Google, l'immagine di un lifting

Mountain View annuncia un pesante restyling del servizio Google Immagini. Ponendo l'accento su maggiore praticità, interattività e convenienza. Anche per l'advertising

Roma – In questi mesi e anni Google ha aggiornato una moltitudine dei suoi tanti servizi e portali web, ma Google Immagini è sostanzialmente rimasto uguale a se stesso da quasi 10 anni a questa parte. Questo stato di cose è destinato a cambiare entro breve, giusto il tempo per Google di implementare le recenti modifiche apportate al layout di Immagini per tutti gli utenti del servizio.

L’idea alla base del rinnovo è un design al solito minimale ma molto più interattivo, usabile – stando a quanto sostiene Mountain View – e ricco di funzionalità . Il nuovo layout affastella tutte le immagini risultanti dalla ricerca in una modalità di visualizzazione “a mattonella”, con i margini bianchi ridotti al minimo e una singola pagina web tutta da “scrollare” contenente 1.000 immagini in un sol colpo.

Al passaggio del mouse su un’immagine corrisponde ora la visualizzazione di un pop-up con un’anteprima di maggiori dimensioni, mentre il click sulla miniatura – ora molto più “mini” che in precedenza – porta a una nuova pagina di anteprima che propone l’immagine sovrapposta alla pagina web che la contiene.

A Google sperano che le modifiche introdotte “non solo rendano più facile cercare le immagini, ma contribuiscano anche a un’esperienza estetica migliore”. “Vediamo le immagini come un’importante fonte di ispirazione – continuano da BigG – un modo per connettere il mondo e la loro crescita non mostra segni di rallentamento”.

Google comunica infatti che al momento del lancio, nel 2001, il servizio indicizzava 250 milioni di immagini di varia natura mentre ora l’indice ne contiene la bellezza di 10 miliardi , per 1 miliardo di visualizzazioni giornaliere .

Il restyling di Immagini porta buone nuove anche per i pubblicitari, i quali avranno a disposizione il nuovo formato Image Search Ad con cui integrare una miniatura grafica accanto alla linea di testo corrispondente alla pubblicità vera e propria. L’implementazione delle nuove funzionalità è prevista – a scaglioni per i vari territori serviti da BigG – nel corso dei prossimi giorni.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sim scrive:
    qualsiasi sim tranne...
    "basta avere una qualsiasi SIM telefonica" ...tranne quelle dove hai raddoppiato il credito grazie alle promozioni che ti raddoppiano le ricariche!...i gestori di telefonia non lo permetterebbero mai!!
  • Sickboy scrive:
    Odiosi...
    Già Tre ci sta provando con la versione mobile di repubblica... Navigandola da un terminale Tre si riceverà l'avviso che i contenuti provocheranno delle microtransazioni scalate dal credito.Meno male che con i terminali nuovi si va direttamente sulla versione per fisso ;)
    • ... scrive:
      Re: Odiosi...
      cosa usi per navigare ed essere visto come su un fisso?
      • stefano scrive:
        Re: Odiosi...
        odiosi mi pare eccessivo: la pagina x cellulare e' senza pubblicita. il problema e' che vogliono pagato comunque l'acXXXXX col cellulare anche se accedi alla pagina intera con pubblicita, che da pc e' gratis. e che è? devo pagare per tutti io che leggo da cellulare solo perche puoi mettere le manacce nel mio credito? mi pare che con opera devi cambiare un parametro interno x essere visto come terminale "fisso"; prima opera standard era visto sempre come fisso, ora no. ma cambia giornale, la pagina di repubblica e' inutilemnte pesantissima e la ridotta x cellulare al 99% riporta notizie di agenzia
Chiudi i commenti