Gli hard disk USB vanno in rete

Linksys lancia un piccolo dispositivo capace di connettere un qualsiasi hard disk esterno USB ad un router o switch, così che gli utenti possano condividere il disco attraverso una rete wired o wireless


Irvine (USA) – Per semplificare la condivisione di un hard disk esterno all’interno di una piccola rete, Linksys ha creato un piccolo dispositivo, chiamato Network Storage Link (NSLU2), utilizzabile per connettere un disco USB ad un router o ad uno switch.

NSLU2 dispone di due porte USB 2.0 attraverso cui è possibile collegare, oltre ad un hard disk esterno dotato della stessa porta, anche un pen drive. Il device dispone di un adattatore Fast Ethernet che, una volta connesso ad un router, permette di accedere al contenuto dei drive dai soli computer locali o, opzionalmente, anche da Internet: i file, a cui è possibile restringere l’accesso mediante una password, possono essere scaricati utilizzando un qualsiasi browser Web.

Attraverso un’interfaccia Web è altresì possibile accedere alle impostazioni e alle utilità integrate nel dispositivo di Linksys, tra cui tool per formattare e verificare il disco e un programma per il backup. È anche possibile ricevere degli avvisi via e-mail quando il disco è pieno o si verificano degli errori.

“Per la prima volta gli utenti possono facilmente espandere la capacità di archiviazione dei loro PC portatili accedendo ad un drive esterno connesso allo Storage Link. Le reti domestiche e degli uffici possono condividere documenti, contenuti, foto ed altro ancora”, ha affermato Steve Troyer, director of product marketing di Linksys, una divisione di Cisco.

Linksys commercializzerà NSLU2 insieme a Maxtor , un produttore con cui ha appena stretto una partnership per lo sviluppo e il marketing di prodotti e tecnologie.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: DNS...
    - Scritto da: Anonimo

    Non so se sia più privo di senso
    questo post o quello a cui sta
    rispondendo. Qui l'unica
    cosa BUCATA sono le vostre conoscenze in
    materia.Esatto il problema del DNS è che non è un servizio autenticato !esistono alcune implementazioni (sdns, dnss,ecc...) ma inimmaginambile e di proporzioni bibbliche un eventuale migrazione...occorre che i principali vendor si mettano d'accordo...come sempre è un problema di ?
  • Anonimo scrive:
    Ci credereste? Me ne sono accorto perche
    ...proprio in quelle ore mi serviva di consultare la msdn (quindi msdn.microsoft.com) a proposito di un flag della API "MoveFileEx"... e indovinate come ho tentato di fare per arrivare alla pagina (su server msdn) al primo colpo? Con Google! :DScoprendo cosi` che ne` Google ne` MS stavano rispondendo.Avevo immaginato un problema di DNS ma pensavo c'entrasse la sola mia connessione, cioe` il mio provider...che coolo, eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: DNS...
    - Scritto da: Anonimo
    A quando una rivoluzione nella gestione
    degli indirizzi?
    Il sistema dei DNS oramai è lento,
    pesante e difficile da gestire/configurare (
    provate ad installarvi anche solamente
    squid...)I server DNS sono facili da configurare ed il sistema di risoluzione dei nomi e' il piu' efficente possibile.Un DDoS colpisce allo stesso modo uno o piu' servizi che siano dns, http, ntp, pop3 ecc... ingolfandoli di richieste fasulle.
  • Anonimo scrive:
    Re: OT - Se si continua ad usare "DoS"....
    - Scritto da: Anonimo
    Se si continua ad abusare del termine "DoS"
    per indicare il "Denial of Service" , tra
    poco le nuove generazioni dimeticheranno che
    Dos significa anche "Disk Operating System"
    e io mi sentiro' piu' vecchio di quello che
    sono!

    Xtgold foreverAnche perche' il penso che il tipo di attacco debba essere stato DDOS altrimenti l'avrebbero fermato all'istante. :o
  • DuDe scrive:
    Re: DNS...
    - Scritto da: Anonimo
    A quando una rivoluzione nella gestione
    degli indirizzi?
    Il sistema dei DNS oramai è lento,
    pesante e difficile da gestire/configurare (
    provate ad installarvi anche solamente
    squid...)Squid? che io ricordi, e' un proxy mica un dns.Sono daccordo che si debba trovare un sistema migliore/diverso dall'attuale, ma purtroppo la vedo durissima in quanto significherebbe una rivoluzione della struttura dio naming che c'e' ora e dubito che ci sia la voglia di cambiare.e' un po come con IPV6 esiste, c'e' ma e' una mosca bianca, perche'? perche' e' piu' complicato, perche' richiede enormi investimenti per essere implementato in apparecchiature vecchie che oggi funzionano e che nessuno vuole cambiare, perche' in alcuni casi non puo' essere implementato proprio, quindi constringerebbe al cambio del dispositivo insomma, dobbiamo solo aspettare.Domain Name system soffre di gravi lacune, e i tentativi di arginare tali lacune, sono solo palliativi e non risolvono il problema, semplicemente lo posticipano, poi a quelli che inneggiano linuz, e'cotto, bla,bla,bla, ma sapete che vuol dire DoS? no, non e' il vecchio ms-dos ma significa denial of service, ossia negazione di servizio, per fare un esempio, e' come se in autostrada migliaia di macchine vadano a 30 all'ora, ecco che l'autostrada pur essendo dimensionata per un traffico normale, si intasa, e vogliamo dare la colpa all'asfalto? su siamo seri per favore! Saluti negati!
  • Anonimo scrive:
    Linux è una sicurezza!
    http://reviewed.homelinux.org/news/2004-06-11_kernel_crash/index.html.en:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è una sicurezza!
      (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)Verrebbe voglia di non rispondereCmq...Ma avete idea di come si fa un attacco DoS?Cosa c'entra Linux? Certo Linux è vulnerabile come qualsiasi Os (c'è già la patch, comunque e la vulnerabilità, come ti può spiegare qualsiasi SysAdmin serio è molto limitata) ma guarda che avesse avuto Windows Server 2003, AIX, Solaris, Xenix(vi ricordate vero lo Unix di Ms?), BSD o qualsiasi altro OS cosa cambiava?Nulla...Un DoS è un DoS. Vince sempre chi ha più banda
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è una sicurezza!

        Ma avete idea di come si fa un attacco DoS?certo, ne ho una idea abbastanza precisa...
        Cosa c'entra Linux? Certo Linux è
        vulnerabile come qualsiasi Os (c'è
        già la patch, comunque e la
        vulnerabilità, come ti può
        spiegare qualsiasi SysAdmin serio è
        molto limitata) ma guarda che avesse avuto
        Windows Server 2003, AIX, Solaris, Xenix(vi
        ricordate vero lo Unix di Ms?), BSD o
        qualsiasi altro OS cosa cambiava?
        Nulla...Nulla, appunto. Ricordatene quando ci sarà un bug in IIS o Office, che _non_ sono Windows eppure tutti parleranno di "Windoze fallato"
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è una sicurezza!
          Hai perfettamente ragione!Allora è cmq bene ricordarsi che nemmeno KDE, o Apache sono Linux. Linux in quanto tale è il solo kernel. Quello che hai segnalato è un baco del kernel e dunque di Linux. Ma molti parlano di bachi di Linux quando sono solo di un componente...Se poi si vuole asserire che per bachi di Linux si parla di quelli di una distribuzione tipica posso esser d'accordo. Allora bisogna inserire nei bachi di windows anche quelli di IIS che è incluso almeno in Xp e Server 2003.Cmq non è un problema, l'importante è intendersi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è una sicurezza!
        - Scritto da: Anonimo
        (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(tr

        Verrebbe voglia di non rispondere
        Cmq...
        Ma avete idea di come si fa un attacco DoS?
        Cosa c'entra Linux? Certo Linux è
        vulnerabile come qualsiasi Os (c'è
        già la patch, comunque e la
        vulnerabilità, come ti può
        spiegare qualsiasi SysAdmin serio è
        molto limitata) ma guarda che avesse avuto
        Windows Server 2003, AIX, Solaris, Xenix(vi
        ricordate vero lo Unix di Ms?), BSD o
        qualsiasi altro OS cosa cambiava?
        Nulla...
        Un DoS è un DoS. Vince sempre chi ha
        più bandaO chi preferisce portare un attacco tipo DDoS molto piu' efficace, difficile da fermare e senza dover possedere troppa banda passante :D
    • Anonimo scrive:
      ...una sicurezza che crasha...
      ...basta usarlo per accorgersi di quanti difetti ha. Ma quello che lo caratterizza a differenza di altri OS sono quelle che io ho battezzato "Bizzarrie", e cioè una cosa a metà tra un bug e una vulnerabilità.es: Installando la mia stampante (supportata) su Red-Hat e avviando X con il comando Startx, la stampante comincia a stampare i comandi che venivano inviati al Server grafico...
      • Anonimo scrive:
        Re: ...una sicurezza che crasha...
        Davvero? Com'è che non me ne sono mai accorto, eppure lo uso abbastanza spesso...Com'è che non se ne sono accorte le milioni di persone che lo usano quotidianamente.Non dico che sia perfetto, dico solo che se usato da persone competenti si dimostra solido ed affidabile più di prodotti concorrenti.Tu poi citi le "bizzarrie". In particolare quella della stampante. Non mi risulta essere un bug noto, quindi la domanda sorge spontanea, ma hai configurato tutto correttamente?Certo, ti puoi lamentare del fatto che Linux sia difficile da utilizzare. Io non credo sia un difetto. Se vuoi qualcosa di più semplice esistono altri Sistemi Operativi. Puoi non usarlo! Non per questo sei libero di criticare uno strumento che dimostri di non conoscere...
        • Anonimo scrive:
          Re: ...una sicurezza che crasha...
          - Scritto da: Anonimo
          Davvero? Com'è che non me ne sono mai
          accorto, eppure lo uso abbastanza spesso...
          Com'è che non se ne sono accorte le
          milioni di persone che lo usano
          quotidianamente.

          Non dico che sia perfetto, dico solo che se
          usato da persone competenti si dimostra
          solido ed affidabile più di prodotti
          concorrenti.

          Tu poi citi le "bizzarrie". In particolare
          quella della stampante. Non mi risulta
          essere un bug noto, quindi la domanda sorge
          spontanea, ma hai configurato tutto
          correttamente?

          Certo, ti puoi lamentare del fatto che Linux
          sia difficile da utilizzare. Io non credo
          sia un difetto. Se vuoi qualcosa di
          più semplice esistono altri Sistemi
          Operativi. Puoi non usarlo! Non per questo
          sei libero di criticare uno strumento che
          dimostri di non conoscere...Aggiungi a questo che la maggior parte della case costruttrici per una politica microzozze non rilascia un driver specifico per come fa con quella fetecchia di S.O e vedi che abbiamo risolto l'arcano. Fallo giocare con Windows, che non si preoccupi. Se tutti ragionavano come lui a quest'ora stavamo ancora con gli asini per strada.
          • Anonimo scrive:
            Re: ...una sicurezza che crasha...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Davvero? Com'è che non me ne
            sono mai

            accorto, eppure lo uso abbastanza
            spesso...

            Com'è che non se ne sono accorte
            le

            milioni di persone che lo usano

            quotidianamente.



            Non dico che sia perfetto, dico solo
            che se

            usato da persone competenti si dimostra

            solido ed affidabile più di
            prodotti

            concorrenti.



            Tu poi citi le "bizzarrie". In
            particolare

            quella della stampante. Non mi risulta

            essere un bug noto, quindi la domanda
            sorge

            spontanea, ma hai configurato tutto

            correttamente?



            Certo, ti puoi lamentare del fatto che
            Linux

            sia difficile da utilizzare. Io non
            credo

            sia un difetto. Se vuoi qualcosa di

            più semplice esistono altri
            Sistemi

            Operativi. Puoi non usarlo! Non per
            questo

            sei libero di criticare uno strumento
            che

            dimostri di non conoscere...

            Aggiungi a questo che la maggior parte della
            case costruttrici per una politica
            microzozze Dire più che per politica ms per mancanza di politica linux!!!Non è ms ha impedire ai costruttori hardware di fare driver per linux è piuttosto il mondo linux che non si è degnato mai di prendere accordi con i suddetti produttori.Questo perchè nella farfuglia di tutti collaborano non esiste un vero responsabile (almeno per le distribuzioni free), nessuno che abbia potere di trattativa e che possa recarsi da tali prodottori per richiedere driver anche per linux.Un o.s. è caratterizzato anche dalla struttura che gli ruota attorno e non solo dal codice, una società ha quel potere di stringere accordi con i produttori hardware che tutti i tuoi programmatori linux 'volontari' non hanno ne avranno mai (in quando se pur tanti sono sparsi e disgiunti), per non parlare di assistenza (che non sono gli how to e i forum di patiti) e via dicendo.Per avere driver per linux bisogna aspettare che sia le distribuzioni commerciali a farsi avanti dai produttori hardware ma anche qui la cosa è problematica:1) le distribuzioni commerciali hanno vita altalenate perchè spesso abbandonate dagli utenti (che preferisco la nova distro free che fa più figo) ed ancora più spesso abbandonate dalle società stesse (redhat che prende, lascia, riprende la produzione per il mercato desktop che akkio di serietà può mostrare92) il mercato è ancora nettamente nelle mani di ms (non nel senso di monopolio, trova altre scuse per giustificare i vostri errori) il che significa che la diffusione linux su macchine desktop è ancora esigua, questa piccola percentuale (vogliamo dire l'8%) va divisa tra una miriade di distribuzioni diverse (che vi fanno sentire tanto fighi ma vi fanno perdere potere contrattuale e disperdono le energie della comunità) frammentando a tal punto l'utenza da indebolire anche il potere contrattuale delle società alle spalle di distribuzioni commerciali!Questo è il vero motivo percui non ci sono driver per linux (o almeno ci sono solo alcuni driver ed in genere quelli di grandi marche), questo è il fatto che il mondo linux si è svegliato con qualche decennio di ritardo, riconoscendo tardi la potenza del mercato desktop e auto-costringendosi ad una ricorsa verso chi ha saputo e voluto credere in questa fascia di mercato fin da subito!Basta con le tro*a*e nul monopolio ms che controlla la produzione di driver scuse campate in aria per giustificare le falle che esistono (intrinseche per i motivi che ti accenavo sopra) in un o.s. fatto da tutti ma di cui nessuno è veramente responsabile!Basta dire stron****e fate atto delle vostre colpe!non rilascia un driver specifico
            per come fa con quella fetecchia di S.O e
            vedi che abbiamo risolto l'arcano. Fallo
            giocare con Windows, che non si preoccupi.Tu gioca con linux...che poi fuori da questo forum è pieno di gente che con windows e linux ci lavora e ci fa cose serie, senza sentire il bisogno di azzanarsi l'un l'altro...cresci bambino..ti senti figo perchè usi il pinguino? come se l'avessi fatto tu! vai a fare il figo altrove (vale anche per chi rompe le scatole sputando su linux) e lascia in pace la gente seria
            Se tutti ragionavano come lui a quest'ora
            stavamo ancora con gli asini per strada.
          • Anonimo scrive:
            Re: ...una sicurezza che crasha...
            non dire stupidate, ci possono anche essere 10 mila distribuzioni, ma il kernel é 1, e il driver lo sviluppi per il kernel, non per la distribuzione red hat!Il discorso é che secondo me tutti sono contenti che ci sia il monopolio m$, così non bisogna star li a fare 2 versioni del driver, o magari cosa terribile rilasciare delle specifiche segretissime di una periferica. Il fatto é che chi sviluppa il mondo linux deve farsi un mazzo così a trovare delle soluzioni, poi deve ripetere il mazzo per far si che openoffice legga anche i formati .doc, poi sviluppa le specifiche per i file .ogg, ma deve per forza far leggere anche i formati microsoft, che non si sognerebbe mai di fornire le specifiche, né di supportare a sua volta gli altri formati. Prova a pesare cosa succederebbe se M$ Word leggesse i file di openoffice...
          • Anonimo scrive:
            Re: ...una sicurezza che crasha...
            - Scritto da: Anonimo
            non dire stupidate, ci possono anche essere
            10 mila distribuzioni, ma il kernel é
            1, e il driver lo sviluppi per il kernel,
            non per la distribuzione red hat!Allora non hai capito niente!!il kernel sarà anche uno (cosa abbastanza inesatta visto che poi avere anche un kernel più datato) ma la singola distribuzione ha cmq poco potere contrattuale!Esempio per bambini dell'asilo e per chi proprio non vuole accettare nessun commento negativo su linux:-Buongiorno produttore hardware sono la ms mi serveno i driver per win2000quanti win2000 ci sono in giro?+ di 100.000.00a ok va bene-Buongiorno produttore hardware sono la redhat mi serveno i driver per linux redhat-quante redhat ci sono in giro?be di linux un bel po...poi diviso le 5000 distribuzioni un po meno ma in tutto sono cmq tantisi ma tu quali rappresenti (perchè mica io sto a parlare con fantasmi)be i solo redhat sono un po pochini ma tutti i linu......va be ho capito la ricontatteremo noi...chiaro no?

            Il discorso é che secondo me tutti
            sono contenti che ci sia il monopolio m$,
            così non bisogna star li a fare 2
            versioni del driver, o magari cosa terribile
            rilasciare delle specifiche segretissime di
            una periferica.
            si a i produttori hardware fa comodo non vendere il proprio hardware perchè non funziona su un o.s. sveglia qui pochi driver linux che ci sono sono nati proprio per l'opposto di quello che dicise però il mondo linux non fosse così frammentato avrebbe più potere contrattuale e i driver crescerebbe molto più velocemente
            Il fatto é che chi sviluppa il mondo
            linux deve farsi un mazzo così a
            trovare delle soluzioni, poi deve ripetere
            il mazzo per far si che openoffice legga
            anche i formati .doc, poi sviluppa le
            specifiche per i file .ogg, ma deve per
            forza far leggere anche i formati microsoft,
            che non si sognerebbe mai di fornire le
            specifiche, né di supportare a sua
            volta gli altri formati. Prova a pesare cosa
            succederebbe se M$ Word leggesse i file di
            openoffice...
          • Anonimo scrive:
            Re: ...una sicurezza che crasha...

            Dire più che per politica ms per
            mancanza di politica linux!!!
            Non è ms ha impedire ai costruttori
            hardware di fare driver per linux è
            piuttosto il mondo linux che non si è
            degnato mai di prendere accordi con i
            suddetti produttori.Non e' sempre il mercato che comanda, conviene sempre creare driver per la maggior fetta di mercato, per il momento Linux detiene una piccola fetta di mercato.Per il resto credo che tu non abbia la minima idea di come sia strutturato Linux e di come si creino i driver per questo sistema operativo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ...una sicurezza che crasha...
            - Scritto da: Anonimo

            Dire più che per politica ms per

            mancanza di politica linux!!!

            Non è ms ha impedire ai
            costruttori

            hardware di fare driver per linux
            è

            piuttosto il mondo linux che non si
            è

            degnato mai di prendere accordi con i

            suddetti produttori.

            Non e' sempre il mercato che comanda,
            conviene sempre creare driver per la maggior
            fetta di mercato, per il momento Linux
            detiene una piccola fetta di mercato.

            Per il resto credo che tu non abbia la
            minima idea di come sia strutturato Linux sapientone dei miei stivali per vedere che alle distro di linux mancano i driver non ho bisgno di conoscere tutto il kernel, ne mi serve sapere come si fanno i driver per sapere che non nasceranno certo spontaneamente e che le piccole case di produzione non vorrano spendere soldi (in programmatori) e tempo (per fare i driver) per un o.s che all'atto pratico non è rappresentato da nessuno (rileggi il discorso fatto prima se hai dubbi)......ognivolta vi si dice qualcosa ve ne uscite con la pirlata du di linux non sai niente (potrebbe essere vero anche se non è il mio caso) solo che io ti parlavo di regole base del mercato e a quelle del tuo linux non frega una mazza!!e
            di come si creino i driver per questo
            sistema operativo.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...una sicurezza che crasha...

        es: Installando la mia stampante
        (supportata) su Red-Hat e avviando X con il
        comando Startx, la stampante comincia a
        stampare i comandi che venivano inviati al
        Server grafico...beh potresti fare altri giochini ed inviare un file di testo all'output della scheda sonora ad esempio.ma anche questo non e' un bug e' una delle potenzialita' di linux ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: DoS scombussola Linux
    - Scritto da: Anonimo
    Ad onor del vero, il titolo riportato nel
    subject sarebbe stato maggiormente corretto,
    visto il reale stato dei fatti:
    isc.incidents.org/diary.php?date=2004-06-14&i
    Ma, certo, fa + notizia tirare sempre e
    comunque in ballo MS. Bah! Se non altro,
    questa notizia ha l'indubbio pregio di
    ridimensionare la presuntà
    inossidabilità di Linux: che sia il
    caso che Akamai passi a BSD? :)Linuz ha fatto cilecca
    • Anonimo scrive:
      Re: DoS scombussola Linux
      oltre al fatto che si tratta di DDoS dimostri una sorprendenteignoranza: che centra il tipo di OS?fatte nantro brodino va... :|
  • Giambo scrive:
    Dove ?
    Dov'e' finito il mio Internet distribuito e fault-tollerant :( ?==================================Modificato dall'autore il 17/06/2004 9.31.30
  • Anonimo scrive:
    OT - Se si continua ad usare "DoS"....
    Se si continua ad abusare del termine "DoS" per indicare il "Denial of Service" , tra poco le nuove generazioni dimeticheranno che Dos significa anche "Disk Operating System" e io mi sentiro' piu' vecchio di quello che sono!Xtgold forever
  • gianfi scrive:
    Re: DoS scombussola Linux
    ma li leggi gli articoli che linki prima di postare, sei una figura di merda. sono due articoli differenti, non collegati fra di loro. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: DoS scombussola Linux
    forse è il caso che vai a dormire.....sono due notizie differenti!!!Spiegami chi si sarebbe fatto un DoS locale sul kernel del suo DNS.....un po' contorto.....Certo che il sonno fa fare figuracce ai paladini MS..... per altro la notizia non mette in cattiva luce MS in nessun modo mi pare......anche se non l'ho letta un DoS è un DoS
    • Anonimo scrive:
      ..si però....
      per altro la notizia non
      mette in cattiva luce MS in nessun modo mi
      pare......anche se non l'ho letta un DoS
      è un DoSSono d'accordo, però ti ricordo che sono stati attaccati i server (linux) di Akamai che filtra le connessioni sul sito di Microsoft.Ergo, quindi che probabilmente è stato un attacco indiretto a Microsoft, non mirato a mettere in cattiva luce nessuno ma solo a danneggiare MS.In questo caso infatti danneggiare Akamai è uguale a danneggiare MS.
      • Anonimo scrive:
        Re: ..si però....
      • Anonimo scrive:
        Re: ..si però....
        Beh MS come google, yahoo e altri.....Bisogna vedere chi era il bersagio e chi un effetto collaterale!E poi un attacco del genere mette cmq in cattiva luce solo chi lo esegue, non il so utilizzato o le sue idee politiche o il bersaglioPoi il discorso era che la notizia non mirava a mettere in cattiva luce MS!
  • Anonimo scrive:
    Re: DoS scombussola Linux
    - Scritto da: Anonimo
    Ad onor del vero, il titolo riportato nel
    subject sarebbe stato maggiormente corretto,
    visto il reale stato dei fatti:
    isc.incidents.org/diary.php?date=2004-06-14&i
    Ma, certo, fa + notizia tirare sempre e
    comunque in ballo MS. Bah! Se non altro,
    questa notizia ha l'indubbio pregio di
    ridimensionare la presuntà
    inossidabilità di Linux: che sia il
    caso che Akamai passi a BSD? :)se leggi meglio ti accorgerai che sono 2 notizie distinte nel link da te segnalato:1) il programma che manda in crash il kernel linux2) il DoS verso websites "importanti": yahoo, google, microsoft.
  • Anonimo scrive:
    Re: DNS...
    ahaha ma il proxy non si settava da explorer? (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS...
      - Scritto da: Anonimo
      ahaha ma il proxy non si settava da
      explorer? (troll)Exploder...direi.Si proprio Lui: Mircrozozz Intermerd Exploder!!!(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: DNS...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ahaha ma il proxy non si settava da

        explorer? (troll)

        Exploder...direi.
        Si proprio Lui: Mircrozozz Intermerd
        Exploder!!!
        (troll)che post intelligente...degno di chi lo ha scritto...complimenti oggi l'unico neurone (malato) che hai al posto del cervello sta dando il meglio di se....
        • Anonimo scrive:
          Re: DNS...
          - Scritto da: Anonimo

          che post intelligente...degno di chi lo ha
          scritto...complimenti oggi l'unico neurone
          (malato) che hai al posto del cervello sta
          dando il meglio di se....Pensi che i linari siano intelligenti? Da quello che si evince direi proprio di no
          • DuDe scrive:
            Re: DNS...
            - Scritto da: Anonimo

            Pensi che i linari siano intelligenti? Da
            quello che si evince direi proprio di noCon questo messaggio dimostri di far parte della categoria, visto che non hai aggiunto nulla a quanto detto
          • Anonimo scrive:
            Re: DNS...
            - Scritto da: Anonimo
            Pensi che i linari siano intelligenti? Da
            quello che si evince direi proprio di noPerché usi parole delle quali non comprendi il significato, come "evincere", "intelligenti" o "quello"? Limitati alle faccine, ché la grammatica è più semplice.
  • Anonimo scrive:
    Re: DNS...
    esatto.E anche configurare proxy e' molto difficile, provate solo a installare bind.
  • Anonimo scrive:
    DoS scombussola Linux
    Ad onor del vero, il titolo riportato nel subject sarebbe stato maggiormente corretto, visto il reale stato dei fatti:http://isc.incidents.org/diary.php?date=2004-06-14&isc=9f52ad2ae03726baf50899d5a74a152aMa, certo, fa + notizia tirare sempre e comunque in ballo MS. Bah! Se non altro, questa notizia ha l'indubbio pregio di ridimensionare la presuntà inossidabilità di Linux: che sia il caso che Akamai passi a BSD? :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: DNS...
    lo dici a uno che odia il dnsse google al posto dell'inderizzo normale dasse l'inderizzo risolto nel collegamento si avrebbero il 30 % di richieste dns in menoscusa un alltra cosa IPV4 e da PATTUMIERA e' troppo obsoletoe tra 3-5 anni sara inutile, la rete collassera sotto il peso delle lineee extravelociIPV6, fastip,ipfast insomma serve una soluzione dato che ipv6 e' BUCATO e soffre di un bug molto grosso (predicazione del pacchetto ip) il dns e' un sistema che deve essere eliminatose si usa l'IP direttamente ci si conette molto prima ad un server dato che non deve essere risolto(uno che odia il dns specialmente quando e' lento o quando non sai dove trovare un dns)ma poi anche eliminando akamay che cambia ?se non c'e la richiesta di cambio di dns rimanre valido l'ultimo ip conosciuto, non credo che M$ cambi ip ad ogni cavolata
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS...
      dimentichi i virtual host :o
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS...
      - Scritto da: Anonimo
      lo dici a uno che odia il dns

      se google al posto dell'inderizzo normale
      dasse l'inderizzo risolto nel collegamento
      si avrebbero il 30 % di richieste dns in
      menoIl discorso non regge. Supponiamo che Google abbia indirizzo IP 216.239.59.104 e che, quindi, gli utento usino l'indirizzo web http://216.239.59.104Se i pirati sottopongono a DoS perpetuo questo indirizzo IP, il motore diventa difficilmente raggiungibile... Se i responsabili di Google decidessero di cambiare indirizzo IP per sottrarsi all'attacco, dovrebbero informare gli utenti del nuovo indirizzo, per giunta non di certo dalle pagine web del loro sito, ormai quasi irraggiungibile dai visitatori. Sarebbe una pacchia per i pirati, cioé costringere un sito a cambiare continuamente indirizzo web!Salutoni da GiGiO
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS...
      - Scritto da: Anonimo
      lo dici a uno che odia il dns

      se google al posto dell'inderizzo normale
      dasse l'inderizzo risolto nel collegamento
      si avrebbero il 30 % di richieste dns in
      meno

      scusa un alltra cosa IPV4 e da PATTUMIERA e'
      troppo obsoleto
      e tra 3-5 anni sara inutile, la rete
      collassera sotto il peso delle
      lineee extravelociPerche' fai una affermazione del genere? IP e' sicuramente un protocollo datato, ma l'esperienza ci insegna che e' tutt'altro che obsoleto (altrimenti internet non avrebbe avuto la diffusione degli ultimi 5-10 anni). Sicuramente ha una serie di problemi (non ultimo la gestione degli indirizzi), ma non e' da buttare via. Non capisco poi perche' "collassera' sotto il peso delle linee extraveloci".

      IPV6, fastip,ipfast insomma serve una
      soluzione dato che ipv6 e' BUCATO e soffre
      di un bug molto grosso (predicazione delE' facile dire "serve una soluzione": inventarsi un nuovo standard di rete non e' una cosa banale.Adesso si comincia a parlare un po' di ipv6, ma pochi l'hanno visto; eppure e' in giro, a livello di specifiche e poi di implementazione, ormai da parecchi anni, pero' la transizione non c'e' ancora stata per una serie di motivi tecnici e politici (in america non c'e' ancora l'esigenza a migrare a ipv6, per cui i grossi costruttori di apparati di rete non hanno una grossa necessita' di supportare ipv6 sui loro apparati in maniera stabile).
      pacchetto ip) il dns e' un sistema che deve
      essere eliminato

      se si usa l'IP direttamente ci si conette
      molto prima ad un server dato che non deve
      essere risolto
      (uno che odia il dns specialmente quando e'
      lento o quando non sai dove trovare un dns)Concordo con il fatto che il dns spesso e' un collo di bottiglia, pero' e' indispensabile (almeno a livello di funzionalita'), per una serie di ragioni:- lo dici tu ad un tuo amico di collegarsi a 123.53.34.12 (o peggio, un indirizzo IPv6) per leggere le notizie de "la stampa"? (spero di essermi spiegato...)- come ti ha gia detto qualcuno, come gestisci i virtual server (che servono non solo per limitare gli ip su uno stesso server web, ma anche per gestirlo in maniera piu' semplice)?- come gestisci problematiche quali renumbering delle reti e cambio di provider di connettivita'?- volente o nolente, il dns viene (ab)usato per fare load balancing. Akamai fa (o faceva, non sono aggiornatissimo) web server load balancing usando (anche) dei dns "taroccati" che risolvono un nome (es. "www.microsoft.com") con IP differenti a seconda della provenienza della richiesta.Queste sono solo alcune motivazioni per cui il DNS ci deve essere (nella sua forma attuale o in una qualche nuova veste piu' funzionale e immune a problemi).GV
      ma poi anche eliminando akamay che cambia ?
      se non c'e la richiesta di cambio di dns
      rimanre valido l'ultimo ip conosciuto, non
      credo che M$ cambi ip ad ogni cavolata
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS...
      Non so se sia più privo di senso questo post o quello a cui sta rispondendo. Qui l'unica cosa BUCATA sono le vostre conoscenze in materia.
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS...
      dimentichi anche il round robin
  • Anonimo scrive:
    DNS...
    A quando una rivoluzione nella gestione degli indirizzi?Il sistema dei DNS oramai è lento, pesante e difficile da gestire/configurare ( provate ad installarvi anche solamente squid...)
Chiudi i commenti