Google brevetta l'occhio bionico

Il titolo depositato descrive una lente da iniettare nel bulbo oculare: supporta il portatore nel processo di focalizzazione della luce sulla retina, per correggere la vista senza l'ausilio di occhiali né di lenti a contatto

Roma – Google ha depositato una richiesta di brevetto che descrive “un dispositivo intraoculare comprendente una lente elettronica che permette il controllo della potenza ottica complessiva del dispositivo stesso”, come riferisce Forbes , secondo cui il brevetto di Mountain View sarebbe collocabile fra le numerose iniziative tanto lungimiranti da essere difficilmente spendibili a breve termine sul mercato.

Il brevetto pubblicato in data 28 aprile 2016, descrive un dispositivo capace di correggere la vista senza la necessità di indossare occhiali o lenti a contatto. Tuttavia, il funzionamento del particolare apparato richiede un intervento piuttosto invadente. Si tratta infatti di rimuovere chirurgicamente la lente naturale dalla capsula dal cristallino dell’occhio del paziente, sostituendola con il dispositivo oggetto del brevetto, impiantato attraverso l’iniezione di un fluido. Quest’ultimo solidifica, creando una membrana trasparente che fissa la lente all’interno del bulbo, accoppiandola al cristallino dell’occhio.

Pubblicazione del brevetto Google

Sempre dalla descrizione si apprende che il device da iniettare nell’occhio contiene alcuni componenti: alcuni sensori, un chip radio, una memoria per lo storage di dati, una batteria e la lente elettronica. Nel brevetto si parla della possibilità di alimentare il dispositivo a mezzo wireless attraverso un’antenna, permettendo inoltre di interfacciare il bulbo oculare con un dispositivo esterno, come un PC.

La lente elettronica può essere controllata dando la possibilità di focalizzare al meglio le immagini di oggetti vicini e lontani sulla retina. In pratica, si tratta di una lente a contatto artificiale capace di migliorare la vista. La sua peculiarità consiste nel fatto che, grazie alla capacità di regolazione e di controllo, può essere impiantata una sola volta per l’intera vita del paziente .

Allegato grafico alla pubblicazione

Non è la prima volta che Google si interessa a tecnologie che riguardano la vista. Già a gennaio del 2014, l’azienda californiana aveva depositato un brevetto che concerneva particolari lenti a contatto intelligenti capaci di misurare la quantità di glucosio presente nel fluido lacrimale di chi le indossa, un primo tentativo di Google, sul piano medico-sanitario, di fornire un valido supporto alle persone affette da diabete.
Il progetto fa ora parte di Verily , una divisione focalizzata sulle scienze della vita facente capo ad Alphabet . Tre mesi dopo, Big G depositava un ulteriore brevetto, denominato Google Contact Lens , che descrive una lente a contatto con fotocamera integrata. Non a caso, l’inventore del dispositivo descritto nel nuovo brevetto è Andrew Jason Conrad, responsabile della divisione Verily e fautore del progetto Google Contact Lens.
L’azienda di Mountain View, negli anni più recenti, ha spesso investito in ricerca e tecnologie ambiziose per migliorare la qualità della vita delle persone: come in altri casi, però, la formalizzazione del brevetto non garantisce affatto che vedremo presto sul mercato una lente a contatto elettronica. In realtà, è persino possibile che il progetto non veda mai la luce.

Thomas Zaffino

Fonte immagini:
1 , 2

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • exagonx scrive:
    Quinto emendamento non applicabile
    Si adesso estendiamo il 5° Emendamento anche alla propria casa, il proprio garage, sgabuzzino, ecc ecc.Il 5° Emendamento è il diritto a non autoaccusarsi di un reato, creato per quello che avvenne in europa e successivamente nelle americhe riguardante la caccia alle streghe dove si costringeva la persona a confessare un reato anche quando non era vero, per proteggere gli innocenti dalle torture ai fini di confessioni fasulle venne fatto il 5° Emendamento.Non può e non deve essere esteso a contenitori che siano reali o virtuali è indifferente, se un giudice emette il mandato di perquisizione è irrilevante se le foto stanno dentro una scatola di cartone o una cassaforte o una memoria criptata, sono foto dentro un contenitore e il mandato impone di aprirlo, se poi in quel contenitore sono contenute foto e filmati di altri reati questo è a discapito dell'imputato, lui non si è auto accusato ma neanche può intralciare le indagini appellandosi al 5° Emendamento.Negli USA tutte le leggi si basano su un precedente dichiarato da una sentenza che diventa lei stessa legge, quindi bisogna fare attenzione alle sentenze emesse altrimenti sputtani un'intero sistema.
    • Izio01 in trasferta scrive:
      Re: Quinto emendamento non applicabile
      - Scritto da: exagonx
      Si adesso estendiamo il 5° Emendamento anche alla
      propria casa, il proprio garage, sgabuzzino, ecc
      ecc.

      Il 5° Emendamento è il diritto a non
      autoaccusarsi di un reato, creato per quello che
      avvenne in europa e successivamente nelle
      americhe riguardante la caccia alle streghe dove
      si costringeva la persona a confessare un reato
      anche quando non era vero, per proteggere gli
      innocenti dalle torture ai fini di confessioni
      fasulle venne fatto il 5° Emendamento.

      Non può e non deve essere esteso a contenitori
      che siano reali o virtuali è indifferente, se un
      giudice emette il mandato di perquisizione è
      irrilevante se le foto stanno dentro una scatola
      di cartone o una cassaforte o una memoria
      criptata, sono foto dentro un contenitore e il
      mandato impone di aprirlo, se poi in quel
      contenitore sono contenute foto e filmati di
      altri reati questo è a discapito dell'imputato,
      lui non si è auto accusato ma neanche può
      intralciare le indagini appellandosi al 5°
      Emendamento.
      Non ti obbligano ad aprire un cassaforte, se dichiari di aver perso la chiave. Se non la apri tu, la aprono loro. Con la hiave, se la trovano, oppure con altri mezzi. Non è reato non consegnare una chiave di cui dichiari di non conoscere la posizione. Che aprano pure l'hard disk, se non ci riescono sono cavoli loro.Seguendo il tuo ragionamento, chiunque creasse un contenitore di TrueCrypt e poi non lo usasse, finendo per dimenticarsene assieme alla password, andrebbe tenuto in galera a vita perché si rifiuta di consegnarla. Colpevole fino a prova contraria. Secondo me è da delirio, ma contento tu...
      Negli USA tutte le leggi si basano su un
      precedente dichiarato da una sentenza che diventa
      lei stessa legge, quindi bisogna fare attenzione
      alle sentenze emesse altrimenti sputtani
      un'intero sistema.Vero. Ciò non toglie che Ted Kennedy non si sia fatto un solo giorno di galera per omicidio colposo con l'aggravante dell'omissione di soccorso, laddove per un Mr. Smith qualunque, magari nero, sarebbe stata tutta un'altra storia.
      • exagonx scrive:
        Re: Quinto emendamento non applicabile
        - Scritto da: Izio01 in trasferta
        finendo per dimenticarsene assieme alla password,
        andrebbe tenuto in galera a vita perché si
        rifiuta di consegnarlo.Non hai capito, se si applicasse il Quinto emendamento anche ai contenitori sia informatici che fisici questo farebbe in modo che indifferentemente se l'imputato fornisce la chiave qualora si riuscisse ad estrarne il contenuto questo non sarebbe utilizzabile ai fini dell'indagine.Tu puoi appellarti al quinto emendamento per nascondere la chiave o la password ma se ti rifiuti vuol dire che sei colpevole.
  • xx tt scrive:
    Ma a questo punto
    che differenza c'è tra i reclusi nelle terre selvagge e quelli a Guantanamo?Pensavo che gli Yankke portassero i prigionieri fuori dal loro territorio appunto per evitare che i loro prigionieri invocassero "cavilli" come il 5° emendamento...
  • REFROSH scrive:
    XXXXXXXXXX AL REFRESH
    CRISTO
  • prova123 scrive:
    Re: Nazione fascista
    - Scritto da: iRoby

    Quando dico che gli USA sono diventati una
    nazione
    fascista...
    è storia che gli stati uniti siano stati la culla del nazismo tedesco. Poi l'espansioonismo tedesco trasformò la gernania in stato canaglia ...etc... la solita solfa.
    • ... scrive:
      Re: Nazione fascista
      - Scritto da: prova123
      - Scritto da: iRoby




      Quando dico che gli USA sono diventati una

      nazione

      fascista...



      è storia che gli stati uniti siano stati la culla
      del nazismo tedesco. Poi l'espansioonismo tedesco
      trasformò la gernania in stato canaglia ...etc...
      la solita
      solfaLa storia che ti sei inventato tu o hai letto su qualche sito complottista, certo.Purtroppo la realtà dei fatti è che nella Prima Guerra Mondiale USA e Germania erano contrapposte, mentre Hitler nel Mein Kampf stesso si descrisse come ammiratore di Mussolini.
      • prova123 scrive:
        Re: Nazione fascista
        http://www.ilfoglio.it/articoli/2011/12/13/cosi-lamerica-delleugenetica-sterilizzava-per-il-bene-sociale___1-v-106467-rubriche_c154.htm... basta volere cercare ...
        • prova123 scrive:
          Re: Nazione fascista
          http://www.ilgiornale.it/news/cultura/delirio-eugenetico-churchill-hitler-985006.html
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Nazione fascista
            - Scritto da: prova123
            http://www.ilgiornale.it/news/cultura/delirio-eugeIl problema non e cercare, il problema(per malafedari) sta nel NON voler sapere che è diverso.
  • bubba scrive:
    il buon vecchio 5$ wrench
    [img]http://imgs.xkcd.com/comics/security.png[/img]e' sempre validissima. sopratutto se questa e' solleticata dalla supercrypto for monkey by design, alla iphone...
  • bradipao scrive:
    Re: Nazione fascista
    - Scritto da: iRoby
    Quando dico che gli USA sono diventati una
    nazione fascista...Più che altro sono gli americani che sono incomprensibili: da un lato fanno fuoco e fiamme per difendere l'inclusività ovunque e per tutti, dall'altro quasi si disinteressano quando si tratta di garantire le libertà di base o anche la sanità di base. Il fattore comune di tutti questi aspetti sono i soldi: laddove la parte in causa è ricca, i suoi bisogni diventano magicamente una libertà fondamentale del genere umano.
    • ... scrive:
      Re: Nazione fascista
      - Scritto da: bradipao
      - Scritto da: iRoby

      Quando dico che gli USA sono diventati una

      nazione fascista...

      Più che altro sono gli americani che sono
      incomprensibili: da un lato fanno fuoco e fiamme
      per difendere l'inclusività ovunque e per tutti,
      dall'altro quasi si disinteressano quando si
      tratta di garantire le libertà di base o anche la
      sanità di base. Il fattore comune di tutti questi
      aspetti sono i soldi: laddove la parte in causa è
      ricca, i suoi bisogni diventano magicamente una
      libertà fondamentale del genere
      umano.e' la liberta' a due marcie: Se IO (usa) ho migliaia di testate nucleari, e' per "difendere la 'american way of life'", ma se TU (corea del nord) metti insieme una mezza dozzina di testate "per difendere il Juche", allora sei uno Stato Canaglia.Ce le ricordiamo tutti le boccettine di vernice rossa agitate all'ONU spacciandole per arma chimica irakena, vero?
      • xx tt scrive:
        Re: Nazione fascista

        Ce le ricordiamo tutti le boccettine di vernice
        rossa agitate all'ONU spacciandole per arma
        chimica irakena,
        vero?Onestamente no.Mi ricordo dei mitici laboratori mobili con armi biologiche di Saddam.
    • Izio01 in trasferta scrive:
      Re: Nazione fascista
      - Scritto da: bradipao
      - Scritto da: iRoby

      Quando dico che gli USA sono diventati una

      nazione fascista...

      Più che altro sono gli americani che sono
      incomprensibili: da un lato fanno fuoco e fiamme
      per difendere l'inclusività ovunque e per tutti,
      dall'altro quasi si disinteressano quando si
      tratta di garantire le libertà di base o anche la
      sanità di base. Il fattore comune di tutti questi
      aspetti sono i soldi: laddove la parte in causa è
      ricca, i suoi bisogni diventano magicamente una
      libertà fondamentale del genere umano.Leggevo di recente su Ars della legge passata in alcuni stati, doe è diventato illegale raccogliere le prove di reati, anche gravi, sulla proprietà privata di allevatori, industriali, eccetera. Leggi nate per vietare il giornalismo d'indagine, dove ti fai assumere da un imprenditore inquinatore, o sfruttatore, e raccogli documentazione video dei reati che commette. Altro caso in cui questa legge tutela le peggiori canaglie, è quello in cui vengono fatti analizzare campioni d'acqua raccolti in aree accessibili a tutti, per verificare inquinamento fuori dai limiti.Però appunto: la proprietà privata dei ricchi va tutelata ad ogni costo. Per i poveracci, invece, la privacy non esiste, ed è legale farti lavorare con tre telecamere puntate addosso in permanenza.http://www.activistpost.com/2016/01/us-state-makes-it-illegal-to-collect-evidence-of-pollution-on-public-property.html
  • Codice antispam non corretto scrive:
    Re: Nazione fascista
    Noi non possiamo davvero sapere come stanno le cose, potrebbe nascondere molto di più di quello che ti immagini. Magari ci sono video dove si vede lui stesso che abusa di minori. E' comunque vero che ha il diritto di non auto-accusarsi, quindi non dovrebbe essere costretto a decifrare i suoi hard disk. Ma da qui a dire che è sicuramente innocente, così come dire che è sicuramente colpevole, ce ne passa..... Indipendentemente da questo probabilmente sapendo come funzionano gli USA il vero motivo su perché sta a marcire in galera e semplicemente perché non si può permettere un avvocato di livello superiore come capita a tutte le persone che non sono né ricche né famose @^
    • Cirillo scrive:
      Re: Nazione fascista
      Se veramente avesse il diritto di non auto-accusarsi, non sarebbe ricattato dal giudice con la galera fino a quando non cede.Un diritto non comporta conseguenze per il suo esercizio, se è un vero diritto.
      • exagonx scrive:
        Re: Nazione fascista
        Questo è da vedere se il pc viene considerato oggetto/domicilio virtuale o estensione del proprio io come io/digitale. Nel primo caso è sufficiente un mandato di perquisizione per controllare il contenuto del disco, nel secondo caso invece prende la parola il quinto emendamento.
Chiudi i commenti