Google rinforza Book Search

L'azienda californiana ha introdotto alcune nuove funzionalità per il servizio di ricerca di libri digitali, ora integrabili all'interno di una qualsiasi pagina web

Roma – Book Search , ovvero l’ambizioso progetto di Google volto a digitalizzare gran parte della parola scritta, è stato rimesso a nuovo grazie all’aggiunta di alcune nuove funzionalità , tra cui quella che permette di incastonare interi libri digitali su qualsiasi pagina web. Inoltre, l’azienda di Mountain View starebbe lavorando a Flipper, un nuovo progetto volto a rendere più fluida e dinamica la ricerca di news e pagine web.

La più interessante delle nuove funzioni aggiunte a Book Search è quella che permette di inserire (o linkare) un qualsiasi titolo della libreria digitale su blog e pagine web . Un servizio che, rivela Google, era nato inizialmente come tool pensato per i vari editori e per i vari book store disseminati sul web, allargandosi ulteriormente a tutti gli utenti.

Per poter inserire un titolo sul proprio spazio web è necessario recarsi all’ apposita pagina , inserire il codice identificativo del libro scelto ed impostare alcune opzioni di visualizzazione. Fatto ciò, verrà generato il codice da inserire all’interno della pagina web sul quale si vuole destinare il libro. Diversamente, è possibile ottenere il codice anche cliccando sull’icona a forma di catena posizionata in alto a destra, allo stesso modo in cui si ottengono link e codici su Google Maps.

Inoltre, nel nuovo set di funzioni inserite da Google (ben sette) vi sono anche le anteprime grafiche dei titoli, visualizzate in maniera diversa rispetto alla precedente modalità. Il grosso del lavoro, comunque, è stato fatto in materia di indicizzazione, dal momento che la nuova versione promette risultati molto più accurati, mettendo a disposizione una preview visiva delle pagine in cui è presente la chiave di ricerca. Chiudono la carrellata le funzioni dedicate allo scrolling delle pagine, la funzione che permette di visualizzare il testo in modalità plain text , un menù che permette di navigare tra i vari capitoli e, per finire, la pagina riassuntiva del titolo, nella quale sono comprese statistiche, recensioni nonché alcuni tag.

Quelle appena elencate non sembrerebbero essere le uniche novità a cui Google sta lavorando: attualmente visibile solo al team di sviluppatori e di lavoratori dell’azienda, il nuovo progetto dal nome in codice Flipper si candida ad essere il gemello ideale di Google News. L’intero sistema è basato su una nuova modalità visiva che fornisce una piccola preview della pagina e permette agli utenti di navigare tra le notizie non solo per sezioni tematiche, ma anche per fonti e parole chiave, senza dimenticare le due sezioni most popular e recommended . Come già specificato, il servizio è al momento in prova all’interno dei laboratori dell’azienda di Mountain View: per il momento non si hanno informazioni certe da parte di Google relative ai possibili tempi di rilascio di Flipper.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franco Martinelli scrive:
    XXXXXgrafia libera
    Visto e considerato che il buon senso che per fortuna in Cina esiste ancora,spero che prevalga contro una volgarita gratuita che non porta niente di buono.offendendo il senso comune delle persone.in occidente ci capita che aprendo il compiuter sei invaso da tanta tantissima spazzatura.mi sembra che si voglia forzare un sistema in Cina dove l'onesta dei sentimenti delle persone hanno ancora un valore.haime sconosciuto al resto del mondo.Spero propio che almeno in Cina tanta volgarita ci sia risparmiata.
  • ninjaverde scrive:
    NonDisnstallabile?
    Non credo che vi possa essere un software che non si possa disinstallare. Difficile da disinstallare forse, come i virus che partono al boot, magari avviati per primi dalla traccia 0 dell'HD, certo.Ed è anche vero che in quel caso occorre avviare un boot esterno da dischetto o chiavetta con tanto di formattazione base.Basta avere gli "attrezzi" giusti insomma...
  • qualcuno scrive:
    ha ha
    Certo, voi politici cinesi non lo guardate il p
  • BigG scrive:
    la vera notizia è che Google=Internet
    In assenza di una pluralità di motori, è Google la porta sui contenuti Internet per la maggior parte delle persone. Basta chiudere quella porta, e diventa difficile trovare (farsi trovare)...
  • Albert scrive:
    China fuck you ,and free Tibet
    Come da oggetto
    • anonymous scrive:
      Re: China fuck you ,and free Tibet
      - Scritto da: Albert
      Come da oggettobene, ma allora anche free portorico, palestina, sud libano, alture del golan, guantanamo, malvinas, antille, paesi baschi, corsica, sardegna, sud tirolo, padania, le nazioni indiane negli usa, ossezia, abhkazia, regione tamil, regione sikh, kurdistan, ecc. no?vedi in quante zone ci son problemi di indipendenza? non ti pare strano che i nostri media non ne affrontino mai alcune (o lo facciano parlando di "unità nazionale violata" e "giusta repressione di terroristi separatisti") mentre altre siano sempre in prima pagina con notizie parziali e allusive?hai idee molto chiare, ti sei informato bene? conosci la storia di quella regione dall'accordo di simla in poi? e alla situazione del tibet indiano (molto più oppressivo per i nativi ma trascurato in quanto india partner occidentale), ci hai pensato?
      • vampirla scrive:
        Re: China fuck you ,and free Tibet
        - Scritto da: anonymous
        - Scritto da: Albert

        Come da oggetto

        bene, ma allora anche free portorico, palestina,
        sud libano, alture del golan, guantanamo,
        malvinas, antille, paesi baschi, corsica,
        sardegna, sud tirolo, padania, le nazioni indiane
        negli usa, ossezia, abhkazia, regione tamil,
        regione sikh, kurdistan, ecc.
        no?

        vedi in quante zone ci son problemi di
        indipendenza? non ti pare strano che i nostri
        media non ne affrontino mai alcune (o lo facciano
        parlando di "unità nazionale violata" e "giusta
        repressione di terroristi separatisti") mentre
        altre siano sempre in prima pagina con notizie
        parziali e
        allusive?

        hai idee molto chiare, ti sei informato bene?
        conosci la storia di quella regione dall'accordo
        di simla in poi? e alla situazione del tibet
        indiano (molto più oppressivo per i nativi ma
        trascurato in quanto india partner occidentale),
        ci hai
        pensato?Concordo, anche se detto in maniera un po' forte.Aggiungerei anche che piazzare una portaerei in Tibet per il controllo del territorio e' sempre stato piuttosto difficile :D
        • albertobs88 scrive:
          Re: China fuck you ,and free Tibet
          - Scritto da: vamXXXXX
          Concordo, anche se detto in maniera un po' forte.
          Aggiungerei anche che piazzare una portaerei in
          Tibet per il controllo del territorio e' sempre
          stato piuttosto difficile
          :DCome mai??? (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • tiziocazio scrive:
      Re: China fuck you ,and free Tibet
      - Scritto da: Albert
      Come da oggettoMa conosci un po' la storia del Tibet o sei il solito "informato" tramite TV?E soprattutto, ti sei mai chiesto una volta libero il Tibet che forma di governo adotterebbe?Speri in una "democrazia"? Lol.Non nutro molta simpatia per la Cina, ma il Tibet prima dell'avvento cinese (che comunque per buona parte degli ultimi 2000 anni l'ha governato) era una teocrazia assolutista e la popolazione tibetana era ridotta in schiavitù. La Cina ha abolito la schiavitù - e guarda caso l'attuale Dalai Lama è andato in esilio proprio in quel momento, nonostante fossero passati già 8 anni dall'occupazione cinese -, costruito strade, scuole, case. Non sto dicendo che col dominio cinese sia tutto rose e fiori, anzi, ma un po' più di oggettività non guasterebbe.
      • Albert scrive:
        Re: China fuck you ,and free Tibet
        - Scritto da: tiziocazio
        - Scritto da: Albert

        Come da oggetto

        Ma conosci un po' la storia del Tibet o sei il
        solito "informato" tramite
        TV?
        E soprattutto, ti sei mai chiesto una volta
        libero il Tibet che forma di governo
        adotterebbe?
        Speri in una "democrazia"? Lol.

        Non nutro molta simpatia per la Cina, ma il Tibet
        prima dell'avvento cinese (che comunque per buona
        parte degli ultimi 2000 anni l'ha governato) era
        una teocrazia assolutista e la popolazione
        tibetana era ridotta in schiavitù. La Cina ha
        abolito la schiavitù - e guarda caso l'attuale
        Dalai Lama è andato in esilio proprio in quel
        momento, nonostante fossero passati già 8 anni
        dall'occupazione cinese -, costruito strade,
        scuole, case. Non sto dicendo che col dominio
        cinese sia tutto rose e fiori, anzi, ma un po'
        più di oggettività non
        guasterebbe.Bene: W le occupazioni allora!Se poi vengono sterminate intere famiglie solo perchè si oppongono all'invasore, beh; è un fatto secondario.Ordinaria amministrazione direte voi!
        • tiziocazio scrive:
          Re: China fuck you ,and free Tibet
          - Scritto da: Albert
          Bene: W le occupazioni allora!
          Se poi vengono sterminate intere famiglie solo
          perchè si oppongono all'invasore, beh; è un fatto
          secondario.
          Ordinaria amministrazione direte voi!Non è questione di occupazioni, perché anche con il dominio teocratico del Dalai Lama lo sterminio e la messa in schiavitù della popolazione erano fatti quotidiani.Il Dalai Lama non è un santo, ma un dittatore esattamente come il dominatore cinese, né più né meno.Se leggi bene quel che ho scritto, ho detto che non nutro simpatia per la Cina, questo però non vuol dire che debba necessariamente nutrire simpatia per il Dalai Lama e la sua casta di schiavisti. Ripeto: invece di continuare a sbraitare col prosciutto sugli occhi, informati meglio sulla realtà dei fatti, perché i tibetani potrebbero finire dalla padella alla brace.
          • Albert scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            Allora ragionando in questo modo potremmo dire che se gli americani non ci avessero liberato forse sarebbe stato meglio.Certamente sotto i tedeschi l'Italia funzionerebbe meglio, non trovi?Credo che ogniuno in casa propria dovrebbe essere lasciato in pace sia nel bene che nel male.
          • tiziocazio scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: Albert
            Allora ragionando in questo modo potremmo dire
            che se gli americani non ci avessero liberato
            forse sarebbe stato
            meglio.
            Certamente sotto i tedeschi l'Italia
            funzionerebbe meglio, non
            trovi?
            Credo che ogniuno in casa propria dovrebbe essere
            lasciato in pace sia nel bene che nel
            male.1. A me pare che ti stai contraddicendo, prima dici che ognuno dovrebbe essere libero a casa propria, poi ringrazi gli americani che ci hanno liberato. Liberato da cosa? Da noi stessi e dalla nostra alleanza con i tedeschi.2. Il bello è che il tuo discorso potrebbe anche filare, e infatti i cinesi hanno liberato i tibetani dalla dittatura e dalla schiavitù (abolita dai cattivissimi cinesi), un po' come gli americani hanno liberato noi dai tedeschi e dai fasci.3. Tornando in topic, dimentichi il "piccolo" dettaglio che il Tibet è stato sotto il dominio cinese negli ultimi 3000 anni, a parte qualche saltuario momento di indipendenza, come quello recente, e non è mai stato uno Stato vero e proprio. Ma vedo che continui a distorcere il discorso, te lo ripeto ancora una volta: il Dalai Lama è un dittatore e oppressore, e non può essere giustificato.
          • Albert scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: tiziocazio
            - Scritto da: Albert

            Allora ragionando in questo modo potremmo dire

            che se gli americani non ci avessero liberato

            forse sarebbe stato

            meglio.

            Certamente sotto i tedeschi l'Italia

            funzionerebbe meglio, non

            trovi?

            Credo che ogniuno in casa propria dovrebbe
            essere

            lasciato in pace sia nel bene che nel

            male.

            1. A me pare che ti stai contraddicendo, prima
            dici che ognuno dovrebbe essere libero a casa
            propria, poi ringrazi gli americani che ci hanno
            liberato. Liberato da cosa? Da noi stessi e dalla
            nostra alleanza con i
            tedeschi.
            Io ringrazio gli americani? Non so che post hai letto.
            2. Il bello è che il tuo discorso potrebbe anche
            filare, e infatti i cinesi hanno liberato i
            tibetani dalla dittatura e dalla schiavitù
            (abolita dai cattivissimi cinesi), un po' come
            gli americani hanno liberato noi dai tedeschi e
            dai
            fasci.
            Lo ripeto i cinesi non hanno nulla da insegnare a nessuno, poi i cinesi non sono cattivissimi sono amimali.Fatti una ricerca sui laogai e poi ne riparliamo.
            3. Tornando in topic, dimentichi il "piccolo"
            dettaglio che il Tibet è stato sotto il dominio
            cinese negli ultimi 3000 anni, a parte qualche
            saltuario momento di indipendenza, come quello
            recente, e non è mai stato uno Stato vero e
            proprio. Ma vedo che continui a distorcere il
            discorso, te lo ripeto ancora una volta: il Dalai
            Lama è un dittatore e oppressore, e non può
            essere
            giustificato.Che il Dalai lama sia un oppressore ci sarebbe da discutere.Ma ammesso che lo sia cosa è meglio? Un dittatore o un invasore?
          • tiziocazio scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: Albert

            Lo ripeto i cinesi non hanno nulla da insegnare
            a nessuno, poi i cinesi non sono cattivissimi
            sono
            amimali.
            Fatti una ricerca sui laogai e poi ne riparliamo.Ma infatti io avevo scritto che non nutro molta simpatia per i cinesi all'inizio del mio primo post. ;-)
            Che il Dalai lama sia un oppressore ci sarebbe da
            discutere.Spiegalo ai tibetani tenuti in schiavitù dal rigido sistema castale teocratico. Sai quanti ne sono morti di fame e di stenti mentre i Lama vivevano al riparo da tutto?O magari chiedilo agli amichetti reduci del Terzo Reich amici dell'attuale Dalai Lama, che molto spesso ci si è fatto fotografare insieme.Mi spiegheresti cosa sai di preciso circa le condizioni di vita dei tibetani pre-ultima invasione cinese? Hai mai letto un testo "serio" (=un testo di storia contemporanea asiatica) che affronti l'argomento? O ti sei limitato ai proclami televisivi/giornalistici italiani?Conosci davvero la storia dell'impero cinese?Quanto ai Laogai: ridurre 4000 anni di storia cinese ai Laogai è molto riduttivo quanto superficiale. Ti faccio notare che noi italiani abbiamo fatto cose altrettanto orrende, ma diresti la stessa cosa dell'Italia? Fare di tutta l'erba un "fascio" (mai termine più appropriato) è sbagliato.
            Ma ammesso che lo sia cosa è meglio? Un dittatore
            o un
            invasore?Lo riscrivo per l'ennesima volta, per i tibetani il Dalai Lama è passare dalla padella alla brace. Inoltre pensi davvero che al Dalai Lama freghi qualcosa della popolazione tibetana? Tutto quel che vuole è riottenere il potere perduto e ristabilire il suo dominio. È molto triste da dirlo, concordo, ma per il tibetano medio non cambierebbe un bel niente.
          • Albert scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: tiziocazio
            - Scritto da: Albert



            Lo ripeto i cinesi non hanno nulla da
            insegnare

            a nessuno, poi i cinesi non sono cattivissimi

            sono

            amimali.

            Fatti una ricerca sui laogai e poi ne
            riparliamo.

            Ma infatti io avevo scritto che non nutro molta
            simpatia per i cinesi all'inizio del mio primo
            post.
            ;-)



            Che il Dalai lama sia un oppressore ci sarebbe
            da

            discutere.

            Spiegalo ai tibetani tenuti in schiavitù dal
            rigido sistema castale teocratico. Sai quanti ne
            sono morti di fame e di stenti mentre i Lama
            vivevano al riparo da
            tutto?
            O magari chiedilo agli amichetti reduci del Terzo
            Reich amici dell'attuale Dalai Lama, che molto
            spesso ci si è fatto fotografare
            insieme. A me risulta che i tibetani siano sotto occupazione dal 1949 per cui se di schiavitu si tratta questa è opera dei cinesi.A me risulta inoltre che il popolo tibetano è in rivolta da decenni contro questa occupazione rivolte sedate dai miliziani cinesi con la forza bruta uccidendo persone senza distinzione di sesso o di età.A me risulta che al Dalai Lama sia stato conferito il Nobel per la pace e il suo talento è riconosciuto da tutti. Tutto il contrario del despota da te descritto.Forse tu parlavi dei predeXXXXXri dell'attuale Dalai Lama.
            Mi spiegheresti cosa sai di preciso circa le
            condizioni di vita dei tibetani pre-ultima
            invasione cinese? Hai mai letto un testo "serio"
            (=un testo di storia contemporanea asiatica) che
            affronti l'argomento? O ti sei limitato ai
            proclami televisivi/giornalistici
            italiani?
            Conosci davvero la storia dell'impero cinese? Queste domande dovresti farle ai tibetani che protestano da decenni e che ci hanno rimesso le penne.
            Quanto ai Laogai: ridurre 4000 anni di storia
            cinese ai Laogai è molto riduttivo quanto
            superficiale. Ti faccio notare che noi italiani
            abbiamo fatto cose altrettanto orrende, ma
            diresti la stessa cosa dell'Italia? Fare di tutta
            l'erba un "fascio" (mai termine più appropriato)
            è sbagliato. Ma che razza di discorso è questo? Visto che lo hanno fatto gli altri dai tedeschi ai russi: ma si: lasciamo che lo facciano anche i cinesi.

            Ma ammesso che lo sia cosa è meglio? Un
            dittatore

            o un

            invasore?

            Lo riscrivo per l'ennesima volta, per i tibetani
            il Dalai Lama è passare dalla padella alla brace.
            Inoltre pensi davvero che al Dalai Lama freghi
            qualcosa della popolazione tibetana? Tutto quel
            che vuole è riottenere il potere perduto e
            ristabilire il suo dominio. È molto triste da
            dirlo, concordo, ma per il tibetano medio non
            cambierebbe un bel
            niente.Ma che ne sai te? Se ai tibetani andasse bene avere le milizie cinesi in casa propria allora per cosa si farebbero ammazzare?Capisco che oggi genoflettersi al gigante cinese sia di moda ma un po di dignità per favore!!
          • tiziocazio scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: Albert
            A me risulta che i tibetani siano sotto
            occupazione dal 1949 per cui se di schiavitu si
            tratta questa è opera dei
            cinesi.Assolutamente no. La schiavitù, o meglio la casta degli SCHIAVI era una casta esistente prima dell'occupazione cinese. Il sistema politico tibetano era suddiviso in caste. Hai presente gli indiani, i paria ecc ecc? Bene, in Tibet era proprio così. In cima c'era il Dalai Lama e la casta dei Lama, in fondo gli schiavi.I cinesi hanno occupato il Tibet nel 1949 e abolito la schiavitù nel 1958, guarda caso un anno prima dell'auto-esilio del Dalai Lama, che dal '49 al '59 se ne è rimasto bellamente in Tibet senza dire una parola o muovere un dito per i tibetani, poi quando si è accorto che non deteneva più potere temporale se n'è andato. Comodo, eh?
            A me risulta inoltre che il popolo tibetano è in
            rivolta da decenni contro questa occupazione
            rivolte sedate dai miliziani cinesi con la forza
            bruta uccidendo persone senza distinzione di
            sesso o di
            età.Davvero? Perché a me pare che per la stragrande maggioranza il popolo tibetano se ne freghi altamente. Chi è in rivolta sono i monaci tibetani, che hanno il loro interesse a ristabilire la teocrazia, e che non rappresentano tutta la popolazione, anzi.
            A me risulta che al Dalai Lama sia stato
            conferito il Nobel per la pace e il suo talento
            è riconosciuto da tutti. Tutto il contrario del
            despota da te
            descritto.Sì, certo, e Barack Obama è il nuovo messia e Papi un filantropo. Ma lol.Sarà forse perché la Cina è inesorabilmente destinata a conquistarci tutti, volenti o nolenti? Sarà forse la ricerca del solito "nemico"?Non credi che il Dalai Lama sia un dittatore? Rinnovo: cercati qualche libro di storia serio sull'argomento. O vai alla Ca' Foscari a Venezia o all'orientale di Napoli. Informati sui FATTI storici veri e trai le tue conclusioni, se ti limiti a sentire quello che dicono TV e quotidiani allora non sei molto diverso dal cinese medio addomesticato dalla censura di Stato, non trovi?
            Forse tu parlavi dei predeXXXXXri dell'attuale
            Dalai
            Lama.Di entrambi. L'attuale Dalai Lama c'era già quando il Tibet è stato invaso dalla Cina nel '49.
            Queste domande dovresti farle ai tibetani che
            protestano da decenni e che ci hanno rimesso le
            penne.Ti ho già risposto sopra, tu invece hai evitato la domanda. Evidentemente la tua unica fonte di informazione sono i quotidiani, il TG1 ed Emilio Fede.
            Ma che razza di discorso è questo? Visto che lo
            hanno fatto gli altri dai tedeschi ai russi: ma
            si: lasciamo che lo facciano anche i
            cinesi.Veramente non ho scritto questo. Credo tu abbia un serio problema di comprensione. Non ho detto lasciamoli fare e tantomento li sto giustificando, bensì che il popolo cinese non è solo i Laogai così come i tedeschi non sono solo Hitler e in Siberia non c'erano solo i gulag. Che in Cina ci sia una carenza di democrazia è un dato di fatto, non per questo io li definirei animali. Gli italiani non sono molto più civili.
            Ma che ne sai te? Se ai tibetani andasse bene
            avere le milizie cinesi in casa propria allora
            per cosa si farebbero
            ammazzare?Se permetti sono stato in Cina più di una volta, e pur non essendo mai stato in Tibet una certa conoscenza (in)diretta dell'argomento ce l'ho. Tu invece? Da dove trai le tue conclusioni? Le hai lette su Punto Informatico?Ma chi è che si fa ammazzare? E per cosa? Per passare da una dittatura all'altra? Ma ogni tanto ci pensi a quello che scrivi? Chi combatte in Tibet sono al 90% monaci.
            Capisco che oggi genoflettersi al gigante cinese
            sia di moda ma un po di dignità per
            favore!!Capisco che dare addosso alla Cina sia di moda ma un po' di dignità per favore!!
          • Albert scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: tiziocazio
            Ti ho già risposto sopra, tu invece hai evitato
            la domanda. Evidentemente la tua unica fonte di
            informazione sono i quotidiani, il TG1 ed Emilio
            Fede.Ma taci, stai delirando. Tu non mi conosci e quindi non ti permetto di fare insinuazioni su come reperisco le informazioni.Pensa piuttosto a te stesso.
          • tiziocazio scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: Albert
            - Scritto da: tiziocazio


            Ti ho già risposto sopra, tu invece hai evitato

            la domanda. Evidentemente la tua unica fonte di

            informazione sono i quotidiani, il TG1 ed Emilio

            Fede.
            Ma taci, stai delirando. Tu non mi conosci e
            quindi non ti permetto di fare insinuazioni su
            come reperisco le
            informazioni.
            Pensa piuttosto a te stesso.Infatti di fronte ai DATI eviti accuratamente di rispondere e ti limiti a stralciare un piccolo frammento del mio discorso.Facile così, eh?
          • tiziocazio scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            Tieni, questo è un articolo molto interessante scritto da Michael Parenti, uno dei più importanti giornalisti politici americani.Di sicuro per questo articolo si sarà venduto al Gigante Cinese, lol.http://www.swans.com/library/art9/mparen01.html
        • attonito scrive:
          Re: China fuck you ,and free Tibet

          Bene: W le occupazioni allora!
          Se poi vengono sterminate intere famiglie solo
          perchè si oppongono all'invasore, beh; è un fatto
          secondario.
          Ordinaria amministrazione direte voi!si chiamano "danni collaterali".Anche la "Pax Romana" a suo tempo ha "annesso e pacificato" vasti territori, ma a che prezzo per quelli che erano li' in quel momento? I Daci sono stati sconfitti e deportati, lasciando il territorio sguarnito e successivamente popolato da immigrati latini. Il risultato e' la Romania, unico Stato "a matrice latina" delll'est europa. E Quello e' solo un esempio. Gallia, Palestina, nord africa, etc. Il "vettore della civilta'" si e' sempre mosso sulla punta della spada.Magari tra 200 anni il Tibet sara' un fiorire di cultura, arte e scienza, ma nel frattempo....
          • Albert scrive:
            Re: China fuck you ,and free Tibet
            - Scritto da: attonito

            Bene: W le occupazioni allora!

            Se poi vengono sterminate intere famiglie solo

            perchè si oppongono all'invasore, beh; è un
            fatto

            secondario.

            Ordinaria amministrazione direte voi!

            si chiamano "danni collaterali".
            Anche la "Pax Romana" a suo tempo ha "annesso e
            pacificato" vasti territori, ma a che prezzo per
            quelli che erano li' in quel momento? I Daci sono
            stati sconfitti e deportati, lasciando il
            territorio sguarnito e successivamente popolato
            da immigrati latini. Il risultato e' la Romania,
            unico Stato "a matrice latina" delll'est europa.
            E Quello e' solo un esempio. Gallia, Palestina,
            nord africa, etc. Il "vettore della civilta'" si
            e' sempre mosso sulla punta della
            spada.
            Magari tra 200 anni il Tibet sara' un fiorire di
            cultura, arte e scienza, ma nel
            frattempo....Ogni popolo ha il diritto di gestire il proprio destino senza che siano altri a farlo per loro.La cina un miliardo e mezzo (se va bene) di zombie che inseguono il sogno americano , che non conscono i piu elementari diritti umani, che si servono della manodopera a costo zero dei laogai. Un paese con il piu alto numero al mondo di esecuzioni capitali con espianto di organi sui condannati. In poche parole una feccia di paese dal quale nessun popolo ha nulla da imparare, tantomeno i tibetani.
  • Mario Busana scrive:
    Meglio una fi.a che un morto
    Su internet (e non solo) tutti i perbenisti a puntare il dito verso il XXXXX.Non ho figli, ma quando ne avrò, in tutta sincerità, preferirei che vedesse una donna nuda piuttosto che scene di violenza che arrivano fino alla morte.
  • marco sanna scrive:
    ma quale XXXXXgrafia?è censura
    ma che articolo è?ma credi davvero che il motivo sia la XXXXXgrafia?è una scusa per fare censura e bloccare l informazione ma dai su
    • anonymous scrive:
      Re: ma quale XXXXXgrafia?è censura
      - Scritto da: marco sanna
      ma che articolo è?ma credi davvero che il motivo
      sia la XXXXXgrafia?è una scusa per fare censura e
      bloccare l informazione ma dai
      sumentre invece la nuova legge italiana sulle intercettazioni e le "regole di comunità" dei vari siti di social network sono cosa buona e netiquette vero ?la censura é solo degli altri, e quasi sempre degli stati canaglia
  • esatto scrive:
    lasciate che i cinesi si facciano...
    qualche XXXXX.....che male c'e'.....ormai hanno ptovato scientificamente che non provoca ne calvizie,ne' cecita'.....anzi fa bene al cuore
    .
    • vampirla scrive:
      Re: lasciate che i cinesi si facciano...
      - Scritto da: esatto
      qualche XXXXX.....che male c'e'.....ormai hanno
      ptovato scientificamente che non provoca ne
      calvizie,ne' cecita'.....anzi fa bene al cuore

      .
      • Lallo scrive:
        Re: lasciate che i cinesi si facciano...
        - Scritto da: vamXXXXX
        - Scritto da: esatto

        qualche XXXXX.....che male c'e'.....ormai hanno

        ptovato scientificamente che non provoca ne

        calvizie,ne' cecita'.....anzi fa bene al cuore


        . Veramente in Cina le ragazze non solo sono
        bellissime, ma sono anche piuttosto disponibili e
        ci tengono ad arrivare al
        dunque.

        Non dimenticare che la Cina e' uno dei Paesi piu'
        giovani del mondo, al contrario dell'Italia.
        Basta farsi una passeggiata per
        accorgerseneconcordo. ma lasciali pure parlare, chi non c'è stato non può certo sapere com'è, "di là"...
        • vladd scrive:
          Re: lasciate che i cinesi si facciano...
          fatto sta che non è giusto che i governi abbiamo un potere di censura sulla vita dei cittadini. Internet è, e deve rimanere libera.Ps. Avete visto le topoline chinese al tapei 2009 :O
          • vampirla scrive:
            Re: lasciate che i cinesi si facciano...
            - Scritto da: vladd
            fatto sta che non è giusto che i governi abbiamo
            un potere di censura sulla vita dei cittadini.
            Internet è, e deve rimanere
            libera.Perche' l'hai votato, allora? ;)

            Ps. Avete visto le topoline chinese al tapei 2009
            :OLe vedo tutti i giorni, abitando in Cina ed avendone sposata una ;)Cmq prima di sposarmi ho voluto "informarmi" bene (insomma, non era la prima cinese), ed era evidente che non avrei piu' voluto un'italiana...
        • anonymous scrive:
          Re: lasciate che i cinesi si facciano...

          concordo. ma lasciali pure parlare, chi non c'è
          stato non può certo sapere com'è, "di
          là"...concordo, ma imho la cosa più grave é che chi ci sta, non riesce più a riconoscere "com'é di qua", riconosce censura e puritanesimo solo all'estero e per sentito dire
      • Utente 77 scrive:
        Re: lasciate che i cinesi si facciano...
        - Scritto da: vamXXXXX
        Non dimenticare che la Cina e' uno dei Paesi piu'
        giovani del mondo, al contrario dell'Italia.
        Basta farsi una passeggiata per
        accorgerseneForse intendevi dire che è uno dei paesi con più giovani al mondo perchè, come storia, credo che quella cinese sia più lunga di quella Italiana (che già di suo non scherza)
        • vampirla scrive:
          Re: lasciate che i cinesi si facciano...
          - Scritto da: Utente 77
          - Scritto da: vamXXXXX

          Non dimenticare che la Cina e' uno dei Paesi
          piu'

          giovani del mondo, al contrario dell'Italia.

          Basta farsi una passeggiata per

          accorgersene

          Forse intendevi dire che è uno dei paesi con più
          giovani al mondo perchè, come storia, credo che
          quella cinese sia più lunga di quella Italiana
          (che già di suo non
          scherza)Si, pensavo fosse chiaro. Cmq il discorso della gnocca non cambia :DNon che le ragazze italiane siano brutte, per intenderci. Ma vale il suggerimento: una passeggiata per le strade di una citta' cinese, tanto per avere un'idea...
          • Utente 77 scrive:
            Re: lasciate che i cinesi si facciano...
            - Scritto da: vamXXXXX
            Si, pensavo fosse chiaro. Cmq il discorso della
            gnocca non cambia
            :D

            Non che le ragazze italiane siano brutte, per
            intenderci. Ma vale il suggerimento: una
            passeggiata per le strade di una citta' cinese,
            tanto per avere
            un'idea...No, le ragazze Italiana non sono affatto brutte: il loro problema è che se la tirano come se fossero attrici di punta de "I Cesaroni" (o quello che volete voi) :|E' normale, quindi, che il maschio Italiano medio, quando va all'estero, creda di essere in paradiso e non voglia più tornare.
          • vampirla scrive:
            Re: lasciate che i cinesi si facciano...
            - Scritto da: Utente 77
            No, le ragazze Italiana non sono affatto brutte:
            il loro problema è che se la tirano come se
            fossero attrici di punta de "I Cesaroni" (o
            quello che volete voi)
            :|
            E' normale, quindi, che il maschio Italiano
            medio, quando va all'estero, creda di essere in
            paradiso e non voglia più
            tornare.Manco dall'Italia da troppo tempo per confermare. Cmq mi ricordo che fare un complimento ad una ragazza veniva preso quasi come un'offesa.Qui in Cina, invece, se fai un complimento ad una ragazza, e' al settimo cielo (soprattutto se sei straniero), e si aspetta che le chieda il numero di cellulare.Spettacolare la discoteca: fanno tutte le timide ma sono contentissime se le fermi e parli con loro. Poi pero' si aspettano il dopo-discoteca: va bene parlare, ma poi vogliono passare la notte insieme....Suggerimento: Internet e' molto diffuso, piu' che in Italia. Come sistema di chat/messageria istantanea/... usano tutte QQ (che per noi stranieri e' impossibile).Cmq si possono usare altri sistemi piu' "occidentali": contattate qualche ragazza ed il mese prossimo andate a trovarla (< 600 Euro). Poi mi raccontate, ok?
          • Utente 77 scrive:
            Re: lasciate che i cinesi si facciano...
            - Scritto da: vamXXXXX
            Manco dall'Italia da troppo tempo per confermare.
            Cmq mi ricordo che fare un complimento ad una
            ragazza veniva preso quasi come
            un'offesa.Si sono evolute: ti guardano dall'alto in basso e se ne vanno sdegnate. Se però c'è il ragazzo (o quello che aspira a diventare tale) puoi rischiare grosso.
            Qui in Cina, invece, se fai un complimento ad una
            ragazza, e' al settimo cielo (soprattutto se sei
            straniero), e si aspetta che le chieda il numero
            di cellulare.Questa cosa l'avevo già sentita, ma parlando delle giapponesi: anche loro preferiscono gli stranieri, ma sembra che gli Italiani gli piacciano specialmente
            Spettacolare la discoteca: fanno tutte le timide
            ma sono contentissime se le fermi e parli con
            loro. Poi pero' si aspettano il dopo-discoteca:
            va bene parlare, ma poi vogliono passare la notte
            insieme....Fantascienza, nella maggior parte dei casi qua in Italia. Oddio non sono TUTTE così, ci sono anche quelle con la testa a posto, ma sono una minoranza :/
Chiudi i commenti