Google abbatte lo squatter russo

Si risolve il contenzioso tra il motore di ricerca e l'imprenditore russo che aveva registrato domini simili a quello utilizzato dal gigante di Mountain View


Roma – Il National Arbitration Forum , pratica alternativa al tribunale per risolvere i problemi legati alla guerra dei domini che da tempo infiamma Internet, ha riconosciuto a Google il diritto di utilizzare alcuni indirizzi occupati da un cybersquatter russo.

Come era stato rilevato da una piccola inchiesta pubblicata da BusinessWeek , un cittadino di San Pietroburgo aveva registrato nel 2000 e nel 2001 alcuni domini dal nome simile a Google, considerati incredibilmente ingannevoli perché basati su comunissimi errori di battitura . Errori che tuttavia sfruttano abusivamente il noto brand Google. Una pratica comune, notissima come typosquatting .

I domini in questione avevano nomi come Googkle, Ghoogle e Gooigle: un ottimo specchietto per le allodole, utilizzato per sfruttare la grande popolarità del motore di ricerca californiano e condurci il traffico di chi sbagliasse la digitazione. Lo squatter russo avrebbe persino usato questi “cloni” di Google per spargere malware , spam e persino virus.

Storie di questo genere sono ormai all’ ordine del giorno : un caso simile, tuttora irrisolto ed avente come protagonista l’ubiqua azienda di Mountain View, è legato ai diritti sull’uso del dominio Froogles .

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ci voleva proprio
    dovete cercare di leggere fra le righe, alle volte l'obiettivo non e' quello che sembra ;-)Magari si vuole porre il problema all'attenzione di molte più persone facendolo diventare illegale ... senza turbare la suscettibilità di alcune persone o lobby ....Non sostengo niente, ma la seconda querra mondiale ha lasciato molti domande senza risposte ed è naturale che questa posizione dell'UE e Canada ci faccia porre domande che non ci eravamo mai posti.
  • Anonimo scrive:
    Razzista, xenofobo?
    Sono parole largamente strumentalizzate. Specialmente da chi accusa di "razzismo" qualsiasi commento e/o idea sgradevole e/o critica (da vedere, in questo caso, l'uso che ne ha sempre fatto la sinistra europea e soprattutto italiana).XENOFOBIA da xenon e phobeo, "temere in modo irrazionale ciò che viene dall'esterno". Accusare una persona di xenofobia solo perchè non sopporta i musulmani (per motivi x,y,z) è giusto?Molte volta la cosiddetta "xenofobia" moderna non è affatto irrazionale. Molti politici dovrebbero riflettere su questo, prima di parlare di xenofobia. Molti estremisti di sinistra dovrebbero saperlo, prima di incitare al "linciaggio del fascista di turno" (questo, ovviamente, non è affatto xenofobo sotto i loro occhi).E' buffo che la stessa voce, al plurale latinizzato (xenia) significhi "doni ed omaggi per l'ospitalità".Veniamo a RAZZISMO. E' una teoria sociale che si basa sul paradigma biologico della superiorità razziale e genetica, nato alla fine del 1800 per dare una ragione in più al colonialismo sfrenato. L'uomo bianco entrava in contatto con realtà sempre più disparate: dall'India fino all'Indocina, dall'Australia fino all'Africa nera subsahariana. Risultato? Un vero "filone di pensiero" che sosteneva l'unicità biologica dei bianchi: i loro "geni" sarebbero stati responsabili del progresso scientifico e culturale.Naturalmente questa teoria (abbracciata da quasi tutta la comunità scientifica del tempo) decadde alla svelta e fece posto a nuove teorie cognitiviste per spiegare la competizione e l'evoluzione di culture distanti ma... dico io, accusare qualcuno di RAZZISMO semplicemente perchè dice "io odio gli albanesi, sono tutti ladri"? E' giusto? Nei cosiddetti "siti dell'odio" non viene mai detto "gli albanesi sono antropologicamente e biologicamente inferiori", o cose del genere, ad esempio. I politici lo sanno, i supersinistroidi pure. Solo che va di moda spiattellare l'etichetta di "razzista" addosso a qualsiasi tipo di discriminazione (anche quelle "giuste") basate su statistica e su dati reali... magari condite da cattiva informazione e pregiudizio ma... quasi mai fondate su quel "paradigma razziale" che creò tanta confusione nel secolo scorso.That's my 2 cent
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: Razzista, xenofobo?

      Molte volta la cosiddetta "xenofobia" moderna non
      è affatto irrazionale.Quoto, anche se Cobalto scriverà che sono PIETOSO.Un atteggiamento xenofobo può nascere dai timori che una massiccia immigrazione possa mettere in pericolo l'identità del proprio gruppo etnico. Oppure dal non volere che la propria zona si riempia di case, strutture e costruzioni per effetto dell'aumentata popolazione. In sintesi, perché non tutti sono disposti a sacrificare se stessi per il bene di altri.Ma queste sono cose che - uuh! - non si possono dire o si è "antistorici". Se da destra non si hanno remore particolari nel teorizzare censure di ogni tipo, la posizione della sinistra sembra l'ipocrita "tutti possono parlare, ma certe cose non si possono dire".Nessuno, presumo nemmeno Cobalto, riempirebbe casa sua di letti a castello per ospitare bisognosi, nostrani o immigrati: certe iniziative, pur non necessariamente disapprovandole, la razionalità media le lascia ai santi e ai visionari. E allora, perché ciò che non è razionale fare in casa tua dovresti ammetterlo nel tuo paese? Perché il paese non lo consideri alla stessa stregua di "casa tua" e di ciò che succede oltre la tua soglia privata non ti importa più di tanto? Forse a monte di tutto c'è lo scarso senso degli italiani per il bene collettivo.
  • livio82 scrive:
    Regime Europeo
    Bloccare siti Revisionisti ( e perchè no, anche razzisti) si chiama CENSURA DI REGIME atta a mantenere le cose come stanno. Abbiamo imparato ormai che Hitler è cattivo e l'USARMY è il salvatore del mondo... ma basta con la repressione di idee!
  • Anonimo scrive:
    Finche questo Razzista avrà potere...
    http://www.nexusitalia.com/hitlerbush.htmlil mondo cadrà nel baratro.
  • Anonimo scrive:
    Non me la sento di applaudire
    Reato di opinione? Come può esistere una cosa del genere?Ok si parla di istigare all'odio e all'intolleranza, ma il razzismo di alcune persone ha delle cause (in genere l'ignoranza, un'educazione sbagliata o traumi di qualche tipo), non nasce da sola, la repressione non fa che dare una giustificazione in più a queste persone.Come ho già detto in altra occasione: temo forse di più le reazioni dei governi a intolleranza e terrorismo che non intolleranza e terrorismo stessi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non me la sento di applaudire

      Reato di opinione? Come può esistere una cosa del
      genere?l'ennesimo imbroglio funzionale alla repressione.proibendo tutto ma proprio tutto... alla fine nessuno potra' dire al potente di turno: tu rubi. questo perche' si troverebbe automaticamente blindato per una qualunque delle infinite proibizioni.trovo un pelo offensivo dire questo o quello non si puo' dire perche' la gente non e' in grado di distingure.senza contare del bavaglio che si vuol mettere all'informazione alternativa.se non altro negli USA si puo' ancora dire liberamente quello che si pensa... scusate se e' poco.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non me la sento di applaudire


        Reato di opinione? Come può esistere una cosa
        del

        genere?Certo che siete proprio degli ingenui. In Italia i reati di opinione esistono da sempre....
        • Anonimo scrive:
          Re: Non me la sento di applaudire
          ...e questo cosa significa?il fatto che esistano da sempre li rende una cosa più giusta? E solo una perversione che dura da sempre.ingenuo
  • Anonimo scrive:
    Il mondo è bello perchè è vario!
    Mi riesce difficile credere che un 71enne, e pure indegeno, vada a chattare in internet sull'olocausto :|O:)
    • Alessandrox scrive:
      Re: Il mondo è bello perchè è vario!
      - Scritto da: Anonimo
      Mi riesce difficile credere che un 71enne, e pure
      indegeno, vada a chattare in internet
      sull'olocausto :|Bah... ora anche gli Indiano del Saskatchewan simpatizzano per Hitler???La fine del mondo e' vicina...... o forse quel 71enne ha soltanto un' arteroscleosi incipiente==================================Modificato dall'autore il 11/07/2005 2.48.39
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo è bello perchè è vario!
        Niente spazio per che crede che i campi di sterminio non siano mai esistiti? Nessuno dubita dei campi di concentramento ma quelli di sterminio parevano essere sparuti esperimenti, non quel massiccio stermino a tappetto che dicono.....gli ebrei hanno cavalcato l'onda e adeso comandano gli stati uniti e per religione si ritengono il popolo eletto......non mi piace troppo questo ma sra vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo è bello perchè è vario!
          Ai tempi di zio Adolf questo non sarebbe mai successo è proprio cambiato il mondo
        • avvelenato scrive:
          Re: Il mondo è bello perchè è vario!
          - Scritto da: Anonimo
          Niente spazio per che crede che i campi di
          sterminio non siano mai esistiti? Nessuno dubita
          dei campi di concentramento ma quelli di
          sterminio parevano essere sparuti esperimenti,
          non quel massiccio stermino a tappetto che
          dicono.....gli ebrei hanno cavalcato l'onda e
          adeso comandano gli stati uniti e per religione
          si ritengono il popolo eletto......non mi piace
          troppo questo ma sra vero?piuttosto mi piacerebbe si parlasse di una verità scomoda come il collaborazionismo di alcuni ebrei, rappresentanti di comunità ebraiche che collaborarono attivamente nell'applicazione della "soluzione finale".. :@ma sono verità scomode e sottaciute per lo più.
  • Slurpolo scrive:
    Transumanza di revisionisti

    L'unico risultato, secondo molti osservatori, è che
    revisionisti e neonazisti "emigreranno" dal Canada
    agli Stati UnitiBe', per il Canada come risultato è ottimo.
    • avvelenato scrive:
      Re: Transumanza di revisionisti
      - Scritto da: Slurpolo

      L'unico risultato, secondo molti osservatori, è
      che

      revisionisti e neonazisti "emigreranno" dal
      Canada

      agli Stati Uniti

      Be', per il Canada come risultato è ottimo.per la libertà di parola è pessimo. Solo le versioni ufficiali sono autorizzate: cosa significa?tempi grigi ci aspettano... :
    • Anonimo scrive:
      Re: Transumanza di revisionisti
      Personalmente sono d'accordo. Razzismo ed xenofobia sono due sentimenti decisamente ripugnanti ma è pur sempre una grave limitazione delle libertà ed in particolare quella di parola. Come si dice? Di buone intenzioni è lastricato l'inferno! La storia ha insegnato che quando si comincia un cammino non si sa dove si finisce. Persino la rivoluzione francese sfociò nel Terrore ( i francesi lo scrivono con la maiuscola)
      • Anonimo scrive:
        Re: Transumanza di revisionisti
        Ma si arrestate quello che c'è l'ha con gli extra,mentre il marocco di turno gli stà facendo l'autoradio o gli stà stuprando la ragazza,sicuro che tanto le forze del ordine e giudiziare son già giù a 90 per lui.
Chiudi i commenti