema di Luca Boccianti è questo:(1) O non è stato in grado di spiegarci bene ciò che vuole dire;(2) O più probabilmente pretende garanzie e servizi semplicemente assurdi.Anche io vorrei avere una flat che non dà mai occupato (meglio: che non dà occupato quando mi serve davvero).Anche a me piacerebbe una flat in cui posso stare collegato 20 ore al giorno (se sono in attesa di una mail).Anche a me piacerebbe pagare poco tutto questo.Ma semplicemente ho realizzato che tuttora non è possibile avere questo servizio per cinquantamila lire al mese, come dimostrano evidenti fatti.Chi pretende di avere una connessione semi-permanente per una tale cifra, somiglia ad uno che va ai ristoranti a prezzo fisso e si ingozza come un maiale, pur di sfruttare a fondo i soldi spesi, oppure ad uno che si iscrive in palestra e ci sta quindici ore al giorno.Se poi tale losco individuo è un professionista che fai i soldi con Internet, si dovrebbe proprio vergognare.Pagasse la bolletta oppure fi faccia una connessione più veloce (ADSL o dedicata), senza intasare le flat con le sue connessioni di quindici ore.
      addio.I tuoi grandi e lucidi ragionamenti non ci mancheranno.mARCOs
    • Anonimo scrive:
      Re: Luca Boccianti
      - Scritto da: IO
      ...luca quello che scrivi è giusto, e non
      capisco perchè tanta gente ti si scagli
      contro. Posso pensare solo due cose : 1)
      sono pagati dai provider 2) hanno veramente
      poca materia grigia. Aggiungi anche:3) HANNO LETTO CHE PER OGNI MODEM CI SONO 5 PERSONE CHE LO USANO !!!!!!!!AO', MA LO HAI LETTO IL CONTRATTO O TI SEI FERMATO ANCHE TU ALLE CIFRE "24/24" ????
  • Anonimo scrive:
    C'e' modo e modo di sbagliare
    Le aziende che promettono flat 24 su 24 (perche' me ne fotto delle parole, quello che ci hanno fatto capire e' questo, che tutti sappiamo) e ci stanno rimettendo devono sbrigarsela da sole.COme qualcuno diceva in un altro post, c'e' modo e modo, ovvero "hai sbagliato ma onora il contratto fino alla fine".DEVE essere cosi'. Non possono rifarsi sulle parole ADESSO.L'Intel, quando sbaglio' clamorosamente a far uscire un chipset 820 con "traduttore" per poter usare le classiche Dimm (in origine doveva usare solo le Rambus), e quel traduttore SBAGLIAVA i calcoli, sapete che ha fatto?Ha ritirato TUTTE le proprie schede madri dal commercio, COMPRESE QUELLE GIA' COMPRATE, e le ha cambiate con la versione senza "traduttore", regalando inoltre un modulo Rambus da 128Mega senza chiedere indietro la vecchia ram. Praticamente a OGNI CLIENTE ha rimborsato il prezzo dell'acquisto. Questo per un SUO errore.E' da queste cose che si comprende la serieta' di un'azienda. La capacita' di porre rimedio ai propri errori.I Provider dovrebbero imparare che e' chi sbaglia che deve risolvere, non i clienti.
    • Anonimo scrive:
      Re: C'e' modo e modo di sbagliare
      - Scritto da: Fool
      Le aziende che promettono flat 24 su 24
      (perche' me ne fotto delle parole, quello
      che ci hanno fatto capire e' questo, che
      tutti sappiamo) e ci stanno rimettendo
      devono sbrigarsela da sole.Da dove si capisce che il provider garantisce 24 ore di connessione a tutti?
      COme qualcuno diceva in un altro post, c'e'
      modo e modo, ovvero "hai sbagliato ma onora
      il contratto fino alla fine".Dov'è che i provider non onorano il contratto?
      L'Intel, quando sbaglio' clamorosamente a
      far uscire un chipset 820 con "traduttore"
      per poter usare le classiche Dimm (in
      origine doveva usare solo le Rambus), e quel
      traduttore SBAGLIAVA i calcoli, sapete che
      ha fatto?
      Ha ritirato TUTTE le proprie schede madri
      dal commercio, COMPRESE QUELLE GIA'
      COMPRATE, e le ha cambiate con la versione
      senza "traduttore", regalando inoltre un
      modulo Rambus da 128Mega senza chiedere
      indietro la vecchia ram. Praticamente a OGNI
      CLIENTE ha rimborsato il prezzo
      dell'acquisto. Questo per un SUO errore.Ti credo! Con tutto quello che costano i sistemi Intel, ci mancherebbe solo che funzionassero MALE!!!Se Intel avesse ripagato gli utenti per tutte le idiozie che ha sparato, sarebbe fallita da un pezzo.Nessuno ha mai sentito parlare del PentiumIII che permette di "entrare sul serio in Internet"? Intel, come la stragrande maggioranza delle aziende, sfrutta l'ignoranza degli utenti per poter fare pubblicità (evidentemente ingannevoli) e vendere processori a prezzi allucinanti.
      E' da queste cose che si comprende la
      serieta' di un'azienda. La capacita' di
      porre rimedio ai propri errori.Certo, viva la serietà di Intel!!! Con un'architettura del 1993 (quella del PPRO) ha fatto soldi per moltissimo tempo, senza introdurre nessuna novità significativa.Mammamia, che ditta seria!!!
      I Provider dovrebbero imparare che e' chi
      sbaglia che deve risolvere, non i clienti.Se lo dici tu...mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: C'e' modo e modo di sbagliare
        Sono stato frainteso, quindi cercherò di semplificare i concetti, così forse non mi prenderò del barbone...se mi abbono a Libero-sogno e poi x qualsiasi ragione (ivi compresa la mia ignoranza) mi ritrovo a spendere di + di quanto spenderei con gli scatti, sono comunque costretto x contratto a tenermi la flat per un anno. Non giustifico quindi il fatto che il provider possa sospendere il servizio se si trova in perdita.Io non sono di quelli che sta connesso giorni e giorni, normalmente uso internet un paio d' ore al giorno, che diventano 3 o 4 nei festivi, quindi mi sembra di non rubare niente a nessuno.Non è che giustifico chi sta connesso 24h anche quando non ne ha bisogno, dico solo che il provider può far fronte a questo problema come vuole, ma nel rispetto dei contratti, dal momento che il problema in questione è e rimane suo.
        • Anonimo scrive:
          Re: C'e' modo e modo di sbagliare
          - Scritto da: G. "gillicam" I.M.
          Sono stato frainteso, quindi cercherò di
          semplificare i concetti, così forse non mi
          prenderò del barbone...Guarda che "barbone" non era riferito a te... Dicevo per dire.L'utente X non può sentirsi autorizzato ad usare come e quando vuole una risorsa condivisa (come lo sono i modem), solo perché non costa un tot a tempo.Se l'utente X va in albergo e trova un buffet per la colazione, fa una figuraccia ad abbuffarsi come un porco!!! Se tutto è già pagato, non ci dobbiamo sentire in dovere di strafogarci.
          se mi abbono a Libero-sogno e poi x
          qualsiasi ragione (ivi compresa la mia
          ignoranza) mi ritrovo a spendere di + di
          quanto spenderei con gli scatti, sono
          comunque costretto x contratto a tenermi la
          flat per un anno.Sarebbe meglio infatti se le offerte fossero mensili (con tacito rinnovo) e non annuali.
          Non giustifico quindi il
          fatto che il provider possa sospendere il
          servizio se si trova in perdita.Per quanto riguarda le libertà del provider, io gli concederei la facoltà di cambiare i termini del contratto (es. il canone mensile) e lasciarti la possibilità di scegliere: o ti sta bene o cambi provider (e hai indietro i soldi).Questa libertà è una palese ingiustizia, però penso che nessun provider attualmente potrà mai garantire un accesso decente ad Internet per 50k al mese, se tale accesso è sfruttato da tanti assidui navigatori. Allora, se il provider si accorge che il servizio è usato troppo pesantamente, deve poter chiedere più soldi (tutti questi soldi DOVRANNO poi servire per potenziare le proprie risorse).Certo, poi i contratti (TUTTI!!!) devono essere più chiari.Riguardo all'ignoranza: è un peccato che una persona che non è competente debba prendere sòle. Però è così, sia nell'Informatica che in altri campi. I provider hanno tutto l'interesse nell'avere utenti ignoranti e quindi non spetta certo a loro rimediare.
          Io non sono di quelli che sta connesso
          giorni e giorni, normalmente uso internet un
          paio d' ore al giorno, che diventano 3 o 4
          nei festivi, quindi mi sembra di non rubare
          niente a nessuno.Io ce l'ho con quelli che stanno connessi 15 ore al giorno e poi scrivono pure una lettera a Punto Informatico per dire: "Beh, che problema c'è?".Il nostro caro sig. Luca Boccianti non è mai stato in palestra? Anche lì si paga un tot al mese e si può fare sport a qualunque ora. Ma se lui ci sta TUTTO IL GIORNO e vuole usare gli attrezzi che dice lui quando vuole lui, non pensando che c'è anche qualche altra persona (che ha pagato quanto lui), è ridicolo che protesti perché magari delle volte trova la panca occupata!!! Vuole fare sport quanto gli va? Si faccia costruire una palestra a casa sua e assuma un allenatore personale.
          Non è che giustifico chi sta connesso 24h
          anche quando non ne ha bisogno, dico solo
          che il provider può far fronte a questo
          problema come vuole, ma nel rispetto dei
          contratti, dal momento che il problema in
          questione è e rimane suo.Purtroppo, fino ad ora è stato solo un problema degli utenti.mARCOs
      • Anonimo scrive:
        Re: C'e' modo e modo di sbagliare
        - Scritto da: mARCOs
        - Scritto da: Fool

        Le aziende che promettono flat 24 su 24

        (perche' me ne fotto delle parole, quello

        che ci hanno fatto capire e' questo, che

        tutti sappiamo) e ci stanno rimettendo

        devono sbrigarsela da sole.

        Da dove si capisce che il provider
        garantisce 24 ore di connessione a tutti?In ogni singola parola di ogni pubblicita', su tutti i contratti eccetera. E' quello che dicono, e' quello che ci vendono.

        COme qualcuno diceva in un altro post,
        c'e'

        modo e modo, ovvero "hai sbagliato ma
        onora

        il contratto fino alla fine".
        Dov'è che i provider non onorano il
        contratto?Galactica ha rescisso molti contratti, che io sappia... e cmq era una cosa per intendere che se dicono 24 on 24 deve essere cosi', senza avere il problema "ah, ma c'e' altra gente che vorrebbe collegarsi, si scolleghi perfavore".

        L'Intel, quando sbaglio' clamorosamente a

        far uscire un chipset 820 con "traduttore"

        per poter usare le classiche Dimm (in

        origine doveva usare solo le Rambus), e
        quel

        traduttore SBAGLIAVA i calcoli, sapete che

        ha fatto?

        Ha ritirato TUTTE le proprie schede madri

        dal commercio, COMPRESE QUELLE GIA'

        COMPRATE, e le ha cambiate con la versione

        senza "traduttore", regalando inoltre un

        modulo Rambus da 128Mega senza chiedere

        indietro la vecchia ram. Praticamente a
        OGNI

        CLIENTE ha rimborsato il prezzo

        dell'acquisto. Questo per un SUO errore.

        Ti credo! Con tutto quello che costano i
        sistemi Intel, ci mancherebbe solo che
        funzionassero MALE!!!

        Se Intel avesse ripagato gli utenti per
        tutte le idiozie che ha sparato, sarebbe
        fallita da un pezzo.

        Nessuno ha mai sentito parlare del
        PentiumIII che permette di "entrare sul
        serio in Internet"? Intel, come la
        stragrande maggioranza delle aziende,
        sfrutta l'ignoranza degli utenti per poter
        fare pubblicità (evidentemente ingannevoli)
        e vendere processori a prezzi allucinanti.Sbagli. Il P3 ha effettivamente precalcoli sul linguaggio html, come altri precalcoli sulle DirectX e tante altre istruzioni velocizzate. Se poi la linea fa schifo, e ti manda dati a soli 6-7kb, non diamo la colpa al P3. Gli Americani questi problemi non li hanno, loro stanno a 1Gb di connessione sul telefono normale, in flat perenne sulle chiamate urbane!

        E' da queste cose che si comprende la

        serieta' di un'azienda. La capacita' di

        porre rimedio ai propri errori.

        Certo, viva la serietà di Intel!!!Molto piu' che 90% delle aziende italiane. Pratica prezzi alti, certo, e quasi ingiustificati, visto che un 650MHz non si differenzia per nulla da un 866MHz, ma e' il libero mercato, ci sono altri processori che puoi comprare, senza perdere nulla in qualita'.
        Con un'architettura del 1993 (quella del
        PPRO) ha fatto soldi per moltissimo tempo,
        senza introdurre nessuna novità
        significativa.Il PPRO era un ottimo processore per server, aveva caratteristiche simili allo Xeon di adesso.Molti per piccole LAN di condivisione documenti lo cercano ancora, lo cercano ancora, lo sapevi?
        Mammamia, che ditta seria!!!


        I Provider dovrebbero imparare che e' chi

        sbaglia che deve risolvere, non i clienti.

        Se lo dici tu...Bhe, io dico quello che credo. Sono loro che hanno da perdere immagine quindi soldi.
        mARCOs
        • Anonimo scrive:
          Re: C'e' modo e modo di sbagliare
          - Scritto da: Fool
          In ogni singola parola di ogni pubblicita',
          su tutti i contratti eccetera. E' quello che
          dicono, e' quello che ci vendono. No, aspetta.Stai parlando di pubblicità o di contratto?Nel contratto io non ho letto UNA SOLA PAROLA che garantisca a tutti l'accesso illimitato (anzi...).Se sei di parere contrario, invia su questo forum il pezzo del contratto che dà esplicitamente questa garanzia.
          Galactica ha rescisso molti contratti, che
          io sappia...Non so se Galactica abbia rescisso molti contratti (mi auguro almeno che abbia restituito dei soldi...).
          e cmq era una cosa per
          intendere che se dicono 24 on 24 deve essere
          cosi', senza avere il problema "ah, ma c'e'
          altra gente che vorrebbe collegarsi, si
          scolleghi perfavore".NON POSSONO ESSERE 24 ORE SU 24 PER TUTTI!!!! Questo risulta chiaro dall'offertta che fanno (il rapporto modem utenti NON E' 1/1).Ti rifaccio lo stesso esempio che ho scritto sopra.Anche in palestra si paga un tot al mese e si può fare sport a qualunque ora. Ma se ci stai TUTTO IL GIORNO e vuoi usare gli attrezzi che ti pare quando ti pare, non pensando che c'è anche qualche altra persona (che ha pagato quanto te), è ridicolo che protesti, perché non hai ragione.Vuoi fare sport quando ti va? Fatti costruire una palestra a casa tua e assumi un allenatore personale.
          Sbagli. Il P3 ha effettivamente precalcoli
          sul linguaggio html, come altri precalcoli
          sulle DirectX e tante altre istruzioni
          velocizzate. Se poi la linea fa schifo, e ti
          manda dati a soli 6-7kb, non diamo la colpa
          al P3. Gli Americani questi problemi non li
          hanno, loro stanno a 1Gb di connessione sul
          telefono normale, in flat perenne sulle
          chiamate urbane!Ma vaaaaaaaa!!!! Leggiti le pubblicità che Intel ha fatto del PentiumIII!!!Le persone che non se ne intendevano pensavano effettivamente che col PentiumIII si riuscisse a navigare meglio o addirittura che senza PentiumIII non si potesse "entrare sul serio in Internet" (ma che vuol dire questa frase???).Visto che disponiamo di connessioni lente (la maggior parte dei navigatori italiani hannoancora il 56k), sai quanto ce ne frega se il codice del browser (quello che renderizza la pagine, ovvero che interpreta il codice HTML e lo "trasforma" in colori, immagini, ecc...) è ottimizzato per il PentiumIII.Infatti, sui NG tecnici e sulle riviste di settore il PentiumIII è stato stroncato alla grande.Se dici che i provider hanno truffano, non puoi assolutamente difendere Intel, indicandola coma "ditta seria". E' una buffona, che ha sfruttato l'ingenuità e l'ignoranza di tanti utenti interessati ad Internet per piazzare l'ennesima bufala, spacciandola per la novità del secolo.In generale, nessuna ditta monopolista è seria, perché non ha alcun interesse nell'esserlo.
          Molto piu' che 90% delle aziende italiane.Non credo proprio. Mi fai degli esempi?
          Pratica prezzi alti, certo, e quasi
          ingiustificati, visto che un 650MHz non si
          differenzia per nulla da un 866MHz, ma e' il
          libero mercato, ci sono altri processori che
          puoi comprare, senza perdere nulla in
          qualita'.E allora, se è un "libero mercato", ognuno propone quello che vuole e poi sta all'utente scegliere cosa comprare.Ma è emerso da queste discussioni che l'utente in generale è del tutto inpacace di operare una buona scelta.
          Il PPRO era un ottimo processore per server,
          aveva caratteristiche simili allo Xeon di
          adesso.Infatti, lo ERA otto anni fa. Eppure Intel ha continuato a farci i soldi sopra, proponendo processori "nuovi", che non erano altro che PPro con qualche cambiamento qua e là.Alla faccia del progresso tecnologico.
          Bhe, io dico quello che credo. Sono loro che
          hanno da perdere immagine quindi soldi.Pure io dico quello che credo e credo in quello che dico.mARCOs.
    • Anonimo scrive:
      Serietà?? (Re: C'e' modo e modo di sbagliare)
      Posta quello che hai scritto qui riguardo la serietà di Intel sul NG it.comp.hardware.cpu e vedi cosa ti rispondono!!!mARCOs
  • Anonimo scrive:
    Bisogna saper perdere...
    Il discorso è questo, pensiamo ad un servizio tipo l' attuale libero sogno, che costa 42.000 £ / mese e garantisce in pratica la possibilità di collegarsi tra le 18.30 e diciamo le 3.00; considerando che con 42.000 senza flat si fanno in un mese 60/70 ore di navigazione non è che l' infostrada possa pretendere che uno che paga ne faccia meno, anzi diciamo che ne farà almeno 100 / 120 altrimenti non fa la flat, e lo stesso vale per le flat 24h.Tutti i problemi in cui i provider sono incorsi in linea di massima sono dovuti alla loro poca "preveggenza", ma il problema è solo loro.Se al ristorante spendo più soldi di quanti ne ho mi fermo a lavare i piatti, mi sembra normale che lo stesso valga anche per inwind e compagnia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna saper perdere...
      - Scritto da: G. "gillicam" Illica Magrini
      Il discorso è questo, pensiamo ad un
      servizio tipo l' attuale libero sogno, che
      costa 42.000 £ / mese e garantisce in
      pratica la possibilità di collegarsi tra le
      18.30 e diciamo le 3.00; considerando che
      con 42.000 senza flat si fanno in un mese
      60/70 ore di navigazioneScusa, che conto hai fatto?Una telefonata urbana in fascia notturna costa 17,7 lire al minuto + iva e 60-70 ore di connessione costano 75.000-90.000. A questa cifra occorre togliere qualche lira, perché le connessioni lunghe costano un po' meno ma occorre aggiungere anche gli scatti alla risposta (se non fai un'unica connessione lunga).
      non è che l'
      infostrada possa pretendere che uno che paga
      ne faccia meno, anzi diciamo che ne farà
      almeno 100 / 120 altrimenti non fa la flat,
      e lo stesso vale per le flat 24h.Mah, per risparmiare con le flat e con le semiflat basta poco. Il problema, semmai, è che gli utenti dicono "abbiamo pagato e restiamo connessi quanto vogliamo".Se gli utenti ragionano così, non c'è flat che tenga.
      Tutti i problemi in cui i provider sono
      incorsi in linea di massima sono dovuti alla
      loro poca "preveggenza", ma il problema è
      solo loro.O forse a qualche utente che si crede tanto furbo e che, usando Internet per lavoro, ha pensavo di abbattere le spese?
      Se al ristorante spendo più soldi di quanti
      ne ho mi fermo a lavare i piatti, mi sembra
      normale che lo stesso valga anche per inwind
      e compagnia...Diciamo così: se il ristorante ti propone un prezzo fisso per una cena, sta a te non fare la figura del barbone morto di fame e NON ordinare roba per dieci volte il prezzo che hai pagato.mARCOs
  • Anonimo scrive:
    A me wind soddisfa
    Ciao a tutti,ho letto qualche vostro messaggio e mi pare di aver capito che siete tutti in disaccordo con i provider....fatevi adsl fatevi hdsl o cdn o abbandonate internet se non vi piace!nell'ultima bolletta telecon mi sono arrivate 85mila lire(benissimo direi) e quella di wind 120 mila lire(come prefissato dell'abbonamento)e sono stato connesso circa 8 ore di seguito tutti i giorni per cui il servizio mi soddisfa appieno...ovvio tranne in quelle ore dalle 21 alle 23 in cui tutti i ragazzini o chi non ha un cavolo da fare si collegano per vedere le stronzate del grande fratello(guardatevi la tv)e meno male che e' finito ,tutta quella gente che fino all'altro ieri odiava internet e i pc in genere ora fa a botte per collegarsi per vedwere le sue stronzate tipo il sito di anna falchi (dove detto da lei stessa c'e' una sosia )guardate la tv per vadere ste stronzate e lasciate a chi come me sono 6 anni che mi collego tutti i giorni!!!andatevene che mi laggate!altra cosa non e' vero che il provider mi scollega...fatevi furbi con icq mandate sempre segnali verso la rete..per cui quando mangio o esco il pc rimane collegato..arrivederci Bruno!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A me wind soddisfa
      Hai detto tutto!!!mARCOs- Scritto da: Bruno
      fatevi furbi con icq mandate
      sempre segnali verso la rete..per cui quando
      mangio o esco il pc rimane collegato..
      arrivederci Bruno!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A me wind soddisfa
      Mi piacerebbe che dicessi questa cosa ("A me wind soddisfa") a quelle migliaia di utenti che da gennaio scorso si sono visti troncare il collegamento isdn... io non sono uno di questi perche' da operatore del settore conosco le strutture wind e non mi fido. Lo dico solo per par condicio.Quello che mi fa rabbia sono gli escamotage commerciali che le aziende mettono in atto per sfilarci soldi e i raggiri burocratici che tirano fuori quando hanno bisogno di uscire dalle situazioni scomode in cui si sono posti a causa delle suddette manovre commerciali.Perche' devono passarla liscia? Loro si difendono benissimo ma chi difende il consumatore?Io vedo solo schiamazzi nei forum delle persone tradite che cercano di far sentire la loro voce e purtroppo lo fanno in modo troppo disordinato per essere efficaci.- Scritto da: Bruno
      Ciao a tutti,ho letto qualche vostro
      messaggio e mi pare di aver capito che siete
      tutti in disaccordo con i provider....fatevi
      adsl fatevi hdsl o cdn o abbandonate
      internet se non vi piace!
      nell'ultima bolletta telecon mi sono
      arrivate 85mila lire(benissimo direi) e
      quella di wind 120 mila lire(come prefissato
      dell'abbonamento)e sono stato connesso circa
      8 ore di seguito tutti i giorni per cui il
      servizio mi soddisfa appieno...ovvio tranne
      in quelle ore dalle 21 alle 23 in cui tutti
      i ragazzini o chi non ha un cavolo da fare
      si collegano per vedere le stronzate del
      grande fratello(guardatevi la tv)e meno male
      che e' finito ,tutta quella gente che fino
      all'altro ieri odiava internet e i pc in
      genere ora fa a botte per collegarsi per
      vedwere le sue stronzate tipo il sito di
      anna falchi (dove detto da lei stessa c'e'
      una sosia )guardate la tv per vadere ste
      stronzate e lasciate a chi come me sono 6
      anni che mi collego tutti i
      giorni!!!andatevene che mi laggate!


      altra cosa non e' vero che il provider mi
      scollega...fatevi furbi con icq mandate
      sempre segnali verso la rete..per cui quando
      mangio o esco il pc rimane collegato..
      arrivederci Bruno!!
  • Anonimo scrive:
    InWind - Internet No Stop
    Chi vi scrive è un utente che ha sottoscritto la prima flat che fosse obbiettivamente accessibile: InWind - Internet No StopCome mai Wind sta man mano disdettando tutti i contratti flat che lavorano su linea ISDN? Semplicemente perché ha capito, in ritardo, che £ 60.000 al mese di canone per gente che la flat la usa, e come, è troppo basso?Da un po' di tempo a questa parte, noto che la vecchia pubblcità della Flat di InWind (ma InWind in generale) non è più trasmessa a ritmo incessante. Anzi, non è più trasmessa. Come mai?Molto probabilemte la figuraccia che ha fatto verso l'utenza avrà fatto perdere "temporaneamente" la faccia alla società!!!Io avrei una possibile soluzione verso il famoso rapporto 1 a 5.Esistono molti ISP che offrono l'accesso alla rete gratuitamente (InWind in testa), ed alcuni di loro fanno pagare (a volte caro e amaro). Ovviamente il pagamento del gateway non implica che le telefonate siano comprese nel prezzo.Chi di voi possiede uno di questi abbonamenti a pagamento, nota che la velocità di trasferimento dati, nelle ore di punta, (in genere la sera) è incredibilmente più alta negli ISP a pagamento rispetto a quelli gratuiti (ho riscopeto il piacere di Napster da quando ho lasciato InWind).Ora, può sembrare un po' assurdo, però l'idea è questa: perché le compagnie telefoniche non offrono un abbonamento FLAT verso un ISP di gradimento dell'utente (funzionante su ISDN)?Si applica quello che in economia è detta la Differenziazione, così chi ha necessità di un abbonamento che faccia il famigerato fumo, paga il suo abbonamento caro e amaro, con una flat full time mensile, ad esempio di £ 70.000.Chi invece pensa di navigare molto per divertimento (un po' quello che ha fatto Infostrada con l'abbonamento di Libero serale) si sceglie il suo server gratuito ed il suo piano flat temporizzato, ad esempio £ 20.000 al mese per navigare dalle 18 alle 8 del mattino dopo. In fine chi usa Internet per vedere la posta e basta, si sceglie il proprio abbonamento gratuito che userà poco o niente, e potrebbe pagare una tariffa a secondi tipo l'Internet Light di InWind.Che ve ne pare come possibile idea?Scusate se lo sfogo è a dir poco chilometrico.Ciaoby Giò:)Web Site:http://www.dicecca.netWAP Site:http://www.dicecca.net/wap
    • Anonimo scrive:
      Re: InWind - Internet No Stop
      Dal 9 gennaio non è più possibile connettersi ad Inwind con formula Flat tramite ISDN; l'intera offerta Internte NoStop è stata sospesa ed ora è riservata solo ai vecchi abbonati su linea analogica. - Scritto da: Giovanni DI CECCA
      Chi vi scrive è un utente che ha
      sottoscritto la prima flat che fosse
      obbiettivamente accessibile: InWind -
      Internet No Stop

      Come mai Wind sta man mano disdettando tutti
      i contratti flat che lavorano su linea ISDN?


      Semplicemente perché ha capito, in ritardo,
      che £ 60.000 al mese di canone per gente che
      la flat la usa, e come, è troppo basso?

      Da un po' di tempo a questa parte, noto che
      la vecchia pubblcità della Flat di InWind
      (ma InWind in generale) non è più trasmessa
      a ritmo incessante. Anzi, non è più
      trasmessa. Come mai?

      Molto probabilemte la figuraccia che ha
      fatto verso l'utenza avrà fatto perdere
      "temporaneamente" la faccia alla società!!!

      Io avrei una possibile soluzione verso il
      famoso rapporto 1 a 5.

      Esistono molti ISP che offrono l'accesso
      alla rete gratuitamente (InWind in testa),
      ed alcuni di loro fanno pagare (a volte caro
      e amaro). Ovviamente il pagamento del
      gateway non implica che le telefonate siano
      comprese nel prezzo.

      Chi di voi possiede uno di questi
      abbonamenti a pagamento, nota che la
      velocità di trasferimento dati, nelle ore di
      punta, (in genere la sera) è incredibilmente
      più alta negli ISP a pagamento rispetto a
      quelli gratuiti (ho riscopeto il piacere di
      Napster da quando ho lasciato InWind).

      Ora, può sembrare un po' assurdo, però
      l'idea è questa: perché le compagnie
      telefoniche non offrono un abbonamento FLAT
      verso un ISP di gradimento dell'utente
      (funzionante su ISDN)?

      Si applica quello che in economia è detta la
      Differenziazione, così chi ha necessità di
      un abbonamento che faccia il famigerato
      fumo, paga il suo abbonamento caro e amaro,
      con una flat full time mensile, ad esempio
      di £ 70.000.
      Chi invece pensa di navigare molto per
      divertimento (un po' quello che ha fatto
      Infostrada con l'abbonamento di Libero
      serale) si sceglie il suo server gratuito ed
      il suo piano flat temporizzato, ad esempio £
      20.000 al mese per navigare dalle 18 alle 8
      del mattino dopo.
      In fine chi usa Internet per vedere la posta
      e basta, si sceglie il proprio abbonamento
      gratuito che userà poco o niente, e potrebbe
      pagare una tariffa a secondi tipo l'Internet
      Light di InWind.

      Che ve ne pare come possibile idea?

      Scusate se lo sfogo è a dir poco
      chilometrico.

      Ciao
      by Giò

      :)

      Web Site:
      http://www.dicecca.net

      WAP Site:
      http://www.dicecca.net/wap
  • Anonimo scrive:
    Han voluto i soldi?
    Se l'utente lascia un client di posta in idle che controlla ogni 3 minuti apposta per non perdere la connessione, allora mi sta bene considerarlo un abuso di banda, ma se mi devo scaricare i 4 CD di una distribuzione Linux, e sto collegato 5 giorni, che ci provi il provider a scollegarmi!!Sul contratto si parla chiaramente di 24 ore su 24 senza limiti, quindi se voglio restare collegato ed usare "attivamente" la banda, col cavolo che viene a protestare con me e a lagnarsi di un abuso da parte mia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Han voluto i soldi?
      Ecco gli utenti flat!!! Complimenti!!!La prossima volta scaricati un intero DVD, così puoi raccontare agli amici di essere stato connesso per dieci giorni!!!mARCOs- Scritto da: piggei
      Se l'utente lascia un client di posta in
      idle che controlla ogni 3 minuti apposta per
      non perdere la connessione, allora mi sta
      bene considerarlo un abuso di banda, ma se
      mi devo scaricare i 4 CD di una
      distribuzione Linux, e sto collegato 5
      giorni, che ci provi il provider a
      scollegarmi!!

      Sul contratto si parla chiaramente di 24 ore
      su 24 senza limiti, quindi se voglio restare
      collegato ed usare "attivamente" la banda,
      col cavolo che viene a protestare con me e a
      lagnarsi di un abuso da parte mia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Han voluto i soldi?
        Il punto è uno: se vado al ristorante a prezzo fisso e mi mangio 14 primi e 22 secondi farò anche la figura del barbone, ma nessuno ha il diritto di cacciarmi via. Punto. I proprietari del ristorante si incazzeranno, ma non potranno in nessun modo buttarmi fuori: se lo facessero passerebbero immediatamente dalla parte del torto. E io avrei tutte le ragioni (non sto dicendo che sia legittimo, ma di certo legale) a rivolgermi alla legge. Ovviamente non tutti (per fortuna) vanno al ristorante a prezzo fisso a mangiare come maiali. Ogni rapporto, in economia, è basato in gran parte anche sulla fiducia che c'è tra chi vende e chi compra. Il proprietario del ristorante mette in preventivo che potrà anche capitargli il cliente cafone che si ingozza, ma sa che la possibilità che tale cliente si presenti è piuttosto rara, e quindi sa che in ogni caso avrà un profitto dal sistema "a prezzo fisso". Se però da domani tutti diventiamo cafoni e assaliamo i ristoranti a prezzo fisso, questi chiuderanno in massa. Perchè (può essere ingiusto, lo ripeto, ma è legale) la ragione legale, nel momento in cui mi si promette una cosa ed io pago, è mia. Le compagnie che offrono flat a prezzi stracciati hanno semplicemente sbagliato a fare i conti: invece che un solo cliente ingordo ogni due o tre mesi ne arrivano 30. Ma non si può risolvere la questione sbattendoli fuori a calci. Se pago per un servizio e mi si dice che posso usarlo 24 ore su 24 io POSSO FARLO, che piaccia o no. Parli di Intel e dici della pubblicità atta ad ingannare gli utenti inesperti: mia nonna che cavolo ne sa di cos'è un rapporto modem/utente? Lei legge grosso così: 24 ore su 24, ed è questo che fa testo. Anche senza scendere nei meriti del contratto, prendendo ad esempio Galactica (che peraltro da nessuna parte accenna chiaramente alla possibilità di essere disconnessi a causa della troppa utenza) se mi viene presentata una pubblicità a caratteri cubitali che promette internet 24 al giorno per 70 mila lire al mese, e poi EFFETTIVAMENTE NON E' COSI', Galactica ha fatto una pubblicità ingannevole. E questo vuol dire prendere in giro la gente, e soprattutto rubare. Dicendo questo specifico che io uso internet per non più di 30 minuti al giorno, e con un abbonamento gratuito di Libero, perchè a conti fatti la flat mi costerebbe più che la bolletta. - Scritto da: mARCOs
        Ecco gli utenti flat!!! Complimenti!!!

        La prossima volta scaricati un intero DVD,
        così puoi raccontare agli amici di essere
        stato connesso per dieci giorni!!!

        mARCOs

        - Scritto da: piggei

        Se l'utente lascia un client di posta in

        idle che controlla ogni 3 minuti apposta
        per

        non perdere la connessione, allora mi sta

        bene considerarlo un abuso di banda, ma se

        mi devo scaricare i 4 CD di una

        distribuzione Linux, e sto collegato 5

        giorni, che ci provi il provider a

        scollegarmi!!



        Sul contratto si parla chiaramente di 24
        ore

        su 24 senza limiti, quindi se voglio
        restare

        collegato ed usare "attivamente" la banda,

        col cavolo che viene a protestare con me
        e a

        lagnarsi di un abuso da parte mia.
  • Anonimo scrive:
    La LEGGE e' UGUALE per tutti...
    cio' prevederebbe che cio' che e' possibile fare con contratto flat sia come utente sia come azienda e' scritto nel contratto.Se l'azienda con la quale ho sottoscritto un contratto DEVE rispettare il contratto esattamente come me. Io un monte ore nel contratto non l'ho.Quindi CIAPET....Di norma lo uso per 4/5 ore al giorno negli orari piu' strani : 0-5 22-1 14-20 etc. etc.. e non sempre per 5 ore ne negli stessi orari..Se il mio provider violera' il contratto, lo portero in tribunale, lo sputtanero pubblicamente, e mi prendero' il gusto di prenderli "figurativamente" a CALCI nel CULO.Perche' questo e' quello che fara' il mio provider se saro' io a violare il contratto e se il provider ne trarra' vantaggio.Il contratto prevede poche cose, ho avuto dei problemi, li ho segnalati : tipo non c'e' la linea.. ma non certo urlano allo scandalo.. ho solo fatto presente la cosa, ed ho chiesto conferma del rapporto utenti-modem, dato che se non gli faccio causa e non chiedo una perizia, non posso sapere da altra fonte se il rapporto e' quello citato nel contratto.Io comunque mi fido, sapevo a cosa andavo in contro, mica compro auto di carta-pesta, sperando che funzionino per piu' di un anno (tale e' la garanzia per legge), e per i servizi mi adeguo :il contratto non garantiva connessione.. ma solo quantitavi di modem di banda etc. etc..VOLUTO LA BICICLETTA? PEDALARE....
  • Anonimo scrive:
    Il problema non esiste...
    Anzitutto mi sembra doveroso dire che una flat 24/24 con il limite di 6 ore al giorno sarebbe improponibile visto che esistono delle semiflat apposite che costano la metà appunto per questo limite. Mi ricordo che nella pubblicità di Internet Nostop Ezio Greggio gridava: "Navigate con Wind 24 ore su 24 senza limiti" mi sembra che quel "senza limiti" lasci spazio a poche interpretazioni. Inoltre se il problema sono le connessioni continuative per 24 ore basterebbe inserire una procedura di disconnessione automatica ad esempio dopo 3 ore per evitare che un solo modem venga monopolizzato da un solo utente. In tal modo ci si potrebbe connettere per 24 ore riconnettendosi 8 volte, e sarebbe una misura preventiva auspicabile. Se poi il problema è l'affollamento causato dai troppi utenti, limitare le ore giornaliere non serve a nulla; anche con gli abbonamenti a tempo le linee si ingolfano (anche peggio delle flat...). Se l'ISP garantisce un rapporto modem/utenti di 1:5 e possiede 100 modem ne risulta che 500 utenti sarebbero il massimo, perciò nel momento in cui la soglia viene raggiunta sta all'ISP bloccare i nuovi abbonamenti e garantire il servizio ai 500 già abbonati oppure potenziare le linee anche se risulta costoso. Di certo però non si può chiedere all'utente di non connettersi per mantenere il giusto rapporto! Per contro anche gli utenti dovrebbero disciplinarsi ed evitare di mantenere le connessioni anche quando non servono, magari solo per scaricare la posta in tempo reale, e soprattutto invadere i newsgroup solo perchè la loro connessione alle 22 va solo a 3kb/s.
  • Anonimo scrive:
    Secodo me conta più il quando che il quanto!
    Io sono un fruitore di un servizio flat e non sto collegato 24 ore su 24, e come me penso che una larga fascia di utenti non sta collegata tutto il giorno, anzi, sta collegata quelle 2 o tre ore al giorno che gli consentono di trarre dei vantaggi da questo tipo di connessione......Il problema principale di noi utenti, rimane che purtroppo in determinate fascie d'orario ci sono grossissimi problemi di collegamento ed è inutile che si dica che il rapporto modem utente sia o meno 1:5 il provider garantisce che tu puoi collegarti non 24 ore su 24 ma sicuramente in qualsiasi momento della giornata!Questa cosa purtroppo non è reale, in quanto ci sono delle ore della giornata che sono particolarmente critiche per i collegamenti, e bisogna tentare e ritentare infinite volte.....Allora cosa dobbiamo fare................. arrenderci e collegarci solo alle 2 di notte?
  • Anonimo scrive:
    Un'idea
    Non ho letto tutti i vostri messaggi, ma volevo anch'io dire una cosa. In Italia le connessioni flat o non flat, non sono granchè. Con questo non voglio dire che negli altri paesi d'Europa e negli Stati Uniti le cose siano stupende, non voglio fare il banale errore di considerare l'Italia un terzo mondo informatico. Il fatto è che non conosco molte persone contente del servizio che stanno ricevendo dai provider flat o dai provider normali. Linee occupate, disconnessioni, impossibilità a connettersi per svariati errori sono all'ordine del giorno..... Basterebbe un piccolo gesto di furbizia da qualche imprenditore per guadagnarsi centinaia di nuovi contratti. Basterebbe che uno solo di questi provider si ergesse dagli altri, comprasse nuovi modem e sbaragliasse la concorrenza per qualità del servizio offerto. In Rete le notizie circolano velocemente e se qualcuno è soddisfatto creerà ben presto un nugolo di persone desiderose ed ansiose di provare il tanto decantato ed "efficiente" provider. Il rischio di toppare lanciandosi in un'impresa di questo genere è alto, anche a causa delle novità tecnologiche incessanti per quanto riguarda le Reti. Con questo intendo dire che se oggi offro un servizio ottimo a 56k non è detto che un domani un utente soddisfatto si riabboni al mio servizio, magari passa all'ADSL che io non offro (magari perchè ho spesso tutti i quattrini per creare un ottimo servizio 56k) e stipula il contratto con il mio concorrente che ha delle linee schifose a 56k e offre un servizio ADSL così così.....E' difficile creare legami duraturi tra cliente e fornitore di servizi nella New Economy..... ma forse questo è il bello del gioco.MarcoP.S. Scusate se il mio messaggio è poco chiaro
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'idea

      Basterebbe un piccolo gesto di furbizia da
      qualche imprenditore per guadagnarsi
      centinaia di nuovi contratti. Basterebbe che
      uno solo di questi provider si ergesse dagli
      altri, comprasse nuovi modem e sbaragliasse
      la concorrenza per qualità del servizio
      offerto. In Rete le notizie circolanopenso anche io la stessa identica cosa.ma questo e' il paese nel quale le assicurazioni, i petrolieri e gli operatori di telefonia cellulare invece di approfittare della concorrenza prefedriscono il quieto vivere e fare cartelli di nascosto.questo e' il paese in cui colui al quale viene rubato lo stereo della macchina si sente giustificato a comprare un altro stereo rubato, cioe', di fatto, a rubare un altro stereo.ovvio che poi preferisce che il furto resti impunito, e che le pratiche commerciali restino truffaldine.
      velocemente e se qualcuno è soddisfatto
      creerà ben presto un nugolo di persone
      desiderose ed ansiose di provare il tanto
      decantato ed "efficiente" provider. Ilseee, questo vorrebbe dire poi faticare onestamente per anni.meglio dare qualche fregatura subito, raccattare quei pochi soldi al volo e via.
      E' difficile creare legami duraturi tra
      cliente e fornitore di servizi nella New
      Economy..... ma forse questo è il bello del
      gioco.
      P.S. Scusate se il mio messaggio è poco
      chiaroe' chiarissimo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'idea
      - Scritto da: Marco
      Non ho letto tutti i vostri messaggi, ma
      volevo anch'io dire una cosa. In Italia le
      connessioni flat o non flat, non sono
      granchè. Con questo non voglio dire che
      negli altri paesi d'Europa e negli Stati
      Uniti le cose siano stupende,Se negli Stati Uniti gli utenti si possono permettere le T1, avresti ben ragione di dire che lì stanno messi meglio di noi!
      non voglio
      fare il banale errore di considerare
      l'Italia un terzo mondo informatico. Il
      fatto è che non conosco molte persone
      contente del servizio che stanno ricevendo
      dai provider flat o dai provider normali.
      Linee occupate, disconnessioni,
      impossibilità a connettersi per svariati
      errori sono all'ordine del giorno.....
      Basterebbe un piccolo gesto di furbizia da
      qualche imprenditore per guadagnarsi
      centinaia di nuovi contratti. Basterebbe che
      uno solo di questi provider si ergesse dagli
      altri, comprasse nuovi modem e sbaragliasse
      la concorrenza per qualità del servizio
      offerto.Guarda, non mi sembra tanto semplice.Intanto: cosa significa garantire un buon servizio? Se significa aumentare il numero di modem, di linee affittate e di banda, vuol dire anche spendere di più.Allora: avrebbero tanti utenti ma anche più spese. Forse si sono fatti i conti e hanno realizzato che non è un buon affare.
      In Rete le notizie circolano
      velocemente e se qualcuno è soddisfatto
      creerà ben presto un nugolo di persone
      desiderose ed ansiose di provare il tanto
      decantato ed "efficiente" provider.Mah, non so...Se i "desiderosi" sono quelli che navigano tanto, faranno affondare pure l'altra flat. Per la cifra che viene chiesta, intorno alle 60.000 lire, non conviene avere tanti utenti, se questi iniziano a navigare dalla mattina alla sera.I termini "buona reputazione" e "guadagnare" sono spesso in contrasto fra loro. Anzi, diciamo pure che la tendenza attuale dei provider è quella di guadagnare a scapito della buona reputazione.
      E' difficile creare legami duraturi tra
      cliente e fornitore di servizi nella New
      Economy...Infatti.I clienti ed i fornitori hanno scopi palesemente opposti.Il fornitore vuole offrire un servizio al cliente senza rimetterci troppo e spera che il cliente gli resti fedele (alle volte lo obbliga con contratti annuali).Il cliente vuole un buon sevizio a basso costo e vuole potersi staccare dal fornitore in ogni momento, qualora non sia soddisfatto del servizio.Sono due figure in eterna lotta fra di loro!
      ma forse questo è il bello del
      gioco.E' una meraviglia! Però di colpi bassi ce ne stanno fin troppi e occorre saperli evitare!Ciao, mARCOs.
      Marco
      P.S. Scusate se il mio messaggio è poco
      chiaroIo ho capito tutto!
  • Anonimo scrive:
    facciamo il monte-ore
    Sono d'accordo con Mantellini. Per me gli ISP hanno ragione. In contratto ti dicono rapporto modem/utente 1/5: vuo dire che se uno sta sempre collegato, in teoria gli altri quattro fischiano.In teoria, perchè penso che i modem siano in batteria e se trovi occupato il primo, passi al successivo, e così via. Cmq, ci vuole un monte-ore mensile (che so, 1/5 o 1/4 del totale) superato il quale, paghi tariffa piena. Non sono d'accordo sul tempo limite di connessione perchè mi può capitare che un giorno voglio scaricare una cosa di cinque ore e poi un altro giorno mi collego solo per poco tempo. Il monte-ore deve anche essere minore di 1/3 perchè le otto ore al giorno potrebbero invogliare collegamenti professionali. Indispensabile che l'utente possa verificare sempre e facilmente la situazione del suo portafoglio-ore.Penso sia l'unica maniera per continuare ad avere le flat, le semiflat e forse per ottenerle anche su linee ISDN.Un saluto a tutti. Giovanni
  • Anonimo scrive:
    colpa della telecom
    Anch' io come altrimi sono abbonato con galactica ecome gli altri sono rimasto fregato.Ormai e' consuetudine che al mitico 800410001 risponda la signorina telecom ,che gentilmente mi avverte che il numero momentaneamente non e' raggiungibile.Ma sto chimando un cellulare????Ma nelle giornate buone dopo svariati tentativi,il mitico 1:5 diventa 0:5 visto che risulta impossibile navigare.Eppure sulla mia carta di credito le X lire vengono regolarmente divorate esono facilmente rggiungibili
  • Anonimo scrive:
    Tutto previsto e calcolato.
    Copio e incollo da repubblica.it:MILANO - "Dobbiamo cominciare a capire che l'epoca dell'Internet gratis sta per terminare". Ha pochi dubbi Roberto Galimberti, professore universitario, uno dei "guru" del web, ma anche presidente e amministratore delegato di I.Net, numero uno italiano di connettività Internet per la clientela business. Dice: "In questa fase la gratuità fa male al settore". Quindi Renato Soru ha sbagliato a lanciare il freeInternet? "Al contrario ha fatto benissimo. Perchè grazie al freeInternet c'è stato il decollo del settore e della sua azienda mentre gli italiani si sono avvicinati in massa alla rete. Ma adesso quel modello non funziona più. D'altronde è giusto che per l'accesso si paghi. Quanto incassano in media Tim o Omnitel dai loro clienti?" Ce lo dice lei? "Non so darle una risposta precisa. Comunque ognuno di noi ha il cellulare e conosce la sua bolletta. Se siamo disposti a pagare per la voce a maggior ragione dovremmo essere disposti a pagare per i dati, le immagini, i filmati". Ecco, i pusher hanno distribuito gratis a tutti, ora che siamo assuefatti sveniamoci per mantenere il .
  • Anonimo scrive:
    mi spiegate come funziona ?
    Non mi è chiara una cosa di tutti questi discorsi:Se 1 resta collegato 24h al giorno, altre 4 persone non potranno collegarsi a quel modem ? Ho capito giusto ? Se si, mi spiegate il perchè ?Volgio dire io mi immaginavo il rapporto 1:5 come :1 persona si collega.. viene messo su un modem A, un'altra persona si collega e viene messa sempre sullo stesso modem A e così via finche si arriva a 5 utenti sullo stesso modem, dopodichè il sesto utente viene messo sul modem B, in mancanza di spazio ottiene 1) linea occupata 2)condivisione su modem A (quindi rapporto
    1:5).Da quello che ho letto non sembra essere così, chi sta online per 24 ore.. occupa tutto il modem ? e cosa cambierebbe a scollegarsi ogni 5 ore per poi ricollegarsi immediatamente dopo ?
    • Anonimo scrive:
      Come dovrebbe funzionare ...
      - Scritto da: Runfox
      Non mi è chiara una cosa di tutti questi
      discorsi:
      Se 1 resta collegato 24h al giorno, altre 4
      persone non potranno collegarsi a quel modem ?
      Ho capito giusto ? Se si, mi spiegate il
      perchè ?Ogni modem puo' accettare solo 1 chiamata, ergo se il tuo provider ha 1000 utenti e quindi 200 modem, al massimo solo 200 di loro posso essere connessi.
  • Anonimo scrive:
    tristezza.....
    la pubblicita' e' ingannevole per chi vuol farsi ingannare!!!!Se leggioamo 24h su 24 ci sentiamo autorizzati aPENSARE che sia il tempo di connesione...ma non sta scritto da nessuna parte!!!vuol dire in qualsiasi momento della giornata...infatti nei contratti di alcuni provider c'era scritto che dopo n ore il collegamento sarebbecomunque stato interrotto dal provider stesso conla possibilita' di ricollegarsi subito dopo...ergo.. non piu' di N ore consecutive..Se il provider poi questo controllo non lo effettua, non vuol dire che noi abbiamo ragione!se io lascio la porta di casa aperta, nessuno puo'entrare a rubare... e' furto lo stesso!!!!!!!ha ragione chi trova occupato e magari con quelservizio doveva lavorare...ma a me 100k mese per stare collegati circa 720 ore (24*30) sembra piu' un regalo che un'offerta commerciale...pagando la bolletta (che il provider PAGA) viene fuori 1.313.280 calcolando uno scatto ogni 5 min(e sappiamo che sono MOLTO + frequenti)boh.. mi pare, come al solito, che si vuole la botte piena e la moglie ubriacacmq c'e' da dire che la situazione cambia molto dazona a zona d'italia e che a volte un flat e'l'unica alternativa economicamente accettabile
    • Anonimo scrive:
      Re: tristezza.....

      Se leggioamo 24h su 24 ci sentiamo
      autorizzati a
      PENSARE che sia il tempo di connesione...
      ma non sta scritto da nessuna parte!!!Cito testualmente dal sito Wind per l'offerta Internet No Stop:"Non perdere tempo, adesso Internet NoStop è leggerissimo e anche senza limiti. Con l'opzione Internet NoStop ti bastano 60.000 lire al mese (IVA inclusa) e navighi, navighi, navighi quanto ti pare senza altre spese."Mi sembra che quel "quanto ti pare" tolga OGNI dubbio! In caso Wind decida di limitare la durata ci si troverebbe di fronte ad un PALESE caso di pubblicità ingannevole!
      ma a me 100k mese per stare collegati circa
      720 ore (24*30) sembra piu' un regalo che
      un'offerta commerciale...Con Wind ne pago 60! :PCmq personalmente mi sono fatto la flat perchè anche prima, con la normale Formula Urbana pagavo sulle 100mile e rotte a bimestre, rimanendo collegato ALMENO un 3-4 ore al giorno mediamente!Se le condizioni fossero state 5 ore al giorno non avrei MAI sottoscritto l'abbonamento a WInd: non era economicamente sensato! :)
  • Anonimo scrive:
    Mantellini caro... chi ti paga?
    aproposito di:"io personalmente non troverei nulla di strano nel lasciare i contratti così come sono e se in giro è rimasto un briciolo di buon senso, senza investire della faccenda legali e tribunali"Dunque ai providers TRUFFALDINI (24 ore su 24 di flat non stop da contratto poi ridotte d'ufficio a 6 ore massime) la storia comincia a far paura?Vedono già le porte del giudice di pace apriri davanti?Vedono i soldi RUBATI ai flattisti che se ne vanno anziché in una BMW nuova in spese per gli avvocati?Caro Mantellini, un giorno ci farai felici e ci dirai chi ti manda?
    • Anonimo scrive:
      Re: SEMPRE OCCUPATO
      Io uso gala easy e quando entro non posso lamentarmi il collegamento va bene ma avere mai provato a collegarvi?All'inizio andava anche bene m adesso la mia connessione dopo 20 o trenta tentativi, leggermente sclerata,o si impianta o si collega!Il caro provider dice che e' solo problema della mamma telecom e che la risolveranno questa settimana.p.sUna mia amica mi disse uno o due mesi fa che anche lei aveva ricevuto la stessa lettera con la stessa settimana....cosa devo dirvi aspetto che scenda l'adsl....tanto il contratto dura una anno...pero che pal..
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini caro... chi ti paga?
      Caro Venerabile,perché non esponi il tuo punto di vista con ludicità, invece di cercare (invano?) chi ha comprato Mantellini??mARCOs- Scritto da: Venerabile Graziano®
      aproposito di:
      "io personalmente non troverei nulla di
      strano nel lasciare i contratti così come
      sono e se in giro è rimasto un briciolo di
      buon senso, senza investire della faccenda
      legali e tribunali"
      Dunque ai providers TRUFFALDINI (24 ore su
      24 di flat non stop da contratto poi ridotte
      d'ufficio a 6 ore massime) la storia
      comincia a far paura?
      Vedono già le porte del giudice di pace
      apriri davanti?
      Vedono i soldi RUBATI ai flattisti che se ne
      vanno anziché in una BMW nuova in spese per
      gli avvocati?
      Caro Mantellini, un giorno ci farai felici e
      ci dirai chi ti manda?
  • Anonimo scrive:
    Caro Mantellini...
    Cito dal tuo articolo:"la prima che nessun utente dovrà vedersi rescisso il contratto perchè usa troppo la sua flat, almeno fino a quando non si introdurranno esplicite limitazioni contrattuali che fino ad oggi nessuno ha voluto far proprie per chiare ragioni commerciali, la seconda è che i 2/3 dei messaggi di imprecazioni che ogni giorno leggiamo perché il numero verde del provider caio non va e quello di tizio è sempre occupato, non hanno davvero alcuna ragione di esistere."Mi pare di intravvedere una certa confusione in questa frase. Da una parte sostieni che i diritti dei Clienti vanno rispettati, bene, dall'altra sostieni che i Clienti non hanno diritto di protestare se i loro diritti vengono calpestati!Sono utente Galaflat e (alcuni giorni) navigo (per lavoro!) ben più di 5/6 ore al giorno.Ho acquistato il prodotto galaeasy24 proprio in qualità della promessa di collegamento illimitato.Ho sottoscritto un contratto e sono tenuto a rispettarlo, tanto quanto la controparte. In caso di contestazioni, competente è il Foro di Milano.Non mi sembra ci siano altre considerazioni da farsi.Posso solo dire di essere soddisfatto del servizio che mi viene erogato. Ma se così non fosse, e se il numero verde dell'IP fosse, veramente, sempre occupato, mi sentirei in diritto/dovere di far valere le mie ragioni.Ergo, mi spiegherebbe cortesemente la suddetta frase?Cordiali saluti,un collega.
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Mantellini...
      - Scritto da: Pippo Panenero
      Cito dal tuo articolo:

      "la prima che nessun utente dovrà vedersi
      rescisso il contratto perchè usa troppo la
      sua flat, almeno fino a quando non si
      introdurranno esplicite limitazioni
      contrattuali che fino ad oggi nessuno ha
      voluto far proprie per chiare ragioni
      commerciali, la seconda è che i 2/3 dei
      messaggi di imprecazioni che ogni giorno
      leggiamo perché il numero verde del provider
      caio non va e quello di tizio è sempre
      occupato, non hanno davvero alcuna ragione
      di esistere."

      Mi pare di intravvedere una certa confusione
      in questa frase. Da una parte sostieni che i
      diritti dei Clienti vanno rispettati, bene,
      dall'altra sostieni che i Clienti non hanno
      diritto di protestare se i loro diritti
      vengono calpestati!

      Sono utente Galaflat e (alcuni giorni)
      navigo (per lavoro!) ben più di 5/6 ore al
      giorno.

      Ho acquistato il prodotto galaeasy24 proprio
      in qualità della promessa di collegamento
      illimitato.

      Ho sottoscritto un contratto e sono tenuto a
      rispettarlo, tanto quanto la controparte. In
      caso di contestazioni, competente è il Foro
      di Milano.

      Non mi sembra ci siano altre considerazioni
      da farsi.

      Posso solo dire di essere soddisfatto del
      servizio che mi viene erogato. Ma se così
      non fosse, e se il numero verde dell'IP
      fosse, veramente, sempre occupato, mi
      sentirei in diritto/dovere di far valere le
      mie ragioni.

      Ergo, mi spiegherebbe cortesemente la
      suddetta frase?

      Cordiali saluti,

      un collega.Gent.mo Panenero,concordo assolutamente con il tuo ragionamento, con la sola differenza che io sono tra le centinaia (solo io ne conosco personalmente una qualche decina)di utenti insoddisfatti e addirittura in creduli per la mancanza non solo del servizio primario (la possibilità di connessione) ma anche per l'assistenza telefonica che è ZERO. Dovevo consegnare e pubblicare nella giornata di venerdì un sito e riscuotere il pagamento (per una cifra di 38.000.000). Ebbene per la intera giornata dalla mia azienda non è stato possibile connettersi con Galaflat. Ho fatto telefonare da un dipendente ininterrottamente al numero dell'assistenza per 48 ore di seguito (avrà fatto 2000 tentativi) ed era sempre occupato.Ebbene siamo stati costretti ad usare un abbonamento gratuito (lentissimo), abbiano terminato alle 6 della mattina e il lavoro non era completo (visto il tempo perso negli ultimi 2 preziosissimi giorni, cosìcchè non abbiamo riscosso il dovuto, con tutte le conseguenze che potete immaginare. La rabbia incontenibile per il "torto" subito, sicuramente sfocierà in una azione legale. E credo che le aziende che non rispettano i contratti che sottoscrivono dovranno subire le azioni legali che meritano.Noi almeno riusciamo a rispondere al telefono ai nostri clienti e a rassicurarli sul fatto che quello che abbiano promesso (magari 24 ore dopo) ma lo manterremo a tutti i costi......Cordiali salutiPaolo Parisi
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro Mantellini...
        - Scritto da: Paolo Parisi
        Dovevo consegnare e pubblicare nella giornata di
        venerdì un sito e riscuotere il pagamento
        (per una cifra di 38.000.000). Ebbene per la
        intera giornata dalla mia azienda non è
        stato possibile connettersi con Galaflat.Mah... scusa ma se lavori con certe cifre metti in conto anche una connessione degna di quel nome, non un "giocarello" che deve andare come un ferrari... Tra l'altro potrai pure ricorrere in tribunale (e' tuo diritto) ma vedrai che tra 10 anni non prenderai cmq una lira. Cresci e impara a fare l'imprenditore come si deve. Invece di ricorrere a un freenet visto che galaflat non funzionava avresti potuto cacciare 200.000 lire e farti un abbonamento "serio" per mettere su il sito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro Mantellini...

        consegnare e pubblicare nella giornata di
        venerdì un sito e riscuotere il pagamento
        (per una cifra di 38.000.000). Ebbene per la
        intera giornata dalla mia azienda non è
        stato possibile connettersi con Galaflat. Ho
        fatto telefonare da un dipendente
        ininterrottamente al numero dell'assistenza
        per 48 ore di seguito (avrà fatto 2000
        tentativi) ed era sempre occupato.caro Parisi non so chi all'interno della tua azienda si occupi di gestire gli investimenti in tecnologie, ma forse è il caso che gli diate una bella pedata nel culo. Come può un'azienda che lavora in/per/su internet affidarsi a servizi come Galaflat per la propria connessione? Secondo te le aziende che spendono 12 milioni annui per connessioni CDN sono un branco di fessi? Signori, imparate a lavorare come si deve e lasciate perdere 'sti servizi per allocchi che promettono la luna e consegnano una zolla di letame. Sempre che riusciate a prendere la linea.
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro Mantellini...

        Dovevo
        consegnare e pubblicare nella giornata di
        venerdì un sito e riscuotere il pagamento
        (per una cifra di 38.000.000). Ebbene per la
        intera giornata dalla mia azienda non è
        stato possibile connettersi con Galaflat.HAHAHAHAHAHAHA!!!!Neanche Toto' avrebbe potuto tirar fuori una battuta cosi' a effetto!Cioe', tu con la rete ci LAVORI, ci guadagni SOLDI e ti affidi a una connessione amatoriale?????Non per portar sfiga, ma prevedo il fallimento della tua azienda nel prossimo futuro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro Mantellini...
        Ohh barboneeeeeeee !!!Ma se prendi 38 milioni per un sitopagala la bolletta...fatti l'adslo un cavo barbone che non sei altroil problema delle flat non sono i servizi o i poveri utenti che finalmentevogliono stare 24ore al giorno, ma propriovoi pikkoli industrialotti del settore servizi che volete guadagnare miliardisenza pagare tasse , dipendentie nemmeno i servizi minimiBARBONI !!!- Scritto da: Paolo Parisi


        - Scritto da: Pippo Panenero

        Cito dal tuo articolo:



        "la prima che nessun utente dovrà vedersi

        rescisso il contratto perchè usa troppo la

        sua flat, almeno fino a quando non si

        introdurranno esplicite limitazioni

        contrattuali che fino ad oggi nessuno ha

        voluto far proprie per chiare ragioni

        commerciali, la seconda è che i 2/3 dei

        messaggi di imprecazioni che ogni giorno

        leggiamo perché il numero verde del
        provider

        caio non va e quello di tizio è sempre

        occupato, non hanno davvero alcuna ragione

        di esistere."



        Mi pare di intravvedere una certa
        confusione

        in questa frase. Da una parte sostieni
        che i

        diritti dei Clienti vanno rispettati,
        bene,

        dall'altra sostieni che i Clienti non
        hanno

        diritto di protestare se i loro diritti

        vengono calpestati!



        Sono utente Galaflat e (alcuni giorni)

        navigo (per lavoro!) ben più di 5/6 ore al

        giorno.



        Ho acquistato il prodotto galaeasy24
        proprio

        in qualità della promessa di collegamento

        illimitato.



        Ho sottoscritto un contratto e sono
        tenuto a

        rispettarlo, tanto quanto la controparte.
        In

        caso di contestazioni, competente è il
        Foro

        di Milano.



        Non mi sembra ci siano altre
        considerazioni

        da farsi.



        Posso solo dire di essere soddisfatto del

        servizio che mi viene erogato. Ma se così

        non fosse, e se il numero verde dell'IP

        fosse, veramente, sempre occupato, mi

        sentirei in diritto/dovere di far valere
        le

        mie ragioni.



        Ergo, mi spiegherebbe cortesemente la

        suddetta frase?



        Cordiali saluti,



        un collega.

        Gent.mo Panenero,
        concordo assolutamente con il tuo
        ragionamento, con la sola differenza che io
        sono tra le centinaia (solo io ne conosco
        personalmente una qualche decina)di utenti
        insoddisfatti e addirittura in creduli per
        la mancanza non solo del servizio primario
        (la possibilità di connessione) ma anche per
        l'assistenza telefonica che è ZERO. Dovevo
        consegnare e pubblicare nella giornata di
        venerdì un sito e riscuotere il pagamento
        (per una cifra di 38.000.000). Ebbene per la
        intera giornata dalla mia azienda non è
        stato possibile connettersi con Galaflat. Ho
        fatto telefonare da un dipendente
        ininterrottamente al numero dell'assistenza
        per 48 ore di seguito (avrà fatto 2000
        tentativi) ed era sempre occupato.Ebbene
        siamo stati costretti ad usare un
        abbonamento gratuito (lentissimo), abbiano
        terminato alle 6 della mattina e il lavoro
        non era completo (visto il tempo perso negli
        ultimi 2 preziosissimi giorni, cosìcchè non
        abbiamo riscosso il dovuto, con tutte le
        conseguenze che potete immaginare. La rabbia
        incontenibile per il "torto" subito,
        sicuramente sfocierà in una azione legale. E
        credo che le aziende che non rispettano i
        contratti che sottoscrivono dovranno subire
        le azioni legali che meritano.Noi almeno
        riusciamo a rispondere al telefono ai nostri
        clienti e a rassicurarli sul fatto che
        quello che abbiano promesso (magari 24 ore
        dopo) ma lo manterremo a tutti i costi......

        Cordiali saluti
        Paolo Parisi
      • Anonimo scrive:
        Ma dài!!!! (Re: Caro Mantellini...)
        Caro sig. Parisi,perché diavolo non ti fai un ADSL o, meglio ancora, una linea dedicata???Se devi lavorare con Internet e se i soldi non ti mancano (come dici tu), scegli una soluzione migliore per te (+ veloce e + affidabile) e per gli altri utenti flat, che si libereranno della tua presenza.L'azione legale? La perderesti! Ti sei letto le limitazioni di responsabilità del provider? Evidentemente no!IMHO, fa la figura del pezzente chi lavora con Internet e non vuole spendere più di 50 carte al mese per la connessione.Andatevi a nascondere, invece di protestare.mARCOs- Scritto da: Paolo Parisi
        Gent.mo Panenero,
        concordo assolutamente con il tuo
        ragionamento, con la sola differenza che io
        sono tra le centinaia (solo io ne conosco
        personalmente una qualche decina)di utenti
        insoddisfatti e addirittura in creduli per
        la mancanza non solo del servizio primario
        (la possibilità di connessione) ma anche per
        l'assistenza telefonica che è ZERO. Dovevo
        consegnare e pubblicare nella giornata di
        venerdì un sito e riscuotere il pagamento
        (per una cifra di 38.000.000). Ebbene per la
        intera giornata dalla mia azienda non è
        stato possibile connettersi con Galaflat. Ho
        fatto telefonare da un dipendente
        ininterrottamente al numero dell'assistenza
        per 48 ore di seguito (avrà fatto 2000
        tentativi) ed era sempre occupato.Ebbene
        siamo stati costretti ad usare un
        abbonamento gratuito (lentissimo), abbiano
        terminato alle 6 della mattina e il lavoro
        non era completo (visto il tempo perso negli
        ultimi 2 preziosissimi giorni, cosìcchè non
        abbiamo riscosso il dovuto, con tutte le
        conseguenze che potete immaginare. La rabbia
        incontenibile per il "torto" subito,
        sicuramente sfocierà in una azione legale. E
        credo che le aziende che non rispettano i
        contratti che sottoscrivono dovranno subire
        le azioni legali che meritano.Noi almeno
        riusciamo a rispondere al telefono ai nostri
        clienti e a rassicurarli sul fatto che
        quello che abbiano promesso (magari 24 ore
        dopo) ma lo manterremo a tutti i costi......

        Cordiali saluti
        Paolo Parisi
        • Anonimo scrive:
          Re: "Ma dai" un bel niente
          - Scritto da: mARCOs
          Caro sig. Parisi,
          perché diavolo non ti fai un ADSL o, meglio
          ancora, una linea dedicata???...
          Andatevi a nascondere, invece di protestare.Perche' non si dovrebbe protestare, se un contratto mi promette certe garanzie di funzionamento ed accesso ad un servizio e poi esse non sosno rispettate?La scelta Tecnologica di Parisi non e' professionale, ma perche' non lo e'? Perche' i Gestori di contratti flat hanno troppi utenti in rapporto ai modem. E di conseguenza non garantiscono la bonta' dei loro collegamenti.Se uno compra qualcosa che costa poco, si aspetta poco, ma si aspetta che esista!Se io per un pranzo ordino una minestra, non mi aspetto un piatto di lasasgne, pero' mi aspetto che mi arrivi!!Locusto
          • Anonimo scrive:
            Re:
            - Scritto da: Locusto

            Andatevi a nascondere, invece di
            protestare.
            Perche' non si dovrebbe protestare, se un
            contratto mi promette certe garanzie di
            funzionamento ed accesso ad un servizio e
            poi esse non sosno rispettate?Mi fai capire dov'è che il provider promette? Io nel contratto leggo soltanto "il provider non può in nessun caso essere ritenuto responsabile, ecc". Fammi il favore di postare qui tutte le garanzie dichiarate esplicitamente nel contratto.
            La scelta Tecnologica di Parisi non e'
            professionale, ma perche' non lo e'?Senti, fa davvero ridere un professionista che fa siti per 40 milioni e naviga con una flat. Lui (o la sua azienda) potrebbe permettersi una linea dedicata ed invece...!!!
            Perche'
            i Gestori di contratti flat hanno troppi
            utenti in rapporto ai modem. E di
            conseguenza non garantiscono la bonta' dei
            loro collegamenti.Infatti, non la garantiscono. Non garantiscono un tubo, se non il rapporto minimo di modem/utenti (che non è di per sé una garanzia).
            Se uno compra qualcosa che costa poco, si
            aspetta poco, ma si aspetta che esista!
            Se io per un pranzo ordino una minestra, non
            mi aspetto un piatto di lasasgne, pero' mi
            aspetto che mi arrivi!!Guarda che non è un buon paragone, perché i provider vendono un servizio, non un bene.
            LocustoSono assolutamente d'accordo con il precedente intervento di @. A tutti coloro che lavorano (e fanno soldi) con Internet dico: NON FATE I BARBONI!!! Navigate con le freenet, fatevi un ADSL o, se potete, una linea dedicata.mARCOs
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Mantellini , perche' 2/3 no?
      - Scritto da: Pippo Panenero
      Cito dal tuo articolo:

      "la prima che nessun utente dovrà vedersi
      rescisso il contratto perchè usa troppo la
      sua flat, almeno fino a quando non si
      introdurranno esplicite limitazioni
      contrattuali che fino ad oggi nessuno ha
      voluto far proprie per chiare ragioni
      commerciali, la seconda è che i 2/3 dei
      messaggi di imprecazioni che ogni giorno
      leggiamo perché il numero verde del provider
      caio non va e quello di tizio è sempre
      occupato, non hanno davvero alcuna ragione
      di esistere."

      Mi pare di intravvedere una certa confusione
      in questa frase.Anche io trovo che la tua conclusione sia poco chiara. Forse e' espressa in modo involuto. Da cio' che interpreto, pare che i 2/3 dei messaggi di protesta non abbiano valore. Perche'?E il restante terzo? Perche' 2/3 no e 1/3 si?Paghero' poco, ma se non riesco a connettermi che servizio e'? Mi pare di avere un contratto in mano, a quanto pare e' carta straccia per i 2/3.Locusto
  • Anonimo scrive:
    PI Galactica
    Guardate un po' chi è che serve PI.Basta usare quel simpatico servizio che mi ha reso noto un utente di PI stesso... si chiama Netcraft se non sbaglio.Comunque è Galactica.Anche questi danno quel tipo di servizio e hanno fatto quel tipo di porcata...l'informazione collusa con il potere ha vari aspetti...ecco qui: "si introdurranno esplicite limitazioni contrattuali che fino ad oggi nessuno ha voluto far proprie per chiare ragioni commerciali, la seconda è che i 2/3 dei messaggi di imprecazioni che ogni giorno leggiamo perché il numero verde del provider caio non va e quello di tizio è sempre occupato, non hanno davvero alcuna ragione di esistere.Uomo avvisato, mezzo flattato.Massimo Mantellini"simpatica... ma sempre minaccia è, caloggero!
    • Anonimo scrive:
      Re: PI Galactica
      - Scritto da: Fetuso
      Guardate un po' chi è che serve PI.
      Basta usare quel simpatico servizio che mi
      ha reso noto un utente di PI stesso...
      si chiama Netcraft se non sbaglio.
      Comunque è Galactica.Vero.
      Anche questi danno quel tipo di servizio e
      hanno fatto quel tipo di porcata...

      l'informazione collusa con il potere ha vari
      aspetti...Stai sognando, vaneggiando o che? Che c'entra la collusione? Io non credo che Pi sia "colluso" con Galactica. Se fosse così non avrebbe pubbblicato certi articoli e poi non sarebbe PI.Piuttosto penso che PI sia cliente di galactica come tutti noi... e magari paga anche molto... Sai qualche cosa per certo?
      ecco qui:
      "si introdurranno esplicite limitazioni
      contrattuali che fino ad oggi nessuno ha
      voluto far proprie per chiare ragioni
      commerciali, la seconda è che i 2/3 dei
      messaggi di imprecazioni che ogni giorno
      leggiamo perché il numero verde del provider
      caio non va e quello di tizio è sempre
      occupato, non hanno davvero alcuna ragione
      di esistere.

      Uomo avvisato, mezzo flattato.

      Massimo Mantellini
      "

      simpatica... ma sempre minaccia è, caloggero!Qui proprio non ti capisco!!!Ma che stai dicendo o, meglio , pensando?
  • Anonimo scrive:
    "Pubblicità ingannevole"
    a me dicono che impelagarsi in questo genere di pratica comunque significa effettuare della "pubblicità ingannevole"."gli inviti pubblicitari dei vari fornitori di connettività recitano con estrema chiarezza che per la cifra X "sarà possibile finalmente collegarsi alla rete 24 ore al giorno", ma così non è."
    • Anonimo scrive:
      Re:

      "gli inviti pubblicitari dei vari fornitori
      di connettività recitano con estrema
      chiarezza che per la cifra X "sarà possibileSolamente perche` non esiste nessun sistema per verificare l'effettivo numero modem/utenti ...Altrimenti alcuni provider sarebbero stati gia` portati in tribunale, e da tempo ...Quanto alle 5-6 ore di collegamento massimo perche` la flat sia conveniente anche per il provider puo` andar bene, ma con un limite del genere scritto nel contratto quanto saresti disposto a pagare?
  • Anonimo scrive:
    Ridicolo
    Che significa stare solo 5/6 ore connesso?(cosa che io faccio da quando ho la flat) il problema e' che ci si connette tutti più o menop alle stesse ore.E' questo la fonte degli ingorghi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicolo
      Il problema è che ci si collega tutti, sempre di più. Perché più impariamo ad usare lo strumento e più cose ci troviamo.Il problema delle flat è che se non sono 1:2 non funzionano 24/24CiuX- Scritto da: Antonio Fanelli
      Che significa stare solo 5/6 ore connesso?

      (cosa che io faccio da quando ho la flat) il
      problema e' che ci si connette tutti più o
      menop alle stesse ore.
      E' questo la fonte degli ingorghi.
  • Anonimo scrive:
    patti chiari amici cari; non si guadagna sempre



    Una tariffa forfettaria di accesso aInternet, per essere redditizia per chi la propone (ma anche per chi la acquista) può essere liberamente fruibile nell'arco delle 24 ore ma non per più di 5-6 ore di collegamento continuativo ogni giorno.
    • Anonimo scrive:
      Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
      E il mercedes come lo paghi? :)Quando qualcuno si è messo a dire: bastano le idee a fare successo... beh... da li' è venuto tutto... inutile dire che se l'idea va male.....nessuno sa che non esiste il "DIRITTO DI GUADAGNO"
    • Anonimo scrive:
      Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
      - Scritto da: Luca Boccianti
      quanto al rapporto modem utenti 1/5, vedo
      che chiunque lo considera come soglia
      massima.Forse siamo tutti bimbi scemi e idioti, come hai avuto modo di definire chi scriveva queste parole fino a ieri in un altri thread!
      no, è una soglia minima. lo si può
      migliorare. E cosa ti fa pensare che sia la soglia MINIMA ??Che si possa migliorare e' ovvio, ma ... i contratti li hai scritti tu ?
      certo ci si guadagna di meno a migliorarlo
      (non credo certo che ci si rimetta!)."Non credo" non vuol dire "e'", quindi e' solo una tua personalissima opinione.E come tale va presa.
      allora io considero serio un provider che,
      vista la situazione, lo migliora, e
      considero cialtrone un provider che vista la
      situazione non lo migliora ma scatena guerre
      tra proveri fra i suoi utenti - anzi,
      clienti, invece di fare il suo dovere e cioè
      comprare più modem, più linee ecc. ecc.."Dovere" ...SE, (sottolineo "SE"), il provider si sente a posto col rapporto di 1:5, COSA LO OBBLIGA AD AUMENTARE LE LINEE ?Forse tutti quei ragazzotti brufolosi che restano attaccati anche quando dormono o sono a scuola ?Oppure chi usa il Galaeasy per fare affari miliardari ?MA PER PIACEREEEEEEE !!!! :-))))))
      cioè, amici cari, nel commercio *ci si può
      rimettere*!Parli forse dell'azienda per cui lavori, che offre delle garanzie che piu' che soddisfazione del cliente, sembrano uscite dal libro delle favole ?
      ecco perché, credo, molti sono pronti a
      difendere i provider!Poi indicarmi almeno 1 (UN!!) post nel quale si legga anche solo la parvenza di difesa dei provider che fanno pubblicita' e contratti INGANNEVOLI ??Ma secondo te tutta la gente che ha speso 60 mila per 1 mese (es. con Aruba) oppure oltre UN MILIONE (tipico di Gala) che motivo avrebbe mai di difendere chi NON gli riesce ad affrore un accesso degno di questo nome ??Casomai si scagliano contro i ragazzotti brufolosi, credo.
      perché preferiscono
      prendere una piccola fregatura Forse per te UN MILIONE buttato via saranno spiccioli, ma per milioni di Italiani non e' proprio cosi' :-((
      ma sapere di
      vivere in un mondo dove bene o male non
      fallisce nessuno, dove il posto è garantito
      anche agli assenteisti, dove è sempre
      possibile farla franca fregando il prossimo
      così anche loro potranno dare le loro
      fregature in santa pace, e via dicendo.
      cane non mangia cane.L'Italietta grazie a Dio NON e' "il mondo".E che nel nostro Stato non fallisca nessuno e' un'altra delle tue invenzioni: se invece parli delle grandi industrie allora le cose cambiano ...
      se no domandati quanto è "non remunerativo"
      a lungo termine perdere la faccia, certo, in
      paesi seri, non in questo degli aspiranti
      cialtroni.L'Italietta per la cronaca e' pure il paese nel quale al giorno d'oggi la depressione e l'ansia colpiscono quantita' incredibili di persone :-((E i risultati li abbiamo anche noi ogni giorno davanti agli occhi.
      • Anonimo scrive:
        Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre

        "Dovere" ...
        SE, (sottolineo "SE"), il provider si sente
        a posto col rapporto di 1:5, COSA LO OBBLIGA
        AD AUMENTARE LE LINEE ?
        Forse tutti quei ragazzotti brufolosi che
        restano attaccati anche quando dormono o
        sono a scuola ?hahaha....vorresti dare la colpa a chi ha pagato(e profumatamente...)per usare il servizio......ma lascia perdere!!!!dovrei sentirmi in colpa perchè lascio il mio termilale acceso tutta la notte???seeeee ,come no!
        Ma secondo te tutta la gente che ha speso 60
        mila per 1 mese (es. con Aruba) oppure oltre
        UN MILIONE (tipico di Gala) che motivo
        avrebbe mai di difendere chi NON gli riesce
        ad affrore un accesso degno di questo nome
        ??

        Casomai si scagliano contro i ragazzotti
        brufolosi, credo.secondo me credi male....si scagliano con gli ISP!!!!!non con chi come loro ha sottoscritto un contratto e pagato x navigare.... non capisco proprio il tuo ragionamento.....
        mhà...spero con tutto il cuore di avere interpretato male i tuoi commenti.....mi sembra di aver capito che dovrei sentirmi in colpa se lascio connesso tutta la notte(lo faccio molto spesso....e con gala sono stato disconnesso molto raramente,sempre che poi non sia dipeso dal mio piccì)
        • Anonimo scrive:
          Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre

          hahaha....vorresti dare la colpa a chi ha
          pagato(e profumatamente...)per usare il
          servizio......ma lascia perdere!!!!dovrei
          sentirmi in colpa perchè lascio il mio
          termilale acceso tutta la notte???seeeee
          ,come no!AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHai comprato una connessione CONDIVIS (cioe' usata da ALTRI 4 utenti che hanno pagato COME TE) e la usi SOLO TU: ECCO un esempio del classico ragazzotto brufoloso :-)))Ma hai seguito i post dell'ultima settimana?NESSUNO, (ripeto: NESSUNO) ha detto che sei fuorilegge.Rileggi invece le mie righe appena qua' sopra.

          Ma secondo te tutta la gente che ha speso
          60

          mila per 1 mese (es. con Aruba) oppure
          oltre

          UN MILIONE (tipico di Gala) che motivo

          avrebbe mai di difendere chi NON gli
          riesce

          ad offrire un accesso degno di questo nome

          ??



          Casomai si scagliano contro i ragazzotti

          brufolosi, credo.
          secondo me credi male....si scagliano con
          gli ISP!!!!!non con chi come loro ha
          sottoscritto un contratto e pagato x
          navigare.... non capisco proprio il tuo
          ragionamento.....
          Non mi meraviglia che non capisci il mio ragionamento.Che hai combinato oggi col tuo naso ?Io sostengo che la gente si scagli (OLTRE che contro gli ISP truffatori) ANCHE E SOPRATTUTTO contro la gnte come te che usa la linea CONDIVISA facendo FINTA DI NON SAPERE che la dovrebbero poter usare anchealtre 4 persone.Ma ora sembra che secondo te dovrebbero scagliarsi contro la gente come te ... boooh !Riprenditi, prima di scrivere!!
          mhà...spero con tutto il cuore di avere
          interpretato male i tuoi commenti.....mi
          sembra di aver capito che dovrei sentirmi in
          colpa se lascio connesso tutta la notte(lo
          faccio molto spesso....e con gala sono stato
          disconnesso molto raramente,sempre che poi
          non sia dipeso dal mio piccì)Ripeto, nello stato confusionale che dimostri con le tue parole, prima di scrivere CHIARISCI A TE STESSO IL TUO PENSIERO !
        • Anonimo scrive:
          Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre


          SE, (sottolineo "SE"), il provider si sente

          a posto col rapporto di 1:5, COSA LO OBBLIGA

          AD AUMENTARE LE LINEE ?

          Forse tutti quei ragazzotti brufolosi che

          restano attaccati anche quando dormono o

          sono a scuola ?
          hahaha....vorresti dare la colpa a chi ha
          pagato(e profumatamente...)per usare il
          servizio......ma lascia perdere!!!!dovrei
          sentirmi in colpa perchè lascio il mio
          termilale acceso tutta la notte???seeeee
          ,come no!Non dovresti sentirti in colpa: dovresti sentirti quello che "senti" nel profondo del tuo cuore ...Pagato profumatamente: quanto pagheresti 24 ore di connessione con la TAT, con Infostrada, Wind o chiunque altro ?Giusto "qualcosetta" di piu' di 100 mila al mese ?Sai fare 1+1 ?
          non capisco proprio il tuo
          ragionamento.....
          Infatti quel ragionamento puo' capirlo solo chi ha ALMENO una laurea in scienze matematiche !Se le linee servono per 5 utenti e uno ci sta attaccato ANCHE QUANDO DORME, non riesci proprio a capire cosa faranno gli altri ?SECONDO TE C'E' NON C'E' NESSUNA DIFFERENZA FRA TARIFFA FLAT (100 mila lire al mese max e 1 modem ogni 5 utenti) E LINEA DEDICATA (UN modem per OGNI utente, al costo moooolto piu' altro) ?Chissa' dove te lo metterebbero il tuo picci' quando sei a dormire, a scuola, al WC o in giro e migliaia di altri utenti PAGANTI COME TE stanno per ore intere a tentare ovviamente inutilmente di entrare ???
          • Anonimo scrive:
            Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre


            hahaha....vorresti dare la colpa a chi ha

            pagato(e profumatamente...)per usare il

            servizio......ma lascia perdere!!!!dovrei
            Pagato profumatamente: quanto pagheresti 24
            ore di connessione con la TAT, con
            Infostrada, Wind o chiunque altro ?
            Giusto "qualcosetta" di piu' di 100 mila al
            mese ?
            Sai fare 1+1 ?invece di dare rispostine petulanti, tipo "ma sai fare 1+1", pensa a quanto costava 20 anni fa un viaggio in aereo da roma a londra, o quanto costavano 10 anni fa 32 mega di ram, o a quanto costava 5 anni fa un modem da 56.7...volendo fare discorsi piu' teorici, pensa a quanto costava 50 anni fa mandare i figli al liceo, o comprare una macchina o un telefono negli anni 20...ragazzi, le cose cambiano, il progresso scientifico e tecnologico e' una realta'!voi ancora ragionate con la tat di telecom, ma mi spiegate come mai nei paesi seri le telefonate urbane sono gratis, si paga un forfait per le interurbane, e gli operatori telefonici fanno a gara a fare offerte al ribasso?ma voi pensate che la tat sia giusta, o non pensate piuttosto che sia una pratica commerciale disdicevole, una specie di forca caudina che telecom si e' potuta permettere solo perche' era in monopolio?ad un tizio a cui rubano diecimila lire dite: "ti e' andata bene, pensa se ti rubavano un milione"? non dite piuttosto: "maledetti ladri!"?quanto al rapporto modem utenti, vero e proprio tormentone: non e' un raspporto fisso, e' un rapporto minimo. sta scritto in tutti i contratti, mi pare. se serve lo si aumenta. ci si guadagna menso soldi, pazienza.
          • Anonimo scrive:
            Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
            - Scritto da: Luca Boccianti

            Pagato profumatamente: quanto pagheresti
            24

            ore di connessione con la TAT, con

            Infostrada, Wind o chiunque altro ?

            Giusto "qualcosetta" di piu' di 100 mila
            al

            mese ?

            Sai fare 1+1 ?
            invece di dare rispostine petulanti, tipo
            "ma sai fare 1+1", pensa a quanto costava 20
            anni fa un viaggio in aereo da roma a
            londra, o quanto costavano 10 anni fa 32
            mega di ram, o a quanto costava 5 anni fa un
            modem da 56.7 [...]
            ragazzi, le cose cambiano, il progresso
            scientifico e tecnologico e' una realta'!
            voi ancora ragionate con la tat di telecom,Ma se le spese che deve fare un provider (modem + linee + banda nazionale + banda internazionale) non sono diminuite di un fattore 10, non può offrire servizi ai propri clienti facendoli pagare dieci volte di meno.Non è ancora nato il provider (in generale, l'azienda) che fa un'offerta che conviene più ai clienti che non ad esso.
            ma mi spiegate come mai nei paesi seri le
            telefonate urbane sono gratis, si paga un
            forfait per le interurbane, e gli operatori
            telefonici fanno a gara a fare offerte al
            ribasso? Ma quali paesi seri? La Francia, da sempre fossilizzata sul minitel, sta messa peggio di noi, in Gran Bretagna hanno "segato" non so quanti utenti-flat...Dicci quali sono tutti questi paesi in cui le cose vanno tanto meglio di noi!!! Spero bene che tu non ti sia voluto riferire agli Stati Uniti...Cmq, anche qui da noi puoi pagare un forfait per urbane ed interurbane.
            ma voi pensate che la tat sia giusta, o non
            pensate piuttosto che sia una pratica
            commerciale disdicevole, una specie di forca
            caudina che telecom si e' potuta permettere
            solo perche' era in monopolio?No, la tat fa schifo! Ma è un dato di fatto che, quando non paghi un servizio a tempo, tendi ad utilizzarlo eccessivamente.Per le conversazioni urbane la tat si può anche eliminare (chi vuoi che stia a parlare per quattordici ore di fila?) ma per le connessioni ai provider no, come dimostrano evidenti fatti.
            quanto al rapporto modem utenti, vero e
            proprio tormentone: non e' un raspporto
            fisso, e' un rapporto minimo. sta scritto
            in tutti i contratti, mi pare.Lo si può anche aumentare ma non credo che convenga per un provider averlo a 1/2.
            se serve lo
            si aumenta. ci si guadagna menso soldi,
            pazienza.Non credo che saresti della stessa opinione, se fossi un provider!Tu non cerchi forse di minimizzare le spese? Direi di sì, ma allora perché ti lamenti se lo fanno pure loro?mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre

            bene che tu non ti sia voluto riferire agli
            Stati Uniti...perché, che hanno fatto di male?

            quanto al rapporto modem utenti,

            se serve lo

            si aumenta. ci si guadagna menso soldi,

            pazienza.

            Non credo che saresti della stessa opinione,
            se fossi un provider!

            Tu non cerchi forse di minimizzare le spese?
            Direi di sì, ma allora perché ti lamenti se
            lo fanno pure loro?perché io non diminuisco le spese a scapito della qualità del servizio.se devo mandare un file ad un cliente che mi aspetta, e il provider flat non funziona, lo mando con quello "a scatti".se dicessi al cliente "aspetta che devo prendere la linea col flat" il cliente non torna più. io sono così fesso, infatti, che non faccio firmare contratti annuali con pagamento anticipato. i miei clienti stanno con me perché a loro fa piacere.è una cosa che va al di là della burocrazia, non credo davvero che tu o altri che ancora mi fanno discorsetti cretini tipo "sai fare 1+1" la possiate capire. io sono davvero disposto a rimetterci su un lavoro pur di fare buona figura. in fondo, si tratta di guadagnare 8 invece che 10. ma almeno mi corico con la coscienza a posto.se poi uno non ha coscienza, be', che posso fare... semplicemente le nostre strade si dividono.
          • Anonimo scrive:
            Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
            - Scritto da: Luca Boccianti

            bene che tu non ti sia voluto riferire
            agli

            Stati Uniti...
            perché, che hanno fatto di male?Perché gli Stati Uniti sono un'eccezione e c'è un abisso tra loro e gli altri Paesi.Internet è nata praticamente lì e la loro evoluzione in fatto di telecomunicazioni è stata condita da qualche deciso intervento dell'Antitrust, che esiste da cento e passa anni.Esiste da tanto e, soprattutto, funziona. L'esatto contrario dell'Italia: esiste da poco e non funziona.

            Tu non cerchi forse di minimizzare le
            spese?

            Direi di sì, ma allora perché ti lamenti
            se

            lo fanno pure loro?
            perché io non diminuisco le spese a scapito
            della qualità del servizio.Ma sì, invece!Se tu ti devi sentire con i colleghi o devi mandare una mail importante e se il numero flat risponde occupato, tu rallenti il tuo lavoro e ci rimettono i clienti.Visto che non te lo puoi permettere, usa le freenet.
            se devo mandare un file ad un cliente che mi
            aspetta, e il provider flat non funziona, lo
            mando con quello "a scatti".Appunto. Allora usa quello a scatti e basta, senza bisogno di abbonarti alle flat. Se il tuo problema è di inviare file ai clienti, la flat non ti serve. Come mai stai connesso 14 ore al giorno?
            se dicessi al cliente "aspetta che devo
            prendere la linea col flat" il cliente non
            torna più. io sono così fesso, infatti, che
            non faccio firmare contratti annuali con
            pagamento anticipato. i miei clienti stanno
            con me perché a loro fa piacere.Come fai a paragonare il rapporto che c'è ta te i i tuoi clienti, che è personale, col rapporto che c'è fra un provider e gli utenti, che evidentemente NON può essere personale?
            è una cosa che va al di là della burocrazia,
            non credo davvero che tu o altri che ancora
            mi fanno discorsetti cretini tipo "sai fare
            1+1" la possiate capire.A chi ti fa notare che semplicemente non è possibile che tutti stiate connessi dici che è cretino.MAH!Fammi capire come potrebbe fare un provider ad accontentare **qualunque** utente che si vuole connettere a **qualunque** ora (cioè la stessa cosa che chiedi tu) e ti darò ragione.
            io sono davvero
            disposto a rimetterci su un lavoro pur di
            fare buona figura. in fondo, si tratta di
            guadagnare 8 invece che 10. ma almeno mi
            corico con la coscienza a posto.Ma se un cliente ti chiede un "programma di gestione" (senza definirne i dettagli) e poi tu scopri che intende farti fare un Excel personalizzato per lui, gli dirai qualcosa del tipo: "Caro signor X, lei mi ha pagato un milione e di certo per quella miseria non posso costruire un foglio elettronico tutto per lei"!!! O no?mARCOs
        • Anonimo scrive:
          Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
          Tutti i vostri ragionamenti non sono infondati ma necessitano di una precisazione:distinzione tra "doveri morale" e "doveri contrattuali". Non prendetevela, non datemi dell'egoista o del menefreghista sto cercando di eseguire una lucida (se mai sono stato lucido in vita mia) analisi dei fatti.Qualora il contratto recitasse: NESSUN limite di tempo, connessione 24h/24h ecc. ecc. allora il problema si pone in capo al provider incauto che non ha previsto l'effetto delle sue parole (che nel contratto hanno forza di legge tra le parti, entro i limiti e secondo le regole dell'ordinamento giuridico). Tuttavia molti provider hanno tentato di "parare il colpo" addossando la colpa alle reti "intelligenti" Telecom, ecc. ecc. Tentativo mal riuscito dato che nei contratti esiste un'alea (cioé un rischio che una o più parti si assumono per garantirsi un possibile guadagno).Inoltre il contratto non riguarda una multipropietà del diritto d'accesso a Internet ma una fornitura di accesso a Internet per ogni singolo utente (il riferimento ad altri, a mio parere, è puramente velleitario nei succitati contratti se non connesso ad esplicite limitazioni).Starà all'utente sentirsi a posto con la propria coscienza per il possibile disagio provocato ad altri. Disagio che vede la sua orgine nell'esercizio di un suo diritto garantito da un'impresa che non riesce a mantener fede ai propri impegni.Scusate la lunghezza del post ma era da un po' di tempo che volevo condividere la mia opinione con altri.Ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
            caro adriano....allora dimmi tu quando e quanto devo rimanere connesso :-) tutto quello che voglio dire, è che io quel contratto l'ho accettato....il rapporto è uno a 5 ok,immaginavo a cosa sarei andato incontro.... se non riesco a connettermi,il motivo lo so...ma se ci riesco non mi sento minimamente spinto a disconnettermi perchè qualcun altro nel frattempo non può usufruire del abbonamento(il contratto poteva leggerlo pure lui,o no?è tutto scritto...se non avessi letto che l'accesso era 24 h su 24...non mi sarei neanche abbonato)ok? :-)Cordiali Salutip.s. una domanda mi sorge spontanea........ma siete sicuri che un modem sia unicamente utilizzato da un unico utente....e non suddiviso per 5?....non me ne intendo molto..
          • Anonimo scrive:
            Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
            - Scritto da: Marco
            caro adriano....allora dimmi tu quando e
            quanto devo rimanere connesso :-)

            tutto quello che voglio dire, è che io quel
            contratto l'ho accettato....il rapporto è
            uno a 5 ok,immaginavo a cosa sarei andato
            incontro.... se non riesco a connettermi,il
            motivo lo so...ma se ci riesco non mi sento
            minimamente spinto a disconnettermi perchè
            qualcun altro nel frattempo non può
            usufruire del abbonamentoMa non ti devi mica disconnettere dopo trenta secondi! Connettiti, fai quello che devi fare e poi staccati Tutto qui.Questo comportamento crea senz'altro meno problemi, perché almeno non ci saranno persone che si connettono dalle 8 alle 20 in attesa di una mail importante.Il contratto, come dicevo in un altro thread, non ti impedisce di stare connesso per una settimana di seguito. Ma allora non ti lamentare quando qualche altro utente starà connesso a lungo e sarai tu a trovare occupato per una settimana di seguito!
            (il contratto
            poteva leggerlo pure lui,o no?è tutto
            scritto...se non avessi letto che l'accesso
            era 24 h su 24...non mi sarei neanche
            abbonato)Ecco! Se i provider fanno un'offerta al di sopra delle proprie capacità, vengono giudicati come una banda di imbroglioni; quando fanno offerte ragionevoli, la gente non si abbona! Raga', pensateci un attimo!!Ma tu ti connetti tutta la notte? E a che ti serve?
            ok? :-)
            Cordiali Saluti Ciao, mARCOs.
            p.s. una domanda mi sorge
            spontanea........ma siete sicuri che un
            modem sia unicamente utilizzato da un unico
            utente....e non suddiviso per 5?....non me
            ne intendo molto..Non dovrebbe essere possibile (correggetemi se sbaglio!).
        • Anonimo scrive:
          DUBBIO ATROCE (Re: patti chiari amici cari;...)
          Dubbio atroce: ma non è che Marco è stato incaricato dai provider per farci scannare tra di noi?mARCOs- Scritto da: Marco
          hahaha....vorresti dare la colpa a chi ha
          pagato(e profumatamente...)per usare il
          servizio......ma lascia perdere!!!!dovrei
          sentirmi in colpa perchè lascio il mio
          termilale acceso tutta la notte???seeeee
          ,come no!
      • Anonimo scrive:
        Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre


        quanto al rapporto modem utenti 1/5, vedo

        no, è una soglia minima. lo si può

        migliorare.

        E cosa ti fa pensare che sia la soglia
        MINIMA ??oh bella, il contratto. leggilo bene. almeno quello del provider di cui sono cliente che, per la cronaca, non e' galactica.

        certo ci si guadagna di meno a migliorarlo

        (non credo certo che ci si rimetta!).

        "Non credo" non vuol dire "e'", quindi e'
        solo una tua personalissima opinione.
        E come tale va presa.ma anche se ci si rimettesse? a volte a mentenere le promesse commerciali ci si rimette. a volte a non fare la figura dei cialtroni ci si rimette.nel lungo termine, pero', se non sei proprio un idiota, far vedere che si e' disposti a rimetterci pur di mantenere l'*onorabilita'*, commercialmente rende.ok, onorabilita' e' una parola grossa e che spaventa, diciamo affidabilita' e serieta'.
        Forse tutti quei ragazzotti brufolosi che
        restano attaccati anche quando dormono o
        sono a scuola ?i ragazzotti brufolosi, permettimi, per me sono quelli che fanno i saputelli sul rapporto modem utenti, ecc. ecc..

        cioè, amici cari, nel commercio *ci si può

        rimettere*!

        Parli forse dell'azienda per cui lavori, chel'azienda per cui lavoro (anzi: una delle aziende per cui lavoro) ti assicuro che non ci rimette! sono 4 anni che il fatturato e' in crescita, l'ultimo anno e' stato di 5 miliardi, in gennaio 2001 abbiamo fatturato esattamente il doppio del gennaio 2000!scusa se e' poco!e tutto questo sia per la qualita' del servizio sia per la reputazione di *serieta'* che l'azienda si e' guadagnata nel tempo.
        offre delle garanzie che piu' che
        soddisfazione del cliente, sembrano uscite
        dal libro delle favole ?non sono favole, sono realta' di fatto, e tutte le volte che ci viene richiesto le mettiamo in atto.magari invece di fatturare 5.000 avremmo potuto fatturare 5.005 (in milioni di lire), ma qualche cliente non sarebbe stato contento e ci avrebbe probabilmente lasciato.invece non ci lasciano e quest'anno aumentiamo il fatturato.(e ovviamente il guadagno netto).

        ecco perché, credo, molti sono pronti a

        difendere i provider!

        Poi indicarmi almeno 1 (UN!!) post nel quale
        si legga anche solo la parvenza di difesa
        dei provider che fanno pubblicita' e
        contratti INGANNEVOLI ??be', via, tutti quelli che si mettono a fare pippe sul rapporto 1/5... che e' da sciocchi credere che sia possibile ecc. ecc..forse sono aspiranti provider che cominciano a pararsi le chiappe fin da subito...
        Ma secondo te tutta la gente che ha speso 60
        mila per 1 mese (es. con Aruba) oppure oltre
        UN MILIONE (tipico di Gala) che motivo
        avrebbe mai di difendere chi NON gli riesce
        ad affrore un accesso degno di questo nome
        ??

        Casomai si scagliano contro i ragazzotti
        brufolosi, credo.e' fantastico... la tua fiat si rompe e tu non te la prendi con la fiat, te la prendi con gli altri clienti fiat...se si fossero comprati il bmw la tua fiat non si sarebbe rotta! invece tutti vogliono risparmiare comprando utilitarie fiat e questo e' il risultato!ma io ho sbagliato tutto, dovevo fare il provider, non solo avrei sempre ragione, ma i danneggiati si mangerebbero tra di loro invece di mangiare me...siete i clienti ideali!
        E che nel nostro Stato non fallisca nessuno
        e' un'altra delle tue invenzioni: se inveceok, diciamolo meglio, visto che stai a cercare il pelo nell'uovo: non fallisce nessuno dei cialtroni.non so se conosci il termine della parola "petulante".a volte, quando si fa un discorso, si dicono frasi che necessitano di verifica puntuale. altre volte si esprimono concetti in senso lato.materialmente certo che c'e' sempre chi fallisce, il problema e' che a volte non fallisce chi dovrebbe fallire perche' prova a fare il furbo."nessuno fallisce" va inteso in quel senso.mi rendo conto che questo richieda che l'interlocutore (tu) sia in buona fede e non un petulante polemico, e mi rendo conto quindi di aver sopravvalutato il pubblico medio che gia' ha avuto modo di mettersi in mostra in risposta al mio precedente intervento.
        L'Italietta per la cronaca e' pure il paese
        nel quale al giorno d'oggi la depressione e
        l'ansia colpiscono quantita' incredibili di
        persone :-((ansia e depressione?fratello, io faccio il libero professionista. se sono ansioso e depresso e quindi non lavoro, non fatturo. fine dei giochi.non e' che al mio cliente posso dire "per te non ho lavorato, ma ti allego un certificato medico di depressione e una fattura che ti prego di pagare".non so se mi spiego.certo potrei farmi assumere da qualche grande struttura pubblica, nel quale mi risulta ci siano depressi che pigliano lo stipendio e si fanno sei mesi di vacanza perche' gliel'ha ordinato il medico (e io pago...).
        E i risultati li abbiamo anche noi ogni
        giorno davanti agli occhi.ah, lo vedi!
        • Anonimo scrive:
          Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
          - Scritto da: Luca Boccianti
          oh bella, il contratto.
          leggilo bene. almeno quello del provider di
          cui sono cliente che, per la cronaca, non e'
          galactica."Leggilo bene"?? Ma sei tu o no??
          i ragazzotti brufolosi, permettimi, per me
          sono quelli che fanno i saputelli sul
          rapporto modem utenti, ecc. ecc..E' un saputello quello che ti dice che, se il rapporto m/u non è 1/1, non puoi avere la connessione garantita?


          cioè, amici cari, nel commercio *ci si
          può


          rimettere*!



          Parli forse dell'azienda per cui lavori,
          che

          l'azienda per cui lavoro (anzi: una delle
          aziende per cui lavoro) ti assicuro che non
          ci rimette! sono 4 anni che il fatturato e'
          in crescita, l'ultimo anno e' stato di 5
          miliardi, in gennaio 2001 abbiamo fatturato
          esattamente il doppio del gennaio 2000!

          scusa se e' poco!

          e tutto questo sia per la qualita' del
          servizio sia per la reputazione di
          *serieta'* che l'azienda si e' guadagnata
          nel tempo.Certo, la serietà dell'azienda e la serietà dei clienti.Pochissime persone si approfitteranno delle solide garanzie di quell'azienda. Se invece si divertissero a ordinare pezzi (perché TANTO NON COSTA NIENTE), usarli e poi dire "non sono soddisfatto", andreste a gambe all'aria in una settimana.

          Poi indicarmi almeno 1 (UN!!) post nel
          quale

          si legga anche solo la parvenza di difesa

          dei provider che fanno pubblicita' e

          contratti INGANNEVOLI ??
          be', via, tutti quelli che si mettono a fare
          pippe sul rapporto 1/5... che e' da sciocchi
          credere che sia possibile ecc. ecc..Ma è così. E' da sciocchi credere che sia possibile fornire un servizio decente per la cifra che pagate.Come dicevo prima, o il provider ha trovato il modo di ridurre di 10 volte le proprie spese, o non c'è verso che possa offrire una connessinoe ad Internet ad un prezzo così basso.Ed infatti TUTTI gli utenti flat hanno problemi, non solo quelli di un certo provider.
          forse sono aspiranti provider che cominciano
          a pararsi le chiappe fin da subito...O forse è gente che sa fare due conti.
          e' fantastico...
          la tua fiat si rompe e tu non te la prendi
          con la fiat, te la prendi con gli altri
          clienti fiat...

          se si fossero comprati il bmw la tua fiat
          non si sarebbe rotta! invece tutti vogliono
          risparmiare comprando utilitarie fiat e
          questo e' il risultato!Ma il fatto è che tu, per risparmiare, ti compri la Panda per gareggiare ad un rally e poi ti lamenti che si è tutta scassata e che sei arrivato ultimo!!!
          mi rendo conto che questo richieda che
          l'interlocutore (tu) sia in buona fede e non
          un petulante polemico, e mi rendo conto
          quindi di aver sopravvalutato il pubblico
          medio che gia' ha avuto modo di mettersi in
          mostra in risposta al mio precedente
          intervento.Già, non siamo proprio degni di parlare con te, o grande Luca Boccianti!!E' inutile farti notare che, se hai avuto tante critiche, forse non sei proprio nel giusto.
          certo potrei farmi assumere da qualche
          grande struttura pubblica, nel quale mi
          risulta ci siano depressi che pigliano lo
          stipendio e si fanno sei mesi di vacanza
          perche' gliel'ha ordinato il medico (e io
          pago...).Le classiche generalizzazioni: tutti nello Stato non fanno niente. Potrei rispondere con un altra generalizzazione: i professionisti non emettono mai la fattura ed evadono le tasse.Ma che discussione inutile...mARCOs
    • Anonimo scrive:
      Re: patti chiari amici cari; non si guadagna sempre
      Caro Luca Boccianti, finalmente ci si rincontra!- Scritto da: Luca Boccianti




      Una tariffa forfettaria di accesso a
      Internet, per essere redditizia per chi la
      propone (ma anche per chi la acquista) può
      essere liberamente fruibile nell'arco delle
      24 ore ma non per più di 5-6 ore di
      collegamento continuativo ogni giorno.
      bianco.Ma guarda che, se una cosa non è espressamente vietata, non significa che sia giusta e legittima.Se nel regolamento del servizio di trasporto pubblico non ci fosse un limite alle dimensioni dei bagagli, ti sentiresti autorizzato a caricare il tuo divano sull'autobus per viaggiare più comodo? Ma dài...
      e visto che ci siamo, dopo averlo messo nero
      su bianco, offriamo a chi avesse
      sottoscritto questo contratto *prima*
      dell'aggiunta di questa postilla la
      possibilità di riavere i suoi soldi
      indietro, così magari si compra
      qualcos'altro. l'adsl, fai conto, per chi
      sta in un luogo adatto.Facciamo una cosa migliore: contratti mensili (con tacito rinnovo), così, se trovi un'offertamigliore della tua attuale, disdici tutto (tramite email e non tramite raccomandata A/R).
      quanto al rapporto modem utenti 1/5, vedo
      che chiunque lo considera come soglia
      massima.Certo che è minima.Non dico che abbiano ragione i provider, dico che prima di accettare un'offerta, se proprio non vogliamo leggere i contratti, almeno facciamoci due conti.Puoi aspettarti un buon servizio solo se paghi più del normale. Se spedisci una una raccomandata A/R invece di una normale lettera (5000 contro 1000 lire), non c'è bisgno di leggere tutte le garanzie che può darti una raccomandata: costa cinque volte di più e giustamente ti aspetti che il servizio di spedizione sia migliore.Nella flat è tutto al rovescio. Dicevi di stare connesso 14 e più ore al giorno (immagino un po' in fascia piena ed un po' in fascia ridotta). Ad occhio e croce con le freenet ti verrebbe a costare 400 mila al mese. Com'è possibile che un provider possa fornirti un tale servizio per cinquantamila al mese? C'è evidentemente qualcosa che non va.Per questo dico che bisogna sapere cosa si compra. Se ti offrono un servizio ad un costo dieci volte inferiore, da qualche parte la magagna uscirà fuori.Sarà pure "colpa" dei provider fregoni, ma dobbiamo recitare sempre e solo la parte dei bidonati che si lamentano?? Perché, invece, non impariamo a distinguere le offerte "buone"??
      certo ci si guadagna di meno a migliorarlo
      (non credo certo che ci si rimetta!).
      allora io considero serio un provider che,
      vista la situazione, lo migliora, e
      considero cialtrone un provider che vista la
      situazione non lo migliora ma scatena guerre
      tra proveri fra i suoi utenti - anzi,
      clienti, invece di fare il suo dovere e cioè
      comprare più modem, più linee ecc. ecc..Su questo non sarei tanto d'accordo.Anzitutto, puoi pretendere onestà dai provider nella misura in cui tu sei onesto.Sai di convididere i modem con qualcun altro e non ti puoi sentire autorizzato a connetterti venti ore al giorno perché "tanto hai pagato". Qui il rapporto m/u non c'entra, perché potrebbe anche arrivare ad 1/2 ma non servirebbe a niente.Se tu vuoi connetterti quando vuoi e restare connesso quanto vuoi, perché non lo possono faretutti gli altri abbonati? Se ognuno si dice: "Io ho pagato e resto connesso", la flat subirà un tracollo (come puntualmente è avvenuto).
      cioè, amici cari, nel commercio *ci si può
      rimettere*!
      anche nella new economy!Assolutamente vero. Ma, se un'azienda ci rimette, allora non offrirà più quella tipologia di servizi e questo, alla fine, danneggia anche me.Se io mi faccio una flat e se un certo giorno devo stare connesso per 8 ore, mi secca che ciò non sarà possibile solo perché qualcun altro in precedenza stava connesso 20 ore al giorno (e quindi il provider ha fissato un limite massimo alla connessione giornaliera).E' di gran lunga migliore un servizio che non prevede limiti di tempo e che tutti usano CON MODERAZIONE. Così, se devi scaricare la posta, ti connetti cinque minuti; se devi scaricare un programma, ti connetti quattro ore.Non attribuiamo al provider ANCHE le colpe che non ha, perché questo è un difetto ***nostro***. Una cosa non costa? Bene, non siamo capaci di limitarci nel suo utilizzo. E allora dovremo sopportare tutto ciò che deriva da questo comportamento (tot ore al giorno o tot ore al mese, ecc).
      hai le linee sempre occupate? compra più
      modem.Anche questo è tipico: essere convinti che il torto sia sempre e comunque dall'altra parte.
      ma nel frattempo se ci tieni alla faccia onora
      il tuo contratto, anche se ciò dovesse
      essere "non remunerativo".
      se no domandati quanto è "non remunerativo"
      a lungo termine perdere la faccia, certo, in
      paesi seri, non in questo degli aspiranti
      cialtroni.L'onore è andato perduto ma il contratto è onorato. Eccome se è onorato.mARCOs
  • Anonimo scrive:
    Solo io?
    Leggo sempre qui e sui ng dei problemi di molti utenti con i contratti flat...non voglio fare pubblicità, ma io da agosto ho sottoscritto una flat internet+telefonate con il noto operatore verde e...mai un problema...il mio pc sta connesso alla rete almento 12-15 ore al giorno e poi faccio pure molte telefonate e funzona sempre tutto, pure con velocità rispettabili (nei limiti di una connessione analogica)...sono l'unico soddisfatto in Italia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo io? Quasi :-(

      Scritto da: arslan
      Leggo sempre qui e sui ng dei problemi di
      molti utenti con i contratti flat...non
      voglio fare pubblicità, ma io da agosto ho
      sottoscritto una flat internet+telefonate
      con il noto operatore verde e...mai un
      problema...il mio pc sta connesso alla rete
      almento 12-15 ore al giorno e poi faccio
      pure molte telefonate e funzona sempre
      tutto, pure con velocità rispettabili (nei
      limiti di una connessione analogica)...sono
      l'unico soddisfatto in Italia?Io non uso questa FLAT ma in effetti in ogni occazione nella quale ho sentito parlare di questa connessione, ne ho sempre e solo sentito parlare in questi termini.Utenti bu$ine$$: avete letto ?????Centiquattordicimila al mese con interurbane e urbane comprese: oltre alla FLAT per l'Internet!Conviene forse scannarsi sui NG, (e su Punto!) perche' dei "cialtroni vi rubano 50 mila al mese" e non potete connettervi tutti 24 ore al giorno e poi dei "bimbi idioti", che non capiscono ovviamente niente di cio' che scrivono, vi intortano cercando di farvi capire che la FLAT non e' fatta neanche per voi, oltre che per i ragazzotti brufolosi che restano connessi anche quando stanno in giro o dormono ??Purtroppo anche in questa storia, sia quei (spero pochi) utenti che abusano del servizio ma soprattutto i provider con le loro pubblicita' ingannevoli, vale quel vecchio detto: IL PIU' PULITO C'HA LA ROGNA !Buon giorno Italietta ;(
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo io?

      l'unico soddisfatto in Italia?No, sei in compagnia :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Solo io?

        Beati voi, io con l'"operatore verde", devo
        comporre una decine di volte il numero, per
        trovare libero...Ma quale accesso dell'operatore verde non riesci ad usare ?Io personalmente non sono MAI riuscito ad usare IOL attraverso Infostrada, ma solo attraverso Telecom :-(Pero' se ti riferisci a Tempozero saresti FINALMENTE la prima persona che non riesce ad usare questo servizio! :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Solo io?
          No, mi riferisco a Libero@Incubo- Scritto da: Alfredo

          Beati voi, io con l'"operatore verde",
          devo

          comporre una decine di volte il numero,
          per

          trovare libero...

          Ma quale accesso dell'operatore verde non
          riesci ad usare ?

          Io personalmente non sono MAI riuscito ad
          usare IOL attraverso Infostrada, ma solo
          attraverso Telecom :-(

          Pero' se ti riferisci a Tempozero saresti
          FINALMENTE la prima persona che non riesce
          ad usare questo servizio! :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Solo io?
            - Scritto da: ittita
            No, mi riferisco a Libero@IncuboNeanche stavolta sono riuscito a trovare il disservizio di Tempozero :-(((
  • Anonimo scrive:
    Finalmente un po' di chiarezza ??
    Il ragionamento è banale ma vale la pena di ripeterlo: se il contratto cita un rapporto modem utenti di 1:5, se ne deve dedurre che nel momento in cui uno dei cinque utenti lascierà la sua connessione attiva per 24 ore di seguito renderà di fatto non raggiungibile il servizio a quattro altri sottoscrittori. I quali in genere utilizzeranno un altro accesso per postare sui newsgroup tutta la loro contrarietà.A questa considerazione di difficile contestazione in genere dopo alcuni secondi rispondono decine di voci inferocite che affermano che il contratto che hanno sottoscritto non prevede limiti di tempo e che pertanto essi intendono utilizzare l'accesso flat che pagano profumatamente con le modalità e i tempi che ritengono a loro più consoni.Lo hanno capito i provider e lo hanno ben inteso anche gli utenti più smaliziati. Una tariffa forfettaria di accesso a Internet, per essere redditizia per chi la propone (ma anche per chi la acquista) può essere liberamente fruibile nell'arco delle 24 ore ma non per più di 5-6 ore di collegamento continuativo ogni giorno.******************************************Pero' hai sottolineato troppo poco, secondo me, che le pubblicita' e anche i contratti sono ingannevoli.E soprattutto che anche senza avere ne' banda ne' meno che mai linee disponibili, molti ISP continuano a fare allegramente pubblicita' e gli utenti meno smaliziati continuano a cascarcicome pere cotte :-((((
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente un po' di chiarezza ??
      - Scritto da: Alfredo
      Pero' hai sottolineato troppo poco, secondo
      me, che le pubblicita' e anche i contratti
      sono ingannevoli.Non sono d'accordo per principio:non puoi limitare le offerte perché la gente "tanto non legge il contratto". Questo significa far sì che il garante abbia un potere divino...Il contratto c'è e deve essere letto. Non può contenere clausole vessatorie ed è già moltissimo.Allora d'accordo sulla pubblicità ingannevole ma non sui contratti.La pubblicità sei obbligato, forzato a vederla in continuazione. I contratti rientrano nelle scelte che questa società ti permette di fare in autonomia...Se mettiamo contratti e pubblicità sullo stesso piano non capiremo più nulla...CiuX
Chiudi i commenti