Google, multa per l'inseguimento in Safari

Ufficializzate le anticipazioni sui 22 milioni di dollari che Mountain View accetta di pagare per lo scandalo legato al tracciamento degli utenti del browser Apple

Roma – Come già anticipato , Google ha accettato di sottoscrivere il costosissimo accordo raggiunto con la statunitense Federal Trade Commission(FTC) per chiudere il caso con al centro il tracciamento effettuato attraverso il browser Safari all’insaputa dei netizen.

A rivelare la condotta scorretta di Mountain View è stato per primo il Wall Street Journal : un suo rapporto ha evidenziato come Google abbia sfruttato un exploit nel codice di Safari per far sì che il browser di Apple salvasse un cookie passivo all’insaputa degli utenti dietro richiesta di siti terzi, senza bisogno di interazione da parte degli utenti stessi.

Mountain View aveva dunque rimosso il biscottino avvelenato, ma aveva cercato di difendersi dichiarando che si trattava di un tracciamento involontario, oltretutto innocuo per gli utenti Safari: tuttavia l’autorità garante delle comunicazioni non si è considerata soddisfatta, anche perché la stessa Google aveva precedentemente assicurato che le opzioni di privacy all’interno dei browser fossero sicure e al riparo da attività di tracciamento. Una questione calda negli Stati Uniti, soprattutto per le conseguenze legate alla diffusione di dispositivi e servizi mobile.

Così, per evitare l’apertura di un’inchiesta pericolosa, Google ha raggiunto un accordo con FTC in base al quale promette di “rimuovere i cookie per il tracciamento contestategli” ed accetta di pagare una multa che, pur rappresentando una cifra record per la Commissione, non peserà in maniera determinante sul suo bilancio: 22,5 milioni di dollari .
Mountain View non deve ammettere alcuna colpa .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Osvy scrive:
    Re: La digitale ignoranza
    - Scritto da: Junior108
    Semplicemente non lo conosce quasi
    nessuno. Io nel mio piccolo ho fatto informazione
    e con piacere ho scoperto che tanti adesso usano
    LibreOffice a casa a non cercano più la copia
    pirata di MSCosì adesso dopo che mi hanno scassato per anni per sapere le cosine di Office, dovrei risorbirmeli per rispiegargli le cosine di LibreOffice...:-)
    Però a livello commerciale ed è qui che sta il
    grosso della fetta sarà dura la sua diffusione
    perchè fondamentalmente non interessa a nessuno.In effetti, per quel che costa M$ Office, è così, non c'è più nemmeno la "spinta" del prezzo.E' anche vero che se adesso costa così, è grazie a OpenOffice & co.
  • Cavallo Pazzo scrive:
    più pulita?
    un'interfaccia più pulita in che senso?[img]http://wiki.documentfoundation.org/File:Libreoffice-3.5.png[/img][img]http://wiki.documentfoundation.org/File:Libreoffice-3.6.png[/img]... se questo è il "notevole sforzo" buonanotte!
  • an0nim0 scrive:
    Mah
    Avevo provato ad installare la 3.5.5 ma niente, problemi sugli OS a 64bit. Vado nel forum e la cosa e' comune occorre installare la 3.5.4 che non ha il bug. Tra l'altro chi ha testato ha detto che il bug c'era anche sulla 3.6.0 e non so se l'hanno corretto.Comunque installo la 3.5.4, apro un docx e ... non e' sballato: di piu'!!! Inutilizzabile. Croce nera e addio libre office, aspettiamo che il programma diventi maggiorenne. E' inconcepibile che a meta' 2012 ancora esistano problemi cosi' gravi a leggere un docx ...P.s.: detto da uno che, a parte MS Office e Windows come OS, sul proprio PC ha installato il 100% di programmi open source e ritiene essere migliori delle controparti a pagamento ...
    • 444 scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: an0nim0
      Comunque installo la 3.5.4, apro un docx e ...
      non e' sballato: di piu'!!! Inutilizzabile. Croce
      nera e addio libre office, aspettiamo che il
      programma diventi maggiorenne. E' inconcepibile
      che a meta' 2012 ancora esistano problemi cosi'
      gravi a leggere un docx
      ...È inconcepibile che nel 2012 ci siano... docx.
      • an0nim0 scrive:
        Re: Mah
        Hai perfettamente ragione, purtroppo per lavoro ti arrivano e non e' che posso rimandarli indietro e chiedere di inviarmeli in un formato diverso. Oggi per vederli devono caricarli su google docs, chiedere a Google di convertire il documento e solo cosi' li apro. Il convertitore di Google e' di gran lunga migliore rispetto a quello di Libre Office e li' ho notato solo pochissime sbavature. Invece LibreOffice purtroppo li legge proprio male i docx.
    • openx scrive:
      Re: Mah
      non ho avuto mai problemi di questo tipo con 7 a 64 bit.
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: an0nim0
      gravi a leggere un docxChe roba è questo docx? un nuovo formato proprietario MS?Non si può stare dietro a tutte le "porcherie" di Bill e soci.
  • iRoby scrive:
    Un ottimo programma
    Devo dire che LibreOffice è un ottimo programma.Chi ha creato i filtri di importazione da testo delimitato e csv vari è stato in gamba e lungimirante.Ad oggi se vuoi importare correttamente con MS Office file csv o testo delimitato e che abbiano la data scritta in formati diversi da quelli della lingua in cui è installato Office, ti tocca chiudere il programma (di solito Excel), ma comunque tutto Office va chiuso.Si va in una utility tra i vari menu a cambiare la lingua di default Office e farla combaciare con quella dei file da importare, si riapre Excel e si ripete l'importazione.Con OpenOffice/LibreOffice c'è un semplice menu in fase di importazione che permette di cambiare lingua al volo.In questo modo date come 2012-03-21 o 03/21/2012 saranno interpretate correttamente e convertite nell'equivalente italiano di 21/03/2012.E questi sono solo piccoli esempi di come alla fine per un lavoro più avanzato sia migliore OperOffice o LibreOffice.Per il resto, Impress, Calc, e il buon programma di disegno vettoriale non mi hanno mai deluso ed ho fatto tanti lavori utili.Non m'importa delle licenze OEM regalate, ho anch'io la mia licenza di Office 2010 comprata a 12 euro quando lavoravo in General Electric come accordo coi dipendenti dove te lo tiravano dietro pur diffonderlo, non la uso e non mi serve... Faccio prima a scaricare LibreOffice ed usare quello.E non m'interessa se un 5% di file .doc o .docx che mi mandano, su LibreOffice hanno qualche parte di impaginazione sballata, li apro, correggo quei 2-3 a capo o liste puntate rovinate e risalvo nel formato nativo di LibreOffice. Sono sicuro che stampa e conversione in PDF saranno perfetti.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Un ottimo programma
      - Scritto da: iRoby
      Ad oggi se vuoi importare correttamente con MS
      Office file csv o testo delimitato e che abbiano
      la data scritta in formati diversi da quelli
      della lingua in cui è installato Office, ti tocca
      chiudere il programma (di solito Excel), ma
      comunque tutto Office va
      chiuso.Si continua a parlare di cose che non si conoscono. In Excel 2010 clicca sulla linguetta Data e poi clicca sull'icona From Text (scusa per l'inglese ma io uso Windows e Office in quella lingua anche se ho impostazioni nazionali in italiano).
      • iRoby scrive:
        Re: Un ottimo programma
        Tu dici?Provato diverse volte con Excel 2010 non ha funzionato.I file erano export di database Oracle, le date erano in inglese con giorni e mesi invertiti, ma nel formato YYYY-DD-MM.Se la data aveva giorno inferiore a 12 veniva presa correttamente ma come data errata.Quelle con giorno superiore a 12 erano campi di testo, non date corrette e manipolabili come tali.Prova, prova bene.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 agosto 2012 21.02-----------------------------------------------------------
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Un ottimo programma
          - Scritto da: iRoby
          Tu dici?

          Provato diverse volte con Excel 2010 non ha
          funzionato.
          I file erano export di database Oracle, le date
          erano in inglese con giorni e mesi invertiti, ma
          nel formato
          YYYY-DD-MM.Questo non è un formato inglese ma un formato "strambo". Non è un formato di date comunemente usato (non è ISO, non è inglese, non è europeo). Mi pare strano che Oracle esporti in questo formato. In ogni caso il ragionamento sul formato nazionale non c'entra proprio nulla. La funzione di import di Excel permette di definire vari formati per la data (YMD, YMD, ecc.) ma, in casi strani come questi, potresti procedere con una post elaborazione all'interno dello stesso Excel. Questione di pochi secondi. E senza modificare o far ripartire alcun elemento di Office. Ovvio che se non si conosce lo strumento il problema sembra difficile.
        • shevathas scrive:
          Re: Un ottimo programma
          - Scritto da: iRoby
          Tu dici?

          Provato diverse volte con Excel 2010 non ha
          funzionato.
          I file erano export di database Oracle, le date
          erano in inglese con giorni e mesi invertiti, ma
          nel formato
          YYYY-DD-MM.
          Se la data aveva giorno inferiore a 12 veniva
          presa correttamente ma come data
          errata.
          Quelle con giorno superiore a 12 erano campi di
          testo, non date corrette e manipolabili come
          tali.

          Prova, prova bene.
          --------------------------------------------------
          Modificato dall' autore il 10 agosto 2012 21.02
          --------------------------------------------------Mah per risolverlo l'avrei importato come campo txt, senza forzare alcuna interpretazione e poi avrei fatto il parsing a mano. =DATA(SINISTRA(A1;4);STRINGA.ESTRAI(A1;6;2);DESTRA(A1;2))
    • sentinel scrive:
      Re: Un ottimo programma
      - Scritto da: iRoby
      Devo dire che LibreOffice è un ottimo programma.Ottimo e gratuito, che di questi tempi non è male, anzi... ;)
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Un ottimo programma
      - Scritto da: iRoby
      Devo dire che LibreOffice è un ottimo programma.Io lo uso poche volte ma mi è sempre stato utile, risolvendomi problemi altrimenti insuperabili. Certamente non mi posso permettere MS Office, mi chiedo qui dentro se ce l'abbiano piratato oppure originale.
      • Osvy scrive:
        Re: Un ottimo programma
        - Scritto da: Sandro kensan
        - Scritto da: iRoby

        Devo dire che LibreOffice è un ottimo
        programma.

        Io lo uso poche volte ma mi è sempre stato utile,
        risolvendomi problemi altrimenti insuperabili.
        Certamente non mi posso permettere MS Office, mi
        chiedo qui dentro se ce l'abbiano piratato oppure
        originale.La licenza Home e Student costa sui 90 euro,non è poco poco, ma non siamo ai livelli di anni fa.
  • bertuccia scrive:
    "natsty true" in questo momento
    [img]http://zona9.ro/wp-content/uploads/2011/01/57603_700b.jpg[/img]
    • Jacopo scrive:
      Re: "natsty true" in questo momento
      nooo non vedo la foto :(Che hai postato? :)
      • bertuccia scrive:
        Re: "natsty true" in questo momento
        - Scritto da: Jacopo

        nooo non vedo la foto :(
        Che hai postato? :)scusa ma non ce l'hai un cellu con piano dati?
        • Jacopo scrive:
          Re: "natsty true" in questo momento
          sono in ufficio e non ho internet aperto (almeno non completamente) e non ho voglia di usare il cell per connettermi a PI mi è più comodo dal pc anche se non vedo le foto :)
          • iRoby scrive:
            Re: "natsty true" in questo momento
            Cerca Google con free web proxy, ed usane qualcuno...
          • Jacopo scrive:
            Re: "natsty true" in questo momento
            eh magari fosse semplice ho abilitato giusto 4 siti tra cui PI (e non ne ho capito ancora il motivo :) ) bhè guardo sul cell nessun problema :) era solo pigrizia! hahahahaha
          • Kolon scrive:
            Re: "natsty true" in questo momento
            - Scritto da: iRoby
            Cerca Google con free web proxy, ed usane
            qualcuno...E come esce dall'azienda senza passare dal "suo" proxy?Ritenta
    • shevathas scrive:
      Re: "natsty true" in questo momento
      - Scritto da: bertuccia
      [img]http://zona9.ro/wp-content/uploads/2011/01/57LOL
  • ruppolo scrive:
    Ma questi chi sono?
    [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]Non mi fido!
    • iRoby scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      Oddio usare un software che non sa cosa sia Libreoffice oggi, è da cretini...O cretini sono i programmatori di quel software che non lo hanno incluso.Ah ma si tratta di Mac. Allora sono vere entrambe... :-)
      • FDG scrive:
        Re: Ma questi chi sono?
        - Scritto da: iRoby
        Oddio usare un software che non sa cosa sia
        Libreoffice oggi, è da
        cretini...
        O cretini sono i programmatori di quel software
        che non lo hanno
        incluso.

        Ah ma si tratta di Mac. Allora sono vere
        entrambe...
        :-)Risposta "stupidotta" (all'altezza del post di ruppolo). Spetta allo sviluppatore firmare il proprio software. Infatti hanno già detto che distribuiranno le versioni firmate di LibreOffice.
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!quello è il guardiano del tuo recinto che ti sta dicendo di chiuderti in casa perché fuori c'è l'uomo nero che bussa
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Ma questi chi sono?
        - Scritto da: Fulmy(nato)
        - Scritto da: ruppolo


        [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]



        Non mi fido!

        quello è il guardiano del tuo recinto che ti sta
        dicendo di chiuderti <s
        in casa </s
        nel XXXXX perché fuori c'è
        l'uomo nero che
        bussaFixed
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!Fai bene a non fidarti ruppolo.Diffida sempre della liberta'.Non c'e' miglior sicurezza delle grosse catene che ti cingono collo, polsi, e caviglie.La liberta' non e' cosa per te: tieni la testa ben chinata dietro le alte mura del tuo recinto e sii contento.
    • Risposta al commento scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!HURR HURR K SIMPA K SNRuppolo, ma quanti anni hai?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma questi chi sono?
        - Scritto da: Risposta al commento
        - Scritto da: ruppolo


        [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]



        Non mi fido!

        HURR HURR K SIMPA K SN

        Ruppolo, ma quanti anni hai?50 dice lui, ma è come se ne avesse 80!Tra l'altro si è ben guardato dal commentare gli attuali dati di vendita di android 68% a livello mondiale e di iPhone al 17% in calo dal precedente 19%...
        • Risposta al commento scrive:
          Re: Ma questi chi sono?
          - Scritto da: Enjoy with Us
          50... <i
          "Non ho parole, ma in certi casi è meglio non averne." </i
          -Freak Antoni-
    • Funz scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!lol quanto sei cog!ione
    • collione scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      è colpa del tuo mac che non ha le firme digitali aggiornate (rotfl)
      • FDG scrive:
        Re: Ma questi chi sono?
        - Scritto da: collione
        è colpa del tuo mac che non ha le firme digitali
        aggiornate
        (rotfl)Non funziona così, non te l'hanno spiegato? Ogni volta che qualcuno si fa dare una chiave per abilitare https nel proprio sito viene rilasciato un aggiornamento di tutti i browser? Non mi pare.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!01/10
    • Free world scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.pngDate: Fri, 10 Aug 2012 18:17:04 GMTServer: Apache/2.2.15 (Unix) mod_ssl/2.2.15 OpenSSL/0.9.8l DAV/2 PHP/5.3.3 mod_jk/1.2.23Last-Modified: Fri, 10 Aug 2012 12:05:33 GMTEtag: "1265457-c436-4c6e829369d40"Accept-Ranges: bytesContent-Length: 50230Cache-Control: max-age=3600Expires: Fri, 10 Aug 2012 19:17:04 GMTMS-Author-Via: DAVX-Frame-Options: SameOriginContent-Type: image/png
      Non mi fido!Grazie di aver DEFINITIVAMENTE risposto alla domanda di ieri :)A proposito, cos'è tutto questo OPEN SOURCE nel tuo sito?Server: Apache/2.2.15 (Unix) mod_ssl/2.2.15 OpenSSL/0.9.8l DAV/2 PHP/5.3.3 mod_jk/1.2.23In topic, questi sono sviluppatori che non si sono registratisul Mac Store. Se non vuoi installare LibreOffice sei liberissimo.
    • becker scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!Giusto se te l'ha detto il tuo padrone allo devi obbedire (rotfl)Un utente libero se ha qualche dubbio (ovviamente in questo caso non c'è ne) va sul sito ufficiale dell'applicazione, legge recensione da varie fonti e si fa la sua personale idea, meglio un pò di rischio che vivere da sudditi!!!
    • Vincenzo scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!Dipende dal fatto che gli sviluppatori di LibreOffice non hanno ancora provveduto all'identificazione sul Mac App Store. Per ovviare abbassa momentaneamente il livello di sicurezza nelle Preferenze di Sistema. Una volta avviata l'applicazione ripristini il tutto alle impostazioni di default. Lo dovrai fare una sola volta...
      • lindo scrive:
        Re: Ma questi chi sono?
        - Scritto da: Vincenzo
        - Scritto da: ruppolo


        [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]



        Non mi fido!

        Dipende dal fatto che gli sviluppatori di
        LibreOffice non hanno ancora provveduto
        all'identificazione sul Mac App Store. Per
        ovviare abbassa momentaneamente il livello di
        sicurezza nelle Preferenze di Sistema. Una volta
        avviata l'applicazione ripristini il tutto alle
        impostazioni di default. Lo dovrai fare una sola
        volta...tu sei nuovo vero?rispondi seriamente a ruppolo... :-/
      • Ubunto scrive:
        Re: Ma questi chi sono?
        - Scritto da: Vincenzo
        - Scritto da: ruppolo


        [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]



        Non mi fido!

        Dipende dal fatto che gli sviluppatori di
        LibreOffice non hanno ancora provveduto
        all'identificazione sul Mac App Store. Per
        ovviare abbassa momentaneamente il livello di
        sicurezza nelle Preferenze di Sistema. Una volta
        avviata l'applicazione ripristini il tutto alle
        impostazioni di default. Lo dovrai fare una sola
        volta...Non dovrebbero identificare un bel nulla sull'App Store.
    • trollollero scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!http://www.libreoffice.org/download/?type=src&version=3.6.0Controlla pure.....
    • FDG scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!Hanno già detto che distribuiranno le versioni firmate.http://www.ossblog.it/post/13931/italo-vignoli-e-lutilizzo-di-libreoffice-3-5-con-gatekeeper-su-os-xComunque:xattr -d com.apple.quarantine <file
      -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 agosto 2012 12.16-----------------------------------------------------------
    • Shiba scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!Ma ti si può ancora chiamare essere umano? (rotfl)
    • Ubunto scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      - Scritto da: ruppolo
      [img]http://media.ruppolo.com/gatekeeper.png[/img]

      Non mi fido!Se te ne vanti pure... (rotfl)(rotfl)
    • LOL scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      Ecco la prova che i Mac sono una XXXXX.
    • marco scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      Perché lo vuoi installare?
    • boobuntu scrive:
      Re: Ma questi chi sono?
      Fai bene a non fidarsi, metti che uno infili una backdoor in libreoffice e quella vada a creare conflitti con le backdoor di OSX...come, non ci sono backdoors in osx? hai il source dell'intero sistema per affermarlo?
  • Endymion scrive:
    All'ombra di Office
    Purtroppo io sono fermamente convinto che progetti come OO o LO nascano e crescano solo perchè esistono Microsoft ed Office. Non sono prodotti nati per dare una alternativa MIGLIORE ma per ODIO verso MS. Se domani Microsoft fallisse bloccando la sua produzione di software, OO e LO rimarrebbero fermi a questa versione per anni.Ok, un pò di agonismo e concorrenza ci vuole, però OO e LO devono cambiare mentalità, non inseguire Office ma fare qualcosa di diverso, di innovativo, uscire dall'ombra di Office.I migliori progetti open non sono scopiazzature MS, vedi ad esempio apache o linux. Appena si insegue si muore (o quasi), guardate ad esempio ubuntu che diventa sempre peggio nella sua versione desktop.Lancio un'ultima "bomba": ma perchè invece non si taglia completamente il supporto ai formati di Microsoft? tenerseli vuol dire avere un sacco di gente insoddisfatta perchè non si vedono allo stesso modo, eliminandoli proprio non ci sarebbe più il problema, quando ti arriva un doc lo rimandi indietro e basta, forse qualcuno inizierebbe a svegliarsi.
    • Jacopo scrive:
      Re: All'ombra di Office
      molto semplicemente non lo utilizzerebbe nessuno, perchè se devi lavorare con qualcuno non puoi mandargli indietro i file e salutarlo allegramente.
      • Endymion scrive:
        Re: All'ombra di Office
        - Scritto da: Jacopo
        molto semplicemente non lo utilizzerebbe nessuno,
        perchè se devi lavorare con qualcuno non puoi
        mandargli indietro i file e salutarlo
        allegramente.Guarda, io lavoro per tante aziende ed enti pubblici e ti posso dire che questo già accade per altre cose, ad esempio per i file di autocad. Quando non possono aprirli li mandano indietro, o salvano in versioni più recenti o in PDF, dipende dai casi. Per i documenti di testo la cosa avrebbe un impatto maggiore, non lo metto in dubbio, ma se ci pensi la maggior parte delle volte il documento non deve essere modificato dal destinatario (se è ditta esterna), quindi mandarlo in PDF ad esempio non sarebbe poi una prassi così difficile da assimilare.Ci sono poi altri fattori, ad esempio che tra gli enti pubblici prende sempre più piede l'invio di file firmati e quindi non modificabili, non ha senso quindi mancadarseli in doc ma direttamente in pdf. Poi c'è il fattore risparmio, molti imprenditori prnderebbero la palla al balzo se c'è da risparmiare qualcosa.Il problema più grande a mio avviso sono vecchie procedure o gestionali che non possono fare a meno di office.
      • prova123 scrive:
        Re: All'ombra di Office
        I formati MS o li implementi tutti o è meglio non supportarli. E' inutile che mi apra un file di Excel con le "4 operazioni", la tabellina con le 4 operazioni me la riscrivo in LO/OO. Ho dovuto fare un lavoro con Excel da entrare nella tana del bianconiglio, col cavolo che l'ho potuto importare con *O, ne tantomeno farlo direttamente in *O. In Excel c'è una gestione della logica della formule a volte fin troppo evoluta. Secondo me è meglio non buttare via del tempo a scimmiottare qualche formula di excel in quanto è inutile ed è tempo sottratto all'implementazione dei formati ODF.
    • iRoby scrive:
      Re: All'ombra di Office
      Secondo il tuo ragionamento quindi anche MS Office nacque per odio verso Wordstar...Se allarghiamo il tuo ragionamento allora dovremmo dire che.le Audi esistono per odio verso le BMW,le more esistono per odio verso le bionde,i neri per odio verso i bianchi,i jeans per odio verso altri pantaloni,i ginger analcolici per odio verso quelli alcolici,e il diavolo per odio verso dio.O molto più semplicemente perché il mondo tende naturalmente verso la diversificazione, la varietà e l'abbondanza.E che invece sono le menti "semplici" che hanno difficoltà ad astrarre, a scegliere, a convivere con questa diversità.StarOffice, OpenOffice, LibreOffice, è nato semplicemente per questo desiderio di alternativa e di diversità.Che poi ci fosse anche un monopolio asfissiante, è un motivo in più per avere qualcosa di alternativo.
      • Endymion scrive:
        Re: All'ombra di Office
        - Scritto da: iRoby
        Secondo il tuo ragionamento quindi anche MS
        Office nacque per odio verso
        Wordstar...

        Se allarghiamo il tuo ragionamento allora
        dovremmo dire
        che.

        le Audi esistono per odio verso le BMW,
        le more esistono per odio verso le bionde,
        i neri per odio verso i bianchi,
        i jeans per odio verso altri pantaloni,
        i ginger analcolici per odio verso quelli
        alcolici,
        e il diavolo per odio verso dio.


        O molto più semplicemente perché il mondo tende
        naturalmente verso la diversificazione, la
        varietà e
        l'abbondanza.
        E che invece sono le menti "semplici" che hanno
        difficoltà ad astrarre, a scegliere, a convivere
        con questa
        diversità.

        StarOffice, OpenOffice, LibreOffice, è nato
        semplicemente per questo desiderio di alternativa
        e di
        diversità.
        Che poi ci fosse anche un monopolio asfissiante,
        è un motivo in più per avere qualcosa di
        alternativo.No no, non ho espresso un concetto generale, ho espresso una idea ben contestualizzata, parlavo proprio di OO e LO nei confronti di Office. Io uso libreoffice e prima di lui usavo openoffice, sono scopiazzature di office, lasciatelo dire. Non hanno fatto la ribbon solo perchè si sono vergognati di inseguire troppo (e tra l'altro, secondo me potevano farla). Io non sono un esperto di marketing e commercio, però mi accorgo pure io che chi compra la borsa dal marocchino a 20 euro al posto di quella originale da 600, gli rimane comunque la voglia di avere quella "originale", pur essendo abbastanza uguali. Poi invece viene fuori che una marca sconosciuta ti fa la borsa di plastica con una scemenza disegnata sopra a 20 euro, ed anche quella diventa di tendenza al pari di quella da 600.Cosa voglio dire? che oo e lo devono trovare una identità diversa, riuscire in qualche modo ad innovare, introdurre qualche novità, anche a livello estetico. A quel punto la gente non penserebbe più come adesso che sono alternative gratuite a office (tu stesso parli di "alternative", ma prodotti diversi che hanno lo stesso scopo e probabilmente sceglierebbero il meno caro.Pensaci: quando installi linux non pensi sia una alternativa a windows, quandi installi apache non pensi sia una alternativa a iis, quando usi firefoc non pensi sia una alternativa a IE... sono prodotti DIVERSI.Si, lo so che c'è tutto il discorso dell'open e dei formati aperti sotto, ma alla gente non gliene frega niente, non è quello il tasto su cui battere.Secondo me naturalmente.
    • James Kirk scrive:
      Re: All'ombra di Office
      - Scritto da: Endymion
      Purtroppo io sono fermamente convinto che
      progetti come OO o LO nascano e crescano solo
      perchè esistono Microsoft ed Office. Non sono
      prodotti nati per dare una alternativa MIGLIORE
      ma per ODIO verso MS. In effetti è così, ma non lo chiamerei odio, ma semplicemente è una reazione (sicuramente nata con intento polemico) ai prezzi assurdi che Microsoft applica per Office.Se Office (almeno la triade Word, Excel Powerpoint) costasse 70-80 credo che ci sarebbe poco da ridire, ma a 350 e passa rompe.

      I migliori progetti open non sono scopiazzature
      MS, vedi ad esempio apache o linux. D'accordo e aggiungerei Android.

      Lancio un'ultima "bomba": ma perchè invece non si
      taglia completamente il supporto ai formati di
      Microsoft? E' quasi impossibile perchè sono formati consolidati da troppo tempo.In più ci si mette la MS stessa (con bug finti o veri non saprei) a differenziare i suoi formati ISO dallo standard approvato.Non a caso se un documento (parlo di Word) è un po' complesso OOo e LibreOffice hanno qualche problema ad aprirlo. Se poi si fa uso dei simboli di Office tipo callout, forme etc... non ne và a posto uno che uno.E comunque persino la stessa Microsoft non riesce a rimpiazzare il vecchi .doc con i docx.
      • Trollone scrive:
        Re: All'ombra di Office

        Se Office (almeno la triade Word, Excel
        Powerpoint) costasse 70-80 credo che ci sarebbe
        poco da ridire, ma a 350 e passa
        rompe.
        OFFICE HOME AND STUDENT 2010 PKC (WORD EXCEL PP E ONENOTE) a 78,99
        • VITRIOL scrive:
          Re: All'ombra di Office
          - Scritto da: Trollone

          OFFICE HOME AND STUDENT 2010 PKC (WORD EXCEL PP E
          ONENOTE) a
          78,99Sì, ma la licenza vieta di utilizzarlo per produrre documenti per scopi commerciali, e finanche per associazioni senza scopo di lucro. E' permesso solo l'uso strettamente privato, quindi una volta prodotto il documento lo puoi solo guardare e poco più :-)In pratica sono 80 euro buttati perché se rispetti la licenza ci puoi solo giocare e basta, e sinceramente ci sono giochi più divertenti.SalutiVITRIOL
          • Trollone scrive:
            Re: All'ombra di Office
            Microsoft Office Home & Business 2010 PKC 154,00rispetto alla home student include anche Outlooked essendo un professionista recuperi l' iva.Penso che in un anno spendi molto di più in caffè.
          • VITRIOL scrive:
            Re: All'ombra di Office
            - Scritto da: Trollone
            Microsoft Office Home & Business 2010 PKC 154,00
            rispetto alla home student include anche Outlook
            ed essendo un professionista recuperi l' iva.Di listino il prezzo della Home & Business retail è 382 euro. Poi sicuramente si potrà trovare anche a meno, ma occorre fare attenzione a versioni aggiornamento, OEM ecc.In ogni caso la scelta tra un software libero o commerciale non dovrebbe dipendere certo solo dal costo di licenza, ma vanno fatte anche altre valutazioni che non possono prescindere dalle reali necessità del singolo utente.SalutiVITRIOL
  • natsty true scrive:
    E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
    eyecandy...sempre piu' facile zuccherare l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice che lavorare sul serio sul codice che sta dietro...siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un file word senza che ci sia sempre un 5% di cose fuori posto e se poi mi devo pagare io un programmatore per correggere quello che la comunity per motivi di razzismo ideologico non vuole fare...allora il tanto vituperato guadango con l'opensource va a farsi benedire e si che convengono le licenze a volume che ti fa la microsoft
    • panda rossa scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      - Scritto da: natsty true
      eyecandy...sempre piu' facile zuccherare
      l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice che
      lavorare sul serio sul codice che sta
      dietro...

      siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un
      file word senza che ci sia sempre un 5% di cose
      fuori posto Bravo! E secondo te di chi sarebbe la colpa?Di chi ha imposto un formato closed come un cancro, o di chi ha fatto sforzi per cercare di interpretarlo fino ad arrivare ad una gestione del 95% abbondante?
      e se poi mi devo pagare io un
      programmatore per correggere quello che la
      comunity per motivi di razzismo ideologico non
      vuole fare...E allora paga! Che cosa vuoi dalla community? La pappa gratis?Contribuisci anche tu invece di lamentarti.E' sufficiente dire al tuo corrispondente che ti invia formati closed che ti rifiuti di leggerli se lui non si adegua allo standard.
      allora il tanto vituperato guadango
      con l'opensource va a farsi benedire e si che
      convengono le licenze a volume che ti fa la
      microsoftOk, sei un troll. (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
      • jamal scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        ooxml è uno standard..solo che è brutto e cattivo perchè l'ha creato Microsoft
        • panda rossa scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: jamal
          ooxml è uno standard..solo che è brutto e cattivo
          perchè l'ha creato
          MicrosoftOOo apre benissimo gli ooxml.L'OP si riferisce ai doc.
        • bradipao scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: jamal
          ooxml è uno standard..solo che è brutto e cattivo
          perchè l'ha creato MicrosoftSei a conoscenza del fatto che Office 2010 non è perfettamente compliant alla versione ufficiale ISO dello standard OOXML? (non scherzo, è un fatto noto)
          • pippo75 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO


            Sei a conoscenza del fatto che Office 2010 non è
            perfettamente compliant alla versione ufficiale
            ISO dello standard OOXML? (non scherzo, è un
            fatto
            noto)magari mi sbaglio, ma lo standard iso di OpenDocument non era la versione 1.0?Si sono aggiornati alla 1.2? Quando? Altrimenti neanche Libre/Open rispetterebbero lo standard.
          • The Bishop scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: pippo75
            magari mi sbaglio, ma lo standard iso di
            OpenDocument non era la versione
            1.0?
            Si sono aggiornati alla 1.2? Quando? Altrimenti
            neanche Libre/Open rispetterebbero lo
            standard.Nelle opzioni si puo' scegliere la versione di OpenDocument da usare nei salvataggi.
        • tucumcari scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: jamal
          ooxml è uno standard..solo che è brutto e cattivo
          perchè l'ha creato
          MicrosoftTi sei scordato di dire che MS Office non è 100% compliant a quello "standard"...Sara casuale???(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        Non diamo sempre la colpa a Microsoft, per carità. Open Office apre benissimo file Word che su Libre Office vengono sconquassati.
        • tucumcari scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: Francesco_Holy87
          Non diamo sempre la colpa a Microsoft, per
          carità. Open Office apre benissimo file Word che
          su Libre Office vengono
          sconquassati.E a chi la diamo la colpa se non a chi non rispetta neppure il cosidetto standard che ha pubblicato (OOXML)????No sai giusto per capire.....
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Allora dimmi perchè Open Office non da problemi e invece Libre Office sì.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Allora dimmi perchè Open Office non da problemi e
            invece Libre Office
            sì.Semplice perchè hanno implementato anche le parti non ooxml compliant facendo reverse e esponendosi (per converso) potenzialmente ad una richiesta di royalty!Ti è chiaro così?
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Oh sì? Hai visto il codice quindi?Da quanto ne so, l'open source non ha mai perso una causa per violazione di royality.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Oh sì? Hai visto il codice quindi?Quello di open office? certo! ci ho anche contribuito! :D
            Da quanto ne so, l'open source non ha mai perso
            una causa per violazione di
            royality.Forse non ti è chiara la differenza tra un formato standard (su cui non puoi chiedere royalties) e una implementazione proprietaria su cui puoi non solo chiedere (e ottenere) royalties ma anche cambiarlo come ti pare a tuo piacmento!Costringendo gli altri alla rincorsa e al rischio royalty! Non credi che sia questo il motivo VERO per cui MS non rispetta il SUO standard?Sennò perchè?Ce lo sai dire?O sai solo chiaccherare?
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Mi spiace, non lavoro in MS.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Mi spiace, non lavoro in MS.E chi lo ha mai detto?E sopratutto che c'entra (o c'entrerebbe) il fatto che tu lavori in MS?Tu hai fatto una domanda?perchè OOo traduce il formato in modo più simile?EIo ti ho risposto e in modo semplice e comprensibile!OOo ha fatto una scelta e Libre o ne ha fatta un altra!Personalmente posso dirti pure che in realtà Libre o ha ulteriori difetti (per me più gravi) ad esempio nella gestione Xforms/DOM rispetto a OOo.Tra le altre cose questi difetti non sono certo dovuti a problemi di formato.Ciò detto e appurato mi spieghi cosa c'entra tutto questo col fatto che tu lavori (o non lavori) per MS?E quando anche ci lavorassi credi davvero che farebbe qualche differenza? perchè?? ;)
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Ti ho detto che non ravolo in MS, perciò non so risponderti delle loro scelte, ecco tutto. Purtroppo per questi problemi ed altri, trovo ancora molto difficoltoso operare con Libre Office, anche se continuo a consigliarlo per chi vuole scrivere documenti e non vuole spendere niente, se ovviamente accetta le limitazioni.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Ti ho detto che non ravolo in MS, perciò non so
            risponderti delle loro scelte, ecco tutto.Non lo sapresti neppure se lavorassi per MS non farebbero certo decidere a te le strategie! :D
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Ah questo è sicuro, sceglie tutto quella testa calda di Ballmer :DPerò almeno saprei il motivo di certe scelte strambe!
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Ah questo è sicuro, sceglie tutto quella testa
            calda di Ballmer
            :D
            Però almeno saprei il motivo di certe scelte
            strambe!Guarda te lo dico per esperienza diretta (ho svolto diversi lavori su commissione per MS) i motivi di certe scelte non solo non li discutono ma non li comunicano neanche (se non ci sono necessità precise) neppure ai dipendenti "comuni"...Anzi (per essere più chiaro) mi è capitato di accorgermi di certe cose (per lavoro appunto) nella gestione della crittografia... fatte notare... mi è stato detto ... (in italia) non ne sappiamo nulla... morale sono dovuto andare negli states e parlarne con "certe persone" che si occupavano di quelle specifiche scelte "tecniche" di architettura!....Ovviamente in questo caso posso dire solo il peccato (e solo in termini generici) non certo il peccatore... per fare certe cose ci sono 120 pagine di NDA senza contare gli allegati!
          • OOOOOO scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            "Da quanto ne so, l'open source non ha mai perso una causa per violazione di royality."Allora ne sai proprio poca.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Non mi pare che abbia pagato chi ha scritto Android. Su forza, c'è una bella differenza! Magari pagherebbero le royality i produttori di PC se preinstallassero Libre Office nel caso violassero qualche licenza, non certo la comunità di LO!
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Non mi pare che abbia pagato chi ha scritto
            Android. Su forza, c'è una bella differenza!
            Magari pagherebbero le royality i produttori di
            PC se preinstallassero Libre Office nel caso
            violassero qualche licenza, non certo la comunità
            di
            LO!Ma lascialo perdere lo sai che non è contento se non prende la sua sbadilata di palta quotidiana!
          • sbrotfl scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Non mi pare che abbia pagato chi ha scritto
            Android. Su forza, c'è una bella differenza!
            Magari pagherebbero le royality i produttori di
            PC se preinstallassero Libre Office nel caso
            violassero qualche licenza, non certo la comunità
            di
            LO!Certo che chi ha scritto android non paga... mica ha imposto google di usare fat32 (ada esempio)... quello lo usano i produttori per far contente le scimmie che non sanno usare altro.
          • Jacopo scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            e la cosa bella è che è tutto facilmente convertibile in EXT4!
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Jacopo
            e la cosa bella è che è tutto facilmente
            convertibile in
            EXT4!E meno male dato che c'è un VISIBILE guadagno di velocità!
          • Jacopo scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            si si! sul tablet ho tutte le partizioni utili convertite in ext4 e si vede benissimo il cambio di marcia!
          • sbrotfl scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Jacopo
            e la cosa bella è che è tutto facilmente
            convertibile in
            EXT4!Si ma poi l'utonto medio prova ad attaccarlo al computer, vede che non funziona come una chiavetta e bestemmia.
          • Jacopo scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            eh questa è l'unica rottura in quanto o utilizzi una sd in modo da non avere rotture di balle, oppure lasci la parte SD interna in fat32 ma non risolvi il problema roialty
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: Jacopo

            e la cosa bella è che è tutto facilmente

            convertibile in

            EXT4!

            Si ma poi l'utonto medio prova ad attaccarlo al
            computer, vede che non funziona come una
            chiavetta e
            bestemmia.Dipende la mia nipotina (10 anni) ha un HP che ha preso con SLES Suse (non che mi entusiasmi... ma questo è un altro film) e vede benissimo ext4 :DPoi ok... se hai winzozz ..... (per la serie facciamoci del male...)e comunque se hai linux la chiavetta FAT (grassa altro che File Allocation Table :D :p ) la leggi tranquillamente... e senza royalties!Infatti Il filesystem (detto per quei XXXXX che ancora non ci sono arrivati) non è parte dell OS nel caso di linux!
          • sbrotfl scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: Jacopo


            e la cosa bella è che è tutto facilmente


            convertibile in


            EXT4!



            Si ma poi l'utonto medio prova ad
            attaccarlo
            al

            computer, vede che non funziona come una

            chiavetta e

            bestemmia.
            Dipende la mia nipotina (10 anni) ha un HP che ha
            preso con SLES Suse (non che mi entusiasmi... ma
            questo è un altro film) e vede benissimo
            ext4
            :D
            Poi ok... se hai winzozz ..... (per la serie
            facciamoci del
            male...)
            e comunque se hai linux la chiavetta FAT (grassa
            altro che File Allocation Table :D :p ) la
            leggi tranquillamente... e senza
            royalties!
            Infatti Il filesystem (detto per quei XXXXX che
            ancora non ci sono arrivati) non è parte dell OS
            nel caso di
            linux!Ok... ora una domanda....Posso adottare tua nipote? :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 agosto 2012 12.53-----------------------------------------------------------
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: sbrotfl


            - Scritto da: Jacopo



            e la cosa bella è che è tutto
            facilmente



            convertibile in



            EXT4!





            Si ma poi l'utonto medio prova ad

            attaccarlo

            al


            computer, vede che non funziona come una


            chiavetta e


            bestemmia.

            Dipende la mia nipotina (10 anni) ha un HP
            che
            ha

            preso con SLES Suse (non che mi
            entusiasmi...
            ma

            questo è un altro film) e vede benissimo

            ext4

            :D

            Poi ok... se hai winzozz ..... (per la serie

            facciamoci del

            male...)

            e comunque se hai linux la chiavetta FAT
            (grassa

            altro che File Allocation Table :D :p ) la

            leggi tranquillamente... e senza

            royalties!

            Infatti Il filesystem (detto per quei XXXXX
            che

            ancora non ci sono arrivati) non è parte
            dell
            OS

            nel caso di

            linux!

            Ok... ora una domanda....
            Posso adottare tua nipote? :DNon mi risulta adottabile (ha 2 genitori in ottima salute)
          • panda rossa scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: Jacopo

            e la cosa bella è che è tutto facilmente

            convertibile in

            EXT4!

            Si ma poi l'utonto medio prova ad attaccarlo al
            computer, vede che non funziona come una
            chiavetta e
            bestemmia.Guarda che il computer le vede benissimo le chiavette formattate ext4.Tutte le mie chiavette, dischi esterni e roba usb, se posso, li formatto ext4.
          • Sherpya scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            lol sempre android in testa hai
      • natsty true scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO

        Bravo! E secondo te di chi sarebbe la colpa?
        Di chi ha imposto un formato closed come un
        cancro, o di chi ha fatto sforzi per cercare di
        interpretarlo fino ad arrivare ad una gestione
        del 95%
        abbondante?il formato si e' imposto per una serie di motivi ch noi tutti conosciamo. ora invece di piagnucolare di dare la copla agli altri, io analizzo il problema in modo oggettivo. Libreoffice ha problemi ad aprire i formati piu' diffusi nel mondo dell'ufficio. E' un dato di fatto. Microsoft e' riuscita a proteggere bene il proprio formato, i programmatori linux invece hanno mostrato pessime doti di reverse-engineering.
        E allora paga!
        Che cosa vuoi dalla community? La pappa gratis?se sbandieri una cosa, dovrebbe essere vera. Libreoffice funziona solo nell'ecosistema chiuso del mondo linux. Non si interfaccia bene con il mondo reale a patto di accettare i soliti compromessi.Se ho una copisteria, devo stampare cosa mi porta il cliente, con libreoffice avrei sempre da modificare a mano i documenti perche' l'impaginazione si sballa.Preferisco investire 600 euro in software che fare il mozzo amanuense che perde ore a cercare di stampare quello che il cliente si immagina
        Contribuisci anche tu invece di lamentarti.
        E' sufficiente dire al tuo corrispondente che ti
        invia formati closed che ti rifiuti di leggerli
        se lui non si adegua allo
        standard.praticamente come fa libreoffice, si rifiuta di leggere quello che non viene considerato puro o standard...bell'argomento da troll
        • Anonimo per finta scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          Mi fai morire... io ti offro la cena gratis a casa mia e tu ti inXXXXX e sbraiti perché non volevi le lasagne ma i tortellini.L'offesa ai sistemisti Linux che sono dei "pessimi reverse engineering" te la potevi davvero risparmiare. Non lavorano per te. Non sono ne tuoi amici ne tuoi fratelli. Tu non li hai mai pagati. E non girano con la mercedes nera sotto casa tua minacciandoti pesante se tu non usi il loro software.Fanno un servizio alla comunità con ideali più grandi di quanto tu possa immaginare.Bravissimo. Tu si che hai capito tutto.
          • radar scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Allora non diciamo che LibreOffice è equivalente ad Office e non obblighiamo le pubbliche amministrazioni a migrare verso uno strumento "povero" visto che "è gratis cosa pretendi?" ...
          • sbrotfl scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: radar
            Allora non diciamo che LibreOffice è equivalente
            ad Office e non obblighiamo le pubbliche
            amministrazioni a migrare verso uno strumento
            "povero" visto che "è gratis cosa pretendi?"
            ...Nel momento in cui le PA lo usano, non hanno problemi di compatibilità dal momento che il formato usato diventa quello standard
          • natsty true scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Anonimo per finta
            Mi fai morire... io ti offro la cena gratis a
            casa mia e tu ti inXXXXX e sbraiti perché non
            volevi le lasagne ma i
            tortellini.inXXXXX perche' mi hai invitato proponendomi una cena e poi scopro che se va bene devo cucinarmela io e se va male devo ordinare una pizza
            L'offesa ai sistemisti Linux che sono dei
            "pessimi reverse engineering" te la potevi
            davvero risparmiare. Non lavorano per te. Non
            sono ne tuoi amici ne tuoi fratelli. Tu non li
            hai mai pagati. E non girano con la mercedes nera
            sotto casa tua minacciandoti pesante se tu non
            usi il loro
            software.
            Fanno un servizio alla comunità con ideali più
            grandi di quanto tu possa
            immaginare. scelta loro...nessuno li ha obbligati
          • panda rossa scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: natsty true
            - Scritto da: Anonimo per finta

            Mi fai morire... io ti offro la cena gratis a

            casa mia e tu ti inXXXXX e sbraiti perché non

            volevi le lasagne ma i

            tortellini.

            inXXXXX perche' mi hai invitato proponendomi una
            cena e poi scopro che se va bene devo cucinarmela
            io e se va male devo ordinare una
            pizzaScelta tua. Nessuno ti ha obbligato.
          • natsty true scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: natsty true

            - Scritto da: Anonimo per finta


            Mi fai morire... io ti offro la cena
            gratis
            a


            casa mia e tu ti inXXXXX e sbraiti
            perché
            non


            volevi le lasagne ma i


            tortellini.



            inXXXXX perche' mi hai invitato proponendomi
            una

            cena e poi scopro che se va bene devo
            cucinarmela

            io e se va male devo ordinare una

            pizza

            Scelta tua. Nessuno ti ha obbligato.ci mancherebbe che mi obblighi,e' gia' grave che sia bugiarda
          • panda rossa scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: natsty true
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: natsty true


            - Scritto da: Anonimo per finta



            Mi fai morire... io ti offro la
            cena

            gratis

            a



            casa mia e tu ti inXXXXX e sbraiti

            perché

            non



            volevi le lasagne ma i



            tortellini.





            inXXXXX perche' mi hai invitato
            proponendomi

            una


            cena e poi scopro che se va bene devo

            cucinarmela


            io e se va male devo ordinare una


            pizza



            Scelta tua. Nessuno ti ha obbligato.

            ci mancherebbe che mi obblighi,e' gia' grave che
            sia
            bugiardaNon c'e' nulla di bugiardo.Nessuno ti ha chiesto niente e hai fatto tutto tu.La cosa e' molto semplice.Da una parte c'e' un pacchetto libero che richiede cervello.Dall'altra c'e' un pacchetto chiuso che non richiede cervello.Ognuno sceglie quello che i suoi neuroni gli permettono.
          • Sbagliato scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: panda rossa
            Da una parte c'e' un pacchetto libero che
            richiede
            cervello.
            Dall'altra c'e' un pacchetto chiuso che non
            richiede cervello.Su questo dissento. S emetti un impiegato qualsiasi davanti a word o a write, se non ha mi usato nessuno dei due si trova in difficoltà punto e basta.
          • marco scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Sbagliato
            - Scritto da: panda rossa

            Da una parte c'e' un pacchetto libero che

            richiede

            cervello.

            Dall'altra c'e' un pacchetto chiuso che non

            richiede cervello.
            Su questo dissento. S emetti un impiegato
            qualsiasi davanti a word o a write, se non ha mi
            usato nessuno dei due si trova in difficoltà
            punto e
            basta.Su questo dissento io:Se metti uno che non ha mai usato nessuno dei due se si ritrova davanti write protesterà perché altrove ha visto che usano word e non vede la ragione perché lui debba usare qualcos'altro. Se invece si trova word dirà che nella ricerca di lavoro non c'era questa richiesta o, se c'era, non era evidenziato quale titolo preferenziale.
        • tucumcari scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: natsty true

          Bravo! E secondo te di chi sarebbe la colpa?

          Di chi ha imposto un formato closed come un

          cancro, o di chi ha fatto sforzi per cercare di

          interpretarlo fino ad arrivare ad una gestione

          del 95%

          abbondante?

          il formato si e' imposto per una serie di motivi
          ch noi tutti conosciamo. ora invece di
          piagnucolare di dare la copla agli altri, io
          analizzo il problema in modo oggettivo.
          Libreoffice ha problemi ad aprire i formati piu'
          diffusi nel mondo dell'ufficio. E' un dato di
          fatto. Microsoft e' riuscita a proteggere bene il
          proprio formato, i programmatori linux invece
          hanno mostrato pessime doti di
          reverse-engineering.Cioè... tu (MS) pubblichi un tuo standard (tra l'altro pagando e corrompendo) e dopo tutto il can can non lo rispetti!E la colpa è degli altri?Ma che razzo dici?





          E allora paga!

          Che cosa vuoi dalla community? La pappa gratis?

          se sbandieri una cosa, dovrebbe essere vera.
          Libreoffice funziona solo nell'ecosistema chiuso
          del mondo linux. Non si interfaccia bene con il
          mondo reale a patto di accettare i soliti
          compromessi.Il "mondo reale"????Quale mondo reale?Quello degli standard inventati e non rispettati?
          Se ho una copisteria, devo stampare cosa mi porta
          il cliente, con libreoffice avrei sempre da
          modificare a mano i documenti perche'
          l'impaginazione si
          sballa.Il cliente se vuole una impaginazione "wathyouseeiswathyouget" non li porta ne in libre office ne in docx l'unico che ti garantisce la maggiore "fedeltà" in quel senso è il PDF!rispetto allo "stampato".
          Preferisco investire 600 euro in software che
          fare il mozzo amanuense che perde ore a cercare
          di stampare quello che il cliente si
          immaginaNon stampi affatto quello che il cliente immagina!Vedo che ti sfugge completamente il rapporto (non lineare) che c'è tra quello che vedi come rappresentazione di visualizzazione e stampa (che dipende dal legame formato/stampante)...C'è una relazione tra le due cose!Vuoi fare una prova?Cambia il driver della stampante (con uno leggermente diverso) e con MS vedrai che lo stesso documento (se usi i margini al limite) cambia impaginazione!Perchè in realtà se lasci il tutto in formato MS non solo la copisteria deve avere MS Office ma pure la stessa stampante se vuole garantire al 100% la "stessa cosa"...L'unico modo per svincolare stampante e visualizzazione è passare a un altro formato (ad esempio postscript o pdf).



          Contribuisci anche tu invece di lamentarti.

          E' sufficiente dire al tuo corrispondente che ti

          invia formati closed che ti rifiuti di leggerli

          se lui non si adegua allo

          standard.

          praticamente come fa libreoffice, si rifiuta di
          leggere quello che non viene considerato puro o
          standard...bell'argomento da
          trollHai dimenticato il soggetto "quello che non viene considerato da MS puro o standard" il formato ooxml è roba sua!
          • radar scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Quello che non si vuole capire è che sarà pure brutto, ma nel mondo REALE, cioè le aziende (Italiane ed Estere) il 99% dei docuemnti è fatto con Office e il 99% di chi li crea non sa una mazza di informatica. Semplicemente salva il documento e te lo invia.Se si propone uno strumento open, e si vuole "tentare" di imporlo perchè migliore, deve almeno in partenza garantire la massima compatibilità com il 99% dei documenti esistenti...altrimenti non prenderà mai piede.E' semplice strategia, altrimenti lo useranno sempre e solo i cantinari anche se fosse il miglior software del mondo...
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: radar
            E' semplice strategia, altrimenti lo useranno
            sempre e solo i cantinari anche se fosse il
            miglior software del
            mondo...Haitè non è più così nel mondo "reale" ci sono ormai diverse banche e pubbliche amministrazioni (oltre che privati) che sono passati a open office o libre office!Quello che tu chiami "mondo reale" in realtà è semplicemente la tua fantasia!Nel mondo reale le quote di mercato che OOo e Libre O hanno guadagnato sono (per tua sfortuna) notevolissime!E se MS continua sulla strada assurda dei formati proprietari aumenteranno pure!Forse ti sei scordato che i clienti i DATI (a prescindere dal formato) li considerano giustamente di LORO proprietà e vogliono leggerli come gli pare e quando gli pare!
          • dapinna scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: radar


            E' semplice strategia, altrimenti lo useranno

            sempre e solo i cantinari anche se fosse il

            miglior software del

            mondo...
            Haitè non è più così nel mondo "reale" ci sono
            ormai diverse banche e pubbliche amministrazioni
            (oltre che privati) che sono passati a open
            office o libre
            office!
            Quello che tu chiami "mondo reale" in realtà è
            semplicemente la tua
            fantasia!
            Nel mondo reale le quote di mercato che OOo e
            Libre O hanno guadagnato sono (per tua sfortuna)
            notevolissime!
            E se MS continua sulla strada assurda dei formati
            proprietari aumenteranno
            pure!
            Forse ti sei scordato che i clienti i DATI (a
            prescindere dal formato) li considerano
            giustamente di LORO proprietà e vogliono leggerli
            come gli pare e quando gli
            pare!Concordo in pieno...Facendo Assistenza Informatica molto spesso ho suggerito ai clienti di installare, anche solo come prova, OpenOffice.org (prima) e LibreOffice (ora). Molti clienti sono rimasti soddisfatti per vari motivi:- costo della licenza pari a zero (e magari prima avevano un office pirata o anche una licenza OEM che era valida sul vecchio PC)- grafica "anni 90" (come qualcuno ha detto)... ma al 99% dei Miei clienti la grafica "anni 2000" di office proprio NON va giù.- semplicità d'uso- stampa pdf integrataCerto qualcuno a volte si lamenta del NON riconoscimento al 100% della formattazione di alcuni documenti... In genere la spiegazione viene acettata, a volte no e tornano indietro... ma cmq tengono OOo/Libo installato nel PC... alla fine tornerà utile quando Word andrà in crash su alcuni documenti, mentre OOo/Libo li aprirà e salverà senza problemi... :-)
          • aury88 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            che strano, fino a pochi anni fa utilizzavo un office che non mi permetteva di visualizzare correttamente documenti creati da una versione office precedente...questa cosa si è ripetuta diverse volte a certi aggiornamenti ad una versione più "moderna" di office... dopo l'ennesima XXXXXXXtura e documenti illeggibili, ho deciso di fare il grande salto ad open office (allora c'era solo quello, poi sono passato a Libreoffice).il risultato? ho un programma che mi legge bene i vecchi documenti (non perfettamente è vero, ma molto meglio delle nuove versioni di office) e che non ha mai avuto difficoltà o problemi di sorta rispetto a documenti creati precedentemente da una sua vecchia versione...quindi alla fine dei conti hai ragione, LibreOffice non mi da le stesse cose di offece...me ne da di più.ps: se vuoi che un documento venga visualizzato sempre come lo hai realizzato te usi .ps o i .pdf non certyo quella schifezz si di formato proprietario che ogni2 versioni di office viene modificato
          • dapinna scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            .ps o .pdf per la stampa finale se lo porti all'esterno o se lo devi inviare a terzi (che non lo devono modificare).Altrimento con OOo/Libo conviene usare il formato che conosce meglio cioè l'ODF.Specie se si deve scrivere una relazione importante, una tesi o un libro, usando OOo/Libo l'utilizzo di ODF al posto del .doc/.docx è fortemente raccomandato :-)
          • natsty true scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO


            Se ho una copisteria, devo stampare cosa mi
            porta

            il cliente, con libreoffice avrei sempre da

            modificare a mano i documenti perche'

            l'impaginazione si

            sballa.

            Il cliente se vuole una impaginazione
            "wathyouseeiswathyouget" non li porta ne in libre
            office ne in docx l'unico che ti garantisce la
            maggiore "fedeltà" in quel senso è il
            PDF!
            rispetto allo "stampato".il cliente arriva con il file word o con il file dwg autocad. Nella tua immaginazione di linaro con la camicia a quadri fuori dai pantaloni, speri sempre l'avvocato arrivi in copisteria con un bel file laTex da stampare...ma la verita' e' diversa
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: natsty true


            Se ho una copisteria, devo stampare cosa mi

            porta


            il cliente, con libreoffice avrei sempre da


            modificare a mano i documenti perche'


            l'impaginazione si


            sballa.



            Il cliente se vuole una impaginazione

            "wathyouseeiswathyouget" non li porta ne in
            libre

            office ne in docx l'unico che ti garantisce la

            maggiore "fedeltà" in quel senso è il

            PDF!

            rispetto allo "stampato".

            il cliente arriva con il file word o con il file
            dwg autocad. Nella tua immaginazione di linaro
            con la camicia a quadri fuori dai pantaloni,
            speri sempre l'avvocato arrivi in copisteria con
            un bel file laTex da stampare...ma la verita' e'
            diversa1) La camicia a quadri fuori dai pantaloni nella mia azienda non la può usare nessuno!2) Le chiacchere stanno a zero In copisteria (infatti) la maggior parte della gente lavora su PDF e Postscript.3) In genere comunque se la conversione in formato sytampa non la fa il cliente la fanno comunque loro anche perchè (a scanso di equivoci) si fanno sempre firmare la "prova stampata" (ci sarà un motivo?) non certo il tuo file del piffero!4) Da quello che dici mi pare che hai poca dimestichezza col lavoro reale!Non sarà che sei tu quello con la camicia a quadri fuori dai pantaloni?Papà ti ha dato la paghetta questa settimana?
          • Endymion scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO

            2) Le chiacchere stanno a zero In copisteria
            (infatti) la maggior parte della gente lavora su
            PDF e
            Postscript.Volevo solo dire che la gente che ci lavora dentro forse si, ma la gente che ti porta il file da casa 9 volte su 10 no. Parlo di persone che vogliono stampare la ricerca, la tesi di laurea, il libretto del matrimonio e via dicendo. Una volta comunque erano 10 su 10, adesso qualcuno te lo porta pure in odf. Tra studenti, soprattutto di facoltà scientifiche, aumentano i formati aperti o i PDF.Questa almeno è la mia esperienza su almeno 3 copisterie diverse in posizioni e città diverse.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Endymion

            2) Le chiacchere stanno a zero In copisteria

            (infatti) la maggior parte della gente
            lavora
            su

            PDF e

            Postscript.


            Volevo solo dire che la gente che ci lavora
            dentro forse si, ma la gente che ti porta il file
            da casa 9 volte su 10 no. Parlo di persone che
            vogliono stampare la ricerca, la tesi di laurea,
            il libretto del matrimonio e via dicendo.E io volevo dire (e lo ripeto) che quel file (se è in formato word)Non verrà in 99.9999999% casi "stampato" come lo vede chi lo ha portato (quindi all'effetto pratico stessa cosa della non "perfetta conversione" alla libre office) e quindi si tratta di ARGOMENTO DEL TUTTO PELLEGRINO!Anche perchè (e voglio proprio vedere chi sostiene il contrario) molto spesso ci sono problemi superiori nel passaggio di formato tra una versione x e una versione y di word di quelli che hai con libre office!Quindi non raccontiamoci bugie pietose!
            Una
            volta comunque erano 10 su 10, adesso qualcuno te
            lo porta pure in odf. Tra studenti, soprattutto
            di facoltà scientifiche, aumentano i formati
            aperti o i
            PDF.Già non sarà perchè la gente a prescindere dal formato considera quei dati di propria PROPRIETÀ e vuole editarli stamparli o convertirli come e quando gli pare? ;)
          • Endymion scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO

            E io volevo dire (e lo ripeto) che quel file (se
            è in formato
            word)
            Non verrà in 99.9999999% casi "stampato" come lo
            vede chi lo ha portato (quindi all'effetto
            pratico stessa cosa della non "perfetta
            conversione" alla libre office) e quindi si
            tratta di ARGOMENTO DEL TUTTO
            PELLEGRINO!Si certo, ma non è che lo riscrivono da zero, al massimo lo aggiustano un pò, quindi un Office gli serve in pratica.
            Anche perchè (e voglio proprio vedere chi
            sostiene il contrario) molto spesso ci sono
            problemi superiori nel passaggio di formato tra
            una versione x e una versione y di word di quelli
            che hai con libre
            office!Bhè, il contrario lo sostengo io visto che ho lavorato per decine di aziende in tutta Italia con versioni di Office completamente differenti, il caso più estremo è dalla office 97 alla 2010, di norma ho dalla 2010 alla 2007/2010. Certo, non faccio da solo statistica, ma forse meno di me ne fanno quelli che dicono il contrario.
            Già non sarà perchè la gente a prescindere dal
            formato considera quei dati di propria
            PROPRIETÀ e vuole editarli stamparli o
            convertirli come e quando gli
            pare?
            ;)Non penso che facciano questo ragionamento, solitamente OO o LO si usano perchè gratuiti e più che sufficienti, altri formati perchè danno maggiore affidabilità nel layout finale (e infatti lo usano di più i tecnici). Il ragionamento che fai tu, per quanto mi veda d'accordo, è un po' una XXXXX mentale.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Endymion

            E io volevo dire (e lo ripeto) che quel file
            (se

            è in formato

            word)

            Non verrà in 99.9999999% casi "stampato"
            come
            lo

            vede chi lo ha portato (quindi all'effetto

            pratico stessa cosa della non "perfetta

            conversione" alla libre office) e quindi si

            tratta di ARGOMENTO DEL TUTTO

            PELLEGRINO!

            Si certo, ma non è che lo riscrivono da zero, al
            massimo lo aggiustano un pò, quindi un Office gli
            serve in
            pratica.Non gli serve affatto gli basta open office o gli basta libre office!


            Anche perchè (e voglio proprio vedere chi

            sostiene il contrario) molto spesso ci sono

            problemi superiori nel passaggio di formato
            tra

            una versione x e una versione y di word di
            quelli

            che hai con libre

            office!

            Bhè, il contrario lo sostengo io visto che ho
            lavorato per decine di aziende in tutta Italia
            con versioni di Office completamente differenti,
            il caso più estremo è dalla office 97 alla 2010,
            di norma ho dalla 2010 alla 2007/2010. Certo, non
            faccio da solo statistica, ma forse meno di me ne
            fanno quelli che dicono il
            contrario.Se vuoi te ne mando un paio di cui uno scritto con 97 che manda in crash (non bada bene viene visualizzato diverso) tutte (e dico tutte) le versioni precedenti l'ultima (si va in crash anche 2007!)...Se non hai mai visto queste differenze vuole dire non solo che non fai statistica ma che proprio hai visto solo le letterine di babbo natale!Googla e vedrai che ne trovi a iosa anche in rete di esempi!



            Già non sarà perchè la gente a prescindere
            dal

            formato considera quei dati di propria

            PROPRIETÀ e vuole editarli stamparli o

            convertirli come e quando gli

            pare?

            ;)

            Non penso che facciano questo ragionamento,
            solitamente OO o LO si usano perchè gratuiti e
            più che sufficienti, altri formati perchè danno
            maggiore affidabilità nel layout finale (e
            infatti lo usano di più i tecnici). Il
            ragionamento che fai tu, per quanto mi veda
            d'accordo, è un po' una XXXXX
            mentale.XXXXX mentale?Stai scherzando?Prova un po a pensare di essere un notaio e dovere tirare fuori un atto di 15 anni fa e scoprire :1) che quel formato non è più supportato2) che chi ha fatto il word proXXXXXr ha fatto la fine di SCO!La domanda è chi ti ridà l'atto se il formato non è open?Se è open anche ammesso che non esistano più applicazioni potrai sempre leggerlo (basta seguire le specifiche) in caso contrario.... bhe che lo dico a fare?Pippe tu mi dici?Le pippe sono quelle che si fa chi pensa che in un mondo dove il digitale soppianterà la carta ci sia ancora spazio per i formati proprietari!Quelli vanno bene appunto per chi scrive le letterine a babbo natale!Se invece sei una PA peggio che andare di notte molti atti amministrativi devono essere pubblici per legge!SVEGLIA!Il tempo passa siamo nel 2012!!!
          • Endymion scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO


            Non gli serve affatto gli basta open office o gli
            basta libre
            office!
            Menti sapendo di mentire.

            Se vuoi te ne mando un paio di cui uno scritto
            con 97 che manda in crash (non bada bene viene
            visualizzato diverso) tutte (e dico tutte) le
            versioni precedenti l'ultima (si va in crash
            anche
            2007!)...Casi rari

            Se non hai mai visto queste differenze vuole dire
            non solo che non fai statistica ma che proprio
            hai visto solo le letterine di babbo
            natale!
            No, sei tu che ti inventi balle pur di aver ragione. Tra l'altro mi fa ridere che secondo te per aprire i file di office basta oo o lo, per aprire quelli di office 97 invece non è sufficiente il 2003/2007/2010. Mentre il resto del mondo dice che uno dei problemi è proprio... il CONTRARIO! Insisto a dire che è più facile che faccia statistica io che tu.

            Googla e vedrai che ne trovi a iosa anche in rete
            di
            esempi!
            Certo che se google ne trovo, perchè solitamente nei forum si metono i problemi che si hanno, non si scrive "mi funziona tutto", possiamo fare lo stesso ragionamento bacato per qualsiasi altra cosa per dimostrare che un prodotto non è valido.
            XXXXX mentale?
            Stai scherzando?
            Prova un po a pensare di essere un notaio e
            dovere tirare fuori un atto di 15 anni fa e
            scoprire
            :
            1) che quel formato non è più supportato
            2) che chi ha fatto il word proXXXXXr ha fatto la
            fine di
            SCO!
            La domanda è chi ti ridà l'atto se il formato non
            è
            open?
            Se è open anche ammesso che non esistano più
            applicazioni potrai sempre leggerlo (basta
            seguire le specifiche) in caso contrario.... bhe
            che lo dico a
            fare?
            Pippe tu mi dici?
            Le pippe sono quelle che si fa chi pensa che in
            un mondo dove il digitale soppianterà la carta ci
            sia ancora spazio per i formati
            proprietari!
            Quelli vanno bene appunto per chi scrive le
            letterine a babbo
            natale!Non ho detto che non hai ragione, ho detto che la gente non ci pensa.

            Se invece sei una PA peggio che andare di notte
            molti atti amministrativi devono essere pubblici
            per
            legge!
            SVEGLIA!
            Il tempo passa siamo nel 2012!!!Le PA per le quali presto consulenza usano formato pdf/a come documento finale di conservazione, forse sei tu che non sei informato.
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Endymion



            Non gli serve affatto gli basta open office
            o
            gli

            basta libre

            office!



            Menti sapendo di mentire.Affermazione gratuita e indimostrata!






            Se vuoi te ne mando un paio di cui uno
            scritto

            con 97 che manda in crash (non bada bene
            viene

            visualizzato diverso) tutte (e dico tutte)
            le

            versioni precedenti l'ultima (si va in crash

            anche

            2007!)...

            Casi rariNiente affatto rari!A meno che (ripeto) tu non parli di letterine a babbo natale ma per quelle ripeto va benissimo pure la conversione Libre o




            Se non hai mai visto queste differenze vuole
            dire

            non solo che non fai statistica ma che
            proprio

            hai visto solo le letterine di babbo

            natale!




            No, sei tu che ti inventi balle pur di aver
            ragione. Tra l'altro mi fa ridere che secondo te
            per aprire i file di office basta oo o lo, per
            aprire quelli di office 97 invece non è
            sufficiente il 2003/2007/2010. Mentre il resto
            del mondo dice che uno dei problemi è proprio...
            il CONTRARIO! Insisto a dire che è più facile che
            faccia statistica io che
            tu.No la statistica la fanno gli utenti!Googla!




            Googla e vedrai che ne trovi a iosa anche in
            rete

            di

            esempi!



            Certo che se google ne trovo, perchè solitamente
            nei forum si metono i problemi che si hanno, non
            si scrive "mi funziona tutto", possiamo fare lo
            stesso ragionamento bacato per qualsiasi altra
            cosa per dimostrare che un prodotto non è
            valido.Non cambiare discorso!Il punto è se converte correttamente da un formato a un altro o no!e la risposta è NO!E non perchè lo dico io!



            XXXXX mentale?

            Stai scherzando?

            Prova un po a pensare di essere un notaio e

            dovere tirare fuori un atto di 15 anni fa e

            scoprire

            :

            1) che quel formato non è più supportato

            2) che chi ha fatto il word proXXXXXr ha
            fatto
            la

            fine di

            SCO!

            La domanda è chi ti ridà l'atto se il
            formato
            non

            è

            open?

            Se è open anche ammesso che non esistano più

            applicazioni potrai sempre leggerlo (basta

            seguire le specifiche) in caso contrario....
            bhe

            che lo dico a

            fare?

            Pippe tu mi dici?

            Le pippe sono quelle che si fa chi pensa che
            in

            un mondo dove il digitale soppianterà la
            carta
            ci

            sia ancora spazio per i formati

            proprietari!

            Quelli vanno bene appunto per chi scrive le

            letterine a babbo

            natale!

            Non ho detto che non hai ragione, ho detto che la
            gente non ci pensa.Ci pensa eccome! ripeto hi lavora non scrive letterine a babbo natale!





            Se invece sei una PA peggio che andare di
            notte

            molti atti amministrativi devono essere
            pubblici

            per

            legge!

            SVEGLIA!

            Il tempo passa siamo nel 2012!!!

            Le PA per le quali presto consulenza usano
            formato pdf/a come documento finale di
            conservazione, forse sei tu che non sei
            informato.Le PA usano "anche" (non solo) pdf/a forse dovresti ripassarti (o meglio leggere) il codice dell'amministrazione digitale e le norme tecniche europee ETSI possono usare (tranquillamente) lo standard (non PDF/A) ma PADES o XADES o CADES purchè in formato L ... e comunque non usano certo office per quegli scopi sarà un caso?
          • panda rossa scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: Endymion

            2) Le chiacchere stanno a zero In copisteria

            (infatti) la maggior parte della gente
            lavora
            su

            PDF e

            Postscript.


            Volevo solo dire che la gente che ci lavora
            dentro forse si, ma la gente che ti porta il file
            da casa 9 volte su 10 no. Parlo di persone che
            vogliono stampare la ricerca, la tesi di laurea,
            il libretto del matrimonio e via dicendo. Una
            volta comunque erano 10 su 10, adesso qualcuno te
            lo porta pure in odf. Tra studenti, soprattutto
            di facoltà scientifiche, aumentano i formati
            aperti o i
            PDF.Tu metti un bel cartello con un ritocco alle tariffe, aggiungendo uno zero o due a quelli che ti portano il file in formato XXXXXsoft.Vedrai come si moltiplicheranno gli odt o i pdf.E se qualcuno e' proprio utonto e non capisce, riceverai la giusta remunerazione per infilare le mani nello sterco.E se ti dicono qualcosa gli rispondi "Abbello! Io l'office me lo devo comperare se devo stampare i tuoi files, mica come te che te lo scarichi dal mulo! Quindi paga o fai lo sforzo di darmi qualcosa che riesco a leggere."
          • astor scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO

            E se ti dicono qualcosa gli rispondi "Abbello! Io
            l'office me lo devo comperare se devo stampare i
            tuoi files, mica come te che te lo scarichi dal
            mulo! Quindi paga o fai lo sforzo di darmi
            qualcosa che riesco a
            leggere."e fortunatamente la legge della concorrenza insegna, che i clienti si rivolgeranno altrove, dove troveranno maggiore educazione, voglia di lavorare e meno ideologia d'accatto: insomma maggiore professionalita'
          • panda rossa scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: astor

            E se ti dicono qualcosa gli rispondi
            "Abbello!
            Io

            l'office me lo devo comperare se devo
            stampare
            i

            tuoi files, mica come te che te lo scarichi
            dal

            mulo! Quindi paga o fai lo sforzo di darmi

            qualcosa che riesco a

            leggere."


            e fortunatamente la legge della concorrenza
            insegna, che i clienti si rivolgeranno altrove,
            dove troveranno maggiore educazione, voglia di
            lavorare e meno ideologia d'accatto: insomma
            maggiore
            professionalita'Professionalita' non significa inginocchiarsi a leccare le natiche.Professionalita' significa spiegare al cliente ignorante in materia (se ne sapesse non ci sarebbero questioni simili) che i problemi stanno tutti nel prodotto che ha utilizzato per scrivere quel testo, schifato dal 100% degli informatici per la sua decennale incompatibilita' col resto del mondo.Poi sta al cliente decidere se apprezzare il consiglio tecnico o preferire un altro negozio dove invece gli propinano la solita balla commerciale per farlo contento (e incassare i suoi soldi).
          • Kolon scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: panda rossa
            Professionalita' non significa inginocchiarsi a
            leccare le
            natiche.
            Professionalita' significa spiegare al cliente
            ignorante in materia (se ne sapesse non ci
            sarebbero questioni simili) che i problemi stanno
            tutti nel prodotto che ha utilizzato per scrivere
            quel testo, schifato dal 100% degli informatici
            per la sua decennale incompatibilita' col resto
            del
            mondo.
            Poi sta al cliente decidere se apprezzare il
            consiglio tecnico o preferire un altro negozio
            dove invece gli propinano la solita balla
            commerciale per farlo contento (e incassare i
            suoi
            soldi).Come commerciante, fai schifo.Come troll, sei noioso.Come idealista, sei dannoso.Inoltre hai i difetti peggiori che si possano trovare su un forum: supponenza, maleducazione, arroganza, ignoranza, superbia.Almeno io, sono solo maleducato.
          • Jacopo scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            in copisteria vai con quello che vuoi poi loro se lo convertono nel miglior formato per la stampa.nella maggior parte dei casii documenti li ho visti portare in PDF! mentre per quanto riguarda lettere biglietti ecc ecc mi richiedono i vettoriali per fare prima!
        • Sgabbio scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          07/10
      • becker scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: natsty true

        eyecandy...sempre piu' facile zuccherare

        l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice
        che

        lavorare sul serio sul codice che sta

        dietro...



        siamo al 2012 e non si riesce ancora ad
        aprire
        un

        file word senza che ci sia sempre un 5% di
        cose

        fuori posto

        Bravo! E secondo te di chi sarebbe la colpa?
        Di chi ha imposto un formato closed come un
        cancro, o di chi ha fatto sforzi per cercare di
        interpretarlo fino ad arrivare ad una gestione
        del 95%
        abbondante?


        e se poi mi devo pagare io un

        programmatore per correggere quello che la

        comunity per motivi di razzismo ideologico
        non

        vuole fare...

        E allora paga!
        Che cosa vuoi dalla community? La pappa gratis?
        Contribuisci anche tu invece di lamentarti.
        E' sufficiente dire al tuo corrispondente che ti
        invia formati closed che ti rifiuti di leggerli
        se lui non si adegua allo
        standard.


        allora il tanto vituperato guadango

        con l'opensource va a farsi benedire e si che

        convengono le licenze a volume che ti fa la

        microsoft

        Ok, sei un troll.
        (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)Quoto. Il formato di Word(doc) è closed biosogna ringranziare chi ha trovato almeno un modo per riuscire ad aprirlo e modificarlo con altri software. Invece di dare colpe per un formato closed a chi non è responsabile perchè non cercare di incrementare l'uso del formato open document. Nel mio computer ho molti docuemnti in .odt al limite quando devo inviare a qualcuno che non lo "sa aprire" o faccio un pdf o lo salvo in .doc per iviarlo.
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: becker
          Quoto. Il formato di Word(doc) è closed biosogna
          ringranziare chi ha trovato almeno un modo per
          riuscire ad aprirlo e modificarlo con altri
          software. Invece di dare colpe per un formato
          closed a chi non è responsabile perchè non
          cercare di incrementare l'uso del formato open
          document. Nel mio computer ho molti docuemnti in
          .odt al limite quando devo inviare a qualcuno che
          non lo "sa aprire" o faccio un pdf o lo salvo in
          .doc per
          iviarlo.http://www.microsoft.com/openspecifications/en/us/programs/osp/office-file-formats/default.aspxCome al solito si parla senza sapere di cosa si parla.
          • pippo75 scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO


            http://www.microsoft.com/openspecifications/en/us/

            Come al solito si parla senza sapere di cosa si
            parla.mi hai anticipato, non volevo copiare il tuo commento, l'ho visto solo ora. Comunque normale amministrazione che quando si parli del produttore alternativo ( Ms, Apple, Altri,.... ) molti tendono a dimenticare.....
          • collione scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            ehm, 1997-2007? e le successive modifiche?comunque c'è stata un'accesa discussione sui formati "open" di microsoft, sulla documentazione incompleta, sbagliata e prolissa, ecc...non voglio riaccendere le solite guerre, però la situazione è lontanuccia dall'essere rosea come vorresti dipingerlagiusto per capire che non è che gli sviluppatori libreoffice sono dei fannulloni
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: collione
            ehm, 1997-2007? e le successive modifiche?Sono i formati di Office precedenti al 2007. Ad esempio il formato DOC è fermo al 2007. Poi è arrivato DOCX (anche lui documentato).
            giusto per capire che non è che gli sviluppatori
            libreoffice sono dei
            fannulloniEsistono componenti e software commerciali in grado di manipolare tutto. Probabilmente il modello OpenDocument mal si adatta a tradurre da Office. Una scelta discutibile ma, considerate le aziende (concorrenti di Microsoft) che hanno prodotto lo standard, abbastanza prevedibile.
    • FDG scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      - Scritto da: natsty true
      siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un
      file word senza che ci sia sempre un 5% di cose...E cioè?Chiedo perché la cosa non è mai stata per me un problema. Non ho MS Office e le volte che mi arrivano i documenti office non ho mai grossi problemi. E i suoi documenti LibreOffice li gestisce bene.p.s.: sarebbe interessante vedere come MS Office gestisce i documenti ODF.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 agosto 2012 10.57-----------------------------------------------------------
      • tucumcari scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        - Scritto da: FDG
        p.s.: sarebbe interessante vedere come MS Office
        <b
        non </b
        gestisce i documenti
        ODF.Fixed
    • gerry scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      - Scritto da: natsty true
      siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un
      file word senza che ci sia sempre un 5% di cose
      fuori posto Siamo nel 2012 e ancora Internet Explorer interpreta l'HTML come XXXXX gli pare...
      • aury88 scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        ahahahah!
      • sbrotfl scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        - Scritto da: gerry
        - Scritto da: natsty true


        siamo al 2012 e non si riesce ancora ad
        aprire
        un

        file word senza che ci sia sempre un 5% di
        cose

        fuori posto

        Siamo nel 2012 e ancora Internet Explorer
        interpreta l'HTML come XXXXX gli
        pare...WIN
    • iRoby scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      Il peggiore astroturfing che abbia mai letto!Sei venuto a difendere Microsoft con argomenti molto scadenti, in modo pressapochista e tecnicamente poco efficace.Alla fine hai fatto più pubblicità negativa a Microsoft, che sei solo riuscito a convincermi di provare questo Libreoffice...
      • Jacopo scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        su linux a casa utilizzo libreoffice (era già installato quindi lo uso semplicemente) mentre su winzoz ho openoffice e non ho mai avuto tutti questi grandi problemi ad aprire ed editare documenti di office!!
    • Andreabont scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      Il .doc è uno standard di fatto, ma non uno standard reale. M$ questo lo sa, motivo per cui sta spingendo sui .docxE' ora che gli utenti si accorgano che usare i .doc è uno svantaggio e il fatto che siano così diffusi è stato un bene per la M$ ed un male per loro.I prodotti FOSS fanno fatica a leggerli appunto perché le specifiche del .doc sono di fatto un segreto gelosamente custodito da M$ e tutti i modi che abbiamo per leggerlo derivano dal Reverse Engineering.
      • pippo75 scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO

        I prodotti FOSS fanno fatica a leggerli appunto
        perché le specifiche del .doc sono di fatto un
        segreto gelosamente custodito da M$ e tutti i
        modi che abbiamo per leggerlo derivano dal
        Reverse Engineering.io non capisco una mazza di inglese ma mi sembra di capire che qualcosa c'entri, mi raccomando che quello che ti dico che rimanga tra noi due.quando apri la pagina, fai piano per non farti scoprire.http://msdn.microsoft.com/en-us/library/cc313118.aspx;)Prima di uscire poi metti tutto come prima.....
    • bertuccia scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      - Scritto da: natsty true

      eyecandy...sempre piu' facile zuccherare
      l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice che
      lavorare sul serio sul codice che sta
      dietro...

      siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un
      file word senza che ci sia sempre un 5% di cose
      fuori posto e se poi mi devo pagare io un
      programmatore per correggere quello che la
      comunity per motivi di razzismo ideologico non
      vuole fare...allora il tanto vituperato guadango
      con l'opensource va a farsi benedire e si che
      convengono le licenze a volume che ti fa la
      microsoft9/10 bravo
      • sbrotfl scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: natsty true



        eyecandy...sempre piu' facile zuccherare

        l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice
        che

        lavorare sul serio sul codice che sta

        dietro...



        siamo al 2012 e non si riesce ancora ad
        aprire
        un

        file word senza che ci sia sempre un 5% di
        cose

        fuori posto e se poi mi devo pagare io un

        programmatore per correggere quello che la

        comunity per motivi di razzismo ideologico
        non

        vuole fare...allora il tanto vituperato
        guadango

        con l'opensource va a farsi benedire e si che

        convengono le licenze a volume che ti fa la

        microsoft

        9/10 bravoTu taci che con iWork è ancora peggio :D
        • tucumcari scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: sbrotfl

          Tu taci che con iWork è ancora peggio :DSi ma quello ha gli "iEYECandies" alla mela! vuoi mettere? (rotfl)(rotfl)
        • bertuccia scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
          - Scritto da: sbrotfl

          Tu taci che con iWork è ancora peggio :Diwork ha un supporto peggiore ai formati office rispetto a [open | libre]office?chiedo perchè sono programmi che uso di rado..
          • tucumcari scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: sbrotfl



            Tu taci che con iWork è ancora peggio :D

            iwork ha un supporto peggiore ai formati office
            rispetto a [open |
            libre]office?

            chiedo perchè sono programmi che uso di rado..Non è quella la questione la questione è (ripeto) un formato STANDARD significa potere leggere i TUOI dati anche tra 100 anni e per chi lavora questo (dato che andiamo verso il digitale e il paperless) diventa sempre più importante cara bertuccia sbertucciata!Certo per scrivere letterine a santa-apple-klaus va bene pure un iFormato ma sai c'è il rischio che qualcuno debba fare cose più importanti!
          • Jacopo scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            Tuc non essere così sgarbato! Bertuccia ha comunque posto una domanda chiedendo in cosa il servizio di un programma fosse peggio degli altri perchè non lo conosce, non c'è mica bisogno di aggredirlo così! Poi non lamentiamoci che siamo sempre a flammare in ogni post dai :)Quando possibile cerchiamo di risponderci con gentilezza, come fossimo davanti ad una birra!! ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: tucumcari
            Non è quella la questione la questione è (ripeto)
            un formato STANDARD significa potere leggere i
            TUOI dati anche tra 100 anni e per chi lavora
            questo (dato che andiamo verso il digitale e il
            paperless) diventa sempre più importante cara
            bertuccia
            sbertucciata!E aggiungerei che bisogna garantire di avere ancora in mano quel file tra 100 anni, e non e' certo mettendolo nelle nuvole che si ha questa garanzia.
            Certo per scrivere letterine a santa-apple-klaus
            va bene pure un iFormato ma sai c'è il rischio
            che qualcuno debba fare cose più
            importanti!Per uno che usa l'iCoso per scrivere l'iLetterina ti pare che sia concepibile qualcosa di piu' importante?
    • pippo75 scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO


      siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un
      file word senza che ci sia sempre un 5% di cose
      fuori posto e se poi mi devo pagare io un
      programmatore per correggere quello che la
      comunity per motivi di razzismo ideologico non
      vuole fare...Tuttosommato la grafica è migliorata.Per quanto riguarda la compatibilità tra i vari formati e versioni di programmi.Una sola parola: rinuncia.Il formato aperto e standard non esiste, MsOffice, AbiWord, OpenOffice, LibreOffice, ogni programma apre i formati in modo abbastanza simile.Ho provato aprire un file creato da OpenOffice ( ancora SXW ), ma la compatiblità non è garantita.
      • Sgabbio scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        - Scritto da: pippo75



        siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire
        un

        file word senza che ci sia sempre un 5% di cose

        fuori posto e se poi mi devo pagare io un

        programmatore per correggere quello che la

        comunity per motivi di razzismo ideologico non

        vuole fare...

        Tuttosommato la grafica è migliorata.

        Per quanto riguarda la compatibilità tra i vari
        formati e versioni di
        programmi.
        Una sola parola: rinuncia.

        Il formato aperto e standard non esiste,
        MsOffice, AbiWord, OpenOffice, LibreOffice, ogni
        programma apre i formati in modo abbastanza
        simile.

        Ho provato aprire un file creato da OpenOffice (
        ancora SXW ), ma la compatiblità non è
        garantita.ODF ? Scusa il formato aperto e stantard c'è!
        • pippo75 scrive:
          Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO


          ODF ? Scusa il formato aperto e stantard c'è!anche OpenXML è open e standard ISO, il problema non è questo.In teoria i formati esistono in pratica no.Per capirci, il JPG è standard.A te piace open usi Gimp e apri la foto.Il mio vicino di casa non conosce Gimp e vuole solo programmi commerciale, la stessa foto la apre con Photshop.Io la Apro con Serif Photo.Chi usa Apple la apre con iPhoto.Tutti vedono la stessa foto, senza sapere chi l'ha creata. I programmi di scrittura invece openoffice apre i suoi, word apre i suoi, abiword apre i suoi. Corel apre i suoi,...... Se cerchi di aprire un file creato con un altro programma niente viene garantito.Lo standard esiste, ma poi perdi la formattazione, non tutte le tabella sono visibili, i grafici vanno a passeggio.Se devo dare in giro un file uso il PDF che al 99% non ho visto dare problemi.Ma ODT 1.2 è già passato a standard ISO?
          • ghghghghgh scrive:
            Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
            - Scritto da: pippo75
            Ma ODT 1.2 è già passato a standard ISO?Non è ancora standard ISO, anche se è stato posto sotto certificazione.Tuttavia, è uno standard industriale OASIS. Quindi l'ipotetico discorso su cui vuoi andare a parare (anche OOo e LO non usano formati standard) non esiste.
    • Don Pippondio scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      - Scritto da: natsty true
      eyecandy...sempre piu' facile zuccherare
      l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice che
      lavorare sul serio sul codice che sta
      dietro...Ti sei documentato prima di parlare a vanvera?http://people.gnome.org/~michael/blog/2012-08-08-libreoffice-3-6-0.html
      • iRoby scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        "ConclusionsWell, there is much more to say - so many people have done such a lot of work to make 3.6 better; the QA team has been doing a fantastic job triaging incoming bugs and raising their priority / flagging them as Most Annoying - we couldn't work effectively without you guys. The design team have done some really excellent work in 3.6 as well, overall it's an exciting time for LibreOffice. I hope I've given you a snapshot of some of the things you can't easily see in the 3.6 release - of course, there are also a ton of things you really can see that are visible on our 3.6 new features page - I commend that to you; thanks to Marc Paré for pulling that together."
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      - Scritto da: natsty true
      eyecandy...sempre piu' facile zuccherare
      l'interfaccia grafica anni 90 d libreoffice che
      lavorare sul serio sul codice che sta
      dietro...

      siamo al 2012 e non si riesce ancora ad aprire un
      file word senza che ci sia sempre un 5% di cose
      fuori posto e se poi mi devo pagare io un
      programmatore per correggere quello che la
      comunity per motivi di razzismo ideologico non
      vuole fare...allora il tanto vituperato guadango
      con l'opensource va a farsi benedire e si che
      convengono le licenze a volume che ti fa la
      microsoftVerissimo, tuttavia ho notato una cosa, sempre di più la gente utilizza per scambiare i dati formati come il PDF, non solo per garantirsi la compatibilità in lettura ma anche per essere sicura che il file non venga modificato, la tua attività di copisteria è un settore molto particolare, tuttavia sempre per mia esperienza ormai sono nettamente diminuiti gli studenti che ricorrono a tali servizi invece di non fare tutto da se e chiedere la semplice rilegatura... Io lo feci nel 1994 ero sicuramente un precursore, ma il vantaggio di poter gestire in casa tutta la lavorazione, senza limiti alle modifiche del testo (e chi ha usato le copisterie all'epoca sa benissimo di cosa parlo) mi ha portato a risparmiare almeno £ 600.000 dell'epoca e a risparmiare anche molto tempo!Ti auguro ancora tanto lavoro, ma secondo me il tuo settore farà a breve la fine delle videoteche!
      • Marino Sumo scrive:
        Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
        - Scritto da: Enjoy with Us
        Ti auguro ancora tanto lavoro, ma secondo me il
        tuo settore farà a breve la fine delle
        videoteche!Dubito. Le tipografie-tipografie, non le copisterie autoglorificate, continuano a offrire servizi non comparabili con quello che uno può fare a casa sua; a meno che tu non sappia fare i fustellati, le stampe con gli inchiostri metallizzati, le serigrafie su tessuto ecc.
    • collione scrive:
      Re: E INTANTO I PROBLEMI RESTANO
      ma perchè tu ( senza i plugin sviluppati dalla comunità ) li riesci a leggere i documenti openoffice con office?almeno openoffice quelli office li legge
Chiudi i commenti