Google ci prova con le news

Il motorone sforna un sistema di rassegna stampa automatica fondata su oltre 4mila fonti di informazione. Nel mucchio non ci si perde. Decidono gli algoritmi, sulla base di quanto è visibile una notizia e chi la pubblica in rete


Roma – L’impressione è quella di un giornale ricchissimo, dotato di notizie di ogni genere in ogni settore e di una enorme quantità di materiale d’archivio. Si tratta del nuovo “Google News”, uscito nelle scorse ore da Google . Come al solito, per un nuovo servizio Google, è in versione beta.

La sostanza è quella di un sistema di rassegna stampa che presenta, organizzate per settori, le notizie continuamente aggiornate provenienti, spiega Google, da oltre 4mila diverse fonti di informazione. La selezione avviene in modo del tutto automatico. E’ interamente basata su algoritmi, un motivo per il quale, sottolinea l’azienda, la presentazione delle news è e sarà sempre “apolitica”, completamente affidata all’occhio del calcolatore.

Gli effetti delle capacità di ricerca delle tecnologie di Google si vedono tutti ed è senz’altro comodo conoscere le ultime news pubblicate da tante diverse fonti. La scommessa è quella di convincere l’utenza web a fare a meno dei titoli consigliati dai professionisti dell’informazione e scegliere invece qualche news da leggere in base ai titoli proposti dagli algoritmi Google.

Da segnalare il fatto che per ogni notizia sono elencati tutti gli articoli disponibili in materia da ciascuna fonte, consentendo così di approfondire, di visionare reportage sull’argomento, di vedere fotografie pubblicate da siti dedicati e via dicendo.

La tecnologia e le scelte editoriali sono spiegate nei dettagli dall’azienda. “I titoli che appaiono sulla home page di Google – spiega infatti una nota – sono interamente selezionati da algoritmi informatici, basati su molti fattori, compreso quello di quante volte e su quali siti una certa notizia appare in rete. Questo ricorda da vicino le funzionalità di ricerca di Google, che si basa moltissimo sul giudizio collettivo dei web publisher per determinare quali siano i siti che offrono l’informazione più interessante e rilevante”.

In Italia qualche anno fa era stato attivato il servizio Notizia.it, basato su una rassegna stampa quotidiana organizzata da una redazione in carne e ossa, che non è però riuscito a superare gli anni difficili di un mercato competitivo. Sopravvivono altri servizi, anche automatici, perlopiù basati sulla scansione della stampa “tradizionale”. Anche negli USA sono attivi altri sistemi anche molto rilevanti, come quello di Alltheweb , ma solo quello di Google può contare su algoritmi così evoluti, quelli stessi algoritmi che hanno dato a Google la corona dei motori di ricerca.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E in meno di un giorno esce Kazaa Lite V2
    kazaa_lite_200_english.exeGrande ottimo lavoro...http://www.filemirrors.com/search.src?file=kazaa_lite_200_english.exe&size=1880529
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè perchè la microsoft?
    Ma perchè mamma microsoft non integra nel sistema operativo un client per il file sharing?Lo ha fatto con il browser, con il player audio e video, con l'istant messaging, con il programma di masterizazione, con la video conferenza, con il client di posta elettronica e quant'altro strozzando la concorrenza su chi forniva servizzi anche migliori ed era partito prima ma sensa poter avere l'integrazione e soprattutto la comodita di trovarselo già pronto.Per essere fedele con la sua stessa filosofia adesso dovrebbe passare anche al P2P.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè perchè la microsoft?
      Ecco gli hai dato l'idea... ora non c'e' scampo :-D- Scritto da: yuptost
      Ma perchè mamma microsoft non integra nel
      sistema operativo un client per il file
      sharing?
      Lo ha fatto con il browser, con il player
      audio e video, con l'istant messaging, con
      il programma di masterizazione, con la video
      conferenza, con il client di posta
      elettronica e quant'altro strozzando la
      concorrenza su chi forniva servizzi anche
      migliori ed era partito prima ma sensa poter
      avere l'integrazione e soprattutto la
      comodita di trovarselo già pronto.
      Per essere fedele con la sua stessa
      filosofia adesso dovrebbe passare anche al
      P2P.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè perchè la microsoft?
        - Scritto da: Ralfo
        Ecco gli hai dato l'idea... ora non c'e'
        scampo :-D

        - Scritto da: yuptost

        Ma perchè mamma microsoft non integra nel

        sistema operativo un client per il file

        sharing?Ma perché voi vi fidereste di usare un client p2p by M$?Sapendo cosa circola nelle reti p2p credete davvero che M$ non metterebbe uno spyware per accontentare gli oligarchi della musica, del cinema e del software(se stessa...)?Comunque sta arrivando Passport e dunque è probabile che lo faranno...per far scaricare solo roba autorizzata, è ovvio.Mala tempora currunt...
  • Anonimo scrive:
    Già mi immagino...
    quando Kazaa farà la fine di Napster: decine di articoli a piangere sul latte versato... Lol.
    • Anonimo scrive:
      Re: Già mi immagino...
      è la fine destinata a tutti i programmi p2p
      • Anonimo scrive:
        Re: Già mi immagino...
        - Scritto da: dis
        è la fine destinata a tutti i programmi p2pNon importa, questa è una gara di staffetta, nonbisogna affezionarsi al programmino di turno, l'importante è che il testimone passi e che i pidocchi della RIAA debbano di volta in volta combattere un nuovo nemico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Già mi immagino...
        wow, un profeta- Scritto da: dis
        è la fine destinata a tutti i programmi p2p
  • Anonimo scrive:
    Buono l'integrity rating
    Davvero bene, Kazaa si adegue alle mosse delle RIAA, e si potenzia. A quando un mini-firewall per proteggere gli utenti dagli attacchi della RIAA? Magari con annesso link per denunciare l'accaduto alla polizia di stato...
  • Anonimo scrive:
    Bene!
    Sono contento, la prepotenza dei discografici viene sempre più punita dal mercato. Non parliamo poi della siae, un ente davvero da sopprimere.Non si rende conto questa gente che un cd deve costare al massimo 5-6 euro?
  • Anonimo scrive:
    spyware!
    come al solito cydoor...:/
    • Anonimo scrive:
      Re: spyware!
      Bhe lo spyware può essere tranquillamente superato... utilizzando Kazza Lite oppure DietK, piccolo launcher che si occupa proprio di killare gli spyware di kazaa e di fare u paio di altre cosette interessanti ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: spyware!
        Sì, ma con la nuova release kazaa lite penso dovrà essere riscritto, perchè ogni cambio di versione cambiano protocollo per costringere gli utonti a migrare in massa al nuovo...
      • Anonimo scrive:
        Re: spyware!
        Ehi Kappa, dove si puo' trovare dietK?Mi passi l'URL? Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: spyware!
      - Scritto da: meskalamdug
      come al solito cydoor...
      :/sai ke gravità. skrokki di tutto nn pagandolo e poi vuoi anke ke kuesti poveracci ke programmano il software nn guadagnino un'?uro.mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: spyware!
        Beh, comunque la violazione della privacy non è una bella cosa....E se vai a vedere, WinMX non contiene spyware eppure ha la stessa potenza....A me girano le scatole se penso che vengo spiato in continuazione...Se a te non interessa, è un altro discorso.
      • Anonimo scrive:
        Re: spyware!

        sai ke gravità. skrokki di tutto nn
        pagandolo e poi vuoi anke ke kuesti
        poveracci ke programmano il software nn
        guadagnino un'?uro.

        mah...D'accordo che devono rientrare nelle spese, ma un conto è usare i banners e un conto è impossessarsi in modo occulto di informazioni che io non ho intenzione di mettere a loro disposizione.
    • Anonimo scrive:
      Re: spyware!
      Non basta usare Adaware? Parlo da ignorante, non ho mai installato kazaa.
      • Anonimo scrive:
        Re: spyware!
        - Scritto da: Preddy
        Non basta usare Adaware? Parlo da ignorante,
        non ho mai installato kazaa.ovviamente se rimuovi gli adware, kaaza nn funzia.per kuanto riguarda il resto, è bello vedere ankora kualkuno ke krede di salvare la propria privacy al giorno d'oggi.
  • Anonimo scrive:
    FAVOLOSO
    TISCALI HA CAPITO CHE X FARE PUBBLICITA' DEVE USARE QUESTO METODO:) OTTIMO SPERIAMO DIVENTI LEGALE ALMENO IN ITALIA COSI LA RIA SE NE PO ANDA PURE A FANCULO DALLA ZIA:)
Chiudi i commenti