Google ora risponde di persona

Il motorone sta per lanciare un servizio di risposta su argomenti di ogni genere. Un servizio a pagamento, per gettare le basi di un Dottor Know di spielbergiana memoria


Roma – Abituato a rispondere con lunghi listati di risposte scritte formate da link di ogni genere, Google ha ora deciso di rispondere non più solo con un algoritmo ma anche “di persona” a chi ha domande da fare, questioni irrisolte, problemi per i quali non trova la giusta soluzione. Pur non essendo di certo la prima azienda a pensare ad un “sistema risponditore” su internet, Google ha probabilmente i numeri per superare i numerosi ostacoli che hanno impedito ad altri servizi di “risposta” di avere successo.

Tra qualche settimana entrerà dunque in funzione il servizio di risposta a pagamento “Google Answers”, che consentirà a chiunque di interpellare un esperto Google dal quale avere una risposta su pressoché qualsiasi argomento. Non sarà facile per Google far sì che il suo servizio di risposta, realizzato coordinando esperti e ricercatori, si riveli all’altezza del suo sistema di ricerca online, utilizzato ogni giorno da milioni di utenti in tutto il mondo.

Le pagine che illustrano il servizio in fase beta , cioè ancora di collaudo, invita, chi lo volesse, a diventare un “ricercatore stipendiato”, ovvero una parte del network che sarà incaricato di rispondere su tutto lo scibile umano. Occorre fornire certe garanzie e superare la valutazione che lo staff di Google farà su ogni presentazione che verrà inviata dagli aspiranti “googlers”.

Per porre domande, invece, l’utente deve registrarsi al servizio, il che significa fornire un’email a Google, indicare una password, un nickname e scegliere se ricevere via email le risposte alle proprie domande. A quel punto è possibile scrivere la propria questione in un form apposito, scegliere la categoria e fare… un’offerta.

Già, proprio questa è l’idea in qualche modo “rivoluzionaria” del servizio di Google, quella di non imporre una tariffa a seconda del tipo di domanda, ma di decidere una tariffa minima che può essere aumentata dall’utente se ha urgenza di una risposta o se la materia è particolarmente complessa (in un range tra i 4 e i 50 dollari). Indicando la propria carta di credito e accettando un costo di attivazione di mezzo dollaro l’utente può a quel punto inoltrare la propria domanda e rimanere in attesa della risposta. Va anche indicato il tempo massimo di attesa che si è disponibili a far passare, scegliendo tra una settimana, un mese e.. un anno.

Va detto che l’addebito in carta di credito arriva dopo che l’utente ha ricevuto la risposta e il 75 per cento di quell’importo viene trasmesso al ricercatore che ha risposto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Uhmm... perche` non provi Linoleum?
    Cosi`, tanto per divertirsi...il manuale d'istruzioni e` un tantinello in inglese, pero` spiega tutto quel che c'e` da sapere per scrivere applicazioni in Lino...http://anywhere.i.am(addio! ora mi bandiscono dal forum, mi son fatto pubblicita` da solo... va be', va be', sono in buona fede... non e` mica una cosa che vendo...)
  • Anonimo scrive:
    Re: sviluppatori si nasce... non si diventa
    Sai che vuol dire satira?
  • Anonimo scrive:
    Re: sviluppatori si nasce... non si diventa

    Onestamente... mi sembra che questo articolo
    non produca nessun tipo di informazione
    utileSe ti ha fatto anche solo sorridere, ha raggiunto il suo scopo.L'articolo è figlio di un sito che si chiama giuda.it, il sito che non tradisce, non manuali.net, non ha nessuna pretesa che essere satirico, stop.Tra l'altro, l'autore, che conosco, non ha mai riscontrato questi problemi, ha inventato.Su ragazzi, non prendiamo la vita così seriamente, se non ci pigliamo un po in giro che fine facciamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: sviluppatori si nasce... non si diventa
      ma allora perché lo pubblicano anche su PI? mica siamo obbligati a sapere di cosa parla di solito Giuda.it!ciaogodz
      • Anonimo scrive:
        Re: sviluppatori si nasce... non si diventa
        Prendila un po' come le striscie di fumetti sui giornali, no?P.I. è un ottimo giornale e ogni tanto aggiunge anche un articolo fuori dal suo contesto.
  • Anonimo scrive:
    "Comandante" Spock?
    Carina la battuta sul kernel di Kubrick (monolitico)...ma che scivolone cosmico, chiamare "comandante" il signor Spock.Urge una ripassatina a hypertrek.info...Ciao da Paolo.
    • Anonimo scrive:
      Re:
      - Scritto da: Paolo Attivissimo
      Carina la battuta sul kernel di Kubrick
      (monolitico)...

      ma che scivolone cosmico, chiamare
      "comandante" il signor Spock.Probabilmente una traduzione al volo di "commander"
  • Anonimo scrive:
    Invece linux *è* user friendly...
    ...solo che si sceglie gli amici molto accuratamente.Tutto qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece linux *è* user friendly...
      in effetti è così... Linux, come ogni UNIX è user-friendly; ma non è né ignorant friendly, né idiot-friendly né tantomeno vagabond-friendly.che ci volete fare?ciaogodz
  • Anonimo scrive:
    Basta saper usare la testa
    Articolo inutile e utile contemporaneamente: se uno ha voglia e non pretende il click-and-work ma bensì fa usare il cervello non ha alcun problema.tenetevi win e pagatelo.
  • Anonimo scrive:
    Che serva di lezione
    Personalmente sono un fan di Linux e dell'open source (anzi 'freesoftware', altrimenti Balmann mi tira le orecchie), ma mi sono sempre ben guardato dal metterci le mani sopra e questo articolo conferma la mia saggezza. E' chiaro che si tratta di materia da 'iniziati'. Non illudetevi voi che appartenete alla mia categoria, quella dei newbies. E state attenti a non considerarvi tali. Non si è un esperto solo perché si riesce a personalizzare win98 attraverso il registro di configurazione. Aspettando la luce di Linux rassegnamoci a pagare dazio a zio Billy, a pagare (non me ne vogliate) 'il prezzo dell'ignoranza'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che serva di lezione

      a pagare (non me ne vogliate) 'il
      prezzo dell'ignoranza'.l'ho sempre detto che tutto ha un prezzo...;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che serva di lezione
      - Scritto da: BarbaBlu
      Personalmente sono un fan di Linux e
      dell'open source (anzi 'freesoftware',
      altrimenti Balmann mi tira le orecchie), ma
      mi sono sempre ben guardato dal metterci le
      mani sopra e questo articolo conferma la mia
      saggezza. Secondo me potresti provare.Nell'articolo si parla dell'installazione di un server web (uno dei piu` potenti) e della sua configurazione per eseguire script php.Se non vuoi fare cose cosi` complicate non hai tanti problemi.
  • Anonimo scrive:
    Che spasso!
    Fantastico! Non posso entrare nel merito tecnico di quanto hai scritto ma una considerazione "a pelle" ci tenevo a scriverla: erano anni che non ridevo così leggendo un testo!Il tuo pezzo mi ricorda (per la reazione scatenata) il mitico libro di "Fantozzi" (da cui è stato tratto il primo film) dove si rideva ogni tre righe. Forse non diventerai un programmatore provetto ma hai la carriera assicurata come autore di testi comici.
  • Anonimo scrive:
    Ma...
    il senso autoironico del racconto l'hanno capito in pochi, anzi alcuni hanno reagito come fosse un attacco personale nei loro confronti.Come se un qualsiasi impiegato dovesse incazzarsi dopo aver visto uno dei primi film di Fantozzi (gli ultimi non sono altrettanto divertenti) ma per favore.......P.S. Per Flavio Bellan e tutti quelli che avessero ancora il senso dell'ironia le ultime righe sono state micidiali complimenti : )
  • Anonimo scrive:
    banda sprecata
    quanta banda sprecata...quanti byte inutilmente insozzati, quantotempo sprecato per leggere una simile concentrazione di imbecillità.Non leggevo una cosa simile da anni.Pensavo che ormai articoli del genere fosseroignorati di default dai content manager.Basta, per carità, siamo stufi di questaaria fritta, dite al vostro autore di cambiaremestiere o di aggiornarsi.
    • Anonimo scrive:
      Re: banda sprecata
      - Scritto da: anonimo
      quanta banda sprecata...Io credo che invece abbia sollevato un bel polverone, segno che ha toccato dei nervi scoperti.Inoltre era scritto anche molto bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: banda sprecata
      senso dell'umorismo: -100:)
  • Anonimo scrive:
    ha ragione!
    Che dire... concordo pienamente con l'autore dell'articolo!Linux è un OS difficile, quasi impossibile per i comuni mortali. Linux non è e mai sarà pronto per il pubblico il cui target sono OS come Windows... come dire: per molti ma non per tutti!Ma allora perché al boot del mio PC compare una schermata grafica con un bellissimo pinguino che mi fa scegliere la versione del kernel? Le risposte possono essere due:1. ho patchato lilo per supportare le immagini al boot2. sono uno di quei malati che usano LinuxBeh, incredibilmente entrambe le risposte sono vere! :)Ora vi potreste domandare altre due cose:1. come ho fatto a patchare lilo2. come ho fatto ad imparare ad usare LinuxIncredibilmente per queste due domande la risposta è una sola: ho letto tantissima documentazione.Non mi ritengo più intelligente di tutti quelli che hanno provato ad installare e configurare Linux (l'installazione è anche semplice, ma la configurazione è un incubo!), non mi ritengo superiore perché sul mio PC non è presente un solo byte che non sia sotto GPL, non me la sento di criticare che usa Windows. Guarda caso come ho detto trovo che l'articolo sia realistico... ho letto che il 90% di quelli che hanno installato Linux in questo ultimo anno lo hanno fatto perché è di moda, e solo che circa il 2% di questi sono riusciti ad imparare a configurarlo.No, non mi sento superiore per esserci riuscito, ma il fatto di sapere che io rientro in quel 2% mi rende orgoglioso! L'utente che ha scritto l'articolo rientra quindi nel restante 98%... quindi è un utente comune e non gli si può biasimare nulla, se non di avere seguito una moda.Chiudo qui questa lunga ma doverosa premessa.Volevo solo scrivervi delle mie personali esperienze. Da un po' di tempo quando inizio a parlare di informatica con qualcuno che non conosco taccio sul fatto che utilizzo Linux, e lentamente porto la discussione sui problemi che hanno i computer al giorno d'oggi (attenzione, non faccio mai il nome di Windows, dico "ha, questi computer... sono una cacca e si bloccano sempre!"). Automaticamente l'altro interlocutore inizia a parlare male di Windows. Allora io gli do il LA e racconto qualche mia esperienza, ad esempio di quella volta che durante l'avvio del PC Windows si bloccava per un VXD mancante, e la cosa mi lasciava perplesso visto che non avevo mai cancellato nessun file con estensione VXD. Ora la maggior parte delle volte l'interlocutore che ho di fronte va avanti per 10 minuti con un monologo dove racconta le cose più assurde, schermate blu, Dr Watson su NT, errori irriversibili... e altre cose allucinanti che io ho ormai dimenticato, ma che apparentemente sono il pane quotidiano di chi ho davanti. Questi ultimi giorni aggiungo anche l'esclamazione "eh, ma ora c'è XP..." non l'avessi mai detto! Mi hanno raccontato cose assurde, di programmi che non girano, di pagine html che spengono il PC, di hardware che non è più riconosciuto e via dicendo. A questo punto mi sento tranquillo, ho speso molto tempo ad imparare a configurare Linux, ma ne è valsa la pena..byeZ!
    • Anonimo scrive:
      Re: ha ragione!
      Si sussurra anche, ma non è certo, che PC con Windows XP si siano animati a causa di una pagina web con ASP scritta male e, infoiati come madrilli in calore, abbiamo abusato dei poveri malcapitati proprietari....MA PER PIACEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ha ragione!
        Beh, allora come spieghi l'esistenza dei virus che si trasmettono via mail? Quando ho iniziato a girare in internet erano una barzelletta. Oggi sono l'incubo dei cretini. Ed esistono solo sotto Windows. Non ho mai sentito che MacOS, che e' MOOOLTO + user friendly di Windows avesse problemi di questo tipo.
      • Anonimo scrive:
        Re: ha ragione!
        - Scritto da: decoder
        Si sussurra anche, ma non è certo, che PC
        con Windows XP si siano animati a causa di
        una pagina web con ASP scritta male e,
        infoiati come madrilli in calore, abbiamo
        abusato dei poveri malcapitati
        proprietari....
        MA PER PIACEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!
        Già già. Da vedere con Win XP :)E' proprio vero.... ma per piacereeeeeeeeeee!! :( :(http://digilander.iol.it/stefaniarox/winxp.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: ha ragione!

      realistico... ho letto che il 90% di quelli
      che hanno installato Linux in questo ultimo
      anno lo hanno fatto perché è di moda, e solo
      che circa il 2% di questi sono riusciti ad
      imparare a configurarlo.linux e questo20% power users30% advanced users20% system users = admin su sistemi ms30% users (piu o meno)inoltre non diciamo cazzate 2%, sicuramente sono di piu, almeno mi auguro...linux comunque presupone una conoscenza dei concetti di base dell'informatica...
      PC, di hardware che non è più riconosciuto enon so gli altri (non uso xp) pero questo e vero...
      via dicendo. A questo punto mi sento
      tranquillo, ho speso molto tempo ad imparare
      a configurare Linux, ma ne è valsa la pena..non ci vuole tanto...ma e vero che ne vale la pena...
  • Anonimo scrive:
    HOW-TO
    Beh effettivamente il mondo OpenSource è abbastanza criptico.Comunque mi è capitato di dover lavorare con MS e senza una documentazione le finestre e gli amenicoli vari, se uno non sa già cosa deve fare, non servono a molto.Esistono dei pacchetti installabili RPM (sotto red-hat) che si avvicinano ad un Vise Installer in modalità testo che facilitano la vita dei neofiti.Per la cronaca esistono una serie di HOW-TO ben curati e a volte anche in italiano che spiegano passo per passo le varie fasi.Quindi senza comprare costosi ed inutili manuali (a volte maltradotti) si riesce a trovare della documentazione decente (per Linux).http://ildp.pluto.linux.it/HOWTO/
  • Anonimo scrive:
    Hobbynux
    Anche se molto ironico, questo articolo centra pienamente la caratteristica principale di linux: essere solo un ottimo sistema operativo per hobbisti del sistema-operativo-fai-da-te.Quando poi qualcuno di questi sedicenti hobbisti ha imparato il comando chroot o uuencode è convinto di essere padrone della tecnologia.Già, ma quale tecnologia ? Quella di un simil-unix autocostruito con tanta buona volonta ?Un sistema rabberciato da migliaia di programmatori con in mente ognuno le proprie idee sul da farsi, completamente incomprensibile ed ingovernabile a chi non è un esaltato e non ha anni ed anni di esperienza su quel sistema e dialoga a tu per tu con i drivers ?Lasciamo fare il fatto che magari c'è qualche ente che lo vede e se lo adatta con dei professionisti, ma questo è un'altro discorso ... visto che si distanzia nettamente dalla media di utilizzo comune.Questo articolo ha centrato in pieno il problema.SalutiUnoFurbo
    • Anonimo scrive:
      Re: Hobbynux

      Un sistema rabberciato da migliaia di
      programmatori con in mente ognuno le proprie
      idee sul da farsi, completamente
      incomprensibile ed ingovernabile a chi non è
      un esaltato e non ha anni ed anni di
      esperienza su quel sistema e dialoga a tu
      per tu con i drivers ?meglio lasciare che un'altro decida cosa e come lo devi fare o no ???? ma perche preocuparsi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Hobbynux
        - Scritto da: blah

        Un sistema rabberciato da migliaia di

        programmatori con in mente ognuno le
        proprie

        idee sul da farsi, completamente

        incomprensibile ed ingovernabile a chi
        non è

        un esaltato e non ha anni ed anni di

        esperienza su quel sistema e dialoga a tu

        per tu con i drivers ?
        meglio lasciare che un'altro decida cosa e
        come lo devi fare o no ???? ma perche
        preocuparsi...Meglio uno che troppi ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Hobbynux


          meglio lasciare che un'altro decida cosa e

          come lo devi fare o no ???? ma perche

          preocuparsi...

          Meglio uno che troppi ...per te forse...per me non di sicuro...se non altro imparo a conoscere il modo di pensare di tanta gente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux
            - Scritto da: blah


            meglio lasciare che un'altro decida
            cosa e


            come lo devi fare o no ???? ma perche


            preocuparsi...



            Meglio uno che troppi ...
            per te forse...per me non di sicuro...se non
            altro imparo a conoscere il modo di pensare
            di tanta gente...tanti modi di fare le stesse cose non è troppo dispersivo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux

            tanti modi di fare le stesse cose non è
            troppo dispersivo ?si chiama diversita...e non e un male, anzi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux
            - Scritto da: blah

            tanti modi di fare le stesse cose non è

            troppo dispersivo ?
            si chiama diversita...e non e un male,
            anzi...no, no che un giusto grado di diversità sia giusto può andare bene.ma quando la diversità diventa la norma la definizione corretta è "caos".
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux

            ma quando la diversità diventa la norma la
            definizione corretta è "caos".abbiamo delle basi di partenza ed un risultato da raggiungere...come ci si arriva non importa, basta che sia sufficientemente efficiente...io non sono ne per il caos ne per la soluzione dove uno decide che a me deve andare cosi...un linux su piattaforma pc (con le sue varianti che comunque hanno una base comune) per me e la scelta migliore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux
            Che dire ... risposta troppo seria: non posso fare il troll ad olranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux
            - Scritto da: UnoFurbo


            - Scritto da: blah



            meglio lasciare che un'altro decida

            cosa e



            come lo devi fare o no ???? ma
            perche



            preocuparsi...





            Meglio uno che troppi ...

            per te forse...per me non di sicuro...se
            non

            altro imparo a conoscere il modo di
            pensare

            di tanta gente...
            tanti modi di fare le stesse cose non è
            troppo dispersivo ?Fa una cosa: inizia a mangiare tutti i giorni, a pranzo e a cena, spaghetti all'amatriciana, coscia di pollo al forno, insalata e una mela. Fra un paio di mesi ne riparliamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hobbynux
            E un solo modo per farle per tutti non e' troppo restrittivo ?
  • Anonimo scrive:
    questa frase commenta da sola tutto l'articolo
    Sono avvilito, sconfortato, un'eruzione cutanea mi devasta le braccia e mia moglie mi ricorda che alle due di notte dovrei cercare sì dei buchi, ma non quelli con cui mi sto trastullando.====povera donna dev'essere una santa...
  • Anonimo scrive:
    Quanti anni hai?
    Scusa ma non ho capito il senso del tuo messaggio, da come scrivi si evince una non completa maturazione psichica tipica del preadolescente con una netta propensione al culto religioso. Forse hai studiato dai preti.Con una personalità così influenzabile, fossi in te, mi farei seguire da un bravo psicologo, guarderei meno tv, e soprattutto non utilizzerei mai il pc senza la supervisione di un adulto.
  • Anonimo scrive:
    Complimenti
    Ho apprezzato l'articolo. Ero stufo di scenette simili descritte solo per Windows. Premetto che a Microsoft preferisco di gran lunga le alternative offerte dall'universo del pinguino, ma ogni tanto bisogna saper ridere. Non capisco chi deve per forza trasformare la preferenza verso un sistema operativo in fanatismo. In certi ambiti funziona meglio una soluzione e in altri ne funziona meglio un'altra, che potrebbe anche essere esattamente opposta alla prima. L'abilità di un sistemista o di un programmatore sta anche nel saper scegliere lo strumento giusto al momento giusto. E' inutile eleggere a sacra fonte di saggezza un cacciavite e pretendere di usarlo anche per pestare i chiodi. Suvvia, per quanto estremizzata una situazione come quella descritta sarà capitata a molti.
  • Anonimo scrive:
    A me è piaciuto
    La satira deve essere libera, non dice mica la verità.Io mi sono divertito
  • Anonimo scrive:
    MA NESSUNO SA PIU' SCHERZARE ???
    Saper apprezzare l'ironia non sarà decisivo ma è comunque un buon parametro per giudicare dell' intelligenza di qualcuno e devo dire che molti thread ne sono paurosamente sprovvisti.Ho molto apprezzato che qualche tempo fa un laureando in psicologia abbia scelto tra i partecipanti le perle migliori per riflettere sulle diverse forme di aggressività telematica e già solo questo dovrebbe far ridere di per sè.Come nota a parte concordo con l'autore dell'articolo sul fatto che troppa gente si considera un genio solo perché mastica di C e stack TCP/IP. C'è evidentemente una "fame di intelligenza" (o meglio, fame di vedersene comunque attribuire) e allora si mette in scena tutto quello che si ha e qualche volta anche quello che si vorrebbe avere. Ragazzi, un po' di umiltà non guasterebbe; mi occupo per professione di fisica e partecipo a numerosi newsgroup italiani e stranieri sull'argomento ma non ho mai visto tanta superficialità e faciloneria nei molti post che leggo su questa materia quanta ne leggo da parte di sedicenti "informatici". Da noi ci si pensa dieci volte prima di definirsi "fisici" e indipendentemente dal voto di laurea.A buon intenditor...
    • Anonimo scrive:
      Re: MA NESSUNO SA PIU' SCHERZARE ???
      - Scritto da: Kurtz
      Saper apprezzare l'ironia non sarà decisivo
      ma è comunque un buon parametro per
      giudicare dell' intelligenza di qualcuno e
      devo dire che molti thread ne sono
      paurosamente sprovvisti.A me e' piaciuto molto... divertente, anche se un po' troppo fatalista...
      Ho molto apprezzato che qualche tempo fa un
      laureando in psicologia abbia scelto tra i
      partecipanti le perle migliori per
      riflettere sulle diverse forme di
      aggressività telematica e già solo questo
      dovrebbe far ridere di per sè.Frena, la storia del laureando mi ha fatto girare le ba11e... se mi ritrovo citato lo uccido.

      Come nota a parte concordo con l'autore
      dell'articolo sul fatto che troppa gente si
      considera un genio solo perché mastica di C
      e stack TCP/IP. C'è evidentemente una "fame
      di intelligenza" (o meglio, fame di
      vedersene comunque attribuire) e allora si
      mette in scena tutto quello che si ha e
      qualche volta anche quello che si vorrebbe
      avere. Ragazzi, un po' di umiltà non
      guasterebbe; mi occupo per professione di
      fisica e partecipo a numerosi newsgroup
      italiani e stranieri sull'argomento ma non
      ho mai visto tanta superficialità e
      faciloneria nei molti post che leggo su
      questa materia quanta ne leggo da parte di
      sedicenti "informatici". Da noi ci si pensa
      dieci volte prima di definirsi "fisici" e
      indipendentemente dal voto di laurea.
      A buon intenditor...Su qst sono pienamente d'accordo: linux non e' facile, punto e basta. Se si vuole un sistema affidabile e a propria immagine e somiglianza, bisogna conoscerlo, non ci sono ca77i.
  • Anonimo scrive:
    Coda di paglia!!!!!
    Ma guardali... I depositari del Sacro Kernel sono così impegnati con PHP, Apache, MYSQL, kernel 2.5.2.1.2.3.4.5.7.5.8.9 che non sono neanche capaci di farsi due sane risate su un articolo che tutto era meno che un attacco al Dio Pinguino...Scollatevi dalla bash e uscite a prendere un pò d'aria.. La vita è bella anche senza Linux...
    • Anonimo scrive:
      Re: Coda di paglia!!!!!
      - Scritto da: decoder
      Ma guardali... I depositari del Sacro Kernel
      sono così impegnati con PHP, Apache, MYSQL,
      kernel 2.5.2.1.2.3.4.5.7.5.8.9 che non sono
      neanche capaci di farsi due sane risate su
      un articolo che tutto era meno che un
      attacco al Dio Pinguino...
      Scollatevi dalla bash e uscite a prendere un
      pò d'aria.. La vita è bella anche senza
      Linux...Sai, un po' di tempo fa purtroppo mi e' capitato di vedere dei post che non erano affatto ironici... Si leggevano cose tipo:"Salve, ho installato linux che ho trovato nella rivista xyz. E' andato tutto bene ma dopo che ho riavviato sul computer mi e' apparsa una scritta 'login:' e dopo 'password:'.Cosa devo scrivere?"Ora, la prima cosa che veniva era quella di morire dal ridere pensando a qualcuno che scherzasse, e le risposte erano +o- in quella direzione.Peccato che quegli utenti non scherzavano!Allora questo poteva non essere uno scherzo e prendendo in giro tu avresti potuto lamentarti e scrivere:" Ma guardali... I depositari del Sacro Kernel sono così impegnati con PHP, Apache, MYSQL, kernel 2.5.2.1.2.3.4.5.7.5.8.9...";)
    • Anonimo scrive:
      Re: Coda di paglia!!!!!
      - Scritto da: decoder
      Ma guardali... I depositari del Sacro KernelHehehe... occhio che stanotte riceverai una visita dalle Cellule Integraliste Linuxiane, quelli mica scherzano, ti installano Linux pure nel frigorifero!Ciao
  • Anonimo scrive:
    Interpretazioni
    Beh se voleva essere una cosa scritta per farsi due risate ok ben venga :-)Se invece credi veramente a quello che hai scritto, non sono per nulla daccordo con te!come puoi pretendere di diventare programmatore in una notte solo perchè hai letto una BIOGRAFIA di Linus????C'è gente che da anni si affanna a diventare programmatore ed ancora lo è... io sono programmatore, ed ho avuto pure io problemi a tirar su apache, mysql, php... ma ti faccio notare che hai comperato SOLO il manuale PHP non quello di apache e mysql!! se c'è bisogno di un manuale anche per loro un motivo ci sarà!!!Io personalmente ho comperato un misero libricino su php (20.000 lire meno di un anno fa) per il resto mi sono arrangiato con howto e tutorial spulciati da internet! Attento che non tutti sono scritti bene!!!!Comunque il modo più veloce per risolvere un problema è farsi aiutare (manuali o amici) il modo più intelligente è arrangiarsi!In bocca al lupo neo programmatore PHP!
    • Anonimo scrive:
      Re: Interpretazioni
      - Scritto da: DeDeZ[CUT]
      Se invece credi veramente a quello che hai
      scritto, non sono per nulla daccordo con te!
      come puoi pretendere di diventare
      programmatore in una notte solo perchè hai
      letto una BIOGRAFIA di Linus????Verissimo
      C'è gente che da anni si affanna a diventare
      programmatore ed ancora lo è... io sono
      programmatore, ed ho avuto pure io problemi
      a tirar su apache, mysql, php... ma ti
      faccio notare che hai comperato SOLO il
      manuale PHP non quello di apache e mysql!!
      se c'è bisogno di un manuale anche per loro
      un motivo ci sarà!!!

      Io personalmente ho comperato un misero
      libricino su php (20.000 lire meno di un
      anno fa) per il resto mi sono arrangiato con
      howto e tutorial spulciati da internet!
      Attento che non tutti sono scritti bene!!!!Anch'io ho comprato quel libricino!!! E ora programmo in php... ho anche installato mysql e apache (tutto sotto win) e non ho mai aperto manuali di questi prodotti... ho avuto qlo? Beh, tra meno di un mese lo installerò su linux (che ho toccato solo usando kde) mi aspetta una grande avventura, lo so già, ma è anche questo il bello... capisco che non tutti si possano mettere li ad imparare provando, ed infatti non professo linux, dico solo che è una (validissima) alternativa (non solo win)
      Comunque il modo più veloce per risolvere un
      problema è farsi aiutare (manuali o amici)
      il modo più intelligente è arrangiarsi!appunto
      In bocca al lupo neo programmatore PHP!anche da parte mia, più siamo meglio è, giusto perchè così poi c'è gente a cui chiedere aiuto in caso di necessità...CiaciaoGreenkey
  • Anonimo scrive:
    Buffone
    Non si diventa programmatore da un giorno all'altro, come non ci si diploma o laurea da un giorno all'altro.A me mi hanno insegnato a partire dalle cose semplici per poi passare a quelle difficili.Anche se ho appena fatto la patente, ciò non vuol dire che sono in grado di guidare una ferrari.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffone
      - Scritto da: Stefano
      Non si diventa programmatore da un giorno
      all'altro, come non ci si diploma o laurea
      da un giorno all'altro.E infatti lui è partito dalle basi: un libro, il software indispensabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Buffone
        - Scritto da: Marco E.
        E infatti lui è partito dalle basi: un
        libro, il software indispensabile.Le basi sono un linguaggi di programmazione normale.Detto in altro modo: se vuoi imparare a programmare non installi il server apache.
        • Anonimo scrive:
          Re: Buffone
          Però installi il PHP, e comunque la programmazione prescinde dal linguaggio.E non ci si lamenta perchè si perde una nottata per capire come funziona la cosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Buffone
            - Scritto da: Stefano
            Però installi il PHP, e comunque la
            programmazione prescinde dal linguaggio.Per installare PHP serve un server web funzionante, no? Secondo me non e` il caso di cominciare a programmare con PHP, proprio perche' per usarlo devi saper fare molte altre cose oltre a programmare.Comunque l'articolo e` molto divertente. Chi non ride lo fa perche' manca di senso dell'umorismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffone
      - Scritto da: Stefano
      A me mi hanno insegnato a partire dalle cose
      semplici per poi passare a quelle difficili....e l'italiano te lo sei perso per strada??? ;)eheheh
  • Anonimo scrive:
    Il senso dell'umorismo
    Il senso dell'umorismo e' una gran cosa.Se ce l'hai sai a cosa serve.Pero' e' utili anche per capire meglio le altre persone.Infatti se vedi che uno non ce l'ha, conosci in parte il suo carattere.Ragazzi! Vi prego, non fate questi interventi integralisti!L'informatica non e' tutto nella vita. E comunque non e' Dio.Riprendetevi.Rilassatevi.Il mondo non si divide in chi ama Linux e chi lo odia. Per favore capitelo questo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il senso dell'umorismo
      Non ha senso specialmente in un forum che non ha possibilita' di influenzare nessuno, e specialmente poi quando un articolo e' fatto apposta per provocare, la prima cosa sarebbe non fare i 'boccaloni'
  • Anonimo scrive:
    Programmare non è il tuo mestiere.......
    Io non sono programmatore ma, come te ho voluto provare ad installarmi linux, studiare un po di php, configurare apache ecc.ecc..Non è stato facile dato che sono un profano dell'argomento.Alla fine dopo ore di lavoro e molta pazienza, in ufficio ho installato due server linux, un firewall e un server apache-mysql-samba-stampa.Probabilmente non saranno configurati a regola d'arte ma per me poco importa.Quello che devono fare lo fanno benissimo. Ora volevo installare un groupware in php e il server di posta per l'ufficio.....Come vedi tutto è possibile, ci vuole PAZIENZA e TENACIA su certe cose.Un consiglio... continua a scrivere con il tuo Maicrosoft word e lascia perdere l'informatica...saluti
  • Anonimo scrive:
    il kernel monolito di kubrick
    ROLTF! :-)che grande!lo voglio anch'io!saluti a tutti gli alienuzzi azzurrognoli
  • Anonimo scrive:
    just for fun, ragazzi...
    ...era appunto per divertirsi...per chi sta in ansia, PHP, MySql e Apache mi funzionano a perfezione, su Debian Linuz e su Windoz...baci a tutti
  • Anonimo scrive:
    PORCO GIUDA!!!
    Ma sei digiuno anche di DOS?!ORRORE! PLUS!Alien
  • Anonimo scrive:
    E' la verità sui libri...
    La verità che emerge da questo articolo è che i libri che vendono adesso sui linguaggi di programmazione sono quasi tutti delle gran fregature. Chiunque scrive un libro e lo pubblica.Purtroppo però nessuno sa come insegnare a chi non sa. Sono tutti bravi a programmare, ma nessuno a insegnare. Per questo le librerie informatiche bisogna prenderle con le pinze e soprattutto se volete imparare a programmare trovate qualcuno che vi insegni!!Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E' la verità sui libri...
      Pare che i libri o'reilly siano una eccezione alla regola... rigorosamente in inglese! in effetti io ne ho diversi e sono davvero validissimi.
  • Anonimo scrive:
    Ecco spiegato come fare soldi con il computer
    0- Arriva uno che legge la biografia di Linus, e decide che quella e' sufficiente a diventare programmatori.1- il tizio scarica apache, php, mysql, mandrake, chi piu' ne ha piu' ne metta2- il tizio, dato che crede che tutti i computer siano a immagine e somiglianza di Windows (punta-e-clicca-che-funziona), inizia a sclerare3- il tizio sa che per fare funzionare veramente il software deve parlare con un esperto. E l'esperto si paga.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco spiegato come fare soldi con il computer

      0- Arriva uno che legge la biografia di
      Linus, e decide che quella e' sufficiente a
      diventare programmatori.Arriva uno a cui regalano (io per inciso) la biografia di Linus, ne apprezza il contenuto e decide di provare Linux, non è un informatico in senso stretto ha dei problemi e decide che sono un ottimo spunto per un articolo satirico sugli informatici che si prendono TROOOOPPPPOOOO sul serio.
      1- il tizio scarica apache, php, mysql,
      mandrake, chi piu' ne ha piu' ne mettaE fa bene, altrimenti come inizia?
      2- il tizio, dato che crede che tutti i
      computer siano a immagine e somiglianza di
      Windows (punta-e-clicca-che-funziona),
      inizia a sclerareIl tizio, ha l'intelligenza di capire che Linux è più complicato e controllabile di Win, decide di avventurarsi, incontra dei problemi già preventivati e ci scrive un articolo satirico per prendersi/vi in giro.
      3- il tizio sa che per fare funzionare
      veramente il software deve parlare con un
      esperto. E l'esperto si paga.Il tizio non vive per Linux che non è il cardine per mandare avanti i suoi affari, vuole solo imparare e nel farlo ha scritto un articolo satirico!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Linux non è windows
    Caro amico, come tutti sanno linux non è windows. Non è un SO dove tu clicchi e si installa un programma, ma nemmeno un SO che ti lascia in mezzo ad una strada con una schermata blu. Quando scarichi un programma per linux non ci metti una vita se scarichi il sorgente, al contrario di windows ( lasciando stare i software trial o shareware tutti gli altri non puoi nemmeno scaricarli ). C'è un bug su windows ( uno è dire poco ) aspetta qualche mese che esce la patch al contrario di linux che dopo pochissimi giorni già rilasciano le bug fix.Caro amico, anche io stò iniziano a studiare il PHP e per questo sulla mia macchina linux ho installato apache, php, e mysql... solo che mi funziona tutto... Come è possibile? Forse xche io non mi arrendo quando c'è un errore? forse xche ho una distribuzione più seria della mandrake? Forse xche credevi di riuscire a far funzionare tutto senza avere un minimo di esperieza di linux? Non lo so... xò... i fatti... mi cosano!!!Ciao ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non è windows
      Tristezza !!!..che triste vivere senza senso dell'umorismo !!!Secondo te era il caso di rispsondere così ad un divertentissimo articolo come questo?Vai avanti SOLO con PHP, forse è meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non è windows
        Approvo pienamente.Bravo e' ! ma permaloso....
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non è windows
        mah... secondo me non è molto divertente, questo "intervento". su linux si possono fare tante batture + o - "cattive", ma azzeccate. questo articolo invece sembra un delirio... non si capisce con chi ce l'abbia 'sto tipo: con torvalds, con apache, con linux, con il free software??? tutto questo perchè non gli funziona il supporto php?si legga la documentazione di apache, invece di just for fun. non puoi pretendere di imparare a guidare la macchina leggendo un libro di soschumacher!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non è windows
      Forse hai un QI normale?
  • Anonimo scrive:
    un po' di precisione? nooooo!
    allora, come ha già fatto qualcuno prima di me, pongo due ipotesi:1. il tizio sta scherzando, vabbé, è simpatico (neanche troppo), lasciamo pure perdere il contenuto.2. il tizio dice sul serio (!)nel secondo caso vorrei chiedergli un paio di cosette, tanto per chiarirmi (chiarirgli?) un po' le idee:a) sistema operativo utilizzato? ho letto una Mandrake, ma che versione?b) tipo di installazione della distro (full / sviluppatore / server / faccio-tutto-io-in-automatico)?c) titolo e autore del "Vangelo" da 30,47 ??d) indirizzi dei siti e dei newsgroup consultati?e) nome -quello vero- della moglie del Dottor Spock?ciao a tutti e scusate l'impudenza, ma quando ci vuole ci vuole!godz
    • Anonimo scrive:
      Re: un po' di precisione? nooooo!
      - Scritto da: godzilla
      2. il tizio dice sul serio (!)sono i linuxiani come te che fanno dormire sonni tranquilli a Gates&Co.Ma rilassati!Linux non è una religione, Torvalds non è dio.Linux è un agran bella cosa, con un bel po' di problemi di crescita su cui tutti noi utilizzatopri finali e esperti stiamo lavorando quotidianamente.Ci sono un sacco di problemi e riderci sopra aiuta ad affrontarli.
      • Anonimo scrive:
        Re: un po' di precisione? nooooo!
        Sono pienamente d'accordo con te.Gira troppa gente tesa, che si prende troppo seriamente!Certo che quando uno non riconosce un articolo di satira, allora è messo molto male !Disintossicati !!
      • Anonimo scrive:
        Re: un po' di precisione? nooooo!
        lui l'ha fatta, la prima ipotesi...
    • Anonimo scrive:
      Re: un po' di precisione? nooooo!

      e) nome -quello vero- della moglie del
      Dottor Spock?T'pring. Santi numi, ma dove vivi? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: un po' di precisione? nooooo!
      Bravo e' ! ma permaloso....
    • Anonimo scrive:
      Re: un po' di precisione? nooooo!

      e) nome -quello vero- della moglie del
      Dottor Spock?Tanto per la precisione, il *dottor* Spock buonanima era un famoso pediatra, mentre il messaggio parlava del *comandante* Spock (successivamente capitano), noto primo ufficiale della nave stellare Enterprise.
      • Anonimo scrive:
        Re: un po' di precisione? nooooo!

        messaggio parlava del *comandante* Spock
        (successivamente capitano), noto primo
        ufficiale della nave stellare Enterprise.Che, cmq, è sempre stato chiamato 'Signor Spock'.
        • Anonimo scrive:
          Re: un po' di precisione? nooooo!
          chiedo venia. di star trek non ho mai capito nulla. so che per un informatico è grave, ma che volete... sono giovane! :-)ciao a tuttigodz
  • Anonimo scrive:
    :-D
    questa mi è piaciuta!:-)e l'ho letto anche io quel iibrettino ...:-(ma vorrei provare lo stesso! :-D
  • Anonimo scrive:
    piegato in due...
    Ero proprio qui su un file di configurazione di sql quando vedo il pinguino che si agita (capriole) sulla barra di gkrellm.Scarico la posta. E' punto-informatico.Leggo questo articolo e rotolo anch'io insieme al pinguino.:))))))
  • Anonimo scrive:
    Dunque... vediamo...
    $ ll-rw-rw-rw- 4488 bytes InstallamiJustForFun$ more InstallamiJustForFun | TrollFilter
    InstallamiFiltered$ ll-rw-rw-rw- 4488 bytes InstallamiJustForFun-rw-rw-rw- 0 bytes InstallamiFiltered$
  • Anonimo scrive:
    Bhe hai ragione...
    la programmazione non e' per tutti...meglio giocare a calcio
    • Anonimo scrive:
      Re: Bhe hai ragione...
      - Scritto da: Bobo
      la programmazione non e' per tutti...Già, soprattutto per quelli che non hanno il senso dell'umorismo !Get a life :)
  • Anonimo scrive:
    forza su dimmi
    di quale libreria avresti bisogno ?
    • Anonimo scrive:
      Re: forza su dimmi
      anche io non trovo una libreria. sicuramente sara' diversa da quella del signore che cerca i buchi sbagliati.hai tempo per tutti?hehehe- Scritto da: munehiro
      di quale libreria avresti bisogno ?
    • Anonimo scrive:
      Re: forza su dimmi
      - Scritto da: munehiro
      di quale libreria avresti bisogno ?Beh, approfitto.Voglio un floppy che mi permetta il boot.Si hai capito bene!Sto cercando da giorni di averlo, non mi parlare delle immagini contenute nelle distribuzioni che non mi servono.In realtà parto da un inciso, per installare Win prendo un disco DOS di boot, parto con la macchina, partiziono, formatto e lancio il setup.Con Linux è possibile avere un floppy di boot, che mi permetta di partire, partizionare, formattare, copiare il kernel da un CD e installarlo?In pratica voglio una macchina pulita, con il Kernel e basta, ma non ne vengo a capo.
      • Anonimo scrive:
        Re: forza su dimmi
        - Scritto da: Keper
        - Scritto da: munehiro

        di quale libreria avresti bisogno ?

        Beh, approfitto.
        Voglio un floppy che mi permetta il boot.
        Si hai capito bene!
        [...]puoi provare con una mini distribuzione: hai un linux funzionante su pochi dischetti e a quel punto puoi usarla per copiare su hdil problema e' che molte usano le libc vecchie, per cui non si possono usare per ricompilare un kernel recenteun'alternativa e' il cd di installazione della Slackware (oppure i dischetti di boot e root disponibili sul cd in questione): una volta finito il boot si ha una shell (linux in modalita' monoutente) con la quale si puo' far partire lo script di installazione, ma volendo anche crearsi un'installazione "from scratch"(se qualcosa non e' chiaro chiedi pure delucidazioni, come risposta al messaggio o come messaggio privato su PI)
      • Anonimo scrive:
        Re: forza su dimmi
        - Scritto da: Keper
        - Scritto da: munehiro

        di quale libreria avresti bisogno ?

        Beh, approfitto.
        Voglio un floppy che mi permetta il boot.
        Si hai capito bene!La tua frase non lascia adito a dubbi:cat /boot/vmlinuz
        /dev/fd0
        Sto cercando da giorni di averlo, non mi
        parlare delle immagini contenute nelle
        distribuzioni che non mi servono.volevi un floppy di boot?
        In realtà parto da un inciso, per installare
        Win prendo un disco DOS di boot, parto con
        la macchina, partiziono, formatto e lancio
        il setup.Calma.Tu volevi un disco di boot e io te lo ho dato. Da quello che chiedi tu vorresti una "mini-distro" da usare per insallare una distro normale....(prova con http://sunsite.dk/mulinux/)
        Con Linux è possibile avere un floppy di
        boot, che mi permetta di partire,
        partizionare, formattare, copiare il kernel
        da un CD e installarlo?Boh una distribuzione che faccia cosi' non la conosco... hai quelche cosa contro le normali distribuzioni? Non ti piace la procedura di setup? Vorresti quello che windows chiama "disco di ripristino"?Credo che slack abbia le immagini per un resque disk: (http://www.slacware.org)
        In pratica voglio una macchina pulita, con
        il Kernel e basta, ma non ne vengo a capo.Chiariamo un punto: Con il ker e basta non vai da nessuna parte. Con il kernel e un minimo di applicativi (i pacchetti "base") hai un sistema minimale ma funzionante.Spero di esserti stato utile.
      • Anonimo scrive:
        Re: forza su dimmi

        In pratica voglio una macchina pulita, con
        il Kernel e basta, ma non ne vengo a capo.Prova http://www.gentoo.org/
    • Anonimo scrive:
      Re: forza su dimmi
      la libreria che cerco è quella che mi ha venduto il libro ma ha chiuso per truffa...grazie, comunque, questo è lo spirito bello del fare informatica, condividere...sembro uno scout, mio dio!!
      • Anonimo scrive:
        Re: forza su dimmi
        - Scritto da: flavio bellan
        la libreria che cerco è quella che mi ha
        venduto il libro ma ha chiuso per
        truffa...grazie, comunque, questo è lo
        spirito bello del fare informatica,
        condividere...sembro uno scout, mio dio!!cito testualmente dall'articolo"Il server sembra esanime, non solo non trovo la libreria che dovrei avere ma non trovo neppure la directory che dovrebbe contenerla, le righe che dovrei modificare non esistono."cmq, visto che mi sento magnanimo, ti mostro l'altissima complessita' dell'operazione sul mio portatile. Lo farei volentieri con le utility della mandrake e con il cdrom, ma dato che non posso incollarti uno snapshot e dato che effettuo queste operazioni sul portatile (che non ha il lettore cd), sono costretto a fartelo da console testuale e con la fonte di pacchetti remotaftp://ftp.proxad.net/mirrors/ftp.mandrake-linux.com/Mandrake-old/8.0/i586/Mandrake/RPMSnel tuo caso, i pacchetti li avrebbe presi dal cdrom, chiedendoti l'uno o il due all'occorrenza-------------[root@quelina /root]# urpmi apacheTo satisfy dependencies, the following packages are going to be installed (1 MB):apache-conf-1.3.19-3mdk apache-common-1.3.19-3mdk apache-1.3.19-3mdk apache-modules-1.3.19-3mdkIs it ok? (Y/n) y --17:54:31-- ftp://ftp.proxad.net/mirrors/ftp.mandrake-linux.com/Mandrake-old/8.0/i586/Mandrake/RPMS/apache-conf-1.3.19-3mdk.i586.rpm =
        `/var/cache/urpmi/rpms/.listing'Mi sto connettendo a ftp.proxad.net:21...connesso!Accesso come utente anonymous ... Login eseguito!==
        TYPE I ... fatto. ==
        CWD mirrors/ftp.mandrake-linux.com/Mandrake-old/8.0/i586/Mandrake/RPMS ... fatto.==
        PASV ... fatto. ==
        LIST ... fatto. 0K -
        .......... .......... .......... .......... .......... 50K -
        .......... .......... .......... .......... .......... 100K -
        .......... .......... .......... .......... .......... 150K -
        . 17:54:59 (5.97 KB/s) - `/var/cache/urpmi/rpms/.listing' salvato [154896] --17:54:59-- ftp://ftp.proxad.net/mirrors/ftp.mandrake-linux.com/Mandrake-old/8.0/i586/Mandrake/RPMS/apache-conf-1.3.19-3mdk.i586.rpm =
        `/var/cache/urpmi/rpms/apache-conf-1.3.19-3mdk.i586.rpm'==
        CWD non necessaria.==
        PASV ... fatto. ==
        RETR apache-conf-1.3.19-3mdk.i586.rpm ... fatto.Lunghezza: 62,951 0K -
        .......... .......... .......... .......... .......... [ 81%] 50K -
        .......... . [100%] 17:55:08 (7.17 KB/s) - `/var/cache/urpmi/rpms/apache-conf-1.3.19-3mdk.i586.rpm' salvato [62951] ecc... apache-common ##################################################apache-conf ##################################################apache-modules ##################################################apache ##################################################[root@quelina /root]#------e uno-------[root@quelina /root]# urpmi mod_php--18:03:57-- ftp://ftp.proxad.net/mirrors/ftp.mandrake-linux.com/Mandrake-old/8.0/i586/Mandrake/RPMS/mod_php-4.0.4pl1-6mdk.i586.rpm ecc...mod_php ##################################################--------avevo gia' php common installato, ma se non lo era, mi avrebbe detto che era necessario e l'avrebbe scaricato.---------[root@quelina /root]# urpmi MySQLTo satisfy dependencies, the following packages are going to be installed (12 MB):MySQL-shared-3.23.36-2mdk MySQL-client-3.23.36-2mdk MySQL-3.23.36-2mdkIs it ok? (Y/n) y ecc... MySQL ##################################################Preparing db tablePreparing host tablePreparing user tablePreparing func tablePreparing tables_priv tablePreparing columns_priv tableInstalling all prepared tables PLEASE REMEMBER TO SET A PASSWORD FOR THE MySQL root USER !This is done with:/usr/bin/mysqladmin -u root -p password 'new-password'/usr/bin/mysqladmin -u root -h quelina.tng.it -p password 'new-password'See the manual for more instructions. Please report any problems with the /usr/bin/mysqlbug script! The latest information about MySQL is available on the web athttp://www.mysql.comSupport MySQL by buying support/licenses at https://order.mysql.com MySQL-shared ##################################################MySQL-client ##################################################--------------e anche mysql e' suora manca il modulo per php---------------[root@quelina /root]# urpmi php-mysql--18:37:28-- ftp://ftp.proxad.net/mirrors/ftp.mandrake-linux.com/Mandrake-old/8.0/i586/Mandrake/RPMS/php-mysql-4.0.4pl1-6mdk.i586.rpm ecc.. php-mysql ##################################################-----------------e siamo a posto... tempo di far partire il tutto---------------------[root@quelina /root]# /etc/init.d/httpd status Apache is *not* running. Use /etc/init.d/httpd extendedstatus for more information. [root@quelina /root]# /etc/init.d/httpd startStarting httpd: [ OK ] [ OK ][root@quelina /root]# /etc/init.d/mysql statususage: /etc/init.d/mysql start|stop[root@quelina /root]# /etc/init.d/mysql start[root@quelina /root]# Starting mysqld daemon with databases from /var/lib/mysql [root@quelina /root]# bene... ed ora via alle danze [root@quelina html]# cd /var/www/html/[root@quelina html]# cat
        index.php [root@quelina html]# lynx -dump "http://127.0.0.1/index.php?pippo=ciao" ciao mondo hai scritto ciao[root@quelina html]# lynx -dump "http://127.0.0.1/index.php?pippo=ciccio" ciao mondo hai scritto ciccio[root@quelina html]#-----------------------l'installazione ha richiesto meno di una decina di comandi, che sull'interfaccia grafica del package manager, dotata di motore di ricerca e spiegazione di ogni pacchetto e della sua funzione, si traduce in meno di una decina di click da una lista dei pacchetti disponibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: forza su dimmi
      - Scritto da: munehiro
      di quale libreria avresti bisogno ?ti avanza mica una libreria in colore rovere larga circa 2,4m e alta +o- lo stesso?...mi farebbe comodo per il libro sul PHP ;)
Chiudi i commenti