Google e il mistero della città fantasma

E' il caso di un paesino del Regno Unito. Apparso dal nulla sulle mappe di BigG

Roma – Google Maps è in grado di scovare anche il più sperduto dei paesini del countryside. Ciò che ha invece sorpreso gli abitanti di Aughton, nel Lancashire, è l’esistenza di Argleton, un paesino che secondo le mappe di BigG dovrebbe sorgere proprio di fianco alla cittadina costeggiata dall’autostrada A59.

Argleton

A scoprire nel 2008 questa incongruenza cartografica è stato un membro dello staff della vicina Edge Hill University: Mike Nolan è cresciuto proprio ad Aughton e ha dichiarato di non essersi mai accorto dell’esistenza di Argleton.

In realtà le coordinate di Argleton corrispondono ad una zona di pascolo e sia Google che la società che ha raccolto le mappe britanniche non sono state in grado di spiegarsi come abbia fatto Argleton a comparire tutto d’un tratto.

Secondo il Telegraph potrebbe invece trattarsi di un contrassegno posto deliberatamente da Google per individuare eventuali utilizzatori impropri del suo planisfero digitale. Dal Googleplex hanno fatto solo sapere di lavorare costantemente per l’aggiornamento e l’affidabilità di Maps.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • stephonden scrive:
    gun causes generation allowing
    economic llc number 2009 occurred estimated details article
  • randyricka scrive:
    nations united away atlantic least
    http://books.nap.edu http://adsabs.harvard.edu compared code http://www.enhancements.org kyoto costs http://www.jstor.org
  • thaxterkei scrive:
    period institute research review melting
    bush [url=http://blogs.suntimes.com]period institute research review melting[/url] [url=http://www.agecon.ucdavis.edu]combined non reducing[/url]
  • wulfdetwi scrive:
    broader according action water
    2001 warms meteorological broadly late
  • dan scrive:
    complimenti
    Vedo che come al solito in questi forum di discussione ogno pretesti sia solo buono ad aditare le persone che lavorano ne mondo dell' intratenimento siano degli sciacalli senza scrupoli ognuno pensa solo a scaricare gratis e non volendo neppure prendere in considerazione che ci sono famiglie che vivono su questi lavori . Ma tanto a nessuno importa perche il senso civile delle persone ormai si è andato a farsi benedire , faccio un augrio a tutte quelle persone che vogliono tutto gratis dall rete si ritrovino anche loro senza lavoro per colpa di qualche persona che faccia il suo lavoro a prezzi ridicoli o addirittura usi a suo piacere il lavoro altrui sfruttandolo senza autorizazione .Il punto e che in questo momento siamo in una societa consumistica e se non si consuma più tutti a casa felici e contenti avremo più tempo per andare a l bar
  • Dilling scrive:
    Scambio Etico ne parla già da molto..
    Non voglio certo rivendicare nessuna primogenitura, ma quando chi parlava di questa cosa veniva additato a farneticante paranoico, Paolo Brini già ne scriveva proccupato.http://forum.tntvillage.scambioetico.org/tntforum/index.php?showtopic=150272
  • P2P scrive:
    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE Non comprare e non noleggiare CDNon comprare e non noleggiare DVDNon andare al cinemaNon abbonarsi alle Pay TvPrendere in prestito i libri nelle bibliotecheDiffondere il Book CrossingDiffondere le licenze Creative CommonsDiffondere l'Open SourceE' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe mettere sotto controllo l'acXXXXX alla conoscenza. Sapere è potere Francis Bacon BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
  • All You Base Are Belong To Us scrive:
    Una previsione?
    ... Sarà il tracollo economico delle Major della musica e del cinema.Verranno ingrassate le tasche della criminalità, che si metterà a sfornare e a distribuire materiali piratati.Espolderà il fenomeno, già in crescita, dell'autoproduzione e dell'autodistribuzione dei piccoli musicisti e produttori, aiutati da Internet e da mezzi sempre più accessibili.La Siae, la Riaa e i loro omologhi finiranno ridimensionati a proporzioni assolutamente intime.Verrà ridefinita radicalmente la politica dei diritti d'autore con modelli di licenze alternative tipo CreativeCommons.La rivoluzione è cominciata. Tempo che questa classe politica che appartiene a un mondo in estinzione ceda il passo al nuovo. Quanto tempo? 8-15 anni. I giovani hanno tempo e pazienza... Tanta pazienza!
    • Valeren scrive:
      Re: Una previsione?
      No, se le vendite crolleranno (e lo spero fortemente) verranno sovvenzionate dagli stati.Non hanno dato così tanto ai politici per nulla: è il loro più importante investimento.
    • zi_o_zio scrive:
      Re: Una previsione?
      - Scritto da: All You Base Are Belong To Us
      8-15 anni. I giovani hanno tempo e pazienza...
      Tanta
      pazienza!Quoticchio, con riserva perché... ...i giovani col tempo invecchiano, mentre le corporation,in teoria, sono eterne.Se pensi che le più grandi famiglie c'erano già prima di Napoleone... :s
  • marco di lago scrive:
    provider
    bhè al primo avviso..ciao ciao provider..uso solo internet dal lavoro gratis e tu fallisci!..semplice no?
    • zi_o_zio scrive:
      Re: provider
      - Scritto da: marco di lago
      bhè al primo avviso..ciao ciao provider..uso solo
      internet dal lavoro gratis e tu
      fallisci!..semplice
      no?Se si crede in un progetto si mette in conto che ci saranno dei rami secchi da tagliare lungo il percorso. O no?ciao
      • Wolf01 scrive:
        Re: provider
        Eh, stiXXXXX, ma se i rami secchi sono tutti tranne quelli nel pennacchio trasformi un pino in una palma.Non oso pensare a cosa potrebbe succedere se tutti i privati terminassero il contratto con i provider.Sicuramente comunque da brave pecore che siamo non disdirremo mai il contratto dell'ADSL solo perchè non potremo più scaricare film e musica
  • misto scrive:
    Prossimi passi?
    la posta responsabile se viene spedito un cd di materiale protetto da copyright?il negozio all'angolo responsabile se un coltello che ha venduto viene usato per un omicidio?La Hertz responsabile se una sua auto viene usata per un rapimento?Adesso basta. Chi di voi ha un blog, per favore, lo metta dietro ssl. Rendiamo internet criptata. Almeno cosi' si toglie la responsabilita' ai provider di controllare cosa passa per il tubo.
  • Africano scrive:
    Dogana a mare
    In effetti è di una semplicità assoluta, da dove arriva tutto questo materiale che non dovrebbe nemmeno circolare? Da ogni dove? E allora basta presidiare i tratti più caldi e si fa un bel cordone dalle parti tra l'oceano pacifico e un poco più in là.Io pure questo avrei detto a Carlà se frignava per chi non pagava la sua chitarrina.E ci è andata bene, se si scopre macacà o bicchieri di cristallo pregiato français o l'ichampagne non farà le bollicine.
    • Mauro scrive:
      Re: Dogana a mare
      esatto, ma la tua sbidiguda non prende in considerazione la superXXXXXra brematurata con lo scappellamento a destra... mi dispiace ma cofandina con resto di tre non torna.
  • Codroipo scrive:
    Obama uno di loro?
    Francamente, lo ritenevo più intelligente... Prima fa una battaglia contro tutto e contro tutti per la sanità pubblica, e poi, appena può davvero combattere per qualcosa di facilmente realizzabile, si mette al servizio degli interessi corporate.
    • LuNa scrive:
      Re: Obama uno di loro?
      obama è li perchè ce lo hanno messo le corporate ...o meglio detto, è stato votato e eletto, ma non è una novità che i presidenti degli stati uniti (e non solo quelli) sono al servizio delle sorelle del potere (petrolio in primis) di certo lui non decide un tubo, e se gli dicono che il p2p va condannato lui DEVE dire "zi, badrone biango, faggio zubito"la cosa non mi stupisce affatto.
  • Nome e cognome scrive:
    Quello che davvero mi preoccupa
    soluzioni poco diffuse per motivi tecnici ed economici divengono alla portata di chi già oggi deve nascondere attività di un certo tipo (chi scambia pedoXXXXXgrafia, chi vuole organizzare il prossimo 11 settembre, ecc), che oltretutto, in mezzo a questa massa, diventa difficilmente identificabile.Pretendere che i condivisori di MP3 siano terroristi agevola il vero terrorismo.
  • Uno di Passaggio scrive:
    Seconde me..
    ...si stanno tirando la zappa sui piedi... Con il P2P ho avuto modo, ad esempio, di scoprire alcune serie TV, affezionarmi e comprare poi le stagioni in DVD (es. Galactica)... ho avuto modo di ascoltare alcuni cantanti non tanto famosi e poi comprare diversi album degli stessi... Se passasse questa legge non comprerei più nulla perché non potrei più provare nulla... e ne conosco diversi come me... mah...
    • zi_o_zio scrive:
      Re: Seconde me..
      - Scritto da: Uno di Passaggio
      ...si stanno tirando la zappa sui piedi... Con il
      P2P ...Io ne dubito.Quella del P2P è solo una scusa come un'altra (pedofilia, terrorismo) per mettere sotto controllo la rete.Se viene superato l'ostacolo degli interessi contrapposti, che fin'ora ha giocato per puro caso a favore degli utenti, sarà la "normalizzazione".I neo-latifondistidi® della comunicazione sono "esclusivi" quanto i vecchi.ciao
      • CHKDSK scrive:
        Re: Seconde me..
        Anche prima dell'approvazione dello Statute of Anne nel 1710 quando vigeva ancora il regime del privilegio vi era tutto l'interesse del Sovrano nel mantenere il controllo dell'informazione tramite la censura e dei monopolisti della cultura nel mantenere prezzi alti e godere del monopolio. Qui la storia si ripete.
      • etherodox scrive:
        Re: Seconde me..
        Condivido il primo periodo di Zio_zio: Se viene superato l'ostacolo degli interessi contrapposti, che fin'ora ha giocato per puro caso a favore degli utenti, sarà la "normalizzazione".Non il secondo: I neo-latifondistidi® della comunicazione sono "esclusivi" quanto i vecchi.No, i newcomers del mercato digitale non sono "esclusivi", hanno strategie differenti di sfruttamento del lavoro cooperativo della rete (per questo non solo meno detestabili dei primi). Però le loro quotazioni sembrano in ribasso, Lessig in castigo ad Harvard ad occuparsi di etica della politica, Zittrain sempre più rampante, Boyle depresso .. tira una brutta aria in casa cyberlaw.
        • francososo scrive:
          Re: Seconde me..
          Neanche si rendono conto di cosa legiferano : è evidente che "il conflitto di interessi" non solo una esclusiva di Berlusconi , questo è il pericoloso connubbio tra politica ed affari !
          • All You Base Are Belong To Us scrive:
            Re: Seconde me..
            Se è per questo, ci sono conflitti di interessi molto più gravi. Pensa solo all'industria farmaceutica che ha invaso il settore agroalimentare. Lo stesso soggetto ti può avvelenare e poi venderti l'antidoto o la cura.Pensa alle banche private che attraverso la loro partecipazioni nelle banche centrali nazionali (Bcn, Bankitalia è una Bcn) e la partecipazione di queste nella Bce hanno saldamente in mano le politiche monetarie comunitarie (non è un caso che da quando c'è l'Euro se depositi soldi sul conto corrente e non li tocchi, dopo un anno sono meno! Un tempo erano di più perché gli organismi di controllo, le Bcn, erano indipendenti e a maggioranza statale).Il conflitto di interessi di Berlusconi, da cui ti difendi con un dito spegnendo la tv, davanti agli altri conflitti di interessi che riguardano la salute e il denaro e che sono su scala planetaria, è una scorreggetta. Ed è a termine... Basta a spettare che la Natura faccia il suo corso e la vecchiaia ceda il passo all'inevitabile. Ma le banche e le multinazionali, una volta scomparso Berlusconi, saranno ancora lì chissà per quanto tempo.Impariamo a dare il giusto peso ai problemi e le nostre difese saranno più mordenti ed efficaci.
          • zi_o_zio scrive:
            Re: Seconde me..
            - Scritto da: All You Base Are Belong To Us
            Il conflitto di interessi di Berlusconi, da cui
            ti difendi con un dito spegnendo la tv, davanti
            agli altri conflitti di interessi che riguardano
            la salute e il denaro e che sono su scala
            planetaria, è una scorreggetta.Quoto
            Ed è a termine...
            Basta a spettare che la Natura faccia il suo
            corso e la vecchiaia ceda il passo
            all'inevitabile.Ma non bisogna aspettare rassegnati perché nel frattempo,in cambio dell'immunità, sta lavorando alacremente per consegnareil paese agli interessi planetari.Per restare "in tema" diciamo che una XXXXXXXXXX può essere spazzata via con un soffio di vento.Se è ancora al suo posto vuol dire che il "vento" apprezza il suo lavoro.(non solo il suo, ad essere obiettivi) :(Per inciso, uso il concetto di Neo-Latifondisti® per definire tutti gli interessi/conflitti cui fai riferimento perché si avvalgono di pratiche politico/economiche che tutto includono e tutti escludono .E prima o poi anche loro, (sono un illuso?) come i vecchi latifondisti, saranno obbligati a restituire tutte le ricchezze/risorse accumulate sottraendole alle popolazioni di tutto il mondo.ciao
    • Jfk scrive:
      Re: Seconde me..
      Sara' il proliferare di darknet a iosa...
Chiudi i commenti