Gli MMS? Un delirio

Lo sostiene un lettore che, dotatosi di tutto l'occorrente, dopo aver lungamente smanettato sul cellulare, scopre che la multimedialità wireless può essere una strada in salita


Roma – Spettabile Redazione, voglio raccontarvi le mie prime esperienze con i nuovi servizi multimediali (MMS e GPRS) perchè la dicono lunga sul lavoro che c’è ancora da fare per renderli accessibili al largo pubblico.
Acquisto, la settimana scorsa, un fiammante Nokia 7650 completo di tutto il necessario per i nuovi servizi, al “modico” prezzo di 479 euro. Contestualmente, acquisto anche due nuovi abbonamenti prepagati di due tra i principali operatori attualmente sul mercato.
Giunto a casa, scarto il cellulare e cerco subito di accedere ai nuovi servizi.

Comincio con il primo operatore. Grazie ad una formula promozionale, leggo che è possibile accedere al portale WAP per due mesi senza pagare i costi di connessione. Una bella iniziativa, mi dico, per vedere di che si tratta.
Faccio dunque per accedere ma scopro che il servizio non funziona. Chiamo dunque il call center dove mi dicono che è necessario configurare il mio telefonino per accedere ai nuovi servizi multimediali. Ci pensano loro, mi dicono, mandandomi un messaggio di configurazione. Pochi secondi dopo il messaggio arriva. Ricevuto il messaggio di configurazione il telefono sembra funzionare ma così non è, perchè devono trascorrere un tot di ore per poter abilitare la mia SIM. Decido di aspettare il giorno dopo.

Passato un giorno riprovo ad accedere al servizio ma vedo che ancora i servizi “MMS” non funzionano. Provo ad iscrivermi al TG5 via cellulare e per risposta mi arriva un SMS che mi dice che per poter utilizzare il servizio devo prima mandare almeno un MMS, cosa che faccio subito. Riprovo, ma il servizio non funziona ancora. Chiamo di nuovo il call center, dove mi sento dire che i servizi MMS non sono abilitati e che per abilitarli (cito testuali parole) “lei deve provisionarsi alla piattaforma auto-mandandosi un MMS” !.

A parte il lessico utilizzato (presumo che provisionarsi derivi da “provisioning”, autenticazione) la cosa mi pare un po’ assurda visto che avevo già mandato il mio primo MMS per attivare il servizio, come da loro indicato. Nel contempo, non potendo accedere ai servizi MMS, decido di rifarmi un po’ navigando nel loro portale wap, che grazie alla promozione in corso, è accessibile gratuitamente.

Navigo allegramente per una mezz’ora quando di colpo si blocca tutto. Il credito è terminato. Ma come? Non c’erano due mesi di accesso gratuito? Chiamo (sarà la 5a volta) il call center per chiedere lumi e mi dicono che la promozione stranamente non era stata attivata. Non c’è problema, mi dicono, la attiviamo subito. Mi chiedono il numero di telefono (ma non lo vedono dal sistema quando chiamo?) e mi dicono di attendere un attimo. Mentre sono in attesa, cade la linea. Aaarrghhh… Ora aspetto che mi richiami qualcuno. Desolato, stacco la SIM e decido di ricominciare con un altro operatore.

Inserisco la seconda SIM e provo ad accedere ai servizi multimediali. Qui la mia avventura si ferma prima perchè, malgrado siano passati due giorni dall’acquisto della mia SIM, una voce automatica mi chiede di inviare un fax al loro customer care con i miei dati, etc.. Ma come, mi chiedo, non li ho dati due giorni fa al rivenditore? Non avrebbe dovuto mandarli lui come promesso? Incerto, chiamo il call center e chiedo spiegazioni. Mi dicono che la mia SIM non è abilitata ma che possono farlo loro se gli fornisco nuovamente tutti i dati. Mi abilitano finalmente la SIM.

Faccio per accedere ai nuovi servizi ma il servizio non funziona. Vado sul loro sito, mi
registro, e cerco di capire come mai non posso accedere ai servizi multimediali. Leggendo le indicazioni, capisco che devo separatamente abilitarmi ai servizi MMS e GPRS, chiamando il loro call center. Alzo dunque la cornetta e ritelefono per abilitare i nuovi servizi. Mentre sono al telefono mi mandano un po’ di SMS con messaggi di configurazione, dicendomi di impostare punti di accessi primari e secondari sul mio cellulare (mi ricorda internet dei primi tempi). Svolgo la procedura come indicato e torno sul sito, nell’area “Video” cercando di capire come potrò vedere questi fantastici videoclip per i quali ho comprato il cellulare. Scopro che devo scaricare un player. Clicco per scaricarlo e mi chiede di autenticarmi, cosa che faccio. Accedo alla “mia area” e mi chiede (per la centesima volta) il mio numero di cellulare, che inserisco nell’apposito campo. Fantastico. Ora ci sono. La pagina si ricarica e….messaggio di errore “il numero risulta associato ad un altro utente”! Ma come, mi chiedo, è proprio il MIO numero, quello che ho indicato nel mio profilo.

Per essere sicuro ricontrollo il mio profilo e vedo che tutto è corretto. Chiamo dunque il call center che questa volta è a pagamento (0.60 eurocent/min). Una musichetta mi dice di attendere, che tutti gli operatori sono occupati. Attendo un paio di minuti. Cade la linea. Riprovo, attendo altri due-tre minuti, cade di nuovo la linea. Stremato, stacco tutto e vado a bermi un caffè.

Ho passato più di mezza giornata tra configurazioni e telefonate ai call center e non sono ancora riuscito a vedere un solo filmato nè a ricevere un solo MMS. Ho esaurito completamente una delle due schede prepagate ed ho speso qualche decina di euro per chiamare i call center. Mi chiedo: sono io che sono impazzito o forse in tutto questo c’è qualcosa che non va?

Davide G.
Milano

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • francesco pallara scrive:
    violazioni subite
    mi hanno tolto i figli mi hanno tolto la lincenza lavorativa una ragazza è costretta a trattamenti psichiatrici e chiusura in comunita' contro la sua volonta'siamo costretti a sottostare a leggi quando noi stessi rappresentiamo la legge per la comunita' umana e dello stato del popolo italianoma siamo governati con leggi sbagliate che vengono imposte senza che un uomo possa difendersi...devo continuare o si continua a dare il potere a chi non è ha il diritto senza la mia approvazione ?graziesiamo esclusi dalle decisioni di stato ma dobbiamo rispettarle condanne senza prove che sono imposte solo con la firma di un giudice o di un elemento dell'autorita'di statomascalzoni criminali illegali sono e continuano a difendere e proteggere il sistema per un potere supremo .....
    • francesco pallara scrive:
      Re: violazioni subite
      per contattarmi mical08@libero.itcapitanicircusclown.blogspot.commanca l'accordo comune tra le parti in causa e fanno leggi senza il nostro consensoquesto è reato e violazione della legge e mancato compimento della giustiziafrancesco pallara
  • Apuano scrive:
    In tre giorni domanda e risposta
    Nel giro di trè giorni ho ebbi la cordialissima risposta da parte dell'ex ministro degli interni Claudio Scajola.Confesso che la cosa mi fece un' immeso piacere.
    • Anonimo scrive:
      Re: In tre giorni domanda e risposta
      - Scritto da: Apuano
      Nel giro di trè giorni ho ebbi la
      cordialissima risposta da parte dell'ex
      ministro degli interni Claudio Scajola.
      Confesso che la cosa mi fece un' immeso
      piacere.
      Spero che tu non gli abbia scritto in questo italiano osceno!:-)
      • Apuano scrive:
        Re: In tre giorni domanda e risposta
        No non è italiano è il linguaggio usato da un ex magistrato diventato onorevole :-)))))))
  • Anonimo scrive:
    non credo affatto
    .che il tizio abbia inviato 130 mail come affermasemplicemente cercava una tribuna dalla qualegridare contro la riforma Moratti, e P.I. gliel'hafornita calda calda..... svegliarsi, plz
  • Anonimo scrive:
    Se ne fregano di rispondere in quanto...
    ...anche se si comportano male, per via dell'esistenza del 25% di quota proporzionale nell'attuale legge elettorale, se gli elettori del proprio collegio non li votano più, poi vengono ugualmente recuperati dal partito.
  • Anonimo scrive:
    erano assenti quando erano al governo
    figurati ora, il comunista si distingue sempre, le sue attivita sono troppo intelletuali ed eteree per imbrattarsi con la vita quotidiana, quindi invece di discutere e dibbattere con la maggioranza i nostri comunisti oppositori si dilettavano nel creare vignette e barzellette per denigrare il nostro presidente del consiglio, organizzare marce per la pace ( mi piacerebbe sapere che ne pensano le migliaia di curdi oppressi dal regime di sadam, credo che non pensino più visto che il vostro dolce dittatore ha provveduto a gassarli tutti) ed altre ammenita di questo genere..comunista continua cosi che vai bene.
    • zuglio scrive:
      Re: erano assenti quando erano al govern
      Sempre meglio il comunista che si distingue, che il fascista pronta a correre da un CESPUGLIO pronto ad USArlo
      • Anonimo scrive:
        Re: erano assenti quando erano al govern
        Allora anche te hai visto in giro Cespuglio...azz, non è un bel segno.... comicerà a tirare vento...LOLLL!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: erano assenti quando erano al governo
      - Scritto da: Anonimo
      figurati ora, il comunista si distingue
      sempre, certo io mi distinguo dalla propaganda neoliberista,nazionalista e nazionalpopolare
      le sue attivita sono troppo
      intelletuali ed eteree per imbrattarsi con
      la vita quotidiana, quindi invece diDiritti dei lavoratoririchiesta del ripristino della scala mobilescuola e sanita pubbliche e funzionantisalari piu altirecupero del "maltolto" (o plusvalore)meno spese militari piu spese socialipiu prevenzione del crimine repressione di evasione e elusione fiscalelotta alla mafiaesproprio dei beni a evasori e "tangentomani"piu intervento pubblico nell'economia ecco le proposte che nulla hanno a che fare con la realta
      discutere e dibbattere con la maggioranza i
      nostri comunisti oppositori si dilettavano
      nel creare vignette e barzellette per
      denigrare il nostro presidente del
      consiglio, il reparto "politico"ha vari ruoli "informazione","organizzazione","istituzionale","umoristico" ecc ben collaboranti e ben distintimentre dall'altra parte non sono cosi distinti chesso ministri o giornalisti che fan ridere...
      organizzare marce per la pace se penso a quanto costa una guerra non e' poconella realta (l'87 % degli italiani e' contro la guerra)
      ( mi piacerebbe sapere che ne pensano le
      migliaia di curdi oppressi dal regime di
      sadam, cosa ne pensavano nell'83? e nell'85? e nell'88?quando Saddam era il baluardo dell'occidente?e i curdo-turchi? cosa pensano del fatto che la turcghia e' alleata dell'occidente e che noi non diciamo nulla sui massacri che subiscono i kurdi in turchia?
      credo che non pensino più visto che
      il vostro dolce dittatore ha provveduto a
      gassarli tutti) il criminale fascista che mise fuorilegge il Partito Comunista?il gassatore di kurdi e sciiti(sostenitori dell'iran degli ayatollah)? con beneplacito degli usa negli anni 80? e che solo nel 91 si pensa che possa far comodo difendere i curdi da saddam tanto permettiamo ai turchi di entrare in territorio irakeno a massacrarli
      ed altre ammenita di questo
      genere..
      comunista continua cosi che vai bene.purtroppo nell'ulivo son pochi a essere di sinistra ancor meno i comunisti..ma si rompera l'ulivo...cambiera....OpenCurcio*** Contro la guerra del capitale e il neoliberismo ***
  • lordauberon scrive:
    Ufficio stampa ?
    Sperare che 100 persone possano rispondere agevolmente a magari 10.000 o piu' persone, e' sinceramente parlando, una grossa ingenuita'.Ogni politico pero' ha un suo ufficio stampa: costoro dovrebbero/potrebber fungere da tramite con il politico, passandogli le domande piu' interessanti o critiche, e divulgando pubblicamente le risposte.Lord auberon
  • Anonimo scrive:
    E' ovvio che non rispondano
    Ma pensa se gli scrivessero anche solo 100 italiani al giorno, lamentarsi per delle risposte preconfezionate poi mi sembra esagerato (purchè rispondano alla domanda).In ogni caso, maggioranza o opposizione che sia, ce li abbiamo mandati noi, quindi "chi è causa del suo mal pianga se stesso" e ricordiamocelo alle prossime elezioni...
  • Anonimo scrive:
    Lettera al presidente della Repubblica
    Facciamo in modo che abbia una casella di posta elettronica, poi pretendiamo che ci risponda. Certo non a tutti (perchè no? Non siamo tutti uguali?) ma almeno a una parte della massa. Non è forse nostro diritto che il massimo rappresentante del nostro paese... risponda "ai cittadini"?Ma svegliaaa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera al presidente della Repubblica
      - Scritto da: Anonimo
      Facciamo in modo che abbia una casella di
      posta elettronica, poi pretendiamo che ci
      risponda. Ce l'ha già, risponde il suo ufficio stampa, che fa da filtro.
  • Anonimo scrive:
    lettera provocatoria
    lettera un po' provocatoria...in ogni caso la riforma non è così come la si descrive qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera provocatoria
      - Scritto da: Anonimo
      lettera un po' provocatoria...
      in ogni caso la riforma non è così come la
      si descrive qui.Beh vabbe' ma il punto non e' quello.... Il fatto e' che gli on. non rispondono.... il che e' triste
  • Anonimo scrive:
    Per la maggior parte .....
    di loro, siamo solo pecore da tosare.E con che impegno ci riescono.Bah...... che povera Italia......
  • Anonimo scrive:
    warmwater 1.0
    Un simile articolo era apparso in piu riviste del settore Informatico...a volte ritornano
  • Anonimo scrive:
    potrebbe essere il filtro antispam
    e se le mail fossero state bloccate da un filtro antispam? cento e rotti messaggi tutti uguali ad un dominio sono un pò strani per un filtro.(ovviamente non per giustificare, anzi).
  • Anonimo scrive:
    Sono sorpreso..
    ..che abbia risposto qualcuno.Non per parlare a sfavore dell'articolo anzi, ma pensavo che molti non si sarebbero abbassati a rispondere a un semplice cittadino.Un plauso a chi ha risposto in ogni caso, a prescindere dalle risposte, ma anche disappunto per la maggioranza degli interpellati che non l'ha fatto.La tecnologia e' un modo per cittadini e politici di vere un contatto piu' diretto, che puo' solo essere d'auito per entrambi.Inutile dire non molti cittadini e ancora meno(in proporzione) politici ha compreso le potenzialita' dei nuovi mezzi di comunicazione.Quanti politici hanno su un blog per dire e rendere pubblico veramente il loro operato?Quanti usano una chat (magari anonimamente) per conoscere le idee dei cittadini?ciao
  • Anonimo scrive:
    Ma secondo voi di quel 90% quanti...
    ...sanno veramente usare un client per la gestione della email?secondo me l'89%.Secondo me non è che non vogliono rispondere piuttosto è che non lo sanno fare.Quale delle due cose è più grave? Boh fate voi.Più realisticamente c'è anche da dire che se la quantità di email ricevute dai nostri deputati fosse consistente e loro si mettessero a rispondere ad ognuna sarebbero assenti a tutte le sedute parlamentari.Se si intrattengono un piccolo numero di relazioni via email si può essere assorbiti dal compito di leggere e rispondere alle missive anche per qualche ora, mi auguro sinceramente che i deputati facciano di meglio che rispondere alle legittime osservazioni dell'insegnante che si è rivolto a PI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma secondo voi di quel 90% quanti...
      Potrebbero incaricare qualcuno che lo fa per loro.Se tu decidessi di mandare un'email di un problema che ti sta a cuore e nessuno la leggesse?Allora il cittadino non conta nulla vero?La tua obiezione e' lecita, se migliaia di persone mandassero email non basterebbero 24 ore per leggere e rispondere a tutte.Ma e' cosi'?E quelli che hanno risposto?Ci deve essere un modo per far sentire la propria voce.Almeno a levello di "partiti", che dovrebbero avere un ufficio dellegato al rapporto diretto coi cittadini ed elettori, ed eventualmente riferire ai vari parlamentari.Io penso che se i politici ascoltassero piu' la gente forse le cose andrebbero meglio(insulti a parte).O il parere di un comune cittadino non merita neanche considerazione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma secondo voi di quel 90% quanti...

      Se si intrattengono un piccolo numero di
      relazioni via email si può essere assorbiti
      dal compito di leggere e rispondere alle
      missive anche per qualche ora, mi auguro
      sinceramente che i deputati facciano di
      meglio che rispondere alle legittime
      osservazioni dell'insegnante che si è
      rivolto a PI.Si, perche tu adesso credi che quelli rispondano di persona.Gia che ci sei dai un occhiata al camino e vedi se non è rimasto incastrato Babbo Natale, che da me a dicembrenon è passato. ;-)Esistono segreterie di partito, portaborse, vice portaborse, responsabili relazioni esterne etc etc. che fanno tutto questo. Se pensi di mandare un messaggio a un parlamentare e ottenere una risposta sei un ottimista, se pensi che poi si proprio il Buttiglione o il Fassino di turno a rispondere sei più di un ottimista , sei un "fiducioso estremo".Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma secondo voi di quel 90% quanti...
      La stragrande maggioranza di politici e imprenditori, anche quelli più impegnati nell'information technology, nel commercio elettronico, ecc... NON leggono le email, ma se le fanno stampare dalla segretaria. Dicono che non hanno tempo...
  • Anonimo scrive:
    Pelatone
    Destra o sinistra, govero o opposizione i deputati sono tutte pedine che obbediscono a ordini di scuderia e che si confrontano unicamnete con le segraterie politiche dei loro partiti.Il rapporto con i cittadini, salvo rarissime eccezioni, è episodico in particolare quando si è lontani dalle elezioni.Aveva ragione Gaber. Anch'io non mi sento più di essere italiano.
    • oscarfc scrive:
      Re: Pelatone
      - Scritto da: Anonimo....
      Aveva ragione Gaber. Anch'io non mi sento
      più di essere italiano.Ma tu l'hai mai sentita la canzone di Gaber? O conosci solo il titolo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Pelatone
        io ho seguito la cosidetta riforma e sentito insegnanti e presidi di istituti che l'anno sperimentata, tutti più che favorevoli. Ho sentito i sindacati e alcuni esponenti di sinistra favorevili pure il riformista giornale di sinistra è favorevole, perchè la riforma sarebbe disastrosa? Se a te che hai mandato la mail non piace ma a moltissimi altri si questo non vuol dire disastrosa e poi la scuola italiana oggi è disastrosa anche per colpa di molti insegnanti che leggono il giornale in classe e rubano lo stipendio
  • AlexDeLarge scrive:
    risposte deliranti
    Anch'io ho provato a contattare deputati e senatori (di maggioranza e opposizione), sebbene su una scala ben più ridotta.E più o meno ho avuto gli stessi risultati: circa il 10% dei contattati ha risposto.Ma la cosa forse più importante credo siano le risposte: tutti rispondono promettendo che si interesseranno ma dai resoconti dei lavori parlamentari salta fuori che il loro gruppo ti vota "contro".In parole povere: pigliano in giro.
  • Anonimo scrive:
    Ma ci voleva uno spamming?

    altrimenti saremo costretti a riconsiderare il fatto che le
    distanze annullate da Internet in termini di spazio e di tempi,
    vengono amplificate in termini di staticità o, peggio, di
    indifferenza.Proviamo a cercare il numero di telefono e chiamiamoli. Quanti risponderanno? Come al solito quando si parla di internet è sempre tutto dovuto. Ci manca solo che ora si mettano a rispondere alla mail di un utente qualsiasi, giusto perchè sono "Onorevoli". Ma dai, ma per piacere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ci voleva uno spamming?
      Ma cavoli e poi ci mancherebbe anche che debbano essere eletti da un qualsiasi cittadino!Suvvia sono li a lavorare mica a rispondere di ciò che fanno!Propongo di abolire le elezioni, hanno il solo brutto effetto di distogliere i nostri cari e seri parlamentari dal loro duro lavoro ... tristezza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ci voleva uno spamming?
      Spamming?Un elettore che manda un email a un politico, che dovrebbe essere un *rappresentante*, una persona che mette in pratica il pensiero dei suoi elettori, che lo votano perche' li rappresenti?Estremizzando un politico e' un dipendente pubblico, che in un certo senso compie o dovrebbe compiere un servizio alla collettivita'.Un parlamentare che manca ad un dibattito o una votazione, non e' tenuto a rispondere, mentre un impiegato se manca dal posto di laboro senza giustificazione puo' essere licenziato.Problemi di salute?Porti il certificato medico.Perche' queste differenze di trattamento in tutto?Non basta lo stipendio, quello si *onorevole*.Allora se mandi un email al tuo comune per chiedere informazioni fai spamming?Ma per piacere tu!Il problema principale dello spamming(che risale ai primi tempi di internet quando scaricare un'email costava e comportava tempo) e' che costituisce un costo, non che si disturba.Allora si sovrebbe vietare con apposite leggi la pubblicita' nella buca delle lettere?!Il discorso e' uguale.E telefonare anche senza autorizzazione (quando non si e' molesti) non mi risulta sia reato.Diro' di piu'.Un politico ha il *dovere* di rispondere del suo operato ai cittadini, anche se per evidenti motivi pratici non sempre si puo' rispondere alle email dit tuttti.O secondo te i cittadini devono starsene zitti come pecore addomesticate?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ci voleva uno spamming?

        Un politico ha il *dovere* di rispondere del suo operato ai
        cittadini, anche se per evidenti motivi pratici non sempre si
        puo' rispondere alle email dit tuttti. Guarda se vuoi che parliamo di cosa si dovrebbe fare e cosa no posso anche essere d'accordo. Ma che un parlamentare stia seduto davanti al PC/Mac a risponderti capisco BENISSIMO che sia una cosa un po' pretenziosa. Se così fosse, hai idea di quante email riceverebbe al giorno? Prova a pensarci. È scontato che non risponda, mi pare la cosa più ovvia del mondo.
        O secondo te i cittadini devono starsene zitti come pecore
        addomesticate?No, deve scrivere perchè sicuramente il parlamentare gli dirà "cazzo non ci avevo pensato, grazie caro cittadino!". MA dove vivi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ci voleva uno spamming?
          - Scritto da: Anonimo
          Ma che un parlamentare stia
          seduto davanti al PC/Mac a risponderti
          capisco BENISSIMO che sia una cosa un po'
          pretenziosa.Non sarà MAI il parlamentare a guardare alle sue mail, al limite la segretaria tutto fare gli passa le cose interessanti (ed ecco il filtro che è entrato in azione in questo caso), il resto finisce ne cestino. Nella maggior parte dei casi la segretaria tutto fare risponde anche.......
Chiudi i commenti