GPRS, Wind (Blu) apre a tutti

Pare proprio che i servizi lungamente annunciati siano in dirittura d'arrivo. Wind lancia lunedì una sperimentazione gratuita che durerà a lungo mentre Blu si balocca con servizi che integrano palmare e cellulare GPRS
Pare proprio che i servizi lungamente annunciati siano in dirittura d'arrivo. Wind lancia lunedì una sperimentazione gratuita che durerà a lungo mentre Blu si balocca con servizi che integrano palmare e cellulare GPRS


Roma – Wind accelera sul GPRS e scarta a sinistra sia Telecom Italia Mobile che Omnitel annunciando il lancio di una mega-promozione che dal prossimo lunedì coinvolgerà potenzialmente tutti gli attuali utenti mobili dell’Arancia.

Ieri Wind ha spiegato che da lunedì prossimo fino alla fine di giugno, tutti gli utenti potranno sperimentare gratuitamente i servizi GPRS, servizi che come noto consentono di trasferire dati via wireless molto più velocemente dell’attuale GSM. A differenza di quest’ultimo sistema, inoltre, la tariffazione dei servizi GPRS si basa sul traffico dati effettuato e non sul tempo di connessione, connessione che nei fatti è ininterrotta.

Non è dunque un caso che un limite Wind l’abbia posto nella fase di sperimentazione proprio al trasferimento dati gratuito, un limite di 300 megabyte comunque sufficientemente ampio per collaudare approfonditamente i nuovi servizi wireless dell’azienda.

La “mossa” di Wind in realtà segue le tracce di un’analoga posizione di Blu che, però, soffre di una scarsa copertura sul territorio. Wind, invece, non solo ha una più ampia copertura ma offre il servizio anche agli utenti delle prepagate, mentre concorrenti blasonati come TIM ed Omnitel si sono finora limitati a offrire questi servizi alle grandi aziende.

Al termine della sperimentazione, gli utenti si troveranno a pagare 1.200 lire per ogni megabyte trasferito ma solo per i primi 60 megabyte al mese. Se si supera quella soglia, assicura Wind, la spesa sarà decisamente inferiore.


Per poter utilizzare i nuovi servizi GPRS servono, ovviamente, cellulari GPRS. Per questo Wind sta anche approntando un pacchetto che conterrà il telefonino abilitato a utilizzare il GPRS. Il modello che Wind metterà in vendita potrà essere utilizzato anche come “modem tradizionale” da utilizzare per collegare un computer ad Internet.

Su questa funzionalità del telefonino si concentrano, e non sembra un caso, anche le attenzioni di Blu, che in queste ore sta lanciando il suo “GPRS Mobile Office”. Si tratta di una soluzione che permetterà, già dai prossimi giorni, agli utenti Blu di collegare al cellulare GPRS un palmare, in modo tale da connettersi con quel device ad Internet o alle reti aziendali.

Oggi i servizi GPRS di Blu sono in promozione ma dal 20 aprile l’attivazione GPRS costerà 20mila lire (Iva inclusa). La stessa cifra è prevista per il canone mensile (che prevede fino a 300 K di trasferimento dati in modalità WAP e 2 MB per le postpagate). Gli altri oneri, Iva inclusa, comprendono 9,6 lire per KB e 60 lire per KB in modalità WAP.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 04 2001
Link copiato negli appunti