Google s'inchina alla privacy europea

L'azienda rassicura i garanti europei: Gmail verrà adeguato per rispettare appieno le severe normative della UE. Dentro Google, intanto, qualcuno spinge verso l'open source


Bruxelles – Non ci saranno problemi per gli utenti europei di Gmail , il servizio di posta elettronica gratuita di Google . Lo ha promesso la stessa azienda ai garanti europei della privacy, preoccupati che le peculiarità del nuovo servizio di webmail possano compromettere la privacy degli utenti Internet.

La preoccupazione dei Garanti, la stessa già espressa da molti autorevoli gruppi che da anni si battono per le libertà digitali, riguarda diversi aspetti del servizio, come la scansione automatica delle email, stigmatizzata in un dettagliato documento anche da Privacy International .

Google, che nei giorni scorsi già aveva illustrato una serie di auto-limitazioni per le pubblicità su Gmail (fuori sesso, violenza e rock’n’roll), ha spiegato di non avere alcuna intenzione di abusare del proprio ruolo per raccogliere informazioni incrociate su gusti, abitudini o inclinazioni degli utenti della Rete.

Dall’altra parte del Mondo, in Australia, Google in queste ore fa notizia perché il capo ingegnere della divisione australiana dell’azienda ha parlato di un possibile approdo all’ open source per il codice di Google . A quanto pare, sarebbe già stato avviato un progetto per capire quali porzioni delle tecnologie sviluppate dall’azienda, che l’hanno resa il più celebre dei marchi Internet, possano diventare di pubblico dominio.

In tutto il Mondo, invece, ferve l’attesa per la discesa in Borsa di Google, ormai imminente. Proprio due giorni fa il vertice dell’azienda ha sottolineato come i meccanismi dell’offerta di titoli che saranno immessi sul mercato non consentiranno facili speculazioni e ha dunque invitato a star fuori dall’acquisto chi creda di poter realizzare subito.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Martufellat io scrive:
    Re: Le solite buffonate all'italiana
    Ignorante allora come oggi.
  • Anonimo scrive:
    gestione pass
    Vorrei far notare che secondo questo decreto, le password se le devono dare da soli gli utenti, cambiarle ogni 3 o 6 mesi dipende dai dati che trattano., darle in busta chiusa (firmata?) devono dare una pass con + di 8 caratteri e con almeno 1 numero, non riferita a parole da dizionario e non riconducibile a suoi dati personali.le buste si possono aprire solo in casi di emergenza e poi l'utente deve subito ricambiare la pass ( busta etc )ora ... domanda .... ma "il legislatore" in che pianeta del sistema solare vive ? questa cosa e' semplicemente impossibile da gestire !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: gestione pass
      è verissimo quello che dici. vorrei sottolineare che in due aziende nelle quali ho redatto il DPS la gestione delle password viene fatta proprio con buste chiuse, modulo richiesta password ecc. Il ced interno è letteralmente esploso (immagina quante persone hanno chiamato dicendo: non ricordo la password ecc.). Sono comunque dell'idea che il problema sia delle piccole aziende dove windows 95, 98 , ME sono lo standard. inutile spiegare che la sicurezza su questi sistemi non è sufficiente (nemmeno con 2000 e XP sicuramente...). Tutti hanno visto questa legge con un nuovo modo per far spendere soldi alle aziende. Un imprenditore mi ha detto: ho pagato per l'anno 2000, ho pagato per aggiornarmi all'euro. pagherò anche questo. E domani cosa tireranno fuori? Ciao Gianluca
      • Anonimo scrive:
        Re: gestione pass
        io non stento a credere che il ced sia esploso!In un'azienda normale trovi un po' di tutto dall'utente smaliziato a quello che chiama solo xke ceffa il minuscolo e maiuscolo della password di 3 lettere iniziali del suo nome! (non scherzo mi succede)Io sono convinto che il legislatore si sia fatto una gitarella in montagna, lontano da tutti e tutto, e tra una sciata e un sorso di grappa abbia messo su carta le prime 4 cavolate che gli venivano in mente.Un'altra chicca :ah si devo cambiare password busta chiusa etc ?ok la mia pass e' : abcdefg1 notare che la precedentepass secondo l'allegato b e' proprio l'ideale in quanto non riconducibile alla persone ne rintracciabile in un dizionario !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: 10 e lode !!!
    - Scritto da: fDiskolo
    Che vergogna, questo dimostra quanto la necessità del
    documento programmatico sia inutile.
    E soprattutto è scandaloso che il sito del garante non
    sia stato ancora aggiornato!10 e lode !!!
  • Anonimo scrive:
    L'apparato statale...
    Ha dei costi esorbitanti anche perche' si fanno leggi inutili e costose come queste.Poveri i nostri sodi, spesi in cavolate che ci fanno anche perdere tempo, aumentano le gastriti e la confusione.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'apparato statale...
      Di fronte ad affermazioni perentorie e qualunquiste di questo tipo ci sono due alternative (anzi tre, essendo la terza ignorarle)a- una spiegazione dettagliata del perchè è utile, opportuno, per ciò che comporta sia in termini diretti che indiretti...b- altrettanto perentoriamente dire che questa affermazione è una cavolata pari a ciò che vorrebbe dimostrare esser tale...L'opzione "a" richiede tempo e un po' di dedizione a stilarla, ma un lettore mediamente attento, con un po' di riflessione ci arriva anche da solo...
    • Anonimo scrive:
      Re: PPPpppppppppppprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
      - Scritto da: Anonimo
      Ha dei costi esorbitanti anche perche' si
      fanno leggi inutili e costose come queste.

      Poveri i nostri sodi, spesi in cavolate che
      ci fanno anche perdere tempo, aumentano le
      gastriti e la confusione.PPPPPppppppppppprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
  • Anonimo scrive:
    info per DPS
    Ma uno studio dentistico al pari del medico di base usufruisce di una deroga della ASL e non deve fare il DPS?chi mi sa dire qualcosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: info per DPS
      no deve fare il dps e lo doveva fare già anche negli anni passati visto che tratta con dati sensibili e l'obbligo è già da mo che c'è per questi tipi di dati io ho sentito solo il medici di base sono esenti
    • Anonimo scrive:
      Re: info per DPS
      Circolare ANDI di ieri:"come preannunciato nella circolare n. 29.1285.SS del 15 c. m., siamo a comunicarTi che la prevista proroga per la redazione del DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza) e delle misure di sicurezza obbligatorie per chi utilizza strumenti informatici, è stata confermata nella riunione del Consiglio dei Ministri di ieri che ha varato un provvedimento che fa slittare la data stabilita dalla fine del corrente mese al 31.12.2004. Restano comunque da applicare le altre disposizioni previste dalla legge e soddisfatte con l?utilizzo della modulistica inviata nella circolare sopracitata. I sei mesi di proroga ci permetteranno di proseguire l?azione intrapresa per ottenere la semplificazione del DPS. "Quindi niente DPS fino a dicembre.
  • Anonimo scrive:
    Dps Vs realta' non virtuale
    Premessa non sono pro o contro Qsa.Il DPS sebbene e' in burocratese spinto qualcosa di buono lo dice.In teoria tutti coloro i quali hanno un pc dovrebbrero GIA' fare il 90% di cio' che dice il testo unico (dalla passwd all' istruzione al resto).Ma disgraziatamente non e' cosi'Il fatto che nelle aziende msdos (e similia W95/98/osr2.....) non vada piu' bene e' un fulmine a ciel sereno. Il 90% degli utenti e' un Utonto. La scuola fino ad oggi preferiva insegnare una lingua MORTA. Propedeutica quanto si vuole ma saper fare una citazione in latino non risolleva il punteggio di un cafone che ti invia un testo in un allegato pericolosoVuol dire che il governo (indipedentemente dal colore) non conosce la realta' Italiana. Era necessario dare tempo per gli adeguamenti.Segreto assoluto sul DPS, maglio raccontare dellle avventure di Totti. Grazie RAI. Io stesso ne sono venuto a conoscenza a fine aprile.Vuol dire che il governo (indipedentemente dal colore) non conosce la realta' Italiana. Neppure il simpatico GRAN ROMPI (Pannella)Silenzio sul fatto che i computers del governo (indipedentemente dal colore) sono in balia di sasser. Provare un ufficio del registo per ridere. Visto che si va nel penale... chi va in galera?Silenzio sul fatto che + di meta' dei pc delle PMI girano con Win9X (gia detto vero?) Cosa si fa ora:1) si mettono sulla bilancia 10.000 Euri per un nuovo prg di contabilita'che gira su un OS professionale2) si tenta l'upgrade a NT(xp,2000...) cambiando anche i pc e (salvo aprire il cofano e cabiare un po' di pezzi) bruciare "solo" qualche migliaio di euri (i)E' il momento economico giusto per questi investimenti!3) in realta' visto il "consiglio" allo stato d' arte, il pc non puo' montare un installazione standard di NT(o il nome che preferite: xp,2000....) visto che in un eventuale processo sarebbe insostenibile dichiarare di aver fatto il possibile con un SO che nel suo complesso riceve un avviso grave ogni settimana (leggi PI). Certo uno puo togliere outlook, usare Star office, elimiminare IE....eccetera eccetera ma alla fine cosa rimane?Poi la PA stessa invia .doc carichi di dati sfuggiti.Ricapitolando:Il governo ci chiede, insieme a qualche burocratata, di usare un SO professionale, sicuro con le tecniche di autenticazione in uso ormai da 3 decenni.Il mercato chiede videogamemachine.il mercato e' saturo di videogame.Forse e' un provvedimento tardivo, quando i maiali sono scappati si chiude la porta.Il sito del garante va a balzelloni il N. tel. del garante e' fuori usoIl cambio di direzione nell' informatica, perche di tale si tratta, dovrebbe PUNIRE I COSTRUTTORI di PRG zoppi. E' assurdo che un programma nasca zoppo e le conseguenze le paghi l' utilizzatore.Certo il PRG perfetto non esiste. Poter definire professionale un SO o un insieme di attrezzi scalcagnati che forniscano i nostri dati a chiunque ne faccia richiesta come fa NT o addirittura che fornisca i nostri dati a chiunque li voglia o meno come MS-WORD. Si arriva al punto che se accetto di ricevere dei .doc via e-mail dovrei ricevere anche la lettera per la custodia dei dati sensibili da chi ha effettuato l' invio furbo. Ripeto tutti gli oggetti costruiti dall' uomo hanno magagne.... pero' la questione, ORMAI NON SOLO M$, del pubblicare prg zoppi ed inviare delle patch piu' o meno utili sta colorandosi di ridicolo.Questo atteggiamento sta contagiando anche altri settori (es. l' auto) con risultati meno, per il momento, meno gravi. Quando avremo le patch per lì abs potremmo morirne.Ripeto: Forse non e' l' utilizzatore che va colpito.Claudio
  • Anonimo scrive:
    DPS: Dacci Parecchi Slittamenti
    Sognavo di leggere, in riva al mare con una gamba in acqua e l'altra no, tra granite e pinne:"Ispezioni a raffica da parte del Garante: multate le aziende che non hanno proceduto alla redazione del DPS entro i termini". Chissà.........forse a Febbraio...........forse ad agosto prossimo, ....mi rispondete ad una domanda?......ma tanto......che fretta c'e'? chi ci corre dietro? i termini sono fatti per essere prolungati........solo nel caso del patentino no........chissà come mai.......immagino già i litorali pieni di serissimi agenti occupati a redigere verbali da 516 euro a ragazzini che si guardano intorno chiedendosi dove mai li prenderanno tutti quei soldi......beh guarda caso........nessuna proroga.........la sicurezza prima di tutto. Come? la sicurezza informatica? beh x quella c'e' tempo e proroghe. Ps: x avvertire un senso di tristezza c'e' bisogno di qualche cellula cerebrale, ai più........l'indifferenza.
  • nispa scrive:
    Re: Teoria e pratica
    I programmi che ho potuto provare creano una struttura del documento abbastanza decente, ma poi devi sempre ritoccare a manina...
  • Anonimo scrive:
    Re: Le solite buffonate all'italiana
    - Scritto da: nicscics
    Che le aziende in genere e gli uffici
    pubblici siano in condizioni penose, dal
    punto di vista della tutela dei dati,
    è indubbio. Ora che si potrebbe fare
    un pò di ordine, ecco che, come al
    solito, fanno le proroghe all'infinito.
    Buffoni!Perchès econdo te è facile intervervenire? ci sonoa ziende che non hanno nemmeno la connessione a internet e dovranno adeguarsi per la custodia di dati comuni che sono già su pubblichi elenchi modificando strutture spesso difficilmente modificabili. La cosa più stupida di questa legge è l'obbligo di proteggere dati comuni, che sono comuni, pubblici su pubblichi elenchi, visibili sui campanelli delle porte di casa. Andava solo vietato l'uso, senza autorizzazione scritta, per fini pubblicitari e di statistica avanzata.ora ci sonoa ziende che devo fare riunioni per deliberare la cosa, chiamare aziende che devonoa ndare a fare ispezioni, redigere relazioni studiate di intervento, l'azienda deve deliberare e porre a bilancio la spesa (se grande) contattare chi deve fare i lavori, controllare che i lavori sianoe seguiti a norma e redigere il dps, ti pare sia fattibile in poco tempo? anche una ditta piccolissima prima di un mese, mese e mezzo non c'è la fa. Figurati la grande. ci sono poi realtà dove veramente va rivcoluzionata pure la struttura immobile.Ti rendi conto che io in ufficio non dovrei avere cartelle o carte di nessun tipo quando ricvevo gente, alzandomi e dovendo ogni volta mettere via tutto ciò che ho in raccoglitori e tavolo di lavoro per proteggere i dati comuni come norma di legge? Altrimenti il mio ospite potrebbe leggere nome cognome ed indirizzo e magari telefono su un foglio. per farne poi che.... A volte vorrei tornare ai tempi in cui c'era solo il telefono, le calcolatrici meccaniche e niente fax, tutto avvenive via posta e c'erano tempi più umani per fare le cose e non si pensava che un dato comune pubblico dovesse essere protetto più di una cambiale.Le aziende ora devono spendere molti soldi epr adeguarsi in un momento in cui di soldi ne girano pochi e fuori dell'italia ci guardano e ridono. ho un cliente che lavora con al Cina, quando ha chiesto ai cinesi di firmargli il modulo per trattare dei dati comuni gli hanno riso in faccia e gli hanno detto che siamo pazzi e che loro non hanno questi problemi e che di questo passo ci sorpasseranno presto. Beh non ho da dubitarne. Dati sensibili si dati cumuni no, stiamo diventando davvero ridicoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le solite buffonate all'italiana
      per quanto riguarda il sorpasso dei cinesi... beh su money.cnn.com c'era un articolo molto interessante... E diceva che il prodotto interno lordo cinese se venisse rivalutata la loro moneta (cosa che chiedono tutti) sarebbe il 2 del mondo ... dopo stati uniti... Come dire che il sorpasso c'e' gia' stato...Ciao
  • friscom scrive:
    Re: La proroga serve a chi l'ha concessa
    - Scritto da: Anonimo(..)
    L'articolo 181 del decreto legislativo
    196/2003 coinvolge anche i soggetti pubblici
    e, quindi, anche i ministeri della Giustizia
    e dell'Interno che, insieme ad altri enti
    facenti capo agli stessi dicasteri, devono
    comunicare al Garante, attraverso un
    decreto, i trattamenti di dati personali
    (trattamenti non occasionali) attuati con
    strumenti elettronici e (secondo l'art. 39
    comma a) gli eventuali trasferimenti di
    informazioni (non normati precedentemente)
    intercorrenti tra soggetti pubblici. La
    proroga delle scadenze vale anche per
    loro...

    Dario BStando al si dice (vedi Sole 24 ore di ieri 22, riquadro pag. 23) in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Uff., non sembrerebbe esser così.La proroga "doveva" riguardare anche alcuni soggetti pubblici (arr. 181) ma sembrerebbe limita al solo art. 180.Suggerirei di aspettare a rilasciare affermazioni non comprovate..
  • Anonimo scrive:
    Re: La proroga serve a chi l'ha concessa
    Stai confondendo con la notificazione dei trattamenti dei dati al Garante, i cui termini sono scaduti a fine Aprile; qui si parla delle misure minime ed idonee al trattamento.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè, c'era un'alternativa?
    concordo pienamente su quanto hai scrittonon è che mi sai aiutare ankio faccio il tuo stesso lavoro e dopo varie peripezie sono arrivato a redigere i primi dpsvedi questo linkhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=668753mi sai aiutareciaograzie
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè, c'era un'alternativa?
      - Scritto da: Anonimo
      concordo pienamente su quanto hai scritto

      non è che mi sai aiutare ankio faccio
      il tuo stesso lavoro e dopo varie peripezie
      sono arrivato a redigere i primi dps
      vedi questo link
      punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=668753

      mi sai aiutare

      ciao
      grazieSe lo ha redatto secondo le istruzionid el garante sarà un buon DPs che poi non è altro che un sunto delle misure intraprese, il garante deve far uscire comunque un fax simile a brebe confrontalo con il tuo.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè, c'era un'alternativa?
        grazie mille per la dritta appena datamiaspetterò con ansia il fac-simile del dpssgrazie ancoraciao
  • friscom scrive:
    Re: proroga solo x DPS
    - Scritto da: mgchiara
    Ho letto che il rinvio è riferito
    solo alle misure di sicurezza e non a tutti
    gli altri adempimenti previsti dal codice,
    come informative, consenso al trattamento,
    istruzioni per gli incaricati e quant'altro !!!..più esatatmente rimangono inalterati tutti i termini ad eccezione di quello relativo alla redazione del DPS (art. 180) ed al comma 3 dell'art. 180: "Nel caso di cui al comma 2, il titolare adotta ogni possibile misura di sicurezza in relazione agli strumenti elettronici detenuti in modo da evitare, anche sulla base di idonee misure organizzative, logistiche o procedurali, un incremento dei rischi di cui all?articolo 31, adeguando i medesimi strumenti al più tardi entro un anno dall?entrata in vigore del codice."che slitta dal 31 dicembre 2004 al 31 marzo 2005.In buona sostanza: se qualche strumento per le misure di sicurezza non fosse stato ancora predisposto al tempo della redazioen del DPS, questo poteva andar fatto entro il 31 dicembre con la redazione di una documento a data certa da conservarsi localmente.
    • nispa scrive:
      Re: proroga solo x DPS
      Anche perchè chi deve controllare si deve fare dei corsi di informatica, a quanto ne so.Non so cosa potranno andare a controllare in una rete... visto che le competenze per arrivare a diventare un sistemista di rete si devono acquisire con almeno 2 mesi di pratica e possibilmente un documento (certificazioni di alta fascia, tipo laurea di 1° livello in informatica, ecc...).Siamo sicuri che chi controllerà saprà fare il suo mestiere? Consiglio di mandare il curriculum al garante sulla privacy, potrebbe aver bisogno.Se pensate che il 50% dei soldi che entreranno dalle multe serviranno a pagare il GARANTE...
    • Anonimo scrive:
      Re: proroga solo x DPS

      In buona sostanza: se qualche strumento per
      le misure di sicurezza non fosse stato
      ancora predisposto al tempo della redazioen
      del DPS, questo poteva andar fatto entro il
      31 dicembre con la redazione di una
      documento a data certa da conservarsi
      localmente.Quindi se io oggi ho qualche strumento non adeguato, ho tempo fino al 31 Dicembre 2004 o fino al 31 Marzo 2005? E per usufruire di questi tempi devo fare il famoso documento, e quando (entro il 30 Giugno per Dicembre oppure a Dicembre per Marzo 2005)?
      • friscom scrive:
        Re: proroga solo x DPS
        - Scritto da: Anonimo(..)

        Quindi se io oggi ho qualche strumento non
        adeguato, ho tempo fino al 31 Dicembre 2004
        o fino al 31 Marzo 2005? E per usufruire di
        questi tempi devo fare il famoso documento,
        e quando (entro il 30 Giugno per Dicembre
        oppure a Dicembre per Marzo 2005)?se lo si fa entro il 31 dicembre non serve alcun accorgimento (dichairazione di intento nel realizzare l'implementazioen di questo strumento o misura). Se lo si intende fare dopo il 31 diembre 2004 ed entro i 31 marzo 2005, allora bisogna fare questa dichiarazione (art 180, comma 3). Quando va fatta la dichiarazione? entro il 31 dicembre...Vale sempre in termini condizionali, fintanto che non esce il decreto sulla gazzetta...
        • Anonimo scrive:
          Re: proroga solo x DPS

          Vale sempre in termini condizionali,
          fintanto che non esce il decreto sulla
          gazzetta...e di solito quanto ci mette il decreto a uscire sulla Gazzetta Ufficiale?
          • Anonimo scrive:
            Re: proroga solo x DPS
            vedi ad esempio quotidanamente questo sito:http://www.gazzettaufficiale.it/guida1.jspoppure:http://www.interlex.it/oppure rompi direttamente alla PdC che dovrebbero saperne qualcosa visto che è opera loro...
  • Anonimo scrive:
    Re: Silenzio dei media
    stessa solfa del decreto URBANI!!!!!!:s:sW l'italia:|
  • Anonimo scrive:
    A chi mi posso rivolgere?
    Ciao a tutti io ho seguito dei corsi per la redazione del dpss nonchè mi sono studiato l'intera normativa e scaricato l'intero modulo dal sito del garante.a chi mi posso rivolgere per avere la certezza che i DPS che vado a redarre sono validi al 100%?? (adesso credo che lo siano al 90%) ma vorrei che fossero corretti al 100% o quasiSapete indicarmi qualcuno? Associazioni di categoria,Avvocati, Consulenti Legali, anche a pagamento purche non sia una cifra stratosfericagrazieciao
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi mi posso rivolgere?
      C'è un mondo là fuori di lupi pronti a saltarti addosso per dirti che il tuo DPS non va bene ma soprattutto per dirti che hai bisogno di rifare tutto il sistema informativo altrimenti vai in galera. Il mio suggerimento è di tenere aggiornato il tuo DPS, cercando, con la massima diligenza e buona fede, di mettere in campo tutte le misure economicamente compatibili. E se hai una associazione di categoria (come quella in cui lavoro io) che ti può dare una mano gratuitamente e senza secondi fini... è l'ideale. Ciao.
    • nispa scrive:
      Re: A chi mi posso rivolgere?
      Credo che il numero di telefono del garante ti basti... devi pensare comunque che chi farà i controlli (gdf) sta attualmente facendo corsi di aggiornamento.Se poi controlli il sito del garante puoi scaricarti un prestampato pieno di tabelle che, a quanto pare, basti e avanzi per la redazione di un DPS, tutta la preparazione, e di tempo ne ho perso tanto anche io, servirà solo a compilare le schede in mezz'ora invece che in 1 ora...Come dicono su Italia Oggi su questo caso della proroga: "Chi tardi arriva meglio alloggia"...
      • friscom scrive:
        Re: A chi mi posso rivolgere?
        - Scritto da: nispa(..)
        Se poi controlli il sito del garante puoi
        scaricarti un prestampato pieno di tabelle
        che, a quanto pare, basti e avanzi per la
        redazione di un DPS, tutta la preparazione,
        e di tempo ne ho perso tanto anche io,
        servirà solo a compilare le schede in
        mezz'ora invece che in 1 ora...(..)http://www.interlex.it/675/corrado16.htmumilmente è anche la mia opinione
        • Anonimo scrive:
          Re: A chi mi posso rivolgere?
          scusatemi raga ma il modello già l'avevo scaricato e le tabelle già ho iniziato a compilarle ma chi mi dice che le compilo in maniera corretta??le nuove linee guida come tutta la normativa sono scritte in politichese ed io essendo un tecnico non è che ci capisco granche proverò a rivolgermi a qualche associazione di categoria nella speranza che mi sappiano aiutaregrazie
          • Anonimo scrive:
            Re: A chi mi posso rivolgere?

            le nuove linee guida come tutta la normativa
            sono scritte in politichese ed io essendo un
            tecnico non è che ci capisco granche non mi risulta, le linee sono scritte per tecnici analisti, mi domando che razza di tecnico sei .
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi mi posso rivolgere?
        Potete scrivere il sito dove prelevare il materiale per redarre il DPS (quello del garante ad esempio)Grazie
  • Anonimo scrive:
    La proroga serve a chi l'ha concessa
    Bontà d?animo, accoglimento delle richieste delle associazioni di categoria o semplice presa di coscienza, per una scadenza che si stava facendo troppo ravvicinata? L'articolo 181 del decreto legislativo 196/2003 coinvolge anche i soggetti pubblici e, quindi, anche i ministeri della Giustizia e dell'Interno che, insieme ad altri enti facenti capo agli stessi dicasteri, devono comunicare al Garante, attraverso un decreto, i trattamenti di dati personali (trattamenti non occasionali) attuati con strumenti elettronici e (secondo l'art. 39 comma a) gli eventuali trasferimenti di informazioni (non normati precedentemente) intercorrenti tra soggetti pubblici. La proroga delle scadenze vale anche per loro... Dario B
  • XavierX scrive:
    Teoria e pratica
    I presupposti di questa legge sono corretti: una delle priorità del governo è spingere sull'aggiornamento tecnologico delle aziende italiane, soprtattutto nelle PMI, e quindi la sicurezza informatica è giusto sia al centro dell'adeguamento dei sistemi informativi.Quello che personalmente mi ha spiazzato è la messa in pratica.Il regolamento con la sua scadenza è piovuto in molte aziende come un fulmine a ciel sereno!Nelle piccole realtà questo porta anche ad un adeguamento dell'organizzazione interna (in un altro messaggio si fa il paragone con l'introduzione del sistema di qualita') non sempre facile. Sono necessari degli investimenti, sia per redigere i famosi documenti (e forse solo alcune associazioni di categoria fanno prezzi abbordabili) sia per adeguare hardware e software (WIN98 non va più bene, ad es.): il momento di congiuntura economica non e' certo dei migliori per spendere soldi.Per non parlare delle info che arrivano dal sito del ministero, come al solito in burocratese stretto.E poi come non pensar male delle pubblicità dei programmi per redigere i documenti, arrivati nella cassetta delle lettere o via e-mail in maniera così tempestiva?Spero che da qui alla fine dell'anno venga fatta un pò più di chiarezza.
  • Anonimo scrive:
    Silenzio dei media
    Se intendono evitare un altro rinvio con la solita scusa che... "il popolo" non ha recepito il DPS, perchè continuano con l'assordante silenzio dei media? Solo una minoranza si documenta su Internet, unica fonte VERA di informazione. E gli altri, ovvero il 99%, rimarranno nell'inconsapevolezza più assoluta! Che paese! :
  • Anonimo scrive:
    Re: Dimenticavo
    Gli avvocati nella mia zona sono quelli che in percentuale hanno una struttura di rete scandalosa e non aggiornano un fico secco strafregandosene della normativaarriveranno i controlli!!!!!DomandaQuali sono le categorie esenti (se esistono) dal redigere il dpss ed applicare le misure minime??-so di certo che il medico di pase non lo deve fare ho letto una circolare della ASLpoi ne esistono altri??grazie
    • nispa scrive:
      Re: Dimenticavo
      Le categorie di utenti che Devono redigere un DPS sono quelle che hanno a che fare con i dati sensibili, giudiziari, biometrici, genetici.Il commerciante, l'artigiano ecc... che trattano solo dati personali devono appendere una tabella con l'informativa, la nomina di incaricati interni o esterni e provvedere ad aggiornare l'antivirus e il SO, ma non sono tenuti a redigere alcun dps.Ma se gli stessi hanno dei dipendenti allora inizieranno a trattare dati sensibili!!! Perchè lo stato di salute di un dipendente è un dato sensibile!
      • Saxman scrive:
        Re: Dimenticavo
        - Scritto da: nispa
        Le categorie di utenti che Devono redigere
        un DPS sono quelle che hanno a che fare con
        i dati sensibili, giudiziari, biometrici,
        genetici.
        Il commerciante, l'artigiano ecc... che
        trattano solo dati personali devono
        appendere una tabella con l'informativa, la
        nomina di incaricati interni o esterni e
        provvedere ad aggiornare l'antivirus e il
        SO, ma non sono tenuti a redigere alcun dps.Siamo sicuri ???Secondo me non è proprio così...Se leggi il DLS all'art 33 si parla di misure minime volte ad assicurare un livello minimo di protezione dei dati personali !!!Quindi chi ti ha detto che se non hai dipendenti non devi redigere il DPS secondo me non ha letto bene tutto il DLS !!!
        Ma se gli stessi hanno dei dipendenti allora
        inizieranno a trattare dati sensibili!!!
        Perchè lo stato di salute di un
        dipendente è un dato sensibile!Il problema di fondo è che il DLS parla in generale di dati personali e per i dati sensibili ci sono degli articoli apposta.Saxman
  • nicscics scrive:
    Le solite buffonate all'italiana
    Che le aziende in genere e gli uffici pubblici siano in condizioni penose, dal punto di vista della tutela dei dati, è indubbio. Ora che si potrebbe fare un pò di ordine, ecco che, come al solito, fanno le proroghe all'infinito. Buffoni!
  • mgchiara scrive:
    proroga solo x DPS
    Ho letto che il rinvio è riferito solo alle misure di sicurezza e non a tutti gli altri adempimenti previsti dal codice, come informative, consenso al trattamento, istruzioni per gli incaricati e quant'altro !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non solo in formato elettronico
    Secondo l'allegato B si applica solo ai dati trattati elettronicamente. Poi ci sono i punti 27/28/29 che si applicano a quelli con "trattamenti senza l'ausilio di strumenti elettronici" ma non prevedono il DPS.Io ho sempre integrato nel DPS le prescizioni di quest'ultimi per ragioni di corerenza, perché i trattamenti spesso sono misti e integrati e perché il DPS da una traccia logica per scrivere anche gli incarichi e le misure per quelli cartacei.Ma l'obbligo di legge per il cartaceo è solo sulle misure di sicurezza e gli incarichi/custodia. Se davanti ad un giudice vuoi dimostrare di essere a posto con il cartaceo, un simil DPS può aiutare a livello probatorio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non solo in formato elettronico
    - Scritto da: Anonimo
    Salve ,

    una precisazione . Il dps si applica anche
    ai documenti in formato cartaceo e non solo
    elettronico.
    e se sono "solo" di tipo cartaceo?
  • Anonimo scrive:
    Non solo in formato elettronico
    Salve ,una precisazione . Il dps si applica anche ai documenti in formato cartaceo e non solo elettronico.Saluti.p.s. non possono poi lamentarsi che in Italia le leggi le rispettano in pochi ... tanto poi esce una proroga . Scandaloso , anche perche' il dps e' roba del 1 Gennaio 2004 ....
  • Anonimo scrive:
    Re: non sono d'accordo
    Boh sarò un caso atipico ma io tra i vari clienti, ho proprio dei commercilaisti. Oltre a fare consulenza per loro faccio consulenza anche per alcuni dei loro clienti.Saluti da L'Unico Consulente Patacca laureato in varie ed eventuali(linux)
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra di rivedere i condoni....
    Alla fine si agevolano sempre i ritardatari e quelli che si sono sbattuti per fare le cose a modo lo pigliano sempre in quel posto.Basta leggere la guida operativa per redigere il DPS scritta dal garante, uno schifo! Io che mi sono prese le 180 e passa pagine del Testo unico e me le sono studiate, cercando di interpretarlo nel migliore dei modi e ho cercato di riproporre lo stesso apporccio nelle aziende in cui faccio consulenza, alla fine ho "perso tempo" tanto basta compilare 2 tabelle......Beh che dire vorrà dire che se oggi ho 30 clienti per il DPS e ho dovuto dire di no a molti perchè se no non ce la facevo fisicamente a segurli tutto, potrò trovarmene altri.Saluti da L'Unico Consulenete Patacca laureato in Varie ed eventuali(linux)
  • aceffa scrive:
    Re: Buffoni!
    -

    E soprattutto è scandaloso che il
    sito del garante non sia stato ancora
    aggiornato!E non è forse più scandoloso che due giorni su tre il sito è irrangiungibile, soprattutto in porssimità di scadenze?
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffoni!
      - Scritto da: aceffa
      -


      E soprattutto è scandaloso che il

      sito del garante non sia stato ancora

      aggiornato!il sito del garante puo' solo pubblicare notizie vere.la notizia del consiglio dei ministri diventa vera solo dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, non è la prima volta che una decisione del consiglio non venga poi ratificata .in ogni caso la politica del sito , che è un sito ufficiale, è quella di pubblicare solo ed unicamente notizie certe e non modificabili se non con altri atti di pari grado. prima di criticare cerchiamo di essere colti.
      • friscom scrive:
        Re: Buffoni forse no ma..
        Visto l'impatto che questo piccolo "dettaglio" ha per molte società ed enti (anche pubblici) il sito del garante ne potrebbe dar conto. C'è un area di news che non è solo per la "comunicazione del verbo".Il garante peraltro non ha titolarità legislativa, mentre la PdC si, e quindi il fatto che sul sito della PdC compaia (http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=22726&pg=1%2C2750%2C4876%2C6605&pg_c=2) la nota sin dal 22, significa che ha carattere ufficiale, oggi andrà in firma dal PdR e poi vediamo quando il garante ne darà conto..Diciamo che c'è una certa difficoltà a tenere quel sito sufficientemente aggiornato, e siamo buoni a fermarci a questo soltanto....Che poi sia spesso irraggiungibile è un dato di fatto!
      • mgchiara scrive:
        Re: Buffoni!
        scusa l'ignoranza, ma dopo quanto viene pubblicata sulla G.U., mi spiego meglio il 30 giugno non è poi così lontano !!!
        • friscom scrive:
          Re: scadenze e proroghe
          ..se, come risulta, è in firma quest'oggi dal PdR, domani è sulla Gazzetta Ufficiale.Attenzione, è un decreto legge, quindi entro 60 giorni va convertito in legge, altrimenti decade e con i chiarid i luna attuali, sarà bene stare attenti!D'altronde c'era chi diceva che la situazione in italia è "grave, ma non seria", quindi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffoni!
      - Scritto da: aceffa
      E non è forse più scandoloso
      che due giorni su tre il sito è
      irrangiungibile, soprattutto in
      porssimità di scadenze?Perchè vedrai che quando bisognava fare la notifica funzionava..... e giù di slittamenti anche li.Quello che mi fa girare le palle è che chi come noi si adopera per seguire la legge... ci rimette sempre perdendo tempo e soldi.. chi non muove un dito, viene sempre beneficiato da proroghe e modifiche....BUFFONI !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Buffoni!
    - Scritto da: fDiskolo
    Che vergogna, questo dimostra quanto la
    necessità del documento programmatico
    sia inutile.per fortuna siamo in un paese libero e ti è permesso dire certe scemenze.vorrei che tu potessi dimostrare quanto affermi.
  • fDiskolo scrive:
    Buffoni!
    Che vergogna, questo dimostra quanto la necessità del documento programmatico sia inutile.E soprattutto è scandaloso che il sito del garante non sia stato ancora aggiornato!
  • Anonimo scrive:
    grazie...
    finalmente se ne sa qualcosina ;)
Chiudi i commenti