Giustizia a Roma, IT fermo per soldi

Il black-out informatico che ha colpito la Procura di Roma nelle scorse ore è dovuto al mancato pagamento di bollette
Il black-out informatico che ha colpito la Procura di Roma nelle scorse ore è dovuto al mancato pagamento di bollette

Il sistema informatico su cui si appoggiano i servizi della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma ieri ha subito un lungo black-out, lasciando a terra tutti coloro che necessitavano di accedere ai dati e ai registri degli uffici.

In particolare, hanno subito disagi gli utenti degli impianti in funzione presso i due uffici ai quali sono attribuite le responsabilità per il movimento dei fascicoli processuali, e ai quali si deve l’andamento dell’attività processuale.

A colpire l’attenzione, però, non è tanto il fatto che si sia verificato un black-out dei sistemi IT, quanto la ragione per cui ciò è accaduto. Ai sistemi non è stata fornita la necessaria manutenzione e i controlli di sicurezza non sarebbero stati eseguiti.

Il motivo? La ditta incaricata di eseguire questi servizi non riceve i dovuti pagamenti da più di due anni.

Della questione è stato informato il ministero della Giustizia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 07 2008
Link copiato negli appunti