Gli inglesi lavorano allo scienziato robot

Un gruppo di ricercatori dà vita ad un robot pensato per condurre esperimenti scientifici senza l'intervento dell'uomo. In futuro potrebbe lavorare fianco a fianco con gli umani


Aberystwyth (Gran Bretagna) – Un robot-scienziato, frutto della più alta tecnologia ma anche capace di studiarla e partecipare alla ricerca, in particolare quella biologica e genetica . Questa è la visione del “robot intelligente”, capace cioè di svolgere lavori intellettuali, che staccandosi dalla fantascienza si affaccia ora in d un campo che appare d’un tratto realistico: coadiuvare gli scienziati nelle loro ricerche.

Ad affermare tutto questo è un gruppo di ricercatori della University of Wales che ha realizzato quello che ha scherzosamente descritto come “il robot che un giorno ci farà perdere il posto di lavoro”. Secondo gli scienziati britannici, il loro sistema robotico è infatti il primo nel suo genere ad avere la capacità di preparare e portare avanti in modo indipendente un esperimento di genetica, fornendo inoltre un’interpretazione dei risultati.

I creatori del robot scienziato assicurano che non vi sono differenze fra i risultati generati dalla loro macchina e quelli ottenuti dagli studenti di biologia che effettuano simili esperimenti. Una descrizione che suona come un complimento solo se riferita all’automa.

“Presto in molti campi delle scienza sarà possibile far svolgere ai robot il lavoro di routine, quello in genere più noioso e impegnativo, lasciando così agli uomini molto più tempo per portare avanti sperimentazioni e studi che richiedono creatività”, ha affermato Ross King, progettista del robot.

King ha poi spiegato che la sua macchina non è più intelligente di quanto lo siano, ad esempio, quei computer che partecipano a tornei internazionali di scacchi, tuttavia combina al meglio le abilità di calcolo di un computer con l’ agilità di un robot.

Lo scienziato robot è attualmente in grado di compiere esperimenti sui geni del lievito naturale per determinare quali di questi sono responsabili della produzione di certi tipi di amminoacidi: la macchina, dotata di braccia meccaniche con cui può manipolare provette ed altri strumenti, è in grado di analizzare vari campioni di lievito a cui è stato tolto un gene e confrontarli con il lievito originale per tentare di determinare la funzione del gene mancante. Il robot è anche in grado di valutare il costo dell’esperimento e verificare se questo possa rientrare nel budget a disposizione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Una cosa e' certa
    utilizzo iptables e linux ma se un giorno per una qualsiasi ragione mi trovassi di fronte ad installare uindovs icspi , il personal firewall sara' scelto tra i prodotti non commerciali a pagamento.Niente symantec mcafee & soci ..
  • Anonimo scrive:
    Vorranno mica capire...
    Quale firewall e' il piu' efficace e poi... fare quello che hanno fatto con il browser Netscape? :|Chissa'... :\
  • Anonimo scrive:
    Sono inutili
    I firewall sono inutili contro virus, worm e cavalli di troia.I "cracker" non si prendono il disturbo di venire a bucare personalmente le vostre macchine; hanno da fare cose più importanti; non siete la NASA.Piuttosto un buon antivirus aggiornato è essenziale, così some controllare, ed installare, periodicamente gl aggiornamenti del OS.Il resto è fuffa da lamer.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono inutili


      Piuttosto un buon antivirus aggiornato
      è essenziale, così some
      controllare, ed installare, periodicamente
      gl aggiornamenti del OS.

      Il resto è fuffa da lamer.anche l'antivirus è inutile, basta non scaricare programmi da siti inattendibili, usare un programma di posta elettronica tipo opera od altri che non eseguono codice in modo automatico e vivi felice.pero'......
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono inutili

      Piuttosto un buon antivirus aggiornato
      è essenziale, così some
      controllare, ed installare, periodicamente
      gl aggiornamenti del OS.
      Il resto è fuffa da lamer.Madonna!! ha parlato il maestro :DAlcuni virus sfruttano vulnerabilita' e porte lasciate aperte da alcuni applicativi M$ per potersi replicare su pc collegati alla Rete.Un buon firewall evita che questo accada, oltre ad un sacco di altri fastidi.Comunque un antivirus e' fortemente consigliato a chi si connette alla Rete con programmi e sistemi operativi M$.Inoltre un buon programma che periodicamente rimuove spyware e dialer non graditi e' consigliabile.In quanto ad installare immediatamente le ultime patch che la M$ propone non e' sempre una cosa... indolore :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono inutili
      - Scritto da: Anonimo
      I firewall sono inutili contro virus, worm e
      cavalli di troia.
      I "cracker" non si prendono il disturbo di
      venire a bucare personalmente le vostre
      macchine; hanno da fare cose più
      importanti; non siete la NASA.

      Piuttosto un buon antivirus aggiornato
      è essenziale, così some
      controllare, ed installare, periodicamente
      gl aggiornamenti del OS.

      Il resto è fuffa da lamer.Sono utili:ma non bastano!Bisogna utilizzare anche Spybot ed Adware aggiornati (meglio se insieme) per eliminare gli spyware!
      • opazz scrive:
        Re: Sono inutili
        Concordo con te.. Infatti ora sono nati (o è solo quello che uso io??) che lo integra.. E imho e' ottimo che navighi tranquillo e se c'è qualche spyware birichino su qualche sito.. Zac che viene bloccato..
  • Anonimo scrive:
    Un buon antivirus gratis?
    Uso un esafe antico non + aggiornato, ZA e cervello.Vi risulta un buon antivirus gratis supportato?Grazie x le "dritte" e a buon rendere 8)Roberto
    • Ics-pi scrive:
      Re: Un buon antivirus gratis?
      Sicuramente EzTrust (computer associates www.ca.com)velocissimo e implacabile, interfaccia mediocre ma molto pulita, aggiornamenti quotidiani.E' trial ma ...ehm ...ci sono le "Patch" oppure compralo :)==================================Modificato dall'autore il 16/01/2004 19.55.59
  • Anonimo scrive:
    firewall open source o free
    qualcuno conosce un buon firewall open source o freeware?ho visto i vari norton, sygate.... ma sono enormi!niente di più snello e semplice?
    • opazz scrive:
      Re: firewall open source o free
      Iptables e passa la paura.. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: firewall open source o free
        kerio personal firewall, è freeware se non sbaglio, lo trovi al volo su googleciaoMax
      • Anonimo scrive:
        Re: firewall open source o free
        - Scritto da: opazz
        Iptables e passa la paura.. :DSi! se trovi un buon configuratore, oppure, se vuoi configurarlo tu ti fai una discreta cultura sul protocollo tcp/ip. :DConfigurare iptables senza configuratori non e' esattamente come installare zone alarm. :s
        • opazz scrive:
          Re: firewall open source o free
          Sai se con il mio mestiere non conoscessi il protocollo tcp/ip potrei andare a raccogliere cipolle..P.S.Faccio firewall su linux dai tempi del kernel 2.2 e ipchains..
          • Anonimo scrive:
            Re: firewall open source o free
            - Scritto da: opazz
            Sai se con il mio mestiere non conoscessi il
            protocollo tcp/ip potrei andare a
            raccogliere cipolle..

            P.S.
            Faccio firewall su linux dai tempi del
            kernel 2.2 e ipchains..Li fai o li configuri? :pEsiste una "sottile" differenza tra le due cose. :D
          • opazz scrive:
            Re: firewall open source o free
            Entrambe le cose da tempo..So configurare un PC con linux gia assemblato con 2 o 3 nic e farci un firewall .Ovviamente i componenti per fare un PC firewall sono in grado di sceglierli anche io, mi pare ovvio.Non capisco sinceramente cosa tu intenda per "fare" un firewall linux..Se intendi oltre la configurazione di iptables, innestare tutto a modo che funzioni in automatico allora si.. Altrimenti non ti ho capito.
          • Anonimo scrive:
            Re: firewall open source o free
            ma soprattutto chi se ne frega se li fai o li configuri, qui si parlava che c'è gente che forse è niubbi e li sa configurare, ed ecco i maestro che deve dire la sua bah...p.s. ed io più scemo che replico
        • Anonimo scrive:
          Re: firewall open source o free

          Si! se trovi un buon configuratore, oppure,
          se vuoi configurarlo tu ti fai una discreta
          cultura sul protocollo tcp/ip. :D

          Configurare iptables senza configuratori non
          e' esattamente come installare zone alarm.
          :sDi iptables firewall script ne trovi a bizzeffe su freshmeat.net o sourceforge.net - mi pare poi che mandrake abbia un firewall direttamente nell'installer cd.per la mia stazioncina con ADSL ho preso il primo che capitava:http://rocky.molphys.leidenuniv.nl/10 minuti per leggermi la documentazione (inglese). Non servono particolari conoscenze di tcp ip basta sapere cos'e' un'interfaccia di rete qualcosa sugli ip e le porte. Con le configurazioni di default i client www ftp icq msn e irc (a parte il dcc) vanno perfettamente. Non ho mai provato, ma supporta anche il NAT per collegare una rete locale usando una sola connessione. Si possono aggiungere proprie regole ad hoc di iptables. Ovviamente se si vuole usare server o peer to peer bisogna configurarlo un po' piu' a fondo, come tutti i firewall del resto.
    • Anonimo scrive:
      Re: firewall open source o free
      - Scritto da: Anonimo
      qualcuno conosce un buon firewall open
      source o freeware?
      ho visto i vari norton, sygate.... ma sono
      enormi!
      niente di più snello e semplice?Ti consiglio il tiny, molto apprezzato ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: firewall open source o free
      - Scritto da: Anonimo
      qualcuno conosce un buon firewall open
      source o freeware?
      ho visto i vari norton, sygate.... ma sono
      enormi!
      niente di più snello e semplice?Come qualcuno ha già suggerito, kerio personal firewall. E' il migliore firewall gratuito che ho trovato per windows
    • Anonimo scrive:
      Re: firewall open source o free
      - Scritto da: Anonimo
      qualcuno conosce un buon firewall open
      source o freeware?
      ho visto i vari norton, sygate.... ma sono
      enormi!
      niente di più snello e semplice?I kernel linux e freebsd incorporano un firewall (quello attuale di linux è anche stateful), che gira tranquillamente anche su un vecchio pentium :) Non c'è competizione, è troppo facile ^____-
  • Anonimo scrive:
    Sono daccordo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Usate firewall LINUX !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!HHHHhhahhahahhahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono daccordo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Usate firewall LINUX !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      HHHHhhahhahahhahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Tu usa una grammatica. Hai perso un apostrofo.
  • Locke scrive:
    Controproposta!
    Facciamo il "not a bug in my program" day? Ovvero il giorno in cui i programmatori fanno un minimo di attenzione a quello che scrivono e non mettono bug nel codice
    • Anonimo scrive:
      Re: Controproposta!
      - Scritto da: Locke
      Facciamo il "not a bug in my program" day?
      Ovvero il giorno in cui i programmatori
      fanno un minimo di attenzione a quello che
      scrivono e non mettono bug nel codiceL'unico giorno in cui i programmatori non mettono bug nel codice e' il giorno che non lavorano. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Controproposta!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Locke

        Facciamo il "not a bug in my program"
        day?

        Ovvero il giorno in cui i programmatori

        fanno un minimo di attenzione a quello
        che

        scrivono e non mettono bug nel codice

        L'unico giorno in cui i programmatori non
        mettono bug nel codice e' il giorno che non
        lavorano. :Dmolto simpatici... :\
        • Anonimo scrive:
          Re: Controproposta!
          - Scritto da: Anonimo

          L'unico giorno in cui i programmatori
          non

          mettono bug nel codice e' il giorno che
          non

          lavorano. :D

          molto simpatici... :\Beh, dai, non è colpa loro, è colpa del sistema:p
  • opazz scrive:
    Allora..
    ..posso partecipare anche io che uso linux sul portatile..Aho che IPTABLES fa cagare??
    • Ics-pi scrive:
      Re: Allora..
      Vuoi paragonarlo al fantastico faireuoll di ics-pi 8) ?==================================Modificato dall'autore il 16/01/2004 1.12.04
Chiudi i commenti