Google Earth guardiano delle foreste

La Grande G propone immagini satellitari per tenere d'occhio lo stato di salute dei polmoni della Terra

Roma – Google lo ha presentato nell’ambito della conferenza sul cambiamento climatico in corso a Copenhagen: si tratta di un sistema che consente di verificare online l’estensione di boschi e foreste , la cartella clinica del Pianeta Terra.

Google Earth La tecnologia di Google Earth è alla base di quello che potrebbe diventare uno strumento estremamente utile, come dichiarato da BigG, per rendere più efficace il programma Reducing Emissions from Deforestation and Degradation (REDD) voluto dalle Nazioni Unite per incentivare governi e proprietari terrieri a limitare la deforestazione .

Gli analisti potranno studiare immagini satellitari per sorvegliare lo stato di estensione delle foreste a livello globale, espandendo così un progetto già in atto in Sudamerica promosso dagli scienziati Greg Asner, della Carnegie Institution for Science , e Carlos Souza di Imazon .

Fondamentalmente la collaborazione tra il braccio verde di Google e gli specialisti del settore dovrebbe restituire agli organi di controllo una maggiore capacità di tutela del patrimonio ambientale che, specialmente in Brasile, rischia di essere irrimediabilmente compromesso dalla deforestazione selvaggia.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • picard12 scrive:
    lotta alla cecità
    credo che sia solo una lotta alla cecità!! e non venite a dirmi che i cinesi usano la scusa del XXXXX per scopi antidemocratici... non ci crederò mai, invece sta cosa dimostra come abbiano a cuore la salute del popolo, che non si dovrà astenersi dal lavoro causa gomito del tennista, o dolori articolari vari.....aaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhh
  • Sgabbio scrive:
    Bigotti del Cavolo.
    Come da titolo, questa guerra al XXXXX è ridicola.... Spero che non venga nulla del genere tra noi.
    • the passenger scrive:
      Re: Bigotti del Cavolo.
      In verità il loro intento è sfruttare la scusa del XXXXX per chiudere siti in cui si fa propaganda contro il regime cinese, specialmente i siti torrent dove girano certi documentari scomodi.- Scritto da: Sgabbio
      Come da titolo, questa guerra al XXXXX è
      ridicola.... Spero che non venga nulla del genere
      tra
      noi.
    • cassandra scrive:
      Re: Bigotti del Cavolo.
      - Scritto da: Sgabbio
      Come da titolo, questa guerra al XXXXX è
      ridicola.... Spero che non venga nulla del genere
      tra
      noi.Prima o poi ci sarà anche in Occidente per ragioni economiche (il file sharing disturba).
    • A s d f scrive:
      Re: Bigotti del Cavolo.
      Non è bigottismo! E' controllo sociale..Il controllo delle pulsioni è proprio di ogni tipo di regime. Se fai caso, in ogni tipo di regime totalitario, storicamente, si sono imposti dei limiti e dei controlli sulla sessualità e altri istinti.Non è questione di moralità o immoralità.. E' questione di frenare gli istinti per trasformare gli esseri umani in bestie consenzienti.
Chiudi i commenti