Google dirottato in Cina

Lo denunciano alcuni esperti: i cinesi che digitano le URL dei motori di ricerca occidentali finiscono sul concorrente locale, Baidu

Roma – Ci sarebbe una sorta di ripicca internazionale dietro la scelta cinese di impedire agli utenti locali di usare le versioni cinesi di motori di ricerca occidentali, come Google.cn: stando a quanto denunciato nelle scorse ore alla Search Engine Roundatable da un esperto, gli utenti cinesi che cercano di accedere a Google e compagnia bella vengono “dirottati” su Baidu, il motore di ricerca locale.

L’idea è che un riconoscimento assegnato dal Congresso statunitense al Dalai Lama, leader spirituale tibetano in esilio e testimonianza vivente dei gravissimi abusi militari e politici del regime pechinese, possa aver irritato le permalose autorità comuniste cinesi. Il tutto era stato peraltro condito da una dichiarazione del presidente americano George W. Bush che, apparso in pubblico col Dalai Lama, ha auspicato la fine della repressione religiosa in Cina.

Ne parla Physorg.com , secondo cui ragioni ufficiali del webjacking non sono state fornite. Non sarebbe peraltro la prima volta che Pechino utilizza strumenti “alternativi” per dimostrare ai partner occidentali la propria irritazione per certi comportamenti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Vito scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    Sbagliato.Il relativismo culturale è quella corrente di pensieri che dice che non esistono "bene" o "male", ma solo punti di vista.Quindi ora verrò a derubarti e ucciderti. Dal mio punto di vista, è bene.
  • Paura e Incertezza 2 scrive:
    Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
    Ho letto con dispiacere le risposte al precedente topic, e ho trovato un esercizio sterile della personalità di alcuni che non hanno voluto (o potuto vedere il problema).Focalizziamo il problema: a)cosè la censura e come si verificab)cosè la prevenzione e linterdizione dei reati (pedofilia, gioco dazzardo illegale, etc. .)c)cosè la libertà di fruizione della rete (opinabile)La censura è la condanna di una dottrina; fatto, avvenimento; condotta; di una azione per vie di fatto o listigazione a questa. La censura in democrazia è uno strumento, e non può essere che solo uno strumento se si vuole rimanere nel campo delle democrazie conosciute, essa deve essere esponenza e non già supponenza della cultura, etica, morale, libertà di un popolo costituitosi in regime democratico. Essa deve essere amministrata, codificata, evoluta e adattata a tutti i campi del progresso dello stesso popolo a cui si rivolge (invertito: la censura deve essere espressione della volontà di un popolo, che non la deve subire ma regolamentare, controllare, rettificare,. . . .). Può essere codificata meccanicamente la censura (firewall) ?NO!Ci vuole il controllo umano, non meccanico, ci vogliono persone qualificate, non impiegati con liste di proscrizione, ci vogliono dei responsabili, non dei porta ordini.La censura riguarda campi sensibilissimi: pedopornografia ( lo metto per primo così faccio contenti i para. . .), la politica, la fruizione dellinformazione, la possibilità del confronto, la premessa per indire un confronto cosa ancora più sensibile, la denuncia, la delazione, etc. , che spesso non trovano spazio nei canali convenzionali di divulgazione per motivi economici, politici, culturali, sindacali, etc. Come vedete molte cose si intrecciano e lunica che pare non intrecciarsi affatto è la lotta alla pedofilia nelle sue varie espressioni.La prevenzione di reati particolari contro le masse (di bambini) la si effettua non censurando così ottenendo solo lo spostamento dello spazio e del tempo del reato ma studiando il fenomeno criminale nella sua natura intrinseca ed estrinseca con strumenti umani (ad opera di persone) che incontrano nel loro operato la disciplina stabilita e la legge riconosciuta, e in caso contrario passibili di azione conoscitiva se non anche disciplinare.Evitando di entrare nel merito legale per non allungare troppo il post, perseguire chi effettua laccesso a siti di riprovata ostilità verso la legge riconosciuta, in maniera meccanica, senza accertare (nei modi stabiliti = indagine) che tale accesso aveva nelle intenzioni il compimento prossimo od avvenire del reato, è censura pericolosa! Ẻ un precedente che non si può accettare, perche non è contestabile, è massificabile, e può essere esteso anche ad altri campi, nel quadro della fruizione alla rete, che non sono/sarebbero riconosciuti di censura dal popolo costituitosi in regime democratico.Si può amministrare la censura? Ẻ difficilissimo.La libertà di fruizione dellinformazione della rete è, forse, di questi tempi, più importante che non la ordinaria carta stampata, essendo la prima quasi svincolata da ordini economici strutturali e strutturati nella divulgazione (vedi caso Cina). Accettare la censura anziché promuovere il collaudato strumento chirurgico dellindagine, è pericoloso! E penso di averlo spiegato bene da un punto di vista diverso ma affine a quello di M. Calamari.P.s. Vi prego di lasciare i personalismi, le diatribe personali e la voglia di emergere con le polemiche ad altri post. Non è necessario scrivere a seguito delle mie opinioni, basta leggerle, non mi interessa il numero delle risposte, la qualità soltanto.Nellaltro post nessuno ha sollevato un confronto sullargomento, forse non lho focalizzato bene, forse era troppo lungo per che ha l enter veloce.Ciao Marco, e grazie tante per il Tuo tempo prezioso che ci dedichi senza pregiudizi.P.s. II Stiamo ancora spettando unaltra lezione con conducente. . . .
    • Marco Balestri scrive:
      Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza


      La libertà di fruizione dellinformazione della
      rete è, forse, di questi tempi, più importante
      che non la ordinaria carta stampata, essendo la
      prima quasi svincolata da ordini economici
      strutturali e strutturati nella divulgazione
      (vedi caso Cina). Accettare la censura anziché
      promuovere il collaudato strumento chirurgico
      dellindagine, è pericoloso! E penso di averlo
      spiegato bene da un punto di vista diverso ma
      affine a quello di M.
      Calamari.
      Nessuno ti impedisce di fruire dell'informazione, semplicemente non è tecnicamente possibile farlo realmente, devi però, questo sì, rendere esplicita e palese questa tua intenzione chiedendo esplicita autorizzazione all'autorità competente oppure prendendotene tutte le responsabilità, civili e penali
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
        - Scritto da: Marco Balestri



        La libertà di fruizione dellinformazione della

        rete è, forse, di questi tempi, più importante

        che non la ordinaria carta stampata, essendo la

        prima quasi svincolata da ordini economici

        strutturali e strutturati nella divulgazione

        (vedi caso Cina). Accettare la censura anziché

        promuovere il collaudato strumento chirurgico

        dellindagine, è pericoloso! E penso di averlo

        spiegato bene da un punto di vista diverso ma

        affine a quello di M.

        Calamari.



        Nessuno ti impedisce di fruire dell'informazione,
        semplicemente non è tecnicamente possibile farlo
        realmente, devi però, questo sì, rendere
        esplicita e palese questa tua intenzione
        chiedendo esplicita autorizzazione all'autorità
        competente oppure prendendotene tutte le
        responsabilità, civili e
        penaliOppure puoi non essere d'accordo con la legge perché la ritieni un'inutile caccia alle streghe e dirlo. Oppure ancora puoi non essere d'accordo con i mezzi usati e dirlo.
        • Artax scrive:
          Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da: Marco Balestri





          La libertà di fruizione dellinformazione
          della


          rete è, forse, di questi tempi, più importante


          che non la ordinaria carta stampata, essendo
          la


          prima quasi svincolata da ordini economici


          strutturali e strutturati nella divulgazione


          (vedi caso Cina). Accettare la censura anziché


          promuovere il collaudato strumento chirurgico


          dellindagine, è pericoloso! E penso di averlo


          spiegato bene da un punto di vista diverso ma


          affine a quello di M.


          Calamari.






          Nessuno ti impedisce di fruire
          dell'informazione,

          semplicemente non è tecnicamente possibile farlo

          realmente, devi però, questo sì, rendere

          esplicita e palese questa tua intenzione

          chiedendo esplicita autorizzazione all'autorità

          competente oppure prendendotene tutte le

          responsabilità, civili e

          penali

          Oppure puoi non essere d'accordo con la legge
          perché la ritieni un'inutile caccia alle streghe
          e dirlo. Oppure ancora puoi non essere d'accordo
          con i mezzi usati e
          dirlo.E allora fallo wakko, presentati con nome e cognome ed esprimi quello che tu consideri il "diritto alla pedofilia", intendo su SOGGETTI REALI, in carne ed ossa, non virtuali o quant'altro..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri







            La libertà di fruizione dellinformazione

            della



            rete è, forse, di questi tempi, più
            importante



            che non la ordinaria carta stampata, essendo

            la



            prima quasi svincolata da ordini economici



            strutturali e strutturati nella divulgazione



            (vedi caso Cina). Accettare la censura
            anziché



            promuovere il collaudato strumento
            chirurgico



            dellindagine, è pericoloso! E penso di
            averlo



            spiegato bene da un punto di vista diverso
            ma



            affine a quello di M.



            Calamari.









            Nessuno ti impedisce di fruire

            dell'informazione,


            semplicemente non è tecnicamente possibile
            farlo


            realmente, devi però, questo sì, rendere


            esplicita e palese questa tua intenzione


            chiedendo esplicita autorizzazione
            all'autorità


            competente oppure prendendotene tutte le


            responsabilità, civili e


            penali



            Oppure puoi non essere d'accordo con la legge

            perché la ritieni un'inutile caccia alle streghe

            e dirlo. Oppure ancora puoi non essere d'accordo

            con i mezzi usati e

            dirlo.


            E allora fallo wakko, presentati con nome e
            cognome ed esprimi quello che tu consideri il
            "diritto alla pedofilia", intendo su SOGGETTI
            REALI, in carne ed ossa, non virtuali o
            quant'altro..Il fatto che io non sia d'accordo con la legge sul pedoporno non significa che io sia d'accordo con lo sfruttamento sessuale dei bambini. Il fatto che io non sia d'accordo con la legge sull'AOC non significa che io sia d'accordo con lo stupro.Non ho inoltre NESSUN OBBLIGO a postare con nome e cognome, non perché io non abbia il coraggio di dire ciò che penso, ma solo perché conosco voi maniaci e come agite.Quello che ho detto lo possono leggere tutti, non serve la tua interpretazione.
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri









            La libertà di fruizione dellinformazione


            della




            rete è, forse, di questi tempi, più

            importante




            che non la ordinaria carta stampata,
            essendo


            la




            prima quasi svincolata da ordini economici




            strutturali e strutturati nella
            divulgazione




            (vedi caso Cina). Accettare la censura

            anziché




            promuovere il collaudato strumento

            chirurgico




            dellindagine, è pericoloso! E penso di

            averlo




            spiegato bene da un punto di vista diverso

            ma




            affine a quello di M.




            Calamari.












            Nessuno ti impedisce di fruire


            dell'informazione,



            semplicemente non è tecnicamente possibile

            farlo



            realmente, devi però, questo sì, rendere



            esplicita e palese questa tua intenzione



            chiedendo esplicita autorizzazione

            all'autorità



            competente oppure prendendotene tutte le



            responsabilità, civili e



            penali





            Oppure puoi non essere d'accordo con la legge


            perché la ritieni un'inutile caccia alle
            streghe


            e dirlo. Oppure ancora puoi non essere
            d'accordo


            con i mezzi usati e


            dirlo.





            E allora fallo wakko, presentati con nome e

            cognome ed esprimi quello che tu consideri il

            "diritto alla pedofilia", intendo su SOGGETTI

            REALI, in carne ed ossa, non virtuali o

            quant'altro..

            Il fatto che io non sia d'accordo con la legge
            sul pedoporno non significa che io sia d'accordo
            con lo sfruttamento sessuale dei bambini. Il
            fatto che io non sia d'accordo con la legge
            sull'AOC non significa che io sia d'accordo con
            lo
            stupro.

            Non ho inoltre NESSUN OBBLIGO a postare con nome
            e cognome, non perché io non abbia il coraggio di
            dire ciò che penso, ma solo perché conosco voi
            maniaci e come
            agite.

            Quello che ho detto lo possono leggere tutti, non
            serve la tua
            interpretazione.Hai detto di essere d'accordo sui rapporti sessuali tra adulti e bambini, quando, parole tue, non c'è "violenza"Questo per te non sarebbe sfruttamento giusto ?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri











            La libertà di fruizione
            dellinformazione



            della





            rete è, forse, di questi tempi, più


            importante





            che non la ordinaria carta stampata,

            essendo



            la





            prima quasi svincolata da ordini
            economici





            strutturali e strutturati nella

            divulgazione





            (vedi caso Cina). Accettare la censura


            anziché





            promuovere il collaudato strumento


            chirurgico





            dellindagine, è pericoloso! E penso di


            averlo





            spiegato bene da un punto di vista
            diverso


            ma





            affine a quello di M.





            Calamari.















            Nessuno ti impedisce di fruire



            dell'informazione,




            semplicemente non è tecnicamente possibile


            farlo




            realmente, devi però, questo sì, rendere




            esplicita e palese questa tua intenzione




            chiedendo esplicita autorizzazione


            all'autorità




            competente oppure prendendotene tutte le




            responsabilità, civili e




            penali







            Oppure puoi non essere d'accordo con la
            legge



            perché la ritieni un'inutile caccia alle

            streghe



            e dirlo. Oppure ancora puoi non essere

            d'accordo



            con i mezzi usati e



            dirlo.








            E allora fallo wakko, presentati con nome e


            cognome ed esprimi quello che tu consideri il


            "diritto alla pedofilia", intendo su SOGGETTI


            REALI, in carne ed ossa, non virtuali o


            quant'altro..



            Il fatto che io non sia d'accordo con la legge

            sul pedoporno non significa che io sia d'accordo

            con lo sfruttamento sessuale dei bambini. Il

            fatto che io non sia d'accordo con la legge

            sull'AOC non significa che io sia d'accordo con

            lo

            stupro.



            Non ho inoltre NESSUN OBBLIGO a postare con nome

            e cognome, non perché io non abbia il coraggio
            di

            dire ciò che penso, ma solo perché conosco voi

            maniaci e come

            agite.



            Quello che ho detto lo possono leggere tutti,
            non

            serve la tua

            interpretazione.


            Hai detto di essere d'accordo sui rapporti
            sessuali tra adulti e bambini, quando, parole
            tue, non c'è
            "violenza"

            Questo per te non sarebbe sfruttamento giusto ?Godai, non intendo lasciarmi trascinare nella tua fobia ulteriormente. Fatti vedere da uno bravo. :)
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Artax



            - Scritto da: Wakko Warner




            - Scritto da: Marco Balestri













            La libertà di fruizione

            dellinformazione




            della






            rete è, forse, di questi tempi, più



            importante






            che non la ordinaria carta stampata,


            essendo




            la






            prima quasi svincolata da ordini

            economici






            strutturali e strutturati nella


            divulgazione






            (vedi caso Cina). Accettare la censura



            anziché






            promuovere il collaudato strumento



            chirurgico






            dellindagine, è pericoloso! E penso
            di



            averlo






            spiegato bene da un punto di vista

            diverso



            ma






            affine a quello di M.






            Calamari.


















            Nessuno ti impedisce di fruire




            dell'informazione,





            semplicemente non è tecnicamente
            possibile



            farlo





            realmente, devi però, questo sì, rendere





            esplicita e palese questa tua intenzione





            chiedendo esplicita autorizzazione



            all'autorità





            competente oppure prendendotene tutte le





            responsabilità, civili e





            penali









            Oppure puoi non essere d'accordo con la

            legge




            perché la ritieni un'inutile caccia alle


            streghe




            e dirlo. Oppure ancora puoi non essere


            d'accordo




            con i mezzi usati e




            dirlo.











            E allora fallo wakko, presentati con nome e



            cognome ed esprimi quello che tu consideri
            il



            "diritto alla pedofilia", intendo su
            SOGGETTI



            REALI, in carne ed ossa, non virtuali o



            quant'altro..





            Il fatto che io non sia d'accordo con la legge


            sul pedoporno non significa che io sia
            d'accordo


            con lo sfruttamento sessuale dei bambini. Il


            fatto che io non sia d'accordo con la legge


            sull'AOC non significa che io sia d'accordo
            con


            lo


            stupro.





            Non ho inoltre NESSUN OBBLIGO a postare con
            nome


            e cognome, non perché io non abbia il coraggio

            di


            dire ciò che penso, ma solo perché conosco voi


            maniaci e come


            agite.





            Quello che ho detto lo possono leggere tutti,

            non


            serve la tua


            interpretazione.





            Hai detto di essere d'accordo sui rapporti

            sessuali tra adulti e bambini, quando, parole

            tue, non c'è

            "violenza"



            Questo per te non sarebbe sfruttamento giusto ?

            Godai, non intendo lasciarmi trascinare nella tua
            fobia ulteriormente. Fatti vedere da uno bravo.
            :)Nessuna "fobia" wakko, non essere puerile, basta un semplice monosillabo, su un qualcosa che tra parentesi hai ribadito più volte..La pedofilia "non violenta", ovvero ottenuta senza costrizione, è sfruttamento sessuale oppure no ?Un semplice monosillabo, qui pubblicamente, davanti a tutti, forza..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Artax




            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da: Marco Balestri















            La libertà di fruizione


            dellinformazione





            della







            rete è, forse, di questi tempi, più




            importante







            che non la ordinaria carta stampata,



            essendo





            la







            prima quasi svincolata da ordini


            economici







            strutturali e strutturati nella



            divulgazione







            (vedi caso Cina). Accettare la
            censura




            anziché







            promuovere il collaudato strumento




            chirurgico







            dellindagine, è pericoloso! E penso

            di




            averlo







            spiegato bene da un punto di vista


            diverso




            ma







            affine a quello di M.







            Calamari.





















            Nessuno ti impedisce di fruire





            dell'informazione,






            semplicemente non è tecnicamente

            possibile




            farlo






            realmente, devi però, questo sì,
            rendere






            esplicita e palese questa tua
            intenzione






            chiedendo esplicita autorizzazione




            all'autorità






            competente oppure prendendotene tutte
            le






            responsabilità, civili e






            penali











            Oppure puoi non essere d'accordo con la


            legge





            perché la ritieni un'inutile caccia alle



            streghe





            e dirlo. Oppure ancora puoi non essere



            d'accordo





            con i mezzi usati e





            dirlo.














            E allora fallo wakko, presentati con nome
            e




            cognome ed esprimi quello che tu consideri

            il




            "diritto alla pedofilia", intendo su

            SOGGETTI




            REALI, in carne ed ossa, non virtuali o




            quant'altro..







            Il fatto che io non sia d'accordo con la
            legge



            sul pedoporno non significa che io sia

            d'accordo



            con lo sfruttamento sessuale dei bambini. Il



            fatto che io non sia d'accordo con la legge



            sull'AOC non significa che io sia d'accordo

            con



            lo



            stupro.







            Non ho inoltre NESSUN OBBLIGO a postare con

            nome



            e cognome, non perché io non abbia il
            coraggio


            di



            dire ciò che penso, ma solo perché conosco
            voi



            maniaci e come



            agite.







            Quello che ho detto lo possono leggere
            tutti,


            non



            serve la tua



            interpretazione.








            Hai detto di essere d'accordo sui rapporti


            sessuali tra adulti e bambini, quando, parole


            tue, non c'è


            "violenza"





            Questo per te non sarebbe sfruttamento giusto
            ?



            Godai, non intendo lasciarmi trascinare nella
            tua

            fobia ulteriormente. Fatti vedere da uno bravo.

            :)

            Nessuna "fobia" wakko, non essere puerile, basta
            un semplice monosillabo, su un qualcosa che tra
            parentesi hai ribadito più
            volte..

            La pedofilia "non violenta", ovvero ottenuta
            senza costrizione, è sfruttamento sessuale oppure
            no
            ?

            Un semplice monosillabo, qui pubblicamente,
            davanti a tutti,
            forza..Uhhhh sennò che mi fai? :)
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner



            Un semplice monosillabo, qui pubblicamente,

            davanti a tutti,

            forza..

            Uhhhh sennò che mi fai? :)Una pernacchia, cos'altro pensi si possa meritare un "coraggioso libertario" come te..
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner






            Un semplice monosillabo, qui pubblicamente,


            davanti a tutti,


            forza..



            Uhhhh sennò che mi fai? :)


            Una pernacchia, cos'altro pensi si possa meritare
            un "coraggioso libertario" come
            te..Bau bau bauuuuuuuuuuuuuuu Godai! Bau Bauuuuuuuuuuu! :)
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            E allora fallo wakko, presentati con nome e
            cognomeA proposito vigliacco. Visto che insinui cose su Marco Calamari che un nome e un cognome ce l'ha, che ha anche il coraggio di metterci la faccia sui suoi interventi. Che ne dici di dirci il tuo?Mica per altro eh, ma per una questione di coerenza. Tu che sei l'immagine stessa della coerenza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 ottobre 2007 13.55-----------------------------------------------------------
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Artax

            E allora fallo wakko, presentati con nome e

            cognome

            A proposito vigliacco. Visto che insinui cose su
            Marco Calamari che un nome e un cognome ce l'ha,
            che ha anche il coraggio di metterci la faccia
            sui suoi interventi. Che ne dici di dirci il
            tuo?
            Mica per altro eh, ma per una questione di
            coerenza. Tu che sei l'immagine stessa della
            coerenza.Marco Calamari non sta mettendo nessuna faccia, per la cronaca non ha ancora detto un accidente di niente in termini concreti, solo vaghe astrazioni teoriche senza capo nè coda..Che risponda quindi prima alle mie domande
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Artax


            E allora fallo wakko, presentati con nome e


            cognome



            A proposito vigliacco. Visto che insinui cose su

            Marco Calamari che un nome e un cognome ce l'ha,

            che ha anche il coraggio di metterci la faccia

            sui suoi interventi. Che ne dici di dirci il

            tuo?

            Mica per altro eh, ma per una questione di

            coerenza. Tu che sei l'immagine stessa della

            coerenza.


            Marco Calamari non sta mettendo nessuna faccia,
            per la cronaca non ha ancora detto un accidente
            di niente in termini concreti, solo vaghe
            astrazioni teoriche senza capo nè
            coda..

            Che risponda quindi prima alle mie domande(rotfl)Che lui abbia o non abbia detto qualcosa non significa nulla. Qui si sta parlando DI TE. Sei tu che stai insinuando cose nei suoi riguardi. Nei riguardi di una persona che posta con nome, cognome e faccia.Visto che ti piace tanto fare *insinuazioni* su gente reale, con nome e cognome, ci si aspetterebbe che almeno avessi il coraggio di farlo mettendoci anche il tuo di nome e cognome.Non è logico? Non sei una personcina logica e coerente tu? Certo, da me non lo si potrebbe aspettare... ma da te? L'immagine stessa della coerenza? Il difensore dei più deboli? L'illuminato difensore della giustizia?
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner

            Che risponda quindi prima alle mie domande

            (rotfl)
            Che lui abbia o non abbia detto qualcosa non
            significa nulla. Qui si sta parlando DI TE. Sei
            tu che stai insinuando cose nei suoi riguardi.
            Nei riguardi di una persona che posta con nome,
            cognome e
            faccia.

            Visto che ti piace tanto fare *insinuazioni* su
            gente reale, con nome e cognome, ci si
            aspetterebbe che almeno avessi il coraggio di
            farlo mettendoci anche il tuo di nome e
            cognome.

            Non è logico? Non sei una personcina logica e
            coerente tu? Certo, da me non lo si potrebbe
            aspettare... ma da te? L'immagine stessa della
            coerenza? Il difensore dei più deboli?
            L'illuminato difensore della
            giustizia?Tu non sai nemmeno dove stia di casa la logica wakko, non è quel coso moscio che hai nelle mutande capisci ? Io non faccio nessuna insinuazione in quanto tra le altre cose avrebbero valore 0; ESPRIMO SOLO L'IPOTESI a mio avviso PIU' OVVIA relativa all'eliminazione dei fltri e alle varie altre sue "astrazioni libertarie" che ho sentito..E' MArco Calamari che DEVE una buona volta esprimersi CHIARAMENTE e CONCRETAMENTE sulla questione della pedopornografia in rete visto CHE LA TIRA IN BALLO CONTINUAMENTE e a sproposito..Sto attendendo..
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner



            Che risponda quindi prima alle mie domande



            (rotfl)

            Che lui abbia o non abbia detto qualcosa non

            significa nulla. Qui si sta parlando DI TE. Sei

            tu che stai insinuando cose nei suoi riguardi.

            Nei riguardi di una persona che posta con nome,

            cognome e

            faccia.



            Visto che ti piace tanto fare *insinuazioni* su

            gente reale, con nome e cognome, ci si

            aspetterebbe che almeno avessi il coraggio di

            farlo mettendoci anche il tuo di nome e

            cognome.



            Non è logico? Non sei una personcina logica e

            coerente tu? Certo, da me non lo si potrebbe

            aspettare... ma da te? L'immagine stessa della

            coerenza? Il difensore dei più deboli?

            L'illuminato difensore della

            giustizia?

            Tu non sai nemmeno dove stia di casa la logica
            wakko, non è quel coso moscio che hai nelle
            mutande capisci ? Io non faccio nessuna
            insinuazione in quanto tra le altre cose
            avrebbero valore 0; ESPRIMO SOLO L'IPOTESI a mio
            avviso PIU' OVVIA relativa all'eliminazione dei
            fltri e alle varie altre sue "astrazioni
            libertarie" che ho
            sentito..

            E' MArco Calamari che DEVE una buona volta
            esprimersi CHIARAMENTE e CONCRETAMENTE sulla
            questione della pedopornografia in rete visto CHE
            LA TIRA IN BALLO CONTINUAMENTE e a
            sproposito..Curati. :)
            Sto attendendo..Avvertimi quando hai fame che ti faccio entrare a mangiare un boccone. Bau bau bauuuuuuuuu! :)
          • ghost scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Alphonse Elric
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Wakko Warner





            Che risponda quindi prima alle mie domande





            (rotfl)


            Che lui abbia o non abbia detto qualcosa non


            significa nulla. Qui si sta parlando DI TE.
            Sei


            tu che stai insinuando cose nei suoi riguardi.


            Nei riguardi di una persona che posta con
            nome,


            cognome e


            faccia.





            Visto che ti piace tanto fare *insinuazioni*
            su


            gente reale, con nome e cognome, ci si


            aspetterebbe che almeno avessi il coraggio di


            farlo mettendoci anche il tuo di nome e


            cognome.





            Non è logico? Non sei una personcina logica e


            coerente tu? Certo, da me non lo si potrebbe


            aspettare... ma da te? L'immagine stessa della


            coerenza? Il difensore dei più deboli?


            L'illuminato difensore della


            giustizia?



            Tu non sai nemmeno dove stia di casa la logica

            wakko, non è quel coso moscio che hai nelle

            mutande capisci ? Io non faccio nessuna

            insinuazione in quanto tra le altre cose

            avrebbero valore 0; ESPRIMO SOLO L'IPOTESI a mio

            avviso PIU' OVVIA relativa all'eliminazione dei

            fltri e alle varie altre sue "astrazioni

            libertarie" che ho

            sentito..



            E' MArco Calamari che DEVE una buona volta

            esprimersi CHIARAMENTE e CONCRETAMENTE sulla

            questione della pedopornografia in rete visto
            CHE

            LA TIRA IN BALLO CONTINUAMENTE e a

            sproposito..

            Curati. :)


            Sto attendendo..

            Avvertimi quando hai fame che ti faccio entrare a
            mangiare un boccone. Bau bau bauuuuuuuuu!
            :)Hola wakko, perchè ha cambiato nick ? (ghost)
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Paura e Incertezza
            Veramente Off Topic

            Chiaramente siamo tutti contro la pedofilia
            anonimi e non, e non credo che chi ha un
            postulato diverso da questo spenda tempo in
            questoASSOLUTAMENTE NO, e questo ormai lo sanno anche i sassi..Basta chiedere al nostro caro wakko
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Paura e Incertezza

            Veramente Off Topic



            Chiaramente siamo tutti contro la pedofilia

            anonimi e non, e non credo che chi ha un

            postulato diverso da questo spenda tempo in

            questo


            ASSOLUTAMENTE NO, e questo ormai lo sanno anche i
            sassi..

            Basta chiedere al nostro caro wakkoBau bau bau bauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu bau bauuuuuuuuuuuuuuu! :)
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
      (rotfl)
      • Artax scrive:
        Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
        - Scritto da: Wakko Warner
        (rotfl)Ecco la tua unica nonchè possibile risposta
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
          - Scritto da: Artax
          - Scritto da: Wakko Warner

          (rotfl)


          Ecco la tua unica nonchè possibile rispostaRido perché conosco la tua idea di "abuso". (rotfl)
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Wakko Warner


            (rotfl)





            Ecco la tua unica nonchè possibile risposta

            Rido perché conosco la tua idea di "abuso".
            (rotfl)E allora dilla se credi di conoscerla, faccela sentire dalla tua viva voce; lo sai che amo la massima trasparenza di pensiero, anche di quello che scaturisce dalle tue diciamo parti intime
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Wakko Warner



            (rotfl)








            Ecco la tua unica nonchè possibile risposta



            Rido perché conosco la tua idea di "abuso".

            (rotfl)


            E allora dilla se credi di conoscerla, faccela
            sentire dalla tua viva voce; lo sai che amo la
            massima trasparenza di pensiero, anche di quello
            che scaturisce dalle tue diciamo parti
            intimeTu ami una sola cosa Godai: FARE VIOLENZA.Lo adori. :)
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Artax



            - Scritto da: Wakko Warner




            (rotfl)











            Ecco la tua unica nonchè possibile risposta





            Rido perché conosco la tua idea di "abuso".


            (rotfl)





            E allora dilla se credi di conoscerla, faccela

            sentire dalla tua viva voce; lo sai che amo la

            massima trasparenza di pensiero, anche di quello

            che scaturisce dalle tue diciamo parti

            intime

            Tu ami una sola cosa Godai: FARE VIOLENZA.
            Lo adori. :)Le mie parole ti sembrano violente ?La pedofilia culturale invece scommetto che per non lo è vero ? La sistematica eliminazione delle inibizioni nei diciamo soggetti a rischio.. Cosa accadrà quando si autoconvinceranno di essere perfettamente normali nonchè nel loro pieno diritto.. Quella che ne scaturirà per te non sarà violenza vero wakko.. E' "amore" giusto ?
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Artax




            - Scritto da: Wakko Warner





            (rotfl)














            Ecco la tua unica nonchè possibile
            risposta







            Rido perché conosco la tua idea di "abuso".



            (rotfl)








            E allora dilla se credi di conoscerla, faccela


            sentire dalla tua viva voce; lo sai che amo la


            massima trasparenza di pensiero, anche di
            quello


            che scaturisce dalle tue diciamo parti


            intime



            Tu ami una sola cosa Godai: FARE VIOLENZA.

            Lo adori. :)


            Le mie parole ti sembrano violente ?

            La pedofilia culturale invece scommetto che per
            non lo è vero ? La sistematica eliminazione delle
            inibizioni nei diciamo soggetti a rischio.. Cosa
            accadrà quando si autoconvinceranno di essere
            perfettamente normali nonchè nel loro pieno
            diritto.. Quella che ne scaturirà per te non sarà
            violenza vero wakko.. E' "amore" giusto
            ?Bau bau bau bau bauuuuuuuuuuuuuuuuuuu!!! Bau! :)
  • oboe scrive:
    Curati
    Perché non prendi gli antipsicotici che ti ha prescritto il dottore?
  • oboe scrive:
    gesù
    Gesù fu accusato di essere il capo dei demoni...
  • nordest scrive:
    roma ladrona il nord non perdona
    provate a censurare beppegrillo o siti di informazione simili400 mila persone (quelli andati al v day), tutti intelligenti e pagatori di tasse emigrano subitoe lo stato va in rovina
  • Artax scrive:
    Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
    - Scritto da: veritas
    l'utente in realtà dovrebbe essere libero di
    vedere quello che la rete offre e non essere
    responsabile di quello che circola che è
    prerogativa delle forze
    dell'ordine!
    Anzi direi proprio che se qualcosa è in rete vuol
    dire che è permessa e quindi si può
    vedere!ma tu guarda che interessantissimo e "divertente" punto di vista.. Talmente spassoso da non necessitare risposta..Tranne quella del "saggio" Calamari ovviamenteAvanti stiamo tutti aspettando
    • veritas scrive:
      Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
      - Scritto da: Artax
      - Scritto da: veritas


      l'utente in realtà dovrebbe essere libero di

      vedere quello che la rete offre e non essere

      responsabile di quello che circola che è

      prerogativa delle forze

      dell'ordine!

      Anzi direi proprio che se qualcosa è in rete
      vuol

      dire che è permessa e quindi si può

      vedere!


      ma tu guarda che interessantissimo e "divertente"invece mi sembra logicissimo dato che nessuno ti contesta quel che vedi in tv dove i programmi se ci sono vuol dire che hanno il visto della censura!certamente sono contro i siti pedofili,ma se essi proliferano stai ben certo che la colpa non è certamente mia o tua ma è dei potenti a cui non interessa oscurarli(i motivi li sappiamo:business ed allarmismo costante dell'opinione pubblica) e se ci sono essi ne hanno la piena responsabilità e non l'eventuale o casuale utente che vede quel che trova e se certe cose non ci fossero non le vedrebbe!
      punto di vista.. Talmente spassoso da non
      necessitare
      risposta..

      Tranne quella del "saggio" Calamari ovviamente

      Avanti stiamo tutti aspettando
      • veritas scrive:
        Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
        potrei addirittura ipotizzare uno "spectre internazionale "formato dai sevizi segreti e polizie delle maggiori nazioni,in primis gli usa,che diffondono a livello mondiale la pedopornografia per corrompere la popolazione e poi poterla imbrigliare ,ricattare e reprimere ed opprimere oppure per distogliere l'opinione pubblica dai veri problemi quali la corruzione sfrenata degli stessi potenti etc.d'altronde anche l'aids potrebbe essere stato inventato in laboratorio per limitare la libertà sessuale e reprimere l'omosessualità.saranno fantasie o c'è un briciolo di verità in ciò che dico?
      • Artax scrive:
        Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
        - Scritto da: veritas
        - Scritto da: Artax

        - Scritto da: veritas




        l'utente in realtà dovrebbe essere libero di


        vedere quello che la rete offre e non essere


        responsabile di quello che circola che è


        prerogativa delle forze


        dell'ordine!


        Anzi direi proprio che se qualcosa è in rete

        vuol


        dire che è permessa e quindi si può


        vedere!





        ma tu guarda che interessantissimo e
        "divertente"



        invece mi sembra logicissimo dato che nessuno ti
        contesta quel che vedi in tv dove i programmi se
        ci sono vuol dire che hanno il visto della
        censura!la rete non è la cara mamma tivi
        certamente sono contro i siti pedofili,ma se essi
        proliferano stai ben certo che la colpa non è
        certamente mia o tua ma è dei potenti a cui non
        interessa oscurarli(i motivi li sappiamo:business
        ed allarmismo costante dell'opinione pubblica) epeccato che internet guarda un pò non si "limiti" ai server italiani e che non esiste un'entità unica preposta all'oscuramento a livello mondiale.. A parte questa bazzecola tutto il resto che hai detto fà ridere
        • veritas scrive:
          Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
          quindi anche tu ammetti che c'è un livello mondiale ,pertanto è impossibile oscurare certi siti che probabilmente fanno gola a molti sporcaccioni potenti che fingono di combatterli e invece si fanno le pippe come tanti!!!
          • Artax scrive:
            Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
            - Scritto da: veritas
            quindi anche tu ammetti che c'è un livello
            mondiale ,pertanto è impossibile oscurare certi
            siti che probabilmente fanno gola a molti
            sporcaccioni potenti che fingono di combatterli e
            invece si fanno le pippe come
            tanti!!!Un giorno grazie all'ONU sarà possibile, ci vorrà del tempo ma sarà possibile, questo e molto altro ancora..
          • veritas scrive:
            Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: veritas

            quindi anche tu ammetti che c'è un livello

            mondiale ,pertanto è impossibile oscurare certi

            siti che probabilmente fanno gola a molti

            sporcaccioni potenti che fingono di combatterli
            e

            invece si fanno le pippe come

            tanti!!!


            Un giorno grazie all'ONU sarà possibile, ci vorrà
            del tempo ma sarà possibile, questo e molto altro
            ancora..bravi i soldatini dell'onu,queli che si scopavano le bambine in africa...aspetta e spera!!!
          • veritas scrive:
            Re: bisogna invero oscurare i siti pedofili
            d'altronde è innegabile che molti server siano negli usa ,uno stato federale molto puritano che addirittura ,in alcuni stati,definisce reati atti sessuali come la fellatio e il sesso anale compiuti fra adulti consenzienti!non si capisce allora perchè non solo non sono capaci di oscurare questi server situati nel loro paese ma permettono che il virus della pedoporno si diffonda in altre nazioni!non riescono o non vogliono farlo? :questo è il problema!!!se fosse per me annullerei pure ogni forma di pornografia su internet,ma vedo che è un sogno irrealizzabile!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 ottobre 2007 22.05-----------------------------------------------------------
  • soulista scrive:
    La censura é nobile a confronto
    Quello che pratica il governo italiano non é censura. Per quella ci vuole un minimo di strategia, dei cervelli pensanti... cosa ben poco presente nel nostro parlamento. Io penso che la motivazione della marea caxxate che il nostro governo sta facendo sia il FAR VEDERE che si sta facendo qualcosa per questo o quello specifico caso. Non importa se ad un minimo di analisi vengono fuori incongruenze e l'incompetenza tecnica di chi lavora alle varie leggi ed iniziative, tanto tutto questo serve per dire in campagna elettorale "noi abbiam fatto questo e quello".Non c'é nessuna motivazione morale, nessuna "pruderia", solo fannulloni ed incompetenti. E questo é molto peggio della Cina, perchè non c'é un'indirizzo univoco e con la frenesia dei nostri giorni si avverte un caos legislativo che permette ai pochi, più furbi e, spesso, più criminali, di farla franca e avere la meglio sui più deboli.Questo é un paese dove, se la stanza é sporca, non la si pulisce ma si nasconde tutto sotto il tappeto, per bella figura. Un paese in cui viene punito il cliente della prostituta e non lo sfruttatore, un paese dove si colpisce il segaiolo che si guarda un filmino con delle minorenni e si fa ben poco o nulla per aiutare davvero i bambini...La soluzione a tutto questo non é il bloccare i siti pedofili ma iniziare ad educare i nostri figli a pensare con la propria testa e non con la nostra o quella degli altri perchè se la pedofilia é effettivamente un problema, questo problema nasce proprio dalla famiglia.internet é solo uno specchio.
    • non autenticat o scrive:
      Re: La censura é nobile a confronto
      - Scritto da: soulista
      Quello che pratica il governo italiano non é
      censura. Per quella ci vuole un minimo di
      strategia, dei cervelli pensanti... cosa ben poco
      presente nel nostro parlamento. Io penso che la
      motivazione della marea caxxate che il nostro
      governo sta facendo sia il FAR VEDERE che si sta
      facendo qualcosa per questo o quello specifico
      caso. Non importa se ad un minimo di analisi
      vengono fuori incongruenze e l'incompetenza
      tecnica di chi lavora alle varie leggi ed
      iniziative, tanto tutto questo serve per dire in
      campagna elettorale "noi abbiam fatto questo e
      quello".
      Non c'é nessuna motivazione morale, nessuna
      "pruderia", solo fannulloni ed incompetenti. E
      questo é molto peggio della Cina, perchè non c'é
      un'indirizzo univoco e con la frenesia dei nostri
      giorni si avverte un caos legislativo che
      permette ai pochi, più furbi e, spesso, più
      criminali, di farla franca e avere la meglio sui
      più
      deboli.
      Questo é un paese dove, se la stanza é sporca,
      non la si pulisce ma si nasconde tutto sotto il
      tappeto, per bella figura. Un paese in cui viene
      punito il cliente della prostituta e non lo
      sfruttatore, un paese dove si colpisce il
      segaiolo che si guarda un filmino con delle
      minorenni e si fa ben poco o nulla per aiutare
      davvero i
      bambini...
      La soluzione a tutto questo non é il bloccare i
      siti pedofili ma iniziare ad educare i nostri
      figli a pensare con la propria testa e non con la
      nostra o quella degli altri perchè se la
      pedofilia é effettivamente un problema, questo
      problema nasce proprio dalla
      famiglia.
      internet é solo uno specchio.Meriti il Nobel
  • Paura e Incertezza scrive:
    Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
    Spiacente di deludere i fiduciosi, ma come detto da Calamari e, purtroppo, puntualmente ignorati , da tantissimi (anche più illustri) prima di Lui: le forme di censura non traggono mai origine o necessità dallesigenza di proteggere le masse ( di bimbi anche) dalla violenza delle parole e ultimamente delle immagini, ma dallesigenza delle elitè o dei pulitburò di controllare e auto-proteggersi. Listruzione delle masse è lunica forma per permettere che un sistema funzioni e sia sostenuto dalla maggioranza. Per proteggere i bambini? Cerano i reparti della Polizia Postale e il 2rep ed il 3rep delle Fiamme Gialle che se ne occupavano in maniera istituzionale e limitato allobiettivo da raggiungere, ovvero scovare e interdire nonché prevenire tali tipi di reati contro linfanzia: e allora perché non sono stati potenziati ed è stato creato un altro servizio ad hoc? Solita smania di spendere soldi inutilmente?NO! NO! NO! IGNORANTI!PER CREARE UN PRECEDENTE!Per creare un precedente che abbia poi la possibilità di espandersi. . . e di toccare altri campi della rete e dellinformazione che non hanno nulla a che vedere con la pedofilia o il terrorismo etc. . . E se domani sarà considerato eversivo chiamare a raccolta i cittadini da un sito internet per uno sciopero, per parlare loro in piazza di fatti, cose, culture, a loro interessanti cosa si farà? CENSURA!I pedofili gli abbiamo trovati nelle scuole, negli orfanotrofi, nelle parrocchie, . . . abbiamo censurato le chiese? Le scuole? Chiuso gli orfanotrofi?. . . .Oggi si sputtanano i sindacati corrotti, i politici corrotti, gli amministratori corrotti, i servitori dello stato che pestano la gente per strada (e non mi riferisco a spacciatori o stupratori), con quel precedente formulato in quella maniera si chea un interruttore non un filtro non un firewall, un interruttore! E il pulsante non lo abbiamo noi, lo avranno i nostri sovrani, tiranni, politici. . . . . .Non applaudiamo ingenuamente alle proposte tiranniche mascherate da pie volontà dei potenti perché esse (le proposte) non risolveranno i problemi piamente citati ma saranno strumenti proprio per quei nipoti che oggi stanno crescendo, e i tiranni se ne infischieranno della pedofilia. . . . che non è mai stata una loro priorità affrontata seriamente. . . .Non applaudiamo ingenuamente a queste proposte che hanno lunico fine di sfruttare le nostre paure, i nostri disagi, il nostro malcontento per orientare il consenso su strade lontane dai nostri bisogni di sicurezza, di certezza.Ciao MarcoP.s. stiamo ancora spettando unaltra lezione con conducente. . . .
    • Artax scrive:
      Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
      E quindi ?D'ora in avanti lo chiederò fino alla nausea ? Quale sarebbe la "soluzione" di Calamari ? Quella che piace tanto agli amichetti pedofili..1) libero accesso a TUTTI I siti (compresi i pedofili)2) Eliminazione dei filtri (anche se non servano a "niente")Ma se non servono a niente perchè Calamari li vuole eliminare, perchè ci tiene tanto affinchè i siti pedo siano accessibili a tutti con un semplice click (nolenti o volenti) ? Così, anche per sbaglio e "inavvertitamente".. Qual'è il trucco ? Vuoi vedere che a quel punto non si potrà più perseguiti per esserci andati.. Opsss Allora Marco Calamari rispondi..Su non essere timido
      • veritas scrive:
        Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
        ma i siti pedofili si devono eliminare completamente in modo che non li visitino nessuno,nemmeno quelli che dicono di andarci per scovare i pedofili ed invece...
      • nononloso scrive:
        Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
        - Scritto da: Artax
        Ma se non servono a niente perchè Calamari li
        vuole eliminare, perchè ci tiene tanto affinchè i
        siti pedo siano accessibili a tutti con un
        semplice click (nolenti o volenti) ? Così, anche
        per sbaglio e "inavvertitamente".. Qual'è il
        trucco ? Vuoi vedere che a quel punto non si
        potrà più perseguiti per esserci andati.. OpsssPunto primo: le tue insinuazioni sono al limite del diffamatorio.Punto secondo: va bene che con le false premesse uno potrebbe dimostrare ciò che vuole, ma qui è proprio un non sequitur.Punto terzo: solo una persona con gravi problemi di paranoia può non capire che il problema sono i filtri i generale e la censura. Infatti lo stesso discorso vale per i siti di scommesse online che non pagano le tasse. Non è ncessario tirare in ballo la pedofilia. Chi lo fà, lo fà perché è un comodo mezzuccio per far sembrare di avere ragione. Oppure perché è paranoico e vede pedofili ovunque.
        • Artax scrive:
          Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza

          Punto secondo: va bene che con le false premesse
          uno potrebbe dimostrare ciò che vuole, ma qui è
          proprio un non
          sequitur.Lo decidi quali sono le "false" premesse furbacchione ?Io ho fatto una domanda MOLTO PRECISA, in particolare la parte in grasseto.. SI o NO furbone ?Ma è la risposta del saggio Marco Calamari quella che mi interessa davvero..
          Ma se non servono a niente perchè Calamari li
          vuole eliminare, perchè ci tiene tanto affinchè i
          siti pedo siano accessibili a tutti con un
          semplice click (nolenti o volenti) ? Così, anche
          per sbaglio e "inavvertitamente".. Qual'è il
          trucco ? Vuoi vedere che a quel punto non si
          potrà più perseguiti per esserci andati.. Opsss RISPONDI !!!!
          • Ilda di Polaris scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Artax

            Punto secondo: va bene che con le false premesse

            uno potrebbe dimostrare ciò che vuole, ma qui è

            proprio un non

            sequitur.


            Lo decidi quali sono le "false" premesse
            furbacchione
            ?
            Ciao Godai, oggi niente terapia?Sarebbe ora di seguirle con serietà le cure che ti hanno prescritto o non guarirai mai.
          • nononloso scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            La falsa premessa è che chiunque sia contro i filtri di stato, lo sia perché vuole liberalizzare la pedopornografia. Il non sequitur è perché non implementando filtri di stato non implica l'impunità per chi guarda i siti pedopornografici (basta tracciare gli accessi e punire chi accede a tali siti, magari con un pò di sale in zucca non punendo un singolo accesso che può essere capitato per caso).Credo che concetti così banali siano alla portata anche del peggior ignorante sulla piazza.Ah, giusto per puntualizzare: forse qualcuno si è dimenticato di darti qualche sonoro calcio nel sedere quando eri un adolescente brufoloso... a casa mia quando uno faceva il maleducato dicendo "RISPONDI!!!" mentre stava delirando cose che non stanno ne in cielo ne in terra arrivavano regolarmente.Considerando i tuoi altri post sarebbe opportuno che il buon Calamari ti denunciasse ma non credo che lo farà perché mi pare una persona posata ed intelligente. Ciononostante sarebbe un bene, oggi ai giovani manca qualcuno che gli dia una bella bacchettata quando si comportano in maniera incivile.
          • Artax scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: nononloso
            La falsa premessa è che chiunque sia contro i
            filtri di stato, lo sia perché vuole
            liberalizzare la pedopornografia. Il non sequitur
            è perché non implementando filtri di stato non
            implica l'impunità per chi guarda i siti
            pedopornografici (basta tracciare gli accessi e
            punire chi accede a tali siti, magari con un pò
            di sale in zucca non punendo un singolo accesso
            che può essere capitato per
            caso).Cioè ? Mi stai dicendo che basterà cliccare su un semplice link LIBERAMENTE ACCESSIBILE A CHIUNQUE per diventare "pedofili" ? Per essere messi alla gogna ovvero sotto inquisizione, penalmente perseguito, etc etc. ? Dimmi che differenza ci sarebbe nel tuo "divertente" monitoraggio tra uno che ci và apposta e uno che ci và per pura casualità ? Un click qualsiasi e pufff la "frittata" e fatta..Mi stai facendi ridere di gusto con queste tue amene dissertazioni, dico davvero, ma è da Marco Calamari che le vorrei sentire.. E' lui che ci deve mettere la faccia su queste interessantissime teorie e poi SPIEGARCELE PER BENESiamo qui tutt'orecchi e bramosi di capire..
        • LOL scrive:
          Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
          - Scritto da: nononloso
          - Scritto da: Artax

          Ma se non servono a niente perchè Calamari li

          vuole eliminare, perchè ci tiene tanto affinchè
          i

          siti pedo siano accessibili a tutti con un

          semplice click (nolenti o volenti) ? Così, anche

          per sbaglio e "inavvertitamente".. Qual'è il

          trucco ? Vuoi vedere che a quel punto non si

          potrà più perseguiti per esserci andati.. Opsss

          Punto primo: le tue insinuazioni sono al limite
          del
          diffamatorio.

          Punto secondo: va bene che con le false premesse
          uno potrebbe dimostrare ciò che vuole, ma qui è
          proprio un non
          sequitur.

          Punto terzo: solo una persona con gravi problemi
          di paranoia può non capire che il problema sono i
          filtri i generale e la censura. Infatti lo stesso
          discorso vale per i siti di scommesse online che
          non pagano le tasse. Non è ncessario tirare in
          ballo la pedofilia. Chi lo fà, lo fà perché è un
          comodo mezzuccio per far sembrare di avere
          ragione. Oppure perché è paranoico e vede
          pedofili
          ovunque.È il diffamatore del forum, non lo riconosci?
          • nononloso scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: LOL
            È il diffamatore del forum, non lo riconosci?So chi è. Ma sono arrogante e ogni tanto quando vedo delle fallacie credo sia utile sottolinearle per quei lettori distratti che potrebbero non accorgersi dei mezzucci retorici miserrimi usati dalle persone intellettualmente scorrette.Comunque il problema non sono tanto i post diffamatori, ma piuttosto la compulsività con cui quella persona deve sempre ridurre qualunque questione a quella della pedofilia.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: nononloso
            - Scritto da: LOL

            È il diffamatore del forum, non lo riconosci?

            So chi è. Ma sono arrogante e ogni tanto quando
            vedo delle fallacie credo sia utile sottolinearle
            per quei lettori distratti che potrebbero non
            accorgersi dei mezzucci retorici miserrimi usati
            dalle persone intellettualmente
            scorrette.Io non vedo fallacie di nessun genere e anzi gradirei ascoltare le risposte del nostro mentore
            Comunque il problema non sono tanto i post
            diffamatori, ma piuttosto la compulsività con cui
            quella persona deve sempre ridurre qualunque
            questione a quella della
            pedofilia.Lo fa anche Calamari, nei suoi articoli tira sempre e continuamente in ballo la pedofilia, il suo accostamento tra questo abominio e la libertà di espressione mi ha sempre fatto storcere il naso, per usare un eufemismo. A quanto pare non sono l'unico ad esserne pesantemente infastidito
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            Io non vedo fallacie di nessun genere e anzi
            gradirei ascoltare le risposte del nostro
            mentoreAllora apri gli occhi.
            Lo fa anche Calamari, nei suoi articoli tira
            sempre e continuamente in ballo la pedofilia, il
            suo accostamento tra questo abominio e la libertà
            di espressione mi ha sempre fatto storcere il
            naso, per usare un eufemismo. A quanto pare non
            sono l'unico ad esserne pesantemente
            infastiditoIn tal caso puoi fare a meno di leggere i suoi articoli. A me piacciono, e non sono l'unico.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            In tal caso puoi fare a meno di leggere i suoi
            articoli. A me piacciono, e non sono
            l'unico.No, continuerò a leggerli, non è mia abitudine chiudere gli occhi e far finta di niente
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner


            In tal caso puoi fare a meno di leggere i suoi

            articoli. A me piacciono, e non sono

            l'unico.


            No, continuerò a leggerli, non è mia abitudine
            chiudere gli occhi e far finta di
            nienteOttimo. Nemmeno il mio. E non è nemmeno mia abitudine farmi fare paura dalle fobie altrui.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
      No Godai, qui la persona con gravi problemi di comprendonio sei solo tu.Marco Calamari non ti deve nessuna spiegazione, proprio su nulla, se con il tuo cervello non ci arrivi è solo un problema tuo, e di nessun altro.P.S.: Naturalmente mi riferivo ad Artax ovvero il nuovo nick di Godai. Purtroppo il pulsante "Rispondi" ha collegato la mia risposta al thread principale anziché all'ultima stupidaggine scritta da questo singolare individuo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 ottobre 2007 10.04-----------------------------------------------------------
      • Marco Balestri scrive:
        Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
        - Scritto da: Wakko Warner
        No Godai, qui la persona con gravi problemi di
        comprendonio sei solo
        tu.

        Marco Calamari non ti deve nessuna spiegazione,
        proprio su nulla, se con il tuo cervello non ci
        arrivi è solo un problema tuo, e di nessun
        altro.

        P.S.: Naturalmente mi riferivo ad Artax ovvero il
        nuovo nick di Godai. Purtroppo il pulsante
        "Rispondi" ha collegato la mia risposta al thread
        principale anziché all'ultima stupidaggine
        scritta da questo singolare
        individuo.Le domande lasciate senza risposta sono pericolose, specie per uno che di mestiere fà il giornalista, mi accodo interessato ad Artax o Godai, non fà differenza
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
          - Scritto da: Marco Balestri
          Le domande lasciate senza risposta sono
          pericolose, specie per uno che di mestiere fà il
          giornalista, mi accodo interessato ad Artax o
          Godai, non fà
          differenzaMarco Calamari non ha nessun obbligo di risposta. Benvenuto in uno Stato di Diritto.Di pericoloso c'è solo il comportamento dei violenti.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            Le domande lasciate senza risposta sono

            pericolose, specie per uno che di mestiere fà il

            giornalista, mi accodo interessato ad Artax o

            Godai, non fà

            differenza

            Marco Calamari non ha nessun obbligo di risposta.
            Benvenuto in uno Stato di
            Diritto.
            Di pericoloso c'è solo il comportamento dei
            violenti.Lo posso capire, o meglio ne comprendo il motivoTanto peggio quindi, come ho gia detto le non risposte sono alquanto deleterie per uno che dovrebbe esprimere opinioni e fare informazione
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            Lo posso capire, o meglio ne comprendo il motivoBene.
            Tanto peggio quindi, come ho gia detto le non
            risposte sono alquanto deleterie per uno che
            dovrebbe esprimere opinioni e fare
            informazioneDove? Come? Perché? Chi sarebbe tenuto ad esprimere opinioni? In base a cosa? Non è tenuto a farlo un giornalista... figuriamoci uno che giornalista non è.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            Lo posso capire, o meglio ne comprendo il motivo

            Bene.


            Tanto peggio quindi, come ho gia detto le non

            risposte sono alquanto deleterie per uno che

            dovrebbe esprimere opinioni e fare

            informazione

            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe tenuto ad
            esprimere opinioni? In base a cosa? Non è tenuto
            a farlo un giornalista... figuriamoci uno che
            giornalista non
            è.mio nonno che conosce la rete come le sue tascheQuando scrivi faresti bene a connettere il cervello, è un consiglio, seguilo
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            Lo posso capire, o meglio ne comprendo il
            motivo



            Bene.




            Tanto peggio quindi, come ho gia detto le non


            risposte sono alquanto deleterie per uno
            che


            dovrebbe esprimere opinioni e fare


            informazione



            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe tenuto ad

            esprimere opinioni? In base a cosa? Non è
            tenuto

            a farlo un giornalista... figuriamoci uno che

            giornalista non

            è.


            mio nonno che conosce la rete come le sue tasche

            Quando scrivi faresti bene a connettere il
            cervello, è un consiglio,
            seguiloIl mio cervello è PERMANENTEMENTE connesso quando scrivo. Così come è connesso il cervello dei fobici che tentano di spacciare la loro fobia per "normale", o di quelli che fanno gratuitamente insinuazioni sugli altri perché non si vogliono esprimere su certi argomenti, o di quelli che fanno le medesime insinuazioni sugli altri perché non sono d'accordo con una legge.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            Lo posso capire, o meglio ne comprendo il

            motivo





            Bene.






            Tanto peggio quindi, come ho gia detto le
            non



            risposte sono alquanto deleterie per uno

            che



            dovrebbe esprimere opinioni e fare



            informazione





            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe tenuto ad


            esprimere opinioni? In base a cosa? Non è

            tenuto


            a farlo un giornalista... figuriamoci uno che


            giornalista non


            è.





            mio nonno che conosce la rete come le sue tasche



            Quando scrivi faresti bene a connettere il

            cervello, è un consiglio,

            seguilo

            Il mio cervello è PERMANENTEMENTE connesso quando
            scrivo. Così come è connesso il cervello dei
            fobici che tentano di spacciare la loro fobia per
            "normale", o di quelli che fanno gratuitamente
            insinuazioni sugli altri perché non si vogliono
            esprimere su certi argomenti, o di quelli che
            fanno le medesime insinuazioni sugli altri perché
            non sono d'accordo con una
            legge.Il "normale" è solo una opinione; per alcuni tanto per dirne una è normale fare sesso con i bambini, anche per loro è guarda caso fobia pensarla "diversamente", una ingiusta limitazione della libertà individuale, solo punti di vista.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri




            Lo posso capire, o meglio ne comprendo il


            motivo







            Bene.








            Tanto peggio quindi, come ho gia detto le

            non




            risposte sono alquanto deleterie per
            uno


            che




            dovrebbe esprimere opinioni e fare




            informazione







            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe tenuto ad



            esprimere opinioni? In base a cosa? Non
            è


            tenuto



            a farlo un giornalista... figuriamoci uno
            che



            giornalista non



            è.








            mio nonno che conosce la rete come le sue
            tasche





            Quando scrivi faresti bene a connettere il


            cervello, è un consiglio,


            seguilo



            Il mio cervello è PERMANENTEMENTE connesso
            quando

            scrivo. Così come è connesso il cervello dei

            fobici che tentano di spacciare la loro fobia
            per

            "normale", o di quelli che fanno gratuitamente

            insinuazioni sugli altri perché non si vogliono

            esprimere su certi argomenti, o di quelli che

            fanno le medesime insinuazioni sugli altri
            perché

            non sono d'accordo con una

            legge.


            Il "normale" è solo una opinione; per alcuni
            tanto per dirne una è normale fare sesso con i
            bambini, anche per loro è guarda caso fobia
            pensarla "diversamente", una ingiusta limitazione
            della libertà individuale, solo punti di
            vista.Certamente. Come per alcuni è "normale" ritenere che ciò che sta scritto sulla Bibbia sia "la verità".
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            - Scritto da: Wakko Warner




            - Scritto da: Marco Balestri





            Lo posso capire, o meglio ne comprendo
            il



            motivo









            Bene.










            Tanto peggio quindi, come ho gia detto
            le


            non





            risposte sono alquanto deleterie per

            uno



            che





            dovrebbe esprimere opinioni e fare





            informazione









            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe tenuto
            ad




            esprimere opinioni? In base a cosa?
            Non

            è



            tenuto




            a farlo un giornalista... figuriamoci uno

            che




            giornalista non




            è.











            mio nonno che conosce la rete come le sue

            tasche







            Quando scrivi faresti bene a connettere il



            cervello, è un consiglio,



            seguilo





            Il mio cervello è PERMANENTEMENTE connesso

            quando


            scrivo. Così come è connesso il cervello dei


            fobici che tentano di spacciare la loro fobia

            per


            "normale", o di quelli che fanno gratuitamente


            insinuazioni sugli altri perché non si
            vogliono


            esprimere su certi argomenti, o di quelli che


            fanno le medesime insinuazioni sugli altri

            perché


            non sono d'accordo con una


            legge.





            Il "normale" è solo una opinione; per alcuni

            tanto per dirne una è normale fare sesso con i

            bambini, anche per loro è guarda caso fobia

            pensarla "diversamente", una ingiusta
            limitazione

            della libertà individuale, solo punti di

            vista.

            Certamente. Come per alcuni è "normale" ritenere
            che ciò che sta scritto sulla Bibbia sia "la
            verità".Così come per altri è normale cercare di capire le reciproche posizioni, senza ipocrisie e fraintendimenti, secondo te è chiedere troppo ?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri




            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da: Marco Balestri






            Lo posso capire, o meglio ne comprendo

            il




            motivo











            Bene.












            Tanto peggio quindi, come ho gia detto

            le



            non






            risposte sono alquanto deleterie
            per


            uno




            che






            dovrebbe esprimere opinioni e fare






            informazione











            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe
            tenuto

            ad





            esprimere opinioni? In base a cosa?

            Non


            è




            tenuto





            a farlo un giornalista... figuriamoci
            uno


            che





            giornalista non





            è.














            mio nonno che conosce la rete come le sue


            tasche









            Quando scrivi faresti bene a connettere il




            cervello, è un consiglio,




            seguilo







            Il mio cervello è PERMANENTEMENTE connesso


            quando



            scrivo. Così come è connesso il cervello dei



            fobici che tentano di spacciare la loro
            fobia


            per



            "normale", o di quelli che fanno
            gratuitamente



            insinuazioni sugli altri perché non si

            vogliono



            esprimere su certi argomenti, o di quelli
            che



            fanno le medesime insinuazioni sugli altri


            perché



            non sono d'accordo con una



            legge.








            Il "normale" è solo una opinione; per alcuni


            tanto per dirne una è normale fare sesso con i


            bambini, anche per loro è guarda caso fobia


            pensarla "diversamente", una ingiusta

            limitazione


            della libertà individuale, solo punti di


            vista.



            Certamente. Come per alcuni è "normale" ritenere

            che ciò che sta scritto sulla Bibbia sia "la

            verità".


            Così come per altri è normale cercare di capire
            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e
            fraintendimenti, secondo te è chiedere troppo
            ?Certo che lo è, se lo si fa con l'intento di sputtanare qualcuno.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            - Scritto da: Wakko Warner




            - Scritto da: Marco Balestri





            - Scritto da: Wakko Warner






            - Scritto da: Marco Balestri







            Lo posso capire, o meglio ne
            comprendo


            il





            motivo













            Bene.














            Tanto peggio quindi, come ho gia
            detto


            le




            non







            risposte sono alquanto deleterie

            per



            uno





            che







            dovrebbe esprimere opinioni e
            fare







            informazione













            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe

            tenuto


            ad






            esprimere opinioni? In base a
            cosa?


            Non



            è





            tenuto






            a farlo un giornalista... figuriamoci

            uno



            che






            giornalista non






            è.

















            mio nonno che conosce la rete come le
            sue



            tasche











            Quando scrivi faresti bene a connettere
            il





            cervello, è un consiglio,





            seguilo









            Il mio cervello è PERMANENTEMENTE connesso



            quando




            scrivo. Così come è connesso il cervello
            dei




            fobici che tentano di spacciare la loro

            fobia



            per




            "normale", o di quelli che fanno

            gratuitamente




            insinuazioni sugli altri perché non si


            vogliono




            esprimere su certi argomenti, o di quelli

            che




            fanno le medesime insinuazioni sugli altri



            perché




            non sono d'accordo con una




            legge.











            Il "normale" è solo una opinione; per alcuni



            tanto per dirne una è normale fare sesso
            con
            i



            bambini, anche per loro è guarda caso fobia



            pensarla "diversamente", una ingiusta


            limitazione



            della libertà individuale, solo punti di



            vista.





            Certamente. Come per alcuni è "normale"
            ritenere


            che ciò che sta scritto sulla Bibbia sia "la


            verità".





            Così come per altri è normale cercare di capire

            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e

            fraintendimenti, secondo te è chiedere troppo

            ?

            Certo che lo è, se lo si fa con l'intento di
            sputtanare
            qualcuno.Hai davvero una strana percezione, chiedere a qualcuno di esprimersi è sputtanare ? ma forse tu ti riferisci ad altro
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri




            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da: Marco Balestri






            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da: Marco Balestri








            Lo posso capire, o meglio ne

            comprendo



            il






            motivo















            Bene.
















            Tanto peggio quindi, come ho gia

            detto



            le





            non








            risposte sono alquanto deleterie


            per




            uno






            che








            dovrebbe esprimere opinioni e

            fare








            informazione















            Dove? Come? Perché? Chi sarebbe


            tenuto



            ad







            esprimere opinioni? In base a

            cosa?



            Non




            è






            tenuto







            a farlo un giornalista...
            figuriamoci


            uno




            che







            giornalista non







            è.




















            mio nonno che conosce la rete come le

            sue




            tasche













            Quando scrivi faresti bene a
            connettere

            il






            cervello, è un consiglio,






            seguilo











            Il mio cervello è PERMANENTEMENTE
            connesso




            quando





            scrivo. Così come è connesso il cervello

            dei





            fobici che tentano di spacciare la loro


            fobia




            per





            "normale", o di quelli che fanno


            gratuitamente





            insinuazioni sugli altri perché non si



            vogliono





            esprimere su certi argomenti, o di
            quelli


            che





            fanno le medesime insinuazioni sugli
            altri




            perché





            non sono d'accordo con una





            legge.














            Il "normale" è solo una opinione; per
            alcuni




            tanto per dirne una è normale fare sesso

            con

            i




            bambini, anche per loro è guarda caso
            fobia




            pensarla "diversamente", una ingiusta



            limitazione




            della libertà individuale, solo punti di




            vista.







            Certamente. Come per alcuni è "normale"

            ritenere



            che ciò che sta scritto sulla Bibbia sia "la



            verità".








            Così come per altri è normale cercare di
            capire


            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e


            fraintendimenti, secondo te è chiedere troppo


            ?



            Certo che lo è, se lo si fa con l'intento di

            sputtanare

            qualcuno.


            Hai davvero una strana percezione, chiedere a
            qualcuno di esprimersi è sputtanare ? ma forse tu
            ti riferisci ad
            altroAllora a che ti serve che si esprima su questo argomento? Sentiamo.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner



            Così come per altri è normale cercare di

            capire



            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e



            fraintendimenti, secondo te è chiedere
            troppo



            ?





            Certo che lo è, se lo si fa con l'intento di


            sputtanare


            qualcuno.





            Hai davvero una strana percezione, chiedere a

            qualcuno di esprimersi è sputtanare ? ma forse
            tu

            ti riferisci ad

            altro

            Allora a che ti serve che si esprima su questo
            argomento?
            Sentiamo.Rileggi questo passaggio



            Così come per altri è normale cercare di

            capire



            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e



            fraintendimenti, secondo te è chiedere
            troppo



            ?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner





            Così come per altri è normale cercare di


            capire




            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e




            fraintendimenti, secondo te è chiedere

            troppo




            ?







            Certo che lo è, se lo si fa con l'intento di



            sputtanare



            qualcuno.








            Hai davvero una strana percezione, chiedere a


            qualcuno di esprimersi è sputtanare ? ma forse

            tu


            ti riferisci ad


            altro



            Allora a che ti serve che si esprima su questo

            argomento?

            Sentiamo.


            Rileggi questo passaggio





            Così come per altri è normale cercare di


            capire




            le reciproche posizioni, senza ipocrisie e




            fraintendimenti, secondo te è chiedere

            troppo




            ?Riletto, e ti ripeto la domanda. Qual'è il tuo obiettivo?Anche se fosse perfettamente d'accordo con il sottoscritto (e NON lo credo) cosa significherebbe? Cambierebbe il significato di ciò che ha detto?Quale parte di quello che ha detto qui ti è sfuggito?«Si tratta di leggi approvate dal parlamento nel 1998, nel 2003 e nel 2006 relative, almeno nel titolo, alla sacrosanta lotta alla pedofilia .»O fingi di non averlo letto?
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
          - Scritto da: Marco Balestri
          specie per uno che di mestiere fà il
          giornalistaDue cose:1) perché, un giornalista non può esprimere LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha bisogno del tuo benestare per poter dire le cose in cui crede? Forse un giornalista ha il dovere di rispondere a tutte le domande che ti passano per la testa?2) Dove hai letto che Marco Calamari è un giornalista?http://www.dada.it/marcoc/mc/cv_Marco_Calamari_long_02.pdfIo qui leggo solo "collaboratore".
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            specie per uno che di mestiere fà il

            giornalista

            Due cose:
            1) perché, un giornalista non può esprimere
            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha bisogno delE' proprio quello che gli si chiede di fare ma lui si rifiuta, è questo ad essere deleterio, direi estremamente deleterio, di questi tempi nemmeno il papa puo permettersi di pontificare a senso unico dall'alto, men che meno un improvvisato scribacchino qualunque
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            specie per uno che di mestiere fà il


            giornalista



            Due cose:

            1) perché, un giornalista non può esprimere

            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha bisogno
            del


            E' proprio quello che gli si chiede di fare ma
            lui si rifiuta, è questo ad essere deleterio,
            direi estremamente deleterio, di questi tempi
            nemmeno il papa puo permettersi di pontificare a
            senso unico dall'alto, men che meno un
            improvvisato scribacchino
            qualunqueInvece è SUO DIRITTO non farlo. E non c'è proprio NULLA di deleterio in questo. Fattene una ragione.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            specie per uno che di mestiere fà il



            giornalista





            Due cose:


            1) perché, un giornalista non può esprimere


            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha bisogno

            del





            E' proprio quello che gli si chiede di fare ma

            lui si rifiuta, è questo ad essere deleterio,

            direi estremamente deleterio, di questi tempi

            nemmeno il papa puo permettersi di pontificare a

            senso unico dall'alto, men che meno un

            improvvisato scribacchino

            qualunque

            Invece è SUO DIRITTO non farlo. E non c'è proprio
            NULLA di deleterio in questo. Fattene una
            ragione.A questo punto però è lecito interrogarsi sul perchè non vuole farlo e quindi chiedersi quanto sia credibile un soggetto del genere
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri




            specie per uno che di mestiere fà il




            giornalista







            Due cose:



            1) perché, un giornalista non può esprimere



            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha
            bisogno


            del








            E' proprio quello che gli si chiede di fare ma


            lui si rifiuta, è questo ad essere deleterio,


            direi estremamente deleterio, di questi tempi


            nemmeno il papa puo permettersi di
            pontificare
            a


            senso unico dall'alto, men che meno un


            improvvisato scribacchino


            qualunque



            Invece è SUO DIRITTO non farlo. E non c'è
            proprio

            NULLA di deleterio in questo. Fattene una

            ragione.


            A questo punto però è lecito interrogarsi sul
            perchè non vuole farlo e quindi chiedersi quanto
            sia credibile un soggetto del
            genereOk, chieditelo, è un tuo diritto. Tutto questo però non cambia proprio nulla.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            - Scritto da: Wakko Warner




            - Scritto da: Marco Balestri





            specie per uno che di mestiere fà il





            giornalista









            Due cose:




            1) perché, un giornalista non può
            esprimere




            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha

            bisogno



            del











            E' proprio quello che gli si chiede di fare
            ma



            lui si rifiuta, è questo ad essere
            deleterio,



            direi estremamente deleterio, di questi
            tempi



            nemmeno il papa puo permettersi di

            pontificare

            a



            senso unico dall'alto, men che meno un



            improvvisato scribacchino



            qualunque





            Invece è SUO DIRITTO non farlo. E non c'è

            proprio


            NULLA di deleterio in questo. Fattene una


            ragione.





            A questo punto però è lecito interrogarsi sul

            perchè non vuole farlo e quindi chiedersi quanto

            sia credibile un soggetto del

            genere

            Ok, chieditelo, è un tuo diritto. Tutto questo
            però non cambia proprio
            nulla.Non sono affatto d'accordo su quel tuo "nulla", e qui sono i libri di storia a dirlo
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri




            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da: Marco Balestri






            specie per uno che di mestiere fà il






            giornalista











            Due cose:





            1) perché, un giornalista non può

            esprimere





            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha


            bisogno




            del














            E' proprio quello che gli si chiede di
            fare

            ma




            lui si rifiuta, è questo ad essere

            deleterio,




            direi estremamente deleterio, di questi

            tempi




            nemmeno il papa puo permettersi di


            pontificare


            a




            senso unico dall'alto, men che meno un




            improvvisato scribacchino




            qualunque







            Invece è SUO DIRITTO non farlo. E non c'è


            proprio



            NULLA di deleterio in questo. Fattene una



            ragione.








            A questo punto però è lecito interrogarsi sul


            perchè non vuole farlo e quindi chiedersi
            quanto


            sia credibile un soggetto del


            genere



            Ok, chieditelo, è un tuo diritto. Tutto questo

            però non cambia proprio

            nulla.


            Non sono affatto d'accordo su quel tuo "nulla", e
            qui sono i libri di storia a
            dirlo(rotfl) Parli spesso con i libri di storia? :|
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            - Scritto da: Wakko Warner




            - Scritto da: Marco Balestri





            - Scritto da: Wakko Warner






            - Scritto da: Marco Balestri







            specie per uno che di mestiere fà il







            giornalista













            Due cose:






            1) perché, un giornalista non può


            esprimere






            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse ha



            bisogno





            del

















            E' proprio quello che gli si chiede di

            fare


            ma





            lui si rifiuta, è questo ad essere


            deleterio,





            direi estremamente deleterio, di questi


            tempi





            nemmeno il papa puo permettersi di



            pontificare



            a





            senso unico dall'alto, men che meno un





            improvvisato scribacchino





            qualunque









            Invece è SUO DIRITTO non farlo. E non c'è



            proprio




            NULLA di deleterio in questo. Fattene una




            ragione.











            A questo punto però è lecito interrogarsi
            sul



            perchè non vuole farlo e quindi chiedersi

            quanto



            sia credibile un soggetto del



            genere





            Ok, chieditelo, è un tuo diritto. Tutto questo


            però non cambia proprio


            nulla.





            Non sono affatto d'accordo su quel tuo "nulla",
            e

            qui sono i libri di storia a

            dirlo

            (rotfl) Parli spesso con i libri di storia? :|A casa ne ho un'intera parete di libreria, mi appassionano molto, ti consiglio in particolare quelli dall'illuminismo in poi
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Marco Balestri




            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da: Marco Balestri






            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da: Marco Balestri








            specie per uno che di mestiere fà
            il








            giornalista















            Due cose:







            1) perché, un giornalista non può



            esprimere







            LIBERAMENTE la sua opinione? Forse
            ha




            bisogno






            del




















            E' proprio quello che gli si chiede di


            fare



            ma






            lui si rifiuta, è questo ad essere



            deleterio,






            direi estremamente deleterio, di
            questi



            tempi






            nemmeno il papa puo permettersi di




            pontificare




            a






            senso unico dall'alto, men che meno un






            improvvisato scribacchino






            qualunque











            Invece è SUO DIRITTO non farlo. E non
            c'è




            proprio





            NULLA di deleterio in questo. Fattene
            una





            ragione.














            A questo punto però è lecito interrogarsi

            sul




            perchè non vuole farlo e quindi chiedersi


            quanto




            sia credibile un soggetto del




            genere







            Ok, chieditelo, è un tuo diritto. Tutto
            questo



            però non cambia proprio



            nulla.








            Non sono affatto d'accordo su quel tuo
            "nulla",

            e


            qui sono i libri di storia a


            dirlo



            (rotfl) Parli spesso con i libri di storia? :|


            A casa ne ho un'intera parete di libreria, mi
            appassionano molto, ti consiglio in particolare
            quelli dall'illuminismo in
            poiNon ti preoccupare, che i miei libri ce li ho anche io. Sono un tipo che legge molto. Ti consiglio quelli sul Nazismo, quelli sulle menzogne sputate anche dalla presunta scienza che è la psicologia sugli omosessuali negli anni passati.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Wakko Warner

            Non ti preoccupare, che i miei libri ce li ho
            anche io. Sono un tipo che legge molto. Ti
            consiglio quelli sul Nazismo, quelli sulle
            menzogne sputate anche dalla presunta scienza che
            è la psicologia sugli omosessuali negli anni
            passati.Il tuo vorrebbe essere un parallelo tra omosessualità e pedofilia ? Se sì dovrò inoltrare per conoscenza questo tuo messaggio alle associazioni gay affinchè ne prendano attoQuanto a me, io, come altri a quanto pare, desidero semplicemente conoscere la verita direttamente dalla viva voce del nostro ospite
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia&Ignoranza Vs Libertà&Coscienza
            - Scritto da: Marco Balestri
            Il tuo vorrebbe essere un parallelo tra
            omosessualità e pedofilia ? Se sì dovrò inoltrare
            per conoscenza questo tuo messaggio alle
            associazioni gay affinchè ne prendano
            attoIl mio vuole essere un esempio di persecuzione ingiusta, persecuzione avvenuta con l'avvallo sia della psicologia sia della legge, PER SECOLI, non di equiparazione fra le due cose. È un concetto troppo difficile da capire? Sai cosa significa la parola "esempio"? Se poi pensi di farmi paura con il tuo ridicolo "allora dovrò inoltrare" sei proprio fuori strada. Inoltra quello che ti pare, a chi ti pare. Anche a Gesù Cristo in persona.
            Quanto a me, io, come altri a quanto pare,
            desidero semplicemente conoscere la verita
            direttamente dalla viva voce del nostro
            ospiteE lui hai PIENO DIRITTO a non scendere a giocare con voi e a non degnarvi nemmeno di uno sguardo.
  • Artax scrive:
    X Marco Calamari
    Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE !!!Avanti su finiamola con questa continua presa in giroDillo, un pò di coraggio che diamine, e poi spiegaci il perchè, illuminaci..
    • Nome e cognome scrive:
      Re: X Marco Calamari
      - Scritto da: Artax
      Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una
      buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE
      DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE
      !!!

      Avanti su finiamola con questa continua presa in
      giro


      Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi
      spiegaci il perchè,
      illuminaci..La differenza tra un saggio e un pazzo sta in quello che hai scritto.Ciao :)
      • Artax scrive:
        Re: X Marco Calamari
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Artax

        Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una

        buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE

        DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE

        !!!



        Avanti su finiamola con questa continua presa in

        giro





        Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi

        spiegaci il perchè,

        illuminaci..

        La differenza tra un saggio e un pazzo sta in
        quello che hai
        scritto.

        Ciao :)Hai appena mostrato che cos'è un codardo e un ipocrita
        • LOL scrive:
          Re: X Marco Calamari
          - Scritto da: Artax
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: Artax


          Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una


          buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE


          DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE


          !!!





          Avanti su finiamola con questa continua presa
          in


          giro








          Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi


          spiegaci il perchè,


          illuminaci..



          La differenza tra un saggio e un pazzo sta in

          quello che hai

          scritto.



          Ciao :)


          Hai appena mostrato che cos'è un codardo e un
          ipocritaTu invece hai appena dimostrato di essere una persona gravemente disturbata.
          • oboe scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: LOL
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Nome e cognome


            - Scritto da: Artax



            Perchè non ti decidi a dirlo espressamente
            una



            buona volta, dinanzi a tutti:
            LIBERALIZZAZIONE



            DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE



            !!!







            Avanti su finiamola con questa continua
            presa

            in



            giro











            Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi



            spiegaci il perchè,



            illuminaci..





            La differenza tra un saggio e un pazzo sta in


            quello che hai


            scritto.





            Ciao :)





            Hai appena mostrato che cos'è un codardo e un

            ipocrita

            Tu invece hai appena dimostrato di essere una
            persona gravemente
            disturbata.Definitivamente.
          • Artax scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: oboe
            - Scritto da: LOL

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Nome e cognome



            - Scritto da: Artax




            Perchè non ti decidi a dirlo espressamente

            una




            buona volta, dinanzi a tutti:

            LIBERALIZZAZIONE




            DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE




            !!!









            Avanti su finiamola con questa continua

            presa


            in




            giro














            Dillo, un pò di coraggio che diamine, e
            poi




            spiegaci il perchè,




            illuminaci..







            La differenza tra un saggio e un pazzo sta
            in



            quello che hai



            scritto.







            Ciao :)








            Hai appena mostrato che cos'è un codardo e un


            ipocrita



            Tu invece hai appena dimostrato di essere una

            persona gravemente

            disturbata.
            Definitivamente.Mi spiace per voi/te caro anonimo, il tuo intervento è oltremodo puerile, io non cerco che una banale risposta, relativa, lo ripeto per l'ennesima volta, all'eliminazione dei filtri in quanto ostacolo alla "libertà di espressione" della rete..E' "libertà" godersi comodamente sul proprio divano foto e video di bambini stuprati ? O tutto o niente, è così funziona ? A Marco Calamari l'ardua risposta..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: oboe

            - Scritto da: LOL


            - Scritto da: Artax



            - Scritto da: Nome e cognome




            - Scritto da: Artax





            Perchè non ti decidi a dirlo
            espressamente


            una





            buona volta, dinanzi a tutti:


            LIBERALIZZAZIONE





            DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE





            !!!











            Avanti su finiamola con questa continua


            presa



            in





            giro

















            Dillo, un pò di coraggio che diamine, e

            poi





            spiegaci il perchè,





            illuminaci..









            La differenza tra un saggio e un pazzo sta

            in




            quello che hai




            scritto.









            Ciao :)











            Hai appena mostrato che cos'è un codardo e
            un



            ipocrita





            Tu invece hai appena dimostrato di essere una


            persona gravemente


            disturbata.

            Definitivamente.


            Mi spiace per voi/te caro anonimo, il tuo
            intervento è oltremodo puerile, io non cerco che
            una banale risposta, relativa, lo ripeto per
            l'ennesima volta, all'eliminazione dei filtri in
            quanto ostacolo alla "libertà di espressione"
            della
            rete..

            E' "libertà" godersi comodamente sul proprio
            divano foto e video di bambini stuprati ? O tutto
            o niente, è così funziona ? A Marco Calamari
            l'ardua
            risposta..Sono tutti la stessa persona, vero? (rotfl)
          • marco miani scrive:
            Re: X Marco Calamari
            x artax: che comunque e' un nome anonimocredo che tu non capisca niente di quello che sta succedendo in italia in ambito politico. e se sta succedendo e' proprio a causa di persone come te: ignoranti e ingiamerda della tv.l'altro giorno ci hanno ingozzato di servizi su pedofilia e bambini scomparsi vari, e rumeni che sparano in tribunale ..Mentre i telegiornali parlavano di queste cose, era stata recapitata una pallottola a de magistris che era appena stato oggetto di indagine disciplinare mossa da mastella.forse questo sara' troppo difficile da capire per te, ma e' molto grave, cosi' come e' molto grave cercare di bloccare il proliferare di siti internet che in italia possono favorire quella informazione bloccata dai duopoli politici.ma che ti frega a te, basta che ti fanno la prossima crack per age of empire e tu sei contento.
          • ghost scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: marco miani
            x artax: che comunque e' un nome anonimo

            credo che tu non capisca niente di quello che sta
            succedendo in italia in ambito politico. e se sta
            succedendo e' proprio a causa di persone come te:
            ignoranti e ingiamerda della
            tv.
            l'altro giorno ci hanno ingozzato di servizi su
            pedofilia e bambini scomparsi vari, e rumeni che
            sparano in tribunale
            ..
            Mentre i telegiornali parlavano di queste cose,
            era stata recapitata una pallottola a de
            magistris che era appena stato oggetto di
            indagine disciplinare mossa da
            mastella.
            forse questo sara' troppo difficile da capire per
            te, ma e' molto grave, cosi' come e' molto grave
            cercare di bloccare il proliferare di siti
            internet che in italia possono favorire quella
            informazione bloccata dai duopoli
            politici.
            ma che ti frega a te, basta che ti fanno la
            prossima crack per age of empire e tu sei
            contento.Capisce invece chi mette la pedopornografia nello stesso calderone della libertà di pensiero senza neanche pensare ad un minimo accenno di distinzione (ghost)sblocco totale x tutto ? Sarebbe questa la ricetta di Calamari, la panacea di tutti i mali che ci aflliggono (ghost)
          • nononloso scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Artax
            Mi spiace per voi/te caro anonimo, il tuo
            intervento è oltremodo puerile, io non cerco che
            una banale risposta, relativa, lo ripeto per
            l'ennesima volta, all'eliminazione dei filtri in
            quanto ostacolo alla "libertà di espressione"
            della
            rete..

            E' "libertà" godersi comodamente sul proprio
            divano foto e video di bambini stuprati ? O tutto
            o niente, è così funziona ? A Marco Calamari
            l'ardua
            risposta..Piantala di ripetere le cose come un pappagallo: eliminare i filtri non significa eliminare il reato. Basta continuare a tracciare chi accede a tali siti.
          • ghost scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: nononloso
            - Scritto da: Artax

            Mi spiace per voi/te caro anonimo, il tuo

            intervento è oltremodo puerile, io non cerco che

            una banale risposta, relativa, lo ripeto per

            l'ennesima volta, all'eliminazione dei filtri in

            quanto ostacolo alla "libertà di espressione"

            della

            rete..



            E' "libertà" godersi comodamente sul proprio

            divano foto e video di bambini stuprati ? O
            tutto

            o niente, è così funziona ? A Marco Calamari

            l'ardua

            risposta..

            Piantala di ripetere le cose come un pappagallo:
            eliminare i filtri non significa eliminare il
            reato. Basta continuare a tracciare chi accede a
            tali
            siti.Come fai a dimostrare il reato ? (ghost)
    • veritas scrive:
      Re: X Marco Calamari
      - Scritto da: Artax
      Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una
      buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE
      DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE
      !!!

      Avanti su finiamola con questa continua presa in
      giro


      Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi
      spiegaci il perchè,
      illuminaci..calamari,non deluderci e rispondi alla provocazione,altrimenti ti prendono per seguace del pedoporno!
    • x Redazione scrive:
      Re: X Marco Calamari
      Quando farete qualcosa circa questi individui con gravi problemi comportamentali che frequentano i vostri forum?
      • Bubu scrive:
        Re: X Marco Calamari
        - Scritto da: x Redazione
        Quando farete qualcosa circa questi individui con
        gravi problemi comportamentali che frequentano i
        vostri
        forum?E' solo un troll.
        • nononloso scrive:
          Re: X Marco Calamari
          - Scritto da: Bubu
          - Scritto da: x Redazione

          Quando farete qualcosa circa questi individui
          con

          gravi problemi comportamentali che frequentano i

          vostri

          forum?

          E' solo un troll.Magari. Le trollate sono quando uno butta il sasso e si scatena un flame della malora. Il troll alimenta il flame o rimane silente a ridersela. Secondo me qui si tratta di comportamenti compulsivi. Definitivamente pericolosi.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: X Marco Calamari
      - Scritto da: Artax
      Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una
      buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE
      DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE
      !!!

      Avanti su finiamola con questa continua presa in
      giro


      Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi
      spiegaci il perchè,
      illuminaci..Io sono d'accordo, e come vedi ho anche il "coraggio" di affermarlo.È ridicolo che una persona possa venire tacciato come mostro semplicemente perché è attratto da delle foto.La legge corrente è una legge ridicola, insensata, che non difende i bambini, ma fabbrica mostri, a tuo grande piacere per poter continuare con la tua fobia.Una legge usata unicamente allo scopo di rovinare la vita a persone che non hanno mai toccato un bambino nemmeno con un dito. Una legge sfornata su misura da maniaci religiosi e moralisti che vogliono imporre la loro ridicola morale sugli altri. Una legge ampiamente usata come semente per la fobia di massa cui stiamo assistendo e dare così origine a molte altre leggi restrittive in svariati settori, persino nel settore artistico (basti pensare alla sciocchezza di considerare pedoporno foto professionali di nudi di bambini ottenute senza violenza alcuna).Insomma, una legge che tu difendi tanto, ma solo ed unicamente per il tuo piacere sadico di vedere la vita di persone che tu ritieni "schifose" rovinata.Vogliono prendere gli stupratori di bambini? Facciano pure, non sarò certo io a fermarli... ma SENZA calpestare i diritti altrui, senza farci finire nel mezzo gente che di "mostruoso" non ha proprio nulla se non una diversa concezione di bellezza.Vogliono colpire chi stupra ed umilia i bambini per poi magari ammazzarli perché non parlino per proprio tornaconto personale? Perfetto, sono il PRIMO a firmare.Vogliono colpire chi _COMPRA_ certo materiale? Ottimo, lo facciano.Tutto il resto è solo pura e semplice caccia alle streghe.Caccia alle streghe che viene regolarmente usata per colpire persone che di violento NON hanno proprio nulla. Al contrario tuo, la cui tua VIOLENZA è vomitata da tutti i tuoi vergognosi post.Il tuo sadismo è evidente in ogni tua parola. Sei TU che usi i bambini. Se TU che li stai trascinando davanti a te per la tua vergognosa caccia alle streghe. Sei TU che li stai rendendo oggetto della tua mania.Vergognati.
      • Marco Balestri scrive:
        Re: X Marco Calamari
        - Scritto da: Wakko Warner
        - Scritto da: Artax

        Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una

        buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE

        DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE

        !!!



        Avanti su finiamola con questa continua presa in

        giro





        Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi

        spiegaci il perchè,

        illuminaci..

        Io sono d'accordo, e come vedi ho anche il
        "coraggio" di
        affermarlo.
        È ridicolo che una persona possa venire tacciato
        come mostro semplicemente perché è attratto da
        delle
        foto.
        La legge corrente è una legge ridicola,
        insensata, che non difende i bambini, ma fabbrica
        mostri, a tuo grande piacere per poter continuare
        con la tua
        fobia.
        Una legge usata unicamente allo scopo di rovinare
        la vita a persone che non hanno mai toccato un
        bambino nemmeno con un dito. Una legge sfornata
        su misura da maniaci religiosi e moralisti che
        vogliono imporre la loro ridicola morale sugli
        altri. Una legge ampiamente usata come semente
        per la fobia di massa cui stiamo assistendo e
        dare così origine a molte altre leggi restrittive
        in svariati settori, persino nel settore
        artistico (basti pensare alla sciocchezza di
        considerare pedoporno foto professionali di nudi
        di bambini ottenute senza violenza
        alcuna).

        Insomma, una legge che tu difendi tanto, ma solo
        ed unicamente per il tuo piacere sadico di vedere
        la vita di persone che tu ritieni "schifose"
        rovinata.

        Vogliono prendere gli stupratori di bambini?
        Facciano pure, non sarò certo io a fermarli... ma
        SENZA calpestare i diritti altrui, senza farci
        finire nel mezzo gente che di "mostruoso" non ha
        proprio nulla se non una diversa concezione di
        bellezza.

        Vogliono colpire chi stupra ed umilia i bambini
        per poi magari ammazzarli perché non parlino per
        proprio tornaconto personale? Perfetto, sono il
        PRIMO a
        firmare.

        Vogliono colpire chi _COMPRA_ certo materiale?
        Ottimo, lo
        facciano.

        Tutto il resto è solo pura e semplice caccia alle
        streghe.
        Caccia alle streghe che viene regolarmente usata
        per colpire persone che di violento NON hanno
        proprio nulla. Al contrario tuo, la cui tua
        VIOLENZA è vomitata da tutti i tuoi vergognosi
        post.

        Il tuo sadismo è evidente in ogni tua parola. Sei
        TU che usi i bambini. Se TU che li stai
        trascinando davanti a te per la tua vergognosa
        caccia alle streghe. Sei TU che li stai rendendo
        oggetto della tua
        mania.

        Vergognati.Un intervento decisamente limpido, da incorniciare, direi che non necessita commenti di alcun tipomanca solo la firma di Calamari
        • Wakko Warner scrive:
          Re: X Marco Calamari
          - Scritto da: Marco Balestri
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da: Artax


          Perchè non ti decidi a dirlo espressamente una


          buona volta, dinanzi a tutti: LIBERALIZZAZIONE


          DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE


          !!!





          Avanti su finiamola con questa continua presa
          in


          giro








          Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi


          spiegaci il perchè,


          illuminaci..



          Io sono d'accordo, e come vedi ho anche il

          "coraggio" di

          affermarlo.

          È ridicolo che una persona possa venire tacciato

          come mostro semplicemente perché è attratto da

          delle

          foto.

          La legge corrente è una legge ridicola,

          insensata, che non difende i bambini, ma
          fabbrica

          mostri, a tuo grande piacere per poter
          continuare

          con la tua

          fobia.

          Una legge usata unicamente allo scopo di
          rovinare

          la vita a persone che non hanno mai toccato un

          bambino nemmeno con un dito. Una legge sfornata

          su misura da maniaci religiosi e moralisti che

          vogliono imporre la loro ridicola morale sugli

          altri. Una legge ampiamente usata come semente

          per la fobia di massa cui stiamo assistendo e

          dare così origine a molte altre leggi
          restrittive

          in svariati settori, persino nel settore

          artistico (basti pensare alla sciocchezza di

          considerare pedoporno foto professionali di nudi

          di bambini ottenute senza violenza

          alcuna).



          Insomma, una legge che tu difendi tanto, ma solo

          ed unicamente per il tuo piacere sadico di
          vedere

          la vita di persone che tu ritieni "schifose"

          rovinata.



          Vogliono prendere gli stupratori di bambini?

          Facciano pure, non sarò certo io a fermarli...
          ma

          SENZA calpestare i diritti altrui, senza farci

          finire nel mezzo gente che di "mostruoso" non ha

          proprio nulla se non una diversa concezione di

          bellezza.



          Vogliono colpire chi stupra ed umilia i bambini

          per poi magari ammazzarli perché non parlino per

          proprio tornaconto personale? Perfetto, sono il

          PRIMO a

          firmare.



          Vogliono colpire chi _COMPRA_ certo materiale?

          Ottimo, lo

          facciano.



          Tutto il resto è solo pura e semplice caccia
          alle

          streghe.

          Caccia alle streghe che viene regolarmente usata

          per colpire persone che di violento NON hanno

          proprio nulla. Al contrario tuo, la cui tua

          VIOLENZA è vomitata da tutti i tuoi vergognosi

          post.



          Il tuo sadismo è evidente in ogni tua parola.
          Sei

          TU che usi i bambini. Se TU che li stai

          trascinando davanti a te per la tua vergognosa

          caccia alle streghe. Sei TU che li stai rendendo

          oggetto della tua

          mania.



          Vergognati.


          Un intervento decisamente limpido, da
          incorniciare, direi che non necessita commenti di
          alcun
          tipoOttimo.
          manca solo la firma di CalamariE perché? Deve condividere per forza il mio modo di vedere le cose?
          • Marco Balestri scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Artax



            Perchè non ti decidi a dirlo espressamente
            una



            buona volta, dinanzi a tutti:
            LIBERALIZZAZIONE



            DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE



            !!!







            Avanti su finiamola con questa continua
            presa

            in



            giro











            Dillo, un pò di coraggio che diamine, e poi



            spiegaci il perchè,



            illuminaci..





            Io sono d'accordo, e come vedi ho anche il


            "coraggio" di


            affermarlo.


            È ridicolo che una persona possa venire
            tacciato


            come mostro semplicemente perché è attratto da


            delle


            foto.


            La legge corrente è una legge ridicola,


            insensata, che non difende i bambini, ma

            fabbrica


            mostri, a tuo grande piacere per poter

            continuare


            con la tua


            fobia.


            Una legge usata unicamente allo scopo di

            rovinare


            la vita a persone che non hanno mai toccato un


            bambino nemmeno con un dito. Una legge
            sfornata


            su misura da maniaci religiosi e moralisti che


            vogliono imporre la loro ridicola morale sugli


            altri. Una legge ampiamente usata come semente


            per la fobia di massa cui stiamo assistendo e


            dare così origine a molte altre leggi

            restrittive


            in svariati settori, persino nel settore


            artistico (basti pensare alla sciocchezza di


            considerare pedoporno foto professionali di
            nudi


            di bambini ottenute senza violenza


            alcuna).





            Insomma, una legge che tu difendi tanto, ma
            solo


            ed unicamente per il tuo piacere sadico di

            vedere


            la vita di persone che tu ritieni "schifose"


            rovinata.





            Vogliono prendere gli stupratori di bambini?


            Facciano pure, non sarò certo io a fermarli...

            ma


            SENZA calpestare i diritti altrui, senza farci


            finire nel mezzo gente che di "mostruoso" non
            ha


            proprio nulla se non una diversa concezione di


            bellezza.





            Vogliono colpire chi stupra ed umilia i
            bambini


            per poi magari ammazzarli perché non parlino
            per


            proprio tornaconto personale? Perfetto, sono
            il


            PRIMO a


            firmare.





            Vogliono colpire chi _COMPRA_ certo materiale?


            Ottimo, lo


            facciano.





            Tutto il resto è solo pura e semplice caccia

            alle


            streghe.


            Caccia alle streghe che viene regolarmente
            usata


            per colpire persone che di violento NON hanno


            proprio nulla. Al contrario tuo, la cui tua


            VIOLENZA è vomitata da tutti i tuoi vergognosi


            post.





            Il tuo sadismo è evidente in ogni tua parola.

            Sei


            TU che usi i bambini. Se TU che li stai


            trascinando davanti a te per la tua vergognosa


            caccia alle streghe. Sei TU che li stai
            rendendo


            oggetto della tua


            mania.





            Vergognati.





            Un intervento decisamente limpido, da

            incorniciare, direi che non necessita commenti
            di

            alcun

            tipo

            Ottimo.Ciò non è necessariamente un bene, dipende dai punti di vista

            manca solo la firma di Calamari

            E perché? Deve condividere per forza il mio modo
            di vedere le
            cose?E' proprio quello che gli si chiede, però il fatto che tu e altri siate sempre qui a supportarlo direi che è estremamente indicativo
          • Wakko Warner scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Artax




            Perchè non ti decidi a dirlo espressamente

            una




            buona volta, dinanzi a tutti:

            LIBERALIZZAZIONE




            DELLA PEDOPORNOGRAFIA SULLA RETE




            !!!









            Avanti su finiamola con questa continua

            presa


            in




            giro














            Dillo, un pò di coraggio che diamine, e
            poi




            spiegaci il perchè,




            illuminaci..







            Io sono d'accordo, e come vedi ho anche il



            "coraggio" di



            affermarlo.



            È ridicolo che una persona possa venire

            tacciato



            come mostro semplicemente perché è attratto
            da



            delle



            foto.



            La legge corrente è una legge ridicola,



            insensata, che non difende i bambini, ma


            fabbrica



            mostri, a tuo grande piacere per poter


            continuare



            con la tua



            fobia.



            Una legge usata unicamente allo scopo di


            rovinare



            la vita a persone che non hanno mai toccato
            un



            bambino nemmeno con un dito. Una legge

            sfornata



            su misura da maniaci religiosi e moralisti
            che



            vogliono imporre la loro ridicola morale
            sugli



            altri. Una legge ampiamente usata come
            semente



            per la fobia di massa cui stiamo assistendo
            e



            dare così origine a molte altre leggi


            restrittive



            in svariati settori, persino nel settore



            artistico (basti pensare alla sciocchezza di



            considerare pedoporno foto professionali di

            nudi



            di bambini ottenute senza violenza



            alcuna).







            Insomma, una legge che tu difendi tanto, ma

            solo



            ed unicamente per il tuo piacere sadico di


            vedere



            la vita di persone che tu ritieni "schifose"



            rovinata.







            Vogliono prendere gli stupratori di bambini?



            Facciano pure, non sarò certo io a
            fermarli...


            ma



            SENZA calpestare i diritti altrui, senza
            farci



            finire nel mezzo gente che di "mostruoso"
            non

            ha



            proprio nulla se non una diversa concezione
            di



            bellezza.







            Vogliono colpire chi stupra ed umilia i

            bambini



            per poi magari ammazzarli perché non parlino

            per



            proprio tornaconto personale? Perfetto, sono

            il



            PRIMO a



            firmare.







            Vogliono colpire chi _COMPRA_ certo
            materiale?



            Ottimo, lo



            facciano.







            Tutto il resto è solo pura e semplice caccia


            alle



            streghe.



            Caccia alle streghe che viene regolarmente

            usata



            per colpire persone che di violento NON
            hanno



            proprio nulla. Al contrario tuo, la cui tua



            VIOLENZA è vomitata da tutti i tuoi
            vergognosi



            post.







            Il tuo sadismo è evidente in ogni tua
            parola.


            Sei



            TU che usi i bambini. Se TU che li stai



            trascinando davanti a te per la tua
            vergognosa



            caccia alle streghe. Sei TU che li stai

            rendendo



            oggetto della tua



            mania.







            Vergognati.








            Un intervento decisamente limpido, da


            incorniciare, direi che non necessita commenti

            di


            alcun


            tipo



            Ottimo.

            Ciò non è necessariamente un bene, dipende dai
            punti di
            vista



            manca solo la firma di Calamari



            E perché? Deve condividere per forza il mio modo

            di vedere le

            cose?


            E' proprio quello che gli si chiede, però il
            fatto che tu e altri siate sempre qui a
            supportarlo direi che è estremamente
            indicativoInteressante. Indicativo di cosa? :)
          • Marco Balestri scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Wakko Warner





            E' proprio quello che gli si chiede, però il

            fatto che tu e altri siate sempre qui a

            supportarlo direi che è estremamente

            indicativo

            Interessante. Indicativo di cosa? :)Del fatto che condividiate le medesime opinioni sulle direttive da seguire, libertà di accesso a qualunque genere di materiale, per tutti e senza alcuna limitazione o conseguenza penale
          • Wakko Warner scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner









            E' proprio quello che gli si chiede, però il


            fatto che tu e altri siate sempre qui a


            supportarlo direi che è estremamente


            indicativo



            Interessante. Indicativo di cosa? :)


            Del fatto che condividiate le medesime opinioni
            sulle direttive da seguire, libertà di accesso a
            qualunque genere di materiale, per tutti e senza
            alcuna limitazione o conseguenza
            penalePotrebbe essere, quindi?
          • Marco Balestri scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner













            E' proprio quello che gli si chiede, però il



            fatto che tu e altri siate sempre qui a



            supportarlo direi che è estremamente



            indicativo





            Interessante. Indicativo di cosa? :)





            Del fatto che condividiate le medesime opinioni

            sulle direttive da seguire, libertà di accesso a

            qualunque genere di materiale, per tutti e senza

            alcuna limitazione o conseguenza

            penale

            Potrebbe essere, quindi?Quindi sarebbe interessante saperlo in modo da poter discernere a ragion veduta i suoi contenuti
          • Wakko Warner scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Marco Balestri


            - Scritto da: Wakko Warner

















            E' proprio quello che gli si chiede, però
            il




            fatto che tu e altri siate sempre qui a




            supportarlo direi che è estremamente




            indicativo







            Interessante. Indicativo di cosa? :)








            Del fatto che condividiate le medesime
            opinioni


            sulle direttive da seguire, libertà di
            accesso
            a


            qualunque genere di materiale, per tutti e
            senza


            alcuna limitazione o conseguenza


            penale



            Potrebbe essere, quindi?


            Quindi sarebbe interessante saperlo in modo da
            poter discernere a ragion veduta i suoi
            contenutiPerché, non sei in grado di leggere e capire con il tuo cervello? Hai bisogno di un'interpretazione esterna?
          • Marco Balestri scrive:
            Re: X Marco Calamari
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Wakko Warner


            - Scritto da: Marco Balestri



            - Scritto da: Wakko Warner





















            E' proprio quello che gli si chiede,
            però

            il





            fatto che tu e altri siate sempre qui a





            supportarlo direi che è estremamente





            indicativo









            Interessante. Indicativo di cosa? :)











            Del fatto che condividiate le medesime

            opinioni



            sulle direttive da seguire, libertà di

            accesso

            a



            qualunque genere di materiale, per tutti e

            senza



            alcuna limitazione o conseguenza



            penale





            Potrebbe essere, quindi?





            Quindi sarebbe interessante saperlo in modo da

            poter discernere a ragion veduta i suoi

            contenuti

            Perché, non sei in grado di leggere e capire con
            il tuo cervello? Hai bisogno di
            un'interpretazione
            esterna?Io ho osservato mentre veniva letto con il cervello dei pedofili e ciò che ho visto mi ha reso consapevole di quanto certi vagheggiamenti teorici fini a sè stessi possano essere pericolosi. Trovo giusto quindi nell'interesse comune renderli tangibili in un senso o nell'altro
  • feydrutha scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    Irenero, spiegami allora in che modo censurare la rete rende piu' sicura la nipotina di 6 anni di cui sopra. Nessuno, mi pare. Nessuno sta parlando di rendere legale la pedopornografia ne' tantomeno la pedofilia. La questione e': vale la pena costruire un organismo di censura (che puo' essere abusato per censurare cose legittime) che puo' banalmente essere aggirato con un semplice proxy da chi fa veramente qualcosa di illegale?E poi per favore non usare la parola "relativismo" come se fosse una parolaccia. Relativismo etico e' capire che non tutti hanno la stessa cultura e gli stessi valori, e insieme alla laicita' (e non il "laicismo" che e' una parola inventata) e' alla base di qualsiasi societa' democratica.
  • Giorgio scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    Ma nessuno afferma che puoi fare quello che vuoi...infatti non puoi rubare, ammazzare e nemmeno adescare i bambini etc.etc....ci sono le leggi.L'articolo lo spiega chiaramente. Il punto è che vengono presi provvedimenti che tendono a limitare le libertà individuali e sono oltretutto largamente inefficaci (aggirabili...) rispetto allo scopo di proteggere i bambini.Quindi i casi sono due:tali provvedimenti sono studiati da perfetti incompetenti, oppure attraverso tali provvedimenti si vuole controllare la rete per tutt'altri fini che con la protezione dei bambini innocenti non hanno niente a che vedere....La gente chiede "che si faccia qualcosa contro i pedofili".....la gente chiede "più sicurezza"..tutto giusto....salvo però che mai come negli ultimi anni i governi usano e pompano questa sensazione (e a volte non è solo una sensazione...) di crescente allarme, disagio ed insicurezza, per far approvare provvedimenti che limitano la tua libertà senza garantire più sicurezza.Qualcuno ha detto che quando accetti che un governo limiti le tue libertà fondamentali in cambio di maggiore sicurezza, di sicuro perderai la prima e non otterrai la seconda...
  • Ireneo scrive:
    La Libertà?
    La Libertà? Ma quale Libertà. Ho letto queste parole, nei commenti: 'Se il Grande Fratello prende potere anche quì(internet)il Governo Occulto (mica tanto!)...etc'.Il Potere o, se volete , il Grande Fratello, ha già preso possesso di Internet , anche se non lo da troppo a vedere, almeno in occidente .Ma che da noi, sia stato avviato un controllo serrato, da parte del Potere e di coloro che lo servono ,non ci son dubbi. Basta saper osservare...Una volta, gli Antichi Romani, dicevano :- Divide et Impera:dividi le parti e comandi tu.E' quello che sta avvenendo, ragazzi. Quindi, se non vogliamo essere fregati dai nostri nemici interni,dobbiamo organizzarci.Come=piccolo problema, vero? Ciao. Il Musico
  • Nome e cognome scrive:
    IMHO
    Secondo me censurano internet per evitare che si sappia che la maggior parte di loro sono nel giro della pedofilia, mercato d'armi, prostituzione, tratta degli organi, droghe, servizi segreti deviati e associazioni segrete (massoneria/satanismo).Basta fare un giro su google o su youtube.
  • tizio scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    mapperfavore!
  • unaDuraLezione scrive:
    Io sono favorevole al filtro
    contenuto non disponibile
  • DIoniso scrive:
    DIritto a delinquere
    riprendo quello che ho già scritto tempo fà, prendetela per quello che è, una mezza goliardata: io voglio il diritto a poter delinquere! @^ insomma che mi arrestino pure se ho deciso di delinquere e commmettere un reato e poi lo ho fatto e mi beccano,ma non mi si deve poter impedire la scelta!il male è una opzione? è giusto poterla impedire prima ancora che si realizzi?(non c'entra niente con minority report il mio discorso...)
    • nononloso scrive:
      Re: DIritto a delinquere
      Non è una goliardata, e ci sarebbe da discuterne in lungo e in largo, ma fai bene a porla in maniera provocatoria perché ormai è l'unico modo per ottenere l'attenzione. Poi non troverai nessuno con gli strumenti per ragionarci sopra, però almeno avrai ottenuto l'attenzione ;)
      • nappa scrive:
        Re: DIritto a delinquere
        - Scritto da: nononloso
        Non è una goliardata, e ci sarebbe da discuterne
        in lungo e in largo, ma fai bene a porla in
        maniera provocatoria perché ormai è l'unico modo
        per ottenere l'attenzione. non penso proprio, la gente non si scandalizza nemmeno più di omicidi che si fanno 2 giorni di galera, persone che fanno fior di denuncie e vengono regolarmente massacarate, è quasi regolarità ormai.
        Poi non troverai
        nessuno con gli strumenti per ragionarci sopra,sei parecchio sborone lo sai?
        però almeno avrai ottenuto l'attenzione
        ;)se ne sei convinto...
        • nononloso scrive:
          Re: DIritto a delinquere
          - Scritto da: nappa
          - Scritto da: nononloso

          Non è una goliardata, e ci sarebbe da discuterne

          in lungo e in largo, ma fai bene a porla in

          maniera provocatoria perché ormai è l'unico modo

          per ottenere l'attenzione.

          non penso proprio, la gente non si scandalizza
          nemmeno più di omicidi che si fanno 2 giorni di
          galera, persone che fanno fior di denuncie e
          vengono regolarmente massacarate, è quasi
          regolarità
          ormai.


          Poi non troverai

          nessuno con gli strumenti per ragionarci sopra,

          sei parecchio sborone lo sai?


          però almeno avrai ottenuto l'attenzione

          ;)

          se ne sei convinto...Guarda in parte ti do ragione (anche per l'altro post) sul fatto che in fin dei conti non c'é da aspettarsi nulla neppure dall'allarmismo (mi sembrava trasparisse la cosa).Ma sono piuttosto allergico a scambiare opinioni con persone che usano termini come "sborone" e usa le mezze frasette con i puntini di sospensione. Mi sembrano un pò robe da età della stupidera. Potevi usare arrogante ed evitare la mezza frasetta visto che avevi già argomentato. Quindi ti saluto.
          • nappa scrive:
            Re: DIritto a delinquere
            - Scritto da: nononloso
            Guarda in parte ti do ragione (anche per l'altro
            post) sul fatto che in fin dei conti non c'é da
            aspettarsi nulla neppure dall'allarmismo (mi
            sembrava trasparisse la
            cosa).
            Ma sono piuttosto allergico a scambiare opinioni
            con persone che usano termini come "sborone" e
            usa le mezze frasette con i puntini di
            sospensione. Mi sembrano un pò robe da età della
            stupidera. Potevi usare arrogante ed evitare la
            mezza frasetta visto che avevi già argomentato.
            Quindi ti
            saluto.no beh guarda, non ho usato arrogante perche' affatto non penso tu sia arrogante. Per il resto mi dispiace molto che sborone ti abbia offesso, non voleva essere un termine offensivo, mi voglio scusare per questo. Il problema comunque permane e cioe' che affermare che la gente non possegga 'strumenti' come dici tu per capire e commentare certe cose pensa sia molto piu' grave che dare dello sborone. Se poi aggiungiamo le tue insinuazioni sull'eta' della stupideria ed addirittura l'apatia per i punti di sospensione... (cioe' questi) credo veramente che non ci siano assolutamente le basi di uno scambio di opinioni.... quindi... ti saluto anch'ioPS: guarda che i punti di sospensione non sminuiscono ne opinioni ne tanto meno non completano concetti, e' inteso come "c'e' dell'altro".... appunto...
    • Policeman scrive:
      Re: DIritto a delinquere
      - Scritto da: DIoniso
      io voglio il diritto a poter delinquere! Fai pure.Col mio manganello ti aprirò la faccia.Ti spezzerò le ossa.Chiederai pietà, e non l'avrai.
      • DIoniso scrive:
        Re: DIritto a delinquere
        - Scritto da: Policeman
        - Scritto da: DIoniso


        io voglio il diritto a poter delinquere!

        Fai pure.

        Col mio manganello ti aprirò la faccia.

        Ti spezzerò le ossa.

        Chiederai pietà, e non l'avrai.ti aspetto... vieni nei vicoli a Napoli che ne parliamo testa a testa
  • ruppolo scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    - Scritto da: Fanfulla da Lodi
    Continuo a dire che non è vero che un uomo adulto
    debba avere per diritto quello di scegliere
    quello che vuole fare e quello che può
    fare."Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare"... e tra il fare e il guardare?Ridatemi la clava, grazie.Se questo è il risultato della civiltà, preferisco la caverna.
    • nononloso scrive:
      Re: A sto giro non concordo affatto
      - Scritto da: ruppolo
      Ridatemi la clava, grazie.
      Se questo è il risultato della civiltà,
      preferisco la caverna.Considera la cosa sotto un'altra ottica: prendi la clava e rompila in testa a chi vuole riportarci all'età della pietra ;)
      • ruppolo scrive:
        Re: A sto giro non concordo affatto
        - Scritto da: nononloso
        - Scritto da: ruppolo

        Ridatemi la clava, grazie.

        Se questo è il risultato della civiltà,

        preferisco la caverna.

        Considera la cosa sotto un'altra ottica: prendi
        la clava e rompila in testa a chi vuole
        riportarci all'età della pietra
        ;)Coloro i quali andrebbero colpiti si sono già parati il culo per bene.Abbiamo perso. E chi perde ha 2 possibilità: piegarsi o andarsene.Piegarsi significa vivere in un paese dove è prevista la galera per l'ascolto di un brano musicale o la visione di una fotografia. Per ora questo, domani sarà peggio. Domani ci sarà la galera anche per reato di oscuramento pubblicitario, se ti azzardi a eludere gli spot.Chissà, forse l'AIDS non è una malattia, è una cura. La cura per il pianeta Terra e la sua vita.
  • DIoniso scrive:
    iperbole controproducente
    a me sembra doveroso essere preoccupati e tenere gli occhi aperti, in fondo Hitler ha preso il potere assoluto in maniera perfettamente legale quindi bisogna sempre rimanere vigili;a costo di sembrare quello che guarda il dito invece della luna dico che il tono è troppo allarmistico (cosa che ci stà per sucotere un po' le menti) ma sopratutto fatalista.noi possiamo ancora fare quello che vogliamo e siamo ancora liberi di pensare come ci pare e piace, forse il grande fratello che viviamo noi è molto più subdolo di quello orweliano perchè induce a pensare e ragionare in una certa maniera piuttosto che in un altra (invece che la censura fà si che ci si auto-censuri) ma alla fine non ci viene tolto il libero arbitrio, possiamo sempre scegliere e come dice un ragazzo Parigino all'inizio de "l'odio": fino ad ora tutto bene paura ehhh (ghost)
    • nononloso scrive:
      Re: iperbole controproducente
      - Scritto da: DIoniso
      a costo di sembrare quello che guarda il dito
      invece della luna dico che il tono è troppo
      allarmistico (cosa che ci stà per sucotere un po'
      le menti) ma sopratutto fatalista.Ecco la chiave è proprio questa: l'allarmismo serve per cercare di svegliare il popolino ipnotizzato da un sovraccarico mediatico continuo. Non che sia ottimista sull'efficacia... in realtà questo è uno dei paesi dove in assoluto si leggono meno libri e quotidiani, qui la gente vuole il sensazionalismo ed i ragionamenti spicci da quattro soldi. Semplicemente: l'italiota medio è troppo pigro per voler scuotere la sua mente, preferisce sempre qualche surrogato ideologico, per quanto stupido possa essere.
      • nappa scrive:
        Re: iperbole controproducente
        l'allarmismo fa parte del CONTROLLO SOCIALE, la gente pensa e crede quel che vuole, a torto o a ragione, è una realtà sacrosanta che ha accompagnato ogno momento della storia.
  • asd! scrive:
    aprite gli occhi...
    Concordo in pieno col Calamari ( e con gamberetti)(perdonami ma non ho resistito alla battuta idiota...).Cmq visto che oggi sono polemico vi sparo qualche mio pensiero... Dove sta la Libertà? ormai siamo tutti pecorelle schiavizzate e manipolate. Crediamo di essere liberi ma la libertà è anni luce lontano da noi. Crediamo di essere liberi? siamo schiavi 8 ore al giorno (per chi è fortunato) che diventano 10 per gli spostamenti tra file di macchine, mezzi pubblici ritardati. Lavoriamo quelle 8 ore per cosa? per avere i soldi e mangiare dite? madre terra ci mette a disposizione il cibo gratis, l'acqua gratis, i nostri soldi li spendiamo per cose inutili che la pubblicità ci persuade a desiderare. Quindi lavoriamo per portare profitto alle industrie. Paghiamo per mangiare robba artificiale o piena di pesticidi. I mezzi di informazione sono progettati per manipolare l'opinione pubblica e guarda caso pure loro sono veicolo di pubblicità continue e inutili. Fin da piccoli siamo strumentalizzati e programmati a pensare in un determinato modo studiando una marea di cose inutili che poi finite le scuole uno manco ricorda più. Altri anni buttati.Mettiamo su famiglia? bene! ci sono tantissimi prodotti che ci aspettano nei negozi fatti apposta per noi e per i nostri figli. Così le aziende sono più felici.Il tempo libero? lo spenderete facendo le cose che vi piacciono, forse lì è l'unico momento in cui siete un po più liberi. Ormai ci rimane solo Internet, se il Grande Fratello prende potere anche qui, il governo occulto potrà plasmare le menti di tutti e alle generazioni future sembrerà tutto questo normale. Pensate che bello, tutti gli uomini che vivono come automi senza spirito critico e senza individualità. Lo Stato che osserva e controlla tutto. Voi che lavorate schiavizzati per portare soldi allo Stato e alle Industrie. Mi prenoto la prima casetta su un isola deserta...
    • asdru bale ei ei ei ei scrive:
      Re: aprite gli occhi...
      - Scritto da: asd!
      Concordo in pieno col Calamari ( e con
      gamberetti)(perdonami ma non ho resistito alla
      battuta
      idiota...).
      Cmq visto che oggi sono polemico vi sparo qualche
      mio pensiero...

      Dove sta la Libertà? ormai siamo tutti pecorelle
      schiavizzate e manipolate. Crediamo di essere
      liberi ma la libertà è anni luce lontano da noi.

      Crediamo di essere liberi? siamo schiavi 8 ore al
      giorno (per chi è fortunato) che diventano 10 per
      gli spostamenti tra file di macchine, mezzi
      pubblici ritardati.

      Lavoriamo quelle 8 ore per cosa? per avere i
      soldi e mangiare dite? madre terra ci mette a
      disposizione il cibo gratis, l'acqua gratis, i
      nostri soldi li spendiamo per cose inutili che la
      pubblicità ci persuade a desiderare. Quindi
      lavoriamo per portare profitto alle industrie.
      Paghiamo per mangiare robba artificiale o piena
      di pesticidi.

      I mezzi di informazione sono progettati per
      manipolare l'opinione pubblica e guarda caso pure
      loro sono veicolo di pubblicità continue e
      inutili.

      Fin da piccoli siamo strumentalizzati e
      programmati a pensare in un determinato modo
      studiando una marea di cose inutili che poi
      finite le scuole uno manco ricorda più. Altri
      anni
      buttati.
      Mettiamo su famiglia? bene! ci sono tantissimi
      prodotti che ci aspettano nei negozi fatti
      apposta per noi e per i nostri figli. Così le
      aziende sono più
      felici.
      Il tempo libero? lo spenderete facendo le cose
      che vi piacciono, forse lì è l'unico momento in
      cui siete un po più liberi.

      Ormai ci rimane solo Internet, se il Grande
      Fratello prende potere anche qui, il governo
      occulto potrà plasmare le menti di tutti e alle
      generazioni future sembrerà tutto questo normale.

      Pensate che bello, tutti gli uomini che vivono
      come automi senza spirito critico e senza
      individualità. Lo Stato che osserva e controlla
      tutto. Voi che lavorate schiavizzati per portare
      soldi allo Stato e alle Industrie.

      Mi prenoto la prima casetta su un isola deserta...uno dei commenti + belli su PI mai lettiti quoto in tutto e per tuttoe se vuoi fare a metà con l'isola deserta..io ci sto
      • nononloso scrive:
        Re: aprite gli occhi...
        - Scritto da: asdru bale ei ei ei ei
        uno dei commenti + belli su PI mai letti
        ti quoto in tutto e per tuttoAllora leggiti qualche libro di Chomsky e qualche saggio di Huxley, ti piaceranno.
    • asd! scrive:
      Re: aprite gli occhi...
      Si grazie prenderò in considerazione i suddetti autori :)
      • Anonimo Torinese scrive:
        Re: aprite gli occhi...
        - Scritto da: asd!
        Si grazie prenderò in considerazione i suddetti
        autori
        :)Se posso permettermi, prova a leggere anche il libro di Allen (http://www.libreriauniversitaria.it/si-diventa-nazisti-allen-william/libro/9788806177690). Non ti deluderà, anche se devo ammettere che spaventa, per le sue analogie con la realtà odierna.
    • Marwa scrive:
      Re: aprite gli occhi...
      uh...fico, lo conosci..allora sai anche a che categoria ti puoi abbianare...XDah, no scusa tu hai letto gli articoli, troppo impegnativo leggere il suo libro, giusto?
  • Nome e Cognome :-) scrive:
    A proposito di paura di ciò che accade
    mi pare di ricordare che Orwell si è suicidato, quindi se già non riusciva a sopportare la situazione sociale che si era creata all'epoca penso proprio che a maggior ragione non avrebbe sopportato la situazione sociale di oggi.Quindi penso proprio che dire che Orwell avrebbe avuto paura di come le cose si stanno mettendo non è semplicemente una supposizione ma una certezza.Inoltre bisogna rendersi conto che la stragrande maggioranza della gente preferisce non pensare e lasciare pensare gli altri. Tutto quello che chiedono è di essere protetti come una mandria di pecore dal loro pastore (figura anche ripresa dalla chiesa).Ed è questo che causa il successo ricorrente delle varie dittature. La libertà piace alle persone pensanti, agli intellettuali e ai colti, il popolino invece preferisce uno stato in cui non devono accendere il cervello ma semplicemente vivere la loro vita tranquillamente senza preoccupazioni (situazione illusoria tra l'altro).Se semplicemente è possibile dare addosso a una categoria per sentirsi meglio, lo fanno. È stato il turno dei cristiani, dei mori, delle strege, dei negri, degli ebrei, degli omosessuali (soprattutto al momento della scoperta dell'AIDS) e oggi dei pedofili. Ogni generazione ha il suo "nemico naturale".Tutto questo rafforza il potere e permette di tenere dei discorsi facili che raccolgono consensi senza costringere la gente comune a spremersi troppo le meningi.
    • stefano scrive:
      Re: A proposito di paura di ciò che accade
      - Scritto da: Nome e Cognome :-)

      Se semplicemente è possibile dare addosso a una
      categoria per sentirsi meglio, lo fanno. È stato
      il turno dei cristiani, dei mori, delle strege,
      dei negri, degli ebrei, degli omosessuali
      (soprattutto al momento della scoperta dell'AIDS)
      e oggi dei pedofili. Ogni generazione ha il suo
      "nemico
      naturale".
      Sei risucito ad insultare un mucchio di persone in un colpo solo.
      • Nome e Cognome :-) scrive:
        Re: A proposito di paura di ciò che accade
        - Scritto da: stefano
        - Scritto da: Nome e Cognome :-)



        Se semplicemente è possibile dare addosso a una

        categoria per sentirsi meglio, lo fanno. È stato

        il turno dei cristiani, dei mori, delle strege,

        dei negri, degli ebrei, degli omosessuali

        (soprattutto al momento della scoperta
        dell'AIDS)

        e oggi dei pedofili. Ogni generazione ha il suo

        "nemico

        naturale".


        Sei risucito ad insultare un mucchio di persone
        in un colpo
        solo. E tu ci sei dentro, indubbiamente
    • Marwa scrive:
      Re: A proposito di paura di ciò che accade
      toh...cambi nome, ma alla fin fine sei sempre lo stesso...:Dprendi prendi in giro, tanto mercoledì ti esce il sesto..mazza sto facendo una fortuna con voi, mi fate scrivere a ripetizione, bravi i miei troll favoriti...XDah...censurate anche questo, tanto mi pare che in Italia funzioni così, si censura chi non la pensa come noi no?
    • Jonedoe scrive:
      Re: A proposito di paura di ciò che accade
      George Orwell e' morto di tubercolosi. E dopo la prima linea la tua credibilita' gia' scava a terra.potresti fare il politico :)
  • stefano scrive:
    "diritto di libera scelta"?
    Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e' l'esercizio di un diritto di libera scelta? Impedirlo e' una violazione dei diritti civili?Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma neanche di fronte al grottesco...
    • Fabrix scrive:
      Re: "diritto di libera scelta"?
      Il problema non è quello.A parte che a questo punto possono decidere di bloccare qualsiasi cosa, metti che gli sta sulle balle la suocera, bloccano tutti i siti che parlano di pizzo e merletti.Ma il fatto è che un provvedimento del genere lo superi in 12 secondi, impostando un proxy estero.La questione è: siamo d'accordo che la pedopornografia va fermata, ma è adatto il provvedimento? Tutelano i minori in questa maniera? Io non credo.La rete è un mezzo, e bloccando un mezzo non risolvi nulla, ottieni solo censura. Occhio, anche l'aria è un mezzo che trasporta le parole...Le polemiche non sono sul fatto che "vogliono limitare l'accesso ai siti pedo", è "vogliono limitare l'accesso".E stai tranquillo che chi vuole scambiarsi materiale del genere continuera' a farlo comunque, saltando il blocco.Magari usando la posta! Facciamo una legge che imponga l'apertura e la lettura di tutte le lettere che passano negli uffici postali! Blocchiamo la posta!
      • stefano scrive:
        Re: "diritto di libera scelta"?
        - Scritto da: Fabrix

        La questione è: siamo d'accordo che la
        pedopornografia va fermata, ma è adatto il
        provvedimento? Non e' quello che dice l'articolo. L'articolo dice che non per un maggiorenne non si puo' pretendere "di decidere cosa può vedere o fare un cittadino adulto che esercita il suo diritto di libera scelta". Di conseguenza non e' legittimo impedire l'accesso a tal tipo di siti. E questo a prescindere dalle modalita' utilizzate per bloccarli e dalla loro efficacia.
        • Papau scrive:
          Re: "diritto di libera scelta"?
          - Scritto da: stefano
          - Scritto da: Fabrix


          La questione è: siamo d'accordo che la

          pedopornografia va fermata, ma è adatto il

          provvedimento?

          Non e' quello che dice l'articolo. L'articolo
          dice che non per un maggiorenne non si puo'
          pretendere "di decidere cosa può vedere o fare un
          cittadino adulto che esercita il suo diritto di
          libera scelta". Di conseguenza non e' legittimo
          impedire l'accesso a tal tipo di siti. E questo a
          prescindere dalle modalita' utilizzate per
          bloccarli e dalla loro
          efficacia.E dice bene. La legge non dovrebbe mai confondere un danno reale con un danno psicologico privo di qualunque realazione di causa-effetto con un possibile danno reale. Il fastidio (anche se condiviso dalla maggioranza delle persone) che a te può dare il fatto che qualcuno visiti certi siti (visita priva di conseguenze reali) non è un danno psicologico che la legge può tutelare, altrimenti bisognerebbe scrivere una legge per ogni tipo di idiosincrasia o addirittura di fobia. I danni di una tale legge sono infatti infinitamente maggiori e infinitamente più reali dello pseudodanno psicologico che può arrecare a chi prova quel tipo di fastidio, "morale" o "fobico" che sia. Lo stesso fastidio non autorizza nessuno soprattutto a giudicare le intenzioni di chi assume atteggiamenti o comportamenti che assomigliano o che potrebbero portare a qualche tipo di offesa, che sarebbe come riabilitare una specie di colpa per tipo d'autore che è (fortunatamente) non semplicemente illegale ma incostituzionale. Il fatto di visitare siti di cattivvo gusto non danneggia nessuno. Questo è il fatto. Tutto il resto, giuridicamente, sono chiacchiere che non possono come invece purtroppo accade, motivare una legge. Del resto l'esistenza della demagogia è la prova dell'esistenza dei sentimenti irrazionali che possono pervadere la coscienza delle persone, soprattutto quelle depensanti. Perché i film horror sì e i ragazzini nudi no? Attendiamo una risposta.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            contenuto non disponibile
          • non autenticat o scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Papau


            Il fatto di

            visitare siti di cattivvo gusto non danneggia

            nessuno.

            Obiezione.
            Danneggia eccome se l'atto di visita si traduce
            in un vantaggio di qualsiasi tipo per chi produce
            questo tipo di
            scempi.Se e se.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            contenuto non disponibile
          • stefano scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Papau
            - Scritto da: stefano

            - Scritto da: Fabrix



            La questione è: siamo d'accordo che la


            pedopornografia va fermata, ma è adatto il


            provvedimento?



            Non e' quello che dice l'articolo. L'articolo

            dice che non per un maggiorenne non si puo'

            pretendere "di decidere cosa può vedere o fare
            un

            cittadino adulto che esercita il suo diritto di

            libera scelta"..


            E dice bene. ...
            Perché i film
            horror sì e i ragazzini nudi no? Attendiamo una
            risposta.Complimenti, questo si chiama parlar chiaro. Sulla base di che mi si puo' impedire di vedere un snuff? O di distribuirlo? Purche' non abbia commissionato o partecipato materialmente all'atto, di fatto non ho creato alcun danno. Il fatto che io provi piacere al vederlo non deve riguardare nessuno, e' un fatto privato. I diritti delle persone solo esclusivamente "materiali", riguardano giusto la sua integrita' fisica (anche la proprieta'?), tutto il resto, anche il semplice rispetto sono concetti astratti. Aggiungerei, perche' distinguere tra maggiorenni e minorenni? chi siamo noi per imporre una "tutela"? Sulla base di che posso limitare la libera scelta di un minorenne? Interessante approfondire dove si puo' arrivare partendo dal tuo punto di vista.
          • rumenta scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: stefano
            - Scritto da: Papau

            - Scritto da: stefano


            - Scritto da: Fabrix




            La questione è: siamo d'accordo che la



            pedopornografia va fermata, ma è adatto il



            provvedimento?





            Non e' quello che dice l'articolo. L'articolo


            dice che non per un maggiorenne non si puo'


            pretendere "di decidere cosa può vedere o fare

            un


            cittadino adulto che esercita il suo diritto
            di


            libera scelta"..





            E dice bene.
            ...

            Perché i film

            horror sì e i ragazzini nudi no? Attendiamo una

            risposta.

            Complimenti, questo si chiama parlar chiaro.
            Sulla base di che mi si puo' impedire di vedere
            un snuff? O di distribuirlo? Purche' non abbia
            commissionato o partecipato materialmente
            all'atto, di fatto non ho creato alcun danno. Il
            fatto che io provi piacere al vederlo non deve
            riguardare nessuno, e' un fatto privato. I
            diritti delle persone solo esclusivamente
            "materiali", riguardano giusto la sua integrita'
            fisica (anche la proprieta'?), tutto il resto,
            anche il semplice rispetto sono concetti
            astratti. Aggiungerei, perche' distinguere tra
            maggiorenni e minorenni? chi siamo noi per
            imporre una "tutela"? Sulla base di che posso
            limitare la libera scelta di un minorenne?

            Interessante approfondire dove si puo' arrivare
            partendo dal tuo punto di
            vista.allora dai un'occhiata alle tendenze in materia di "educazione".e siamo in germania.....http://www.tempi.it/archivio_dett.aspx?idarchivio=12977http://www.lifesite.net/ldn/2007/jul/07073008.htmlsecondo me c'è qualcosa che non va....
          • nononloso scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: rumenta
            http://www.tempi.it/archivio_dett.aspx?idarchivio=
            http://www.lifesite.net/ldn/2007/jul/07073008.html :S :S
          • Papau scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: stefano
            - Scritto da: Papau

            - Scritto da: stefano


            - Scritto da: Fabrix




            La questione è: siamo d'accordo che la



            pedopornografia va fermata, ma è adatto il



            provvedimento?





            Non e' quello che dice l'articolo. L'articolo


            dice che non per un maggiorenne non si puo'


            pretendere "di decidere cosa può vedere o fare

            un


            cittadino adulto che esercita il suo diritto
            di


            libera scelta"..





            E dice bene.
            ...

            Perché i film

            horror sì e i ragazzini nudi no? Attendiamo una

            risposta.

            Complimenti, questo si chiama parlar chiaro.
            Sulla base di che mi si puo' impedire di vedere
            un snuff? O di distribuirlo? Purche' non abbia
            commissionato o partecipato materialmente
            all'atto, di fatto non ho creato alcun danno. IlSu nessuna base, finché lo guardi. Detenzione e distribuzione sono un'altra cosa che mi sembra tu abbia bisogno di confondere ricorrendo a casi estremi. In linea di principio tu devi avere il diritto di navigare ovunque senza alcun limite, anche su siti illegali. L'illegalità di un sito non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che deba restare illegale la pedopornografia siamo tutti d'accordo, ma non la semplice visita ai siti pedofili o addirittura pedopornografici, tanto da motivare perquisizioni e sequestri. In questo modo tutti avremmo la possibilità di verificare l'esistenza di quelli che sono fatti reali e quelli che invece sono bufale utilizzate come spauracchio per irregimentare il sistema. (Ammesso e non concesso che gli snuff esistano, come distinguerli dai film horror?)
            fatto che io provi piacere al vederlo non deve
            riguardare nessuno, e' un fatto privato. I
            diritti delle persone solo esclusivamente
            "materiali", riguardano giusto la sua integrita'
            fisica (anche la proprieta'?), tutto il resto,
            anche il semplice rispetto sono concetti
            astratti. Il piacere deve restare un fatto privato perché non potrebbe essere altrimenti. Se a te piace giudicare arbitrariamente le persone non è un problema del diritto. La mancanza di rispetto è anch'esso un giudizio arbitrarioAggiungerei, perche' distinguere tra
            maggiorenni e minorenni? chi siamo noi per
            imporre una "tutela"? Sulla base di che posso
            limitare la libera scelta di un minorenne?Qui sei OT. La risposta in ultima analisi sarebbe che in una democrazia si decide sulla base di scelte democratiche, se la Costituzione non si pronuncia sulla questione

            Interessante approfondire dove si puo' arrivare
            partendo dal tuo punto di
            vista.E dove si può arrivare partendo dal tuo!
          • stefano scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Papau
            - Scritto da: stefano


            Su nessuna base, finché lo guardi. Detenzione e
            distribuzione sono un'altra cosa che mi sembra tu
            abbia bisogno di confondere ricorrendo a casi
            estremi. In linea di principio tu devi avere il
            diritto di navigare ovunque senza alcun limite,
            anche su siti illegali. No. Frequentare siti pedoporno significa partecipare allo sfruttamento sessuale di minori.

            Il piacere deve restare un fatto privato perché
            non potrebbe essere altrimenti. Se a te piace
            giudicare arbitrariamente le persone non è un
            problema del diritto. La mancanza di rispetto è
            anch'esso un giudizio
            arbitrario
            Esistono i diritti della persona, alla integrita' fisica e psichica, il suo diritto a non essere sfruttato ed anche il diritto al rispetto della propria immagine sociale. Il piacere dalla sofferenza e dallo sfruttamento altrui non e' piu' un fatto privato, e' un fatto sociale, e' una violazione dei suoi diritti.

            Aggiungerei, perche' distinguere tra

            maggiorenni e minorenni? chi siamo noi per

            imporre una "tutela"? Sulla base di che posso

            limitare la libera scelta di un minorenne?


            Qui sei OT. La risposta in ultima analisi sarebbe
            che in una democrazia si decide sulla base di
            scelte democratiche, se la Costituzione non si
            pronuncia sulla
            questione
            Perche' OT? Sei tu che distingui la sfera dei danni "reali" da quelli "psichici". E che sanzionare questi ultimi e' di fatto un arbitrio. Sulla base di che il sesso con minori e' un danno "reale", quando non lo e' per un maggiorenne? Il confine tra maggiore e minore non e' un confine psichico? E se questo e' arbitrario, cosa ti da' il diritto di distinguere?Per te sara' moralismo. Per me esistono dei diritti della persona che sono universali ed inviolabili. E la rete non puo' essere il mezzo per consentire nuove forme di sfruttamento.
          • Papau scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: stefano
            - Scritto da: Papau

            - Scritto da: stefano





            Su nessuna base, finché lo guardi. Detenzione e

            distribuzione sono un'altra cosa che mi sembra
            tu

            abbia bisogno di confondere ricorrendo a casi

            estremi. In linea di principio tu devi avere il

            diritto di navigare ovunque senza alcun limite,

            anche su siti illegali.

            No. Frequentare siti pedoporno significa
            partecipare allo sfruttamento sessuale di
            minori.Nel tuo cranio può accadere qualunque cosa. Non ne dubito.




            Il piacere deve restare un fatto privato perché

            non potrebbe essere altrimenti. Se a te piace

            giudicare arbitrariamente le persone non è un

            problema del diritto. La mancanza di rispetto è

            anch'esso un giudizio

            arbitrario


            Esistono i diritti della persona, alla integrita'
            fisica e psichica, il suo diritto a non essere
            sfruttato ed anche il diritto al rispetto della
            propria immagine sociale.L'oscuramento di tali immagini non è nella responsabilità di chi guarda o non guarda. E' proprio difficile da capire?


            Il piacere dalla sofferenza e dallo sfruttamento
            altrui non e' piu' un fatto privato, e' un fatto
            sociale, e' una violazione dei suoi
            diritti.Il piacere degli altri che tu immagini è un fatto tuo privato.




            Aggiungerei, perche' distinguere tra


            maggiorenni e minorenni? chi siamo noi per


            imporre una "tutela"? Sulla base di che posso


            limitare la libera scelta di un minorenne?





            Qui sei OT. La risposta in ultima analisi
            sarebbe

            che in una democrazia si decide sulla base di

            scelte democratiche, se la Costituzione non si

            pronuncia sulla

            questione


            Perche' OT? Sei tu che distingui la sfera dei
            danni "reali" da quelli "psichici". E che
            sanzionare questi ultimi e' di fatto un arbitrio.
            Sulla base di che il sesso con minori e' un danno
            "reale", quando non lo e' per un maggiorenne? Il
            confine tra maggiore e minore non e' un confine
            psichico? E se questo e' arbitrario, cosa ti da'
            il diritto di
            distinguere?Gli pseudo dannni psichici cui mi riferisco sono quelli che tu immagini subiscano quelli che accedono ai contenuti pornografici

            Per te sara' moralismo. Per me esistono dei
            diritti della persona che sono universali ed
            inviolabili. E la rete non puo' essere il mezzo
            per consentire nuove forme di
            sfruttamento.Non è colpa mia se fai finta di non capire
          • Artax scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Papau
            estremi. In linea di principio tu devi avere il
            diritto di navigare ovunque senza alcun limite,
            anche su siti illegali. L'illegalità di un sito
            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che deba
            restare illegale la pedopornografia siamo tutti
            d'accordo, ma non la semplice visita ai sitiE quindi anche sui siti pedoporno, anche laddove è possibile vedere bambini abusati e seviziati oltre ogni limite..Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì, libertà , eccoMolto, molto interessante: ora sì che l'epica battaglia di Marco Calamari si và facendo decisamente chiara ed esplicita..
          • Papau scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Papau


            estremi. In linea di principio tu devi avere
            il

            diritto di navigare ovunque senza alcun limite,

            anche su siti illegali. L'illegalità di un
            sito

            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che deba

            restare illegale la pedopornografia siamo tutti

            d'accordo, ma non la semplice visita ai siti



            E quindi anche sui siti pedoporno, anche laddove
            è possibile vedere bambini abusati e seviziati
            oltre ogni
            limite..

            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,
            libertà ,
            ecco

            Molto, molto interessante: ora sì che l'epica
            battaglia di Marco Calamari si và facendo
            decisamente chiara ed
            esplicita..Ecco un bell'esempio di diffamazione a mezzo stampa. Esci allo scoperto e firmati. Altrimenti questa di chiama vigliaccheria.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Papau
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Papau




            estremi. In linea di principio tu devi
            avere

            il


            diritto di navigare ovunque senza alcun
            limite,


            anche su siti illegali. L'illegalità di un

            sito


            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che
            deba


            restare illegale la pedopornografia siamo
            tutti


            d'accordo, ma non la semplice visita ai siti







            E quindi anche sui siti pedoporno, anche laddove

            è possibile vedere bambini abusati e seviziati

            oltre ogni

            limite..



            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,

            libertà ,

            ecco



            Molto, molto interessante: ora sì che l'epica

            battaglia di Marco Calamari si và facendo

            decisamente chiara ed

            esplicita..

            Ecco un bell'esempio di diffamazione a mezzo
            stampa. Esci allo scoperto e firmati. Altrimenti
            questa di chiama
            vigliaccheria.Perchè non ti firmi anche tu gia che ci sei
          • Wakko Warner scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: Papau

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Papau






            estremi. In linea di principio tu devi

            avere


            il



            diritto di navigare ovunque senza alcun

            limite,



            anche su siti illegali. L'illegalità di
            un


            sito



            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che

            deba



            restare illegale la pedopornografia siamo

            tutti



            d'accordo, ma non la semplice visita ai siti











            E quindi anche sui siti pedoporno, anche
            laddove


            è possibile vedere bambini abusati e seviziati


            oltre ogni


            limite..





            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,


            libertà ,


            ecco





            Molto, molto interessante: ora sì che l'epica


            battaglia di Marco Calamari si và facendo


            decisamente chiara ed


            esplicita..



            Ecco un bell'esempio di diffamazione a mezzo

            stampa. Esci allo scoperto e firmati. Altrimenti

            questa di chiama

            vigliaccheria.


            Perchè non ti firmi anche tu gia che ci seiE perché dovrebbe? È il tuo amichetto Artax/Godai che sta attaccando ed insinuando cose, DA ANONIMO, su una persona con nome e cognome .Chi è il vigliacco? Sentiamo.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: Papau


            - Scritto da: Artax



            - Scritto da: Papau








            estremi. In linea di principio tu devi


            avere



            il




            diritto di navigare ovunque senza alcun


            limite,




            anche su siti illegali. L'illegalità
            di

            un



            sito




            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che


            deba




            restare illegale la pedopornografia siamo


            tutti




            d'accordo, ma non la semplice visita ai
            siti















            E quindi anche sui siti pedoporno, anche

            laddove



            è possibile vedere bambini abusati e
            seviziati



            oltre ogni



            limite..







            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,



            libertà ,



            ecco







            Molto, molto interessante: ora sì che
            l'epica



            battaglia di Marco Calamari si và facendo



            decisamente chiara ed



            esplicita..





            Ecco un bell'esempio di diffamazione a mezzo


            stampa. Esci allo scoperto e firmati.
            Altrimenti


            questa di chiama


            vigliaccheria.





            Perchè non ti firmi anche tu gia che ci sei

            E perché dovrebbe? È il tuo amichetto Artax/Godai
            che sta attaccando ed insinuando cose, DA
            ANONIMO, su una persona con nome e
            cognome .
            Chi è il vigliacco? Sentiamo.Forse un anonimo che chiede l'identità ad un altro anonimo che è qui a fare una legittima domanda accusandolo, lui per primo, di essere vigliacco ? Questo nel tentativo di indurlo a togliersi dalle scatole presumo
          • forum dei troll scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Papau
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Papau




            estremi. In linea di principio tu devi
            avere

            il


            diritto di navigare ovunque senza alcun
            limite,


            anche su siti illegali. L'illegalità di un

            sito


            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che
            deba


            restare illegale la pedopornografia siamo
            tutti


            d'accordo, ma non la semplice visita ai siti







            E quindi anche sui siti pedoporno, anche laddove

            è possibile vedere bambini abusati e seviziati

            oltre ogni

            limite..



            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,

            libertà ,

            ecco



            Molto, molto interessante: ora sì che l'epica

            battaglia di Marco Calamari si và facendo

            decisamente chiara ed

            esplicita..

            Ecco un bell'esempio di diffamazione a mezzo
            stampa. Esci allo scoperto e firmati. Altrimenti
            questa di chiama
            vigliaccheria.Questo lo ha scritto Calamari nel suo articolo Non ci si riferisce ovviamente alla censura che riguarda ciò che i minori possono vedere o fare; ci si riferisce piuttosto a quella che pretende di decidere cosa può vedere o fare un cittadino adulto che esercita il suo diritto di libera scelta
          • Forumdeitro ll scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: forum dei troll
            - Scritto da: Papau

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Papau






            estremi. In linea di principio tu devi

            avere


            il



            diritto di navigare ovunque senza alcun

            limite,



            anche su siti illegali. L'illegalità di
            un


            sito



            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che

            deba



            restare illegale la pedopornografia siamo

            tutti



            d'accordo, ma non la semplice visita ai siti











            E quindi anche sui siti pedoporno, anche
            laddove


            è possibile vedere bambini abusati e seviziati


            oltre ogni


            limite..





            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,


            libertà ,


            ecco





            Molto, molto interessante: ora sì che l'epica


            battaglia di Marco Calamari si và facendo


            decisamente chiara ed


            esplicita..



            Ecco un bell'esempio di diffamazione a mezzo

            stampa. Esci allo scoperto e firmati. Altrimenti

            questa di chiama

            vigliaccheria.


            Questo lo ha scritto Calamari nel suo articolo

            Non ci si riferisce ovviamente alla censura
            che riguarda ciò che i minori possono vedere o
            fare; ci si riferisce piuttosto a quella che
            pretende di decidere cosa può vedere o fare un
            cittadino adulto che esercita il suo diritto di
            libera
            scelta Ciò che un adulto cittadino può e non può fare lo deve decidere la legge giusto? Non la censura arbitraria di qualcuno. Dov'è che la legge vieta di navigare sui siti illegali?
          • oboe scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Papau


            estremi. In linea di principio tu devi avere
            il

            diritto di navigare ovunque senza alcun limite,

            anche su siti illegali. L'illegalità di un
            sito

            non deriva dal fatto che tu lo visiti. Che deba

            restare illegale la pedopornografia siamo tutti

            d'accordo, ma non la semplice visita ai siti



            E quindi anche sui siti pedoporno, anche laddove
            è possibile vedere bambini abusati e seviziati
            oltre ogni
            limite..Così magari saprebbero tutti che non è vero!!! Perché dovrei credere a te o a chiunque altro sulla parola? Ancor peggio la parola di un fanatico!

            Com'è che si chiama questa cosa ? Ah, sì,
            libertà ,LA libertà è esattamente poter fare cose che qualcun'altro ritiene che non debbano essere fatte
            ecco

            Molto, molto interessante: ora sì che l'epica
            battaglia di Marco Calamari si và facendo
            decisamente chiara ed
            esplicita..Ha ragione Papau. Stai diffamando una persona in modo del tutto vigliacco
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: oboe

            LA libertà è esattamente poter fare cose
            che qualcun'altro ritiene che non debbano essere
            fatte
            E quindi anche omicidio, stupro e pedofilia.Queste "argomentazioni" che girano intorno agli articoli di Calamari hanno davvero un che di surreale, direi ben oltre i confini della concreta realtà
          • Rebecca scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Marco Balestri
            - Scritto da: oboe




            LA libertà è esattamente poter fare cose

            che qualcun'altro ritiene che non debbano essere

            fatte





            E quindi anche omicidio, stupro e pedofilia.

            Queste "argomentazioni" che girano intorno agli
            articoli di Calamari hanno davvero un che di
            surreale, direi ben oltre i confini della
            concreta
            realtàLa libertà, politicamente, è semplicemente libertà da tutto ciò che è illiberale, senza bisogno di scomodare i delitti contro le persone. Per esempio la libertà dai delitti contro i dogmi, contro i razzismi ecc
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Rebecca
            - Scritto da: Marco Balestri

            - Scritto da: oboe







            LA libertà è esattamente poter fare
            cose


            che qualcun'altro ritiene che non debbano
            essere


            fatte










            E quindi anche omicidio, stupro e pedofilia.



            Queste "argomentazioni" che girano intorno agli

            articoli di Calamari hanno davvero un che di

            surreale, direi ben oltre i confini della

            concreta

            realtà


            La libertà, politicamente, è semplicemente
            libertà da tutto ciò che è illiberale, senza
            bisogno di scomodare i delitti contro le persone.
            Per esempio la libertà dai delitti contro i
            dogmi, contro i razzismi
            eccAstrazioni, banalità, luoghi comuni, fuffa in pieno stile Calamari e nient'altrotanto per cambiare mi piacerebbe ascoltare ogni tanto qualcosa di concreto
          • Artax scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: PapauBella delucidazione, Marco Calamari quindi la pensa esattamente come i pedofili, libertà di accesso ovunque, anche alle foto dei bimbi stuprati e quando ciò avverrà (se avverra (rotfl)) sparirà quindi di conseguenza ANCHE IL REATO DI POSSESSO O SCAMBIO "ILLEGALE" DI MATERIALE PEDOPORNOGRAFICO.. Davvero molto molto interessante..
          • Papau scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Papau


            Bella delucidazione, Marco Calamari quindi la
            pensa esattamente come i pedofili, libertà di
            accesso ovunque, anche alle foto dei bimbi
            stuprati e quando ciò avverrà (se avverra
            (rotfl)) sparirà quindi di conseguenza ANCHE IL
            REATO DI POSSESSO O SCAMBIO "ILLEGALE" DI
            MATERIALE PEDOPORNOGRAFICO..



            Davvero molto molto interessante..Credo che Marco Calamari si riferisca ai siti pedofili di discussione e divulgazione teorica e non ai siti pedopornografici. Poi c'è una enorme differenza tra accedere a siti del secondo tipo e scambiarsi materiale. Ma se a te piace confondere tutto fai pure. Non aspettarti una grande considerazione per le tue opinioni (almeno non dagli esseri pensanti)
          • Artax scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Papau
            - Scritto da: Artax

            - Scritto da: Papau



            Credo che Marco Calamari si riferisca ai siti
            pedofili di discussione e divulgazione teorica eQui si stà parlando di filtri, non di "opinabili" contenuti, furbacchione..
            non ai siti pedopornografici. Poi c'è una enorme
            differenza tra accedere a siti del secondo tipo e
            scambiarsi materiale. Ma se a te piace confondere
            tutto fai pure. Non aspettarti una grande
            considerazione per le tue opinioni (almeno non
            dagli esseri
            pensanti)Quello che "pensi" tu caro anonimo non conta assolutamente niente.. E' a Marco Calamari che stò facendo le domande, sia lui a rispondere: li vogliamo togliere questi "sporchi" paletti alla "libertà di espressione" sì o no ?
          • Papau scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Artax
            - Scritto da: Papau

            - Scritto da: Artax


            - Scritto da: Papau







            Credo che Marco Calamari si riferisca ai siti

            pedofili di discussione e divulgazione teorica e

            Qui si stà parlando di filtri, non di "opinabili"
            contenuti,
            furbacchione..Furbacchione, anzi furbastro, sarai tu, che ti inventi le cose per avere una parvenza di ragione, E' vero che i filtri sono anche il mezzo sbagliato per oscurare contenuti illegali, ma accanto a questa idiozia rimane la censura della libertà di espressione, a questa mi riferisco io e mi sembra di libertà di espressione riferisca anche Calamari. Se poi tu vuoi portare l'accento su filmati e immagini illegali, ebbene in tal caso l'oscuramento censura di quesi siti non può passare attraverso il filtraggio preventivo di tutti i contenuti giudicati opinabili. Perché qui sono proprio i contenuti opinabili (per inciso: quelli non pedopornografici) a rischiare di venire oscurati se questa diventa la prassi.


            non ai siti pedopornografici. Poi c'è una enorme

            differenza tra accedere a siti del secondo tipo
            e

            scambiarsi materiale. Ma se a te piace
            confondere

            tutto fai pure. Non aspettarti una grande

            considerazione per le tue opinioni (almeno non

            dagli esseri

            pensanti)


            Quello che "pensi" tu caro anonimo non conta
            assolutamente niente.. E' a Marco Calamari che
            stò facendo le domande, sia lui a rispondere: li
            vogliamo togliere questi "sporchi" paletti alla
            "libertà di espressione" sì o no
            ?Quello che dico io conta nella stessa maniera trattandosi di idee che alla fine devono prevalere o non prevalere e non di persone. Se la metti sul piano personale allora firmati e affronta la discussione a viso aperto incece di accusare vigliaccamente da anonimo, diffamando e insinuando un disegno intenzionale di Calamari per la liberalizzazione della pedopornografia (diffamazione a mezzo stampa)
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?


            Quello che dico io conta nella stessa maniera
            trattandosi di idee che alla fine devono
            prevalere o non prevalere e non di
            persone. Se la metti sul piano personale allora
            firmati e affronta la discussione a viso aperto
            incece di accusare vigliaccamente da anonimo,
            diffamando e insinuando un disegno intenzionale
            di Calamari per la liberalizzazione della
            pedopornografia (diffamazione a mezzo
            stampa)I filtri in una rete priva di controllo a livello globale sono l'unico spartiacque possibile per individuare (e sanzionare) chi ci và intenzionalmente rispetto a chi ci capita per sbaglio, un monitoraggio da parte delle FDO senza questa premessa scade nel più assoluto ridicolo
          • Wakko Warner scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Marco Balestri



            Quello che dico io conta nella stessa maniera

            trattandosi di idee che alla fine devono

            prevalere o non prevalere e non di

            persone. Se la metti sul piano personale allora

            firmati e affronta la discussione a viso aperto

            incece di accusare vigliaccamente da anonimo,

            diffamando e insinuando un disegno intenzionale

            di Calamari per la liberalizzazione della

            pedopornografia (diffamazione a mezzo

            stampa)


            I filtri in una rete priva di controllo a livello
            globale sono l'unico spartiacque possibile per
            individuare (e sanzionare) chi ci và
            intenzionalmente rispetto a chi ci capita per
            sbaglio, un monitoraggio da parte delle FDO senza
            questa premessa scade nel più assoluto
            ridicoloQuesta cosa che hai affermato è:1) Sbagliata. I filtri non servono proprio a un tubo.2) Inutile. Perché non c'entra un razzo con quanto hai quotato.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Marco Balestri





            Quello che dico io conta nella stessa maniera


            trattandosi di idee che alla fine devono


            prevalere o non prevalere e non di


            persone. Se la metti sul piano personale
            allora


            firmati e affronta la discussione a viso
            aperto


            incece di accusare vigliaccamente da anonimo,


            diffamando e insinuando un disegno
            intenzionale



            di Calamari per la liberalizzazione della


            pedopornografia (diffamazione a mezzo


            stampa)





            I filtri in una rete priva di controllo a
            livello

            globale sono l'unico spartiacque possibile per

            individuare (e sanzionare) chi ci và

            intenzionalmente rispetto a chi ci capita per

            sbaglio, un monitoraggio da parte delle FDO
            senza

            questa premessa scade nel più assoluto

            ridicolo

            Questa cosa che hai affermato è:
            1) Sbagliata. I filtri non servono proprio a un
            tubo.
            2) Inutile. Perché non c'entra un razzo con
            quanto hai
            quotato.Se non servono a niente allora quella di Calamari è una preoccupazione inutile, si lascino le cose come stanno
          • nononloso scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: Marco Balestri
            I filtri in una rete priva di controllo a livello
            globale sono l'unico spartiacque possibile per
            individuare (e sanzionare) chi ci và
            intenzionalmente rispetto a chi ci capita per
            sbaglio, un monitoraggio da parte delle FDO senza
            questa premessa scade nel più assoluto
            ridicoloLOL inutile che la metti giù come se fosse una verità, questa è solo un'affermazione senza alcun nessun tipo di argomentazione. Vale cioé per quello che vale: niente, un opinione come le altre.
          • Marco Balestri scrive:
            Re: "diritto di libera scelta"?
            - Scritto da: nononloso
            - Scritto da: Marco Balestri

            I filtri in una rete priva di controllo a
            livello

            globale sono l'unico spartiacque possibile per

            individuare (e sanzionare) chi ci và

            intenzionalmente rispetto a chi ci capita per

            sbaglio, un monitoraggio da parte delle FDO
            senza

            questa premessa scade nel più assoluto

            ridicolo

            LOL inutile che la metti giù come se fosse una
            verità, questa è solo un'affermazione senza alcun
            nessun tipo di argomentazione. Vale cioé per
            quello che vale: niente, un opinione come le
            altre.La stessa idea che ho io delle profetiche affermazioni della "Cassandra" Calamari e di chi le sostiene come "verità assoluta"; e qusto senza portare appunto alcuna argomentazione o soluzione alternativa concreta. Il suo quindi non è che semplice terrorismo psicologico teso a tentare di far presa sulle fobiche masse ignoranti
      • Marwa scrive:
        Re: "diritto di libera scelta"?
        bravo, facciamo i lamer e spieghiamo per bene come si evitano i blocchi...XD
    • nononloso scrive:
      Re: "diritto di libera scelta"?
      Quando il saggio indica la luna...Non ci vuole molto a capire che oscurare i siti equivale solo a mettere il rusco sotto il tappeto.Per contrastare il fenomeno servono prima di tutto leggi internazionali e poiintercettazione del traffico dati e indagini sotto copertura. Come si è sempre fatto e sempre si farà per la maggior parte dei crimini.Il resto sono tutte bufale per iniziare ad impiantare meccanismi tecnici di controllo e censura. Una volta fatti digerire al popolino dormiente, è un attimo iniziare a oscurare: questo è apologetico, questo è diffamatorio ecc. ecc.Ma il popolino, si sa, non ha la cultura necessaria per capire che in uno stato libertà e sicurezza sono forze in contrasto tra loro che devono raggiungere un equilibrio.D'altra parte se fosse per il popolino torneremmo immeditamente alla pena di morte ed alla gogna.Ah dimenticavo: in Italia servirebbe, poi, anche certezza della pena (nel senso di un processo in tempi ragionevoli per evitare la prescrizione e qualche beneficio in meno per crimini particolarmente odiosi). Ma questo è un altro discorso.
    • tizio scrive:
      Re: "diritto di libera scelta"?
      .. come il tuo pst dimostra oltre ogni dubbio!
    • lorenzodes scrive:
      Re: "diritto di libera scelta"?
      - Scritto da: stefano
      Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'
      l'esercizio di un diritto di libera scelta?
      Impedirlo e' una violazione dei diritti
      civili?

      Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma
      neanche di fronte al
      grottesco...Il problema è diverso. Ufficialmente ci viene detto che si tratta di una lotta allo sfruttamento sessuale dei bambini. In realtà se andiamo a vedere bene l'attuale formulazione delle norme collegate a tale lotta e inserite nel codice penale, non possiamo non concludere che in realtà si tratta di misure atte a proteggere la "moralità pubblica" ed il "buon costume". Lo sfruttamento sessuale dei bambini, nella sostanza, passa in secondo piano. E' questa l'aberrazione di cui si parla da giorni su PI. Se una diciasettenne fa del sesso con un suo coetaneo, la condotta è pienamente lecita. Se la stessa diciasettenne ha la malaugurata idea di scattarsi una foto "osé" al cellulare da mandare al fidanzatino, ricade nel reato previsto dall'art. 600-ter c.p. Eppure c'è piena consapevolezza, non c'è sfruttamento sessuale, bensì la mera riproduzione fotografica di un atto che la ragazzina poteva legalmente compiere.Una volta che si è preso atto che il legislatore (volontariamente o involontariamente) ha messo in primo piano un bene giuridico minore (almeno rispetto alla tutela della personalità individuale, intesa come quella del minore lesa dallo sfruttamento sessuale) qual è la moralità pubblica, allora non si può non rilevare la perversa coerenza della censura dei siti web: si combatte infatti non lo sfruttamento dei bambini (i siti rimangono lì, non vengono chiusi, e le misure volte ad impedirne l'accesso sono inefficaci), ma la semplice diffusione di immagini.
      • stefano scrive:
        Re: "diritto di libera scelta"?
        - Scritto da: lorenzodes

        Il problema è diverso. Ufficialmente ci viene
        detto che si tratta di una lotta allo
        sfruttamento sessuale dei bambini. In realtà se
        andiamo a vedere bene l'attuale formulazione
        delle norme collegate a tale lotta e inserite nel
        codice penale, non possiamo non concludere che in
        realtà si tratta di misure atte a proteggere la
        "moralità pubblica" ed il "buon costume".
        Lo
        sfruttamento sessuale dei bambini, nella
        sostanza, passa in secondo piano. E' questa
        l'aberrazione di cui si parla da giorni su PI. L'articolo e' molto vago a riguardo. Fa riferimento a questo comitato per la lotta al pedoporno, che viene giusto spregiativamente definito "il censore assoluto degli adulti". Qual'e' in dettaglio l'area di competenza e d'intervento di questo comitato non e' detto, e' quindi difficile esprimere una opinione.
        • lorenzodes scrive:
          Re: "diritto di libera scelta"?
          - Scritto da: stefano
          L'articolo e' molto vago a riguardo. Fa
          riferimento a questo comitato per la lotta al
          pedoporno, che viene giusto spregiativamente
          definito "il censore assoluto degli adulti".
          Qual'e' in dettaglio l'area di competenza e
          d'intervento di questo comitato non e' detto, e'
          quindi difficile esprimere una
          opinione.No, evidentemente c'è un equivoco di fondo.Se si vuole evitare che gli occhi del cittadino medio si posino su determinato materiale, la censura è l'unico mezzo praticabile. Ma allora non stiamo veramente tutelando i minori, stiamo tutelando la pubblica morale. Basta che lo si dica. Certo sarebbe ugualmente inaccettabile perché significherebbe ammettere di essere tornati indietro di decenni nell'evoluzione sociale e nella produzione normativa, ma almeno sarebbe un atteggiamento trasparente e non ipocrita.Se invece si vuole combattere lo sfruttamento sessuale dei minori, lo si faccia seriamente ed in materia obiettiva, non con misure che, trasportate nel contesto domestico, equivalgono a nascondere la polvere sotto un tappeto per poi raccontare che si è pulita la casa.
    • Marco Balestri scrive:
      Re: "diritto di libera scelta"?
      - Scritto da: stefano
      Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'
      l'esercizio di un diritto di libera scelta?
      Impedirlo e' una violazione dei diritti
      civili?

      Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma
      neanche di fronte al
      grottesco...E' ciò che ha detto Artax o Godai, o chiunque altro; liberalizzazione della pedopornografia in quanto esercizio di una libera scelta che nessuno si puo permettere di sindacare. E' questo il pensiero di Calamari ?Vedo che stiamo diventando in parecchi a chiedercelo
      • Rebecca scrive:
        Re: "diritto di libera scelta"?
        - Scritto da: Marco Balestri
        - Scritto da: stefano

        Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'

        l'esercizio di un diritto di libera scelta?

        Impedirlo e' una violazione dei diritti

        civili?



        Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma

        neanche di fronte al

        grottesco...


        E' ciò che ha detto Artax o Godai, o chiunque
        altro; liberalizzazione della pedopornografia in
        quanto esercizio di una libera scelta che nessuno
        si puo permettere di sindacare. E' questo il
        pensiero di Calamari
        ?

        Vedo che stiamo diventando in parecchi a
        chiederceloStesso discorso per quanto riguarda i video illegalmente messi su youtube o qualunque altro sito, o perché coperti da diritto d'autore o perché rappresentano delle violenzeDi chi deve restare la responsabilità? Unicamente di chi li pubblica La libertà di accesso a qualsiasi contenuto pubblicato è un diritto sacrosanto
        • Marco Balestri scrive:
          Re: "diritto di libera scelta"?
          - Scritto da: Rebecca
          - Scritto da: Marco Balestri

          - Scritto da: stefano


          Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'


          l'esercizio di un diritto di libera scelta?


          Impedirlo e' una violazione dei diritti


          civili?





          Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma


          neanche di fronte al


          grottesco...





          E' ciò che ha detto Artax o Godai, o chiunque

          altro; liberalizzazione della pedopornografia in

          quanto esercizio di una libera scelta che
          nessuno

          si puo permettere di sindacare. E' questo il

          pensiero di Calamari

          ?



          Vedo che stiamo diventando in parecchi a

          chiedercelo


          Stesso discorso per quanto riguarda i video
          illegalmente messi su youtube o qualunque altro
          sito, o perché coperti da diritto d'autore o
          perché rappresentano delle
          violenze

          Di chi deve restare la responsabilità? Unicamente
          di chi li pubblica


          La libertà di accesso a qualsiasi contenuto
          pubblicato è un diritto
          sacrosanto Che sia calamari ad esprimersi su questo "sacrosanto diritto"magari relativamente allo stupro della sua nipotina
      • stefano scrive:
        Re: "diritto di libera scelta"?
        - Scritto da: Marco Balestri
        - Scritto da: stefano

        Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'

        l'esercizio di un diritto di libera scelta?

        Impedirlo e' una violazione dei diritti

        civili?



        Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma

        neanche di fronte al

        grottesco...


        E' ciò che ha detto Artax o Godai, o chiunque
        altro; liberalizzazione della pedopornografia in
        quanto esercizio di una libera scelta che nessuno
        si puo permettere di sindacare. E' questo il
        pensiero di Calamari
        ?Calamari non ha detto questo.

        Vedo che stiamo diventando in parecchi a
        chiederceloNon io.
        • X-Mortal scrive:
          Re: "diritto di libera scelta"?
          - Scritto da: stefano
          - Scritto da: Marco Balestri

          - Scritto da: stefano


          Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'


          l'esercizio di un diritto di libera scelta?


          Impedirlo e' una violazione dei diritti


          civili?





          Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma


          neanche di fronte al


          grottesco...





          E' ciò che ha detto Artax o Godai, o chiunque

          altro; liberalizzazione della pedopornografia in

          quanto esercizio di una libera scelta che
          nessuno

          si puo permettere di sindacare. E' questo il

          pensiero di Calamari

          ?

          Calamari non ha detto questo.




          Vedo che stiamo diventando in parecchi a

          chiedercelo

          Non io.L'altro stefano ha detto questo- Scritto da: stefano
          Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'
          l'esercizio di un diritto di libera scelta?
          Impedirlo e' una violazione dei diritti
          civili?

          Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma
          neanche di fronte al
          grottesco...Se l'accesso a materiale pedoporno è l'esercizio di una libera scelta non puo a rigor di logica essere sanzionato. Le due cose sarebbero in stridente contraddizione
    • X-Mortal scrive:
      Re: "diritto di libera scelta"?
      - Scritto da: stefano
      Leggo bene? Accedere a materiale pedoporno e'
      l'esercizio di un diritto di libera scelta?
      Impedirlo e' una violazione dei diritti
      civili?

      Vedo che la voglia di polemizzare non si ferma
      neanche di fronte al
      grottesco...A giudicare dai soliti interventi che ho letto è proprio questa l'interpretazione più diffusa-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 ottobre 2007 03.19-----------------------------------------------------------
  • dillo scrive:
    organizziamoci
    quando dite voi organizziamoci...cristo! facciamo qualcosa!pd
    • Number 6 scrive:
      Re: organizziamoci
      - Scritto da: dillo
      quando dite voi organizziamoci...
      cristo! facciamo qualcosa!
      pdE cosa vorresti fare?Sfilare (tutti e 5) per le strade?Filmare una petizione online usando 10 identità diverse?Piangere su MySpace?Non c'è niente che possiamo fare.
      • Colla scrive:
        Re: organizziamoci
        - Scritto da: Number 6
        - Scritto da: dillo

        quando dite voi organizziamoci...

        cristo! facciamo qualcosa!

        pd

        E cosa vorresti fare?

        Sfilare (tutti e 5) per le strade?

        Filmare una petizione online usando 10 identità
        diverse?

        Piangere su MySpace?

        Non c'è niente che possiamo fare.Qualcosa che si puo' fare in un piccolo gruppo ???Bombe !
      • logiq scrive:
        Re: organizziamoci
        pensa a quanto hanno fatto invece i creatori di tor, pgp, proxy, remailer anonimi, ecc. ecc..ecco un esempio di cosa si puo' fare
  • Picchio scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    Chi sei tu per decidere quello a cui IO devo poter avere accesso? Pensi di essere migliore di me? Superiore a me? Chi pensi di essere per poter decidere quale deve essere la mia morale? Chi credi di essere per poter stabilire ciò che io devo poter leggere o vedere? Chi ritieni di essere per stabilire ciò che è giusto per me e per gli altri?Tu non sei nessuno. Prima lo accetterai e meglio sarà per tutti.
    • nononloso scrive:
      Re: A sto giro non concordo affatto
      Ma come! Tu non delegheresti tutte le tue decisioni a una persona moderna e piena di acute argomentazioni che saluta come gli anglosassoni quando escono dal pub con un bel cheers? 8)
      • Picchio scrive:
        Re: A sto giro non concordo affatto
        - Scritto da: nononloso
        Ma come! Tu non delegheresti tutte le tue
        decisioni a una persona moderna e piena di acute
        argomentazioni che saluta come gli anglosassoni
        quando escono dal pub con un bel cheers?
        8)Assolutamente no.
    • Fanfulla da Lodi scrive:
      Re: A sto giro non concordo affatto
      - Scritto da: Picchio
      Chi sei tu per decidere quello a cui IO devo
      poter avere accesso? Pensi di essere migliore di
      me? Superiore a me? Chi pensi di essere per poter
      decidere quale deve essere la mia morale? Chi
      credi di essere per poter stabilire ciò che io
      devo poter leggere o vedere? Chi ritieni di
      essere per stabilire ciò che è giusto per me e
      per gli
      altri?Mica ho detto che devo essere io a decidere. E non ho detto neanche che ci debba essere una limitazione imposta dall'alto delle libertà personali.Semmai, chi decide questi limiti è la natura antropologica stessa, alla quale comunque dobbiamo fiducia visto che essa è la nostra stessa essenza.D'altra parte, il dire: è tutto relativo perchè quello che è male per te magari non è per me, e decido io i miei limiti è una minghiata bella e buona e francamente ne vediamo i risultati tutti i giorni se applicata a concetti un minimo più pregnanti del colore della propria utilitaria.
      Tu non sei nessuno. Prima lo accetterai e meglio
      sarà per tutti.E' vero! Ma ci sto lavorando per essere qualcuno, sempre meglio che accettare una esistenza da "numero nel mucchio", ti pare? ;)
      • Papau scrive:
        Re: A sto giro non concordo affatto
        - Scritto da: Fanfulla da Lodi
        - Scritto da: Picchio

        Chi sei tu per decidere quello a cui IO devo

        poter avere accesso? Pensi di essere migliore di

        me? Superiore a me? Chi pensi di essere per
        poter

        decidere quale deve essere la mia morale? Chi

        credi di essere per poter stabilire ciò che io

        devo poter leggere o vedere? Chi ritieni di

        essere per stabilire ciò che è giusto per me e

        per gli

        altri?

        Mica ho detto che devo essere io a decidere. E
        non ho detto neanche che ci debba essere una
        limitazione imposta dall'alto delle libertà
        personali.

        Semmai, chi decide questi limiti è la natura
        antropologica stessa, alla quale comunque
        dobbiamo fiducia visto che essa è la nostra
        stessa
        essenza.
        D'altra parte, il dire: è tutto relativo perchè
        quello che è male per te magari non è per me, e
        decido io i miei limiti è una minghiata bella e
        buona e francamente ne vediamo i risultati tutti
        i giorni se applicata a concetti un minimo più
        pregnanti del colore della propria
        utilitaria.
        L'unica motivazione che puoi dare al tuo ragionamento è che la maggiorparte delle persone attualmente la pensa come te su questo tema. Non c'è altro. Ma la maggioranza delle persone non è la natura antropologica. Poi bisognerebbe vedere se effettivamente quella misura legislativa è legale (rispetto alla legge fondamentale dello Stato) e perfino se è utile alla tutela della tua idea di natura antropologica. Perché quando si fanno le leggi anche in base alle proprie concezioni si deve poi almeno motivare la loro effettiva utilità. La soddisfazione emotiva che una legge potrebbe dare a te o anche alla maggioranza delle persone non è una motivazione. Sempre per il succitato principio di offensività.


        Tu non sei nessuno. Prima lo accetterai e meglio

        sarà per tutti.

        E' vero! Ma ci sto lavorando per essere qualcuno,
        sempre meglio che accettare una esistenza da
        "numero nel mucchio", ti pare?
        ;)
        • Fanfulla da Lodi scrive:
          Re: A sto giro non concordo affatto
          - Scritto da: Papau
          L'unica motivazione che puoi dare al tuo
          ragionamento è che la maggiorparte delle persone
          attualmente la pensa come te su questo tema. Non
          c'è altro. Ma la maggioranza delle persone non è
          la natura antropologica. Poi bisognerebbe vedere
          se effettivamente quella misura legislativa è
          legale (rispetto alla legge fondamentale dello
          Stato) e perfino se è utile alla tutela della tua
          idea di natura antropologica. Perché quando si
          fanno le leggi anche in base alle proprie
          concezioni si deve poi almeno motivare la loro
          effettiva utilità. La soddisfazione emotiva che
          una legge potrebbe dare a te o anche alla
          maggioranza delle persone non è una motivazione.
          Sempre per il succitato principio di
          offensività.Guarda, un conto è la teoria, un conto è l'applicazione pratica del concetto astratto.Non mi pare proprio che la maggior parte della gente faccia un ragionamento di tipo anti-relativistico.Sento infatti gridare sempre più spesso all'anti-censura, alle libertà personali, ecc. ecc.Premesso che alla fine ritengo i concetti qui sopra espressi sacrosanti, quello che sostengo è che per forza di cose, che ci piaccia o meno, dobbiamo stabilire dei paletti altrimenti la società non sopravvive, tutto qui.E siccome anche io, come te, non apprezzo che ci sia qualcuno che mi dica a suo piacimento ciò che posso o non posso fare, preferisco che se paletto deve essere, che almeno discenda dalla natura umana, che è comune a tutti.Civiltà è anche questo, suppongo.
          • Alessandrox scrive:
            Re: A sto giro non concordo affatto
            - Scritto da: Fanfulla da Lodi
            - Scritto da: Papau
            Premesso che alla fine ritengo i concetti qui
            sopra espressi sacrosanti, quello che sostengo è
            che per forza di cose, che ci piaccia o meno,
            dobbiamo stabilire dei paletti altrimenti la
            società non sopravvive, tutto
            qui.

            E siccome anche io, come te, non apprezzo che ci
            sia qualcuno che mi dica a suo piacimento ciò che
            posso o non posso fare, preferisco che se paletto
            deve essere, che almeno discenda dalla natura
            umana, che è comune a
            tutti.

            Civiltà è anche questo, suppongo.Allora meno Fanfullate e piu' ragionamenti:1) Le censure di cui all' articolo, come e' ben spiegato, NON servono a bloccare chi e' un attimino piu' scafato... tantomeno i veri criminali, servono pero' a bloccare la gente comune. Quale utilita' abbia questo solo tu e il governo lo sapete.2) Chi decide per chi? La natura? L' Antropologia? Vabbe' se vuoi possiamo raccontarci delle barzellette ma la verita' e' che a decidere sara' un comitato di esseri umani che si basera' su criteri arbitrari e non si sa' quanto pertinenti.3) Se delle regole devono esserci devono anche essere chiare, trasparenti e decise democraticamente.Qua' NON siamo in Cina.
          • Fanfulla da Lodi scrive:
            Re: A sto giro non concordo affatto
            - Scritto da: Alessandrox

            Allora meno Fanfullate e piu' ragionamenti:Ok, sono con te!
            1) Le censure di cui all' articolo, come e' ben
            spiegato, NON servono a bloccare chi e' un
            attimino piu' scafato... tantomeno i veri
            criminali, servono pero' a bloccare la gente
            comune. Quale utilita' abbia questo solo tu e il
            governo lo
            sapete.Grazie per il tuo punto di vista. Però mi sa che nel giro del 3d ti sei perso un pezzo: rispondevo a un tizio riguardo al discorso "censura", "libertà individuali" e "relativismo" in generale.Che c'entra quello che hai detto tu? C'è forse qualcuno dotato anche del bene dell'intelletto part-time che contesti ciò che tu affermi?
            2) Chi decide per chi? La natura? L'
            Antropologia? Vabbe' se vuoi possiamo raccontarci
            delle barzellette ma la verita' e' che a decidere
            sara' un comitato di esseri umani che si basera'
            su criteri arbitrari e non si sa' quanto
            pertinenti.Ma questo è ovvio. E allora? Siccome chi decide è imperfetto preferiamo non decidere affatto? Siamo messi bene siamo...
            3) Se delle regole devono esserci devono anche
            essere chiare, trasparenti e decise
            democraticamente.
            Qua' NON siamo in Cina.Cina dove peraltro le regole sono assolutamente chiare e trasparenti. Magari non democratiche, ecco.Comunque la democrazia è una pia illusione.NON siamo tutti uguali, lo volete capire o no? C'è chi sta sotto e chi sta sopra la piramide. Su, non è difficile, è solo doloroso.
          • Alessandrox scrive:
            Re: A sto giro non concordo affatto
            - Scritto da: Fanfulla da Lodi

            1) Le censure di cui all' articolo, come e' ben

            spiegato, NON servono a bloccare chi e' un

            attimino piu' scafato... tantomeno i veri

            criminali, servono pero' a bloccare la gente

            comune. Quale utilita' abbia questo solo tu e il

            governo lo

            sapete.
            Grazie per il tuo punto di vista. Però mi sa che
            nel giro del 3d ti sei perso un pezzo: rispondevo
            a un tizio riguardo al discorso "censura",
            "libertà individuali" e "relativismo" in
            generale.
            Che c'entra quello che hai detto tu? C'è forse
            qualcuno dotato anche del bene dell'intelletto
            part-time che contesti ciò che tu
            affermi?Sbaglio o sei per la censura di stato?Quindi c' entra al 100%

            2) Chi decide per chi? La natura? L'

            Antropologia? Vabbe' se vuoi possiamo
            raccontarci

            delle barzellette ma la verita' e' che a
            decidere

            sara' un comitato di esseri umani che si basera'

            su criteri arbitrari e non si sa' quanto

            pertinenti.
            Ma questo è ovvio. E allora? Siccome chi decide è
            imperfetto preferiamo non decidere affatto? Siamo
            messi bene
            siamo...No ma certamente non abbiamo bisogno di censure centralizzate


            3) Se delle regole devono esserci devono anche

            essere chiare, trasparenti e decise

            democraticamente.

            Qua' NON siamo in Cina.
            Cina dove peraltro le regole sono assolutamente
            chiare e trasparenti. Magari non democratiche,
            ecco.Ahhh quindi saremmo addirittura peggio della Cina...Complimenti.
            Comunque la democrazia è una pia illusione.
            NON siamo tutti uguali, lo volete capire o no?
            C'è chi sta sotto e chi sta sopra la piramide.
            Su, non è difficile, è solo
            doloroso.Che sia un illusione all' atto pratico va bene ma che ci di dichiari democratici, che si fondano addirittura partiti che si richiamano a tale ideale e poi si faccia tutt altro scusami ma a casa mia si chiama IPOCRISIA...Allora perche' non si dicono le cose come stanno invece di tanta inutile pomposa e vuota retorica?Siete in un regime totalitario e STOP.Ma vedo che anche per te e' difficile ammetterlo... sei tra coloro che preferiscono salvare le forme di una sostanza marcia.
      • nononloso scrive:
        Re: A sto giro non concordo affatto
        - Scritto da: Fanfulla da Lodi
        E' vero! Ma ci sto lavorando per essere qualcuno,
        sempre meglio che accettare una esistenza da
        "numero nel mucchio", ti pare?
        ;)Ovvio: il relativismo non va bene perché io voglio diventare qualcuno ed arrogarmi il diritto di decidere anche per gli altri.
  • nononloso scrive:
    Re: A sto giro non concordo affatto
    Pochi concetti, nessuno argomentato, ma in compenso sappiamo che Calamari somiglia al maestro di chitarra.Complimenti per il post :S
    • Fanfulla da Lodi scrive:
      Re: A sto giro non concordo affatto
      Che vuoi farci, il livello dei commentatori sul forum di PI è quello che è, e bisogna rendere le cose in maniera molto elementare per non turbare le vostre fragili menti...
      • nononloso scrive:
        Re: A sto giro non concordo affatto
        - Scritto da: Fanfulla da Lodi
        Che vuoi farci, il livello dei commentatori sul
        forum di PI è quello che è, e bisogna rendere le
        cose in maniera molto elementare per non turbare
        le vostre fragili menti...Rendere le cose in maniera elementare non significa non argomentare nulla come hai fatto nel tuo post.Siamo al solito sport nazionale: la retorica vuota e spiccia.Parole, parole, parole....
  • ZoNe scrive:
    Altrochè se sono preoccupato
    Sono molto preoccupato. Il Grande Fratello ormai è tra noi.E ciò che mi preoccupa ancora di più è che siamo ormai vicinissimi al "Nuovo Ordine Mondiale", ma nessuno se ne rende conto.... il 2010 dovrebbe essere l'anno dell'ingresso nel nuovo ordine mondiale e tutti i presupposti ci sono o si stanno realizzando, a partire dal tecnocontrollo globalizzato. Mi pesa pensare che l'Italia è uno dei paesi dove + si sono poste le basi affinchè ciò che a breve accadrà accadesse.Un Saluto
    • nononloso scrive:
      Re: Altrochè se sono preoccupato
      A mio parere fai 2 errori che sono terribilmente controproducenti.Il primo è quello di citare il grande fratello: quanti credi che abbiamo veramente letto 1984? Di questi, quanti l'hanno letto come lettura estiva quando erano ragazzini e poi l'hanno riletto quando erano più maturi? Di questi quanti sono in grado di contestualizzare un racconto scritto a fine anni 40, in un momento storico particolare, con i fatti che accadono oggi?Io credo pochi. Anzi pochissimi. La maggior parte, sono convinto, non l'ha proprio mai letto. Al massimo hanno letto a scuola la Fattoria degli Animali, ma anche in quel caso: quanti evevano gli strumenti per comprenderlo? Quanti si rendono conto che oggi, come ieri, la morale si può applicare a qualunque elite al potere? (ma la domanda giusta, forse, è quanti si rendono conto che esiste un elite di potere).Insomma, secondo me la gente ha una visione stereotipata semplificata del grande fratello. Un surrogato preconfezionato per spettatori pigri che risulta meno pericoloso di quello che è.Continuare ad invocarlo, a mio parere, serve a poco, anzi è controproducente perché anestetizza le coscienze. Meglio cercare di spiegare per esteso i motivi della pericolosità di un controllo troppo esteso e concentrato in poche mani. Meglio spiegare che la libertà implica necessariamente meno sicurezza, che un popolo adulto comprende il primato della libertà ed è in grado di assumersene i rischi senza chiedere che uno stato mammone faccia da balia controllando tutto, tutti, in ogni momento.Il secondo errore è quello di tirare in ballo la complottologia del nuovo ordine mondiale, dando pure date come i peggiori maghi da quattro soldi che vendono panzane di ogni tipo.Che esista o meno un gruppo di grandi pupari, che il gruppo Bilderberg decida effettivamente delle sorti di tutti noi, che esistano piani segreti per l'unificazione del nord america, che, che, che, è tutto irrilevanteI miracoli del capitalismo meritocratico di fine 1800/inizi 1900 si sono dimostrati una bolla di sapone. La stragrande maggioranza del potere si è concentrato in oligopoli, in elite sempre meno numerose, e la tendenza sembra inarrestabile.Anche qui il discorso è molto ampio e, necessariamente, sto semplificando, ma tutto ciò avviene alla luce del sole con il consenso di un popolo ammaestrato e sempre meno in grado di pensare in modo critico (una grossisima parte della colpa, secondo me, è proprio della stampa).Insomma, quando invochi il nuovo ordine mondiale (anche se lo fai solo per rendere l'idea, senza sposare le tesi complottiste) dividi immediatamente la platea in due: quelli che sposano le tesi complottiste, senza magari capirne un granché, e quelli che immeditamente passano al prossimo post bollandoti come ingenuo, allarmista ecc.Meglio focalizzarsi su argomenti reali, ci sono talmente tanti gruppi di potere che fanno le cose alla luce del sole che non c'é che l'imbarazzo della scelta. Le banche per esempio.Infine, la questione dell'Italia come paese dove si sono poste le basi per il controllo delle masse mi pare completamente campata per aria.Che l'Italia abbia subito ingerenze di ogni tipo dall'estero è indubbio, sopratutto dal dopoguerra per tutta la durata della guerra fredda, ma il paese dove si sono poste le basi sono sicuramente gli Stati Uniti e l'Inghilterra. E anche oggi credo che questi siano quelli dove l'erosione delle libertà avvenga più velocemente. Ovviamente si parla solo di quelle che dovrebbero essere democrazie, nei regimi dittatoriali, ca va sans dire, il controllo totale c'é già.
Chiudi i commenti