GNOME 2.14 corteggia le aziende

La nuova release del celebre ambiente desktop per Linux introduce, come tradizione, alcune nuove funzionalità e migliorie che lo rendono ancora più adatto a rimpiazzare Windows sia nelle case che in azienda
La nuova release del celebre ambiente desktop per Linux introduce, come tradizione, alcune nuove funzionalità e migliorie che lo rendono ancora più adatto a rimpiazzare Windows sia nelle case che in azienda


Roma – Puntuale con le sue release semestrali, la comunità di sviluppatori GNOME.org ha rilasciato la nuova versione 2.14 del suo omonimo e famoso desktop environment per Linux. Oltre a correggere bachi e bachetti, la nuova release di GNOME introduce alcune nuove funzionalità e migliora aree quali l’usabilità, l’accessibilità, l’internazionalizzazione e la gestione dei sistemi.

Tra le novità più in vista, dedicata soprattutto alle aziende, c’è l’ Administration Suite , una collezione di strumenti espressamente dedicati agli amministratori di sistema. Tra questi tool vi sono software per la gestione, il deployment, il backup e la configurazione dei computer.

Uno dei nuovi programmi di amministrazione, chiamato Pessulus , permette ad esempio di bloccare certe funzionalità di sistema o l’accesso a determinate risorse: questo tool può tornare utile soprattutto per i PC installati presso locali pubblici.

Gli sviluppatori di GNOME affermano poi di aver apportato numerosi miglioramenti alle performance, in particolare al rendering del testo, all’allocazione di memoria e a numerose applicazioni. E’ stato rivisto e corretto anche Ekiga, il client VoIP integrato nel desktop environment.

Le altre novità di Gnome 2.14 sono illustrate qui (per gli utenti finali) e qui (per gli amministratori di sistema).

Come tradizione, la nuova versione di GNOME supporta, oltre a Linux, vari dialetti di Unix come Solaris, HP-UX, BSD e Darwin. Il software è disponibile per il download anche sotto forma di LiveCD: in questo modo lo si potrà provare immediatamente senza la necessità di installarlo e di modificare il proprio sistema.

Le prime distribuzioni Linux che includeranno GNOME 2.12 arriveranno nei prossimi mesi, ma nel frattempo gli sviluppatori di quelle più note metteranno a disposizione dei propri utenti i necessari aggiornamenti per l’upgrade indolore alla nuova versione del celebre desktop environment.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 03 2006
Link copiato negli appunti