Gizmondo Europe a rischio bancarotta: console a rischio?

L'affiliata europea della società sviluppatrice di Gizmondo è alle prese con conti che non tornano e debiti da saldare


Farnborough (Regno Unito) ? Gizmondo Europe Ldt , sussidiaria di Tiger Telematics (TT), impegnata assieme ad essa nella realizzazione del progetto Gizmondo , ha ricevuto nei giorni scorsi un avviso di garanzia per il presunto reato di bancarotta.

Le notizie sul cattivo stato di salute, dovuto ai troppi debiti, aveva già fatto rischiare la bancarotta alla società madre poco tempo fa. La presentazione avvenuta il 22 ottobre della sua console tuttofare aveva fatto tirare un respiro di sollievo, ma ora, dopo pochi mesi, si è nuovamente punto e a capo.
Il nuovo indebitamento eccessivo, da parte di Gizmondo Europe, deriverebbe dai soldi spesi per poter espandere le vendite al di fuori del mercato americano. A tale proposito l’azienda ha recentemente investito circa 5 milioni di dollari per l’allargamento del proprio giro d’affari e per una ristrutturazione societaria. Le autorità hanno riferito che l’azienda europea affiliata dovrà presentarsi entro una settimana davanti alla Corte Suprema inglese per riferire sull’effettivo andamento societario.

Purtroppo per il gruppo di Tiger Telematics gli analisti prevedono effetti di mercato negativi legati alla notizia di una possibile bancarotta. La chiusura dei battenti della società europea non agevola difatti le vendite ; la possibilità che la bancarotta raggiunga anche l’azienda americana spaventa tutti coloro che erano intenzionati ad acquistare il dispositivo portatile, ma non vogliono ritrovarsi senza un solido punto d’appoggio al quale rivolgersi per un’eventuale assistenza tecnica.

Mentre la casa madre TT non ha voluto ancora commentare l’accaduto, Gizmondo Europe Ldt ha rilasciato nei giorni scorsi solamente una breve dichiarazione: “La nostra azienda sta cercando di scongiurare in ogni modo il pericolo di bancarotta; a tale proposito abbiamo deciso di dimezzare le spese del nostro staff per incidere il meno possibile sui costi”.

Dario Panzeri

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti