Google Contacts balla da solo

Costola di Gmail, si stacca dall'astronave madre e prende il volo. Non fa scintille ma aumenta il grado di interoperabilità dei servizi di Mountain View, anche fuori dal circolo della grande G

Roma – Tra la progettazione di un data center che se ne va per gli oceani, e l’impiego di un’orda di capre fameliche per tenere pulito il terreno erboso , al Googleplex riescono a trovare il tempo persino per lavorare alle tecnologie e ai servizi web. L’ultimo risultato in tal senso si chiama Google Contacts , la rubrica telematica che si libera dalla dipendenza esclusiva da Gmail e diventa un servizio a se .

A livello funzionale ben poco cambia, e l’interfaccia di Contacts è esattamente la stessa attraverso cui si gestiscono i contatti su Gmail. Qui la differenza non è tanto la UI, quanto il fatto che ora quegli stessi contatti possono essere condivisi tra le altre appliance marcate Google inclusi i vari Documenti & Fogli di Lavoro, Calendar, Picasa e tutto il resto.

Senza che l’utente debba fare o autorizzare alcunché, Contacts diventa la nuova rubrica telematica comune al vasto network web di BigG, giusto alle organizzazioni che usano Google Apps è richiesta l’abilitazione specifica della funzionalità da parte dell’amministratore attraverso il menu per aggiungere nuovi servizi alla suite on-line.

Alle tradizionali opzioni di classificazione dei contatti che una rubrica non può non avere, Contacts di Google aggiunge la possibilità (anche questa imprescindibile, a ben vedere) di importare ed esportare una lista di utenze in un file CSV standard, fatto questo che permette di estendere la potenziale compatibilità del servizio con un gran numero di appliance telematiche e applicativi “concorrenti”. Inclusi i soliti noti: Outlook (Express), Yahoo! e Hotmail.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Graziano scrive:
    gNewSense, una distribuzione libera
    Ultimamente su Punto Informatico si e' parlato di tutti i sistemi operativi del mondo: windows seven, vista, mac os, mandriva, ubuntu, netbsd, openbsd, freebsd, tutti tranne gNewSense.gNewSense e' una distribuzione di GNU/Linux completamente libera sponsorizzata da FSF e basata su Ubuntu (per ora): www.gnewsense.orgPurtroppo le piu' famose distribuzioni includono software proprietario al loro interno: http://www.gnu.org/distros/common-distros.htmlgNewSense segue la politica di non includere niente di proprietario e di eliminarlo se per errore viene incluso e scoperto.Vi invito a provarla.Chi desidera maggiori informazioni puo' iscriversi alla mailing list di LibrePlanet Italia:http://libreplanet.org/index.php/LibrePlanetItalia-- Graziano Sorbaioli ~ sorbaioli.orgLibrePlanet Italiahttp://libreplanet.org/index.php/LibrePlanetItalia
  • MAH scrive:
    Una vale l'altra
    I problemi di Linux sono diversiEccoli qui ben riassunti da un noto linarohttp://pollycoke.net/2009/05/06/ecco-perche-linux-fa-schifo/
    • MAH scrive:
      Re: Una vale l'altra
      http://www.istitutomajorana.it/passare-linux/index5.htmlhttp://forum.adunanza.net/showthread.php?t=40069http://www.gimmicks.it/10-motivi-per-non-acquistare-un-apple-macbook-air/Il web è pieno di articoli che denunciano perchè quello e perchè quell altro.
    • Giacomo scrive:
      Re: Una vale l'altra
      Forse è ancora immaturo per i desktop, ma conta che i supercalcolatori la maggior parte delle volte utilizzano il kernel linux modificato, quasi tutti i server web utilizzano distribuzioni linux, principalmente red hat e debian, non esiste sistema operatvo più comodo per la programmazione e mille altre cose... certo le persone che lo utilizzano per il video editing e per giocare non si trovano bene...
      • Giacomo scrive:
        Re: Una vale l'altra
        P.S. Per l'editing audio se mi parli di audacity, ok, fa schifo, ma dai un'occhiata a lmms... l'alternativa open ai software professionali di registrazione e editing audio...
        • luigi scrive:
          Re: Una vale l'altra
          - Scritto da: Giacomo
          P.S. Per l'editing audio se mi parli di audacity,
          ok, fa schifo, ma dai un'occhiata a lmms...
          l'alternativa open ai software professionali di
          registrazione e editing
          audio...audacity per l'editing audio va benissimo, come rezound; se tu intendi la composizione musicale allora è un altro discorso; lmms, ardour, muse, qtractor, ecc ecc sono tutti buoni prodotti, differenti, per usi differenti.
        • -ToM- scrive:
          Re: Una vale l'altra
          - Scritto da: Giacomo
          P.S. Per l'editing audio se mi parli di audacity,
          ok, fa schifo, ma dai un'occhiata a lmms...
          l'alternativa open ai software professionali di
          registrazione e editing audio...si, anche ardour è molto bello ma, un professionista, se ha bisogno di un supporto, ottiene la stessa qualità rispetto ad aziende come Steinberg?
      • advange scrive:
        Re: Una vale l'altra

        Forse è ancora immaturo per i desktop, ma conta
        che i supercalcolatori la maggior parte delle
        volte utilizzano il kernel linux modificato,
        quasi tutti i server web utilizzano distribuzioni
        linux, principalmente red hat e debian, non
        esiste sistema operatvo più comodo per la
        programmazione e mille altre cose... certo le
        persone che lo utilizzano per il video editing e
        per giocare non si trovano bene...Direi che il tuo commento è completamente OT rispetto ai contenuti del video in cui si dice esplicitamente che si fa riferimento solo a desktop.
      • -ToM- scrive:
        Re: Una vale l'altra
        - Scritto da: Giacomo
        programmazione e mille altre cose... certo le
        persone che lo utilizzano per il video editing e
        per giocare non si trovano bene...Ci sono distro che cercano l'amicizia con l'utente da anni.Diciamo pure che è linux a non trovarsi bene con i giochi e con il video editing, ma anche con l'audio editing, il cad, il DTP ecc...Dovrebbero iniziare a pensare al piano B, wine.
    • advange scrive:
      Re: Una vale l'altra

      I problemi di Linux sono diversi
      Eccoli qui ben riassunti da un noto linaro
      http://pollycoke.net/2009/05/06/ecco-perche-linux-Ho visto quasi tutto il video (trequarti d'ora in inglese: si fa un po' fatica) e letto tutto l'odp.Le tesi sembrano in gran parte condivisibili, con alcuni "se" e "ma": - non si accenna al discorso DE: francamente preferirei che le distro mainstream si concentrassero di più su un unico DE (sia GNOME, KDE o qualunque altro); un modo come un altro per concentrare le energie. - sui sistemi di editing audio sono in totale disaccordo: quelli che ci sono mi sembrano davvero ottimi - sui gestori dei pacchetti non mi sembra poi così importanteQuello su cui sono stra d'accordo sono i punti relativi ai server audio (serve veramente tutta questa varietà?) e sul discorso retribuzione (in particolare quando dice che gli sviluppatori vanno pagati 75mila $ l'anno ;) ).Nel complesso un ottimo intervento, didatticamente interessante: ultimamente lo stesso blog di pollycoke ha dato notizie di diversi merge di progetti opensource; speriamo che il trend sia quello.
      • Funz scrive:
        Re: Una vale l'altra
        - Scritto da: advange

        I problemi di Linux sono diversi

        Eccoli qui ben riassunti da un noto linaro


        http://pollycoke.net/2009/05/06/ecco-perche-linux-
        Ho visto quasi tutto il video (trequarti d'ora in
        inglese: si fa un po' fatica) e letto tutto
        l'odp.Che voglia :)
        Le tesi sembrano in gran parte condivisibili, con
        alcuni "se" e
        "ma":
        - non si accenna al discorso DE: francamente
        preferirei che le distro mainstream si
        concentrassero di più su un unico DE (sia GNOME,
        KDE o qualunque altro); un modo come un altro per
        concentrare le
        energie.concordo, in più oramai sono cadute le motivazioni per cui è stato sviluppato Gnome in contrapposizione a KDE. Il sogno sarebbe l'unificazione delle GTK e delle QT e dei due DE, magari con la libera scelta dell'utente su quale "look and feel" preferisca.
        - sui gestori dei pacchetti non mi sembra poi
        così
        importanteE invece qui mi pare importante, in quanto è una delle cose che più spiazzano il neofita. Di sistemi unificati di pacchettizzazione ce n'è più di uno, tutti con i loro pro e contro, ma il problema è mettere d'accordo mille teste :)
        Quello su cui sono stra d'accordo sono i punti
        relativi ai server audio (serve veramente tuttaVerissimo, perchè disperdere le forze così?
        questa varietà?) e sul discorso retribuzione (in
        particolare quando dice che gli sviluppatori
        vanno pagati 75mila $ l'anno ;)
        ).Eh?
        Nel complesso un ottimo intervento,
        didatticamente interessante: ultimamente lo
        stesso blog di pollycoke ha dato notizie di
        diversi merge di progetti opensource; speriamo
        che il trend sia
        quello.Speriamo, così tanti troll antilinari avranno meno argomenti ;)
        • advange scrive:
          Re: Una vale l'altra

          E invece qui mi pare importante, in quanto è una
          delle cose che più spiazzano il neofita. Di
          sistemi unificati di pacchettizzazione ce n'è più
          di uno, tutti con i loro pro e contro, ma il
          problema è mettere d'accordo mille teste :)Probabilmente hai ragione: ho pensato che un alien risolve molto (non tutto). E che tutto sommato oggi è difficile trovare qualcosa che non abbia il .deb

          questa varietà?) e sul discorso retribuzione (in

          particolare quando dice che gli sviluppatori

          vanno pagati 75mila $ l'anno ;)

          ).

          Eh?pagina 19 dell'ODP (e per 3 slide di seguito l'ultima frase è: Developers need to eat )
        • krane scrive:
          Re: Una vale l'altra
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: advange

          Le tesi sembrano in gran parte condivisibili,

          con alcuni "se" e "ma":

          - non si accenna al discorso DE: francamente

          preferirei che le distro mainstream si

          concentrassero di più su un unico DE (sia GNOME,

          KDE o qualunque altro); un modo come un altro

          per concentrare le energie.
          concordo, in più oramai sono cadute le
          motivazioni per cui è stato sviluppato Gnome in
          contrapposizione a KDE. Il sogno sarebbe
          l'unificazione delle GTK e delle QT e dei due DE,
          magari con la libera scelta dell'utente su quale
          "look and feel" preferisca.Ma col cacchio : io uso Xfce e fluxbox !!!

          - sui gestori dei pacchetti non mi sembra poi

          così importante
          E invece qui mi pare importante, in quanto è una
          delle cose che più spiazzano il neofita. Di
          sistemi unificati di pacchettizzazione ce n'è più
          di uno, tutti con i loro pro e contro, ma il
          problema è mettere d'accordo mille teste :)No il problema e' renderli perfettamente intercompatibili in modo che ognuno possa usare indifferentemente quello che preferisce.

          Quello su cui sono stra d'accordo sono i punti

          relativi ai server audio (serve veramente tutta
          Verissimo, perchè disperdere le forze così?Ma non volevano unificare tutto ?

          questa varietà?) e sul discorso retribuzione (in

          particolare quando dice che gli sviluppatori

          vanno pagati 75mila $ l'anno ;) ).
          Eh?Quoto il : Eh?

          Nel complesso un ottimo intervento,

          didatticamente interessante: ultimamente lo

          stesso blog di pollycoke ha dato notizie di

          diversi merge di progetti opensource; speriamo

          che il trend sia quello.
          Speriamo, così tanti troll antilinari avranno
          meno argomenti
          ;)Ne inventeremo altri :D
          • Funz scrive:
            Re: Una vale l'altra
            - Scritto da: krane

            concordo, in più oramai sono cadute le

            motivazioni per cui è stato sviluppato Gnome in

            contrapposizione a KDE. Il sogno sarebbe

            l'unificazione delle GTK e delle QT e dei due
            DE,

            magari con la libera scelta dell'utente su quale

            "look and feel" preferisca.

            Ma col cacchio : io uso Xfce e fluxbox !!!Ma io auspico che Gnome e KDE si uniformino tra loro, gli altri DE facciano quel che gli pare :)

            E invece qui mi pare importante, in quanto è una

            delle cose che più spiazzano il neofita. Di

            sistemi unificati di pacchettizzazione ce n'è
            più

            di uno, tutti con i loro pro e contro, ma il

            problema è mettere d'accordo mille teste :)

            No il problema e' renderli perfettamente
            intercompatibili in modo che ognuno possa usare
            indifferentemente quello che
            preferisce.Che poi è la stessa cosa...


            Quello su cui sono stra d'accordo sono i punti


            relativi ai server audio (serve veramente
            tutta

            Verissimo, perchè disperdere le forze così?

            Ma non volevano unificare tutto ?speriamo
    • pabloski scrive:
      Re: Una vale l'altra
      in parte ha ragione....ad esempio non sono d'accordo sui gestori di pacchetti...il senso è proprio che ognuno segue la propria strada, ciò non toglie che nessuno obbliga l'utente a saltare da un gestore di pacchetti all'altro....se usi ubuntu usi synaptic, se usi fedora usi yum, se usi suse usi yast e se usi arch usi pacmanquesta frammentazione non ha impedito di portare decine di migliaia di pacchetti sotto ognuna delle distribuzioni/sistemi di packaging esistentiè chiaro che il problema non sono i gestori di pacchettiriguardo Xorg l'ho sempre odiato fin dal lontano 1997.....ok saràXXXXX, ha mille funzionalità ma a chi servono? certo non all'utonto....però c'è da dire che ormai tra kernel mode setting, wayland e compagnia, Xorg impererà per altri 2 anni al massimoper l'audio editing le cose non stanno male come descritto, il problema semmai si pone per il video editingma del resto questo discorso va incluso nella mancanza di software di terze parti piuttosto che incolpare linuxinfine per quanto riguarda l'audio è vero che ci sono un bel pò di framework sul fuoco, ma è pur vero che ognuno esiste per un motivo valido e non certo per un capricciodel resto ormai l'accoppiata ufficiale è alsa/pulseaudio
      • pippo75 scrive:
        Re: Una vale l'altra


        se usi ubuntu usi synaptic, se usi fedora usi
        yum, se usi suse usi yast e se usi arch usi
        pacmansecondo me questo è un difetto, è come avere 5000 filetti difersi per le lampadine, ogni marca usa il suo filetto.Sarà bello perchè è variabile, ma tutto sommato mettere un po di ordine non farebbe male.
        questa frammentazione non ha impedito di portare
        decine di migliaia di pacchetti sotto ognuna
        delle distribuzioni/sistemi di packaging
        esistentiSecondo me cosa veramente negativa.Perchè devo portare ogni programma in 1000000 formati di pacchetti diversi, non sarebbe meglio dire, faccio il programma, lo pacchettizzo, lo metto sul mio sito e chi lo vuole lo installa nella sua distro.

        ma del resto questo discorso va incluso nella
        mancanza di software di terze parti piuttosto che
        incolpare linuxIn genere si dice colpa di linux, nel senso problema di linux.Non è colpa sua, ma la faccenda rimane aperta.
        • pabloski scrive:
          Re: Una vale l'altra
          - Scritto da: pippo75
          secondo me questo è un difetto, è come avere 5000
          filetti difersi per le lampadine, ogni marca usa
          il suo
          filetto.non è così perchè per all'utente non cambia nulla, devi sempre aprire un gestore di pacchetti, spuntare i pacchetti che vuole installare e cliccare su applicaagli sviluppatori nemmeno cambia nulla perchè il codice e i binari rimangono gli stessichi deve lavorare di più è chi produce la distribuzione
          Secondo me cosa veramente negativa.
          Perchè devo portare ogni programma in 1000000
          formati di pacchetti diversi, non sarebbe meglio
          dire, faccio il programma, lo pacchettizzo, lo
          metto sul mio sito e chi lo vuole lo installa
          nella sua
          distro.
          ma non lo devi portare, il programma va distribuito sotto forma di sorgenti e chi gestisce la distribuzione si occupa di compilarlo e pacchettizzarlose proprio vuoi fornirlo come binario puoi farlo, per esempio i driver ati e nvidia vengono forniti così e non è compito di nvidia o ati creare un pacchetto per redhat, uno per ubuntu, uno per mandriva e così viail formato dei pacchetti è una cosa gestionale interna alla distribuzione, ma gli eseguibili, i file di configurazione, ecc... restano inalterati in tipo e numero
          In genere si dice colpa di linux, nel senso
          problema di
          linux.
          Non è colpa sua, ma la faccenda rimane aperta.certo finchè gli sviluppatori di terze parti non si decideranno a migrare in massa verso linux, la faccenda rimarrà sempre aperta
          • pippo75 scrive:
            Re: Una vale l'altra

            non è così perchè per all'utente non cambia
            nulla, devi sempre aprire un gestore di
            pacchetti, spuntare i pacchetti che vuole
            installare e cliccare su
            applicaquasi nulla, dipende dai repository ( piu' o meno completi ).
            agli sviluppatori nemmeno cambia nulla perchè il
            codice e i binari rimangono gli
            stessiAllora perchè avere Formati diversi?
            chi deve lavorare di più è chi produce la
            distribuzioneTogliendo tempo ad altro.
            ma non lo devi portare, il programma va
            distribuito sotto forma di sorgenti e chi
            gestisce la distribuzione si occupa di compilarlo
            e pacchettizzarloOk, convinci tu EA a dare i sorgenti di Fifa2009 ?:)
            il formato dei pacchetti è una cosa gestionale
            interna alla distribuzione, ma gli eseguibili, i
            file di configurazione, ecc... restano inalterati
            in tipo e numeroSecondo me, ognuno crea il suo giardinetto e......
            certo finchè gli sviluppatori di terze parti non
            si decideranno a migrare in massa verso linux, la
            faccenda rimarrà sempre
            apertaMa se neanche quelli che creano distro si riescono a mettere d'accordo, perchè dovrebbero farlo gli altri?
      • -ToM- scrive:
        Re: Una vale l'altra
        - Scritto da: pabloski
        ma del resto questo discorso va incluso nella
        mancanza di software di terze parti piuttosto che
        incolpare linuxQuando Apple ha avuto il benestare da Adobe e Steinberg la sua quota di mercato era ridicola ma gli applicativi sono stati "portati" perchè sia la macchina che l'os sono stati sviluppati in maniera coerente.Certo è vero che per gli "artisti" il pc non costituiva una gran alternativa perchè indirizzato inizialmente ad utenti business ma la sua diffussione era comunque maggiore.Io non credo che aziende come Adobe facciano le schizzinose e non rilascino la CS per linux perchè non le piace gnome, il kernel, lo sviluppo frammentato o stiquatsee e quell'altri... più che altro nel mondo linux non esiste quella solidità a livello di progetto che ne garantisce una concretezza per certi tipi di impieghi, ne è la conferma che non prende piede nonostante tutte le sue immensamente superiori qualità.Poi vorrei aprire una parentesi a mio parere significativa su ardour, il cui sviluppatore se non erro è da sempre un forte sostenitore dell'opensource il quale avendo creato la prima killer app per linux, ha impedito la diffusione di quest'ultimo in un determinato settore perchè ha rilasciato i binari compilati anche per windows ed osx... questo IMHO è stato uno dei colpi che linux ha subito di cui nessuno pare si sia accorto.tutto rigorosamente IMHO.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 maggio 2009 07.34-----------------------------------------------------------
  • uuhhaa scrive:
    io...
    io amo slackware, a dir la verità sono un integralista slackwariano.Ma non uso slackware, ne ABUSO.
    • lroby scrive:
      Re: io...
      - Scritto da: uuhhaa
      io amo slackware, a dir la verità sono un
      integralista
      slackwariano.
      Ma non uso slackware, ne ABUSO.io cominciai dalla slackware 3.2 (se ricordo bene la versione, parliamo della metà degli anni 90)però ad oggi preferisco usare Zenwalk, di chiara derivazione slackwariana.LROBY
    • picard12 scrive:
      Re: io...
      cosi si deve fare!!!!
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: io...
      Beh, io ero partito 8 anni fa con la vecchia Mandrake, poi ho scoperto Slackware e ho capito che quella era la mia distribuzione.Il tempo poi mi ha dato ragione visto che non ho mai avuto i problemi di cui continuano a parlare gli utenti Mandriva, Ubuntu & C.; del resto, quale altra distribuzione può vantare tre pazzoidi come Patrick J. Volkerding, Peter Punk e Alien Bob?
    • pippo75 scrive:
      Re: io...
      - Scritto da: uuhhaa
      io amo slackware, a dir la verità sono un
      integralista
      slackwariano.
      Ma non uso slackware, ne ABUSO.Al momento direi slax, comunque mi incuriosice la slack, non è che hai voglia di dirmi qualche motivo di tale affezionamento.
  • Mandrax scrive:
    Utenti Mandriva frustrati.
    Leggete quihttp://www.mandrakeitalia.org/modules/news/article.php?storyid=2055Guardate a quanto arriva la frustrazione degli utenti Mandriva, l'invidia verso Ubuntu è incredibile, riporto il commento di un utente esperto del loro forum di che si firma NUCCO
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      - Scritto da: Mandrax
      Ma il sucXXXXX di una distro è un bene per tutto
      il mondo Linux, se una distro linux si diffonde
      sempre di più come sta facendo Ubuntu, aumenta
      l'interesse dei produttori hardware e software
      per
      Linux.Dici?In tanti anni la penetrazione nei desktop è rimasta a una percentuale risibile e il mondo linux non ha fatto altro che frantumarsi in una miriade di distribuzioni.
      • advange scrive:
        Re: Utenti Mandriva frustrati.

        Dici?
        In tanti anni la penetrazione nei desktop è
        rimasta a una percentuale risibile e il mondo
        linux non ha fatto altro che frantumarsi in una
        miriade di distribuzioni.Dici? Non mi sembra sai. Secondo net application in due anni la quota è più che raddoppiata (da 0,42 a 1,02): sempre poco, d'accordo, ma il trend mi sembra ottimo.Sul frantumarsi, non saprei dirti, non mi sembra che ci sia stata un'impennata di distro, fatto salvo forse il fenomeno di distro per netbook.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Utenti Mandriva frustrati.
        Linux su desktop, ha più o meno 5 anni.La diffusione di Linux la frenano gli stessi utenti linux, che fanno discorsi da bimbiXXXXXXX tipo: la mia distro è meglio della tua.
        • vistabuntu.wordpress.com scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          - Scritto da: gnulinux86
          Linux su desktop, ha più o meno 5 anni.

          La diffusione di Linux la frenano gli stessi
          utenti linux, che fanno discorsi da bimbiXXXXXXX
          tipo: la mia distro è meglio della
          tua.quoto al 100%, le distro war sono all'ordine del giorno per alcuni coglioncelli.
          • Giambo scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            - Scritto da: vistabuntu.wordpress.com
            quoto al 100%, le distro war sono all'ordine del
            giorno per alcuni
            coglioncelli.Quoto, sopratutto quando e' chiaro a tutti che Gentoo e' l'UNICA E VERA DISTRIBUZIONE LINUX E TUTTE LE ALTRE DEVONO MORIREEEEHHH !!!!1UNO
          • lroby scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            - Scritto da: Giambo
            Quoto, sopratutto quando e' chiaro a tutti che
            Gentoo e' l'UNICA E VERA DISTRIBUZIONE LINUX E
            TUTTE LE ALTRE DEVONO MORIREEEEHHH
            !!!!1UNOLOLLROBY
          • AtariLover scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            - Scritto da: Giambo

            Quoto, sopratutto quando e' chiaro a tutti che
            Gentoo e' l'UNICA E VERA DISTRIBUZIONE LINUX E
            TUTTE LE ALTRE DEVONO MORIREEEEHHH
            !!!!1UNOÈ VERO!!!! LOLNon pensavo l'avrei mai detto ma quoto Gnulinux, vistabuntu e Giambo Assieme :|
        • LucaT scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          invece io credo che sia utile. Io mi sono trovato malissimo con una distro (Ub9.04) e sto cercandone un'altra che supporti meglio il mio HW. Non vuole dire che una sia meglio dell'altra ma sicuramente sapere che Mandriva è una buona distro mi aiuta a provarla prima di decidere di ritornare a Windows (7 ovviamente, Vista è stato il maggior booster di Linux degli ultimi anni ;).
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            Dire è meglio questo di quest altro senza provare non mi sembra una cosa giusta.Prima bisogna provare e poi giudicare.
      • Enrico scrive:
        Re: Utenti Mandriva frustrati.
        - Scritto da: Nome e cognome
        Dici?
        In tanti anni la penetrazione nei desktop è
        rimasta a una percentuale risibile e il mondo
        linux non ha fatto altro che frantumarsi in una
        miriade di
        distribuzioni.Il bello di Linux è la scelta. Lo ha detto anche lo stesso Linus Torvalds. Avere tante distro ti permette di trovare quella che più si avvicinaq ai tuoi bisogni
        • pippo75 scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.


          Il bello di Linux è la scelta. Lo ha detto anche
          lo stesso Linus Torvalds. Avere tante distro ti
          permette di trovare quella che più si avvicinaq
          ai tuoi
          bisogniSecondo me è come avere tanti trapani, uno per il legno, uno per il ferro, uno per l'ottone.Forse sarebbe meglio avere meno trapani e in base al materiale scegliere la punta da utilizzare.Poche distro, poi in base a quello che mi serve aggiungo.( è una mia idea ).
          • AtariLover scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            Ci può stare finché sai cambiare la punta, cosa che non tutti gli utenti sono capaci di fare purtroppo... :(
    • Darkat scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      boh a me sembra che l'unico frustato sei un pò tu veramente hai la mania di avere per forza "le cose migliori" e le altre sono tutte schifezze, nucco faceva solo un paragone, ubuntu 9.04 con mandriva 2009.0, non ha detto che fa schifo, ha detto che ha fatto un buco nell'acqua, perchè(come mandriva 2009.0) non ha raggiunto alcuni obiettivi importanti che si era prefissa rimandandoli alla versione successiva, cosa che se avessi consultato bene anche il forum di ubuntu avresti letto anche li.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Utenti Mandriva frustrati.
        Ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni, comunque il commento di nicco mi sembra un tantino flammatorio.
        • Darkat scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          fidati non era flame, semplicemente voleva sottolineare che molte cose che gli sviluppatori volevano introdurre nella 9.04 sono state rimandate alla 9.10 e alcune alla 10.4(come la nuova veste grafica), cosa che come dice lui stesso è successa anche con la mandriva 2009.0, quindi non fa flame su ubuntu, l'ha paragonata a mdv 2009.0, poi se a voi sembra flame è un conto...poi scrivo qui ma rispondo al primo post di Mandrax, cosa centra la compatilità hardware con un 'unica distro? i driver per linux vanno su ogni sistema che lo integra, questi sono flame a mio parere.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            A me piacerebbe sapere quali siano questi obbiettivi che sono stati spostati alla release successiva, la storia dell'interfaccia grafica è frutto di un errata traduzione di alcuni blogger italiani, l'interfaccia grafica su Ubuntu 9.10 dipenderà da Gnome oltre che all'aumento delle applicazioni compatibili con le nuove notifiche introdotte su Jaunty, su Ubu 9.10 verrà abbandonato il classico colore marrone, non l'interfaccia grafica, il cambiamento ci sarà con la prossima LTS che sfrutterà la nascita di Gnome3.
          • Darkat scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            non ho mai parlato di interfaccia grafica ma di veste grafica, comunque si parlava per l'appunto dei ritardi nell'integrazione dell'ext4, e di altre cose proprio sul forum di ubuntu, ora vattele a cercare perchè di stare a linkare davvero non ne ho voglia scusa
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Utenti Mandriva frustrati.
            Utilizzo tranquillamente EXT4 dall alpha6 di Ubu 9.04 senza alcun problema, il problema che cera ma che riguardava EXT4 è stato risolto:https://bugs.edge.launchpad.net/ubuntu/+source/linux/+bug/317781Poi cosa sarebbe questo ritardo di integrazione con EXT4, ne Ubuntu ne Mandriva e ne la rivoluzionaria Fedora hanno EXT4 di default.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      Quoto ed aggiungo che i fanboys di qualsiasi sistema che sia Windows Linux o Mac, sono sempre un male.La libertà di esprimersi è un diritto, ma ci sono modi e modi dire le cose.Il commento di "nicco" a me pare frutto dell'ignoranza(informaticamente parlando), Ubuntu 9.04 è una distro stabile e performante che poggia su un kernel molto più stabile di quello di Mandriva per il semplice fatto che si ha avuto molto più tempo per testarlo.Il problema del bug di EXT4 è stato risolto prima del rilascio ufficiale di Ubu 9.04https://bugs.edge.launchpad.net/ubuntu/+source/linux/+bug/317781Ognuno è libero di usare il sistema che più lo aggrada, ma rosicare e sparare a zero per invidia non è affatto costruttivo, così facendo si mettono da parte i valori che il mondo OpenSource insegna.Mi auguro che distro come Ubuntu e Mandriva migliorino sempre di più,-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 19.07-----------------------------------------------------------
      • Chuck_Norri s scrive:
        Re: Utenti Mandriva frustrati.
        Ehm....il kernel Linux è sempre quello. E cosa significa "più stabile" di Mandriva? Ubuntu è una distro senz'altro buona, ma ampiamente sopravvalutata. Un centro di controllo come quello di Mandriva, se lo scorda, e ogni configurazione leggermente più avanzata richiede un uso spropositato della tastiera!Ormai nelle Distro moderne si usa il mouse.Attualmente, sia Mandriva che Fedora sono un pò più avanti...
        • Thescare scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          Per quel che riguarda le tue impressioni su Mandriva non posso rispondere perchè non la ho provata.Per quel che riguarda il kernel si intendeva la versione del kernel. Ubuntu ha 2.6.28 (almeno al momento dell'uscita, poi non so se hanno aggiornato) mentre Mandriva parte dalla versione 2.6.29
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          Ubuntu 9.04 ha il kernel 2.6.28 hann avuto molto più tempo testarlo e patcharlo.Sulle tue preferenze nulla da dire De gustibus non disputandum est.Sei libero come tutti gli altri di usare la distro che più ti aggrada.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 13.00-----------------------------------------------------------
        • Enrico scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          - Scritto da: Chuck_Norri s
          Ormai nelle Distro moderne si usa il mouse.Da quando? Io uso la linea di comando in qualsiasi distro e non mi è ancora venuta una paralisi sai? Non prenderla male era una provocazione scherzosa. Sarà che sono abituato con gentoo..... ma la linea di comando non mi sembra quel mostro che non va toccato manco con i guanti. Anzi ti dico di più, le gui per quanto buone possano essere non potranno mai accettare comandi complessi come una linea di comando. Faccio un esempio stupido, voglio cancellare tutti i file che contengono la parola ciao che iniziano con la lettera maiuscola. In linea di comando è facilissimo, basta una regexp ed hai fatto. Ma è altrettanto vero che la gui ti da un'impressione immediata su certe cose. In definitiva usarle entrambe credo sia la cosa migliore no?
        • Funz scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          - Scritto da: Chuck_Norri s
          Ehm....il kernel Linux è sempre quello. E cosa
          significa "più stabile" di Mandriva? Ubuntu è una
          distro senz'altro buona, ma ampiamente
          sopravvalutata. Un centro di controllo come
          quello di Mandriva, se lo scorda, e ogni
          configurazione leggermente più avanzata richiede
          un uso spropositato della
          tastiera!
          Ormai nelle Distro moderne si usa il mouse.
          Attualmente, sia Mandriva che Fedora sono un pò
          più
          avanti...E' vero che distro come Mandriva o opensuse siano (erano, almeno fino a qualche anno fa quando le usavo ancora) più avanti come configurabilità via GUI, però quello che mi ha fatto passare a K/Ubuntu è la potenza e la facilità del sistema dei pacchetti .deb + synaptic, rispetto agli .rpm e relativi yast / urpmi. I repository di Debian sono di gran lunga i più completi e aggiornati, soprattutto riguardo i pacchetti meno comuni, e la facilità di installazione e upgrade del sistema è molto superiore agli altri. (poi rispetto a Windows c'è un abisso ;) )Direi che per un novellino questo è ancora più importante che qualche GUI in più e non dover fare sporadicamente copia/incolla di qualche comando nella shell... anche il sudo di Ubuntu imho è più comodo rispetto a dover usare un utente di root.
        • picard12 scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.
          ma lo sai che le varie distro personalizzano il kernel a parità di versione?Ad esempio il kernel di mandriva 2.6.29 si avvicina molto al ramo 2.6.30...
      • Enrico scrive:
        Re: Utenti Mandriva frustrati.
        - Scritto da: gnulinux86
        Il problema del bug di EXT4 è stato risolto prima
        del rilascio ufficiale di Ubu
        9.04Ehm quel bug non è mai esistito. Lo stesso Theodore lo spiega qui https://bugs.edge.launchpad.net/ubuntu/+source/linux/+bug/317781/comments/45 e nei commenti siccessivi molto chiaramente. Il bug sta altrove: software che non utilizzano correttamente fsync() e la fsync() stessa che non usa barrier e le barrier stesse che in linux non sono ancora il meglio che si può fare, ma nelle prossime versioni del kernel ne vedremo delle belle fidatevi, per chi fosse interessato http://lwn.net/Articles/326471/
        • nome e cognome scrive:
          Re: Utenti Mandriva frustrati.

          Ehm quel bug non è mai esistito. Lo stesso
          Theodore lo spiega qui
          https://bugs.edge.launchpad.net/ubuntu/+source/linDa quando i software si devono preoccupare di cosa combina il filesystem? Un sw deve girare allo stesso modo se sotto c'è ext3, 4, 5, 6, reiser, ecc...
    • picard12 scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      Caro mio sei peggio di Emilio Fede in fatto di informazione obiettiva!!!1. L'utente in questione non si chiama NUCCO ma NICCO e chi frequenta il forum mandriva italia sa benissimo chiè NICCO e le varie discussioni accese di cui è stato testimone, è uno dei fondatori del MIB, che nella tua analisi non sai nemmeno cosa sia.. ED è qui che ti sbagli alla grande, perchè vi sono diverse storie da raccontare, come la nascita del mib, ma sebbene Nicco sia un utente valido e persona molto impegnata sul fronte mandriva, non lo puoi eleggere rappresentante di una intera comunità.E' una persona che esprime le sue opinioni personali.Cosa che non sai, è che Nicco ha spesso criticato "fermamente" la stessa mandriva e se avessi letto diversi suoi post avresti pensato che fosse il creatore di ubuntu..Allora, più che la varia frammentazione delle farie distro, ciò che disturba sono commenti come il tuo su cose che non conosci minimamente e non ti sei nemmeno sforzato di conoscere.Se stranamente avessi letto ben più di due righe del forum, allora ti meriteresti quasi sicuramente il premio troll del mese..IMHO-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 18.06-----------------------------------------------------------
    • pclinux scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      - Scritto da: Mandrax
      Leggete qui
      http://www.mandrakeitalia.org/modules/news/article

      Guardate a quanto arriva la frustrazione degli
      utenti Mandriva, l'invidia verso Ubuntu è
      incredibile, riporto il commento di un utente
      esperto del loro forum di che si firma
      NUCCO

      diciamolo forte, con questa release ha fatto un
      grosso buco nell'acqua, e' veramente la peggiore
      degli ultimi
      tempi:
      Solo il fatto che sia uscita con il vecchio
      kernel 2.6.28, senza un EXT4 efficiente, con le
      vecchie Alsa 1.0.18, sembra all'altezza (o meglio
      bassezza della Mdv 2009.0) ma tanto altro che non
      sto qui a dilungarmi...




      Io capisco che sul forum Mandriva si debba
      parlare bene delle propria distro, ma sparare a
      zero sulle altre non fa bene al mondo Linux, non
      si migliora con
      l'invidia.

      Comprendo l'invidia verso Ubuntu, che ha un
      grande forum che funziona con tanti utenti sempre
      online, una distro che con meno della metà degli
      anni di Mandriva ha più utilizzatori di Mandriva
      stessa.
      Ma il sucXXXXX di una distro è un bene per tutto
      il mondo Linux, se una distro linux si diffonde
      sempre di più come sta facendo Ubuntu, aumenta
      l'interesse dei produttori hardware e software
      per
      Linux.Beh, spesso non si tratta di invidia ma di realtà.La mia macchina ha sempre funzionato con Ubuntu fino alla 8.04 dopodichè... la macchina dall'uscita della 8.10 neanche si avvia più.Perchè devo sbattermi per far funzionare Ubuntu sulla mia macchina quando invece mandriva funziona subito e per configurare il wireless mi basta il disco dei driver e due click mentre con ubuntu o hai il cavo di rete o il wireless ti scordi che funzioni perche non ha ndiswrapper di default e i driver open non sono in grado di far funzionare la scheda (D-Link con chipset Texas Instruments ACX111)Quante persone hanno una macchina come la mia??Ubuntu sta' dimenticando la retrocompatibilità col vecchio hardware (che è sempre stata la bandiera di GNU/Linux) e sta assomigliando sempre più a windows (distro nuova sistema nuovo!). :(
    • Tuxer scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      Su una cosa solo sono d'accordo con l'amico di mandrakeitalia:che la 2009.0 non sia stata affatto una buona distribuzione. Personalmente ho avuto grossi problemi con udev e i dischi PATA, ma non voglio farla lunga.Però il parallelismo tra la 2009.1 e Ubuntu 9.04 sinceramente non lo capisco affatto.Mandriva sarebbe migliore perché usa un kernel più recente, che peraltro di suo non offre ancora un supporto efficiente - usando le sue stesse parole - al filesystem EXT4, e proprio per questo quelli di mandiva lo hanno dovuto patchare.Si aspetta infatti il kernel 2.6.30 per avere un supporto sicuro. Insomma questa gara a chi introdurrà per primo il nuovo filesystem in modo nativo la vedo una corsa senza senso. EXT3 funziona bene? E teniamocelo in attesa del nuovo kernel (uno basterà?), che tra l'altro è giunto alla quarta release candidate e che guarda caso fixa ancora dei problemi proprio su EXT4.Poi, sulla base delle stesse argomentazioni dice che l'ultima Ubuntu è la peggiore di tutti i tempi. Bhò.....
    • Jerry scrive:
      Re: Utenti Mandriva frustrati.
      Secondo me dovrebbero pensare a migliorare la distro che tanto decantano invece che parlar male delle altre distro.Io ho avuto problemi con Mandriva e Ubuntu, gli stessi identici problemi nel rilevamento hardware, su Mandriva con l'aiuto scarso del forum non ho risolto, mentre su Ubuntu con l'auto del forum ci sono riuscito.Adesso utilizzo Kubuntu9.04 che mi ha rilevato tutto l'hardware senza far nulla.
  • marcello anni scrive:
    versione italiana tour note ed errata
    esitono le corrispondenti pagine italiane per il tour, note ed errata:http://wiki.mandriva.com/it/2009.1_Notehttp://wiki.mandriva.com/it/2009.1_Tourhttp://wiki.mandriva.com/it/2009.1_ErrataciaoMarcello
  • Pino scrive:
    Interfaccia grafica
    Ueeehhhh figo.... il cubo che ruota con tutte le finestre...Ma pensassero un po' a mettere a posto quelle poche centinaia di migliaia di bachi invece di mettere ste razzate... giusto qualche giorno fa ho installato l'ultima versione di fedora e nei primi 10 minuti di utilizzo dell'interfaccia grafica ho trovato 6-7 bachi... il tutto senza fare cose fantascientifiche ma solo cliccando su normalissimi bottoni.Poi ho cambiato dal pannello di controllo la dimensione dei font di sistema, e dopo averlo fatto l'interfaccia è diventata insensibile ai click. Ho deciso di continuare l'installazione via shell.In sostanza voglio dire che sarebbe meglio per le varie distro di Linux impegnarsi su un'interfaccia grafica magari non bellissima ma stabile, piuttosto che introdurre palate di str...anezze grafiche. Si rimediano solo figure di menta.
    • Thescare scrive:
      Re: Interfaccia grafica
      Che versione di fedora hai provato??
      • Pino scrive:
        Re: Interfaccia grafica
        - Scritto da: Thescare
        Che versione di fedora hai provato??L'ultima, l'ho scaricata non più di 10 giorni fa.
    • picard12 scrive:
      Re: Interfaccia grafica
      se parli cosi non conosci molto il mondo linux.La scelta di poter mettere la cosa che più si adatta alle tue esigenze e prima a quelle del tuo hw significano qualcosa per molti e non solo gli smanettoni e i linari vari. Un'azienda che ha la possibilità di mettere le mani su un sistema operativo e farci quello che vuole, a volte ci costruisce un navigatore, un router etc...e tu manco lo sai..
      • -ToM- scrive:
        Re: Interfaccia grafica
        - Scritto da: picard12
        se parli cosi non conosci molto il mondo linux.
        La scelta di poter mettere la cosa che più si
        adatta alle tue esigenze e prima a quelle del tuo
        hw significano qualcosa per molti e non solo gli
        smanettoni e i linari vari. Un'azienda che ha la
        possibilità di mettere le mani su un sistema
        operativo e farci quello che vuole, a volte ci
        costruisce un navigatore, un router etc...e tu
        manco lo sai..Si ma Fedora è una delle distro più blasonate e se arriva ad un normale utente come "Pino" che non è un betatester ne uno sviluppatore vuol dire che è stata spinta da una sorta di "pubblicità".Non è accettabile che il DE predefinito di una distro della portata di Fedora abbia problemi di visualizzazione così evidenti.Pino non è sceso nei particolari ma anche su altre distro che ho provato (con KDE4) i problemi sono sempre i soliti e francamente, alla lunga uno si stanca.
        • picard12 scrive:
          Re: Interfaccia grafica
          da diverso tempo uso kde 4.2.2 e devo dire che è ottima molto stabile, ben migliore dalle prime versioni di kde 4.1Ricordo che ogni distro personalizza con patch i vari programmi, in questo caso, kde4 è molto vicina a kde4.2.3 che tra l'altro sarà disponibile per mandriva a breve..
        • picard12 scrive:
          Re: Interfaccia grafica
          si stancherà ma con questa mandriva funziona tutto molto bene, mi dispiace per fedora..
  • lroby scrive:
    ormai per qualunque s.o.
    dovrebbero mettere come prima regola principale (e parlo di qualunque s.o. che sia esso MS oppure no) lo sviluppo e l'ottimizzazione dello stesso per farli funzionare da dio sui netbook, visto che sono i + scarsi come prestazioni nel mercato dei pc.. poi ovviamente sui pc normali o superpotenti si implenteranno tutte le feature aggiuntive.e poi ad esempio io terrei la versione base ultra leggera anche sui pc potenti così sarebbero ancora più veloci :D(praticamente quello che già faccio io, scegliendo sempre i s.o. + leggeri ed usando sempre le impostazioni più snellenti in assoluto così sui pc bomba letteralente volano)LROBY
    • Giambo scrive:
      Re: ormai per qualunque s.o.
      - Scritto da: lroby
      dovrebbero mettere come prima regola principale
      (e parlo di qualunque s.o. che sia esso MS oppure
      no) lo sviluppo e l'ottimizzazione dello stesso
      per farli funzionare da dio sui netbook, visto
      che sono i + scarsi come prestazioni nel mercato
      dei pc..Se per una distribuzione Linux puoi offrire tutti i pacchetti ottimizzati per un certo profilo HW (Atom, AMD, Dual Core, ...), con Windows e' gia' piu' difficile. Il massimo che puoi raggiungere e' avere il SO ottimizzato, ma le applicazioni resteranno sempre compatibili i386 ...
      • lroby scrive:
        Re: ormai per qualunque s.o.
        - Scritto da: Giambo[CUT]
        con Windows e' gia'
        piu' difficile. Il massimo che puoi raggiungere
        e' avere il SO ottimizzato [CUT]e ti sembra poco questo? sarebbe comunque un passo avanti rispetto ad ora dove io installo i s.o. e poi mi tocca SEMPRE ottimizzarliLROBY
        • Giambo scrive:
          Re: ormai per qualunque s.o.
          - Scritto da: lroby
          [CUT]

          con Windows e' gia'

          piu' difficile. Il massimo che puoi raggiungere

          e' avere il SO ottimizzato [CUT]

          e ti sembra poco questo? sarebbe comunque un
          passo avanti rispetto ad ora dove io installo i
          s.o. e poi mi tocca SEMPRE
          ottimizzarliSi, sicuramente sarebbe un passo avanti, ma poi alla fine se l'applicazione che usi e' lenta come una lumaca zoppa, un SO super-ottimizzato non fa poi molta differenza ...
          • lroby scrive:
            Re: ormai per qualunque s.o.
            - Scritto da: Giambo
            Si, sicuramente sarebbe un passo avanti, ma poi
            alla fine se l'applicazione che usi e' lenta come
            una lumaca zoppa, un SO super-ottimizzato non fa
            poi molta differenza
            ...io dico che dipende dall'applicazione specifica..SE deve fare tutto di calcoli matematici e quindi di sola cpu , un s.o. ottimizzato imho non penso che potrà cambiargli molto la vita.ma tipicamente tutto il resto dei software girano molto più velocemente se il s.o. è davvero ottimizzato come si deve. praticamente si viene a rimuovere il collo di bottiglia peggiore che possa esistere dentro un pcLROBY
          • Thescare scrive:
            Re: ormai per qualunque s.o.
            Un so ottimizzato per il supporto multithreading fa mooooolta differenza se l'applicazione è scritta bene-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 15.11-----------------------------------------------------------
          • AtariLover scrive:
            Re: ormai per qualunque s.o.
            Prova a compilare un programma per i386 e poi per i686 e già la differenza la puoi misurare in termini di esecuzione.Magari non la noti ad occhio nudo su tutti i programmi ma ti assicuro che ottimizzati a dovere anche i programmi qualcosa ancora lo cavi...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: ormai per qualunque s.o.
        - Scritto da: Giambo
        - Scritto da: lroby

        dovrebbero mettere come prima regola principale

        (e parlo di qualunque s.o. che sia esso MS
        oppure

        no) lo sviluppo e l'ottimizzazione dello stesso

        per farli funzionare da dio sui netbook, visto

        che sono i + scarsi come prestazioni nel mercato

        dei pc..e chi se ne frega dei netbook. che quota hanno? l'un per cento? a che servono?
        • Giambo scrive:
          Re: ormai per qualunque s.o.
          - Scritto da: Nome e cognome
          e chi se ne frega dei netbook. che quota hanno?
          l'un per cento? a che
          servono?A nessuno, infatti sono stati un buco nell'acqua e la mossa di Microsoft di prolungare la vita di XP per guadagnare quella fetta di mercato e' stato un grande errore ;)
          • lroby scrive:
            Re: ormai per qualunque s.o.
            - Scritto da: Giambo
            - Scritto da: Nome e cognome


            e chi se ne frega dei netbook. che quota hanno?

            l'un per cento? a che

            servono?

            A nessuno, infatti sono stati un buco nell'acqua
            e la mossa di Microsoft di prolungare la vita di
            XP per guadagnare quella fetta di mercato e'
            stato un grande errore
            ;)talmente un buco nell'acqua che io da Giugno 2008 possiedo un meraviglioso eeepc900 (espanso a 2gb di ram), che mi porto sempre appresso anche in moto nello zaino, e lo uso per: testare le linee adsl dei clienti quando hanno problemi con i loro pcscaricare i drivers dei loro pc se ce ne fosse bisogno magari mentre sto installando loro il s.o. e mi tocca aspettare che finisca.mostrare ai clienti come si comporta un pc ottimizzato ed allegerito e con tutti i software validi installati(tra l'altro è bellissimo vedere la faccia dei clienti stupita quando vedono che un giocattolo con un celeron 900mhz come cpu possa andare velocissimo sopratutto se paragonato ai loro pc prima della eventuale mia sistemazione)testare i nuovi os (ms e linux) x valutarne le caratteristiche tecniche.l'altro giorno ho masterizzato una iso di w7 presa da un hdd usb esterno direttamente sul masterizzatore asus esterno senza passare dalla ssd del pc stesso.praticamente tolta la grafica 3d ed i programmi pesanti (autocad, photoshop etc.etc.) ci faccio tutto quello che ci farei con un portatile normale.psnon vedo l'ora di comprarmi il modello nuovo con atom dual core, 11.6" lcd appena annunciato, bt e tutte le altre migliorie che avrà.LROBY
          • Giambo scrive:
            Re: ormai per qualunque s.o.
            - Scritto da: lrobyLa mia era ironia ;)Pure io avevo un eeePC, con il quale ho girato e bloggato dall'Australia per due mesi. Ha resistito alla polvere del deserto, al freddo intenso del sud, a una caduta in un fiume e a innumerevoli botte.Ma non ha resistito agli scassinatori di automobili :(
            non vedo l'ora di comprarmi il modello nuovo con
            atom dual core, 11.6" lcd appena annunciato, bt e
            tutte le altre migliorie che
            avrà.Se e' resistente come il modello 900, mi accompagnera' per due mesi in Costa Rica ;)EDIT: Leggo ora che non montera' SSD :( ... Bocciato :'( !-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 14.00-----------------------------------------------------------
          • lroby scrive:
            Re: ormai per qualunque s.o.
            - Scritto da: Giambo
            EDIT: Leggo ora che non montera' SSD :( ...
            Bocciato :'(LO SO!! :(voglio la SSD da 40gb anche!! sighLROBY
  • the_m scrive:
    Così imparate...
    ...a dire che P.I. non cagava la nuova Mandriva :D Già installata da qualche giorno sul notebook per aggiornare una versione molto vecchia.Sembra meglio (sicuramente più stabile) della 2009.0, ha riconosciuto tutto l'hardware del laptop (webcam integrata, wifi, hotkeys per luminosità/volume/sleep/ecc.) e in effetti con speedboot arriva al login in meno di 30 sec. Non ho provato ext4.Resta ancora qualche riserva su KDE4 e per ora nel desktop che uso per lavoro tengo KDE 3.5 che è una roccia..
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Così imparate...
      - Scritto da: the_m
      ...a dire che P.I. non cagava la nuova Mandriva
      :D


      Già installata da qualche giorno sul notebook per
      aggiornare una versione molto
      vecchia.
      Sembra meglio (sicuramente più stabile) della
      2009.0, ha riconosciuto tutto l'hardware del
      laptop (webcam integrata, wifi, hotkeys per
      luminosità/volume/sleep/ecc.) e in effetti con
      speedboot arriva al login in meno di 30 sec. Non
      ho provato
      ext4.

      Resta ancora qualche riserva su KDE4 e per ora
      nel desktop che uso per lavoro tengo KDE 3.5 che
      è una
      roccia..più stabile della 4 ma non direi una roccia.sono affezionato a mandrake/mandriva. spero che non chiudano bottega
  • pulpfict scrive:
    Screenshots?
    Non so se avete già letto questo articolo ma tantissimi screenshot della nuova arrivata li trovate al suo interno: http://www.tuxjournal.net/?p=7587
    • nome e nome scrive:
      Re: Screenshots?
      un giorno qualcuno dovrà spiegarmi che senso ha mostrare uno screenshot di un sistema operativo come linux.le caratteristiche peculariali vanno molto aldilà della skin grafica di default, non stiamo mica parlando di apple :-D- Scritto da: pulpfict
      Non so se avete già letto questo articolo ma
      tantissimi screenshot della nuova arrivata li
      trovate al suo interno:
      http://www.tuxjournal.net/?p=7587
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Screenshots?
        - Scritto da: nome e nome
        un giorno qualcuno dovrà spiegarmi che senso ha
        mostrare uno screenshot di un sistema operativo
        come
        linux.

        le caratteristiche peculariali vanno molto aldilà
        della skin grafica di default, non stiamo mica
        parlando di apple
        :-DForse perché linux è anche desktop?Anche windows va al di là del desktop, ma anche l'occhio vuole la sua parte.p.s. "skin" grafica? "di default"? mah!
  • picard12 scrive:
    finalmente
    -driver proprietari:sono presenti anche nella one,nelle edizioni free li devi scaricare, (questo per il modo in cui vengono distribuite le diverse versioni)nella powerpack sono presenti anche programmi proprietari che non possono essere distribuiti con la free per una questione di licenze.-Codeina:utile se non si sa qualci codec installare, se attivo ci pensa lui. Personalmente non l'ho mai usato.-kernel: supporta ext4 stabile perchè ad esso sono state aggiunte patch che risolvono alcuni problemi di stabilità di ext4, già incluse nel ramo 2.6.30.Inoltre è in testing un kernel-netbook, ottimizzato per piattaforme Athom. Verrà rilasciato quanto prima-kde4: è in arrivo la nuova versione 4.2.3 rilasciata il 6-5-09. Tempo qualche gg e passerà da testing ad update.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 06.23-----------------------------------------------------------
    • advange scrive:
      Re: finalmente

      -kernel: supporta ext4 stabile perchè ad esso
      sono state aggiunte patch che risolvono alcuni
      problemi di stabilità di ext4, già incluse nel
      ramo 2.6.30.L'ext4 è usato come FS di default?
      Inoltre è in testing un kernel-netbook,
      ottimizzato per piattaforme Athom. Verrà
      rilasciato quanto primaDavvero interessante: potrebbe essere la base per tutte le distribuzioni per netbook.
      • Darkat scrive:
        Re: finalmente
        no ancora non è la scelta di default, la maggior parte delle distro passerà con le prossime versioni del 2010 (che usciranno a fine 2009) all'ext4 di default, se ti interessa sabayon 4.1 l'ha fatto :)comunque sarebbe stato molto bello vedere il nuovo k3b in questa 2009.1 ma fa niente si può aspettare un'altro pò :P
        • advange scrive:
          Re: finalmente
          - Scritto da: Darkat
          no ancora non è la scelta di default, la maggior
          parte delle distro passerà con le prossime
          versioni del 2010 (che usciranno a fine 2009) all'ext4 di default,Scelta prudente e saggia; anche se, personalmente, ora che passo ad Ubuntu 9.04 lo attiverò sulla partizione di root.
    • Darkat scrive:
      Re: finalmente
      hai visto? se ne parlava proprio l'altro giorno qui a PI del fatto che ancora non avevano parlato della nuova mandriva, alla faccia di chi diceva che era una distribuzione che non contava nulla :Pw mandriva! (e sosteniamo anche il software europeo)
      • diego scrive:
        Re: finalmente
        Ciao, siccome sono un niubbo di linux, ma vorrei cmq avvicinarmi a questo mondo.Vorrei chiedervi un consiglio, su questa distro, in quanto tutti parlano di ubunto, ma vorrei sapere se ci sono delle alternative altrettanto valide e il fatto che mandriva sia europea di certo e un punto a suo vantaggio.
        • lroby scrive:
          Re: finalmente
          - Scritto da: diego
          Ciao, siccome sono un niubbo di linux, ma vorrei
          cmq avvicinarmi a questo
          mondo.

          Vorrei chiedervi un consiglio, su questa distro,
          in quanto tutti parlano di ubunto, ma vorrei
          sapere se ci sono delle alternative altrettanto
          valide e il fatto che mandriva sia europea di
          certo e un punto a suo
          vantaggio.Se davvero non hai mai usato Linux, ti conviene proprio cominciare da Ubuntu che è in assoluto IMHO la distro + orientata ai newbies.Di alternative ne esistono a centinaia, ogni singola distro diversa da Ubuntu è un alternativa, il problema è che se cominci a guardare ogni singola altra distro x valutare le differenze (in meglio ed in peggio) rispetto ad Ubuntu, alla fine non ne installi nemmeno una.Perchè ci sarà quella che sarà + leggera ma non ti piacerà in qualcosa, ci sarà quella che ti piacerà tanto ma solo in inglese.. ci sarà quella completa ma lentissima.. e via di questo passo.Io le uso un pò tutte quelle maggiormente conosciute (compresa la Zenwalk che è sempre stata la mia preferita) sia su diversi pc fisici di diversa potenza sia virtualizzate su vmware sul mio pc desktop potente.Spero di esserti stato d'aiuto.ciaoLROBY
          • lroby scrive:
            Re: finalmente
            Aggiungo anche un'ultima nota, ti conviene scaricare l'ultima iso 9.04 di Ubuntu, Xubuntu o Kubuntu (in base a quale interfaccia grafica ti potrebbe ispirare di più) e lanciarla in Live dal CD.. e provarla in questo modo senza assolutamente toccare nulla del tuo s.o. attuale.LROBY
        • Nome e cognome scrive:
          Re: finalmente
          - Scritto da: diego
          Ciao, siccome sono un niubbo di linux, ma vorrei
          cmq avvicinarmi a questo
          mondo.

          Vorrei chiedervi un consiglio, su questa distro,
          in quanto tutti parlano di ubunto, ma vorrei
          sapere se ci sono delle alternative altrettanto
          valide e il fatto che mandriva sia europea di
          certo e un punto a suo
          vantaggio.Niubbo? Ma come parli? Non affibbiarti e non farti affibbiare certi nomi ...Installa Mandriva e non chiedere alternative: ti suggeriranno decine di distribuzioni diverse.Poi quando ti sarai stufato di girare nel menu del desktop, studia un po' la shell, impara a compilare e a installare programmi.Più in là, se sarai ancora curioso, ti interesserai anche alla parte server e vedrai quante cose interessanti si possono fare.Europea un punto a suo vantaggio? Boh!In bocca al lupo e non scoraggiarti.
        • Thescare scrive:
          Re: finalmente
          Dipende come intendi utilizzare la distribuzione. Per iniziare forse le migliori sono Fedora Ubuntu o OpenSuse. Se non hai problemi di banda ti consiglio di provare i live cd, così magari vedi di primo acchito quale ti garba di può. Se vuoi una distro maggiormente orientata al multimediale credo che sia abbastanza valida Sabayon (se l'europea per te è un vantaggio, questa distro è italiana....). Mentre su queste ho una esperienza diretta recente, non utilizzo Mandriva da un sacco di tempo, quindi non ti so dire a che livello sia. Anche la stessa ZenWalk, nominata da un utente prima, mi è sembrata valida, anche se forse un po meno user-friendly di quelle che ti ho nominato.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: finalmente
          Ti potrei consigliare Ubuntu, anche per via del forum che dispone.http://releases.ubuntu.com/9.04/http://wiki.ubuntu-it.org/Hardware/DispositiviPartizioni/MasterizzareIsohttp://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/Graficahttp://forum.ubuntu-it.org/
        • picard12 scrive:
          Re: finalmente
          Prova mandriva, impara ad usare il suo centro di controllo e prova dopo a passare ad ubuntu... se ne vale la pena..sperando che ti riconosca bene il monitor, e quant'altro..Nessuno di voi che ama tanto ubuntu non si è mai posto la domanda perchè esistono tante guide?Perchè non è poi cosi facile... e serve una guida per usare sempre la console altrimenti non fai na mazza..I tools di mandriva sono stati sviluppati appositamente per evitare queste cose, in ambito desktop.Dopo che uno a furia di guide, giornali, decine di forum riesca a far funzionare qualcosa è una bella cosa.Ubuntu è una distro popolare perchè se lo merita ma non la definirei molto easy per gli inesperti.Diverse persone del mio lug che usavano ubuntu sono passati a mandriva dopo vari tentativi con periferiche ostiche, ma anche per i tools (e non) che sono racchiusi dal centro di controllo.Solo Suse ha qualcosa dello stesso livello, non per questo le altre distro sono da meno, però ricorda che la scelta finale tocca a te.Pochi lo sanno ma mandriva ha anche una versione oem specifica per i netbook, ma con questa mira comunque con l'adozione di lxde e kernel specifico una distro-netbook.Pure Sabayon ha delle feature specifiche per i netbook da provare, visto che è un progetto molto valido, basato su gentoo ed italianissimo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2009 17.32-----------------------------------------------------------
          • bright scrive:
            Re: finalmente
            confermo l'opinione di Picard: se non hai mai visto linux, Mandriva ti aiuta un po' più di altre distro (secondo me, hanno sempre avuto il programma di installazione più facile e anche il centro di controllo mandriva permette di fare un sacco di cose senza nemmeno aprire la shell dei comandi) mentre Ubuntu ha dalla sua una comunità di supporto più vasta (dicasi: se non riesci a fare qualcosa da interfaccia grafica, trovi sul forum come farla da riga di comando).
  • bright scrive:
    inesattezza driver proprietari
    i driver proprietari si scaricano senza tanti problemi andando su "Gestione software"
Chiudi i commenti