Google Currents in prima pagina

Esordio statunitense per il servizio di Mountain View concorrente di Flipboard. Gli editori collaborano, gli utenti socializzano

Roma – Dopo la stagione dei tagli , per Google arriva il momento di lanciare un nuovo servizio: si chiama Google Current, applicazione per la consultazione di contenuti editoriali disponibile per i dispositivi Android ma anche per iPhone e iPad .

Il progetto era già stato anticipato con il nome in codice “Propeller”, ma ora fa il suo esordio ufficiale negli Stati Uniti: l’utente deve solo scaricare l’app e iscriversi gratuitamente alle riviste cui è interessato.

I contenuti sono ottimizzati per la visione su dispositivi mobile e navigabili anche offline e con modalità intuitive e il più possibile scorrevoli sul modello di Flipboard.

Da questo si discosta tuttavia per i contenuti veicolati: Google è riuscito ad avviare una collaborazione con 150 partner editoriali per riviste in inglese tra cui CNET, AllThingsD, Forbes, Saveur e Huffington Post per dare il via almeno negli Stati Uniti al progetto. Dunque non si affida solo ai link condivisi via social network.

Attraverso la stessa piattaforma, poi, l’utente potrà scegliere di abbonarsi a RSS di contenuti non partner e feed di video e foto.

L’ottica in cui si è mossa Mountain View è sempre quella della socializzazione: attraverso l’app gli utenti possono esplorare i contenuti più visti (o affini a quelli finora consultati) attraverso il pulsante trending tab e condividere con i propri contatti Google+ quelli particolarmente apprezzati.

Per incrementare l’offerta di contenuti a disposizione sui propri servizi, Mountain View ha peraltro lanciato una piattaforma di self-publishing che offre diverse possibilità per l’impaginazione e il branding dei contenuti.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kinch scrive:
    Finalmente altre voci fuori dal coro.
    Impossibile non essere allineati con quanto argomentato nel Post.Segnalo, al riguardo, il mio intervento: http://studiomazzolari.wordpress.com/2011/12/13/decreto-monti-e-privacy-quale-rivoluzioneBuona giornata,Paolo Mazzolari
  • say no scrive:
    forse non avete capito...
    ... altro che semplificazione e risparmio: questa "genialata" serve solo a far "lavorare" meglio equitalia: stangare le piccole e medie imprese è più facile se i loro dati non rientrano tra quelli "protetti" dal codice...
  • Gianni de Angelis scrive:
    Stupore e sconcerto...
    Si stupore e sconcerto che ci sia qualcuno che attacchi una delle poche e vere semplificazioni contenute nella manovra. Si risparmieranno tonnellate di carta inutile e milioni di ore di lavoro! La disciplina della privacy è stata devastante sul costo del lavoro e NON è servita se non a tutelare la privacy dei soliti noti !!!Ora come prossima semplificazione gradirei che venisse finalemente messa mano alla giustizia: penale, civile ed amministrativa ! Forse così riusciremmo ad adeguarci all'Europa anche come numero di avvocati che (ricordiamo) solo a ROMA sono di più che in TUTTA LA FRANCIA !Uno dei grossisssimi (se non il più grosso) problema dell'Italia è che c'è troppa gente che vive lavorando su quelle che gli danno da lavorare leggi e leggine (come quella della privacy) che complicano la vita in maniera assurda a aziende e cittadini senza peraltro dare nessun vantaggio: QUESTI SONO I VERI PARASSITI DELLA SOCIETA' !
    • Ugo Cignotto De Cimettis scrive:
      Re: Stupore e sconcerto...
      Giuridicamente il testo sulla privacy è un'entrata a gamba tesa. a prescindere dall'opportunità o meno della discplina sulla privacy. U.C.D.C.
    • beebox scrive:
      Re: Stupore e sconcerto...
      - Scritto da: Gianni de Angelis
      Si stupore e sconcerto che ci sia qualcuno che
      attacchi una delle poche e vere semplificazioni
      contenute nella manovra.Quoto. E` per questo che la colpa dei molti mali dell'Italia è innanzitutto degli Italiani. I governi, quelli eletti, vengono eletti dagli Italiani e quindi gli unici governi in grado di cambiare qualcosa sono quelli non eletti. Se non devono sottostare al Parlamento. Ma il governo Monti vi deve sottostare, e il problema si ripresenta. Forse la democrazia non è adatta al nostro Paese, e dovendo scegliere fra un nuovo Mussolini e la Merkel al momento mi sembra meno pericolosa la seconda, poi si vedrà.
  • italiani contro di voi scrive:
    punire gli alfieri
    l'obiettivo dell'eurozona é quello di tenerci disoccupati, cosi` da incentivare il precariato e quindi stipendi bassi e quindi competitivita` con india e cina. Basterebbe svalutare l'euro per incentivare il lavoro in europa, ma non lo fanno per ridurci nello stato in cui siamo.Altra questione: il pareggio di bilancio entro il 2013gli stati hanno sempre speso a debito, é stato grazie a questo che siamo entrati nel g8, ora che siamo nell'euro abbiamo internazionalizzato il debito e siamo costretti a ripagarlo e quindi a essere in attivo con il bilancio, cosa assolutamente non necessaria prima. vi rendete conto che quella cricca di prodi, dalema e compagnia bella hanno XXXXXXX l'italia?
    • italiani contro di voi scrive:
      Re: punire gli alfieri
      lo sapete vero che l'ultima volta che l'italia ha raggiunto il pareggio di bilancio é stato circa 136 anni fa?
    • ahahah scrive:
      Re: punire gli alfieri
      Ahahahah, tu vivi in un sogno...ma tanto inutile perchè vi hanno talmente inculcato di odio politico verso B, che non avete capito come i suddetti, insieme a molti altri, hanno XXXXXXX gli Italiani.
      • beebox scrive:
        Re: punire gli alfieri
        - Scritto da: ahahah
        Ahahahah, tu vivi in un sogno...ma tanto inutile
        perchè vi hanno talmente inculcato di odio
        politico verso B, che non avete capito come i
        suddetti, insieme a molti altri, hanno XXXXXXX
        gli
        Italiani.Non preoccuparti, fra un po' lo capisce anche da solo (anche se non lo ammetterà mai, neanche fra 2000 anni), con le tasse di Monti votate anche dal PD. Tengo a precisare che non ho mai votato B., tanto per chiarire (se ci volete credere), ma cerco di ragionare con la mia testa. Comunque io (per ora) non ce l'ho con Monti, perché se potesse probabilmente una raddrizzata al Paese la darebbe. Il problema è che con questo Parlamento ogni misura improntata all'equità ed alla riduzione di sprechi e privilegi viene immediatamente fatta oggetto di veti incrociati. Ma senza equità le medicine amare non possono essere digerite.
        • panda rossa scrive:
          Re: punire gli alfieri
          - Scritto da: beebox
          Ma senza equità le medicine amare non possono
          essere
          digerite.Infatti non vengono mica somministrate per via orale...
          • beebox scrive:
            Re: punire gli alfieri
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: beebox


            Ma senza equità le medicine amare non possono

            essere

            digerite.

            Infatti non vengono mica somministrate per via
            orale...Ahahahah! grandiosa questa :-D
      • ... scrive:
        Re: punire gli alfieri
        invece B ti ha talmente inculcato.... che ormai non ne puoi piu' fare a meno di lui...
      • Nickless scrive:
        Re: punire gli alfieri

        vi hanno talmente inculcato di odio
        politico verso B, che non avete capito come i
        suddetti, insieme a molti altri, hanno XXXXXXX
        gli Italiani.Guarda che è un fatto noto a tutti che il rapporto debito pubblico/PIL è peggiorato sotto Berlusconi.Si può discutere se sia servito alla crescita o dovuto all'incapacità di fare le riforme che aveva promesso, così come si può discutere se tassare per ridurre il debito ed entrare in europa sia stato un bene.I credo di più alla seconda.Berlusconi diceva che la crisi non c'era ed anche che ci voleva una tassa unica al 30% per tutti.Poi non ha mai risposto alla domanda come avrebbe fatto quadrare il bilancio: perché appunto non ci ha mai provato.Io preferisco una tassazione progressiva: che se poi le pagassero tutti le tasse per chi ne ameno il livello di tassazione calerebbe.Spiegami come in italia il 42% delle barche di lusso in mano a gente che non ha reddito, come mai si vendono 200.000 vetture da
        100.000 l'anno quando sono in 70.000 a dichairare cifre compatibili con quell'acquisto e come possano i gioiellieri in media dichiarare 16200 di reddito, quanto i baristi...
        • Guardare i Dati scrive:
          Re: punire gli alfieri
          Sarà noto a tutti ma si sbagliano: http://cheznick.wordpress.com/2011/11/14/charting-italy/ con dati OECD e Eurostat
    • nome cognome scrive:
      Re: punire gli alfieri

      Prima di parlare informati. Prodi e D'Alema sono
      stati gli unici ad abbassare il rapporto... e mentre l'italiota perde tempo in discussioni da bar sport modello bananas vs. komunisti i politicanti pensano a spartirsi i business mentre cenano ad ostriche e champagne. Bravi, continuate a dare la colpa "agli altri"...
    • Guardare i Dati scrive:
      Re: punire gli alfieri
      Guarda il grafico del rapporto debito pil qui (fonti OCSE)E' passato dal 60% al 120% dal 1970 al 1998 e poi si è mantenuto all'incirca stabile oscillando.Prodi è stato uno spendaccione. Nota le puntate all'insù in corrispondenza del suo primo governo (1996-1998) e del suo secondo (2006-2008).D'Alema e Amato dal 1999 al 2001 hanno fatto scendere molto il rapporto.Nei periodi di Berlusconi i trend sono stati praticamente stabili se non al ribasso.
      • Lucio, addome cianciugliante scrive:
        Re: punire gli alfieri
        - Scritto da: Guardare i Dati
        Guarda il grafico del rapporto debito pil qui
        (fonti
        OCSE)
        E' passato dal 60% al 120% dal 1970 al 1998 e poi
        si è mantenuto all'incirca stabile
        oscillando.
        Prodi è stato uno spendaccione. Nota le puntate
        all'insù in corrispondenza del suo primo governo
        (1996-1998) e del suo secondo
        (2006-2008).
        D'Alema e Amato dal 1999 al 2001 hanno fatto
        scendere molto il
        rapporto.
        Nei periodi di Berlusconi i trend sono stati
        praticamente stabili se non al
        ribasso.Cita le fonti, allora... o dobbiamo crederti sulla parola? Ah ah ah ah.
      • Funz scrive:
        Re: punire gli alfieri
        - Scritto da: Guardare i Dati
        Guarda il grafico del rapporto debito pil qui
        (fonti
        OCSE)
        E' passato dal 60% al 120% dal 1970 al 1998 e poi
        si è mantenuto all'incirca stabile
        oscillando.
        Prodi è stato uno spendaccione. Nota le puntate
        all'insù in corrispondenza del suo primo governo
        (1996-1998) e del suo secondo
        (2006-2008).
        D'Alema e Amato dal 1999 al 2001 hanno fatto
        scendere molto il
        rapporto.
        Nei periodi di Berlusconi i trend sono stati
        praticamente stabili se non al
        ribasso.Non ti rendi nemmeno conto che quando un governo fa delle manovre, gli effetti si iniziano a vedere dopo un certo tempo. I "trend" durante i governi Berlusconi erano originati da manovre precedenti, e ogni volta sono stati invertiti in maniera scriteriata e il debito è ripartito. Leva le fette di mortadella dagli occhi.
        • krane scrive:
          Re: punire gli alfieri
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: Guardare i Dati

          Guarda il grafico del rapporto debito pil qui

          (fonti

          OCSE)

          E' passato dal 60% al 120% dal 1970 al 1998
          e
          poi

          si è mantenuto all'incirca stabile

          oscillando.

          Prodi è stato uno spendaccione. Nota le
          puntate

          all'insù in corrispondenza del suo primo
          governo

          (1996-1998) e del suo secondo

          (2006-2008).

          D'Alema e Amato dal 1999 al 2001 hanno fatto

          scendere molto il

          rapporto.

          Nei periodi di Berlusconi i trend sono stati

          praticamente stabili se non al

          ribasso.

          Non ti rendi nemmeno conto che quando un governo
          fa delle manovre, gli effetti si iniziano a
          vedere dopo un certo tempo. I "trend" durante i
          governi Berlusconi erano originati da manovre
          precedenti, e ogni volta sono stati invertiti in
          maniera scriteriata e il debito è ripartito. Leva
          le fette di mortadella dagli
          occhi.E gia... Tutta colpa delle toghe rosse...
    • Lumaco Scarafoni scrive:
      Re: punire gli alfieri
      - Scritto da: italiani contro di voi
      l'obiettivo dell'eurozona é quello di tenerci
      disoccupati, cosi` da incentivare il precariato e
      quindi stipendi bassi e quindi competitivita` con
      india e cina. Basterebbe svalutare l'euro per
      incentivare il lavoro in europa, ma non lo fanno
      per ridurci nello stato in cui
      siamo.
      Altra questione: il pareggio di bilancio entro il
      2013
      gli stati hanno sempre speso a debito, é stato
      grazie a questo che siamo entrati nel g8, ora che
      siamo nell'euro abbiamo internazionalizzato il
      debito e siamo costretti a ripagarlo e quindi a
      essere in attivo con il bilancio, cosa
      assolutamente non necessaria prima. vi rendete
      conto che quella cricca di prodi, dalema e
      compagnia bella hanno XXXXXXX
      l'italia?Ahahahah... e questa cos'è? Raramente ho visot analisi politico/socio/economiche più idiote di questa. Torna a guardare il Grande Fratello dai, che questa roba non è per te.
    • Funz scrive:
      Re: punire gli alfieri
      - Scritto da: italiani contro di voi
      conto che quella cricca di prodi, dalema e
      compagnia bella hanno XXXXXXX
      l'italia?...che negli ultimi dieci anni sono stati al governo per?Nove anni? Sette? Cinque? No! venti mesi!E nei restanti otto anni e quattro mesi, come mai quegli altri non hanno saputo riparare la situazione, ammesso che fosse tanto brutta?
    • ceg no scrive:
      Re: punire gli alfieri
      Prodi e D'alema hanno abbassato il rapporto defit /pil? Ma cosa ti inventi?Il fatto è che la manovra del nuovo governo usuraio se l'avesse proposta qualcun altro allora sai che storia!
  • a391479 scrive:
    email marketing
    protezione da pubblicità indesiderata: e per ditte inviduali o professionisti con Partita Iva che succederà?
    • Ill Informer scrive:
      Re: email marketing
      - Scritto da: a391479
      protezione da pubblicità indesiderata: e per
      ditte inviduali o professionisti con Partita Iva
      che
      succederà?E da quando le ditte individuali e i professionisti, sono persone giuridiche ?
  • Ill Informer scrive:
    Privacy delle persone giuridiche ...
    Non sono un avvocato quindi non so se ho capito bene ma la privacy per le persone giuridiche mi è sempre suonato come un ossimoro per definizione, quindi vedo la cosa molto positivamente. La persona giuridica che lo vogliate ammettere o no, non è una persona reale è un patto che una o più persone stipulano con la collettività ed è quindi indispensabile che la collettività possa avere il completo controllo non solo dei bilanci come ora ma anche sulla trasparenza della attività.In passato abbiamo visto un ribaltamento completo del concetto di privacy, in cui il cittadino vero con una vita propria poteva essere indagato, molestato e colpito in ogni modo, mentre le società di capitali rischiavano poche migliaia di euro, erano condotte da persone sconosciute con marchi che non ti dovevano mai nemmeno citare per evitare querele e denunce di violazione della privacy.Era come entrare in casa e trovare un tizio a rubare e non potergli togliere il passamontagna per motivi di privacy.Dietro alle società di capitali si sono nascoste le peggiori ignomie di questo paese, l'indotto della politica, gli appalti e le mafie, è inutile anche citarle nel dettaglio perché ci sarebbe da riempire decine di pagine di esempi incredibili.Detto questo, visto che l'attuale governo, fa sempre capo o deve rendere comunque conto ai fautori e utilizzatori finali di queste nefandezze, penso che se anche riusciranno a fare qualcosa di significativo in questo senso, troveranno comunque il modo che non cambi mai nulla, come è sempre stato e come sempre sarà.
    • tony pedi scrive:
      Re: Privacy delle persone giuridiche ...
      sono completamente d'accordomi sembra quantomeno opinabile che fino ad adesso ci fosse la privacy per le aziende, non lo sapevo e mi fa orrore che prima avessero potuto partorire un abominio simile
    • rinolt scrive:
      Re: Privacy delle persone giuridiche ...


      La persona giuridica che lo vogliate ammettere o
      no, non è una persona reale è un patto che una o
      più persone stipulano con la collettività ed è
      quindi indispensabile che la collettività possa
      avere il completo controllo non solo dei bilanci
      come ora ma anche sulla trasparenza della
      attività.Io credo che tu abbia una piccola confusione in testaPer Privacy (vocabolario inglese) si intende il diritto a farsi gli affari propri.La legge 196 (protezione dei dati personali) non tutela questo diritto ma gestisce il dato obbligando a creare un contratto per l'uso. Da una proprietà al dato e ne fornisce dei diritti.Inizio sempre i mie incontri dicendo che "nulal è proibito ma tutto è regolamentato"La riservatezza , personale di un dato o latro , è una cosa diversa da quello che gestisce la 196. Che poi il sistema 196 si traduca anche in un atto di riservatezza è solo una conseguenza non l'obiettivo primario.Leggiti bene i primi tre articoli (nella versione originale) per capire meglio e scoprire quali sono i principi sanciti.
      • rudy scrive:
        Re: Privacy delle persone giuridiche ...
        riservatezza voluta o no (io direi PROPRIO di si), da adesso i dati delle persone giuridiche saranno meno protetti e piu (ri)utilizzabili in ogni ambito (limitarsi al telemarketing x la 196 mi sembra perlomeno limitato). Innegabilmente va visto con favore tutto cio che rende meglio distinta una persona fisica da una giuridica (molto discutibile il tono dell'articolo), specie poi se viene da uno che dice che e' ora di mettere mano alle corporazioni (gli avvocati ne hanno mica una?) che vivono di nicchie protette..
  • Flavio Red C. scrive:
    il 141
    Interessante anche il riferimento al 141 che Giacopuzzi fa in chiusura. Tra ieri e oggi ho letto di tutto sull'argomento, ma mi sembra che solo l'avv. Giacopuzzi abbia notato questa cosa, che condivido.
  • Flavio scrive:
    email MKT vs teleMKT
    Ma parliamo di politica o...di diritto? A me l'articolo piace, e dà spunti di riflessione, non banali, che mi piacerebbe approfondire. Qualcuno mi spiega, per esempio, perchè mai il telemarketing ha un regime, e l'e-mail marketing un altro. Contro il primo si può reagire, contro il secondo no. Ma vi sembra giusto?? Ha ragione l'autore!!!Si tratta di una una SVISTA!
  • Carlo scrive:
    le norme sulla privacy ...
    ... sono uno dei tanti carrozzoni all'italiana. La legge la si poteva risolvere in due righe, e sarebbe stata pure più efficace. Invece ne hanno fatto un monumento farraginoso, un mostro di burocrazia come tanti altri, e prima lo smontano e meglio è. Per ora l'unica cosa veramente negativa (diciamo pure vergognosa) fatta da Monti è stato rimettere l'ICI sulla prima casa, che è come pagare l'affitto allo Stato per poter stare in casa propria. In pratica è la patrimoniale, peccato che l'abbiano messa sui poveri. Moltissimi già non sanno come pagare il mutuo, e tanti stanno anche perdendo il lavoro, ci mancava giusto l'ICI, e se c'era una cosa giusta fatta dal Berlusca era proprio l'averla tolta. Per le pensioni invece, siccome per decenni in Italia sono state praticamente regalate, non corrispondendo quasi mai ad un adeguato ammontare di contributi versati, era inevitabile che prima o poi il nodo sarebbe venuto al pettine, quindi non meravigliamoci. Anzi, qui avrebbero dovuto fare di più, ad esempio chiedendo un sostanzioso contributo di solidarietà a quelli che sono andati in pensione dopo 15 anni di "lavoro" (quindi del tutto "a sbafo" in quanto a contributi) e situazioni simili. Poi ci sono le cose che Monti non ha (ancora) fatto, come i tagli delle Provincie, ma come ne ha parlato si è levata la sassaiola, mai così forte perché si capiva che stavolta forse sarebbe stato fatto veramente. Quindi se siamo nella situazione in cui siamo la colpa è soprattutto di noi italiani, Monti o non Monti.
    • Anonymous scrive:
      Re: le norme sulla privacy ...
      - Scritto da: CarloFino a quando verrà data la disoccupazione e la pensione a tutti gli immigrati che arrivano in Italia e poi se ne tornano a casa loro, la situazione non cambierà. Alla fin fine, in questo paese, solo i furbi ed i disonesti campano. Gli altri muoiono.
      • Ozymandias scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        - Scritto da: Anonymous
        - Scritto da: Carlo

        Fino a quando verrà data la disoccupazione e la
        pensione a tutti gli immigrati che arrivano in
        Italia e poi se ne tornano a casa loro, la
        situazione non cambierà. Alla fin fine, in questo
        paese, solo i furbi ed i disonesti campano. Gli
        altri muoiono.Non succede né l'una né l'altra cosa, quindi cambia argomenti.
      • ... scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        Se uno straniero lavora in Italia anche slo 5 anni, e paga i contributi, quando torna nel suo paese ha diritto, raggiunti i 65 anni di eta' a prendere la stessa pensione che prenderebbe un italiano con gli stessi anni di contributi... non ci vedo niente di strano in questo...
      • Funz scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        - Scritto da: Anonymous
        - Scritto da: Carlo

        Fino a quando verrà data la disoccupazione e la
        pensione a tutti gli immigrati che arrivano in
        Italia e poi se ne tornano a casa loro, la
        situazione non cambierà. Alla fin fine, in questo
        paese, solo i furbi ed i disonesti campano. Gli
        altri
        muoiono.Tu non hai idea di quanto pagano oggi gli immigrati di contributi, e quanto ricevono di pensione. Dovresti ringraziarli, altroché.
        • JohnH scrive:
          Re: le norme sulla privacy ...
          - Scritto da: Funz
          Tu non hai idea di quanto pagano oggi gli
          immigrati di contributi, e quanto ricevono di
          pensione. Dovresti ringraziarli,
          altroché.Non perdete tempo a rispondere ad i XXXXXXXX...
    • Ubunto scrive:
      Re: le norme sulla privacy ...
      Scusa ma sulle pensioni non condordo: i soldi (dell'IMU) non valgono niente rispetto alla vita. Altri 2 anni di vita buttati nel XXXXX (e quando sta per finire valgono di più), che per quanto mi riguarda magari diventeranno 5 o 10, giustificati da una solidarietà di facciata (dove starebbe la solidarietà nel metodo contributivo?) e da un contratto finanziario che è la più grande truffa del secolo (lo cambiano come e quando XXXXX gli pare e non lo puoi rescindere).
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        - Scritto da: Ubunto
        Scusa ma sulle pensioni non condordo: i soldi
        (dell'IMU) non valgono niente rispetto alla vita.

        Altri 2 anni di vita buttati nel XXXXX (e quando
        sta per finire valgono di più), che per quanto mi
        riguarda magari diventeranno 5 o 10, giustificati
        da una solidarietà di facciata (dove starebbe la
        solidarietà nel metodo contributivo?) e da un
        contratto finanziario che è la più grande truffa
        del secolo (lo cambiano come e quando XXXXX gli
        pare e non lo puoi
        rescindere).Ubunto, però c'è gente in Italia che è andata in pensione a meno di 40-50 anni! Non tutti sono stati contenti di andarci, visto che comunque erano soddisfatti del proprio lavoro, della propria posizione. Ma molti pre-pensionamenti in passato sono stati resi possibili per agevolare quelle aziende (anche pubbliche) che avevano necessità di ridurre l'organico!Poi si leggono 'ste robe:http://www.sanguisughe.com/2011/04/parliamo-di-dini-quelli-che-tagliano-le-pensioni-ma-solo-degli-altri/http://www.sanguisughe.com/2011/10/poverino-prendera-solo-20mila-euro-al-mese/Estigazzi!
      • Carlo scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        - Scritto da: Ubunto
        Scusa ma sulle pensioni non condordo: i soldi
        (dell'IMU) non valgono niente rispetto alla vitaSe le tasse le metti sui guadagni, se non guadagni non paghi, come è giusto. Se le tasse le metti sulla proprietà (quella acquisita legalmente, sulla quale le tasse le hai già pagate all'acquisto) devi pagare comunque, anche se non hai i soldi nemmeno per mangiare. Sai quanti sono in questa condizione ? E sono destinati a crescere. Ogni patrimoniale è ingiusta in linea di principio, ma se proprio la si deve mettere per ragioni eccezionali almeno la si metta sulle spalle di chi meglio la può sopportare. Invece metteranno l'IMU, che è la patrimoniale sui poveri (nel senso che farà del male soprattutto a questi).
        da una solidarietà di facciata (dove starebbe la
        solidarietà nel metodo contributivo?) e da unLa solidarietà è possibile solo se chi ha pagato a sufficienza muore prima di avere riscosso. Ma se tutti campano tanto e non hanno versato abbastanza da mantenersi in pensione così a lungo la solidarietà finisce.Ogni qualvolta uno prende soldi che prima non ha messo, c'è qualcun altro che mette soldi che non prenderà. Se chi lavora adesso (e sono sempre di meno) quel poco che versa va a pagare la pensione di chi in pensione c'è adesso, chi mai pagherà la pensione a chi attualmente lavora, quando verrà il momento ? (*se* verrà il momento, a questo punto!). O pensi che lo potranno fare le generazioni future, sempre più malpagate, sempre più precarie e che non possono nemmeno sognare di comprarsi casa ?
        contratto finanziario che è la più grande truffa
        del secolo (lo cambiano come e quando XXXXX gli
        pare e non lo puoi
        rescindere).Mi vuoi spiegare come fa uno a versare qualche centinaio di euro/mese di INPS per 30 (o anche 40) anni, andare in pensione a 50 anni e poi riscuotere 1000 euro per altri 30 o 35 anni ? Chi ce li mette ? Tu ?Ti rispondo io: si, ce li stai mettendo proprio tu (se hai un lavoro), e anch'io! Peccato che non ci sarà nessuno che ce li metterà per me o per te.L'unico meccanismo sostenibile è che tanto versi e tanto prendi (certo, rivalutato e con parametri vari, ma la sostanza deve essere che prendi quello che ci hai messo). Qualsiasi altra cosa non è sostenibile. Inoltre, a mio avviso, anche se uno ha versato i contributi dovuti la pensione non dovrebbe essere qualcosa che uno prende a prescindere, ma la dovrebbe prendere solo nella misura in cui non abbia altri redditi (case affittate, ecc.) tali da consentirgli già di vivere dignitosamente. Una specie di "rete di salvataggio" per la vecchiaia, come una assicurazione RC auto: non è che se non fai incidenti te la restituiscono. E se il sistema fosse impostato così ci sarebbe anche più spazio per fare *vera* solidarietà, ad esempio stabilendo che comunque il minimo della "dignità" sono, che so, 600 euro/mese, e se non ci arrivi in base ai contributi versati ti ci faccio arrivare io con un sussidio sociale (e con i soldi risparmiati in base a quanto sopra penso si potrebbe fare). Alla base c'è sempre e solo una cosa: i conti, che devono tornare, in particolare quando si parla di soldi, che tutti li vogliono ma nessuno ce li vuole mettere. Infine, la cosa assolutamente intollerabile è che comunque ci sia una "casta" che si chiama continuamente fuori dai sacrifici che impone al resto del Paese, con sistemi pensionistici e retributivi messi debitamente al riparo da ogni "turbamento".
        • Carlo scrive:
          Re: le norme sulla privacy ...
          - Scritto da: Carlo
          - Scritto da: Ubunto

          Scusa ma sulle pensioni non condordo: i soldi

          (dell'IMU) non valgono niente rispetto alla
          vita

          Se le tasse le metti sui guadagni, se non
          guadagni non paghi, come è giusto. Se le tasse le
          metti sulla proprietà (quella acquisita
          legalmente, sulla quale le tasse le hai già
          pagate all'acquisto) devi pagare comunque, anche
          se non hai i soldi nemmeno per mangiare. Sai
          quanti sono in questa condizione ? E sono
          destinati a crescere. Ogni patrimoniale è
          ingiusta in linea di principio, ma se proprio la
          si deve mettere per ragioni eccezionali almeno la
          si metta sulle spalle di chi meglio la può
          sopportare. Invece metteranno l'IMU, che è la
          patrimoniale sui poveri (nel senso che farà del
          male soprattutto a
          questi).


          da una solidarietà di facciata (dove
          starebbe
          la

          solidarietà nel metodo contributivo?) e da un

          La solidarietà è possibile solo se chi ha pagato
          a sufficienza muore prima di avere riscosso. Ma
          se tutti campano tanto e non hanno versato
          abbastanza da mantenersi in pensione così a lungo
          la solidarietà
          finisce.

          Ogni qualvolta uno prende soldi che prima non ha
          messo, c'è qualcun altro che mette soldi che non
          prenderà. Se chi lavora adesso (e sono sempre di
          meno) quel poco che versa va a pagare la pensione
          di chi in pensione c'è adesso, chi mai pagherà la
          pensione a chi attualmente lavora, quando verrà
          il momento ? (*se* verrà il momento, a questo
          punto!). O pensi che lo potranno fare le
          generazioni future, sempre più malpagate, sempre
          più precarie e che non possono nemmeno sognare di
          comprarsi casa
          ?


          contratto finanziario che è la più grande
          truffa

          del secolo (lo cambiano come e quando XXXXX
          gli

          pare e non lo puoi

          rescindere).

          Mi vuoi spiegare come fa uno a versare qualche
          centinaio di euro/mese di INPS per 30 (o anche
          40) anni, andare in pensione a 50 anni e poi
          riscuotere 1000 euro per altri 30 o 35 anni ? Chi
          ce li mette ? Tu
          ?
          Ti rispondo io: si, ce li stai mettendo proprio
          tu (se hai un lavoro), e anch'io! Peccato che non
          ci sarà nessuno che ce li metterà per me o per
          te.

          L'unico meccanismo sostenibile è che tanto versi
          e tanto prendi (certo, rivalutato e con parametri
          vari, ma la sostanza deve essere che prendi
          quello che ci hai messo). Qualsiasi altra cosa
          non è sostenibile. Inoltre, a mio avviso, anche
          se uno ha versato i contributi dovuti la pensione
          non dovrebbe essere qualcosa che uno prende a
          prescindere, ma la dovrebbe prendere solo nella
          misura in cui non abbia altri redditi (case
          affittate, ecc.) tali da consentirgli già di
          vivere dignitosamente. Una specie di "rete di
          salvataggio" per la vecchiaia, come una
          assicurazione RC auto: non è che se non fai
          incidenti te la restituiscono. E se il sistema
          fosse impostato così ci sarebbe anche più spazio
          per fare *vera* solidarietà, ad esempio
          stabilendo che comunque il minimo della "dignità"
          sono, che so, 600 euro/mese, e se non ci arrivi
          in base ai contributi versati ti ci faccio
          arrivare io con un sussidio sociale (e con i
          soldi risparmiati in base a quanto sopra penso si
          potrebbe fare). Alla base c'è sempre e solo una
          cosa: i conti, che devono tornare, in particolare
          quando si parla di soldi, che tutti li vogliono
          Infine, la cosa
          assolutamente intollerabile è che comunque ci sia
          una "casta" che si chiama continuamente fuori dai
          sacrifici che impone al resto del Paese, con
          sistemi pensionistici e retributivi messi
          debitamente al riparo da ogni
          "turbamento".Tanto per essere chiari:http://www.corriere.it/economia/11_dicembre_10/pensioni-i-privilegi-nei-palazzi-del-potere-gian-antonio-stella_bb532eda-22f6-11e1-bcb9-01ae5ba751a6.shtmlQuando nel 1921 ci fu la marcia su Roma, la situazione non doveva essere molto diversa:"Senza i pieni poteri voi sapete benissimo che non si farebbe una lira -dico una lira - di economia."http://www.roberto-crosio.net/didattica_in_rete/Mussolini_bivacco.htm
        • Ozymandias scrive:
          Re: le norme sulla privacy ...
          - Scritto da: Carlo
          Se le tasse le metti sui guadagni, se non
          guadagni non paghi, come è giusto. Quelle già ci sono: fanno parte delle imposte sul reddito.
          Se le tasse le
          metti sulla proprietà (quella acquisita
          legalmente, sulla quale le tasse le hai già
          pagate all'acquisto) devi pagare comunque, anche
          se non hai i soldi nemmeno per mangiare.
          Sai quanti sono in questa condizione ? Pochi. E' inutile che ce la raccontiamo, non esiste che un proprietario di una megavilla non abbia i soldi per pagare le tasse.
          Ogni patrimoniale è
          ingiusta in linea di principio.Al contrario, è giustissima, visto che ad essere tassata è la ricchezza, tant'è che praticamente in tutti i paesi del mondo si applica. Tieni anche conto che, pur se a fasi alterne, la ricchezza immobiliare si rivaluta di anno in anno, quindi investire nell'immobile produce un guadagno.
          sopportare. Invece metteranno l'IMU, che è la
          patrimoniale sui poveri (nel senso che farà del
          male soprattutto a questi).E' per questo che, almeno nella vecchia ICI, c'erano le detrazioni per la prima casa.
          Ogni qualvolta uno prende soldi che prima non ha
          messo, c'è qualcun altro che mette soldi che non
          prenderà. Se chi lavora adesso (e sono sempre di
          meno) quel poco che versa va a pagare la pensione
          di chi in pensione c'è adesso, chi mai pagherà la
          pensione a chi attualmente lavora, quando verrà
          il momento ? (*se* verrà il momento, a questo
          punto!). O pensi che lo potranno fare le
          generazioni future, sempre più malpagate, sempre
          più precarie e che non possono nemmeno sognare di
          comprarsi casa
          ?


          contratto finanziario che è la più grande
          truffa

          del secolo (lo cambiano come e quando XXXXX
          gli

          pare e non lo puoi

          rescindere).

          Mi vuoi spiegare come fa uno a versare qualche
          centinaio di euro/mese di INPS per 30 (o anche
          40) anni, andare in pensione a 50 anni e poi
          riscuotere 1000 euro per altri 30 o 35 anni ? Chi
          ce li mette ? Tu
          ?
          Ti rispondo io: si, ce li stai mettendo proprio
          tu (se hai un lavoro), e anch'io! Peccato che non
          ci sarà nessuno che ce li metterà per me o per
          te.I problemi sono due. Primo, le tante "baby pensioni" degli anni passati che, fortunatamente, sono state abolite, poi tutti i vari carichi previdenziali che sono addossati all'INPS ma non spettano a lui. Mi riferisco, ad esempio, alle pensioni di invalidità ed alle casse integrazione. Le prime andrebbero a carico della fiscalità generale, le seconde andrebbero a carico dell'imprenditoria (visto che sono loro a richiederle ed a guadagnarci).Tieni sempre conto, poi, che in base alle stime dei ministeri si calcola che un anno di pensione sia coperto da due anni di lavoro. Se va in pensione a 60 anni uno che ha lavorato per 40, è coperto fino ad 80 anni e non sono poi tanti quelli che ci arrivano.

          L'unico meccanismo sostenibile è che tanto versi
          e tanto prendi (certo, rivalutato e con parametri
          vari, ma la sostanza deve essere che prendi
          quello che ci hai messo). Qualsiasi altra cosa
          non è sostenibile. In linea di principio sono d'accordo, ma devi pensare anche a chi i contributi non ha POTUTO versarli. Un esempio ? Le casalinghe.
          Inoltre, a mio avviso, anche
          se uno ha versato i contributi dovuti la pensione
          non dovrebbe essere qualcosa che uno prende a
          prescindere, ma la dovrebbe prendere solo nella
          misura in cui non abbia altri redditi (case
          affittate, ecc.) tali da consentirgli già di
          vivere dignitosamente. Una specie di "rete di
          salvataggio" per la vecchiaia, come una
          assicurazione RC auto: non è che se non fai
          incidenti te la restituiscono.Eh, no. Se i soldi li verso, li rivoglio alla fine. Non stiamo parlando di incidenti in macchina, è una cosa un po' diversa.
          E se il sistema
          fosse impostato così ci sarebbe anche più spazio
          per fare *vera* solidarietà, ad esempio
          stabilendo che comunque il minimo della "dignità"
          sono, che so, 600 euro/mese, e se non ci arrivi
          in base ai contributi versati ti ci faccio
          arrivare io con un sussidio sociale (e con i
          soldi risparmiati in base a quanto sopra penso si
          potrebbe fare). Ecco perché ritengo che certi argomenti vadano a carico della fiscalità generale e non di quella contributiva dei lavoratori.
          Alla base c'è sempre e solo una
          cosa: i conti, che devono tornare, in particolare
          quando si parla di soldi, che tutti li vogliono
          ma nessuno ce li vuole mettere. Infine, la cosa
          assolutamente intollerabile è che comunque ci sia
          una "casta" che si chiama continuamente fuori dai
          sacrifici che impone al resto del Paese, con
          sistemi pensionistici e retributivi messi
          debitamente al riparo da ogni "turbamento".E qui sfondi una porta aperta. Il problema è capire di cosa parliamo. Se mi parli dei vitalizi dei politici sono d'accordo, ma se ritieni (come ha detto qualcuno) un privilegio che uno possa andare in pensione a sessant'anni dopo aver lavorato per quaranta, allora non ci siamo.
          • shivan scrive:
            Re: le norme sulla privacy ...
            - Scritto da: Ozymandias
            Pochi. E' inutile che ce la raccontiamo, non
            esiste che un proprietario di una megavilla non
            abbia i soldi per pagare le
            tasse.Io ho una casa di 83 anni fa che è stata costruita dal mio bisnonno ed è di 290mq. Peccato che nessuno nella mia famiglia abbia un reddito più alto di 1240 al mese.Secondo te io sono ricco...la casa è valutata 180mila euro, come un bilocale a Milano...
            Al contrario, è giustissima, visto che ad essere
            tassata è la ricchezza, tant'è che praticamente
            in tutti i paesi del mondo si applica. Tieni
            anche conto che, pur se a fasi alterne, la
            ricchezza immobiliare si rivaluta di anno in
            anno, quindi investire nell'immobile produce un
            guadagno.La mia casa (quella sopra) non è aumentata di valore negli ultimi 10 anni, anzi, in realtà ne ha perso un po'...Investire produce guadagno se è un ivestimento reale...se paghi il muto (per esempio) non è un investimento, ma un problema...
            In linea di principio sono d'accordo, ma devi
            pensare anche a chi i contributi non ha POTUTO
            versarli. Un esempio ? Le
            casalinghe.La casalinga non è un lavoro. Se vivi da solo i mestieri e da mangiare te li fai da solo! Allora voglio la doppia pensione!!La casalinga è una disoccupata o mantenuta, non una lavoratrice. A meno che, tu, non intenda lavoro il non fare nulla di socialmente utile senza retribuzione (o con i soldi del marito!)...
            Eh, no. Se i soldi li verso, li rivoglio alla
            fine. Non stiamo parlando di incidenti in
            macchina, è una cosa un po'
            diversa.Allora fammi ridare i miei 20mila euro dall'assicurazione dopo 30 anni senza incidenti, anzi, fammi riavere in serizi al cittadino tutte le mie tasse!!!
          • Carlo scrive:
            Re: le norme sulla privacy ...
            - Scritto da: Ozymandias
            - Scritto da: Carlo

            Se le tasse le

            metti sulla proprietà (quella acquisita

            legalmente, sulla quale le tasse le hai già

            pagate all'acquisto) devi pagare comunque,
            anche

            se non hai i soldi nemmeno per mangiare.

            Sai quanti sono in questa condizione ?

            Pochi. E' inutile che ce la raccontiamo, non
            esiste che un proprietario di una megavilla non
            abbia i soldi per pagare le
            tasse.E chi ha parlato di megavilla ? Due Italiani su tre hanno la casa di proprietà, è nel 90% dei casi non è certo una megavilla, e in molti casi è gravata dal mutuo.


            Ogni patrimoniale è

            ingiusta in linea di principio.

            Al contrario, è giustissima, visto che ad essere
            tassata è la ricchezza, tant'è che praticamente
            in tutti i paesi del mondo si applica. Tieni
            anche conto che, pur se a fasi alterne, la
            ricchezza immobiliare si rivaluta di anno in
            anno, quindi investire nell'immobile produce un
            guadagno.No, il guadagno si concretizza se/quando il bene lo rivendi, e a quel punto ci pagherai le tasse, come è giusto, non prima. Altrimenti cadiamo nel paradosso che già non riesci a pagare il mutuo, magari fai pure fatica a mangiare, e in più se non paghi l'ICI ti sequestrano la casa. Sai quante famiglie e pensionati sono in questa condizione ? Ho tu identifichi sempre casa = megavilla = straricco ? E` come per il bollo auto: se tu non hai soldi un tempo potevi decidere che per un po' non avresti usato l'auto. Ora non più, e se non paghi te la sequestrano, che sia una Porche o una (ben più diffusa) Fiat Panda.Ovviamente non parlo dei casi in cui la ricchezza sia frutto di evasione fiscale, perché quella è un'altra faccenda. Anzi, il mettere patrimoniali su tutti è proprio una palese ammissione che lo Stato non riesce a far pagare gli evasori, e quindi "spara nel mucchio".


            sopportare. Invece metteranno l'IMU, che è la

            patrimoniale sui poveri (nel senso che farà
            del

            male soprattutto a questi).

            E' per questo che, almeno nella vecchia ICI,
            c'erano le detrazioni per la prima
            casa.Ah, ci saranno anche nella nuova, peccato che questa sarà più salata, mentre stipendi e pensioni si riducono. E poi, sai com'è, le detrazioni su una gabella sono il classico "oltre al danno, la beffa". "Ma come è buono Lei ..." avrebbe detto il mitico Ugo Fantozzi.
            I problemi sono due. Primo, le tante "baby
            pensioni" degli anni passati che, fortunatamente,
            sono state aboliteMi sa di no, non per tutti, siamo in Italia. Sul Corriere c'era scritto che in Sicilia ci sono ancora.
            poi tutti i vari carichi
            previdenziali che sono addossati all'INPS ma non
            spettano a lui. Mi riferisco, ad esempio, alle
            pensioni di invalidità ed alle casse
            integrazione. Le prime andrebbero a carico della
            fiscalità generale, le seconde andrebbero aSu questo concordo, qui non è previdenza ma assistenza, che dovrebbero essere separate.
            carico dell'imprenditoria (visto che sono loro a
            richiederle ed a
            guadagnarci).La mitica "imprenditoria" è fatta dal pochi che ce la fanno, e da molti che falliscono (davvero, non per finta, e dopo essersi giocati pure la casa). Specie poi di questi tempi.


            L'unico meccanismo sostenibile è che tanto

            versi

            e tanto prendi (certo, rivalutato e con

            parametri

            vari, ma la sostanza deve essere che prendi

            quello che ci hai messo). Qualsiasi altra
            cosa

            non è sostenibile.

            In linea di principio sono d'accordo, ma devi
            pensare anche a chi i contributi non ha POTUTO
            versarli. Un esempio ? Le
            casalinghe.Certo, ma quello fa ancora parte dell'assistenza, non della previdenza. Quindi andrebbe affrontato con strumenti diversi, nei limiti dei soldi che ci sono per queste cose. E poi è chiaro che una normativa seria incentrata sul contributivo non è che la possiamo stabilire tu ed io qui, ma il principio ispiratore di una (indispensabile) riforma deve essere quello.


            Inoltre, a mio avviso, anche

            se uno ha versato i contributi dovuti la
            pensione

            non dovrebbe essere qualcosa che uno prende a

            prescindere, ma la dovrebbe prendere solo
            nella

            misura in cui non abbia altri redditi (case

            affittate, ecc.) tali da consentirgli già di

            vivere dignitosamente. Una specie di "rete di

            salvataggio" per la vecchiaia, come una

            assicurazione RC auto: non è che se non fai

            incidenti te la restituiscono.

            Eh, no. Se i soldi li verso, li rivoglio alla
            fine. Non stiamo parlando di incidenti in
            macchina, è una cosa un po'
            diversa.Secondo me non è poi diversa. Comunque, se tutto va a gonfie vele puoi anche dare soldi a tutti, ma se "la coperta è corta" puoi anche adottare misure più drastiche, e se uno ha altri redditi significativi potresti anche non dargli la pensione, o dargliela solo come "integrazione al minimo". Meglio non dare la pensione a chi può farne a meno senza alcuno sforzo, e recuperare risorse per il sociale. Così non "fai male a nessuno", anzi.
    • rinolt scrive:
      Re: le norme sulla privacy ...
      - Scritto da: Carlo
      ... sono uno dei tanti carrozzoni all'italiana.
      La legge la si poteva risolvere in due righe, e
      sarebbe stata pure più efficace. Invece ne hanno
      fatto un monumento farraginoso, un mostro di
      burocrazia come tanti altri, e prima lo smontano
      e meglio è.MI domando se la conosci se l'hai mai applicata o se ti sei limitato a usare moduli idoti sparsi in giro , in tal caso ti capisco.La norma è molto particolare per diversi aspetti- diversamente dalle altre è di sostanza e non di forma- diversamente dalle leggi che vengoo fate affinchè un accadimento non si ripeta questa gestisce lo sviluppo futuro in un settore dove neanche il compianto jobs sapeva fare previsioni crte.- mette ordine e offre opportunità di autodifesa nel patrimonio informativ aziendale oggi un bene fondamentale. Lo stesos capito per la legge visentini che detto le regole di gestione dei magazzini le quali partendo da una richiesta fiscale hanno permesso di introdurre concettyi gestionali oggi fondamentali nell'economia di molti .Sparare va bene ma prima almeno ragionate.
      • silvan scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        Caro rinolt solo tu e Dio vi capite, o forse solo Dio. Non sarai per caso un burocrate?
        • rinolt scrive:
          Re: le norme sulla privacy ...
          - Scritto da: silvan
          Caro rinolt solo tu e Dio vi capite, o forse solo
          Dio. Non sarai per caso un
          burocrate?Non sono un burocrate , non sono dio e neanche berlusconi . sono solo uno che medita pensa agisce e non spara a vuoto
      • Carlo scrive:
        Re: le norme sulla privacy ...
        - Scritto da: rinolt

        MI domando se la conosci se l'hai mai applicata o
        se ti sei limitato a usare moduli idoti sparsi in
        giro , in tal caso ti
        capisco.Ho cercato di applicarla ma mi sono reso conto che anche stavolta la burocrazia ha avuto la meglio. Come definiresti tu una legge che prescrive come debbano essere gestite le password ? che dice addirittura di metterle in cassaforte, cambiarle ogni 6 mesi, ed altre simili amenità ? e se uno usa l'autenticazione biometrica che fa ? mette in cassaforte il dito ? o la pupilla ? oppure li cambia ogni 6 mesi ?Una legge dovrebbe limitarsi a dare linee guida. Bastava dire: "chiunque tratta dati personali deve indicare il nome di un responsabile a cui il titolare di tali dati può rivolgersi per esercitare i propri diritti, che sono ... questo ... quello ... e quest'altro". punto. E invece no, c'è il titolare, il responsabile, l'incaricato, sua nonna, e poi le password vanno fatte così e così, e vanno cambiate cosà, e poi il DPS, e deve avere data certa, ecc, ecc, ecc. Risultato: di privacy ne abbiamo sempre di meno e ognuno con i miei dati fa quel caxxo che gli pare, se li rivende, ecc.
        • Ozymandias scrive:
          Re: le norme sulla privacy ...
          - Scritto da: Carlo
          - Scritto da: rinolt



          MI domando se la conosci se l'hai mai
          applicata
          o

          se ti sei limitato a usare moduli idoti
          sparsi
          in

          giro , in tal caso ti

          capisco.

          Ho cercato di applicarla ma mi sono reso conto
          che anche stavolta la burocrazia ha avuto la
          meglio. Come definiresti tu una legge che
          prescrive come debbano essere gestite le password
          ? che dice addirittura di metterle in cassaforte,
          cambiarle ogni 6 mesi, ed altre simili amenità ?
          e se uno usa l'autenticazione biometrica che fa ?
          mette in cassaforte il dito ? o la pupilla ?
          oppure li cambia ogni 6 mesi ?La definirei una legge che mette per iscritto quelle che dovrebbero essere le pratiche corrette di un amministratore di sistema, cosa che mi pare tu non sia. Se poi leggi attentamente la norma (dlg 196/2003), vedrai che esiste una distinzione tra caratteristica biometrica e parola chiave. La seconda va cambiata ogni sei mesi e va tenuta segreta, la prima no (allegato B, art. 2).

          Una legge dovrebbe limitarsi a dare linee guida.
          Bastava dire: "chiunque tratta dati personali
          deve indicare il nome di un responsabile a cui il
          titolare di tali dati può rivolgersi per
          esercitare i propri diritti, che sono ... questo
          ... quello ... e quest'altro". punto.Eh, già, facciamo le cose alla carlona come al solito, poi vengono fuori i XXXXXX e a prendere l'uccello padulo c'è sempre il solito responsabile prestanome che magari manco sa come si accende il monitor...
          E invece
          no, c'è il titolare, il responsabile,
          l'incaricato, sua nonna, e poi le password vanno
          fatte così e così, e vanno cambiate cosà, e poi
          il DPS, e deve avere data certa, ecc, ecc, ecc.
          Risultato: di privacy ne abbiamo sempre di meno e
          ognuno con i miei dati fa quel caxxo che gli
          pare, se li rivende, ecc.Questo è quello che succede quando l'ignoranza va a braccetto col qualunquismo. La verità è che, con questa impostazione legislativa, se i miei dati vengono trafugati nessuno può invocare scuse, perché tutto è definito dettagliatamente, senza lasciare troppe zone grigie come succede di solito. Ti complica la vita ? Mi spiace, ma quello che fa in realtà è dirti di comportarti come dovresti già fare di tuo, se sai fare il tuo lavoro.
          • Carlo scrive:
            Re: le norme sulla privacy ...
            - Scritto da: Ozymandias
            solito. Ti complica la vita ? Mi spiace, ma
            quello che fa in realtà è dirti di comportarti
            come dovresti già fare di tuo, se sai fare il tuo
            lavoro.Siamo in Italia, e le tante leggi come questa complicano la vita a chi le rispetta, senza nulla riuscire ad impedire a chi non le rispetta. Inoltre siamo attenti a voler complicare la vita alle aziende a tutti i costi, perché a portare un call-centre in India ci vuol poco (e con il VoIP non costa un caxxo), e infatti lo fanno. Dopodiché con i soldi della disoccupazione (se te la danno, perché magari il call-centre ti faceva pure lavorare con chissà quale schifo di contratto) vai a far causa a quello che ti rompe le scatole al telefono. Auguri. E` giusto che facciano così ? No. Lo fanno comunque ? Si.
          • ... scrive:
            Re: le norme sulla privacy ...
            Infatti il problema e' proprio questo, complicando la vita alle aziende ci rimettono solo le piccole attivita'... le grandi attivita' aprono all'estero e lavorano ugualente fregandosene delle leggi italiane.Un esempio, oltre i call center, sono i negozi online, e' ridicolo che per aprire un negozio online devo comunicare al comune l'apertura... All'estero ci sono persone, anche casalinghe, che si aprono il loro negozietto online (usando vari servizi che offrono negozi gia' pronti) e vendono... pagando le tasse sul venduto e senza troppe seghe mentali... basta mettere chiaramente sul sito Chi sei, Dove sei e Come contattarti....Se il negozio non va bene si chiude, basta...Qui per aprire un negozio online devi essere una societa', devi comunicarlo al comune, troppo complicato, cosi' i soldi non si muovono, non circolano e le potenzialita' del web in Italia sono nulle....Non regge nessun discorso su affidabilita' di una ditta in confronto ad un privato, ne sno un esempio le tante truffe di societa' finte...
          • Carlo scrive:
            Re: le norme sulla privacy ...
            Perfetto, meglio di così non potevi esprimerti, quoto tutto.
  • pippo scrive:
    monti
    vattene prima che te fanno la pelle perche hai rotto il c........a mi auguro che il male del secolo non ti piglia in testa alle palle e al buco del XXXX . brutto XXXXXXXX monti
  • Rosangela scrive:
    FINALMENTE CHIAREZZA!
    Anche se è in legalese, l'articolo è molto chiaro.Personalmente lo trovo utile davvero!Complimenti!
  • cognome scrive:
    Manca la crescita
    Mancano le misure per la crescita.Non solo per i giovani, ma anche per molte altre persone (compreso il sottoscritto) che aspettano l'occasione buona per fare impresa individuale.Senza sgravi fiscali e agevolazioni, non se ne fa nulla.Per manovre alla caxxo di cane come quella del passato in cui dapprima la "minimum tax" e poi il "condono fiscale", ho dovuto chiudere la mia ditta, perchè mi hanno letteralmente SPOLPATO.La minimum tax l'ho dovuta pagare per forza, ma il condono fiscale l'ho rimandato indietro nel sedere al mittente.Brutti ladri matricolati che non siete altro.Altrochè finte lacrimuccie.C'è chi non piange mai, non ho mai pianto per le difficoltà.Ma ogni giorno era sempre piu pesante, sempre piu tasse.Ho dovuto chiudere, brutti pezzi di XXXXX.Contenti?
  • Tecnico scrive:
    W i bocconiani
    Qualcuno si attendeva di meglio da un bocchi....ehm....cconiano?No dico, la Bocconi, un covo di figli di papà, con dei cervelli minuscoli!!!!!!!!!???????Da quando esiste questo pseudo-governo non ne ha fatta una giusta, non vi è alcuna discontinuità con il malgoverno degli ultimi anni (30 anni).In pratica è ancora B che comanda, questo è evidente soprattutto dal beauty contest sulle frequenze che va avanti nonostante la necessità di far cassa.La differenza è che nascondendosi dietro Monti, B può far tutte le XXXXXte e facendo sembrare che il lavoro sXXXXX non lo ha fatto lui.Mi vien da ridere poi quando si proclama ad alta voce e a reti unificate che il ridicolo vecchietto tennico rinuncia all'indennità di Ministro. Tale indennità, poiché il tennico è già Senatore, è solo 2500 ....che terribile sacrificio eh? Perché non rinunciava allo stipendio da Senatore tra i due???? Mi prudono le mani e non vedo loro di fargliele assaggiare.Speriamo che questo paese di capre si svegli presto.
    • bubba scrive:
      Re: W i bocconiani
      - Scritto da: Tecnico
      Qualcuno si attendeva di meglio da un
      bocchi....ehm....cconiano?
      No dico, la Bocconi, un covo di figli di papà,
      con dei cervelli
      minuscoli!!!!!!!!!???????

      Da quando esiste questo pseudo-governo non ne ha
      fatta una giusta, non vi è alcuna discontinuità
      con il malgoverno degli ultimi anni (30
      anni).
      In pratica è ancora B che comanda, questo è
      evidente soprattutto dal beauty contest sulle
      frequenze che va avanti nonostante la necessità
      di farsensate le critiche generali, ma COSA c'entrano col caso di specie?Anche se questa robba e' scritta in legalese, a me SEMBRA di vederci una cosa abbastanza ininfluente (per noi).... io ci leggo "le persone giuridiche hanno meno vincoli nel farsi/ricevere marketing spam & collateralmente avranno meno fastidi nel compilare quelle inutili scartoffie sulla privacy". Poi ci leggo "pero' non cambieranno i vincoli per gli elenchi di telemarketing", che e' ancora piu ambiguo... pero' anche qui non ravviso cose incredibili... nel senso che grazie al Nano quelle norme fanno schifo,e continueranno a rimanere tali.
      • rinolt scrive:
        Re: W i bocconiani
        - Scritto da: bubba

        Anche se questa robba e' scritta in legalese, a
        me SEMBRA di vederci una cosa abbastanza
        ininfluente (per noi).... io ci leggo "le persone
        giuridiche hanno meno vincoli nel farsi/ricevere
        marketing spam & collateralmente avranno meno
        fastidi nel compilare quelle inutili scartoffie
        sulla privacy". Le inuti scaroffie , come dici tu, sono solo un'errata applicazione della norma da parte di soggetti che poco capiscono di organizzazione e leggi collegate. Penso solo all'informativa che mai e ripeto MAI è stato detto di inviarla o addirittura farsela firmare; neanche con la 675.Questa modifica ha tolto non gli eventuali obbighi a cui pensi , DPS , Nomine etc ma ha eliminaot i diritti di tutela . Se ad esempio come ditta affido il mio pc con dentro miei dati ad uno ch efa manutenzioen e questi perde tutto io non posso piu usare la 196 per avere il giusto risarcimento.Se un dipendente ruba le mie banche dati non posso piu tetelarmi in sede civile ovvero ho molte piu difficolta a farlo.Quindi come soggetto giuridico mi rimangono gli obblighi di tutela, le misure minime etc ma perdo il diritto a difendermi.Cittadini di serie A e cittadini di serie B Chiaro adesso?Rino
        • panda rossa scrive:
          Re: W i bocconiani
          - Scritto da: rinolt

          Se ad esempio come ditta affido il mio pc con
          dentro miei dati ad uno ch efa manutenzioen e
          questi perde tutto io non posso piu usare la 196
          per avere il giusto
          risarcimento.Se tu come ditta affidi il tuo PC con dentro i tuoi dati a uno che fa manutenzione e quello li perde, e tu non hai il backup, tu hai sbagliato mestiere! La zappa ci vuole per quelli che non fanno il backup!
          • rinolt scrive:
            Re: W i bocconiani
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: rinolt




            Se ad esempio come ditta affido il mio pc con

            dentro miei dati ad uno ch efa manutenzioen e

            questi perde tutto io non posso piu usare la
            196

            per avere il giusto

            risarcimento.

            Se tu come ditta affidi il tuo PC con dentro i
            tuoi dati a uno che fa manutenzione e quello li
            perde, e tu non hai il backup, tu hai sbagliato
            mestiere! La zappa ci vuole per quelli che non
            fanno il
            backup!E tu ,permettimi sei il solito troll Credi relamente che tutti gli utilizzaotri di pc sappiano che fare? Ci sono milgioni di soggetti che posseggono la patente per guidare e pochi lo sanno fare , figuriamoci usare un pc dove neanche i corsi sono necessari.Non so se sei un tecnico ma se lo sei e ragioni cosi sei di bassissimo livello
          • panda rossa scrive:
            Re: W i bocconiani
            - Scritto da: rinolt
            E tu ,permettimi sei il solito troll Grazie. Lo prendo come un complimento, visto da dove arriva...
            Credi relamente che tutti gli utilizzaotri di pc
            sappiano che fare? Certo che no. Ma se tu corri a testa bassa contro un muro e poi ti rompi le corna, non puoi mica lamentarti se tutta la gente ride e pensa che tu sia un idiota.
            Ci sono milgioni di soggetti
            che posseggono la patente per guidare e pochi lo
            sanno fare , figuriamoci usare un pc dove neanche
            i corsi sono
            necessari.L'informatica e' come la legge: non ammette ignoranza.
            Non so se sei un tecnico ma se lo sei e ragioni
            cosi sei di bassissimo
            livelloTu invece sei un utente permaloso, che non solo non sa usare il computer, ma si vanta pure di questo.Arrangiati!
          • rinolt scrive:
            Re: W i bocconiani
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: rinolt


            E tu ,permettimi sei il solito troll

            Grazie. Lo prendo come un complimento, visto da
            dove
            arriva...


            Credi relamente che tutti gli utilizzaotri
            di
            pc

            sappiano che fare?

            Certo che no. Ma se tu corri a testa bassa contro
            un muro e poi ti rompi le corna, non puoi mica
            lamentarti se tutta la gente ride e pensa che tu
            sia un
            idiota.


            Ci sono milgioni di soggetti

            che posseggono la patente per guidare e
            pochi
            lo

            sanno fare , figuriamoci usare un pc dove
            neanche

            i corsi sono

            necessari.

            L'informatica e' come la legge: non ammette
            ignoranza.


            Non so se sei un tecnico ma se lo sei e
            ragioni

            cosi sei di bassissimo

            livello

            Tu invece sei un utente permaloso, che non solo
            non sa usare il computer, ma si vanta pure di
            questo.
            Arrangiati!hai perfettamente ragione sono un utonto che non conosce l'informatica neanche il bit figuriamoci poi tutto il resto aspetta come li chiamate voi memorie hardisk ( mazza altro di duro no?) video ma si quelle cose che appena togli l'elettricità finiscono nel nulla che non funzionano mai perchè un ignorante di programmatore non sa neanche scrivere due piu due, si hai ragione io i topi li do al gatto mica li prendo in mano in mano preferisco prendere due tette a 37 gradi sode e morbidose altro che usare le Trumpet Winsock (ma che razza di nomi); hai proprio ragione . Sai cosa farci con il calzino?
          • sbrotfl scrive:
            Re: W i bocconiani
            - Scritto da: rinolt
            hai perfettamente ragione sono un utonto che non
            conosce l'informatica neanche il bit figuriamoci
            poi tutto il resto aspetta come li chiamate voi
            memorie hardisk ( mazza altro di duro no?) video
            ma si quelle cose che appena togli l'elettricità
            finiscono nel nulla che non funzionano mai perchè
            un ignorante di programmatore non sa neanche
            scrivere due piu due, si hai ragione io i topi li
            do al gatto mica li prendo in mano in mano
            preferisco prendere due tette a 37 gradi sode e
            morbidose altro che usare le Trumpet Winsock (ma
            che razza di nomi); hai proprio ragione .

            Sai cosa farci con il calzino?O Dio... se ti risparmiavi questo post facevi più bella figura...
          • Funz scrive:
            Re: W i bocconiani
            - Scritto da: rinolt
            hai perfettamente ragione sono un utonto che non
            conosce l'informatica neanche il bit figuriamoci
            poi tutto il resto aspetta come li chiamate voi
            memorie hardisk ( mazza altro di duro no?) video
            ma si quelle cose che appena togli l'elettricità
            finiscono nel nulla che non funzionano mai perchè
            un ignorante di programmatore non sa neanche
            scrivere due piu due, si hai ragione io i topi li
            do al gatto mica li prendo in mano in mano
            preferisco prendere due tette a 37 gradi sode e
            morbidose altro che usare le Trumpet Winsock (ma
            che razza di nomi); hai proprio ragione .Te il camion che porta le tue merci lo fai guidare a un autista o lo dai al primo che capita, alla bisogna lo guidi tu?E allora perché i sistemi informatici non li fai gestire a chi ne sa? Perché costa? Allora perché non sei rimasto alla macchina da scrivere più carta carbone?
    • r1348 scrive:
      Re: W i bocconiani
      Che Monti sia manovrato e risponda a ben precisi interessi è cosa nota, che ci sia Berlusconi dietro ne dubito. Ti ricordo che Monti ha ricevuto la (molto democratica) investitura da Napolitano, che certo non è un berluscones, ed inoltre il suo curriculum (CE, Trilateral, Bildberg, Goldman-Sachs) rende evidente il fronte a cui appartiene. E se non bastasse, guardate la manovra "salva-Italia": chi paga?
      • Tecnico scrive:
        Re: W i bocconiani
        Giustissimo ciò che scrivi ma dimentichi che, piaccia o no alla mummia Napolitano, B ha un'influenza devastante sull'attuale "governo" perché senza i voti dei berluscones non passa neanche un decimo della manovra.Quindi B tiene per le palle M che gli deve dare più che il contentino.
      • Wolf01 scrive:
        Re: W i bocconiani
        La manovra salva banche vorrai dire...
Chiudi i commenti