Google, il gigante non dorme mai

Tra annunci e anticipazioni bollenti, ecco ciò che c'è da sapere sulle ultime novità di Google, dal motore di ricerca per programmi TV al panda rosso a forma di G


Roma – Il grande calderone di Google non smette mai di bollire e, specie in questo periodo, sembra spumeggiare di succulente novità. Tra queste girano vorticosamente sia le notizie ufficiali, come la sperimentazione di Google Video, sia le voci di corridoio, come il presunto lancio di un “suo” Skype.

All’inizio della settimana il portalone ha svelato la versione beta di un servizio, chiamato Google Video , utilizzabile per effettuare ricerche fra i contenuti trasmessi dalle principali emittenti TV (al momento solo statunitensi).

La nuova appendice del motore di Google può scovare i programmi TV, come telegiornali, show, telefilm o cartoni animati, attinenti alle parole chiave ricercate: ad esempio, cercando “Iraq” si otterrà un lungo elenco con tutte le trasmissioni che hanno parlato del martoriato paese Arabo. Per ogni risultato, Google riporta fino a cinque immagini della trasmissione, il titolo, la data della messa in onda e quella delle future puntate, e una porzione del testo in cui è stata trovata la parola immessa dall’utente. Tra il materiale testuale indicizzato da Google vi sono le trascrizioni di buona parte dei dialoghi che avvengono nei programmi TV. Tuttavia, almeno per il momento, l’utente non ha modo di accedere alle versioni integrali dei testi né alle registrazioni video dei programmi. È probabile che in futuro Google possa trovare un accordo con le emittenti TV per fornire tali contenuti a pagamento.

Il motore dalla grande G, che al momento non espone alcun banner nelle pagine di Google Video, afferma di essere alla ricerca di modalità di guadagno che sposino gli interessi degli utenti con quelli dei detentori dei copyright.

Con servizi come Google Video, Google Print e il recentemente annunciato progetto per la digitalizzazione di milioni di libri , il motorone più cliccato del Web culla il sogno di divenire il principale tramite fra i media tradizionali, come la carta stampata e la TV, e Internet: convertendo in bit tutto ciò che non è digitale, o che pur essendolo non fluisce attraverso la Rete, Google intende offrire agli utenti del Web la possibilità di trovare informazioni e contenuti là dove essi risiedono: TV, biblioteche, librerie, cineteche, dispositivi wireless e, ovviamente, Internet.

Nella corsa verso questo traguardo Google non è sola: in gara ci sono infatti colossi come Microsoft e Yahoo!, sempre più decisi a guadagnare, o riguadagnare, il terreno perduto. Proprio Yahoo! ha messo da pochi giorni in home page un servizio in beta per la ricerca di video e – guarda la coincidenza – programmi TV. Ennesima dimostrazione di come i maggiori portali di ricerca stiano marcandosi in modo molto stretto.

Il nuovo servizio di ricerca di Yahoo!, le cui sperimentazioni sono iniziate sul sito next.yahoo.com, è in grado di indicizzare il testo contenuto nel nome, nel link e nei metadata dei video distribuiti su Internet. Per l’indicizzazione e l’analisi dei programmi TV, Yahoo! si appoggia invece ai servizi forniti dalla società americana TVEyes.

In queste ore ha destato anche molto interesse il fatto che Google abbia assunto Ben Goodger, uno degli sviluppatori a capo del progetto open source Firefox. Sebbene Goodger non abbia ancora svelato quale sarà il suo ruolo all’interno della società californiana, sembrano prendere sempre più corpo le voci secondo le quali Google voglia creare un proprio browser basato su Firefox. Tra gli altri indizi che portano a tale ipotesi c’è il fatto che il portalone dalla grande G ha di recente registrato il dominio gbrowser.com e ha sponsorizzato alcuni incontri riservati agli sviluppatori di Mozilla.

Goodger, che nel 1998 era entrato a far parte del team di sviluppo di Netscape, ha assicurato che “il mio ruolo all’interno dei progetti Firefox e Mozilla rimarrà in larga parte lo stesso di oggi”. Un’affermazione che sembra confermare come Goodger, all’interno di Google, continuerà ad occuparsi di Firefox.

Restando in tema di gossip, dal cilindro multicolore di Google potrebbe presto fare capolino un servizio di telefonia IP che, similmente a Skype e altri software di VoIP, permetta agli utenti di utilizzare le proprie connessioni a larga banda per effettuare chiamate gratuite da PC a PC. Il software potrebbe integrarsi con i servizi di ricerca di Google in vari modi: ad esempio, nei risultati di una ricerca potrebbero comparire speciali link che consentano all’utente di chiamare direttamente via Internet il numero di telefono di una società, di un ente o di un negozio.

Alcuni analisti sostengono che Google potrebbe sfruttare la sua grande popolarità per lanciare servizi di telefonia a pagamento, facendo così il suo ingresso in uno dei mercati più bollenti e competitivi di questi anni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Un nuovo reato
    A chi ancora non lo sa segnalo che con questi emendamenti si vuol dar vita ad un nuovo reato (sottolineo reato) :art.171-comma abis) : è punito con la multa da euro 51 a euro 2.065 chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma diffonde o mette a disposizione del pubblico, immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un?opera dell?ingegno protetta, o parte di essa?Chiunque commette questa violazione è ammesso all?oblazione nei termini previsti dall?articolo 162 c.p. (ossia può, prima dell?apertura del dibattimento, ovvero prima del decreto di condanna, pagare una somma corrispondente alla terza parte del massimo della pena stabilita dalla legge per la contravvenzione commessa, oltre le spese del procedimento)Chi sperava che le cose tornassero come prima del decreto Urbani deve accantonare il sogno : il file sharing resta un reato, punibile con una multa. Poi c'è l'oblazione che estingue il reato e che quindi cancella ogni conseguenza penale. Ma sia ben chiaro che l'oblazione scatta solamente quando qualcuno è stato imputato di aver commesso un reato.
  • Anonimo scrive:
    1 bella foto x la felicità di tutti:
    http://www.ansa.it/main/notizie/awnplus/internet/news/2005-01-25_3845724.html
  • Anonimo scrive:
    P2P Manifesto
    strano casualmente da una settimana gira in rete questo manifesto del peer to peer http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=25329che ha fatto un gran baccano nel mondo, finito anche su slashdot e ora vogliono cambiare? Coincidenza?
  • Anonimo scrive:
    legge urbani= anti telecom e antifastweb
    La legge in realta serviva per tagliare le gambe ai veri concorrenti di mediaset , cioe telecom e fastweb ,che potevano fornire i canali televisivi via adsl !
    • Anonimo scrive:
      Re: legge urbani= anti telecom e antifastweb
      bella cagata. I contenuti fw e telecom li dovevano comunque pagare così come se li paga mediaset
    • Anonimo scrive:
      Re: legge urbani= anti telecom e antifas
      - Scritto da: Anonimo
      La legge in realta serviva per tagliare le
      gambe ai veri concorrenti di mediaset , cioe
      telecom e fastweb ,che potevano fornire i
      canali televisivi via adsl !peccato per fastweb, ma telecom si arrangi !e poi pensi a migliorare la copertura invece di trovare nuovi business, e se non è "redditizio" ci pensi lo stato allora.ma è possibile che in questo ca**o di paese si debba dipendere da una azienda come telecom ??le poste aprono conti correnti e non consegnano più la posta (nel mio paese il servizio è ridicolo, la posta arriva a giorni alterni e sempre dopo le ore 13, così se sei abbonato ad un quotidiano te lo leggi che è quasi sera. Ho vissuto in inghilterra qualche mese, la posta arrivava alle 7 di mattina, massimo 7 e un quarto)la telecom aumenta la banda per trasmettere tv ed intanto taglia fuori quegli utenti (privati e aziende) che avrebbero bisogno di copertura.se non è conveniente distribuire l'adls ovunque perchè non agevolano una flat analogica ?? non c'è un operatore che è uno che la possa / voglia offrire !Ma quei minch**ni che ci governano che ca**o aspettano ad agireQuel saputello di Montezemolo cosa minchia continua a raccomandare alle aziende che il futuro è nell'innovazione ? ci prende per il c*lo ???
  • Anonimo scrive:
    4 anni di galera anche se...
    ...ascolto via shoutcast una radio online, salvo lo stream MP3 sul mio HD e lo riascolto quante volte voglio senza avere pagato mezzo centesimo alla SIAE?Se è così, mi faccio una pila di PC che registrano 24 ore su 24 musica da internet e sono a posto :D
  • Anonimo scrive:
    Pay TV.
    Se ci fate caso e' partita la PayTV del digitale terrestre.Gatta ci cova....
  • Anonimo scrive:
    Ma cambierà in peggio o in meglio???????
    Secondo me cambierà in peggio.................
  • Anonimo scrive:
    I pirati del p2p devono andare in galera
    ...come da oggetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: I pirati del p2p devono andare in galera
      e tu devi andare a farti ... la guerra la hanno voluta loro con i loro prezzi...che mettano in galera in veri ladri che si creano leggi ad piacimento
    • The_GEZ scrive:
      Re: I pirati del p2p devono andare in ga
      Ciao Anonimo !
      ...come da oggetto.... e i vari Tanzi a piede libero .... ma in fondo ha chiesto scusa, a uno che chiede scusa ... cos voui fargli ... Sara' sempre la solita coincidenza ... ma sempre anonimi questi post ... si lo so, sono io che soffro di manie di persecuzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: I pirati del p2p devono andare in ga
      Dopodichè le vendite si impenneranno(perchè non mancano i soldi: tutti scaricano perchè sono tirchi)e l'economia girerà.Gianni! Ma come si fa a non essere ottimisti!
    • Anonimo scrive:
      Macche', troppo poco
      la pena di morte, la castrazione, il taglio della mano (hanno rubato no?) e i lavori forzati. Tutto insieme a questi delinquenti che vogliono ridurre sul lastrico chi si guadagna onestamente il pane sul lavoro altrui.
  • Anonimo scrive:
    Minority Report?
    Tratto dalla notizia:"Tra le novità anche l'adozione di codici "di deontologia e buona condotta" del settore Internet focalizzati su temi specifici, come le tecnologie DRM (Digital Rights Management), la possibilità di intervenire in modo preventivo su chi viola la normativa, la promozione di nuovi modelli di sfruttamento economico dei contenuti digitali e le modalità per una corretta informazione da fornire agli utenti."La frase "la possibilità di intervenire in modo preventivo su chi viola la normativa" cosa significanel contesto della legge? che la GdF potrà intervenire prima di commettere il reato in modo da impedirlo?:|:o
    • Anonimo scrive:
      Re: Minority Report?
      - Scritto da: Anonimo
      Tratto dalla notizia:
      "Tra le novità anche l'adozione di
      codici "di deontologia e buona condotta" del
      settore Internet focalizzati su temi
      specifici, come le tecnologie DRM (Digital
      Rights Management), la possibilità di
      intervenire in modo preventivo su chi viola
      la normativa, la promozione di nuovi modelli
      di sfruttamento economico dei contenuti
      digitali e le modalità per una
      corretta informazione da fornire agli
      utenti."

      La frase "la possibilità di
      intervenire in modo preventivo su chi viola
      la normativa" cosa significanel contesto
      della legge? che la GdF potrà
      intervenire prima di commettere il reato in
      modo da impedirlo?:|:o"Alt!!!! fermo! lei è in arresto per aver pensato di scaricare un film di alvaro vitali":D:D:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Minority Report?
      ...George W Bush insegna......
  • Anonimo scrive:
    Urbani salva la faccia?
    Ma va la? Ma quell'uomo non salva proprio niente: semmai dovrebbe andarsene solo a testa china, anzi, forse in ginocchioni ringraziando terzi che hanno lavorato al posto suo.E comunque non va ancora bene: perchè le legislazioni relative all'information technology vengono trattate da gente che non ne capisce niente? Secondo me, ci vorrebbe una legislazione a parte, redatta da un gruppo di "informatici", e comunque estremamente competenti. Almeno da sapere che cosa stanno considerando. Aggiungiamo un parere (ma SOLO parere) da esperti giuristi.Esempio: Un sito web deve essere inviato in copia integrale alle biblioteche? E una nuova copia per ogni modifica? E un bollino per ogni singolo file liberamente scaricabile (pagine web, immagini jpg, gif ecc)? Ma non diciamo castronerie, per favore!
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani salva la faccia?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma va la? Ma quell'uomo non salva proprio
      niente: semmai dovrebbe andarsene solo a
      testa china, anzi, forse in ginocchioni
      ringraziando terzi che hanno lavorato al
      posto suo.

      E comunque non va ancora bene: perchè
      le legislazioni relative all'information
      technology vengono trattate da gente che non
      ne capisce niente? Secondo me, ci vorrebbe
      una legislazione a parte, redatta da un
      gruppo di "informatici", e comunque
      estremamente competenti. Almeno da sapere
      che cosa stanno considerando. Aggiungiamo un
      parere (ma SOLO parere) da esperti giuristi.

      Esempio: Un sito web deve essere inviato in
      copia integrale alle biblioteche? E una
      nuova copia per ogni modifica? E un bollino
      per ogni singolo file liberamente
      scaricabile (pagine web, immagini jpg, gif
      ecc)? Ma non diciamo castronerie, per
      favore!Non castronerie, bensì ingenti profitti per la SIAE.Il mio sito sono quasi 300 Mb di roba, ma c'è di "peggio".
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani salva la faccia?
      L'unico modo in cui Urbani potrebbe salvare la faccia è mettendo la conchiglia nelle mutande.
  • Anonimo scrive:
    Genio!
    Ma chi è il genio che fa i fotomontaggi? Ha un senso dell'umorismo veramente graffiante!:)
    • TPK scrive:
      Re: Genio!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi è il genio che fa i
      fotomontaggi? Ha un senso dell'umorismo
      veramente graffiante!

      :)Luca Schiavoni.E' da mesi che gli si sta chiedendo una raccolta delle sue illustrazioni, ma niente, ci vuole veder soffrire... :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Genio!

        Luca Schiavoni.

        E' da mesi che gli si sta chiedendo una
        raccolta delle sue illustrazioni, ma niente,
        ci vuole veder soffrire... :'(forse perchè, fermo restando la sua bravura e senso dell'umorismo, spesso usa immagini e loghi (famosi e non) protetti da copyright... o no? :) hehehebravo comunque!
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Genio!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi è il genio che fa i
      fotomontaggi? Ha un senso dell'umorismo
      veramente graffiante!

      :)grazie!il mio nome e' in fondo all'homepage da taaaanti anni, e sono anche quello della rubrica Download8)LucaSps - per la raccolta c'e' tempo, d altronde sono 6 o 7 anni di immaginette.. scegliere le migliori sara' un lavorone!
  • Anonimo scrive:
    aprite gli occhi
    nn faranno niente!è solo propaganda elettorale: FARABUTTI!
  • Anonimo scrive:
    Quando un parlamentare sbaglia...
    ...ed in particolare sbaglia COSTITUZIONALMENTE......deve dimettersi.......e non salvarsi con nuove promesse...QUINDI STIAMO SEMPRE ATTENTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando un parlamentare sbaglia...
      - Scritto da: Anonimo
      ...ed in particolare sbaglia
      COSTITUZIONALMENTE...

      ...deve dimettersi....
      ...e non salvarsi con nuove promesse...
      Ehhhh, invece si RICICLANO!!!!!
      QUINDI STIAMO SEMPRE ATTENTIa RI-VOTARLI!!!!! ;)
  • Anonimo scrive:
    E i balzelli????
    Se non erro la galera non era l'unico punto contestato.Si parlava anche delle nuove tassr/balzelli introdotte sui supporti e su qualunque tipo di riproduttore in commercio, o sbaglio??E queste modifiche?? Nel dimenticatoio?Ok, compriamo tutti all'estero, ma non è queto il punto!!Inoltre se non sbaglio c'era un terzo punto da modificare ma ora non ricordo quale...SalutiLuca
  • Anonimo scrive:
    Siamo in aria di ELEZIONI????
    "Stando a quanto dichiarato dal ministero all'Innovazione, viene anche introdotta la possibilità di cancellare il reato qualora la condivisione di opere protette non abbia appunto finalità di lucro, una cancellazione che passa attraverso il pagamento di una multa. La conseguenza, se le modifiche saranno approvate, sarà che gli utenti del peer-to-peer che condividono file tutelati dal diritto d'autore senza autorizzazione non rischieranno più il carcere."Non hanno ancora capito che a chi scarica senza scopo di lucro non devono fare NIENTE, altro che MULTA, altrimenti Mr. Telecom & C. chiuderanno bottega!!!!A parte che i VOTI se li scordano finchè CAMPANO!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Come mai in periodo elettorale?
    Sara' che pensano che gli appassionati di informatica sono tonti e non ricordano quello che e' successo i mesi scorsi?Forse credono che e' una buona scelta togliere qualcosa alla gente per poi ridarglielo sembrando magnanimi?
  • Anonimo scrive:
    Cortiana il piu' fiero oppositore???
    "Da parte sua il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, il più fiero oppositore della normativa al Senato..."Cioe' lo stesso Cortiana che prima convince la gente a scrivere centinaia di emendamenti che avrebbero potuto bloccare la legge, e poi, fidandosi delle promesse di Urbani li ritira tutti facendo approvare un testo che tutti avevano giudicato sbagliato?Mi sa che c'e' qualcosa che non torna.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
      - Scritto da: Anonimo
      "Da parte sua il senatore dei Verdi Fiorello
      Cortiana, il più fiero oppositore
      della normativa al Senato..."

      Cioe' lo stesso Cortiana che prima convince
      la gente a scrivere centinaia di emendamenti
      che avrebbero potuto bloccare la legge, e
      poi, fidandosi delle promesse di Urbani li
      ritira tutti facendo approvare un testo che
      tutti avevano giudicato sbagliato?
      Mi sa che c'e' qualcosa che non torna.E C'HAI RAGIONE! Si sa: i politici sono colleghi che lavorano a compartimenti stagni ed aggiustano le situazioni per telefono!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
      Cortiana deve stare zittoooooooooooooooooooooooooCi fa più bella figura
    • Anonimo scrive:
      Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
      Ormai ha perso credibilità anche LUI!!!:@
    • CioDu scrive:
      Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
      Cortiana è il più fiero oppositore del DL Urbani. Grazie tante, è l'unico :
    • Anonimo scrive:
      Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
      Cortiana sarebbe stato il più fiero oppositore se si fosse incatenato davanti al parlamento, invece si è mangiato una bella carbonara con i colleghi....- Scritto da: Anonimo
      "Da parte sua il senatore dei Verdi Fiorello
      Cortiana, il più fiero oppositore
      della normativa al Senato..."

      Cioe' lo stesso Cortiana che prima convince
      la gente a scrivere centinaia di emendamenti
      che avrebbero potuto bloccare la legge, e
      poi, fidandosi delle promesse di Urbani li
      ritira tutti facendo approvare un testo che
      tutti avevano giudicato sbagliato?
      Mi sa che c'e' qualcosa che non torna.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
        - Scritto da: Anonimo

        ritira tutti facendo approvare un testo
        che

        tutti avevano giudicato sbagliato?

        Mi sa che c'e' qualcosa che non torna.Se non c'era Cortiana vi tenevate la galera. Eravate piu' contenti cosi'?
        • Anonimo scrive:
          Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          ritira tutti facendo approvare un
          testo

          che


          tutti avevano giudicato sbagliato?


          Mi sa che c'e' qualcosa che non
          torna.

          Se non c'era Cortiana vi tenevate la galera.
          Eravate piu' contenti cosi'? adesso invece ci danno il mongolo d'oro ... tzè ...ma vattinne
          • Anonimo scrive:
            Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
            ed invece è proprio per cortiana che siamo qui a sperare.Credete che l'avrebbero cambiata comunque?E perchè mai l'avrebbero dovuto fare?E se scendono a patti è proprio perchè sono stati ritirati gli emendamenti.Se non conoscete le regole della politica fermatevi prima di sparare sentenze.Non c'è nessuno da ringraziare se non Cortiana.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Cortiana il piu' fiero oppositore???
            - Scritto da: Anonimo
            ed invece è proprio per cortiana che
            siamo qui a sperare.
            Credete che l'avrebbero cambiata comunque?
            E perchè mai l'avrebbero dovuto fare?

            E se scendono a patti è proprio
            perchè sono stati ritirati gli
            emendamenti.

            Se non conoscete le regole della politica
            fermatevi prima di sparare sentenze.
            Non c'è nessuno da ringraziare se non
            Cortiana.

            CiaoLasciando perdere il discorso di Cortiana(che per me ha fatto il massimo che poteva fare,visto che era DA SOLO e come fai giustamente notare tu,con le regole della politica non si combina molto da soli): a me sembra che se alcuni punti non verranno chiariti(cosa si intende per "azioni preventive contro la pirateria digitale"? Il fatto che chi scarica non per lucro possa cancellare il reato con una sanzione è una frase viziata da errore o vuole significare proprio che scaricare non per lucro è reato e si utilizza l'istituto dell'oblazione per liberarsi da esso(pagando una cifra non precisata?),invece di cambiare e ritornare alla situazione precedente,si cambi in peggio,se possibile,stabilendo di fatto che a legiferare in materia è la FIMI e non lo stato italiano.
  • Anonimo scrive:
    re;hanno capito,forse
    Forse qualcosa cambiaci sono le elezzioni e questo un po'mi disilude dal cambiamento di questo aborto di legge ,ma io ci credo forse hanno capito che il campo è troppo grosso ,e comunque la reazione è stata forte,sopratutto nei giovani,e vogliono tornare sui propri passi.E un ringraziamento al Set.Cortiana che è stato l'unico a opporsi.E tutti ha dire è un traditore ,lui conosce la politica.hola libertasLuca;)
    • Anonimo scrive:
      Re: re;hanno capito,forse

      E un ringraziamento al Set.Cortiana che
      è stato l'unico a opporsi.Anche i radicali (con Cappato, soprattutto) si sono opposti, arrivando alla disobbedienza civile.
  • Anonimo scrive:
    Acqua calda
    Se milioni di persone in italia e nel mondo vengono perseguiti e perseguitati in tutti i modi forse la democrazia non esiste!?!?Le cose belle vanno difese. Difendiamole e non cediamo alla ripetizione del messaggio che scava nelle nostre menti. Forse se si resiste abbastanza anche i pochi riusciranno ad accettarlo... La politica e' uno strumento?
    • Anonimo scrive:
      Re: Acqua calda
      "Le cose belle della vita o sono immorali,o sono illegali o fanno ingrassare" beh questa è illegale che ci vuoi fare :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Acqua calda
      quoto:D
    • HotEngine scrive:
      Re: Acqua calda
      - Scritto da: Anonimo
      Se milioni di persone in italia e nel mondo
      vengono perseguiti e perseguitati in tutti i
      modi forse la democrazia non esiste!?!?
      Le cose belle vanno difese. Difendiamole e
      non cediamo alla ripetizione del messaggio
      che scava nelle nostre menti. Forse se si
      resiste abbastanza anche i pochi riusciranno
      ad accettarlo... La politica e' uno
      strumento?Hai usato polygen, dì la verità... :|
  • Anonimo scrive:
    Ricordatemi...
    Qualcuno mi può ricordare quale fosse l'urgenza di approvare la legge Urbani, urgenza tale da costringere gli oppositori ad accontentarsi delle "promesse verbali" del personaggio in questione?
    • Kremmerz scrive:
      Situazione pannelli fotovoltaici...
      Eheehe....un pò di finanziamenti pubblici al cinema italiano che altrimeni saltavano! Questa era l'urgenza...:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Situazione pannelli fotovoltaici...
        Cinema italiano che negli ultimi anni fa "più pena" del solito...- Scritto da: Kremmerz
        Eheehe....un pò di finanziamenti
        pubblici al cinema italiano che altrimeni
        saltavano! Questa era l'urgenza...:@
  • TPK scrive:
    E se poi invece...
    la legge viene peggiorata "per sbaglio"?Non era stato "uno sbaglio" anche l'introduzione del profitto durante la discussione del DL che gia' all'origine non era un granche'?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se poi invece...
      già è peggioratail penale rimanesolo che se è fatto x lucro le sanzioni sono elevatissime e con galerase invece per profitto x evitare il carcere si paga una multa prima
      • TPK scrive:
        Re: E se poi invece...
        - Scritto da: Anonimo
        già è peggiorata
        il penale rimane
        solo che se è fatto x lucro le
        sanzioni sono elevatissime e con galera
        se invece per profitto x evitare il carcere
        si paga una multa primaMi sorge un terribile sospetto... :|:|:|:|:|:|:|:|:|:|
      • Anonimo scrive:
        Re: E se poi invece...
        - Scritto da: Anonimo
        già è peggiorata
        il penale rimane
        solo che se è fatto x lucro le
        sanzioni sono elevatissime e con galera
        se invece per profitto x evitare il carcere
        si paga una multa primaQuel passaggio è inquietante(insieme al condividere a scopo di lucro,che è una frase priva di senso): in pratica sembra che diventi reato per tutti,ma chi non lo compie a scopo di lucro,può cancellare il reato pagando una multa(mai letta una bestialità del genere: se qualcosa è ritenuta tanto grave da configurare un reato,come si può pensare di sostituire la pena con una multa?).
      • CioDu scrive:
        Re: E se poi invece...
        - Scritto da: Anonimo
        già è peggiorata
        il penale rimane
        solo che se è fatto x lucro le
        sanzioni sono elevatissime e con galera
        se invece per profitto x evitare il carcere
        si paga una multa primaoddio... ecco cos'era quella contraddizione nell'altro thread!:|
    • Anonimo scrive:
      Re: E se poi invece...
      Già..pensa te se durante la discussione per sbaglio un deputato scambia la parola p2pippari per pedofili e propone la castrazione chimica per tutti noi :s : :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: E se poi invece...
      - Scritto da: TPK
      la legge viene peggiorata "per sbaglio"?

      Non era stato "uno sbaglio" anche
      l'introduzione del profitto durante la
      discussione del DL che gia' all'origine non
      era un granche'?Peggio di così com'è? tutt'al più la possono rendere ancora meno applicabile.Purtroppo ci governa gente interessata ai propri affari e a quelli degli amici, amanti e parenti . Io continuo a scaricare e a chattare alla faccia di Urbani e della sua fidanzata!
  • Anonimo scrive:
    Non mi è chiara una parte dell'articolo
    ..esattamente questa:"Non solo. Stando a quanto dichiarato dal ministero all'Innovazione, viene anche introdotta la possibilità di cancellare il reato qualora la condivisione di opere protette non abbia appunto finalità di lucro, una cancellazione che passa attraverso il pagamento di una multa. La conseguenza, se le modifiche saranno approvate, sarà che gli utenti del peer-to-peer che condividono file tutelati dal diritto d'autore senza autorizzazione non rischieranno più il carcere."--
    possibilità di cancellare il reato: ma se si tornasse al pre-Urbani il reato sarebbe amministrativo,quindi una multa.E mi viene data la possibilità di cancellare questa multa con un altra multa??:s scusate forse è la stanchezza ma non ho ben capito quel passaggio :
    • TPK scrive:
      Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
      - Scritto da: casteredandblue
      ..esattamente questa:

      "Non solo. Stando a quanto dichiarato dal
      ministero all'Innovazione, viene anche
      introdotta la possibilità di
      cancellare il reato qualora la condivisione
      di opere protette non abbia appunto
      finalità di lucro, una cancellazione
      che passa attraverso il pagamento di una
      multa. La conseguenza, se le modifiche
      saranno approvate, sarà che gli
      utenti del peer-to-peer che condividono file
      tutelati dal diritto d'autore senza
      autorizzazione non rischieranno più
      il carcere."

      --
      possibilità di cancellare il
      reato: ma se si tornasse al pre-Urbani il
      reato sarebbe amministrativo,quindi una
      multa.
      E mi viene data la possibilità di
      cancellare questa multa con un altra multa??

      :s scusate forse è la stanchezza ma
      non ho ben capito quel passaggio :Probabilmente non vogliono tornare alla pre Urbani...E questo mi preoccupa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
      In quel caso si parla di chi si macchia di "download a scopo di lucro". La galera è sostituibile con una (penso salata) multa.Tutto qua. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
        - Scritto da: Anonimo
        In quel caso si parla di chi si macchia di
        "download a scopo di lucro". La galera
        è sostituibile con una (penso salata)
        multa.

        Tutto qua. ;)Sicuro? Questo articolo, di fatto, contiene un controsenso. Prima parla di modifica della locuzione "per trarne profitto", che dovrebbe cancellare tutte le pene previste per chi condivide NON a scopo di lucro. Poi parla della possibilità di "estinguere il reato" per chi condivide NON a scopo di lucro. Ergo, il reato rimane, e se rimane il reato rimangono anche le incursioni della polizia, i sequestri, le perquisizioni, le perizie, etc. Questo era quello che voleva la FIMI, non cio' per cui hanno lottato gli utenti. Spero di sbagliarmi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          In quel caso si parla di chi si macchia
          di

          "download a scopo di lucro". La galera

          è sostituibile con una (penso
          salata)

          multa.



          Tutto qua. ;)

          Sicuro? Questo articolo, di fatto, contiene
          un controsenso. Prima parla di modifica
          della locuzione "per trarne profitto", che
          dovrebbe cancellare tutte le pene previste
          per chi condivide NON a scopo di lucro. Poi
          parla della possibilità di
          "estinguere il reato" per chi condivide NON
          a scopo di lucro. Ergo, il reato rimane, e
          se rimane il reato rimangono anche le
          incursioni della polizia, i sequestri, le
          perquisizioni, le perizie, etc. Questo era
          quello che voleva la FIMI, non cio' per cui
          hanno lottato gli utenti. Spero di
          sbagliarmi.Azz.. è proprio questo quel che non mi è chiaro!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
        - Scritto da: Anonimo
        In quel caso si parla di chi si macchia di
        "download a scopo di lucro". La galera
        è sostituibile con una (penso salata)
        multa.

        Tutto qua. ;)Ti ringrazio,ciao!
        • allanon scrive:
          Re: Non mi è chiara una parte dell'artic

          L'articolo dice:

          possibilità di cancellare il reato
          qualora la condivisione di opere protette
          non abbia appunto finalità di lucro,
          una cancellazione che passa attraverso il
          pagamento di una multa

          Mi vorrei sbagliare, ma mi viene un forte sospetto: premetto, non sono un giurista, ma sono piuttosto sicuro che la legge italiana preveda già le cancellazione del reato in alcuni casi (tipo primo reato non reiterato per almeno cinque anni, processo di riabilitazione mi pare si chiami).Ora, se le grandi modifiche attese si riducono a consentire intercettezioni, sequestri e quant'altro visto che si tratta di un reato penale, ed a dare soltanto la possibilità di cancellare il reato dal punto di vista penale in un secondo momento, previo salasso tramite multa, possiamo tranquillamente dire che non è cambiato nulla. Anzi, sono state accolte le richieste della FIMI, visto che adesso avranno tutte le carte in regola per avviare sequestri ed intercettazioni, e potranno scusarsi col publico dicendo che se prendono un ragazzino lo rilasciano subito.Peccato per loro che la legge verrà messa sotto i raggi X dal popolo della rete, e se anche questa volta "sbagliano per fretta", sarà un ottima occasione per sollevare un sano polverone, proprio in campagna elettorale: vedremo se chi vota conta ancora qualcosa o contano solo le mazzette targate major.
          • paperinox scrive:
            Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
            - Scritto da: allanon

            L'articolo dice:




            possibilità di cancellare il
            reato

            qualora la condivisione di opere
            protette

            non abbia appunto finalità di
            lucro,

            una cancellazione che passa attraverso
            il

            pagamento di una multa



            Mi vorrei sbagliare, ma mi viene un forte
            sospetto: premetto, non sono un giurista, ma
            sono piuttosto sicuro che la legge italiana
            preveda già le cancellazione del
            reato in alcuni casi (tipo primo reato non
            reiterato per almeno cinque anni, processo
            di riabilitazione mi pare si chiami).

            Ora, se le grandi modifiche attese si
            riducono a consentire intercettezioni,
            sequestri e quant'altro visto che si tratta
            di un reato penale, ed a dare soltanto la
            possibilità di cancellare il reato
            dal punto di vista penale in un secondo
            momento, previo salasso tramite multa,
            possiamo tranquillamente dire che non
            è cambiato nulla.

            Anzi, sono state accolte le richieste della
            FIMI, visto che adesso avranno tutte le
            carte in regola per avviare sequestri ed
            intercettazioni, e potranno scusarsi col
            publico dicendo che se prendono un ragazzino
            lo rilasciano subito.

            Peccato per loro che la legge verrà
            messa sotto i raggi X dal popolo della rete,
            e se anche questa volta "sbagliano per
            fretta", sarà un ottima occasione per
            sollevare un sano polverone, proprio in
            campagna elettorale: vedremo se chi vota
            conta ancora qualcosa o contano solo le
            mazzette targate major.ho paura che sia la seconda che hai detto..... dato che nella storia della repubblica cose peggiori sono state ignorate dagli elettori al momento del voto :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
      Tra le novità anche l'adozione di codici "di deontologia e buona condotta" del settore Internet focalizzati su temi specifici, come le tecnologie DRM (Digital Rights Management), la possibilità di intervenire in modo preventivo su chi viola la normativaPerchè questa? In modo preventivo che significa? ti segano la connessione, ti chudono tutte le porte tranne la 25-80-110 ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
        - Scritto da: Anonimo
        Tra le novità anche l'adozione di
        codici "di deontologia e buona condotta" del
        settore Internet focalizzati su temi
        specifici, come le tecnologie DRM (Digital
        Rights Management), la possibilità di
        intervenire in modo preventivo su chi viola
        la normativa

        Perchè questa? In modo preventivo che
        significa? ti segano la connessione, ti
        chudono tutte le porte tranne la 25-80-110 ?
        Noi Hackers siamo pronti a tutto, divulgheremo anche software p2p che si appoggia a qualsiasi porta, manifesteremo con netstrike e dDoS.Popolo della rete, uniti vinceremo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi è chiara una parte dell'artic
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Tra le novità anche l'adozione di

          codici "di deontologia e buona
          condotta" del

          settore Internet focalizzati su temi

          specifici, come le tecnologie DRM
          (Digital

          Rights Management), la
          possibilità di

          intervenire in modo preventivo su chi
          viola

          la normativa



          Perchè questa? In modo
          preventivo che

          significa? ti segano la connessione, ti

          chudono tutte le porte tranne la
          25-80-110 ?



          Noi Hackers siamo pronti a tutto,
          divulgheremo anche software p2p che si
          appoggia a qualsiasi porta, manifesteremo
          con netstrike e dDoS.
          Popolo della rete, uniti vinceremo.EYES ONLY
  • castigo scrive:
    La legge cambierà.....
    .... e voleranno le vacche, e pioverà cacca per un mese, e il nano pelato diventerà buono, e veltroni intelligente.....
  • Anonimo scrive:
    Vi spiego
    cosa sta per succedere : condividere a scopo NON di lucro (ad esempio di profitto) resterà reato (penale) accertabile con tutti i mezzi conosciuti (comprese le perquisizioni).Sarà data la possibilità all'imputato d'estinguere il reato prima del dibattimento, utilizzando l'istituto dell'oblazione che, a fronte del pagamento di una multa, estinguerà il reato.In sintesi : stanno per essere accolte le richieste della FIMI.
    • TPK scrive:
      Re: Vi spiego
      Non so quanto lasciare lo sharing a scopo non di lucro un reato e non farlo tornare un illecito amministrativo sia una cosa "equa" e/o "sensata".Condivido un mp3, arriva la GdF che mi perquisisce la casa, mi sequestra il PC e poi me la cavo con una multa, che se fosse simbolica sarebbe nulla rispetto allo sbattimento (dalla perquisizione al patteggiamento)?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi spiego
        - Scritto da: TPK
        Non so quanto lasciare lo sharing a scopo
        non di lucro un reato e non farlo tornare un
        illecito amministrativo sia una cosa "equa"
        e/o "sensata".

        Condivido un mp3, arriva la GdF che mi
        perquisisce la casa, mi sequestra il PC e
        poi me la cavo con una multa, che se fosse
        simbolica sarebbe nulla rispetto allo
        sbattimento (dalla perquisizione al
        patteggiamento)?La cosa grave è subire l'incursione della polizia e il sequestro (a scopo di analisi dei periti, con grave lesione della privacy) solo per aver condiviso un MP3. Anche a me sembra che in questo modo si accolgano tutte le richieste dell'industria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi spiego
        si ma dato che non esistono sufficienti risorse ne per andare a perquisire le case di decine di migliaia di persone, ne per stoccarne i personal computer, ne per controllarli, si torna ad una sanzione amministrativa che abbia valenza deterrente ma che di fatto non sarà praticamente mai applicatapermettendo così alle forze dell'ordine di focalizzare l'attenzione su chi lo fa a scopo di lucro
        • Anonimo scrive:
          Re: Vi spiego
          - Scritto da: Anonimo
          si ma dato che non esistono sufficienti
          risorse ne per andare a perquisire le case
          di decine di migliaia di persone, ne per
          stoccarne i personal computer, ne per
          controllarli, si torna ad una sanzione
          amministrativa che abbia valenza deterrente
          ma che di fatto non sarà praticamente
          mai applicata

          permettendo così alle forze
          dell'ordine di focalizzare l'attenzione su
          chi lo fa a scopo di lucroQuello che mi garberebbe sapere e' se questa era la situazione PRE-URBANI, oppure no. Nel primo caso stiamo ottenendo quello che volevamo (sebbene ci sia ancora palesemente molto da fare) se invece prima della Urbani la condivisione senza lucro era un mero illecito amministrativo direi che alla fine la FIMI ha ottenuto quello che voleva.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vi spiego
            dal punto di vista puramente pratico , si torna alla situazione pre -decreto.paragoniamo la situazione attuale con quella precedenteprima : carcere per chi condivide a scopo di lucromulta per chi condivide e scarica a scopo non di lucroora :carcere per chi condivide a scopo di lucrocarcere , almeno in teoria per chi condivide contenuti anch senza scopo di lucro (quindi, in teoria, per chiuqnue scarica con i maggiori circuiti p2p, che mettono in condivisione anche poche parti già scaricate di un file ancora da terminare) purchè tragga un beneficio da ciòmulta per chi scarica l'intento principale era scoraggiare lo sharing anche di non "professionisti" per limitare la dispoinibilità di materiale nei circuiti, vogliono spavere i propri clienti, non portarli in tribunale : passare per i cattivi a loro non conviene.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vi spiego

            l'intento principale era scoraggiare lo
            sharing anche di non "professionisti" per
            limitare la dispoinibilità di
            materiale nei circuiti, vogliono spavere i
            propri clienti, non portarli in tribunale :
            passare per i cattivi a loro non conviene.Già, ma loro SONO i cattivi e oramai lo ha capito anche la rana nello stagno...con tutto quel che ne consegue
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi spiego
      - Scritto da: Anonimo
      cosa sta per succedere : condividere a scopo
      NON di lucro (ad esempio di profitto)
      resterà reato (penale) accertabile
      con tutti i mezzi conosciuti (comprese le
      perquisizioni).
      Sarà data la possibilità
      all'imputato d'estinguere il reato prima del
      dibattimento, utilizzando l'istituto
      dell'oblazione che, a fronte del pagamento
      di una multa, estinguerà il reato.
      In sintesi : stanno per essere accolte le
      richieste della FIMI.Se questo è vero, sarebbe in linea con lo stile mafioso delle major in generale: paga il pizzo e non ti succederà niente di male.Vedrete che prima o poi manderanno qualcuno a casa a dirvi: sappiamo in che scuola va vostro figlio... state attenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi spiego
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        cosa sta per succedere : condividere a
        scopo

        NON di lucro (ad esempio di profitto)

        resterà reato (penale)
        accertabile

        con tutti i mezzi conosciuti (comprese
        le

        perquisizioni).

        Sarà data la possibilità

        all'imputato d'estinguere il reato
        prima del

        dibattimento, utilizzando l'istituto

        dell'oblazione che, a fronte del
        pagamento

        di una multa, estinguerà il
        reato.

        In sintesi : stanno per essere accolte
        le

        richieste della FIMI.

        Se questo è vero, sarebbe in linea
        con lo stile mafioso delle major in
        generale: paga il pizzo e non ti
        succederà niente di male.

        Vedrete che prima o poi manderanno qualcuno
        a casa a dirvi: sappiamo in che scuola va
        vostro figlio... state attenti...Velato riferimento alla vicenda dei periti minacciati da RFI?
  • Anonimo scrive:
    Carcere per chi condivide per lucro?
    Cito testualmente: "gli emendamenti prevedono che le sanzioni più gravi, dalla multa al carcere, siano previste soltanto per chi pone opere protette in condivisione in rete con finalità di lucro".O il testo dell'emendamento sarà diverso,o ci troviamo di fronte all'ammissione che questa gente non ha idea di come funzionino le cose su cui legiferano: qualcuno mi spiega come si può condividere qualcosa a scopo di lucro?Si fa scaricare qualcosa solo dopo essere stati pagati?
    • TPK scrive:
      Re: Carcere per chi condivide per lucro?
      - Scritto da: Anonimo
      Si fa scaricare qualcosa solo dopo essere
      stati pagati?Beh, potrebbe riferirsi a siti che vendono materiale protetto.
    • beka scrive:
      Re: Carcere per chi condivide per lucro?
      - Scritto da: Anonimo
      Cito testualmente: "gli emendamenti
      prevedono che le sanzioni più gravi,
      dalla multa al carcere, siano previste
      soltanto per chi pone opere protette in
      condivisione in rete con finalità di
      lucro".perfetto.
      O il testo dell'emendamento sarà
      diverso,o ci troviamo di fronte
      all'ammissione che questa gente non ha idea
      di come funzionino le cose su cui
      legiferano: qualcuno mi spiega come si
      può condividere qualcosa a scopo di
      lucro?Sicuramente c'è un errore, la parte dello scopo di lucro significa che se tu scarichi un cd di musica e ne fai anche una sola copia per rivenderla (e quindi lucrarci sopra) allora merita la pena + grave, multa o carcere che sia.
      Si fa scaricare qualcosa solo dopo essere
      stati pagati?No, quelle sono le major, iTunes, microsoft (http://music.msn.com/), napster...
      • Anonimo scrive:
        Re: Carcere per chi condivide per lucro?
        Ho capito quello che vorrebbe dire quel passaggio,ma rimane il fatto che non si può condividere(ovvero mettere a disposizione di tutti liberamente)lucrando.
        • Anonimo scrive:
          Re: Carcere per chi condivide per lucro?

          Ho capito quello che vorrebbe dire quel
          passaggio,ma rimane il fatto che non si
          può condividere(ovvero mettere a
          disposizione di tutti liberamente)lucrando.Quindi lucra chi scarica, poiche' non si priva del compenso che avrebbe dovuto elargire al detenteore del copyright?
          • Anonimo scrive:
            Re: Carcere per chi condivide per lucro?
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi lucra chi scarica, poiche' non si
            priva del compenso che avrebbe dovuto
            elargire al detenteore del copyright?No,quello sarebbe profitto,non lucro.Il concetto che vogliono esprimere è chiaro(solo il lucro sarà punibile con le pene più dure),ma ho idea che non abbiano molto chiaro il funzionamento del p2p.
      • The_GEZ scrive:
        Re: Carcere per chi condivide per lucro?
        Ciao beka !

        di come funzionino le cose su cui

        legiferano: qualcuno mi spiega come si

        può condividere qualcosa a scopo
        di

        lucro?
        Sicuramente c'è un errore, la parte
        dello scopo di lucro significa che se tuMah !Questi "errori" mi hanno sempre lasciato perplesso, saranno vermente tali ? O "messi li" a regola d'arte ... Il fatto e' che con un cavillo del genere gli avvocati ci sguazzano ed in una guerra di avvocati tra un privato ed una major chi vince ?Cioe' se la legge dicesse chiaramente che se non vendi cio' che scarichi non sei punibile non ci sarebbe neppure il luogo a procedere ma con una legge che dice "ma si ... pero' .... vabbe ... anzichenò ..." lo spazio di manovra e' ben piu' alto.(non so se mi sono capito ... 8) )
        scarichi un cd di musica e ne fai anche una
        sola copia per rivenderla (e quindi lucrarci
        sopra) allora merita la pena + grave, multa
        o carcere che sia.

        Si fa scaricare qualcosa solo dopo

        essere stati pagati?
        No, quelle sono le major, iTunes, microsoft
        (music.msn.com /), napster...... che di andare in galera se lo meriterebbero pure ... :D
  • Anonimo scrive:
    Ma certamente
    Immagino che Urbani cambi idea sull'argomento a seconda della durata della sua ischemia cerebrale quotidiana...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma certamente
      ricordo ancora con divertimento quando se ne uscì dicendo che, siccome noi italiani siamo mammoni , la legge sarebbe stata interpretata in maniera "morbida" contro i minorenni....io dico : se è un modo per far capire che le sanzioni non a scopo di lucro, anche se previste, non saranno mai applicate, fallo in maniera più normale no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma certamente

        italiani siamo mammoni , http://punto-informatico.it/p.asp?i=49608Spisciosissimo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma certamente
          - Scritto da: Anonimo

          italiani siamo mammoni ,

          punto-informatico.it/p.asp?i=49608
          Spisciosissimo!Il fatto è che la Di Benedetto lo ha convinto che guardandola mentre si fa caricare come una sveglia dal garzone del macellaio potrebbe metterla incinta, e mai, da buon italiano, vorrebbe che gli arrestassero la prole.
  • Anonimo scrive:
    Sarebbe bello...
    Ma ormai il mondo politico, almeno per me, ha perso del tutto credibilità... Puah...
Chiudi i commenti