Gli USA ripensano Internet

Il governo statunitense annuncia un'iniziativa scientifica ed ingegneristica per riprogettare la struttura profonda della Rete. Parole d'ordine: sicurezza e pervasività


Philadelphia (USA) – La Fondazione Nazionale per le Scienze degli Stati Uniti ha annunciato l’inizio di un ambizioso progetto per aggiornare Internet . L’iniziativa, denominata GENI – Global Environment for Networking Investigations – si propone lo scopo di creare una nuova architettura di rete distribuita, più sicura e più versatile dell’attuale Internet.

Il nuovo programma di ricerca è stato annunciato, quasi in sordina, senza la divulgazione di dettagli e specifiche tecniche. “Ci sono certi aspetti di Internet che non funzionano”: questo è lo spirito con cui David Clark , già professore al MIT e futuro responsabile per il progetto, ha accolto la richiesta del governo: immaginare la Rete del futuro come una tabula rasa su cui lavorare con creatività.

Infatti gli scienziati del GENI pensano ad una rivoluzione telematica che vada ben oltre il protocollo IPv6 , già in uso presso numerose università e in un numero crescente di paesi, Italia compresa. L’uso di IPv6, puntualizza Clark in un’intervista rilasciata a Wired , “rende le comunicazioni solamente più veloci, perché l’architettura di base rimane la stessa dell’IPv4”, affermazione che probabilmente farà storcere il naso a qualcuno, in quanto non sembra tenere presente la maggiore strutturazione di IPv6 e la moltiplicazione pressoché all’infinito dello spazio IP.

La visione che anima il progetto è rivolta ai prossimi 15 anni : l’Internet del futuro dovrà rispondere ad esigenze di pervasività ed interoperabilità totale con l’intero universo dei dispositivi senza filo d’oggi e di domani – dai telefoni cellulari fino agli elettrodomestici.

“Siamo semplicemente agli inizi del progetto e finora abbiamo raggiunto solo la fase propositiva”, commenta Clark, che aggiunge: “Vogliamo invitare la comunità scientifica a ragionare su questa idea”. Il governo degli USA prevede d’attuare, in aggiunta alla pura ricerca scientifica e tecnologica, un programma di sperimentazione su scala globale . Ciò che nascerà in seno a GENI costituirà il fondamento della nuova Rete globale: un’architettura che dovrà garantire l’accesso ad una gigantesca popolazione d’utenti, oltre a rinforzare, su tutti i fronti, i criteri di nuova generazione per la sicurezza individuale e la tutela della privacy. Uno dei traguardi più importanti da raggiungere è l’abbattimento della separazione tra periferiche “fisse” e “mobili”, creando un unico, onnipresente meganetwork basato su fondamenta comuni.

Clark ha accennato alla riprogettazione dell’ uso dei pacchetti , prevedendo che “il successo della nuova Rete non si misurerà con la velocità nel trasferimento dei dati, ma con la capacità di rispondere alle esigenze delle persone”. Con un occhio ai gravi problemi che affliggono Internet, come phishing e spam, ed un altro al mondo del commercio elettronico , i promotori della “nuova rete” sperano di ripetere il successo della Internet uscita, molti anni fa, dai labs del DARPA .

Con molta probabilità, gli scienziati coinvolti nel GENI produrranno nuovi servizi e nuove forme di partecipazione per l’utenza di Rete: David Clark ha accennato che il progetto GENI prevede la sperimentazione estensiva del calcolo distribuito , invitando, tuttavia, a non speculare eccessivamente su queste affermazioni. Almeno per il momento.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Spiegatemi sta cosa degli rss
    Dunque io ho guardato un po' di lettori rss. Ho installato anche Sage per firefox.ok ok, ma sono così comodi e utili?Molti siti nei feed rss scrivono solo il titolo e niente altro. In altri magari leggo il testo, però poi non posso leggere i commenti.Insomma quello che voglio dire è che quando provo a leggere le varie news con i feed rss alla fine mi ritrovo ad aprire tutti i siti lo stesso.Quindi il vantaggio dov'è?Che non vedo la pubblicità?Che faccio più velocemente?Si accettano delucidazioni e consigli.
    • weppos scrive:
      Re: Spiegatemi sta cosa degli rss

      ok ok, ma sono così comodi e utili?Non posso dirti né si né no.Quello che posso dirti è che prima potevo seguire qualche decina di siti di notizie e ci mettevo mediamente qualche ora al giorno.Ora seguo oltre 300 siti internazionali al giorno in meno di qualche ora.
      Molti siti nei feed rss scrivono solo il titolo e niente altro.
      In altri magari leggo il testo, però poi non posso leggere i commenti.C'è un po' di confusione. Il feed non è "il contenuto" completo dell'articolo.Il feed è un sommario, un elenco, un indice dal quale scegliere cosa e quando leggere.Molti siti poi offrono anche il feed dei commenti.
      Quindi il vantaggio dov'è?Tempo, privacy, sicurezza e velocità.
      • francescor82 scrive:
        Re: Spiegatemi sta cosa degli rss


        Quindi il vantaggio dov'è?

        Tempo, privacy, sicurezza e velocità.Per curiosità, privacy e sicurezza da cosa vengono dati? Rispetto a prima, dico.
        • weppos scrive:
          Re: Spiegatemi sta cosa degli rss
          - Scritto da: francescor82


          Quindi il vantaggio dov'è?



          Tempo, privacy, sicurezza e velocità.

          Per curiosità, privacy e sicurezza da cosa
          vengono dati? Rispetto a prima, dico.L'RSS rispetto al classico sistema di navigazione ma soprattutto al sistema di newsletter, molto usato per mantenersi aggiornato su un sito, rispetto alla sicurezza- non richiede registrazione, quindi nessun dato personale- non necessita di email- non necessita la navigazione del sito per il download e quindi niente cookie o problemy con la privacy- niente problema di spamQuesti gli aspetti principali.
          • francescor82 scrive:
            Re: Spiegatemi sta cosa degli rss

            L'RSS rispetto al classico sistema di navigazione
            ma soprattutto al sistema di newsletter, molto
            usato per mantenersi aggiornato su un sito,
            rispetto alla sicurezza
            - non richiede registrazione, quindi nessun dato
            personale
            - non necessita di email
            - non necessita la navigazione del sito per il
            download e quindi niente cookie o problemy con la
            privacy
            - niente problema di spam

            Questi gli aspetti principali.Giusti 1°, 2° e 4° punto, ammetto che non ci avevo pensato.Ma i cookie ci sono lo stesso, se vuoi andare a leggere la notizia intera e devi farlo dal sito.Comunque non hai parlato della sicurezza; o intendevi a livello di spam?
          • weppos scrive:
            Re: Spiegatemi sta cosa degli rss

            Giusti 1°, 2° e 4° punto, ammetto che non ci avevo pensato.
            Comunque non hai parlato della sicurezza; o intendevi a livello di spam?Lo spam è una sicurezza in meno.Ho parlato di cookie e privacy, quella è una salvaguardia della sicurezza. ;o)
            Ma i cookie ci sono lo stesso, se vuoi andare a leggere la notizia intera e devi farlo dal sito.Ovvio, anche perchè non è compito dell'RSS sostituire il sito.La grande differenza c'è se la si paragona alle classiche mailing list.
          • Anonimo scrive:
            cambia poco

            - non richiede registrazione, quindi nessun
            dato personaleCome la maggior parte dei siti, oppure ti registri ogni volta che trovi un risultato su Google? :)
            - non necessita di emailCome sopra, io avrò usato 4-5 volte la mail per necessità (in 7 anni).
            - niente problema di spamCome sopra, tu ricevi spam visitando dei siti?
            - non necessita la navigazione del sito per il
            download e quindi niente cookie o problemy con la
            privacyPerò la connessione per il recupero dati lascia la traccia del tuo IP, quindi addio privacy in ogni caso :)Diciamo che l'unico reale e significativo vantaggio è quello di saltare la parte "grafica" e raggiungere le info in tempi brevi. Cosa che ultimamente si rende difficile se non si usa una linea ADSL o superiore... ;)
          • weppos scrive:
            Re: cambia poco
            Probabilmente hai confuso l'obiettivo del formato RSS.L'RSS non è un modo alternativo per consultare un sito, non è un modo per leggere i dati invece di collegarsi, è un modo rapido e veloce per seguire gli aggiornamenti e ricevere "liste di elementi" in modalità rapida e centralizzata rispetto al normale.Non esegui ricerche su google con l'RSS, non usi l'email per navigare un sito ma...... invii i tuoi dati quando ti iscrivi ad una mailing list, lasci la tua email quando usi una newsletter.Ed ancora, scostiamoci dal discorso news.MSN Shopping offre l'elenco dei prodotti via feed, Yahoo! e Feedster mostrano i risultati usando l'RSS...Questa è solo una piccola parte. Consiglio di dare uno sguardo a http://www.rss-world.info/rss/cose_che_si_possono_fareContiene un elenco di idee utili.Ricordate tuttavia che l'RSS non sostituisce il sito, non consideratelo sotto quell'aspetto. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Spiegatemi sta cosa degli rss
        - Scritto da: weppos
        C'è un po' di confusione. Il feed non è "il
        contenuto" completo dell'articolo.
        Il feed è un sommario, un elenco, un indice dal
        quale scegliere cosa e quando leggere.

        Molti siti poi offrono anche il feed dei commenti.
        Ok però nei feed, se non ho capito male cosa intendi, alcuni tipo Mantellini mettono anche il testo completo del loro articolo.
        • weppos scrive:
          Re: Spiegatemi sta cosa degli rss
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: weppos

          C'è un po' di confusione. Il feed non è "il

          contenuto" completo dell'articolo.

          Il feed è un sommario, un elenco, un indice dal

          quale scegliere cosa e quando leggere.



          Molti siti poi offrono anche il feed dei
          commenti.



          Ok però nei feed, se non ho capito male cosa
          intendi, alcuni tipo Mantellini mettono anche il
          testo completo del loro articolo.Sì, hai ragione e personalmente non condivido questa abitudine.Ne parlavo non meno di qualche giorno fa su questo blog, in risposta ad un'interessante post di Tiziano Fogliata.http://www.fogliata.net/archives/2005/08/26/dal-web-design-al-feed-design/==================================Modificato dall'autore il 31/08/2005 16.01.34
  • Anonimo scrive:
    newscrawler.it: notizie anche in rss
    Mmmm.. questo articolo forse ha avuto 'fretta' di uscire. Tanti complimenti al gestore del nuovo servizio ma affatto originale dato che al mondo, ma anche in italia esistono applicazioni web da molto. Il caso di newscrawler.it è un esempio che viene creato da due persone un anno fa circa (sull'onda di jobcrawler.it - stesso staff alle spalle) e che riscuote un discreto successo.Buon lavoro comunque.. ben vengano iniziative simili anche in italia per dare al navigatore piu' punti di accesso al web.ciaoo da Andrea Musumeci
    • weppos scrive:
      Re: newscrawler.it: notizie anche in rss
      Ho visitato www.newscrawler.it ma mi sembra che lo scopo sia diverso ed anche la struttura.
  • Anonimo scrive:
    P.I. e OPML
    perchè PI in questa pagina http://punto-informatico.it/newsbox/rss.asp non mette anche l'OPML di tutti i feed insieme?è facile cavalcare questa ondata ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: P.I. e OPML
      Io piuttosto non capisco perchè manca il feed di Highscore che è anche rimasto alla vecchia struttura del sito...
  • Anonimo scrive:
    vi dimenticate di qualcosa...
    http://riassunto.jsk.it/http://www.circus.it/http://www.feeds-directory.com/tutti italiani..
    • Anonimo scrive:
      Re: vi dimenticate di qualcosa...
      In effetti sembra che si voglia promuovere qualcosa come novità.. mentre non è che una copia di altro
      • Anonimo scrive:
        Re: vi dimenticate di qualcosa...
        Di progetti ce ne sono molti... Certo che è strano: ho inviato più volte segnalazioni su Riassunto a PI e nessuno mi ha mai risposto... Bah!Un saluto ai colleghi!JS
      • weppos scrive:
        Re: vi dimenticate di qualcosa...
        A questo punto perchè parlare di Google Talk quando è un instant mesenger copia di un altro? Che senso ha?Inoltre mi sa che molti hanno frainteso il progetto. Non si tratta solo di un web aggregator ma di un pezzo aggiuntivo della piattaforma di ricerca del motore.
    • Anonimo scrive:
      Re: vi dimenticate di qualcosa...
      e anchewww.newscrawler.it
Chiudi i commenti