Google impara dai discenti

Spell Up è progetto che unisce apprendimento e divertimento. Giochi di parole e indovinelli per imparare la lingua, mentre Google incamera dati preziosi utili alle funzioni di riconoscimento vocale

Roma – Imparare una lingua giocando è un concetto rispolverato da Google per sviluppare Spell Up, applicazione web per Chrome dedicata a chi vuole cimentarsi nell’apprendimento dell’inglese in una maniera più leggera e divertente.

Giochi di parole, spelling, indovinelli, esercizi con frasi da completare sono la miscela proposta dall’ultimo strumento di e-learning sfornato da Mountain View e indirizzato non solo ai bambini, ma anzi utile e gratuito per le centinaia di milioni di adulti non anglofoni sparsi per il mondo. Per iniziare basta collegarsi a Spell Up sul browser Chrome munendosi di altoparlanti e microfono, per poi liberare e calibrare la propria voce cercando di completare ogni richiesta per costruire una torre di parole sempre più alta. Salvo veder crollare tutto e dover ricominciare da zero ogni volta che si sbaglia.

Se come riportano i primi feedback il funzionamento non è fluidissimo , con le lettere pronunciate talvolta non riconosciute dal sistema, al centro della scena c’è proprio la voce. Che per gli utenti è il mezzo indispensabile per testare Spell Up, mentre per Big G è un elemento prezioso per continuare ad affinare il sistema di riconoscimento vocale alla base di Google Now. Basta pensare in proposito a quanti dati finiranno nei server della Grande G, utili per esplorare nuovi orizzonti di una delle tecnologie destinate a essere sempre più presente nel futuro quanto mai prossimo.

Nata come app per computer, Spell Up risponde bene anche con dispositivi mobile Android, mentre nelle versioni per iPhone e iPad scompare la voce e le parole vanno digitate. Nella nota introduttiva pubblicata sul blog ufficiale da Xavier Barrade, mente illuminate del Creative Lab di Londra e artefice del progetto, si illustrano la natura e lo scopo del gioco realizzato con la collaborazione di designer di videogame e insegnanti, ma non si specifica se nel futuro Spell Up integrerà anche altre lingue.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ass ole scrive:
    LINUX HA FALLITO
    sempre e solo problemi con linux
  • ... scrive:
    Il sistema di Cupertino non è perfetto
    BESTEMMIA!!! STAI RINNEGANDO IL TUO DIO!!! PENTITI E CHIEDI PERDONO, O LA VENDETTA DEL SIGNORE SI RIPERCUOTERA' SU DI TE PER SETTANTASETTE VOLTE SETTE GENERAZIONI!!!
  • magio scrive:
    no iOs no party
    L'ho sempre detto che non vale la pena migrare ad Android... ecco un altro motivo per non farlo... :-)
    • Etype scrive:
      Re: no iOs no party
      Giusto,meglio iniziare dal principio con Android :)
    • collione scrive:
      Re: no iOs no party
      - Scritto da: magio
      L'ho sempre detto che non vale la pena migrare ad
      Android... ecco un altro motivo per non farlo...
      :-)veramente questo dimostra solo l'incompetenza di questa gente che vende robaccia a 700 e rotti euro
      • bradipao scrive:
        Re: no iOs no party
        - Scritto da: collione
        veramente questo dimostra solo l'incompetenza di
        questa gente che vende robaccia a 700 e rotti euroIn realtà le possibilità sono due: (1) incompetenza nella gestione di progetti software, oppure (2) misura voluta per ostacolare la migrazione
    • Funz scrive:
      Re: no iOs no party
      - Scritto da: magio
      L'ho sempre detto che non vale la pena migrare al
      sesso vaginale, quando hai l'ano ben alesato...
      un altro motivo per non farlo...Sistemato :p
  • Ned scrive:
    La class action
    finirà con un accordo extragiudizionari plurimilionario..."La causa del disservizio pare sia legata alla mancata "de-registrazione" durante la migrazione da iOS ad Android: Apple continua a considerare quel numero come un numero iMessage, almeno per 90 giorni filati prima di verificare nuovamente l'effettiva affiliazione"E' palese la volontà di rendere problematico all'utente il passaggio su un'altra piattaforma...ma a loro tanto che interessa..con quello che guadagnano fidelizzando il piu possibile gli utenti sui loro terminali e gli ultimi periodici costosissimi aggiornati rimpiazzi....questo genere di multe sono una briciola da piazzare in bilancio sotto la voce investimenti...
  • Jiraya scrive:
    mah...
    Mai avuto problemi con iMessage... ricordo ancora quando anni fa avevo un dispositivo android e lo invidiavo agli utenti apple. All' epoca whatsapp era solo uno dei molti e ogni amico ne usava uno diverso...Comunque non capisco cosa ci sia di tanto complesso per la apple nel creare una cavolo di sezione di gestione del numero imessage sul loro sito. Si accede con l'id-apple e si associa/dissocia un numero ad un dispositivo... non capisco dov'e' il problema...
  • bertuccia scrive:
    è un non problema
    cito dall'articolo: <i
    "Se [..] un utente registrato ad iMessage decide di cambiare terminale, per esempio passando a un cellulare Android" </i
    è ovvio che tale situazione non si verifica maiil problema esiste solo nella teoria
    • collione scrive:
      Re: è un non problema
      - Scritto da: bertuccia
      cito dall'articolo:

      <i
      "Se [..] un utente registrato ad
      iMessage decide di cambiare terminale, per
      esempio passando a un cellulare Android"
      </i



      è ovvio che tale situazione non si verifica mai

      il problema esiste solo nella teoriaok, bella macacata che dimostra quanto sei avviluppato dal distortion fieldintanto nel mondo reale "La causa del disservizio pare sia legata alla mancata "de-registrazione" durante la migrazione da iOS ad Android"understood?avanti il prossimo macaco
      • ... scrive:
        Re: è un non problema
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: bertuccia

        cito dall'articolo:



        <i
        "Se [..] un utente registrato ad

        iMessage decide di cambiare terminale, per

        esempio passando a un cellulare Android"

        </i






        è ovvio che tale situazione non si verifica mai



        il problema esiste solo nella teoria


        ok, bella macacata che dimostra quanto sei
        avviluppato dal distortion
        field

        intanto nel mondo reale "La causa del disservizio
        pare sia legata alla mancata "de-registrazione"
        durante la migrazione da iOS ad
        Android"

        understood?

        avanti il prossimo macacoora tocca ad uno strafottente ruppolo per concludere con un osannante maxsix.
    • Etype scrive:
      Re: è un non problema
      MA certo come no :Dhttp://www.tomshw.it/cont/news/molti-utenti-iphone-stanno-passando-al-galaxy-s5/55425/1.html(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • king volution scrive:
    iMissed...
    Cari CLIENTI apple, cortesemente non rispondete qui a questo commento: mandatemi pure un iMessage iMisseed... Vi risponderò non appena mi arriva...A presto...
Chiudi i commenti