Gli utenti accusano Vodafone per due nuovi servizi

Si scatena una sorta di rivolta popolare in rete che via email si espande di ora in ora. C'è chi ritiene che i nuovi servizi siano un modo per ammortizzare l'abolizione dei costi di ricarica. Ribatte l'operatore: sono solo nuove feature

Roma – Sono moltissime le segnalazioni giunte a Punto Informatico da parte di utenti Vodafone circa la presunta attivazione automatica di due servizi a pagamento non richiesti dalla clientela. Una variazione che gli utenti suppongono finalizzata al recupero del mancato introito derivante dall’abolizione dei costi di ricarica.

I messaggi dei lettori, in numero tale da configurare una sorta di catena di Sant’Antonio, riportano (virgola più, virgola meno, come accade in ogni mail-passaparola che si rispetti) la seguente segnalazione:

“Dal 6 marzo 2007 Vodafone ha introdotto due nuove “funzionalità”: ricezione SMS vocale e notifica ricezione vocale, una sorta di segreteria telefonica (al costo di 0,29 Euro a chiamata) attivata automaticamente a tutti coloro che non usano la segreteria telefonica (90% degli utenti).
Quando chiamerete un/a vostro/a amico/a e il telefono è spento sentirete una voce che vi dirotterà al nuovo servizio”.

Da verifiche svolte in redazione, i due servizi risultano essere effettivamente attivati – senza intervento degli utenti – dalla data indicata nella catena di email. E, come accade sovente negli ultimi tempi, laddove c’è necessità di chiarezza sul comportamento di un operatore – o il sospetto di un’azione che va contro gli interessi degli utenti – non manca all’appello Andrea D’Ambra, primo firmatario della nota petizione contro i costi di ricarica e presidente dell’associazione Generazione Attiva .

L’associazione ha fatto sapere di aver inviato ieri un nuovo esposto all’ Authority delle Comunicazioni nonché alla Guardia di Finanza per informare le autorità su quanto segnalato dagli utenti. “Dal momento in cui chi chiama sente la voce della Vodafone – spiega D’Ambra in merito ai due servizi – il chiamante ha circa 1,5 secondi per attaccare, altrimenti parte questo nuovo servizio che costa 29 centesimi a messaggio vocale, 10 centesimi appena parte la voce (dopo il secondo e mezzo di cui sopra)”.

Il servizio può essere disattivato, ma “molti clienti – prosegue – ci hanno segnalato le difficoltà nel disabilitare questo “servizio non richiesto”. Per disattivare il servizio bisogna collegarsi al sito e cercarlo (visto che non viene messo in evidenza e reclamizzato)… abbiamo provato a farlo ma tutte le opzioni erano navigabili tranne quella per la disattivazione, inoltre chiamando il servizio clienti Vodafone al numero 190 si viene invitati a riprovare in un altro momento a causa di non meglio determinati problemi tecnici”.

Dalle prove effettuate in redazione, in risposta al tentativo di disattivazione dei servizi (effettuato alcuni secondi dall’accesso dell’utente effettuato con username e password) si ottiene il messaggio “Siamo spiacenti, ma la tua sessione di lavoro è scaduta. Per procedere nella navigazione ti invitiamo a inserire username e password o a tornare alla home page di www.vodafone.it”.

“Prima che venissero aboliti i costi di ricarica – commenta Andrea D’Ambra – se si chiamava una persona e non era raggiungibile si veniva trasferiti alla segreteria telefonica con un messaggio vocale che informava che la chiamata stava per essere trasferita alla segreteria telefonica e dopo qualche secondo il chiamante veniva avvisato da un ulteriore messaggio che informava del collegamento alla segreteria: solo dal secondo messaggio vocale si iniziava a pagare la telefonata. All’ascolto del primo messaggio il cliente era ancora in tempo per terminare la conversazione se non voleva lasciare messaggi in segreteria senza spendere nulla. Ora invece, il primo e unico messaggio che si sente è “Vodafone, servizi di segreteria telefonica….” e chi ha un piano tariffario con lo scatto alla risposta ci rimette circa 15 centesimi di Euro”.

Interpellata da Punto Informatico, Vodafone ha spiegato di aver “attivato a partire dal mese di marzo il servizio di SMS vocale. Grazie a questo nuovo servizio i clienti Vodafone possono ricevere gratuitamente un messaggio vocale da parte di chi li ha cercati quando non sono raggiungibili. Chi effettua la telefonata, se il numero chiamato non è disponibile, ascolterà il messaggio gratuito di avviso: ‘SMS Vocale Vodafone, messaggio gratuito. La persona chiamata non è al momento disponibile. Per inviare un SMS vocale parli dopo il segnale acustico e poi riagganci. Info e costi al numero gratuito 42055’, a questo punto potrà scegliere se riagganciare o registrare un messaggio con la propria voce, dopo il segnale acustico”.

“L’SMS vocale – chiarisce Vodafone – ha un costo di 29 centesimi per chi lo invia” e non comporta costi aggiuntivi per chi ha attivo il servizio sul proprio numero telefonico. “Il servizio è disattivabile chiamando gratuitamente il numero 42070 oppure all’interno dell’area fai da te del sito www.vodafone.it” aggiunge l’operatore, che conclude: “Vodafone Italia ringrazia tutti i clienti che hanno voluto comunicare le loro valutazioni sul nuovo servizio e le utilizzerà, come sempre, per migliorarlo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessio Di Renzo scrive:
    emporialife anziani
    Desidero sapere per quale motivo non è ancora sbarcato in Italia questo modello EmporiaLife un cellulare per anziani?. e magari ce ne sono altri modelli in Italia?Grazie anticipatamente per l'informazioneAlessio
  • Anonimo scrive:
    Quello che ci vorrebbe per mio padre...
    Ha solo 57 anni eppure non ci capisce lo stesso una mazza di tecnologia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quello che ci vorrebbe per mio padre
      - Scritto da:
      Ha solo 57 anni eppure non ci capisce lo stesso
      una mazza di
      tecnologia.a me servirebbe un tel cell a forma di cornetta vecchio stile, quello che per fare il numero bisognava girare il cerchietto, poi la sera lo metti a posto come se fosse un tel fisso e lui si ricarica. Ho sprecato due nokia, tutti e due rovinati e mai usati per la zia ultra 70enne, poi ci ho rinunciato.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Quello che ci vorrebbe per mio padre

        a me servirebbe un tel cell a forma di cornetta
        vecchio stile, quello che per fare il numero
        bisognava girare il cerchietto, poi la sera lo
        metti a posto come se fosse un tel fisso e lui si
        ricarica. Ho sprecato due nokia, tutti e due
        rovinati e mai usati per la zia ultra 70enne, poi
        ci ho
        rinunciato.Allora forse questo potrebbe esserti utile!!! http://www.thinkgeek.com/gadgets/electronic/7830/TAD
    • pentolino scrive:
      Re: Quello che ci vorrebbe per mio padre
      - Scritto da:
      Ha solo 57 anni eppure non ci capisce lo stesso
      una mazza di
      tecnologia.Quoto in pieno, anche se mio padre di anni ne ha 68, ma già 11 anni fa non sarebbe stato in grado di usare niente di più complicato di un televisore senza televideo. Usa ancora la stilografica (non che ci sia niente di male, anzi, giusto per far capire il tipo!).Per non parlare di mia mamma!
  • Anonimo scrive:
    mah....
    mia nonna se la cava benissimo con il suo Nokia ultimo modello. e ha pure imparato a fare le fotografie :)
    • Anonimo scrive:
      Re: mah....
      fortunato te... invece mia madre a 46 anni non sa nemmeno mandare un MMS....
      • Anonimo scrive:
        Re: mah....
        - Scritto da:
        fortunato te...
        invece mia madre a 46 anni non sa nemmeno mandare
        un MMS....Condivido. I miei genitori faticano a usare le semplici chiamate da rubrica. Non riescono nemmeno a leggere un SMS, perché debbono premere due tasti di quelli "contestuali", il cui effetto cambia a seconda del menu che appare sul telefonino, ma che i miei stentano a leggere (in strada usano occhiali non da lettura, e non portano bifocali).Un telefono essenziale, a mio parere, DEVE esistere nella gamma di un produttore di telefonini: purtroppo non lo si vede perché non può venir venduto con margini alti quanto uno smartphone "trendy".
      • Funz scrive:
        Re: mah....
        - Scritto da:
        fortunato te...
        invece mia madre a 46 anni non sa nemmeno mandare
        un
        MMS.... :oNemmeno io, a 32 anni, ingegnere, sono capace, ne' lo saro' mai...come non imparero' mai a usare una fotocamera su cellulare, un decoder sat o DTT, o una qualsiasi delle *stronzate* che periodicamente tirano fuori.
        • Anonimo scrive:
          Re: mah....
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da:

          fortunato te...

          invece mia madre a 46 anni non sa nemmeno
          mandare

          un

          MMS....
          :o

          Nemmeno io, a 32 anni, ingegnere, sono capace,
          ne' lo saro'
          mai...
          come non imparero' mai a usare una fotocamera su
          cellulare, un decoder sat o DTT, o una qualsiasi
          delle *stronzate* che periodicamente tirano
          fuori.bravo. e ora vai pure a postare sui forum di donna moderna online o 50epiù. o sui siti di ricette di cucina. e non venire qui a rompere le b****.
          • Funz scrive:
            Re: mah....


            Nemmeno io, a 32 anni, ingegnere, sono capace,

            ne' lo saro'

            mai...

            come non imparero' mai a usare una fotocamera su

            cellulare, un decoder sat o DTT, o una qualsiasi

            delle *stronzate* che periodicamente tirano

            fuori.

            bravo. e ora vai pure a postare sui forum di
            donna moderna online o 50epiù. o sui siti di
            ricette di cucina. e non venire qui a rompere le
            b****.Scordatelo *mbleee*Non direi mai a mia madre che è vecchia perche' non sa usare l'ultima stronzata tecnologica. Lei usa il PC, email e internet tranquillamente a 63 anni, e se non vede l'utilità di una nuova tecnologia è perchè, probabilmente, utilità non non c'è :p
  • Anonimo scrive:
    motofone
    nulla da invidiare al motofone f3 della motorola...già sul mercato italiano a meno di cinquanta euro, non fa nulla se non telefonare e mandare sms. bei tastoni, schermo gigante con caratteri anche esagerati, un'ottima autonomia e pure un menu che ti guida vocalmente fra le varie funzioni... è pure stilosoinsomma. che offre in piu sta emporia? la suoneria? mah...fbrz
    • Anonimo scrive:
      Re: motofone
      in effetti il motorola ep molto piu' bello da vedersi
      • Anonimo scrive:
        Re: motofone
        se non fosse per "l'inusabilità" degli sms (le lettere sullo schermo sono gigantesche) lo avrei gia preso... a giugno invece dovrebbe uscire uno sagem simile al motofone ma con uno schermo più usabile
Chiudi i commenti