Google gioca con i nomi ma perde

Il gigante perde una causa con cui tentava di appropriarsi di Froogles. E ora il detentore di Froogles.com sta pensando di prendersi Froogle.com


Washington (USA) – E’ da lungo tempo una voce del menù di Google e come tutto ciò che appare nella home page del motore più usato nel mondo ha un valore notevole: è Froogle , lo strumento di Google per lo shopping. Uno strumento il cui nome potrebbe ora essere a rischio.

Google ha infatti perduto una causa che aveva intentato al detentore del dominio Froogles.com , sostenendo che si trattava di un nome troppo simile al proprio e, come tale, foriero di confusione negli utenti.

A decidere che invece Froogles non rappresenta un problema per Google è stato un panel di tre giudici nominati da ICANN , l’ente internazionale di supervisione sul sistema dei domini.

Richard Wolfe, intestatario di Froogles, forse può sperare dalla decisione del panel che il proprio procedimento contro il marchio Froogle, presentato all’Ufficio dei marchi americano, possa risolversi in una vittoria. Se così fosse, Google perderebbe Froogle oppure sarebbe costretto a pagare a peso d’oro l’uso di quel nome. Google ha comunque ancora l’opportunità di portare il tutto all’attenzione di un tribunale civile statunitense.

Va detto che Wolfe ha registrato il proprio sito Froogles nel marzo del 2001, vale a dire molti mesi prima del dicembre 2002, quando Google ha annunciato Froogle .

Secondo l’avvocato di Wolfe “il diritto di Google di usare il marchio Froogle è seriamente in dubbio. Se continuano ad usare quel marchio infrangono i diritti di trademark di Richard Wolfe”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marco cigno scrive:
    the vocalist
    credo che il leader degli u2 sia " the first man of the world in political too " e vorrei scrivergli una email personale riguardante l' argomento ovvero gli introiti , in particolare su itunes e il suo ruolo sociale " in the world " .
  • Anonimo scrive:
    Re: a "Povero bono facciamo una colletta

    (per la storia dell'etichetta, magari se
    posti un link utile per potersi informare)avevano ragione gli U2, c'è poco da dire...http://www.u2faqs.com/history/d.html#5altrimenti domani mi metto a campionare pezzi di Madonna, ce lo scrivo sulla copertina e faccio i soldi....
  • Anonimo scrive:
    Re: a "Povero bono facciamo una colletta

    .Insomma.sfortunati o strateghi,gli U2
    non hanno nulla in meno delle altre band o
    rockstar,ANZI.Per tutte le rockstar: a lavorare......in miniera....... da precari...... con un "caporale" che se ne frega della 626......senza contributi, vuoi anche andare in pensione?......altro che a piangere sul p2p e permettersi di dare dei "delinquenti" a persone con un potere d'acquisto 1000000 di volte inferiore, che magari hanno più talento o altre doti umanamente più importanti rispetto al saper dare via il c* ai giusti gruppi di potere!
  • Anonimo scrive:
    Per la geniale trovata
    si meritano un anno di p2p a manetta :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Li ho sentiti per 10 anni.....
    boh io nemmeno li conoscevo
  • Anonimo scrive:
    Re: Il nuovo dei Prodigy....
  • Anonimo scrive:
    Re: È tutta una montatura
    ah... che sbadati questi udue.. ma dove li lasciano gli album che glieli fregano sempre...ma... ho provato ad ascoltare qualcosa... ma sinceramente non spreco un princo per gnegnegne
  • Anonimo scrive:
    Re: Povero Bono facciamo una colletta
    scusate.. ma chi sono sti u2?
  • Anonimo scrive:
    Per quelli che comprano a scatola chiusa
    SBAGLIATE !Come sbaglia pure chi si compra TUTTI gli album di questo o quell'artista. Intendiamoci, ognuno spende i propri soldi come vuole, ma questo è un'atteggiamento da adolescenti.Anch'io quando ero piccolo (ora c'ho 28 anni) lo facevo, poi man mano ho capito che è bene comprare solo quello che ci piace.Il motivo è che così si riesce a mandare anche un messaggio ai propri idoli e, probabilmente, fargli cambiare direzione.Credo che faccia bene anche al gruppo perché si rendono conto meglio di come il pubblico reagisce. Poi chiaramente anche loro son liberi di scegliere di fare quel che vogliono, però almeno c'è qualche possibilità di aggiustare il tiro.Io non acquisto PIU` prima di aver scaricato e valutato; non solo, ma anche di uno stesso gruppo voglio sentire prima perché capita possano fare album che mi piacciano meno.Marco Radossevich
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    Mah.....non si dice spezzato ?!?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    oppure come Vasco
    Rossi 27 euro + prevendita, sperando di
    trovarne perchè li esauriscono in 1
    giorno!!!!E ringraziare che vasco fa pagare un suo concerto solo 27 euro, prezzo assolutamente onesto in termini assoluti e ancor più onesto pensando che i biglietti vengono esauriti in brevissimo tempo.
    Ed i concerti dal vivo non si possono
    copiare e diffondere su p2p!!!!!!
    E poi gli U2 si preoccupano che un loro
    album sia diffuso su p2p dopo che sguazzano
    nei miliardi!!!!!! :|No, però permetterai che girerebbero anche a te pensando che il tuo lavoro potrebbe venire distribuito senza il tuo consenso ed in questi modi (ovvero prima dell'uscita ufficiale dell'album).
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella l'equazione...
    - Scritto da: Anonimo



    Furto=P2P non è l'equazione

    giusta


    Forse tu intendi dire P2P=Furto...qui potrei
    essere d'accordo in linea generale.

    Ma come dicevo Furto=P2P è eccessivo:
    provo a spiegarmi ancora...
    Che nesso si può provare fra il furto
    di un supporto ottico (cd) e l'utilizzo di
    sistemi di file sharing?Da quando l'uguaglianza non gode della proprietà simmetrica? Certo che rompete proprio le scatole su sottigliezze, senza preoccuparvi della sostanza: in base a quanto dichiarato hanno subito un furto bello e buono del loro lavoro. Fine, punto e amen
  • Anonimo scrive:
    Re: Poveri U2...spieghiamogli una cosa..
    - Scritto da: Anonimo

    "La musica dei Negativland"???...quando
    mi

    devo prendere una canzone costruita su

    un'altra(senza chiedere il permesso) mi

    prendo direttamente l'originale;)

    chiedere il permesso per far che ?
    ma sai cio' di cui parli...o parli per
    parlare???
    La "copia" e' un originale quanto l'
    "originale"...
    sono totalemente diverse !!!

    comunque mi rendo conto che e' una totale
    perdita di tempo replicare al tuo
    post....totalmente sconnesso e ignorante
    (dei fatti).
    ti ho postato i link ma non li hai
    letti....ne' ti sei presa la briga di
    ascoltare gli mp3.

    quindi ti lascio tranquillamente nel tuo
    brodo.

    sguazzaciCiccio, io stavo molto tranquillamente discutendo, ma pare che di educazione tu sia a corto.Fai pure il fighetto perché ascolti gruppi di nicchia a men non frega poi molto.Cmq il tuo post è partito accusando gli U2 di esseri avidi e poi hai replicato incolpando la Island (che tra l'altro ha scoperto e lanciato diversi artisti che hanno fatto storia...che a te piacciano o meno). Resta il fatto che anche se la musica è diversa(non mi interessa ascoltarla) hanno usato campionature di un'altra canzone, hanno messo ben in risalto la scritta U2 sul cd: per me rimane un comportamento non corretto, aldilà dello spirito dissacratorio con cui lavora questo gruppo.Poi magari leggiti in poco di storia degli U2...perché mi pare tu non ne sappia molto. Tanto per dire poco prima della Pubblicazione del joshua hanno di tasca propria salvato la Island, quanto avrebbero potuto salutarla e trovare un'altra etichetta, con un album già fatto(tra l'altro mettendo in pericolo la distrubizione dell'album stesso). E questo solo per correttezza e per aiutare chi aveva avuto fiducia in loro.cmq se replicarai sarà probabilmente con lo stesso tono, quindi replico ai tuoi saluti : vai a sguazzare pure nel tuo brodo alternativo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Poveri U2...spieghiamogli una cosa..

    "La musica dei Negativland"???...quando mi
    devo prendere una canzone costruita su
    un'altra(senza chiedere il permesso) mi
    prendo direttamente l'originale;)chiedere il permesso per far che ?ma sai cio' di cui parli...o parli per parlare???La "copia" e' un originale quanto l' "originale"...sono totalemente diverse !!!comunque mi rendo conto che e' una totale perdita di tempo replicare al tuo post....totalmente sconnesso e ignorante (dei fatti).ti ho postato i link ma non li hai letti....ne' ti sei presa la briga di ascoltare gli mp3.quindi ti lascio tranquillamente nel tuo brodo.sguazzaci
  • Anonimo scrive:
    Re: Leggetevi la verità
    lascia perdere... se credono ancora alla storia del cd volante rubato, lasciaglielo credere...mi sa che non gli è rimasto null'altro a cui credere....
  • Anonimo scrive:
    Re: Il nuovo dei Prodigy....
    I Prodigy fanno schifo...........meglio qualche classico da Who, Doors, Led Zeppelin, Pink Floyd e Clash
  • Anonimo scrive:
    Re: Poveri U2...spieghiamogli una cosa....

    Le loro tattiche di comunicazione
    abbracciano tutti i media...infatti
    l'intervista citata sul sito ufficiale u2faq
    ...si si PROPRIO L'INTERVISTA A THE
    EDGE....L'HANNO FATTA LORO !!!
    hahahah
    www.negativland.com/edge.html e allora?
    Quasi mi dispiace dare questo duro colpo.
    O forse e' l'occasione buona per ascoltare
    la musica dei Negativland, anche quella
    "incriminata" e leggere i loro testi sulla
    proprieta' intellettuale.
    www.negativland.com/intprop.html "La musica dei Negativland"???...quando mi devo prendere una canzone costruita su un'altra(senza chiedere il permesso) mi prendo direttamente l'originale;)
    Non si sono arricchiti facendo marchette,
    come molte rockstars e non era quello il
    loro intento.Però scrivere bello grosso U2 e piccolo Negativland è forse peggio....:(
    Piuttosto si sarebbero divertiti all'idea
    che fans degli U2 avessero potuto ascoltare
    la loro musica pensando di trovare
    l'ennesima paccottigli preconfezionata a cui
    sono stati abituati....trovando invece una paccotiglia nuova, fatta con materiale vecchio altrui;)
    Furbi vogliosi di soldi sono stati quelli
    della Island.Quindi non gli U2...
    Visto l'impatto economico assolutamente
    minimo che un'etichetta piccola e settaria
    come la SST poteva avere.
    Beh anche 90.000 dollari non sono una cifra esorbitante: se vuoi rischiare deve essere pronto anche a pagarne le conseguenze. Troppo facile fare solo le vittime.
    ;)
  • Kama scrive:
    Poveri U2...spieghiamogli una cosa....

    www.u2faqs.com/history/d.html
    Qui la storia legata alla faccenda. Mi pare
    che non fossero gli u2 a far la figura dei
    furbi vogliosi di far soldi...forse che quei
    nomi ovvi non facessero incassare molto? e
    allora prendiamo dei campionamenti non
    autorizzati di una canzone famosa di un
    gruppo importante che sta per pubblicare un
    album e scriviamo bello grosso il loro nome
    sul cd....Chiaro che parli così.Infatti non sai nulla dei Negativland.I Negativland sono piuttosto noti, in un giro ristretto ovviamente, per la loro musica ma anche per il loro approccio dadaista, plagiarista e dissacrante.Inoltre sono anni che promuovono la messa in discussione dell'attuale concetto di copyright, soprattutto applicato al campionamento di frammenti (samples) altrui.Le loro tattiche di comunicazione abbracciano tutti i media...infatti l'intervista citata sul sito ufficiale u2faq ...si si PROPRIO L'INTERVISTA A THE EDGE....L'HANNO FATTA LORO !!!hahahahhttp://www.negativland.com/edge.htmlQuasi mi dispiace dare questo duro colpo.O forse e' l'occasione buona per ascoltare la musica dei Negativland, anche quella "incriminata" e leggere i loro testi sulla proprieta' intellettuale.http://www.negativland.com/intprop.htmlNon si sono arricchiti facendo marchette, come molte rockstars e non era quello il loro intento.Piuttosto si sarebbero divertiti all'idea che fans degli U2 avessero potuto ascoltare la loro musica pensando di trovare l'ennesima paccottigli preconfezionata a cui sono stati abituati.Furbi vogliosi di soldi sono stati quelli della Island.Visto l'impatto economico assolutamente minimo che un'etichetta piccola e settaria come la SST poteva avere.;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
    Ciao mi chiamo Maurizio, considerato che ormai gli u2 non ti dicono ninete, michiedevo se eri dispost a vendere qualcosa del tuo materiale.Cmq io li seguo dal 83 ed ultimamente non fanno poi così cagare...A presto
  • Anonimo scrive:
    Re: Povero Bono facciamo una colletta
    - Scritto da: Anonimo
    C'era da aspettarselo. Magari the edge se
    l'è perso in qualche gerontocomio e
    hanno inscenato questo teatrino. Visto
    quanto è rimasto nei cuori di tutti
    l'ultimo album bisogna inventarsi qualcosa
    per tenere alto l'hype. Vi ricordo che
    questi proclami vengono da una band che ha
    messo in ginocchio la SST(un'etichetta con
    gruppi tipo husker du sonic youth black flag
    soundgarden minutemen dinosaur jr - giusto
    per citare i nomi ovvi), citandoli in
    giudizio per un disco uscito per la loro
    etichetta. Bono, il cantore dei diseredati,
    dei poveracci, della braaava gente; che
    cominci a ripianarlo di tasca sua il debito
    dei paesi del terzo mondo. ---- theHEXXhttp://www.u2faqs.com/history/d.htmlQui la storia legata alla faccenda. Mi pare che non fossero gli u2 a far la figura dei furbi vogliosi di far soldi...forse che quei nomi ovvi non facessero incassare molto? e allora prendiamo dei campionamenti non autorizzati di una canzone famosa di un gruppo importante che sta per pubblicare un album e scriviamo bello grosso il loro nome sul cd....
  • Anonimo scrive:
    Re: a "Povero bono facciamo una colletta
    - Scritto da: Kama

    - Scritto da: Giunone

    Non capisco questo tuo attacco gratuito
    a

    bonovox visto che,anche se in maniera

    intanto non e' gratuito.
    questi si fanno belli col terzo mondo e sono
    tuttaltro col "loro" mondo.
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=698941



    discreta,provvedimenti e interventi di

    diversa entità per il terzo
    mondo li

    ha effettuati,quanto più non mi

    infatti e' molto piu' semplice devolvere
    soldi, per un miliardario, che non cambiare
    mentalita'
    Infatti ha fatto diversi periodi di volontariato in africa e in America cEntrale(per la storia dell'etichetta, magari se posti un link utile per potersi informare)
  • Anonimo scrive:
    Re: gli U2
    - Scritto da: Anonimo
    Uhm, io non pensavo neanche fossero ancora
    vivi...

    E invece a sorpresa eccoli qui, gonfi e
    avidi, pronti per un altro album marcio.

    :)Infatti sono talmente avidi e marci che sono tra le poche band a fare tour senza sponsor, a non vendere le proprie canzoni per pubblicità commerciali, a far uscire due album come zooropa e pop distanti anni luci dalle sonorità attese dai fan...
  • Anonimo scrive:
    Re: È tutta una montatura
    - Scritto da: Anonimo
    Gli U hanno dichiarato già in passato
    di avere avuto furti come questo. Per
    l'album October e per Achtung Baby: di
    quest'ultimo giravano i Salomè
    Outtakes.
    Anche in altre occasioni mi pare di
    ricordare che abbiano avuto furti. Non
    è vero. Sono solo messe in scene.
    Credo che l'unica volta vera sia stata la
    prima, ovvero Bono s'è inventato il
    furto per mascherare la pochezza dei suoi
    testi.--e come la mascheri la pochezza di testi? sei ridicolo!
  • Anonimo scrive:
    Re: È tutta una montatura

    ....
    ovvero Bono s'è inventato il
    furto per mascherare la pochezza dei suoi
    testi.Secondo il tuo "modesto" parere. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    In effetti c'avevo pensato anch'io (linux)Tu fai uscire i cd che distribuisci gratis e i cd ti fanno da brochure sonora per i concerti, con i quali campi.
  • Anonimo scrive:
    a "Povero bono facciamo una colletta"
    Non capisco questo tuo attacco gratuito a bonovox visto che,anche se in maniera discreta,provvedimenti e interventi di diversa entità per il terzo mondo li ha effettuati,quanto più non mi sembra che tutte le rockstar si preoccupino di riportare ogni anno il problema in vita al "Pavarotti and friends".Resta il fatto che la vita della rockstar prima o poi si corrompe.Se vogliamo postporre le doti artistiche a tutto cio',non attaccare bonovox ma l'intero sistema del mondo dello spettacolo,in primis quelli che innalzano inni alla droga,al sesso,all'anarchia e cose simili,ai fascistoni e quelli che si vestono dai sfigati di sinistra quando il mondo va da tutt'altra parte.Da voce apolitica ti consiglio di rivedere il tuo commento e risalire alla fonte di una tale aggressione per gli u2.Così come tu corteggi una persona...anche loro cercheranno di corteggiare il proprio pubblico...le strategie di mercato fanno parte del gioco.Insomma.sfortunati o strateghi,gli U2 non hanno nulla in meno delle altre band o rockstar,ANZI.
    • Kama scrive:
      Re: a "Povero bono facciamo una colletta
      - Scritto da: Giunone
      Non capisco questo tuo attacco gratuito a
      bonovox visto che,anche se in manieraintanto non e' gratuito.questi si fanno belli col terzo mondo e sono tuttaltro col "loro" mondo.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=698941
      discreta,provvedimenti e interventi di
      diversa entità per il terzo mondo li
      ha effettuati,quanto più non miinfatti e' molto piu' semplice devolvere soldi, per un miliardario, che non cambiare mentalita'
      sembra che tutte le rockstar si preoccupino
      di riportare ogni anno il problema in vita
      al "Pavarotti and friends".Resta il fattoguarda che i personaggi piu' o meno fumosi e famosi del P&friends rinunciano al cash, ma sai quanto guadagnano di diritti SIAE(o equivalente in altre nazioni) per il passaggio televisivo di 6 ore non-stop su rai1 ?Quello non lo devolvono mica in beneficienza.
      che la vita della rockstar prima o poi si
      corrompe.Se vogliamo postporre le doti
      artistiche a tutto cio',non attaccare
      bonovox ma l'intero sistema del mondo dello
      spettacolo,in primis quelli che innalzanoma infatti....a morte le rockstar e lo star-system !;)Tutto sommato a chi serve?A me no.Alla qualita' della musica neanche.All'Arte? NO!Al music-business....si.
      inni alla droga,al sesso,all'anarchia e cose
      simili,ai fascistoni e quelli che si vestono
      dai sfigati di sinistra quando il mondo va
      da tutt'altra parte.Da voce apolitica ti???vista la confusione ...direi, ottimisticamente,"agnostica".
      consiglio di rivedere il tuo commento e
      risalire alla fonte di una tale aggressione
      per gli u2.Così come tu corteggi una
      persona...anche loro cercheranno di
      corteggiare il proprio pubblico...le
      strategie di mercato fanno parte del
      gioco.Insomma.sfortunati o strateghi,gli U2
      non hanno nulla in meno delle altre band o
      rockstar,ANZI.in nessuna specie animale il corteggiamento prevede l'acquisto di qualcosa...forse ti confondi coi venditori di pentolame porta a porta.
  • Anonimo scrive:
    Ch schifo!
    come da topic!Non servono ne risposte ne altri commenti!Grazie! :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere.... (2)

    che lo spirito sia diverso non cambia il
    discorso, ovvero: perdita di dindini per
    un'attività illecita. illecita?perdita di dindini?e' come dire che le squadre di calcio sono in crisi perche' nessuno si abbona piu' alle partite in pay per view o usa le card cracckatesara' magari che le suddette squadre hanno sperperato milioni per anni e ora che la gente gli rende noto che lo spettacolo costa troppo per quello che offre, non sanno piu' come fare?
    C'è gente che quello che scarica se
    lo ascolta, altra che si fa i giga di roba
    che poi masterizza.....anche la seconda
    categoria comunque una parte di ciò
    che prende lo ascolta e appunto lo fa in
    modo illecito, senza pagare.
    si ma lo scopo per queste gente non e' farci soldinon e' lucrareallora le case editrici dovrebbe aver chiuso tutte visto che su ogni testo universitario ne girano 10 fotocopiati

    del 1986 di master of puppets

    l'ho comprato e ho sia il ciddi, sia
    gli mp3

    di quel disco sia il cd copiato che mi
    sento

    in macchina

    Vedi che citi come "episodio raro"
    l'acquisto del cd di un disco in vinile?
    Lo stesso vale per gli mp3, qualcuno si
    compra il cd ma lo fa solo perché il
    disco gli piace da morire. o perche' gli piace avere gli originalicome e' sempre stato fin da quando esistono i supporti copiabili digitali e non
    Non dovete guardare le cose in bianco e
    nero, non è che i dischi fanno SCHIFO
    o sono FANTASTICI. Esistono diverse
    gradazioni in mezzo, se a uno il disco piace
    sino a 60%,70%,80%,90% si tiene l'mp3 e non
    compra il disco, poi se scarica l'mp3 che
    gli piace 100% compra anche il cd.non e' cosi secondo mealtrimenti non si spiega il successo planetario di itunespiu' di 100 milioni di download legali e pagatievidentemente c'e' uno squilibrio fra il prezzo di vendita e il valore percepito dagli acquirenti
    E tutti quegli mp3 illeciti che gli
    piacevano sino a 90% lui li ascolta ma non
    li paga, e questo non è giusto.
    ma secondo te senza mp3 comprerebbe il disco?e come ne verrebbe a conoscenza?tramite le cassette degli amici probabilmenteperche' e' raro che si compri a scatola chiusa dopo aver sentito una canzone alla radio una volta..non credi?specie se devo spendere 20 euro e sono uno studente ad esempio
    A parte che io non ho usato la parola furto,
    però vedo che qui se non infilate
    tutti i luoghi comuni: britney spears, il
    parlare di furto quando non è stato
    citato e dire che la musica buona uno la
    può testare solo scaricandola da
    internet come se le radio, le anteprime in
    streaming ecc.. non esistano.infatti hanno un gran successoio dico solo che e' sbagliato pensare che lo scambio sia _solo_ dannosose ben sfruttato e' un mezzo in piu
    Comunque riguardo britney spears l'azienda
    investe miliardi in un prodotto di
    marketing, ha un rischio imprenditoriale, ed
    è un rischio perché può
    anche succedere che la gente se ne sbatta di
    britney spears nonostante venga spammata su
    tutte le radio e su tutti i canali musicali.appuntoveniamo al discorso verole major alla fine vengono divorate dai mostri che produconoinvestono (per fare un esempio) sulla spears per farla diventare la nuova madonnaci riesconofanno una barca di soldia quel punto anche se lei rutta al microfono le devono ANTICIPARE milioni di dollariovvio che con questo meccanismo alle major non conviene avere molti artisti bravi ma pochi che abbiamo un successo stellaree che vendano a scatola chiusa
    E' come la barbie, è un giocattolo,
    ma il giocattolo richiede investimenti di
    capitali, prestiti in banca, azionisti che
    devono ricevere dividendi, l'industria vuol
    dire: soldi e posti di lavoro.la musica pero' non e' un giocattolola musica e' arteoggi tutti si ricordano i pink floyd, hendrix, i sabbathfra 20 anni la spears non stara nella hall o fame dei grandi della musicasara solo una 45enne molto ricca
    La luce, il gas, il telefono, i vestiti, il
    mangiare li devono pagare, non se li possono
    scaricare da internet e non possono essere
    mandati a spasso perché si è
    trovata una gabbola illegale per ridurre
    l'economia della realtà in cui
    lavoranoma secondo te serve spendere 10 milioni di dollari per fare un videoclip per vendere piu' dischi?e' realmente utile?poi e' ovvio che in qualche modo devi rientrare e ogni centesimo POTENZIALMENTE perso ti fa girare le pallehai mai visto video dei maiden?o meglio, quei pochi, di certo non hanno aiutato le vendite.. anzieppure sono sulla cresta dell'onda da piu' di 20 annima sicuramente sono io che non ho capito come funzionano ste cose
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere.... (1)

    Ma quando mai cosa? Cioè non hai mai
    sentito parlare di gente che si conosce e si
    scambia i dischi? Smentisci chee infatti lo scambio non ha escluso la venditail ma quando mai era riferito al fatto che lo scambio sia di per se male e fonte di perditecerto se le case discografiche vogliono che la gente non ascolti la altrui musica, ma solo quella regolarmente acquistata nei negozi, hanno perso in partenza
    Ma tu che ti scambi i dischi con altri
    clienti in un negozio è una cosa
    particolare che accadeva te nei posti dove
    andavi tu. Vuoi capire che si parla a
    livello nazionale e internazionale, la
    piantate di prendere il caso personale come
    se fosse la norma comune?
    si ma le leggi puniscono lo scambionon lo scopo dello scambiosolo perche' quando hai speso milioni di dollari per promuovere il nuovo disco di madonna, poi devi venderlo, senno sono cazzi tuoisenno' i soldi che gli hai anticipato non li rivedi piuanche se fa schifoe allora ecco che si criminalizza lo scambio, che, ripeto, ci sara semprenon esistono piu' i led zeppelin che potevi vederli in faccia solo nei live, perche' di essere star non gliene fregava un cazzovogliamo parlare delle cause del declino o guardiamo solo le conseguenze?perche' io mi scambiavo i dischi dei ramones o dei misfits e oggi i ragazzini si scambiano i dischi di dj francesco?ce lo vogliamo chiedere?perche' 20 anni fa i kraftwerk hanno suonato al festival di san remo e oggi artisti di quel calibro non vengono piu'?forse dovremmo ricostruire il dipartimento scuola educazione...
    Se non era per spendere qualche lira in meno
    ti sarebbe bastato farti dire il nome del
    titolo per poi comprare il disco, la
    cassetta ERA un modo per risparmiare.
    la cassetta era un modo per portarsi via la musica senza portarsi via il disco (che non potevi stamparti in casa)la cassetta di permetteva di fare cose che con un disco non potevi fareesempio: su una cassetta potevi mettere piu' di un vinile o un mix di dischi diversi, due canzoni di un gruppo 3 di un altro etc. etc.ma perche' si deve sempre colpevolizzare il fatto che la gente COPIASSE qualcosa che e' nato per essere un mezzo espressivo, non un mezzo di lucro?come se qualcuno si incazzasse perche' presto la divina commedia a un mio amico
    Eccolo che cita britney spears o avril
    lavigne, ormai avete 2-3 luoghi comuni con
    cui marciare. Ok ti piaceva il disco che
    gracchia e quindi?e quindi il piacere dell'acquisto dell'originale va ben oltre il mero ascolto del suo contenutochi ha questo piacere compra acnora oggichi non lo aveva prima, non comprava neanche primasi copiava, appunto, le cassettetanto la maggior parte degli scaricatori sono persone che non hanno interesse al particolare, ma scaricano le hit di classificache troverebbero altrettanto facilmente da copiare in analogico un po ovunque
    Col discorso che c'entra? Con internet
    milioni di persone si scambiano musica e
    film in modo illecito senza poi comprare
    anche se hanno gradito ciò che hanno
    scaricato (poi qualcuno lo fa ma sono casi
    marginali rispetto alla massa), questo creahai statistiche per affermare che siano casi marginali?
    problemi all'industria che campa su questo
    settore. Questo è il discorso.
    Se a te piace il gracchiare del disco
    nessuno ti dice niente, è un tuo
    diritto sentire il gracchiare del disco,
    nessuno l'ha mai messo in discussione.
    l'industria non puo' campare sul lock in degli acquirenti"se vuoi sentire questo artista devi venire per forza da me ai miei prezzi"giustamente l'acquirente, che non e' fesso e ci pensa 1000 volte prima di sganciare una lira, trova a zero (o quasi) lire cio' che dovrebbe pagare (caro) e non lo pagaa costo di dover imparare procedure a lui scomode, come ad esempio usare un pc (che per molti e' un'impresa)per molti la connessione a internet e il tempo perso a scaricare, non varrebbe la pena se i cd costassero menoanche magari in edizione economica, senza booklet o serigrafiaci hai mai pensato?
  • Anonimo scrive:
    È tutta una montatura
    Gli U hanno dichiarato già in passato di avere avuto furti come questo. Per l'album October e per Achtung Baby: di quest'ultimo giravano i Salomè Outtakes.Anche in altre occasioni mi pare di ricordare che abbiano avuto furti. Non è vero. Sono solo messe in scene. Credo che l'unica volta vera sia stata la prima, ovvero Bono s'è inventato il furto per mascherare la pochezza dei suoi testi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Leggetevi la verità
    - Scritto da: Anonimo
    andate su www.u2place.com e leggete come
    stanno i fatti. Come al solito fanno
    scrivere questi articoli a giornalisti che
    non sanno un cazzo della band e devono
    scrivere il loro articolino del cazzo per
    fare notizia.
    Leggete quello che dicono i fans e non
    questi coglionici sono stato.e allora??come stanno i fatti??non dicono proprio una beneamata cippa in più di quanto pubblicato da PIe quella sarebbe la Verità???ma per piacere, fai la pace col cervello.......
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella l'equazione...
    - Scritto da: Anonimo
    ma facciamo un passo avanti, utente p2p =
    ladro
    va bene ma anche politico = ladro, allora
    utente p2p = politico. e direi anche italia
    paese di ladri,

    dove sta il problema?appunto, dove sta??si sa da una vita, per rimanere in tema musicale lo dice anche venditti: in questo mondo di ladriii...... :D
  • paperinox scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Congratulazioni all'ottusità,
    forse

    non si è capito che chi consuma

    musica preferisce l'originale all'mp3 ?



    Dan

    L'ottusità è tutta tua che
    ragioni seguendo l'equazione:
    lo faccio io = lo fa tutto il mondo

    La realtà è ben diversa, se
    poi guardate le cose ragionando solo dal
    vostro punto di vista è un problema
    vostro.
    Un mare di gente scarica, ascolta il pezzo,
    lo riascolta, lo riascolta ancora, e poi
    un'altra volta... a questo punto sorge il
    dubbio che il pezzo piaccia. Lo compra? No,
    lo masterizza, se lo porta in macchina, lo
    ascolta, lo riascolta, lo mette su per
    l'ennesima volta, si porta il cd in vacanza,
    lo ascolta, riascolta, ci balla sopra, ci
    canta sopra, lo masterizza per l'amica che
    l'ha sentito e anche lei lo ascolta e lo
    riascolta...ops sono passati 3 anni e ancora
    non ha comprato l'originale.già, vero, e, come nel mio caso, non lo comprerebbe nemmeno se di anni ne passassero un milione :Dquindi la "perdita" non c'è, dato che NON comprerei.posso scaricarlo, lo faccio; non posso, non lo faccio.la musica non è come l'aria e vivo pure senza.con internet, ho solo allargato la cerchia dei conoscenti che mi possono fare il cd o la cassetta.del resto non mi frega assolutamente nulla, io per questa gente sono solo un pollo da spennare, altro che "artisti" e "menestrelli dei diseredati", questi hanno tanti soldi da risanare i bilanci di diversi stati del terzo mondo ma non hanno mai fatto nulla, che finiscano pure sotto un ponte.....ma rassicurati, i tuoi beniamini non ci finiranno, perchè di gente come te, che si beve tutte le cavolate che dicono/inventano, pronti ad acquistare ogni cosa che gli propinano, è pieno il mondo.diceva infatti il grande Barnum: nasce un pollo ad ogni minuto......
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    La realtà è questa. Se tu sei
    in mezzo a un gruppo di gente che tira sassi
    alla polizia, anche se tu non stai tirando
    niente e passi di lì per caso, la
    polizia carica anche te. Sarà brutto,
    sarà sbagliato......ma è una
    normale conseguenza.Ma che accidenti stai dicendo?Non stiamo parlando di uno che si infila in mezzo a un gruppo di rivoltosi in una situazione d'emergenza dove è richiesta rapidità d'azione, ma di gente che va tranquillamente al supermercato a comprare CD mentre chi di dovere ha tutto il tempo di indagare su chi vende CD illegali.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo


    ciò che hanno creato loro. Se in

    tanti, in modo così massiccio,
    usano

    un mezzo in modo illecito è
    chiaro

    che poi vengono presi provvedimenti che

    colpiscono anche chi non c'entra.

    ma che dici?
    non e' assolutamente chiaro!!
    siccome c'e' chi vende gli organi vietiamo
    espianti e trapianti?La realtà è questa. Se tu sei in mezzo a un gruppo di gente che tira sassi alla polizia, anche se tu non stai tirando niente e passi di lì per caso, la polizia carica anche te. Sarà brutto, sarà sbagliato......ma è una normale conseguenza.E' colpa della polizia che cerca di fare qualcosa per fermare una rivolta che sta distruggendo la proprietà privata, o di quelli che stanno tirando i sassi.Sarebbe bello che si riuscisse a prendere i violenti e salvare gli innocenti, però se non si può si colpiscono tutti
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    Inoltre -- aggiungo -- credo sia l'unico
    caso (e probabilmente pure
    incostituzionale), in cui vi sia non solo
    una presunzione di reato, ma addirittura non
    viene individuato un colpevole specifico, ma
    si addossa la responsabilità del
    reato sulla collettività.In effetti se questo principio venisse applicato anche ad altri reati, in caso di omicidio -- per esempio -- qualora non si riuscisse ad identificare l'assassino, tutti gli abitanti vicino all'area del delitto dovrebbero scontarsi un po' di galera.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo


    ciò che hanno creato loro. Se in

    tanti, in modo così massiccio,
    usano

    un mezzo in modo illecito è
    chiaro

    che poi vengono presi provvedimenti che

    colpiscono anche chi non c'entra.

    ma che dici?
    non e' assolutamente chiaro!!
    siccome c'e' chi vende gli organi vietiamo
    espianti e trapianti?Inoltre -- aggiungo -- credo sia l'unico caso (e probabilmente pure incostituzionale), in cui vi sia non solo una presunzione di reato, ma addirittura non viene individuato un colpevole specifico, ma si addossa la responsabilità del reato sulla collettività.Ricorda un po' le decimazioni naziste...
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    Guarda, chi prima si faceva fare la cassetta
    da me ( che avevo il vinile) è lo
    stesso che adesso mi chiede di fare il cd.
    Ricordati che molti se non hanno la
    scimmietta che digita per loro non riescono
    manco ad accenderlo il pc.Non diciamo cazzate per favore, ad internet si collegano milioni di persone. Se tu hai qualche amico che ti chiede il cd non esclude che ci siano un mare di persone che invece a te non chiedono un fico secco e scaricano per conto loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    ma quando mai?
    una volta c'erano gli affittiMa quando mai cosa? Cioè non hai mai sentito parlare di gente che si conosce e si scambia i dischi? Smentisci che accadesse.....mah ormai non si sa più dove vi arrampicateI posti con i dischi in affitto sono arrivati e sono spariti in un breve periodo e comunque andavano in parallelo con la gente che si scambiava i dischi, una cosa non ha escluso l'altra.
    c'erano i posti in cui potevi andare a
    sentire un disco prima di comprarlo
    lo scambio c'e' sempre stato e sempre ci sara
    io mi ricordo che entravo nei negozi di
    dischi e mi scambiavo cose con sconociuti
    semplicemente perche' avevamo gusti in
    comune e lui aveva qualcosa che io non
    conoscevo
    e a me faceva piacere far si che altri
    ascoltasssero e giudicassero la musica che
    piaceva a meMa tu che ti scambi i dischi con altri clienti in un negozio è una cosa particolare che accadeva te nei posti dove andavi tu. Vuoi capire che si parla a livello nazionale e internazionale, la piantate di prendere il caso personale come se fosse la norma comune?
    copiare una cassetta era (per me) un modo
    per scambiarsi idee, non un modo di spendere
    qualche lira in menoSe non era per spendere qualche lira in meno ti sarebbe bastato farti dire il nome del titolo per poi comprare il disco, la cassetta ERA un modo per risparmiare.
    e quindi?
    se una cosa mi fa schifo non la scarico
    comunque
    il p2p e' pieno di britney spears o avril
    lavigne
    mai cagate neanche di striscio
    hai mai provato il gusto di prendere un
    vinile e riconoscere
    il tuo disco dagli altri perche' gracchia in
    maniera unica e irriproducibile?
    e' quello il belloEccolo che cita britney spears o avril lavigne, ormai avete 2-3 luoghi comuni con cui marciare. Ok ti piaceva il disco che gracchia e quindi?Col discorso che c'entra? Con internet milioni di persone si scambiano musica e film in modo illecito senza poi comprare anche se hanno gradito ciò che hanno scaricato (poi qualcuno lo fa ma sono casi marginali rispetto alla massa), questo crea problemi all'industria che campa su questo settore. Questo è il discorso. Se a te piace il gracchiare del disco nessuno ti dice niente, è un tuo diritto sentire il gracchiare del disco, nessuno l'ha mai messo in discussione.

    e' lo spirito che e' diverso
    ti ripeto
    si scambiavano i dischi per sentirseli, non
    per avere collezioni sterminate di cassette
    da mettere in archivio e far vedere agli
    altri, come molti fanno oggi con il p2p
    HD pieni di roba esclusivamente da
    condividere
    troppe cose non avrei conosciuto se gli
    amici non mi avessero prestato o copiato i
    loro dischiche lo spirito sia diverso non cambia il discorso, ovvero: perdita di dindini per un'attività illecita. C'è gente che quello che scarica se lo ascolta, altra che si fa i giga di roba che poi masterizza.....anche la seconda categoria comunque una parte di ciò che prende lo ascolta e appunto lo fa in modo illecito, senza pagare.
    e' un cliente in meno fregato
    che ha deciso di non acquistare perche',che
    tu lo voglia o no, il prodotto non vale la
    spesa
    evidentemente il valore marginale dell'opera
    per lui e' zero
    ho trovato in un negozio un vinile originale
    del 1986 di master of puppets
    l'ho comprato e ho sia il ciddi, sia gli mp3
    di quel disco sia il cd copiato che mi sento
    in macchinaVedi che citi come "episodio raro" l'acquisto del cd di un disco in vinile?Lo stesso vale per gli mp3, qualcuno si compra il cd ma lo fa solo perché il disco gli piace da morire. Non dovete guardare le cose in bianco e nero, non è che i dischi fanno SCHIFO o sono FANTASTICI. Esistono diverse gradazioni in mezzo, se a uno il disco piace sino a 60%,70%,80%,90% si tiene l'mp3 e non compra il disco, poi se scarica l'mp3 che gli piace 100% compra anche il cd.E tutti quegli mp3 illeciti che gli piacevano sino a 90% lui li ascolta ma non li paga, e questo non è giusto.
    ma se poi britney spears la conoscono tutti
    e ai concerti fa 100 mila spettatori quei
    soldi chi li prende?
    io? te?
    o lei?
    allora a chi fa male davvero il p2p?
    che e' scambio non furtoA parte che io non ho usato la parola furto, però vedo che qui se non infilate tutti i luoghi comuni: britney spears, il parlare di furto quando non è stato citato e dire che la musica buona uno la può testare solo scaricandola da internet come se le radio, le anteprime in streaming ecc.. non esistano.Comunque riguardo britney spears l'azienda investe miliardi in un prodotto di marketing, ha un rischio imprenditoriale, ed è un rischio perché può anche succedere che la gente se ne sbatta di britney spears nonostante venga spammata su tutte le radio e su tutti i canali musicali. E' come la barbie, è un giocattolo, ma il giocattolo richiede investimenti di capitali, prestiti in banca, azionisti che devono ricevere dividendi, l'industria vuol dire: soldi e posti di lavoro.La gente che lavora dietro deve mangiare anche lei, e non c'è solo tizio e caio che guadagna i miliardi (giustamente perché ha corso un rischio altrimenti saremmo tutti lì a produrre britney spears) ma dietro quelle aziende ci sono tante persone con uno stipendio medio che tirano avanti.La luce, il gas, il telefono, i vestiti, il mangiare li devono pagare, non se li possono scaricare da internet e non possono essere mandati a spasso perché si è trovata una gabbola illegale per ridurre l'economia della realtà in cui lavorano
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?

    ciò che hanno creato loro. Se in
    tanti, in modo così massiccio, usano
    un mezzo in modo illecito è chiaro
    che poi vengono presi provvedimenti che
    colpiscono anche chi non c'entra.ma che dici?non e' assolutamente chiaro!!siccome c'e' chi vende gli organi vietiamo espianti e trapianti?
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....

    Semplice perché prima facevi copie
    analogiche e sempre utilizzando il disco
    originale, se facevi una copia di una copia
    veniva una schifezza. veniva gia una schifezzaanche dall'originaleil vinile e' un pessimo supporto in quanto a qualita e durata
    Inoltre avevi bisogno di un amico che ti
    prestasse il disco. In ogni caso era
    migliore la qualità del disco
    originale rispetto alla copia su cassetta, e
    se non avevi un conoscente col disco l'unica
    via era comprare.
    ma quando mai?una volta c'erano gli affittic'erano i posti in cui potevi andare a sentire un disco prima di comprarlolo scambio c'e' sempre stato e sempre ci saraio mi ricordo che entravo nei negozi di dischi e mi scambiavo cose con sconociuti semplicemente perche' avevamo gusti in comune e lui aveva qualcosa che io non conoscevoe a me faceva piacere far si che altri ascoltasssero e giudicassero la musica che piaceva a mecopiare una cassetta era (per me) un modo per scambiarsi idee, non un modo di spendere qualche lira in meno
    Ora invece con il p2p non hai bisogno
    dell'amico, basta uno sconosciuto collegato
    a internet, non deve dartelo di persona
    può anche vivere in Guatemala.
    La copia viene identica perché
    è una copia digitale e può
    anche essere la copia di una copia di una
    copia di una copia di una copia ecc...e quindi?se una cosa mi fa schifo non la scarico comunqueil p2p e' pieno di britney spears o avril lavignemai cagate neanche di strisciohai mai provato il gusto di prendere un vinile e riconoscereil tuo disco dagli altri perche' gracchia in maniera unica e irriproducibile?e' quello il bello
    Quindi ora il fenomeno è più
    rilevante rispetto allo scambio passato dove
    l'amico ti passava il suo disco in vinile e
    ti diceva: "si chiama Pietro".e' lo spirito che e' diversoti ripetosi scambiavano i dischi per sentirseli, non per avere collezioni sterminate di cassette da mettere in archivio e far vedere agli altri, come molti fanno oggi con il p2pHD pieni di roba esclusivamente da condivideretroppe cose non avrei conosciuto se gli amici non mi avessero prestato o copiato i loro dischi
    E' chiaro che ogni canzone scaricata non
    corrisponde a un disco non venduto.
    Però uno su 10, o su 100, o su 1000
    di quegli scaricatori è un cliente
    perso, con la canzone in saccocciae' un cliente in meno fregatoche ha deciso di non acquistare perche',che tu lo voglia o no, il prodotto non vale la spesaevidentemente il valore marginale dell'opera per lui e' zeroho trovato in un negozio un vinile originale del 1986 di master of puppetsl'ho comprato e ho sia il ciddi, sia gli mp3 di quel disco sia il cd copiato che mi sento in macchina
    preferisce non avere il disco originale. Con
    i grandi numeri quell'uno su 10, o su 100, o
    su 1000 si trasforma in una perdita di
    miliardi.ma se poi britney spears la conoscono tutti e ai concerti fa 100 mila spettatori quei soldi chi li prende?io? te?o lei?allora a chi fa male davvero il p2p?che e' scambio non furto
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    ....



    io ho il mio "scaffale U2" ,
    comprensivo dei

    bootleg degli anni 80 e 90 ...
    (maledizione

    a voi e quando avete proibito la

    circolazione di quello che vi rendeva

    più famosi!!!!) ...... ma se
    dovessi

    Infatti basta andare in un qualsiasi sito di
    fan e troverai un circuito di scambio dei
    live, dato che gli U2 hanno sempre detto che
    non hanno problemi con i bootlegs scambiati
    tra i fan, ma solo con chi ci vuole
    guadagnare soprascusate ma il commento è scritto male e per tanto frainteso: "voi" era inteso come artisti, e chi "protegge i loro interessi".capisco il fraintendimento.
  • F. scrive:
    [OT]
    Sono
    una delle pochissime fonti certe di reddito
    per qualsiasi casa discografica, a
    prescindere da cosa fanno, come, in che
    tempi, ecc.Ma non mi dire!Secondo il tuo pensiero le case discografiche sono in rosso con tutti i loro artisti e solo grazie ad alcuni ritornerebbero in positivo, no??
  • vidock scrive:
    Re: Meglio i clash
    meglio Frank Zappa.. che dopo un litigio con l'etichetta discografica ha preso il master di un quadruplo e lo ha regalato ad alcune emittenti radiofoniche libere (prima c'erano le radio libere).
  • vidock scrive:
    Re: star-system
    non piango neanch'io... scusato/a
  • Anonimo scrive:
    Re: gli U2
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Uhm, io non pensavo neanche fossero
    ancora

    vivi...



    E invece a sorpresa eccoli qui, gonfi e

    avidi, pronti per un altro album marcio.

    chi ci consigli per rifarci?Eh?
  • Anonimo scrive:
    Il nuovo dei Prodigy....
    è online da un mese, ed esce a settembre:|Cmq è una delusione gente...mi spiace:
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    Guarda, chi prima si faceva fare la cassetta da me ( che avevo il vinile) è lo stesso che adesso mi chiede di fare il cd. Ricordati che molti se non hanno la scimmietta che digita per loro non riescono manco ad accenderlo il pc.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci si crede più...
    Veramente è successo solo con Achtung baby, per di aver "perso" i demo.
  • Kama scrive:
    star-system

    Vi ricordo che
    questi proclami vengono da una band che ha
    messo in ginocchio la SST(un'etichetta con
    gruppi tipo husker du sonic youth black flag
    soundgarden minutemen dinosaur jr - giusto
    per citare i nomi ovvi), citandoli in
    giudizio per un disco uscito per la loro
    etichetta. Infatti.Questo conferma solo che questi personaggi sono ormai dei miliardari socialmente disadattati.Lontani anni-luce dal "cuore" con cui avevano esordito.Quando la musica era una necessita' per la sopravvivenza.Poi lo star-system li ha trasformati in automi.In gadgets di se stessi.Li ha spremuti fino all'osso, col loro comodo assenso, dando in cambio copertine, fama, soldi...e tra un po' li buttera' via.Ma l'arte e' altro.Scusate, io non piango.
  • messalinaxxx scrive:
    Re: Li ho sentiti per 10 anni.....
    - Scritto da: Anonimo
    E datemi retta si sono montati la testa! :@
    Se scendessero dal piedistallo per vedere la
    realtà in cui vivono le persone
    avrebbero molte più canzoni da
    scrivere e dico:non semplici canzonette!a me spaventa a morte il chiedermi COME siano potuti passare da ottimi pezzi come quelli che li hanno resi celebri, a robe di poco conto davvero... come le ultimissime produzioni.:S
  • Anonimo scrive:
    Povero Bono facciamo una colletta
    C'era da aspettarselo. Magari the edge se l'è perso in qualche gerontocomio e hanno inscenato questo teatrino. Visto quanto è rimasto nei cuori di tutti l'ultimo album bisogna inventarsi qualcosa per tenere alto l'hype. Vi ricordo che questi proclami vengono da una band che ha messo in ginocchio la SST(un'etichetta con gruppi tipo husker du sonic youth black flag soundgarden minutemen dinosaur jr - giusto per citare i nomi ovvi), citandoli in giudizio per un disco uscito per la loro etichetta. Bono, il cantore dei diseredati, dei poveracci, della braaava gente; che cominci a ripianarlo di tasca sua il debito dei paesi del terzo mondo. ---- theHEXX
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    più che altro hai "spezato" in due l'italiano
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    Vedo che l'italiano è un optional per te... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    bah, vedi un po' com'è cambiato il
    mondo ora che c'è il cd e l'mp3.... E' cambiato sì dai!L'mp3 lo trovi su internet con un semplice click sul "search".Il disco, la cassettina richiedevano un contatto nel mondo reale che avesse il disco originale. Altrimenti perché la gente anziché tenere il pc acceso a fare le code non va dall'amico a farsi prestare i dischi? Perché non è la stessa cosa, l'amico non ha l'intera discografia mondiale, internet sì.
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    a quanto pare i siti in questione sono stati oscurati ad opera dei POOH che hanno sporto denuncia riguardo il loro ultimo inutile album , che a quanto pare venisse copiato a volontà sul P2P , dato che nei negozi a solo venduto mezza copia ,(si mezza perchè chi la comprato la spezzato in due per ottenere il reso su merce difettata) .Aggiungo infine che la materia P2P è diventata un grosso caos in italia , con urbani e & , gli artisti dopo , prevedo ancora molti colpi di scena ....
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....

    Un mare di gente scarica, ascolta il pezzo,
    lo riascolta, lo riascolta ancora, e poi
    un'altra volta... a questo punto sorge il
    dubbio che il pezzo piaccia. Lo compra? No,
    lo masterizza, se lo porta in macchina, lo
    ascolta, lo riascolta, lo mette su per
    l'ennesima volta, si porta il cd in vacanza,
    lo ascolta, riascolta, ci balla sopra, ci
    canta sopra, lo masterizza per l'amica che
    l'ha sentito e anche lei lo ascolta e lo
    riascolta...ops sono passati 3 anni e ancora
    non ha comprato l'originale.Dev'essere molto difficile da capire (anzi, non ci sarebbe alcun bisogno di capire, basterebbe ricordare)...Questi tipi di cui sopra esistono e sono una marea, ma non ti pare probabile che siano GLI STESSI che prima si facevano la cassettina, se la portavano in macchina, la ascoltavano, la riascoltavano, ci ballavano sopra, ci cantavano sopra, la riduplicavano per l'amica... e dopo 3 anni non gli veniva neanche in mente di comprarsi il vinile originale??bah, vedi un po' com'è cambiato il mondo ora che c'è il cd e l'mp3.... Mik
  • Anonimo scrive:
    Li ho sentiti per 10 anni.....
    E datemi retta si sono montati la testa! :@Se scendessero dal piedistallo per vedere la realtà in cui vivono le persone avrebbero molte più canzoni da scrivere e dico:non semplici canzonette!
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    Riapre appena si trova un nuovo tecnico, il backup è in salvo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Loro ci investono sopra un sacco di
    soldi,

    c'è quella cosetta chiamata
    rischio

    impreditoriale. E' chiaro che se il
    rischio

    Non stiamo parlando del piccolo imprenditore
    che si apre un negozietto...
    Forse non lo sai ma anche il grande imprenditore che apre il negozione fallisce. Aggiungo che anche i grossi dirigenti delle case discografiche quando fanno il flop anche se lavorano lì dagli anni '30 li mandano via con un calcio in culo.
    E un problema nostro:

    a) quando ci dicono -- mentendo -- che i
    mancati introiti sfavoriscono gli artisti
    minori.Tutto da vedere se è falso. Un artista noto può fare concerti, serate strapagate, ospitate in tv. L'artista minore invece quel poco che poteva ricavare dai dischi lo vede sfumare.
    b) quando masterizzo un CD con foto mie e
    sul CD vergine ho pagato il pizzo mafioso
    alla SIAE (che peraltro appunto si
    spartiranno in pochi)Il pizzo lo paghi anche per tutta quella gente che ha scaricato illecitamente senza pensare alle conseguenze. Se vieteranno il p2p sarà anche per colpa loro. Non potevano usare il p2p per mettere in condivisione la loro di musica con una licenza tipo creative commons?Va bene condividere ma che condividano ciò che hanno creato loro. Se in tanti, in modo così massiccio, usano un mezzo in modo illecito è chiaro che poi vengono presi provvedimenti che colpiscono anche chi non c'entra.
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    Congratulazioni all'ottusità, forse
    non si è capito che chi consuma
    musica preferisce l'originale all'mp3 ?

    DanL'ottusità è tutta tua che ragioni seguendo l'equazione:lo faccio io = lo fa tutto il mondoLa realtà è ben diversa, se poi guardate le cose ragionando solo dal vostro punto di vista è un problema vostro.Un mare di gente scarica, ascolta il pezzo, lo riascolta, lo riascolta ancora, e poi un'altra volta... a questo punto sorge il dubbio che il pezzo piaccia. Lo compra? No, lo masterizza, se lo porta in macchina, lo ascolta, lo riascolta, lo mette su per l'ennesima volta, si porta il cd in vacanza, lo ascolta, riascolta, ci balla sopra, ci canta sopra, lo masterizza per l'amica che l'ha sentito e anche lei lo ascolta e lo riascolta...ops sono passati 3 anni e ancora non ha comprato l'originale.
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    Stronzate, se hai lo stereo vinto nelle
    patatine allora si...
    ma con uno stereo con le palle,
    equalizzatore e i dolby non vi erano
    problemi....

    e poi basta co sta storia avete scassate le
    palle al mondo.."Stronzate" "lo stereo vinto nelle patatine""uno stereo con le palle""co sta storia avete scassate le palle" ...che tenerezza, riesco a trattenere a stento le lacrime. E' proprio vero che il p2p è cultura.
  • tyler scrive:
    Re: Leggetevi la verità
    grande u2place.com!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
    complimenti per la stronzata sul fatto che gli U2 avrebbero proibito la circolazione dei proprio live....
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
      - Scritto da: Anonimo
      complimenti per la stronzata sul fatto che
      gli U2 avrebbero proibito la circolazione
      dei proprio live....complimenti a te per definire stronzate la realtà e per non comprenderele parole degli altri.sprechiamo altre parole per il tuo nulla sotto i capelli:negli anni 90 trovavi BOOTLEG in italia a pacchi; pearl jam , u2, pink floyd, stone temple pilots acustici, i nirvana ... quello che ti pare ... tipo quelli della KTS o della Red Line e di svariate altre ... come trovavi le magliette taroccate della "Helter Skelter" (che erano più belle di quelle dei merchandising ufficiali) ogni volta i bootleg riportavano una dicitura tipo "ai sensi e per gli effetti dei disposti di cui all'art 80 e segg L22/4/1941 N.633 la soc. distributrice ha effettuato, mediante costituzione di libretto bancario al portatore, deposito a favore degli artisti esecutori componenti il gruppo musicale e degli aventi diritto e/o loro aventi causa come specificato sul retro della copertina del supporto, di un equo compenso per ciascuna copia stampata e distribuita. La Soc. distributrice del presente supporto di suono, depositaria di detto libretto, lo pone a disposizione degli aventi diritto, come sopra identificati, che ne facciano espresa richiesta".con questa roba si paravano il culo, credo.Probabilmente per combattere questa paraculata c'è stata una serrata incredibile e i bootleg come in quel periodo non si sono visti più.Gli artisti non hanno MAI supportato queste cose. Gli u2 non sono mai stati particolarmente contro, ma del resto il commento non diceva che sono stati gli u2 a combattere i bootleg. Era un "loro" generalizzato, tipo ... in italia è stato fatto questo ... studia ragazzo. io c'ero e i bootleg li ho qui.gli altri che ci sono adesso, sono merce rara e veramente sudata.
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    beh, in oqgni caso, come EWS sapevano cosa stavano fecando, quindi inutile piangere
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    Stronzate, se hai lo stereo vinto nelle patatine allora si...ma con uno stereo con le palle, equalizzatore e i dolby non vi erano problemi....e poi basta co sta storia avete scassate le palle al mondo..Gli mp3 sono la benedizione delle case discografiche e iTunes e' solo la prova fornitaci da quel visionario fantastico che e' Steve Jobs.Il resto e' solo fiato perso di poveri miliardari.Fuck the major- Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Di questo ottuso ragionamento sono
    pieni il

    web e i cervelli dei discografici.

    Peccato che questo ragionamento non
    spieghi

    come mai si vendevano i dischi in vinile

    quando era possibile farsi le cassette,
    o

    Semplice perché prima facevi copie
    analogiche e sempre utilizzando il disco
    originale, se facevi una copia di una copia
    veniva una schifezza.
    Inoltre avevi bisogno di un amico che ti
    prestasse il disco. In ogni caso era
    migliore la qualità del disco
    originale rispetto alla copia su cassetta, e
    se non avevi un conoscente col disco l'unica
    via era comprare.

    Ora invece con il p2p non hai bisogno
    dell'amico, basta uno sconosciuto collegato
    a internet, non deve dartelo di persona
    può anche vivere in Guatemala.
    La copia viene identica perché
    è una copia digitale e può
    anche essere la copia di una copia di una
    copia di una copia di una copia ecc...
    Quindi ora il fenomeno è più
    rilevante rispetto allo scambio passato dove
    l'amico ti passava il suo disco in vinile e
    ti diceva: "si chiama Pietro".
    E' chiaro che ogni canzone scaricata non
    corrisponde a un disco non venduto.
    Però uno su 10, o su 100, o su 1000
    di quegli scaricatori è un cliente
    perso, con la canzone in saccoccia
    preferisce non avere il disco originale. Con
    i grandi numeri quell'uno su 10, o su 100, o
    su 1000 si trasforma in una perdita di
    miliardi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella l'equazione...
    ma facciamo un passo avanti, utente p2p = ladrova bene ma anche politico = ladro, allorautente p2p = politico. e direi anche italia paese di ladri,dove sta il problema?
  • Anonimo scrive:
    Re: ne capite poco
    Gli U2 non sono un qualunque gruppetto pop o rock, alla mercè della casa discografica, ma una potentissima macchina da soldi (e da musica, almeno un po', per fortuna). Se decidessero di mollare la loro casa discografica per contrasti sulle modalità di uscita dei loro brani (qualunque contrasto, intendo, dai formati alle date, dai contenuti alle promozioni), potrebbero andarsene in qualsiasi momento e troverebbero PONTI D'ORO in qualsiasi altra casa discografica. Fanno quello che vogliono LORO, e niente altro, stanne pur certo. Sono una delle pochissime fonti certe di reddito per qualsiasi casa discografica, a prescindere da cosa fanno, come, in che tempi, ecc.La casa discografica avrebbe voluto questo Cd per molto prima (l'avevano chiesto per lo scorso Natale), ma Bono è talmente impegnato con le sue iniziative benefiche e nel restauro della sua nuova torre in Irlanda, che hanno semplicemente COMUNICATO alla casa discografica che sarebbero usciti un anno più tardi (più o meno, l'uscita prevista è per Novembre). Dixit in un documentario BBC sul loro valore come "business", e quindi mi fido................
  • Anonimo scrive:
    Re: ne capite poco
    come se decidesse bono in quali formati far uscire il cd e non la casa discografica o la universal...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: ElfQrin
    Quando si è miliardari bisognerebbe
    invece vergognarsi di lamentarsi in
    continuazione di patire la fame, se non
    altro per rispetto di chi la fame la patisce
    davvero.Loro ci investono sopra un sacco di soldi, c'è quella cosetta chiamata rischio impreditoriale. E' chiaro che se il rischio aumenta per un uso illecito del p2p loro hanno tutto il diritto di lamentarsi. Quando un imprenditore fallisce mica può tornare indietro con la macchina del tempo. Se mette in gioco miliardi a lui devono tornare miliardi, altrimenti piange miseria come tutti.
    Gli organismi come la SIAE sono strutturati
    in modo da dare soldi solo a poche persone
    già ricche, rendendo ancora
    più futili e odiose le loro
    lamentele.E' un problema tuo? Semmai è degli artisti iscritti alla SIAE. Se sta bene a loro non vedo cosa debba fregare agli altri. Loro si lamentano del p2p non della SIAE. Sapranno il fatto loro visto che è una cosa che li riguarda da vicino. Molti p2puisti dovrebbero farci un pensierino sopra anziché fingersi difensori della patria, per poi non far guadagnare una lira bucata agli artisti di cui si gustano la musica a sbafo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come fanno?
      - Scritto da: Anonimo
      Loro ci investono sopra un sacco di soldi,
      c'è quella cosetta chiamata rischio
      impreditoriale. E' chiaro che se il rischioNon stiamo parlando del piccolo imprenditore che si apre un negozietto...
      E' un problema tuo? Semmai è degli
      artisti iscritti alla SIAE. Se sta bene a
      loro non vedo cosa debba fregare agli altri.E un problema nostro:a) quando ci dicono -- mentendo -- che i mancati introiti sfavoriscono gli artisti minori.b) quando masterizzo un CD con foto mie e sul CD vergine ho pagato il pizzo mafioso alla SIAE (che peraltro appunto si spartiranno in pochi)
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella l'equazione...
    - Scritto da: Anonimo
    non sono l'autore del primo post... ma non
    posso che essere essere d'accordo con lui...
    magari l'autore del furto non conosce
    nemmeno il P2P...magari si tratta di un fan
    che voleva un ricordino...magari...
    Furto=P2P non è l'equazione giustaNon sarà giusta, ma è una sintesi... C'è un modo più stringato per definire una persona che "infrange il diritto d'autore commettendo un illecito amministrativo"?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella l'equazione...


      Furto=P2P non è l'equazione
      giusta

      Non sarà giusta, ma è una
      sintesi... C'è un modo più
      stringato per definire una persona che
      "infrange il diritto d'autore commettendo un
      illecito amministrativo"?Forse tu intendi dire P2P=Furto...qui potrei essere d'accordo in linea generale.Ma come dicevo Furto=P2P è eccessivo: provo a spiegarmi ancora...Che nesso si può provare fra il furto di un supporto ottico (cd) e l'utilizzo di sistemi di file sharing?Perchè dopo un furto di un cd si sospetta che il contenuto di questo venga condiviso via internet?...il furto è stato forse rivendicato da qualche associazione pro-P2P o anti-casediscografiche?Senza considerare che in nessun circuito P2P c'è traccia di quei brani... E' solo questo che non mi torna: Bono subisce il furto di un cd dalla sua valigia; la prima cosa che pensa è: "Ora quel maledetto ladro convertirà il cd in mp3, poi lo renderà reperibile in rete ed io sarò ridotto sul lastrico".Se fossi un utente p2p mi arrabbierei: non solo continuamente accusati di essere ladri digitali (fatto più o meno vero secondo il tipo di file scaricati) ma ora anche accusati di essere ladri reali, con sottrazione fisica del supporto e non solo duplicazione.Probabilmente un giorno a qualcuno un giorno verrà in mente di dire che si rubano le automobili solo per prendere un sacco di cd da riversare poi in reti p2p...Insisto con la mia tesi: il ladro magari se ne sbatte del p2p e preferisce rivendere questo master con le impronte digitali di Bono a qualche collezionista per alcune migliaia di Euro.Mezzucci pubblicitari, nemmeno troppo sottili, utilizzati solitamente da chi sa di essere alla frutta...ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    - Scritto da: Anonimo
    riapre è un po' dura...Te leggi... poi commenta... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    riapre è un po' dura...
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    - Scritto da: Anonimo
    Non vedo qual'è il problema. Visto
    che hanno chiuso sti siti, allora si smette
    con la musica. Al massimo si usa la radio o
    ciò che già si ha.
    Così imparano a non rompere e se e
    quando le vendite coleranno a picco, vedremo
    se scenderanno a più miti consigli.
    Io di nuovo non prendo niente.se anche lo facessero tuti quelli di questo forum, non cambierebbe niente.la gente , la massa, compra e compra alla grande.
    Sto solo cercando successi stagionati a
    prezzi umani per farmi una buona audioteca
    da "sorseggiare" come un buon vino
    aspettando tempi migliori.costa tutto ancora un botto.
    Che strano, un tempo li compravo i cd. Poi
    ho smesso. Mi sa che è coinciso con
    gli aumenti dei cd.non sono mai costati meno di 25milalire, mentre i vinili ne costavano 17 ...e la produzione del cd costa meno! :-/
  • Anonimo scrive:
    Re: Leggetevi la verità
    cazzo cazzo cazzo cazzo cazzoooooooo
  • Anonimo scrive:
    Re: Trovata commerciale
    Giusto. Anche perchè suono in una band e dopo aver prodotto un lp so come funziona. Se Bono aveva degli "scarti da studio" gli avrebbe già pubblicati come singoli. La storia si fa strana
  • Anonimo scrive:
    Re: gli U2
    - Scritto da: Anonimo
    Uhm, io non pensavo neanche fossero ancora
    vivi...

    E invece a sorpresa eccoli qui, gonfi e
    avidi, pronti per un altro album marcio.chi ci consigli per rifarci?
  • Anonimo scrive:
    Meglio i clash
    che al tempo all' uscita di london Calling (doppio) e di Sandinista!(triplo) hanno fatto pagare questi lp come singoli!!
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    - Scritto da: Anonimo
    altro giro altro regalo, sono spariti tutti
    i server fastweb
    Ieri c'erano le gif della GdfLeggi per bene qua http://tortuga.italiazip.com sezione "Covo dei Pirati"... oggi riapre... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
    - Scritto da: Giambo

    - Scritto da: Anonimo


    sempre con il mio sorrisone stampato in

    faccia pensando ai periodi di Joshua
    Tree e

    Achtung Baby ... e va bene Zooropa, che
    ha

    le sue belle chicche, e va bene POP ...
    che

    almeno 3 canzoni "vere" le ha ...
    TOLLERIAMO

    anche l'esistenza dei passengers
    ........

    Naaa, gli U2, quelli veri, si sono fermati
    dopo Rattle and Hum.
    Dopo aver comperato Achtung Baby mi sono
    fermato e ci ho messo una pietra sopra.
    Peccato sapere che album come War o Joshua
    Tree non verrano mai piu' prodotti :'(Achtung Baby era un capolavoro e tutto lo ZOOTV tour sono stati il massimo, secondo me.ma dopo ...... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
    - Scritto da: Anonimo
    Se ti può consolare, non sei l'unico.
    Ho condiviso anch'io lo stesso percorso...
    Scoperti con The Ungorgettable Fire, ho
    comprato tutto il comperabile, dai bootleg
    su vinile a quelli su CD, sempre a scatola
    chiusa. Ma dopo essere stato incantato da
    The Joshua Tree e convolto da Actung Baby,
    nella scatola chiusa ho solo trovato
    delusioni. So già che
    compererò anche il prossimo (chi se
    ne frega di P2P?). A scatola chiusa.temo anche io... stregato dal collezionismo, singoli compresi.ma il cd citato era veramente una cacca.
  • Anonimo scrive:
    Trovata commerciale
    Secondo me è tutta una pastetta , come fa una band di questo calibro ad andare in giro con dei cd e non dei super mega fighi sistemi digitali di archiviazione che potrebbero avere una qualita riproduttiva molto piu fedele , parliamoci chiaro il cd in questione dovrà uscire in 4 formati differti cd , dvd , dvd+ book , ecc ... in questo modo tanta pubblicità ..., a un album che potrebbe essere anche mediocre ... , vi ribadisco il fatto che un artista di quel calibro abbia in giro ancora dei cd delle sue canzoni di studio mi puzza alquanto ....
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella l'equazione...
    non sono l'autore del primo post... ma non posso che essere essere d'accordo con lui... magari l'autore del furto non conosce nemmeno il P2P...magari si tratta di un fan che voleva un ricordino...magari...Furto=P2P non è l'equazione giustaciao
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    - Scritto da: Anonimo
    altro giro altro regalo, sono spariti tutti
    i server fastweb
    Ieri c'erano le gif della GdfMa dove se c'è ancora?????
  • Anonimo scrive:
    Leggetevi la verità
    andate su http://www.u2place.com e leggete come stanno i fatti. Come al solito fanno scrivere questi articoli a giornalisti che non sanno un cazzo della band e devono scrivere il loro articolino del cazzo per fare notizia.Leggete quello che dicono i fans e non questi coglioni
  • Anonimo scrive:
    Re: italia zip chiuso, blitz gdf
    Non vedo qual'è il problema. Visto che hanno chiuso sti siti, allora si smette con la musica. Al massimo si usa la radio o ciò che già si ha. Così imparano a non rompere e se e quando le vendite coleranno a picco, vedremo se scenderanno a più miti consigli. Io di nuovo non prendo niente.Sto solo cercando successi stagionati a prezzi umani per farmi una buona audioteca da "sorseggiare" come un buon vino aspettando tempi migliori.Che strano, un tempo li compravo i cd. Poi ho smesso. Mi sa che è coinciso con gli aumenti dei cd.
  • Anonimo scrive:
    italia zip chiuso, blitz gdf
    altro giro altro regalo, sono spariti tutti i server fastwebIeri c'erano le gif della Gdf
  • Anonimo scrive:
    Re: Bella l'equazione...
    - Scritto da: LockOne
    bella l'equazione ladro=P2P.
    eh si, secondo loro uno che ruba un ciddi'
    che fa? lo piazza subito su un circuito peer
    to peer. ovvio, se sei ladro, sei pure
    digitale, nemmeno da dubitarne.dio mio quanto rompete le palle per questioni semantiche. Mi sembrate quei politici che durante tangentopoli dicevano: "ah ma non rubavamo perché i soldi li davamo tutti al partito, era solo un finanziamento illecito".
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella l'equazione...

      dio mio quanto rompete le palle per
      questioni semantiche.eh beh certo, tanto cosa vuoi che valga la semantica...ci meritiamo proprio questa classe politica sguaiata ed incurante
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    E tra l'altro, la "sequenza di bit" non
    è neanche la stessa.

    In un cd audio ci sono 800 MBytes di dati;
    sul P2P ne trovi 80 ... e gli altri 720
    MBytes ? Non ho copiato nulla : ho preso
    solo una piccola parte !

    Saluti,
    Piwicon questo ragionamento si' che ti sei salvato l'anima, complimenti
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
    Se ti può consolare, non sei l'unico. Ho condiviso anch'io lo stesso percorso... Scoperti con The Ungorgettable Fire, ho comprato tutto il comperabile, dai bootleg su vinile a quelli su CD, sempre a scatola chiusa. Ma dopo essere stato incantato da The Joshua Tree e convolto da Actung Baby, nella scatola chiusa ho solo trovato delusioni. So già che compererò anche il prossimo (chi se ne frega di P2P?). A scatola chiusa.
  • LockOne scrive:
    Bella l'equazione...
    bella l'equazione ladro=P2P.eh si, secondo loro uno che ruba un ciddi' che fa? lo piazza subito su un circuito peer to peer. ovvio, se sei ladro, sei pure digitale, nemmeno da dubitarne.
    • samu scrive:
      Re: Bella l'equazione...
      - Scritto da: LockOne
      bella l'equazione ladro=P2P.
      eh si, secondo loro uno che ruba un ciddi'
      che fa? lo piazza subito su un circuito peer
      to peer. ovvio, se sei ladro, sei pure
      digitale, nemmeno da dubitarne.e' tutta propaganda... io devo ancora vederequesti dati che dimostrano che il p2p ammazzala musica e il cinema...
  • Anonimo scrive:
    è una schifosa mossa commerciale!
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    E tra l'altro, la "sequenza di bit" non è neanche la stessa. In un cd audio ci sono 800 MBytes di dati; sul P2P ne trovi 80 ... e gli altri 720 MBytes ? Non ho copiato nulla : ho preso solo una piccola parte !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: gli U2
    Uhm, io non pensavo neanche fossero ancora vivi...E invece a sorpresa eccoli qui, gonfi e avidi, pronti per un altro album marcio.:)
  • ElfQrin scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    Essere miliardari non è un reato,
    nè una cosa di cui vergognarsi.Nessuno ha detto che lo sia.Quando si è miliardari bisognerebbe invece vergognarsi di lamentarsi in continuazione di patire la fame, se non altro per rispetto di chi la fame la patisce davvero.
    Nessuno viene costretto con una pistola alla
    tempia a comprare i dischi.Stanno già applicando tecniche che ricordano quelle mafiose con tanto di collusioni con la politica e richieste di pizzo (tipo quelle sui supporti di masterizzazione e bollini vari), non mi stupirei se prima o poi si dessero anche alla bassa criminalità pur di vendere...
    Inoltre se è così facile fare
    i soldi consiglio a tutti di fare i
    musicisti o i discografici, visto che il
    mercato è così florido.Gli organismi come la SIAE sono strutturati in modo da dare soldi solo a poche persone già ricche, rendendo ancora più futili e odiose le loro lamentele.==================================Modificato dall'autore il 26/07/2004 1.49.30
  • Anonimo scrive:
    Se fa cagare come ATYCLB ...
    se si rivela una cacca come All That You Can Leave Behind ci sono pochi trucchi che tengano ... io ho sempre e dico *SEMPRE* - persino nel periodo (bastardi!) di "discoteque" - comprato tutto a scatola chiusa, singoli compresi, sempre fiducioso, sempre con il mio sorrisone stampato in faccia pensando ai periodi di Joshua Tree e Achtung Baby ... e va bene Zooropa, che ha le sue belle chicche, e va bene POP ... che almeno 3 canzoni "vere" le ha ... TOLLERIAMO anche l'esistenza dei passengers ........ma con All That You Can Leave Behind mi hanno davvero offeso.io ho il mio "scaffale U2" , comprensivo dei bootleg degli anni 80 e 90 ... (maledizione a voi e quando avete proibito la circolazione di quello che vi rendeva più famosi!!!!) ...... ma se dovessi trovare sul p2p un album di merda, non solo non lo comprerò, ma (e attenti al significato vero di questa affermazione) NON LO CONDIVIDERO' NEMMENO.sapete che significa che un album venga condiviso? che se è veramente buono prima o poi chi ce l'ha in mp3 SE LO COMPRA.e se fa cagare, io NON darò questa marcia in più a musica pessima.mi avete fatto sognare e ho comprato tutto ... ma se adesso ricorrete a questi mezzucci ...... puah!
    • Giambo scrive:
      Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
      - Scritto da: Anonimo
      sempre con il mio sorrisone stampato in
      faccia pensando ai periodi di Joshua Tree e
      Achtung Baby ... e va bene Zooropa, che ha
      le sue belle chicche, e va bene POP ... che
      almeno 3 canzoni "vere" le ha ... TOLLERIAMO
      anche l'esistenza dei passengers ........Naaa, gli U2, quelli veri, si sono fermati dopo Rattle and Hum.Dopo aver comperato Achtung Baby mi sono fermato e ci ho messo una pietra sopra. Peccato sapere che album come War o Joshua Tree non verrano mai piu' prodotti :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
      ahahahahahahahahaahahahastate veramente a stecca...!
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
      - Scritto da: Anonimo....

      io ho il mio "scaffale U2" , comprensivo dei
      bootleg degli anni 80 e 90 ... (maledizione
      a voi e quando avete proibito la
      circolazione di quello che vi rendeva
      più famosi!!!!) ...... ma se dovessiInfatti basta andare in un qualsiasi sito di fan e troverai un circuito di scambio dei live, dato che gli U2 hanno sempre detto che non hanno problemi con i bootlegs scambiati tra i fan, ma solo con chi ci vuole guadagnare sopra
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fa cagare come ATYCLB ...
      - Scritto da: Anonimo
      se si rivela una cacca come All That You Can
      Leave Behind ci sono pochi trucchi che
      tengano ... io ho sempre e dico *SEMPRE* -
      persino nel periodo (bastardi!) di
      "discoteque" - comprato tutto a scatola
      chiusa, singoli compresi, sempre fiducioso,
      sempre con il mio sorrisone stampato in
      faccia pensando ai periodi di Joshua Tree e
      Achtung Baby ... e va bene Zooropa, che ha
      le sue belle chicche, e va bene POP ... che
      almeno 3 canzoni "vere" le ha ... TOLLERIAMO
      anche l'esistenza dei passengers ........

      ma con All That You Can Leave Behind mi
      hanno davvero offeso.

      io ho il mio "scaffale U2" , comprensivo dei
      bootleg degli anni 80 e 90 ... (maledizione
      a voi e quando avete proibito la
      circolazione di quello che vi rendeva
      più famosi!!!!) ...... ma se dovessi
      trovare sul p2p un album di merda, non solo
      non lo comprerò, ma (e attenti al
      significato vero di questa affermazione) NON
      LO CONDIVIDERO' NEMMENO.

      sapete che significa che un album venga
      condiviso? che se è veramente buono
      prima o poi chi ce l'ha in mp3 SE LO COMPRA.

      e se fa cagare, io NON darò questa
      marcia in più a musica pessima.

      mi avete fatto sognare e ho comprato tutto
      ... ma se adesso ricorrete a questi mezzucci
      ...... puah!--cosa ti convince che siano mezzucci!?! già 13 anni fa subirono un furto di canzoni...All That You Can Leave Behind non l'hai capito e non ti piace? affari tuoi, non vedo perchè devi sparar merda su una band alla quale dobbiamo solo dire grazie per le emozioni che ci ha dato! se ci sono cose che non ti piacciono non ascoltarle taramot!theo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    ...questi musicisti vecchi e nuovi a
    rimanere e/o diventare miliardari se
    internet ha distrutto il loro mercato?
    Perche non fanno una statistica sui conti in
    banca di questa gente e dei loro
    discografici?Essere miliardari non è un reato, nè una cosa di cui vergognarsi.Nessuno viene costretto con una pistola alla tempia a comprare i dischi.Inoltre se è così facile fare i soldi consiglio a tutti di fare i musicisti o i discografici, visto che il mercato è così florido.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come fanno?
      - Scritto da: Anonimo
      Inoltre se è così facile fare
      i soldi consiglio a tutti di fare i
      musicisti o i discografici, visto che il
      mercato è così florido.Basta essere una bella ragazza e darla a Puff Daddy :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come fanno?
    - Scritto da: Anonimo
    ...questi musicisti vecchi e nuovi a
    rimanere e/o diventare miliardari se
    internet ha distrutto il loro mercato?fra qualche ora, o domani, verrà un tizio che farà"brooommm, brooom""ti sei scordato la ferrari"non ti curar di loro ma guarda e passa
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    Di questo ottuso ragionamento sono pieni il
    web e i cervelli dei discografici.
    Peccato che questo ragionamento non spieghi
    come mai si vendevano i dischi in vinile
    quando era possibile farsi le cassette, oSemplice perché prima facevi copie analogiche e sempre utilizzando il disco originale, se facevi una copia di una copia veniva una schifezza. Inoltre avevi bisogno di un amico che ti prestasse il disco. In ogni caso era migliore la qualità del disco originale rispetto alla copia su cassetta, e se non avevi un conoscente col disco l'unica via era comprare.Ora invece con il p2p non hai bisogno dell'amico, basta uno sconosciuto collegato a internet, non deve dartelo di persona può anche vivere in Guatemala.La copia viene identica perché è una copia digitale e può anche essere la copia di una copia di una copia di una copia di una copia ecc...Quindi ora il fenomeno è più rilevante rispetto allo scambio passato dove l'amico ti passava il suo disco in vinile e ti diceva: "si chiama Pietro".E' chiaro che ogni canzone scaricata non corrisponde a un disco non venduto. Però uno su 10, o su 100, o su 1000 di quegli scaricatori è un cliente perso, con la canzone in saccoccia preferisce non avere il disco originale. Con i grandi numeri quell'uno su 10, o su 100, o su 1000 si trasforma in una perdita di miliardi.
  • Anonimo scrive:
    Ma come fanno?
    ...questi musicisti vecchi e nuovi a rimanere e/o diventare miliardari se internet ha distrutto il loro mercato?Perche non fanno una statistica sui conti in banca di questa gente e dei loro discografici?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come fanno?
      - Scritto da: Anonimo
      ...questi musicisti vecchi e nuovi a
      rimanere e/o diventare miliardari se
      internet ha distrutto il loro mercato?Fanno come Franco Battiato: 45 euro per vedere un suo concerto, oppure come Vasco Rossi 27 euro + prevendita, sperando di trovarne perchè li esauriscono in 1 giorno!!!!Ed i concerti dal vivo non si possono copiare e diffondere su p2p!!!!!!E poi gli U2 si preoccupano che un loro album sia diffuso su p2p dopo che sguazzano nei miliardi!!!!!! :|
      Perche non fanno una statistica sui conti in
      banca di questa gente e dei loro
      discografici?Perchè siete sicuri che loro dichiarino o tengano tutti i loro miliardi in banca?Non sono mica dei poveri lavoratori dipendenti che guadagnano una miseria e le tasse gliele tolgono prima, loro a fine mese ci arrivano eccome!E poi ogni tanto qualche regalo potrbbero farlo, ma avari come sono.......
  • Anonimo scrive:
    Re: gli U2
    - Scritto da: Anonimo
    predicano bene e razzolano maleAltri invece giudicano il prossimo con molta leggerezza
  • Anonimo scrive:
    gli U2
    predicano bene e razzolano male
  • Anonimo scrive:
    Re: non riesco a credere....
    - Scritto da: Anonimo
    Non riesco a credere che questi allarmi
    vengano dati come se fossero credibili.
    Non riesco a credere che loro stessi ci
    credano.
    "l'apparizione sul P2P di quella musica
    significherebbe bruciare l'uscita
    commerciale"...
    e perchè?
    in base a quale regola di mercato?In base alla regola che se una cosa già ce l'hai poi non tiri fuori i soldi per comprarla, alla favola che poi i fan comprino lo stesso il disco anche se l'hanno già scaricato è tutta da dimostrare.Comunque loro mettono i brani su itunes prima che il cd esca nei negozi, crea problemi a qualcuno? E' una cosa così incresciosa? Fare attività commerciale è diventata una cosa di cui vergognarsi?Fra l'altro iTunes permette di sentire un'anteprima di 30 secondi per ogni canzone. Uno che ama gli U2, un vero fan, ha comunque bisogno dell'anteprima? Be' ce l'ha
    • pikappa scrive:
      Re: non riesco a credere....
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Non riesco a credere che questi allarmi

      vengano dati come se fossero credibili.

      Non riesco a credere che loro stessi ci

      credano.

      "l'apparizione sul P2P di quella musica

      significherebbe bruciare l'uscita

      commerciale"...

      e perchè?

      in base a quale regola di mercato?

      In base alla regola che se una cosa
      già ce l'hai poi non tiri fuori i
      soldi per comprarla, alla favola che poi i
      fan comprino lo stesso il disco anche se
      l'hanno già scaricato è tutta
      da dimostrare.che sia vera o meno questo non lo so, sta di fatto che se un gruppo o un autore lo ascolto e mi piace,e magari scopro il suo lavoro proprio grazie al p2p, di solito VADO AD ASCOLTARLO ad un concerto, SPESSO PAGANDO UNA CIFRA + ALTA DEL PREZZO DEL CD
      Comunque loro mettono i brani su itunes
      prima che il cd esca nei negozi, crea
      problemi a qualcuno? E' una cosa così
      incresciosa? Fare attività
      commerciale è diventata una cosa di
      cui vergognarsi?assolutamente no, tutta sta storia è solo una trovata pubblicitaria (neppure nuova) che come "effetto collaterale" supporta la crociata anti p2p delle major
      Fra l'altro iTunes permette di sentire
      un'anteprima di 30 secondi per ogni canzone.
      Uno che ama gli U2, un vero fan, ha comunque
      bisogno dell'anteprima? Be' ce l'hagiusto!
    • Anonimo scrive:
      Re: non riesco a credere....
      -
      In base alla regola che se una cosa
      già ce l'hai poi non tiri fuori i
      soldi per comprarlaDi questo ottuso ragionamento sono pieni il web e i cervelli dei discografici.Peccato che questo ragionamento non spieghi come mai si vendevano i dischi in vinile quando era possibile farsi le cassette, o come mai il già citato disco dei Depeche Mode abbia venduto tante copie NONOSTANTE fosse in rete da un mese.L'acquisto di un disco non è perfettamente assimilabile all'acquisizione di una serie di bit. E questo non vale solo per il sottoscritto, evidentemente.Mik
    • Anonimo scrive:
      Re: non riesco a credere....
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Non riesco a credere che questi allarmi

      vengano dati come se fossero credibili.

      Non riesco a credere che loro stessi ci

      credano.

      "l'apparizione sul P2P di quella musica

      significherebbe bruciare l'uscita

      commerciale"...

      e perchè?

      in base a quale regola di mercato?

      In base alla regola che se una cosa
      già ce l'hai poi non tiri fuori i
      soldi per comprarla, alla favola che poi i
      fan comprino lo stesso il disco anche se
      l'hanno già scaricato è tutta
      da dimostrare.
      Comunque loro mettono i brani su itunes
      prima che il cd esca nei negozi, crea
      problemi a qualcuno? E' una cosa così
      incresciosa? Fare attività
      commerciale è diventata una cosa di
      cui vergognarsi?
      Fra l'altro iTunes permette di sentire
      un'anteprima di 30 secondi per ogni canzone.
      Uno che ama gli U2, un vero fan, ha comunque
      bisogno dell'anteprima? Be' ce l'haBalle. Scarico tutto l'album lo ascolto e se mi piace lo compro. Lo faccio ormai da tempo. E non mi sembra che le case discografiche non guadagnino su di me... il mese scorso ho speso 70 Neuro per 4 CD .... e altrettanto farò questo mese.Congratulazioni all'ottusità, forse non si è capito che chi consuma musica preferisce l'originale all'mp3 ?Dan
  • Anonimo scrive:
    non riesco a credere....
    Non riesco a credere che questi allarmi vengano dati come se fossero credibili.Non riesco a credere che loro stessi ci credano."l'apparizione sul P2P di quella musica significherebbe bruciare l'uscita commerciale"... e perchè?in base a quale regola di mercato?L'ultimo album dei Depeche Mode - Exciter - ce l'avevo un mese prima dell'uscita ufficiale. E non ero certo l'unico...Eppure non mi pare che quel disco sia stato "bruciato" alla sua uscita ufficiale. I dati di vendita erano ottimi - come per ogni disco dei DM. Io stesso ne ho acquistato una copia originale.La - legittima, a mio modo di vedere - curiosità dei fans non toglie valore commerciale all'album, così come il p2p non lo toglie ai vecchi titoli. Chi lo avrebbe acquistato lo acquisterà in ogni caso, che esca o non esca su internet. Chi non vuole spendere non spenderà - o si rivolgerà al bancarellaro, come sempre.Questi signori che trafficano con la musica ragionano come se internet fosse L'UNICA VIA per ascoltare un album prima dell'acquisto. Come se non ci fosse sempre stato un primo acquirente che poi spargeva la voce - e le cassette - tra gli amici. Anche allora l'album era bruciato al primo acquisto?Se la logica è questa, allora basta l'uscita nei negozi della prima copia per bruciare ogni prodotto audiovisivo duplicabile - ooops, l'ultimo aggettivo è pleonastico, naturalmente,Se da quelle4 parti lì non ci si affretta a capire cos'è un prodotto musicale, di sparate così ne sentiremo ancora... ah, un attimo, dimenticavo chedopotutto tutto questo è SOLO pubblicità, naturalmente.... qualcuno non ha mica creduto davvero al furto del master???Mik
  • Anonimo scrive:
    non ci si crede più...
    O com'è che sempre e solo a LORO e da 2-3 album di fila riescono a rubargli le canzoni?...Mahhhh... caro Paul (Bono)... qui gatta ci cova sai?!?!Con tutto l'amore per Bono e compagnia, possibile che non possano fare a meno di questa pubblicità?...E state tranquilli che non troverete certo il materiale su alcuna reta p2p...
Chiudi i commenti