Gli elicotteri garantiranno SMS di emergenza

La Commissione Europea promuove un progetto per allestire reti mobili di backup in caso di guasti ai network degli operatori per emergenze e calamità naturali

Lione – L’insorgere di emergenze impreviste o calamità naturali può provocare interruzioni di servizio nelle reti di comunicazione. È sulla base di questa possibilità che la Commissione Europea intende promuovere un progetto finalizzato alla realizzazione di network mobili provvisori, in grado di supplire alle carenze delle reti esistenti in caso di danneggiamenti.

Il progetto prende il nome di MARIUS, che è l’acronimo di Mobile Autonomous Reactive Information system for Urgency Situations (Sistema di informazione autonomo e reattivo basato sull’uso di dispositivi mobili in situazioni di emergenza). Coordinato da EADS (European Aeronautic Defense and Space Company) e finanziato dall’Unione Europea, il progetto vede la partecipazione di aziende come Eurocopter , Thales , BAES , Selex e Swapcom .

Come descritto da quest’ultima in un comunicato, il progetto ha lo scopo di sviluppare una postazione di comando autonoma e preoperativa che può essere messa in funzione molto velocemente per gestire ogni tipo di situazione di crisi.

MARIUS si basa sulla possibilità di impiegare elicotteri provvisti dell’equipaggiamento TLC necessario all’allestimento di piccole reti mobili, che non saranno però utilizzabili per comunicazioni voce tra telefoni cellulari: le Autorità faranno uso dei network MARIUS per spedire SMS alla cittadinanza, contenenti informazioni di ordine pubblico e indicazioni utili per le operazioni di soccorso.

Per l’estate 2007 è prevista una fase sperimentale, che avrà luogo in Spagna, dove verranno effettuati alcuni test operativi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    a pensare male.....
    Mi sta solleticando da un pochino una certa idea!Qualcuno ha notato con quale "sacro furore" un certo politico ha polemizzato sulla vicenda Telecom Tronchetti e divisione in "media company" e "gestore della rete"?Ma che significa realmente "media company" che rapporto c'è tra "netralità della rete" e IPTV e la rete stessa?Chi sono oggi i "big" delle reti tv?Dite la verità qualcuno sa dire con precisione chi comanda oggi in Telecom?E... se... (e sottolineo se) improvvisamente la Telecom cominciasse ad andare da male a peggio (col debito a 10 cifre non è poi mica tanto difficile andare "male)... e se... (e sottolineo se)... improvvisamente ci fosse la necessità (magari fra un pochino non subito) di "salvare" la telecom e la "media company"....Qualcuno si meraviglierebbe tanto se nella "cordata" partita al soccorso e "salvataggio" improvissamente apparisse un altra azienda il cui nome comincia per "media"?Naturalmente .... ho detto se e ho sottolineato se.... :) :) O) O) @^ @^
  • Anonimo scrive:
    confermo
    è vero appena dopo 1 settimana da quella sentenza mi hanno proposto sto IPTV, e io pirla l'ho accettata. è un oborio. ma neanche avendo il monopolio fanno una cosa decente! per non parlare dell'hardware il ricevitore scalda come un fornellino e naturalmente va in palla.
    • Anonimo scrive:
      Re: confermo
      - Scritto da:
      è vero appena dopo 1 settimana da quella sentenza
      mi hanno proposto sto IPTV, e io pirla l'ho
      accettata. è un oborio. Te lo sei detto da solo :-)Bisogna essere davvero pirla a cadere in certe truffe.Tienti buona la lezione per il futuro, almeno.
  • Anonimo scrive:
    Paese alla deriva
    il fatto e' che la rete e' una e non e' replicabile (e questo lo riconosce anche la stessa agcom e la stessa telecom) e la usano tutti (a parte fastweb a milano e da qualche altra parte dove ha messo la fibra per 200mila utenti su un totale di 10 milioni)questo post di Quintarelli spiega chiaramente tuttohttp://blog.quintarelli.it/2007/01/telecom_italia_.htmlche paese e' quello che si indigna per calciopoli e non dice un c...o per la collusione sulla principale inbfrastruttura economica del paese ?Ve lo dico io, e' un paese che sta andando alla deriva.
  • Anonimo scrive:
    ridicolo
    loro, i concorrenti non sono in grado di fare concorrenza???ASSURDO!potrebbero far vedere:- sport amatoriali - televisioni di quartiere- televisioni in lingua originale (cinese, arabo, spagnolo, russo) - spazi autogestiti (i vecchi programmi dell'accesso)inoltre: negli usa esiste una tv (che fa soldi) libera che si finanzia solo e solamente con i soldi delle donazioni. Ricordo che il mercato tv italiano non e' limitato all'Italia. Esistono molte realta'dove l'italiano e' compreso e che potrebbero essere interessate a vedere programmi in italiano. Concludo - lavoro da far fare agli avvocatilavorare di + mi paiono due buone ricette per una sana concorrenza. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Offerta replicabilissima
    Che gli ISP si comprassero i contenuti e li mesttessreo sul mercato stando zitti invece di fare come al solito i parassiti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Offerta replicabilissima
      Io non mi spiego cosa possa spingere delle persone come te a trollare in modo così disgustoso (perché davvero spero che tu stia trollando... l'alternativa mi spaventerebbe!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Offerta replicabilissima
        Anche se scritta in stile Trolloso, la segnalazione ha un fondo di verità. Sull'offerta adsl da 20 mbit/s non entro nel merito, nel senso che non ho un quadro preciso per segnalare se la stessa è replicabile (ma a vedere dalle pubblicità in tv direi di si).Sulla IPTV, invece, il discorso è differente in quanto la proposta telecom si sovrappone non alle proposte degli altri provider (con esclusione di fastweb che già propone pacchetti analoghi da tempo) ma con gli altri distributori di canali televisivi (leggi Murdoch), per cui direi che la stessa non dovrebbe violare le regole di concorrenza.Se poi un tribunale ritiene diversamente (ma questo secondo me è un fatto grave) e telecom se ne infischia (fatto ancora più grave) ed infine l'autorità destinata ai controlli (agcom) nicchia (e quì siamo giunti all'apice) allora è giusto lamentarsi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Offerta replicabilissima
          - Scritto da:
          Anche se scritta in stile Trolloso, la
          segnalazione ha un fondo di verità. Sull'offerta
          adsl da 20 mbit/s non entro nel merito, nel senso
          che non ho un quadro preciso per segnalare se la
          stessa è replicabile (ma a vedere dalle
          pubblicità in tv direi di
          si).

          Sulla IPTV, invece, il discorso è differente in
          quanto la proposta telecom si sovrappone non alle
          proposte degli altri provider (con esclusione di
          fastweb che già propone pacchetti analoghi da
          tempo) ma con gli altri distributori di canali
          televisivi (leggi Murdoch), per cui direi che la
          stessa non dovrebbe violare le regole di
          concorrenza.Idee un po' confuse?L'Adsl da 20 mb/s ti sembra replicabile perché ti fidi della pubblicità che dice: "velocità fino a..." ma non sai che Telecom voleva offrirla agli altri operatori con una banda minima garantita di appena 20 kb/s (meno di una 56k). E ti sembra replicabile?Come può un ISP acquistare contenuti se dopo non potrà distribuirli ai clienti?Inoltre paragoni Telecom ad altri Provider come se fossero la stessa cosa, ignorando la realtà giuridico-economica delle posizioni dominanti. Mai sentito parlare di "posizione dominante"?Le infrastrutture furono pagate con i nostri soldi (le tasse) e poi furono svendute alla Telecom... quindi è meglio che non parliamo di parassiti! @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Offerta replicabilissima
            puro vangelola banda di Telecom a livello metropolitano e' 3,5mbps, agli altri operatori costerebbe 20 volte tanto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Offerta replicabilissima
            Concordo pienamente.... Il problema ormai viene da lontano. La rete di distriubuzione primaria / secondaria e di backhaul non doveva essere ceduta a Telecom Italia.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Offerta replicabilissima
            ma scusate fastweb secondo voi che cosa sta facendo!!!!!! iptv..e non e' nemmeno italiana.
  • Anonimo scrive:
    Pluralita' e controllo
    Con un unico operatore risulta assai piu' semplice operare delle misure di controllo, basta mettercisi d'accordo: tu mi fornisci appoggio, logistica e strumenti di analisi e controllo (nel senso di limitazione) e io ti fornisco appalti e protezione da iniziative legislative e svio o insabbio tutto il resto.k1
  • Anonimo scrive:
    Gravissimo
    Le authority sono proprio da riformare. Cosi' come sono oggi sono solo soldi buttati al cesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gravissimo
      Le strozzature non sono sul backboneil backbone "sta 'na favola" per usare le parole di Pileri, capo della rete
    • Anonimo scrive:
      Re: Gravissimo
      E io pago come contribuente....
    • Anonimo scrive:
      Re: Gravissimo

      No.
      Frena.
      E' che dovrebbero essere costruite nuove linee,
      nuovi "backbone" da qualche gigabit per collegare
      i nodi piu' importanti d'Italia, ma il
      monopolista delle telecomunicazioni non e' molto
      d'accordo,
      pare.Si, nuove linee, e nel frattempo Telecom si prende il 99% del mercato!Deve assolutamente intervenire il governo e scorporare la Telecom! La rete cablata DEVE essere gestita da una società che non ha nulla a che spartire coi fornitori di servizi!! Se non si fa così non ci sarà mai vera concorrenza!
Chiudi i commenti