Google indicizza anche i contenuti Flash

Tira aria di evoluzione per i maggiori motori di ricerca: i contenuti ricchi di elementi interattivi già in queste ore iniziano ad essere ri-esplorati dai crawler. Google e Yahoo in prima fila. E Microsoft?

Roma – C’è chi dibatte da tempo su quanta parte del World Wide Web i grandi motori di ricerca siano realmente in grado di offrire agli utenti sotto forma di indici o di risultati di ricerca. Piccola o grande che sia, quella fetta di rete attualmente visibile ai giganti del search Yahoo e Google si arricchirà in breve del materiale presente nei “contenitori” binari realizzati con tecnologia Adobe/Macromedia Flash.

Filmati, widget o interi siti web finora elusivi, inevitabilmente al di fuori della portata dei crawler perché basati su script in Flash sono contenuti che adesso, perlomeno nella loro parte testuale e “informativa” propriamente detta, potranno essere raggiunti, archiviati e utilizzati per la ricerca .

Google ha già provveduto a iniettare il “Flash indexing algorithm” all’interno dei suoi crawler, mentre Yahoo! prevede di farlo con il prossimo aggiornamento al suo motore di ricerca. Apparentemente tagliata fuori dai giochi rimane Microsoft con il suo Live! Search .

Alla base della nuova feature c’è una versione ottimizzata del Flash Player di Adobe (ex-Macromedia), fornito a Google e Yahoo! allo scopo, appunto, di facilitare l’implementazione della ricerca nei sempre più diffusi contenuti presentati nel formato interattivo per antonomasia. La compatibilità è retroattiva , e permette dunque di passare sin da subito al setaccio quei siti con script in Flash già incorporati.

“Gli sviluppatori di applicazioni RIA (Rich Internet Application) e di ricchi contenuti Web – scrive Adobe in una nota – non dovranno più modificare i file vecchi e nuovi al fine di renderli adatti alla ricerca: i loro contenuti saranno infatti subito reperibili dagli utenti in ogni parte del mondo”.

Un’interessante questione che emerge dall’update potrebbe essere ora stabilire la rilevanza delle nuove informazioni codificate in Flash sul resto del materiale indicizzato dai motori di ricerca. Vale più uno script interattivo o un post su un weblog? Ai motori di ricerca la – matematica – sentenza.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • N.C. scrive:
    Musica, MAjor ed Isp
    Penso che sia un'ottima idea , in fondo gli isp guadagnano molto perchè la gente scarica musica e film e tutto il resto ... altrimenti tutti avremo ancora una 640 e ci basterebbe per nevigare , giocare e varie!!!Quindi gli isp invece di fare i santi con i filtri , perchè non si frugano un pò ?
  • Reolix scrive:
    La miglior risposta....
    Come da titolo...[yt]oODisCdWnf8[/yt]
  • Enjoy with Us scrive:
    REFERENDUM subito!!!
    Si fanno referendum su tutto, perchè non ne fanno uno sulla riduzione del diritto d'autore a 5/10 anni!IO e penso molti altri correrebbero subito a firmarlo!
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: REFERENDUM subito!!!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Si fanno referendum su tutto, perchè non ne fanno
      uno sulla riduzione del diritto d'autore a 5/10
      anni!
      IO e penso molti altri correrebbero subito a
      firmarlo!Perche' molti politici hanno interessi nel campo musicale/artistico.C'e' chi ha l'amante, chi la moglie, chi il proprio business, chi gli porta voti...
    • Reolix scrive:
      Re: REFERENDUM subito!!!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Si fanno referendum su tutto, perchè non ne fanno
      uno sulla riduzione del diritto d'autore a 5/10
      anni!
      IO e penso molti altri correrebbero subito a
      firmarlo! Proprio per questo...
  • Enjoy with Us scrive:
    Cosa vuole l'equo compenso?
    Non gli basta aver tassato CD e DVD ora vogliono tassare anche gli ISP (con ovvie ricadute sugli utenti) e mantenendo ovviamente sempre l'illegalità di scaricare materiale protetto da DRM.Complimenti!Alla faccia poi di chi è il vero ladro!Ma il Sig Bono che tanto si interessa di AIDS e di lotte populiste non si è mai chiesto come mai i brevetti farmaceutici hanno una durata di soli 10 anni, nonostante gli ingenti investimenti necessari per produrre un nuovo farmaco?Non si è mai posto il dubbio che ricevere proventi per 70 anni dalla morte dell'autore di una canzonetta sia vagamente eccessivo?Consiglio al Signor Bono e agli artisti par suo di provvedere quanto prima a richiedere a gran voce una riduzione della durata del diritto d'autore a 5 anni, dalla pubblicazione (non dalla morte dell'artista) dell'opera, solo dopo saranno autorizzati a protestare contro la pirateria !
  • groucho_nt scrive:
    Bono vai a lavorare in fabbrica....
    ..se non arrivi a fine mese, magari li guadagni di più. Il mondo della musica non sentirà di certo la tua mancanza.
  • msdead scrive:
    HA RAGIONE BONO!(e McGuinness)
    Gli utenti fanno uso di una via che gli viene lasciata aperta dal fornitore di accesso internet.Incolpare gli utenti di scaricare è sbagliato perchè non fanno altro che fruire di una strada.Spesso...troppo spesso gli ISP si lamentano che il P2P congestiona le reti, che l'80% del traffico è attribuibile solo allo stesso P2P ma...tante lamentele e nessuna reazione concreta perchè il P2P fa guadagnare agli stessi ISP e quindi, invece di applicare la Dottrina Sarkozy, è ora che gli ISP paghino e versino una quota all'industria perchè i soldi degli utenti non li utilizzano neanche per migliorare i servizi, investire per aumentare la banda e s'intascano tutto.Nessun controllo sulla connessione, nessuno spionaggio e nessuna disconnessione, è ora che i provider versino una quota all'industria, questo senza aumentare abbonamenti ecc. Basta incolpare gli utenti, i provider ci marciano sopra perchè molti richiedono connessioni quasi esclusivamente per il P2P e quindi è giusto che non siano gli utenti ma gli ISP a pagare, perchè sono gli unici che traggono guadagno.No alla dottrina Sarkozy ma a una legge che obblighi gli ISP a versare una quota all'industria senza gravare sugli utenti.
    • Azz scrive:
      Re: HA RAGIONE BONO!(e McGuinness)
      GLi ISP sanno benissimo che se venisse abolita la possibilita' di far girare per le reti i "contenuti" P2P , perderebbero l'80% dei clienti.....I produttori sanno benissimo che se non esistesse il P2P col piffero che i consumatori spenderebbero centinaia di Euro per comperare i loro piu' o meno (piu' - che +) validi prodotti dell'"ingegno".Gli artisti sanno benissimo che il P2P e' il piu' formidabile mezzo che esiste per farsi conoscere.La SIAE sa benissimo che se venisse a mancare l'introito del pizzo sui suppoti di memoria usati per copiare canzoni e film, dovrebbero andare a lavorare anche loro, per cui il copia-copia, e' il loro sostentamento principale.PER CUI IL SISTEMA CHE C'E" ADESSO FA COMODO A TUTTILa dottrina Sarkosi' non funzionera'.(a proposito, si vede che la moglie Carla non riesce a guadagnare tanto dai suoi dischi.....)
      • msdead scrive:
        Re: HA RAGIONE BONO!(e McGuinness)
        Davvero? Eppure gli ISP non fanno nulla per evitare la Dottrina Sarkozy e proporre qualcosa all'industria in alternativa...vuol dire che non siamo poi così importanti.L'industria aspetta proposte ma sembra che qui a nessuno importi.
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: HA RAGIONE BONO!(e McGuinness)
          Quello che stai cercando di far passare, e' una tassa da versare agli ISP verso i produttori di musica, ma questo :1) Aumenterebbe il canone di abbonamento ( se l'isp paga 5 euro al produttore di musica, da te ne pretenderà 10 )2) Non risolverebbe il problema legale ( o pensi che ti lasceranno copiare, diffondere e regalare musica agli altri? ) dalla serie...tu ti fai l'abbonamento e poi scopiazzi il cd a tutti i tuoi amici che a loro volta....E cosi via...
    • Reolix scrive:
      Re: HA RAGIONE BONO!(e McGuinness)
      - Scritto da: msdead
      Gli utenti fanno uso di una via che gli viene
      lasciata aperta dal fornitore di accesso
      internet.Incolpare gli utenti di scaricare è
      sbagliato perchè non fanno altro che fruire di
      una strada.Corretto, la responsabilità è personale, se applichiamo questo principio alla nostra società il p2p sarebbe l'ultimo problema
      Spesso...troppo spesso gli ISP si lamentano che
      il P2P congestiona le reti, che l'80% del
      traffico è attribuibile solo allo stesso P2P
      ma...tante lamentele e nessuna reazione concreta
      perchè il P2P fa guadagnare agli stessi
      ISP e quindi, invece di applicare la Dottrina
      Sarkozy, è ora che gli ISP paghino e versino
      una quota all'industria perchè i soldi degli
      utenti non li utilizzano neanche per migliorare i
      servizi, investire per aumentare la banda e
      s'intascano tutto.E' vero in parte: gli ISP si lamentano perchè vogliono il LORO p2p, la IPTV, ma di quello che proponi è il concetto che è sbagliato, se gli ISP dovessero pagare per il p2p equivarrebbe a "legalizzare" il p2p, ed ammesso e non concesso, visto che le perdite NON SONO QUANTIFICABILI, quanto dovrebbe versare un ISP ed a chi? Chi assicura che l'ISP non scarica la tassa sull'utente? L'investimento dei soldi è attinente ad un'altra questione, il problema è la privatizzazione, la proprietà di un comparto così strategico deve essere statale, cosa diversa è la gestione, fatta con modalità che consentano la concorrenza e non il monopolio, e magicamente, i soldi degli utenti andrebbero a migliorare i servizi e le infrastrutture invece di coprire perdite o dividere utili....utopia visto che siamo in Itaglia con i nostri politici drogati(chi sono?), ignoranti e insensibili all'amor di patria (con intendimento non classico ma stile spagnolo per intenderci)
      Nessun controllo sulla connessione, nessuno
      spionaggio e nessuna disconnessione, Corretto
      è ora che i
      provider versino una quota all'industria, questo
      senza aumentare abbonamenti ecc. No bis per le motivazioni sopra citate alle attuali condizioni
      Basta incolpare
      gli utenti, Utopia in fondo a destra...
      i provider ci marciano sopra perchè
      molti richiedono connessioni quasi
      esclusivamente per il P2P i provider offrono un servizio, l'uso che ne fai di quel servizio dipende da te/me
      e quindi è giusto
      che non siano gli utenti ma gli ISP a pagare,
      perchè sono gli unici che traggono
      guadagno.No ter, seguendo il tuo pensiero (che è lo stesso delle major :D) anche gli utonti ne traggono vantaggio.....
      No alla dottrina Sarkozy ma a una legge che
      obblighi gli ISP a versare una quota
      all'industria senza gravare sugli
      utenti.La dottrina Sarkozy neanche la considero per il resto no quater, poi ti pongo una domanda: perchè Bono si scaglia contro l'ISP ma non contro la sua etichetta? Perche parla di ritorno e non parla di abbattimento prezzi dei LORO CD? Parla di servizi che offriranno tre pezzi ogni settimana per 5 dollari al mese e perchè non promuove 5 dollari (8) in europa i suoi cd (forse non hanno neanche 12 canzoni...)? Perchè non lotta per un prezzo più basso dei suoi Cd che non siano solo dichiarazioni fatte in una stanza dell'Hilton? Sono lontani i tempi di quando suonavano in cucina prima dell'arrivo di McGuinness e se ne sono dimenticati LORO, non noi....
  • hohahola scrive:
    meno album comerciali , piu concerti !!
    bono vuole continuare a fare il minimo sforzo con un alto rendimento.i musicisti devono suonare e basta,la gente spenderebbe volentieri i soldi per un bel concerto dal vivo che comprare una volta all anno un album comerciale per ascoltare alla fine un sola canzone decente.
    • MeX scrive:
      Re: meno album comerciali , piu concerti !!
      il concerto é giá problematico per artisti di media fama... per sconosciuti... ancora peggio...Non é gratis affitare un palasport, un parco, una pizza, pagare chi organizza l'evento, distribuisce i biglietti... insomma non é cosí facile pensare di guadagnare SOLO con i concerti... anche perché per farti conoscere devi cmq "pubblicare" e "distribuire" la tua musica...
      • cospiratore scrive:
        Re: meno album comerciali , piu concerti !!
        - Scritto da: MeX
        il concerto é giá problematico per artisti di
        media fama... per sconosciuti... ancora
        peggio...

        Non é gratis affitare un palasport, un parco, una
        pizza, pagare chi organizza l'evento,
        distribuisce i biglietti... insomma non é cosí
        facile pensare di guadagnare SOLO con i
        concerti... anche perché per farti conoscere devi
        cmq "pubblicare" e "distribuire" la tua
        musica...Attenti :Mex lavorava nel settore musicale come tecnico, mi pare si occupasse dei database.Poi è andato a Dublino.Di dove sono gli U2?Fate 2+2......è chiaramente il loro nuovo batterista. Per questo difende Bono a spada tratta.che triste scoprire questi intrighi su punto-informatico
        • MeX scrive:
          Re: meno album comerciali , piu concerti !!
          ahahah grande :)Comunque non sto a Dublino ma a Cork, e Bono é residente USA ;)
    • gymmy scrive:
      Re: meno album comerciali , piu concerti !!
      - Scritto da: hohahola
      bono vuole continuare a fare il minimo sforzo con
      un alto
      rendimento.
      i musicisti devono suonare e basta,la gente
      spenderebbe volentieri i soldi per un bel
      concerto dal vivo che comprare una volta all anno
      un album comerciale per ascoltare alla fine un
      sola canzone
      decente.nessuno ti obbliga ad acquistare i CD o gli MP3, vivi e non imporre le tue frustrazioni agli altri
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: meno album comerciali , piu concerti !!
        - Scritto da: gymmy
        nessuno ti obbliga ad acquistare i CD o gli MP3,
        vivi e non imporre le tue frustrazioni agli
        altriMa infatti c'e' gente che non vuole i cd degli artisti ma solo un brano in formato mp3 ( quindi con una perdita di qualità) e pagarlo quanto una traccia cd è una presa per il deretano.A questo punto, chi prende per il deretano è l'ex-consumatore che prende e scarica il brano col mulo o peggio.Come dire... non ti soddisfa richiedere una cifra equa? problemi tuoi, io me la scarico in 100 modi diversi e tu resti senza il becco di un quattrino.Nel momento pero' che mi becchi,nell'aula di tribunale saro' magari riconosciuto colpevole, MA, a quel punto, chiedero' che l'artista che mi ha accusato, subisca una seria dose di controlli fiscali e (se in passato ha avuto problemi di droga ) di finire allegramente in cella con me ( dove provvedero' a fargli capire cosa si prova ad essere la donna di qualcuno ) e cosi imparerà a vivere al mondo.Dalla serie... "La legge è uguale per tutti" ( lo so,lo so...visione utopistica del mondo.... )
  • MeX scrive:
    il problema é il collecting...
    Se tu sei un barbiere, e ti metti la radio in negozio devi pagare la SIAE, ora penso che nessuno scelga il barbiere in base alla radio, ma in base a come taglia i capelli, quello che voglio dire é che la radio in se non é connessa in alcun modo al suo introito, eppure paga la SIAE... perché?Perché la SIAE, raccoglie tutti i soldi dei barbieri (sotto la voce riproduzione fonomeccanica) e li ridistribuisce agli artisti.Ora, che gli ISP vendano tante ADSL per il P2P mi sembra un dato di fatto... ma, se la SIAE non é in grado di redistribuire corretamente nemmeno gli spiccioli dei barbieri... come fará a ridistribuire i MILIONI di downlaods (non tracciabili con certezza) del P2P?Questo é il grande scoglio, in linea di massima non trovo sbagliato il ragionamento di Bono, ma all'atto pratico, Bono non puó garantire che i soldi arrivino all'artista piú scaricato... o piú ascoltato...
    • 01234 scrive:
      Re: il problema é il collecting...
      O meglio, è garantito che i soldi del DDA vengono distribuiti più che altro agli editori, e poi il resto agli autori più famosi (venduti) e al singolo autore che inizia i soldi dell'esecuzione non arrivano quasi mai (googlate "sottofondo siae" e andate al primo risultato)
    • deactive scrive:
      Re: il problema é il collecting...
      - Scritto da: MeX
      Se tu sei un barbiere, e ti metti la radio in
      negozio devi pagare la SIAE, ora penso che
      nessuno scelga il barbiere in base alla radio, ma
      in base a come taglia i capelli, quello che
      voglio dire é che la radio in se non é connessa
      in alcun modo al suo introito, eppure paga la
      SIAE...
      perché?

      Perché la SIAE, raccoglie tutti i soldi dei
      barbieri (sotto la voce riproduzione
      fonomeccanica) e li ridistribuisce agli
      artisti.

      Ora, che gli ISP vendano tante ADSL per il P2P mi
      sembra un dato di fatto... ma, se la SIAE non é
      in grado di redistribuire corretamente nemmeno
      gli spiccioli dei barbieri... come fará a
      ridistribuire i MILIONI di downlaods (non
      tracciabili con certezza) del
      P2P?

      Questo é il grande scoglio, in linea di massima
      non trovo sbagliato il ragionamento di Bono, ma
      all'atto pratico, Bono non puó garantire che i
      soldi arrivino all'artista piú scaricato... o piú
      ascoltato...Pero' non considera che i download gratis fanno da pubblicita' a quelli legali.Tu fai circolare, che poi la gente che compra i cd c'e' sempre ...Inoltre si dimentica di parlare del basso livello della qualita' di certi artisti, ideati e gestiti come prodotti da supermercato, propinati per qualche stagione e poi lasciati nel dimenticatoio.Se spendessero meno soldi per inutili produzioni in USA o UK e si sbilanciassero' un po' sulla promozione di artisti di prim'ordine forse la gente 20 euro per un cd li sborserebbe anche.COncepiscono hit-singels da sogno e il resto dell'album mediamente e' penoso o si regge sulla forza di quei due o tre singoli che hanno circolato in radio ..Bono infatti e' da decenni che non sforna un album decente, per questo rosica.; )
  • tDv scrive:
    I "poveri" artisti...
    I poveri artisti non arrivano a fine mese?!?!??!?!?E le famiglie che vivono con uno stipendio solo e un mutuo da pagare che devono dire?Bono vai a fanxulo, a spaccare in miniera va, altro che
    • ... scrive:
      Re: I "poveri" artisti...
      - Scritto da: tDv
      I poveri artisti non arrivano a fine
      mese?!?!??!?!?
      E le famiglie che vivono con uno stipendio solo e
      un mutuo da pagare che devono
      dire?
      Bono vai a fanxulo, a spaccare in miniera va,
      altro
      cheQuoto, con tutti i soldi che avete potete pulirvici il culo...Invece di puntare alla libera diffusione della musica venite a piangere su ste cazzate???Guadagnate sui concerti!!! Non sui CD!!!
    • Paolino scrive:
      Re: I "poveri" artisti...
      - Scritto da: tDv
      I poveri artisti non arrivano a fine
      mese?!?!??!?!?Mica tutti guadagnano come i top!
      E le famiglie che vivono con uno stipendio solo e
      un mutuo da pagare che devono
      dire?Evidentemente si riferiva agli autori in condizioni simili...esistono sai
      Bono vai a fanxulo, a spaccare in miniera va,
      altro
      cheio ci manderei quelli che pensano che al mondo ci siano solo autori strapagati...
      • gianiaz scrive:
        Re: I "poveri" artisti...

        io ci manderei quelli che pensano che al mondo ci
        siano solo autori
        strapagati...Ci hai mai pensato? magari non tutti gli autori sono strapagati, perchè c'è qualcuno che è strapagato, spinto dalle case discografiche.Ora non me ne vogliate, Vasco piace a molti, a me no, in ogni caso se facesse un disco pieno di rutti e scoregge venderebbe più di un qualsiasi cantautore che meriti davvero.
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: I "poveri" artisti...
        - Scritto da: Paolino
        - Scritto da: tDv

        I poveri artisti non arrivano a fine

        mese?!?!??!?!?

        Mica tutti guadagnano come i top!Ma neanche tutti i programmatori ( per dire una classe in tema con PI ), prendono lo stesso stipendio di Bill Gates o di un suo dipendente.

        E le famiglie che vivono con uno stipendio solo
        e

        un mutuo da pagare che devono

        dire?

        Evidentemente si riferiva agli autori in
        condizioni simili...esistono
        saiFanno concerti, si fanno conoscere, si "svendono" a matrimoni, feste etc.etc. e vedrai come pian pianino cominciano a guadagnare..... come i programmatori...solo che per entrare nella cerchia dei "superfortunati", per i programmatori la strada è MOLTO piu' in salita.
        io ci manderei quelli che pensano che al mondo ci
        siano solo autori
        strapagati...Io quelli che inventano motivetti del menga e pretendono soldi fino a 100 anni dopo la loro morte....
  • snuckeruck scrive:
    IN FORMATO MP3????
    interessante il finale.cioé io PAGO e tu mi dai un Mp3????ma siamo fuori?voglio un RAR con dentro un WAV (o IFF per MAC chinisti) bell'e pronto per farci quello che voglio, se pagoe che cavolo
    • spippolo scrive:
      Re: IN FORMATO MP3????
      - Scritto da: snuckeruck
      interessante il finale.

      cioé io PAGO e tu mi dai un Mp3????

      ma siamo fuori?

      voglio un RAR con dentro un WAV (o IFF per
      MAC chinisti) bell'e pronto per farci
      quello che voglio, se
      pago

      e che cavoloun rar non comprime i wav in maniera apprezzabile, piuttosto un flac che è lossless :-)In ogni caso io gli mp3 li scarico al solito modo quando vedrò un servizio flat (10 euro mese) per scaricare tutta la musica che voglio e come voglio allora pagherò. Stesso vale per i film.
      • Roberto scrive:
        Re: IN FORMATO MP3????
        - Scritto da: spippolo
        - Scritto da: snuckeruck

        interessante il finale.



        cioé io PAGO e tu mi dai un Mp3????



        ma siamo fuori?



        voglio un RAR con dentro un WAV (o IFF per

        MAC chinisti) bell'e pronto per farci

        quello che voglio, se

        pago



        e che cavolo

        un rar non comprime i wav in maniera
        apprezzabile, piuttosto un flac che è lossless
        :-)

        In ogni caso io gli mp3 li scarico al solito modo
        quando vedrò un servizio flat (10 euro mese) per
        scaricare tutta la musica che voglio e come
        voglio allora pagherò. Stesso vale per i
        film.Quoto!!Sono d'accordissimo con te.Se mi dai un servizio flat di 10/15 al mese per poi poter scaricare quando, quanto, e come voglio allora sarò il primo a pagare il servizio.Però (pagando) o mi dai mp3 da 320kbps oppure audio in formato wave compressi anche con winzip (dato che il formato zip è pure lui unlossy o lossless come meglio vuoi definirlo.Comunque, che io sappia, anche la compressione in rar dovrebbe essere lossless.
  • snuckeruck scrive:
    andato anche Bono
    da tempo ormai :-/e se parliamo della voce... ormai saranno 12 anni che è andata :(addio tempi gloriosicomunque uno dei motivi per cui ho amato napster è stato proprio il fatto che la roba "introvabile" e "rara" degli u2 era tale.perché deve essere rara e introvabile? non sono forse un acquirente?si ma tu non mi vendi la roba.e allora... MUOVI! (cit)
  • Nilok scrive:
    Gli Artisti
    AUgh,SOLO gli Artisti possono fare delle loro creazioni quello che vogliono.Chi usa le loro creazioni, in qualunque modo, deve avere PRIMA il loro permesso, e se gli Artisti vogliono farsi pagare BISOGNA pagarli.Ho ParlatoNilokP.s.:"Una Cultura è grande quanto lo sono i suoi Sogni e questi vengono sognati dagli Artisti" L.Ron Hubbard
    • brown scrive:
      Re: Gli Artisti
      - Scritto da: Nilok
      AUgh,

      SOLO gli Artisti possono fare delle loro
      creazioni quello che
      vogliono.
      Chi usa le loro creazioni, in qualunque modo,
      deve avere PRIMA il loro permesso, e se gli
      Artisti vogliono farsi pagare BISOGNA
      pagarli.

      Ho Parlato

      Nilok

      P.s.:

      "Una Cultura è grande quanto lo sono i suoi Sogni
      e questi vengono sognati dagli
      Artisti"
      L.Ron HubbardAnche solo il fatto di citare Hubbard ti rende inascoltabile.
  • Masdran scrive:
    Bello avere tutto gratis!
    Nessuno che invece proponga serie riforme del diritto d'autore, stimoli a far si che le case discografiche mettano a disposizione di chi volgia acquistarla la sola canzonetta che interessa anziche tutto il pacchetto. Tanto, se si può avere gratis!!!!E' in questa illusoria "soluzione" il problema.Così la cultura decade o si restringe di nuovo ad elite chiuse.Alle porte una nuova era di oscurantismo?
  • ah Bono scrive:
    artisti di strada
    Tutto dovuto eh!? Non basta avere il jet privato, la limousine la coca ecc ecc, adesso anche i providers gli devono dare dei soldi giusto? Poverini, tra benzina per i jet, droghe varie troie e puttane di ogni genere non arrivano a fine mese.
    • pippo scrive:
      Re: artisti di strada

      Tutto dovuto eh!? Non basta avere il jet privato,
      la limousine la coca ecc ecc, adesso anche i
      providers gli devono dare dei soldi giusto?
      Poverini, tra benzina per i jet, droghe varie
      troie e puttane di ogni genere non arrivano a
      fine
      mese.Possono sempre fare i calciatori o i parlamentari :D
    • vero scrive:
      Re: artisti di strada
      - Scritto da: ah Bono
      Tutto dovuto eh!?Ti costringe qualcuno a comprare la sua musica?
      Non basta avere il jet privato,
      la limousine la coca ecc ecc, adesso anche i
      providers gli devono dare dei soldi giusto?
      Poverini, tra benzina per i jet, droghe varie
      troie e puttane di ogni genere non arrivano a
      fine
      mese.Leggiti l'articolo, parlava dei gruppi meno famosi e degli autori di testi. Poi se uno fa soldi e riesce ad avere tutte quelle cose saranno anche cazzi suoi. Se certe cose ti scandalizzano o sei un rosikone o un gran bigotto.
    • Kenny scrive:
      Re: artisti di strada
      Episodio di south park a proposito (rotfl):http://www.southparkstudios.com/guide/709
    • Azz scrive:
      Re: artisti di strada
      Anche io tra Coca (Cola) e seghe, non arrivo a fine mese
    • Paolino scrive:
      Re: artisti di strada
      - Scritto da: ah Bono
      Tutto dovuto eh!? Non basta avere il jet privato,
      la limousine la coca ecc ecc, adesso anche i
      providers gli devono dare dei soldi giusto?
      Poverini, tra benzina per i jet, droghe varie
      troie e puttane di ogni genere non arrivano a
      fine
      mese.Miii... ma non parlava di se o degli artisti strapagati...Accendere il cervello?
  • isaia panduri scrive:
    Dove sta scritto
    Che un musicista debba guadagnare centinaia di migliaia di euro all'anno (se non milioni)? Questi si sono abituati male,Se un artista vuole fare musica, potrebbe accontentarsi di guadagnare quanto gli altri. Prende i suoi 1200 euro al mese e zitto.Il problema vero è che tutto quel finto valore aggiunto che nel secolo scorso è stato caricato sull'intrattenimento musicale sta inevitabilmente scomparendo (o quanto meno viene ridimensionato) a partire dall'avvento di internet.Questa scomparsa getta comprensibilmente nel panico gente come Bono e i suoi amici di fascia alta (gli altri musicisti, quelli che intrattengono le masse ogni sera nei locali e nei pub, guadagnano da sempre cifre in linea con quelle delle persone normali (anche meno, di solito).E poi, ovviamente, dei mancati introiti si lamentano le major, che negli ultimi 60 anni si sono fatti i bagni nei soldi e che adesso temono di rimanere all'asciutto.
    • gianiaz scrive:
      Re: Dove sta scritto
      Che dire, interpreti a pieno quello che penso, vuoi più soldi, fai più concerti, non sfornare album spazzatura e aspettare che i soldi ti entrino in casa.Il giusto sarebbe che il disco fosse una specie di gadget promozionale (non dico regalato, ma venduto a prezzo irrisorio) per vendere il concerto.Poi quando fai il concerto chiedi anche 100 euro, mi sta bene, ma almeno ti faccio sbattere per prenderli quei soldi!Poi bono ma vattene aff... te i tuoi soldi, le tue evasioni fiscali, e le tue battaglie per rendere meno povero il terzo mondo, che mi sanno tanto di fuffa per mettersi a posto la coscienza. Chi accumula cosi tanti soldi sta depredando già la popolazione mondiale, poi quello che riversano in beneficenza è sempre la decima parte (se non molto meno) di quello che hanno rubato.
  • ilmassi scrive:
    ASSURDO
    bono mi parla di fine del mese? ma se solo nei concerti di un anno guadagnano quanto una persona in tre vite...poi ci mettiamo i dischi...dai non scherziamo.
    • Paolino scrive:
      Re: ASSURDO
      - Scritto da: ilmassi
      bono mi parla di fine del mese? Non della sua... Ma hanno perso tutti il cervello oggi?
      • dont feed the troll scrive:
        Re: ASSURDO
        - Scritto da: Paolino
        - Scritto da: ilmassi

        bono mi parla di fine del mese?

        Non della sua...
        Ma hanno perso tutti il cervello oggi?si, ma non oggi
  • ichi scrive:
    Non arrivano alla fine del mese...
    Oh poveretti, questi artisti! MA CHE VADANO A LAVORARE!
    • SolidTear scrive:
      Re: Non arrivano alla fine del mese...
      Con un bel calcio nel c..o ce li facciamo arrivare subito al 31 del mese!
    • Tony scrive:
      Re: Non arrivano alla fine del mese...
      Ecco, questa potrebbe essere un'uscita estremamente infelice...se era rivolta agli U2 può anche starmi bene il fatto che tu non ravvisi la loro impellente necessità di altri introiti, se era rivolta in generale alla categoria ti prego di ricordarti che c'è gente che MENTRE fa un lavoro normale, perchè la musica è notoriamente un povero dio, tanto più in Italia, continua a passare l'esiguo tempo libero tra metodi di studio e trasferte in giro per lo stivale alla ricerca del minimo consente.Un musicista, al contrario del "lavoratore normale", spesso si spacca il mazzo per 2, e guadagna per uno. Aspetti da rammentare, quando si parla di "andare a lavorare"...
      • brown scrive:
        Re: Non arrivano alla fine del mese...
        - Scritto da: Tony
        Ecco, questa potrebbe essere un'uscita
        estremamente infelice...se era rivolta agli U2
        può anche starmi bene il fatto che tu non ravvisi
        la loro impellente necessità di altri introiti,
        se era rivolta in generale alla categoria ti
        prego di ricordarti che c'è gente che MENTRE fa
        un lavoro normale, perchè la musica è
        notoriamente un povero dio, tanto più in Italia,
        continua a passare l'esiguo tempo libero tra
        metodi di studio e trasferte in giro per lo
        stivale alla ricerca del minimo
        consente.
        Un musicista, al contrario del "lavoratore
        normale", spesso si spacca il mazzo per 2, e
        guadagna per uno. Aspetti da rammentare, quando
        si parla di "andare a
        lavorare"...Non hai ragione, hai STRA-ragione. Il punto è che da certa gente dello show business un discorso del genre suona quasi canzonatorio.
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Non arrivano alla fine del mese...
        - Scritto da: Tony
        Un musicista, al contrario del "lavoratore
        normale", spesso si spacca il mazzo per 2, e
        guadagna per uno. Aspetti da rammentare, quando
        si parla di "andare a
        lavorare"...Te invece pensa che un "lavoratore normale", si spacca il mazzo per 4 (amministratore,segretaria,commerciale e il suo stipendio ) e guadagna per 1.Aspetti da rammentare quando si parla di "andare a lavorare"...Insomma....se per te, scrivere 1 canzone equivale a lavorare 8 ore al giorno per 5/6 giorni a settimana e dove ogni giorno devi "dimostrare" di aver svolto il tuo lavoro....
        • Paolino scrive:
          Re: Non arrivano alla fine del mese...
          - Scritto da: Mi scoccio di loggare[cut]
          Insomma....se per te, scrivere 1 canzone equivale
          a lavorare 8 ore al giorno per 5/6 giorni a
          settimana e dove ogni giorno devi "dimostrare" di
          aver svolto il tuo
          lavoro....Dimostra che non ci siano autori che si fanno "il mazzo"...
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Non arrivano alla fine del mese...
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            [cut]

            Insomma....se per te, scrivere 1 canzone
            equivale

            a lavorare 8 ore al giorno per 5/6 giorni a

            settimana e dove ogni giorno devi "dimostrare"
            di

            aver svolto il tuo

            lavoro....

            Dimostra che non ci siano autori che si fanno "il
            mazzo"...Beh...potrei iniziare con il citare la canzone "Sole,Cuore,Amore" di non so chi... se quella canzone ha dei testi "difficili"...Oppure possiamo continuare con Dj Francesco e tutta la sua musica... per non scendere ancor piu' giu' nel paradiso di Gigi D'Alessio...insomma... se quello e' "farsi il mazzo"... consiglierei di fargli provare giusto 1-2 mesi il mestiere di autotrasportatore o giusto 1-2 settimane di lavoro in miniera.
          • pinuccio scrive:
            Re: Non arrivano alla fine del mese...
            non esistono solo loro ;)
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Non arrivano alla fine del mese...
            - Scritto da: pinuccio
            non esistono solo loro ;)Se volevi la storia della musica italiana 1901-2008, potevi dirmelo prima, ma dubito che PI mi conceda tanto spazio per recensire ogni singola canzone.... :P
        • pinuccio scrive:
          Re: Non arrivano alla fine del mese...
          scrivere canzoni non è facilealtrimenti saremmo pieni di dodicenni tristi che raccontano le loro storie andate maleinvece di questi dodicenni ce ne sono 3 o 4, famosi, ma gli altri ZEROnon c'è solo il talento in mezzo, ma anche le conoscenze musicali, l'esercizio, la possibilità di fare qualcosa di sensato e di innovativo (altrimenti avrem tutti plagi o roba che nessuno ascolterebbe), e queste son fatichese poi aggiungiamo che ci son gruppi che non han la certezza di suonare, che devono trovarsi i locali da soli, pagarsi le spese di viaggio e magari non hanno nemmeno un cachetnon guardate solo il lato d'oro dell'industria musicale, ma guardate anche un po' più in profondita, guardate i tecnici del suono, pensate che loro non lavorino? eppure il grosso di un album è fatto da loro, come il grosso di un liveè vero che un gruppo con le palle POTREBBE fare a meno, ma il tecnico del suono è un qualcuno che da qualcosa in piùaggiungiamo poi i roadie, coloro che seguono gli artisti per montare palchi, impianti ecc eccinsomma il mondo musicale non si limita ai "parassiti" delle case discografiche e ai gruppi che stanno in giro da trent'anni che con i fogli da 500 euro raccolgono la pupù del proprio cane, ma si limita anche a persone che si fanno davvero il culo per lavorare e che hanno il coraggio di andare a cercarsi un lavoro che di certezze, se non sei davvero bravo o raccomandato, ne hai ben poche
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Non arrivano alla fine del mese...
            - Scritto da: pinuccio
            scrivere canzoni non è facile
            altrimenti saremmo pieni di dodicenni tristi che
            raccontano le loro storie andate
            male
            invece di questi dodicenni ce ne sono 3 o 4,
            famosi, ma gli altri
            ZEROIo, oggi giorno, noto sempre piu' musica con testi banali e con elaborazioni piu' che musicali, direi...elettroniche.Non noto testi particolarmente "complessi" ( tranne alcuni casi e tranne alcuni generi ).
            non c'è solo il talento in mezzo, ma anche le
            conoscenze musicali, l'esercizio, la possibilità
            di fare qualcosa di sensato e di innovativo
            (altrimenti avrem tutti plagi o roba che nessuno
            ascolterebbe), e queste son
            faticheI plagi sono cose d'uso comune ormai.Ci sono stati diversi casi di plagio di canzoni straniere e spacciate per quelle di grandi cantanti ( magari cambiando il ritmo o la tonalità -credo- ).
            se poi aggiungiamo che ci son gruppi che non han
            la certezza di suonare, che devono trovarsi i
            locali da soli, pagarsi le spese di viaggio e
            magari non hanno nemmeno un
            cachetBeh.. in ogni lavoro c'e' chi ha piu' successo o meno successo, ma guarda caso, in nessun tipo di lavoro, lo stato passa "contributi" o altre forme di incentivi se non nel campo artistico, dove viene spesso e volentieri sponsorizzato "chi gia' è famoso" e che spesso e volentieri guadagna su 1 brano venduto fino all'eternità e non fino a quando ha smesso di suonarlo ( cioe'....se io produco 1 ruota, non ci guadagno per ogni km che quella ruota percorre. Se produco musica, ci guadagno per ogni volta che quel brano viene trasmesso... )
            non guardate solo il lato d'oro dell'industria
            musicale, ma guardate anche un po' più in
            profondita, guardate i tecnici del suono, pensate
            che loro non lavorino? Nessuno dice che non debbano guadagnarsi i loro sporchi 1200 euro al mese.
            eppure il grosso di un
            album è fatto da loro, come il grosso di un
            live
            è vero che un gruppo con le palle POTREBBE fare a
            meno, ma il tecnico del suono è un qualcuno che
            da qualcosa in
            più
            aggiungiamo poi i roadie, coloro che seguono gli
            artisti per montare palchi, impianti ecc
            ecced anche a loro andranno i 1200 euro al mese.Ma discutevamo dei parassiti o sbaglio?

            insomma il mondo musicale non si limita ai
            "parassiti" delle case discografiche e ai gruppi
            che stanno in giro da trent'anni che con i fogli
            da 500 euro raccolgono la pupù del proprio cane,ecco...bisogna cambiare QUESTO stato di cose...
            ma si limita anche a persone che si fanno davvero
            il culo per lavorare e che hanno il coraggio di
            andare a cercarsi un lavoro che di certezze, se
            non sei davvero bravo o raccomandato, ne hai ben
            pochecome in ogni altro lavoro oggi.
      • picard12 scrive:
        Re: Non arrivano alla fine del mese...
        - Scritto da: Tony
        Ecco, questa potrebbe essere un'uscita
        estremamente infelice...se era rivolta agli U2
        può anche starmi bene il fatto che tu non ravvisi
        la loro impellente necessità di altri introiti,
        se era rivolta in generale alla categoria ti
        prego di ricordarti che c'è gente che MENTRE fa
        un lavoro normale, perchè la musica è
        notoriamente un povero dio, tanto più in Italia,
        continua a passare l'esiguo tempo libero tra
        metodi di studio e trasferte in giro per lo
        stivale alla ricerca del minimo
        consente.
        Un musicista, al contrario del "lavoratore
        normale", spesso si spacca il mazzo per 2, e
        guadagna per uno. Aspetti da rammentare, quando
        si parla di "andare a
        lavorare"...in effetti hai pienamente ragione: perchè un artista deve essere classificato come uno che non lavora?Però vi piace scaricare a gratis vero?Allora togliamo tutti sti fanulloni di artisti e viviamo solo di lavoro di fabbrica.!!! Proprio una genialata!!Chi dovrebbe andare a lavorare sul serio sono chi vedi tutti gli appartenenti alla SIAE che continua a far pagare un bollino dichiarato illegale dalla UE, con il beneplacido dei nostri governanti, che si loro dovrebbero andare a lavorare..
      • Reolix scrive:
        Re: Non arrivano alla fine del mese...
        Eh, pure tu vai pian pianino con il rapportare un musicista ad un operaio saldatore portuale piuttosto che conduttore di impianti termici, ma per favore....
  • Felipe Ramos scrive:
    Per me, Bono è...
    e sempre sarà l'uomo che ha fatto viaggiare il suo capello da solo in prima classe. E sicuramente tutte le sue "cause" umanitarie sono solo dettate da un buon sconto sulle tasse.
    • bbb scrive:
      Re: Per me, Bono è...
      Quoto al 1000000000% è proprio una vergogna!
    • trullo scrive:
      Re: Per me, Bono è...
      - Scritto da: Felipe Ramos
      e sempre sarà l'uomo che ha fatto viaggiare il
      suo capello da solo in prima classe. E
      sicuramente tutte le sue "cause" umanitarie sono
      solo dettate da un buon sconto sulle
      tasse.le tasse che riescono a fargli pagare vorrai dire, visto che bono e gli u2 fanno di tutto per pagarne sempre di menoA' Bono .... Pensa a pagare le tasse tu.http://www.slate.com/id/2152580/
  • Spectator scrive:
    pagasse intanto le tasse
    che in irlanda e' esentatoal passaggio della legge a Dublino avra' inventato la canzone Beautiful DayPredica bene e Razzola anzi Tassola male.
    • brown scrive:
      Re: pagasse intanto le tasse
      Io tendo ad odiare Bono (per far capire come non mi interessi difenderlo), ma mi spieghi che colpa ha lui se in Irlanda pagano poche tasse?
      • trullo scrive:
        Re: pagasse intanto le tasse
        in realta' funziona cosi, in irlanda avevano passato una legge che gli permetteva di pagare meno tasse rispetto ad altri soggetti che sviluppavano reddito in irlanda ma visto che se gli si da una mano vogliono il braccio bono e gli u2 hanno spostato parte dei loro affari in olanda di modo da pagarne anche di meno.
    • Paolino scrive:
      Re: pagasse intanto le tasse
      - Scritto da: Spectator
      che in irlanda e' esentatoSe lo e' dove sta il problema?Immagino che tu paghi le tasse piu' di quanto dovuto dalla legge... :D
      • Reolix scrive:
        Re: pagasse intanto le tasse
        - Scritto da: Paolino
        - Scritto da: Spectator

        che in irlanda e' esentato

        Se lo e' dove sta il problema?

        Immagino che tu paghi le tasse piu' di quanto
        dovuto dalla legge...
        :DIl problema è che non E' esentato ma vuole pagare meno (!) minacciando di andare altrove, forse non riesce a pagare le bollette....
  • Gauss scrive:
    Aprite li occhi...
    come direbbe spittycash!Bono non è un cretino e si guarda bene dal dire che i ladri sono CHI SCARICA...mica è scemo che vuole rovinarsi l'immagine di chi i soldi glieli da veramente, ossia la gente! Senza la gente gli U2 suonerebbero nel garage!Ogni volta che Bono se ne esce, è sempre una questione di soldi...gli ISP non danno agli artisti? E perchè? Gli ISP fanno mediazione musicale?
    • 01234 scrive:
      Re: Aprite li occhi...
      ma infatti il DDA è in realtà DDE ()editore)...anche la siae ripartisce molto più presso gli editori (produttori) che presso gli autorie cmq solo tra gli autori più ricchiquindi più che compatire i poveri artisti, compatirei gli artisti poveri, che questo DDA, che come quasi tutto è un fatto che cambia storicamente, questo di oggi dicevo, non incentiva i nuovi artisti, bensì consolida le rendite di posizione
    • sgurtz scrive:
      Re: Aprite li occhi...
      ...allora quando mi tamponano chiedo il risarcimento all'anas perchè sulle sue strade circola anche chi non rispetta le distanze di sicurezza, ok?
  • emmeesse scrive:
    Unica soluzione logica
    Rilasciare le opere in licenza CC o gnu/floss o quello che vi pare.Essere bravi nel proprio campo.Vendere il proprio lavoro grazie al digitale.Vivere di quello che si ama fare.Mandare a fanBEEEEP quelle troiBEEEEP degli artisti strapagati e quei papponBEEEEP delle major.Riprendiamoci la cultura, invece di pagarla a LORO...Facciamo mangiare l'artista che amiamo e non quello che una TV ci fa amare.Andiamo a cercarci i buoni programmi, la buona musica ed il buon cinema free... ESISTONOE quelli li che si fottBEEEEP
    • Richard scrive:
      Re: Unica soluzione logica
      - Scritto da: emmeesse
      Rilasciare le opere in licenza CC o gnu/floss o
      quello che vi
      pare.
      HAAHHAHAHAHA (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)HAHAHAHAHAUnica soluzione logica per te! PIUTTOSTO!La musica è degli artisti lascia che siano loro a decidere come distribuirla!Io sento odore di forte ipocrisia da queste parti. Volete avere le cose gratis il resto è fuffa.
      • emmeesse scrive:
        Re: Unica soluzione logica

        Unica soluzione logica per te! PIUTTOSTO!
        La musica è degli artisti lascia che siano loro a
        decidere come distribuirla!Esatto. Sono d'accordo. Lo devono decidere LORO e non la SIAE (ini Italia)
        Io sento odore di forte ipocrisia da queste
        parti. Volete avere le cose gratis il resto è
        fuffa.No, io voglio pagarle, ma non voglio pagare la fuffa.Voglio spendere i miei soldi per copmprare quello che mi piace con laliberta' di farne quello che voglio perche' una volta che lo ho comprato E' MIO.
        • brown scrive:
          Re: Unica soluzione logica

          No, io voglio pagarle, ma non voglio pagare la
          fuffa.
          Voglio spendere i miei soldi per copmprare quello
          che mi piace con laliberta' di farne quello che
          voglio perche' una volta che lo ho comprato E'
          MIO.Scusa, ma chi è che ti punta la pistola alla testa obbligandoti a comprare gli inutili album di, che ne so, Justin Timberlake?
          • vero scrive:
            Re: Unica soluzione logica
            - Scritto da: brown
            Scusa, ma chi è che ti punta la pistola alla
            testa obbligandoti a comprare gli inutili album
            di, che ne so, Justin
            Timberlake?Infatti fa i soliti discorsi senza senso. Ormai per provare la musica prima di comprarla ci sono 1000 modi. C'è la preview sui siti, la radio, last.fm, molti gruppi famosi mettono loro stessi i video su youtube.Se uno compra fuffa è perché vuole la fuffa. Se uno se la scarica gratis e poi continua a dire che è fuffa invece è un ipocrita.
          • emmeesse scrive:
            Re: Unica soluzione logica
            Come mai non vedi la differenza tra brani licenziati con tutti i diritti riservati e brani licenziati in CC?Io sono ben lieto di conoscere un gruppo su Jamendo, pagare per assistere ad un concerto o pagare per acquistare un loro cd (di cui posso fare le copie di backup che voglio o inserirli in una compilation e regalarla a chi voglio)Con il digitale tagliamo le palle agli intermediari(ed altri vampiri tipo SIAE che rastrellano soldi senza necessariamente farli arrivare agli autori)
      • er pecoraro scrive:
        Re: Unica soluzione logica

        Unica soluzione logica per te! PIUTTOSTO!
        La musica è degli artisti lascia che siano loro a
        decidere come
        distribuirla!Infatti! il problema di vendere è il loro! Lasciamo che siano loro a trovare nuovi modelli di commercio, i vecchi non vanno piu'.
        Io sento odore di forte ipocrisia da queste
        parti. Volete avere le cose gratis il resto è
        fuffa.E' cosi' che va il mondo, se l'uomo medio puo' avere qualcosa gratis (o a minor prezzo) ne approfitta, succede con cose molto piu' importanti di una canzonetta sai?
      • 01234 scrive:
        Re: Unica soluzione logica
        a me le tue parole sanno di morphing, già sentite pare pare da utente diverso, ma vabbeh, ripeterò in sintesinulla di male ad avere gratis ciò che ci vorrebbero far pagare a peso d'oro, specie chi - come me - senza questa occasione dovrebbe semplicemente rinunciare anche all'intrattenimento e/o alla cultura, dopo ver rinunciato a un lavoro serio, alla possibilità di una casa propria etc...
  • Il Rompibolle scrive:
    Bono è...
    ...un multimiliardario che ogni tanto va in TV a chiedere a chi lavora di donare dei soldi per una causa presunta umanitaria. Cioè tu ricco ti fai pagare per chiedere a me operaio di donare dei soldi.Ora, a prescindere dal fatto che scaricare i dischi degli U2 senza comprarli sia illegale (per la legge è così, quindi non c'è nulla da dire) - ci sarebbe anche una minima questione morale da affrontare. Cioè, ma non ti vergogni neanche un po'? Sei così spaventato di non poter conservare il tuo stile di vita? Ma chi te lo fa fare? Perchè la gente non ne ha mai abbastanza?Lasciamo Bono senza internet per un po', dai. Facciamo fare sciopero agli ISP. Vediamo come il mondo moderno si disintegra in un niente.Vabè, è solo un rant senza capo nè coda ma lo dovevo scrivere.
    • In the nameeee of trooool scrive:
      Re: Bono è...
      - Scritto da: Il Rompibolle
      ...un multimiliardario che ogni tanto va in TV a
      chiedere a chi lavora di donare dei soldi per una
      causa presunta umanitaria. Cioè tu ricco ti fai
      pagare per chiedere a me operaio di donare dei
      soldi.
      Che ne sai magari dà gran parte dei suoi guadagni in beneficenza?Una volta per radio ho sentito un racconto di un manager musicale italiano. Aveva incontrato in Italia un giovanissimo Bono quando non era ancora famoso. Doveva suonare non so dove e aveva gli stivali con la suola bucata, ma non aveva i soldi per comprarne di nuovi. Allora il manager l'ha portato in un negozio e gli ha regalato un paio di stivali nuovi.Ora, arrivando dalla miseria, facendo la gavetta ha avuto successo e ha fatto i soldi: tanto di cappello! Nonostante ora abbia una vita agiata cerca lo stesso di aiutare chi è meno fortunato, ovvio che alla gente invidiosa questo possa dare molto fastidio.
      • Spectator scrive:
        Re: Bono è...
        - Scritto da: In the nameeee of trooool
        - Scritto da: Il Rompibolle

        ...un multimiliardario che ogni tanto va in TV a

        chiedere a chi lavora di donare dei soldi per
        una

        causa presunta umanitaria. Cioè tu ricco ti fai

        pagare per chiedere a me operaio di donare dei

        soldi.



        Che ne sai magari dà gran parte dei suoi guadagni
        in
        beneficenza?

        Una volta per radio ho sentito un racconto di un
        manager musicale italiano. Aveva incontrato in
        Italia un giovanissimo Bono quando non era ancora
        famoso. Doveva suonare non so dove e aveva gli
        stivali con la suola bucata, ma non aveva i soldi
        per comprarne di nuovi. Allora il manager l'ha
        portato in un negozio e gli ha regalato un paio
        di stivali
        nuovi.
        Ora, arrivando dalla miseria, facendo la gavetta
        ha avuto successo e ha fatto i soldi: tanto di
        cappello! Nonostante ora abbia una vita agiata
        cerca lo stesso di aiutare chi è meno fortunato,
        ovvio che alla gente invidiosa questo possa dare
        molto
        fastidio.e la marmottina a dublino incarta ancora la cioccolata?IZZABUTIFULDAAAAAAAYYYY
        • In the nameeee of trooool scrive:
          Re: Bono è...
          - Scritto da: Spectator
          e la marmottina a dublino incarta ancora la
          cioccolata?Bel commento del cazzo, la storia è vera, cosa pensi che Bono sia nato a Dublino con gli stivali d'oro?
          • gianiaz scrive:
            Re: Bono è...
            povero bono vittima della società....ma per favore è ora di piantarla, chi l'ha detto che un artista deve prendere milioni di euro e noi fare la fame? Se lui dona 1 milione di euro è come se io donassi un euro... capirai che sforzo!
          • Paolino scrive:
            Re: Bono è...
            - Scritto da: gianiaz
            povero bono vittima della società....

            ma per favore è ora di piantarla, chi l'ha detto
            che un artista deve prendere milioni di euro e
            noi fare la fame?Tu fai la fame... ed e' giusto cosi'...Selezione naturale, visti tuoi commenti non puoi pretendere...

            Se lui dona 1 milione di euro è come se io
            donassi un euro... capirai che
            sforzo!Immagino che tu non abbia mai donato neanche un euro...
          • gianiaz scrive:
            Re: Bono è...
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: gianiaz

            povero bono vittima della società....



            ma per favore è ora di piantarla, chi l'ha detto

            che un artista deve prendere milioni di euro e

            noi fare la fame?

            Tu fai la fame... ed e' giusto cosi'...
            Selezione naturale, visti tuoi commenti non puoi
            pretendere...Mi piace questo forum, perchè ci vuole niente per trovare qualche genio che passi subito agli insulti personali.Stai attento a invocare la selezione naturale.Poi, visto che non ti piacciono i miei commenti, mi spieghi perchè? Ti sembra tanto strano pensare ad un mondo dove cantanti e calciatori non siano strapagati? Secondo me sarebbe un mondo migliore.

            Se lui dona 1 milione di euro è come se io

            donassi un euro... capirai che

            sforzo!

            Immagino che tu non abbia mai donato neanche un
            euro...Per quanto mi riguarda puoi immaginarti quel che ti pare.Io sono convinto che se bono (come qualsiasi altro personaggio strapagato e strafamoso) dona 10 è perchè ha rubato 100, e non perchè abbia volontariamente rubato, ma perchè se accumuli cosi tanto denaro, sicuramente sia direttamente che nell'indotto creato passerai da qualche tipo di sfruttamento. In pratica con la mano destra mi fotti il portafoglio che contiene 100 euro e con la mano sinistra me ne regali 10. Ora, puoi essere d'accordo o meno con il mio punto di vista, siamo qui per discutere, però ti prego di non insultare ancora, visto che io non ho insultato te.
          • xxx scrive:
            Re: Bono è...
            DI BONO AL MONDO CE N'E' UNO DI GENIAZ TANTI, PER QUESTO LUI E' MILIONARIO E TU NO.DOVEVI CHIEDERE ALLA MAMMA DI FARTI NASCERE BONO... FORSE NON SARESTI MILIARDARIO... MA ALMENO PIENO DI FIGA SI.PS: CMQ PER ME BONO E' UN PIRLA, UN PO' COME JOVANNOTTI, MA MENO.
      • Il Rompibolle scrive:
        Re: Bono è...
        - Scritto da: In the nameeee of trooool
        Una volta per radio ho sentito un racconto di un
        manager musicale italiano. Aveva incontrato in
        Italia un giovanissimo Bono quando non era ancora
        famoso. Doveva suonare non so dove e aveva gli
        stivali con la suola bucata, ma non aveva i soldi
        per comprarne di nuovi. Allora il manager l'ha
        portato in un negozio e gli ha regalato un paio
        di stivali
        nuovi.Mi piace come ci sia ancora gente che crede a quello che gli dicono radio, tv e media. Di "promozione" non hanno mai sentito parlare.Va bene comunque, io non ne so nulla e Bono è tanto pio.
        • In the nameeee of trooool scrive:
          Re: Bono è...
          - Scritto da: Il Rompibolle
          Mi piace come ci sia ancora gente che crede a
          quello che gli dicono radio, tv e media. Di
          "promozione" non hanno mai sentito
          parlare.Mi piace uno che parla a vanvera visto che non sai quando e dove l'hanno detto. Non stavano facendo nessuna promozione, stavano solo raccontando un aneddoto saltato fuori per caso in un talk show a notte fonda.Poi ovviamente se uno rosica ed è invidioso pensa sempre quello che vuole.
      • Azz scrive:
        Re: Bono è...
        Io conoscevo uno che una volta aveva tolto una spina dalla zampa di un leone e per riconoscenza il leone un giorno che aveva fame non lo mangio'.La storia non disse a chi tocco' essere mangiato al posto del benefattore amante degli animali, ma e' probabile che la storia si concluse con qualcuno che fini' nelle fauci del leone....Morale: e' importante essere potente o amico dei potenti
      • pagare pagare scrive:
        Re: Bono è...

        Che ne sai magari dà gran parte dei suoi guadagni
        in
        beneficenza?Quelli che "risparmia" sulle tasse?http://archiviostorico.corriere.it/2007/ottobre/28/Gli_pagano_stipendi_milionari_fanta_co_9_071028111.shtml
    • Lord Kap scrive:
      Re: Bono è...
      - Scritto da: Il Rompibolle
      ma non ti vergogni neanche un po'? Sei così spaventato
      di non poter conservare il tuo stile di vita?Ehem, cos'era poco chiaro nella frase: "Siamo d'accordo con il nostro manager che questo è un periodo preoccupante e da mal di testa per molti musicisti che, *al contrario di noi*, dipendono dalle royalty o dagli assegni dei produttori per pagare l'affitto (gli autori di testi in particolare)"-- Saluti, Kap
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Bono è...
      - Scritto da: Il Rompibolle
      ...un multimiliardario che ogni tanto va in TV a
      chiedere a chi lavora di donare dei soldi per una
      causa presunta umanitaria. Cioè tu ricco ti fai
      pagare per chiedere a me operaio di donare dei
      soldi.

      Ora, a prescindere dal fatto che scaricare i
      dischi degli U2 senza comprarli sia illegale (per
      la legge è così, quindi non c'è nulla da dire) -Secondo me invece ci sarebbe molto da dire su una legge che prevede una durata del diritto d'autore inconcepibile. 70 anni dalla morte dell'autore, alla faccia della tutela!Minimo bisognerebbe uniformarla all durata dei brevetti dei farmaci 10 anni!
      ci sarebbe anche una minima questione morale da
      affrontare. Cioè, ma non ti vergogni neanche un
      po'? Sei così spaventato di non poter conservare
      il tuo stile di vita? Ma chi te lo fa fare?
      Perchè la gente non ne ha mai
      abbastanza?

      Lasciamo Bono senza internet per un po', dai.
      Facciamo fare sciopero agli ISP. Vediamo come il
      mondo moderno si disintegra in un
      niente.

      Vabè, è solo un rant senza capo nè coda ma lo
      dovevo
      scrivere.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Bono e l'AIDS ...
    "....a cambiare le vite degli africani che morirebbero senza i medicinali per l'AIDS che (RED) è in grado di fornire".I Africa gli Africani non muoiono di AIDS ma bensì a causa di malnutrizione, acqua non potabile avvelenata dall'arsenico, mancanza di fogne condotti idrici, ecc... ecc... !Basta a supportare Bono e gli U2 che spendono il loro denaro per favorire l'opinione pubblica a DONARE per farmaci che non servono a nulla e a gonfiare i profitti delle multinazionali farmaceutiche !Se volete davvero scoprire come vanno le cose in Africa e il rapporto con l'AiDS : http://www.luigidemarchi.it/innovazioni/psicologia/articoli/07_aidstruffa.html
    • bassotto scrive:
      Re: Bono e l'AIDS ...

      Se volete davvero scoprire come vanno le cose in
      Africa e il rapporto con l'AiDS :
      http://www.luigidemarchi.it/innovazioni/psicologianel tuo sito si legge tra le altre cose "un esplosivo rapporto ove tra laltro confutavano la tesi ufficiale della trasmissione dellAids per via sessuale"io l'ho sempre saputo che l'AIDS si trasmette attraverso dei piccoli alieni verdi che popolano i nostri cavi faringei
    • Chromo scrive:
      Re: Bono e l'AIDS ...
      http://www.ilvirusinventato.it/
      • Paolino scrive:
        Re: Bono e l'AIDS ...
        - Scritto da: Chromo
        http://www.ilvirusinventato.it/Se e' vero che e' inventato, ti fare una trasfusione da un sieropositivo?O da uno con l'AIDS?Dai... dimostriamo...
      • Paolino scrive:
        Re: Bono e l'AIDS ...
        - Scritto da: Chromo
        http://www.ilvirusinventato.it/E come al solito al fondo c'e' una bella lista di libri da comprare :D
        • pippo scrive:
          Re: Bono e l'AIDS ...


          http://www.ilvirusinventato.it/

          E come al solito al fondo c'e' una bella lista di
          libri da comprare
          :DNoooooooooo, sono dei filantropi :D
      • a n o n i m o scrive:
        Re: Bono e l'AIDS ...
        - Scritto da: Chromo
        http://www.ilvirusinventato.it/Dimostralo: fatti fare una trasfusione da un sieropositivo.Se hai ragione diventi l'Uomo che ha smascherato La Truffa Colossale: gloria ed onori per te...
    • anonimo scrive:
      Re: Bono e l'AIDS ...
      Manda una mail a Magic Johnson.
      • pippo scrive:
        Re: Bono e l'AIDS ...

        Manda una mail a Magic Johnson.E chiedigli se può inoCulartelo :D
        • Chromo scrive:
          Re: Bono e l'AIDS ...
          Ma quanto vi piace fare i saccenti, ho messo il link solo perchè ero a conoscenza del sito, non ho detto che nel link c'era la verità assoluta sul virus delll'AIDS, anche perchè non l'ho scritto io,leggetevelo,fatevene una opinione e stop.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Bono e l'AIDS ...
            - Scritto da: Chromo
            Ma quanto vi piace fare i saccenti, ho messo il
            link solo perchè ero a conoscenza del sito, non
            ho detto che nel link c'era la verità assoluta
            sul virus delll'AIDS, anche perchè non l'ho
            scritto io,leggetevelo,fatevene una opinione e
            stop.Credo che ci sia cmq da vergognarsi a farsi megafono di certe stramperie rivoltanti.
          • Chromo scrive:
            Re: Bono e l'AIDS ...
            Si va bene,scusa mammina,adesso farò 5 minuti di vergogna.Io penso che le cose per cui vergognarsi siano ben altre.(anonimo)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Bono e l'AIDS ...
            - Scritto da: Chromo
            Si va bene,scusa mammina,adesso farò 5 minuti di
            vergogna.Lo sappiamo bene che gentucola come te non ne è capace.
            Io penso che le cose per cui vergognarsi siano
            ben
            altre.(anonimo)Tu pensi?Ma davvero?Pensi che non sia vergognoso negare l'esistenza di una malattia che causa la morte di centinaia di migliaia di persone l'anno?Io, sinceramente, non riesco a immaginare molto di peggio.
          • Chromo scrive:
            Re: Bono e l'AIDS ...
            Senti,vedo che hai molto tempo da perdere,auguri.
          • pippo scrive:
            Re: Bono e l'AIDS ...

            Tu pensi?
            Ma davvero?
            Pensi che non sia vergognoso negare l'esistenza
            di una malattia che causa la morte di centinaia
            di migliaia di persone
            l'anno?
            Io, sinceramente, non riesco a immaginare molto
            di
            peggio.Lascialo perdere, lui ascolta solo emilio fido :D
    • Mc Laden scrive:
      Re: Bono e l'AIDS ...
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      "....a cambiare le vite degli africani che
      morirebbero senza i medicinali per l'AIDS che
      (RED) è in grado di
      fornire".

      I Africa gli Africani non muoiono di AIDS ma
      bensì a causa di malnutrizione, acqua non
      potabile avvelenata dall'arsenico, mancanza di
      fogne condotti idrici, ecc... ecc...
      !

      Basta a supportare Bono e gli U2 che spendono il
      loro denaro per favorire l'opinione pubblica a
      DONARE per farmaci che non servono a nulla e a
      gonfiare i profitti delle multinazionali
      farmaceutiche
      !

      Se volete davvero scoprire come vanno le cose in
      Africa e il rapporto con l'AiDS :
      http://www.luigidemarchi.it/innovazioni/psicologiami hai tolto le parole di bocca!!!l'HIV non esiste, è solo una invenzione degli inglesi per sterminare froci, drogati e neri.
Chiudi i commenti